Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Tortura all'italiana


Amnesty_tortura.jpg
In Italia, patria di Cesare Beccaria, non è previsto il reato di tortura. In Italia, secondo Amnesty International, si fabbricano strumenti di tortura. In fondo siamo una nazione coerente con le proprie leggi!
"Sono cinque le aziende italiane che secondo Amnesty International sarebbero implicate nel commercio internazionale di strumenti tortura. A pagina 34 del rapporto di Amnesty, curato dalla fondazione di ricerca Omega e intitolato "Dalle parole alle azioni", è pubblicata una tabella nella quale vengono menzionate cinque compagnie italiane (Defence System Srl, Access Group srl, Joseph Stifter s.a.s/KG, Armeria Frinchillucci Srl e PSA Srl) coinvolte in un commercio internazionale di arnesi finalizzati alla tortura tra il 2006 ed il 2010.La società di Pero, Defens System, citata nel rapporto respinge ogni accusa." silvanetta* .

19 Mar 2010, 19:30 | Scrivi | Commenti (14) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Bisogna leggere i dieci punti sui diritti umani di Amnesty International, sono molto importanti. In Italia si fa poco. La Presidentessa di Amnesty è molto impegnata su questo. Io sarò testimonial per Amnesty Int
http://www.ricordatichedevirispondere.it/news-ricordati-che-devi-rispondere

Ornella V., Milano Commentatore certificato 29.01.13 11:34| 
 |
Rispondi al commento

* PETIZIONE sulla pagina di AMNESTY INTERNATIONAL! *

Data di pubblicazione dell'appello: 01.07.2008
Status dell'appello: ATTIVO

Presidente del Consiglio dei Ministri
Silvio Berlusconi
Palazzo Chigi
Piazza Colonna 370
00187 Roma
Fax (+39) 06 6794569

Egregio Presidente Berlusconi,

dando seguito alle raccomandazioni presentate in occasione della Giornata internazionale per le vittime della tortura, desidero chiederLe di ribadire pubblicamente la natura assoluta del divieto di tortura e mi permetto di ricordarLe gli obblighi del governo italiano:

1. introdurre nel codice penale il reato di tortura e ratificare il Protocollo opzionale alla Convenzione delle Nazioni Unite contro la tortura;

2. condannare pubblicamente le rendition, accertare il coinvolgimento dell'Italia in tali pratiche illegali, collaborare alle inchieste e ai procedimenti giudiziari in corso e alle indagini internazionali;

3. non fare affidamento sulle "assicurazioni diplomatiche" fornite da altri governi, secondo le quali le persone espulse dall'Italia non saranno torturate dopo l'arrivo;

4. rendere le norme del c.d. decreto Pisanu sulle espulsioni conformi agli standard internazionali sui diritti umani in materia di tortura e annullare le espulsioni già effettuate in assenza di tali garanzie;

5. assicurare che l'applicazione delle norme sull'effetto sospensivo nei casi di ricorso contro il diniego dello status di rifugiato, previste dalla legislazione sull'asilo entrata in vigore il 5 novembre 2008, costituisca una effettiva garanzia contro il refoulement e contro la tortura.

Distinti saluti.

http://www.amnesty.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/1092

Pippilotta Långstrump, Stoccolma Commentatore certificato 17.04.10 12:38| 
 |
Rispondi al commento

Pienamente daccordo con Saramago. Non a caso il suo "Vangelo secondo Gesù" è stato censurato nel catttolicissimo Portogallo. Nel "Memoriale del convento", sempre di Saramago, c'è un pensiero bellissimo che dice: "Lassù in cima c'è il Diavolo che sta a guardare, meravigliato della sua stessa innocenza e misericordia, lui un supplizio così non l'ha mai immaginato a coronamento delle punizioni del suo inferno." Meditate, gente, meditate!

Mario Murru 21.03.10 12:57| 
 |
Rispondi al commento

POVERA ITALIA!!!!!!! BERLUSCONI & CO. CE LO MERITIAMO!!!!!

laura zampedroni 20.03.10 18:38| 
 |
Rispondi al commento

Lavoro per le riviste specializzate "Armi e Munizioni" e "Tecnologia e Difesa", e conosco personalmente i gestori dell'Armeria Frinchillucci, della DEFENS e delle altre ditte citate. Posso dirvi che le accuse di AMNESTY INTERNATIONAL sono in buona parte campate in aria. Le ditte citate vendono sul mercato commerciale e di polizia accessori, appunto, per la difesa personale e per le Forze dell'Ordine: Spray al peperoncino (tra l'altro recentemente legalizzati per la vendita ai civili!), bastoni estensibili, manette, storditori elettrici tipo TASER. NESSUNA di queste ditte ha l'autorizzazione ad esportare, tantomeno a paesi sotto embargo; NESSUNA di queste ditte è "produttrice" di alcunché: sono solo distributori.
Non critico AMNESTY INTERNATIONAL per la sua campagna contro la tortura, ci mancherebbe: il problema è che AMNESTY considera "oggetti di tortura" qualsiasi accessorio per le Forze dell'Ordine. Che se ne faccia abuso nei paesi dittatoriali, è stra-appurato; il fatto però è che la maggiore produttrice di questo genere di accessori sul mercato internazionale è la Cina, che è anche la principale esportatrice verso la maggior parte degli altri paesi dittatoriali in Africa ed Asia (al Sud America ci pensano i cari USA). Del resto, la tortura del "waterboarding" si fa con un secchio d'acqua, che facciamo, li mettiamo al bando? Le torture più comuni in Israele e in Turchia le fanno con i bastoni per le scope, che facciamo? Spero che AMNESTY INTERNATIONAL, un'organizzazione seria e che merita tutto il rispetto del mondo (gli do anche il 4 per Mille, accidenti!) abbia la serietà di tornare sui suoi passi e pubblicare una smentita. Non si possono equiparare gli accessori da Polizia agli strumenti di tortura veri e propri. Non è semplicemente corretto.

Pierangelo Tendas, Tempio Pausania (OT) Commentatore certificato 20.03.10 13:50| 
 |
Rispondi al commento

La tortura nasce vive e prospera da sempre nei paesi religiosi.
Dice Saramago scrittore portoghese.
"Le religioni, tutte, senza eccezione, non serviranno mai per avvicinare e riconciliare gli uomini e, al contrario, sono state e continuano ad essere causa di sofferenze inenarrabili, di stragi, di mostruose violenze fisiche e spirituali che costituiscono uno dei più tenebrosi capitoli della misera storia unama" da LA REPUBBLICA 20 settembre 2001.
Comclude Saramago dicendo "se tutti fossimo atei vivremmo in una società più pacifica".

Lorenzo P. 20.03.10 13:14| 
 |
Rispondi al commento

BBC The Berlusconi Show
sul sito della BBC si ottiene:
NON AVAILABLE IN YOUR AREA

non è visibile in Italia!!!!!
Beppe fai qualcosa!!!
qualcuno lo metta su youtube!!!!!
per favore!
GRAZIE.

Paolo R., Padova Commentatore certificato 20.03.10 10:49| 
 |
Rispondi al commento

Genova vi ricorda nulla???????

Gino U., Foligno Commentatore certificato 19.03.10 23:44| 
 |
Rispondi al commento

sono stanco anche di indignarmi.
Ormai, davanti agli occhi, mi sta passando di tutto, in questo paese.
Paese di cattolici, cristiani, e con il Papa.
Ma andate a fan CU10.

Paolo R., Padova Commentatore certificato 19.03.10 22:46| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
IO SARO' CATEGORICO AFCCIAMOLE CHIUDERE QUESTE AZIENDE DI TORTURA,FACCIAMOLE CHIUDERE
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 19.03.10 21:57| 
 |
Rispondi al commento

http://www.antoniodipietro.com/sfiduciamolo/index.php

Uno dei tanti 19.03.10 21:48| 
 |
Rispondi al commento

http://www.facebook.com/group.php?v=info&gid=367456490962

M'iscrivo.

-------------------------------------------------

La tortura è stata da sempre esercitata dai vari governanti-religioni.

Non è cambiato molto nei secoli.
--------------------------------------------------

Quando avrò anch'io l'onore di essere selezionato tra i mini post???????
-----------------------------------------
(*):).

macome ceprovi (focalizzerei l'attenzione (*)), Roma Commentatore certificato 19.03.10 21:09| 
 |
Rispondi al commento

Che vergogna

marco buzzi 19.03.10 20:57| 
 |
Rispondi al commento

Aderisci al Gruppo Facebook:

No Nucleare, No Carbone, No Petrolio! Energia pulita rinnovabile!
http://www.facebook.com/group.php?v=info&gid=367456490962

Molti si rassegnano perchè pensano che con i pannelli solari e qualche
turbina eolica, non si possa produrre energia abbastanza per tutti.

Invece c'è l'eolico di alto mare, la geotermia, le onde, i venti di alta
quota, le maree.

E quindi è possibile produrre energia pulita per tutti e dare sviluppo a
tutto il mondo.

Il problema dell'inquinamento e del cambiamento climatico quindi è dovuto
solo a speculazione per vendere petrolio, uranio, carbone, gas.

Iscriviti ed invita tutti i tuoi amici!
http://www.facebook.com/group.php?v=info&gid=367456490962

Dai!

Luca Rossi 19.03.10 20:41| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori