Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

I PIGS sono sempre gli altri


Europa_GDP_2009.jpg
figura FT 8/2/2010

La Grecia è famosa per il Partenone, per le sue isole e per l'evasione fiscale, in questo accomunata all'Italia. Stessa tassa (evasa), stessa faccia. La Grecia è la malata d'Europa, l'Italia, secondo i nostri baldi giornalisti economici, è invece in ottima salute. Non è un maiale, uno dei PIGS, come altri Paesi a rischio. Non si spiega allora la nostra prima posizione assoluta in Europa a fine 2009 nel rapporto tra debito e PIL. Stacchiamo la Grecia di un'incollatura, ma doppiamo Portogallo, Irlanda e Spagna. Per evitare il default Tremorti deve collocare centinaia di miliardi di euro di debito a interessi zerovirgola o zero, nel 2010 circa 450 miliardi. Ma chi li comprerà? E a quali condizioni?

8 Feb 2010, 23:47 | Scrivi | Commenti (45) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Ma il biondino ( non ricordo il nome) che di tanto in tanto postava aggiornamenti d'economia che fine ha fatto?

marco covino 16.12.10 00:55| 
 |
Rispondi al commento

Probabilmente gli Italiani preferiscono sentirsi maiali piuttosto che zingari, visto che il maiale mangia a casa sua mentre lo zingaro mangia a casa del vicino. Lasciando da parte il disfattismo e provando a essere obbiettivi quando parliamo di debito dovemmo fare gli adeguati distinguo fra debito pubblico, privato ed estero altrimenti e' molto facile fare confusione.
Cliccando sul piccolo grafico riportato nell'articolo si apre un'educativo video di Tremonti che va sulla slitta ma da un blog serio come questo mi aspettavo un link con qualche articolo straniero o grafico istat, diciamo cmq che anche se non e' specificato (erroneamente) presumo che il grafico si riferisca al tanto decantato debito pubblico.
Veniamo al punto, citando l'articolo "La Grecia è la malata d'Europa, l'Italia, secondo i nostri baldi giornalisti economici, è invece in ottima salute. Non è un maiale, uno dei PIGS, come altri Paesi a rischio. Non si spiega allora la nostra prima posizione assoluta in Europa a fine 2009 nel rapporto tra debito e PIL."
No infatti non si spiega e non e' un dato veritiero se non viene valutato insieme al debito estero netto:
Grecia representa el 87% de su PIB (cerca de 208 mil millones de euros).
España representa el 91% de su PIB (cerca de 950 mil millones de euros).
Italia representa el 23% de su PIB (cerca de 347 mil millones de euros).
Portugal representa el 108% de su PIB (cerca de 177 mil millones de euros).
Irlanda representa el 68% de su PIB (cerca de 123 mil millone de euros).
http://www.gurusblog.com/archives/volumen-deuda-externa-espana-grecia-portugal/08/02/2010/
e a quello del debito privato riguardo al quale riporto uno dei tanti articoli comparativi della zona euro. http://intermarketandmore.investireoggi.it/debito-privato-italia-meglio-di-molti-altri-6705.html
Ora i nostri "baldi giornalisti" saranno anche ottimisti a parlare di ottima salute ma gli altri 3 piccoli porcellini o zingarelli che dir si voglia l'ottimismo se lo sognano. Ciao

diciamola tutta 29.10.10 05:32| 
 |
Rispondi al commento

Io penso invece che si stia cercando di far fallire l'Italia perché così poi la mafia, che ha i soldi, la compra e gestisce molto meglio di ora, che incontra qualche limitazione. Non credete?

paola p. 11.02.10 19:15| 
 |
Rispondi al commento

Che dire invece dei debiti italici nascosti nelle pieghe dei trucchi di bilancio?
Prendiamo la ***TAV*** ad esempio: 70 miliardi di euro (pubblici) pappati in due decenni dai grandi "general contractors", di cui non c'è traccia nei bilanci pubblici.
La truffa legalizzata del "project financing" per cui le banche anticipano i soldi che non verranno mai ripagati con l'esercizio delle inutili e sottoutilizzate linee TAV, debiti che sono in ogni caso GARANTITI DALLO STATO, riappariranno sottoforma di buchi neri mangiatutto nei bilanci pubblici tra qualche annetto, quando il teatrino delle marionette darà la tragicommedia intitolata.....
"Oooops! Ragazzi! Abbiamo trovato i buchetti neri grossi grossi nel bilancio, eh giaggià stiamo per fallire. Corbezzoli! Chi l'avrebbe mai immaginato! Sarà stato il gelo eccezionale oppure il giudice comunista che si è mangiato la torta. In ogni caso... sorry se non vogliamo fare default, ci dispiace tanto, ma da ora in avanti sanità e pensioni tocca pagarvele da soli! Coraggio che bisogna averci fiducia nel Sistema signora mia, e ora muova il culo e si levi di torno!" eeeee...Zumpa zumpa zumpa! (la banda suona, la grancassa dà il ritmo...)
Nel frattempo dormiamo pure il sonno dei giusti, che i pigs (veri) mentre hanno speso tutto per quest'anno, saccheggiano anche il bilancio pubblico (futuro).

Francesco R. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.02.10 00:38| 
 |
Rispondi al commento

il debito pubblio italiano!!!!!!!
che mistero! tutti ne parlano, ma nessuno sa bene da dove venga e da che cosa sia formato.
L'opinione comune avallata dai tg nazionali lo imputa al costo eccessivo della pubblica amministrazione (troppi dipendenti pubblici fannulloni, troppi enti, troppe risorse alla sanità, alla scuola e in generale a qualsiasi attività che abbia la parolaccia "pubblico" vicino).
Tutto falso!
30 anni fa in presenza di un settore pubblico ben più esteso di quello attuale (forse addirittura il doppio) il rapporto debito/ pil era al 65%, come quello della germania .
Oggi dopo anni di continui tagli di personale, razionalizzazioni, tagli di risorse privatizzazioni, ticket sanitari, aumenti dell'eta pensionabile, alienazioni di beni ed edifici pubblici ecc. ecc.. il rapporto debito/pil è prossimo al 120%.
Come è possibile che un risparmio provochi un aumento del debito?
Anche supponendo che i risparmi siano insufficienti si sarebbe comunque dovuto notare un miglioramento anche piccolo dei conti pubblici!
la domanda é: DOVE SONO ANDATI A FINIRE I RISPARMI
OTTENUTI CON I SACRIFICI DEL POPOLO ITALIANI?
meditate.

Luigi D., Ancona Commentatore certificato 10.02.10 15:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sarebbe interessante che qualcuno facesse i conti di quanto ci costa la corruzione dei nostri politici ed imprenditori, il mantenimento di stati stranieri come il Vaticano, le spese inutili fatte solo per mangiarci sopra ecc. Dividere poi questo costo pro capite per contribuente e poi farlo sapere in giro. Se come credo la somma fosse nell'ordine delle migliaia di euro annuali chi li fermerebbe i contribuenti inferociti? Allora si sarebbe la fine per questa inetta e corrotta classe dirigente che non ha pari nel mondo occidentale.

Aldo Gabrielli 10.02.10 11:21| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

E ORA CHE I CANI SI GIRINO E GLI MORDANO IL CULO!

Gabriele C., info@cosmel.it Commentatore certificato 10.02.10 11:13| 
 |
Rispondi al commento

Infatti l'Italia fa parte dei Pigs, poi un imbecille di Unicredit, prima di essere scoperto con le mani nel portafoglio dei risparmiatori, dichiara che per I si intende l'Irlanda, ed i giornalisti venduti al miglior offerente, ( quale miglior acquirente della banca n.1 d'Italia) hanno sventolato la notizia che noi siamo "er mejo" d'Europa.

Siamo una massa informe senza spina dorsale, che in un paese mediocremente serio, avrebbe imbracciato le armi ed avrebbe già fatto piazza pulita di questi politici cialtroni.

In questo paese va sempre a finire a "tarallucci e vino" dove nessuno paga, ed i gradi di giudizio sono infiniti, quindi caro Beppe, ti chiedo di chiarire il tuo punto di vista sul sistema della giustizia italiana e sulla certezza della pena.

Giorgio O. Commentatore certificato 10.02.10 10:40| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

E dalle! Sempre sul venale! Mi riferisco alla slitta.
Ma non vedete che il video delle 'renne' è eloquentisimo. Tremonti, che apparentemente sembra in vacanza, sta invece cercando, in incognito, di recuperare il debito
italiano, oramai fuori controllo!
Fino al polo nord è disposto a correre il nostromo per recuperarlo; e a sfidare il gelo
dell'incomprensione dilagante e furfantina.
E i cani poi, sembrano semplici cani da slitta. Invece no; sono i terribili cani da PIL,
estremamente agguerriti e sperimentati per la caccia all'evasione, all'Euro e all'occorrenza all'extracomunitario.
La prossima volta, prima di giudicare dalle apparenze, fermatevi ad osservare e a riconoscere gli sforzi meritori dell'uomo.

Pino

Pino A. 09.02.10 21:30| 
 |
Rispondi al commento

Gentile Beppe,

Io sono un italiano residente all'estero da quasi tre anni (tra l'altro in uno dei cosidetti paesi PIGS), ma devo dire che qui in Spagna e ben diverso dall'italia. Diverso non tanto per il mangiare o per la lingua.... Ma diverso nel affrontare i problemi e il come risolverli. Qui, se un politico sbaglia, il popolo compatto e unito lo manda a casa di qualsiasi partito sia (vedi Jose Maria Aznar - Zapatero). E la tassazione e al 20-25% anzichè al 40-45% come in italia. In Spagna se vieni preso che evadi, c'è pena certa senza appello (non come in italia che più rubi e più ti salvi)! Caro beppe e voi tutti, la Spagna è in crisi, e l'italia e tra i G7 mentre gli spagnoli no; ma almeno qui quando beccano un politico di paesotto che ruba una mazzetta che per i "professionisti italiani" è inesistente come cifra, si scandalizzano e lo assicurano alla giustizia in giornata. Mentre da noi non solo neanche Rambo con tutta la sua ferocia riesce a farli uscire dal parlamento, ma addirittura l'inlecito perpetrato diventa una cosa normale e che non scandalizza. Credo che la sola soluzione sia che gli italiani copiano gli spagnoli aprendo gli occhi, e che non credino che per sempre saremo grandi anche avendo le tasche bucate e qualcuno che ci racconta quel che ci piace.

Simone Rosa 09.02.10 20:54| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

SPEZZEREMO LE RENI ALLA GRECIA!

Io direi che entrambe, Italia e Grecia, avrebbero bisogno di un trapianto, non di reni ma di cervelli!

Che figura, i due paesi archetipi della civilta'
occidentale!

Frank A. 09.02.10 19:52| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

Io ho una domanda! Ma se i lavoratori devono andare in pensione a 65 anni, perché i politici possono lavorare fino alla morte??? Non dovrebbero lasciare il posto a persone giovani e motivate e loro a casa a riposare come tutti i lavoratori onesti e normali????

LETIZIA P., PISA Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.02.10 19:51| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento

Al Pecoraio PDL e PD-L ben vi stà. La verità brucia ma è questa. Ed è solo l'inizio

stefano s., reggio emilia Commentatore certificato 09.02.10 18:49| 
 |
Rispondi al commento

A me vien da ridere per non piangere davanti alle affermazioni di certi campioni!

Tranquilli, ci penserà Barroso. Si è accoro che le informazioni statistiche che arrivano in commissione non sono sempre corrette e questo è stato un problema soprattutto per la Grecia.( caspita, ma buongiorno bell'addormentata!)

Adesso però, vuole correggere e spera che tutti i paesi membri siano concordi.( io ti correrei dietro con un forcone)
Ah, si è anche accorto che non c'è la stessa situazione in tutti i paesi!( ammazzaho, quando è suonata 'sta sveglia?)

Nuovo governo economico europeo.

Si farà un serio lavoro di persuasione.
E l'Europa sociale ? Per quella una sonora pernacchia può più che bastare.

Alina F., Varese Commentatore certificato 09.02.10 18:49| 
 |
Rispondi al commento

Dopo i PIGS ecco gli OCSE:eurekkkkaaaaaa
L'italia, il paese delle meraviglie, in materia di salari percepiti è fanalino di c... nel 2009 secondo
EURISPES: siamo 23esimi...possiamo godè solo coi portoghesi,cechi,turchi e polacchi gli altri ce lo fanno rosso come quello di sor tremondino.
Ma non è finita siamo primi,si primiiiiiiiiiiii nel cuneo fiscale, in altri termini famo godere il fisco e noi non sentiamo dolore.
Caro presidente del partito dell'amore ma mi dici come cazzo fai a mettere le mani nelle mie tasche e ad arrafare sordi da tutte le parti se con una
stai passando la crema sul bucio a tremondino e l'altra ce l'hai sempre tra le cosce di qualche puttanella???
Sei fantastico altro che nano io l'ho sempre detto a tutti
P.S. (che poi vor dì c'è dell'artro)
Questa notizia non è mai comparsa alla pagina 130
di televideo dove invece quella della diminuzione
delle tasse di nanopensiero c'è stata......forse ho capito non c'era spazio e allora il buon direttore della rai tvi l'ha messa a pag 373 dove
nessuno ci va a........

gigi fiorentino 09.02.10 17:32| 
 |
Rispondi al commento

A sentire i nostri governanti va "quasi" tutto bene.

Giuseppe V. Commentatore certificato 09.02.10 17:30| 
 |
Rispondi al commento

commento giuseppe o., napoli / 14:55

FUCK !

Ottima e perfetta sintesi !

Sono mesi che aspetto che qualcuno nomina la chiesa.

Piu grande proprietario di terreni e immobili al mondo. Tutto essento tasse.
Ed i preti cattolici non possono sposarsi perchè altrimenti i loro beni poi andrebbero alla moglie e figli e non al Vaticano.

Come cazzo fa - un prete ad essere 'abilitato' a dare consigli alle famiglie quando non ha mai avuto figli suoi ?
(o almeno quelli non ufficiali )

Invece di promuvere il uso dei preservativi cosa ha fatto Ratzinger ?

VATICANO !!!! Divulga il 100% delle tue case, uffici, beni, conti in banca ai poveri e fai come Cristo avrebbe voluto !

Non ho nulla contro le religioni, e massimo rispetto per chi è credente, persino credo che Cristo è esisitito.

Ma la chiesa cattolica è una istituzione finanziaria, monopolizzatore del pensiero e sviluppo degli italiani da secoli, con dei pedofili in mezzo.

Se almeno si facessero i cazzi loro - LETERALMENTE! ed anche praticamente - e non influenzassero con inciuci le politiche dei governi - con la leva che hanno su molti italiani (voti) i quali Stra-Credenti (nella chiesa piu che in Dio) - farebbero meta del loro dovere.

Ah sih, ... ma in Italia guai a chi critica la chiesa.
Ah sih, ... ma in italia guai a chi critica il governo.
Ah sih, ... ma in Italia guai a chi ha una sua opinione.

Beh.... FUCK OFF pontificato/vaticano/preti fasulli - e governo-regime italiano ridicolo ed anche un doppio FUCK OFF! a chiunque vorebbe farmi togliere la mia libera opinione.

AMEN and kiss my ass.

Keyser Soze

Keyser Soze 09.02.10 16:45| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Più sentono puzza di bruciato, più cercano in tutte le maniere possibili di far finta di niente.
La scuola del "caprone cornuto" di negare l´evidenza sta dando i suoi frutti.
Crisi? in Italia?!..Io non la vedo. Vedo solo ristoranti pieni e tante auto per strada.
Magari mandrillo schifoso, vedi anche tante puttane da mille euro alla scopata, che tu e i tuoi nani leccaculo riuscite a farvi solo con overdosi di viagra e cocaina.
Poi fate quelle leggi antidroga scandalose e disumane, per gettare fumo negli occhi a chi non sa. Poi mettete in prigione e uccidete quei poveri cristi che dalla vita hanno avuto solo sofferenze che riescono a sopravvivere solo con l´aiuto di qualche spinello, ma vi guardate bene dal denunciare chi vi fornisce montagne di droga. Poi siete in prima fila ai "Family Days", in compagnia di quell´altra specie schifosa di pedofili in sottanna con i quali formate la feccia dell´umanità. L´Italia sta per scoppiare e voi continuate allegramente a brindare con Champagne ostriche e caviale e a portarvi a letto le puttane da salotto, addirittura nei vostri palazzi del potere. Perversi e corrotti! Statene certi, potrà tardare ma, la vostra paga arriverà di sicuro. E noi saremo le vostre "tricoteuses" quando la vostra ora scoccherà. E scoccherà!
Oh si! Eccome scoccherà!

giuseppe o., napoli Commentatore certificato 09.02.10 14:55| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

INVECE DI PERDERE TEMPO A PARLARE,PERCHE' CON DATI ALLA MANO NON FACCIAMO PARTIRE UNA CAMPAGNA A LIVELLO MONDIALE PER FAR BOICOTTARE I TITOLI ITALIANI??NON RIUSCENDO A VENDERE 450 MILIARDI DI TITOLI,IL DEFAULT AVVIENE SUBITO COSI TUTTO QUESTO SCHIFO FINISCE.UN ITALIA SALVATA FARA COMODO A POCA GENTE ELETTA,LORO STARANNO BENE E LA GRANDE MASSA STARA MALE.ALLORA E' GIUSTO SPINGERE PER NON FAR ACQUISTARE TITOLI ITALIANI E MANDARE COSI L'ITALIA A DEFAULT.FACCIAMOLO IL PRIMA POSSIBILE,BEPPE E TRAVAGLIO DATEVI DA FARE,ANCHE NOI COMUNI OSPITI DEL BLOG DIAMOCI DA FARE E MANDIAMOLI CON IL CULO PER TERRA.

Alessandro Negroni, Roma Commentatore certificato 09.02.10 14:09| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

ieri su wikipedia c'era scritto che un tizio dell'unicredit aveva levato l'italia dai pigs...
oggi :
Più di recente ancora, l'Italia è stata talvolta sostituita dall'Irlanda nell'acronimo originale a quattro lettere[5][6].
comunque al punto sei è scritto:
'I' in 'PIGS' is for Ireland not Italy, insist UniCredit staff
capito lo dice unicredit che non siamo messi male...

enrico v., plentzia Commentatore certificato 09.02.10 13:19| 
 |
Rispondi al commento

L'Italia è ancora più indietro dei PIGS, perchè una buona parte della popolazione non ne è consapevole. Il debito pubblico è, come tale, nostro: chi all'estero lo compra non è un benefattore, ci chiede sempre qualcosa in termini di scelte finanziarie ed economico-sociali che saranno via via più opprimenti ipotecando il nostro futuro. Essere consapevoli significa anche non lasciare oggi la scelta del proprio futuro a chi, per evidenti ragioni anagrafiche, la parola futuro evoca semplicemente un'idea e non uno stato di cose che verranno. A nessuno fa pensare che abbiamo un Capo di Stato che esprime rammarico per una sua scelta politica del 1956? MILLE-NOVECENTO-CINQUANTASEI !!!!!!! O un Presidente del Consiglio che, se non fosse in politica a proteggere il suo passato, oggi avrebbe difficoltà a rimanere tra i nonni-vigile perchè troppo anziano anche per quello???

massimo orru (lianu), cagliari Commentatore certificato 09.02.10 13:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

FUCK ! FUCK ! FUCK ! FUCK !

Non ci posso credere!

Quei pochi trollls qui presenti, che incolpano Grillo di evasione, credono il Sole 24, sono la rappresentanza di ... er , ... 50 % +/- degli italiani che devono essere ciechi a quanto la vostra situazione economica, e nemmeno vedono che chi vi governa vi sta anche derubando sotto il vostro naso.

Mi sembra che la gente proprio non vuole capire cifre, dati e la semplice matematica.

Questi creduloni, sono come i migliaia di lemmings che si buttano dallo scoglio seguendo ciecamente pochi dei loro capi.

Invece di solo inveire contro Grillo, Di Pietro e chiunque vi sta sulle palle - che siete liberissimi di fare - perchè non proponete anche una soluzione ?

Ma se la soluzione sarebbe Berlussolini, allora vi dovreste spolverare un po la memoria .....:

In Romania, il regime sosteneva fino all'ultimo che tutto era a posto.
La gente era affamata, miseria da per tutto, ma Ceucescu aveva i minatori che .... non gli hanno communque salvato il culo.

Alla fine ha vinto il popolo.
Che è un modo di dire perchè tuttoggi la Romania sta cercando di uscire dal disastro economico causato dal suo ex-regime.


A Berlussolini ed i suoi compari - chi gli salva il culo .... la mafia ?

Se non vi svegliate, e continuate a credere che questo governo vi salverà le chiappe, allora vi sta bene a finire nella merda nella quale siete già fino al collo.

E se non vi svegliate, fra qualche anno sarete i nuovi Rumeni, a gironzolare per le stazioni ferroviarie del resto dell'Europa.

Sono desolato per quel 50% +/- degli italiani che ormai hanno capito la situazione, ma non possono fare molto perchè avete un regime che ha in mani i media, con i quali non fa altro che propaganda, e personalmente non mi sorprenderebbe che questo attuale governo sarà quello che vi porterà giu dallo scoglio, anche dopo le regionali ed anche dopo le prossime elezioni.

[ la mia soluzione : via Berlusconi per incominciare ]


WAKE UP ITALIANS !

Keyser Soze

Keyser Soze 09.02.10 13:05| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione


Scandalo valvole cardiache. In Appello a Padova tutti assolti

PADOVA - L'ex primario di cardiochirurgia di Padova Dino Casarotto è stato assolto con formula piena dalla Corte d'appello di Venezia dall'ipotesi di omicidio colposo per le morti di pazienti dovute alle cosiddette valvole killer.

In primo grado Casarotto era stato condannato a 5 anni e 9 mesi. I giudici del secondo grado hanno inoltre stabilito il non luogo a procedere per i reati di corruzione, andati in prescrizione per tutti i sette imputati, inclusi l'imprenditore padovano Vittorio Sartori e il suo braccio destro Giovanni Albertin, che commercializzavano le valvole brasiliane "Tri technologies". La sentenza è stata emessa dopo 9 ore di camera di consiglio. Per i familiari delle vittime non è stato previsto inoltre alcun risarcimento su provvisionale come invece aveva stabilito in primo grado il Tribunale di Padova (4 milioni e mezzo di euro).

LE LEGGI SALVA PREMIER FANNO VITTIME!!!!

Uno dei tanti 09.02.10 12:48| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Restiamo comunque dei maiali:

DIRITTI UMANI: AMNESTY, DIFFICILE CHE ITALIA PASSI ESAME ONU

(ANSA) - ROMA, 9 FEB - Non sara' facile per l'Italia passare
l'esame del Consiglio Onu per i diritti umani, che si tiene oggi
a Ginevra. Lo ritiene il portavoce di Amnesty International
Italia, Riccardo Noury.
''In Italia c'e' una progressiva erosione dei diritti umani
in particolare nei confronti di migranti, minoranze, richiedenti
asilo - ha detto Noury a Cnrmedia -. Ci sono norme e prassi
preoccupanti. In particolare alcune norme del pacchetto
sicurezza, l'attuazione dell'accordo tra Italia e Libia:
entrambi hanno a che fare con cittadini stranieri, migranti,
possibili titolari del diritto di asilo''
Preoccupano anche ''alcuni aspetti delle norme
antiterrorismo, le leggi Scajola. Poi norme che non ci sono ma
che dovrebbero esserci da tempo, come una legge nel codice
penale che preveda il reato di tortura'', ha aggiunto il
portavoce auspicando che ''l'esame di oggi non diventi una mera
formalita' ma un'opportunita' per fare un progresso sostanziale
nel rispetto degli obblighi internazionali dell'Italia e degli
impegni in materia di diritti umani''.(ANSA).

francesco c., emigrato all'estero Commentatore certificato 09.02.10 12:23| 
 |
Rispondi al commento

Il sole24ore dice che non facciamo più parte del PIGS http://tinyurl.com/yj5crbe

Saluti
L

Livio B. 09.02.10 11:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ce la faremo?

http://www.indexmundi.com/g/r.aspx?v=143&l=it

Fabio G., Genova Commentatore certificato 09.02.10 11:33| 
 |
Rispondi al commento

Per il demenete che ha scritto questo post: Ma è mai possibile sperare che l'italia vada in default? Se lo ha scritto Grillo. l'evasore fiscale e raccontaballe, milionario (in euro) posso capire, tanto siamo abituati alla sua deficenza altrimenti dico all'autore>; ma perchè non vai via dall'italia e ci lasci in pace? Puoi andare in Belgio, in Francia, Nei paesi arabi....nel mondo c'è molto spazio.

stefano caristi 09.02.10 10:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho appena sentito dire ad un giornalista sky che la I di PIGS non sta per Italia ma per Irlanda. Eppure basta andare a vedere wikipedia per vedere che la I sta per Italia. Ma si rendono conto che mentendo alla gente vanno anche contro i loro stessi interessi???

http://en.wikipedia.org/wiki/PIGS_%28economics%29

Paky M. 09.02.10 10:18| 
 |
Rispondi al commento

Ci stiamo avviando di nuovo verso una bastonatura di proporzioni colossali,certamente superiore a quella del 29.Per evitare che esplodano delle rivolte incontrollate ed incontrollabili,in altri tempi si sarebbe fatto ricorso ad una guerra.Noi già siamo in guerra,travestita da pace,da parecchi anni.Ma questo,si vede che non basta,bisogna che sia più cruenta ed ecco che l'Iran sarebbe un ottimo avversario:male armato da tecnologie occidentali,dissenso forte interno,il pericolo che se si dota di atomica,potrebbe alzare la voce e per finire,ha avuto l'ardire di rifiutare il dollaro nelle trattative internazionali,creando un pessimo esempio e indicando ad altre Nazioni altre strade.C'è un sacco di roba,che andrebbe a vantaggio di chi gli dichiarasse guerra,non ultimo che le Nazioni belligeranti al loro interno,per cause superiori,potrebbero sospendere i diritti civili dei cittadini,per intervenute cause maggiori e rimandarne l'esercizio alla fine della guerra.Infatti avremmo già due portaerei,l'esercito di professionisti ed eventualmente rincalzato da alcuni anni di leva obbligatoria,una disoccupazione giovanile di giovani "bambocci" da sacrificare,tensioni sociali alle stelle.Insomma da una guerra abbiamo solo da guadagnare.Tanto Piersilvio,Piercamillo,Pierminchia ecc. si imboscheranno facilmente.

IL SICILIANO 09.02.10 10:14| 
 |
Rispondi al commento

L'Italia andrà in default nel momento in cui gli italioti ciechi e sordi che comprano i BOT si accorgeranno che il loro interesse è passivo.
Oramai i promotori finanziari sono diventati come i maghi e le fattucchiere. Danno a getto continuo consigli che non sono in grado di dare.
Dovrebbe tornare la saggezza di affidarsi agli antichi, ma sempre validi, proverbi.
"Non datemi consigli. So sbagliare da solo".

alessandro c., lecco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.02.10 09:27| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
I GIORNALISTI,I NOSTRI VENDUTI, DELIRANO ALLA GRANDE BEPPE, A COSTO DI COMPIACERE LO PSICONANO,I PARTITI E LA CONFINDUSTRIA.,EUGENIO BENETAZZO NEL SUO PRIMO CHAOS ECONOMY E' STATO MOLTO CHIARO CHE NE FACCIAMO PARTE E SIAMO DAVVERO A RISCHIO(FINALMENTE!,IN ECONOMIA NON SANNO TENERE I CONTI,MA A FARE SPETTACOLI ED A MENTIRE SONO ECCEZZIONALI!!!!!).
PER CUI QUANDO SARA' TROPPO TARDI GLI AUGURO DI VEDERE I SORCI (VERDI) CON QUERSTA CRISI E CHE NON FINIRO' MAI BATTERLO AL COMPUTER:STRUTTURALE!!!!!
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 09.02.10 09:03| 
 |
Rispondi al commento

Il commento di nonsenepuò davveropiù è quello giusto. Le nostre banche stanno bene perché, si dice, "italo-centriche". Enrico Mattei, mi pare, diceva di non voler fare il ricco in un paese povero. Stiamo andando, per l'appunto, nella direzione esattamente opposta.

Claudio Genoria, Belluno Commentatore certificato 09.02.10 09:02| 
 |
Rispondi al commento

E' semplice: il debito pubblico greco è, per la sua gran parte, in mano agli stranieri; sono loro che misurano la credibilità della Grecia e che possono decretarne il default (ma, così facendo, perderebbero montagne di soldi investiti).
Il debito pubblico italiano, di contro, è in gran parte in mano ai nostri connazionali, alimentato dal risparmio nazionale.Ergo, l'ultima razio in mano al governo per scongiurare il fallimento, sarebbe quella di svalurarlo: in altre parole, basterebbe dire ai cittadini che per ragioni si sicurezza nazionale i loro bot saranno deprezzati del 50%. Et le voilè, così facendo salveremmo il Paese.Credete che non lo faranno ? Di certo c'è che noi lo sapremo solo DOPO.

nonsenepuo davveropiu 09.02.10 00:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Li comprerà la Cina, che sta comprando appunto il debito della Grecia.

Francesco Casarin 09.02.10 00:41| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuno ci comprera'...mi sembra la stessa stategia adottata per far FALLIRE tutto cio' che e' PUBBLICO ..in Italia per es. la SANITA' la si lascia andare in malora..e quando chiedi un esame ti dicono "tra due o tre anni" ...pero' "se paga 300 euri domattina glielo facciamo " idem per la SCQUOLA PUBBLICA ( scritto apposta con la Q vediamo se trovo qualche " itagliano " che lo fa' notare )..idem per TRASPORTI idem per la POLIZIA ..idem per altri settori PUBBLICI che cosi' diventano PRIVATI per la gioia di chi se li compra cosi' anche l' ITALIA da RE ..PUBBLICA diventera' RE..PRIVATA

Gino De Pauli 09.02.10 00:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 



Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori