Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Napolitano viene da lontano


Napolitano_migliorista.jpg
Napolitano viene da lontano. Era migliorista e berlusconiano. Gli articoli del suo settimanale "Il Moderno" (con pubblicità Finivest anni '80) superano persino le poesie di Bondi al "caro leader".
"Ad aprile del 1985 esce a Milano il primo numero de Il Moderno, mensile (poi settimanale) della corrente “migliorista” del Pci (la destra tecnocratica e filo-craxiana del partito, guidata da Giorgio Napolitano). Animato da Gianni Cervetti… all’insegna dello slogan “l’innovazione nella società, nell’economia, nella cultura” (p. 104)."
"Intanto a Milano il numero di febbraio 1986 de Il Moderno… scrive che “la rivoluzione Berlusconi [è] di gran lunga la più importante, cui ancora qualcuno si ostina a non portare il rispetto che merita per essere stato il principale agente di modernizzazione, nelle aziende, nelle agenzie, nei media concorrenti. Una rivoluzione che ha trasformato Milano in capitale televisiva e che ha fatto nascere, oltre a una cultura pubblicitaria nuova, mille strutture e capacità pro­duttive” (p. 115)".
«Il numero di aprile 1987 ... esce con un’intera pagina pubblicitaria della Fininvest. È la prima di una lunga serie di inserzioni pubblicitarie dalla misteriosa utilità per l’inserzionista, dato che il giornale è semi-clandestino e vende meno di 500 copie… Intanto uno dei fondatori del Moderno, l’onorevole Gianni Cervetti, alla metà di aprile è di nuovo a Mosca… E il 18 aprile l’a­genzia Ansa da Mosca informa che in Urss, insieme al compagno Cervetti, c’è anche Canale 5… (pp 126 -- 127)".
"A giugno 1989 ... pubblica un megaservizio su Giocare al calcio a Milano. Con un panegirico sul Berlusconi miracoloso presidente milanista che “ha cambiato tutto: adesso la sua squadra è una vera e propria azienda,” e così via. Il giornale della corrente di destra del Pci è ormai un bollettino della Fininvest, e le pagine di pubblicità comprate dal gruppo berlusconiano ormai non si contano (p. 148)".(*)
(*) Testi tratti dal libro: "Il Baratto" dal blog www.dirittodicritica.com

6 Mar 2010, 17:56 | Scrivi | Commenti (59) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

CI PIACE VINCERE FACILE EHM....

Come nel famoso spot pubblicitario, io credo che non sarà difficile trovare un magistrato compiacente per ogni Regione e così escludere il Pdl dalle elezioni.
Ci vorrebbe un solo partito!!
Cosa ve ne pare?
Così possiamo vincere sicuramente al 100%.
Evviva Cuba, Cina, Corea del Nord, Iran ....

ugo f. Commentatore certificato 09.03.10 22:15| 
 |
Rispondi al commento

il maestro di D'Alema!!!!

Paolo C., Manfredonia Commentatore certificato 08.03.10 18:28| 
 |
Rispondi al commento

ragazzi, è morta la democrazia in questo paese di falsi profeti, frabutti, menefreghisti, intrallazisti, delinquenti e mafiosi eletti nelle liste e parlamentari. comincio a pensare che gli italiani o meglio metà di essi ( infatti non mi sento più italiano da almeno 10 anni ) sono degli idioti che non vedono al di là del proprio naso. non c'è più speranza x l'italia, è al collasso economico e istituzinale. mi sembra di essere tornato alla corte della francia del re sole e dei suoi discendenti. il 2 volte losco, leggi berlusca, fa il re con la sua corte fatta da scalzacani, leccaculo e delinquenti della peggior risma. allora ma eravamo in francia, ci fu la rivoluzione francese e vennero tagliate tante teste. oggi col motto " dividi et impera ", anche xchè siamo nel belpaese, nessuno taglia nulla, figuriamoci le teste....speriamo che qualcuno mediti di più e reagisca prima che sia troppo tardi....

giu card 08.03.10 10:02| 
 |
Rispondi al commento

Volevo dire che stiamo nella merda...ma penso che questo sia noto alle persone di buon senso.
In queste circostanze, ci vorrebbe una rivolta di massa...ma gli italiani sono spaccati a metà a proposito di gradimenti. Questo governo, così come sta, piace a metà del paese. Bisogna riflettere su chi sono i "fessi".

maria parolisi 08.03.10 09:30| 
 |
Rispondi al commento

in realtà aveva deciso di avallare qualsiasi cosa gli proponesse il "banana" già da tempo!
Che bisogno aveva di ricevere al quirinale il Belusca, maroni e 1/2 governo venerdì alle 22 appena arrivato dalla Germania? Poteva benissimo dirgli che era stanco e che lo avrebbe ricevuto il giorno dopo o lunedì, con calma e con tutto il suo staff di costituzionalisti. E' stata tutta una manfrina per pararsi il didietro e poter dare la colpa all'opposizione che non ha trovato un accordo col banana per salvare formigoni e la polverini!!
Per fortuna che c'è lui che ci ha messo una pezza!

angelo maggiora 08.03.10 01:10| 
 |
Rispondi al commento

Un tempo si diceva:
- Poveri a noi, chi ci dirà la Messa, se il Prete è andato a ballare!
Purtroppo, cari amici di Beppe, non ci resta che attaccarsi...
- Al tram?
- No: a GRILLO!
Beppe, Beppe, trovalo te il verso giusto! Qualche spunto i tuoi e miei amici, te l’hanno dato.
Un saluto e l’augurio di ben sperare, a tutti. Tommaso.

Tommaso Mazzoni, Empoli Commentatore certificato 07.03.10 23:33| 
 |
Rispondi al commento

Penso che Napolitano non sia più il PRIMO cittadino ma l'ultimo.Servo anche lui del premier berlusconi . Quando veniva insultato per il lodo alfano non ha mai avuto il coraggio di replicare (vedi comunista incompetente) allo psiconano.Adesso alza la voce per districarsi dalle porcate che fà.Napolitano non sei nessuno torna a casa che hai già un piede nella fossa,cambia mestiere,vai a fare il pasticcere. pensa che PERTINI per colpa tua si stà rivoltando nella tomba.Sei un uomo incolore,insapore,insignificante.E sei il mio presidente vergognati.

ottoni marcello 07.03.10 21:55| 
 |
Rispondi al commento

LETTERA A NAPOLITANO (inviata al sito del Quirinale)
Egr. Presidente,
non capisco piu' nulla in questo Paese....ma non è la legge al di sopra di tutto e tutti?
Allora mi spieghi perche' ha accettato il decreto salvaliste.
Non è una risposta dire che la coalizione piu' forte del paese rimaneva fuori, perche' e' la legge che conta non la coalizione.
Lei ha accettato di sostenere i prepotenti signor Presidente.
Io faccio parte degli onesti signore quelli che rispettano la legge ogni giorno.
Non mi rappresenta e non mi difende.
Esca fuori dal gruppo di prepotenti al governo.

Buona notte e che le porti consiglio.
Annalisa Ferracuti
(mamma di un bambino di 4 anni a cui un giorno racconterà la favola della democrazia.....)

Annalisa Ferracuti 07.03.10 21:17| 
 |
Rispondi al commento

Non c'è da meravigliarsi... se pensate che nel primo governo di sinistra quando era stato nominato ministro degl'interni (ministero da sempre in mano alla DC) sperai che si sarebbe fatta luce sui tanti misteri italiani (Pzza Fontana, La Loggia, Italicus, Bologna, Itavia, e così via) invece niente di niente. Ecco perchè fu scelto Napolitano a dirigere quel'importante ministero: evidentemente doveva essere un uomo comunque ricattabile con molti scheletri nell'armadio. Quando viene in ogni città d'italia (volutamente minuscolo) a farci visita facciamogli vedere quanto bene gli vogliamo....
Chi schifo!

Renzo D'Angelo IdV Verona 07.03.10 19:24| 
 |
Rispondi al commento

Ho inviato un messaggio al presidente napolitano esprimendo il mio disgusto ed il fatto che, ormai, mi sento straniero in Patria. Mai avrei pensato che, a quasi settanta anni di età, avrei visto il mio Paese strozzato da una banda di delinquenti con la benedizione del papa e di un tranquillo signore d'aspetto rispettabile. Mi sembra di essere Alice nel paese delle (macabre) meraviglie.

Clarus Clarus 07.03.10 19:17| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Sono amareggiato e deluso, ancora una volta. Se illegalità è stata commessa, e lo pensano in molti, allora è obbligatorio il ricorso alla corte costituzionale, per chiederne urgentemente il pronunciamento. Penso sia obbligatorio anche il ricorso contro le candidature per la terza volta di alcuni presidenti di regione: chi sa come agire nel merito e nel metodo? Esiste una squadra di legali nelle liste a 5 stelle?

maurizio buzi 07.03.10 17:10| 
 |
Rispondi al commento


Sono stufo di leggere in questo post solo piagnistei. In fondo di cosa vi lamentate , Berlusconi è il prototipo dell'Italiano medio : furbetto ,menefreghista , oppotunista e faccia da culo per non dir di peggio.
Secondo me per cambiare qualche cosa nel bel paese ci vorrebbe un maremoto che cancellasse una volta per tutte quel fetido stivale puzzolente.
Firmato un Italiano residente all'estero una ventina d'anni

mirko giansanti 07.03.10 16:27| 
 |
Rispondi al commento

OGGI PORNO ITALIANO : GIORGIO NAPOLITANO

silvio c. Commentatore certificato 07.03.10 14:03| 
 |
Rispondi al commento

Belin che informazione! Questa si che e' una notizia importante!
roba da vincere il Pulitzer...
(mi meraviglio che non sia ancora successo).

Manuel Stefanolo 07.03.10 14:01| 
 |
Rispondi al commento

quand la merda la munta al scagn la spusa e la fa dan(quando la merda monta in cattedra puzza e fa danno)
Sinseramente pensavo fosse ricattato da lui tramite informative fornitegli dall'amico mafioso russo.

f.tolasi 07.03.10 13:59| 
 |
Rispondi al commento

Siamo al paradosso del ridicolo politico con una giustizia che deve essere di comodo ed al servizio dei partiti e non dei cittadini. I giudici devono "applicare" la legge e "non interpretarla. Il Parlamento dei partiti fa le leggi e poi fanno il "decreto d'urgenza per interpretarla" per il mancato loro rispetto delle regole. Una vera vergogna verso gli onesti cittadini sovrani. Ma se i Presidenti di Regione non possono essere rieletti dopo due legislature, perchè autorizzano di ripresentarsi quando un "ricorso" può fare annullare la loro rinomina? Per poi indire nuove elezioni con costi a carico dei soliti abusati ed indignati cittadini. Perchè queste spese e danni non vengono pagati direttamente di loro tasca, magari lavorando in fabbrica?? Ma quando diventeremo un popolo maturo e responabile di un futuro migliore per i nostri figli? Siamo tutti conniventi e responsabili di una insensata ideologia di "destra e sinistra" ancorata ancora al passato di questa nefandezza ed ipocrita politica che ci dissangua in modo ignobile. Dinaco.

luciano zanolin 07.03.10 13:57| 
 |
Rispondi al commento

Morfeo aveva il "dovere" di dimettersi pur di non firmare! Si potrebbe fare una raccolta firme per invitarlo a dimettersi!

Luigi La Pietra 07.03.10 13:29| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

ma che schifo............veramente........è un grande schifo..bisogna fare qualcosa altrimenti qui finiamo male ...molto...molto male! io ci sono...sono disponibile per cambiare tutto

deborah lalla 07.03.10 12:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ho apprezzato molto il post, ma devo segnalare un errore:
Napolitano non viene DA lontano, ma DI lontano,
visto che l'espressione viene da una citazione di Palmiro Togliatti (detto anche, da chi ci credeva, il Migliore) che recita testualmente:

veniamo di lontano e andremo lontano.

Certamente non immaginava quanto lontano sarebbero andati poi.

Il resto è silenzio.

Lucio Bilancini

Lucio Bilancini, Roma Commentatore certificato 07.03.10 12:42| 
 |
Rispondi al commento

Che desolazione!!! Non conta granchè. Ma avrei sperato che nei pochi momenti in cui avrebbe fatto sentire la sua voce avesse agito a favore e in difesa dei diritti degli italiani. Tra questi diritti, presidente napolitano, anche il darsi una ragione per esclusioni da gare di appalto, concorsi e da tutto ciò che viene stabilito da leggi e regolamenti emanati da politica e burocrazia, in cui incorrono cittadini normali. Cittadini normali ai cui interessi dovrebbe fare riferimento nell'esercizio delle sue funzioni e non a quella ristretta cerchia di (auto)eletti che pretendono di manipolare ogni cosa per indirizzarla al loro nteresse. Napolitano, lei è veramente una delusione. Mi auguro che la storia le offra la collocazione che merita dimenticandosi al più presto di lei e del suo operato. Ma nel frattempo, prima che la storia la dimentichi, e prima che il popolo italiano - oggi ferito mortificato e in ginocchio - trovi la forza e la determinazione per chiederle conto della sua sciatta connivenza con un governo da barzelletta, spero che la procedura dell'impeachment possa decorare il suo mandato presidenzaile. Non merita altro. Non merita niente di meno niente di più.

Riccardo Del Re 07.03.10 12:38| 
 |
Rispondi al commento

PER COMPLETEZZA qui riporto ciò che si leggeva sul ns caro presidente e sui suoi fedelissimi amici.

La cosiddetta “corrente migliorista”, quella più vicina a Craxi, che “a livello nazionale”, si legge nella sentenza MM, “fa capo a Giorgio Napolitano” è stata coinvolta in Mani Pulite:
a Milano molti dei loro dirigenti vengono arrestati e processati per tangenti. Tutto crolla. Anche il loro settimanale, Il Moderno, diretto da Lodovico Festa e finanziato da alcuni sponsor molto generosi: Silvio Berlusconi, Salvatore Ligresti, Marcellino Gavio, Angelo Simontacchi della Torno costruzioni. Imprenditori che sostenevano il giornale – secondo i giudici – non “per una valutazione imprenditoriale”, ma “per ingraziarsi la componente migliorista del Pci, che in sede locale aveva influenza politica e poteva tornare utile per la loro attività economica”. Il processo termina nel 1996 con un’assoluzione. Ma poi la Cassazione annulla la sentenza e stabilisce: “Il finanziamento da parte della grande imprenditoria si traduceva in finanziamento illecito al Pci-Pds milanese, corrente migliorista”.
La prescrizione, grazie silvio, porrà comunque fine alla vicenda.
Egr sig.Presidente oggi è così che restituisci i favori e che ringrazi?
NOI NON TI POSSIAMO RINGRAZIARE

carlo r., milano Commentatore certificato 07.03.10 11:54| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

ah ecco ora si spiegano un pò di cosine, fortuna che c'è qualcuno che queste cose le rende pubbliche.
Grazie ragazzi, ora si capisce un pò di più di questo che firma ogni merda gli presentino.

Marco Oliva (freccia), Taggia Commentatore certificato 07.03.10 11:45| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

E strano, che un popolo come quello italiano sia cosi ottuso, saranno mica i soldi la colpa di tutto questo? scusate questo modo ingenuo di esprimermi, ma non sò proprio cosa dire.

loris franchini 07.03.10 11:16| 
 |
Rispondi al commento

Napolitano non ha sbagliato quando ha deciso di
firmare il decreto,questa è una sua prerogativa costituzionale,la storia lo giudicherà.
Ma ha sbagliato di grosso,quando dimenticando di
essere il capo della magistratura ha sottratto ai
giudici un tranquillo giudizio di merito,che era di loro esclusiva pertinenza,cioè quando ha suggerito il modo di venire fuori dal cazzabuglio
che gli stessi politici avevano creato,dimostrando
di non avere un carattere forte come sarebbe giusto attendersi,in un periodo cosi buio per le ns istituzioni.

Oscar D., Prato (PO) Commentatore certificato 07.03.10 10:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beh Beppe ci avevi visto lungo!
Se un raccatta quattrini, che si attaccava alla diaria dei voli, frodando la CEE e facendosi anche beccare,(come dalemik e lo smilzo, sti coglioni dalla faccia di tolla) dai giornalisti tedeschi per la sua miseria, trattandoli poi come abbiamo visto, il supergarantista dei cavoli proprii, sputtanando per l'ennesima volta gli italiani all'estero, e noi doppiamente indegni ci si lamenta poi, vedi IDV, dei carri allegorici di carnevale, che sarebbero offensivi ed umilianti, pretendendo addirittura le scuse dalla Germania? Se non poi, con salti pindarici, pretenderle dallo psicopedonano? Beh non ci si poteva aspettare che andasse diversamente e non venitemi a parlare di ricatti, data la levatura morale di Morfeo non può che trattarsi che solo di basse questioni di denaro, non inalziamolo ancora con ipotesi che potrebbero contenere una speranzosa dignità dello stesso, cosa che chiaramante non gli appartiene, come questa aggiunta al già umiliante video di cui ho parlato tratta bene il video quà sopra! Presentandosi alla CEE in questi giorni, immaggino le risatine di coloro che sanno, appunto delle diarie raccattate da Morfeo ed il solo accennare il pretendere scuse con tutte le truffe che abbiamo imbastito per turlupinare la CEE mi sommerge di stupore qundo poi siamo così indegnamente ben rappresentati. Quindi altro che ricatto, il megamiliardario psicopedonano gli ha tirato DUE NOCCIOLINE e la scimmietta è corsa a raccattarle non dopo aver firmato.

Janek N., Gallarate Commentatore certificato 07.03.10 10:23| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

Di cosa ci si stupisce? Qualcuno ricorda che verso la fine della prima repubblica fu proprio Napolitano (dell'allora PCI)che risultò numericamente determinante per negare l'autorizzazione a procedere per Andreotti (che nel giornale di partito veniva chiamato Belzebù...)? Inoltre il king maker di Napolitano è stato D'Alema, ergo...

Roberto Mamone 07.03.10 09:49| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe perchè il giorno delle elezioni non organizzi uno speciale Beppe Day ?

Maurizio Macaluso 07.03.10 09:28| 
 |
Rispondi al commento

I MIGLIORISTI ! a danno della democrazia e della pulizia dei decreti e delle leggi ! Votavano AN e Lega coloro che volevano oppure si rinviano le elezioni a quando si presentano liste pulite ! ma con Decreto NO ! anticostituzionale !

graziella iaccarino-idelson 07.03.10 09:17| 
 |
Rispondi al commento

Puzza di inciucio!

Nando Biondini 07.03.10 08:36| 
 |
Rispondi al commento

Se vi va iscrivetevi.. ;-)

http://www.facebook.com/group.php?gid=345514829345

rosario pasanisi 07.03.10 03:51| 
 |
Rispondi al commento

E' vero dire: "arbitro venduto", questo sì.
Comunque non ci meravigliamo, sappiamo da dove viene napolitano e pure d'alema.

Nicola C., Noicàttaro Ba Commentatore certificato 07.03.10 01:19| 
 |
Rispondi al commento

Che scoperta questi editoriali di Albanesi: grazie! Dobbiamo aver fiducia nell'intelligenza degli italiani e dovremmo farci un dovere di leggere la Costituzione che con un linguaggio comprensibile espone il progetto italiano, un giovane paese che si è fatto scippare dalle varie mafie. Il progetto resta valido, bisogna solo lavorare per metterlo in atto

Serena d'Agostino 07.03.10 00:24| 
 |
Rispondi al commento

Caro Presidente della Repubblica Italiana
in un cassetto al SENATO giacciono 350.000 firme di ITALIANI che chiedono una legge.

Jonni Caseri, bottanuco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 07.03.10 00:07| 
 |
Rispondi al commento

Mi chiedo se si puo affermare che Napolitano ha comesso reato de vilipendio verso la sua stessa carica di Presidente della Repubblica con il suo comportamento.

Jose Ramirez 06.03.10 23:56| 
 |
Rispondi al commento

Questa povera Italia , ormai diventata di fatto la Repubblica delle Banane , ha il presidente della Repubblica e il presidente del Consiglio che merita.Sandro Pertini si rivolta nella tomba vedendo uno come Napolitano al Quirinale.

Jose Ramirez 06.03.10 23:22| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

Napolitano è il cicisbeo di Berlusconi , che Italia di Merda.

Fabrizio Sodini 06.03.10 23:07| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Andiamo sul sito del Quirinale e scriviamo un semplice messaggio a Napolitano:
W Sandro Pertini, Presidente della Repubblica. Capirà.

alessandro orleans 06.03.10 22:42| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'UOMO CHE FIRMA , FIRMA DI TUTTO E DI PIU'...COME DICEVA IL GRANDE TOT0' : - A PRESCINDERE !-

maria parolisi 06.03.10 22:30| 
 |
Rispondi al commento

Giorgio Napolitano era leader di una corrente all'interno del Pci che pubblicava una rivista ("Il moderno") finanziata da Berlusconi, da Mediolanum, da Publitalia e da Giovanni Ligresti.

VIDEO: http://www.youtube.com/watch?v=CEpGnLYuLPs

trarco mavaglio 06.03.10 21:37| 
 |
Rispondi al commento

E' proprio il caso di urlare: "ARBITRO CORNUTO" !!!!!!!!!!!!!!!!

Massimo Greco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.03.10 21:13| 
 |
Rispondi al commento

Noi di Qui Torino Libera organizzammo una serata sul libro "il Baratto" Trovate tutta la serata su Vimeo cercando il video:4925053
Un documento molto interessante con la partecipazione di Marco Travaglio.

Sulla destra sul menù a scorrimento trovate la seconda parte Saluti.

Davide B., Torino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.03.10 21:11| 
 |
Rispondi al commento

Che bella invenzione è la rete.Che personaggi fantastici sono gli uomini liberi a cui la speme, la dea che ci fa sperare sempre in un domani migliore,ha dato l'arbitrio d'informare gli allocchi dell'esistenza degli uomini di merda, in giacca e cravatta con modi gentili e linguaggio evangelico.

gigi fiorentino 06.03.10 20:55| 
 |
Rispondi al commento

La candidatura di Napolitano a Presidente della Repubblica Italiana, fu appoggiata da Berlusconi.
La cosa mi sorprese e mi lasciò perplesso.
Ho poi sempre pensato che, viste le Leggi che Napolitano promulgò, che egli fosse diabolicamente sotto ricatto.
Sono sempre più convinto di quanto ho detto, causa l'apposizione della firma al DL "antiscemo".
A questo punto, a rigor di logica, penso si possa rivedere il processo Mills ed applicare la condanna del primo grado in tutta coscienza, annulla ritardo per annulla ritardo!
Bokassa Bokassa

Bokassa Bokassa 06.03.10 20:52| 
 |
Rispondi al commento

è palese che ormai il sig. napolitano non rappresenta più il popolo italiano onesto. e ora che questo ometto se ne vada in pensione, a meditare delle malefatte che sta arrecando agli italiani. non c'è ombra di dubbio che questo insignificante individuo sta usurpando la carica che ricopre, visto la sveltezza che ha sfoderato per firmare il de(cretino) anticostituzionale per riammettere le liste illegali del pdl (partito dei ladri) nel lazio, e in lombardia. se il primo cittadino non rispetta la costituzione italiana, vuol dire che siamo nella repubblica delle banane. sig. presidente ci liberi al più presto della sua presenza, lei non è degno di ricoprire la carica di primo cittadino.

giuseppe picchio 06.03.10 20:38| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Berlusconi,
ma sei proprio sicuro che napolitano sia un Presidente della Repubblica di sinista?

umberto santacroce 06.03.10 20:26| 
 |
Rispondi al commento

http://www.beppegrillo.it/2008/09/colpetto_di_stato/

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 06.03.10 20:25| 
 |
Rispondi al commento

Napolitano è un altro "schiavo" tipo Di Girolamo??

F. Masciullo, daGrottaglie Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.03.10 20:10| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

Beppe!

FERMIAMO TUTTO!

Forse siamo ancora in tempo...FERMIAMO L'ITALIA

manuela bellandi Commentatore certificato 06.03.10 19:52| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

E come sempre in Italia, finì a tarallucci e vino..Sig!!

Giuseppe Siracusano 06.03.10 19:01| 
 |
Rispondi al commento

Che differenza c'è tra un mafioso e uno che subisce la mafia?
Che differenza c'è tra uno che lavora nella mafia ed uno che crede di non poter far altro che assecondare atti mafiosi?
Io lo so che differenza c'è.
E' molto labile la differenza, è poco visibile la differenza, praticamente non si vede la differenza....ma c'è.


Dario Ogliastro 06.03.10 19:00| 
 |
Rispondi al commento

Ho sempre apprezzato Napolitano per quello che è: un quaquaraquà.
Poi a volte mi è sovvenuto che abbia anche altre qualità.

Dario Ogliastro 06.03.10 18:56| 
 |
Rispondi al commento

Complimenti !

Alla faccia del bicarbonato di sodio...!

rosario v. Commentatore certificato 06.03.10 18:46| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
SUPPONGO CHE GIA' NAPOLITANO SI FOSSE GIA' VENDUTO ALLO PSICONANO NEGLI ANNI CHE FURONO!!!!!!!
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 06.03.10 18:32| 
 |
Rispondi al commento

C'è anche da dire che il presidente Napolitano è lo stesso che applaudiva all'entrata dei carri armati a Praga nel 1968 e lo stesso della legge del 1998 che istituisce i CPT (ora CIE...i lager democratici che si trovano nelle nostre città per capirci).
Ecc. ecc. ecc.

Marco Gissara 06.03.10 18:31| 
 |
Rispondi al commento

Nella primavera del 1996, come si ricorderà, la sinistra vinse le elezioni e Napolitano diventò il Ministro dell’Interno del primo governo Prodi. Subito la Repubblica andò ad intervistare il vecchio Federico Umberto D’Amato (sarebbe morto il 1° agosto successivo), che disse gran bene del nuovo ministro, sostenendo di conoscerlo bene per averlo “osservato” per un trentennio, in ragione del suo lavoro. Napolitano, da parte sua, si preoccupava di mandare messaggi distensivi alla polizia che, magari, avrebbe potuto essere preoccupata dall’arrivo di un ex comunista al Viminale ed assicurò di non essere venuto a “cercare scheletri nell’armadio”.

Giorgio Cigolotti Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.03.10 18:21| 
 |
Rispondi al commento

"Il Baratto" è introvabile in libreria.

Come mai?

Qual è il Valore-PREZZO del Baratto?
Sarebbe bene saperlo!

maria . Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.03.10 18:18| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 



Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori