Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Isole greche in vendita


Tremonti_Costituzione.jpg
Un'idea per Tremorti viene dalla Germania dove il quotidiano Bild titola: "Vendete le vostre isole, greci in bancarotta - e anche l'Acropoli!". La vendita di un paio di Regioni italiane o di qualche isola ai nostri confinanti potrebbe migliorare il debito pubblico italiano (circa quattro volte quello greco...). Tremorti prendi nota!
"Grecia in bancarotta? Niente paura, che si venda le sue isole disabitate. L'idea proviene dalla Germania, paese dove il primo ministro greco sta per arrivare in cerca di sollievo finanziario. Solo 277 isole su 6000 sono abitate e venderle potrebbe essere una delle opzioni per ripagare l'enorme debito pubblico greco". 50 Stelle (50-stars)

4 Mar 2010, 19:37 | Scrivi | Commenti (43) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

.......con i " tetesschi ", abbiamo avuto sempre ragione noi:La storia anche recente lo insegna.Ma che cazzo di arroganti sono, vogliono farci dei lager-see sulle isole greche? Noi......resisteremo!!!

roberto guidi 20.07.11 22:15| 
 |
Rispondi al commento

Certo! E Magari, dopo, possiamo andare tutti in albania!!! Che sicuramente si sta mejo!

Certo che veramente non si sa proprio più che pesci prendere co st'italia!

Amo la Grecia 25.05.10 16:33| 
 |
Rispondi al commento

ORGANIZZIAMO SUBITO UNA PETIZIONE!
ORGANIZZIAMO SUBITO UNA PETIZIONE!
ORGANIZZIAMO SUBITO UNA PETIZIONE!
ORGANIZZIAMO SUBITO UNA PETIZIONE!
ORGANIZZIAMO SUBITO UNA PETIZIONE!
ORGANIZZIAMO SUBITO UNA PETIZIONE!
ORGANIZZIAMO SUBITO UNA PETIZIONE!
ORGANIZZIAMO SUBITO UNA PETIZIONE!
ORGANIZZIAMO SUBITO UNA PETIZIONE!
ORGANIZZIAMO SUBITO UNA PETIZIONE!

Marco F. 05.03.10 22:50| 
 |
Rispondi al commento

aveva ragione guzzanti quando interpretando tremonti metteva in vendita la sardegna

http://www.youtube.com/watch?v=_eV0jQVWyzY&feature=PlayList&p=0AFB235AE03C7082&playnext=1&playnext_from=PL&index=27

andrea c., milano Commentatore certificato 05.03.10 22:30| 
 |
Rispondi al commento

aveva ragione guzzanti in questo video in cui tremonti vende la sardegna

http://www.youtube.com/watch?v=_eV0jQVWyzY&feature=PlayList&p=0AFB235AE03C7082&playnext=1&playnext_from=PL&index=27

andrea c., milano Commentatore certificato 05.03.10 22:29| 
 |
Rispondi al commento

qualche regione si puo' già vendere, anzi ce la si puo' togliere dalle scatole.

quelle a statuto speciale. alto-adige, valle d'aosta, ecc.

tagliare i rami secchi, per dare sollievo all'albero.

ivan m. Commentatore certificato 05.03.10 22:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nessuno ha le palle per andare a controllare cosa c'è dietro a Pedemontana S.p.A.? Di recente il giornale online Varese News, dove c'era un'alta percentuale di lettori contrari all'opera, si è inspiegabilmente schierato con questa società, iniziando a scrivere articoli incredibilmente fuorvianti e favorevoli alla realizzazione dell'autostrada. Beppe, per favore, intervieni anche qui in Lombardia come hai fatto a Genova per salvare il tuo parco.

Geronimo Capone 05.03.10 20:12| 
 |
Rispondi al commento

Il caso Polverini

Ha fatto un Polverone,

Non si parla d'altro in Piena campagna elettorale...se la faccia della Polverini e dei suoi "Polveretti".

E la par condicio?

A me pare tanto uno stratagemma per non parlar altro di loro!

Dissocupati - Ecchissenefrega
Terremotati - Ecchissenefrega
Frana Mezzo Sud - Ecchissenefrega
Deficit Pubblico - Ecchissenefrega
Protezione Incivile - Ecchissenefrega

Lunico problema che ora devono avere gli italiani sono quelli della lista elettorale della Polverini.

MAVAFFANCULO!

Massimiliano P., Bologna Commentatore certificato 05.03.10 18:52| 
 |
Rispondi al commento

Potremmo vendere l`Italia del nord est all`Austria, il nord ovest un po` alla Svizzera e alla Francia,
il centro rimane ai parlamentari (visto le loro capacita` finanziarie di 24 mila euro al mese) e il sud ritorna alla Spagna....che ne dite ? cosi` il debito pubblico italiano non esiste piu`, i leghisti sono contenti e cosi` via...ma per il comune lavoratore che ogni giorno si fa il culo come una scimmia per arrivare alla fine del mese cosa cambierebbe...il colore del cetriolo che si prende nel c...ma sempre cetriolo e`

Franco C., West Palm Beach Commentatore certificato 05.03.10 17:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

1,2,3 prova cen-su-ra andate a fanculo

gioachino moribondi, paperopoli Commentatore certificato 05.03.10 17:23| 
 |
Rispondi al commento

Speriamo che vendano la mia toscana, almeno me ne vado fuori dall'Italia!

Elisa ., Siena Commentatore certificato 05.03.10 16:58| 
 |
Rispondi al commento

....e che si possono più vendere dell'italia ?????

la dignità...forse ????

quella è già stata data via anni fa !!!!!!

Isidoro De Rosa, Arzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.03.10 16:31| 
 |
Rispondi al commento

Siiiiiiiiiiiiiii !!!!!!!!!!!!!!
V-E-N-D-E-T-E-M-I !!!!!!!!!!!!!!
Corsica, Francia, Spagna,Catalogna ma anche solo Repubblica di Malu Entu, purchè non più Italia

massimo orru (lianu), cagliari Commentatore certificato 05.03.10 15:07| 
 |
Rispondi al commento

..................................................

SIGNORI E SIGNORI, BUONANOTTE

beh, tuttosommato, sono favorevole ad una leggina per salvare il PDL inetto ed incapace perchè si sa: una mano lava l'altra. oggi al PDL, domani al PD.

(solo che a questo punto Rino Gaetano canterebbe: " mentre il popolo si gratta, / a dama c'è chi fa la patta, / a settemmezzo c'ho la matta, / mentre vedo tanta gente, / che non c'ha l'acqua corrente, / e non c'ha niente, / ma chi me sente, / e allora amore mio ti amo…”)


oppure


sono favorevole al fatto che il presidente della repubblica firmi un decreto incostituzionale perchè conta la sostanza, cioè la democrazia, ovvero il rispetto delle leggi che discendono dalla costituzione (?!?)


oppure


a me non scandalizza il fatto che il presidente firmi un decreto a gioco iniziato per far riammettere le liste imbranate dei magnaccioni del PDL facendo finta di non capire che è un precedente golpista.

(senti l'eco? "golpista... golpista... golpista...")


oppure...


altro che nostradamus! ecco una "intervista" condotta da Marcello Mastroianni.
ci credereste ad una cosa così?
si tratta di una "intervista" del "tg3" nel 1976 ad un "ministro" condotta da Marcello Mastroianni che s'è rivelata una profezia puntualmente avveratasi :

http://www.youtube.com/watch?v=1KCC5xNNJqg


io una volta ero un essere umano ora sempre più un essere gutturale:

ma quando li andiamo a prendere e li buttiamo nel cesso?

..................................................

gennaro esposito 05.03.10 14:57| 
 |
Rispondi al commento

...ildebito pubblico si risolverebbe se si ricuperano le tasse che non pagano gli evasori. Che Tremonti si concentri su questa via per il risanamento del debito pubblico, altro che vendere isole e distruggere boschi.
Che ministro dell'economia è se non vede dove sono i buchi all'italiana?
renato farina caracas

renato farina 05.03.10 12:45| 
 |
Rispondi al commento

Forse non serve vendere Capri o Ischia (anche perchè sono già totalmente di proprietà dei riccozzi che se le sono comprate di fatto) basta: riduzione delle pensioni a chi percepisce quelle faraoniche ad un massimo di 5.000 euro mese (è già una signora cifra); dazione di pensione a chiunque solo al raggiungimento di un limite di età (uguale per tutti) o di un tot numero di anni di lavoro (uguale per tutti, politici compresi); tetto massimo agli stipendi, tutto compreso, a 7-8.000 euro al mese e solo per chi se li merita davvero (quindi penso al max a 10.000 persone all'anno). Lotta all'evasione vera e non teorica come avviene da 50 anni almeno.....cioè, verifica ed ispezione a tutte le aziende ed i professionisti ogni anno o al max ogni 2 anni (direte: come si fa, c'è poco personale per farlo.......e chi ve l'ha detto che c'è carenza di personale? la politica, che ha interesse a non fare la lotta all'evasione a tappeto.....ma non è la stessa politica che dice che i dipendenti pubblici sono troppi?........)insomma quattro regolette semplici, semplici e risaniamo in 4-5 anni il debito pubblico, facciamo pulizia di politici inutili che non hanno più voglia di guadagnare così poco, e saremo tutti più felici.
Se poi la Sicilia la vogliamo proprio regalare, penso che Gheddafi sia pronto a prendersela...

max fas 05.03.10 12:35| 
 |
Rispondi al commento

Come sono cambiati i tempi.
Una volta si faceva guerra per prendere possesso dei territori e le armi erano spade o fucili o cannoni.
Ora basta una penna, quattro persone, un accordo e tanti soldi

Adriano Perrone 05.03.10 10:30| 
 |
Rispondi al commento

Uno dei motivi per i quali un privato non dovrebbe arricchirsi oltre un certo limite è che non è possibile che un solo individuo vada ad inficiare l'interesse di una nazione, è contro ogni buon senso!
se vendute quelle isole diverrebbero proprietà privata di uno, stato nello stato ove non sarebbereo praticamente vigenti le norme legislative!
si veda a rigurdo ciò che sta accadendo in un paese dell'unione che è prossimo alle elezioni,tutti se ne sbattono e le norme sono valide solo per la protezione del sisteme.

giovanni da penne 05.03.10 10:09| 
 |
Rispondi al commento

Possiamo vendere Calabria Sicilia e Arcore.

Carlo Carli - Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.03.10 08:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Certo che sono geniali. Prima si rubano i soldi allo stato con la connivenza dei politici, grazie a questo furto continuo lo stato va in bancarotta, poi con i soldi che sono stati rubati (vabbè, ti dò il 5% tanto per farti sopravvivere basta che non si sappia che te li ho dati - scudo fiscale all'italiana - se no ci faccio brutta figura infatti i più furbi non hanno pagato manco quelli) si comprano territori dello stato, fino a che non se lo sono comperato tutto. E noi diventiamo affittuari a casa nostra. Infatti con la mia parte del debito pubblico si sono quasi (da come vanno avanti resisto ancora poco) comprati casa mia che ho impiegato vent'anni a pagarmi. E mio suocero che guarda la tv e legge il Giornale è convinto che vada tutto bene ......

Loriano R. Commentatore certificato 05.03.10 08:21| 
 |
Rispondi al commento

ATTENZIONE NON SCHERZIAMO SULLA VICENDA GRECA.
LA GRECIA E' IL BANCO DI PROVA DELLE POLITICHE ANTIOPERAIE DELLA COMMUNITA' EUROPEA.

laura l. 05.03.10 07:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ricordo che qualche anno fa per un pezzo di terra in mezzo all'oceano (Le Malvinas) L'argentina e l'Inghilterra hanno fatto una guerra con diversi morti. Oggi le guerre di conquista si fanno con i soldi! Non servono gli eserciti,è molto più economico fare in modo che una nazione entri in crisi e comprarsela.Forse è persino meglio: niente più costosissime guerre di conquista,niente inutili spargimenti di sangue!
Stavo pensando a quale potrebbe essere la zona italiana vocata alla vendita!

Rocco A., pinerolo Commentatore certificato 05.03.10 05:47| 
 |
Rispondi al commento

E NOI CHE FACCIAMO VENDIAMO LA SICILIA, SE SI TROVA CHI LA COMPRA?

OH DIO IN ALLEGATO POTREMMO DARGLI ANCHE IL "MAFIOSO TASCABILE" CHE CONOSCE GIA' CHI COMANDA DA QUELLE PARTI, COSI' NON PARTIREBBERO DA ZERO.

Paolo R. Commentatore certificato 05.03.10 00:52| 
 |
Rispondi al commento

D'altra parte l'aveva già detto "tvemonti-Guzzanti"...
Corrado, fatti pagare i diritti!!!

Giorgio Cigolotti Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 04.03.10 23:43| 
 |
Rispondi al commento

http://www.youtube.com/watch?v=07pxmSfHmcM .e poi vorrei dire a tremonti,di non fare tanto il marinello,perche'questo paese e' anche il suo,impronti una battaglia,sui problemi sostanziali,e' vedra' che il suo futuro politico potrebbe essere lungimirante.(ma sicome che eeeee!!!!!!)

giuseppe gagliardo 04.03.10 23:25| 
 |
Rispondi al commento

GRECIA: AUMENTO DELLE TASSE, DISTRUZIONE DEI DIRITTI DEI LAVORATORI, AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE, PRIVATIZZAZIONE DELLA ROBA PUBBLICA, INDEBITAMENTO CON CAPITALI MAFIOSI, ECC..

----------------------------------------------------

da noi sono anni che si sta facendo cosi'. mi sembra quindi che siamo piu' alla frutta di loro. nel tunnel ci siamo gia' da molto tempo solo che siamo intorpiditi e non ce ne rendiamo conto. anche chi si crede sveglio (ad es noi) e' mezzo ipnotizzato, cosi' come la pubblicita' lavora su tutti noi senza che ce ne rendiamo conto.

francesco pace (francesco pace 51), bologna Commentatore certificato 04.03.10 23:09| 
 |
Rispondi al commento

se ci ricordiamo, tremonti nella passata legislatura voleva vendere le spagge, le isole e addirittura alcune strade (pagando il loro uso con la famosa tassa-ombra). ha fatto anche la patromonio spa, con l'intento, per fortuna denunciato e bloccato almeno in parte della vendita dei beni dello stato. le cartolarizzazioni.
si parla tanto della grecia, ma mi sa che siamo piu' alla frutta di loro. blocco dell'aumento delle pensioni e degli stipendi? da noi da quand'e' che non sono aumentati? qua' aumentano solo le tasse e i balzelli (come sta succedendo ora in grecia).

francesco pace (francesco pace 51), bologna Commentatore certificato 04.03.10 22:53| 
 |
Rispondi al commento

e nel pacchetto isole ci metterei pure tutto il parlamento italiano.... eh eh! che se lo tengano for ever!!

Paolo R., Padova Commentatore certificato 04.03.10 22:40| 
 |
Rispondi al commento

io venderei subito Sicilia, Sardegna e, visto che sono veneto, pure il Veneto.
ma mica per liberarmi di queste due bellissime isole: tutt'altro! proprio per valorizzarle! immaginare il Veneto come la Carinzia o la Stiria.... ammazza... un sogno...

Paolo R., Padova Commentatore certificato 04.03.10 22:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ke bellio ne vorrei una (o'pagando)x alienarVi...e ovviamente alienarMi

leonardo collalti (leocollalti), roma Commentatore certificato 04.03.10 22:24| 
 |
Rispondi al commento

L'Italia non ha certamente 5700 isole (circa) da mettere in vendita.

Al massimo, se facessimo a meno di 5700 politici qualcosina però risparmieremmo già subito.

In fondo, già abolendo le province "inutili" supereremmo di certo questa cifra.
Non è molto, ma sarebbe un primo ottimo passo.

Se poi proprio dobbiamo rinunciare a qualcosa, cosa ne pensate di ciò che è palesemente costosissimo ed inutile?
Ad esempio: ponte sullo stretto, tunnel di 57 km in Val Susa ...

rosario v. Commentatore certificato 04.03.10 22:20| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE,
DA CHE ISOLE INIZIAMO?
TREMORTI FAI UN CONTEGGIO E FACCI SAPERE COME SVENDI L'ITALIA
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 04.03.10 21:59| 
 |
Rispondi al commento

Chi ha creato questa situazione (la loro e la nostra)???? qualcuno si sarà arricchito mostruosamente (i soldi non si dissolvono nell'aria)??? bene allora l'unica azione da fare è riprenderseli.

massimo p., Savona Commentatore certificato 04.03.10 21:51| 
 |
Rispondi al commento

Non dobbiamo permettere che sia messa in vendita la cultura, i beni di un popolo per la disonestà del potere: è contro la democrazia. La vera democrazia va difesa e ristrutturata, ma non deve cedere il passo a chi la manovra per gli interessi di pochi

Paola F 04.03.10 21:19| 
 |
Rispondi al commento

l'ha gia' detto Guzzanti-Tremonti con la Sardegna

giacomo r. Commentatore certificato 04.03.10 20:58| 
 |
Rispondi al commento

"Diamo via la Savdegna; ho un compvatove"

harry haller Commentatore certificato 04.03.10 20:46| 
 |
Rispondi al commento

treconti lasci stare,il passato e'il presente non ci faccia incazzare per l'ultima volta(per cortesia!)

giuseppe gagliardo 04.03.10 20:29| 
 |
Rispondi al commento

La cosa più ovvia, banale, scontata e vera che mi viene: CHE MONDO DI MMMERDA!

Ace Gentile, torino Commentatore certificato 04.03.10 20:17| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori