Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Auto blu

  • 30


auto_blu.jpg
In un momento come questo in cui vengono cambiate le regole per il voto elettorale e la democrazia sventola bandiera bianca, le auto blu sembrano un peccato veniale. Invece rappresentano l'ennesimo esempio di un potere tronfio e pieno di sé che (scusate l'eufemismo) se ne fotte dei cittadini.
"Auto Blu: in Italia salgono a quota 625.000. Decresce il numero negli altri paesi.L’italia si conferma leader mondiale per numero di “auto di servizio”. Roba da repubblica delle banane insomma. Cifre che fanno riflettere se paragonate agli altri paesi. Basti pensare che negli USA, secondo paese del mondo per numero di auto blu, sono “appena” 72.000. I nostri cugini francesi si fermano a 63.000. Al quarto posto il Regno Unito con 56.000, la Germania con 55.000, la Turchia con 51.000, la Spagna con 42.000, il Giappone, con 30.000, la Grecia con 30.000. Ultimo il Portogallo, con 22.000 auto blu". Ma la lega - aggiungo io - ha la soluzione: d'ora in poi invece di auto blu si chiameranno auto verdi ;-)." Beppe A.

5 Mar 2010, 23:38 | Scrivi | Commenti (30) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

  • 30


Tags: auto blu, Beppe A., commento, Italia

Commenti

 

a proposito di Auto Blu all'asta

http://youtu.be/KEgfH8gtmus

Simone Gallo 04.06.15 18:30| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,

Detto questo, dimostraci quanto si puo fare allora per iniziare a risparmiare per le casse dello stato e dimezza le auto blu....vanno bene le critiche ma facciamo anche i fatti ed io fino ad ora credo nel M5S...non ci deludere...

Armando Fonzy 03.03.13 11:27| 
 |
Rispondi al commento

Sono indignata davanti a tanto SPRECO e LADROCINIO (per altro autorizzato)da chi ci governa!Il bello è che tutta la classe politica " invoca sacrifici, lotta all'evasione ecc." , quando la fetta più grossa del sommerso (fra mazzette, tangenti ecc)passa dalle loro mani!!
Ogni tanto, ci fanno credere che abbasseranno i costi della politica..... ma chi ci crede più!!!! E' solo un gettare fumo negli occhi, perchè puntualmente dopo 2 giorni, di riduzione di stipendi dei politici e di rid. delle auto blu non se ne sente più parlare, semmai viene nominato qualche altro consigliere, o aperto qualche altro ministero ( perchè hanno qualche favore in sospeso da rendere!!!)...
pur sapendo( i ns cari politici) che con questi tagli si sanerebbe davvero il debito pubblico!
Noi cittadini dovremmo davvero scendere in piazza e obbligare i ns politici ad adeguare i loro stipendi a quelli degli altri paesi europei... perchè se non tagliamo , per prima cosa i rami secchi, l'albero' non darà mai i frutti!
Con le manovre fatte fino ad ora, non possiamo certo sperare che la disoccupazione diminuisca ..anzi..semmai aumenterà!
Mi dispiace solo, che noi italiani, siamo un popolo di comodoni che si lamentano, ma alla fine accettano tutto passivamente,pensando che.. domani è un'altro giorno e qualche santo provvederà!
Mi sento di lanciare un appello... PROVIAMO TUTTI A NON ANDARE PIù A VOTARE....forse alla fine la classe che ci governa capira'!!!

stella gesualdi 01.09.11 15:01| 
 |
Rispondi al commento

Grillo mi sei simpatico e mi piace anche quello che dici.
Ma non sparare cazzate!
La stima sulle auto blu l'ha fatta una associazioni di contribuenti con sede a Sorrento che non dice alcunché come ha fatto a calcolarle! (andare sul sito della stessa per conferma) secondo me c'è stato messo per lo meno uno zero in più (sono 60000 non seicentomila). Oppure nel conto hanno considerato come auto blu le auto di servizio di tutti gli enti. Ad esempio le panda della gestione sradale ; quelle della Asl che trasportano i materiali, quelle dei comuni che fanno anche i servizi sociali, ecc. Per capirci in Italia ci sono 30 milioni di veicoli per cui 600000 auto blu fa una ogni 50 auto. Ovvero in un qulsiasi condominio ci dovrebbe essere almeno un auto di un ente di stato, ente locale a servizio di un politico; per me quel numero dato dall'associazione contribuenti italiani è una bufala metropolitana.
Certo anche 60.000 auto blu sono troppe (bisogna vedere poi se sono quelle a servizio dei politici e non degli uffici (servizi sociali, vigili, asl, ecc.). Ma non andare a dire la cifra di seicentomila che offendi l'intelligenza delle persone. Siccome ti stimo per alcune battaglie che fai, evita la demagogia!!!

A. Mancini 11.06.10 16:40| 
 |
Rispondi al commento

Se è vero, come credo, che in Italia abbiamo un parco di auto blu pari a 685.000 unità, non capisco perchè bisogna fasciarsi la testa per risolvere la crisi finanziaria.
Basta fare come i civilissimi inglesi che hanno eliminato dette auto ed i vari fruitori delle medesime si dovranno arrangiare in proprio.
Se calcoliamo una misera media di solo 10.000 euro ad auto, vendendo le 685.000 otterremmo ben 6.850.000.000 di euro che basterebbero per sopperire ad innumerevoli finanziarie senza gracare sui poveri cristi.
Se inoltre calcoliamo il risparmio negli anni futuri di tutti gli oneri accessori quali pagamento per autisti, benzina, manutenzione e quant'altro, abbiamo fatto bingo.
Penso che coloro i quali godano di questo privilegio possano facilmente rinunciarci visto gli stipendi che si portano a casa.
In questo modo, forse, non verrà tagliato del 70% l'approvvigionamento annuo delle lancette per il controllo della glicemia ai diabetici, ultima geniale trovata della regione lombardia per contribuire al taglio delle spese "inutili".
Cosa per altro stupida in quanto, così facendo, si otterranno innumerevoli ricoveri in ospedale e con quello che costa in Italia un posto letto in ospedale.... altro che risparmio!
E' veramente una vergogna!
Mi auguro che presto gli italiani si sveglino ed affrontino la realtà ed in tal caso, a 53 anni, sarei il primo a scendere in piazza per far piazza pulita di tutto questo mal costume che da troppi anni, giornalmente ci sta strangolando ogni giorno di più.

Fausto 69 01.06.10 00:20| 
 |
Rispondi al commento

Sono veramente stupito che notizie FALSE come questa vengano ritenute credibili dai cittadini.
In qualità di Segretario Generale del SIAR (Sindacato Italiano Autisti di Rappresentanza), l'unico sindacato di categoria in Italia, da mesi sto replicando a questa BUFALA mediatica.
E' mai possibile credere che in Italia circolino 625.000 auto blu, facendo dei conti in soldoni vorrebbe dire che un italiano su cento è un autista di auto blu (banbini compresi), e che un dipendente su tre della pubblica amministrazione è un autista.
Ma allora quanti sono le macchine blu in Italia, meno di tremila, e il numero scende di mese in mese sotto la scure dei continui tagli alle amministrazioni pubbliche, ma allora il riferimento a più di 600000?
E' semplice rispondere, considerando tutti i veicoli immatricolati da pubbliche amministrazioni (volanti della Polizia, autoambulanze, camion dei Vigili del Fuoco, ecc. ecc.)
Evidentemente a qualcuno fa comodo che si creda, soprattutto in periodo elettorale, a queste pseudo-notizie.

Luca Stilli 22.03.10 12:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi occupo per lavoro di flotte aziendali ed immagino che le auto di servizio statale siano auto prese con la formula "noleggio a lungo termine" per una serie di motivi che non sto qui a spiegarvi.

Auto del tipo di quelle utilizzate dai politici comportano canoni di circa 800/1200 euro al mese, ora ipotizziamo che allo stato venga fatto un prezzo speciale, diciamo anche di 500 euro al mese, questo significherebbe che 625.000 auto costano allo stato Italiano la bellezza di oltre 312 milioni di euro al mese!!!

Non ci VOGLIO credere...

Daniele Dani 08.03.10 16:40| 
 |
Rispondi al commento

Come al solito molta gente per ignoranza e disinformazione o forse perché fa comodo così, confonde le auto di servizio(cosiddette auto blu)con le auto destinate al noleggio con conducente che riportano vicino alla targa uno scudetto con il numero di autorizzazione e lo stemma del comune che l'ha rilasciata. Per vostra informazione quelle sono auto che vengono pagate dall'onesto lavoro di molti artigiani del settore, che pagano le tasse, e che a volte essendo servizio pubblico trasportano anche dei politici, oltretutto paganti. In tutta Italia siamo circa 70000 aziende di noleggio che vivono sulla strada trasportando quelle persone che per motivi economici preferiscono viaggiare comodi su una mercedes con un autista maggiordomo piuttosto che su un taxi. Taxi e NCC due servizi simili ma diversi nella sostanza e nel prezzo, il primo dedicato principalmente a trasferimenti corti e locali all'interno delle città, il secondo dedicato a chi se lo può permettere. è facile guardare questi lavoratori con invidia "sono in giacca e cravatta hanno sotto il culo una bella macchina" ma non si pensa che ogni lavoro ha i suoi pro e contro. è sicuramente una bella macchina ma a secondo del modello ogni mese bisogna pagare un leasing che varia da 1000 a 2000€ più il carburante, l'assicurazione il bollo il carrozziere( varie fiancate rigate per invidia) le tasse e se avanza qualcosa anche uno stipendio confacente alle 18 ore giornaliere lavorate. tutto questo sperando di aver sufficiente lavoro e che tutti paghino nei tempi stabiliti. grazie a questa cattiva informazione tutta la categoria sta da un anno abbondante combattendo contro una legge truffa inserita nel mille proroghe dell'anno scorso che con la scusa di combattere l'abusivismo tende a far chiudere il 70% delle nostre aziende favorendo alcune cooperative emiliane e i taxi, specialmente quelli di Roma

Alfonso Riva, Lambrugo Commentatore certificato 07.03.10 16:32| 
 |
Rispondi al commento

Io mi domando per quanto tempo ancora continueremo solo ad indignarci,dello schifo che ci circonda legato agli abusi e soprusi che questa clesse politica perpetra a spese nostre.

fernando casaluci 06.03.10 14:58| 
 |
Rispondi al commento

Cosa facciamo? Siamo prigionieri, umiliati, sbeffeggiati da quelle facce da culo. Noi non ci meritiamo un Italia così ed è tempo di mettere un punto a questa storia, sono tanto incazzato che mi vien da piangere.

Andrea Panizzolo 06.03.10 14:07| 
 |
Rispondi al commento

L'anno scorso, nel centro storico di Sienna, dove pressappoco non ti fanno passare con la bici, io l'ho vista, una bella auto blu. Occupava quasi tutta la strada verso le sette di sera. E uscito uno da una mostra di pittura, s'è infiltrato al lato del motorista in uniforme, e son andati via. Quel passagero era un tale di Vittorio Sgarbi. Allora, un sindaco siciliano passeggiando con l'auto blu nei vicoli di una città toscana?

Qûr Tharkasdóttir (qûr tharkasdóttir) Commentatore certificato 06.03.10 11:18| 
 |
Rispondi al commento

Incredibile quanto siamo ciechi, poveri italiani, ci vorrebbero 60 milioni di cani guida per insegnarci a vivere. In Giappone e in USA il rapporto di abitanti per auto blu è di una macchina ogni 4200 persone, da noi è di una ogni 96; una quantità 40 volte maggiore. Ed è cosa fresca di una settimana fa che ho visto parcheggiato in centro storico di Firenze, la mia città, una Mercedes serie E 350 4Matic nuova fiammante con la targhetta del Comune di Calenzano; un paese di 15000 anime alle porte della città. No, dico: un veicolo-salotto di proprietà pubblica a disposizione di un "dipendente pubblico" (per tacer dell'eventuale autista) a carico di neanche tanti comunissimi privati cittadini che magari molti di loro (ma anche di noi) faticano ad arrivare alla fine del mese tra tasse, mutui, spese sanitarie (ne so qualcosa di quanti servizi sanitari pubblici vengono dati solo dopo interi semestri dalle prenotazioni oppure sono addirittura totalmente mancanti se non a pagamento). Un'auto che IVA compresa e senza sconti (né accessori extra) passa con disinvoltura i 55000 euro (40 anni di miei acquisti automobilistici). Ma come; ci facciamo mancare la sanità, la ricerca, i trasporti pubblici, e dobbiamo assistere, ciechi sordi e muti a questo spreco??? Almeno acquistassero piccole utilitarie magari elettriche, giusto per avere una mobilità immediatamente a portata di mano. Invece comprano astronavi stellari, quando invece alla maggior parte degli italiani il lavoro costa caro anche in termini di trasporto. Non dico di dover pretendere i livelli degli USA e del Giappone ma almeno di uniformarsi al resto dell'Europa più efficiente si. Ricordiamoci che c'è crisi economica e gli sforzi per superarla (casomai ci si riesca) dovrebbero essere a carico di tutti; dipendenti pubblici eletti compresi, a maggior ragione. Ma no... che dico, noi siamo una razza superiore, che trascende qualsiasi legge economica e presto anche ogni legge fisica.

Alberto Nocentini 06.03.10 11:00| 
 |
Rispondi al commento

Ma mi copiano il blog ???

http://my.opera.com/aid85/blog/conti-che-non-tornano

ai a. Commentatore certificato 06.03.10 10:32| 
 |
Rispondi al commento

A Londra i poliziotti stanno montando la guardia lungo il ponte dei FRATI NERI,
pare che sia arrivata una soffiata da Roma.
I servizi segreti sono già allertati.
Altro ECCELLENTE presto penzolerà.
Potrebbe tentare ancora la fuga, ma la Libia e la Russia hanno sempre il telefono occupato.
Rimane forse quel posto libero da stalliere nella fattoria di B.... junior.continua................

Giovanni Monti 06.03.10 10:07| 
 |
Rispondi al commento

Consentitemi di dubitare sulla veridicità o sul sistema di calcolo delle auto blu. Come fà l'Italia ad avere 10 volte più auto blu degli Stati Uniti? Dove sono e chi ce l'ha? Non è che nel calcolo vengono messe le auto delle forse dell'ordine e dei vigili urbani? Mettiamo che 10000 parlamentari siano dotati di auto blu, mettiamo che tutti i sindaci ne siano dotati e che anche i presidenti di Provincia e di Regione sarebbero altre 20000. Altre 10000 le diamo ai magistrati ed altre 10000 ai pezzi grossi dei ministeri ed altre 10000 ai pezzi grossi delle forze armate.... arriviamo a 60000, come cavolo ci si arriva a oltre 600000??????
A me sembra una megabufala da web.
Che poi ci sono tante auto blu che non dovrebbero esistere sono daccordissimo, ma da li a dire che l'Italia è leader mondiale mi sembra molto difficile.

Alex pag 06.03.10 09:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Con lo stipendio che si sono autoimposto di circa 20.000,00 € al mese, piu' diarie varie, che li portano a circa 25.000,00 € al mese, credo che i nostri "cari" politicanti possano benissimo comprarsi una cazzo di macchina propria e recarsi al "lavoro"(?) a proprie spese (quando n'è hanno voglia) come fa un normale cittadino che se è fortunato quadagna 1200,00 € al mese e oltre alle spese quotidiane come casa,figli,bollette etc deve sicuramente pagare anche la rata per la sua utilitaria. Credo che la sola e unica "arma" in nostro possesso sia la piazza a oltranza, ma oltre modo credo che ci manchi un "condottiero" vero e coraggioso.

Loro non molleranno mai (ma gli conviene?) noi neppure!

francesco a. Commentatore certificato 06.03.10 09:53| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
TUTTA L'ILLEGALITA' E' DIVENTATA LEGALE,GRAZIE AI PARTITI, ALLA CONFINDUSTRIA ED ESEMPI COME LO PSICONANO
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 06.03.10 09:41| 
 |
Rispondi al commento

Questa deprimente vicenda della auto blu era già uscita fuori a fine 2008 con un articolo di Quattroruote on-line. Almeno ne comprassero solo italiane, invece Palazzo Chigi è servita con ben due Audi A8 (così mostravano ieri le immagini dei tg).
In Italia le cose si sanno, ma tutti si lamentano e nessuno fa niente per rimediare,

Roberto Murgia 06.03.10 09:29| 
 |
Rispondi al commento

in tutto il mondo, di brogli elettorali penso ce ne siano sempre stati, ma secondo me non era mai successo prima d'ora che avvenissero già un mese prima delle elezioni.

e con questa, abbiamo inventato anche il broglio legalizzato.

ecco cosa il mondo ci invidia: L'INVENTIVA !!!!

Isidoro De Rosa, Arzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.03.10 09:09| 
 |
Rispondi al commento

Sti politici di merda devono capire che sono nostri dipendenti di conseguenza li dovremmo poter sfanculare in qualsiasi momento.
INVECE AUTO BLU LEGGINE SU MISURA PER QUALSIASI CAGATA ECC.ECC.INUTILE RIPETERE SEPRE LE STESSE COSE.
BEPPE QUANTO MANCA ALLA FINE DI QUESTO O ALL'INIZIO DELLA RIVOLTA,CHE ASPETTIAMO.
BASTA.

FABRIZIO F. Commentatore certificato 06.03.10 09:01| 
 |
Rispondi al commento

ERA TUTTO SCRITTO


sabato 13 settembre 2008
In Italia il colpo di stato è diventato legale, ma nessuno lo sa!

http://www.emiliaromagna.antoniodipietro.it/siti/fc/?p=762

Uno dei tanti 06.03.10 08:28| 
 |
Rispondi al commento

COLPO DI STATO AVALLATO DA OPPOSIZIONE INETTA E UN PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA ASSENTE CHE CONSENTE DI CALPESTARE LA COSTITUZIONE E IL POPOLO, CHE GOVERNO DI MERDA VENDUTI ALLA PIOVRA DEL BURATTINAIO PIDUISTA!!!

CHE SCHIFO!!!!!

ORA LE REGOLE NON ESISTONO PIÙ E SE CI SONO POSSONO ESSERE RAGGIRATE!!!

IL REGIME FASCIOMAFIOSO E SENZA DIO HA CHIUSO IL CERCHIO!!!

Uno dei tanti 06.03.10 07:36| 
 |
Rispondi al commento

Via libera per legge alla lista di Formigoni e del Pdl a Roma
Bersani: "Un trucco". Di Pietro: "Dobbiamo scendere in piazza"
Liste, varato il dl. Opposizione in rivolta
Via libera del Colle: interpreta la legge
Maroni: "Non abbiamo toccato la legge elettorale. Sono solo indicazioni per il Tar"

VARATO IL COLPO DI STATO CON LA COMPLICITÀ DEL PARTIGIANO DORMIENTE!!

Uno dei tanti 06.03.10 07:17| 
 |
Rispondi al commento

ridicoli, questo siamo... oltre 600mila auto "di servizio" si vabbe si fa per dire di servizio, lancia thesis, alfa 159...cavolo terzi al mondo come debito pubblico e primi al mondo come numero di auto blu, con numero dieci volte superiore alla seconda in classifica...WOW ahahahahhaha ma che bel paese che siamo...BEPPE SALVACI TI SUPPLICO

Antonio De Carluccio 06.03.10 07:08| 
 |
Rispondi al commento

che vergogna!

giuseppe f., roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.03.10 00:45| 
 |
Rispondi al commento

carlo rienzi(pres del codacons)aveva proposto,di prendere il taxi al posto delle auto blu,anche se si ritiene piu' giusto, che si recassero in parlamento a loro spese sarebbe un bel risparmio,l' unico probema e'(COME SI FA'POI A FARE I SBORRONI SENZA AUTO BLU'?)

giuseppe gagliardo 06.03.10 00:08| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori