Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Scannatoio Italia


imprenditori_suicidi.jpg
Il fronte afghano si è spostato in Italia. Il terrorismo non è ideologico o religioso, ma domestico. Ogni giorno ha il suo omicidio (anche plurimo) - suicidio. Madri che si gettano nel fiume con il figlio o che li annegano in mare. Ex mariti che uccidono ex mogli e vicini di casa. Operai licenziati e piccoli imprenditori falliti che si impiccano nei garage o collegano il tubo di scarico della macchina all'abitacolo. Tutti i giorni è di nuovo Erba, di nuovo Olindo e Rosa. Non facciamo più caso a questa guerra non dichiarata contro noi stessi. Il bollettino giornaliero dei caduti è un fatto scontato come una bomba a Bagdag. Normale che uno impazzisca o finisca preda della depressione e faccia una strage. La pentola a pressione Italia fischia, ma il suo sibilo non interessa a nessuno.

27 Apr 2010, 22:35 | Scrivi | Commenti (45) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

concordo con questo post, il tessuto delle relazioni sociali si sta disgregando, parecchi sono i depressi e vi è o una cupa rassegnazione o un pescare nel torbido che non mi piace affatto

vincenza briscioli, pisogne Commentatore certificato 28.04.10 21:30| 
 |
Rispondi al commento

In sicilia la situazione è arrivata al punto di non ritorno.I giovani del mio paese in numero di circa 6 mila negli anni che vanno dal 2000 al 2006 sono andati via,la maggioranza di essi ha un diploma in tasca ed anche un call center diventa x loro appetibile.Quelli che sono rimasti i più fortunati fanno i guarda macchine ad 7/800 euro al mese x non produrre niente ma vivere su di un bene che è già tartassato (benzina,assicurazione,tassa di proprietà,manutenzione del mezzo ecc).Le campagne che dovrebbero essere il mezzo di riscossa economica sono in abbandono il prezzo del prodotto riesce a malapena a pagare i costi di raccolta.Di tutto questo disagio non ne parla nessuno,le poche industrie che riescono ancora a produrre sono vessate continuamente di controlli tasse ed altre costi che con il fatto del produre non c'entrano niente.I pochi che producono debbono, tramite prelievo forzoso, mantenere tutti gli altri.I giovani che sono rimasti sono preda della cultura dei grandi fratelli e dei tronisti e veline e debbo dire pure della droga che spegne le loro coscienze e li avvia verso un percorso di dipendenza anche materiale dalla società tant'è che se venissero meno, sarebbe un vantaggio x tutti.Tutti coloro che potevano fare qualcosa per il proprio territorio: i più intraprendenti e preparati non ci sono più un intero territorio sarà gestito da zombi che venderanno il proprio voto x una pizza e questo sistema,così e destinato a riprodursi negli anni a venire senza alcuna possibilità di riscatto.

IL SICILIANO 28.04.10 20:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Intanto bisognerebbe che queste persone avessero la possibilità di curarsi. Lo sapete quanto costa curare una depressione? Per un tempo spesso lunghissimo, minimo 2 sedute settimanali a un costo di circa 80 euro.
Sì, xkè queste persone non esistono per il sistema sanitario nazionale...esistono pochissimi specialisti che ti fanno al limite un colloquio informativo, ma poi se ti vuoi curare devi pagare un professionista privato. E chi se lo può permettere?

marta venturi 28.04.10 17:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ALL'ARMI! ALL'ARMI !

Su, figli d'Italia! su, in armi! coraggio!
Il suolo qui è nostro: del nostro retaggio
il turpe mercato finisce pei re.
Un popoi diviso per sette destini,
in sette spezzato da sette confini,
si fonde in uno solo, più servo non è.

Su, Italia! su, in armi! Venuto è il tuo dì!
Dei re congiurati la tresca finì!

Dall'Alpi allo Stretto fratelli siam tutti!
Su i límiti schiusi, su i troni distrutti
piantiamo i comuni tre nostri color
il verde, la speme tant'anni pasciuta;
il rosso, la gioia d'averla compiuta;
il bianco, la fede fraterna d'amor.

Su, Italia! su, in armi! Venuto è il tuo dì!
Dei re congiurati la tresca finì!


Su, Italia novella! Su, libera ed una!
Mal abbia chi a vasta, secura fortuna
l'angustia prepone d'auguste città!
Sien tutte le fide d'un solo stendardo!
Su, tutti da tutte! Mal abbia il codardo,
l'inetto che sogna parzial libertà.

Su, Italia! su, in armi! Venuto è il tuo dì!
Dei re congiurati la tresca finì!

Voi chiusi nei borghi, voi sparsi alla villa,
udite le trombe, sentite la squilla
che all'armi vi chiama del vostro Comun!
Fratelli, a' fratelli correte in aiuto!
Gridate al Tedesco che guarda sparuto:
l'Italia è concorde, non serve a nessun!

Su, Italia! su, in armi! Venuto è il tuo dì!
Dei re congiurati la tresca finì!

valeria merolla, napoli Commentatore certificato 28.04.10 17:09| 
 |
Rispondi al commento

Perchè deve essere più facile uccidersi, uccidere i propri figli piuttosto che scendere in piazza e farla finita con la razza padrona?

Meglio morire in buona compagnia e con un bastone in mano, che da soli nel buio della nostra paura.

LOTTA DURA SENZA PAURA!
FACCIAMO PAGARE LA CRISI AI PADRONI E AI LORO SERVI!

roberto f. 28.04.10 15:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Messaggio per i futuri Folli o Potenziali suicidi:

Per cortesia dato che la scelta è fatta, in buona volonta, invece che mirare alla moglie, al vicino o bla bla bla, prima di andarvene fate un regalo alla società, portatevi che ne so: berlusca, andreotti, pippo baudo, dalema, ... eccetera, insomma di liste ce ne sono ogni quartiere.
Vi ringrazio e vi auguro Buon Viaggio.

Emanuele Cerri (), Patong Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 28.04.10 15:35| 
 |
Rispondi al commento

Si votano «misure straordinarie per il sostegno del reddito e la tutela di determinate categorie di lavoratori». Il gruppo Omega, ad esempio, quello che comprende i dipendenti dell’ex Eutelia: migliaia di lavoratori da mesi senza stipendio, e senza neppure la cassa integrazione. E invece niente, il centrodestra ha detto no. Niente soldi per i lavoratori, che a gennaio avevano fatto un sit-in bloccando per ore via del Corso, davanti a palazzo Chigi, e ricevendo vaghe promesse.

Lodo Alfano, pronto ddl costituzionale Sarà presentato al Senato Sarà un disegno di legge di rango costituzionale, ma non prevede nessuna modifica della Costituzione, il provvedimento messo a punto dal Pdl in sostituzione del Lodo Alfano. Il ddl, secondo quanto apprende l'ANSA, è di tre articoli e prevede lo scudo giudiziario per il Presidente della Repubblica, il presidente del Consiglio e i ministri. Sarà presentato ad horas e reca le firme del capogruppo Maurizio Gasparri e del vicario Gaetano Quagliariello.

IL PRIMO NON PASSA IL SECONDO PASSERA' A LARGA MAGGIORANZA
I PROBLEMI DEGLI ITALIANI NON INTERESSA A NESSUNO DEI NOSTRI POLITICI...............................
SI DEVE PARLARE SEMPRE DI CAZZI LORO!!!!!!

mario ., monopoli Commentatore certificato 28.04.10 15:10| 
 |
Rispondi al commento

Ognuno di noi ha una parte malata e cattiva che può uscire fuori quando meno te lo aspetti.....e l'ambiente circostante influisce molto....

Mary C., Senigallia Commentatore certificato 28.04.10 14:51| 
 |
Rispondi al commento

Il fatto è che le tragedia familiari ci sono sempre state.
Adesso con la crisi ovviamente si accentuano le tensioni ed aumentano a dismisura.
E per i media sono una pacchia, ci si può spesso marciare per anni a patto che non sia lampante chi è il responsabile (Cogne insegna....)

Quello che è inaccettabile sono i suicidi, quasi sempre di "brave persone", perchè senza lavoro o rovinate.
Suicidi che ovviamente i media cercano di far passare il più possibile sotto silenzio.
Insomma sarebbe il caso che chi decida l'insano gesto lo facesse in diretta sul web o davanti a Montecitorio o durante una diretta TV, vanno bene anche i reality, le partite di calcio etc etc...

aldo p., Milano Commentatore certificato 28.04.10 14:20| 
 |
Rispondi al commento

ANNI FA UNA BARZALETTA SULLA POLITICA ERA
se cade una bomba sul parlamento chi si salva????
la risposta era ... l italia
OGGI DOPO ANNI LA BARZALETA E PIU CHE ATTUALE....

stefano b., rovato Commentatore certificato 28.04.10 13:13| 
 |
Rispondi al commento

quando sento che al parlamento europeo si sta approvando leggi sulle ... banane
sui ceffoni ai banbini
tutta gente strapagata che non ha un .... da fare se non ritirare il mensile da sceicchi
MI VIENE IL RAPTUS DI ANDARE A GHEDI E DI FARMI REGALARE UNO DI QUEI 90 GIOCATTOLINI CHE HANNO DA ANNI
E DI ANDARE A BRUSSEL IL GIORNO DEL ASSEMBLEA PLENARIA METTERCELA SOTTO IL CULO A TUTTI LORO E DI FARCELA SCOPPIARE DENTRO IL PALAZZO
COSI CHE IL PROSSIMO PARLAMENTO EUROPEO APPROVI NUOVE NORME CHE LA BOMBA H DEVE AVERE CERTE DIMENSIONI INVECE CHE ALTRE.....

stefano b., rovato Commentatore certificato 28.04.10 13:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

queste tragedie ci sono sempre state, le persone non cambiano e non sono cambiate dai tempi in cui vivevamo nelle caverne è cambiato solo il modo in cui ne veniamo a conoscenza.

post inutile direi!

a volte (ritornano) Commentatore certificato 28.04.10 12:44| 
 |
Rispondi al commento

E' da parecchio che in casa abbiamo notato questa strage silenziosa...capita dove le persone hanno costruito molto fuori ma poco dentro e mancando il "fuori" crollano, penso che l'Italia sia la patria del "costruire fuori", un paese di persone mature non crea benessere per il business del Nano e delle banche. In fondo è un'pò voluta (anche se in modo non cosciente).
Mi dispiace per i bambini, alla fine pagano sempre e solo loro.
Speriamo che ci si desti almeno un pochino
Ad un futuro migliore

Diego

diego viezzer 28.04.10 12:21| 
 |
Rispondi al commento

CHE PENA, CHE DISPERAZIONE, la violenza ci viene somministrata non più come olio di ricino, si è fatta subdola come gli italici, la trovo ancora costantemente, quotidianamente, mentre faccio zapping, soprattutto, in tutti tg dello psicopedonano che ti servono come a tavola le pietanze, finiscono sempre con il dolce e l'ammazza caffè, riassumendo, dopo tutte le tragedie i problemi, come minzolingua, all'improvviso, ti ritrovi nel paese del bengodi dove tutti pensano ai saldi, allo shopping, al telefonino alla moda, a dove passare il week-end, ai sostenitori incalliti della prima tintarella, sdraiati davanti ad un mare ghiacciato come quello Atlantico, percui hanno fatto 300 chilometri con la benzina piu cara del mondo? Come uccidere l'indignazione, la leggittima preoccupazione, la compassione sopratutto. L'impressione, che ricavai nei primi tempi a casa mia, soprattutto con il mio italico padreolo, era che fosse una necessita di "conoscenza" semplicemente da poter utilizzare socialmente e dimostrate di essere "up to date" aggiornati, senza in realtà sollevare nessun ragionamento, ne discussione, anzi guai a fare critiche a quelle argomentazioni, si finisce come me ad essere etichettati per tutta la vita, come bastian contrari, un pò come Fini ora, se mai avete visto Brignano, insomma un padreolo di siffatta levatura, ora imprenditore di successo nell'alto nord-ovest.
Convinto da piccolo, che quei grugniti o frasi mozzate celassero come ne padre descritto da Brignano chissà quali verità profonde, per scoprire, da grande, ahime che la realtà è ben diversa, un vuoto dell'anima e del pensiero, ma proprio per questo VINCENTE alla psicopedonano.

Janek N., Gallarate Commentatore certificato 28.04.10 12:09| 
 |
Rispondi al commento

Non è vero che non interessa a nessuno.
C'è una fiorente industria dello psicofarmaco.
Il gioco è semplice, basta far credere che un problema sociale sia un problema personale.
Scaricare su di un singolo il disagio sociale.
E allora, neurolettici, alcol, stupefacenti, ansiolitici creano il giusto mix per accompagnare alla morte il malcapitato.
In fondo chi si uccide ha un preciso ruolo sociale quello del capro espiatorio, vittime sacrificali immolate sull'altare della pace sociale.
Una pace malata, normalizzata.
Si ha ragione a ribellarsi.

Kasap Aia, Eridu Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 28.04.10 11:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I casi mediatici devono sostituire l'informazione sulla guerra in Afganistan, dove l'Italia partecipa, che è stata totalmente censurata e abolita. In USA ci sono sondaggi tutti i giorni, per sapere cosa ne pensano i cittadini, in altri paesi l'Afganistan riempie quotidianamente le prime pagine dei giornali, in Olanda, sul tema della guerra è caduto il governo. In Italia invece la notizia è TOTALMENTE censurata, e nessuno dice niente. IN ITALIA NON C'E' NESSUNO, L'ITALIA E' UN PAESE DI SERVI, TRADITORI, LADRI E CIALTRONI. Senza contare che per creare il caso mediatico si prendono dei cittadini innocenti, li si "convince" a confessare, e li si usa per i propri scopi. Questa non è violenza fascistoide, è qualcosa di molto ma molto peggio: è il demonio che sta lavorando. E' tutto mostruoso e penoso.

Alberto colletto 28.04.10 11:13| 
 |
Rispondi al commento

a me fanno più paura le quasi due generazioni di ragazzi bruciate da "amici". Se si confrontano i nostri ragazzi con quelli che vivono all'estero la preparazione scolastica italiana è risibile. I ragazzi italiani sono di una ignoranza e strafottenza insostenibili. In questi ultimi anni si è aggiunta la tendenza al razzismo e all'intolleranza. Sono gli ultimi da cui sento fare battute sugli omosessuali, neri, etc. Ridicoli, fuori del tempo. Il nulla con gli occhiali da sole.

Paolo B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 28.04.10 11:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

reddito x tutti

emiliano spagagna () Commentatore certificato 28.04.10 10:46| 
 |
Rispondi al commento

L'Italia non è la Grecia: noi stiamo con un piede nell'Euro e l'altro nella fossa!

Il governo greco, non essendo più in grado di far fronte al proprio debito, ha chiesto l'aiuto della comunità internazionale, sotto forma di prestito. Dopo molte incertezze, i Paesi europei hanno deciso di concedere questo aiuto, in cambio dell'impegno di Atene a drastiche misure per risanare il proprio bilancio. Su questa condizione insiste in particolare la Germania, Paese a cui toccherà il maggiore impegno finanziario. Nelle ultime ore però c'è un forte nervosismo per le dichiarazioni di molti politici tedeschi, dubbiosi sull'opportunità di salvare davvero la Grecia. Le dichiarazioni si spiegano in larga parte con il fatto che tra 15 giorni ci sarà nel Land della Renania un importantissimo voto amministrativo: quei politici cercano di compiacere l'elettore medio, attaccato alla tradizione del rigore e spesso nostalgico del vecchio marco. Proprio leggendo queste dichiarazioni ne vengono in mente altre del tutto analoghe di 13-14 anni fa, quando l'Italia era impegnata nel difficile sforzo per entrare con i primi nel club dell'euro, e sui media tedeschi abbondavano lo scetticismo o anche l'irrisione aperta verso la capacità del nostro Paese, super-indebitato, di prendere e soprattutto mantenere impegni di disciplina finanziaria. Ma per fortuna, noi stiamo decisamente meglio della Grecia: non solo perché non abbiamo truccato i conti, ma anche perché quei conti, seppur segnati dalla crisi e appesantiti da vecchi e nuovi errori, riescono in qualche modo a tenere. Tengono per il fatto che il governo Tremonti - proseguendo lungo il solco tracciato da 'Prodi & Compagni' - ha dimezzato gli stipendi e le pensioni dei lavoratori a reddito fisso, bloccando in aggiunta i rinnovi contrattuali e gli adeguamenti pensionistici, ha lasciato che i prezzi al consumo raddoppiassero senza mettere in campo nessuna forma di controllo, ha favorito il rientro di capitali sporchi... CONTINUA SU:



Ogni 96 ore una donna viene uccisa

Ogni giorno un uomo muore per stress , infarti , malattie dovute alle separazioni e divorzi...

LA FAMIGLIA E' MORTA .....o in coma....

Non si tratta di spicolabili , non si tratta di matti ....

prova te a dormire in macchina , perdere la casa , dare il mantenimento , vedere i figli ogni tanto , senza possibilità di recupero....ed il punto di rottura vale per molti...

a questo aggiungi l'ignoranza generale...bestiale...l'odio , e le cattiverie , nonchè il linciaggio di molti sciacalli : gli avvocati...una gfiustizia costosa e lenta ....

e in giro ci sono migliaia di persone ....fuori di testa...potenziali killer....

Tinazzi

tinazzi ., Albano Laziale Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 28.04.10 10:23| 
 |
Rispondi al commento

nulla e nuovo sotto il sole
oggi c'e soo piu imnformazione e
PIU CONSAPEVOLEZZA
per solo un motivo
OGGI SIAMO NOI LE VITTIME

e la politica del menefreghismo che ha raggiunto il limite e lo ha superato
abbiamo votato certa gente sapendo di che pasta era eppure li ABBIAMO VOTATI
stanno togliendo i diritti sul lavoro ma nessuno dice nulla
ne giornali ne televisione
MA TUTTI CONTINUANO A CHIAMARLI GIORNALISTI E A GUARDARE CERTE TELEVISIONI
NEI ANNI 70 GIRAVA LA STORIELLA DEL MILIONE E DEL CINESE (CHI LA RICORDA)
recitava cosi....
ti do un milione(di lire)... ma in cina muore un cinese ...LO ACCETTI?????

adesso sono i cinesi che dicono ti do un milione di yen ...ma in italia muore un italiano ..ACCETTI????
ABBIAMO PERMESSO DI TUTTO E DI PIU PER IL TORNACONTO PERSONALE
ma adesso sono gli altri che permettono contro di noi
ma adesso tutto cambia
(fosse la buona volta ...
INVECE CONTINUIAMO A BATTERE LA VECCHIA STRADA
I COMUNISTI E SOLO UN ALIBI PER LA DESTRA .....
LA LEGA E IL BERLUSCA E SOLO UN ALIBI PER LA SINISTRA
nessuno di loro vuole il cambiamento
perderebbero troppo
.. l impunita .. la pensione dopo 2 anni privilegi autoconcessi il decidere sulla pelle degli altri NEPPURE I NAZISTI SI ERANO ABBASATI COSI IN BASSO
(andare contro lo stato nazista per interessi privati era un suicidio)

e allora finche non ci facciamo un idea precisa
CON LORO MAI PIU E DIAMO FORZA A UNA TERZA VIA
LIBERA DAI PREGIUDIZI E DAI INCIUCI CON IL POTERE
CON LORO NON SI CAMBIA
PIANTIAMOLA DI CONSIDERALI COME LE UNICHE ANCORE DI SALVEZZA I PARTITI E I POLITICI DI IERI NON CI SALVERANNO MAI

stefano b., rovato Commentatore certificato 28.04.10 10:20| 
 |
Rispondi al commento

Inutile calvalcare NOTIZIE DI CRONACA NERA per ripetere che siamo vicini alla resa dei conti! L'italia è perennemente sull'orlo del baratro, ma la guerra civile non scoppierà mai. Non esiste la goccia che fa traboccare il vaso in italia. Preferisco quando Beppe ci incita a PARTECIPARE; a prendere in mano la situazione; quando ci mostra la via d'USCITA; quando fa spettacolo etc.
Ci vorrebbe un'altro V-Day per ricordarci che gli italiani si stanno organizzando e che la politica si fa lontano dalla CASTA...

Denis Cormano 28.04.10 09:41| 
 |
Rispondi al commento

per me la soluzione puo' venire solo dalla gente non dalla politica o dalla religione. Bisogna creare uno stato nello stato con la rete, emarginare gli abomini come le bestie di adro e supportare la gente che ha valori radicati e idee, una rete di solidarieta', col tempo si creera' una massa critica e anche gli altri si uniranno (magari non i leghisti)

si potrebbe cominciare localmente, anche con i meetup ma trasformarli in organismi maggiormente attivi e cooperativi, in contatto con reti gas, finanziatori, creare gruppi di acquisto di pannelli solari, case in legno da montare classe A ecc.. creazione di manualistica/web per autoproduzione di alimenti da distribuire gratis ecc..

vicolo stretto, europa Commentatore certificato 28.04.10 08:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

è vero la cronaca offre le chiavi di lettura della società, ci sono degli allarmi sociali molto forti dovuti una crisi economica e di valori e di un governo incapace di gestire i bisogni di un paese. la cosa che mi fa stare male è che i primi a crollare quando un sistema fallisce sono le fasce piu' deboli.

Maria F. Commentatore certificato 28.04.10 08:19| 
 |
Rispondi al commento

@@@@@ AnSia NewSSS:....perché di ogni erba ne fai un fascio? @@@

................Ex mariti che uccidono ex mogli e vicini di casa.
Operai licenziati e piccoli imprenditori falliti che si impiccano nei garage o collegano il tubo di scarico della macchina all'abitacolo.
.......Tutti i giorni è di nuovo Erba.
@@@

E' sbagliato fare di ogni "erba" un fasssssio".
Perché accumuni chi sì uccide per la disperazione di non aver più un lavoro a chi toglie la vita ad altri?

Camillo Sesmoulin Commentatore certificato 28.04.10 08:00| 
 |
Rispondi al commento

siamo noi che creiamo la nostra realtà,oppure la realtà è oggettiva?avete notato come tutto,film,immagini,notizie sui tg e in internet concorrono a rendere squallido e ansioso un periodo storico che lo è già di per se?il modello di famiglia perfetta e irragiungibile esiste solo nella pubblicità,e nelle menti fragili l'impossibilità di adeguarsi a questo modello crea senso di inferiorità,malessere e inadeguatezza.artamente si spingono le persone a desiderare sempre"qualcosa"che è lì,a portata di mano,ma non facilmente raggiungibile,in un vizioso circolo che invece di appagare per la conquista crea bisogno ulteriore.e ancora,il becero individualismo coadiuvato da una caduta verticale di valori e modelli positivi,di cui lo psiconano,ma non solo, è degno fautore e rappresentante,hanno ucciso la tolleranza e la solidarietà,per cui chi cade cade da solo,senza che nessuno tenda una mano.non ho soluzioni preconfezionate,ma credo possibile utilizzare la facoltà che ha ogni essere umano di scegliere.possiamo scegliere ad esempio,di dire no a certe imposizioni mediatiche,basta far finta di essere ricchi se non lo siamo,basta rate per acquistare oggetti che ci appagano per il tempo che impieghiamo a toglierli dalla confezione.privilegiamo gli affetti,ad iniziare dalla famiglia e dai più piccoli,cresciamoli con pochi giocattoli di plastica ma con più attenzioni.valorizziamo noi per primi il nostro uomo o la nostra donna,comprendendo che nessuno è perfetto,ma possiamo essere perfetti l'uno per l'altro,e affrontare insieme le difficoltà e i tempi bui.forse ho scritto un sacco di cazzate,in questo caso mi perdonerete,ciao blog.

bella swan 28.04.10 07:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

io subisco ogni giorno le violenze e le vigliaccherie della gente.
sono venuta con tanto entusiasmo nel salento. mi hanno scorticato con i loro pregiudizi - dovuto sopratutto alla chiesa cattolica - potrei, anzi vorrei scrivere un libro della m i a giustizia, con tutti i nomi di politici, giudici, carabinieri, avvocati e quant'altro...
e' tutto una mafia - non ci credevo - ma è vero..
e se mi sparano in fronte sono pure contenta - perché non si puo' continuare di vivere cosi' da vigliacchi...


ROSSANO (COSENZA) - E' omicidio volontario l'ipotesi su cui indaga la Procura della Repubblica di Rossano in seguito alla morte di un feto nato vivo dopo un aborto terapeutico praticato nell'ospedale della cittadina calabrese e morto dopo circa 22 ore. La Procura ha iscritto alcune persone nel registro degli indagati e sono stati inviati avvisi di garanzia ai componenti dell'equipe medica che ha attuato l'aborto terapeutico.

....ANSA

FOLLIA::FOLLIA::FOLLIA.....

kkk kkk Commentatore certificato 28.04.10 03:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Postato il 27 Aprile 2010 alle 22:35 in Muro del pianto | listen_it_it.gifAscolta | Commenti (1) |

Notare dopo ore un solo commento...Ragione da vendere..Non interessa nessuno....La follia fa paura a tutti. Meglio nasconderla...,fare finta che non c'e'...La paura del mostro che puo' essere ,che e',dentro di noi e'troppo grande,meglio non vederlo...

kkk kkk Commentatore certificato 28.04.10 02:22| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
PRIAM O POI DAL FISCHIO ,SI APSSERA' ALL'ESPLOSIONE BEPPE,LA FINE DI QUESTA FINTA DI QUESTO INCUBO,DEVE ESSERE VICINA
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 28.04.10 00:03| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 



Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori