Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Person of the Year: Debito Pubblico Italiano


debitopubblicoitaliano.jpg

La persona dell'anno è, senza alcuna discussione, il debito pubblico italiano. E' cresciuto più dell'economia, dell'inflazione, degli stipendi. Ha superato i 1.800 miliardi di euro a ottobre, poi, a novembre, ha preso un po' di respiro e si attestato a 1.783 miliardi prima delle feste natalizie. Nel 2010 è pronto a ripartire e a stupire tutti. Nessuno sa dove potrà arrivare. Chi si è azzardato a fare delle stime è sempre stato sorpassato dalla realtà. Il 2009 si chiuderà con una previsione di circa 140 miliardi di debito pubblico in più rispetto a fine 2008, terminato con 1.664 miliardi. Ogni italiano ha un debito, contratto per lui dallo Stato, di circa 30.000 euro. Una famiglia di 4 persone cumula 120.000 euro. Per pagarli, dovrebbe sottoscrivere un mutuo ventennale. Tremorti ci ha indebitato nel 2009 di quasi un miliardo in più ogni due giorni. Come ha speso questa cifra colossale? Insomma, dove sono finiti i soldi? Nessuno lo sa con certezza. A fine novembre il saldo del Tesoro tra entrate e spese correnti era di meno 74 miliardi. La spesa è aumentata di 44,8 miliardi sullo stesso periodo del 2008. Le entrate fiscali sono calate del 3,4% in un anno, le spese sono salite dell'11,1%. Una gestione da economista folle che nessun padre di famiglia applicherebbe al suo bilancio familiare. Il nostro debito pubblico va valorizzato, nessun politico ne parla volentieri, ma è tra i primi del mondo. Il debito cresce e il PIL diminuisce? Nessun problema, il debito diventa PIL. L'Italia è uno tra i primi produttori di debito e lo esporta ovunque. Tremorti ne ha piazzato una non modica quantità nel suo ultimo viaggio in Cina. Chi possiede il debito di una persona può condizionarla e, se il debito è alto, ne diventa il padrone. Lo stesso avviene per gli Stati, ma chi possiede il nostro debito? Chi è il nostro padrone e può condizionare, ad esempio, la nostra politica estera o quella economica? A queste domande l'indebitato, il cittadino comune, non ha risposta. Semplicemente non si sa. Prima dell'euro per riequilibrare i conti dello Stato si usava l'inflazione della moneta. Il potere di acquisto diminuiva e si diventava tutti più poveri. Ora, che non è più possibile, si aumenta il debito fino al default. Perché è ovvio che anche un debito di robusta costituzione come quello italiano non può crescere per sempre. Ma, oggi, il debito italiano nel mondo è il nuovo Made in Italy, se ci riflettete è spettacoloso, una produttività da brianzoli d'altri tempi. L'Italia produce mezzo miliardo al giorno di debito da esportazione. Il debito pubblico è la prima industria del Paese e non può che crescere! Alla catastrofe con ottimismo.

***
MoVimento 5 Stelle Emilia Romagna - Sabato 16 gennaio alle ore 12.00 interverrò alla conferenza stampa di presentazione della lista regionale presso piazza del Nettuno, a Bologna. Per sapere dove e quando firmare per sostenere la lista, clicca qui.

Primo Firma Day per la lista Movimento 5 Stelle Emilia Romagna 5 : Sabato 16 si firma a Bologna, Modena, Reggio Emilia, Cesena, Piacenza, Guastalla. Domenica 17 si firma a Modena e Cesena. Clicca qui per i luoghi e orari:
http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/emiliaromagna/calendario.html

MoVimento 5 Stelle Veneto - Sabato 16 gennaio alle ore 16.00 passerò a trovare i ragazzi del MoVimento in Piazza delle Erbe a Verona e alle ore 18.30 in Piazza Ferretto a Mestre (VE). Alle ore 21.00 interverrò alla conferenza stampa di presentazione della lista regionale presso il Teatro Comunale di Adria, Piazza Cavour, 1.

MoVimento 5 Stelle Piemonte - Sabato 16 e Domenica 17 gennaio secondo Firma Day in Piemonte. Venite a mettere una firma gratuita nei banchetti a Torino, Ivrea, Chieri, Bussoleno, Asti, Alessandria, Cuneo, Alba, Bra, Mondovì, Fossano, Biella, Cossato, Novara, Vercelli, Omegna. Tutti i dettagli sul calendario (portate un documento d'identità). Per sapere dove e quando firmare per sostenere la lista, clicca qui.

MoVimento 5 Stelle Lombardia - Per sapere dove e quando firmare per sostenere la lista, clicca qui.

 Iscriviti al MoVimento 5 Stelle
Nome: Cognome:

Copia il codice HTML e incollalo nel tuo sito web
lasettimanabanner.jpg

15 Gen 2010, 15:57 | Scrivi | Commenti (696) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Buona serata
Sono un appassionato di scienze e per questo sono abbonato a una rivista che tutto è meno che di ispirazione di sinistra.
A pagina 132 c'è un grafico che associa il debito pubblico italiano con i vari governi che si sono succeduti nel tempo dall'85 ad oggi.
Da questo rafico si puo notare quanto segue:
Nel periodo Craxi, Pentapartito (1985 - 1993) il debito pubblico ha continuato imperterrito a salire.
Con l'avvento del Governo dei tecnici (1993 - 1994) il debito ha un arresto e inizia a calare.
Arriva il primo governo Berlusconi e la discesa continua anche se per poco per poi tornare leggermente a salire.
Ecco il Governo Prodi e il debito tende improvvisamente a scendere in modo deciso.
Con l'arrivo del Berlusconi 2 il calo cessa per ricominciare a salire.
Poi ecco il nuovo governo Prodi e il debito torna a scendere in modo deciso...... Fino al ritorno del Governo Berlusconi 3 nel corso del quale, forse complice anche la crisi internazionale, il debito ricomincia decisamente a risalire....
Da qui si evince, mi pare di capire, che questo Governo è si un Governo del Fare ..... salire il debito!
Meditate, gente, Meditate!!!

Roberto Valentini 14.07.10 19:15| 
 |
Rispondi al commento

come non lo sai chi a chi dobbiamo tutti questi soldi????Caro beppe....mi hai deluso...

alfonso capraro 20.01.10 13:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Aggiungo:

Uno dei principali fautori del non-controllo del debito fu l'ottimo Bettino Craxi. Forse oltre a dedicargli una strada potremmo pensare ad una bella banconota!!!

Penso che un buon politico si misuri proprio su questo argomento: Far cresciere il debito significa distruggere le risorse della generazione che verrà dopo. (e la generazione che verrà dopo, di solito, non vota)

Quando cambieremo? Quando una clesse politica sarà in grado di pensare al benessere generale senza vedere il tornaconto personale delle elezioni dopo?

Saluti!
Guido

Guido Roccatagliata 18.01.10 23:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

come riparare 40 anni di socialisti al potere,
questo e' il debito pubblico!!!
E' facile , attraverso scribacchini , dare la colpa alle gente...che spreca.....(dicono loro)..
La verita' e' che in ogni settore della vita pubblica ...i vari furbi di turno se ne sono ampiamente appriofittati...i denari sono stati ...investiti in : case, doppie triple case,
abusisivismo di ogni genere, promesse di posti di lavoro creati ad ogni tornata elettorale, evasione fiscale spaventosa....e troppe ce ne sarebbero..... altro che popolo che spreca il pane o le medicine...
..intanto i socialcattomassoni continuano ad ammassare denaro e potere...e ad impoverire i gia' derubati poveri,
coloro che non votarono mai socialista...
Come si fa' ancora a credere nelle istituzioni...???
Fra poco ci impediranno anche di pensare...magari dalla prossima tornata elettorale regionale...
...40 anni al servizio della nazione.... ma come fanno a mentire cosi'...ci credono scemi??
..pare di si,
ma lo siamo realmente o....

antonio21 i. Commentatore certificato 18.01.10 10:36| 
 |
Rispondi al commento

è ora di invertire la rotta del debito pubblico prima che sia troppo tardi. Qualsiasi politico che non ne tiene conto è un farabutto e criminale

stefano s. Commentatore certificato 17.01.10 20:46| 
 |
Rispondi al commento

Bel tema quello del debito.
Da dove viene fuori?
Perchè nessuno ne sa nulla?

Perchè il debito è creato nel momento stesso in cui si crea moneta. Destra, sinistra.....non c'entra nulla la politica; se non nel fatto che tutto il sistema politico mantiene e non modifica l'attuale funzionamento del sistema monetario.

Finchè le banche ci presteranno i soldi saremo schiavi.
Le banche centrali stampano moneta e ce la prestano. Ma prima o poi, è alla banca che deve tornare tutto il denaro, con il relativo interesse applicato. Ma da dove può provenire il denaro per coprire l'interesse? Di nuovo dalla banca!!! E il debito si moltiplica.

.....Grillo, tu lo dicevi 15 anni fa, ma poi hai smesso, preferendo fare il finto tonto su questo argomento. Perchè?????

Attilio Rossi 17.01.10 12:10| 
 |
Rispondi al commento

L’incapacita’ e il fallimento del governo italiano sono sotto gli occhi di tutti. Non si parla di un’analisi di parte, ma solo di una banale considerazione numerica. Il debito pubblico appare completamente fuori controllo: grazie alle politiche della Banda Bassotti (Berlusconi, Brunetta, Tremonti) capaci solo di fare economia sul futuro della nazione (scuola e universita’) e non sulla miriade di sprechi clientelari e sulla immensa galassia degli enti pubblici succhia sangue, che servono a pagare stipendi e prebende a portatori di voti.
Il risultato finalmente e’ sotto gli occhi di tutti. Il debito pubblico fuori controllo, a valori inimmaginabili, che rivelano tutta l’incapacita’ di governo di questi signori.
Anni fa un amico, elettore del PDL, mi chiese: “Daresti i tuoi soldi da gestire a Berlusconi o a Prodi?” Gli risposi a nessuno di due, in quanto nella loro personale esperienza di imprenditori hanno sempre avuto l’aiuto dello Stato.
Costui mi rimbrotto’: “Berlusconi si e’ fatto da solo.”
“No, grazie agli aiuti politici soprattutto di Craxi.” replicai.
Non e’ un caso che oggi si voglia riabilitare proprio il politico siciliano. Preciso di non aver nulla in contrario ad intitolare vie o piazze a Bettino Craxi. Delle questioni riguardanti la legge non me ne puo’ fregare di meno. Vorrei solo che nelle intitolazioni ci fosse una dicitura: “IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO CHE MISE IL DEBITO PUBBLICO FUORI CONTROLLO”.
Da buon figlio politico Berlusconi sta facendo la stessa cosa.
Michele Trancossi (www.ofiucus.com)

Michele Trancossi, Parma Commentatore certificato 17.01.10 10:30| 
 |
Rispondi al commento

Evviva quest'anno ho deciso!!!! un pasto al giorno mi conviene, risparmio sul cibo ma non sulle mie vacanze...lo stato mi aiuterà con il "Buono vacanze".peccato che da qui alla mia partenza "scontata" non avrò nemmeno le forze per reggermi in piedi.Evviva priorità alle vacanze...vacanze ridotte all'osso.....

Francesco Personeni 17.01.10 10:18| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei segnalare un film assolutamente da vedere
FORTAPASC e la storia di Giancarlo Siani giornalista del Mattino assassinato a Napoli dalla camorra nel settembre dell'85 veramente inquietante. Lo segnalo in quanto io personalmente non conoscevo questa vicenda avevo soli 5 anni all'epoca dei fatti e chissà quanti come me non la conoscono. buona visione

Damiano Capitani 17.01.10 10:02| 
 |
Rispondi al commento

Come si è creato il debito italiano? E quello di tutti gli altri stati? Capiamo come viene formato il cosidetto debito pubblico e solo allora capiremo la soluzione. E' molto più semplice di quel che si crede. Cercare di trovare uno o pochi responsabili nell'attuale governo o in quelli precedenti è il vecchio ma sempre valido sistema del "divide et impera". Far parte di questa o quella parte politica serve solo appunto a realizzare il "divide et impera" e fornire qualche caprio espiatorio serve a far credere di trovare la soluzione. Chi può detenere, a fronte di un debito di queste dimensioni, il relativo credito e permettersi di non farselo mai pagare? Chi di noi potrebbe aspettare per decenni di non farsi pagare dal suo debitore per poter vivere dei soli interessi? Se per esempio prestiamo a qualcuno diecimila euro, si può tranquillamente pensare che abbiamo una liquidità superiore di almeno, poniamo, il doppio, altrimenti non potremmo prestare una tale cifra. E comunque dopo un pò di tempo vorremmo avere indietro quei soldi per poterne fare un qualche investimento o acquisto. Chi dunque possiede il debito italiano dovrebbe avere una disponibilità finanziaria gigantesca.
Chi mai sara?

Angelo D'Anastasio 16.01.10 21:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Pellegrinaggio ad Hammamet: tre ministri e…
A commemorare e onorare Bettino Craxi almeno 500 persone, e non persone qualsiasi - Un pellegrinaggio di politici, ministri, sindaci: il premier, invece, non ci sarà anche se martedì (19 gennaio), il giorno del decimo anniversario della morte, al Senato parteciperà alla celebrazione promossa dalla Fondazione
Vanno in pellegrinaggio ben tre ministri: Maurizio Sacconi - Franco Frattini - Renato Brunetta. E un capogruppo parlamentare, del maggior partito che c’è: Fabrizio Cicchitto - Margherita Boniver e Gianni De Michelis - Due ex sindaci di Milano: Paolo Pillitteri e Carlo Tognoli i sindaci della «Milano da bere» - più di 250 simpatizzanti dell’ex Psi che stanno partendo in queste ore da Milano, Roma e Palermo - Un pellegrinaggio analogo si è svolto alla proiezione del dvd rievocativo «Benedetto Craxi», al teatro Capranica di Roma, avvenuta il 14 gennaio. C’erano Pier Ferdinando Casini, Italo Bocchino, l’assessore romano Umberto Croppi, Daniele Capezzone, Renata Polverini, Letizia Moratti. C’erano alcune significative presenze: il petroliere protagonista delle feste Ferdinando Brachetti Peretti, Roberto D’Agostino, Massimo Giletti, Pupi Avati, Marina Ripa di Meana, Massimo Boldi, Vittorio Sgarbi, Augusto Minzolini. Ci sarà ovviamente la famiglia: la moglie Anna, che ora vive sola nella grande casa bianca dopo che anche sua madre è morta due anni fa e i figli Stefania e Bobo, ognuno a suo modo custodi della memoria del padre.
Pellegrinaggio pieno, resurrezione quasi.
http://www.blitzquotidiano.it/politica-italiana/pellegrinaggio-ad-hammamet-tre-ministri-e-206424/

Occasione unica per...una retata 

Salvatore. G.

*Salvatore Giuliano* SICILIA TERRA MIA 16.01.10 20:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buona sera a tutti.
Pochi minuti fà guardando uno dei tanti Telegiornali ho assistito ad un'altra tappa della beatificazione di quel galantuomo di BOTTINO CRAXI. La rabbia che mi ha generato questa situazione mi ha fatto venire voglia di scrivere ed esprimere tutto il mio disappunto.
Mi sono chiesto..."Ma in questo paese ormai allo sbando, in questa nave ITALIA ormai alla deriva senza nocchiere, e rimasto ancora qualcuno che si indigna per quello che ci stanno facendo.
Estiste ancora qualcuno che quando si parla di valori non pensa ai valori bollati.
Vogliamo smetterla con questo continuo insulto all'intelligenza di qualche italiano che è ancora capace di pensare e ragionare nonostante il continuo propinarci di grandi fratelli, grandi sorelle e isole varie."
Scusate lo sfogo ma non posso proprio più far finta di niente e spero che il mio urlo sia anche quello di altri milioni di I T A L I A N I...!

Goffredo B., Ugento (Lecce) Commentatore certificato 16.01.10 19:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

dai beppe lo sai anche tu che il debito pubblico di uno stato è il danaro che la banca centrale ha prestato allo stato illegalmente,tangentando i politici....indebitando le persone fisiche del 200%del prestato...come se,facendo un esempio caro al grande GIACINTO AURITI,un'impresario teatrale facesse stampare biglietti per una nuova rapprresentazione....e il tipografo facesse pagare all'impresario la stampa di ogni biglietto la somma del biglietto d'entrata più gli interessi....dove sono finiti i soldi del debito pubblico che pagano anche gli italiani?....chiedi alla BCE....ma tu fai finta di non sapere....lo seguivi anche tu GIACINTO AURITI.ciao italia....

stefano bergamo 16.01.10 19:15| 
 |
Rispondi al commento

scusate,ma la madonnina ha fatto il miracolo, non vi siete accorti che ora berlusconi ha detto che c'è la....CRISI, e non può tagliare le tasse.
Povera crisi anche lei è al femminile e quindi a sua disposizione: quando la vuole..lei c'è, altrimenti non esiste.

sasa sisi 16.01.10 19:05| 
 |
Rispondi al commento

Tetto massimo compenso a Lorsignori (onorevoli, menagers, etc):
5 volte quello di un operaio.
Non è anche troppo?

antonio d., carrara Commentatore certificato 16.01.10 18:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ieri sera a "parla con me" c'era paolo poli che raccontava della sua infanzia. ottant'annni di eta', quindi si parla dei tempi di mussolini di prima della guerra a un certo punto dice che la loro era una famiglia povera. ho pensato che ad es avesse avuto il padre disoccupato e ubriacone, la madre che si arrabattava a fare qualche lavoro di pulizia etcetc. invece poi dice che il padre era un carabiniere e la madre una maestra. che brutta epoca doveva essere quella dove una famiglia con padre e madre lavoratori era comunque povera (bruttissima parola) e ho visto quello che sta succedendo qui' adesso.
i nostri politici ci stanno portando piano piano a quella situazione, togliendoci ogni anno che passa sempre piu' denaro dalle tasche e diritti acquisiti. ci stanno spogliando lentamente del benessere a cui le generazioni passate erano arrivate.
sono dei fascisti, vogliono tutto loro. in piu' poi sono piduisti.

francesco pace (francesco pace 51), bologna Commentatore certificato 16.01.10 18:23| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,il debito pubblico puo'diminuire solo se i signori politici ed affiliati rinunciano ai privilegi,che non hanno diritto di avere,essendo dipendenti pubblici.Non sono certo le pensioni dei lavoratori che hanno versato per 35-40i contributi,e che quindi hanno diritto ad avere la loro pensione.Ma chi ha lavorato solo 5anni forse,come i politicanti perche'devono avere la pensione,.non devono percepirla finche'non hanno versato minimo 35anni come qualunque cittadino.Poi sappiamo che gli sprechi negli uffici pubblici e ministeri sono da superamericani e qui Brunetta se ne sara'capace deve fare piazza pulita,sempre che non puliscano lui.Ecco come potra'dominiure,pagando i dipendenti pubblici come i dipendenti privati con il normale stipendio e niente piu' e per avere gli aumenti o li hanno tutti i lavoratori o non li devono prendere loro che poverini ,sudano troppo e magari si ammalano pure,quando non si òpresentano al posto di lavoro.che fatica poveri cristi.Ciao

ivan milazzo 16.01.10 18:19| 
 |
Rispondi al commento

ma soprattutto mentre noi si muore di fame....meno male che lo psiconano c'è.....e va a far shopping....almeno è coerente lui durante la crisi acquista....lui si che ci pensa all'italia....

http://corrieredelveneto.corriere.it/veneto/notizie/politica/2010/16-gennaio-2010/premier-sbarca-venezia-figli-comprare-palazzo-pisani-moretta-1602298323744.shtml

vittorio abelar 16.01.10 18:11| 
 |
Rispondi al commento

Mentre noi e i nostri figli si muore di fame, il ministro Tremonti aumenta di 220 euro al mese lo stipendio dei 12.000 (dodicimila) insegnanti di religione cattolica. Noi TUTTI paghiamo 12.000, per MANTENERE (dodicimila) insegnanti del NULLA, per la gioia di Sua Maestà Bendetto XVI. Mercenari del Vaticano pagati dal POPOLO italiano!!!

FUORI IL VATICANO DALL'ITALIA!!!!

Tiziana d 16.01.10 17:52| 
 |
Rispondi al commento

Come ho gi' scritto in altri post, il debito serve a mantenere la pace sociale, utile a noi, per sopravvivere senza ammazzarci per le strade finché si può, ma utile soprattutto alla casta per rubare a man salva tutto il rubabile. Poi lor signori, almeno quelli furbi, scapperanno da qualche parte lasciando l'Italia e gli italiani in mano ai creditori.
Mi chiedo da tempo , ma dovrebbero chiederselo tutti, come mai un paese che deve mantenere, con le proprie tasse, una casta (ma è forse più giusto dire una cancrena) estesa a tutti i livelli e uno stato sociale che ci potevamo permettere, forse, quando eravamo in pieno boom economico, quando in questo paese non si produce più nulla in modo concorrenziale, in buona parte proprio per le elevatissime imposte che nonostante tutto si è costretti a pagare.
I soldi del debito servono quindi a continuare a pagare gli impiegati statali e a far girare questa pseudo-economia. Il gioco non potrà reggere a lungo perché se compri i beni e servizi dall'estero, visto che qui non conviene più produrre nulla, quello che fai girare è l'economia degli altri, della cina magari, e non la tua.

Think Again 16.01.10 17:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

in tal caso non potremmo almeno divertirci sterminando i nostri padroni, i loro familiari e tutti i loro sostenitori?

che campano a fare?

Morris Fleed (goblin) Commentatore certificato 16.01.10 16:56| 
 |
Rispondi al commento

Minzolini e l’elogio di Berluscraxi

L'editoriale del direttore del Tg1 Minzolini ormai l'hanno visto e commentato tutti.
Qui vorrei concentrare l'attenzione su un solo punto di quel capolavoro di propaganda. Il punto in cui Minzolini sostiene che giustamente Craxi non volle mai accettare il ruolo di imputato.
Trascuriamo l'amenità della logica: se sei imputato non sei tu che decidi di non esserlo, anche se ti chiami Craxi o Berlusconi.
Ma la frase minzoliniana vuole evocare proprio l'analogia Craxi-Berlusconi.
Così come Craxi era ingiustamente colpito dalla magistratuta ostile così oggi Berlusconi è perseguitato dai magistrati eversivi. E dunque ha lo stesso diritto di rifiutare il ruolo di imputato.
Difficile non cogliere come la situazione del paese sia peggiorata. Mentre Craxi ha dovuto ritirarsi in esilio, il suo frutto avvelenato non solo ha potuto inquinare alla radice la politica italiana, non solo pretende di essere sciolto dal vincolo delle leggi ma addirittura si fa confezionare un futuro Lodo che gli permetta di mantenerè immunità e impunità anche alla fine del suo ruolo attuale e nell'eventualità di ricoprirne un altro.
Inutile dire che si tratta della presidenza della repubblica.
Abbiamo sempre sostenuto che con il suo comportamento durante l'attuale legislatura Berlusconi ha perso definitivamente il diritto di pensare al Quirinale.
E' ovvio che continuerà a pensarci. Ma chi attacca tutti i giorni la Corte Costituzionale e tutte le istituzioni di garanzia non è un aspirante credibile.
Il direttore del Tg1 si è messo al suo servizio ma i cittadini possono impegnarsi a dimostrare che anche l'aiuto del telegiornale maggiore della Rai non è sufficiente a sostenere una causa insostenibile: un presidente della repubblica sfuggito a numerosi processi di natura corruttiva con la modifica delle leggi in merito o con la prescrizione e gravato da analoghe cause per motivi infamanti.
Il presidente non della repubblica ma del falso in bilancio.

Pancho Pardi

Aldo F., napoli Commentatore certificato 16.01.10 16:33| 
 |
Rispondi al commento

Meno entrate fiscali, a parità di uscite, creano per forza disavanzo: la crisi comporta un calo della produzione, quindi meno tasse pagate dalle imprese allo Stato. Non è quindi colpa solo di Tvemonti, che già i suoi danni li fa, se il debito pubblico aumenta. Non è solo una questione di "gestione da economista folle"; chiamare "economista" Tremonti è fargli un complimento.

Carlo Alberto Lentola 16.01.10 16:29| 
 |
Rispondi al commento

Ho visto un servizio sul TG3 su Berlusconi a venezia per comprare un palazzo quindi una visita privata. . . ma una cosa chiedo è possibile che sia andato con un elicottero presidenziale?
io questo ho visto e se è così è un altra vergogna da aggiungere alle tante

lucia vincenzi, malalbergo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.01.10 16:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mentre il popolo italiano langue, i poveri diventano sempre più poveri e i disoccupati aumentano di numero, mentre gli imprenditori delocalizzano e il caro leader investe i denari rubati al fisco italiano in Libia, Dubai, Russia ed Africa, mentre valuta il patrimonio accresciuto con abili leggi, mentre il nostro deficit aumenta e la miseria ci incalza, Silvio Berlusconi aggiunge alla sua collezione un palazzo del 1700 su Canal Grande che proprio gli mancava; il raffinato Palazzo Pisani-Moretti, affrescato dal Tiepolo, quello della cena di gala e del gran ballo del carnevale veneziano.

vedi

http://images.google.it/imgres?imgurl=http://www.meetingeurope.com/images/carnevaleweb/tiepolo/palazzo_pisani.jpg&imgrefurl=http://www.meetingeurope.com/carnival/schede/ballo_tiepolo.htm&usg=__838x7_m7bO5kQtRJ-TqeJrTZh7c=&h=300&w=254&sz=29&hl=it&start=3&um=1&itbs=1&tbnid=0q4Bvl8eDq-DoM:&tbnh=116&tbnw=98&prev=/images%3Fq%3Dpalazzo%2Bpisani%2Bvenezia%26hl%3Dit%26lr%3Dlang_it%26sa%3DG%26um%3D1

Lo splendido palazzo Pisani, affacciato sul Canal Grande, fu eretto alla fine del Quindicesimo secolo ed è uno spendido esempio di architettura tardo-gotica (gotico firito). Vi furono numerosi restauri ed adattamenti nel Diciottesimo secolo che diedero al palazzo l'aspetto conservato fino ai nostri giorni. Gli interni furono decorati dai grandi marstri veneziani del Diciottesimo secolo: Giambattista Tiepolo, Jacopo Guarana, Gaspare Diziani.
Grazie ai lavori di restauro negli ultimi dieci anni il palazzo, recuperando le sue collezioni d'arte e il mobilio orginale, ha ritrovato lo spendore che nei secoli passati aveva abbagliato i suoi celebri visitatori, quali lo Zar Paolo di Russia, Joséphine Bonaparte e Giuseppe Il d'Austria.
Ad essi si aggiungerò Berlusconi che con tutto quello che ha rubato se lo può proprio permettere.
Possa egli andare in mona!


viviana v., Bologna Commentatore certificato 16.01.10 16:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ogni cittadino a contratto 30 mila euro di debiti.Non mi risulta di aver fatto nessun mutuo, anzi si ne ho fatto uno per costruirmi la casa, quasi quasi approfitto e lo giro al ministro Tremonti così lo può spalmare tra i cittadini italiani e si va ad aggiungere ai 1.800 miliardi già esistenti. Avete capito come funziona, il debito è pubblico, quindi di tutti noi, i soldi che si sono fottuti per una vita intera sono solo loro, di pochi intimi che chi in un modo chi nell'altro si sono inventati tutte le strategie per mungere la VACCA. Io gli toglierei non solo i soldi che hanno a loro disposizione, ma anche la o le case , la macchina la moglie non gli lascerei nemmeno le mutande. SAI QUANTO DEBITO PUBBLICO PAGHEREMMO.

mariolina Romano, Alezio Commentatore certificato 16.01.10 16:11| 
 |
Rispondi al commento

Cicchitto tessera P2 2232

Nella legislatura 2006-08 è risultato assente in 4406 votazioni elettroniche su 4875, pari al 90.4%

Nel giugno 2009 Cicchitto è indagato per ricettazione dalla procura di Pescara, in seguito alla pubblicazione del memoriale di Maria Maurizio, ex moglie del parlamentare PDL Sabatino Aracu, che ha scritto «Mio marito prendeva tangenti per milioni di euro da alcune cliniche private e poi era solito dividerle con l' onorevole Fabrizio Cicchitto di Forza Italia, che era, ed è, il suo padrino politico...»

Ex soxialista, amico del ladrone dei ladroni craxi.

Carlo Carli - Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.01.10 16:11| 
 |
Rispondi al commento

APPARTE che il popolo bue e ignorante confonde la CIA con il KGB !...parlo dei ragazzi entro i trent'anni poco "studiati" , quelli che piacciono a Beppe !!!!!

- PERCHE' QUESTA MANOVRA MEDIATICA DEL MOLISANO AFFILIATO ALLA C.I.A. ?????

eh eh eh !!!
il solito troll (mutanda kid) l'ha scritto !

DI PIETRO SI E' AVVICINATO TROPPO AI LAVORATORI DISOCCUPATI, AI PRECARI, AGLI EMARGINATI ...tutto
quel bacino elettorale che è sempre stato SINISTRO
e che ULTIMAMENTE NON HA VOTATO !!!!!!!!!!!!!!!!!

Serviva una PISTA PIDUISTA PER DEVIARE IL CONSENSO
IN VISTA DELLE ELEZIONI !!!
...LA CIA E I SERVIZI SERVONO ANCHE DA "MORTI" IMBALSAMATI !!!!

(una volta si usavano le bombe dei N.A.R. facendo
credere agli stronzi una rivoluzione fascista
impossibile !!!!!!!!)

☭★ hasta - okkiaperti


Caro Beppe, ogni giorno saranno migliaia i commenti che vengono scritti sul tuo blog e ti sarà molto difficile leggerli tutti ma penso che tutti i commenti rilascisti hanno ragion d'essere.
Riguardo al tuo commento sul DEBITO PUBBLICO, devo dirti che concordo assolutamente con quanto da te detto. Cercherò,ora di proporti un'idea che da diverso tempo mi frulla tra la mente.
Sappiamo che il DEBBITO PUBBLICO ormai si attesta sui 1.800 miliardi di euro e che Ogni italiano ha un debito, contratto per lui dallo Stato, di circa 30.000 euro, poichè sappiamo che a indebitarci sono stati i politici ti chiedo di farCi promotori della seguente campagna ( che sicuramente troverà d'accordo tutti i cittadini italiani):"AZZERIAMO IL DEBITO PUBLICO CON GLI STIPENDI DEI PARLAMENTARI". Penso che così facendo finalmente riusciremmo a responsabilizzare i nostri politici a non creare più DEBBITO PUBBLICO.

TOMMASO DI MARIA 16.01.10 16:03| 
 |
Rispondi al commento

Se vogliamo fare un passo indietro questo deriva dal fatto che alla base i nostri politici sono preoccupati di difendere le poltrone più che dei problemi reali del Paese. Si trovano delle riflessioni interessanti qui: http://sintesi.us/2009/11/scontro-frontale/

Erica Di Lauro Commentatore certificato 16.01.10 16:02| 
 |
Rispondi al commento

Di Pietro, agente della CIA,
Prodi, agente del KGB,
Vuoi vedere che Fini è un agente del Mossad?

antonio d., carrara Commentatore certificato 16.01.10 15:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.repubblica.it/politica/2010/01/16/news/regionali_d_alema_vendola-1971259/

L'assemblea regionale del partito approva all'unanimità scelta e data del 24 gennaio
contro il presidente uscente della Puglia, che si ripresenta senza l'appoggio dei partiti
Regionali, il Pd candida Boccia alle primarie
D'Alema striglia Vendola: "Ha complicato tutto"
Gli sfidanti: "Io e Nichi lavoriamo per lo stesso obiettivo". "Mi fa piacere questo repentino cambio di umore"
A Roma teatro Eliseo stracolmo per salutare l'avvio della campagna elettorale di Emma Bonino nel Lazio

continua al link
---------------------------
Pd alla disintegrazione totale grazie agli interventi di Dalema.
Un ringrazimanto alle sue mummie e zombie che faranno guadagnare tempo ed energie preziose da convogliare altrove per il bene della nazione

Gennaro Giugliano, Napoli Commentatore certificato 16.01.10 15:47| 
 |
Rispondi al commento

«Sono esausto. Mi
avete fatto venire il mal di testa.
Confalonieri e Letta mi dicono
che è una pazzia entrare in politica
e che mi distruggeranno,
che faranno di tutto, andranno a
frugare tutte le carte, diranno
che sono un mafioso. Che cosa
devo fare? A volte mi capita perfino
di mettermi a piangere sotto
la doccia...»

Giorgio Cigolotti Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.01.10 15:44| 
 |
Rispondi al commento

Telefango su Di Pietro, è già campagna elettorale


Non avevamo neppure finito di riprenderci dall'editoriale di Minzolini dedicato al raffronto tra i grandi beati del secolo scorso e Bettino Craxi che ci è toccato in sorte di assistere ad un altro spettacolo televisivo di livello non inferiore, anche perchè sarebbe oramai difficile individuare lo zero assoluto in materia di orrori quotidiani nel polo Raiset. Eppure, come cantava Morandi, si può davvero dare e fare sempre di più.

Ci riferiamo alla puntata di venerdì pomeriggio del programma curato su Rai 2 da Monica Setta: gli ospiti, tra loro Capezzone, Storace, Vincenzo Vita, Matteo Colaninno, stavano stancamente parlando di fisco e dintorni, quando una mano ignota passava alla signora Setta un clamoroso scoop: Di Pietro sorpreso con i capi dei servizi, forse era ed è un agente della Cia. Le sue inchieste, dunque, questo lo aggiungiamo noi, erano il frutto di un complotto prefabbricato per colpire la banda degli onesti.

Monica Setta era visibilmente emozionata, per fortuna ha anche aggiunto che la notizia non veniva dai servizi segreti ma dallo stesso Di Pietro che nel suo blog quotidiano aveva svelato la bufala e aveva annunciato che qualcuno stava tentando di vendere il falso dossier a un giornale, uno a caso, che lo avrebbe pubblicato contando sulla ripetizione del messaggio a reti unificate, una sorta di pestaggio mediatico accuratamente preparato.

La precisazione non ha avuto effetto, Capezzone e Storace si sono lanciati sul sentiero della condanna anticipata e della clamorosa rivelazione che finalmente ha inchiodato quell'odiato giudice che osò mettere il naso negli affari di famiglia e delle famiglie di rispetto.

La chiccha, tuttavia, è arrivata nel finale quando la signora Setta, per riportare la calma e ritrovare l'equilibrio perduto ha pensato bene di affidare il pacato commento finale al vice direttore del Giornale, ma guarda che combinazione!

continua :

Aldo F., napoli Commentatore certificato 16.01.10 15:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Leggete su L'Espresso di questa settimama (n.3 21.1.2010)il servizio "Silvio quanto ci costi" e troverete dove vanno a finire i soldi che creano il debito pubblico.

ernesto barosco 16.01.10 15:32| 
 |
Rispondi al commento

I SEPOLTI VIVI DI HAITI E L'ALLEANZA ATLANTICA
Quello che scandalizza in questa immensa tragedia è che un tale tipo di “coordinamento forte” tra le nazioni europee, o tra quelle dell’alleanza atlantica, non esista già e soprattutto che questo “coordinamento forte” non sia stato da subito operativo per cercare di strappare alla morte i sepolti vivi...LEGGI TUTTO cliccando sul nome
Buona domenica

Domenico Ciardulli, Roma Commentatore certificato 16.01.10 15:27| 
 |
Rispondi al commento

APPELLO PER IL POPOLO VIOLA
IL NANO E’ TORNATO ALLA CARICA
INDOSSIAMO GLI ELMETTI E COMINCIAMO A DIFENDERCI
quando approderanno in aula leggi come il processo breve, il leggittimo impedimento e l’immunità parlamentare
OCCUPIAMO IL PARLAMENTO
certe porcherie nemmeno devono essere discusse … otterremo un doppio vantaggio : bloccheremo l’approvazione di leggi infami e li costringeremo ad occuparsi di noi …
Dopo tante parole è arrivato il momento DI AGIRE …

P.S. : tenete conto che se passano queste leggi non esisteranno più il diritto, la giustizia, la democrazia … perché dopo ci sarà un solo potere …
QUELLO MAFIOSO

P.S 2 : questa è l’ultima possibilità che ha il nano per potersi garantire l’impunità, e noi per impedirglielo. Dopo di lui di queste leggi ne beneficierà tutta la casta.

roberto p. Commentatore certificato 16.01.10 15:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A Costantino.marco gmail.com il tuo indirizzo non viene riconosciuto correggilo grazie

vincenzo salamena 16.01.10 15:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quello che scandalizza in questa immensa tragedia è che un tale tipo di “coordinamento forte” tra le nazioni europee, o tra quelle dell’alleanza atlantica, non esista già e soprattutto che questo “coordinamento forte” non sia stato da subito operativo per cercare di strappare alla morte i sepolti vivi...LEGGI TUTTO cliccando sul nome
Buona domenica

Domenico Ciardulli, Roma Commentatore certificato 16.01.10 15:26| 
 |
Rispondi al commento

Roob Zarathustra, Caput Mundi

ho scoperto delle "distorsioni" storiche anche su altri blog .

http://forum.chatta.it/politica/7990728/re-vatta-fida-dei-comunisti.aspx?p=0

io già gli ho scritto un mio "pensierino" !!!!
però, fanno tanta tenerezza !!!!


Sembra di parlare di Aria fritta quando si parla di "Debito Pubblico".

Certo non si risolvera' il problema in piena crisi.

Qullo che bisogna fare e' Accellerare i tempi per rendere operativo e "Politicamante influente" il moVimento.

Ogni giorno ne veniamo a sapere una nuova!

SApete voi che il notro bel governo ha istituito un'agenzia di proprieta' delle fornza armate:

FORZE ARMATE SPA

questa azienda potra' fare tante cosie a scopo di lucro...ma quello che si teme di piu' e' quello che potra' in effetti costruire INCENERITORI o CENTRALI NUCLEARI in terreni militari e soggetti per tale motivo al segreto militare...con l'obbligo di sparare a vista a chiunque cerchi di entrare!

Aggiungente nella lista delle MERDATE del governo!

Massimiliano P., Bologna Commentatore certificato 16.01.10 15:16| 
 |
Rispondi al commento

Commenti razzisti del Console Haitiano in Brasile.

Diego Malatesta 16.01.10 15:09| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe...Non dimentichiamo che agli inizi degli anni'90 il famoso C.A.F. (Craxi,Andreotti e Forlani)insieme ad una buona parte della classe dirigente (soprattutto del Nord...compreso il Berlusconi) aveva portato L'Italia alla bancarotta(dedito/P.i.l. 120%) come l'Argentina mentre gli altri stati europei piu' virtuosi il masimo debito/P.i.l. 60%...pero' in quegli anni ci salvo la Banca Mondiale azzerrandoci il 30% del debito pubblico..oggi invece il mondo e' cambiato dopo il 2001 siede nella Banca Mondiale ..la Cina... chi salvera' i ns. figli dal default?

GIUSEPPE STRIANESE, Nocera Inferiore Commentatore certificato 16.01.10 15:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Volume basso, McCartney non va a Milano
L'ex Beatle non cede al limite dei 78 decibel per i concerti a San Siro. "No" anche dagli Ac/Dc.

---------------- Però se volete inquinamento e coca Milano ne è piena.

Carlo Carli - Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.01.10 15:03| 
 |
Rispondi al commento

Beppe dici"ma i soldi dove sono andati a finire?" se li sono PAPPATI loro sanno quello che devono fare, siamo noi che non lo sappiamo, auguri per il mutuo io sono in affitto.

vincenzo salamena 16.01.10 15:00| 
 |
Rispondi al commento

cari signori il sistema ci sarebbe ,e solo questione di tempo ,a parte i prossimi cortei funebri di questa fogna di governanti da pensione,
il fatto e trovare il nano malefico inpastato per bene con la mafia ...... poi c'è il sequestro di tutto,e con il bel malloppo del nano fatto rubando allo stato italiano e agli italiani ... quindi una nuova prospettiva per pagare sto debito interno....... aspettiamo ma non abbattiamoci,noi spingiamo da unafaremo vedere il sole a quadretti a tutti avvocatituttofare ,corrotti,nullafacenti,giornalis
tidimerda tipo fido direttore di un tg del caxxo, imbonitori fasulli,figlidibuonadonnachenelpdlnonmancano,ecc..

renato luccon, azzano decimo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.01.10 14:54| 
 |
Rispondi al commento

http://podcast.feltrinelli.it/podcast-file/galimberti_cirri_2.mp3

sentite un pò Galimberti

quest' uomo è un purificatore della mente

lions bull (liosbull), milan Commentatore certificato 16.01.10 14:50| 
 |
Rispondi al commento

Scandalo della Sanità in Puglia, due manager arrestati. "Alla Cosentino abiti, Rolex e viaggi a Montecarlo"
A un dirigente i favori sessuali della De Nicolò pagata anche per una notte con il Cavaliere
Escort e mazzette, il sistema Tarantini
"A Lady Asl propose di conoscere il premier"

Carlo Carli - Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.01.10 14:45| 
 |
Rispondi al commento

Anzichè combatter per cambiare le opinioni degli altri perchè non ci aggreghiamo in un territorio per fondare la nostra Nazione aperta a tutti coloro che condividono una nuova società fondata sull' etica sociale?

Perché non iniziamo a programmare la nostra Società con un nuovo stile d' intenti comuni?

Questa sarà la Nostra costituzione su cui si erigerà la Nostra Comunità Nazionale dedita allo sviluppo Social-Etico.

lions bull (liosbull), milan Commentatore certificato 16.01.10 14:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Leggete che cosa e' il Debito Pubblico e ricordatevelo quando andate a VOTARE http://www.mc2elearning.com/che-cosa-e-il-debito-pubblico.html

vincenzo salamena 16.01.10 14:40| 
 |
Rispondi al commento

Bergamasco Diffamatore e forse con il bottiglione sempre in mano.


Nel giugno 1997 Feltri è stato condannato in primo grado dal tribunale di Monza con Gianluigi Nuzzi, per diffamazione a mezzo stampa nei confronti di Antonio di Pietro, per un articolo comparso sul Il Giornale il 30 gennaio 1996, in cui si sosteneva che negli anni di Mani Pulite "i verbali finivano direttamente in edicola e soprattutto all'Espresso".[22].

Il 14 febbraio 2006 è condannato dal giudice monocratico di Bologna, Letizio Magliaro, ad un anno e sei mesi di carcere per diffamazione nei confronti del senatore Ds Gerardo Chiaromonte (scomparso nel 1993). La condanna si riferisce ad un articolo comparso sul Quotidiano Nazionale alla fine degli anni '90, secondo il quale il nome del senatore compariva nel dossier Mitrokhin.[24]

Il 2 luglio 2007 è assolto dalla quinta sezione penale della Corte di Cassazione dall'accusa di diffamazione nei confronti dell'ex PM Gherardo Colombo per un editoriale pubblicato su Il Giorno nel 1999, nel quale, in contraddizione con quanto affermato dallo stesso Feltri ne Il Giornale del 25 novembre 1994 (non ho mai scritto che Di Pietro e colleghi hanno graziato il Pds: che prove avrei per affermare una cosa simile?), si accusava il pool di Mani Pulite di aver svolto indagini esclusivamente su Silvio Berlusconi e non più sugli ex comunisti. La sentenza di assoluzione si riferisce al diritto di critica garantito dall'articolo 21 della Costituzione della Repubblica italiana.[25]

Il 7 agosto 2007 è condannato assieme a Francobaldo Chiocci e alla società Europea di Edizioni spa dalla Corte di Cassazione a versare un risarcimento di 45 mila euro in favore di Rosario Bentivegna, uno degli autori dell'attacco di via Rasella, per il reato di diffamazione. Il quotidiano Il Giornale aveva pubblicato alcuni articoli, tra i quali un editoriale di Feltri, nei quali Bentivegna era stato paragonato a Erich Priebke.[26]

Carlo Carli - Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.01.10 14:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono arrivato a leggere fino alla quattrocentotrentesima pagina del "il caso Genchi".
Ho bisogno di una settimana di ferie per capire in che paese viviamo!!!!!!!!

stevemax stevemax Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.01.10 14:34| 
 |
Rispondi al commento

Gli interessi passivi non sono mai stati cosi bassi, quindi il fatto che il debito aumenti significa che stanno magnando a più non posso!!!
Come fare a tenere insieme anime diverse come la lega nord e lombardo del sud, i soldi di noi poveri cittadini tartassati!!!

FABER C., RIMINI Commentatore certificato 16.01.10 14:32| 
 |
Rispondi al commento

QUANTO MANCAAAA?!?!?!?!

luca a., roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.01.10 14:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://podcast.feltrinelli.it/podcast-file/galimberti_091102.mp3

dialogo con Psiche

lions bull (liosbull), milan Commentatore certificato 16.01.10 14:20| 
 |
Rispondi al commento

Se andassimo in parlamento a prenderne un po e li portassimo poi in piazzale loreto tra qualche hanno sui libri di storia saremo considerati degli eroi.
Ahhhh, se solo avessi il coraggio ...

Carlo Carli - Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.01.10 14:14| 
 |
Rispondi al commento

Ma la rivoluzione che ti piace la stanno facendo proprio i banchieri, che sono i veri Politici ed il vero potere, caro lenin!

sancho
*********

caro Sancho, prendiamocela con i banchieri, e come scrive Campa , anche con la pseudosinistra. Teniamo sempre in considerazione in che PAESE viviamo , SEMPRE PRESENTE.
SENZA DIMENTICARE MAI NULLA. I MASS-MEDIA preposti NON sempre ottengono il risultato
voluto. Solo sui berluschini-leghisti , cancro di questo PAESE.

1990
Il TG1 manda in onda quattro servizi di Ennio Remondino che partono dall'assassinio di Olof Palme. Nel corso delle trasmissioni Richard Brenneke, ex agente della CIA, dichiara: "...il governo USA ha mandato soldi alla P2. La somma toccò anche la cifra di 10 milioni di dollari al mese...i miliardi che la CIA consegnò alla P2 servirono per contrabbandare armi e droga, ma soprattutto per destabilizzare...". Si apprende inoltre dell'esistenza di una "super P2", denominata P7. Partono inoltre le inchieste che porteranno a scoprire il ruolo della CCI, la "Kriminal Bank" usata dalla CIA e dai trafficanti internazionali di valuta e di armi

Andreotti interrogato alla camera in merito alle rivelazioni delle trasmissioni di Remondino del TG1 definisce "sedicente" l'agente della CIA Richard Brenneke "...perché la CIA ha smentito recisamente l'appartenenza del Brenneke al servizio statunitense...", afferma inoltre, "...Ritengo del tutto privo di senso comune immaginare che il Congresso degli Stati Uniti d'America abbia potuto autorizzare o comunque tacitamente avallare un'operazione di destabilizzazione condotta contro un paese amico ed alleato come l'Italia...".

Andreotti depone dinanzi alla commissione parlamentare sulle stragi e per la prima volta ammette l'esistenza di Gladio. Afferma però che "...secondo informazioni a lui pervenute dai servizi di sicurezza, l'attività della struttura segreta è cessata nel 1972..."

segue...


Sotto quel giubbotto che indossa(di Putin) c'e una veste anti proiettile...
Dice che sente l'amore del popolo ma si protegge da esso!

John B. Commentatore certificato 16.01.10 14:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tutte le regioni hanno dichiarato in un modo o nell'altro di non volere reattori atomici
tutto il popolo con un referendum ha detto no al nucleare
e pensate che perquesta gente il nostro parere conti qualcosa? pensate che siano in una democrazia?

viviana v
-----------------------

Noi italiani abbiamo fatto male ad abbandonare il nucleare col referendum all'indomani della tragedia di Chernobyl, perchè prima di chiuderle non è stata fatta nemmeno un'ombra di valutazione della situazione italiana la quale era distante anni luce dalla situazione che ha determinato l'incidente di Chernobyl.
Pare addirittura che il direttore che ordino' lo stress di quella centrale fosse brillo e non volle dar retta ai suoi collaboratori che consigliavano di fermare il test arrivati ad un certo punto.
Significa che oggi non sentiremmo parlare di Chernobyl se quell'imbecille sovietico si fosse fermato in tempo, cosi' come il manuale consigliava, e questo a prescindere da quanto fosse obsoleta quella centrale.

Comunque, per tornare alla questione italiana, i politici italiani sono capaci di pagare profumatamente gli amministratori di quei comuni "ribelli", cosi' come è avvenuto in Campania quando vi fu' la necessità di trovare altre aree per la discarica.
Il danaro mette a tacere tutti.
Pero' il nucleare è senz'altro un argomento forte, chissà se gli abitanti si arrenderanno subito.
Una cosa è certa, non v'è luogo militarizzato che tenga quando la determinazione del popolo è forte. Staremo a vedere. Ne vedremo delle belle, preparatevi.

Io non sono contrario al nucleare, cio' che mi preoccupa un po' è la gestione delle scorie.
Le malavite nostrane sanno come far soldi da ogni cosa, anche dal nucleare.

Peccato, povera Italia, e pensare che abbiamo tecnologia all'avanguardia per tutto. Ci manca la buona politica.

vito. farina Commentatore certificato 16.01.10 14:00| 
 |
Rispondi al commento

http://podcast.feltrinelli.it/podcast-file/galimberti_091103.mp3

lions bull (liosbull), milan Commentatore certificato 16.01.10 13:54| 
 |
Rispondi al commento

Segreto di stato
Tremonti contesta i dati sulla disoccupazione della Banca d'Italia
contesta i dati sulla crisi dell'ISTAT
contesta i dati sul pessimo andamento dell'economia italiana forniti dagli analisti internazionali
contesta i numeri che ci mettono all'ultimo posto in Europa forniti dalla Comunità Europea
Praticamente gli unici dati giusti che Tremonti considera sono i suoi
Ma sono top secret
Segreto di Stato

Se vogliamo parlare di qualcosa di serio, possiamo sempre buttarci sulle foto di Di Pietro insieme a persone condannate poi per motivi vari
Questo è il vero problema d'Italia!!!

viviana v., Bologna Commentatore certificato 16.01.10 13:40| 
 |
Rispondi al commento

Per i banchieri non c'è destra e sinistra!

Ci sono loro che comandano e tutti gli altri che ubbidiscono!

sancho . Commentatore certificato 16.01.10 13:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ecco un quadruccio sugli avvenimenti che incalzano:
"Geometria di un soave inganno" di Antonio Bertinelli"

http://www.culex.ilcannocchiale.it/

sandra miceli 16.01.10 13:35| 
 |
Rispondi al commento

http://www.feltrinellieditore.it/FattiLibriInterna?id_fatto=11144

GALIMBERTI U.

leggete e progredite
ciao

lions bull (liosbull), milan Commentatore certificato 16.01.10 13:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Chi possiede il debito di una persona può condizionarla e, se il debito è alto, ne diventa il padrone. Lo stesso avviene per gli Stati, ma chi possiede il nostro debito? Chi è il nostro padrone e può condizionare, ad esempio, la nostra politica estera o quella economica? A queste domande l'indebitato, il cittadino comune, non ha risposta. Semplicemente non si sa."

SI SA ECCOME:
Il debito è posseduto dalle BANCHE a capo delle quali ci sono le BANCHE CENTRALI e la BANCA EUROPEA.
I soldi nascono solo ed esclusivamente dalle banche, che li creano DAL NULLA in cambio di un pegno.
Quando andate in banca e prendete un prestito dando come contropartita la vostra casa, la banca crea soldi DAL NULLA.
Allo stesso modo quando lo Stato ha bisogno di soldi fa la stessa cosa danto come pegno i BOT.
IL DEBITO E' TOTALMENTE NEI CONFRONTI DELLE BANCHE CHE VOGLIONO INDIETRO TUTTI I SOLDI CHE EMETTONO PIU' UN INTERESSE, RENDENDO IL DEBITO MATEMATICAMENTE IMPOSSIBILE DA ESTINGUERE IN QUANTO PUO' SOLO AUMENTARE

Gigi L 16.01.10 13:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

TG5 ore 13.10 da vomito!!!!!!!!!!!!!!!!
Riabilitazione di crac come politico!!!!!!!!!!!
hanno intervistato indovinate chi?????
Pilliterri suo cognato(amico di merende)
Intini e Martelli(i due amici che ancora galleggiano in politica9che quando crac fu condannato si GURDARONO BENE DI DIRE CHE LO CONOSCEVANO!!!!
Nell'intervista si precisava che bottino voleva ammodernizzare lo stato e fare una repubblica presidenziale!?!?Ora la sua opera prosegue con il
nano!!!! Ma sarà mica suo figlio?????
Bobo stai attento che tuo fratello ti frega,passa dalla sua sponda come tua sorella!!!!
La famiglia si riunisce e vissero felici e contenti!!!! Viva l'Italia dei fessi!!!!!

oreste SP 16.01.10 13:23| 
 |
Rispondi al commento

Ecco la prova

BOLZANO (12 gennaio) - Avevano trovato per strada due sacchi pieni di soldi, monete da uno e due euro per un totale di 3 o 4mila euro, e li hanno restituiti al legittimo proprietario. Le protagoniste sono due badanti, una russa (Valentina) e un'ucraina (Nadia), che lavorano a Bolzano.
(il Gazzettino)

Ecco la prova lampante che l'integrazione con noi italiani è davvero impossibile.


Pubblicato da ellekappa

viviana v., Bologna Commentatore certificato 16.01.10 13:12| 
 
  • Currently 3.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |
Rispondi al commento
Discussione

LA RIVOLUZIONE CULTURALE E' IN ATTO
CHI SI OSTINA A NON ADERIRE E' SOLO UN VIGLIACCO E IN ITALIA...CE NE...QUANTI CE NE SONO.

IO VEDO UNA NUOVA SOCIETA' FONDATA NON PIÙ SUL PROFITTO MA SUL VIVERE MEGLIO.

VARI BLOG IN TUTTO IL MONDO RIUNISCONO STESSI PENSIERI E SENTIMENTI ANCHE DIVERSI DAI NOSTRI

E' GIUSTO CHE SI CREINO DIVERSE FORME DI SOCIETA'
ANZI DI FRONTE AL COLLASSO DI QUELLE IN ESSERE
E' DA COGLIONAZZI NON PARTECIPARE PER CONCRETIZZARE I PROPRI IDEALI

lions bull (liosbull), milan Commentatore certificato 16.01.10 13:11| 
 |
Rispondi al commento

Mutamenti culturali

Neanche due anni fa il pd li gambizzava, li trattava come i negri di Rosarno, adesso all'improvviso sono diventati l'ultima spiaggia, adesso c'è solo Emma e i casi sono due: o i radicali agli occhi del pd sono formidabilmente cambiati nel giro di ventiquattro mesi, e non mi risulta, oppure nel giro di ventiquattro mesi il pd sta di nuovo con le pezze ar culo.Direi la seconda.
(formamentis)

viviana v., Bologna Commentatore certificato 16.01.10 13:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma qualcuno mettesse un trasmettitore wimax sul tetto per trasmettere gratis internet alla gente lo arresterebbero?

Sbattunfac Cialcazzo, Nocera Satriana Commentatore certificato 16.01.10 13:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

..
spinoza.it
Tremonti: "Se fosse per clima, ambiente, bellezza e storia, l'Italia sarebbe prima nel mondo". In pratica basterebbe evacuarla. [f. cocco]

viviana v., Bologna Commentatore certificato 16.01.10 13:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@Destinazione Caput Mundi

A quelli che ho detto si unirono i reduci della 1 guerra mondiale.
Guerra vinta! Che al ritorno furono emarginati come tutti i reduci. Da qui la componente nazionalista.
Molto forte.
Lo stesso Gobetti aveva il grande rammarico di non avere potuto partecipare per motivi di età.
I liberali allora andavano volontari in guerra.
Oggi però è una componente inesistente e lo stesso spirito nazionale è stato fiaccato dagli stessi che ne facevano una bandiera.
I fascisti hanno distrutto i loro stessi ideali inseguendo le ambizioni di potere di Mussolini.
OGGI
Cosa sta distruggendo Berlusconi con la sua ambizione?
Una bella domanda vero?
Saluti

Da schiantare dalle risate 16.01.10 13:06| 
 |
Rispondi al commento

"E’ CROLLATO ECONOMICAMENTE, IL PONTE DI MESSINA"

Dal sito di Terranews.it

“LA CORTE DEI CONTI BOCCIA IL PONTE SULLO STRETTO DI MESSINA”. Dopo anni di battaglie degli ambientalisti, arriva ora il suggello della massima magistratura contabile che demolisce punto su punto i pilastri progettuali dell’infrastruttura. Sotto accusa i costi elevatissimi, la fattibilità tecnica e la compatibilità ambientale. Ma andiamo con ordine. La Corte dei Conti ha innanzitutto ricordato che la spesa per l’opera, risultante dall’importo previsto nel progetto preliminare approvato nel 2003, ammonta a 4,68 miliardi di euro ma che nell’Allegato Infrastrutture al Dpef 2009/2013 l’importo per il ponte sullo Stretto di Messina è indicato in 6,1 miliardi (la stessa cifra è indicata nel Dpef 2010/2013).

Conti alla mano, un aumento di oltre 1,5 miliardi. Sotto accusa della magistratura contabile anche le stime del traffico, formulate nel 2001 e che oggi «potrebbero verosimilmente non solo essere non più aggiornate ai tempi attuali, ma anche non coerenti con il quadro economico della sopraggiunta congiuntura economica». In due parole: bisogna rifare tutti i conti. «Solo un’adeguata stima dei volumi di traffico viario e ferroviario potrà effettivamente consentire, rispettando il quadro della finanza di progetto su cui si fonda circa il 60% delle risorse complessive, di sostenere gli oneri finanziari per interessi che graveranno sui capitali presi a mutuo».

Riguardo alla fattibilità tecnica, la Corte segnala che «il modello progettuale infrange ogni primato sinora esistente: rispetto al ponte più lungo ad unica campata attualmente esistente al mondo, il ponte giapponese di Akashi-Kaiky con una campata unica di metri 1.991,quello sullo stretto di Messina avrebbe una lunghezza superiore del 39,6%, pari a metri 3.300».

“AMMAZZA Ohhh!!! CHE VOLPI ABBIAMO IN ITALIA”, manco sanno fare i conti del salumiere e poi pretendono di sapere gestire l’economia nazionale, “TANTO PAGA PANTALONE”.

Paolo R. Commentatore certificato 16.01.10 13:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La bellissima poesia di Adriano Sofri sta facendo il giro d'Italia
La recitano nei teatri, nelle scuole..
Youtube ne propone tante letture diverse

Questa è una

Ascoltala!
http://www.youtube.com/watch?v=6TUvJ7K4LoQ&feature=youtube_gdata


viviana v., Bologna Commentatore certificato 16.01.10 12:59| 
 |
Rispondi al commento

Sfruttati. Sottopagati. Alloggiati in luridi tuguri. Massacrati di botte. Diario di sette giorni nell’inferno. Tra i braccianti stranieri nella provincia di Foggia. Non c’è limite alla vergogna nel triangolo degli schiavi. Cadaveri senza nome nei campi. E braccianti stranieri scomparsi nel nulla.

Ascolta una bellissima intervista a Fabrizio Gatti che parla dell’ “Italia dei fantasmi”

http://www.meltingpot.org/IMG/mp3/040906_gatti.mp3

viviana v., Bologna Commentatore certificato 16.01.10 12:58| 
 |
Rispondi al commento

copio
(AGI) Londra, 11 gen.L’«influenza A», che per settimane ha tenuto in allarme milioni di persone, in realtà era una falsa pandemia orchestrata dalle case farmaceutiche pronte a fare miliardi di € con la vendita del vaccino: l'accusa viene da Wolfang Wodarg, il presidente tedesco della commissione Sanità del Consiglio d'Europa. Wodarg ha anche accusato esplicitamente le industrie farmaceutiche di aver influenzato la decisione dell'OMS di dichiarare la pandemia
Il medico ed epidemiologo dice che le multinazionali hanno accumulato enormi guadagni senza alcun rischio, mentre i governi di tutto il mondo prosciugavano i magri bilanci sanitari spendendo milioni nell'acquisto di vaccini contro un'infezione che in realtà era poco aggressiva Wodarg ha fatto approvare una risoluzione nel Consiglio d'Europa che chiede un'inchiesta sul ruolo delle case farmaceutiche; e sulla questione si terrà un dibattito a fine mese. La denuncia, riportata con grande evidenza dal Daily Mail, arriva qualche giorno dopo quella secondo cui i governi di mezzo mondo stanno cercando di sbarazzarsi delle milioni di dosi di vaccino, ordinate all'apice della crisi
In Gran Bretagna il ministero della salute aveva previsto 65.000 morti, creato una linea-verde e un sito web per dare consigli, sospeso la regola che vieta di vendere anti-virali senza prescrizione medica; furono allertati gli obitori e persino l'esercito, che doveva essere pronto a entrare in campo qualora si fossero verificati tumulti tra la popolazione a caccia dei farmaci Secondo Wodarg, il caso dell'influenza suina è stato «uno dei più grandi scandali sanitari» del secolo. Le maggiori aziende farmaceutiche, secondo Wodarg, sono riuscite a piazzare «i propri uomini» negli «ingranaggi» dell'Oms e di altre influenti organizzazioni
dell'influenza suina è stato «uno dei più grandi scandali sanitari» del secolo. Le maggiori aziende farmaceutiche, secondo Wodarg, sono riuscite a piazzarsi negli ingranaggi dell'Oms e di altre associazioni

viviana v., Bologna Commentatore certificato 16.01.10 12:57| 
 |
Rispondi al commento

scusate ma la copertina del time è vera e appositamente tradotta oppure è tutto un fotomontaggio? non si dovrebbe manomettere la copertina di una famosa rivista a proprio picimento.

per il resto "purtroppo" parola sante... =(

Riccardo Zenobi 16.01.10 12:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quando sento che discendono dai celti mi vien da ridere.
Ma si può essere tanto imbecilli da credere a queste panzane?
Certamente se si è leghisti !
Con tutti i popoli che si sono avvicendati o che hanno solo attraversata quella valle.
A cominciare da Annibale, che mi sembra non fosse proprio celtico ma “forse” un po’ nordafricano.
Poi tra unni, ostrogoti, visigoti celti, normanni, spagnoli , galli ecc.
vuoi vedere che qualcuno non abbia spennata qualche gallinella padana?
Non parliamo poi delle ultime migrazioni interne di siciliani, calabresi, pugliesi e campani.
Certo che se davvero discendessero solo dai celti non credo che questi siano stati granchè come popolo, se come discendenti hanno dato luogo agli attuali leghisti.

Aldo F., napoli Commentatore certificato 16.01.10 12:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

(seguito articolo TFR)
çavoratori che non lavorano per un capitalista in carne e ossa, lavorano per una massa di denaro che deve autoriprodursi. I paradossi si sprecano. Negli Stati Uniti, che sono sempre così avanti in queste cose, sanno benissimo che i soldi che i lavoratori devono mettere nelle tante forme di previdenza integrativa vanno in gran parte alle aziende quotate in borsa, comprando le loro azioni. Le aziende quotate, del resto, vanno in borsa per trovare capitali freschi e li investono in modifiche organizzative, produttive, in ammodernamenti tecnologici.
Dunque, i lavoratori offrono il denaro che potrebbe "farli fuori", anche adesso, con la riforma del Tfr, con i soldi che vengono dirottati alla previdenza integrativa. Come se non bastasse i fondi, quando entrano nel capitale di una società, hanno fretta di incassare risultati, vogliono che il valore delle azioni salga e premono sulle imprese in questo senso, del resto le future pensioni private si rivalutano così. Quando qualcosa non torna la prima mossa di un'azienda quotata e che voglia tenere buoni azionisti così importanti, è quella di tagliare posti di lavoro.
Altro paradosso? La dirigenza di molte imprese importanti è così preoccupata dagli assalti dei fondi che si stanno indebitando per togliere azioni dal mercato, i tassi di interesse minacciano di salire e si è innescata un'altra miccia. Insomma, i soldi in giro per il pianeta aumentano ma non aumenta la ricchezza delle persone, infatti a fronte di una massa di liquidi in vertiginosa ascesa l'inflazione non si è mossa, nei paesi industrializzati, per un forte aumento dei consumi. A proposito, i paesi emergenti stanno aggiungendo l'ultimo tassello: una ventina di giorni fa due nuovi fondi avviati in Cina hanno rastrellato 3,3 miliardi di dollari tra piccoli risparmiatori.
Lo stupore? Quella cifra è stata raccolta in un solo giorno. Chissà se i cinesi si sono chiesti a cosa serviranno quei soldi.

Masada 1070
clicca il mio nome

viviana v., Bologna Commentatore certificato 16.01.10 12:48| 
 |
Rispondi al commento

E CRAXI DISSE A BERLUSCONI NON FIDARTI DI FINI

In un fax del 1995 i consigli per Forza Italia

Tre pagine fitte di indicazioni: da come attaccare Di Pietro a cosa (non) doveva dire Dell’Utri

di Leo Sisti

Raccontano le cronache politiche che il pranzo di giovedì tra Silvio Berlusconi e Gianfranco Fini si è concluso con una “tregua armata”.

Cioè, per uno come il premier, abituato a vedere il bicchiere mezzo pieno, male.

Eppure doveva saperlo che l’attuale presidente della Camera è un osso duro.

Glielo aveva preconizzato, fin dal ‘95, Bettino Craxi, di cui martedì 19 gennaio ricorre il decennale della morte.

Segue
Il Fatto Quotidiano 16 gennaio 2010

silvanetta* . Commentatore certificato 16.01.10 12:47| 
 |
Rispondi al commento

oggi dossier per di pietro
domani uno per grillo.

alfio trolese Commentatore certificato 16.01.10 12:43| 
 |
Rispondi al commento

Ho appena inviato a Minzolini il seguente messaggio all'indirizzo tg1.sdr@rai.it.

Fatelo anche voi!

Dott. Minzolini,

io non voglio credere quello che pensano molti italiani e cioè che Lei abbia fatto quell’editoriale in cui cercava di riabilitare Craxi e calunniava Di Pietro perché è pagato da qualcuno degli amici del politico corrotto e latitante, pace all’anima sua. Voglio sperare che si sia solo trattato di un errore umano come spesso, purtroppo, capita di fare agli uomini.

Allora per il Suo bene e per la Sua coscienza, La prego vivamente di RASSEGNARE IMMEDIATAMENTE LE SUE DIMISSIONI DA DIRETTORE DEL TG1. Non lasci che la gente continui a pensare che anche Lei è un delinquente e corrotto come Craxi. Dimostri a tutti che Lei si è soltanto sbagliato, ha preso un abbaglio ma in assoluta buona fede. Dimostri che Lei è una persona onesta. QUINDI SI DIMETTA IMMEDIATAMENTE!

Grazie.
Salvatore Mandarà
un cittadino che sta meditando se pagare il canone RAI anche quest’anno. Dipende anche da Lei.

Ciao a tutti.
Salvo, Vigevano

Salvatore Mandara, Vigevano - Italia Commentatore certificato 16.01.10 12:42| 
 |
Rispondi al commento

APPELLO PER IL POPOLO VIOLA
IL NANO E’ TORNATO ALLA CARICA
INDOSSIAMO GLI ELMETTI E COMINCIAMO A DIFENDERCI
Andiamo tutti davanti al parlamento con una borsa piena di scarpe.....
Facciamolo davvero ne va del ns. futuro

lucia vincenzi, malalbergo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.01.10 12:34| 
 |
Rispondi al commento

APPELLO PER IL POPOLO VIOLA
IL NANO E’ TORNATO ALLA CARICA
INDOSSIAMO GLI ELMETTI E COMINCIAMO A DIFENDERCI
quando approderanno in aula leggi come il processo breve, il leggittimo impedimento e l’immunità parlamentare
OCCUPIAMO IL PARLAMENTO
certe porcherie nemmeno devono essere discusse … otterremo un doppio vantaggio : bloccheremo l’approvazione di leggi infami e li costringeremo ad occuparsi di noi …
Dopo tante parole è arrivato il momento DI AGIRE …

P.S. : tenete conto che se passano queste leggi non esisteranno più il diritto, la giustizia, la democrazia … perché dopo ci sarà un solo potere …
QUELLO MAFIOSO

roberto p. Commentatore certificato 16.01.10 12:25| 
 |
Rispondi al commento

ti consiglio di vedere "report", "l'era del debito".
il servizio della gabanelli spiega molto bene perchè dovrebbero tremarci i polsi. prepariamoci, il peggio deve venire.

ivana giordani 16.01.10 12:21| 
 |
Rispondi al commento

La politica non ha il primato, non è il potere! E' solo l'interfaccia del potere!


Da quando il capitalismo si è trasformato da industriale a finanziario, la politica ha abdigato!
Questa trasformazione ha comportato anche uno stravolgimento della società, trasformando le stesse classi sociali ed i ceti intermedi.
Ha dato il potere assoluto del mondo ai grandi finanzieri! Non più i classici imprenditori (sempre più in via di estinzione), ma multinazionali, prenditori e prestanome della mafia (nuovo ceto medio insieme a politici,managers, burocrati).
Non più classe operaia, ma schiavi che non vedono neppure il vero volto dell'oppressore, velato com'è dalla cortina costituita dalla "politica".
In questo contesto, come si pongono le vecchie ideologie moderne?
Sono morte? No, non sono morte affatto!
Si comportano in modo funzionale al piano del governo del mondo!
L'internazionalismo marxista, per esempio, non ha nulla da obiettare all'idea di un nuovo ordine mondiale, anzi, è un suo obiettivo primario!
Agli internazionalisti non sembra vero che i banchieri stiano facendo la rivoluzione, una parte di essa!
I liberali, altrettanto!
I nazisti? I nazisti vedono realizzarsi il sogno di Hitler, sia sul piano politico che etico!

sancho . Commentatore certificato 16.01.10 12:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questa influenza A e' stata prodotta dall'uomo, in qualche laboratorio della baxter, sembra, gli stessi che producono i vaccini, quelli senza Squalene, ma con altri tipo di adiuvanti,"meno violenti", va be qui ci sarebbe da parlare per ore. Po le case farmaceutiche si sono messe daccordo con il WHO World Healt Organizzation, che ha modificato la definizione di pandemia lo scorso maggio, cioe' non piu un' epidemia dovuta ad un virus che si diffonde rapidamente e LETALE, ma in un' epidemia che si diffonde rapidamente OVUNQUE. IN SITUAZIONE DI PANDEMIA NON VALGONO PIU" LE LEGGI DEI SINGOLI STATI MA L" UNICA LEGGE CHE VALE E" QUELLA DELL'WHO che puo dare ordini. In questo caso non ha ordinato ma ha caldamente consigliato la vaccinazione di massa a tutti i governi..... Fazio sei il solito pirla, impara dai polacchi

il diavolo fa le pentole ma non i coperchi 16.01.10 12:04| 
 |
Rispondi al commento

Il Vaticano e la sua Banca "Privata"
Diffondete questo video!

http://www.youtube.com/watch?v=tVIvUNluIso

Tiziana d 16.01.10 12:04| 
 |
Rispondi al commento

L'italiano medio sul debito pubblico :


IL DEBITO PUBBLICO ?

ME NE FOTTO !

No comment....


Capisc'a me

*Antonio Cataldi. (capisc'a me) Commentatore certificato 16.01.10 11:52| 
 |
Rispondi al commento

Ma lasciate perdere la MACROECONOMIA e tornate con i pedi per terra.
Il BENE E IL MALE SI MISURANO IN TERMINI
MICROECONOMICI!
Guardate agli EFFETTI e non sforzatevi di rimediare LE CAUSE!
O MIGLIORA LA QUALITA' DI VITA
O DEVE ESSERE
RIVOLUZIONE LIBERALE!

Da schiantare dalle risate 16.01.10 11:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...
vaglielo a dire a quelli dell OMS ... perche' non gli fai causa ?

se poi scoppiava la pandemia e non vi erano i vaccini... gente come te ,sai cosa ne avrebbe detto contro il governo!!

Sylvia Myosotis

===============================================

Lo sanno anche i sassi che l'h1n1 è una patacca gigantesca ideata per far profitto con la vendita dei farmaci. Non a caso diversi governi, difatti, hanno rifiutato l'imposizione della OMS e non hanno imposto il vaccino alle loro rispettive popolazioni. E, secondo me, molto responsabilmente, visto che sono ben piu' provati gli effetti collaterali che non l'effettiva efficacia della prevenzione.
Se ne deduce che certi governi, come il nostro, non hanno i coglioni per opporsi alle imposizioni del mercato nemmeno quando si tratta di venderci come cavie.
Mi auguro che tu ti sia felicemente vaccinata. Probabilmente ti crescerà la coda a cavatappi, ma almeno la tua coerenza godrà della mia stima.

buongiorno blog

Luca Popper, Milano Commentatore certificato 16.01.10 11:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il Tfr per farsi licenziare
Roberto Portolesi

E' una cifra impossibile da immaginare: 53mila miliardi di dollari, sono i soldi controllati dai «nuovi padroni del mondo», sono i fondi, quelli pensione, investimento, assicurazioni, un imbuto dove affluisce così tanto denaro da battere il PIL di tutto il pianeta, che si ferma a 48mila miliardi di dollari
Turani: "al valore attuale potrebbero comprarsi tutte le società quotate del mondo messe assieme"
I fondi possono comprare qualsiasi cosa e hanno fretta, perché i soldi devono rendere il meglio possibile, sono i soldi di un esercito di lavoratori, piccoli risparmiatori, commercianti, tutti spinti a trovare una via per mettere a frutto i loro sudati quattrini
Un es.? La partita del Tfr italiano, soldi dei lavoratori, da sola vale 19 miliardi di €, che si andranno ad aggiungere alla massa di soldi che già sono stati dirottati nelle varie forme di previdenza integrativa. Si sa, la pensione pubblica non renderà a sufficienza, allora bisogna pensare al futuro. I fondi si devono dare da fare e lo fanno così bene che stanno diventando appunto, i padroni del mondo
Comprano aziende, spingono governi a privatizzare qualsiasi azienda pubblica, saranno loro a convincere in futuro il nostro paese a "privatizzare la sanità". C'è poco da stare tranquilli, non bisogna dimenticare la forza di due altri soggetti: gli aggressivi hedge fund (1.500 miliardi di dollari) e il cosiddetto private equity, (500 miliardi di dollari) che rastrellano i soldi di clienti più facoltosi. Non bisogna farsi ingannare dalle cifre più basse, sono fondi che sanno muovere le cosiddette leve finanziarie, e avendo 100 in mano è come se avessero 5-6 volte di più. Così solo nel 2006 in Gran Bretagna i fondi di private equity hanno comprato 1.535 società inglesi per 34 mld di sterline portando il totale dei dipendenti delle società controllate a 2 milioni e 800mila, pari al 19% della forza lavoro delle aziende a capitale privato di tutta la nazione.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 16.01.10 11:46| 
 |
Rispondi al commento

Non so cosa imbrattino a fare i soliti lega merdosi degni di ferequentare il Sindaco del Cesso, Toso, con la moglie più ignorante della merda .
Anime in pena la cui unica aspirazione e farsi pisciare in culo dal Bavoso Eridano il Bifolco, dopo avergli mangiato la merda con la polenta abbrustolita in quel di Pontida.

va' pensiero, scorzè ve Commentatore certificato 16.01.10 11:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il MARCIO in questo paese ha un solo nome: Vaticano!
*Vaticano, Ior nella tempesta per conto coperto su Unicredit*

http://www.youtube.com/watch?v=Zy42SPIu9k8

Tiziana d 16.01.10 11:44| 
 |
Rispondi al commento

╔═══════╗
║ ╔════╗
║ ║ IL VERME COMPRA CASETTA A VENEZIA
║ ║uno schiaffo alla miseria italiana
║ ╚════╝ ║
║ -----▲--- ║
║.-◄-●-►. ║
╚═▼

♫ fly ♫ fly, portorotondo Commentatore certificato 16.01.10 11:43| 
 |
Rispondi al commento

codacons , altri sinistri propopolo in cerca di soldi statali

il Codacons ha notificato tre azioni collettive contro altrettante amministrazioni statali. Oggi, infatti, l’Ufficiale giudiziario ha notificato le tre diffide, previste dalla legge, cui seguirà dopo 90 giorni il ricorso al Tar del Lazio per la condanna delle amministrazioni ove non ottemperino alla diffida.


dissesto ecologico :

Chi ha provocato il dissesto idrogeologico ? Questa entità astratta, lo stato, o qualche persona fisica con tanto di nome e cognome?
E perchè non vi provvedono direttamente i comuni interessati al dissesto?

vaccini :

secondo la sinistra quasi quasi e' stato Bossi o berlusconi a inventare la pandemia.
Supponiamo, che il ministero non avesse acquistato i vaccini e si fosse scatenata una pandemia, come l'OMS paventava. In questo caso cosa avrebbe fatto il codacons? una class action per il mancato acquisto e il conseguente danno patito dai cittadini?

Classi sovraffollate:

perchè nelle scuole si guarda solo il numero degli alunni, metti mai che esso ecceda quello stabilito dalle leggi, che in ogni caso si possono modificare, e non si fanno le pulci all'attività svolta dagli insegnanti?


..... Insomma ora che l'azione dei sindacati, CGIL in testa e' diventata più blanda perchè i cittadini hanno capito con quali persone si ha a che fare; si fanno avanti queste associazioni mangiaquattrini che si alimentano offrendo nulla in coambio di moneta. Quante promesse, quale professionalità, che dirittura morale.!!! alla barba de cittadini ingenui fanno i quattrini. Sperimo che nessuni li segua in queste loro iniziative.

Sylvia Myosotis Commentatore certificato 16.01.10 11:37| 
 |
Rispondi al commento

IL SIGNORAGGIO !!!!

è la principale causa del debbito pubblico e nessuno ne parla.
ROBERTO DE CARLI

Quando venni a conoscenza del problema fui attratto in maniera vertiginosa; ma poi col tempo ritornai sui i miei passi!
Sai perchè?
non perchè dietro a signoraggisti ci sia la peggio feccia neofascista(ogni tanto dicono cose giuste), ma per il semplice fatto che oggi chiamate: Signoraggio, Illuminati, Bildeberg, Massoneria ecc. quello che da secoli ha un nome ben preciso, ma che cerca di rinnovarsi sempre, cercando anche di nascondersi dietro a quei termini, o il più diffuso "economia di mercato": È IL CAPITALISMO BELLEZZA; sono le oligarchie burocratiche e capitaliste che detengono il potere!
e nell'era contemporanea il capitalismo, trasformatosi da industriale a finanziario, ha sostituito l'individuo borghese con l'uomo-massa e rinnega le stesse istituzioni e regole del gioco(quindi anche in materia di politica monetaria)che lo hanno sostenuto nel tempo!

Quando i popoli tutti capiranno questo(domani o fra 200 anni) le cose cambieranno!

Nel frattempo divertitevi con "Le ideologie sono morte, il problema è il signoraggio", mentre l'ideologia economicista s'è infiltrata in ogni aspetto delle relazioni sociali!

P.s.: il problema esiste in materia di politica monetaria, ma cominciate a ridare i giusti nomi alle cose!

Roob Zarathustra, Caput Mundi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.01.10 11:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Anzichè combatter per cambiare le opinioni degli altri perchè non ci aggreghiamo in un territorio per fondare la nostra Nazione aperta a tutti coloro che condividono una nuova società fondata sull' etica sociale?

Perché non iniziamo a programmare la nostra Società con un nuovo stile d' intenti comuni?

Questa sarà la Nostra costituzione su cui si erigerà la Nostra Comunità Nazionale dedita allo sviluppo Social-Etico.

sono come come la "mosca bianca"...
giri e ti rigiri e ti senti diverso/a emarginato dai tuoi (falsi) simili perchè mica ti vedi allo specchio.

poi un bel giorno scopri che c'è ne un'altra come te
Evviva mi son detto... dai socializziamo e vediamo di aiutarci a vicenda e poi.... guarda... ne arriva un' altra... e un' altra ancora...allora son salva ho trovato il mio gruppo.

perchè allora non fondare la nostra nazione?


quella del Social-Etico

lions bull (liosbull), milan Commentatore certificato 16.01.10 11:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il debito non dovrebbe proprio esistere.
Non funziona niente.
Non si può vivere in debito per sempre.
Prima o poi i conti hanno da tornare.

Roberto Bandini 16.01.10 11:34| 
 |
Rispondi al commento

ESEMPIO DA ALTRI BLOG abbastanza liberi, di demenza scaturita da mancanza di una minima base culturale e politica . La base su cui si regge IL CIARPAME ATTUALE che sta conducendo il PAESE al default !
- ci sono attacchi anche contro Beppe, ma quando li trovo li massacro!!!!!

leggete pure:
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
alefox scrive:

ah ok , allora va bene , SAI SILVIO PARLA SEMPRE DI COMPLOTTO COMUNISTA .. e ora invece ??? MA la sinistra non è ANTIAMERICANA ???? o sti qui VI STANNO A PRENDERE PER ER CULO ... ah ve bè , l'importante che non ci sia il complotto comunista ... ORA L'AMERICA diventera' GRANDE ESEMPIO PER VOI ,,,,

che RIDICOLI

°°°°

Lebowsky70 risponde:

Mah, deciditi, Di Pietro è un fottuto comunista o uno sporco yankee?
Tu che cosa ne pensi?

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

- POTENZA DEI MASS-MEDIA !
Oscura le menti a vantaggio del tiranno !
Il resto è noto!


Edificante per la classe politica italiana :
http://www.lesoir.be/actualite/monde/2010-01-16/mais-quelle-mouche-a-donc-pique-van-rompuy-748825.shtml

Filippo Fortuna 16.01.10 11:23| 
 |
Rispondi al commento

Quanto costa il merdaio destroso.

Sono 23 milioni le dosi inutilizzate e in scadenza. Il contratto con Novartis non tutela lo Stato. No comment del ministero sulle clausole "capestro" contestate dalla Corte dei conti .

Soddisfatto anche cagatemi in bocca Eridano il Bifolco da Giussano .

va' pensiero, scorzè ve Commentatore certificato 16.01.10 11:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Scandalo vaccini

Secondo voi, è più forte una multinazionale controllata dai banchieri o un ministero, un governo?
Esistono governi in grado di opporsi ai desideri dei banchieri e delle multinzionali?

sancho . Commentatore certificato 16.01.10 11:17| 
 |
Rispondi al commento

Scherzetti della percezione

Due errori di fondo che inducono a combattere contro i mulini a vento:
pensare che "lo stato siamo noi" e che lo Stato italiano esista ancora!

sancho . Commentatore certificato 16.01.10 11:00| 
 |
Rispondi al commento

Va bene la decisione drastica. A patto che non salti fuori che siamo ancora un paese a Democrazia Limitata. In questo blog gli unici democratici sono quelli che richiamano l'attenzione sul fatto che non puoi delegare le decisioni politiche ai megistrati e poliziotti. Quelli che postano ste idee dall'estero sono INFILTRATI della nostra democrazia. Quelli che lo fanno da qui sono DEI VENDUTI ad interessi che non sono i nostri. Berlusconi lo si batte POLITICAMENTE o non lo si batte. Ma i cittadini lo devono fare e non gli ex-ex-ex-ex-ex.
E c'è poco da ridere...

Da schiantare dalle risate 16.01.10 10:57| 
 |
Rispondi al commento

Mi sono convinto che l'Italia è un Paese ricco, anzi straricco e così è per tutti gli italiani, anche se non lo vogliamo riconoscere.
Sì perchè noi abbiamo circa mille parlamentari e siamo 56 milioni, mentre quei poveracci di statunitensi che sono 300 milioni se ne possono permettere solo 510 tra camera e senato.
Da notare che la Gran Bretagna, sempre sulla scia USA ha ridotto nel 2006, con un atto di “imperio” da oltre 800 a poco meno di 400 i suoi parlamentari; che poveracci !
Noi inoltre, ma solo per mecenatismo, non confondiamo, consentiamo loro compensi più elevati di qualsiasi altro Paese al mondo, quasi non bastasse, ma solo come mancia, diamo loro benefit a non finire, tra auto, viaggi ecc. e in molti casi questi benefici lasciamo che siano anche fruibili dai loro famigliari. Da ultimo, ma solo come chicca, lasciamo che si autodefiniscano i loro compensi, pensioni - che maturano dopo due anni, sei mesi e un giorno - e benefits senza la necessità di avere un potere istituzionale di controllo su ciò che fanno e deliberano. Ovviamente questo per democrazia lasciamo venga fatto sia dai parlamentari, sia dai politici a livello regionale.
Se ciò non convince ancora, noi siamo così ricchi da poter pagare energia, telefono, benzina, farmaci, ecc. di più dei poveracci degli altri Paesi. Ma non è finito, possiamo anche permetterci di pagare stipendi da sogno ai magistrati, ai revisori della corte dei conti che non si comprende bene cosa facciano (almeno in termini di potere). Possiamo permetterci un branco di fannulloni ad alto e a basso livello, cosa che gli altri paesi non si possono permettere. E chi è quello sconsiderato che vuole lasciare l’Italia ???

Ezio Pacchiardo 16.01.10 10:53| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

O.T. (ma non troppo)

In questo anno ( in cui secondo le statistiche ci sono stati aumenti contenuti) una tratta autostradale che mi capita di percorrere con una certa frequenza è passata da 7€ a 8,4€,e poi con l'aumento di Gennaio 2010 è passata a 9,6 €

quindi in un anno la tratta ha subito un aumento del 37%...

ma secondo le statistiche non aumenta nulla.

La tratta in questione è la Milano Torino.

Davide Calì Commentatore certificato 16.01.10 10:53| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento

La legge per il Mezzogiorno in soli 4 anni (dal 96 al 2000) le ha regalato alla FIAT 328 miliardi di lire. Solo in ammortizzatori sociali lo Stato ha speso in dieci anni 1220 miliardi di lire, più 300 per le indennità dei messi in moblità.
Gli incentivi per la rottamazione del 1° governo Prodi sono costati allo Stato 2100 miliardi di lire.
Ma ne è valsa la pena?
Per un secolo la FIAT ha campato e si è arricchita proprio sventolando la minaccia dei posti di lavoro a tutt'oggi riceve sovvenzioni pubbliche! Non ha mai detto che quei soldi non le interessavano! E ora fa la schizzinosa!
Almeno un po' di forma Marchionne la poteva presentare! E per fortuna che c’erano alcuni che lo esaltavano al punto da proporlo come presidente del Governo! Per far cosa? Per svendere l’Italia al primo offerente per aumentare il lucro?
La sua frase sprezzante e disumana è stata proprio uno schiaffo in faccia agli operai! A tutti noi italiani! E proprio in un momento in cui gli affari della Fiat vanno benissimo! 80 miliardi di utili! Ma questo non basta evidentemente all'avidità di questi squali! Vogliono guadagnare ancora di più!
E quanti si sono sprecati ad elogiare il bravissimo Marchionne! Si è visto quanto è bravo! Sulla pelle di 3000 famiglie è stato bravo!

Mi fanno ridere quei leghisti che dicono che i migranti vengono a portar via il lavoro agli italiani!!?
E questi imprenditori che delocalizzano la produzione all'estero, nei paesi dove la manodopera costa paghe da fame, che cosa fanno? Non tolgono forse lavoro agli italiani? Ma con loro tutti zitti! Anche i leghisti! Solo con i miseri si è buoni a fare la voce grossa!?


Le ragioni degli altri
clicca il mio nome

viviana v., Bologna Commentatore certificato 16.01.10 10:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Chiude Termini Imprese. Restano sulla strada 3000 famiglie e si chiude uno dei principali polmoni che danno respiro al sud
Marchionne ha detto a lui il problema di chi perde il lavoro non interessa. Se ne interessi lo Stato!
Certo che ce ne vuole di faccia tosta per dire cose simili e da parte, poi, dell’azienda più aiutata del mondo, una azienda che è stata praticamente allattata dallo Stato dalla sua nascita a oggi!
Non c’è stato MAI nella storia italiana un momento in cui la FIAT non sia stata rifocillata dallo Stato! E persino adesso, in piena crisi, col supponente Marchionne che dice algidamente, freddo come un cetriolo, che se ne infischia dell’occupazione italiana, lo Stato finanzia la FIAT.
Dalla sua nascita nel 1899 è stata aiutata sempre, dal regime fascista come dall’Italia repubblicana, dalla dx come dalla sx, per quel patrimonio di lavoratori che rappresentava e non per i suoi utili in borsa, gli errori gestionali, gli investimenti borsistici o i vizietti degli Agnelli, ma perché dire FIAT significava dire migliaia di famiglie e uno slancio economico che si ripercuoteva in un indotto grandissimo, per quel centro che si faceva volano di economia, di vita, di progresso.
E ora il cinico Marchionne cancella un secolo di storia italiana con la sua fra setta demenziale, degna degli imprenditori peggiori. Che dei licenziati si preoccupi lo Stato!
Negli ultimi 30 anni la FIAT ha ricevuto 200 mila miliardi di lire pubbliche, tra contributi, rottamazioni, cassa integrazione, prepensionamenti, moilitòà e stabilimenti costruiti con i fondi pubblici! Ma di questo Marchionne se ne infischia! Chi ha dato ha dato e chi ha avuto ha avuto!
35 anni fa la FIAT contava 250.000 dipendenti e un indotto di 350.000 persone e Mirafiori (50.000 operai) era lo stabilimento più grande del mondo. Oggi delocalizza all’estero, fa la Panda in Polonia e ha 30.000 dipendenti.
6.000 miliardi li prese dallo Stato proprio per il Sud, più dieci anni di esenzione da imposte

clicca il mio nom

viviana v., Bologna Commentatore certificato 16.01.10 10:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cleophas Adrien Dioma
La stupidità sta diventando una malattia contagiosa in Italia. E non possiamo far finta di niente. Dire sempre “non è grave”. Cos’è più grave: un senegalese ammazzato perché richiede il suo dovuto stipendio o B aggredito da un malato mentale? Cos’è violenza? Un ragazzo nero ammazzato perché voleva rubare dei biscotti o immigrati ubriachi che pestano un poliziotto a Parma? Quando sento alla tv o sulla stampa parlare di abbassare i toni dopo l’aggressione di B, mi chiedo se questo abbassamento dei toni è solo per questa faccenda o riguarda anche tutte le parole e le scritte di violenza (qualsiasi violenza) che girano attorno alle realtà delle cosiddette persone straniere
Questa violenza istituzionale porta tanta gente a credersi legittimata a tenere comportamenti razzisti o violenti con tutte le conseguenze e atti che quello comporta
Cos’è più illegale? Il fatto che molti sfruttano tanti immigrati senza documenti per il lavoro nero o il reato di clandestinità? Occorrono vere domande per cercare risposte adeguate. Io credo che la clandestinità non sia una cosa giusta per l’Italia ma neanche per i clandestini. Non è stata un’esperienza piacevole. Non è bello “non esistere”. Non essere. Non poter avere ragione né torto. Non poter alzare la mano e dire quello che si pensa. Non è bello lavorare in nero. Senza diritti e senza neanche certezze. Senza sicurezza. Nelle mani di persone spesso senza scrupoli. E non è mai una bella scelta quella di fuggire da casa propria per andare in un paese che può essere qualche volta ostile. Nessuno scappa per piacere. Ognuno sta bene a casa propria. Ma, dal momento che siamo qui, chiediamo rispetto per quello che siamo: esseri umani. Poi possiamo parlare di regole, di leggi. Delle cose che si possono fare, di quelle che non si possono fare, del modo in cui potremmo creare una società nella quale tutti possiamo stare bene. Ma senza rispetto verso l’altro non ci sarà mai nessuna soluzione.

clicca il mio nome

viviana v., Bologna Commentatore certificato 16.01.10 10:47| 
 |
Rispondi al commento

Gli italiani sono brava gente?
Cleophas Adrien Dioma

Un extra buttato in una fontana e morto assiderato a Roma. Fucilate e rastrellamento di stranieri non clandestini in Calabria. Insulti negli stadi. E lavoro sempre in nero. Questo il paese dei nostri sogni?
Sento molte volte dire questa cosa qui. Sento spesso dire “noi italiani non siamo razzisti” Siamo brava gente. Sono gli stupidi che si comportano in una certa maniera. Ah si? Davvero? La politica è stupida? I politici sono stupidi? La stampa è stupida? I giornalisti? È vero, non possiamo sempre generalizzare, ma alla fine uno che fa politica, qualche volta da una vita, facendo determinate scelte o dicendo determinate cose, non posso considerarlo stupido. Un giornalista che scrive determinate cose senza veramente cercare di stare attento a quello che può provocare, ciò che scrive non può essere considerato stupido
Io non so se gli italiani sono delle brave persone. So solo che qui nel mio nuovo paese ci sono delle persone per bene e delle persone cattive. Delle persone aperte come delle persone ottuse, che non capiscono niente. Ma questa è una cosa normale. In ogni paese troviamo questa realtà. Persone aperte agli altri e persone che rifiutano l’incontro. Non è quello che mi spaventa. Quello che mi spaventa è il fatto che essere stupido, ottuso o razzista non sia più un problema. Possiamo odiare i neri, parlare male dei rumeni, dare la caccia agli altri senza avere nessun timore. Alla fine è tutto permesso. I politici possono essere razzisti, i giornalisti possono scrivere dei testi che portano all’odio verso l’altro, i tifosi possono cantare delle canzoni contro i negri, i poliziotti possono picchiare ragazzi di colore. Non è razzismo. È stupidità. Se un datore di lavoro uccide il suo lavoratore solamente perché richiede il suo salario, non è razzismo è stupidità. Poi alla fine sono atti isolati. Questi atti isolati diventano tanti però. Gli stupidi crescono molto

Le ragioni degli altri
clicca il mio nome

viviana v., Bologna Commentatore certificato 16.01.10 10:43| 
 |
Rispondi al commento

Rispondo con piacere ai bloggers che hanno commentato il mio post.
Non intendo rispondere ad un certo lenin.

Questo movimento potrebbe avere un grande seguito se si smettesse di essere seguaci invece che elettori partecipi.

L'Italia ha gia' un personaggio, Berlusconi, che impera basandosi su una specie di "culto della personalita'"

Non occorre aggiungerne altri.

Ne' Grillo, ne' Travaglio e tanto meno Di Pietro.

Grillo puo' dare degli spunti ma la realizzazione di un format politico deve essere accelerata e messa in pratica saltando molte sciocchezze e prese di posizioni irragionevoli e assolute.

Non e' pensabile attendere qualche consigliere sparso qua e la' in poche decine di comuni quando solo i comuni sono oltre 8 mila.

Grillo deve distinguere tra il blog politico e il blog commerciale: non e' credibile ne' base di una piattaforma politica.
Sarebbe come se Aiazzono facesse politica durante gli spot pubblicitari

Di Pietro non puo' essere un interlocutore poiche' non ha nessuna identita' politica se non accumulare elettori di qualunque ideologia e accumulare anche altro.
Basti pensare che se non ci fosse Berlusconi non avrebbe quasi piu' nulla da dire. Idem per Travaglio.

Qui rimane solo Grillo che ha delle ottime idee ma non sono realizzate politicamente perche', anche lui, ha un enorme conflitto di interessi.

Deve fare una scelta:

O si interessa di politica per il cambiamento iniziando da un congresso e nominando i vari rappresentanti, segretari e presidenti, ma deve cancellare dal blog la parte commerciale.

Oppure che deleghi altre persone a continuare da un altro blog dove lui interviene solo politicamente e non con libri, dvd o aree negozi.

Il successo e l'interesse di questo movimento deriva esattamente da queste decisioni.

Di Pietro vada per conto suo assieme a Travaglio ad inseguire Berlusconi e a prossimamente difendersi da troppe anomalie presenti e passate.

E CHE GRILLO PRENDA UNA DECISIONE DRASTICA.

Michele Bini Arezzo 16.01.10 10:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

persone normali :
Una penna spray antiaggressione al peperoncino sara' distribuita in Friuli Venezia Giulia dalla Lega Nord, come deterrente per i male intenzionati.


dementi :

L’ennesima carnevalata, emblematico del credo leghista ed esempio del modo in cui la Lega Nord affronta i problemi sociali del Paese”: è il commento del consigliere regionale Paolo Menis (Pd) alla penna al peperoncino antiaggressione

“La realtà – conclude – è ben diversa da come la si vuole mostrare. Anche il tasso di criminalità degli immigrati, tanto per fare un altro esempio che colpisce la sensibilità dei leghisti, è praticamente identico a quello dei cittadini italiani, come sottolinea il Dossier Immigrazione della Caritas 2009″.

Sylvia Myosotis Commentatore certificato 16.01.10 10:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Inoltre nel 2009 l'indebitamento della pubblica amministrazione dovrebbe salire al 5,3% del Pil dal 2,7% dell'anno precedente e il debito dovrebbe aumentare ''di circa dieci punti'' attestandosi al 115,1%. Per l'istituto di Via Nazionale il peggioramento del deficit italiano ''sarebbe inferiore a quello atteso nella media'' di Eurolandia, il cui deficit salirebbe dal 2% del 2008 al 6,4% del 2009.

Questi sono soldi che li dovrà tirare fuori la gente che lavora sul serio. Dipendenti e non dipendenti. MA SE LA GALLINA L'AMMAZZI DI TASSE E QUESTE VANNO IN UN POZZO SENZA FONDO
Se e quando ritorneremo a crescere. Andrebbe bene anche un'inflazione al 10%. Cosi ci berremo l'acqua del rubinetto come si faceva una volta.
Nel nostro futuro c'è L'ACCATTONAGGIO. Tutti artisti di strada. E' bene allora cominciare ad adocchiare un angoletto buono.
Cosi avremo pagato i debiti degli altri.
E ANDREMO TUTTI IN PARADISO!

Da schiantare dalle risate 16.01.10 10:40| 
 |
Rispondi al commento

Quando vedo qualcuno, come Fabrizio Gatti, come padre Alex, come don Gallo, che è mosso da un’indignazione interiore d’amore, che sacrifica se stesso per gli altri, che mette a rischio la propria vita per qualcuno che non conosce nemmeno per nome, come Roberto Saviano, come De Magistris, come Sonia Alfano, per migliorare in qualche punto il mondo, qualcosa mi diventa cedevole dentro, come burro, divento tenera e mi si scioglie quella corazza dura che ho dovuto portare per sostenere una vita in cui di amore ne ho trovato poco. Siamo così poco abituati all’amore che incontrare quello vero ci vede vinti, rapiti, soggiogati. Non l’amore propagandistico di un leader pubblicitario che spaccia droga per pane e truffa per bene, e nemmeno il falso amore per una terra inventata, una patria rubata e una bandiera ricostruita di quei leghisti che per difendere una meschina proprietà svendono tutto il resto per un egoismo e un potere, ma l’amore generoso e vero di chi dà se stesso e la propria battaglia per il bene del mondo.
Com’è piccolo questo amore! Di cui si favoleggia tanto! Com’è fragile! Com’è preda del mercato e della furbizia! Com’è diventato merce anch’esso sulle labbra dei malvagi! Nelle frottole degli indegni! Nelle falsificazioni dei servi!
E quanto più questo amore lo infangano e lo ingiuriano, tanto più trovarne la fiamma è cosa preziosa e, per quanto i media la oscurino e i poteri la falsifichino, serbare quella fiamma, la fiamma dei liberatori, è l’unica cosa che ci resti per fare luce in questo oceano di buio.


Masada 1070. Le ragioni degli altri

clicca il mio nome

viviana v., Bologna Commentatore certificato 16.01.10 10:38| 
 |
Rispondi al commento

Da quando sono spariti quei 4 stronzi
-------------------------------------
mmmmmm!!!!

il giusto proseguio della frase è:

[ non si sente più puzza di merda !!! ]

ihihihi!!
MagicLenin RedArmy 16/01/10 10/08

-----------------------------------

Eccolo il gran pezzo di MERDA

Romano . Commentatore certificato 16.01.10 10:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Effettivamente

Effettivamente, un terremoto è molto più efficace di un bombardamento, prima di uno sbarco!

http://www.youtube.com/watch?v=FEc1Ke6aqxE&feature=player_embedded#at=202

sancho . Commentatore certificato 16.01.10 10:29| 
 |
Rispondi al commento

Democrazia Atea il partito di recente fondazione - entra ufficialmente nel panorama politico italiano. Carla Corsetti, Segretario Nazionale, Biagio Catalano, Tesoriere, Fabrizio Chiruzzi, Giuseppe Guerrera, Ennio Montesi e Riccardo Zanello sono i fondatori di Democrazia Atea. "Con la nascita di Democrazia Atea nasce una novità assoluta nel panorama politico italiano", commenta il Segretario Carla Corsetti. "Dopo tremila anni di pensiero filosofico gli atei finalmente si uniscono per entrare a pieno titolo nella storia politica del nostro Paese. Potranno far parte di Democrazia Atea tutti gli atei, gli agnostici e i credenti che non accettano di far mediare dal potere religioso la propria spiritualità e la propria vita. Potranno far parte di Democrazia Atea tutti quelli che vogliono emancipare l'Italia dalle opprimenti ingerenze religiose. È intento di Democrazia Atea difendere le minoranze contro ogni forma di discriminazione e razzismo. Democrazia Atea lotterà per i Principi Fondamentali sanciti dalla Costituzione e dalla Carta Internazionale per la Salvaguardia dei Diritti dell'Uomo".


altra accozzaglia di rossi chic buonisti nullafacenti che sperano di mungere qualcosa dallo stato

Sylvia Myosotis Commentatore certificato 16.01.10 10:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

a mali estremi...
statalizzazione delle banche e
conversione del debito sociale in buoni pasto

lions bull (liosbull), milan Commentatore certificato 16.01.10 10:25| 
 |
Rispondi al commento

MOLTI DI VOI MI SEMBRA CHE SIANO TROPPI SEVERI CON BEPPE.TROVATE SEMPRE UN PRETESTO PER CRITICARLO.
MA CON I NOSTRI POLITICI AVETE USATO E USATE LO STESSO METRO DI GIUDIZIO?
SEMBRATE DELLE CASALINGHE DISPERATE!
INVECE DI RIMANERE UNITI MI PARE CHE CI SIANO MOLTI CHE CREINO DIVISIONI.
POSSIBILE CHE QUELLO CHE FA BEPPE CI SIA TUTTO DOVUTO?

GABRIELE TINELLI (), carrara Commentatore certificato 16.01.10 10:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Premier: governo frenato da troppe mediazioni E Fini: "Le differenze sono il sale del confronto"


la terza carica dello stato deve sapere che troppo sale ci fa male, rovina la democrazia e ci fa aumentare la pressione

Sylvia Myosotis Commentatore certificato 16.01.10 10:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IL SIGNOR AGGIO o il SIGNOR NANO ?

Il nostro lungimirante Governo ha alleggerito la mano sulle “partite IVA” cioè semplificando gli Iter di controllo (di fatto riducendoli) di medie e piccole aziende, ha permesso una maggiore evasione fiscale (ora diventata galoppante) e guarda caso, si sono ora accorti che però entrano meno soldi nelle casse dello Stato.

Cala il gettito da lavoro dipendente (che sono gli unici a rimanere “onesti” giocoforza, non potendo evadere e diventano sempre più poveri e precari), la lotta all’evasione e’ ferma (volutamente…) i condoni fatti per il passato non stanno rendendo le cifre sperate, anzi…, l’Iva crolla (e lo Stato incassa meno) insomma sono per questo inizio bimestre il ministro Tremonti ha perso 3 miliardi per strada!!!
Il documenti di programmazione economica prevedeva per la fine del 2009 un aumento del gettito Di 15 miliardi rispetto al 2008, ed invece e’ arrivata una doccia fredda, che ha fatto virare, bruscamente e al peggio queste “ottimistiche previsioni”.
Colpa anche, ovviamente, della crisi economica, inutile nasconderselo, ma principalmente colpa delle scelte finanziarie del Governo (che come già’ nella passata legislatura Berlusconiana) che sembra miri più a premiare le evasioni,(riducendo i controlli), che la parte “sana” del Paese .

Ma quello che è peggio e’ che le incoraggia, alla faccia dei “virtuosi” che cercano di lavorare e pagare le tasse onestamente (e non parlo dei dipendenti ovvio…) , perché incredibile ma vero ne esistono ancora. I dati ve li potete ricavare da soli da giornali e riviste finanziarie, Uffici studi di varie istituzioni economiche notoriamente “non di parte”, (perche’ la colpa è “sempre della sinistra” sostengono
Berlusconi, Tremonti ed il codazzo dei loro portabandiera) ad esempio la Banca d’Italia., la Corte dei Conti, Istituzioni Internazionali e via discorrendo.


Un artigiano trentino è stato condannato dal Tribunale a pagare gli alimenti alla figlia 32enne (iscritta fuoricorso da 8 anni alla facoltà di Filosofia) avuta da una moglie dalla quale aveva divorziato.

Il papà aveva smesso di pagarle il mantenimento quando lei aveva 29 anni, poiché non si decideva a laurearsi. Il sessantenne trentino ha dovuto versare alla «bambocciona» 12mila euro (comprensivi di arretrati), nonostante fino a tre anni fa avesse versato alla figlia l’assegno di mantenimento, come il Giudice di Pace di Trento gli aveva imposto nella sentenza di divorzio dalla moglie, "fino a quando la figlia non sarebbe diventata autosufficiente".

Ma l’uomo, dopo nove anni ha smesso di dare soldi alla figlia, che non concludeva mai gli studi. La giovane per tre anni non si è lamentata, ma dopo avere recentemente bussato alla porta del padre ed avere ottenuto il rifiuto di un rinnovato mantenimento si è rivolta al giudice, ottenendo ragione. Se il genitore non avesse pagato sarebbe scattato il pignoramento dei beni.


sicuramente il giudice era rosso : solo a sta gente viene in mente questo modo di fare

Sylvia Myosotis Commentatore certificato 16.01.10 10:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.vimeo.com/8771402

Roberto Fico ( Movimento 5 stelle in Campania) si confronta con esponenti del csx regionale in campania per le prossime elezioni

Gennaro Giugliano, Napoli Commentatore certificato 16.01.10 10:13| 
 |
Rispondi al commento

Durante la puntata di "Mi Manda Rai Tre" del 15/01/10, un giornalista ospite della trasmissione ci ha informato della destinazione dei soldi, che i contribuenti sottoscrivono attraverso il mod. 730 a favore di vari enti(i noti 8x000 e 5x000). Riservandomi qualche dubbio sull' operato di qualche associazione in oggetto, il giornalista ci metteva al corrente che molti di quei soldi sono stati dirottati per coprire l' introito dell' ICI, o per coprire altri buchi di bilancio. Si poteva anche immaginare la situazione, visto il degrado, l' omertà e le spudorate menzogne che ci vengono propinate quasi ogni giorno dalla quasi totalità della classe politica. Un "barcone" spacciato per "transatlantico" Giuliano

Giuliano Rigon 16.01.10 10:13| 
 |
Rispondi al commento

il debito pubblico italiano in gran parte è dato dai cinquemilioni di dipendenti pubblici e parapubblici. una simile cifra era stata incrementata dall'allora in auge bettino craxi garantiva a chi votava psi lavoro e casa, come del resto avevano sempre fatto anche tutti gli altri partiti. ma il psi di craxi aveva superato tutti. un dato, le ferrovie dello strazio avevano nel 1985 qualcosa come 240.000 dipendenti, quando le ferrovie tedesche con la germania riunita si e no arrivava a 80.000. quando uno stato o un datore di lavoro deve trovare cinquemilioni di stipendi, non può fare altro che emettere debito pubblico (bot cct btp ecc.). oggi, però, si vuole intitolare una via o una piazza a questo statista. . . ma valà . . . ?

landolfo ciampitti 16.01.10 10:09| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori