Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Il padre di un bambino autistico

  • 164


autismo_bambini.jpg
Una lettera di un padre sulla mancanza di aiuto ai genitori dei bambini autistici.
"Caro Beppe, mi chiamo Davide, ho 38 anni e sono della provincia di Bari, sono un Sottufficiale dell’Esercito, e mi occupo di informatica, in questo momento in missione in Libano. Sono sposato da 13 anni e papà di 2 bambini Enrico di 10 anni e Luca di 9 . Luca è un bambino autistico, questa lettera la scrivo per il problema di Luca. Da quando aveva 2 anni io e mia moglie ci siamo accorti che qualcosa non andava e consultati con alcuni medici, i quali ci comunicavano che il problema era l’autismo. Leggendo fra i vari siti e forum, le informazioni che si trovano sono pressochè le stesse, per quanto riguarda il trattamento della patologia ci sono più strade che si possono percorrere, più o meno valide, ma che non risolvono il problema. Nel danno, caro Beppe, c’è anche la beffa, è da quasi sei anni che sono in causa con lo Stato, in quanto non mi riconoscono nessuna indennità di accompagnamento, indennità per noi fondamentale visto che quasi tutte le attività terapeutiche che facciamo sono a pagamento, perchè la “grande” Regione Puglia non sovvenziona, e non solo, non organizza, non supporta …. Praticamente non esiste! Non esistono strutture adeguate per questi bambini, infatti uno dei miei tormenti è il pensiero di quando io e mia moglie non ci saremo più! Cosa succederà? Luca dove vivrà? E non posso non pensare a quella tragedia in Sicilia qualche anno fa dove un padre uccise il figlio autistico, preso dalla disperazione, anche per la totale assenza delle istituzioni. Poi c’è il capitolo delle cause, che non si conoscono ancora, oppure non vogliono farle conoscere? Un dubbio mi assale, per il mio lavoro ho dovuto “subire” molte vaccinazioni, e credimi ne ho fatte davvero tante! Ma quando chiedo se potrebbe esistere una relazione fra i vaccini e l’autismo tutti i medici che ho consultato mi hanno risposto di no, ma io so benissimo che non è così, ma non so come dimostrarlo, una volta ho pensato di fare causa allo Stato, ma non posso dimostrare niente e poi non posso permettermi dei legali che possano intreprendere questo percorso con me. Poi c’è sempre il discorso delle strutture ospedaliere e universitarie estere, leggo che in Inghilterra, e negli Stati Uniti, sono sempre 20 anni avanti a noi! Ma non so se poi è vero. Un giorno su Discovery channel ho visto una trasmissione che trattava lo studio dei disturbi mentali a Sidney, ho contattato l’università in questione e mi hanno risposto che loro trattano anche problematiche inerenti all’autismo ed hanno ottenuto ottimi risultati, è impensabile per me potermi recare in Australia, per l’elevato costo che ne comporterebbe. Tu adesso ti chiederai perché ti sto scrivendo una lettera? Ci sono molti motivi per i quali mi rivolgo a te, principalmente perché spero che tu possa portare all’attenzione di tutti la problematica dell’autismo, delle famiglie che vivono questi disagi e della assenza dello Stato, e poi per fare il reale punto della situazione su questa problematica, coinvolgento i medici i legali e tutti quelli che riterrai opportuno per dare informazioni reali. Spero che questa mia lettera non venga cestinata, anche perché non abbiamo nessuna ancora di salvezza alla quale aggrapparci!." Davide C.

5 Apr 2010, 13:44 | Scrivi | Commenti (164) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

  • 164


Tags: autismo, minipost, Puglia, vaccini

Commenti

 

Sono Francesco di professione OSS. Sono sposato. Abbiamo 2 bambini. Giulio, il primo ha 2 anni e mezzo e hanno diagnosticato autismo lieve. Vorrei per lui il metodo aba pero è molto costoso e essendoprecario non credo mi finanziano tutti sti soldi. Io sono della provincia di vicenza, chi sa come aiutarmi mi contatti alla mia mail parolofrancesco@libero.it. Grazie

Francesco Parolo 01.04.15 22:40| 
 |
Rispondi al commento

Sei alla ricerca di un prestito molto autentico? La buona notizia è qui! ! ! Offriamo prestiti che vanno da 5, 000.00 Euro a 30, 000, 000.00 Euro. al 2% tasso di interesse per annuo. Prestiti per lo sviluppo di business Siamo certificati, affidabile, affidabile, efficiente, veloce e dinamico contattarci via e-mail: centuryfinance11@yahoo.com

joe campbell 22.09.14 05:57| 
 |
Rispondi al commento

Ciao , sono un italiano residente negli Stati Uniti e vorrei contattare Davide, il papà che ha scritto questo messaggio. Potrei avere il suo indirizzo email?
Grazie
T.

T.B. 04.06.14 07:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve io leggo a distanza di 2 anni il suo post ed il suo appello. Mi auguro che sia riuscito a trovare la soluzione più idonea anche se per esperienza diretta le assicuro che io oggi, mamma di un bimbo di 4 anni autistico, sono costretta ad indebitarmi per fargli avere una terapia cognitivo comportamentale nonostante questo metodo sia riconosciuto come l'unico efficace dal S.S.N. ma a quanto pare è solo scritto su carta perchè le asl non lo passano e per di più hanno anche il barbaro coraggio di dire che è inefficace

Tiziana De Meo 10.04.13 18:37| 
 |
Rispondi al commento

Ciao,io sono una mamma di un bambino autistico,mio figlio fino all'età di 3 anni,considerato normale, poi il dramma,a Pordenone mi hanno diagnosticato la patologia, ed io presa dal panico chiedendo informazoni volevo partire in America dove loro sono molto avanti sugli studi e sui metodi di applicazione,anch'io ho cercato la cura in Italia con Verzella,un oculista che fornisce delle diete, per disintossicare i bambini da eventuali metalli,un DISASTRO,poi ho fatto un corso con CARLO HANAU,un luminare per la patologia, è quindi ho scoperto che se c'è una cura in Australia la stessa cura c'è in Italia perchè grazie ad Internet puoi girare il mondo stando a casa tua,quindi non farti prendere dalla voglia di trovare a tutti i costi una cura perchè molti mi hanno proposto una cura, ma quando ho voluto una dimostrazione visiva di conoscere personalmente il ragazzo della cosidetta guarigione non sono riuscita ancora oggi a conoscerne uno, è giusto che lottiamo per i diritti dei nostri figli, se un giorno ci sarà una cura sarà per tutti i bambini del mondo, non solo per chi si può recare in Australia,scusa non vorrei distruggere niente di quello che tu pensi e di quello che vorrai fare con tuo figlio, volevo solo dirti che io come tutte le famiglie di figli autistici cerchiamo la nostra Australia.Chiudo,scivendoti solo, che mio figlio è ritenuto da molti di queste famiglie un bambino fortunato, perchè lui è un verbale riesce ad esprimere i suoi bisogni e i suoi desideri, anche se agli occhi dei normali è un bambino RITARDATO

clorinda seletti 19.08.12 16:56| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe, mio figlio si chiama Luca come il tuo, ed è anch'egli autistico in forma media.
Ti auguro ogni bene perchè capisco il dramma che stai vivendo tu e tua moglie.
Un abbraccio sincero e mi piacerebbe condividere le tue esperienze. Stare uniti secondo me è la cosa più importante.
Un abbraccio
Marina

marina quartuccio 25.05.12 03:55| 
 |
Rispondi al commento

ci si puo rivolgere alla onlus "universo bambino " del dottor massimo montinari che cura i bambini danneggiati dai metalli pesanti presenti
nei vaccini.auguri franco da roma

francesco attolico 28.10.10 18:42| 
 |
Rispondi al commento

ciao davide. Ho trovato per caso la tua lettera sul sito. Una mia amica si sta battendo per un bambino autistico e lo stanno curando con la terapia chelante. Io sono un'educatrice e non posso dire che la terapia comportamentale non funzioni, ma non basta: bisogna eliminare i minerali pesanti accumulati nell'organismo. Anch'io lo farò per seri problemi di salute. Ti lascio questi link nei quali troverai informazioni sul mineralogramma e sulla terapia chelante. Rivolgiti al dott. Mauro Mario Mariani.

http://www.mmmariani.com/index2.htm

(questo è il sito di mariani)

http://www.aiob.it/

(in quello dell'aiob trovi, tra i collaboratori, sia mariani che altri).ti do il link dell'aiob perchè molte malattie (tra cui l'autismo) vengono per le amalgame presenti nella bocca della mamma.

I vaccini e alimenti e prodotti vari che usiamo pieni di minerali pesanti sono una forte causa dei nostri mali. IN bocca al lupo !

marianna marvulli 31.08.10 16:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Caro Beppe sono Mariapia Vernile di Taranto, presidente dell'ass.CUAMJ_Centro Universo autismo meridionale jonico. rispondo al miltare pugliese che ha un figlio autistico. Vorrei contattarlo perche' ora in Puglia alcune terapie comportamentali sono riconosciute delle ASL, specialmente la terapia comportamentale. Siamo in contatto conaltre associazioni per sviluppare importanti progetti. I miei rec 3294271572, mail ass.cuamj@libero.it

ass.ne centro universo autismo 23.08.10 13:01| 
 |
Rispondi al commento

Non solo i vaccini contengono mercurio, anche le amalgame dentarie (otturazioni scure, che contengono anche alluminio e arsenico).
E comunque quelli che criticano gli studi di Wakefield altro non sono che medici "sponsorizzato" dalle case farmaceutiche...
Mio figlio è autistico, e guarda caso è pieno di mercurio.
Consiglio anch'io il metodo Dan, in 3 mesi mio figlio è rinato.
Saluti e in bocca al lupo

Riccardo Bertoncelli 17.04.10 22:08| 
 |
Rispondi al commento

E' davvero sconfortante leggere che lo Stato sia assente verso famiglie con questi problemi! A che serve uno Stato democratico se non a questo, cioè ad aiutare chi sta peggio?

Patrick D. Commentatore certificato 13.04.10 07:36| 
 |
Rispondi al commento

buongiorno.
volevo dare al signor Davide la possibilitàdi informarsi se ha il sospetto che suo figlio abbia subito un danno da vaccino. provi a mettersi in contatto con i responsabili di questo sito
www.corvelva.org forse può trovare indicazioni per ottenere un minimo riconoscimento se effettivamente suo figlio ha subito un danno da vaccino. le assicuro che è un'associazione seria che mi ha assistito durante il percorso giudiziario per non fare eseguire le vaccinazioni obbligatorie a mio figlio. se vuole chiarimenti mi contatti con un commento sul blog.
boldo roland

roland boldo 08.04.10 20:50| 
 |
Rispondi al commento

Autismo, basta la parola. La medicina non è scienza. Alla stessa stregua di quanto accade nei bambini, la medicina, una volta dato o conosciuto il nome di un qualcosa crede di conoscere e/o controllare quel qualcosa. Se veramente si sapesse che i vaccini causano autismo significa che si potrebbe unire tutta la varietà di sintomi in bambini definiti "autistici" in un unico termine appunto, l'autismo. Ma ci sono sintomi uguali per stessi mali; come dire studiare l'epilessia per comprendere l'isteria o viceversa, così per rabbia, tetano etc. Vi furono, in fisiologia, già oltre un secolo fa, famosi ricercatori che attuarono simili comparazioni. Ma, ad esempio, della millenaria epilessia, sacra o no, ancora oggi ne risulta un mistero e marchia di fallimento la medicina. Se aspettiamo che la medicina risolvi l'autismo dovremmo aspettare, forse, qualche altro millennio. Quello che sappiamo è che un bambino è molto sensibile allo stretto ambiente che lo circonda e che il "lenzuolo di Linus", il medium tra utero e mondo esterno, alla stessa stregua di un paracadute, potrebbe non aver funzionato. Il fatto stesso che questi bambini siano "prodigio" in matematica, ma sopratutto nella musica potrebbe significare: la ricerca di un linguaggio più vicino a quello naturale universale o, comunque alternativo, potenziato per compensazione alla chiusura (non uso) di altri. Non riporteremo qui come esempio la cecità, provocata con demenziali e crudeli metodi vivisettori, del gattino costretto a stare per mesi al buio ma, dall'etologica osservazione dei pipistrelli al naturale che hanno ridotto ad ambliopia la vista accentuando la percezione sensoria simile a radar. Ma queste, nonostante tutto sono ancora ipotesi; quello che potrebbe essere interessante è confrontare ceri tipi di comportamento dell'infanzia tra le nascite in casa o in quelle nelle infami strutture ospedaliere. L'ospedalizzazione è enormemente dispendiosa di quella domiciliare, e ne impedisce di ben attuare quest'ultim

sandro petrini 08.04.10 12:31| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, mi chiamo Catia e vivo in provincia di Venezia. Scrivo per rispondere in qualche modo, alla lettera di Davide C. Il papà del ragazzo autistico. A parte tutta la sacra e santa incazzatura del mondo, per come queste famiglie vivono:Completamente sole con bagliori provvisori di speranze mai sicure (almeno nel panoramam della medicina tradizionale)vorrei che dal tuo blog venisse un appello per sostenere questa famiglia in un viaggio all'estero che può significare VERA SPERANZA. veri progressi per la salute di Luca e anche l'acquisizione di nuove, eventuali certezze che possono essere utili a tante altre famiglie.Credo proprio che Davide sappia ciò che dice. Io personalmente, forse come tanti, non amo il sistema delle vaccinazioni, nè
il business che lo circonda.per questo sono disposta a credere che ciò che dice sia anche possibile, però visto che lo dice un genitore solo, non gli crede nessuno. AIUTIAMOLO!!!!!Facciamo partire da qui, non solo un messaggio, ma anche una rete concreta di appoggio e sostegno tali, da permettergli di andare all'estero per migliorare la salute di suo figlio. Sono sicura che una strada si aprirà e e magari proprio loro con la loro esperienza potranno sostenere altre famiglie in cerca di un FONDAMENTALE DIRITTO: MIGLIORARE LA SALUTE DEI PROPRI FIGLI!!!!!! IO MI RENDO DISPONIBILE. CIAO A TUTTI CATIA.

catia giaganelli 08.04.10 11:44| 
 |
Rispondi al commento

MAIL A Favia Giovanni sulla sua sfilata da Telese La7

ciao G.; ieri quando ti ho visto su LA7, mi sono detto "e mò pure noi del m5s ci mettiamo a fare le comparse di professione a stì thalk show da fancazzisti?!"
personalmente preferirei saperti al lavoro dalla mattina alla sera, e sapere che la sera riposi xchè sfinito dal lavoro impossibile che è cambiare (e che tanto volevamo fare!!!)
Ora ammetto che una puntatina in tv ogni tanto ci può stare, per dire ciò che nessuno dice di noi (riduzione stipendi consiglieri e rinuncia ai contr. elett.)ma sopratutto per ricordare a quelle 4 facce di cazzo che ti stanno davanti che non devono rompere le PALLE CON UNA PILLOLA , QUANDO LE PERSONE CHE HANNO PROBLEMI SONO LETTERALMENTE ABBANDONATE A SE' STESSE...
MA TU NON LE LEGGI LE LETTERE STRAZIANTI DI GENITORI CON BIMBI CON PROBLEMI CHE SCRIVONO A BEPPE O AL FQ ???,LASCIATI SOLI E ABBANDONATI DA STI POLITICI MILIARDARI, CHE VANNO DALLA PARRUCCHIERA DI GIORNO E IN TV DI SERA ???!!!
IERI ALLA MINISTRONZA GLIELO DOVEVI DIRE CHE ALLE SUE POLITICHE GIOVANILI DOVE METTERSELE!!!HANNO TOLTO GLI INSEGNANTI DI SOSTEGNO AI BIMBI !!! E ROMPONO LE PALLE CON UNA PASTIGLIA
GIOVANNI!!!!USA LA SCIABOLA!!!!NON CI CASCARE IN QUELLA SACCA DI IPOCRISIA!!USA QUESTE APPARIZIONI TV PER DIRE QUELLO CHE GLI DIREBBE LA GENTE X STRADA!!!NON FARE L'EDUCATO , 6 FUORI LUOGO!!!
GLI DEVI VOMITARE MERDA IN FACCIA, CHIUDERE CON UN VAFFANCULO E ANDARTENE VIA IN DIRETTA , SENZA DARE POSSIBILITA' DI REPPLICA !!!!
...se no stai a casa a riposarE; Beppe ha sempre rifiutato di respirare nei locali con quelle presenze appestanti, tu fai lo stesso.

ciao...ti teniamo d'occhio !!!!


uno vale uno....MA DA INCAZZATO VALE IL DOPPIO !!!!!!!!!!!!!

capitan harlock 08.04.10 09:11| 
 |
Rispondi al commento

Dire che la Regione Puglia non faccia nulla è fuorviante. Oltre all'Assegno di cura (500 €/mese) destinato ai disabili gravi (tra cui gli autistici), la Regione Puglia ha varato un rimborso spese per un massimo di € 12.000 annue (80% della spesa sostenuta) esclusivamente per i soggetti autistici, che effettuano un intervento riabilitativo fondato sulla metodologia A.B.A..
Per non parlare delle linee guida, per la stesura dei Piani Sociali di Zona, in tema di assistenza specialistica a scuola.

Il problema, mi pare di capire, è che occorre che il disturbo autistico sia riconosciuto dal SSN con apposito verbale che attesti la sussistenza dei requisiti per l'applicazione delle agevolazioni di cui alla L. 104. Senza di questo non credo si possa accedere a queste misure di sostegno locali.

E' scandaloso (e non sarebbe la prima volta) che l'ASL si rifiuti di riconoscere lo stato di disabilità totale di un autistico, a meno che tale stato non sia stato documentato in maniera ritenuta impropria dalla commissione. Ti consiglio di continuare a lottare perchè DEVI spuntarla.

Quanto alla specificità dell'intervento, non credo che ippoterapia, idroterapia, musicoterapia e logopedia (che pure hanno una utilità) costituiscano nel loro insieme un intervento adatto a risolvere le problematiche autistiche, che richiedono una terapia psico-educativa basata sul metodo ABA.

In tal senso consiglio di rivolgersi ad una delle diverse associazioni di genitori di ragazzi autistici: ANGSA (che ha di recente aperto un Centro a Bari), AUTISMO ITALIA etc, che potranno ben consigliarti in proposito.

Spero d'esserti stato d'aiuto, anche perché ti capisco perfettamente, vivendola tua stessa esperienza di padre.

In bocca al lupo

G. S. 08.04.10 01:33| 
 |
Rispondi al commento

Caro Davide,ti sono vicino.Hai tutte le ragioni di questo mondo.Spero che il blog di Grillo possa darti voce.Visto che ormai la TV i giornali sono solo informazione di regime dell'Imperatore Berlusconi e dal gossip,e dai reality .

antonio b. Commentatore certificato 08.04.10 00:04| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti, favorevoli e contrari alle vaccinazioni (in toto o in parte).

I vaccini, come tutti i medicinali non possono sfuggire alla regola della valutazione rischi/benefici.

Oggi conosciamo abbastanza bene i benefici (obiezioni più o meno legittime a parte, vedi ultimo caso della bufala AH1N1), ma i rischi forse non del tutto.

Ad esempio un'associazione evidente tra vaccinazione e autismo non è ancora stata dimostrata. Probabilmente non esiste ma ne siamo certi? Assenza di prova significa prova di assenza?

Mi chiedo quando si vorrà fare uno studio statistico serio sulla popolazione dei MAI VACCINATI (con nessun vaccino) dove si confronti l'incidenza di tutte le patologie con sospetta correlazione ai vaccini (autismo, sids, diabete infantile, ADHD ecc...) rispetto al resto della popolazione di pari classi d'età.

Questa popolazione che piaccia o no esiste già, anche in Italia, e statisticamente dovrebbe essere sufficientemente consistente, basterebbe voler raccogliere i dati (consenso barattato con l'obiezione?).

Probabilmente questo tipo di studi potrebbe mettere in luce eventuali reazioni avverse specialmente nel medio e lungo termine finora sfuggite alla farmacovigilanza. Quale medico oggi si sognerebbe di fare una segnalazione a distanza di un mese dall'inoculazione?
Allo stesso modo, in caso contrario, finalmente finirebbe tutta questa diatriba sulla pericolosità dei vaccini.

Avvocato del Diavolo

Avvocato del Diavolo 07.04.10 19:27| 
 |
Rispondi al commento

ringrazio davvero tutti di cuore, sono davvero commosso per la solidarietà e la disponibilità che avete dimostrato. Per chi vuole scrivermi per qualsiasi motivo la mia mail è supercist@libero.it

Davide

davide c., Bari Commentatore certificato 07.04.10 12:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ciao Davide,
come promesso ho scritto alla redazione del fatto. sul giornale pubblicano ogni due giorni un post di BeppeGrillo. conoscono benissimo Beppegrillo e spero daranno risalto alla tua storia.
In bocca al lupo

nicola maiorano 07.04.10 01:00| 
 |
Rispondi al commento

Mio figlio è stato danneggiato dai vaccini e dimostrarlo sarà un impresa ardua anche se le prove non ci mancano. Da parte delle istituzioni abbiamo riscontrato un maledetto muro di omertà che neanche nella peggiore delle criminalità organizzate si può vedere. Se capiscono che non hai i mezzi per difenderti ti trattano come se l'autismo di tuo figlio fosse una cosa dovuta o addirittura una cosa ereditaria. Un vero schifo degno di questo paese e di certi suoi politici ! Viene veramente voglia di scappare all'estero... P.S. una associazione molto vicina agli autistici e ai suoi familiari è la AMEV di Firenze e il CONDAV di Sabbioneta MN. Ciao a tutti.

GErardo Gandolfo 06.04.10 23:33| 
 |
Rispondi al commento

Il tuo commento:
"ciao davide,ti consiglio di nuovo con tutto il cuore di contattare il
dottor massimo montinari. telefonicamente non credo che sia possibile a
nessuno aiutarti col tuo problema,disponibili o no. ti mando il numero di
un centro a roma dove lui va una volta al mese,lì potrai fare una visita
dove il dottore valuterà il danno e di conseguenza la cura,che non ha
effetti collaterali o dannosi,come constaterai di persona dopo averla
letta,vedendo ciò che dovrà prendere,e sapendo esattamente in cosa consiste
e perchè la si fa.il dottore ha comunque anche scritto un libro al
riguardo,anche se molti anni fa,perciò non aggiornatissimo,ma che rende
l'idea di cosa si parla..per quanto riguarda i danni da vaccino,il dottore
è la persona più adatta e qualificata per questo.premetto che non ci
guadagno nulla a consigliarti di fare questo,se non il piacere di aiutarti
conoscendo il problema e avendo visto i risultati evidenti. per quanto
riguarda i consigli dei detrattori riguardo questo,io penso che anche la
chemioterapia per i tumori per alcuni funziona e altri no,non per questo
quando si ha paura non si tenta comunque.meglio tentare che non fare nulla.
P.S.:nella cura non vengono dati i pericolosi chelanti.
questo è il numero 062255290. spero di avere buone notizie!"

rita p. Commentatore certificato 06.04.10 20:46| 
 |
Rispondi al commento

A causa dei vaccini c'è muore e, forse peggio, c'è chi rimane per tutta la vita con misteriose malattie...quindi rivolgendosi ad altri genitori con i tuoi stessi problemi, qualcosa dovrestre riuscire ad ottenere.
C'è un però: io mi riferisco a bambini che hanno "subito" le vaccinazioni, mentre questo caso è indiretto :(

Danx Comix 06.04.10 20:37| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, ciao Davide,

sono Alfonso Bonafede (Meet up Firenze) e nel mio studio legale (sono un avvocato) abbiamo fatto una grade conquista di recente. Ci occupiamo dei danni da vaccinazione e dei danni da emotrasfusione infetta e, dopo anni di tentativi, uno dei miei colleghi di studio è riuscito a fare ottenere un indennizzo per un bambino autistico: il Giudice ha ritenuto che non si poteva escludere il vaccino come con-causa dell'autismo e quindi ha riconosciuto l'indennizzo.
Ci tengo a non dare alcuna falsa illusione: tuttavia, si tratta di un precedente giurisprudenziale storico.
Il mio recapito telefonico è 0552657570. Non esitare a chiamarmi in modo tale da capire se sia possibile fare qualcosa.
Un caro saluto.
Alfonso.

Alfonso B 06.04.10 19:02| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto con attenzione e commozione la tua lettera,mi presento sono Francesco Mascali insegnante titolare di Biodanza ed associato di biodanza clinica nella scuola di formazione di Vicenza premesso che la bacchetta magica non esiste ti volevo sugerire di contattare la mia scuola direttrice dott.Giovanna Benatti super visione clinica dott Andrea Spolaor.
www.centrogaja.it
bio_gaja@aliceposta.it
La nostra scuola attraverso la proposta di Biodanza per normodotati,disabili fisici,neurologici e pisichici si occupa di coordinare e supervisionare gruppi di auto-mutuo-aiuto per la salute mentale e disaggio emozionale,Vicenza non e 'lontana com l'Australia ma magari puo' aiutare.
Tanti cari auguri da Francesco
francesco.mascalib@libero.it

Francesco Mascali 06.04.10 17:48| 
 |
Rispondi al commento

Gentile Davide, anch'io sono madre di un ragazzo con problemi pervasivi dello sviluppo,e la penso esattamente come il dott Tosatto, nessuno ha ancora capito bene da cosa deriva l'autismo, e spesso i genitori ne sanno più dei medici, almeno la mia esperienza questo mi ha insegnato, però molto si può fare, intanto cercare sempre più informazioni in rete, poi ci sono vari livelli di autismo e si possono tentare varie strade, come diceva il medico, poi as coltare anche il parere e i consigli degli altrigenitori che sono tanti, purtroppo,avete la 104? e l'invalidità? Queste due cose possono aiutarvi moltissimo, sia come tempo pagato da dedicare a vs figlio, sia come denaro da spendere per le terapie che il servizio nazionale non passa. Da noi in Emilia il servizio nazionale passa la terapia psicologica, che purtroppo temo non serva molto, ma male non fa, passano anche tante altre cose utili per la socializzazione che per loro è la cosa più difficile, ecc...Ma la cosa più importante è l'aiuto che i vs famigliari e amici possono darvi perchè da soli è molto difficile riuscire, prendetevi degli spazi di vita vostri se no impazzirete dietro a vs figlio. Un abbraccio, Paola Gamberini

paola gamberini 06.04.10 17:04| 
 |
Rispondi al commento

Sona Daniele...papà di Cristiano,bimbo affetto da una border line autistica...qui a pordenone c'è qualche cosa di straordinario ed una sede è a Parma...vi prego contattatemi cercherò di essere il più esaustivo possibile.
0434540513

Daniele Vignandel 06.04.10 16:36| 
 |
Rispondi al commento

Non so se può aiutare, ma anni fa avevo visto un documentario sulla rai di uno studio israeliano che metteva in relazione l'intossicazione da metalli pesanti (credo il mercurio, ma non ricordo bene) con l'autismo, e portava l'esempio di alcuni bambini guariti dopo un processo di disintossicazione. E' passato molto tempo, e non sono sicuro al cento per cento che si trattasse di metalli pesanti, o se invece di qualche alche sostanza o molecola, ma magari potrebbe essere la base fare una ricerca.
Sono sicurissimo che il documentario è passato sulle reti RAI, magari, provando a chiedere si riesce a recuperare anche una copia.
Invito Davide poi a prestare molta attenzione a quello che legge in rete, ci sono tante sciocchezze secondo me.

Luigi Belli 06.04.10 16:33| 
 |
Rispondi al commento

Mia figlia è dislessica, le stiamo facendo una terapia di un medico che si occupa di bambini autistici con ottimi risultati.
Questo medico, con basi di analisi di laboratorio crede che l'autismo ma anche la dislessia possono essere causati nella stragrande dei casi dai vaccini.
Tutte le analisi e le medicine ce le stiamo pagando noi, siamo gratificati soltanto dal fatto che dei piccoli miglioramenti già li vediamo. Abbiamo provato anche a chiedere alla ASL il rimborso, ma ce lo hanno respinto perchè la cura è a base di medicine omeopatiche prevalentemente e poi mi hanno detto:"Già non li danno (i contributi) ai bambini autistici, figuriamoci ai dislessici!"
Comunque sia è una vergogna, ci sono dei parassiti a cui vengono erogati aiuti consistenti ma se sei un bravo genitore e vuoi curare tuo figlio non ti spetta niente..............

Ale Luk 06.04.10 16:03| 
 |
Rispondi al commento

Ciao beppe,
sono Emilio un infermiere di catania.
Il Movimento sta creando un'onda che cresce sempre di più fino a che li spazzeremo tutti via quei politici ingordi,profittatori e puttanieri.
Che merde di uomini!!!
Io vivo in una realtà dove ancora il fascismo è dominante,dove il servilismo, il ricatto,le caste, i baronati sono estremamente vivi,
da noi si baratta il voto per un chilo di pasta!
Si vive in una legalità astratta.
Il diritto è un vocabolo mai usato.
La mgistratura si impegna ma il marcio è vasto,compenetrato,subdolo.
Si vende ancora la carne appesa fuori e il pesce nelle bacinelle di plastica, i vigili impennano col motorino.Potrei continuare all'infinito.
Grazie beppe,ancora grazie.
non riesco più a scrivere.

emilio benincasa, catania Commentatore certificato 06.04.10 15:50| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, ho letto la tua lettera e volevo dirti che purtroppo esistono delle relazioni molto strette tra vaccini e autismo, e non solo. ti scrivo da Padova dove è attivo un comitato che ha promosso la liberalizzazioni delle vaccinazioni in Veneto. ma, a parte questo, se ti può interessare c'è un medico (cardiologo, tossicolgo, omeopata unicista), Dott. Roberto Gava, che cura anche i bimbi che si portano addosso le conseguenze delle vaccinazioni. non fa miracoli, ma offre una speranza per lo meno di miglioramento. Maddalena

Maddalena De Lazzari 06.04.10 15:08| 
 |
Rispondi al commento

caro Davide, sono la zia di un bambino autistico che ha avuto un ottimo recupero grazie ad una mix di logopedia, dieta senza glutie e caseina, scuola ed ogni momento della quotidianità praticamente orientato a creare attività per migliorare le capacità di mio nipote. Se vuoi posso darti i contatti del medico che lo cura. Posso garantirne scienza e coscienza. Inoltre un mio collega, il cui figlio è autistico, ha vinto una causa contro lo stato per cui al figlio attualmente 14enne è garantito un vitalizio. Non pubblico i nomi nè del medico nè del collega in quanto terze persone, ma se cuoi sono disponibile a fornirteli in privato per poi contattarli. In bocca al lupo. La strada è in salita

marta brescia 06.04.10 14:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Davide ti sono vicino e vorrei consigliarti di metterti in contatto con questa associazione http://giuliaparla.myblog.it/
Io conosco personalmente le persone che l'hanno fondata e ti garantisco che sono oneste e competenti, e affrontano il problema da un punto di vista biologico oltre che psicologico.
E anche secondo la loro scuola i vaccini centrano eccome!
Un abbraccio,

g.

guido regoli 06.04.10 14:02| 
 |
Rispondi al commento

ciao Davide C.
ci sono bravi professori che curano l'autismo in italia,ne ho la prova con mio figlio di 4 anni.
l'importante è non ascoltare troppo i pedriati o le psicologhe infantili...per loro i vaccini non fanno nulla ma sono tutte cazzate,anche loro si chinano davanti alle multinazionali...
mio figlio con le cure adeguate è migliorato molto,non ci credevo...
spero di poter aiutare tuo figlio stando in italia

davide m. 06.04.10 13:45| 
 |
Rispondi al commento

Io ho un amico il cui figlio ha problemi di autismo,e sembra anche in questo caso per i vaccini. Conosco di un'altra bambina che per i vaccini ora ha unan grave forma diabetica! Esiste qualche studio statistico su questi casi? Per la mia conoscenza le percentuali sono molto alte.

Auguri alla famiglia

Francesco S 06.04.10 12:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non facciamoci prendere in giro dai viaggi dei miracoli all'estero, sono una truffa (soprattutto perché non fanno guarire i malati)

Ecco un articolo che tratta la legenda dei vaccini che provocano l'autismo:

http://medbunker.blogspot.com/2009/11/vaccini-wakefield-vaccini-autismo-e.html

E uno che descrive le "mirabolanti cure" americane a base di camera iperbarica

http://medbunker.blogspot.com/2009/05/lossigeno-americano.html

Nella disperazione non facciamoci prendere in giro dai delinquenti, l'Italia è all'avanguardia nella medicina e se una cura può essere effettuata solo all'estero (cosa rarissima) lo Stato ne sostiene le spese (se è una cura riconosciuta e, soprattutto, efficace)

Andrea Biolchini 06.04.10 11:49| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Davide,
sono Alessandra da Roma,ti vorrei esprimere la mia solidarietà sono anche io mamma , ho 3 figli, uno di loro Giacomo, 14 anni, ha un disturbo nello spettro autistico. Il suo è un caso molto raro poichè l'autismo si è insinuato pochi mesi prima dei 4 anni dopo uno sviluppo normale. Tralasciando la nostra storia personale ti dico: la asl deve riconoscere diritti di Luca dal punto d vista assistenziale, per quanto riguarda la terapia ti consiglio gli approcci cognitivo-comportamentali seguiti orami da tutti coloro che si occupano di autismo. Ricordati che i nostri ragazzi possono migliorare e raggiungere buoni livelli di autonomia , mio figlio fà una vita direi "normale" scuola sport viaggi , capisco che in provincia ci sono più difficoltà ma anche io , qui a Roma, ho dovuto lottare per ottenere rimborsi per terapia, ore di sostegno a scuola etc.Talvolta ho dovuto fare piazzate , altre volte ho fatto causa e l'ho vinta ( avv Amoroso Alfonso a Roma). Per consigli pratici puoi anche consultare il sito habitatperlautismo o Filodallatorre che segue mio figlio. Un'abbraccio a Luca e buona fortuna
Alessandra

alessandra cortini 06.04.10 11:39| 
 |
Rispondi al commento

[continua...]

Ora il bambino è in cura col Dottor Antonucci di BARI, neuropsichiatra infantile, medico D.A.N.! (Defeat Autism Now!), che ha cominciato da poco a fargli la terapia chelante, dopo un lungo periodo di preparazione con una dieta appositamente studiata sui suoi reali bisogni e sulle sue intolleranze.
Ora il bambino ha la speranza, se non di guarire del tutto, di conquistarsi il diritto di non essere più emarginato dalle maestre, dai dottori, dalla società in cui viviamo, che sa essere veramente spietata.
I miglioramenti che ha avuto finora e che continua ad avere riempiono gli occhi di gioia alla Madre e alla sua Educatrice, che ora è un po' una sorella, per lui.

Potete scegliere di credere o no a questa storia, ma resta il fatto che è vera e tangibile, come è vera e tangibile la caparbietà e la voglia di amare il suo bambino che ha avuto e che continua ad avere quella Madre.
Per chi cercasse prove tangibili, la madre sono sicuro che non avrebbe nessuna difficoltà a darle, a chiunque volesse approfondire la questione.

Ma per farlo ci vuole il coraggio di saper vedere il mondo con occhi diversi, con gli occhi di un bambino. Ci vuole una mentalità aperta e libera da preconcetti e pregiudizi.

Tutto questo è stato possibile con una semplice, stupida, imbarazzante CIOCCA DI CAPELLI.

Messa nelle mani giuste, però.

Buona vita a tutti, e vi prego, aprite gli occhi!!!

Vinciamo noi!!! (Matteo Dall'Osso docet)

Un abbraccio,

Nicola.


P.S. I dati del Dottor Mauro Mario Mariani, insieme al suo recapito telefonico e alla sua mail, sono presenti sul suo sito internet:

http://www.mmmariani.com

I dati del Dottor Nicola Antonucci di Bari, invece, li potete trovare qui:

http://www.emergenzautismo.org/content/view/611/41/

Buona fortuna!!! ;-)

Nicola Falvella, Villa D'Agri (PZ) Commentatore certificato 06.04.10 11:38| 
 |
Rispondi al commento

[continua...]

Naturalmente non prevedeva che anche dalle analisi del sangue del Policlinico di Bari il sangue del bambino risultasse pieno zeppo di Piombo, Mercurio, Alluminio, ecc. ecc. ...

Il "pediatra" sbiancò letteralmente, e farfugliando frasi senza senso disse alla madre che voleva avere copia degli esami, per "parlarne ai suoi colleghi"...

Naturalmente da quel summit di grandi cervelli uscì fuori che la madre male aveva fatto a percorrere quella strada, perchè "non ci sono, allo stato attuale, prove sufficienti per poter confermare la correlazione fra questa intossicazione e lo stato di salute di suo figlio"...

Roba che basterebbe fare 2+2, e cominciare a curare l'intossicazione e vedere se il bimbo migliora e riesce a guarire, prima di mettere il carro davanti ai buoi... ma si sa, il "buon senso" non lo insegnano all'università.

Nemmeno al Policlinico sapevano spiegare alla madre il motivo dell'intossicazione, che "sicuramente non era stata causata dai vaccini"...

Perchè? Perchè lo dicono loro, no?!?
Che uno scemo qualsiasi si chiede... ma i vaccini contengono metalli pesanti o no???
A quel punto dovrebbero rispondere...
"Sì, beh... mah... però.... signora...." e poi sparire nella vergogna.

Continuano incessantemente a prenderci per il culo.

E in tutto questo chi ne fa le spese? Un bambino che ha avuto la sola colpa di nascere in una società piena di idioti in cerca di denaro o celebrità, che hanno perso di vista il bene fondamentale: la salute dei propri figli.

Il bambino veniva cacciato dalle scuole perchè considerato un "pericolo pubblico" dalle maestre, e "una causa persa" dai dottori (pediatri, neuropsichiatri, ecc. ecc.)...

Ma era soltanto intossicato.

Ora ha una speranza di riprendersi, finalmente, tutto quello che gli era stato tolto ad 1 anno e mezzo, e di poter finalmente dire "grazie", e "ti voglio bene" a colei che non ha MAI smesso di combattere per lui, colei che non si è MAI arresa di fronte a niente: SUA MADRE.

[continua...]

Nicola Falvella, Villa D'Agri (PZ) Commentatore certificato 06.04.10 11:38| 
 |
Rispondi al commento

[continua...]

Così si misero d'accordo, e la madre tagliò una semplice ciocca di capelli al suo bambino, inviandola per posta al Dottor Mariani (di Ascoli Piceno), il quale a sua volta la spedì, per farla analizzare, a Chicago, in America, presso la Doctor's Data Inc., il centro di ricerca più affidabile ed esperto al mondo nell'ambito dei test del capello.

Il risultato del Mineralogramma fu per la madre veramente scioccante:
il bambino era intossicato oltre tutti i limiti da Piombo, Mercurio, Alluminio ed altri metalli pesanti.
Così sapeva finalmente cosa aveva provocato i disturbi di suo figlio.
E l'unica esposizione che questo bambino aveva avuto ai metalli pesanti, in quelle quantità, era stata, senza ombra di dubbio, il vaccino fatto ad 1 anno e mezzo.

Così il bambino ha cominciato una dieta disintossicante studiata apposta sulle sue esigenze e sulle sue intolleranze alimentari, e come primo risultato ha cominciato a non avere più problemi gastrointestinali, dopo 4 anni e mezzo.
Inoltre ha cominciato ad essere molto più sereno, attivo, cosciente di sé e degli altri e ad oggi è anche riuscito, con molto sforzo, a pronunciare qualche parolina, con lacrime di gioia della madre.

Nel frattempo la madre, naturalmente inviperita con il pediatra del suo bambino che in 5 anni non aveva saputo curare al piccolo nemmeno le diarree e i disturbi intestinali (non sapendoseli spiegare), andò a spiattellargli in faccia i risultati del mineralogramma.
Egli reagì com'era prevedibile, cioè rinnegando totalmente l'evidenza, in quanto non conosceva né aveva mai sentito parlare della reale efficacia ed attendibilità del "mineralogramma".
Così le chiese di fare le analisi dal sangue con il dosaggio di quei metalli pesanti al Policlinico di Bari, perchè "se il bambino è davvero intossicato, deve risultare anche da lì!!!"...
Naturalmente non prevedeva che anche dalle analisi del sangue del Policlinico di Bari il sangue del bambino risultasse pieno zeppo di...

[continua...]

Nicola Falvella, Villa D'Agri (PZ) Commentatore certificato 06.04.10 11:36| 
 |
Rispondi al commento

Cari amici,

voglio rivolgere un ultimo appello a chi ancora prende sotto gamba il problema dei vaccini e della loro pericolosità.

Il problema di fondo non è il vaccino in sè, ma la grande quantità di metalli pesanti, tra cui mercurio, piombo, alluminio, ecc. che viene usata per veicolare il vaccino stesso.

La correlazione fra Vaccini & Autismo non nasce dal Vaccino del Morbillo o della Rosolia in quanto tali, ma perchè i vaccini, in generale, contengono metalli pesanti.

Non siamo tutti uguali, abbiamo una predisposizione diversa a disintossicarci dai metalli pesanti, ai quali tutti siamo esposti.

Nel caso dei bambini autistici, molte volte capita che comincino a manifestare i primi sintomi dall'età di 2 anni circa, e secondo coloro che sostengono la teoria dell'intossicazione da metalli pesanti NON E' UN CASO.

La mia ragazza è un'educatrice professionale, quest'anno ha lavorato e lavora tutt'ora in un asilo di Altamura con un bambino con "tratti di autismo" e diagnosi di "iperattività".

Ascoltando la madre del bambino (il bambino ha 6 anni e non parla dall'età di 1 anno e mezzo), disperata perchè aveva girato centri per l'autismo specializzati in tutta Italia senza una risposta valida alle sue domande né una diagnosi credibile, questa educatrice si è posta una semplice domanda:

"Perchè fino ad 1 anno e mezzo il bambino era completamente normale, parlava e giocava come tutti gli altri, e dopo ha cominciato a non parlare più, ad essere sempre nervoso, iperattivo, agitato e ad avere problemi gastrointestinali (diarree frequenti)?"

"E se fosse stato il richiamo del vaccino fatto proprio in quel periodo?"

Così parlò con la madre, che chiamò il Dottor Mauro Mario Mariani (medico chirurgo, angiologo, segretario della Società Italiana Terapia Chelante, professore universitario di Nutrizione Biologica e Nutrizionista di Linea Verde), chiedendogli se potesse fare qualcosa per verificare l'ipotesi dell'intossicazione.

Così si misero d'accordo, e...

[continua...]

Nicola Falvella, Villa D'Agri (PZ) Commentatore certificato 06.04.10 11:33| 
 |
Rispondi al commento

gentile papa' sono mamma di un bimbo ora angelo di 10 anni......ti consiglio di guardati intorno, SICURAMENTE LE STRUTTURE ESISTONO
io mi soffermerei a capire come entrare in contatto con mio figlio instaurare un rapporto tutto vostro, il silenzio è migliore di tante parole e sicuramente TU E TUA MOGLIE riuscirete ad entrare in sintonia con VOSTRO figlio guardandolo e osservandolo standogli accanto
NON ACCECARTI DALLA RABBIA - LO STATO NON PUO' SOSTITUIRTI A TE - IN BOCCA AL LUPO

giuseppina z., torino Commentatore certificato 06.04.10 11:09| 
 |
Rispondi al commento

Caro davide

Io non posso aiutarti in nessun modo perchè non sono esperto di genetica, ne di leggi sull' assistenza ai diversamente abili, e questo mi dispiace, ma sentivo l'esisgenza di far sentire la mia voce, perchè sono intimamente dispaciuto per la tua situazione. Dirò cose inutili, ma esprimerò un sentimento.
Tu e tuo figlio sareste potuti essere felici,se ci fossimo creati una società diversa da questa che abbiamo. Una società composta da una minoranza di agguerriti mariuoli dotati di tutti i poteri e che tiene per le palle una maggioranza di gente ipnotizzata dalla disinformazione. Il guaio è che tutto questo causa l'inquinamento irreversibile dell' unico elemento vitale in cui l'uomo riesce a vivere ossia L'AMORE. Il mio ideale è un mondo in cui quello che ha tuo figlio sia semplicemente una varietà, se non un arricchimento della società. Tutto l'aiuto che io ti posso dare è prometterti che lotterò con tutte le mie forze affinchè il mondo in cui vivo si avvicini anche di un pochino, anche solo di un millimentro all' ideale di mondo in cui tuo figlio essendo se stesso possa essere un anima inclusa nella società, e fonte di richezza, un mondo in cui un padre come te non deve immaginare nemmno lontanamente di "andarsene" portandosi suo figlio: Un abbraccio a te e tuo figlio.

Massimo esposito 06.04.10 10:55| 
 |
Rispondi al commento

rivolgiti al dottor massimo montinari,credimi.

rita polidori 06.04.10 10:31| 
 |
Rispondi al commento


http://www.lswn.it/biologia/articoli/individuato_uno_dei_geni_coinvolti_autismo

antonella g. Commentatore certificato 06.04.10 10:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

l'autismo può essere provocato dalle vaccinazioni, basta leggere il libro di Roberto Gava "vaccinazioni pediatriche", l'unica cosa che ti posso consigliare è di leggere quel libro

Roberto Giorgi 06.04.10 10:22| 
 |
Rispondi al commento

caro davide,sono pietro papa di angela affetta da autismo e abito in lombardia
anche qui da noi i genitori di ragazzi autistici hanno molti problemi da affrontare per difendere il diritto dei loro figli a poter vivere una vita dignitosa ma ti posso assicurare che molto di quello che riusciamo a concretizzare è ciò che facciamo uniti e insieme alle altre persone che sono sensibili ai problemi dei "diversi"
cordiali saluti pietro soldo

pietro soldo 06.04.10 10:13| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Davide.
prova a visitare questo sito http://www.corvelva.org/
Spero Ti possa essere d'aiuto
Ciao e auguri

Stefanoi Zanin 06.04.10 10:02| 
 |
Rispondi al commento

Sarebbe importante capire la percentuale di autismo di tuo figlio. Ciò può essere fatto solo attraverso una buona diagnosi.
Dalla diagnosi si potrà progettare un intervento...
Sono uno psicologo (lavoro in comunità anche con ragazzi autistici) e posso dirti per esperienza diretta che alcuni migliorano. Certo non si guarisce e lo stato dell'arte è fatto di 3 teorie che ancora vengono dibattute.
Cmq, spero di tranquillizzarti, mi sembra scientificamente improbabile e remota l'ipotesi secondo la quale l'autismo sarebbe conseguenza delle vaccinazioni. Comprendola disperazione di famiglie lasciate a se stesse di fronte a problematiche nelle quali lo Stato dovrebbe intervenire per sostenere tutto il nucleo famigliare coinvolto che invece è costretto a grossi stress psicologici.
Cmq esistono dei centri specializzati in autismo anche qui in Italia, se hai bisogno di qualche informazione sarò felice di aiutarti.
Buona fortuna!

ERMES CAMPOFILONI, torino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.04.10 09:45| 
 |
Rispondi al commento

Ciao,
io curo me ed i miei bambini solo con l'omeopatia. Gli omeopati sostengono da anni che i vaccini sono pericolosi ed in alcuni casi ci può essere anche una relazione con l'autismo...

gina formiggini 06.04.10 09:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Davide....
mi chiamo remo ruggerini sono consulente per un azienda che si chiama "obiettivo risarcimento" il mio lavoro è quello di aiutare la persone che hanno subito un danno da parte di terzi (malasanità - incidente sul lavoro - incidente stradale)ad ottenere il giusto risarcimento .
io mi batto contro la compagnia di assicurazione di chi ti ha procurato il danno in modo totalmente gratuito.
se vuoi contattarmi posso spiegarti meglio quanto possiamo fare per te e per le persone che come te stanno subendo e non hanno le possibilità economiche per intentare una causa.
un saluto ed un bacio ai tuoi figli.
rr

remo ruggerini 06.04.10 09:26| 
 |
Rispondi al commento

Il testa di cazzo che ha ha scritto il post dando del coglione a chi a scritto sta lettera è sicuramente un provocatore di merda che meriterebbe di morire tra agonie e tormenti.

Grillo cancella quel post per rispetto nei confronti di chi ti ha inviato la lettera.

Andrea Delle Piane 06.04.10 09:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi chiamo Oreste e sono anch'io il papà di un ragazzo autistico. Vorrei dire a Davide che ci sono diverse associazioni in Italia che raccolgono e mettono in contatto genitori di bimbi e ragazzi autistici, permettendo di scambiare esperienze e pareri. Non siamo soli e possiamo aiutarci tra noi, anche perchè molto si può fare per i nostri ragazzi. Io sono iscritto all'Associazione Asperger (www.asperger.it).

Oreste De Rosa 06.04.10 09:19| 
 |
Rispondi al commento

PERCHE' quell'imbecille che ha scritto "ma va a cagare, coglione, lavora, ecc., non si firma?

OLTRE CHE PEZZO DI M....DA SEI ANCHE UN VIGLIACCO

GRAZIELLA PIERINI, CITTA' DI CASTELLO Commentatore certificato 06.04.10 09:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

va a cagare va, coglione, lavora!!
pensi di essere il solo ad avere di questi problemi!
avete un sacco di sgevolazioni sulle tasse e aiuti in altri modi, sciacallo di tutta la verita'.....

grillo documentati prima di mettere lettere strappacuore per raccogliere consensi!!!

va fan .... 06.04.10 09:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Provato col metodo Tomatis?

Eugenio O. Commentatore certificato 06.04.10 08:53| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Davide, chiedi a Beppe di aprire una sottoscrizione per il tuo bimbo. Troverai tanti amici che non ti immagini neanche. Beppe è garanzia di correttezza e sarai aiutato.
Ciao ed un abbraccio enorme al tuo bimbo.
Maurizio.

Maurizio Zoboli 06.04.10 08:48| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Davide...
In toscana ci sono scuole apposite per i bambini con il problema di Luca...
Usano l'ippoterapia e, per esperienza non diretta, posso dirti che un po' aiutano...
Non troppo, è vero, ma è già qualcosa!
Io non so che gravità di autismo abbia tuo figlio, ma non credo che c'entri con le vaccinazioni.... Mostra tutto
Daniel è un bambino autistico, figli di genitori comuni, con le vaccinazioni comuni e non esposti a particolari condizioni, eppure e autistico...
Qui a Reggio Emilia è pieno di bambini autistici... Non voglio certo pensare che sia colpa della nostra terra!

ilaria c. 06.04.10 08:12| 
 |
Rispondi al commento

Mi chiamo Nerina. Sono la Presidente di una Fondazione nata nel Veneto nel 2009 (e che si sta allargando anche alla Lombardia) che vuole sostenere in ogni modo possibile i bambini e ragazzi affetti da autismo e le loro famiglie.
Non ho figli e non sono nè medico nè psicologa. Il grande dibattito che leggo sul blog dimostra come su questo disturbo che pervade la vita di chi ne è affetto e spesso distrugge quella della sua famiglia le conoscenze siano ancora enormemente carenti, specie in Italia dove ben pochi sono i fondi destinati agli approfondimenti su questo devastante problema. Non voglio entrare nel dibattito "scientifico". Mi risulta che ad oggi non vi siano evidenze scientifiche sul fatto che la causa del problema siano i vaccini nè che i trattamenti appropriati siano legati a diete o altri esperimenti di natura bio chimica (uso di chelanti, tra l'altro pericolosissimi). Mi risulta anche che per ora le uniche metodologie realmente "funzionanti" per accrescere le abilità dei bambini autistici e migliorarne l'autonomia siano percorsi psico-educativi strutturati individualmente da psicologi esperti. Il neuropsichiatra è figura spesso controversa, ma il suo intervento farmacologico si rivela talvolta indispensabile se all'autismo si abbinano altre patologie come l'epilessia. Si tratta di un mondo di grande dolore e sofferenza sul quale è indispensabile concentrare sforzi e risorse, cosa che le istituzioni non hanno ancora compreso del tutto. Personalmente e come rappresentante di tutte le famiglie che hanno aderito a Oltre il Labirinto sono molto vicina a tutti i genitori disperati di cui leggo. Mi limito a un consiglio davvero sincero: informatevi, rivolgetevi alle associazioni dei genitori (Angsa in particolar modo) e non fatevi condizionare dai molti ignobili ciarlatani che speculano sul disagio profondo dei vostri ragazzi. Nerina

nerina mirotti 06.04.10 03:50| 
 |
Rispondi al commento

Per errore è stato inviato un comunicato riguardo la mancata raccolta differenziata nel centro storico di Trani ed inserito nella sezione commenti alla lettera di Davide.
Ovviamente non centra niente.
Ce ne scusiamo con Davide e con i lettori del BeppeBlog.

piero arco 06.04.10 01:41| 
 |
Rispondi al commento

A Trani, città slow - ma solo per il traffico - e del "vivere
bene" (così è scritto su cartelli messi dall'amministrazione
comunale) manca la raccolta differenziata.
Gli abitanti del centro storico che abitano nel quartiere Ebraico
(Via la giudea, Via San Martino e tutta la zona nei dintorni della
Cattedrale) che vogliono differenziare carta e plastica devono fare
un bel pò di strada per riuscire nel loro intento: i cassonetti più
vicini sono davanti al carcere femminile, in Piazza Plebiscito, che
distano all'incirca 800 metri.
Eppure la raccolta differenziata è obbligatoria...

Anche i cassonetti dei rifiuti solidi sono per incanto diminuiti.
Chi abita in quelle zone è costretto a percorrere diverse centinaia
di metri, dato che i cassonetti più vicini alla suddetta zona sono quelli situati alle
spalle del Tribunale. Di conseguenza, basta farsi un giro nel centro
storico per vedere sacchetti pieni di spazzatura abbandonati un pò
ovunque: All'inciviltà di qualche cittadino si aggiunge quella più
grande delle istituzioni praticamente incapaci di tutelare un patrimonio così importante come il nucleo storico di Trani.
Altro che sviluppo economico!
In alcune zone poi, come dietro il Museo Ebraico, la pulizia non viene fatta quotidianamente!

Eppure la maggior parte di noi la tassa per la raccolta rifiuti la paga!

...Benvenuti a Trani, città "del vivere bene".


Cordialmente.

Abitanti del Centro Storico


piero arco 06.04.10 01:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

salve Davide,
oggi ho letto il tuo messaggio. sono un giovane ricercatore, lavoro a LOndra, ma non mi occupo di autismo. non essendo un esperto non voglio mettere parola ma oggi, dopo aver visto il tuo messaggio, mi sono leggermente documentato con recente letteratura scientifica (pubblicazioni di fine 2009-2010). devo dire che il commento di PAolo Cornaglia e' quello che ho trovato piu' corrispondente alla letteratura attuale. ti dco questo solo perche' da quello che ho letto (British Medical Journal e Cell Molecular neurobioogy, le persone dovrebbero mettere le fonti..) che non e' stata dimostrata assoluta correlazione tra le patologie che vengono raggruppate sotto il nome di autismo e le vaccinazioni dei genitori; a quel che ho letto da queste due autorevoli pubblicazioni sono importanti fattori genetici, metalli pesanti, carenza di acido folico (nel piccolo). Al massimo vengono ipotizzati casi di immnoincompatibilita' con la madre durante la gravidanza ma nulla di piu'. Ripeto non sono un esperto e ma non cercare di trovare la causa dandotene una colpa che sembra non esistere. non giova a te ne al tuo bambino penso.
Quello che posso dirti e' che vorrei scrivere al "Fatto" di Padellaro (sono abbonato) . IN passato si sono occupati di situazioni simili (ricordo una bambina colpita da malattia rara). magari se catturiamo la loro attenzione possono accendere un riflettore sulla tua denuncia di carenza dello stato e di strutture pubbliche riguardo a questo problema che -purtroppo- interessa non poche famiglie. Se entro domani non mi chiedi di "non procedere", domani sera invierò una mail alla redazione del FAtto. Anzi, invito tutti gli abbonati che leggono questo post a farlo, piu' siamo meglio sara'.
Ultima cosa...statisticamente un cretino su 100 post lo dovevi trovare...non te ne curare. Siamo tutti orgogliosi del lavoro che fai, come lo sara' sicuramente anche la tua famiglia e come lo era il nostro amato Presidente Sandro Pertini.
Nicola M.


nicola maiorano 06.04.10 00:32| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Davide, anch'io sono una mamma di un bambino Alessandro di 5 anni con disturbo pervasivo dello sviluppo, il mio bimbo percepisce una indennita' di frequenza per il periodo scolastico,(9 mesi) questo ci aiuta a far fronte in parte alle spese che dobbiamo sostenere per le varie sedute , che sono anche qui a pagamento, anche perche' noi viviamo in provincia di torino e tramite asl non offrono molti servizi, parlano sempre di progetti che vengono poi bocciati, mi auguro che in un futuro prossimo visto l'aumento notevole di casi di autismo possano aiutare i ns. bambini per poter affrontare un futuro migliore, anche noi siamo in dubbio che la causa possa essere stata un vaccino, ma come voi non abbiamo prove tangibili. Purtroppo, non ci resta che affrontare il problema vivendo alla giornata e sperando che il domani sia sempre migliore. Un saluto.

Tania Rodella 06.04.10 00:25| 
 |
Rispondi al commento

Caro Davide, credo di riuscire a comprendere la tua apprensiione e tutte le preoccupazioni a riguardo del futuro di tuo figlio. Credo però che dal punto di vista della cura di tuo figlio tu sia fortunato a trovarti a vivere in Italia.
Sono infermiera e lavoro in un centro che somministra le terapie che gli americani spacciano per miracolose in questi casi.
Ti garantisco che la sensazione è che gli americani non abbiano tralasciato la strumentalizzazione del bisogno, e, in quanto ad essere 20 anni avanti...direi proprio di no.
Queste terapie vengono somministrate senza alcun riguardo per sistemi di sicurezza che,in Italia, impediscono incidenti sicuramente mortali.

luisa l 06.04.10 00:21| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo, sono madre di un ragazzo di 23 anni, autistico da quando ne aveva 4 e per le sue cure che abbiamo affrontato privatamente noi genitori ci siamo privati di tante cose e indebitati. Su Facebook ci sono gruppi che hanno intrapreso lotte e iniziative per il riconoscimento e il sostegno di questa patologia, iscriviti e cerca Alessandro Capobianchi, è padre di 3 figli autistici e gli dobbiamo tanto. Uniti si può, almeno ci proviamo. Un abbraccio.

Adele Adani 06.04.10 00:15| 
 |
Rispondi al commento

Sono un'educatrice professionale e lavoro per una cooperativa piemontese molto attenta a queste tematiche. Scrivo questo mio commento per informare senza alcuna presunzione ma solo per dovere civico questo padre legittimamente disperato che la realtà presso cui opero offre sostegno e progettualità a soggetti autistici e alle loro famiglie.
Sul sito della cooperativa sociale www.domuslaetitiae.org c'è la possibilità di informarsi sul progetto specifico che si chiama GPS (Genitorialità e Percorsi di Sostegno)di cui invio il link http://www.domuslaetitiae.org/progettogps.cfm
Elisabetta

Elisabetta Riva 05.04.10 23:32| 
 |
Rispondi al commento

@Davide

Per il Mineralogramma, caro Davide, contatti il Dottor Mauro Mario Mariani:

http://www.mmmariani.com/

Le farà fare quello più attendibile, a Chicago con la Doctor's Data Inc., di gran lunga il più affidabile centro al mondo per il test del capello, e poi le concederà una visita per leggerlo insieme a lei.

Oppure non esiti a contattare il Dottor Antonucci di Bari, per mail o per cellulare, sicuramente saprà aiutarla al meglio!!!

http://www.emergenzautismo.org/content/view/611/41/


Un abbraccio!!!

Nicola Falvella, Villa D'Agri (PZ) Commentatore certificato 05.04.10 23:21| 
 |
Rispondi al commento

Sono sconcertato, la storia del padre militare mi colpisce particolarmente. Anch'io sono in causa con l'ospedale (non lo stesso) per un danno verso mio figlio Enrico,non così grave, ma ..
Bisogna fare rumore, rompere i timpani il più possibile! Fatti sentire fratello! Tu che sei il vanto di una patria .. che non ti ama .. Fatti sentire! Chi ti scrive non è nessuno, e magari non sarebbe nessuno in qualsiasi altra parte del mondo.. ma in italia poi......

andrea vergalito, Campobasso Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.04.10 22:58| 
 |
Rispondi al commento

Mah...conosco la tizia del video e sinceramente se fossi il curatore del blog mi chiederei fino a che punto sia normale dare credito illimitato a qualunque dichiarazione. Sentire le due campane è troppo difficile? Nessuno, infatti, ci assicura che sia effettivamente successo quanto dichiarato dalla signora in questione. Saluti LX

Luca X 05.04.10 22:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Davide,
ho letto la tua lettera e il tuo grido d'aiuto e mi sono detto "vediamo come risponde il blog!". Sono davvero felice che tu abbia potuto trovare persone competenti disponibili ad aiutarti. Purtroppo io non conosco nulla del caso. Volevo solo mandarti un abbraccio "virtuale", per quello che vale...
in bocca al lupo, con tutto il cuore. se c'è qualcosa che posso fare, non esitare a chiedere!


io lavoro in una cooperativa sociale della Lombardia che tratta attraverso la neuropsichiatria casi di bambini, ragazzi e adulti affetti da disturbi generalizzati dello sviluppo e in particolar modo Autismo. la "soluzione" per tuo figlio purtroppo non sta nella chimica, alcuni aspetti saranno importanti, l'alimentazione è solo uno dei nuovi tentativi ma credimi, non ci sono studi scientifici seri sui risultati. attento che tante case farmaceutiche, promotrici di queste nuove terapie, hanno visto muovi margini di reddito. in attesa che gli studi fatti come si deve vengano portati avanti, ti consiglio di portare tuo figlio, mentre è ancora giovane, ad apprendere e migliorare le abilità che gli "mancano". saranno una risorsa, comunque vadano le cose in futuro, per la sua e la vostra qualità della vita. insegnategli a comunicare con le immagini, insegnategli le abilità sociali, domestiche, preprofessionali, di base, la gestione del tempo libero...
avrei tante cose da scriverti ma la cosa migliore che potete fare è farvi aiutare da chi conosce bene l'autismo e non vi vuole vendere prodotti o diete miracolose ma vuole accompagnarvi a conoscere meglio vostro figlio e il suo modo di strutturare il mondo. ad oggi, nessuno è guarito dall'autismo e la nostra struttura di Codogno (LO) accoglie anche adulti senza più famiglia. speriamo che la regione puglia si dia da fare in merito copiando i modelli sanitari già avviati qui da noi. un saluto, tanta comprensione e buona fortuna, serve anche quella per farvi incontrare le persone giuste!

Fabiano Cabrini, Castelnuovo bocca d'adda Commentatore certificato 05.04.10 22:46| 
 |
Rispondi al commento

Non esiste correlazione alcuna tra vaccini e autismo. Il lavoro scientifico che lo sosteneva anni fa è stato ritirato e classificato come falso.
La pubblicazione sul British Medical Journal del fabbraio 2010 mette la parola FINE sulla questione.
Chi specula ancora e chi ancora esprime paure deve smetterla e documentarsi.
Sul sito camici e pigiami trovate tutte le spiegazioni necessarie
Non c'è alcuna ragione di andare in Australia né altrove. L'autismo non è una malattia ma una ventina di malattie molto diverse tra loro con cause soprattutto genetiche. Non ci sono cure né diete, nessuno guarisce. Ma tutti migliorano, imparano, crescono, a patto che si sappiano educare in modo appropriato. Indispensabile che genitori, insegnanti e medici lavorino insieme. Il percorso riabilitativo è sempre personalizzato.
Prima di dare risalto ad appelli privi di senso, per piacere, documentatevi con rigore.
pcf


Ciao Davide, purtroppo si, spesso le cause sono iatrogene.
Sono una naturopata e ho un cugino che è autistico e purtroppo anche la medicina "ufficiale" non ha escluso che le cause potrebbero essere i vaccini.
Per la mia professione sono stata l'anno scorso ad una conferenza di un medico belga, che molti anni fa però ha abbandonato la medicina tradizionale preferendo le cure alternative, al fine di aiutare le persone a guarire se stesse e lui concorderebbe sicuramente con quanto detto, in quanto trattasi di un'esperienza vissuta da lui direttamente. Potresti magari fare un salto in Belgio a trovarlo, è sicuramente più fattibile rispetto ad organizzare un viaggio in Australia.
Se hai bisogno dei suoi dati mi puoi contattare quando preferisci.
Un abbraccio forte.
Marilù (x gli amici)

Maria Luisa Rossi 05.04.10 22:27| 
 |
Rispondi al commento

@ Roberto Totaro

Bene, dato che è così convinto delle sue teorie che già si aspettava repliche che la smentissero, la invito caldamente a vedere quest'intervista del Dottor Nicola Antonucci di Bari, neuropsichiatra e medico "D.A.N.!" (Defeat Autism Now!).

http://www.emergenzautismo.org/content/view/649/48/

Se avrà avuto la pazienza di ascoltare le parole di questo dottore avrà sicuramente capito che questo non è un uomo in "malafede", ma un uomo che ha DOVUTO fare RICERCA per curare sua figlia, autistica.
Ora fa la spola fra l'Italia e l'America per insegnare agli altri tutto ciò che ha imparato, quindi credo che non avrà problemi a risolvere ogni sua perplessità sul suo lavoro.
Lo contatti e poi ci faccia sapere CHI ha convinto CHI e su COSA.

La verità è che ci sono tante ricerche che affermano che l'autismo non c'entra niente con l'intossicazione da metalli pesanti, così come ce ne sono ALTRETTANTE che dimostrano ESATTAMENTE IL CONTRARIO.
La differenza fra le due versioni è che le ricerche che "SMENTISCONO" sono state fatte subito DOPO quelle che dimostrano il possibile collegamento fra i metalli pesanti, e quindi i Vaccini, e l'Autismo.

La stessa regola vale per la Sclerosi Multipla.

Matteo Dall'Osso forse non le ha insegnato proprio niente.

Qui non si tratta di "togliere un gran peso dallo stomaco" a qualcuno, mi sembra più un non voler accettare e nemmeno verificare fino in fondo una realtà incontrovertibile:
il potere delle lobby farmaceutiche che fanno e disfanno a loro piacimento perchè non sono pagate per fare ricerca, ma sono pagate solo per ciò che producono. Sono aziende che pensano solo al profitto perchè non conviene loro fare ricerca.

Le sembra un gran sacrificio far fare un semplice mineralogramma, o test chelante, o analisi delle porfirine urinarie per vedere se il bimbo autistico è o non è intossicato???

Non si tratta di far curare il bimbo da un santone fidandosi degli oroscopi, ma solo di fare dei test per vedere se è intossicato!!!

Nicola Falvella, Villa D'Agri (PZ) Commentatore certificato 05.04.10 22:25| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti, sono il Davide che ha scritto la lettera a Beppe. Intanto ringrazio Beppe per la sua disponibilità e per la sensibilità dimostrata, quando ho visto la mia lettera pubblicata sono rimasto scioccato, non credevo ai miei occhi!
Ringrazio di cuore tutte le persone che hanno espresso la loro solidarietà ... mi hanno davvero commosso!
Voglio precisare qualcosa:
- Luca è affetto dal disturbo pervasivo dello spettro autistico, e svolge attività di ippoterapia idroterapia, musicoterapia e logopedia. Per quanto riguarda il mineralogramma, abbiabo eseguito il test tramite una società milanese, ma non abbiamo trovato nessuno capace di poterlo "leggere", alcuni medici mi hanno riso quando l'ho presentato.
- Il dott. Montinaro l'ho contattato una sola volta sul cellulare, e non è stato molto diposnibile con me, mi sembrava molto seccato per il fatto che lo avevo contattato al cellulare.
- Per quelli che parlano del mio lavoro, che non disprezzo, credo che sia fuoriluogo parlare di pace o guerra, qui non centra nulla, si parla solo di un bambino.
Ringrazio davvero tutti di cuore ... sopratutto Beppe

Davide C. 05.04.10 22:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Carissimo Davide C., non sei solo. Capisco tutto il tuo sgomento. Il 12 giugno a Sagliano Micca (Bi) ci sarà una grande festa in ricordo di mia moglie morta 3 anni fa a 39 anni dedicata all'autismo. Il nostro obiettivo sarà creare una enorme cassa di risonanza, perchè anche noi avendo toccato con mano il problema , ci siamo resi conto delle enormi difficoltà alle quali andate incontro. Terremo informato il blog di Beppe Grillo su quello che riusciremo a fare, e ti giuro che cercheremo una formula per urlare più forte possibile. Il tutto è organizzato pro Domus Laetitiae di Sagliano. Se visiti il loro sito www.domuslaetitiae.org scoprirai quante cose stanno facendo in svariati campi compreso l'autismo. Ti abbraccio forte e risentiamoci.
Luca Grosso

Luca Grosso Commentatore certificato 05.04.10 22:06| 
 |
Rispondi al commento

Caro Davide, anche io ho 2 figli e Fabrizio, il piccolo di 10 anni, ha lo stesso problema di Luca;
non mi dilungo sul fatto che ti comprendo(è sottointeso) l'unica cosa che ti posso consigliare è di non pensare troppo al futuro in quanto crea inutile ansia che non aiuta nè Luca, nè la tua famiglia; io e mia moglie ormai viviamo alla giornata nel senso che sono già tali i problemi contingenti da non poterci permettere di pensare cosà accadrà quando non saremo più in vita.
Comunque non dimenticare che c'è sempre un fratello, come nel caso di mio figlio Fabrizio.
Prova, se non l'hai già fatto a contattare l'assoc.nazionale genitori autistici(A.N.G.S.A.)
possono aiutarti a risolvere parecchi problemi.
Ciao, un abbraccio.

sandro viviani 05.04.10 21:53| 
 |
Rispondi al commento

Non entro nel merito delle cause sull'autismo e relative, eventuali cure; ma nello stile scorretto di alcuni interventi assolutamente censurabili. E' chiaro che la regione Puglia dovrebbe intervenire a sostegno, non solo di Davide, ma di tutti coloro che abbisognano di prestazioni sanitarie. Se le risorse sono insufficienti, si trascuri qualche altro intervento a favore della salute e del futuro dei figli di questa terra. Sono convinto della bontà d'animo di tutti i pugliesi e della preparazione dei nostri medici; ne ho prova personale, e da questo blog. Alimentiammo la Fede! Sostenianmo la Speranza! E confidiamo nella Provvidenza. Bisogna avere grande forza, non lasciarsi prendere dalla disperazione. Tendere la mano, non risolve il problema di fondo. Condivido il suggerimento di quel Gentiluomo che propone il coinvolgimento del Presidente Vendola: è Uomo sensibile a problemi di questa natura. Infine un ivito ed un suggerimento:
In una società civile, non è consentito a nessuno rivolgere anonimi insulti, nella certezza dell'impunità; suggerisco perciò
l'adozione di un filtro per eliminare lettere scurrili pegne di insulti e volgarità.

franco t. Commentatore certificato 05.04.10 21:49| 
 |
Rispondi al commento

Sono ben 38 anni che mi batto disperatamente per dimostrare che l'Autismo come molte altre innumerevoli malattie iatrogene degenerative sono causate dai VACCINI. Sono stato costretto a veder morire due figli e salvarne un terzo, strappandolo letteralmente dalle mani dei medici che lo volevano assolutamente morto come i suoi fratelli fin dal 1984. Quest'anno questo mio figlio, pur con i suoi handicap vive e compirà ad agosto 34 anni. Credo di aver dedicato tutto me stesso per più della metà della mia vita per smascherare l'inutilità e la grande pericolosità dei vaccini che, a breve o a lungo termine producono queste atroci malattie mortali o invalidanti. Oggi mi ritrovo a quasi 69 anni e sto ancora lottando per far capire alla gente quante vite e di conseguienza quante innumerevoli famiglie sono state colpite da queste calamità procurate volutamente da chi ha interesse, prettamente economico, per continuare a produrre queste atrocità solo per mantenere in piedi una sanità ormai traballante nel suo insieme. E' vero che non si può fare nella sanità di ogni erba un fascio, visto che molti medici ormai si sono accorti di queste volute calamità procurate non da un fato ma da qualcuno che ha interesse a produrle. Per fare un esempio basta vedere la macroscopica BUFALA dell'INFLUENZA SUINA che ha prodotto dispendio di denari pubblici, oltre alle galamità già segnalate dall'Agenzia Italiana del Farmaco, senza portare alcun beneficio alla collettività. In questa bagar d'interessi è in gioco la nostra salute oltre che L'AVVENIRE DELLE FUTURE GENERAZIONI.

Giorgio Tremante 05.04.10 21:46| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

1-A Bari, se nn sbaglio al policlinico, lavora il Prof. Montinari
2-www.comilva.org : cercare "danni da vaccini
3-A Rimini: avv. Ventaloro : ha vinto tante cause e, se associati al comilva, lavora anche gratuitamente. E' estremamente preparato

Auguri di cuore

carlo poma 05.04.10 21:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Davide,
sono un'educatrice professionale di Altamura. Da qualche mese, grazie a Beppe, alla storia di Matteo Dall'Osso ed alla mia fame di conoscenza, mi si è aperto dinanzi agli occhi un mondo fatto di Verità nascoste...completamente nascoste a noi...ovvero tutte le conseguenze negative a cui può portare l'intossicazione da metalli pesanti!!
Seguo un bambino di 6 anni che presenta tratti autistici più un disturbo di iperattività e assenza del linguaggio. Non ha una diagnosi precisa perchè tutti i medici si sono sempre espressi con "Non sappiamo cos'ha".
Il bambino ha cominciato a manifestare questi disturbi all'età di 15 mesi. Dagli esami non è mai risultato nulla..nessun danno biologico. La madre ha sempre sospettato dei vaccini, ma i medici incontrati, anche specialisti importanti, le hanno sempre risposto che è impossibile..che sono cavolate.
In realtà c'è un esame che può dimostrare se una persona è o meno intossicata, e questo esame è il Mineralogramma del capello. Essendo a conoscenza di ciò, l'ho consigliato alla mamma e l'ho indirizzata dal dott. Mauro Mario Mariani. Risultati: altissimi livelli di intossicazione da mercurio, piombo, alluminio e altri.. un grande punto di partenza!! Facendo ulteriori ricerche, la mamma ha conosciuto un medico DAN neuropsichiatra infantile di Bari, il dot. Nicola Antonucci: uno dei pochi che hanno portato in Italia queste ricerche americane e che ha "sbloccato" tantissimi bambini autistici. Su google e youtube c'è parecchio materiale. Per qualsiasi altra info puoi contattarmi all'indirizzo mail (mary.b85@hotmail.it). Cmq io ti consiglio di contattare il dott. Antonucci. Posso darti i suoi recapiti e info più precise per mail.
So che può sembrare assurdo, ma è realtà.. quella che non vogliono farci conoscere..
Io sto facendo il possibile per far conoscere tutto ciò.. anche per i bambini che verranno!!
Spero che possa esserti di aiuto!
In bocca al lupo... e ricorda che..
VINCIAMO NOI!!!!!

Maria Bruna 05.04.10 21:29| 
 |
Rispondi al commento

Il problema dell'autismo dovrebbe essere affrontato e risolto da questo governo. Visto che i precedenti non ci sono riusciti. E' ora che chi governa in Italia si preoccupi e risolva i problemi degli Italiani. E' vergognoso che non si prendano in considerazione patologie così pesanti e poi ostentano il partito dell'amore, dal centro destra al vaticano. Questi sono i veri problemi da affrontare in tempi brevi senza nessun ostacolo. Incarichiamo il cardinale Bagnasco di farsi promotore. Dimostrino di avere a cuore i problemi di chi soffre. Altrimenti tacciano. D'ipocrisia ce n'è fin troppa.

stefano collica, Villanova Mondovì Commentatore certificato 05.04.10 21:18| 
 |
Rispondi al commento

ciao davide, mi chiamo andrea, scrivo da recanati e per certi versi ho vissuto una situazione simile alla tua, avendo 2 fratelli entrambi disabili.
la tua lettera mi ha molto colpito, soprattutto quando dici che la tua maggiore preoccupazione riguarda il futuro di luca, un giorno quando tu e tua moglie non ci sarete più. io mi sento di consigliarti un centro che sta a Foggia, è il Centro di Medicina Sociale del dott. Mariano Loiacono, c'è anche il sito internet,

http://www.nuovaspecie.com/IT/files/index.php

secondo me potrebbe darti una mano per tante cose, è un centro che esiste da più di 30 anni che si occupa del disagio diffuso, malattie mentali, depressione, ansia, schizofrenia ecc. il bello che fa tutto questo senza usare nessun tipo di psicofarmaco. chiamala se vuoi psichiatria alternativa. il Centro di medicina sociale è frequentato da persone molto competenti, umane e molte di loro sono uscite da situazioni di disagio personale anche molto forte, questo per dirti che troverai un ambiente ben diverso da qualsiasi altro centro medico psichiatrico e psicoterapeutico.
per inciso a me se tu vai non me ne viene niente.
ma se prendi in considerazione ciò che ho scritto fammelo sapere
ciao
andrea

Andrea Bontempo Commentatore certificato 05.04.10 21:17| 
 |
Rispondi al commento

Credo che la quota della civiltà di una nazione si misuri dall'attenzione che si riserva ai più deboli.
Nei paesi scandinavi non esiste essere umano abbandonato dallo Stato, anzi, attorno ai più sfortunati vi è una rete di protezione sociale "a prova di bomba". Da noi, in Italia intendo, la solidarietà si fa solo a parole. Nei fatti, chi ha grossi problemi di disabilità viene lasciato ai margini, e questo dà la misura della barbarie che divora questo paese di malfattori e di spettatori...

Carlo B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.04.10 21:03| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Davide, prova anche anche con l'ippoterapia (devi rivolgerti a centri ANIRE) il contatto con i cavalli è un ottimo ausilio .
Un abbraccio .Giuseppe

giuseppe oceani 05.04.10 20:48| 
 |
Rispondi al commento

Premesso che mi dispiace moltissimo per la situazione in cui si trova Davide, vorrei almeno rassicurarlo sulla eventualita` che le vaccinazioni possano essere stata una causa o concausa del problema di Luca. Tempo fa un medico inglese aveva ipotizzato che un conservante utilizzato in molti vaccini potesse causare sindromi di tipo autistico quando somministrato ad alcuni bambini. Ora, prima di tutto vorrei far notare che si tratta di vaccini somministrati *ai bambini* non ai padri. In seconda istanza, vorrei far sapere a Davide che questa ipotesi, nonostante tutto il rumore fatto a suo tempo, e` stata provata come falsa sia negli Stati Uniti che nello stesso Regno Unito. Ripeto: secondo le ricerche piu` recebti ed affidabili non c'e` alcuna connessione tra vaccini somministrati ai bambini (e tantomeno ai padri ) e sindromi autistiche.

So che suona arrogante, ma devo dirlo subito dato che sono certo che qualcuno ribattera` a questo mio commento: chi insiste a dire che i vaccini sono causa di autismo o e` male informato o e` in malafede. Molti giornali hanno dato incredibile risalto alla "notizia" originale, ma (come al solito in questi casi) praticamente nessuno ha rettificato quando studi piu` seri e attendibili hanno smentito l'ipotesi iniziale. Per questo molta gente e` ancora convinta che vi sia una relazione causale tra le due cose.

Lo so che questo non aiuta a superare le difficolta` pratiche, ma almeno Davide si potra` togliere un gran peso dallo stomaco.

Roberto

Roberto Totaro 05.04.10 20:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Mario, prova anche con l'ippoterapia (i centri pero' devono essere certificati ANIRE) . Il contatto con i cavalli è un ottimo ausilio.
Giuseppe

giuseppe oceani 05.04.10 20:43| 
 |
Rispondi al commento

Ciao, mi chiamo Andrea Tosatto e sono uno psicologo. vivo negli EMIRATI ARABI e qui la percentuale di bambini affetti da autismo e' doppia rispetto alla media mondiale....alcuni ritengono a causa di matrimoni tra consanguinei.
Ho lavorato e lavoro tuttora con i bambini autistici e ti posso garantire che in America come qui, come in Europa nessuno e' avanti rispetto agli altri...tutti procedono per tentativi soprattutto perche' nessuno ha ancora capito da cosa dipenda l'autismo....c'e' chi sostiene sia una malattia genetica, chi pensa sia un disordine del sistema immunitario dovuto ad un'intossicazione da vaccini e metalli pesanti, chi una patologia intestinale che condiziona la mente. La terapia piu' in voga e' l'ABA che in realta' non e' una terapia ma un escamotage per permettere ad un bambino autistico di progredire da un punto di vista del funzionamento sociale pur restando autistico. L'unica strada attualmente percorribile per cercare una guarigione e' quella dell'approccio biomedico.....DIETA, INTEGRATORI, CHELAZIONE.
Molto usati sono anche alcuni farmaci antipsicotici, che pero' non curano, ma si limitano ad agire temporaneamente sulla sintomatologia.
Al di la' della terapia scelta, in ogni modo, e' importante che il bambino si senta sempre accettato e amato per com'e' e che voi realmente cerchiate di amarlo e accettarlo cosi' com'e'.
In bocca al lupo
Un abbraccio
Andrea

Andrea Tosatto 05.04.10 20:29| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

signor davide, io sono uno qualsiasi, non ho molto da dirle ne da darle, l'unica cosa che posso fare e darle tutto il mio incoraggiamento. non si rassegni e continui a combattere.

andrea eusebi 05.04.10 20:11| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Davide,
sulla bacheca del meetup di Pistoia puoi trovare una discussione lunga 60 pagine sull'autismo, sulle cause e sulle associazioni che procurano avvocati ecc..
http://www.meetup.com/grillipistoiesi/messages/boards/thread/3612916/600

Sono ormai due anni che il meetup se ne occupa ed è stato organizzato anche una conferenza pochi mesi fa... Spero che ti possa essere utile..

Valentina

Valentina Ferretti 05.04.10 19:51| 
 |
Rispondi al commento

Vai sul sito www.leoneverde.it sezione bambino libero:c'è un testo sui danni come l'autismo provocati dalle vaccinazioni.Però mi sento di dire che potresti rinunciare a parte del guadagno per rimanere vicino a tuo figlio e soprattutto a tua moglie che deve affrontare tutto da sola:il tuo problema familiare è sicuramente un motivo valido per chiedere il rientro.La vita ci riserva molte brutture che solo l'amore dato e ricevuto ci può far sopportare e combattere.Un bacio al tuo piccolo e tanti auguri

PAOLA BERNETTI 05.04.10 19:45| 
 |
Rispondi al commento

non posso aiutarti, se non con un contributo economico
non scoraggiarti,
il web è una risorsa enorme di umanità
perservera,
fallo per il tuo bambino
ciao

sandro scenna 05.04.10 19:35| 
 |
Rispondi al commento

caro davide sono un sessantenne e sono nonno, la tua lettera mi ha rattristato e fatto incazzare, perchè deve essere lo stato a garantire tutte le cure che servono per migliorare la vita a chi ne ha bisogno. se deciderai di portare tuo figlio in australia, apri da questo blog una sottoscrizione noi ti aiuteremo. auguri

giuseppe Picchio, orvieto Commentatore certificato 05.04.10 19:19| 
 |
Rispondi al commento

caro davide.L'autismo è un sintomo non una patologia..come dire una febbre chele cui cause possono essere le più disparate. detto questo ti racconto la mia storia. Sono genitore dei un un giovane di 22anni affetto da una mutazione genetica chiamata "xfragile". pima di arrivare a questa diagnosi ho fatto il giro delle sette chiese di tutti i luminari; quando per caso mi imbattei con una dottoressa dell'asl che di primo impatto mi suggerì di fare l'idagine mirata sull'xfragile che purtroppo riultò giusta.Per quando riguarda il riconoscimento dell'invalidità e coseguente sostegno scolastico, ti do l'indirizzo di un avvocato(anche lui toccato dal problema)che oltre al mio ha risolto molti casi in tutta italia.
avv. Amoroso Alfonso tel 06.7822078.
auguri. mercurio


Caro Beppe, benché l'autismo del piccolo Luca, mi coinvolga emotivamente, tecnicamente non saprei quali consigli p suggerimenti utili potrei dare a Davide, per aiutarlo a risolvere il caso del suo bambino, tuttavia nei limiti delle mie disponibilità economiche, se verrà aperto un c/c sul quale versare contributi a favore di Luca, per permettere a DAvide di portare suo figlio in Australia, dove sembra ci siano delle possibilità di poter risolvere il caso di Luca, sarò ben felice di contribuire.
Qualora l'idea fosse fattibile, riparlane sul blog, cordial isaluti, Mario Del Trono.

Mario Del Trono Commentatore certificato 05.04.10 18:44| 
 |
Rispondi al commento

Caro Davide, sono lo zio di una bambina,affetta da Disturbo pervasivo dello sviluppo con tratti autistici. Ovviamente la bambina è la figlia di mia sorella, e percepisce normalmente la pensione di accompagnamento. E siamo residenti come te nella provincia di Bari, precisamente adesso nella BAT, la nuova provincia. Quindi non vedo come mai non percepisce l'accompagnamento, e penso che come mia nipote gli sia stato riconosciuto il 100% di invalidità. Per informazioni più dettagliate puoi scrivermi all'e-mail ferrara234@interfree.it. Ciao da Giuseppe un immenso abbrraccio a te e la tua famiglia.

Ferrara Giuseppe 05.04.10 18:27| 
 |
Rispondi al commento

Si sta facendo un pò di confusione.
E' normale visto che si butta su un post
che è una lettera di un padre, ma bisogna
stare attenti perchè così si rischia solo
di portare fuori strada e l'argomento diventa
ancora più complesso di quello che è.
La "sindrome da deficit di attenzione e
iperattività" meglio nota come ADHD non ha
nulla a che vedere con l'autismo, che è una
patologia totalmente diversa, nonostante vi
siano delle combinazioni caratteriali negli
atteggiamenti che possono fare sembrare simili
i soggetti in alcuni tratti. Inoltre la
psicologia deve stare lontana, lontanissima
da l'una e l'altra patologia e possibilmente
anche dall'essere umano in senso lato.
Per vedere e capire cos'è l'ADHD basta andare
sul sito giulemanidaibambini.org e ci si rende
conto di cosa si parla, mentre per capire
cos'è l'autismo si può andare sul sito ANGSA
(Associazione Nazionale Genitori Soggetti
Autistici) e ci si rende conto che sono due
patologie diametralmente opposte.
In Italia abbiamo una ricercatrice bravissima,
la Dr.ssa Antonia Parmeggiani, la quale
da anni sta studiando insieme ad una equipe
internazionale il problema dell'autismo.
Abbiamo il Prof. Franco Nardocci, che oltre
ad essere presidente di neuro psichiatria
infantile è anche docente all'università di
Rimini proprio per l'autismo, e ne abbiamo
tanti altri che stanno lavorando alla grande.
Quindi ripeto, in Italia non mancano i cervelli
ma piuttosto la volontà da parte di chi comanda
nelle stanze dei bottoni, a fare si che questa
patologia venga riconosciuta come una vera e
propria disabilità per chi ne è affetto, e che
si facciano programmi veri per fare conoscere
alle persone cos'è realmente l'autismo, viceversa
ci si sofferma sempre sulle solite puttanate
che ogni tanto fanno vedere in questa o quella
tv dove si equipara un soggetto autistico ad
un genio incompreso che sa contare meglio degli
altri e suonare il piano meglio di Mozart ma
che si rifiuta di parlare o interagire con il
mondo. Non è così!

Moreno Corelli Commentatore certificato 05.04.10 18:20| 
 |
Rispondi al commento

Caro Davide , anche se nn ho avuto esperienze dirette , ho sentito e letto alcuni articoli interessanti sul problema autismo , dal prof. Massimo Montinari di Bari
Massimo Montinari, medico chirurgo pediatra, dal 1995, quando annunciò la possibilità di una cura per i disturbi dello spettro autistico e per le epilessie ...
fai una ricerca tramite google
auguri sinceri

archimede corvino 05.04.10 18:15| 
 |
Rispondi al commento

Caro Davide,
a te va tutta la mia solidarietà e comprensione perchè anche mio figlio sta combattendo contro questo male oscuro causato da un danno da vaccinazione obbligatoria. Un consiglio solo posso darti: rivolgiti con fiducia al dott. Massimo Montinari. E' un grandissimo esperto in questo campo.
Un grandissimo in bocca al lupo!

Gabriele Giordano 05.04.10 18:12| 
 |
Rispondi al commento

Caro Davide, sono uno psicologo psicoterapeuta con esperienza
ultratrentennale. Ti scrivo per renderti edotto di un dato di fatto. Sotto
la diagnosi di "autismo" possono nascondersi varie sindromi cliniche ed è
fondamentale attuare una diagnosi differenziale. Esiste una sindrome che fa
riferimento ad una patologia lesionale che potrebbe anche non essere
evidente con una TAC o una RSM. E' questo il caso in cui il bambino
presenta un globale deficit di tutto lo sviluppo (psicomotorio, del
linguaggio, degli apprendimenti); esiste un'altra sindrome in cui la
rilevanza della patologia lesionale non è significativa. In quest'ultima
circostanza il soggetto presenta prevalentemente una patologia distorsiva
che lo spingerebbe a rappresentarsi il mondo come minaccioso ed ostile e a
rifugiarsi in uno spazio ristretto entro il quale comunicare a modo suo.
Classici esempi sono il bambino che non parla con le persone ma col pc; il
ragazzo che riesce a fare calcoli matematici molto complessi, ma oltre
questi poco o nulla, ecc. Tieni comunque presente che una patologia
distorsiva a lungo andare se non precocemente trattata può anche commutarsi
in lesionale perché una struttura che non si usa o la si usa poco perde la
sua funzionalità. Pensa a dei gattini sani che vengono messi per 6 mesi in
una cantina buia: dopo 6 mesi sono diventati ciechi. Per cui Ti esorto a
chiarire bene l'eziologia dei problemi di tuo figlio perché la terapia
cambia considerevolmente dal primo al secondo caso
In Bocca al lupo Matteo De Augustinis"

Matteo De Augustinis 05.04.10 17:52| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, ti scrivo perchè ho letto la lettera del papà Davide, il papà del bimbo autistico e mi sento di esprimere la mia solidarietà....io sto dalla parte del bimbo nel senso che ho la sclerosi multipla, ho 31 anni ormai ma la combatto da quando ne avevo 9....solo che la diagnosi mi è stata fatta a 21 anni e xcio' per il nostro SANTO SERVIZIO SANITARIO nn rivalutabile retroattivamente...percio' pago tutto tranne quel fantastico farmaco che è l'interferone e che vogliono che tu assuma pena l'abbandono da parte di chi ti segue perchè nn credi in loro...e che ti tolgono se i soldi stanziati dal nostro stato LAICO nn sono sufficenti x noi poveri sfigati.....a Davide mi sento di dire che deve tenere duro e combattere perchè solo noi conosciamo il valore della nostra vita.Ciao Nicoletta


Caro Davide, sono uno psicologo psicoterapeuta con esperienza ultratrentennale. Ti scrivo per renderti edotto di un dato di fatto. Sotto la diagnosi di "autismo" possono nascondersi varie sindromi cliniche ed è fondamentale attuare una diagnosi differenziale. Esiste una sindrome che fa riferimento ad una patologia lesionale che potrebbe anche non essere evidente con una TAC o una RSM. E' questo il caso in cui il bambino presenta un globale deficit di tutto lo sviluppo (psicomotorio, del linguaggio, degli apprendimenti); esiste un'altra sindrome in cui la rilevanza della patologia lesionale non è significativa. In quest'ultima circostanza il soggetto presenta prevalentemente una patologia distorsiva che lo spingerebbe a rappresentarsi il mondo come minaccioso ed ostile e a rifugiarsi in uno spazio ristretto entro il quale comunicare a modo suo. Classici esempi sono il bambino che non parla con le persone ma col pc; il ragazzo che riesce a fare calcoli matematici molto complessi, ma oltre questi poco o nulla, ecc. Tieni comunque presente che una patologia distorsiva a lungo andare se non precocemente trattata può anche commutarsi in lesionale perché una struttura che non si usa o la si usa poco perde la sua funzionalità. Pensa a dei gattini sani che vengono messi per 6 mesi in una cantina buia: dopo 6 mesi sono diventati ciechi. Per cui Ti esorto a chiarire bene l'eziologia dei problemi di tuo figlio perché la terapia cambia considerevolmente dal primo al secondo caso
In Bocca al lupo Matteo De Augustinis

Matteo De Augustinis 05.04.10 17:47| 
 |
Rispondi al commento

Salve Davide, non so se ne è già a conoscenza ma cerco di esserle utile nel mio piccolo.
Sono siciliano e nella mia zona c'è una struttura che dicono che sia uno dei maggiori centri mondiali riguardo alcune malattie. Mi risulta che vengono trattato anche i problemi dei bambini autistici, quindi se nessuno gliene ha parlato potrebbe provare a prendere dei contatti.
Il centro di cui parlo è L'OASI di Troina (EN).
Nel link che segue trova informazioni su questo centro: http://www.irccs.oasi.en.it/
Spero di esserle stato utile, e le porgo i migliori auguri per suo figlio.
Dario

Dario Lazzaro 05.04.10 17:24| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Davide...

innanzitutto un grande grande abbraccio, perchè so di cosa parli... la mia ragazza è educatrice e tramite il Dottor Mauro Mario Mariani (di Ascoli Piceno, medico chirurgo, angiologo, segretario della Società Italiana Terapia Chelante, nutrizionista di Linea Verde) è riuscita, con un semplice esame del capello (mineralogramma) ad indirizzare un bambino con cui lavorava e lavora tuttora, ad Altamura, verso la causa dei suoi disturbi (ha 6 anni e non parla dall'età di 1 e mezzo, con diagnosi ufficiale di "iperattività", e qualche tratto di autismo)...
Questo bambino è risultato intossicato a vari metalli pesanti, tra cui piombo, mercurio, ecc. ecc. sia col mineralogramma che con le analisi del sangue al Policlinico di Bari (analisi fatte fare dal suo pediatra che non voleva credere all'esito del mineralogramma).
Da poco ha cominciato la terapia chelante con farmaci, mentre segue una dieta speciale messa a punto dal Dottor Mariani e dal Dottor Antonucci e sta migliorando sensibilmente.

E qui veniamo alla bella notizia che ho per te...

Il Dottor Nicola Antonucci, di cui ti allegherò due video tratti dal sito emergenzautismo.org, è un neuropsichiatra di BARI, che cura prevalentemente bambini autistici con il protocollo DAN.

Questi i suoi dati:

http://www.emergenzautismo.org/content/view/611/41/

Qui invece ci sono i video in cui parla dell'autismo:

http://www.emergenzautismo.org/content/view/649/48/

La prima cosa da fare è vedere, contattando questi dottori (Mariani per il Mineralogramma, Antonucci per la terapia col metodo DAN), se tuo figlio è o non è intossicato da metalli pesanti.

Se lo è, potrebbe avere buone possibilità di migliorare sensibilmente le sue condizioni fisiche e mentali, effettuando la terapia chelante.

Forza Davide... Vinciamo noi!!!! (Matteo Dall'Osso docet!!)


Un abbraccio,

Nicola.

Nicola Falvella, Villa D'Agri (PZ) Commentatore certificato 05.04.10 17:24| 
 |
Rispondi al commento

Salve Davide,

sono una psicologa e psicoterapeuta cognitivo comportamentale e ho lavorato a londra con bambini autistici. Le suggerisco di visitare i portali per genitori www.genitoricontroautismo.it e emergenzautismo.org.
Ad oggi, il trattamento elettivo, riconosciuto dalle linee guida della neuropsichiatria italiana è quello comportamentale (Applied Behavioural Analysis, ABA). Può trovare informazioni sui portali suddetti e iscriversi al forum di genitori.
Le cause sono molte, fra cui quelle di origine ambientale, di cui non si parla ancora abbastanza, ma quello che importa è che l'autismo è trattabile.

Iscrivendosi ai forum dei genitori nei suddetti siti, in particolare nella sezione ABA, potrebbe trovare operatori ABA in grado di aiutarla.

Cordiali saluti,
Francesca P.

francesca poggiali 05.04.10 17:21| 
 |
Rispondi al commento

Smetti di dare a tuo figlio latte e altri prodotti animali. E' risaputo che sono quelli che causano malattie come questa ai bambini piccoli più fragili. I vaccini di certo peggiorano le cose, ma nel senso che ci rendono ancora più intolleranti ai prodotti animali, che sono tossici. Togligli subito la carne e piu' ancora i latticini !! Veniamo dalle scimmie che per dieta hanno per il 70% FRUTTA porca miseria e per il resto verdura, semi e noci. Possibile che non si voglia far luce su queste cose ???

Ba Bi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.04.10 16:53| 
 |
Rispondi al commento

c e discriminazione Certi disabili Come Napolitano,Alfano hanno l`accompagnamento altri no....

Troia P., pompina Commentatore certificato 05.04.10 16:52| 
 |
Rispondi al commento

Gentile Davide
a differenza delle persone che mi precedono, non sono sicura di ciò che provoca l'autismo. Anzi, non so nemmeno se questa diagnosi "autismo" sia così precisa. Mi spiego, gli specialisti (non io) preferiscono parlare di disturbi pervasivi dello sviluppo. Purtroppo non si conoscono le cause, dunque per adesso si conosce solo (solo???) cosa fare per migliorare la qualità della vita di chi ha l'autismo e di chi accoglie e ama queste persone. (Genitori, docenti, educatori, coetanei, ecc). Bisogna creare una rete e per crearla c'è bisogno di pazienza e di assenza di conflittualità. Inoltre, non solo in Puglia non esistono strutture, anche nelle regioni del nord il pubblico fa ancora poco. Esiste anche un conflitto a livello interpretativo tra medici o operatori che propongono un approccio piuttosto che un altro. A mio parere, bisogna considerare come prioritaria la dignità di chi soffre. Mi pare che un approccio integrato (niente di strano...si tratta solo di coniugare le buone pratiche), precoce, collettivo, possa essere il primo passo. E una speranza, che queste problematiche siano considerate qualcosa che deve interessare tutti, non solo chi vi è coinvolto.

L.B. 05.04.10 16:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sinceramente questa lettera mette in evidenza i limiti della cosidetta sanità gratis italiana. Persone come questo bambino e tante altre persone affette da malattie rare vengono dimenticate dallo Stato e più precisamente dalle regioni visto che ora la sanità è in mano a loro! Purtroppo dove le case farmaceutiche non possono trarre profitti non si fanno ricerche, ma a parte i medicinali qui si evince anche l'incapacità della sanità di dare una vita decente a chi soffre, di aiutare i familiari e di supportarli. E sinceramente questa la considero una delle più grandi sconfitte della società!!!
A Emanuele Cerri, non so che lavoro fai tu ma sicuramente è un lavoro che mi sta sul cazzo, ma non per questo ti auguro di avere delle disgrazie in famiglia!!!! Con un po' più di civiltà questo padre non avrebbe avuto bisogno di scrivere questa lettera...ma grazie anche a persone come te invece ha dovuto scriverla!!!!

Franco G Commentatore certificato 05.04.10 16:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ciao Davide mi chiamo andrea e faccio l'educatore da circa 12 anni in italia e all'estero,ho seguito a livello scolastico e domiciliare molti ragazzi con questa patologia.Contatta il centro autismo di Rimini sono molto bravi,ti auguro di cuore di risolvere tutto!un abbraccio

andrea badaloni 05.04.10 16:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Prova con l'omeopatia classica; senti il dr Roberto Gava www.edizionisalus.it che ha scritto un libro sulle vaccinazioni ed è l'editore di questa casa

Roberto Giorgi 05.04.10 16:07| 
 |
Rispondi al commento

I bambini amish non vengono vaccinati, leggete questa ricerca di un medico americano. Nella comunità in oggetto avrebbe dovuto trovare almeno 50 bambini affetti da autismo (secondo la media americana). Ne ha trovati solo tre, tutti e tre sottoposti a vaccini pediatrici.
Auguri
http://www.emergenzautismo.org/content/view/62/48/

Lumonda LM 05.04.10 15:32| 
 |
Rispondi al commento

Da accurati studi scientifici da parte di
istituti internazionali, e in mezzo di
sono anche gli Italiani, si è dimostrato che
i vaccini non hanno un effetto diretto sulla
patologia. La dimostrazione è data dal fatto
che in alcune parti del mondo, anche in
Inghilterra, dove le persone non si sottopongono
a vaccini, vi sono ugualmente tantissimi casi
di autismo, in alcune aree anche di più che
in posti dove i vaccini si fanno regolarmente.
Purtroppo è verissimo che in Italia la patologia
non viene riconosciuta come disabilità, perciò
non vi sono aiuti statali, ci si deve arrangiare
e questo è senza dubbio assurdo.
C'è la possibilità di mettere in piedi una
serie di progetti importantissimi in Italia
ma siccome non c'è lucro e non si vuole
mettere in mezzo nussuna "opera pia" si fa
fatica a presentarla alle istituzioni che a
quanto pare non gli frega niente dove non
gira il soldo.
L'Australia è un bel posto ma in Italia ci
sono le menti giuste e preparate per fare
qualcosa di stratosferico, prima che se ne
vanno anche loro.
Speriamo che Beppe ci dia lo spazio necessario,
sono fiducioso per il futuro.

Moreno Corelli Commentatore certificato 05.04.10 15:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Emanuele Cerri...ma va a farti una pippa...

Alessandro S. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.04.10 14:48| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo con Alvise, una raccolta per fare un ciclo di cure in Australia. Davide a quanto ammonterebbero in costi???

Vendola dev'essere messo al corrente. Sono sicuro che darà una mano in un qualche modo.

Alessandro S. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.04.10 14:46| 
 |
Rispondi al commento

http://www.emergenzautismo.org/component/option,com_frontpage/Itemid,1/

Buona fortuna!

Alina F., Varese Commentatore certificato 05.04.10 14:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Anni fa sostenetti la causa di un ragazzino autistico.
Che sappia io si curò a Philadephia, io con pochi danario le consiglio la Thailandia ed i suoi massaggi.
Troppi sostengono che certi casi dervivino da vacinazioni, che sappia io, quelle per l' infanzia.

Citare il padre che non c' è riuscito mi fa pensare, ma diavolo difende la nostra Italia?

Io sostengo che un militare che serve lo stato e sa bene che lo stato è mafia, sia anchesso un mafioso.
Vede soldatino, io ho amore e spero di poterla aiutare per la sua creatura, ma il disprezzo per il suo lavoro no.
Un militare appena ieri con ,la cocaina sotto al naso se ne andava fiero di avere ammazzato un bambino di otto anni iin Somalia.

I padri dovrebbero stare accanto ai figli, io sono contro la guerra un arma mi ha rubato un occhio.
E chi dice che lo fa per lo stipendio, a allora voglio liberare la prostituzione ad iniziare dalle mogli che stanno a casa.
Mi dispiace del ghiaccio delle mie parole nel suo dramma, ma il dramma siete voi militarini da strapazzo venduti.
Prego con le lacrime la salute e la vita di suo figlio.
Le auguro un ripensamento ed una serena vita
Beteljuce

Emanuele Cerri (), Patong Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.04.10 14:33| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE E DAVIDE C
L'AUTISMO SO PER CERTO CHE E' PROVOCATO AD METALLI PESANTI CHE LO ROVOCANO, PIU' CHES CRIVERE A NICHI VENDOLA,CHE ARRIVERA' FINO A LA',IO SAREI PIU' DELL'IDEA DI FARE UNA RACCOLTA DI FONDI PER PERMETTERGLI DI RACCOGLIERE I SOLDI PER ANDARE IN AUSTRALIA O STATI UNITI E DARGLI LA DIETA GIUSTA PER CUI NON POSSA RICADERE NELL'AUTISMO,PERCHE' FONDAMENTALMENTE SONO I METALLI PESANTI CHE PROVOCANO L'AUTISMO,PULTROPPO PER QUANTO RIGURDA IL RESTO VEDREMO COSA POTRA' FARE NICHI VENDOLA SE E' DALLA NOSTRA PARTE (CHE NON SUCCEDA COME DE MAGISTRIS,MI AUGURO CHE SONIA ALFANO POSSARE FARE MOLTO MEGLIO)
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 05.04.10 14:30| 
 |
Rispondi al commento

Autismo e Mercurio
http://www.disinformazione.it/autismo2.htm

Giovanni N 05.04.10 14:21| 
 |
Rispondi al commento

scriva direttamente a Nichi Vendola...é una grande persona e potrà attenzionare il un qual modo il suo problema.

info@nichivendola.it

Alessandro S. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.04.10 14:12| 
 |
Rispondi al commento

http://www.mednat.org/vaccini/autismo.htm

ilda t. Commentatore certificato 05.04.10 13:53| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 



Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cooky Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori