Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

POVERI PARTIGIANI


Partigiani.jpg
"Poveri partigiani portati in processione - nei telegiornali, alla televisione - sopravvissuti un tempo alle fosse comuni - ma seppelliti in questo tempo dall’informazione. - Sfilano il 25 aprile, con le medaglie appese alle bandiere - accanto alle mogli dei sottosegretari appena uscite dal parrucchiere - dicono sottovoce: “viva la Costituzione - ma adesso è tardi mi chiude la posta... devo prendere la pensione…" - Poveri deportati che mostrano la matricola alle telecamere - tra una pubblicità e l’altra il tetro tatuaggio - “questo sterminio vi è gentilmente offerto da una bibita gassata e da un famoso formaggio” - Poveri nomi e cognomi dei caduti di tutte le guerre - che stanno sempre sulla bocca degli onorevoli politici - con tutti quei morti in bocca c'avranno -sicuramente un alito pesante - la loro lingua è un camposanto... dove resuscitano ogni tanto… -- Poveri morti di Nassirya che forse ci credevano davvero - chi muore muore con onore... chi sopravvive vive nel dolore - povero Nicola Calipari che gli hanno pure intitolato un’isola pedonale - sarà contenta la moglie che ha sposato - una zona a traffico limitato? - Poveri parenti degli eroi -che almeno per un giorno - sono stati eroi anche loro, nei funerali in mondovisione - ma appena il giorno dopo, erano morti anche loro… - erano morti… che ricordavano altri morti. - Ma voi:
Ricordate i morti ma ricordateli vivi - Ricordate i morti ma ricordateli vivi. (Ascanio Celestini)". BUON 25 APRILE. ORA E SEMPRE RESISTENZA!" Estrellita *.

25 Apr 2010, 21:01 | Scrivi | Commenti (19) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Abbiamo più bisogno oggi di lottare, di ieri: visto la progressiva limitazione delle libertà personali/dignità umana.
Non bisogna mai abusare della memoria storica: l'uso è una cosa, l'abuso un'altra. Non credono sia utile cullarsi del passato: meglio capire come migliorare presente. E creare un indirizzo migliori di strada , per il futuro. Solo contributi, ne vittimismo, ne lagne. Ci sono persone che muoiono ogni giorno suicidandosi. O vivono in stazione. O in dimore inusuali: auto propria. Ed altro. Ascoltiamoli i Vecchi partigiani dell'ANPI. Per capire dove eravamo e dove siamo arrivati. E dove andare. Stabiliamo art. 3 Cost. Riduciamo, annulliamo privilegi: ogni uno in rete ne riporti uno. E lo combatta: anche chiamando il 117. Chiedendo redistribuzione reddito come motore sviluppo liquidità nel sistema in corto. Mai più barriere all'ingresso mondo lavoro/scuola/sanità/sapere: ordini e clientelismo. Ritorno equo canone, per affitto casa e nuovi alloggi case popolari. Basta lamenti. Contributi utili: ogni uno scelga tema e svisceriamole, in tutte le sue parti. con soluzioni annesse

salvatore rosolino 26.04.13 11:51| 
 |
Rispondi al commento

Il giorno dopo le elezioni, e dopo aver votato M5S, mi sono unita al coro di chi voleva che il Movimento si unisse al Pd per la formazione del Governo... Pertanto, al NO deciso di Grillo e del Movimento rimasi molto delusa, ma soprattutto impressionata dalla caparbietà e dal pesante giudizio negativo che veniva espresso nei confronti di un partito che, fino a pochi giorni prima delle elezioni, avevo deciso di votare, salvo poi dirottare il mio voto su M5S a causa di un crescente dissenso e un certo disgusto per la politica istituzionale di vecchio e viziato stampo. Disgusto che ha preso a darmi di nuovo il voltastomaco in occasione delle votazioni per il Presidente della Repubblica, a causa della discriminazione attuata dal PD nei confronti di Rodotà e per tutti gli accordi sottobanco di Bersani pur di garantire a Berlusconi l'immunità parlamentare. Garanzia che, con Napolitano nuovamente Presidente, Berlusconi si vede assicurata. E miei post-giudizi negativi sul M5S e Grillo per non aver dato luogo a un governo con il PD? ...Ebbene, devo ammettere che, a ragion veduta, anche io al posto di Grillo,per quello che il M5S intende attuare con il proprio programma politico a favore dell'Italia, avrei deciso con la massima sicurezza che è impossibile > con la vecchia politica istituzionale viziata da una corruzione, diretta e indiretta, che non risparmia nessuno all'interno di quei partiti, neppure il relativamente giovane, dalla faccia tanto per bene, di Enrico Letta. Per questo non c'è nessuna > da festeggiare, in quanto prigionieri ancora siamo di un fascismo latente, subdolo, e in quanto tale più pericoloso di quello che indusse tanti Italiani, uomini e donne, a imbracciare un fucile, per potersene liberare. Con la speranza che gli Italiani abbiano imparato la lezione, in onore dei caduti per la libertà, voglio gridare il mio grazie... viva sempre il 25 aprile!

Elena Falcone 26.04.13 07:44| 
 |
Rispondi al commento

vedo che propinano la parola partigiani e resistenza onore ai caduti militari che anno dato la vita e creato la parola democrazia ai cittadini e regole delle leggi uguaglianza e rispetto dei diritti per tutti,, ma privilegi questo no.. non è sancito dalla costituzione Italiana prevaricare sui deboli tassando la casa con più tasse ad infinito e i politici di professione che usano il 25 aprile per comodità di casta e deviare le idee giovanili di cambiamenti generazionali richiesti dal basso non riuscirete a modificare le esigenze e la richiesta di cambiamenti dei giovani ormai delusi da voi massoni della P2 ormai nel vostro D.N.A inciucio e prevaricare le coscienze dei giovani che chiedono spazi che voi politici navigati e attaccati al potere non volete concedere per vostri interessi di alta casta politica ormai siete troppo distanti dai giovani e cittadini sfruttati da anni per i vostri loschi programmi affaristici via dalle istituzioni che avete infettato con virus antidemocratico..ww,,5 stelle ww aria di cambiamenti viva nuova generazione politica w idee nuove abbasso il vecchio che non molla ma il tempo farà la sua parte e il proverbio non sbaglia mai,,,,,

antony-gentile 25.04.13 14:12| 
 |
Rispondi al commento

Ma siete sicuri che sono stati dei grandi eroi i nostri partigiani? La mia povera mamma mi ha sempre raccontato un’altra storia, la storia della povera gente, quella gente che non sapeva nemmeno dove era l’Inghilterra, la Francia e così via.
Era nata nel 1928 a Massa Carrara dove la Linea Gotica si è fermata per nove mesi più o meno, costretta a sfollare in un paesino sulle Apuane.
La Fame era sovrana e se voleva mangiare qualcosa doveva scendere in pianura a raccogliere quelle poche cose che erano rimaste nei campi dei contadini oramai abbandonati. C on tanta fatica riusciva a mettere insieme una piccola cesta di ortaggi, ovviamente in pessime condizioni, per poi risalire in montagna.
Tutto questo comportava dei rischi naturalmente, tipo prenderti una raffica di mitragliatrice dai tedeschi che erano appostati nei nostri bellissimi monti.
Grazie a dio a lei è andata bene ma molto meno con le misere ceste che riusciva a mettere insieme, infatti i nostri eroi partigiani, con i loro fazzoletti rossi legati intorno al collo, immancabilmente la fermavano e gli rubavano le quattro cose che aveva messo insieme con grande fatica.

Marco Fazzi 26.04.10 17:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vieni anche tu a dire la tua su HTTP://LIBERALVOX.BLOGSPOT.COM il Social Network che fa opinione.


bè io ieri a Carpi, in occasione di "materiali resistenti", ho sentito parlare il comandante Diavolo (al dièvel), e ho visto gente seriamente partecipata alle parole di quel grande uomo.
"lo sappia il ministro della difesa...."

viva il 25 aprile, viva la resistenza. viva l'Italia.

giacomo v 26.04.10 13:51| 
 |
Rispondi al commento

"...una mattina mi son svegliato
e ho trovato l'invasor..."
Ora e sempre resistenza.

Elisa M. Commentatore certificato 26.04.10 11:34| 
 |
Rispondi al commento

che cavolata di post.

avete festeggiato?? ma cosa? una liberazione mai avvenuta.

leggete i libri di storia, ma non quelli finti scritti in italiano quelli di tutti gli altri paesi del mondo.

a volte (ritornano) Commentatore certificato 26.04.10 10:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CIAO BEPPE
E' VERO CHE DOVREMO RICORDARE I MORTI VIVI,MA SIAMO IN PAESE DI MORTI VIVENTI,DOVE LA MORTE FA' SOLO COMODO RICORDARLA A CHI COMANDA
BUON 25 APRILE A TUTTI
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 26.04.10 09:17| 
 |
Rispondi al commento

LO STATO IMPERO allo STATO AZIENDA

potrebbe essere l'unica analogìa tra il pelato di Predappio e quello con la scopa cucita in testa!

I destronzi giustificano il duce nel momento che seguì il pazzo nazista nella guerra "lampo" che si rivelò una fregatura colossale!

Però gli stessi destronzi dimenticano che il nostro paese non aveva risorse per sostenere una guerra di quelle dimensioni.
Non si trattava di una "guerretta" coloniale. Lo avrebbe capito anche il più coglione dei coglioni
che si trattava di una espansione territoriale
contro potenze mondiali. Francia, Inghilterra, Unione Sovietica non credo che anche a quei tempi
potessero essere compresi come "stati del terzo mondo".

QUI QUALCUNO CI VORREBBE FAR FESSI!!!
la storia è quella e quella rimane !!!

RIMAREBBE ANCHE SE A VINCERLA FOSSERO STATI "GLI ALTRI"... PERCHE' DI SOLITO IL VINCITORE AMPLIFICA
IL GESTO DELL'AGGRESSIONE!!!

per cui è sbagliato anche scrivere "la storia la raccontano solo i vincitori e non i vinti".

I VINTI CERCHERANNO MILLE PRETESTI PER PASSARE
DA INNOCUI INNOCENTI, ma verranno sempre inchiodati dalla responsabilità di essere stati i
PRIMI A ROMPERE I COGLIONI !!!

>>>OGGI IL COGLIONE DI ARCORE sta percorrendo la stessa strada nell'ambito economico. Si crede a capo di un impero invece è un kapò di una azienda
Italia in totale fallimento!!!!

SPERO CHE FACCIA LA STESSA FINE !!!!
non basteranno le monetine , stavolta!!!


QUOTES BY MALCOLM X

"A man who stands for nothing will fall for anything."

"We are nonviolent with people who are nonviolent with us."

"Don't be in a hurry to condemn because he doesn't do what you do or think as you think or as fast. There was a time when you didn't know what you know today."

"My alma mater was books, a good library... I could spend the rest of my life reading, just satisfying my curiosity."

"Stumbling is not falling."

"There is no better than adversity. Every defeat, every heartbreak, every loss, contains its own seed, its own lesson on how to improve your performance next time."

"They put your mind right in a bag, and take it wherever they want."

"We didn't land on Plymouth Rock, Plymouth Rock landed on us."

"Concerning nonviolence, it is criminal to teach a man not to defend himself when he is the constant victim of brutal attacks."

Janek N., Gallarate Commentatore certificato 26.04.10 08:50| 
 |
Rispondi al commento

sfigati..l'analisi politica di grillo e dei grillini vale zero. continuate pure a favorire berlusconi. riuscite a capire le differenze tra le persone o siete proprio daltonici?

umberto rossi 25.04.10 23:58| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Estrellita per questa realistica poesia di A. Celestini e, anche se mi viene da piangere, EVVIVA IL 25 APRILE ORA E SEMPRE RESISTENZA!

angela s., Milano Commentatore certificato 25.04.10 22:40| 
 |
Rispondi al commento

Bellissima poesia... complimenti...

Ba Bi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 25.04.10 22:25| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori