Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

La prima mossa


La politica del fare
(01:32)
MoVimento_5_Stelle_Campania.jpg

Chi insegue è perduto! Chi delega i propri diritti è un coglione. Ecco cosa vogliono farci diventare: dei coglioni perduti. La prima mossa, qualunque essa sia, è lasciata a dei cialtroni che si professano politici, ma sono, troppo spesso, volgari delinquenti che violano le leggi. Gente sotto processo o condannata in via definitiva. Persone che si arrogano le decisioni sul futuro della Nazione e le prendono senza consultare i cittadini. E queste decisioni sono frutto di accordi, di ritorni personali, di inciuci, di patti con le lobby di Confindustria o con i poteri criminali. La prima mossa è la TAV in Val di Susa, un mostro per il trasporto di merci che non esistono e che porterà 20/30 miliardi di euro nelle casse delle cooperative, dei politici, della criminalità. La prima mossa è la più grande base militare americana in Europa a Vicenza, realizzata contro la popolazione locale. La prima mossa è il Ponte di Messina, un regalo alla mafia. Chi è al potere ci rimane perché muove per primo, vede il gioco, crea il gioco, usa gli elettori come pedoni su una scacchiera. La prima mossa sono le leggi per smantellare la Giustizia, una dopo l'altra, da quindici anni. Mai una legge contro il conflitto di interessi o per processare un politico inquisito nel più breve tempo possibile. La seconda mossa da parte della cosiddetta opposizione parlamentare è sempre un pallido contrasto, un balbettare di collusi, di futuri inquisiti, di vogliosi poltronisti.
La prima mossa sono gli inciuci venduti per governabilità. Per il cittadino opporsi è legittimo, ma è faticoso, talvolta inutile. Il terreno di gioco, i giocatori, l'arbitro e i guardialinee sono già schierati contro di lui, insieme al telecronista. La prima mossa sono le privatizzazioni di ciò che ci appartiene, dall'acqua, al territorio, alle autostrade, e persino alla Protezione Civile e alla Difesa. La prima mossa è indebitarci senza il nostro consenso, un miliardo di euro dopo l'altro, accumulando 1.800 miliardi di debito pubblico. Un debito che va onorato ogni anno con gli interessi, nel 2010 circa 75 miliardi, che paghiamo con le nostre tasse. Un debito che sottrae risorse all'innovazione, alle politiche sociali, alla ricerca, allo sviluppo. La prima mossa è la costruzione di centrali nucleari CONTRO un referendum e contro l'economia. Infatti, il loro costo di costruzione e lo smaltimento delle scorie (per le quali nessuno ha ancora trovato una soluzione) devono essere finanziati dallo Stato. La prima mossa è candidare il meno peggio, bocconi da inghiottire in mancanza di altro (come se altro non esistesse): Boccia in Puglia, Formigoni in Lombardia, De Luca in Campania con due rinvii a giudizio. Gente che è garante e complice dell'Antistato. In Puglia la prima mossa l'ha fatta Vendola, lì alle primarie hanno vinto i cittadini, ma è l'eccezione che conferma la regola della Casta. Incassata la prima mossa il cittadino ha due alternative, o far buon viso a cattivo gioco e dotarsi di antiemetici per non vomitare o pensare seriamente di trasferirsi con la famiglia all'estero.
Fare la prima mossa permette di definire chi vi si oppone come "anti": No global, No Dal Molin, No Ponte. La sillaba "No" è usata per etichettare il cittadino come contrario al progresso. Inseguire è sbagliato, bisogna giocare d'anticipo, fare le prime mosse e contagiare gli scettici con le idee e i risultati che sono già molti. Il blog è ormai insufficiente per raccoglierli tutti. Per questo è in arrivo un sito del MoVimento 5 Stelle per la pubblicazione e diffusione di video, testimonianze, foto che mi giungono ogni giorno a centinaia. Loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene?). Noi neppure.

 Iscriviti al MoVimento 5 Stelle
Nome: Cognome:

Copia il codice HTML e incollalo nel tuo sito web
E' disponibile DemoCRAZYa2009, diario politico di un anno italiano, di Marco Travaglio. Acquista la tua copia.

lasettimanabanner.jpg

7 Feb 2010, 15:36 | Scrivi | Commenti (838) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

INTERVISTATORE : Signora Maria,molti malpensanti insinuano che lei abbia contribuito con le sue miserabili performances a ridurre l’Italia in questa miserevole condizione.
MARIA : Sara’ anche vero, ma mi perdoni,se molti giovani,ed anche vecchi,continuano a cibarsi degli escrementi che io elargisco a piene mani,un motivo ci sara’.Poi,la sera,sul materazzo,quando io con quel mezzo rincoglionito di mio marito,contiamo i soldi,ci rendiamo conto che abbiamo trovato la formula della felicita’,come dice il nostro padrone.Hai voglia a parlare di etica morale,pecunia non olet.
INTERVISTATORE : Grazie signora Maria.

pino b., roma Commentatore certificato 13.02.10 10:22| 
 |
Rispondi al commento

Recuperando l'evasione fiscale nel 96. Figuratevi ora sono 685.000.000.000.000 lire/anno
Riepilogando velocemente la proposta avanzata si basava:
nel 1996 l?evasione stimata era dai 250.000.000.000.000 ai 350.000.000.000.000 di lire, che recuperandola avrebbe dato le risorse per dare:
250.000.000.000.0000 / 4.000.000 (nuovi posti di lavoro) con uno stipendio lordo di 62.500.000 con la ?mano? destra:
62.500.000 - 13,5 % = 4.629.000 (accantonamento T.F.R.)
62.500.000 - 4.629.000 = 57.871.000 il 32,6% di I.N.P.S. = 18.866.000
57.871.000 18.866.000 = 39.005.000
39.005.000 - 10.130.000 (imponibile I.R.P.E.F. del 1996)
39.005.000 - 10.130.000 = 28.875.000 (stipendio netto)
Con la mano sinistra avrebbe ritirato:
18.866.000 X 4.000.000 (nuovi occupati) = 75.464.000.000.000 di I.N.P.S./anno
10.130.000 X 4.000.000 (nuovi occupati) = 40.520.000.000.000 di I.R.P.E.F./anno
Ed ora lo Stato avrebbe a disposizione :
75.464.000.000.000.000 + 40.520.000.000.000 = 115,984.000.000.000
115,984.000.000.000 X 13 anni (Dal 1997 ad oggi) qualcosa come 1.507.792.000.000.000 di lire pari a oltre 778.000.000.000 di euro con i quali ora saremmo qui a ridercela della crisi con una economia alle stelle con un debito pubblico quasi dimezzato, questo senza tener conto dei nuovi stipendi che avrebbero fatto da propulsore all?intera economia.
Inoltre ci sarebbe stato l?accantonamento:
T.F.R. 4.629.000 X 4.000.000 (nuovi occupati) = 18.516.000.000.000/anno x 13 anni = 240.708.000.000.000 di lire coi quali, era suggerito nella proposta, di far partecipare i dipendenti nella propria azienda, e non solo per i nuovi occupati, (quello che ha detto di voler fare il ministro Tremonti in questi giorni), per mezzo dei quali i lavoratori avrebbero avuto ulteriori introiti e un attaccamento maggiore ai destini della propria azienda mentre gli imprenditori avrebbero avuto denaro fresco, personale motivato e una fortuna immensa avendo maggiori clienti che avrebbero acquistato i lor

Giuseppe Vitali 12.02.10 19:00| 
 |
Rispondi al commento

Eppure c'è qualcosa che ancora non capisco.
Dal sito http://elezioni.interno.it/europee/ET0.htm
gli elettori, in Italia, alle ultime elezioni sono 50.342.153.
(Sto guardando le iene che stanno interrogando i parlamentari se recitano i primi due due articoli della costituzione, non c'è nessuno che ne sa manco mezzo!!! Farabutti!!!).
Alle urne sono andati solo 32.748.675. Gli altri 17.593.478 dovo sono!?!?.
Possibile che il partito degli assenteisti sia il più alto in percentuale?
Possibile che tutti i non votanti gli vada bene che ci sia sempre i soliti ad essere votati? Perché non sono andati a votare quando han avuto la possibilità di votare persone incensurate ed non iscritte a nessun partito?
Ma allora siamo un popolo di dementi o di masochisti?
Capisco benissimo i commercianti, industriali, lavoratori autonomi, dentisti, ecc. che votano a destra, ma in Italia la maggioranza non è di queste caste e con questi ideali da portafoglio pieno e dalle t....e facili.
Cosa mi manca per capire?
Ma vale le pena capire?

Danilo Marcucci Commentatore certificato 10.02.10 23:00| 
 |
Rispondi al commento

Si con Tonino sempre la situazione e` troppo marcia non possiamo sempre fare le verginelle mentre quelli si prendono tutto e anche di piu`!

walter corno 09.02.10 21:59| 
 |
Rispondi al commento

Presentate alla Corte d'Appello di Cagliari le firme raccolte a sostegno del referendum consultivo contro l'installazione di centrali nucleari e di siti per lo stoccaggio di scorie radioattive in Sardegna. Raccolta di firme, promossa da Sardigna Natzione assieme alla collaborazione del Social Forum, la CSS, il comitato NoNuke e tanti cittadini de su populu Sardu che hanno contribuito in tutti i paesi della Sardegna a raggiungere oltre 16000 firme.

MARIO FLORE, Elmas Commentatore certificato 09.02.10 21:12| 
 |
Rispondi al commento

Mi sembra che in Italia il politico più pulito puzzi di M£RD4!

Ernesto De la Serna, Havana Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.02.10 16:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Chi paga la crisi economica?
Si parla di rientrare con le spese nei Paesi a rischio debito e quali saranno i tagli se non quelli al sociale ed a scapito di una situazione già di per sé grave.
Vengono elargiti aiuti ad aziende private con soldi pubblici per poi vederle espatriare in cerca di più alti profitti.
E nel frattempo che i lavoratori sono soli e senza voce ancora si contano i voti per spartire quel che rimane della carcassa!
Vaffanculo!

filippo l. Commentatore certificato 09.02.10 12:19| 
 |
Rispondi al commento

Dopo aver letto un po di commenti ... ci dobbiamo ricordare che anche i grandi sbagliano !
Montanelli ricordo ( e chiedo conferma a Travaglio ) che molte volte disse mi turai i naso e votai il meno peggio , ecco l'errore ogni volta il peggio aumenta e il meno peggio prende il suo posto fino ad arrivare a come siamo ora e si continua nella stessa direzione alla fine resterà Toto Riina ? ( ma forse è gia il meno peggio )

tino p. Commentatore certificato 09.02.10 11:23| 
 |
Rispondi al commento

La prima mossa è Agire! .....non subire.....http://giannigirotto.wordpress.com/agisci/

Gianni Girotto, Saletto di Piave (TV) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.02.10 10:49| 
 |
Rispondi al commento

IMOLA 09/02/2010
CARI AMICI,il puzzo inquina l'aria, non sono le polveri sottili sono gli odori della CASTA,siamo alle comiche, non ci sono trasparenti di sinistra ho di destra sono putrefatti da ambo le parti.
QUANDO c'è una persona informata dei fatti che parla immediatamente insorgano con la loro artiglieria pesante infangando tutto, pensate feltri uomo pagliaccio va ad inontrare BOFFO UOMO TRUCIDATO dal faslso feltri portando con se un omicolo indegno di esistere come giornalista FARINA allias BETULLA SERVO DEL POTERE.
IL CENTRO DESTRA che insorge infangando ulteriormente la magistratura perchè sta portando alla luce porcate commesse dai putridi contro lo stato.
LA SINISTRA che galleggia come una barca abbandonata alla forza del vento.
LORO LA CASTA UNITA E CONSORZIATA nell'abbattere tutto ciò che la puo danneggiare nei suoi inciucci, ora che nel marasma generale PURE LA CHIESA dimostra il suo patume,se non insorgerà il popolo PER DARE UNA VIRATA HA TRECENTOSESSANTGRADI, codesti mostri della politica ci porteranno dritti alla dittatura.
IL FUTURO è veramente nero sempre più fabbriche chiudano, sempre di più poveri, mentre loro sempre più ricchi e non contenti si aumentano pure il ricco stipendio, loro non hanno più vergogna di niente il tutto gli è dovuto, NOI DOBBIAMO DIRE BASTA, LI VOGLIAMO TOGLIERE DAL POTERE, LI VOGLIAMO FAR VIVERE CON 600 EURO AL MESE E CHE SI PAGHINO PURE I LORO PREVILEGI.
ITALIANIIIIIIIIIIIIIIIIIII SVEGLIAAAAAAAAAAAAAAA
SALUTI GIUSEPPE TONNINI

GIUSEPPE TONNINI, IMOLA Commentatore certificato 09.02.10 10:06| 
 |
Rispondi al commento

Il sindaco De Luca non è in grado di risolvere il proplema di un suo cittadino che gli chiede aiuto come può risolvere i problemi della regione? Ho chiesta aiuto al Sindaco perchè erano 12 anni che aspettavo i benefici di legge dall'ufficio scolastico provinciale di Salerno. Sapete che cosa mi ha risposto Lui che fà tanto il difensore di tutti. Bè vi lascio immagginare Lui aiuta solo i carrozzoni che gli portano voti soldi non sò ciao Prof. Giuseppe D'Ambrosio http:societecultura.sitiwebs.com

Giuseppe D'Ambrosio Societa e cultura (cere), Salerno Commentatore certificato 09.02.10 07:43| 
 |
Rispondi al commento

Infangano Di Pietro xkè hanno paura...troppa paura ........degli onesti come lui!!!!!al suo posto siccome è immacolato non sarei andato a giustificarmi con nessunooooo!!!!Se anke non fosse immacolato sarebbe una nanoparticella ,in confronto al nano, ciò k potrebbe macchiarlo!!!!!!!!!

adriana donzelli 09.02.10 00:57| 
 |
Rispondi al commento

oronzo pacifico, rapolla (pz)
Oronzo fatti coraggio per tutti c'è un raggio di sole

Mirella B. Commentatore certificato 08.02.10 23:00| 
 |
Rispondi al commento

per luca popper ........popper mangia la minestrina se no ti si fredda.......

Verbal C. Commentatore certificato 08.02.10 21:57| 
 |
Rispondi al commento

Ho visto e sentito il sindaco di Salerno. Mi ha fatto una bruttissima impressione. Lancia strali a destra e sinistra e insinua che chi paga per ascoltare Grillo e' un povero grullo. Chi va ad ascoltare Grillo, paga perchè vuole, mentre per pagare lui e i suoi comnpari i soldi ci vengono prelevati. Se abitassi in Campania, me ne guarderei bene dal votare una simile persona

regina effe Commentatore certificato 08.02.10 21:05| 
 |
Rispondi al commento

Quante cavolate. Lo dico perchè ci sono anche cittadini favorevoli alla base americana, alla tav e al ponte che non devono manifestare per dire sì.
Fra tutte queste cose, la cosa più utile è la TAV (in Francia è molto più sviluppata e questo tratto di Val di Susa si collegherebbe alla To-Mi).
Sulla base americana non mi pronuncio. Non so com'è la situazione ora: se vogliono raggruppare alcune basi intorno a Vicenza o se, come mi pare, debbano farne una per i militari ora di stanza in Germania. Sicuramente, i cittadini dovrebbero votare a riguardo!
Ponte: in Sicilia c'è molto di meglio da fare: strade e ferrovie! Questa è un'opera solo per Berlusconi per entrare nella storia, anche se spero che nel futuro, nei libri di Storia, lo si nominerà per i soldi evasi e i mille processi e le amicizie pericolose! Inutile dire la pericolosità di questo ponte in un'area cosi fortemente sismica che, tra l'altro, non aiuterebbe di certo i messinesi, lontani tantissimi km dal ponte!
Tav: a me non dispiacerebbe da Torino poter arrivare a Lione e Parigi in poco tempo, basta che fra 20 anni non vogliano fare un'altra linea coi treni a levitazione magnetica come in Giappone. "Strano" che in Italia non ne parlino, facendoci credere che la nostra TAV sia il non plus ultra!

Danx Comix 08.02.10 21:04| 
 |
Rispondi al commento

Dai ragazzi! Continuate così! Al governo deve andare chi ha voglia di fare, non chi ha voglia di restarci per sempre!

Riccardo Tiddi 08.02.10 20:55| 
 |
Rispondi al commento

Al peggio non c'è limite...
De Luca "diversamente onesto" & Carfaglia "diversamente santa" da Salerno alla conquista di Napoli.

CHI CAZZO LI SCEGLIE I CANDIDATI.

ORMAI CALDORO (Ex socialista .. e ho detto tutto) HA GIA' VINTO. Napoli e la sua provincia 3,4 milioni di abitanti su un totale di 5 milioni NON VOTERA' MAI DE LUCA

esposito g. Commentatore certificato 08.02.10 20:10| 
 |
Rispondi al commento

NE' IL GESTO NE' NEL CONTESTO

Che importanza ha se quello che faccio ha un'alibi generico.
Se non rispetto il contesto per la sostanza. Qualcuno mi spieghi che differenza passa tra uno che fa qualcosa controlegge per salvare operai e lavoro e qualcuno che cerca di modificare la legge perchè è convinto di fare qualcosa che salverà milioni di posti di lavoro.
Non se ne esce più. Ogni gesto diventa scusabile data l'importanza del contesto.
In questo modo le stragi di stato diventano accettabili, e difatti il popolino le ha digerite, a forza di purghe.
Non è la questione di essere duri e puri, ma scegliere il percorso.
Nella demonizzazione di una persona o di un pensiero non c'è nessun percorso.
Se quello che si cerca è il potere, macchiavelli è perfetto ,ma il risultato non cambierà la sostanza.
C'è una legge in fisica che dice che ciò che avviene una volta è quasi sicuro che avverrà 2, 3, e via andare.
Solo su ciò che non avviene c'è la speranza che mai accada.

Oggi si và con dipietro che và con bersani che è il culo della camicia di baffetto furbetto.
Non è essere duri e puri, ma non fare delle schifezze che saranno da nuovo viatico per domani.
Saluti

sandro ceccato 08.02.10 19:33| 
 |
Rispondi al commento

FUCK ! FUCK ! FUCK ! FUCK !

Personalmente Di Pietro è l'unico politico italiano dal quale acquisterei una auto usata senza la minima preoccupazione che mi venderebbe un cattorcio, una auto rubata ecc.

Non condivido il suo accettare De Luca, ma sapeste quanti migliaia di 'accettazioni' fatti dal PDL / PD non condivido!

E ai dettrattori di Di Pietro .... quale sarebbe una soluzione migliore ?

Moh.... chi in italia non ha capito che Di Pietro è la UNICA soluzione ragionevole - fino ad oggi - fa parte di quelli che hanno lavoro, hanno case, stanno bene e se ne fottono di come il vostro paese sta finendo nella merda.

E una cosa è certa - l'Italia sta finendo nella merda non a causa di Di Pietro.

SVEGLIATEVI !

Keyser Soze

Keyser Soze 08.02.10 17:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

grandi ragazzi!!! in attesa del candidato del PD-L...devono scegliere quale mafioso candidare, e ci sono molti pretendenti, naturalmente...noi intanto vinciamo le elezioni ahahah....basta un consigliere, no? e allora è fatta!

Simone D., Trieste Commentatore certificato 08.02.10 17:29| 
 |
Rispondi al commento

Non ne posso proprio più. Sono arrivato al capolinea. Basta. Con mia moglia stiamo decidendo di traferirci all'estero. Stiamo pensando di andarcene in Groenlandia. Farà freddo, ma almeno sono talmente lontano da questo Paese che prima di intraprendere il viaggio per di tornarci, ci penserò 2 volte. Vi assicuro che certo non monterò una parabola per vedere cosa succede in questa Nazione in cui governano i magnacci, le prostitute, i mafiosi, i ladri e chi ne ha più ne metta.
Ma di Masaniello nessuno ne ha mai sentito parlare?

Sergio L. 08.02.10 17:12| 
 |
Rispondi al commento

approvo il commento di Tinazzi ma non sono ancora convinto che i grillini siano tutti così.
A quando i numeri sugli iscritti? vorrei sapere qualcosa in più sulla selezione dei candidati.
poichè siamo pochi e vorremmo ribaltare a n/s favore un rapporto estremamente per noi sfavorevole dobbiamo unicamente selezionare dei veri e propri "eroi" un saluto a tutti

giuseppe brizzi, roma Commentatore certificato 08.02.10 15:57| 
 |
Rispondi al commento

Ripensando ad un certo Silvio. Mica si saranno dimenticati di lui?


Mary Kay Letourneau Redux?
Autumn Leathers, 24, a teacher from Frostburg, Md., has been charged with having a sexual relationship with a 16-year-old student. The affair allegedly began when he was 15.
(Courtesy Allegany County Criminal Investigation Unit)

Ludovico A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.02.10 15:54| 
 |
Rispondi al commento

Il nuovo porto turistico di Fiumicino sara' pronto in 60 mesi e le opere a mare saranno realizzate nel giro di 40 mesi.

Lo ha reso noto Francesco Bellavista Caltagirone, presidente dell''Acqua Pia Antica Marcia', nel corso della cerimonia per la posa della prima pietra.

Il presidente dell'Acqua Pia Antica Marcia, gruppo che realizzera' il nuovo complesso, ha sottolineato il sostegno ricevuto dal governo e dagli enti locali: Regione Lazio, Provincia di Roma e Comune di Fiumicino. E lo stesso Caltagirone ha rivolto un particolare ringraziamento agli istituti di credito che hanno sostenuto il progetto e, in particolare, a BancaIntesa e a Unicredit.
Il nuovo complesso e' destinato a diventare il piu' grande porto turistico d'Europa. L'opera comprende 4 darsene principali, 1.445 posti barca, piu' altri 200 per la 'darsena della salute'. E' poi previsto un cantiere nautico di 10mila metri quadri con una darsena di 80 posti barca. Il nuovo porto avra' 3.400 posti auto e 460 box, due yacht club, un albergo con spa e centro congressi. Sono poi previsti edifici ad uso direzionale, commerciale, residenziale, foresteria e suites. Il tutto circondato da 80mila metri quadri di aree verdi. Nel progetto e' anche previsto il restauro dell'antico faro e la realizzazione di una torre di controllo e di una chiesa. La nuova struttura si rivolge ad un target di imbarcazioni medio-grandi: dei 1.445 posti barca previsti, piu' di 400 saranno destinati ad imbarcazioni di oltre 18 metri.


Politici, divi dello spettacolo e importanti manager. Tutti riuniti all'hotel Heden a due passi da via Veneto, ai Parioli di Roma per festeggiare la posa della prima pietra del nuovo approdo turistico di Fiumicino realizzato dall'imprenditore Francesco Bellavista Caltagirone.

Un preludio gastronomico mondano apprezzato da numerosi esponenti politici ed economici, come Giancarlo Galan, governatore del Veneto e Giulio Andreana di Publitalia. Dalla stilista Carla Fendi ai banchieri Gaetano M

Rosa Camuna Commentatore certificato 08.02.10 15:33| 
 |
Rispondi al commento

???

Rosa Camuna Commentatore certificato 08.02.10 15:12| 
 |
Rispondi al commento

De Luca e' amato a Salerno nn per clientelismo ma perche' è un ottimo sindaco. E' una persona per bene.
Andate a Salerno, chiedete ai salernitani cosi' vedete cosa ha fatto: il centro storico era degradato e pericoloso, adesso e' un fiore all'occhiello della citta: isola pedonale, locali e negozi.
E' da prendere esempio per un sacco di sindaci...

n a 08.02.10 15:06| 
 |
Rispondi al commento

*
**
***
Noto che Di Pietro ha dei buoni "ghost writers".
Ultimamente ha usato due accostamenti "classici" che certo non sono farina del suo sacco.

"Ho portato la mia nave in porto ..."
Ricorda tanto Dante quando dice "nave senza nocchiero in gran tempesta"(riferendosi all'Italia).)

Il Tonino ritiene evidentemente di essere lui il "nocchiero" che con la sua "nave" (io direi meglio barcone, più appropriato, perchè pieno di naufraghi), supererà la "gran tempesta".
Peccato che ci sono "nocchieri" di lungo corso che la "gran tempesta" l'hanno affrontata e l'affrontano, ma finiscono sempre sugli scogli.

L'altro riferimento è a Cincinnato.
"Finita la mia opera, mi ritirerò nella mia masseria"....

Qualcuno ha già scritto: ma vacci subito! Se
abbiamo bisogno ti chiamiamo.

Credo che questo signore, grazie anche all'apporto di entusiasti quanto ciechi sostenitori, ritenga effettivamente di essere al livello di un Cincinnato.

Solo che non avendo letto di Storia Romana, non ha notato una differenza fondamentale: Cincinnato non era ambizioso.
***
**
*

Luca Popper, Milano Commentatore certificato 08.02.10 15:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

AVERSA. L'ex parlamentare Lorenzo Diana, insieme al figlio Gennaro, dirigente provinciale del Pd, passa all'Italia dei Valori di Antonio Di Pietro.

Ecco la nota ufficiale con cui i Diana sanciscono il passaggio nei dipietristi:

Alla luce di oculate e serie riflessioni, avviate per un netto disagio che da tempo avvertivo, ho deciso di lasciare il Pd. Respiro politica fin da bambino e dopo una lunga militanza nel Pci prima, nel Pds successivamente, nei Ds ancora poi e da ultimo nel Pd, ho ad oggi maturato la convinzione che non esistono più i presupposti per proseguire un percorso politico nel partito nato dalla fusione delle due vecchie culture dei due principali partiti che vi hanno concorso.

L’idea originaria del Pd, tesa ad abbattere gli steccati ideologici e ad andare oltre i partiti, si è rivelata col tempo del tutto falsa. L’entusiasmo iniziale, scaturito dalla discesa in campo di Walter Veltroni, aveva suscitato in me, come in tanti altri, la voglia di portare avanti battaglie difficili ma giuste in nome di valori, ispirati ai principi di democrazia, trasparenza e legalità in cui ho sempre creduto fermamente. Furono proprio queste le motivazioni che mi spinsero ad accettare la candidatura al 26 posto in lista alla Camera dei Deputati nelle ultime elezioni politiche del 2008 con grande spirito di servizio ed orgoglio.

Purtroppo nel tempo ho dovuto constatare che questi elementi di novità sono stati del tutto schiacciati dagli apparati, dalle nomenclature e dalle oligarchie di un partito, il Pd, che è finito col divenire verticistico, tagliando i rapporti e i collegamenti con la base e gli iscritti, sempre più disorientati e lasciati soli.

continua...

http://www.pupia.tv/caserta/politica/3279/lorenzo-gennaro-diana-passano-pietro.html

manuela bellandi Commentatore certificato 08.02.10 14:56| 
 |
Rispondi al commento

ORA

Ora si tratta di costruire "una via maestra" che possa portarci fuori da questa situazione critica i cui esiti potrebbero essere disastrosi. Anche se in questa "via" confluiscono stradine diverse tra di loro, l'importante è che le grandi linee siano condivise. Poi si tratterà di proseguire tutte insieme , e qui, forse, arriveranno le difficoltà; ma vale la pena di tentare.

Se sei ad un bivio importante:una strada è una palude fangosa, immobile e melmosa e l'altra è meno fetida e statica e comunque per un minimo " scorre", cosa fai? DEVI scegliere, non puoi aspettare un " deus ex machina" che ti risolva il problema, perchè nell'attesa rischi di invecchiare e di impananarti per sempre.

Bene la nostra scelta è il nostro VOTO.

marina s., roma Commentatore certificato 08.02.10 14:47| 
 |
Rispondi al commento

Matteo Fantuzzi

A VOLTE CERTI SGUARDI SONO ENORMI

A volte certi sguardi sono enormi,
Pertini aveva fatto le due guerre.
Sandro - il presidente che giocava a carte
sull'aereo dopo la vittoria dei mondiali
in Spagna - è stato partigiano, antifascista
ha visto il carcere, ha liberato Roma,
poi Firenze e infine fu a Milano.
ha visto tante cose, di quelle immagini
che restano per sempre nella mente,
ma certe sono troppe per chiunque
come quella sera che arrivò al Maggiore
e disse poco o niente.
«Lo stato d'animo mio voi
lo immaginate:
ho visto adesso dei bambini
laggiù nella sala di rianimazione
ma due stanno morendo ormai.
Una bambina e un bambino,
una cosa straziante».
I bambini non dovrebbero sapere
che cos'è il male o cosa sia il dolore
dovrebbero poter giocare ore sotto al sole
al fresco delle tende, o sulla spiaggia
e invece accade che qualcuno giaccia
sotto un peso grave, come quando
un vecchio corpo ti sovrasta
e strappa via l'infanzia in un sol colpo
e non è il male che ti fa soffrire
ma la paura per qualcosa che è impossibile
capire, e resti sotto un blocco
di cemento, solo, senza nulla,
e il puzzo ti entra dentro e non ti lascia:
sta nel sangue, ti si impregna nei vestiti
nel profondo, ti accompagna notte e giorno
pure nel procedere degli anni quando
d'improvviso
piangi nel silenzio perché tra gli altri
riconosci un suono, nella pelle.


http://masadaweb.org

viviana v., Bologna Commentatore certificato 08.02.10 14:45| 
 |
Rispondi al commento

*
**
***

Mafia:Cassazione,effetti ex-Cirielli - Reati aggravati passano da tribunale a Corte d'Assise da 2005 - ANSA 08 febbraio, 14:38.

ROMA, 8 FEB - Forse il legislatore con la ex Cirielli non si e'accorto che i reati di mafia aggravati sarebbero passati dal tribunale alla Corte d'Assise. Lo sottolinea la Cassazione nella sentenza con la quale ha stabilito (legge ex Cirielli) la competenza della Corte d'Assise, anziche' del tribunale, per reati di mafia aggravati da circostanze come l'associazione armata e il finanziamento del clan con il profitto di delitti. E' dal 2005 che la competenza e' della Corte di Assise'.

***
**
*

Carlo L., Ravenna Commentatore certificato 08.02.10 14:45| 
 |
Rispondi al commento

cara rosa camuna(o scimmia smidollata)..

vai ad approfondire e studiare tutta la merda che trabocca da quel mafioso piduista del tuo caponano..

digli da parte mia che ha processi pendenti da decenni e canali televisivi fuori legge!

ps FATTI PROCESSARE CODARDO MAFIOSO!!!

Hux WS Commentatore certificato 08.02.10 14:41| 
 |
Rispondi al commento

uesta botta non ci voleva, l'IdV era in calo ma questa scelta infelicissima di Di Pietro di appoggiare uno come De Luca è scellerata.
Io riesco anche a capire i fan di De Luca. Sono stata a Salerno negli anni 88-90 e il quadro della città era desolante: un sudiciume diffuso dappertutto, un senso di oppressione e miseria morale che faceva male al cuore, e la spiaggia che dava su uno dei più bei mari d'Italia immersa in un muro lunghissimo di immondizia, uno scenario da terzo mondo. Non conosco Napoli e le sue campagne ma immagino che il governo scellerato di Bassolino e Iervolino, sostenuto fino all'ultimo contro ogni ragionevolezza, dai capi del Pd, sia simile. Sporcizia, abbandono e squallore, mentre prosperano collusioni di politici con camorristi, clientelismo e malaffare. Immagino che a Salerno un sindaco che rimuove i rifiuti e ripulisce le strade sia una benedizione, poi se uno le speculazioni immobiliari o il termovalorizzatore da 500.000 t ola spregiudicatezza non li vuole vedere, sarà cieco.
In realtà lapulizia è quanto dovrebbe fare ogni sindaco appena appena decente che si rispetti. E non è nemmeno vero che la raccolta differenziatadi De Luca ponga Salerno al top d'Italia. E' 11a, segnando comunque un buon recupero. Ma basta questo a dire che De Luca è un buon sindaco? Io credo che le valutazioni debbano essere anche altre, sennò dovremmo dire che Mussolini era da votare perché con lui i treni erano in orario e ha fatto le fogne e le bonifiche.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 08.02.10 14:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

*
**
***


Mondadori: sale al 100% Mondolibri
Acquistato il restante 50% per 6,75 milioni di euro 08 febbraio, 13:55

(ANSA) - MILANO,8 FEB - Mondadori ha firmato un contratto con DirectGroup Bertelsmann per l'acquisizione del 50% del capitale di Mondolibri, salendo cosi' al 100%.Il valore dell'operazione e' di 6,75 milioni di euro. Mondolibri vende libri per corrispondenza ed e' un operatore di ecommerce. L'operazione, si legge in una nota, consentira' a Mondadori di acquisire il controllo esclusivo favorendo sinergie con la rete di librerie Mondadori e la gestione in autonomia di Bol.it, canale strategico per la vendita online.

Ma una persona "normale" che sa di dover restituite un bene illegittimamente acquistato e di dover pagare la mostruosa cifra di 750 milioni di euro d danni ingrandirebbe il bene stesso e ne aubenterebbe il peso sul mercato per poi doverlo restituire ??? Eppure ci sono ancora persone che credono che la "Sua discesa in Campo" l'ha fatta per NOI !!!! CELEBROLESI ecco cosa siete.

Italianiiii...siete Drogati dai culi e dalle tette delle sue sacerdotesse del mercimonio sessuale !!!!

***
**
*

Carlo L., Ravenna Commentatore certificato 08.02.10 14:33| 
 |
Rispondi al commento

Altro che mozioni anti-familismo: Tonino benedice l’Idv dei parenti

«non è giusto che i parenti siano discriminati dentro il partito, giusto è invece che i parenti non vengano assunti nelle istituzioni solo perché sono cugini o fratelli». Tradotto: mogli, fratelli, figli e affini stiano tranquilli, potranno continuare ad essere candidati. E dalle prime file annuiscono concordi Cristiano Di Pietro, il figlio del leader e consigliere provinciale a Campobasso (candidato blindato per la Regione Molise al prossimo giro), Gabriele Cimadoro, deputato e cognato di Di Pietro, Ivan Rota, deputato e cognato di Cimadoro, Patrizia Bugnano, senatrice e moglie di Andrea Buquicchio, coordinatore Idv del Piemonte e capogruppo in Regione.

Via libera ai parenti in lista (basta che poi non vengano assunti per chiamata diretta dagli eletti), e infatti alcuni già si scaldano ai blocchi di partenza per le Regionali. Uno è (ma è ancora un’indiscrezione) il figlio dell’onorevole Gaetano Porcino: probabilmente in corsa per la Regione Piemonte. In pista anche la compagna dell’onorevole ligure dell’Idv Giovanni Paladini, la bella Marylin Fusco, già piazzata come capogruppo al Comune di Genova, candidata non eletta al Parlamento europeo ora in corsa per la Regione Liguria. Per lei si parla anche di un posto da vicepresidente della Regione promesso dopo l’accordo col Pd del governatore uscente Burlando.
Altri intrecci parentali emergono alla periferia, nei piccoli centri di potere che sono i coordinamenti provinciali o regionali.

A Varese, per esempio, comanda il coordinatore Idv Alessandro Milani, prossimo candidato dell’Idv in Regione Lombardia, un fervente dipietrista. Così fervente che la passione politica è dilagata anche in casa sua. Risultato: la politica è entrata nelle mura domestiche e i parenti sono entrati in politica. La moglie di Milani, Vilma Borsotti, è stata candidata (ed eletta) al consiglio provinciale di Varese, mentre la figlia di Milani è diventata tesoriera del

Rosa Camuna Commentatore certificato 08.02.10 14:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe, tu che sei un comico, mi spieghi perchè un personaggio come Di Pietro possa essere anch'egli un voltagabbana?
Com'è possibile che un uomo integerrimo come lui, che per anni ha perseguito la politica del Parlamento pulito, solo perchè il congresso del suo Partito è colluso con il PD, anzichè dire no, piuttosto che con gli indagati, "vo' via", cambia strategia e si allinea al PD?
In che cazzo di paese siamo? Dobbiamo per forza fare la Rivoluzione francese? Sarebbe senz'altro quella italiana, pertanto "aum aum".
Come aricazzo si fa a sgrullarsi dalle palle questi inetti, corrotti, infami, mafiosi, e chi più ne ha, più ne metta. Questo Stato, clerical-fascista, ci ha rotto i coglioni!!!!
Dacci una "calla" (romanesco puro) per favore; facci uscire dall'inferno cui costoro ci hanno infilato!!!
P.S. Il Sen. Marino, a RAI 24, ha cercato di mettere alle corde il Ministro della Sanità e c'era quasi riuscito; poi, quest'ultimo, con un guizzo terrificante, ha rivoltato le carte in tavola e, non rispondendo affatto a quanto domandato, ha detto che la risposta del Governo al testamento biologico(non sua, quindi), era la posizione ufficiale berlusconiana di lecca culo al Vaticano.
Che schifo!!!!
Viva il V day

Maurizio Bonardo 08.02.10 14:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

11 febbraio :

La guida spirituale di Teheran annuncia: "L'Iran sferrerà un cazzotto tale all'arroganza dell'Occidente che lo lascerà stordito". La promessa per il giorno in cui cade l'anniversario della Rivoluzione

qualcuno mi sa dire se i loro missili riescono ad arrivare sopra il po o si fermano al sud ?

Rosa Camuna Commentatore certificato 08.02.10 14:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non mollate, porca miseria.
Dobbiamo fare pressione se vogliamo un rinnovamento.
Non vi daranno un CAZZO se non fate pressione.
Bisogna fargli pesare che se non cambiano non prenderanno più un voto.
Ci andiamo noi al loro posto!
Lo stesso dovrebbero fare quelli della Lega e del PDL.
Anche se sono venduti per 100 euro!
Se poi 5 stelle salta fuori che c'è da chiudere un occhio.
Allora chiudete gli occhi e tappatevi il culo.
Spero sia chiaro cosi.

Saluti

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 08.02.10 14:00| 
 |
Rispondi al commento

A Bossi che gli frega della privatizzazione dell'acqua? Per lui è importante che non privatizzino il cortisone.

Pace e Bene

Luca Popper, Milano Commentatore certificato 08.02.10 13:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

forse non avete capito la gravita' della situazione Italiana...

persino Vendola, ha corteggiato Casini in Puglia fino alla fine...

a Bari,il Sindaco Emiliano governa con l'UDC e questo avviene in molte Citta' e Province...

perchè?????...

perchè, nonostante le dichiarazioni dei pentiti,il lodo Alfano,le escort,lo scudo fiscale,la crisi economica,la Lega & co....

il PDL a livello nazionale è intorno al 38% e la Lega con il 10% è quasi padrona del Nord....

MEDITATE...


p.s


altrimenti,teneteVi senza lagnarsi...

Berlusconi...
Bossi...
Tremonti...
la Gelmini..
la Carfagna..
la Brambilla..
Rotondi..
Gasparri..
Cosentino..
Calderoli...
Alfano..
Schifani..
Cicchitto..

e non fidateVi di Fini...

è solo un trasformista opportunista, che tiene in piedi il Governo,solo per la Sua carriera politica...

invece Noi, continuiamo a discutere di "lana caprina",mentre Berlusconi e la Mala, si mangiano l'Italia....

SVEGLIA!!!!!

ricordo benissimo, quando Beppe alle Politiche 2008,ci invito' al NON VOTO...

consegnammo,insieme alla Sinistra, l'Italia a Berlusconi e alla Lega....

yes we can...

ENZO D., BARI Commentatore certificato 08.02.10 13:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

rai tre di ieri :

ma nessuno dice nulla dell'acqua del nord ?

forse perche' gestita da quei ignorantoni montanari xenofobi dei leghisti ?


ad arezzo... un ex sindaco rosso, sembra che i privati dell'acqua in cambio della gestione .. gli abbiano pagato la campagna elettorale.. ovviamente caricando i costi finali sui cittadini , maggior parte votanti a sinistra

lasciamo perdere il sud: quello e' un'altro mondo

Rosa Camuna Commentatore certificato 08.02.10 13:46| 
 |
Rispondi al commento

ragazzi, dopo aver rimuginato per qualche giorno, come mio solito, vi fornisco il risultato delle mie elecubrazioni, non hanno la pretesa di essere la verità assoluta, non hanno la pretesa di convincervi, essendo poco convinta anch'io, fatene l'uso che ritenete opportuno, sapendo che hanno percorso una lunga strada, sono partite dai sogni della giovinezza del "tutto e subito" e "siate realisti, chiedete l'impossibile", e sono naufragate in questa palude mefitica e puzzolente in cui oggi stiamo affondando tutti, noi con i nostri sogni ancora intatti, e quelli che non sognano più, o peggio, non hanno mai imparato a sognare.
de luca sì, de luca no, di pietro sì, di pietro no, pd sì, dp no, dp-l sì, pd-l no.... che papere!! che due maroni!! che dupalle!! che scassament!!!
ci vogliamo o no liberare dal nano? vogliamo o no ricominciare ad avere qualche speranza? l'unione fa la forza, si dice da secoli, qualcosa di vero ci sarà, ricordiamoci la lezione dei nostri padri e dei nostri nonni, hanno unito le loro forze per liberarsi del fascismo e della dittatura, uomini con culture, fedi, convinzioni, stato sociale, interessi diversi e a volte contrapposti, ma sono riusciti nell'intento.
il dopo non è stato all'altezza delle speranze? di chi la colpa? di quelli che non hanno vigilato abbastanza? di quelli che hanno calato subito le braghe? di quelli con un secondo fine? dei riciclati? di quelli che gli hanno permesso di riciclarsi?
credetemi, in guerra si può chiudere qualche occhio, ma è nel dopoguerra che bisogna tenerli belli aperti. e allora, arriviamoci, al dopoguerra!!

liliana g., roma Commentatore certificato 08.02.10 13:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Peccato che queste cose le dicesse anche il fu umberto bossi, cara rosa analfabeta, prima di diventare un ectoplasma bavoso e venduto a corleone...

voi leghisti siete proprio all'apice dei pigliainculo

Giorgio Cigolotti Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.02.10 13:45| 
 |
Rispondi al commento

segue seconda parte
La notte del 5 tutti i delegati di ciascuna Regione si sono riuniti per discutere se appoggiare o meno le indicazioni del nostro Presidente (la 4).E' stata una serata con discussioni tumultuose con tutti i pro e contro e valutando la figura di De Luca quale amministratore e verificando le ipotesi accusatorie in base alle informazioni disponibili, e cioè che non vi era nessuna accusa di interessi personali nella vicenda. Alla fine si è convenuto, a maggioranza, che solo il processo potrà stabilire se tali azioni di DeLuca e di tutta la sua Amministrazione hanno violato la legge per tutelare 200 operai licenziati messi su una strada. Si è deciso di assumerci la corresponsabilità della scelta e di sostenere uniti le indicazioni di Di Pietro e della maggioranza dei dirigenti di partito. E' stata una scelta ragionata e non spinta da fattori emotivi, consapevoli degli attacchi che sarebbero arrivati, chi in un senso, chi in un altro e che molto probabilmente ci sarà un costo in termine di voti. Ma abbiamo deciso in 3600 guardando al di là delle scadenze, preparandoci come Alternativa per un Nuovo Governo alla battaglia del 2013. Altro che barzelletta.Cosetta Sartori - IdV Padova

cosetta sartori 08.02.10 13:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vuoi guadagnare? clikka il link in basso

www.upbux.com/?r=spotter78

www.upbux.com/?r=spotter78

www.upbux.com/?r=spotter78

Alberto C., Roma Commentatore certificato 08.02.10 13:43| 
 |
Rispondi al commento

Per chi non c'era, per chi crede che i delegati abbiano agito da "pecore", per chi, come Peter Gomez pensa che l'acclamazione sia stata una barzelletta, porto una testimonianza: Io sono una dei 3600 delegati presente alla tre giorni del primo Congresso dell'Italia dei Valori. Siamo sempre stati accusati, a prescindere, di essere dei giustizialisti manettari, incapaci di discernimento. Abbiamo dimostrato il contrario!! Antonio Di Pietro, il pomeriggio del 5, ci ha chiaramente detto di essere in una fase "dilaniante" e ci ha spiegato che le ipotesi erano quattro:1)Dire NO e proporre un nostro candidato per la coalizione.L'unico in grado di poter rappresentare IdV in Campania è De Magistris. L'abbiamo chiesto e il neo deputato parlamentare non si è reso disponibile, per delle ottime ragioni s'intende.2) Dire No e andare da soli con un nostro candidato e comunque non avere, alla fine, la maggioranza, consegnando la Campania ad una protesi del condannato del PDL con richiesta d'arresto che il parlamento s'è ben guardato di concedere. Vedi, comunque, le motivazioni di cui sopra.3)Dire SI, senza condizioni, creando una frattura all'interno degli elettori IdV, che non avrebbero capito .4)Dire SI, con precise condizioni che il candidato del PD doveva assicurarci.La notte del 5 tutti i delegati di ciascuna Regione si sono riuniti per discutere se appoggiare o meno le indicazioni del nostro Presidente (la 4).E' stata una serata con discussioni tumultuose con tutti i pro e contro e valutando la figura di De Luca quale amministratore e verificando le ipotesi accusatorie in base alle informazioni disponibili, e cioè che non vi era nessuna accusa di interessi personali nella vicenda.
segue

cosetta sartori 08.02.10 13:43| 
 |
Rispondi al commento

Più leggo rosa camuna (e le sue varianti) e più mi convinco che, se si facesse l'elettroencefalogramma del blog, i commenti dei leghisti sarebbero i picchi che sfiorano lo zero assoluto!

Ma del resto è così: ad ognuno i problemi che il suo cervello può gestire...perchè cercare di mettere in una testa piccola grandi idee?

Meglio lasciarli alle prese con quanto comprendono: cioè se è più alla moda il burqa, il velo delle suore, il cilicio o l'intimo paralizzante di luisa corna!

con un po' di ritardo 08.02.10 13:42| 
 |
Rispondi al commento

Massimo Ciancimino ha consegnato durante la sua deposizione al processo Mori nell'aula bunkler dell'Ucciardone a Palermo una lettera che il padre, l'ex sindaco mafioso di Palermo, Vito, scrisse a Berlusconi "per conoscenza". I pm hanno chiesto di acquisirla e il Tribunale ha accolto la richiesta. La difesa non si e' opposta.

le studiano tutte, ma non gliene va mai bene una!!

Rosa Camuna Commentatore certificato 08.02.10 13:40| 
 |
Rispondi al commento

Quali sono i commenti più votati?

Sempre i soliti con la claque!

Noncipossocredere!

E pensare che sono berlusconiani!

cettina d., isola Commentatore certificato 08.02.10 13:39| 
 |
Rispondi al commento

dedicata a te
tu che pur ammiri grillo per le giustissime ideee che ci propina
tu che nel contempo ammiri un certo di pietro che a suo tempo disse SI-TAV
TU che ammiri un certo DI PIETRO che disse
NO ad una commissione di inchiesta sui fatti tremendi del GI-OTTO di genova
tu che sebben grillino accetti che il di pietro
si allei in campania con un partito che
l'unica differenza con quel del pedonano ha una ELLE IN MENO
tu.dicevo e ribadisco
VA A FARE IN CULO

♫ fly ♫ fly, portorotondo Commentatore certificato 08.02.10 13:35| 
 |
Rispondi al commento

Una canzone per dire «sì» alla moschea
04 febbraio 2010

genova : Allude al digiuno islamico, ma anche al dialetto genovese dove Ramadan vuol dire gran festa, il video «Facciamo un Ramadan» realizzato da un gruppo di genovesi impegnati nel sociale e nella politica ( I PRATICA DELLE NULLITA' CHIC NULLAFACENTI IDEOLOGIZZATI BUONISTI E SINISTRI, VISTO CHE CI SIAMO METTIAMO ANCHE L'ATRO MALE ROSSO: SINDACATI) e presentato stamani presso la Comunità San Benedetto in via Buozzi.

«Facciano un Ramadan», realizzato da Carlo Besana. Sergio Gibellini, Vito Carlucci, Ivan Foglino ed Enrico Testino, dura tre minuti e mezzo e riadatta la canzone “Ramaya” di Afric Simone del `75, con il ritornello «Ohh facciamo un ramadan cristiani e mussulman» e frasi a favore della costruzione di una moschea a Genova come «e se prego per la via arriva subito la polizia. Occorre un posto per farmi pregar e chi se ne frega se la Lega dice qui non si fa».

E...SCOMMETTO CHE NESSUNO HA MESSO UN'EURO DI TASCA PROPRIA

Rosa Camuna Commentatore certificato 08.02.10 13:34| 
 |
Rispondi al commento

Il compromesso, che non è la mediazione, è un volo a planare che, inevitabilmente, finisce con una picchiata disastrosa!

sancho . Commentatore certificato 08.02.10 13:23| 
 |
Rispondi al commento

ITALIA VITTIMA DELL'...

Tutti sappiamo. che la mafia non esiste, Bruscoloni è sceso in campo perchè gli è comparsa la madonna in sogno e, ultimamente, l'ha pure baciato. In compenso esiste una opposizione compatta decisa, ricca di ideologie e buone intenzioni che possono diventare serie alternative a quelle del governo in carica.

Siamo arrivati al punto in cui non c'è niente da perdere. Abbiamo ormai perso tutto. Governo (nel senso nobile del termine non come componente politica usurpatrice di una posizione dominante) e Opposizione (nel senso di componente politica che ha visioni gestionali di un paese alternative al governo in carica).

Costruire una alternativa culturale, ideologica capace di garantire un serio incarico istituzionale è una prorità del nostro paese.

OPPIOSIZIONE.

By Gian Franco Dominijanni


Dire che forza italia è nata da un patto scellerato con la mafia è estremamente riduttivo:

Forza italia è nata da un patto scellerato tra la prima e la seconda repubblica...

Ad officiare le nozze dall'altare, nel solito abito bianco, gli inculabibi di turno!

Invitati alla cerimonia: dal lato dello sposo

la mafia, la camorra, la ndrangheta, la sacra corona unita, il banditismo sardo,la P2, le lobbies bancarie ed industiali, l'editoria prezzolata, la cia, il kgb, i servizi segreti deviati, la banda della magliana e la uno bianca.

Dal lato dell'altro sposo (trattavasi di nozze gay...ma in questi ambienti mica si sottilizza) sedeva giuliano ferrara, solo, che occupava, specularmente alla fila opposta, fisicamente ed ideoligicamente tutti i posti disponibili

Testimoni di nozze, previti, pacifico, letta zio&nipote.

Particolarmente apprezzata la piccola paggetta emma marciaguallera che ha portato gli anelli all'altare

Fuori alla chiesa un popolo di coglioni che gridava, come sempre in passato, e sempre in futuro: viva gli sposi!

con un po' di ritardo 08.02.10 13:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LA PRIMA MOSSA

Volevo sottolineare a quanti continuano a perseverare in questo spazio i pensieri IDV che questo non è il Blog di Di Pietro e che il movimento ha delle sue idee (e non sono pro berlusconi solamente perchè costrastano quanti sfruttano la corrente).

Sarebbe ora di rispettare questo spazio e quanti non trovano giusto ciò che accade.

Inoltre quando si commette un errore, sarebbe il caso di ammetterlo e non a tutti i costi difenderlo, descrivendo gli altri come ignoranti politicamente.

Se a Di Pietro va bene il candidato in Campania, fatti suoi (sbagliando, se uno è inquisito....) ma non venite a raccontarcela su come si fa politica, gli assetti, i numeri, ecc.., (guardare in Piemonte IDV, uso esclusivo di due famiglie da anni).

Francesco Ca, Torino Commentatore certificato 08.02.10 13:20| 
 |
Rispondi al commento

o si mangia 'sta minestra...
ma se si già che poi il retrogusto,anche scegliendo il menu della concorrenza non cambia,che fare?
http://www.youtube.com/watch?v=PbfdtA4gtQc

f 5 08.02.10 13:16| 
 |
Rispondi al commento

Il problema dell'italia e' che l'elettore medio di destra non va dallo psicologo.

Mi spiego.

Se a dire che i giovani sono bamboccioni e' un certo Padoa-Schioppa, questo diventa un "insulto della sinistra".

Se a dirlo e' il nanetto di Venesia, si tratta di una "verita' tenuta nascosta dal lassismo dei governi di sinistra che si sono succeduti per 50 anni".

Ecco, in queste 2 frasi semplici semplici c'e' tutta la rovina culturale del nostro popolo, tutta la tragedia di un paese che non si ricorda piu' quando era in grado di esprimere giudizi pacati e basati su fatti.

Solo uno psicologo, un BUON psicologo potrebbe mettere l'italiano medio di destra davanti alla sua tragedia.

Il resto sono pippe. Che destra e sinistra siano pari, lo sappiamo. Ma finche' non si riconosce il disastro culturale cosi' chiaro nelle persone che incontriamo per la strada (e non nei politici!), non si fara' un passo avanti.

el picafior


Fabrizio G (el picafior) Commentatore certificato 08.02.10 13:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

HO TROVATO SULL'ARCHIVIO DI CORSERA UN BELL'ARTICOLO DEL LONTANO '93...QUANDO TONINO ERA IL TERRORE DEI POLITICI CORROTTI:

sindaco PDS eletto a Salerno: decisivo il voto di un consigliere PSI arrestato per mazzette
si tratta di Vincenzo De Luca 44 anni, ex segretario provinciale del PDS. guida una giunta uguale alla precedente (PDS, PSI, PSDI e appoggio esterno del PRI)

------------------------- PUBBLICATO ------------------------------ TITOLO: Sindaco pds eletto a Salerno: decisivo il voto di un consigliere psi arrestato per mazzette - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - SALERNO . Per la prima volta nella sua storia Salerno ha un sindaco pidiessino. Si tratta di Vincenzo De Luca, 44 anni, ex segretario provinciale del Pds. E' stato eletto sabato, pochi minuti prima di mezzanotte, termine ultimo per evitare nuove elezioni. Guida una giunta uguale alla precedente (Pds, Psi, Psdi e appoggio esterno del Pri), che ha il vantaggio di un solo voto. Termina cosi' la crisi aperta il 23 marzo dalle dimissioni del psi Vincenzo Giordano, sindaco dal 1987, date in polemica con la Procura di Salerno che aveva aperto un' indagine sugli appalti comunali. Determinante, per l' accordo di sabato notte, la presenza in aula e il voto favorevole del psi Marco Siniscalco, arrestato qualche mese fa per corruzione e abuso di potere nell' ambito di un' inchiesta sul condono edilizio. Ma Siniscalco non era il solo presente con guai giudiziari: la seduta era presieduta dall' ex ministro psi Carmelo Conte, indagato per concussione nell' inchiesta sul dopo terremoto e indicato dal pentito Galasso, con il deputato dc Paolo Del Mese (anch' egli in aula), come referente della camorra. E c' erano anche, tutti inquisiti, gli ex assessori Michele Ragosta (Psi) e Fulvio Buonavitacola (Pds) e l' ex sindaco psi Vincenzo Giordano. Rossano Pecoraro


Pagina 5
(24 maggio 1993) - Corriere della Sera

pietro de simone1 Commentatore certificato 08.02.10 13:00| 
 |
Rispondi al commento

post 2...

la FORZA dei NUMERI.

certo,siete proprio ingenui...

come credete che si arrivi al 51%,con le chiacchiere...

è normalissimo allearsi con il PD,visto che comunque è una forza politica al 26%...

PDL al 35%..
Lega al 10%..
Destra/Forza Nuova/Mpa al 2%...

UDC al 7%...


Totale 54%.....


fino a prova contraria,mettendo da parte le chiacchiere...

IDV al 8%...
MLN al ??..4/5%
Sel+Prc+Pdci al 7%....

Bonino-Pannella al 2.5%..

PD al 26%.....

con questi numeri,dove andiamo????

http://elezioni.interno.it/europee/ET0.htm

p.s

bene ha fatto Tonino, ad accordarsi con il PD,come allo stesso tempo, De Magistris apre a Sinistra....

dov'è la novita' rispetto all'Ulivo di Prodi????...

primo,non c'è Prodi...

secondo,non ci sono Mastella e Dini..

terzo,la coalizione avrebbe l'IDV intorno al 10% e non al 4%, come ai tempi dell'Ulivo,

la Sinistra Unita torna al 7%....

e una nuova forza politica, il MLN al 4/5% ,entra a dare "un senso" al tutto...

cio' significa, una coalizione molto piu' MANI PULITE,spostata sui NOSTRI argomenti...

No al Nucleare..
Acqua pubblica...
Energie rinnovabili pulite..
Parlamento pulito...
Sanita' pubblica..
Scuola pubblica...

per fare questo, o cerchiamo di portare la parte buona del PD con Noi...

altrimenti,usiamo la forza???????????..


ENZO D., BARI Commentatore certificato 08.02.10 12:55| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |
Rispondi al commento
Discussione

La notizia che Forza Italia sia nata dal patto mafia-stato, è ovvia come l'omosessualita' di Malgioglio.

gian luca kiri, Torino Commentatore certificato 08.02.10 12:46| 
 |
Rispondi al commento

Siccome sono convinto che il fine non giustifica i mezzi.....l' IDV ha perso il mio voto, come a suo tempo l'ha perso il PD.
Ma come si fa ad appoggiare un inquisito , se fino a ieri , caro Tonino ,hai detto l'esatto contrario ?
Non esistono nè SE nè MA nè PERCHé , quando si ha una linea , la si segue fino in fondo , altrimenti la gente non capisce ,e si rischia di finire come il PD , che è un grande punto interrogativo .
Bene ha fatto DE Magistris a non accettare la cand
idatura per coerenza verso noi , e a dissentire sulla scelta di De Luca.
Per fortuna che qui in Veneto alle regionali c'è il MOV5S ,e so per chi votare !.
ciao Claudio

claudio cappellaro 08.02.10 12:44| 
 |
Rispondi al commento

Di Pietro ha l'accento molisani? Vivaddio è come vedere in tv il viso pulito di una ragazza senza trucco: un miracolo!
Una schifezza invece è sentir dire in perfetto italiano che mangano è un eroe,

Maria Pia Caporuscio, Roma Commentatore certificato 08.02.10 12:43| 
 |
Rispondi al commento

L'ideologia è peggio del tifo calcistico.
Infatti l'ideologia non concede che esistano avversari e nemmeno che si critichino i componenti della squadra.

filippo l. Commentatore certificato 08.02.10 12:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

i grillini lo hanno preso abbondandemente in culo da di pietro che si è alleato con l'"ostile PD-L".

L'unica domanda che vi potete porre è "ma la vasellina dell'antiberlusconismo è sufficiente a farmi sopportare QUESTA ULTERIORE inculata"?

Io, come ho scritto, sono un "post-grillino", travasato in Democrazia Atea (l'unica in italia a combattere il nemico primario: la cupola della cupola, cioè il cupolone)

anzi colgo l'occasione per coniare uno slogan:

"il primo che in CU-LO te lo PO-NE abita il CU-PO-LO-NE!"

Quindi sono fuori dai giochi ed aspetto solo che mi si butti fuori definitivamente, con tutti i miei commenti passati, e non un poco alla volta, come ha fatto finora fa lo staff censore di grillo


Bellandi che aspetti? Vuoi che io continui ad evidenziare la fallimentare operazione di Beppe Grillo che ha offerto il culo dei grillini (e dei loro figli) agli inculabimbi della chiesa dal basso(nella persona dell'infiltrato ecclesiastico farinella?)

Fossi in te mi butterei fuori il prima possibile..., altrimenti andiamo avanti così...

con un po' di ritardo 08.02.10 12:43| 
 |
Rispondi al commento

Di Pietro : "basta alzare steccati".....A TONI'.....MA VAFFANCULO PURE TU !!!

grattaveltroni evinciberlusconi, perugia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.02.10 12:41| 
 |
Rispondi al commento

…lo fermiamo o aspettiamo che, come Mussolini, ci conduca alla guerra ?

roberto p. Commentatore certificato 08.02.10 12:40| 
 |
Rispondi al commento

LA PRIMA MOSSA

Purtroppo non è la prima mossa sbagliata in questo blog (in mano all'IDV?).

Lasciare andare avanti questa cattiva gestione, con proseliti e campagne elettorali per l'IDV (fatelo nel suo blog),, oltre a perdere consensi Di Pietro (errori in Campania, con la TAV in Piemonte, ecc.), li perderà purtroppo il Movimento.

Contate i commenti e se togliete quelli scritti dalle stesse persone, vi accorgerete che il blog è sempre meno visitato (tanti si sono allontanati quando c'era lo scontro tra fazioni, ricordate???).

Invito gli amici dell'IDV di sentirsi ospiti in questo blog e di non pensare di avere la verità in mano.

Abbassate i toni e rispettate le idee altrui.

Se noi facessimo la stessa cosa nel blog di DI Pietro e IDV, propagandando con insistenza un altro partito, vi girerebbero le balle????

Francesco Ca, Torino Commentatore certificato 08.02.10 12:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sembra che per molti, l'importante sia vincere per non vincere nulla! Anzi, spesso, non importa se la vittoria consiste proprio nel perdere tutto!

sancho . Commentatore certificato 08.02.10 12:36| 
 |
Rispondi al commento

il problema con de luca non è tanto i suoi processi, ma il sistema di potere di stampo bassoliniano che ha creato a salerno e che resiste ormai da 20 anni.
i risultati sono sicuramente diversi rispetto a bassolino, ma il metodo è lo stesso.
sui risultati poi mi verrebbe da dire: davvero credete che gestire salerno è la stessa cosa che gestire la regione di cui fanno parte napoli e caserta?
e comunque, fatti salvi i progressi di una salerno che oggi appare sicuramente un gioiellino, la storia di de luca non si limita ai 2 processi pendenti.
ci sono da considerare anche i blitz che ama compiere contro vu cumprà e prostitute spalleggiato dai suoi fidi vigili urbani, il fatto che per anni si è scagliato contro il termovalorizzatore di bassolino salvo poi volersene costruire uno tutto per lui (da mettere, comunque a disposizione di province quali AV e BN, aver dichiarato di "sapere a chi rivolgersi" durante l'emergenza rifiuti rispondendo alle domande di chi gli chiedeva "come mai a salerno non c'è la spazzatura per strada".
chiunque ha buona memoria può ricordare le mille contraddizioni del personaggio che comanda a salerno già da prima che i media nazionali lo sdoganassero.
se è meglio del berlusca? bè...direi di sì...quindi che faranno i grillini all'eventuale ballottaggio? andranno con de luca perchè è contro il nucleare?
in realtà bassolino ha messo il proprio nome in calce alla legge "no-nucleare" in campania.
de luca, se tutto va bene, confermerà e se no dirà che la colpa è di bassolino...

pietro de simone1 Commentatore certificato 08.02.10 12:34| 
 |
Rispondi al commento

Il problema in italia e' che l'elettore medio di destra ha la faccia come il culo.

Difende l'indifendibile, e va fiero dei Previti, dei Dell'Utri, delle scopate del premier con le mignotte di lusso. ecc.

Il resto sono pippe mentali, del tipo "destra e sinistra pari sono" e "il piu' pulito c'ha la rogna".

Finche non lo si capisce...

el picafior

Fabrizio G. Commentatore certificato 08.02.10 12:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Lo ammetto , anch'io sono rimasta delusa dall'abbraccio di Di Pietro con Bersani-De Luca, a caldo ho pensato :"Ma andate tutti a quel paese"...Però , ragionandoci su, dopo un pò ho pensato che alternative non ce ne sono....si il Movimento 5 stelle, ma non basta....Per sconfiggere B e questa destra legaiola, razzista, illegale e impunita ci vogliono alleanze con la sinistra, sia la sinistra intesa come Vendola sia la sinistra del Pd...il Pd in fondo è il più grosso partito d'opposizione ed è un partito di sinistra. Se Di Pietro ha fatto un passo indietro ingoiando il candidato De Luca ora toccherà a Bersani fare un passo indietro accettando qualche consiglio dall'Idv e in fondo anche da noi.

Mary C., Senigallia Commentatore certificato 08.02.10 12:30| 
 |
Rispondi al commento

Il genio di berlusconi nasce dalle decisioni della mafia che doveva ripulire il danaro sporco e creò Forza Italia e ci mise un burattino, ridicolo, piccolo, brutto, vecchio e prepotente a comandare, anticomunista, bigamo, cattolico, puttaniere, praticante dei preti e dei corrotti.

cesare beccaria Commentatore certificato 08.02.10 12:30| 
 |
Rispondi al commento

Il compromesso è sempre una mediazione al ribasso ed una svendita.
Chi lo concede sa che d'ora in poi potrà sempre comprare chi lo ha accettato.
Il potere gioca sempre d'anticipo quando si accettano le sue regole.

filippo l. Commentatore certificato 08.02.10 12:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Di una cosa sono convinta: che De Luca sia colpevole oppure innocente, che sia intrallazzato con la camorra per affari imobiliari o sia puro come un giglio, basta sentirlo parlare per capire che si tratta di un capopopolo viscerale e astuto, ambizioso e totalitario, basta sentire quello che dice e come lo dice per capire che vincerà anche per i voti fascisti, al punto che, in caso di non elezione, prevedo prossimo il suo passaggio a Berlusconi.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 08.02.10 12:28| 
 |
Rispondi al commento

Durante l'ultimo governo Prodi, dove san kriptonite era ministro, non hanno neppure preso in considerazione l'ipotesi di occuparsi del conflitto d'interesse. E pensare che se lo facevano, il piccoletto ora forse sarebbe dietro alle sbarre, sicuramente non al comando della nazione.
Memoria corta e paura fottuta del lupo.
Cagasotto!

Girasole di Giugno 08.02.10 12:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La natura tende all'equilibrio, all'armonia.
Esistono le prede ed esistono i predatori.
Nessuno prevale sull'altro, pena l'estinzione.
Quando una nuova specie s'affaccia, quasi contemporaneamente appare l'antagonista.
Tutto questo stimola l'evoluzione.
Ma all'interno di questo disegno che c'azzecca B?
A me stimola solo le funzioni intestinali.
Mah!

Arnaldo . Commentatore certificato 08.02.10 12:25| 
 |
Rispondi al commento

PRONTI A TUTTO: PUR DI SALIRE AL POTERE, ALLEARSI CON IL DIAVOLO.

Pablo S. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.02.10 12:18| 
 |
Rispondi al commento

sento il dovere di continuare a tenere il timone di questa nave finché non arriva in un porto sicuro. Aiutatemi a portare a questa barca alla riva e dopo di che io non vedo l'ora di tornare un po' alla mia masseria.

SONO COMMOSSO AMMIRATO E AFFASCINATO DAL SACRIFICIO DI QUEST'UOMO CHE DEVE RINUCIARE ALLA VITA AGIATA E AFFASCINANTE DI MONTENERO, CHE DEVE PATIRE I DISAGI DI ROMA PER COMBATTERE PER NOI....

..perchè gli permettiamo di prenderci per il culo cosi ?

esposito g. Commentatore certificato 08.02.10 12:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LA PRIMA MOSSA.....
e anche le prime CENSURE.. su questo blog

esposito g. Commentatore certificato 08.02.10 12:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ciao a tutti, vorrei porre un quesito, mi piacerebbe sapere se realmente la candidatura di Formigoni è illegittima, se sì, cosa si può fare? Come mai nessuno dice niente? grazie mara

mara moccaldi 08.02.10 12:06| 
 |
Rispondi al commento

LE OFFESE ED I CONTINUI ATTACCHI ALLA MAGISTRATURA MI HANNO SPINTO A CREARE UN GRUPPO SU FACEBOOK, NEL CASO IL GRUPPO DOVESSE RAGGIUNGERE UN NUMERO CONSIDEREVOLE DI ISCRITTI, CON L'AOIUTO DI COSTITUZIONALISTI POTREMMO PREDERE IN CONSIDERAZIONE I SU DETTI ATTACCHI COME VIOLAZIONE DEI PRINCIPI COSTITUZIONALI ED AGGIRE ATTRAVERSOO GLI ORGANI CHE LA COSTITUZIONE ITALIANA CI METTE A DISPOSIZIONE.

VI CHIEDO QUINDI DI ADERIRE AL GRUPPO E DI PARTECIPARE ALLE DISCUSSIONI.

IL GRUPPO E' STATO DENOMINATO:

"SOLIDARIETA' CON I MAGISTRATI ANTIMAFIA!!!"

Orlando Furioso. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.02.10 12:01| 
 |
Rispondi al commento

Comunque, indipendentemente da come la pensate, la crisi sta operando molto meglio di Di Pietro per mandare a cagare il divino silvio.

CARMINE D. Commentatore certificato 08.02.10 11:58| 
 |
Rispondi al commento

ultimo commento su di pietro-de luca, poi chiudo co 'sta storia:

Premesso che sono iscritto al MLN*****
non ho detto che il M5***** debba andare a banchettare col partio di Di Pietro, ma lasciamogli fare l'opera di demolizione del nano-system ed in Campania di questo c'è bisogno, forse qualcuno al centro-nord non sa cosa significa vivere col fiato della malavita organizzata sul collo.
Credo nel concorso di cause che fanno la storia non credo negli eroi puri e crudi, perciò ognuno faccia la sua parte!
Se avessimo voluto rimanere un movimento di idee saremmo rimasti fuori dai palazzi invece abbiamo scelto di entrarci e fin quando ci sarà da combattere bisognerà turarsi il naso e rimestare la merda col mestolo, piaccia o non piaccia. Altrimenti si poteva fare come i radicali, condurre le nostre battaglie coi referendum ecc. ecc. e vedete voi dove sono dopo decenni di militanza.
Ognuno faccia la sua parte!

franco antonio perrone, verona Commentatore certificato 08.02.10 11:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Mi sembra che dovunque vige la proprietà privata, dove misura di tutte le cose è la pecunia, sia alquanto difficile che mai si riesca ad attuare un regime politico basato sulla giustizia o sulla prosperità. San Tommaso Moro

Mario L. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.02.10 11:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciancimino: "Forza Italia è nata
grazie alla trattativa mafia-Stato"


.....LA SCOPERTA DELL' ACQUA CALDA !!!!!

Carlo Carli - Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.02.10 11:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quando vedi in TV un esponente politico straniero di primo piano puoi osservare che intorno a lui ci sono quattro cinque persone tra guardie del corpo e segretarie.

Invece il corrispettivo italiano è contornato da decine di persone, stile mafioso...

Chi sono, chi paga il codazzo nostrano ???

Mi sono stancato di pagare per gente che non fa una minchia.


Carlo Carli - Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.02.10 11:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Democrazie moderne.

Il banco finge sempre che voi abbiate una possibilità!
Se nessuno vuole più giocare,loro come fanno a spennarvi per l'ennesima volta?
Nel frattempo che calcolate le possibilità di recuperare quello che vi hanno già tolto con disegnini e strategie varie loro stanno studiando come togliervi quello che vi rimane.

Hasta furbi!(copy<right lenin)

filippo l. Commentatore certificato 08.02.10 11:49| 
 |
Rispondi al commento

Quei cialtroni che si arrogano il diritto di legiferare senza chiedere il permesso ai cittadini lo fanno perchè sono autorizzati dalla Costituzione. Sempre i cialtroni, nonchè i ladri, i truffatori, etc.etc. sono in Parlamento perchè qualcuno li ha votati o ha votato il partito che li rappresenta. Ora i "moralizzatori" Bersani e Di Pietro non stanno candidando alle regionali in Campania un certo De Luca due volte rinviato a giudizio per corruzione,associazione a delinquere,falso e truffa? Scommettiamo che prenderà una barca di voti? Quindi, chi è colpa del suo mal pianga se stesso!

Volatile pn 08.02.10 11:49| 
 |
Rispondi al commento

io sto con De Magistris e Travaglio...il resto può andare a fanculo...Di Pietro che delusione il tuo inciucio con il PD

Max Biro 08.02.10 11:46| 
 |
Rispondi al commento

Milano città DE-LEGALIZZATA.


....

Carlo Carli - Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.02.10 11:45| 
 |
Rispondi al commento

Di Pietro parla con accento molisano , mentre Eridano il Bifolco parla con il culo . Naturalmente in dialetto .

va' pensiero, scorzè ve Commentatore certificato 08.02.10 11:44| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 9)
 |
Rispondi al commento

scuola e
La Gelmini offende la nostra intelligenza, quando fa raffronti con altre scuole europee, dimenticando che in esse non sono conteggiate come ore scolastiche laboratori, teatri e altre attività che da noi semplicemente non esistono.
Spariscono anche i corsi professionali o serali gestiti dagli enti locali.
Per Berlusconi la scuola è una spesa a fondo perduto da cui si traggono soldi a piacere con tagli decisi indiscriminatamente ogni qual voglia Tremonti ha bisogno di soldi.
Assolutamente ridicolo poi il paragone tra Moratti e Gelmini, che, pur essendo elogiate entrambi, marciano per linee opposte. La Moratti si espandeva nella proliferazione incontrollata dagli indirizzi di studio e nella creazione abnorme di sedi universitarie talmente capillari che spesso i docenti erano in numero superiore agli allievi o di lauree prese su internet o in profusione di fondi per università cattoliche spesso nemmeno esistenti. La Gelmini procede in senso opposto alla massima contrazione della scelta scolastica: dai 400 indirizzi sperimentali, oggi esistenti, a soli 6 licei. Dai 10 settori e 39 indirizzi di istituti tecnici, ad appena 2 settori e 11 indirizzi. Mentre i 5 settori e 27 indirizzi dei professionali saranno asciugati in 2 macro-settori, a cui corrisponderanno 6 indirizzi. E intanto in questi movimenti avanti e indietro ad organetto, dove il primo ignora il secondo e tutto è fatto senza logica o coerenza, se ne vanno migliaia di euro e cresce un caos senza costrutto che prova solo la stupidità e l’inefficienza di un governo, per cui conta solo l’appiattimento televisivo e il mantenimento della società a un livello tanto più basso quanto più facilmente governabile.

clicca il mio nome
http://masadaweb.org

viviana v., Bologna Commentatore certificato 08.02.10 11:43| 
 |
Rispondi al commento

scuola d
Evidentemente il dettato programmatico di Obama, Sarkozy o Merkel di combattere la crisi aumentando gli investimenti in scuola e ricerca qui va totalmente deserto
Se uno Stato non capisce che il suo patrimonio maggiore sono le persone, se non valorizza le proprie risorse umane, se crede di consistere solo nella congerie di truffatori o parassiti che lo governa, è destinato a involgere verso il peggio
Noi siamo perduti se questo Governo crede veramente che l’Italia possa presentarsi sul piano mondiale offrendo solo manodopera non specializzata, e contrapponendola alla concorrenza schiavistica della Cina o dei paesi del Terzo Mondo, se non riesce a capire che è su un piano ben diverso di creatività, ricerca, ingegno, ideazioni e scoperte che possiamo competere, e che questo patrimonio inestimabile di intelligenze viene buttato via se la scuola è in abbandono e la ricerca muore ed esse valgono come albero da tagliare per far legna
In Italia non c’è attenzione nemmeno al fenomeno gravissimo dell’abbandono della scuola dell’obbligo. Si è stimato che l’abbandono scolastico colpisca il 20-22% degli scolari. Va meglio in Emilia-Romagna dove è al 6%. E’ un numero enorme di ragazzi che non va a scuola né impara un lavoro, semplicemente sparisce. Oggi un’allucinante disposizione della Gelmini equipara l’ultimo anno della scuola dell’obbligo al lavoro, legittimando una riduzione ulteriore della presenza scolastica e un’offerta ulteriore di avventizi all’impresa
E produce la bella pensata di ridurre in modo generalizzato il monte ore ai licei a egli istituti tecnici e professionali, senza alcuna riforma razionale, ma solo per licenziare altre migliaia di insegnanti, dopo aver tagliato supplenze e cattedre. Oltre tutto si modificano o si aboliscono percorsi didattici già scelti ad hoc, che un minimo di correttezza istituzionale avrebbe dovuto rispettare e si eliminano ad arbitrio materie ritenuto superflue come la geografia

viviana v., Bologna Commentatore certificato 08.02.10 11:42| 
 |
Rispondi al commento

scuola c
Chi entra nel mondo della ricerca parte da stipendi di 800-1200 € al mese, contro i 4000 che negli USA vengono dati a uno semplice “studente” o ai 6000 francesi, e anche i ricercatori migliori, i più geniali, sono votati a un precariato offensivo e avvilente, mentre i soldi del Ministero bastano appena per le bollette, e i pochi centri di ricerca stanno aperti solo grazie ai fondi UE
I giovani ricercatori italiani partecipanti allo Staring Grant 2009, l’ambitissimo bando dello European Research Council (un bando da 325 milioni di € con borse per ricerca che vanno da 500 mila a 2 milioni di €, mentre da noi i finanziamenti si attestano, quando va bene, al massimo intorno ai 100 mila euro), sono riusciti nella riguardevole impresa di aggiudicarsi il maggior numero di finanziamenti e risultare primi, insieme ai loro coetanei tedeschi, nella graduatoria relativa alla distribuzione dei fondi. Dopo di noi i giovani ricercatori francesi, belgi e olandesi. Soltanto al 6° posto gli studiosi britannici, molto più indietro quelli USA
Malgrado questi risultati, gli investimenti nella ricerca langono, mentre aumentano le spese abnormi del carrozzone statale e si continua a delirare su centrali nucleari o opere faraoniche. La Pubblica Amministrazione in un anno ha avuto uno sfondamento della spesa ordinaria di 35 miliardi, con una differenza sull’anno prima di 27 miliardi su cui nessuno, né tanto meno Brunetta o Tremonti ha dato spiegazioni. Ma questo sfondamento di spese per la baracca organizzativa non ha portato alcun vantaggio alla scuola o alla ricerca. Si ha la netta impressione che l’aumento del deficit di bilancio sia dovuto solo agli incrementi di una casta parassitaria ed elefantiaca, che non solo non produce efficienza e progresso ma stronca e avvilisce tutti i settori da cui ci potremmo aspettare ripresa e lotta alla crisi.

clicca il mio nome

viviana v., Bologna Commentatore certificato 08.02.10 11:41| 
 |
Rispondi al commento

Mi fanno ridere quelli che cercano motivazioni negative nel fatto che Di Pietro parli con l'accento molisano, e per questo una persona non dovrebbe votarlo.

Invece Tremonti : "MA GUAVDA, L'ECONOMIA ITALIANA DOVVEBBE, OGGI SONO NO GLOBAL" .... e cazzate varie.

E ti trovi pieno di debiti, con un debito pubblico record, fra poco arriverà un cinese e dirà che sono di sua proprietà.....


Invece Bel-loscone : "MI CONSENTA".... E ti ritrovi le leggi ad personam, i decoder digitali, i processi tanto brevi che scompaiono, i varii impedimenti quasi tutti illeggitimi, i contratti con gli italiani non rispettati, le tv che hanno rincoglionito tutti, e mi fermo perchè è meglio.

Mi consenta !
E te lo trovi nel cul. !


Allora andate tutti affanculo !


W DI PIETRO !!!


E c'azzecca.


Capisc'a me

*Antonio Cataldi. (capisc'a me) Commentatore certificato 08.02.10 11:40| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

scuola b
Siamo arrivati al punto che i diplomati oggi devono essere scremati all’università su nozioni minime di cultura generale, grammatica e ortografia. Così continuiamo ad abbassarci nelle classifiche europee. E ora si candidano a cariche politiche anche somari pluribocciati come Renzo Bossi!
E per chi ha un titolo di studio, il valore dei diplomi è calato e quello delle lauree si è nullificato. 1/3 degli italiani fa un lavoro per cui non serve una laurea, un altro terzo fa un lavoro diverso dalla propria laurea
Nessuna Università italiana rientra tra le prime 150 nel mondo e per trovarne una occorre scorrere la graduatoria fino al 174° posto (Bologna) e al 205° (Roma La Sapienza). Nella speciale graduatoria degli atenei tecnici il Politecnico di Milano sta un po’ meglio (intorno alla 50° posizione, dato per ora ufficioso), ma nella classifica generale anch’esso sprofonda nella mediocrità (280° posto)
Dunque menti geniali e di riscontro scuole che continuano a peggiorare sotto l’urto dei peggiori ministri degli ultimi 150 anni! E ora si candidano
Totalmente ignorata dai nostri supponenti al Governo, la fuga dei cervelli continua a tutto vantaggio di quei paesi dove la scuola e la ricerca sono valori riconosciuti anche in politica e che accolgono bene chi è stato preparato in Italia ma rende e produce altrove. Per i nostri Governi non esiste merito e non esiste eccellenza e ormai anche i migliori sono costretti ad andarsene e a portare capacità, brevetti e scoperte nei laboratori di tutto il mondo, alimentando altre economie.
Quest’anno il 33,6% dei posti del CNR francese sono stati assegnati a ricercatori italiani.
E’ come coltivare un campo e poi buttare via i frutti. Nell’Italia della partitocrazia e della casta, solo chi appartiene alla politica esiste e viene protetto e ampiamente remunerato. Il rimanente la Casta lo calpesta.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 08.02.10 11:40| 
 |
Rispondi al commento

Né ancor bastava, il cruccio del lavoro
giacché trovarlo era fatica assai
potea cercar da venditore d’oro
o senza meno, tra gli operai

poi venne il bello e col cambiar dell' anno
guardando il “nuovo” trovò sì sorpresa
si ritrovò fatto un simil danno
che senza avviso lo mandò in ascesa

mantenne calma, rimandò la rabbia
e la respinse nel suo amato inferno
non era tempo di legger la bibbia
né di chiamar in causa il padreterno

vide cambiare i treni con maestrìa
da prezzi medi e prestazioni scarse
mutare in frecce come per magìa
con prezzi alti e prestazioni basse

ahimè con chi, mai si potrà parlare,
che queste teste pensan solo a sé
ma verrà un giorno in cui dovran fermare
la loro corsa e poi verranno a me

io gli dirò tornatevene a casa
che qui non voglio giunga sciagurato:
“non ha pensato che a farne la spesa,
prima di lui, son io disgraziato…?”

il giusto tempo ed ecco il fallimento
crollaron ponte e prestigiose azioni
seguiron frecce di colore argento
e quelle rosse andaron dai padroni

già per natura, freccia deve entrare
e fu così anche quest’ altra volta
da dove entrò lo lascio immaginare
dico soltanto che non fu una porta…

di Isac Filippo Pietrasanta

Isac ., Rimini Commentatore certificato 08.02.10 11:37| 
 |
Rispondi al commento

a
Abbasso la scuola in un governo di somari

La scuola e la ricerca dovrebbero essere il punto di eccellenza di uno stato moderno, l’investimento che lo prepara a un futuro migliore e più competitivo
Al contrario, la scuola pubblica italiana, che un tempo era vanto ed onore, è stata scaricata da politiche dissennate di questo Governo e oggi declina nell’abbandono sotto la gestione di ministri improvvisati e abborracciati, scelti solo per cedere senza esitazione ai tagli progressivi decisi per motivi puramente economici dal Ministro delle Finanze
Intanto che questo scempio procede, per accattivarsi le autorità ecclesiali, il Governo rende stabili i professori di religione, aumenta il loro stipendio di 220 €, allarga le concessioni alle scuole private, e nel contempo riduce i diritti degli insegnanti laici, li rende ancor più precari, riduce le supplenze e opera tagli insensati alla scuola pubblica che già versa in condizioni di estreme difficoltà. Siamo arrivati ai tagli a personale e materiale delle pulizie, quando sono già molti anni che in tante scuole i ragazzi portano in classe carta igienica, detersivi o gessetti. Arriveremo alla scuola di Mussolini quando i ragazzi portavano a scuola un pezzo di legno per scaldarsi.
Moratti e Gelmini, su linee direttive completamente opposte, non hanno fatto altro che accelerare il degrado, aumentando il disagio dei ragazzi e delle famiglie e abbassando il livello di scolarità e di formazione
La dispersione scolastica ha continuato a crescere. La Conferenza di Lisbona aveva posto tra i suoi obiettivi entro il 2010 una riduzione della dispersione scolastica al 10%. Malgrado ciò, in Italia, il fenomeno dell’abbandono scolastico aumenta, mentre nei riguardi della scuola pubblica successive riforme e leggi integrative hanno prodotto progressivi peggioramenti, su una istituzione già povera di strutture e laboratori e debole anche dal punto di vista edilizio, nello scadere della qualità dell’insegnamento e della verifica

cliccami

viviana v., Bologna Commentatore certificato 08.02.10 11:37| 
 |
Rispondi al commento

Palermo, Ciancimino: «Forza Italia frutto trattative Stato-mafia»
«Forza Italia è il frutto della trattativa» tra lo Stato e Cosa nostra dopo le stragi del '92. A dirlo in aula è stato Massimo Ciancimino, che continua la sua deposizione al processo a carico del generale Mario Mori e del colonnello Mauro Obinu, accusati di favoreggiamento aggravato a Cosa nostra. A riferirlo a Ciancimino sarebbe stato il padre Vito Ciancimino, l'ex sindaco di Palermo, che secondo il figlio avrebbe avviato dopo il maggio del 1992 la trattativa con i Carabinieri da un lato e i boss mafiosi dall'altro. Ciancimino junior ha spiegato al pm Antonio Ingroia il contenuto di alcuni “pizzini”.

Secondo quanto ha raccontato in aula Massimo Ciancimino, nel 1994, Bernardo Provenzano avrebbe scritto un “pizzino” indirizzato a Marcello Dell'Utri e «per conoscenza», come dice il teste, «a Silvio Berlusconi». Nel documento si legge: «Intendo portare il mio contributo che non sarà di poco perché questo triste evento non si verifichi, sono convinto che Berlusconi potrà mettere a disposizione le sue reti televisive». Il “triste evento” a cui si riferisce Ciancimino Junior sarebbe stato il ventilato sequestro di uno dei figli del Presidente del Consiglio. «Mio padre - ha spiegato Ciancimimo junior illustrando il biglietto - mi disse che questo documento, insieme all'immunità di cui aveva goduto Provenzano e alla mancata perquisizione del covo di Riina, era il frutto di un'unica trattativa che andava avanti da anni. Con quel messaggio Provenzano voleva richiamare il partito di Forza Italia, nato grazie alla trattativa, a tornare sui suoi passi e a non scordarsi che lo stesso Berlusconi era frutto dell'accordo». Una parte del documento, secondo quanto dice in aula il figlio dell'ex sindaco, sarebbe sparita.

Giorgio Cigolotti Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.02.10 11:33| 
 |
Rispondi al commento

Quale è il programma di De Luca?
esiste?
o si aspetta l'esito del tribunale..
perchè questo è il nocciolo....
governare per governare...
tanto valeva non illordarsi...
.

cimbro mancino Commentatore certificato 08.02.10 11:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciancimino, accuse a Forza Italia
"Frutto della trattativa con la mafia"

-----------------------------
E' chiaro.
Se non mandiamo a casa questa gente tra qualche anno il BACIAMANO sarà il saluto ufficiale nelle istituzioni.

Carlo Carli - Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.02.10 11:23| 
 |
Rispondi al commento

il problema, a mio avviso, non è "de luca imputato"...

ma: "de luca esponente della cosca PD-L"!
Il rigo di sopra è solo un corollario di questa militanza

Ora, per chi come me non capisce un cazzo di politica, sembra che le due cosche si fronteggino per il controllo del territorio e che di pietro, un tempo scissionista, abbia stretto un patto di sangue con la cosca del pd-l obbligando quella del pdl ad un riassetto del territorio ed ad una "rispartizione della torta" secondo "appetiti" diversi" e diverse bocche da sfamare.

la torta ovviamente, ma questo non dovrei nemmeno specificarlo, la pagano gli onesti.

Adesso, qui si litiga solo su "quali bocche mangeranno quella torta". Se quelle che hanno gettato uno o ben 2 cucchiaini di panna agli elettori!

Giusto per specificarlo... la mafia è tutta mafia a prescindere per quale "cosca" si tifa

così come la chiesa è tutta chiesa (composta di ingioiellati vampiri inculabambini), a prescindere se si tifa per gli inculabambini "dal basso" o per gli inculabambini "dall'alto",

La chiesa è tutta mafia (all'ennesima potenza)

Ovviamente la chiesa, nella spartizione locale/regionale/nazionale, farà, come al solito, la parte del leone. (dai tempi di Leone Magno, magnano tutto loro, anche l'attuale pedo_Nazinger)

Poi si spartiranno il resto le due cosche in virtù dei voti che i gonzi decreteranno loro

E i gonzi si accapiglieranno dicendo"prendiamolo in culo dalla chiesa, ma poi è meglio renderlo in culo da bersani&di pietro&de luca, piuttosto che dal solito pupazzo berlusconiano e da berlusconi medesimo)

Questo è quanto leggo qui dalle persone che, a differenza di me, capiscono di politica.

e indietro tutta con la so-domocrazia italica!

con un po' di ritardo 08.02.10 11:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CARO BEPPE, CI DICONO CHE LA POLITICA HA UN COSTO, EBBENE MA FARE IL POLITICO E' UN LAVORO?. SE E' SI IO VOGLIO CAPIRE SE QUESTI IMPIEGATI COME FANNO AD ESSERE ASSUNTI E CHI HA QUANTIFICATO LO STIPENDIO E CHI LI PAGA. POI VOGLIO CAPIRE CHI FA POLITICA LA DEVE FARE A SPESE DEGLI ALTRI O LA DEVE FARE A PROPRIE SPESE. E' POSSIBILE SAPERE PERCHE' QUESTE PERSONE VANNO AL LAVORO CON LE MACCHINE DEGLI ALTRI, SAI IO VADO A LAVORO CON LA MIA AUTO PAGANDO IL GASOLIO , L'ASSICURAZIONE IL CONSUMO DELLE GOMME DI TUTTO E DI PIU'. CON QUALE CRITERIO SI QUANTIFICA LO STIPENDIO AD UN LAVORATORE SIA ESSO OPERAIO SIA ESSO ARTIGIANO E QUANT'ALTRO. E' POSSIBILE RIFONDARE QUESTO PAESE?
LADDOVE C'E' UN PAESE CIVILE VI E' LA NECESSITA' DI POCHE LEGGI, PERCHE' DENTRO OGNUNO DI NOI SI CREA UNA LEGGE CHE DA SECOLI E' STATA EMANATA DALLA COSCIENZA, QUELLA COSCIENZA CHE TUTTI DICO TUTTI DOVREMMO CUSTODIRE DENTRO DI NOI, SEMPRE. PER NICOLA MANCINO E' GIUSTO RIINSERIRE L'IMMUNITA' PARLAMENTARE, VALE A DIRE CHE QUANDO UNO DELINQUE PER POTER ESSERE PROCESSATO NON E' IL GIUDICE A RINVIARLO A GIUDIZIO, MA DECIDE UN PARLAMENTO CORROTTO. MA TRA CORROTTI SI RIESCE A MANDARE QUALCUNO IN TRIBUNALE VISTA L'ESPERIENZA DEL 1992. LORO NON DEVONO AUTO LEGIFERARSI ALTRIMENTI.... MA CHE CAZZO, QUESTI LE LEGGI LE DISCUTONO A CENA POI LE PORTANO IN COMMISSIONE SI ACCORDANO PIU' O MENO COME ISTRUIRLA E POI C'E' LA INFILANO NEL CULO A NOI TUTTI. IO BEPPE CHIAMO DALLA PUGLIA DAL TACCO D'ITALIA, POSSO CAPIRE SE IN PUGLIA IL VOSTRO MOVIMENTO ESISTE E A CHI MI DEVO RIVOLGERE. CREDO CHE SIA IL MOMENTO DI DARE UNA NETTA STERZATA, CAMBIARE IL PAESE VUOL DIRE CAMBIARE TANTE ABITUDINI CATTIVE CHE STANNO LOGORANDO ANZI HANNO LOGORATO QUESTO PAESE. CIAO MASSIMO

mariolina Romano, Alezio Commentatore certificato 08.02.10 11:19| 
 |
Rispondi al commento

Basta resistenza passiva!
Basta Berlusconi al governo!
Togliamocelo dai piedi ora,prima che sia tardi!
Prima che si siano venduti pure il Colosseo!

Proviamo a fermarli,insieme!

De Luca e' indagato...

E vabbe'allora teniamoci IL PARTITO NATO DALLA TRATTATIVA MAFIA-STATO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
(Massimo Ciancimino docet)

Se vi piace così...continuiamo cosi,continuiamo a farci male!

sandro m., san vincenzo (li) Commentatore certificato 08.02.10 11:18| 
 |
Rispondi al commento

Giuliano Scabia

GOLPE SOTTILE

Si aggira nelle menti, nei media,
un golpe sottile, un assopimento
spettacolare indotto da paura
e dissolversi delle visioni. L’ora
è venuta di lasciare il novecento
con le sue catastrofi e bellezze,
ma dicendo: siamo orgogliosi
di ciò che fu fatto per il bene,
non lo rinneghiamo: voi, col vostro
Gran Porcone e le sue Madonne
velinose andate pure alle glorie
delle falsate storie. Dignità e valore
è libertà, durezza e verità, amore
delle città, non tresca, non truffa,
non menzogna. Ciò che bisogna
adesso è: SVEGLIA ITALIA!
Scrollati dal fango che t’ammalia!


clicca il mio nome

viviana v., Bologna Commentatore certificato 08.02.10 11:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

prima schiacciava l'occhio al PD...
ora lo schiaccia all'UDC...
e domani...

ma che razza di figli vuole procreare?

sesso animale 08.02.10 11:09| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno a tutti..
Volevo solo esprimere la mia pietà per chi dice che voterà IDV-PD per mettere lo sgambetto a berlusconi.... poveri schiavi...illusi e felici di poter votare per un padrone diverso.... Cittadini sovrani di apporre una x su una scheda e sudditi per sempre.

Katya K., Agropoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.02.10 11:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Milano.

Troppe minacce, si scioglie Sos racket
Manzi: "Palazzo Marino non ci appoggia"

Dopo 13 anni di attività e l’ennesima intimidazione — con l’incendio di un furgone della sua azienda il presidente di Sos racket e usura ha deciso di mollare. "Non è paura della criminalità organizzata — dice — ma una resa per il silenzio da parte delle nostre istituzioni".

----------------------------------------

Milano Lombardia, la città di Berlusconi Maroni La Russa, vede la chiusura di una associazione che combatte contro la criminalità.

Alla faccia di chi dice che a Milano e in Lombardia non c'è la criminalità organizzata.

Milano città della criminalità, a partire dalle istituzioni.

Carlo Carli - Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.02.10 11:05| 
 |
Rispondi al commento

Di luca è stato un buon sindaco e non ha rubato aziende per 'regalarle' ai figli , nè ha promosso mogli ignoranti come la merda , da inservienti a 'dirigenti' senza laurea .

va' pensiero, scorzè ve Commentatore certificato 08.02.10 11:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciancimino jr: «Forza Italia frutto di trattativa tra lo Stato e Cosa Nostra»
Le nuove deposizioni del filgio dell'ex sindaco di Palermo

Torniamo a parlare di cose importanti e la smettiamo con le seghe tra di noi???!!!

Giorgio Cigolotti Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.02.10 11:04| 
 |
Rispondi al commento

Egregio Di Pietro,tante belle parole e niente fatti.Anzi no,di fatti,o meglio delle porcate ce ne sono:un De Luca inquisito.
I politici sono figli della stessa donna.
E' meglio non votarli.

Giuseppe V. Commentatore certificato 08.02.10 10:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Raimondo Iemma

SOPRATTUTTO E CON OGNI FORZA

Metto in comune un bicchiere.
Sorrido a uno sconosciuto
cerco altre parole
telefono a un amico
di cui da tempo non ho notizie
riconosco la voce di sua madre.
Quanto più sgomenta
la sofferenza di ogni uomo
per la ferocia dei suoi pari
quanto più subdolo diventa
il nuovo vocabolario
di inchiostro bianco cenere
non smetterò di credere nella felicità e nel domani
nell'idea che queste due parole
abbiano tanti significati
quanti sono gli uomini.
Soprattutto e con ogni forza
non cederò alla tentazione
di opporre disprezzo al disprezzo
nonostante tutto vorrò praticare il coraggio e l'amore.
Ho voglia di stare al mondo e lottare.


clicca il mio nome
http://masadaweb.org

viviana v., Bologna Commentatore certificato 08.02.10 10:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

BUONGIORNO, SBULLONATO POPOLO DI NAVIGATORI!

ho fatto un nuovo post-iccio, sul mio blog.
a chi interessa, cliccare sul mio nome!


Beppe le grandi aziende scappano è il minimo.. in italia ci sono migliaia di piccole aziende lasciate sole.. piccole entità dove danno occupazione e sviluppo.. lasciate sole con le regole di uno stato assenteista e ladrona.
Ogni giorno molte aziende sono ricattate da quelle piu grandi ( compreso lo stato ) dove non esistono regole o contratti.. molte aziende falliscono perchè nessuno le paga.. non esistono regole lo stato non ti tutela.. anzi ti chiede i soldi ogni mese senza preoccuparsi se hai incassato oppure no.
Beppe bisogna cambiare le regole.. non esiste che tu lavori e non ti pagano..non esiste che fai da banca alle società piu grandi o allo stato..queste regole vanno cambiate.
Molti operai che lavorano nelle piccole aziende non percepiscono lo stipendio da mesi..solo perchè i loro titolari non incassano e non hanno liquidità.
Le grandi aziende in italia hanno distrutto le piccole e ora vanno via.. perchè qui non c'è piu nulla da distruggere è questa la verità.
Io propongo un post su questo problema...
i pagamenti devo essere effettuati a presentazione fattura.. e non a babbo morto.
Se non ti pagano lo Stato deve intervenire subito e non dopo 3 anni..
Lo so che tutto questo meccanismo fa comodo alle banche e alle solite imprese.. ma credo sia necessario cominciare a salvare chi non va via dall'italia e che anche se non sembra smuove economia ed occupazione.
In nessun altro paese d'europa esiste questo meccanismo cosi contorto nel non pagare.. a fanculo le grandi imprese.. ma almeno cambiamo le regole di mercato con quelle che rimangono.
Beppe credimi il problema è serio.. nessuno ne parla.. a nessuno importa nulla.. ma se non si cambia i soliti furbi.. vivranno dopo aver dissanguato gli onesti.

franco f. Commentatore certificato 08.02.10 10:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

RISOLTO PROBLEMA DE LUCA,PURTROPPO E' IL MENO PEGGIO,MA DOBBIAMO SCENDERE ANCORA A COMPROMESSI E SPERIAMO ANCORA PER POCO,DA QUALCHE PARTE FORSE SULLO STATUTO CINQUE STELLE HO LETTO CHE SI PUO' FAR FIRMARE A PRIORI LE DIMISSIONI E COSI' IL PROBLEMA "DE LUCA " E' RISOLTO. SE CONDANNATO LO SFANCULIAMO E DI CORSA.
NON ESISTE BIANCO E NERO MA MILIONI DI TONALITA' DI GRIGIO,PER ORA ACCONTENTIAMOCI CHE ANCHE LA CAMPANIA NON VADA IN MANO ALLO PSICONANO E LA SUA BANDA DI LECCACULO.

FABRIZIO F. Commentatore certificato 08.02.10 10:54| 
 |
Rispondi al commento

Non scrivo mai su questo blog, seguo solo i post principali di Grillo da cui si possono trarre spunti interessanti; i commenti sono perlopiù qualunquisti, scritti in un pessimo italiano, con idee approssimative di chi vuole dire la sua a ogni costo,abbassandone il livello qualitativo medio; sono sicura che su De Luca, pochissimi, quasi nessuno, ha approfondito la quatione, mi ci giocherei tutto.Secondo voi si tratta di un "normale" caso di malaffare? Valga solo un esempio: Salerno si distingue tra le città di Italia per la raccolta differenziata; non è questo un punto saliente delle battaglie di Grillo? Grillo deve fare la parte a oltranza, De Luca inquisito (studiatevi per cosa)De Luca imprensentabile per definizione; la politica è altro, con il purismo giustizialista non si amministrano gli enti pubblici.

Carmen Calcagno 08.02.10 10:54| 
 |
Rispondi al commento

la chiesa cattolica, berlusconi, bersani, PDL+PD-L, pedo_nazinger e il suo fidanzato padre georg, di pietro&de luca, grillo&lo staff.

In ital(g)lia siamo nel pieno della sod(e)omocrazia!

Viva la triade mafia&chiesa&p2dl!

E gli onesti andassero affanculo e pgassero le tasse in silenzio!

con un po' di ritardo 08.02.10 10:49| 
 |
Rispondi al commento

Notizia fantastica da Cagliari:il comune ha organizzato con i fondi delle politiche sociali e delle politiche scolastiche,una manifestazione per spiegare ai bambini l'emancipazione femminile.Indovinate un pò chi è stata scelta come rappresentante?Rita Levi Montalcini?NO molto di più, colei che rappresenta le donne emancipate per il nostro assessore Ada Lai è la bambola Barbie,giuro non sto scherzando.Piangiamo e ridiamo insieme

alessandra brundu 08.02.10 10:49| 
 |
Rispondi al commento

De Luca ha pubblicato i suoi video togliendo la possibilità di commentarli, ma non capisco come mai Di Pietro stia appoggiando uno così! Tra le varie cose inesatte e false che dice da anche del saltimanco a grillo...cioè tocca fare qualcosa questo tizio è terribile, e Di Pietro spero perda i suoi elettori in tal caso.


come mai nessuno parla dell'acqua oggi ?

ieri han fatto vedere un bel servizio su come gestiscono l'acqua quei montanari razzisti leghisti ignoranti del nord ... e come fottono la gente regioni rosse e del sud gestite da acculturati intelligenti chic buonisti sinitri rossi

Enrichetta Perego Commentatore certificato 08.02.10 10:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ragazzi cerchiamo di essere ragionevli e non fanatici. Mi è capitato di seguire addirittura lo studio dei materialirotabili per l'alta velocità ... 20 ani fà. I tracciati e i progetti addirittura erano precedenti ed in ultima analisi non potendo fare passare un treno che viaggia a 300km/h sulla cima del monte bianco non vedo dove lo si poteva fare passare se non lì.Le polemiche relative all'opportunità di seguire avrebbero dovuto iniziare a tempo debito quando ancora eravamo in tempo a modifiare i tracciati, cioè 25 anni fà circa, ora no! Se esistono accordi internazionali non esiste che la gente si svegli ora e si accorga che un treno davanti la finestra dà fastidio.Questa storia mi ricorda gli anni in cui i paesi intorno a Malpensa crescevano ad occhio nudo poichè i terreni sono stati svenduti.Che si credevano he l'Hub non si sarebe mai realizzato? Analogamente alla necessità di mantenere l'areoporto a Malpensa attivo la necessità di fare viaggiare le persone e le merci attraverso il nostro paese è di vitale importanza per il paese e non solo per confindustria.Bisogna uscire dalla visone veterocomunista che ciò che danneggia il "padrone" fà bene alla causa non è così perchè la fabbrica poi chiude e la cassa-integrazione danneggia il sistema Italia mille volte di più producendo debito pubblico.Qualcuno mi dica che non si sono mai visti tanti turisti a Como come da quando c'è Malpensa e portano soldi a tutti, albergatori, ristoratori, gestori di pizzerie e chioschi. Di più ne ha portati alle mafie dai colletti bianchi ok ma tutti ne hanno tratto beneficio.Analogamente trasformare il paese nella via principale del traffico di merci dall'asia attraverso Suez verso l'Europa non pare a me un idea così insensata.Il vero problema di cui non si può però parlare per legge è la politicizzazione della magistratura ad opera del Sig.Violante vero traditore dello spirito della costituzione.Se la giustizia diventa di magistratura democratica piuttosto che di altri ringraziamo lui

Pietro Nasoni 08.02.10 10:45| 
 |
Rispondi al commento

Marco Giovenale

In pericolo
È molto facile contrarre la malattia e l’opposizione deve essere pronta fin dalle prime ore del mattino. Non è molto semplice opporsi ma è il livello minimo e anche massimo di soluzione conosciuta. Anche se almeno fino a oggi in realtà quasi mai ha veramente rappresentato una soluzione. Una volta contratta, la malattia è in buona sostanza interna. Irreversibile e incurabile. Le persone
siedono molte ore, specie parenti stretti, osservandosi e incolpandosi a vicenda senza parole del loro stato. Ogni tanto il rumore di un’ambulanza un po’ lontano un po’ vicino ricorda dove si trovano, e che non è più un suono innocuo come quando, da borghesi, ridevano nel loro modo e mondo consueto. Erano in pericolo.

clicca il mio nome

viviana v., Bologna Commentatore certificato 08.02.10 10:44| 
 |
Rispondi al commento

Considerazioni di politica (di cui non capisco un cazzo!)

1)è giusto non farsi comandare più dagli imputati e dai condannati del PDL. Facciamoci comandare da quelli del PD-L!
2)meglio se tali imputati/condannati hanno anche l'appoggio del partito "morale" IDV
3)se il PD-L ha dichiarato "ostile" grillo, con che faccia adesso di pietro chiederà i voti ai grillini (almeno quelli, come me, che non capiscono un cazzo di politica, gli altri che capiscono tutto hanno già capito che è giusto così) in vista delle prossime elezioni. L'IDV è "diversamente ostile" al PD o all'MLN? Non ci capisco davvero un cazzo!
4) Ma Roberto Fico lo manda affanculo o no DI Pietro? Io al suo posto gli lo chiamerei e gli direi "egr senatore, evidentemente le è sfuggito che tra il candidato disonesto, espressione della cosca e del comitato d'affari pdl, e quello diversamente (dis)onesto, espressione della cosca e del comitato d'affari PD-L poteva sceglierne uno O-N-E-S-T-O (parola che, sebbene in disuso, mi risulta ancora come presente nel vocabolario italiano). Quello onesto si chiama "Roberto Fico", che fa parte di quello stesso MoVimento a cui lei ha chiesto i voti per De Magistris un era geologico-politica fa! Giacchè c'è, lo dica anche a Travaglio che sembra non essersene accorto nemmeno lui!
4)fermo restando il cazzo inculo bipartizan che avremo dalla chiesa cattolica (infiltrata ovunque) tocca a voi scegliere se prenderlo in culo, in seconda battuta, da berlusconi o da bersani... fate vobis!

Bellandi su cancellami...

Ti avevo chiesto la PEC per evitare le ultime schermaglie (ed evitare ulteriore inquinamento cartaceo e arricchimento per l'associazione a delinquere di stampo postale...si vede che nell'uso degli strumenti della Rete non ci credete nemmeno voi...che non comunicate la vostra PEC in violazione agli obblighi di legge)
Ma giacchè sembra che tali ultime schermaglie siano inevitabili (voi non mollerete mai...ma vi conviene? etc etc) non sono certo io a tirarmi indietro...

con un po' di ritardo 08.02.10 10:43| 
 |
Rispondi al commento

premesse politiche: mi reputo profondamente di sinistra, non ho mai votato AdP, sono attento all'universo a sinistra del PD!

Quando ieri ho affermato con saccenza che i "grillini" capiscono poco di politica, riguardo una scontata alleanza in Campania che è sembrata venire dal cielo per chi ancora frequenta questo blog(fra un po' rimarrano solo i leghisti), intendevo dire, articolando ora meglio, che in molti nonostante la buona fede e la volontà non hanno chiari i meccanismi di potere, nel nostro caso potere politico! Di certo non voglio fare una lezione di sociologia sul blog, perchè ancora non ne ho le giuste competenze e comunque difficile da fare in un blog a 2000 caratteri massimo!
Io inviterei semplicemente a prendere in mano qualche buon libro di sociologia politica, ergo scienza politica, un esempio è "Fenomenologia del potere" di Popitz, ma ce ne sono altri; aggiungo solo che il potere spesso, nella sua formazione, è caratterizzata o dalla forza organizzativa o dalla gestione di risorse da poter distribuire!
il M5S dispone di risorse appetibili per la «clientela»? Ha una struttura organizzativa forte?
Io penso che non abbia nessuna delle due! Come lo spiego? Non analizzando il movimento nel suo complesso, sarebbe un lavoro editoriale eccezionale o di tesi universitaria, ma guardandone gli effetti, sperando che cambino: Le vittorie significative del movimento sono state quando esso si è appoggiato a partiti o organizzazione politiche più "scaltre" come De Magistris o Sonia Alfano per le europee o Vendola alle primarie! In altre situazioni non riesce ad imporre sue decisione o candidati! Perchè? Molto complessa la spiegazione, ma di certo manca un reale progetto organico di società futura, solo punti nobilissima, ma che si fermano a problemi particolari senza saperli riunire, una diffusione dei propri valori, bisogni e idee poco incisiva rispetto ad altri gruppi politici!

Ma le cose da dire sarebbero comunque troppe!

Buongiorno

Roob Zarathustra, Caput Mundi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.02.10 10:42| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Lucilio Santoni

Ogni popolo incontra sempre se stesso. Ogni mio incontro è un incontro mancato. Sul confine, schiere di scheletri falcianti. Salgo nella corriera che mi porta in un’altra città, oltre frontiera. Per trovare ciò che ho perduto. Per perdermi nella leggerezza. In posizione d’attesa, come un soldato. Al centro dell’evento, come un popolo che lotta. Perché un disastro è sempre meglio di una mancanza d’utopia. E allora riconoscersi. L’una divisa nell’altra. L’una donna nella propria immagine. Bocca e vagina, parola e urlo. Dietro la bandiera il nemico ti conosce dall’infanzia. Le occhiaie a forza di guardarvi nello specchio, leggendo lo stesso buio desiderio segnato dal catrame, dalle sirene spiegate, dal sangue goccia a goccia. Non supereremo mai l’esame di grammatica. Il patto fra noi è troppo difficile da scrivere.


clicca il mio nome

viviana v., Bologna Commentatore certificato 08.02.10 10:36| 
 |
Rispondi al commento

Enzo Delre
Il canto delle rane

Hai mai sentito il canto delle rane
nella discarica abusiva ad ovest
coperta da quell’acqua sporca e scura?
Hai visto che anche loro tra i rifiuti
di questa società da quattro mura
parlan d’amore essendone guardiane?


clicca il mio nome
masada 1085. Il canto delle rane

viviana v., Bologna Commentatore certificato 08.02.10 10:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mentre 1000 parlamentari da giorni, da mesi, da anni si occupano prevalentemente del premier, fuori all'Aula i lavoratori sardi dell'ALCOA, e poi quelli di Termini Imerese della Fiat, protestano.

L'Italia vera che si dispera è fuori, quella che è costretta ad occuparsi delle vicende penali del premier è dentro.

E il Pd cosa propone come programma ?

assegno di disoccupazione ai precari, finanziare la qualità della scuola pubblica e agevolazioni fiscali per le imprese. In tre punti la riscossa del Partito Democratico

Chi ha fatto questa ipotesi o è uno sprovveduto oppure non ha vissuto in Italia quando al Governo c'era tutta la sinistra col PD sotto altro/i nome/i.
I problemi della sinistra riguardavano tutto ciò che sapeva di lassismo, falso buonismo, assenza del senso della Patria, della Nazione, di Popolo Italiano;

la sinistra pensava solo a ciò che non era Italiano o che non riguardava il benessere degli Italiani; è inutile dilungarsi.

Ora parlano di lavoro e di occupazione pensando che i lavoratori Italiani habbiano dimenticato che ad averli appezzentiti è stata proprio la sinistra al Governo.

Ma il PD si è dato una conta per sapere quanti sono?; sono certo che a baccagliare sono solo quattro nostalgici che fanno più chiasso delle teste di legno

un'eventuale PD al potere avrebbe già fatto a pezzi l'economia , però la liquidazione l 'han fregata , la scala mobile pure .. ora cosa vanno a fare al potere che non c'è più niente da arraffare !!

Enrichetta Perego Commentatore certificato 08.02.10 10:32| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori