Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Sindaci croupier


Milano_derivati.jpg
JP Morgan, Depfa, Deutsche Bank e UBS sono sotto processo per truffa aggravata ai danni del Comune di Milano. Il Comune sottoscrisse nel 2005 uno swap trentennale con un'operazione in derivati su bond da 1,68 miliardi di euro con un danno di 101 milioni di euro. In sostanza il Comune ha giocato a poker con le tasse dei cittadini, forse le carte erano truccate, questo lo decideranno i giudici. Invece i cittadini possono e devono chiedere conto all'amministrazione milanese, e a quelle di altre città, di operazioni a rischio effettuate con i soldi delle loro tasse. Chi ha autorizzato i Comuni a investire in derivati? I derivati sono un terno al lotto, uno dei prodotti finanziari più rischiosi, in parte all'origine della crisi economica del 2008. Con il meccanismo dello swap incassi subito denaro contante e ne paghi in seguito le possibili conseguenze. Un sindaco può quindi indebitare il Comune su una scommessa che pagherà il sindaco successivo, quando lui sarà altrove. Un Comune non deve poter sottoscrivere contratti derivati. Il Comune non è una banca e neppure un casinò.

17 Mar 2010, 23:28 | Scrivi | Commenti (38) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

uffa ma fi piacere essere citato ma almeno che venga citata anke la fonte...

Beppe me stai a copià er Blog ??


;-)


http://my.opera.com/aid85/blog/conti-che-non-tornano



Dopo tanti commenti superficiali finalmente qui è chiaro cosa è successo.

http://www.risk.net/risk-magazine/news/1597388/milan-derivatives-fraud-trial-hinge-banks-sums

claudio bianchi 23.03.10 13:41| 
 |
Rispondi al commento

Sei in politica e non rubi? Fai parte della giunta comunale e non ne approfitti? allora sei proprio cretino... è come se trovassi un portafoglio pieno di soldi e lo andassi a riportare, gli sconosciuti diranno:" che brava persona" ma tu infondo non ci guadagni nulla. Onore è solo una parola, ma il furto e l'inganno riempono lo stomaco, arredano la casa, pagano la macchina. Credo sia questa la mentalità più diffusa dell'italia moderna. Se non sai raggirare non sei nessuno. Del resto dei disonesti puoi sempre confidare che siano disonesti. Onestamente è degli onesti che non ti devi fidare, perché non sai mai quando faranno qualcosa di incredibilmente stupido. Questo è l'atteggiamento mentale del politico odierno, di cosa ancora vogliamo sorprenderci? Quello che mi manda in bestia non il disimpegno dei cittadini che dovrebbero infilarsi l'elmetto, non è il qualunquismo della maggior parte dei giovani. No. La mia rabbia si racchiude nel nella semplice realtà che basterebbe tanto poco per far andare la cose tanto meglio. Ogni giorno rammento Thomas Hobbes e la celebre frase:« Un uomo è lupo per l'altro uomo. » Non lo faccio volentieri. Non si tratta di una scelta, è un collegamento mentale spontaneo per chi conosce il filosofo e vede giorno dopo giorno la l'insistente e artefatta decadenza che affligge questo paese. L'interesse e la paura sono i principi della società. C'è qualcosa di più coerente nell'Italia contemporanea. Sottile è la linea tra oggettività e disfattismo, spero di sbagliarmi, lo spero davvero. Mi è stato insegnato da bambino ad avere rispetto il senso lato per chi possiede un'età più elevata e dunque una saggezza maggiore. In tutta onestà credo che il connubio tra saggezza e eta si stia invertendo. Chi detiene il potere è sempre più vecchio e sempre meno lungimirante. L'anziano è talmente vorace nel privilegiare il proprio presente da essere disposto a fottere sistematicamente il futuro al giovane. Davvero l'anzianità merita rispetto?

Rasyel The (godless), Firenze Commentatore certificato 19.03.10 15:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

X Claudio Bianchi.
Vorrei tentare di dare una spiegazione sommaria e semplice sui derivati.
Questo tipo di contratto finanziario ha due particolarità: (escludendo azioni truffaldine da parte dei responsabili delle finanze degli enti locali) 1) è un prodotto finanziario altamente speculativo con tutti i rischi della speculazione; 2) bisogna essere molto, molto competenti per maneggiare questi tipo di contratto finanziario.
I nostri amministratori, quasi tutti, non hanno competenza sufficente per valutare tutti i rischi insiti in questo tipo di contratto. Si sono fidati dei chi a proposto loro (le banche) questo tipo di copertura finanziaria senza sapere che cosa firmavano. La stima del valore dei derivati emessi dagli enti locali si aggira sui 35/40 miliari di euro.
Mi fermo perchè dovrei entrare in tecnicismi finanziari non facilmente comprensibili e complicati da spiegare.
C'è da aggiungere che il prodotto "derivato" è uno strumento finanziario che, se usato e applicato correttamente, aiuta, chi ne fa uso, a risolvere problemi di cassa.

Roland Eagle () Commentatore certificato 18.03.10 18:32| 
 |
Rispondi al commento

I derivati sono molto più che un terno al lotto, sono una vera truffa che gli istituti di credito hanno architettato per mandare deliberatamente in rovina i propri clienti.
Tra pochi anni, ci saranno migliaia di piccole aziende, comuni, enti no profit e religiosi, che falliranno grazie a questa criminale politica di alcune banche.
E come se un ristorante avvelenasse un po' per volta, di proposito, tutti i propri clienti abituali, per avere un maggior profitto nel breve.
E quando saranno tutti morti ?????

Se a questo bello scenario ci aggiungiamo che anche le aziende in attivo fanno la stessa identica cosa con i propri dipendenti (che però, piccolo particoalre sono anche i principali consumatori dei prodotti dell'azienda).

Non è bastato l'esempio delle grandi fabbriche di auto Made in Usa che prima hanno spostato la produzione mandando sul lastrico centinai di migliaia di dipendenti-clienti, poi sono fallite perchè gli stessi, senza lavoro, smettevano di consumare.

Non penseranno mica che i paesi sottosviluppati in cui spostano le attività diverranno consumatori ? Quelli guadagno giusto il necessario per mangiare o poco più, non potranno per decenni diventare consumatori come europei o superconsumatori come gli americani.

L'essere umano è il più avido, stupido e folle autolesionistico essere vivente che sia mai esistito sulla faccia della terra (e mi sa non solo della Terra....)

aldo p., Milano Commentatore certificato 18.03.10 16:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Perchè i Comuni hanno sottoscritto i derivati?
Dato che non ritengo "stupidi/incompetenti" gli amministratori pubblici, in relazione ai derivati sottoscritti dai vari comuni a parte qualche "onesto" amministratore che lo fatto "in buona fede" ritengo che nella maggior parte dei casi i derivati venivano sottoscritti dato che alcuni amministratori dei comuni venivano "gratificati" dalla banca con un lauto compenso per la loro "collaborazione"!!!

Renato Mazzoli 18.03.10 15:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Scusate, ma a leggere i commenti si evince che:
a) i gestori della cosa pubblica hanno giocato coi soldi dei cittadini;
b) i derivati sono cattivi.
Le cose non stanno così. Prendiamo i singoli punti.
a) Se il comune eroga una montagna di mutui, che non sono altro che swap, ai cittadini (quindi paga denaro oggi per ricevere indietro periodicamente, nel tempo, gli interessi e il capitale) ha il dovere sociale di coprirsi economicamente con le banche, altrimenti si che giocherebbe coi soldi dei contribuenti.
b) Anche per quanto detto sopra molti derivati (ma la famiglia è ampia quanto quella dei mammiferi) sono una manna dal cielo. Ad esempio se avete una società che vende all'estero tramite dei derivati potete eliminare il rischio di cambio e fare una programmazione stabile delle vostre entrate/uscite.

Dov'è allora il punto, cioè la truffa? Sostanzialmente che, a quanto pare, il prezzo di vendita, e le successive ristrutturazioni, erano fuori mercato. Come se voi andate a comprare una FIAT 500 a 50 mila euro, e ogni volta che vi si rompe vi fanno pagare 10 mila euro a riparazione. Da questo cosa evincete? Che il venditore/meccanico è un ladro, non certo che le automobili sono il demonio.

claudio bianchi 18.03.10 14:45| 
 |
Rispondi al commento

Salve, sono ignazio marras fondatore su facebook del gruppo "mai più morti bianche" chiedo un aiuto a tutti i fan di Beppe Grillo di aderire al nostro gruppo al servizio di una causa sociale di estrema importanza nazionale.Grazie di cuore a tutti.

ignazio marras 18.03.10 14:35| 
 |
Rispondi al commento

La Terra ormai l'abbiamo persa da tempo;
l'Acqua ce la stanno togliendo, come se fosse cosa loro (peccato che a volte le piogge che cadono in una zona, risgorghino a km di ditanza...in altro comune, in altro stato; e allora di chi e': di quello in cui cade, di quello in cui viaggia, o di quello in cui sgorga? o di tutti?
Tra poco ci prenderanno pure l'Aria che respiriamo? in base al volume dei polmoni o dell'attivita' fisica?
E poi c'e' il Fuoco, quello non lo vuole nessuno: i piromani non esistono, come non esistono responsabili per il rogo di Viareggio: 32 morti, 9 mesi e nessun indagato...W l'Italia.

Roberto Giannecchini 18.03.10 12:26| 
 |
Rispondi al commento

Meglio tardi che mai! Finalmente qualcosa si muove e questo grazie al PD che sarà anche colluso con PDL ma almeno a Milano ha fatto qualcosa di sinistra perchè se non c'era il PD, col piffero che Moratti e i suoi palafrenieri avrebbero fatto qualcosa. Spero che ne paghi le conseguenze, se ci saranno, anche l'ex sindaco Albertini, colui che ha messo in piedi questa operazione a danno dei milanesi.

Roland Eagle () Commentatore certificato 18.03.10 12:17| 
 |
Rispondi al commento

concordo pienamente... e se dal processo verrà fuori che le carte non erano truccate che ha avallato quete operazioni DEVE risarcire il danno procurato. Se invece le carte erano pulite a prescindere devono dimettersi perchè te lo insegnano alle elementari che i soldi non te li regala nessuno (in special modo le banche!!)e se te li regalano qualcosa di losco sotto c'è. Nessuno si deve permettere di giocare con le tasse di noi cittadini!!Tanto finirà come sempre...tarallucci e vino per loro e un bastone dritto dritto nel ns. c..o!!!

marco l. Commentatore certificato 18.03.10 11:49| 
 |
Rispondi al commento

SILVIUS GESELL è L'INVENTORE della MONETA DEPERIBILE

g. m. 18.03.10 11:21| 
 |
Rispondi al commento

ERRATA CORRIGE:SILVIUS GESELL è il Sindaco di WOERGL la cittadina austriaca.IL FAMOSO SINDACO CHE PER RISOLVERE LA GRANDE CRISI,STAMPO' O CONIO' IN PROPRIO LE MONETE DEPERIBILI.

giovanna moro 18.03.10 11:05| 
 |
Rispondi al commento

VERGOGNA!!! INVECE DI FARE COME IL SINDACO DI GESELL (AUSTRIA) che si inventò la moneta deperibile,i cittadini non pagavano le tasse,migliorò la situazione economica ecc.

giovanna moro 18.03.10 10:52| 
 |
Rispondi al commento

In Campania si chiama "cazzimma" ed è quella che fece scegliere alla UBS un fresco laureato, figlio di un noto Governatore, quale responsabile per i rapporti con gli Enti Locali italiani sulla vendita di Derivati: chi avrebbe mai potuto dire di no ad un alto dirigente di una banca svizzera con quel cognome?

Giuliano Fornari 18.03.10 10:17| 
 |
Rispondi al commento

Leggendo notizie come questa è facile farsi prendere da rabbia e sconforto, sappiamo di essere malgovernati ma nonostante ciò sembrano non esserci alternative, se non quella di emigrare in un paese migliore... ma io sono nato in Italia, anzi peggio, a Taranto, che il dissesto lo ha già vissuto ed è stata la prima grande città italiana (14°per popolazione) ad essere commissariata, città dei veleni e del 90% della diossina nazionale. Troppo facile scappare. E se invece rimanessimo tutti nel nostro Bel Paese e lottassimo per cambiarlo?

adriano fanigliulo 18.03.10 10:14| 
 |
Rispondi al commento

Sign.presidente io sarö sicuro a Roma anche se vivo in Svizzera,ma io non riesco a capire avete la magioranza Al Senato,e alla Camera ma cosa aspettate a cambiare questa legge sulla Giustizia,lo vede quello che combinano questi Magistrati politicizzati e questo casino deve finire adesso svegliatevi un pö.

Giuseppe Basile 18.03.10 09:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

parole sante. i sindaci non hanno il diritto di rischiare in borsa i soldi dei cittadini. dovrebbero essere condannati per mala gestio.

n r 18.03.10 09:41| 
 |
Rispondi al commento

Scusate, ma com'è possibile che i nostri soldi vengano manipolati in questo modo? Chi dovrebbe sorvegliare i soldi che i cittadini tirano fuori e dove vanno a finire? La responsabilità di questi gesti come possono essere poi riassorbiti dagli stessi cittadini che pagano 2 volte le tasse in questo modo? E' possibile che nessuno dica niente? Beppe, pensaci tu per favore, in te io credo, non ci deludere! Un abbraccio

Diego A. 18.03.10 09:26| 
 |
Rispondi al commento

Concordo pienamente,I sindaci dovrebbero fare i conti con i soldi delle loro tasche e non delle NOSTRE tasche, come è tendenza diffusa fare. Non se ne può più,di questa gente.

Emanuela V. Commentatore certificato 18.03.10 09:17| 
 |
Rispondi al commento

IMOLA 18/03/2010
E' COSA NORMALE, visto la categoria di gente che viene messa ad amministrare, non viene scelta dal popolo, ma dai bausca dei partiti,capoccia incapaci e incompetenti.
L'UNICA speranza è che la gente cominci a capire in che mani siamo, non diciamo destra ho sinistra, diciamo CASTA, COMPARTIMENTI STAGNI DI INCAPACITA' E MALAFFARE.
IN ITALIA non esiste più la politica per il bene del paese, ESISTONO LE LOBBY PER INTERESSI PRIVATI,è tanta la illegalità che non si preoccupano di nasconderla lo fanno alla luce del sole, rubano, rubano e rubano.
AVETE VISTO sulla sette GASPARRI E COMPANY, QUEL PESCE A LESSO PRENDE PIù DI 200.000 EURO ALL'ANNO E COSI TANTI POLITICI IN PIU' HANNO TUTTI I PREVILEGI IMMAGINABILI E NON, QUESTA SI CHE è una vergogna.
QUI SI NECESSITA FARE UNA LEGGE IMMEDIATAMENTE, RIDURRE I PARLAMENTARI, RIDURRE GLI STIPENDI , RIFORMA DELLE LORO PENSIONI, TOGLIERE OGNI PREVILEGIO,VOGLIAMO TOGLIERCI DI DOSSO IL PUTTANAMENTO CHE CI OPPRIMEEEEEEEEEEEEEEEEEEE.
SOSTENIAMO IL MOVIMENTO 5 STELLE.
SALUTI GIUSEPPE TONNINI

GIUSEPPE TONNINI, IMOLA Commentatore certificato 18.03.10 08:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I Maya avevano ragione.

Ma è possibile che solo pochi in Italia hanno capito che sarà l'Italia a far sgrettolare il Euro ed in conseguenza la stessa EU ?

Svegliatevi !!!!
33 mesi al massimo ed userete di nuovo la vecchia lira e potrete bacciare il culo del mondo industriale.

Treaborti in galera - ORA!

Keyser Soze, FUCK! FUCK! FUCK! Commentatore certificato 18.03.10 08:47| 
 |
Rispondi al commento

Bisognerebbe introdurre, oltre a doverosi paletti nell'utilizzo di questi strumenti finanziari, anche la responsabilità privata del sindaco, perchè non si può indebitare un comune (e di conseguenza tutti i suoi abitanti) e poi farla franca come se niente fosse.

Patrick D. Commentatore certificato 18.03.10 08:43| 
 |
Rispondi al commento

Ho analizzato nel Comune di Magenta alcuni di questi derivati Erano già palesemente in perdita per il comune già all' acquisto! chi li ha sottoscritti?
dapprima un tizio del centrosinistra e poi a ruota quelli del centrodestra, morale il comune ora è indebitato fino al collo per colpe Mai Personali sempre Collettive.... quindi a rimetterci è sempre il cittadino.

Io quando sbaglio pago sempre di tasca mia Loro mai è questa la Giustizia ?

Le regole le fanno i potenti affinché solo i deboli le perseguano.

lions bull (liosbull), milan Commentatore certificato 18.03.10 08:23| 
 |
Rispondi al commento

Vai Beppe, "brev burdèl" (..ma chi ti ferma più), ho assistito ieri sera in piazza a Rimini, che dire ... dopo tanto tempo che ti seguo e ti ammiro, sin da quando ero un bimbo( classe 68), per il coraggio e l'onestà che dimostri ogni volta di possedere e di infondere,
CREDO CHE QUESTA SIA VERAMENTE LA VOLTA-SVOLTA GIUSTA...sempre più gente (o meglio "tantissimi ciovani", come direbbe un simpatico conduttore)comincia a tirar fuori la testa dalla sabbia e a reagire democraticamente, senza politichese e senza fare minacce di bastoni e fucili, iniziando finalmente ad accorgersi che SI CREDEVANO DEI BELLI E FURBI "BIK-BIK" MA IN REALTA' ERANO SOLO DEGLI "STRUZZI" E "WILLY" E' DA UN BEL PO'CHE CI HA "CATTURATO" E CHE CE LO STA METTENDO NEL DIDIETRO.
SONO FELICE PER TE, perchè credo che nell'intimo ti rendi conto che le "battaglie" che hai fatto per una vita, se una volta servivano soprattutto a far ridere e divertire e per qualcuno anche a riflettere.., finalmente si stanno concretizzando. Si potrebbe indicare la cosa con tante metafore: "basta un fiammifero per accendere un fuoco" oppure (già detta) "tante formiche fanno una montagna" o ancora (mia) " ... SIAMO TANTE AMBIGUE LUCCIOLE NEL BUIO DELLA NOTTE. MA SE SOLO VOLESSIMO, TUTTI INSIEME... CHE LUCE!" E allora che LUCE sia!!
Per concludere, GRAZIE DI ESISTERE ED IN BOCCA AL LUPO, perchè come dice un vecchio detto romagnolo per ottenere quello a cui aneli ci vuole soprattutto : "och,pazièza e bus de cul".

mauro guerrini 18.03.10 07:42| 
 |
Rispondi al commento

POSITIVO L'INTERVENTO DEL MINISTRO MATTEOLI PER L'AEROPORTO DI VITERBO


PUR D'AVERE UN AEROPORTO, STRIZZANO L'OCCHIO A DUE CENTRALI NUCLEARI A VITERBO!!


PAGHI UNO PRENDI DUE

Uno dei tanti 18.03.10 07:42| 
 |
Rispondi al commento

Berlusconia Canada (BC)

Aliquota massima 43% 43.7%

Imposta sulle obbligazioni 12.5% 43.7%

Condoni 3(ultimi10 anni) non esistono

Giudizio su liberta’di informazione partly free
free

Debito Pubblico pro capite 30.000 Euro $15.000

Reddito Primo Ministro 23.000.000 Euro $213.000 (come la Carfagna!)


Saluti da Vancouver libera.

Ernesto Salvi

Ernesto Salvi 18.03.10 07:02| 
 |
Rispondi al commento

A Londra nel 1988 il council di Hammersmith and Fulham apri' dei contratti Swap con Goldman sachs - Dopo qualche mese il tasso di interesse s'impenno dal 7% al 15% mandando immediatamente in bancarotta il council....Il council si rivolse al tribunale e il tribunale diede ragione al council ...Goldman Sachs fece ricorso su ricorso, fino alla camera dei Lord, ma il council aveva ragione a voler dichiarare nulli i contratti: in Inghilterra i councils non possono per legge entrare in contratti derivati...

Daniele B., Londra Commentatore certificato 18.03.10 00:38| 
 |
Rispondi al commento

Evitare il problema alla radice è (sarebbe stato) molto semplice: nel regno unito è bastata una norma amministrativa (non una legge) che impedisce agli enti pubblici di sottoscrivere contratti di derivati. Noi tra governo, parlamento, Banca d'Italia, Corte dei Conti, Consob, Autorità di vigilanza varie, Cassa depositi e prestiti, Regioni, Comitati di controllo, Ministero delle finanze, collegi dei sindaci (e tanti altri ce ne sono ancora) non sappiamo a chi potrebbe competere questa norma... quindi non la facciamo, aspettiamo (tocca a te, tocca al politico, tocca a lui...) e poi, quando ci abbiamo rimesso anche la camicia facciamo il processo alle banche. Siamo strutturalmente incapaci. E' una organizzazione fatta apposta per non decidere mai nulla se non c'è un interesse di qualcuno di forte. E il cittadino non è mai forte...

Alex Rossi 18.03.10 00:18| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
NEI COMUNI ITALIANI SE EN FREGANO, UN EURO IN PIU' O UNO IN MENO NON CONTA NULLA, LA MERKEL AH DETTO CHE CHI SALTA' LE MISURE DI BRUXELLES CON LA CRISI E' FUORI DALL'EUROPA, QUINDI PREPARIAMOCI PER QUANDO SCOPRIRANNO CHE COSA GLI ABBIAMO NASCOSTO DAL 2000 AL 2001 E CHE RAZZA DI DEBITO ABBIAMO.....
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 18.03.10 00:08| 
 |
Rispondi al commento

mamma mia siamo governati da pazzi.

forse se andavano veramente al casino' magari vincevano qualcosa

ivan m. Commentatore certificato 17.03.10 23:49| 
 |
Rispondi al commento

anche a lecce, stessa situazione per il sindaco di cdx paolo perrone e la sua predecessorA, adriana poli bortone che ora sulle orme di mastella fa la outsider con un suo micropartitino chiamato io sud(o)

paolo m 17.03.10 23:35| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 



Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori