Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Spezzeremo le reni alla Grecia


Berlusconi_crisi.jpg
L'Italia del record dell'evasione (200 miliardi di euro), dei condoni mascherati (Scudo Fiscale al 5% di tassazione sui capitali non dichiarati) e dei supertassati. Spezzeremo le reni alla Grecia, come ai bei tempi!
"Non metteremo le mani in tasca agli italiani. Guardate un po'. Nonostante il governo cerchi di sostenere il contrario, la verità viene al pettine, grazie a chi sa monitare la situazione italiana. Si tratta di fonti ufficiali. "(ASCA) - Roma, 10 mar - Nel rapporto ''Going for growth 2010'', l'Ocse analizza le politiche fiscali dei Paesi nei confronti del mondo della produzione... L'Ocse stima a -3,1% il calo della produzione potenziale nei 30 paesi dell'Ocse come eredità di lungo termine della crisi. In Italia la contrazione è stimata a -4,1%, il 4°peggiore risultato dell'area Ocse, il terzo peggiore tra i Paesi dell'Eurozona, la peggiore performance tra i Paesi del G7... ''. Quasi tutti i Paesi hanno preso delle misure sulla fiscalità delle imprese... per ridurla, salvo l'Italia, che l'ha aumentata". Oltre all'aumento della fiscalità sulle imprese, anche la fiscalità sui cittadini è cresciuta, grazie a nuove imposte indirette. Infine, da uno studio della Banca Mondiale, l'Ialia è il penultimo paese della classifica dei paesi UE per facilità d'intrapresa. Dietro all'Italia, solo la Grecia! Meditate!". Beppe A.

11 Mar 2010, 22:15 | Scrivi | Commenti (21) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Attenzione,le delegittimazioni sistematiche che vediamo portano al caos politico,che sembra fatto apposta per creare le condizioni per introdurre la dittatura.Non sappiamo chi agisce dietro le quinte e condiziona i nostri politici.L'unica difesa che hanno gli italiani è il voto.Speriamo che lo sappiano usare.

aldo cannavò, genova Commentatore certificato 12.03.10 23:19| 
 |
Rispondi al commento

POPOLO VIOLA, grillini, IDV, opposizione, cittadini incazzati andiamo tutti nelle piazze a protestare.

andrea g., trieste Commentatore certificato 12.03.10 22:33| 
 |
Rispondi al commento

Dal punto di vista economico il problema è abbastanza semplice:un'economia non può reggere se lavorano in tre e gli altri sette studiano come far lavorare e come far pagare quei tre.
Se ci aggiungiamo che tanta gente ha già speso dei soldi che non esistono,tralaltro in cose inutili tipo;suv e macchine in genere,case che non verranno abitate,televisioni mega,frizzi e lazzi,bagasce e quantaltro,il quadro è completo.
C'è ancora gente che si chiede da dove arrivi la crisi?
Saluti

sandro c., altrove Commentatore certificato 12.03.10 21:27| 
 |
Rispondi al commento

Questi politicanti luridi bifolchi,nonostante
questi chiari di luna,pensano solo alle elezioni
ale liste bloccate,alla poltrona da occupare per risolvere i loro problemi,quelli degli italiani non interessano a nessuno.
ITALIANI se ancora avete un briciolo di DIGNITA'
fateglela PAGARE- COMPATTI DISERTATE LE URNA -
Muoia Sanso9ne con tutti i Filisdei.

Oscar De Caz 12.03.10 17:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

fatto strano che ad un certo silvio il patrimonio personale sia stimato dieci volte + del debito pubblico italiano..............

fabio p., matera Commentatore certificato 12.03.10 15:57| 
 |
Rispondi al commento

I dati di gennaio. Il debito è a 1.787,8 miliardi di euro dai 1.761.191 di dicembre 2009 e dai 1.699,1 miliardi di un anno prima. Introiti dell'erario in calo del 2,9% (bankitalia)

giuseppe gagliardo 12.03.10 13:49| 
 |
Rispondi al commento

MMMMM! io continuo a dì che d'economia di sto paese il Berlusca con Tremondino la vedano come l'ìmbria-
co quando è pieno de vinaccia che cerca de trovà
qualcosa de solido a cui aggrapparse ma inesorabil-
mente sbatte il grugno sul serciato.


gigi fiorentino 12.03.10 13:45| 
 |
Rispondi al commento

PRESIDENTE GIORGIO NAPOLITANO

N O N - F I R M I - "IL LEGITTIMO IMPEDIMENTO"

mario ., monopoli Commentatore certificato 12.03.10 13:38| 
 |
Rispondi al commento

Questo personaggio va subito processato!!l'accusa è di aver violato,più e più volte,(ALL'INFINITO)!!!!!!!!!!!!! IL GIURAMENTO FATTO quando ha avuto la carica di ministro del consiglio!!!MENTENDO spudoratamente ai cittadini,e infrangendo sotto ogni suo aspetto,LA COSTITUZIONE ITALIANA!!!!!!E CONTINUA A MENTIRE,SENZA VERGOGNA!!!!

mauro rega 12.03.10 13:36| 
 |
Rispondi al commento

l'Italia dei papponi, che campano sui sacrifici altrui.

Morris Fleed (goblin) Commentatore certificato 12.03.10 13:32| 
 |
Rispondi al commento

basta foto del "nanocapo" sul "nostro" blog
per favore il "despota" già a tanta pubblicità
non lo sopporto più!!!

valter p., roma Commentatore certificato 12.03.10 13:20| 
 |
Rispondi al commento

Credo sia giunto il momento di predisporre una catena di solidarietà:
informazioni a tutto spiano su come cavarsela.
Intanto,per aiutare chi si trova ad un passo dalla disperazione,apprendo qualche istituzione del nord-est si sta mobilitando: la Camera di Commercio di Padova ha aperto un numero verde per quanti , tra i suoi iscritti,abbiano difficoltà con il lavoro e l'impresa. Numero verde : 800510052.Ho telefonato per saperne di più e ho constatato che la notizia non è una bufala.Una iniziativa del genere dovrebbe estendersi a macchia d'olio.

Claudia - Ts 12.03.10 11:53| 
 |
Rispondi al commento

ma... la notizia è assolutamente verosimile, ma...
nel rapporto OCSE non ho trovato riscontro a questi dati :/

cioè, non ho trovato la parte in cui dicono "quasi tutti i Paesi hanno preso delle misure sulla fiscalità delle imprese... per ridurla, salvo l'Italia, che l'ha aumentata"

Paolo Gazzola 12.03.10 11:40| 
 |
Rispondi al commento

L'Italia è la seconda economia del mondo per quanto riguarda il commercio di armamenti. Lontanissima dietro gli Stati Uniti, ma seconda lo stesso. "Loro" non la lasciarano mai cadere, farà sempre parte del G7/8/20, per lo meno fino che non cesserà il commercio della morte. Domani l'altro...

Qûr Tharkasdóttir 12.03.10 09:55| 
 |
Rispondi al commento

Secondo me non servono i dati dei grandi organismi internazionali per capire che siamo al collasso ( mica solo noi, parlo di occidente).
Avete visto ieri la partita del Milan??
I tifosi contestavano la proprietà che è piena di debiti fino al collo, le maggiori squadre della premir league sono piene di debiti, AIG che fa lo sponsor sulle maglie del Manchester è stata salvata dal contribuente americano.
Io mi chiedo quanto può durare questo casino mondiale pieno di disuguaglianze e ingiustizie???
Solo una rivoluzione verso le energie rinnovabili può salvare noi e il pianeta dal collasso,
il tempo purtroppo stringe e i danni inferti alla natura si manifestano sempre più spesso...cerchiamo di essere ottimisti e protagonisti del CAMBIAMENTO con una miriade di piccoli comportamenti. Buonanotte

Daniele Cucculelli 11.03.10 23:43| 
 |
Rispondi al commento

ciao , ma dico io che cosa succede a tutti noi , come macchine che si muovono, vedono , sentono , e no fanno NIENTE ? E' incredibbile q in 20 anni che ho mancato no e migliorato NIENTE!Strade ,scuole,hospitali, paga,,pensione,diritti,leggi.Ma dico si vota perque? si lascia le responsabilita' a chi? E poi .... bisogna frenare , fare qual cosa, no puo essere tanto tempo perso che se fossero davvero esemplari a quest'ora no si starebbe cosi ,e' allora BASTA .Saluti a tutti Gaetano

Gaetano Vitale 11.03.10 23:24| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
IO MI DOMANDO FINO A QUANDO CONTINUERANNO A NASCONDERE CHE ABBIAMO NASCOSTO IL DEBITO,IL NOSTRO DEBITO FINANZIARIO,ALL'EUROPA, E POI COSA COSTA ALL'EUROPA MANDARCI AFFAN.....!!!!! STRASBURGO,INVECE DI GIRARTI PER DI LA' VIENI DI QUA' E VIENI A VEDERE CHE RAZZA DI DEBITO TI ABBIAMO NASCOSTO,ANZI TI HANNO NASCOSTO I NOSTRI CARI PARTITI, LA CONFINDUSTRIA E MR BERLUSCONI ALIAS LO PSICONANO!!!!!!!!
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 11.03.10 23:19| 
 |
Rispondi al commento


Ragazzi , e Beppe
i Greci ci stanno facendo vedere come si reagisce allo sfruttamento dei Cittadini , del Popolo ,
da una minoranza di delinquenti chiamati Politici e grosse Compagnie , e Manager che ci fanno perdere il lavoro per ingozzare gli avidi azionisti , scendiamo in Piazza e occupiamo persino il Parlamento se necessario .
La reazione e´diventata ormai un dovere di ognuno di noi come tanti anni fa fecero i Partigiani .

gino l., düsseldorf Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.03.10 22:55| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

1816 &C., agli italiani, le mani le ha messe al culo.
E con il medio alzato.

antonio d., carrara Commentatore certificato 11.03.10 22:39| 
 |
Rispondi al commento

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com/2010/02/hai-avuto-problemi-in-banca-eo-con-il.html

Marco Calì (http://sapienza-finanziaria.blogspot.com), Monselice (PD) Commentatore certificato 11.03.10 22:32| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori