Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Gli inceneritori di Erode


Inceneritore_di_-Kirklees-.jpg
Uno studio inglese dimostra (ancora una volta) l'estrema pericolosità degli inceneritori. Nel sito della "UK Health Research" sono presenti le rilevazioni tra il 2004 e il 2008 nelle zone circostanti l'inceneritore di Kirklees nel West Yorkshire correlate alla mortalità infantile. Le zone sottovento, più esposte alle emissioni dell'inceneritore, presentano una percentuale del 9.6 per mille contro l'1,1 per mille delle zone sopravento. Rifiuti nell'inceneritore, rifiuti nei polmoni dei bambini.

13 Feb 2010, 21:31 | Scrivi | Commenti (41) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

ciao Beppe...
hai sentito che a Genova stanno tirando dritti sulla questione della
costruzione dell'inceneritore ????? dobbiamo fare qualcosa ! io sono in
contatto con l'associazione amici del chiaravagna, che sono anni che si
batte contro l'inceneritore. so che legambiente e' assolutamente contraria,
lo stesso i comitati per scarpino e sono sicura che se ai genovesi
spiegassero bene che i gas non si propagheranno solo intorno a scarpino, ma
IN TUTTA LA CITTA', visto anche il vento che solitamente spira intorno a
genova, non sarebbero proprio d'accordo tutti....... e' che i piccoli
comitati hanno bisogno di visibilita', di pubblicita' per poter avere
adesione....... so che la regione deve ancora pronunciarsi per l'impatto
ambientale. DOBBIAMO MUOVERCI PRIMA CHE LO FACCIA, altrimenti poi siamo
fregati....... so che hai fatto gia' tanti passi contro questo
inceneritore...... dobbiamo ricominciare a organizzarci perche' se no
questi qui ci fanno le scarpe...... dobbiamo metterci tutti insieme....
dacci una mano !!!!!!
potremmo fare una bella raccolta di firme, per cominciare. pensi potrebbe
servire ????
ciao.pat.apr 17

patrizia puppo 17.04.10 11:40| 
 |
Rispondi al commento

ciao Beppe...
hai sentito che a Genova stanno tirando dritti sulla questione della costruzione dell'inceneritore ????? dobbiamo fare qualcosa ! io sono in contatto con l'associazione amici del chiaravagna, che sono anni che si batte contro l'inceneritore. so che legambiente e' assolutamente contraria, lo stesso i comitati per scarpino e sono sicura che se ai genovesi spiegassero bene che i gas non si propagheranno solo intorno a scarpino, ma IN TUTTA LA CITTA', visto anche il vento che solitamente spira intorno a genova, non sarebbero proprio d'accordo tutti....... e' che i piccoli comitati hanno bisogno di visibilita', di pubblicita' per poter avere adesione....... so che la regione deve ancora pronunciarsi per l'impatto ambientale. DOBBIAMO MUOVERCI PRIMA CHE LO FACCIA, altrimenti poi siamo fregati....... so che hai fatto gia' tanti passi contro questo inceneritore...... dobbiamo ricominciare a organizzarci perche' se no questi qui ci fanno le scarpe...... dobbiamo metterci tutti insieme.... dacci una mano !!!!!!
potremmo fare una bella raccolta di firme, per cominciare. pensi potrebbe servire ????
ciao.pat.apr 17

patrizia puppo 17.04.10 11:35| 
 |
Rispondi al commento

Anche se gli inceneritori inquinassero meno dei telefonini,(secondo patrizia) e meno delle centrali ad idrocarburi (secondo riccardo),ucciderebbero ugualmente,quindi sono da bandire,tantopiù che esiste un nuovo sistema di smaltimento dei r.s.u., che costa molto meno alle tasche del contribuente e non inquina assolutamente.
ziotom1934

Aldo Cannavò 17.02.10 20:19| 
 |
Rispondi al commento

già fatto. perchè non risulta?

aldo cannavò, genova Commentatore certificato 17.02.10 19:57| 
 |
Rispondi al commento

ARTICOLO ANSA:
(ANSA) - WASHINGTON, 16 FEB - Il presidente Usa, Barack Obama, ha annunciato un investimento di 8,3 miliardi di dollari per la costruzione di nuove centrali.

''Il nucleare - ha detto Obama - rimane la maggiore fonte energetica che non produce emissioni inquinanti. Per cui per raggiungere i nostri crescenti bisogni energetici e prevenire le peggiori conseguenze del cambiamento climatico dobbiamo aumentare il ricorso all'atomo''. Le nuove centrali nucleari saranno le prime ad essere costruite dopo 30 anni.

MA È VERO ?

Daniele M., Siena Commentatore certificato 16.02.10 23:33| 
 |
Rispondi al commento

Bisognerebbe inviare questo post al candidato De Luca: oltre che gradito, credo che gli sarebbe molto utile per capire cosa producono gli inceneritori cheche ne dice Veronesi!

giorgio g. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.02.10 18:43| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

Riparla dell'impianto di Acerra dove vengono trattati i rifiuti tal & quale nell'assordante silenzio generale..Dove nn son state fatte i test di valutazione d'impatto ambientale e dove la società che l'ha costruito"Impregilo" è sott'inchiesta!!

antonio romano 15.02.10 08:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Chissà perché le verità più lapalissiane, quando sono scomode all'ingordigia umana, devono passare per un milione di verifiche, fino a che non ne trovano una che gli da torto, che appena salta fuori è la più convincente.
Anche un bambino capisce che delle microparticelle artificiali che aleggiano nell'aria non possono fare bene al nostro corpo, che bruciare miliardi di litri di petrolio al giorno non può far bene al pianeta, che le onde elettromagnetiche dei cellulari non possono far bene al cervello, che le centrali nucleari non possono essere definite "sicure ed ecologiche" ecc... ma tant'è, intanto si studia, e mentre si "studia" gente con pochi scrupoli diventa milionaria...

Patrick D. Commentatore certificato 15.02.10 08:02| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, spiegami perche non risultano i miei commenti di questa sera.
ziotom1934

aldo cannavò, genova Commentatore certificato 15.02.10 00:21| 
 |
Rispondi al commento

allora o devo sperare che il vento soffi nella direzione opposta????? CIò VUOL DIRE CHE DEVO SPERARE CHE MUOIANO GLI ALTRI E NON IO. Che gioco simpatico

FREE SEA Commentatore certificato 14.02.10 23:41| 
 |
Rispondi al commento

Mah….è una statistica da prendere con le molle…..proprio per una questione di grandi numeri….si rapportano zone dove nascono + di 12.000 nascite, con zone dove nascono meno di 2.000 nascite.
Entrano in gioco variabili oltre al semplice inceneritore.
Almeno, questo è quello ke penso.
Ciao.

Marco Ceccato 14.02.10 20:54| 
 |
Rispondi al commento

Ma sono proprio pazzi questi inglesi che si suicidano con gli inceneritori (ne stanno ancora costruendo) e,come se non bastasse, anche con le centrali nucleari. Di queste ne hanno parecchie e ne stanno ancora costruendo!!!

Volatile pn 14.02.10 19:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nel sito UK Healt Research si parla anche di Plasma gasification come alternativa pulita all'incenerimento. Non sarebbe interessante approfondire l'argomento?

Francesco Brandi 14.02.10 16:21| 
 |
Rispondi al commento

salve signor grillo,sono una residente 33 enne di prato di correggio,io
> e mio marito ci siamo trasferiti qui da un paio d'anni ed abbiamo un bimbo
> di 5 anni ed uno di 8 mesi,come potra' immaginare la ns preoccupazione e'
> all'ennesima potanza riguardo il discorso di voler costruire
> un'inceneritore proprio qui,mio marito dice che lui non andra' via da qui
> ma io gli ho gia' detto che se lo faranno davvero portero' via i bimbi e
> me da un luogo che non sara' piu' sicuro per la ns salute.So che si sta
> battendo molto su questo fronte e che forse faranno un'impianto tmb al
> posto dell'inceneritore,e' cosi'?e questo impianto sara' sicuro per la ns
> salute?come stanno le cose?la prego ci informi di quanto si sta facendo e
> su cosa noi cittadini potremmo fare per evitare l'inceneritore...lei cosa
> sa?cosa pensa?lo faranno?sono molto preoccupata..e quali conseguenze per
> la salute abitare ad un km in linea d'aria da un impianto simile?soprtutto
> tenendo presente che il ns primo bimbo e' aff
> etto da diabete mellito da tre anni....grazie per la risposta
> cristina
>
>



cristina cardella 14.02.10 16:21| 
 |
Rispondi al commento

Non si ha bisogno ancora di studi sugli inceneritori! E' cosi chiaro che fanno male! da qualuque buco dal quale esce il prodotto di una combustione escono sostanze contrarie alla vita! Basta con questo schifo! esistono modi più intelligenti, e che non danneggano la vita, per smaltire l'immondizia (creata stupidamente tra l'altro)

Pasquale D. Commentatore certificato 14.02.10 14:58| 
 |
Rispondi al commento

Anche se non è l'unico studio a valutare l'effetto degli inceneritori sull'incidenza di varie patologie, la sola cartina dice davvero poco. La mortalità infantile non è legata solo all'inquinamento, ma anche, soprattutto, a fattori socio-economici (esempio: a Londra Kensington ha una mortalità 4 volte inferiore a Southwark, anche se distano pochi chilometri).
Perché non parlare invece degli inceneritori ad arco di plasma? http://en.wikipedia.org/wiki/Plasma_arc_waste_disposal
Questo è il futuro della distruzione dei rifiuti (ovvio, l'obiettivo è sempre produrne meno possibile, ma ci sono dei limiti).

Stefano Carda 14.02.10 14:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma di che cosa ci preoccupiamo noi?! Siamo in buonissime mani con l'Università di Urbino! Vero Beppe?

Graziano Filonzi 14.02.10 14:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Simili mappe dati fonti per le nostre zone in italia \ europa cene sono ????


Sarebbe molto interessante vederle discuterle diffonderle !!!!

Questo blog dovrebbe occuparsi di scoverle e linkarne se vene sono o di produrle da enti scientifici esterni !!!!


Da quello ke ho visto nella mappa di quella piccola regione inglese vi sono 1500 ( MILLECINQUECENTO ) e passa BAMBINI UCCISI...

...

...

...

ai a. Commentatore certificato 14.02.10 13:56| 
 |
Rispondi al commento

La mappa in questione non riporta alcun dato sul vento. Quella che riporta dati sul vento è questa (altro inceneritore, la conclusione è la stessa): http://www.ukhr.org/incineration/coventrymap.pdf .In generale, però non si possono trarre conclusioni solo da una figura,la scienza è un'altra cosa.nello stesso sito,l'agenzia sottolinea che il rischio è piccolo,spesso trascurabile. bisogna anche studiare possibili concause. Qui la lettera nella quale si spiegano alcune difficoltà ad affrontare analisi statistiche sulla mortalità legata all'inceneritore. http://www.ukhr.org/incineration/justinmccracken8june2009.pdf Informazione va bene, però fa fatta con equilibrio e coscienza.E soprattutto completa, altrimenti si chiama manipolazione.

aieie braso 14.02.10 13:41| 
 |
Rispondi al commento

ciao sono stato a basilea interessante il senso di capire il sistema vorrei capire dove la spina..ciao

Claudio Ceniviva 14.02.10 12:45| 
 |
Rispondi al commento

Lo sdoganamento degli inceneritori cercando di presentarli con sinonimi tranquillizzanti (termovalorizzatori) sono il capolavoro di Bersani che in tema di affari non è secondo a nessuno. I dati sui loro devastanti effetti ci sono ma sono sistematicamente ignorati da tutti, in Italia sta avvenendo quello che si vede nei film di Batman dove il partito degli affari sta a tutte le latitudini e longitudini perchè anche se si attacca la salute è sempre un affare con soldi che entrano con i farmaci, cure ed altri indotti.
Rodingo Usberti

rodingo usberti 14.02.10 11:11| 
 |
Rispondi al commento

Nel comune di Venezia addirittura vogliono ripristinare un vecchio inceneritore,stanno andando avanti con le procedure di autorizzazione. Il tutto in una zona famosa in tutto il mondo per la devastazione dell'ambiente e della salute di lavoratori e cittadini. Marghera.
A voi i commenti.

laura.l. 14.02.10 10:47| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma De Luca perchè non ti metti un palo su per il culo arrogante inquisito ed ignorante borioso anche saper informarsi fa l'uomo di cultura e quello politico invece di lanciare accuse e offendere la buona fede..... quella che di certo brutto inquisito di merda tu non hai mai avuto! Chi lo vota coglione è, chi lo vota coglione è............

Janek N., Gallarate Commentatore certificato 14.02.10 10:44| 
 |
Rispondi al commento

scorrendo un po' la sezione dedicata alla mortalità infantile sul sito dell'UK Health research, si può notare che gli stessi effetti degli inceneritori sono dati anche da normali centrali ad idrocarburi...mi pare che a fronte di ciò, e preso atto che l'inquinamento zero non esiste, rispetto a produrre energia bruciando petrolio, gas o carbone sia meglio incenerire rifiuti, o combinare i due combustibili, in modo da evitare la creazione di buove discariche...chiaramente la tendenza dev'essere riciclare il piu possibile ma è ideologia e non realismo affermare che sia possibile farlo nell'immediato...
volevo far notare, anche se non conosco le zone di cui trattano le cartine dell'UKHR, che il tasso di mortalità piu alto coincide con le zone a piu alta densità abitativa...dove c'è piu popolazione muoiono in percentuale piu bambini...questo fatto può essere legato anche ad altro rispetto ai soli fumi delle centrali?

Riccardo Lorenzon 14.02.10 10:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao, i dati sono allarmanti.
Pero' bisogna essere scientifici fino in fondo.
Correlazione non implica necessariamente causalità.
Bisognerebbe approfondire gli studi per capire la causa ultima. E non e' detto che siano i fumi di scarico, attuali maggiori incriminati, potrebbe essere qualcosa d'altro prodotto dagli inceneritori o da essi portato.

gianvito garra 14.02.10 10:22| 
 |
Rispondi al commento

Ci sono parecchi studi che denunciano l´estrema pericolosita´dei telefonini e del wireless.
Perche´non se ne parla mai?
Sono molto, molto piu´pericolosi degli inceneritori, perche´usati in modo massiccio.
Siamo circondati da microonde, infatti la percentuale di tumori al cervello, Altzeimer e´in aumento vertiginoso, ma io non ho mai letto alcuna denuncia su questo blog.
Perche´?


Finalmente la verità

francesco rolfi 14.02.10 08:37| 
 |
Rispondi al commento

Siamo d'accordo ! gli inceneritori INQUINANO ma finora nessuno lo dice ! Bravo Beppe !

graziella iaccarino-idelson 14.02.10 08:23| 
 |
Rispondi al commento

E' normale, in natura nulla si crea e nulla si ditrugge ma tutto si trasforma per cui da qualche parte deve andare il trasformato!

GIORGIO ZANUTTA 14.02.10 07:33| 
 |
Rispondi al commento

questa è l'ennesima testimonianza della inutilità degli inceneritori.infatti,il loro unico scopo è inquinare e distruggere l'ambiente circostante.....

devis q. Commentatore certificato 14.02.10 02:54| 
 |
Rispondi al commento

TENETEVI FORTE!!! ;-o

http://www.meetup.com/grillibologna/boards/thread/7170183/10/

Uno dei tanti 13.02.10 22:51| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
CERCHIAMO DI RENDERE PUBBLICI QUESTI DATI DELLA RETE,FACCIAMOLO DIFFONDERE DAI MOVIMENTI 5 STELLE,ALLA GENTE CHE DEVE SAPERE, PERCHE' AI NOSTRI PEZZENTI DI DIPENDENTI NON LO DIRANNO MAI!!!!!!!!!!!!
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 13.02.10 22:50| 
 |
Rispondi al commento

Per favore recapitare a DE LUCA e ai suoi ingegNIERI , tecnici , professori DELL'UNIVERSITA' delle truffe.
...............
Fanculo....

Tinazzi

tinazzi ., Albano Laziale Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 13.02.10 22:11| 
 |
Rispondi al commento

Interessante questo sito, in topic e non solo:

http://www.citizenreport.rai.it/viewArticle.php?article_id=196&title=Il_solare_termodinamico_di_Libero_Borra

Ha trovato il modo di smaltire i rifiuti e creare Free Energy a basso costo, anche ambientale.

E in Italia ci sono sono ancora dei cogli_oni che pensano al nucleare.

Uno dei tanti 13.02.10 21:50| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 



Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori