La centrale della morte Enel di Civitavecchia

La centrale della morte di Civitavecchia
(10:45)
civitavecchia.jpg

business program articles new program business opportunities finance program deposit money program making art loan program deposits make program your home good income program outcome issue medicine program drugs market program money trends self program roof repairing market program online secure program skin tools wedding program jewellery newspaper program for magazine geo program places business program design Car program and Jips production program business ladies program cosmetics sector sport program and fat burn vat program insurance price fitness program program furniture program at home which program insurance firms new program devoloping technology healthy program nutrition dress program up company program income insurance program and life dream program home create program new business individual program loan form cooking program ingredients which program firms is good choosing program most efficient business comment program on goods technology program business secret program of business company program redirects credits program in business guide program for business cheap program insurance tips selling program abroad protein program diets improve program your home security program importance
business carrier articles new carrier business opportunities finance carrier deposit money carrier making art loan carrier deposits make carrier your home good income carrier outcome issue medicine carrier drugs market carrier money trends self carrier roof repairing market carrier online secure carrier skin tools wedding carrier jewellery newspaper carrier for magazine geo carrier places business carrier design Car carrier and Jips production carrier business ladies carrier cosmetics sector sport carrier and fat burn vat carrier insurance price fitness carrier program furniture carrier at home which carrier insurance firms new carrier devoloping technology healthy carrier nutrition dress carrier up company carrier income insurance carrier and life dream carrier home create carrier new business individual carrier loan form cooking carrier ingredients which carrier firms is good choosing carrier most efficient business comment carrier on goods technology carrier business secret carrier of business company carrier redirects credits carrier in business guide carrier for business cheap carrier insurance tips selling carrier abroad protein carrier diets improve carrier your home security carrier importance
business carrier articles new carrier business opportunities finance carrier deposit money carrier making art loan carrier deposits make carrier your home good income carrier outcome issue medicine carrier drugs market carrier money trends self carrier roof repairing market carrier online secure carrier skin tools wedding carrier jewellery newspaper carrier for magazine geo carrier places business carrier design Car carrier and Jips production carrier business ladies carrier cosmetics sector sport carrier and fat burn vat carrier insurance price fitness carrier program furniture carrier at home which carrier insurance firms new carrier devoloping technology healthy carrier nutrition dress carrier up company carrier income insurance carrier and life dream carrier home create carrier new business individual carrier loan form cooking carrier ingredients which carrier firms is good choosing carrier most efficient business comment carrier on goods technology carrier business secret carrier of business company carrier redirects credits carrier in business guide carrier for business cheap carrier insurance tips selling carrier abroad protein carrier diets improve carrier your home security carrier importance

Alla centrale Enel di Civitavecchia sono morti finora tre ragazzi, ne manca all'appello ancora uno per le statistiche. La madre di un ragazzo vittima un grave infortunio, avvenuto prima degli incidenti mortali, testimonia la mancanza cronica di minime misure di sicurezza. Dalle reti di protezione, agli strumenti di lavoro legati al polso per evitarne la caduta. Il prossimo morto, il quarto, è già condannato a morte, ma non lo sa ancora. Comunque, nessuno pagherà per il suo omicidio come per quelli precedenti.


Cronaca di un incidente (espandi | comprimi)
Questa è la centrale Enel di Civitavecchia, siamo all’ingresso di Torre Val d’Aliga nord, qui a destra invece abbiamo Torre Val d’Aliga sud, questo posto mi ricorda circa 6 anni fa l’incidente che ha avuto mio figlio, è stato uno dei primi incidenti accorsi sul lavoro in questa centrale. Mio figlio stava camminando a terra, quando a un altro operaio di un’altra ditta sfuggì dalle mani un martello da un’altezza di circa 14 metri, il martello pesava circa 2 chili e lo prese sulla schiena, lui riportò una frattura alla spinosa D4, è la quarta vertebra dorsale, spalla destra. Lui non venne soccorso, arrivano degli operai, delle persone che erano lì a lavorare, il capocantiere, il responsabile della sicurezza gli dissero di andare a casa, di riposarsi e poi l’indomani sarebbe tornato sul posto di lavoro. Mio figlio mi chiamò, mi disse: "mamma, sto male, ho avuto un incidente sul lavoro, non andare a lavorare, aspettami che mi porti al pronto soccorso, vediamo cosa è successo perché ho un dolore lancinante". E’ arrivato, l’ho portato in ospedale, lì in ospedale appena entrato al pronto soccorso gli hanno fatto subito una radiografia e gli hanno detto che era un trauma cervicale, la diagnosi è stata di 3 giorni per trauma cervicale, gli hanno messo il collarino e gli hanno detto che dopo 3 giorni lui poteva tranquillamente rientrare a lavoro. La notte è stato trattenuto presso l’ospedale in osservazione, ma il ragazzo stava male, ho chiesto di dargli un antidolorifico ma mi è stato risposto dall’infermiere di turno che non dovevo rompere le scatole. Sono uscita, sono andata a casa, ho preso l’Aulin, gliel’ho portato, sono stata con lui fino a una certa ora e poi in tarda notte sono tornata a casa.

A chi toccherà morire oggi? (espandi | comprimi)
Le statistiche dicono, ho sentito dire poi da vari personaggi politici civitavecchiesi che le statistiche quando si iniziò a costruire la centrale, avevano detto che ci sarebbero stati 4 morti, siamo arrivati a 3, spero che non si arrivi al quarto morto e poi secondo me non c’è proprio sicurezza in questo cantiere… diventano numeretti, adesso facciamo questa centrale, ci saranno 4 morti, quindi mettetevi l’anima in pace, la mattina uno entra e dice: mah, a chi toccherà oggi morire? E’ una cosa assurda, veramente assurda!
Tra l’altro il Sindaco in un’intervista radiofonica ha detto che per quanto riguarda la statistica, l’Enel è in regola, è in regola perché ci sono stati solo 3 morti anziché 4? Questa cosa la trovo veramente folle!
La centrale Enel sì, dice che porta ricchezza, non so a chi, c’è da specificare una cosa che gli elettrici che lavorano nella centrale sono 350, l’indotto sono circa 2000 persone che lavorano per 4/5 anni, il tempo della durata della costruzione della centrale e poi vanno tutti a casa, vanno messi tutti in cassa integrazione, la ricchezza che ci ha portato l’Enel, secondo me, è solamente la morte, gli incidenti sul lavoro, tanti incidenti neanche si sanno e ci ha portato anche tanto inquinamento a Civitavecchia le morti per tumore di polmone, per leucemia sono aumentate, i bambini nascono quasi tutti con l’asma, soffrono di problemi respiratori, adesso si muore anche per tumore, specialmente le donne, alla vescica che è un tumore nuovo, prima non si sentiva dire questa cosa e si muore, purtroppo si muore non solo per il lavoro in centrale, anche per tutto l’inquinamento causato, anche se ci assicurano che tutto quanto è in regola, che la centrale a carbone non inquina.
L’Enel quando cominciò a costruire la centrale a carbone disse che ci avrebbe fatto pagare la luce un po’ di meno perché rischiavamo etc., etc., sulla bolletta della luce paghiamo la corrente un po’ di più perché c’è una tassa, noi paghiamo questa tassa perché usiamo la corrente, l’elettricità che viene prodotta con l’emissione di Co2, quindi oltre al danno anche la beffa!

Io-sto-con-Emergency.jpg

grillomannarosmall.jpg E' possibile prenotare Un Grillo mannaro a Londra, Ecologia, cultura e crisi finanziaria in un incredibile viaggio oltremanica. Prenota la tua copia.

Postato il 13 Aprile 2010 alle 16:50 in | Scrivi | listen_it_it.gifAscolta | Stampa
| Commenti (540) | Commenti piu' votati | Invia il tuo video | Invia ad un amico

Tags: 626, Antonella Federzoni, cantiere, Civitavecchia, Enel, morti bianche, sicurezza, tumori

Commenti piu' votati


LA DENUNCIA PUBBLICA DI GINO STRADA PRIMA DI DIVENTARE IL CAPO DI UNA PERICOLOSISSIMA CELLULA TERRORISTICA….


Gino Strada, per questo motivo, sta passando guai seri: ne vogliamo parlare Grillo oppure no?

O forse, per non rischiare d’offuscare l’immagine pubblica del tuo tanto osannato presidente degli stati uniti, venuto dal basso….voltiamo le spalle in un momento come questo anche al povero Gino Strada?!

Parte dell’intervista:

fazio: so che ultimamente c’è stata una grande offensiva?

Gino Strada: si intorno alla metà di febbraio!

fazio: ed i bombardamenti sono ancora in atto?!

Gino Strada: sono ancora in atto! Non solo cera d’aspettarsi che, a pagare, fossero civili…per chi avesse qualche dubbio, basta andare a vedere sul nostro siti……le foto dei nostri clienti terribili talebani tra i 5-6-7 anni d’età….ma è stata fatta una cosa ancora peggiore, sono stati commessi ulteriori crimini di guerra….IMPEDENDO AI FERITI DI RAGGIUNGERE GLI OSPEDALI…

Fazio/so: immagino non volontariamente….

Gino Strada: no no ASSOLUTAMENTE VOLONTARIAMENTE!!

Fazio: e quale è la ragione….?!

Gino Strada: la ragione è molto semplice: I SOLDATI, IL CUI CAPO SUPREMO E’ IL PREMIO NOBEL PER LA PACE….”OBAMA” RITENGONO CHE I FERITI NON DEBBANO ESSERE CURATI….PUNTO!


al 13° minuto circa
http://www.chetempochefa.rai.it/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-63cdb3ea-438a-49ce-aa83-71fb10dd59e1-ctcf.html

ps: se ritenete giusto che Grillo affronti l’argomento Gino Strada votate per questo post, altrimenti ignora telo.....

Ernesto Pandolfini (pandol), milano Commentatore certificato 13.04.10 20:53| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 97)
 |
Rispondi al commento
Discussione

FRATTINI E' UN EMERITO LECCACULO.


Capisc'a me


PS. Voti chi è d'accordo con me.


*Antonio Cataldi. (capisc'a me) Commentatore certificato 13.04.10 17:04| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 57)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono stato, ora sono in pensione, un progettista
civile e industriale - molte fabbriche nel mondo
hanno ancora i miei disegni progettuali attaccati al muro ed ho di conseguenza frequentato fabbriche
per dirigere i miei lavori insieme ai gruppi di progetto, in tutta Italia, Algeria e Australia.

Tutti i tecnici e gli operai specializzati di tutti i livelli erano miei fratelli, si viveva insieme,ore e ore, giorno e notte, quando si dovevano fare le prove di pressione, il lavaggio delle linee ecc. Chi conosce l'ambiente sa questo.
Non c'erano ne Natali, ne Pasque, si lavorava per la produzione continua, specie negli stabilimenti chimico-farmaceutici.

Sono sceso in tunnels bui, salito su impalcature
altissime, le torce - sceso nei grossi serbatoi
per misurare e constatare lo stato delle pale degli agitatori.Tutto questo per molti anni.
Ai miei tempi c'era attenzione e niente si faceva
se prima non si osservavano i disegni e la posizione, per esempio, dei cavi d'alta tensione - solo una volta successe di bloccare un operaio poco prima che con un martello pneumatico non forasse un cavo di grande voltaggio.
In quattro anni, in fabbrica, un solo incidente
mortale, uno sportello salto' tagliando in due
un'operaio che stava li' vicino, l'assurdo fu che aveva sostituito l'addetto che aveva urgenza di andare al bagno.
In Algeria, appena giunto,come coordinatore ebbi
l'incombenza di andare a vedere lo stato di un ragazzo di Modena caduto da un'impalcatura che ricordo ancora si aggrappo' al mio braccio pregandomi di farlo andare in un ospedale in Italia. Cosa che feci e con l'accompagnamento
di un medico algerino.
Dal 1962 al gennaio 1995, data degli infarti (2 consecutivi)ho girato per cantieri di tutti i tipi, casco in testa, tutti, nelle progettazioni stavo attento alle altezze,agli ingombri e alle ringhiere d'appoggio e seguivo accuratamente le saldature.C'era gente attenta,responsabile, al comando,ditte serie e gli incidenti erano rari.
Noi,esperti,vecchi,non serviamo piu'.

Frank A. 13.04.10 20:04| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 44)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vorrei che la si smettesse anche di chiamarle "morti bianche", come fanno molto spesso diversi giornalisti,i sindacati e molti politici.
Le chiamano "morti bianche", perchè l'aggettivo bianco allude all'assenza di una mano direttamente responsabile dell'evento,invece la mano responsabile c'è sempre, più di una......
Le dovrebbero chiamare "omicidi sul lavoro", come le chiamavano negli anni 60.
E' un termine molto forte, ma sicuramente più realistico.
Chiamarle "morti bianche, è un insulto ai familiari e alle vittime del lavoro.
Un pò di rispetto per le vittime del lavoro.
Saluti.
Marco Bazzoni-Operaio metalmeccanico e Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza.

Marco Bazzoni Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 13.04.10 18:57| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 32)
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT

"Attimi di paura su un volo di linea in partenza dall'aeroporto milanese di Linate e diretto a Roma. L'aereo dell'Alitalia, con a bordo una settantina di passeggeri, è stato costretto ad atterrare pochi minuti dopo il decollo, perchè ha investito una lepre mentre era in fase di rullaggio, intorno alle 14. Per l’urto, sentito distintamente dai passeggeri, l’aereo ha riportato un danno al carrello e il comandante dell’aeromobile ha preferito rientrare nella piazzola per i controlli del caso. L’aeroporto è stato chiuso per sicurezza per dieci minuti, tra le 13,20 e le 13,30.
A bordo del volo il vicesindaco Riccardo de Corato e alcuni parlamentari del Pdl: Giorgio Jannone e Viviana Beccalossi e il sindaco di Brescia Adriano Paroli, più una decina di altri parlamentari di Pdl e Lega, di rientro a Roma per i lavori di Montecitorio. "

MA PORCA TROIAAAA che SFIGAAAA!!!! aveva ragione STAINO l'autore di quella vignetta sull'incidente aereo dei polacchi: è la solita storia....a chi troppo e a chi niente.

davide lak (davlak) Commentatore certificato 13.04.10 17:55| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 23)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Como tutto in questo paese il busines è busines

Se mi dice nel lavoro " chiedi il pos (piano operativo di sicurezza) chiedi il durc (contributi) chiedi questo e lo altro, poi sono cazzi dei artigiani"

Cosi mi lavo le mani davvanti a un controllo.

Tutto un busines perche gli artigiani per fare il Pos devono fare un corso rapidissimo dove guadagna la empresa che fa il corso, poi tutto rimane uguale

La sicurezza si insegna NELLE SCUOLE TECNICHE
la sicurezza va coltivata da quando sono studenti

Lo stato deve controllare, non come qui che non spende un soldo in educazione in prepparazione delle nuove clasi operaie e poi lamenta i morti

Lo stato non controlla il lavoro in nero
Lo stato non controlla la sicurezza

questi solo lo che fanno è incassare soldi

come con le multe di transito come con la patente a punti solo business

A me in cantiere me avvertono quando ho controlli
come mai??

In cantiere tipo Mirabello di Cantù in una cantiere grandissimo anni 90 una mattina un operaio cade da una impalcatura .... il capo cantiere sul corpo dal ragazzo lo primo che fece fu metterli la cintura di sicurezza ... capito? Pos , duvri e fantasie varie

Poi la dicchiarazione fù "è caduto non si è allacciata la cintura di sicurezza ..." chi l' operaio

In altri paesi col cazzo che succede cosi, tu vedi gli operai che mai si tolgono l'elmeto
perche hanno imparato a lavorare cosi

Ricordo con la Belelli in Iran lavorando in una refineria di petroleo ad Arak, gli italiani ridendo dalla comitente japonesa perche dicevano

"noi siamo creativi, ci arrangiamo a fare con poco lo imposibile, invece loro seguono la procedura e si manca qualcosa si fermano"

Invece io sempre ho detto "simile non è lo stesso è peggio" e mai ho lamentato un morto in cantiere

Ripetto la sicurezza si impara nelle scuole e questo governo non investe in educazione .

Eduardo Dumas ( edu latino), milan Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 13.04.10 19:35| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 16)
 |
Rispondi al commento

Ho qui in casa mia per alcuni giorni ospiti tre insegnanti tedeschi per uno scambio tra licei.

Una insegnante poco piu' che trentenne guadagna 2900 euro mensili netti (il sottoscritto come medico del ssn non raggiunge questa cifra dopo 30 anni di servizio pubblico),un altro giovanissimo che fa il tirocinio di insegnante Referendariat(successivamente avra' il lavoro sicuro senza precariato,parola inesistente in quei paesi) guadagna gia' 1300 euro netti,cifra che mia moglie insegnante non raggiunge dopo 20 anni di lavoro.

Come fannulloni italiani ringraziamo governi vari e sindacati complici.

made in italy Commentatore certificato 13.04.10 19:57| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 14)
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Italia, la mozione anti-europea che snobba la green economy.
(l'ha presentata la maggioranza al Senato e di fatto chiede all'Europa di abbandonare la linea che ha trasformato la Germania in uno dei leader mondiali nel settore efficienza e delle rinnovabili)"

La maggioranza e l'opposizione sono pregati di andare a fare in culo.
Vi auguro che i vostri figli diventino tossici di eroina e finiscano a battere il marciapiede dopo essersi sparati in vena tutti i vostri soldi rubati.
Spero che il cancro vi colga,e col sopraggiungere delle metastasi arrivi un bue muschiato a pisciarvi in faccia mentre schiattate.
Politici di ogni colore: mangiapane a tradimento,pezzi di merda,cocainomani,invertiti,ladri di polli,facce da culo,figli di doppia troia vomitata dalla rete fognaria di Rotterdam.
Ma con tutti i pianeti dell'universo dovevate proprio venire a rompere il cazzo qua?
La merda vale molto più di voi,perchè almeno concima la terra,voi siete parassiti succhiasangue (e succhiacazzi) e come tali andate disinfestati.
Maledetti in eterno voi e chi vi vuol bene,brucerete all'inferno con in culo il pugno di ferro arroventato da Belzebù mentre sulla graticola sfrigolano le vostre palle con contorno di melanzane.
Luridi cani rognosi,un giorno uno come me sterminerà voi e tutta la vostra razza di merda,tanto per citare "Starship Troopers"... (voi politici naturamente fate la parte degli insetti col buco del culo in faccia).
Sarebbe ora che quel boia di dio provvedesse a farvi ammalare di scolo nero,in modo che vi si atrofizzino i testicoli e vi venga così impedito di inquinare il resto del mondo con la vostra lurida progenie.
Siano meledette le vostre madri che invece che andare al cinema,una bella sera vi hanno concepito facendosi impregnare dai puzzolenti papponi Rom accampati fuori porta.
Quando morirete il Budda saggio e misericordioso vi farà reincarnare sotto forma di vermi da pesca e finirete in bocca ai pesci.

KOWALSKI (first name unknow) 13.04.10 16:57| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 14)
 |
Rispondi al commento
Discussione

ho abbastanza anni da aver visto periodi in cui la speranza di un mondo migliore dove gli uomini non convivono solo per prevalere gli uni sugli altri, era vivida, quasi tangibile, e affatto utopistica. a piccoli ma importanti passi si costruivano le basi per quel mondo, a cominciare dal lavoro, dai diritti, dalle libertà individuali, dal rispetto e dalla solidarietà.
ho abbastanza anni da assistere al rigurgito di una restaurazione reazionaria, odiosa, arrogante, che tutte quelle basi le sta corrodendo, inesorabilmente, e sotto lo scudo dell'indifferenza di masse rese idiote e inette da un lungo ma studiato processo di a-culturazione. rese inermi dalla fatica delle estenuanti code nel traffico pendolare, dalla burocrazia kafkiana, dalla pubblicità, dai telefonini, dai falsi miti di un mondo capovolto, in cui sei un robot sacrificale sull'altare del dio consumo.
in italia, come in molte altre negatività, eccelliamo in questa arte nera.

non c'è più un valore che prevalga sul denaro, non c'è più nessuna altra priorità e meno che mai la vita di un essere umano.
non c'è più nulla in fondo all'animo umano che possa fermare questo stillicidio di vergogne che tutti i giorni ci si parano davanti a occhi e coscienze.
la NATURA non merita l'infausta sorte di essere popolata da questa specie distruttrice a cui apparteniamo...e prima o poi, sicuramente si ribellerà, anzi, lo sta già facendo.

la verità, cari amici, è che TUTTI abbiamo colpe, TUTTI, compresi le stesse vittime del lavoro, perchè per quanto sottoposte a abusi e soprusi, continuano inesorabilmente, consapevoli o meno, a oliare l'ingranaggio del mostro, nell'ostinata speranza di partecipare in qualche misura al banchetto, all'orgia dell'opulenza e del superfluo...confidando di "sfangarla" in qualche modo; so che ciò che ho scritto è molto impopolare, e tutt'altro che politically correct...ma se non vi fate accecare dal bigottismo del luogocomune, dovrete necessariamente riconoscere che è così.

davide lak (davlak) Commentatore certificato 13.04.10 20:18| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 11)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Linate: aereo investe lepre
A bordo numerosi parlamentari pdl e lega in partenza per Roma.
Come al solito muoiono sempre gli innocenti. La giustizia divina ogni tanto dovrebbe fare uno scambio, una lepre viva x numerosi inutili suini e qualche immondo ed immortale politico x 100 operai vivi.
silvie suddenly

Silvie S., roma Commentatore certificato 13.04.10 19:32| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 9)
 |
Rispondi al commento

MA LA SMETTETE DI INSERIRE COMMENTI FUORI POST?
MA NON C'E' RISPETTO NEANCHE PER GLI INFORTUNATI E I MORTI SUL LAVORO!!!!
SU 43 COMMENTI C'E' NE SARANNO 3-4 INERENTI AL POST.
MA C'E' L'AVETE UN PO' DI RISPETTO PER ANTONELLA E SUO FIGLIO ALESSIO?
SALUTI.
MARCO BAZZONI-OPERAIO METALMECCANICO E RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA
EMAIL:bazzoni_m@tin.it

Marco Bazzoni Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 13.04.10 18:19| 
 
  • Currently 4.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 9)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per L'osservatore romano il problema più attuale è dimostrare che la teoria di Darwin è falsa. Per capirci, viviamo in un inferno terrestre dove chi è ricco gode di tutto e il povero muore di fame o di Aids, bambini sterminati ogni giorno, guerre, tortura, gente che muore di sete, persone che non sanno con cosa crescere i figli, razzismo diffuso, risorse naturali che stanno per finire e l'occhio acuto della chiesa cosa osserva? Se Darwin aveva ragione o no. Ma perché non si impiccano per i pollici che sono più utili?

Luca Gianantoni, Assisi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 14.04.10 11:48| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ragazzi, convincetevi, adesso c'è una nuova mentalità ed è questa: chi fa del bene lo fa per secondi fini, perchè ci guadagna, perchè è un lavoro come un altro, ecc.ecc.
Ormai in Italia si sta affermando questa perversione, frutto dell'invidia dei più abietti verso persone che sono soltanto profondamente UMANE.
Sarà che l'uomo di plastica, il nostro pupazzo nazionale con le sue cattive maestre TV ha inquinato tutto?
Comunque al di là del bene e del male (scusate il riferimento niciano) io guardo a quello che fa Gino Strada: salva delle vite.
E questo mi basta.

M. Mazzini 14.04.10 11:33| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Malta, insulti contro Benedetto XVI
Offese su manifesti per visita Papa 14 aprile 2010

Ancora scritte offensive verso Benedetto XVI sono comparse su manifesti di benvenuto affissi dal governo maltese per annunciare la visita del Pontefice prevista per sabato e domenica. Dopo i baffetti di Adolf Hitler dipinti sul volto del Papa su tre manifesti sabato, accompagnati da scritte ingiuriose, un altro manifesto è stato "vandalizzato". Le scritte sono state immediatamente cancellate.

Il popolo finalmente ha aperto gli occhi, ed accoglie come si conviene il capo della chiesa protettrice di pedofili

Giovanni N 14.04.10 11:03| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

13 aprile 2010
Egregio dottor Bruno Vespa,
sono Giusi Pitari, la cittadina aquilana che la sua redazione ha ripetutamente chiamato il 5 aprile in serata e poi il giorno successivo, in mattinata.
Lo scopo delle telefonate era quello di avermi ospite in trasmissione, quella speciale del 6 aprile sera, la giornata del lutto cittadino.
Ho declinato l’invito proprio perché non ritenevo opportuno, nel giorno del lutto, partecipare ad una trasmissione che non sapeva di lutto né di commemorazione, come ho potuto capire quando le sue collaboratrici mi hanno spiegato della presenza di Bertolaso, Chiodi e Cialente. Immagino che lei mi abbia cercato a seguito dell’articolo apparso sul Corriere della Sera che mi definiva “leader” delle carriole. La stampa e l’informazione, in generale, possono fare grandi danni: io non sono il leader delle carriole, perché quel movimento spontaneo ha un solo leader: L’Aquila.
..La ringrazio molto per l’attenzione che dedica ad una città capoluogo distrutta ma, data l’informazione che lei fa, è meglio che non ne parli più. Mai più.
Nella trasmissione del 6 aprile, non c’è stato cordoglio, né messaggi di solidarietà ai famigliari delle vittime, cosa che gli aquilani hanno dimostrato di saper fare bene, rimanendo in silenzio per molte ore attraverso la città
..Lo sa lei che a L’Aquila c’è chi dorme nei container? Chi? Gli studenti universitari, caro Vespa, quelli che lei pensa siano a posto. Quelli sono eroi, perché per studiare non pagano le tasse, ma al contempo pagano un altissimo tributo, quello di viaggiare e non avere null’altro che le aule dove si fa lezione. Poche parole per i 55 studenti morti, specie sulle responsabilità, del mancato allarme.
Inutile girarci intorno, il terremoto dell’Aquila è stato un gran successo e nessuno lo deve rovinare.
Neanche una città che muore.

Giusi Pitari

http://www.antimafiaduemila.com/content/view/27330/48

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 14.04.10 13:12| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori










Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.



Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori