Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

L'irriconoscenza di Berlusconi


Berlusconi_Saviano.jpg
Lo psiconano è un insaziabile, un cannibale come Hannibal Lecter, come Saturno divora i suoi stessi figli ed è anche un irriconoscente. In una sola dichiarazione ha tolto alla mafia la sua legittima supremazia mondiale: "La mafia italiana risulterebbe essere la sesta al mondo". Dopo tutto quello che ha fatto per lui e per i suoi figli l'eroe Vittorio Mangano, una affermazione come questa è intollerabile. Berlusconi è andato oltre, peggiorando la situazione. Ha infatti aggiunto che la mafia è solo la più conosciuta anche per i film come "le serie della Piovra" e la "la letteratura, Gomorra". Dopodichè ha contattato Roberto Saviano, lo scrittore di punta della Mondadori, per proporgli un nuovo libro.

16 Apr 2010, 22:23 | Scrivi | Commenti (66) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

La mafia purtroppo fa parte della storia del nostro paese e i libri di Saviano e film come "La piovra" ne sono uno spaccato di cronaca raccontata al grande pubblico. Forse il vero lato triste è che la mafia esiste, poco importa se è quanto libri o sceneggiati tv l'abbiano fatta conoscere oltre i nostri confini. Il male non lo fa chi ne parla, ma chi lo commette materialmente. Ho appena sentito su Sky l'intervento di Fini, la lite con Berlusconi... Fini lo ha messo pubblicamente davanti a delle verità a lui scomode e di cui non si vuole occupare: Berlusconi non mi pare abbia a cuore il bene del Paese nella sua totalità da nord a sud, ma pensa ai suoi interessi e da spago alla lega che lo accontenta pur di raggiungere a sua volta i propri obiettivi. E' un chiaro do ut des, ma tutto questo che immagine darà di noi al resto del mondo? Un capo di governo platelamente poco attento ai problemi dei cittadini e intento a salvare il suo può ledere l'immagine di uno stato meno di quanto possano eventualmente fare i racconti di mafia? Peccato che Saviano abbia scelto Mondadori per farsi pubblicare...

caterina elle 22.04.10 16:03| 
 |
Rispondi al commento

La politica parla di riforme, la gente di pane, pasta e bollette!
Stipendi dimezzati dall'euro e fermi da 15 anni. Prezzi al consumo fuori da ogni controllo: dalla benzina, alla casa, alla salute, ai beni di prima necessità, ecc, ecc. Banche sempre più avide: se metti i soldi nelle loro casse gli interessi sono prossimi allo zero e le spese di gestione mangiano il capitale; se, al contrario, è il cittadino a chiedere un prestito allora la musica cambia e i tassi sono prossimi allo 'strozzinaggio'! Stato sempre più avaro con i 'piccoli risparmiatori': il rendimento dei B.O.T. è sceso ai minimi storici, gli interessi che elargisce il Tesoro servono a malapena a coprire bolli e tasse. Risultato: il reddito disponibile per le famiglie nel quarto trimestre 2009 è calato del 2,8% rispetto a un anno prima. Lo comunica l'Istat che precisa come si tratti della riduzione più significativa dal 1999, inizio delle serie storiche. Nel quarto trimestre del 2009 la propensione al risparmio delle famiglie e' stata pari al 14,0%, come nel trimestre precedente. La riduzione rispetto al corrispondente periodo del 2008 e' stata pari a 0,7 punti percentuali. "Nell'ultimo trimestre del 2009 la spesa delle famiglie si e' ridotta dell'1,9%. Inoltre, il potere di acquisto delle famiglie (cioe' il reddito disponibile delle famiglie in termini reali) e' diminuito dello 0,2% rispetto al trimestre precedente e del 2,6% rispetto a quello corrispondente". L'Istat precisa che "il settore delle famiglie comprende le famiglie consumatrici, le famiglie produttrici (imprese individuali, societa' semplici fino a cinque addetti e liberi professionisti) e le istituzioni senza scopo di lucro al servizio delle famiglie. Pertanto, il risparmio ed il reddito disponibile lordo delle famiglie sono influenzati dai risultati economici delle piccole imprese mentre la spesa per consumi finali delle famiglie include anche i beni e servizi offerti, gratuitamente o a prezzi non significativi, dalle istituzioni senza


Ma... che ci volete fare... lui è investito dalla volontà popolare... è circondato dall'aureola viola, può dire quello che vuole e smentirlo dopo 13 secondi...

dr Ronzoni 20.04.10 10:53| 
 |
Rispondi al commento

salve, io non so se la mafia italiana è decima o prima nel mondo so solo che 2 uomini di stato come Borsellino e Falcone con tutta la loro scorta sono morti in 2 attentati che non ha eguali in altri posti del mondo... dire che la mafia poi non è così importante è infangare la memoria di tutti quelli che sono morti per sconfiggerla.. se è solo famosa per film e libri la mafia perchè ogni anno contiamo così tanti morti..

mauro conti 19.04.10 17:30| 
 |
Rispondi al commento

Ho appena letto le dichiarazioni di Marina berlusca...non parole, gente senza dignità e senza vergogna.
Concordo con chi ha invitato la signora a mettere la capa dentro al cesso, pregandola pero' di tirare l'acqua. Grazie

Angelica E. Commentatore certificato 18.04.10 17:45| 
 |
Rispondi al commento

si,è facile dire che stanno lottando contro la mafia,vabbè ma sono tutti pesci piccoli,quelli grossi sono tutti deputati e senatori,vedi Cuffaro per esempio.E perchè qualcuno non vuol negare che il più grande mafioso è presidente del consiglio?

angelo fragomeni 18.04.10 10:44| 
 |
Rispondi al commento

Berlusconi e Maroni continuano a ripetere che come stanno facendo loro la lotta alla mafia non è mai stata fatta da nessun altro governo fino adesso. Stanno prendendo tutti i latitanti in circolazione ma non vogliono che se ne parli troppo. Mi viene un dubbio ... non sarà che verranno inseriti nelle prossime liste elettorali?

Gaetano S. Commentatore certificato 17.04.10 17:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Credevo di averle sentite tutte da Berlusconi, ma questa mi ha fatto venire la nausea, un senso di rigetto totale verso quello che stava dicendo a proposito di Gomorra.
È come dire che la lotta alla mafia si fa solo militarmente. L’istruzione non va contemplata. Per Berlusconi ed il suo governo non bisogna far sapere a nessuno la vera potenza delle mafie italiane.
Per me, infangare la letteratura e la cultura anti-mafia è equivalente alle campagne per bruciare i libri da parte dei nazisti. La cultura fa paura al potere perché fa pensare.
Oggi non c’è più bisogno di bruciare i libri. Basta avere qualche TV, dei giornali ed un sacco di soldi. Poi si vincono le elezioni grazie a questi mezzi, che nel frattempo hanno rimbambito una gran parte della popolazione con programmi intellettualmente retrogradi e privi di contenuti. Tutto deve essere azione, priva di contenuto. Voglio ripetermi per rendere chiaro il concetto: tutto deve essere privo di contenuti. Anche i cervelli.
Se io fossi un parlamentare qualsiasi, non imporata di quale schieramento politico, mi vergognerei talmente tanto di quello che ha detto Berlusconi che lunedì mi presenterei in aula con una proposta di legge per rendere Gomorra testo obbligatorio a scuola.

Nicola Orichuia 17.04.10 16:28| 
 |
Rispondi al commento

Beh! per una volta è stato coerente lo psicopedopremier: se Mangano era un eroe per forza Saviano dev'essere un delinquente...se avesse detto che Saviano è un eroe personalmente avrei iniziato a preoccuparmi!!

Ivan R. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.04.10 16:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' un criminale con la c maiuscola chi si permette di dire che la mafia italiana è al sesto posto fra le mafie di tutto il mondo( la mafia esiste perchè in Italia ne sono state inventate almeno cinque varianti - Cosa Nostra, Ndrangheta, Camorra, Sacra Corona Unita,Loggia massonica P2-. Vuole mandare un messaggio di impunità ai suoi grandi elettori siciliani. Vuole assicurare che il regime di carcere duro finirà quando il suo governo avrà i pieni poteri. E quel poveraccio gli da il suo appoggio incondizionato in cambio del "federalismo" che potrà fargli spartire fra i padani ( il 20% degli abitanti delle città del nord potrà forse vantare, ammesso che sia possibile vantarsene, una coppia di genitori aborigena mentre quelli della campagna sono sicuramente almeno due volte incrociati con popolazioni importate o dai miseri territori di Rovigo o dalle poverissime campagne Vicentine e tutti gli altri o sono figli o nipoti di meridionali emigrati al nord per lavorare nelle fabbriche costruite smantellando il tessuto industriale del regno delle due sicilie)i ben magri residui di cassa che lasceranno il governo centrale e le regioni del nord a questo povero, martoriato, rifastiscizzato paese. Una coppia di malati cronici sta mettendo a soqquadro l'Italia.Questi due figuri, che vantano la protezione dei vertici vaticani garantita dai comitati d'affari che si chiamano "comunione e liberazione", sottoposti soltanto alla volontà di Licio Gelli, che continua a manovrarli come marionette, stanno tentando di farci tornare indietro di 86 anni. Bisogna resistere, resistere, resistere in difesa delle nostre libertà individuali e collettive. No al fascismo di Berlusconi e Bossi, no al razzismo di Berlusconi e Bossi, no al pressappochismo di Berlusconi , Bossi e della enorme schiera di loro ministri,sottosegretari, portavoce, adulatori, leccaculo e seguaci.

Giampaolo P., Roma Commentatore certificato 17.04.10 16:12| 
 |
Rispondi al commento

SSSSHHHH... SILENZIO. STIAMO...

Ancora una volta dimostra, non che ce ne fosse bisogno, che preferisce nascondere invece di risolvere.

Non dire, non fare vedere e non fare sentire per lui equivale a risolvere i problemi.

Vuole un popolo felice che vive nell'ignoranza e senza conoscere le cose che lo riguardano.

GOVERNANDO.

By Gian Franco Dominijanni


Qualunque altro politico del mondo dicesse quello che ha detto il Premier di Gomorra e Saviano sarebbe sputtanato a vita e dovrebbe scusarsi in diretta e andarsi a nascondere. Mi scuso allora io con Saviano e gli dico grazie e vai avanti cosi- prima o poi il mondo cambiera-.

Pasquale Zuppala 17.04.10 16:01| 
 |
Rispondi al commento

Per l'ennesima volta il premier non si è reso conto del peso che possono avere delle sue dichiarazioni, che la sua invettiva contro Saviano ha o potrebbe avere per lo scrittore un risvolto negativo, un appesantimento della sua situazione già difficile, per la sua coraggiosa lotta alla mafia e all'illegalità. Qualcuno vicino al Presidente potrebbe consigliarlo meglio, perchè alla lunga i suoi scivoloni potrebbero ritorcersi contro di lui, che si considera uno statista.

Carlo Campoli 17.04.10 15:46| 
 |
Rispondi al commento

SOLIDARIETÀ A SAVIANO:::ORA E SEMPRE RESISTENZA CONTRO LA MAFIA E I MAFIOSI
Ma cosa ci possiamo aspettare da uno che definisce mangano un eroe, si fa i soldi con i libri e le fiction contro la mafia, si fa bello con la pelle e le palle di Poliziotti e Carabinieri-Magistrati e Giudici e alla vigilia dei processi tira fuori osceni colpi di teatro che, ricordate e ricordiamo le parole di totò riina, sono solo debiti già contratti e che si debbono in qualche modo saldare...ovvero l'unica cosa(nostra) che "onora"

dario grasso 17.04.10 14:18| 
 |
Rispondi al commento

Non vorrei sbagliare ma l'ultimo libro di Saviano è stato pubblicato da Einaudi non più da Mondadori

BUELLI GIUSEPPE 17.04.10 12:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

* FIRMATE sulla pagina di AMNESTY! *

Data di pubblicazione dell'appello: 01.07.2008
Status dell'appello: ATTIVO

Presidente del Consiglio dei Ministri
Silvio Berlusconi
Palazzo Chigi
Piazza Colonna 370
00187 Roma
Fax (+39) 06 6794569

Egregio Presidente Berlusconi,

dando seguito alle raccomandazioni presentate in occasione della Giornata internazionale per le vittime della tortura, desidero chiederLe di ribadire pubblicamente la natura assoluta del divieto di tortura e mi permetto di ricordarLe gli obblighi del governo italiano:

1. introdurre nel codice penale il reato di tortura e ratificare il Protocollo opzionale alla Convenzione delle Nazioni Unite contro la tortura;

2. condannare pubblicamente le rendition, accertare il coinvolgimento dell'Italia in tali pratiche illegali, collaborare alle inchieste e ai procedimenti giudiziari in corso e alle indagini internazionali;

3. non fare affidamento sulle "assicurazioni diplomatiche" fornite da altri governi, secondo le quali le persone espulse dall'Italia non saranno torturate dopo l'arrivo;

4. rendere le norme del c.d. decreto Pisanu sulle espulsioni conformi agli standard internazionali sui diritti umani in materia di tortura e annullare le espulsioni già effettuate in assenza di tali garanzie;

5. assicurare che l'applicazione delle norme sull'effetto sospensivo nei casi di ricorso contro il diniego dello status di rifugiato, previste dalla legislazione sull'asilo entrata in vigore il 5 novembre 2008, costituisca una effettiva garanzia contro il refoulement e contro la tortura.

Distinti saluti.

http://www.amnesty.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/1092

Pippilotta Långstrump, Stoccolma Commentatore certificato 17.04.10 12:28| 
 |
Rispondi al commento

Presto, finanziamenti pubblici per la Mafia, è inaccettabile che sia solo la sesta al mondo..aspettate, i finanziamenti pubblici alla Mafia già ci sono, scusate mi ero confuso!!

Luca N., Poggio Berni (RN) Commentatore certificato 17.04.10 12:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Oh perbacco!!"La mafia italiana risulterebbe essere la sesta al mondo"...dopotutto questo agitarsi, B. non è poi un così grande imprenditore!!

Li m. Commentatore certificato 17.04.10 12:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' da tempo che mi chiedo come una persona del genere possa essere a capo di un governo.
Svegliatevi italiani:quando non troverete più nessun lavoro,perchè le ditte chiudono,o perchè l'artigiano non ha più la possibilità di tenere aperta la sua attività,allora sarà troppo tardi.
Stiamo andando a rotoli,e cosa fa il governo? Studia leggi e leggine per salvare il culo al suo padrone (Silvio,per chi non lo avesse ancora capito).

Giuseppe V. Commentatore certificato 17.04.10 12:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

''Io sono un autore che ha pubblicato i suoi libri per Mondadori e Einaudi, entrambe case editrici di proprietà della sua famiglia. Ho sempre pensato che la storia partita da molto lontano della Mondadori fosse pienamente in linea per accettare un tipo di narrazione come la mia, pensavo che avesse gli strumenti per convalidare anche posizioni forti, correnti di pensiero diverse. Dopo le sue parole non so se sarà più così.'' citato da risposta di R.Saviano al nostro impresentabile premier.
ROBERTO DOPO TANTE PAROLE IMPORTANTI,MI PIACEREBBE UNA SCELTA IMPORTANTE.

mauro i 17.04.10 12:05| 
 |
Rispondi al commento

Perchè Saviano ha pubblicato il suo libro con Mondadori,di proprietà del Cavaliere? Non ci sono per caso decine e decine di altre case editrici? Qualcuno può rispondere?

Macchia Nera 17.04.10 12:04| 
 |
Rispondi al commento

L'ultimo libro Saviano lo ha pubblicato con Einaudi!
Dunque una scesa in campo del premier contro Saviano è, credo, un voler prendere due piccioni con una fava: scaricare Saviano, che cambia scuderia e proteggere la mafia, indirettamente, screditandolo.
Il post di Beppe come sempre è molto più profondo e attinente di quanto appari.

Paolo B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.04.10 12:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

non dobbiamo prendere in considerazione le cazzate che giornalmente quel delinquente di berlusconi spara a destra e a manca. è totalmente gonfio di cocaina, il cervello non gli risponde più, come diceva la moglie è malato di mafiosità, e camorrismo e quindi andrebbe impiccato domani mattina. ma la colpa non è la sua, ma di chi ancora non lo ha fatto arrestare. provate a chiedere a napolitano il presidente degli italioti.

giuseppe Picchio, orvieto Commentatore certificato 17.04.10 11:59| 
 |
Rispondi al commento

L'ADULATORE DEL BERLUSCONI

C'è quello che la gente vuol sentire.
C'è quello che la gente vuole credere.
C'è tutto il resto.
Poi ...
C'è la verità.

Giuseppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.04.10 11:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

dal portale di ign kronos

Il gruppo bancario garantisce l'applicazione dei principi di responsabilità sociale e ambientale nella propria attività quotidiana

A Intesa Sanpaolo riconoscimenti per l'impegno a difesa della sostenibilità
ultimo aggiornamento: 16 aprile, ore 13:27

MA NON ERA LA BANCA INTESA QUELLA DEI BOND ARGENTINI????
GIA LA STESSA BANCA DI CUI IL PRIMO AZIONISTA ERA ED E ANCORA IL ROMANO PRODI
QUELLO CHE VOLEVA RISANARE L ITALIA SPREMENDO GLI ITALIANI A BASE DI SUPER TASSE ..........DOPO AVERLI SPREMUTI CON LE LE BANCHE????'
QUELLO CHE PARLAVA DI ONESTA ..CHE SI ERA DIMENTICATO CHE L ONESTA E ANCHE NEL RISARCIMENTO DELLE SUE VITTIME DELLA GIGANTESCA TRUFFA
DELLA SUA BANCA
CHE CI HA CHIAMATO EVASORI E POI A ....REGALATO(CONDONATO ) 98 MILIARDI DI EURO ......ai suoi amici
QUELLO CHE CI HA REGALATO ALLE BANCHE CON LEGGI AD HOC
QUELLO CHE HA VOLUTO L ITALIA NEL EURO
(EURO UNA MONETA DI UNA BANCA ...PRIVATA)

E HANNO ANCORA IL CORAGGIO DI FARSI PUBBLICITA SU I GIORNALI COME I ...SALVATORI DELLA PATRIA ????
al peggio non c'e fine
e c'e QUI NEL BLOB gente che rimpiange prodi
e che viene qui sul blob a fare propaganda ....
anche dopo le accuse verso beppe dopo le elezioni
COME SE FOSSE COLPA DEGLI ALTRI INVECE DELLA LORO CONDOTTA

finche la gente non capira che la sx e la dx sono uguali e votera e cerchera una nuova gestione
NON CAMBIERA MAI NULLA

stefano b., rovato Commentatore certificato 17.04.10 11:35| 
 |
Rispondi al commento

AH AH AH AH!!!!

Christian Galante, Castelfranco Emilia Commentatore certificato 17.04.10 10:55| 
 |
Rispondi al commento

brutto psicopedonano vecchio puttaniere rincoglionito dalla sifilide che ti obnubila il cervello che gia non era gran che ma I Sopranos?
Serie televisiva "I Sopranos" in Italia ( ed in tutto il mondo) è stata trasmessa per la prima volta dalla rete televisiva Canale 5 nel maggio 2001, con buoni risultati di ascolto nonostante la seconda serata [12], alternando orari e giorni di programmazione[13][14][15]. La serie è stata trasmessa di nuovo dall'inizio su Italia 1 durante orari notturni a partire da febbraio 2009.
Ma vedete tutti che è proprio un'idiota si o no?

Janek N., Gallarate Commentatore certificato 17.04.10 10:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.robertosaviano.it/articoli/il-premier-mi-vuole-zittire-ma-sui-clan-non-tacero-mai/

chi ha ha postato questo post?

leggete informatevi e solo allora criticate (solo questo potete fare banda di senza-palle )

siete dei meschini se volete accostare Saviano a Mondadori a Berlusconi a Mafia ecc...

forse era meglio che Saviano si rivolgesse alla Casaleggio e Associati o al gruppo Bilderberg

a proposito della Casaleggio e C.
i famosi bravi Ragazzi...
INFORMATEVI E POI SCEGLIETE/CRITICATE:

http://farabutto.splinder.com/tag/bilderberg

Evvai Beppe vai con la democrazia preventiva della rete passa solo ciò che vogliono vero o no?

PERCHÈ NELL MAPPA DEL POTERE NON COMPARE LA CASALEGGIO E SOCI?

PECCHÈ PECCHÈ DICO IO PECCHÈ???

DAI INIZIA TIRA FUORI QUALCHE SCHELETRUCCIO DALL' ARMADIO E DAI ARIA FRESCA AL BLOG SE VUOI SOTTOSCRIVIAMO NOI (SI NOI) I COSTI PER IL LIBERO BLOG DI BEPPEGRILLO MA DEVI SVINCOLARTI ANCHE TU DL POTERE M.E.D.I.A.T.I.C.O.
CON AFFETTO FANCULO

lions bull (liosbull), milan Commentatore certificato 17.04.10 10:44| 
 |
Rispondi al commento

NEL 2008 AVEVA UN'ALTRA IDEA DI SAVIANO, MA E' SEMPRE COLPA DEI COMUNISTI


http://www.repubblica.it/2008/10/sezioni/cronaca/camorra-3/napolitano-berlusconi/napolitano-berlusconi.html

LUCA MASTRODONATO 17.04.10 10:32| 
 |
Rispondi al commento

Il commento più appropriato è la risposta-lettera aperta che lo stesso Saviano ha pubblicato oggi.
Se fossi io il destinatario di tale lettera, potrei solo (come si dice a Londra) andare a mettere "a' capa rinto o' cesso" (la testa nel water)!

Giuliano Fornari 17.04.10 10:26| 
 |
Rispondi al commento

....e la "la letteratura, Gomorra". Dopodichè ha contattato Roberto Saviano, lo scrittore di punta della Mondadori, per proporgli un nuovo libro.
-------------------------

non so se l' hai scritto tu caro Beppe sta frase ma se così fosse hai perso me come credo molti altri tuoi estimatori.
dimenticavo, vaffanculo con affetto.
--------------------------------

lions bull (liosbull), milan Commentatore certificato 17.04.10 10:25| 
 |
Rispondi al commento

OLTRE ALLA SUA ASSOLUTA IDIOZIA, CHE MI SORPRENDE SEMPRE COME ABBIA POTUTO ARRIVARE DOVE è ARRIVATO, E CHE LO AVVICINA COSI AL CITTADINO ITALICO MEDIO SUO FIERO SOSTENITORE, ANCHE SE LA FURBIZIA è LA DISONESTA SONO FORSE I MIGLIORI E SOLE QUALITà DI TUTTI I POTENTI ITALIOTI!
MA CHE POSSA ULTERIORMENTE METTERE IN PERICOLO SAVIANO OLTRE AI RAGAZZI DII EMERGENCY QUESTO è PROPRIO IL COLMO DELLA DISONESTA E SCORETTEZZA, DI QUESTO SCHIZZOFRENICO COMPLESSATO E PROFONDAMENTE EGOTICO! ASSASSINO, ASSASSINO!

Janek N., Gallarate Commentatore certificato 17.04.10 10:05| 
 |
Rispondi al commento

Avrei una considerazione da fare a proposito dello scrittore Roberto Saviano. Ma non sente un minimo di imbarazzo a pubblicare i suoi scritti con Mondadori, la casa editrice del caimano, che definisce eroe il mafioso Mangano ? Non avverte Saviano una seppur piccola contraddizione tra le parole, la storia personale, la carriera, le amicizie (Dell'Utri) e i fatti concreti del suo editore Berlusconi e il suo impegno civile caratterizzato dagli scritti, dalle battaglie, dalle testimonianze ? Come possiamo prendere seriamente le parole di Roberto Saviano se poi pensiamo che lo psiconano si arricchisce ogni volta che lo scrittore pubblica per lui ? Come fa Saviano a non avvertire questo profondo difetto di coerenza ?

Claudio Luppi 17.04.10 10:01| 
 |
Rispondi al commento

BERLUSCONI contro La Piovra e Gomorra.

E' la prova più eclatante che E' UN VERO PROPRIO MAFIOSO.

Non è solo un collaboratore esterno della mafia, ma ne fa parte in pieno.

Sicuramente HA FATTO GIURAMENTO DI SANGUE SU UN SANTINO e sa che, se tradisce la mafia o se fa un passo falso, questa lo uccide ... speriamo!.

Angelo S. 17.04.10 09:47| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
LO PSICONANO ORMAI VIVE IN UN MONDO TUTTO SUO,LA MAFIA PER LUI NON ESISTE, MANGANO PURE,PRESTO NE PAGHERA' LE CONSEGUENZE,CON FINI CHE LO STA' ACCOLTELLANDO DA DIETRO AL SCHIENA
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 17.04.10 09:28| 
 |
Rispondi al commento

Le telecamere e gli altoparlanti ad ogni angolo delle strade, come nel romanzo 1984 di Orwell, sono quasi tutti installati. Altoparlanti dai quali proviene la voce gracchiante di qualche capò, che indottrina ed ammonisce i passanti...

Vince M. Commentatore certificato 17.04.10 09:02| 
 |
Rispondi al commento

Berlusconi torna a contestare "Gomorra" e "La Piovra": "Cattiva pubblicità all'Italia".
Fortunatamente l'immagine di pulizia, onestà, trasparenza, castità del nostro governo sta soppiantando quella ingiusta e stereotipata dell'italiano mafioso...

Peccato, la scena dell'esplosione di capaci era una figata, il botto, il realismo spietato dei corpi straziati, una regia sapien... come? non era una fiction? ah...

Davide Tassan 17.04.10 09:00| 
 |
Rispondi al commento

il mondo di berlusconi è lo stesso di murdoch. è la visione americana della vita. quella che se non hai l'assicurazione sanitaria ti lasciano morire per strada.
così per me l'america sta qui, in italia.
che sto dicendo?
ho appena visto una singolare trasmissione americana su "cielo", si chiama "cheaters".

i traditi si rivolgono alla trasmissione per ottenere le prove di essere cornuti. la trasmissione fa pedinare e filmare i fedigrafi (anche solo fidanzati) e poi gli tende un agguato davanti alle telecamere.

sono invadenti ed moralisti. il conduttore si comporta come stesso dentro "mission impossible" e imbecca e consola il cornuto.

la trasmissione è costruita affinchè i traditi si scontrino fisicamente coi traditori e con i terzi incomodi.
appositi scimmioni si frappongono quando la cosa degenera. fanno giungere la situazione al punto che qualcuno può imbracciare un'arma e sparare. bloccano il fedigrafo e non lo mollano. e se questi grida alle telecamere di non inquadrarlo e le spinge vie gli scimmioni grandi e grossi lo spintonano. altro che privacy violata! son proprio botte da orbi!

la cosa che trovo più orripilante è appunto l'invasione della privacy. non nel senso che dà berlusconi alla parola privacy (della mafia?).

cioè bussano alla porta delle case della gente e pretendono di entrare. riprendono lo sputtanamento senza aver avuto la liberatoria per riprendere dal malcapitato. e soprattutto tale Greco, il conduttore, fa anche il moralista. il narratore fa allusioni pesanti sulle immagini e se la ride.

se questa è l'america, cari miei, come in fondo ho sempre saputo, son ben felice che lei stia la ed io qua. l'italia fa schifo in mano a berlusconi. e peggiorerà sino al caos.

la mafia sarà istituzionalizzata e i roberto saviano tacitati. solo che obama sta provando a metterci qualche piccola toppa al suo paese mentre invece il nostro caro premier vuol trasformare l'italia nell'america di "cheaters"!

che schifo!
una umanità simile mi fa rabbrividire

gennaro esposito 17.04.10 05:23| 
 |
Rispondi al commento

E questa è la classe dirigente italiana, e cioè tutta mafia e corruzione. E quello sporco fascista mafioso di merda di Berlusconi ne è il simbolo.
In questo paese del cazzo chi combatte per la verità è sempre odiato e sono sempre le persone oneste a essere soppresse da questo sporco sistema... FORZA SAVIANO E TUTTI QUELLI CHE LOTTANO PER LA VERITA'. ORA E PER SEMPRE UNITI CONTRO LA MAFIA, CAMORRA E NDRANGHETA!

Attilio Di Domenico 17.04.10 03:50| 
 |
Rispondi al commento

...senza contare che il celebre film "il camorrista" in cui si idolatra il boss Raffaele Cutolo è stato prodotto dalla Fininvest!!!

deoxys deoxys 17.04.10 03:32| 
 |
Rispondi al commento

LA SITUAZIONE DI FINI E' QUESTA...

la riforma prevista da berlusconi implica una sorta di transizione legale
(cioè piduista come la intendeva il piano di licio gelli) dalla repubblica
ad una AUTOCRAZIA nominalmente legale.

OGGI I COLPI DI STATO NON SI FANNO CON I COLPI DI CANNONE MA A COLPI DI
FIUDICIA DEI NOMINATI AL PARLAMENTO.

se ci fosse un tentativo di colpo di stato militare ci sentiremmo
autorizzati a fare RESISTENZA e non ci sentiremmo terroristi nel farlo.

ma se berlusconi fa la riforma costituzionale che fa transitare
"legalmente" la repubblica italiana verso una autocrazia, in cui a capo
c'è lui stesso che usa l'azienda di famiglia per fare affari, come fosse
una multinazionale/stato con putin, gheddafi etc., opponendoci allora si che saremmo terroristi!

in tal caso, se ci ribellassimo andremmo contro la legge. perchè come p.
es. equitalia è legalmentenella condizioni di iptecare una casa da
centinaia di migliaia di euro per una multa da 50 euro, il nostro caro
premier sarebbe per legge autorizzato dalle sue riforme a comportarsi come
pinochet.

immaginate l'ufficio del pubblico ministero sotto il ministro della
giustizia: lobbyes e ladroni nominati al parlamento farebbero tutto quel
che c...o gli pare a norma di legge, anche ex post. come ora.

fini deve capire che una volta passate le cosiddette riforme berlusconiane
sarebbe fatto fuori politicamente in modo definitivo.

se dopo la fusione di alleanza nazionale con forza italia conta sempre
meno, in seguito sparirebbe lui e i suoi uomini dai posti chiave del PDL.

fini ha mostrato i suoi limiti quando nella partita non ha saputo valutare
la legge elettorale porcata calderoli, pensando andasse a beneficio anche
suo fondendosi nel PDL, come partito di maggioranza relativa col premio
di maggioranza al 55% alla camera.

ora con i parlamentari nominati praticamente cooptati dal potere di
berlusconi anche in quanto proprietario di mediaset/fininvest fini se lo
prende in quel posto.

gennaro esposito 17.04.10 01:38| 
 |
Rispondi al commento

SE FINI NON S'E' RINCO LO SA

pensate alla figura di fini quando era segretario di AN che poteva aspirare ad essere capo del governo o presidente della repubblica. oggi invece è preso a pernacchi quotidianamente da belpietro e feltri mostrando appieno la sua debolezza.

si contiene. non ha reazioni isteriche. ma comunque sembra che stia tacendo di fronte agli attacchi che non riesce a bloccare.

questa situazione mostra l'importanza di possedere giornali e televisioni. berlusconi è uno e trino. è capo del governo con cui controlla la rai e la pubblica mministrazione, è padrone di mediaset con cui controlla l'altro monopolista televisivo nazionale, ed è anche proprietario di quotidiani.

con questa triplice veste tiene a busta paga gli spernacchiatori dell'ex leader di AN. mi sembra una fine ben misera per una persona da sempre considerata molto intelligente e volitiva. non credo che sia la presidenza della camera a paralizzarlo come già fu per quello sfigato di bertinotti. credo sia dovuto alla consapevolezza di essersi andato a cacciare in un vicolo chiuso.

il potere ministeriale è andato alla testa di "mossad gasparri" e "sbatti il mostro in prima pagina la russa". e con loro tutti gli altri che si sono potuti emancipare dall'ex segretario di AN.

ma c'è un ma. tutti costoro non sanno che un frattini qualunque ex manager mediaset sarà da sempre preferito a loro, da berlusconi. per quanto possano essere diventati affidabili e proni non basta mai.

quel che conta con berlusconi è il potere di contrattazione. se anche non si ha la capacità di seguire tutti i passaggi da consumato giocatore del nano malefico basta aver a mente cosa gli sta a cuore. e che può ottenere solo da te.

gennaro esposito 17.04.10 01:34| 
 |
Rispondi al commento

L'infame di arcore

Giorgio Cigolotti Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.04.10 01:12| 
 |
Rispondi al commento

"ci siamo posti l'obbiettivo di avere un numero il piu vicino possibile allo zero di latitanti"
*coff* *coff* heeeeeeem........ ma Dell'utri e Cosentino non sarebbe meglio metterli in gabbia per avvicinarsi allo zero?

adoro la coerenza ^^

Fabiano Pilati (ian_1983), Tassullo (TN) Commentatore certificato 17.04.10 01:12| 
 |
Rispondi al commento

Silvio Berlusconi P2ista e CORRUTTORE PATENTATO è la vergogna e la rovina degli Italiani per bene.
Prima lo cacciano a legnate sul groppone e prima lo sbattono in galera meglio sarà per tutti.
E con lui si dovranno cacciare a legnate sul groppone tutti quelli che lo hanno sostenuto e legiferato ad personam per lui e per i suoi gaglioffi; avvocati, giornalisti, zoccole, escort, portaborse.

dr. Jekill 17.04.10 00:44| 
 |
Rispondi al commento

La 'ndrangheta sta colonizzando velocemente anche la Liguria, tra l'altro, e lui dice che Gomorra costituisce una brutta pubblicità per il nostro Paese....E'stupefacente quello che riesce a tirar fuori ogni giorno.

antonella g. Commentatore certificato 17.04.10 00:39| 
 |
Rispondi al commento

Maroni faceva finta di essere assorto nella scrittura....Son proprio ridotti a delle marionette...Mi stupisco solo che il nostro dittatore non abbia detto "le otto serie della Piovra trasmessa dalla televisione di Stato con i soldi dei contribuenti" che é una litania fissa.

antonella g. Commentatore certificato 17.04.10 00:30| 
 |
Rispondi al commento

Che stolto... Saviano l'ha pubblicato la figlia... che strozzi lei... E vorrei vedere se la piovra non è andato in onda su mediaset... che stolto! Mi sono proprio rotto le palle di farmi prendere per il culo!

Riccardo L 17.04.10 00:20| 
 |
Rispondi al commento

silvio deve sapere alcune cose:
1:la mafia non ha bisogno di pubblicità da parte di nessuno
2:alcune ficion sulla mafia le ha trasmesse la stessa mediaset
3:conosciamo il fenomeno mafia grazie alle fiction e ai libri di saviano
4:mangano dopo tutto quello che ha fatto per lui si rivolterebbe nella tomba
5:più va avanti più diventa patetico.....

devis q. Commentatore certificato 17.04.10 00:12| 
 |
Rispondi al commento

Ma con quale faccia continuiamo ad attaccare Saviano? uno che ci mette la vita per esprimere le proprie idee?...Quello che dice Berlusconi è surreale è vero....ma continuando ad accusare Saviano in questo modo si fa il suo stesso gioco...per favore Grillo pesa le paarole soprattutto su questo argomento....

Domenico Iuliano 17.04.10 00:11| 
 |
Rispondi al commento

In quale paese civile il capo del Governo allude all' assurda idea che la mafia non esiste? che la criminalità organizzata è solo frutto della fantasia di uno scrittore e di un regista? La storia della nostra Repubblica ha subìto una svolta con la strage di Capaci, è inutile negarlo, deve far riflettere che oggi Berlusconi tratti l' argomento in questo modo. E' un ammissione di colpa. La "trattativa", i rapporti tra Stato e mafia, il papello, Berlusconi ha appena dimostrato che è tutto vero, al di là di ogni sentenza.

Giovanni C., Roma Commentatore certificato 16.04.10 23:55| 
 |
Rispondi al commento

Io sto con Roberto Saviano, una delle poche persone che mi rende orgogliosa di essere italiana.

Ambra Dan 16.04.10 23:15| 
 |
Rispondi al commento

Berlusconi ragiona come un MAFIOSO !

Ragiona come i camorristi che se la prendono con Saviano perché parla della camorra.


Carlo Carli - Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.04.10 22:59| 
 |
Rispondi al commento

Io sto con Roberto Saviano. Le dichiarazioni, per molti versi sconcertanti, di Silvio Berlusconi fra cui “La mafia italiana è famosa per Gomorra”, “Sarebbe la sesta al mondo ma fiction e letteratura sono state un supporto promozionale” e "La mafia è più famosa che potente", stridono in modo metallico sulla mia coscienza di onesto cittadino italiano. Il nostro premier è stato quantomeno incauto per il semplice motivo che il Cinema e la Letteratura hanno rappresentato un ottimo strumento didattico per combattere un sentimento predominante in un passato non troppo remoto del nostro paese. L’Omertà è sempre stata considerata dalle mafie come l’indispensabile terreno fertile dove poter far crescere in modo rigoglioso il crimine in tutte le sue diramazioni. Il Cinema e la Letteratura italiana hanno rappresentato un buono strumento per combattere un modo troppo diffuso di interagire con la realtà quotidiana. Come dimenticare gli appelli spesso finiti inascoltati di magistrati e forze dell’ordine alla disperata ricerca di uomini coraggiosi disposti a testimoniare nei principali processi che vedevano lo Stato schierato contro le Mafie. Come dimenticare tutti i martiri fra le forze dell’ordine, magistrati e giornalisti? Ricordo con ammirazione i magistrati Falcone e Borsellino, che hanno sacrificato la propria vita e quella dei loro cari per un altissimo senso del dovere. Il cinema ha offerto agli italiani la possibilità di non dimenticare questi uomini e donne che hanno messo al primo posto lo Stato e all’ultimo la propria vita. Non comprendo davvero l’accanimento del presidente del consiglio nei confronti della celeberrima serie televisiva “La Piovra” in cui rammento un personaggio fra tutti, il Commissario Cattaneo, vittima della Mafia. Quella fiction ha raccontato agli italiani la vita e la morte di moltissimi servitori dello stato. Quali falsificazioni o mistificazioni si possono addurre agli autori di simili capolavori? Sbagliare è umano, perseverare è diabolico.

ARCANGELO CAMPAGNA 16.04.10 22:51| 
 |
Rispondi al commento

Saviano nn si tocca (e vale anche per te beppe)

raistlin_us 16.04.10 22:49| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 



Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori