Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Nuclearisti schizofrenici


Zaia_nucleare.jpg
Il nucleare in Italia lo vogliono soltanto in tre: Berlusconi, Sarkozy e la Confindustria. Le Regioni che si dicono favorevoli preferiscono che le centrali siano costruite altrove. Le Regioni contrarie si oppongono a priori alla costruzione nel loro territorio. E' un rompicapo insolubile. Formigoni (PDL): “In Lombardia siamo vicini all’autosufficienza quindi non c’é bisogno di centrali in questo momento”. Zaia (PDL): "Il Veneto ha oggi un bilancio energetico positivo, produce più energia di quanta ne compra”. Polese (PDL): "La Puglia contribuisce in modo notevole alla produzione di energia e al fabbisogno energetico nazionale con centrali elettriche a Brindisi e Taranto. Non vi è quindi motivo né possibilità di realizzare una centrale nucleare”. Polverini (PDL): " In tempi rapidissimi il Lazio diventerà energeticamente autosufficiente e in pochi anni andrà addirittura in surplus, esportando energia verso altre Regioni. Pertanto ritengo che nel Lazio non ci sia bisogno di istallare nuove centrali nucleari“. Rimane solo Arcore per una nanocentrale nucleare. Per le scorie c'è già il mausoleo incorporato, sembra fatto apposta.

22 Feb 2010, 23:02 | Scrivi | Commenti (97) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Solo pochi Stati oggi sono in grado di essere davvero autosufficienti dal
punto
di vista Energetico. Parecchi
chiedono Energia ai loro confinanti. L'Italia di oggi è in una situazione
di gravissima
non-autosofficienza. Consiglio a tutti di visionare la mappa mondiale
dell'autosufficienza energetica che trovate a questo link (
http://www.ilmioeden.it/e-se-domani-non-avessimo-piu-energia/ )nella quale
si vede chiaramente la situazione di tutti i paesi del mondo.
A presto,
Roberto Stanzani

Roberto Stanzani 10.11.13 19:16| 
 |
Rispondi al commento

più che un commento una domanda .
Nell'ambito della mia professione "consulente finanziario indipendente" mi è capitato di prendere in esame per un confronto analitico il fotovoltaico vs pannello solare .
Devo dire che , facendo leva sulla mia onestà intellettuale, non posso esimermi di chiedere anche un parere tecnico (io analizzo freddi numeri) a chi ha più esperienza diretta in questi campi.
Questo in modo da avere un quadro più corretto e professionale .
Quindi sono a richiederVi se possibile un Vs. parere in merito alle differenze tra i due tipi di impianto e se è corretto metterli a confronto .
Anche perchè ad oggi non ho trovato ancora qualcuno che abbia dichiarato se è meglio una o l'altra soluzione!!
Grazie per la Vs. attenzione
Prandini Luciano

luciano prandini 23.11.10 09:32| 
 |
Rispondi al commento

E! POSSIBILE CHE IN ITALIA SI POSSA DIMENTICARE UN REFERENDUM SUL NUCLEARE? STA SUCCEDENDO DI TUTTO DI PIU' COME POSSIAMO LIBERARCI DI QUESTO MARCIO GOVERNO?

ornella passaretti 24.05.10 11:12| 
 |
Rispondi al commento

L'Italia è uno dei pochi paesi Europei che non ha ancora compreso a fondo l'opportunità di cambiamento offerta dalle fonti rinnovabili. E' ormai chiaro che nel "Bordello Italia", come è stato descritto dall'Economist (http://www.economist.com/world/europe/displaystory.cfm?story_id=16003661) il Meridione del nostro Paese (29/04/2010), solo le organizzazioni criminali si sono accorte dei vantaggi economici che possono essere realizzati, ad esempio, con l'installazione e la gestione degli impianti eolici. Così come è accaduto per i rifiuti, le organizzazioni criminali sono i precursori nell'innovazione nel "Bordello Italia"....

Le fonti rinnovabili hanno il grande pregio di essere alla portata delle comunità, di potere essere modellate sulle esigenze e le disponibilità dei territori, a differenza del nucleare che può essere gestito solo con un elevata contenuto di conoscenza (e comunque produce scorie radioattive non trattabili e i cui tempi di decadimento sono di decine di migliaia di anni) ed il cui controllo resta in mano a pochi, il vento e il sole sono ancora alla portata di tutti, finché qualcuno non si approprierà del diritto del loro sfruttamento per cinquant'anni e forse più ... lo stanno già facendo ed è necessario fermarli.

Mauro Ennas 06.05.10 13:15| 
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti

una occhiata al link sul corriere di oggi 28/04/2010

http://www.corriere.it/scienze_e_tecnologie/energia_e_ambiente/10_aprile_28/eolico-germania-parco_31914f38-52a5-11df-82ed-00144f02aabe.shtml

regards

francesco

frances co 28.04.10 17:39| 
 |
Rispondi al commento

Vi credo,credo a Formigoni a Zaia, a tutti quelli che sostengono che in italia la produzione di energia e soddisfacente al nostro fabbisogno, senza dover installare alcuna centrale nucleare.
Credo anche a voi che lo scrivete sul Blog del grande Beppe, ma allora.....?
Perchè continuano ad arrivarci a casa bollette con continui rincari e tasse inutili?
Chi non l'ha ancora fatto provi a prendere l'ultima bolletta dell'enel e la scorpori. Scoprirà quanti soldi regaliamo a questi loggisti dell'energia e quanto invece dovremmo pagare per il nostro effettivo consumo..:-(

Luca Rossi 28.04.10 09:46| 
 |
Rispondi al commento

Invece di costruire centrali nucleari obsolete,costose e pericolose,dovrebbero inventare una tecnologia poco costosa per estrarre l'idrogeno dall'acqua del mare.

Maximiliano Vigolini 21.04.10 10:40| 
 |
Rispondi al commento

L'Italia si è espressa tempo fa, L'Italia non vuole l'energia nucleare...guardate e meditate.

http://www.youtube.com/watch?v=SALsYKE5wsU

Mauro Forlini 14.04.10 12:30| 
 |
Rispondi al commento

Il punto non é che una o due regioni in Italia siano autosufficienti, ma é lItalia intera a non esserlo. E inoltre siamo ben lontani dalla tanto desiderata indipendenza energetica dal gas russo o dal petrolio. Fatico davvero a comprendere il cieco ed ignorante andare sempre e comunque contro il nucleare. Vorrei davvero che ci fosse una informazione più sana e bipartisan sul nucleare.

Elisa Calvo 15.03.10 14:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ultimamente cerco di guardare di meno alcune trasmissioni per non rovinarmi quel po' di fegato sano che mi rimane.Ma ieri sera non ho potuto fare a meno di vedere la replica di quella bella trasmissione che è Presa Diretta dal titolo:sole,vento e alberi.Spero che i tanti fessi che ancora sostengono come i pappagalli certe scelte l'abbiano vista.Le tecnologie per toglierci dalle balle il nucleare ci sono,basta che i governi non siano miopi.Un paese come il nostro che si fa surclassare dalla Germania sul solare è tragicomico!E chi sosteneva che sempre la Germania sta progettando nuove centrali è stato clamorosamente smentito.E' vero che abbiamo centrali nella vicina Francia e che il rischio in caso di incidente ce lo becchiamo,ma se i nostri governi dopo che il popolo già si espresso su questa materia,vogliono passare anche loro ai posteri per avergli lasciate in eredità tonnellate di merda,facciano pure.Ma almeno quelli che sono contrari alzino il culo dalle poltrone!E a Quelli che vogliono continuare a credere alle barzellette della casta(DX o SX)dico:.azzi vostri! E se la trovate sul sito rai andate a rivedervi quella puntata.Ancora mi fa incazzare.LA GERMANIA lider mondiale per il solare porco mondo!

Antonio A. 15.03.10 09:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mica devi per forza toglere terra coltivabile per metterci i pannelli fotovoltaici!Sai quanto territorio incolto o incentivato dallo stato solo per non metterci niente ce in meridione o anche al nord? una marea! e poi mica tutti si possono permettere di avere un tetto fotovoltaico sulla propria casa,un pò per i costi un pò per il posto. Pensa solo alle grandi città dove la maggior parte della gente abita in condomini con tanti appartamenti.Per avere 3kw di potenza ci vogliono 18 m2 di pannelli, quindi per accontentare un medio condomino a Milano di 30 appartamenti dove li metti 540 m2 di pannelli?

pierluigi rossoni 01.03.10 19:01| 
 |
Rispondi al commento

volatile cambia spacciatore,l'impianto ti costa 15,000 euro a meno che non
ti servano 10 kw,sui costi, benefici, rischi del nucleare dopo 80 anni di
studi sul nucleare ancora non si è trovata una soluzione per le
scorie,l'investimento per la realizzazione è impossibile senza l'intervento
dello stato ed infine sulla produzione di energia basta che ti fai un giro
sulla rete (progetto archimede,ad esempio)e ti rendi conto quali sono le
potenzialità del fotovoltaico.Poichè c'è una alta probabilita'che ne
costruiscano 1 a6 .km da casa mia ed avendo avuto numerose informazioni
sulle cosidette anomalie da funzionamento da parte di mio cugino francese
(ne ha 1 a 50 km )ti posso assicurare che qui in sardegna troveranno una
accoglienza molto socievole e a modo"

massimo m., oristano Commentatore certificato 26.02.10 20:25| 
 |
Rispondi al commento

Salve,
precisando che sono d'accordo in linea di massima con chi preferisce delle alternative eco-sostenibili al nucleare, vorrei pero' avere un parere da Grillo in merito a quanto annunciato alcuni giorni fa' dal presidente degli Stati Uniti Obama sullo stanziamento di molti milioni di dollari per la costruzione di nuove centrali nucleari.
Siccome, come piu' volte sostenuto da Grillo, il presidente Obama e' una figura salita al potere dal basso grazie a internet e proprio per questo sostenitore dei veri bisogni dei cittadini, vorrei che la critica in merito al nucleare, come giustamente sostenuta nei confronti del governo italiano, fosse altresi' manifestata anche nei confronti di chi e' considerato, in ambito politico, il nuovo che avanza.

Grazie e ciao.

Marco.

Marco Longoni 26.02.10 17:18| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti

Dal sito del sole24ore del 24 Febbraio 2010

SLITTANO ANCORA DI UN ANNO LE RINNOVABILI SUGLI EDIFICI, e non mi pare che tra ieri ed oggi i telegiornali ne abbiano parlato.

copia ed eincolla il link

http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/dossier/Economia%20e%20Lavoro/risparmio-energetico/normativa/rinnovabili-edifici-milleproroghe.shtml?uuid=cd1f780e-216c-11df-9577-f5c6c14bceee&DocRulesView=Libero

cristiano fedele, Avezzano Commentatore certificato 25.02.10 17:04| 
 |
Rispondi al commento

Nucleare?.....sinceramente non e la soluzione....specialmente per un paese come il nostro che

1 uranio non ne ha e lo deve importare
2 Know How ne ha poco tanto che lo deve comprare dai francesi
3 E un paese ad alto tasso sismico che creera problemi sia per le centrali in se che per i siti di stoccaggio delle scorie
4 Se poi ci metti mafia e compagnia bella che gestira le scorie come ha gia fatto con le navi affondate in Calabria.

Beh signori scordatevi di mettere le centrali in Sardegna piuttosto ve le facciamo esplodere. La vostra immonnezza tenetevela nel continente se vi fa cosi piacere averla. Noi siamo quasi indipendenti e di Nucleare non ne vogliamo e non ne abbiamo bisogno....Vento e Sole stanno gia facendo un bel lavoro...se la mafia non ci mette le mani sopra.

Vedete un po voi....io punterei al risparmio energetico come prima cosa. Siamo diventati spendaccioni quanto a energia e ora di darsi una regolata....

Gino Lino 25.02.10 16:01| 
 |
Rispondi al commento

In Italia si possono costruire le centrali atomiche: in Padania ed una particolare ad Arcore.
Auguri!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!11

alberto valle 25.02.10 15:15| 
 |
Rispondi al commento

INTANTO PREMETTO CHE DI TUTTI I COMMENTI CHE HO INVIATO, NON NE HO LETTI MANCO UNO.NON SARANNO MOLTO INTERESSANTI, NON CONTENEVANO INSULTI NE' TURPILOQUI. SONO CONTRARIO AL NUCLEARE, SONO CONTRARIO A QUESTO GOVERNO DI M... ODIO BERLUSCONI COME IL PEGGIOR GANGSTER DI TUTTI I TEMPI, MA DI FRONTE A UNA MAREA DI PERSONE CHE GUARDANO I SUOI CANALI, STRAVEDONO PER IL PRINCIPE
SI FANNO MENARE PER IL NASO, COSA POSSIAMO FARE?FRANCODIRIVOLI

FRANCO B., rivoli Commentatore certificato 24.02.10 21:09| 
 |
Rispondi al commento

Siete quattro gatti schizofrenici, ad ascoltare voi ambientalisti non si dovrebbe fare piu' nulla di nulla, sarebbe il caso di ritornare ai tempi della diligenza e forse piu' in la', siete quelli che non vanno in aereo perche' potrebbe cadere, le statistiche parlano chiaro. Sarebbe piu' opportuno rinunciare all'auto, con 7/8 mila morti all'anno altro che no al nucleare, che offrirebbe migliaia di posti di lavoro. Quanto al referendum, piu' fasullo non poteva essere, lo abbiamo fatto solo noi, Celentano dice, in una canzone che gli architetti sono la piu' grande sciagura, io piu' modestamente dico che la piu' grande sciagura sono gli ambientalisti.

carlo valdes 24.02.10 17:35| 
 
  • Currently 2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il nucleare,questo sconosciuto!In 15 diversi Paesi sono in costruzione 53 nuove centrali. La Germania,che ne sta costruendo una nuova, come la Francia, e il Belgio hanno deciso di prolungare la vita delle proprie.I 436 reattori operativi in 31 diversi Paesi hanno accumulato ore di esercizio per oltre 13 mila anni senza incidenti di rilievo, generando il 15% dell'elettricità del mondo.L'Italia è già un Paese nuclearizzato:a 200 chilometroi dai nostri confini operano 27 reattori e il 12% dell'elettricità che consumiamo è importata dalle centrali nucleari francesi, svizzere e slovene. Tra qualche anno prenderanno piede le "ecologiche" auto elettriche che avranno bisogno di prese cui collegarsi! La nostra dipendenza dal petrolio ci costringe (dico costringe) a strizzare l'occhio persino a Gheddafi. Se tutti i Paesi produttori ci chiudessero i rubinetti o ritirassero i loro investimenti in Italia, rimarremmo col sedere per terra! Per rifornire di elettricità la sola città di Milano occorrerebbero 3000 km. di pale eoliche, per non dire dei migliaia di chilometri quadrati necessari per esporre pannelli fotovoltaici,che, per ora, non sono remunerativi nemmeno per un condominio (abito in casa a schiera con mia moglie e mi hanno chiesto 40.000 euro per l'istallazione!). Per cui, egregi antinuclearisti, basta con le balle e torniamo con i piedi per terra. Le centrali di ultima generazione non sono affatto pericolose, producono scorie minime facilmente smaltibili, checchè ne dicano certi luminari delle scienze con interessi nei Paesi Arabi o amministratori in Italia ed in Europa di quegli interessi!!!

Volatile pn 24.02.10 14:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il nucleare: la scelta del futuro! mentre in Danimarca costruiscono case passive dove non hanno bisogno di riscaldamento, noi che siamo uno dei paesi più insoleggiati d'europa non riusciamo ad usare i pannelli solari. Quanto spreco inutile di energie. Ancora costruiamo ste case mal isolate e di cartapesta, non ci sono bastati i terremoti per farci riflettere. Vicino al mare con tre mesi d'estate a 35 gradi di media ancora stiamo con gli scaldacqua elettrici e via dicendo. che terzo mondo.

Gaia QUERO 24.02.10 10:06| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il minimo che ci si aspetterebbe in una democrazia é sentore nuovamente il parere dei cittadini. A maggior ragione per il fatto che questi si sono già espressi in passato ... contro il nucleare. Si dice che in questo modo saremo indipendenti per l'energia. Incredibile, e l'uranio? non lo dobbiamo comprare da qualcuno? e le scorie? non dobbiamo chiedere a qualcuno di smaltirle? o le mettiamo "sotto il tappeto" in casa nostra? Se dobbiamo comprare qualcosa, preferisco comprare energia elettrica e non uranio. Ci dicono che con le centrali nucleari l'energia elettrica costerà di meno. Balle. In Belgio, ad esempio, hanno le centrali nucleari e l'elettricità ha lo stesso costo che in Italia. In compenso illuminano le autostrade (gratuite) come se fossero di giorno. Chi gestirà l'energia elettrica non rinuncerà mai ai guadagni. Il Decreto legge di ritorno al nucleare non dovrebbe essere convertito in legge, prima di pensare a dove piazzare quelle schifezze? E l'opposizione cosa fa? Perché non raccoglie le firme per opporsi a questo schifo?

Renato S. 24.02.10 09:27| 
 |
Rispondi al commento

Buon giorno a tutti,
dopo l'approvazione del decreto di luglio 2009 sul ritorno al nucleare, in un'intervista al ministro per i rapporti con il parlamento europeo Andrea Ronchi (PDL) egli affermò che il nucleare oggi è talmente sicuro per cui una delle nuove centrali l'avrebbe voluta vicino a casa sua. Non sarà per caso l'Umbria una delle prime regioni ad avere una bella centrale nucleare? Invito tutti gli amici umbri a vigilare.
paolo p.

p.s. non sarebbe stato lecito riproporre un nuovo referendum agli italiani sull'argomento "nucleare" per annullare quanto indicato in quello del 1987 con cui si era esplicitamente auspicato l'addio al nucleare stesso? Invece con un Decreto eccoci qua a parlare di nucleare come fosse una piccolezza, io non so più cosa pensare. Speriamo bene.

paolo p., ancona Commentatore certificato 24.02.10 08:43| 
 |
Rispondi al commento

Non solo B., S. e la Confindustria, ma anche Putin, che non potendo lanciare da nessuna parte le sue testate nucleari (distruggerebbe la terra, escort comprese) ci venderà a caro prezzo l'uranio ottenuto dallo smantellamento delle testate stesse. Compagni di testate...

Alessandro Tartoni Commentatore certificato 23.02.10 22:48| 
 |
Rispondi al commento

Sono uno di quei professionisti del nucleare in pensione.Ultimo lavoro,la centrale di Montalto di Castro affondata buttando al vento 480 miliardi di lire. Con il nucleare non si potevano avere tangenti con il metano dell'Algeria si.Abbiamo un premio nobel lo scienziato Rubbia che la altre nazioni ci invidiano e consultano il quale è stufo di ripetere che per avere un nucleare pulito e che sia redditizio bisogna aspettare almeno dai 30 ai 40 anni.Oggi nel nostro paese non abbiamo più le acciaierie di terni, ditte in grado di costruire calcestruzzi idonei, montatori e manutentori esperti e l'Enel non dispone più del personale idoneo a gestire una centrale. Se non hanno ancora risolto lo smaltimento delle vecchie scorie in circa 60 anni come pensano di smaltire le nuove? Siamo proprio messi male, Il sign.Scajola poveretto non sa di cosa parla, sembra il giornalista Tajani quando tutto tronfio vuol spiegare a noi piccoli imprenditori come si fa a gestire una società.Abbiamo i peggiori e più incapaci ministri che si possano trovare su piazza, forse si salva Zaia, in compenso lo bruciano subito se lo fanno governatore regionale, il fatto che non sia di comunione e fatturazione e già positivo.

G.B.Sonzogni di Ronco Alto 23.02.10 21:45| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento

Come mai sono tutti autosufficienti? Qualcuno mi spieghi allora perchè comperiamo energia dalla Svizzera e dalla Francia.

Babila C. Commentatore certificato 23.02.10 21:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Urrà.

macome ceprovi (focalizzerei l'attenzione (*)), Roma Commentatore certificato 23.02.10 21:08| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo,
scopro dal suo aggiornato blog che sono del Pdl. Penso acquisiamo il diritto di criticare una persona solamente quando siamo riusciti a convincerla della lealtà del nostro giudizio. Per darle modo di esprimere al meglio il suo diritto di critica, vorrei precisare che sono sempre stato della Lega e non del Pdl, come erroneamente riportato nel suo blog.
Cordiali saluti
Luca Zaia


"caro" silvio, il nucleare, come hai fatto scrivere sul bel libro, che non stò qui a fare pubblicità, con la tua introduzione, è più pulito dell'energia solare, è più vantaggioso dell'energia solare, è più economico dell'energia solare...e inoltr dicevi con il tuo chimico (pensate chimico e non fisico) che chiunque parla di solare dice balle! ! !
allora ti dico <fatti una centrale atomica nelle tue ville, con fabbisogno di 25KW ognuna, e smaltisce le scorie nelle tue piscine...vedrai che virai ancora più a lungo (come io ti auguro...ma solo per un motivo...che primia o poi ti spiegherò, un tuo affezzionatissimo "nemico"

valter p., roma Commentatore certificato 23.02.10 20:18| 
 |
Rispondi al commento

Invece di sprecare lunghi tempi di costruzione e soldi pubblici in pericolose e costose centrali nucleari bisognerebbe ricordarsi una vecchia frase scherzosa in circolazione un pò di anni fa, ve la ricordate? " italiani metteremo la luce nei campi lavorerete anche di notte". Bè con una frase cosi si potrebbe aiutare molto il mezzogiorno ci chiamano il paese del sole, perchè allora non riempire con dei semplici e innocui pannelli fotovoltaici queste bellissime terre? io non sono un esperto ma penso che ci voglia molto meno che costruire una centrale atomica no! E poi perchè no! autocostruiamoceli noi sti benedetti pannelli non siamo un popolo di rimbambiti da non poterlo fare, pensiamo per esempio alla FIAT DI TERMIMI IMERESE convertiamola alla vera ecologia sta fabbrica che ne dite? e magari come lei tante altre se vogliamo no! ci sarebbe tanto di quel lavoro da fare,altro che lavorare di notte! E allora carissimi politici superstipendiati da noi per niente,io ho solo la terza media non ho la laurea, ma ci vuol tanto a capirle ste cose.Se non ce la fate da soli, fatevi aiutare da noi no!FATE UN BEL REFERENDUM E RISPETTATELO!

pierluigi rossoni 23.02.10 20:16| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Scusate,vorrei segnalare alcuni siti:
www.qualenergia.it
www.zeroemission.tv
www.rinnovabili.it
www.terranauta.it
Incazzarci,Protestare,Indignarci,va benissimo,ma dobbiamo anche Informarci,Conoscere l'Alternativa.
Saluti a tutti.

luigi (napoli) 23.02.10 19:44| 
 |
Rispondi al commento

Buonasera, vorrei segnalare un articolo a mio avviso delirante e denigratorio, apparso su un giornale pagato dalle tasse dei cittadini:
http://www.ilgiornale.it/interni/la_terra_frana_ma_sindaci_rossi_investono_frode_fotovoltaico/19-02-2010/articolo-id=423176-page=0-comments=1

Oltre al cieco attacco politico, l'aspetto grave è l'utilizzo di argomenti diffamatori che interessano il lavoro di molte aziende e persone, ma addirittura della commissione europea e di chi ha fissato obiettivi e il sostegno verso le fonti rinovabili ed il fotovoltaico, tutti colpevoli di FRODE, quindi un reato!

L'accozzaglia di falsità (se la terra frana in Calabria, non deve certo pagare il comune di Modena o il comune di modena non ha la missione di arricchirsi, ma tutelare la salute dei cittadini e promuovere forme di energia pulita).

Vorrei sapere se l'argomento è interessante e si può fare qualcosa....

Ciao
flavio

Flavio Casale 23.02.10 19:25| 
 |
Rispondi al commento

a latere.. ma sempre in tema di nucleare
e a riprova della idiozia degli esponenti del PDL,

avete visto il video di Luca Barbareschi che si complimenta con la Stefanenko (ucraina) per la sua altezza e consiglia energia nucleare anche alle donne di Puglia più bassine?..

http://www.youtube.com/watch?v=u9A_YMKGtJg

Paola Bassi Commentatore certificato 23.02.10 18:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questi vogliono solo il VOTO e dopo che si sono eletti si vedrà , il Voto ai mafiosi scrivetelo dapertutto

salvino roma (com) Commentatore certificato 23.02.10 17:32| 
 |
Rispondi al commento

le scorie se le potrebbe mangiare, cosi'campa altri 2.000 anni.

francesco pace (francesco pace 51), bologna Commentatore certificato 23.02.10 17:25| 
 |
Rispondi al commento

Si che se la metta ad arcore la centrale e tutte le scorie! Vogliono solo speculare sulla costruzzione delle centrali per rubare e ancora rubare i nostri soldi! No nucleare!!!!!!!!

simone roncalli 23.02.10 17:25| 
 |
Rispondi al commento

ma ancora che insistono con 'sto nucleare...e basta, che non le vuole nessuno ste centrali

Giuseppe Simone Manzo, Cava de' Tirreni Commentatore certificato 23.02.10 15:32| 
 |
Rispondi al commento

Volevo commentare su You Tube il video con quel pezzo di m... di Zaia e chiedere se 20 anni fa quando il popolo ha detto che NON voleva il nucleare se per caso anche lui avesse votato così o se per i soliti interessi sia ora e solo ora favorevole... ma democraticamente non si possono scrivere commenti... sarà anche qua la parcondicio?? Che grande democrazia che c'è in ItaGlia!!!!!!!!!

Niko R. Commentatore certificato 23.02.10 15:08| 
 |
Rispondi al commento

Neanche se il nucleare fosse sicuro (e non lo è), l'itaglia può essere un paese da nucleare.
Immaginate voi, le centrali costruite da COSTORO ed il riciclaggio delle scorie radioattive gestite sempre da LORO.
Roba da fare accapponare la pelle.

antonio d., carrara Commentatore certificato 23.02.10 14:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

hanno disattivato i commenti del video su youtube, gli conveniva, Zaia è scandaloso, una marionetta messa li a fa a recitare la sua parte, sembra Cota!

buuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuu

Alberto Poggiali, Novara Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 23.02.10 14:55| 
 |
Rispondi al commento

Nucleare?Scorie?Radiazioni?Pretrolio e tante altre porcherie????????Vi invito ad osservare il seguente link.
P.S. La mia è solo una provocazione per farvi riflettere.
Grazie a tutti ed in particolar modo a Beppe.

http://www.youtube.com/watch?v=jt5z8L4LBJE&feature=related

Marco M. Commentatore certificato 23.02.10 14:47| 
 |
Rispondi al commento

Gli scienziati (gente studiata) hanno deciso che
i lavoratori dipendenti vanno in pensione a quota 95 mentre
i lavoratori autonomi vanno in pensione a quota 96.

Perchè io debbo INCASSARE la prima rata di pensione a quota 99 e mezzo?

Sono nato 4 luglio 1947 e il 31 dicembre 2010 maturerò 35 anni di
contribuzione all'INPS come artigiano (per me quota 98).
Desidererei sapere perchè oltre alla bassa pensione di circa 800 - 850 euro
che percepirò, debbo attendere UN lungo anno a vuoto, tutto il 2011.
Allora gli anni per ottenere i primi soldi della tanto sospirata pensione
sono 36 e non 35.
Cioè il 1 gennaio 2012

Età 64 e mezzo + 35 contributi = Per me quota 99 e mezzo (e non quota 96)

Credo ci sia qualcosa che non quadra.
Rimango in attesa di una approfondita risposta.

ECCO PERCHE' INVITO SEMPRE TUTTE LE PERSONE CHE INCONTRO A NON INTRAPRENDERE
UN LAVORO AUTONOMO

Edoardo PALMERI autotrasportipalmeri@libero.it
Bolzano

Edoardo PALMERI 23.02.10 14:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

alla fine avrebbero voluto fare le centrali in puglia, in sicilia e in sardegna, ma la gente è talmente stanca che dovrebbero costruire attorniati dall'esercito...
La lombardia è autosufficiente?
Che c'entra nel fare le centrali, le facciano giù dai terroni che le imprese lombarde prendono gli appalti...
che schifo...

Filippo B., Torino Commentatore certificato 23.02.10 12:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Prima avevo la sensazione, che poi è diventata conferma, che la dirigenza politica nel nostro Paese da un lato fa dei proclami che in linea di principio potrebbero essere condivisibili;quando poi si passa al momento delle scelte si comporta in maniera opposta.Che cosa succede mi chiedo nel momento della scelta? E' chiaro che la scelta implica un posizionamento sulle diverse scelte possibili,ebbene se ci fate caso, tale posizionamento è sempre quello che da la possibilità di creare,spesso dal nulla,posizioni di privilegio economico per i vari gruppi di potere e lobbies che in definitiva sono sempre gli stessi fin dalla prima guerra mondiale:Fiat,Pirelli,Mediobanca,ass. Generali e via complottando.Quindi,le cd scelte se non sono a vantaggio di tutte quante queste lobbies, non se ne fa niente e qualora solamente alcune di esse, traggono vantaggio da qualcosa ecco che le escluse,con i loro tirapiedi:deputati in Parlamento e con giornalisti,cominciano un'opera di denigrazione di quanto fatto fino a che anche loro non vengono lautamente ricompensati.In un quadro del genere che senso a votare? In passato si è cercato di contenere tale strapotere relegando tali interessi in alcuni ristretti e controllati ambiti seppur sopportando la nazione intera, posizioni di monopolio o eligopolio,tutto grazie all'azione di due ideologie presenti con forti rappresentanti in Parlamento:l'ideologia marxista del PCI e quella del cattolicesimo sociale della DC.
Ora, senza la presenza forte di una tale determinazione,prevale la legge del mercato globale cioè quella della massimizzazione dei profitti ad ogni costo,che comporta a scegliere il massimo del profitto anche a costo di passare sui cadaveri delle persone (in maniera metaforica almeno fino ad ora)che si frappongono al conseguimento dell'obiettivo.In poche parole seppellita la ideologia se ne sente il bisogno impellente di un'altra che fissi campi d'azione,obiettivi e limiti.

IL SICILIANO 23.02.10 12:48| 
 |
Rispondi al commento

Beh visto i commenti dei maggiori esponenti del PDL (Partito dei Ladroni) possiamo affermare che l'unico sito ideale per la costruzione di una centrale nucleare (ovviamente di ultima generazione !!) è in Brianza e precisamente ad Arcore.
Per lo smaltimento delle scorie radioattive propongo il garage di una bella Villa che ho intravisto da quelle parti col nome di Villa San Martino.
Au revoir.

Francois Marie Arouet, Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 23.02.10 12:48| 
 |
Rispondi al commento

L'idea secondo cui è necessario importare energia dall'estero perché in Italia non se ne produce a sufficienza è una balla colossale. La costruzione di centrali elettriche (quindi anche nucleari), nonché la realizzazione di elettrodotti ad alta efficienza si inscrive all'interno di una politica volta alla liberalizzazione del mercato energetico, alla realizzazione di una "rete" su scala internazionale per consentire una speculazione finanziaria sull'energia elettrica, che sarà prodotta localmente solo se finanziariamente conveniente. Il fabbisogno energetico, così come le esigenze della popolazione sono questioni secondarie per chi persegue tali scopi. Già ora in Friuli Venezia Giulia, regione dove risiedo, nella centrale idroelettrica più importante della regione l'energia non viene prodotta continuamente, ma solo in determinati giorni e orari, quando il prezzo unitario è superiore ad una determinata soglia tale da permettere un profitto.

davide z 23.02.10 12:23| 
 |
Rispondi al commento

Piantatela con il nucleare ad Arcore.
Và a finire, che 1816, regala arcore al nucleare, tanto, lui, con i nostri soldi, emigra alle Seichelles, anzi, alle Ottochelles, e così, farà ancora la vittima innocente di una turpe congiura, come con il duomo.
Un eroe, insomma.

antonio d., carrara Commentatore certificato 23.02.10 12:22| 
 |
Rispondi al commento

Perchè non si organizzano delle manifestazioni contro il nucleare e a difesa della legalità e del referendum del 1987 nelle principali città italiane?
Il mondo virtuale della rete va bene però bisogna mobilitarsi nel mondo reale.

laura l. 23.02.10 12:15| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Beppe, chissa' se ricordi una sera dell'anno scorso per la presentazione della lista civica a 5 stelle di Pavia. Parlavi del nucleare e dicevi, ma dove dovremmo farla sta centrale? Io, dal pubblico ho urlato: facciamola ad Arcore! E tu hai ripreso la mia battuta facendo ridere, ahime', risate amare, tutti quanti!
Ma e' mai possibile che ancora non si riesca a far capire a tutta la povera gente TV-dipendente-cerebro-deficiente il non senso del nucleare? Porca miseria, in Italia siamo gia arrivati ad oltre il 20% del nostro fabbisogno energetico con fonti rinnovabili(idroelettrico, solare, eolico, biomasse). Solo con il solare siamo arrivati a 1000MWp(0.3% del fabbisogno totale di energia) gia installati (fonte GSE) e potremmo arrivare facilmente in pochi anni a 30.000 MWp(10% del fabbisogno totale) se solo facessimo una politica meno ottusa! Con tutte le fonti rinnovabili si potrebbe arrivare facilmente a superare (anche di molto) il 30% del fabbisogno totale di energia.
Insomma, basta con sto nucleare. Solo Scajola e gli altri sgherri del PDL continuano ancora a menarla con il nucleare.
Ma poi, possibile che non si riesca a far valere il referendum? Ho scritto una mail personale a morfeo chiedendo di intervenire e far rispettare la volonta' popolare. Ma se questi se ne fregano di 350mila firme per nuovi referendum, figurati cosa se ne sbattono dei miei messaggi individuali. Cosa dobbiamo fare? Io nel mio piccolo intanto ho installato il mio bell'impiantuccio FV. Almeno casa mia e' ad impatto energetico(elettrico, purtroppo il riscaldamento e' tradizionale) zero.
Se volete maggiori dettagli sulle fonti rinnovabili, andate a vedere il mio blog: http://politicanecessaria.blogspot.com
Un abbraccio a tutti quanti.
Salvo, Vigevano.

Salvatore Mandara, Vigevano - Italia Commentatore certificato 23.02.10 12:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Fa ridere la REGIONALIZZAZIONE dei siti nucleari! Come se un eventuale incidente alle centrali tenesse conto dei confini....ancora una volta il governo del fare spara stronzate sulla pelle dei cittadini. Ho votato CONTRO IL NUCLEARE ANNI FA'come milioni di italiani e voterò ancora CONTRO al prossimo referendum!

angela s., Milano Commentatore certificato 23.02.10 11:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Lascia il tuo messaggio contro il nucleare al numero 800.864.884! La chiamata è gratuita sia da fisso che da cellulare.
Visitate il sito di Greenpeace e votate contro il nucleare
www.nuclearlifestyle.it
fatelo circolare questo messaggio e raccogliamo quante più firme possibili
grazie

nunzia Lau 23.02.10 11:24| 
 |
Rispondi al commento

Avessero fatto una bella analisi costi benefici ed una valutazione d'impatto prima di proporre ancora il nucleare, oltre che consultare quegli che gli inglesi chiamano gli "stakeholders", i nuclearisti italioti avrebbero scoperto facilmente che il nucleare in Italia non si deve e può' fare.

Giannini Massimo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 23.02.10 11:13| 
 |
Rispondi al commento

Ma i REFERENDUM a che c@@@o servono??
No al nucleare e no al finanziamento pubblico ai partiti e..etc etc.. A che C@@@o sono serviti???La storia è fatta di corsi e ricorsi, attenti bambini che la pentola sta bollendo e da un pezzo... Dopo un mucchio di parole, se inascoltate non si sa mai cosa può accadere, magari l'acqua bollente tracima

Aldo M. Commentatore certificato 23.02.10 11:03| 
 |
Rispondi al commento

Beppe. AIUTACI. Mega truffa di 3 ITALIA. INCUBO. Non si riesce a venirne fuori. BOLLETTE inviate che non puoi contestare ma solo pagare, nonostante la disdetta del contratto. HELP HELP

Maurizio Annaloro 23.02.10 10:57| 
 |
Rispondi al commento

ormai ce ne siamo accorti tutti:
in campagna elettorale vietato parlare di centrali nucleari.
Ma noi non siamo SCEMI!
I conti si faranno dopo le elezioni.
E voglio vedere come si riuscirà ad impedire la loro costruzione!
La base NATO a Vicenza e la TAV in Val di Susa, non ci stanno insegnando niente??
Le discariche presidiate dall'esercito in Campania, no ci insegnano niente??
Dopo le elezioni, quelli cominceranno a costruire dove ca@@o pare a loro e nessuno li potrà fermare.
E' chiaro questo concetto a NOI???
Ci saranno celerini, poliziotti in tenuta antisommossa e l'esercito: tutti a proteggere i cantieri e le aree.
Il potere glielo si deve togliere a priori:
semplicemente non votandoli.
Dopo, sarà troppo tardi.
Prepariamoci, perché prenderemo una fracata di legnate.

Paul R., Padova Commentatore certificato 23.02.10 10:24| 
 |
Rispondi al commento

--------------------------------------------------
NON MI ARRABBIO PIU'

non mi arrabbio più. aspetto serenamente la catastrofe. non sono all'altezza di fulminaare il nano malefico nè i nominati nè le loro mafie e mssonerie nè la finta opposizione che non controlla ma fa affari con chi si sta magiando lo stato.
non mi arrabbio più. osservo questo scorcio di tempo in disfacimento. ci penseranno poi a rivoltarsi per fame quelli che ora continuano a sostenere chi ci sta sfracellando la vita.

--------------------------------------------------


Se proprio vi è un fabbisogno energetico da soddisfare, vi si può agevolmente porre rimedio spegnendo in massa i televisori.
Magari anche solo durante i programmi delle defilippi!

Pier Capponi 23.02.10 09:04| 
 |
Rispondi al commento

Manca Cota!!!

Che evidentemente vuole perdere le elezioni in Piemonte...che si e' dichiarato FAVOREVOLE!!!!

PIEMONTESI!!!! Avanti!!!!!!

Gli altri cambieranno idea dopo le elezioni!

La nostra fortuna e' che ci vorrenno piu' di un mandato per construire una centrale!!!
E chi costruisce una centrale in regione, non vince un secondo mandato.
A meno che non dica trattasi di un depuratore d'aria!

Massimiliano P., Bologna Commentatore certificato 23.02.10 08:48| 
 |
Rispondi al commento

Tranquilli, la faranno qui in Basilicata. Ha tutti i requisiti:

1) Pochissimi abitanti (neanche 600.000)
2) Nessuno sa dov'è
3) I politici locali (saldamente radicati del PD, ma per motivi storici in quanto sono gli stessi che una volta erano della DC) molto propensi per due soldi a farselo mettere a 90
4) Chissà da quanto tempo scaricano nel Mar Ionio rifiuti nucleari illegalmente, quindi noi abitanti siamo già abituati alle radiazioni
5) C'è il precedente del Sito Unico di Scanzano

Saranno tempi durissimi qui....

Jean Luc Picard 23.02.10 03:20| 
 |
Rispondi al commento

OT ma non troppo

http://milano.blogosfere.it/

E' tempo di mobilitarsi tutti: in tante regioni bisogna dare supporto ai nostri ragazzi...

Siamo nati in rete: e allora andiamo... cercate i vari sondaggi sparsi nel web, votateli e condivideteli... Diamo una bella spallata al sistema: già Berlusconi ha cominciato a straparlare di incensurati... :-))

Claudio M., Milano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 23.02.10 01:49| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
sono d'accordo con te.

Se vogliono fare una centrale nucleare, il sito giusto è Arcore ^_^


Ti invito ad iscriverti al gruppo su facebook che in pochi giorni ha raggiunto quota 32.658 iscritti:

"Raccolta firme per una centrale nucleare ad Arcore"

http://www.facebook.com/?ref=home#!/pages/Arcore/Raccolta-firme-per-una-centrale-nucleare-ad-Arcore/313665473504?ref=ts

Inscrivetevi in massa , che ci divertiamo un pò anche noi...

manuela bellandi Commentatore certificato 23.02.10 01:37| 
 |
Rispondi al commento

BEPPE, ci fai una "dimostrazione matematica" di PSI = PDL ?

:)

Edmond A., Zurich Commentatore certificato 23.02.10 01:13| 
 |
Rispondi al commento

che balle raccontano questi sull' indipendenza energetica? http://dgerm.sviluppoeconomico.gov.it/dgerm/ben/ben_2008_.pdf

paolo ghirri 23.02.10 01:02| 
 |
Rispondi al commento

Piccola virgola da correggere: Zaia non sta nella lega nord? p.s. l'elenco, volendo, andrebbe aggiornato e magari strutturato in una vera e propria mappa con tutte le regioni....

Alberto M 23.02.10 00:46| 
 |
Rispondi al commento

Vi siete dimenticati il caro Obama che dopo tante belle parole sta finanziando il nucleare in america:

http://www.reuters.com/article/idUSTRE61F33V20100216

Andrea G. 22.02.10 23:56| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE,
NON SANNO PIU' CHE PESCI PIGLIARE PER IL NUCLEARE (COMPRESO ZAIA),I NOSTRI CARI GOVERNATORI (EVIDENTEMENTE ZAIA NON VUOLE AVERE CONTRO ANCHE I CHIOGGIOTTI,DAVID BORRELLI FACCI UN PASSAGGIO A CHIOGGIA,NON PER I VOTI,MA PER RENDERTI CONTO QUANTO ALCUNI SIANO CONTRO AL CENTRALE NUCLEARE),E' MEGLIO PER LO PSICONANO CHE SE LO FACCIA A CASA SUA!!!!!!!!!
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 22.02.10 23:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ah ah ah ah!
I miracoli del clima elettorale

giulio vetrone, reggio emilia Commentatore certificato 22.02.10 23:29| 
 |
Rispondi al commento

E anche la Sicilia ha detto no al nucleare: http://www.messinanotizie.it/2010012043292/la-sicilia-dice-no-al-nucleare-e-lo-boccia-su-tutta-la-linea.html
Sta a vedere che è stata solo propaganda elettorale!

Giancarlo gv, messina NO PONTE 22.02.10 23:27| 
 |
Rispondi al commento

Sono un po confuso.
E' notizia di qualche giorno fa che gli USA, Obama, abbiano finanziato il progetto per 2 nuove centrali nucleari....nuovi reattori puliti scrivono. Che succede?
Bufala?
Presa in giro?
Verita?

arsenio s. 22.02.10 23:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

berlusconi brama tanto il nucleare,si faccia una bella centrale nel suo giardino ad arcore.ironicamente parlando non ci sarebbe neanche il problema di dove mettere le scorie,infatti si possono mettere nel suo mausoleo.....
ps:non male come idea.......

devis q. Commentatore certificato 22.02.10 23:22| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 



Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori