Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Verso i 2000 miliardi di debito e oltre


Grecia_marzo_2010.jpg
Nel mese di gennaio 2010 il debito pubblico è aumentato di 26,7 miliardi di euro. Quasi un miliardo al giorno. Tremorti non si ferma più, è in caduta libera. Dopo una breve sosta nel mese di dicembre 2009, il debito pubblico sta accelerando. Con questo ritmo a fine anno avremo 320,4 miliardi in più. Sfonderemo i DUEMILA miliardi, arriveremo a 2.081,5 miliardi. Accumulare in un solo mese circa cinquantunomila miliardi di vecchie lire di debito è una cifra pazzesca, fuori dalla comprensione umana, da non credere. Nel 2010 l'interesse sul debito aumenterà, più debito, più interessi. più default per tutti. Più elicotteri per qualcuno.

12 Mar 2010, 22:35 | Scrivi | Commenti (53) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Finchè c’è debito c’è speranza

Uno dei più bei film interpretati da Alberto Sordi si intitolava: “Finchè c’è guerra c’è speranza”.
A quel titolo viene di pensare quando si avverte il grande frastuono intorno al “federalismo fiscale” che si vuole propinare al nostro Paese.
Questa vicenda non convince affatto, innanzitutto per la credibilità di quelli che a questa “riforma” stanno dedicando le loro interessate attenzioni. Il nostro Paese di tutto avrebbe bisogno fuor che frantumarsi politicamente ed amministrativamente. Salvo errore, l’intento degli uomini della lega nord, che sul tema del federalismo fiscale stanno costruendo posizioni e carriere, appare quello di “sganciare” il Nord dal resto dell’Italia per legarlo alla parte ricca, forte e produttiva dell’Europa.
A proposito di parte ricca ed attiva dell’Europa, viene da chiedersi come sia stato possibile che l’Irlanda, da paese virtuoso e fiscalmente attraente, nel giro di poche mesi sia arrivato sull’orlo del fallimento, con grossi problemi di bilancio dovuti a costosissimi salvataggi bancari (Irish Bank), con crescente disoccupazione e nuova emigrazione.
Stati uniti, Grecia, Spagna, Portogallo ed altri paesi, Italia compresa, sono anch’essi alle prese con grosse difficoltà che generano crescenti deficit di bilancio e fanno intravedere radicali
ridimensionamenti delle condizioni di vita in larghi strati di popolazione. Le recenti proteste in Spagna ed in Francia, dopo quelle pressanti e ripetute in Grecia, sono di per se eloquenti.
L’Italia è sorvegliata speciale e beneficia momentaneamente dell’apprezzamento a livello europeo per la (ben propagandata) attitudine al risparmio degli italiani, di tutti gli italiani.
L’errore più grande che spesso si commette è quello di dare per scontate ed immodificabili talune situazioni di fatto di tipo finanziario, ... il seguito sul sito: http://www.santolocannavale.it/default/default.asp

Sàntolo Cannavale 22.10.10 10:31| 
 |
Rispondi al commento

ma quante fesserie mi tocca leggere...si vede che Grillo e le persone che lo seguono non capiscono troppo di bilancio statale e di economia...dire che siccome a gennaio il debito pubblico é aumentato di 26 miliardi allora a fine anno aumenter' di 300 é una stupidaggine immensa.Andate prima a studiare un po' e poi magare parlate di cose che conoscete.L'andamento dei debito pubblico non é regolare,in alcuni mesi sale,in altri scende...i soldi che entrano dalla tasse e quelli che escono dalle spese non sono allineati e omogenei nei vari mesi...occorre valutare il dato annuuale.E poi occorre tener conto del fatto che abbiamo passato una crisi senza precedenti negli ultimi 80 anni avendo gia' sul groppone 1 miliardo e 600 milioni di debito e interessi annui intorno ai 75 miliardi di euro.Nel 2009 abbiamo comunque avuto un deficit intorno al 5 %,inferiore alla media UE dove si sono avute punte superiori al 10 % (Spagna,Francia,Inghilterra)...per lo meno parlate di cose che conoscete.

Roberto A 18.03.10 11:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.nytimes.com/2010/03/18/business/global/18euro.html?hpw
Tremoooontiiiii....

Carlo D. Commentatore certificato 17.03.10 17:23| 
 |
Rispondi al commento

Ecco cosa penso io di tutta questa situazione.
In Italia ci lamentiamo più o meno tutti, ma pochi hanno il coraggio di reagire per cambiare la deplorevole situazione in atto.
La stragrande maggioranza di noi non ha toccato ancora il fondo e perciò dentro di noi ci lasciamo cullare dal solito detto "finché c'è vita c'è speranza" la speranza che qualcosa domani cambi.
Tutti i santi giorni sento lamentare chi mi sta intorno. Non c'è una sola persona di quelle che ho incontrato fino ad oggi che non si lamenti della precaria situazione in cui vive.
Tutti aspettiamo con ansia il grande cambiamento, ma a vedere le cose come stanno solo una catastrofe planetaria può generare un serio cambiamento.
Grazie Beppe per questo blog, soltanto qui tra le tragiche notizie trovo la mia consolazione, e la mia consolazione è sapere che tanta gente come me è incazzata seriamente in questa patria martoriata dalla corruzione. Giorno dopo giorno siamo sempre di più ad essere incazzati in Italia e penso che presto ma molto presto la gente esploderà e di certo quel giorno non voglio essere al posto di molti politici gradassi e dei loro caporali.

maurizio b., porto empedocle Commentatore certificato 16.03.10 01:11| 
 |
Rispondi al commento

Visto che l'Italia si trova in questo modo, perchè si continua pagare la multa all'Europa a causa di rete 4 che non va sul satellite? Sono 350.000,00 al GIORNOOOOOOOOO! Perchè non la paga Mediaset? Non mancano le cose da fare con questi soldi. Cosa ne dice il non bravo Tremonti?

regina effe Commentatore certificato 15.03.10 20:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cari amici visto che molti interventi chiedono un chiarimento su debito pubblico o signoraggio cercherò in 2000 caratteri di spiegare, ma non è facile: Il debito pubblico deriva al 90% dal fatto che gli stati membri UE e noi con loro, riceviamo gli euro da una BCE che non è una istituzione europea ma una SPA privata al 90,7% ed in più è un organismo extraterritoriale trasnazionale, come dire che neppure un carro armato della G. di finanza potrebbe entrarci. Ebbene la truffa sta qui: loro fanno stampare gli euro di ogni emissione monetaria in Malesia al costo di 0,3 centesimi al foglio (5 o 500 euro è uguale) e poi li addebitano pro quota ad ogni stato membro al valore facciale pretendendo a garanzia Bond statali di quel paese (bot cct btp ecc.) fino alla copertura totale del costo facciale. Come se io ti dessi un pezzo di carta igienica con su scritto 1000 euro e poi pretendessi da te 1000 euro in oro, diamanti o altri valori a garanzia. E' pazzesco! Poi le cedole dei bond dati a garanzia vanno pure onorate e così sono altri debiti. Non capite che gli euro ci vengono "prestati", si prestati con già il debito inserito dentro? E noi coglioni paghiamo? Si chiama tecnicamente signoraggio cioè differenza fra il costo di emissione di una moneta e il prezzo del suo collocamento prezzo gli utilizzatori: una mega truffa mondiale! Beppe e le liste a 5 stelle ne sono a volte al corrente ma nessuno ne parla, anche se io avrei ancora molte cose da dire sull'argomento, e sapete xchè? Sapevate che gli unici 2 presidenti americani morti "sparati" sono stati Lincoln e Kennedy; ebbene essi poche settimane prima della morte avevano firmato un decreto x emissione di dollari oro da parte dello stato USA senza passare dalle banche, cioè senza pagare signoraggio: in pratica la SOVRANITA' MONETARIA che a noi è negata. Adesso capite xchè nessuno ne parla? Chi tocca muore troppi soldi in gioco. Se volete saperne di più scrivetemi studio-lodi@tsc4.com.
Enrico l'analista lista 5 stelle Modena

enrico l'analista 15.03.10 10:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

salve,scusate la mia "ignoranza"ma vorrei capire come mai lo stato italiano non fa piu'stampare i soldi dalla zecca dello stato ma li COMPRA dalla Banca d 'Italia ch'è un organo privato che li emette senza una copertura aurea avendo solo il costo di stampare i soldi mentre lo stato italiano li compra aprezzo pieno facendo in questo modo aumentare il debito pubblico?? e la Banca d'Italia storna ,come da legge,una parte del enormeguadagno allo stato?????? chi sà rispondermi ??????

renato ruggiero 15.03.10 09:18| 
 |
Rispondi al commento

a cosa è specificatamente dovuto questo aumento del debito? cosa ci fà prevedere la costanza dell'aumento nel corso dell'anno? quali sono le voci principali che influenzano queste negatività? sarebbe interessante saperlo; altrimenti non si capisce niente e non si può indicare una soluzione alternativa all'attuale gestione.dobbiamo trovare delle risposte se vogliamo evitare che il cittadino campione (ammesso che esista) si disinteressi di tutto pensando che tanto non c'è rimedio e sono tutti (noi compresi) uguali. un saluto a tutti

giuseppe brizzi, roma Commentatore certificato 15.03.10 09:07| 
 |
Rispondi al commento

La crisi dice Tremonti ci gira attorno...io credo invece che la crisi non ci gira attorno, la crisi ci è venuta già da un pezzo nel cu...

paolo galliani 15.03.10 08:56| 
 |
Rispondi al commento

Si legge e si sente parlare che il Debito Pubblico consiste nei Soldi che i risparmiatori italiani hanno prestato allo Stato Bot,cct, ecc. Questa, se vera è una bella notizia, vuol dire che milioni di cittadini non sono Poveri perché creditori di 1.800 miliardi di € dallo Stato. Vuoi vedere che la maggior parte di noi, oltre ad arrivare bene anche alla quarta settimana, sono proprietari di una fortuna mai immaginata da nessuno!

Benito Azzoni 15.03.10 00:22| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe
Ciao Blog

scusandomi della eventuale ignoranza
vorrei chiederti:
in merito al Post "l'inizio della dittatura in Italia" e cioè il Napotilano di turno che opera in modo anticostituzionale,
è possibile inviare una denuncia ai piani alti?
Cioè, è possibile denunciare il fatto ed i fatti, i modi, le persone, ecc ecc, ad un organo competente che però non risiede in Italia, ma in Europa?
E' possibile che qualcuno che sta in alto prenda per le orecchie i gestori dell'azienda Italia e li metta in riga?
E' possibile che le centinaia di migliaia di firme da Te raccolte vengano utilizzate per essere ascoltate?

Dedicandoti la mia Energia,
invio un caro saluto
CIAO BEPPE, CIAO BLOG

Christian Pagliarani 14.03.10 11:05| 
 |
Rispondi al commento

Tutto quello che si fa in Italia costa circa quattro volte tanto quello che costa nei paesi civili (in una puntata di Report si paragonava il costo di un tratto di TAV italiana con un tratto simile della linea ad alta velocità francese). Il duplice mirabolante risultato è che il paese da un lato cresce molto meno di quanto dovrebbe e dall'altro il debito galoppa. Inutile dire che questo è dovuto alla corruzione. Hai voglia a risanare il debito in questo modo! Quando in politica si parla di tagli agli sprechi nella spesa pubblica (da parte, almeno, della sinistra) si vuole PER FAVORE parlare esplicitamente di TAGLI ALLA CORRUZIONE, in modo da vincolare meglio le forze politiche di tutti gli schieramenti a colpire proprio quella e a non accanirsi su stipendi, pensioni, e servizi??!!

Valvola 987, Cremona Commentatore certificato 13.03.10 23:07| 
 |
Rispondi al commento

dirò una banalità, ma l'imprecazione mi è scattata solo quando ho leto la cifra TRADOTTA IN LIRE.

Posso chiedervi una cortesia? accanto alle cifre in euro, metteteci sempre la controparte in lire, cosi facendo farete imprecare me, e come me tanta gente che a sentire la parola EURO non ha effetto alcuno... forse perchè è una moneta il cui valore è irrisorio (oggi con 200 euro campo 10 giorni, 10 anni a con 400.000 lire campavo 2 mesi..)

Saluti da Roma
Andrea

andrea cascioli 13.03.10 22:45| 
 |
Rispondi al commento

secondo me siamo in default ma non lo dicono

Gianluca S. Commentatore certificato 13.03.10 19:29| 
 |
Rispondi al commento

Ecco come funziona il debito pubblico di qualsiasi stato: http://en.wikipedia.org/wiki/Ponzi_scheme

Marco Paladini 13.03.10 19:01| 
 |
Rispondi al commento

Credo che per il futuro in una analoga manifestazione del tipo di quella odierna in Piazza del Popolo a Roma, sarebbe interessante una precedente autotassazione per affittare un elicottero, l'equipaggio e i relativi cameramen.... e questo solo per far vedere dall'alto i "quattro gatti" che vi partecipano e che non si possono mai vedere se non sul piano "orizzontale" come viene "offerto" ora. Il tutto dovrebbe servire per smentire gli smentitori smentiti a sua volta da altri che a sua volta li smentiscono... Chiaro, no? In quelle circostanze sarebbe difficile l'occultamento di una massiccia presenza di persone, anche se probabilmente la burocrazia per ostacolare un simile progetto - sicuramente con l'apporto ostruzionistico di tutto lo staff governativo, sic! -, farebbe carte false... Scommetto poi che la settimana prossima, il cosiddetto "cavaliere" pagherà i panini e le corriere ai suoi fedeli (esattamente come fa da sempre la chiesa durante le sue oceaniche pseudo rappresentazioni) per montare ad arte la sua sceneggiata.... E lì, lì sicuramente gli elicotteri ci saranno.... Scommettiamo ???

GIAN LUIGI SOLDI, Conegliano Commentatore certificato 13.03.10 18:01| 
 |
Rispondi al commento

Ministero dell’Economia e delle Finanze

Risultati Asta: BTP 5 ANNI
Data: 12/03/2010

Codice ISIN IT0004568272
Tranche 5°
Cedola 3,00%
Data Emissione 15/01/2010
Data Scadenza 15/04/2015
Data Asta 12/03/2010
Data Regolamento 16/03/2010
Importo Max Offerto 3.500,000
Importo Min Offerto 2.500,000
Importo Richiesto 5.152,864
Importo Assegnato 3.500,000
Prezzo di Aggiudicazione 101,42
Perc. Riparto 49,282%
Prezzo di Esclusione -
Rendimento Lordo 2,72%
Dietimi gg. 60
Provv. di Collocamento 0,30%
Prezzo Nettisti 101,420000
Prezzo di riferimento Fiscale 100,000

Ministero dell’Economia e delle Finanze

Risultati Asta: BTP 30 ANNI
Data: 12/03/2010

Codice ISIN IT0004532559
Tranche 6°
Cedola 5,00%
Data Emissione 01/09/2009
Data Scadenza 01/09/2040
Data Asta 12/03/2010
Data Regolamento 16/03/2010
Importo Max Offerto 1.500,000
Importo Min Offerto 1.000,000
Importo Richiesto 2.372,638
Importo Assegnato 1.500,000
Prezzo di Aggiudicazione 103,43
Perc. Riparto 32,310%
Prezzo di Esclusione -
Rendimento Lordo 4,84%
Dietimi gg. 15
Provv. di Collocamento 0,40%
Prezzo Nettisti 103,426075
Prezzo di riferimento Fiscale 98,186
dati: mef

Differenziale con i bund tedeschi:
+ 91 punti base
differenziale con i OAT francesi:
+ 73 punti base
differenziale con i bonos spagnoli:
+ 10 punti base

Mah!!! Siamo sul baratro e il popolo li sottoscrive... misteri della finanza!!!!!!!!
E per i titoli italiani non c'è appannamento...

rolla lorenzo 13.03.10 16:50| 
 |
Rispondi al commento

sapete che cosa mi meraviglia piu della montagna di soldi di debito pubblico!i politici che vogliono essere votati per poter ereditare questa montagna di debito...sono masocisti giocano al massacro;io un azienda con un debito cosi non la vorrei perche sarei gia in bancarotta.allora perche tutti i partiti vogliono vincere per poter andare al governo!quando sanno gia che i miracoli non li a fatti nemmeno l'unto del signore;perche non mi si spiega poi a chi dobbiamo tutti questi soldi ne sarei lieto perche voglio conoscere personalmente i miei debitori.

Ruggero de vito, gossau Commentatore certificato 13.03.10 16:21| 
 |
Rispondi al commento

mi spieghi cosa vuoi dire con " gli elicotteri per qualcuno" grazie

giovanni luciano 13.03.10 15:32| 
 |
Rispondi al commento

Ma come mai ci lamentiamo tutti, senza neanche provare a fare la cosa +semplice ?? Direte , cosa mai si può fare a questo punto?? Semplice e senza spese: TOGLIERE I RISPARMI DALLE BANCHE O POSTE CHE SIANO. Ci avete mai provato anche per un paio di mesi ?? NO, non lo havete fatto. Sono sicuro che la stragrande maggioranza delle persone che subiscono e si lamentano della situazione, hanno e continuano ad avere rapporti con gli strozzini statali (oups!! intendevo privati...) .Smettete di lamentarVi, crescete agendo con il cervello acceso ed armati di PENNA ; si , quella che serve x scrivere. LA PENNA. La più potente che esista. CHIUDETE I VOSTRI CONTI....se ve lo permettono!! Saluti a tutti e se vi garba, fatevi 1 giro da noi-chimidice.wordpress.com

Le Zapp 13.03.10 14:17| 
 |
Rispondi al commento

Rai-Agcom, Alfano manda gli ispettori negli uffici giudiziari di Trani
Il ministro della Giustizia: «L'inchiesta dei magistrati evidenzia gravissime patologie»
SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO
E'ora di farli tacere!
GIAN LUIGI SOLDI
sabato 13 marzo 2010, 13:32
Hanno spaccato il paese, per non dire disintegrato! Come la loro squallida maestra e cioè la cosiddetta "santa romana chiesa" non possono che servirsi di plotoni immensi di mastini sdentati: senza opinioni, diseredati, senza una benchè minima base culturale e pressati sempre e solo dal bisogno. Forse la natura farà la stessa cosa e solo così riesce a sopravvivere, ma quando capetti travestiti di nero e/o di bianco si ergono a tuteri della ragione (una volta tanto con la minuscola: poichè a loro legata, sic!)... stanno distruggendo impunemente tutto senza opportunità di confronto, senza contrapposizioni perchè soffocate sul nascere... e per giunta facendosi passare (sti fetusi!) per vittime... No! Questi vanno liquidati in qualsiasi modo! Distorcono la storia dell'occidente gestendo i sentimenti la ragione e la riproduzione, ed ora dispongono pure di un fetido clone che solo la sua stessa forza può demolire a questo punto: riempite le piazze, mettetevi davanti ai carrarmati, ... Jan Palach fu il più Grande Eroe dell'era moderna. Per distruggere i crocifissi (non nelle aule delle scuole, ma nel cuore inesistente e vuoto dei poveri di spirito!!), i "berlusconi" e tutta la parte distorta dell'evoluzione di questa "specietta" che s'avvicina a tuttti i capolinea, oggi ci vuole un immenso coraggio... Fabrizio De Andrè ci disse che "dai diamanti non nasce niente".... ma probabilmente ormai solo dal sangue posson rinascere i fiori........

GIAN LUIGI SOLDI, Conegliano Commentatore certificato 13.03.10 13:53| 
 |
Rispondi al commento

Ok, stiamo correndo verso il baratro economico ad occhi bendati. La catastrofe annunciata s'avvicina al crescere del debito/deficit pubblico. Ma cosa ci dobbiamo attendere, noi povere Cassandre inascoltate? La decurtazione di pensioni e stipendi dei pubblici dipendenti? Il prelievo forzoso dai risparmi bancari? L'aumento indiscriminato dell'IVA ed altre tasse? La Grecia sta lì da esempio, ed ha bisogno di (solo) 55 miliardi di euro per evitare la bancarotta. A noi coprirebbero appena due mesi di indebitamento! Ma cosa possiamo fare? Scendere in piazza con le pentole come gli argentini? o con le molotov, come i greci? E quand'anche ci azzuffassimo con le forze dell'ordine schierate a difesa del potere, che otterremmo? Il passaggio ad uno stato definivamente totalitario, giustificato dai tumulti di piazza. Siamo pecore, destinate ad essere sbranate dai lupi o comandate dai cani pastore e le frequenti elezioni a cui siamo chiamati ci lasciano solo la libertà di scegliere tra i due destini.

Rosso Malpelo, Roma Commentatore certificato 13.03.10 13:19| 
 |
Rispondi al commento

E'ora che ciascuno di noi scenda in campo accanto al nostro Presidente ed al nostro popolo.Cominciando da subito ed usando la loro stessa moneta per ripagarli.Siamo altrettando duri nel pretendere-da loro-l'assoluto rispetto delle regole e dei regolamenti,sul lavoro e nella vita privata!Neghiamogli il minimo favore,la minima dilazione degli obblighi,il più piccolo appoggio non previsto dalla LEGGE

Gianluca Marini 13.03.10 12:56| 
 |
Rispondi al commento

l'incremento non è proporzionale ma progressivo per effetto degli interesi sul debito secondo tasso, della diminuzione del potere d'acquisto dei redditi, e il decremento del gettito.

Morris Fleed (goblin) Commentatore certificato 13.03.10 12:44| 
 |
Rispondi al commento

In attesa di avere una videata del debito pubblico italiano in tempo reale accontentiamoci di quello americano:

http://www.usdebtclock.org/

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 13.03.10 11:58| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno a tutti.
Ieri sera sono rimasta incantata a bocca aperta davanti alla trasmissione Rebus, che parlava di signoraggio bancario e di illegalità nel sistema bancario attuale. In un sistema cioè che nolente o volente, condiziona pesantemente le vite di tutti quelli che sono legati a un prestito, ma ancora più allargando, condiziona la vita di uno stato, che non è più il sovrano monetario. Non puà più coniare ma di fatto prende soldio in prestito dalle banche! Vorrei sapere se il movimento 5 stelle conosce questo problema e se ha qualche proposta in merito. mi piacerebbe inoltre che lo stesso bepep Grillo portasse alla luce questo fatto, riucordando che il tribunale ha giudicato colpevole il sistema bancario, ma poiché si trattava di "usanza", nopn è stato possibile sanarlo.
Grazie per l'attenzione.

Tiziana Bianchi 13.03.10 11:17| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Oramai Damocle sta alla spada come il "Pazzo" sta al pendolo !!!!

GIAN LUIGI SOLDI, Conegliano Commentatore certificato 13.03.10 10:49| 
 |
Rispondi al commento

http://www.reuters.com/article/idUSTRE62C0FR20100313

se qualcuno pensava che i tedeschi si sarebbero "impietositi"...

Carlo D. Commentatore certificato 13.03.10 10:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

votate anche di pietro che è una brava persona...e parla anche molto bene l'italiano e non si ingarbuglia neanche mentre parla........ (e che ci azzecca)

gianni teggia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 13.03.10 09:32| 
 |
Rispondi al commento

avete votato questi partiti e questi politici???

teneteveli!!!!!

ognuno ha quello che si merita......

gianni teggia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 13.03.10 09:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Da una situazione del genere non ne usciamo bene,sia noi che la Grecia e siccome tale disastro è ascrivibile all'intera classe politica dx e sx.Se il popolo bue, si accorge che gli unici che hanno guadagnato sono solo loro,potrebbe determinarsi a dare i suoi consensi a qualche "giustizialista"ed allora per scongiurare una tale possibilità ecco che una bella guerra sarebbe risolutrice dei loro problemi.Quale migliore occasione di entrare in guerra,per esempio, con la Grecia farebbe bene ad entrambe le Nazioni.Sia Di Pietro che il suo omologo greco,tutti presi da sacro furore di "difesa della Patria"da coglioni chiederebbero di essere mandati in prima linea e subito accontentati,potrebbero imbattersi in "fuoco amico"che per sbaglio li farebbe fuori però avrebbero diritto ad esequie funebri di primordine senza "se" e senza "ma".I "rompicoglioni" morirebbero ed i "galantuomini"potrebbero tornare alle loro faccende indisturbati stipulando la pace,poichè prima che si formi la coscienza di un "rompicoglioni" passano almeno 10 anni.

IL SICILIANO 13.03.10 09:05| 
 |
Rispondi al commento

Verso l'infinito e oltreeeeeeeeeeee!!!

Buzz Lightyear 13.03.10 08:59| 
 |
Rispondi al commento

Vedo che si parla di cattiva gestione economica del governo. Certo si, ci governano degli incompetenti come non si trovano in giro per il mondo, neanche nel terzo. Su ma scherziamo? Il commercialista del presidente del consiglio come ministro dell'economia? Sarebbe come avere una velina ministro delle pari opportunita'! Ah scusate, quella ce l'abbiamo pure? Comunque in aggiunta all'incompetenza abbiamo il costo del loro mantenimento e del mantenimento della loro rete di potere, anche quella pagata da noi. L'unica arte in cui eccellono questi signori e' il furto tramite corruzione, in fondo ai minzolini ai vespa ai bertolaso chi li paga gli stipendi e scusate il termine anche le mignotte? Certo che noi. Ce lo meritiamo pero', non si e' mai visto un popolo piu' coglione del nostro nella storia, invece di imbracciare i forconi e cacciarli dal parlamento a calci nel culo siamo li davanti al televisore ad imbottirci di culi, tette e stronzate. Nel frattempo ci sfilano i soldi dal portafoglio per mantenere loro e il loro entourage. Dovremmo scendere in piazza, tutti i giorni, finche' finalmente non li vediamo sugli elicotteri, o magari ce li mettiamo noi sopra!

Erdarelli Roma 13.03.10 08:44| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Sempre parlando di sprechi e debito pubblico.
Da: http://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/GdM_economia_NOTIZIA_02.php?IDNotizia=318213&IDCategoria=2687

Regioni:sanita', 6 anni 25 mld disavanzo.

Nel 2008 Molise ha costi piu' alti, Veneto i piu' bassi.

(ANSA) - ROMA, 12 MAR - Il disavanzo accumulato dalle Regioni nella sanita' nel periodo 2003-2008 e' di 25,2 miliardi di euro. E supera i 3,2 miliardi nel solo 2008.
Emerge da calcoli elaborati dall'assessore Lombardia alle Finanze, Colozzi.
In termini di spesa pro capite, nel 2008 le 4 regioni con i costi piu' alti sono state Molise (1.912 milioni di euro), Liguria (1.907), Lazio (1.866) e Basilicata (1.727).
Le 4 regioni con spesa minore sono: Veneto, (1.590), Lombardia (1.600), Marche (1.648)
***************
questi i risultati dei una certa gestione politica della Sanità....... e, come sempre, qualcuno dovrà pagare sottraendo preziose risorse allo sviluppo ed al benessere dei cittadini......

Renato Mazzoli 13.03.10 08:39| 
 |
Rispondi al commento

L'Italia ha un debito pubblico "enorme" ed in questo contesto, come illustrato dalla Corte dei Conti, pesa il fatto della corruzione che “assorbe” le poche risorse del paese per un valore di 50/60 miliardi di euro e l’evasione fiscale delle lobby, come ad esempio quelle delle società da gioco (lottomatica, ecc.), è pari a circa 98 MILIARDI.
Se l'Italia non vuole fare un default finanziario deve ripianare al più presto il suo debito perche', un domani, l'Europa non sarà propensa a correggere gli errori della politica di bilancio italiana e quindi, l'unica strada e' quella di tagliare le spese.
Ovviamente ciò è quello che troppi "nostri" politici NON VOGLIONO FARE (dato che sono burattini delle lobby o delle mafie) ma se non si interviene contro la corruzione, se non si taglieranno drasticamente i costi della politica (*) (che sono le più improduttive) e quelli di TUTTE le altre spese per enti doppioni, clientelari, ecc., ecc., il default (a cominciare dagli enti periferici) sarà solo una questione di tempo...........

P.S.: (*) se si considerano i bilanci della gestione di molti comuni, regioni, ecc. (ivi comprese le consulenze, auto blu, ecc.) la ricaduta delle risorse economiche a favore dei cittadini è MINNIMA /IRRISORIA rispetto alle risorse che vengono utilizzate per il "funzionamento" dei citati enti.

Renato Mazzoli 13.03.10 08:02| 
 |
Rispondi al commento

Ipotesi puramente fantasiosa.
Ogni riferimento è puramente casuale
Adesso, hanno fatto la Banca del Sud.
Dopo aver fatto rientrare i LORO capitali, opportunamente riciclati e sanati con una ricola aliquota del 5% di tasse, li verseranno nella Loro Banca, con interessi altissimi rispetto alle altre, (appunto per richiamare capitali dei fessi) e con una tassazione su detti interessi, del 5%, contro il 27% delle altre.
Quando la Banca del Sud, sarà ben gonfia, la svuoteranno e porteranno i LORO capitali, nuovamente alle Cayman.
La lasceranno fallire (Banco Ambrosiano Docet),
mentre il ponte di messina, rimarrà di due tronconi, come due trampolini per tuffi.

antonio d., carrara Commentatore certificato 13.03.10 07:51| 
 |
Rispondi al commento

Credo che siano proprio queste le cose di cui il governo dovrebbe rispondere. Dare spiegazioni, previsioni. Invece è tutta una jacovella, dove si attira l'attenzione e si attizzano gli spiriti con incidenti, pastici di liste ecc. Ma i veri argomenti, quando saranno affrontati? Qual'è la ricetta economica di questo governo? Vogliamo conoscerla. Non facciamoci distrarre. Mi sembra che ogni giono vengano tirati in ballo degli dettagli per sfuggire a questa responsabilità implacabile: IL GOVERNO DEVE RISPONDERE DELLA SUA CATTIVA GESTIONE.

SERENA D., Salerno Commentatore certificato 13.03.10 02:18| 
 |
Rispondi al commento

Perchè in questa Italia si cautela soltanto il lavoratore dipendente e non quello autonomo.
Sono uno di questi che si trova in mezzo ad una strada con una famiglia da campare. La ditta per cui lavoravo ha pensato bene che in periodo di crisi come questo sarebbe stato meglio disinvestire sul mio settore e buttare nel ces.. dei padri di famiglia. A parte la ditta poco seria, l'Italia cosa fa per me dopo che ho versato sempre tutte le tasse di mia spettanza, e ho sempre pagato tutto regolarmente. Ora chi farà mangiare me e la mia famiglia. Che brutta gente che ci circonda, che ci da il lavoro, che ci sorride e che ci governa. Questo paese purtroppo, e dico purtroppo perchè malgrado tutto io amo la mia terra,è destinato a subire dei grandi, imminenti e sconvolgenti cambiamenti. Le persone serie si stanno veramente incazzando e quello che deve fare riflettere è che ci stiamo incazzando in silenzio. Lo sfogo sarà prorompente.
Perchè nessuno dei nostri rappresentanti di governo fa finta di non conocere i reali problemi del popolo, perchè continuano a spendere i nostri soldi in modo folle e inconsapevole. La classe politica attuale è tutta da rifare ma questa volta con un severo Master d'onestà e professionalità. A questo punto meglio la Democrazia Cristiana dei tempi d'oro, almeno il motto era mangia e fai mangiare. MA CHE NE SARA' DI NOI POVERI ONESTI ¨¨FESSI¨¨.

Giuseppe Gozzo 13.03.10 00:59| 
 |
Rispondi al commento

TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TILT TUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUUTUTTUTUTUTUTUTUUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTTUTUTUTUTUTUTTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUUTUTTUTUTUTUTUTUUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTTUTUTUTUTUTUTTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUUTUTTUTUTUTUTUTUUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTUTTUTUTUTUTUTU

Luca Gianantoni, Assisi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 13.03.10 00:02| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
CHE BELLA NOTIZIA, ADESSO SI CHE POSSO IMMAGINARE LA CATASTROFE PER LE "COSIDETTE ISTITUZIONI" CON ELICOTTERI CHE SI ALZANO IN VOLO,POLITICI A GAMBE LEVATE,LO PSICONANO CHE NON SA' PIU' SU COSA MENTIRE, TREMORTI CHE DICHIARA LA BANCAROTTA SULL'ELICOTTERO,L'EUROPA CHE SCOPRE IL DEBITO FINANZIARIO NASCOSTO E CHE CI CACCIA DALL'UE CHE E' QUELLO CHE MERITEREMMO DA 10 ANNI!!!!!!!!!!!!
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 12.03.10 23:52| 
 |
Rispondi al commento

SOLE 24 ORE: UN BUCO SPAVENTOSO

La combinazione esplosiva di recessione e pessima gestione aprono una voragine "ufficiale" di 52 milioni di euro nei bilanci del quotidiano confindustriale. Vendite e pubblicita' crollate, costi alle stelle.

Nonostante il finanziamento pubblico (nostro) e l'appoggio dei grandi gruppi industriali per il gruppo sole 24 ore una pessima annata;
Nonostante il "buco" di dimensioni senza precedenti in Italia e nel mondo per un'azienda editoriale (quanti anni ci vorranno per tornare in pareggio?) il presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia, proporra', nella sua qualita' di azionista di controllo, la riconferma di Giancarlo Cerutti come presidente del Sole 24 ore Spa per il prossimo triennio. La perdita record secondo alcuni osservatori e' da attribuirsi al crollo delle vendite in edicola, al parallelo calo della raccolta pubblicita' e a costi ancora molto alti.

http://www.wallstreetitalia.com/articolo.asp?art_id=887539

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 12.03.10 23:19| 
 |
Rispondi al commento

Non e' male ma gli stati uniti riescono a far meglio
con 12.433 miliardi di dollari (12 trilioni e passa) di debito pubblico.
Se poi contiamo oltre al debito pubblico anche i mutui immobiliari, debito privato e debito bancario in europa c'e' chi sta peggio come la gran bretagna (469% del pil), la spagna (342) la svizzera (313) e la francia (306); L'italia e' al 298%

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 12.03.10 23:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non ci saranno default, elicotteri in volo, e zoccoli. Scaricheranno tutto sugli italiani, al governo sanno benissimo quanti depositi bancari hanno i "poveri" italiani. Le casseforti delle banche sono piene. Nel mio piccolo paese del sud di 15.000 abitanti, ci sono 4 banche e ne stanno aprendo altre 3!

Bruno N 12.03.10 23:01| 
 |
Rispondi al commento

Come fa lo Stato Italia a pagare le proprie obbligazioni (che sono dei debiti)? L'Italia sta pagando i Bot in scadenza (e anche gli altri titoli) con i soldi che arrivano dalle nuove sottoscrizioni! Se non ci dovessero essere nuove sottoscrizioni, lo Stato italiano si troverebbe nell'impossibilità di rimborsare i debiti in scadenza! Si tratta della stessa tecnica usata dalla Parmalat, che mi sembra di ricordare abbia fatto fare una brutta fine ai soldi delle persone).

Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com/ .... é più facile trovare un ago in un pagliaio che sentire un politico parlare male di una banca!

Marco Calì (http://sapienza-finanziaria.blogspot.com), Monselice (PD) Commentatore certificato 12.03.10 22:50| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 



Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori