Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Stiglitz, Greenwald e il futuro della crisi


Grecia_24_aprile_2010.jpg

Mauro Gallegati in trasferta alla Columbia University, ha intervistato per il blog, il professore Bruce Greenwald, considerato "il guru dei guru di Wall Street", e Joe Stiglitz, premio Nobel per l'economia, sulla crisi attuale.

Mauro Gallegati: La crisi attuale pone molti problemi: quale teoria economica abbiamo a disposizione, è possibile un paragone col 1929, quanto durerà?
Greenwald/Stiglitz: La crisi che inizia nel 2007 ha contribuito a mettere in luce molti dei problemi dell’ideologia liberista, in particolare l’idea che il libero mercato possa risolvere tutti i problemi economici mediante una efficiente allocazione delle risorse per mezzo della "mano invisibile". Così il fondamentalismo del mercato, grazie all’idea che una liberalizzazione dei mercati finanziari avrebbe portato ad una divisione del rischio (con i derivati), ha condotto il sistema economico ad assumere più debiti di quanti sarebbe poi riuscito ad onorare. La teoria economica dominante, dopo un iniziale disorientamento, sta riguadagnando le vecchie posizioni. Non è difficile prevedere che, passata la crisi, tornerà a dominare il pensiero economico, incurante dello scacco intellettuale subito.
La crisi è però dovuta, contrariamente a quanto si ritiene, non tanto alla crisi dei sub prime quanto all’eccessivo indebitamento delle famiglie americane, del debito pubblico e del deficit del commercio internazionale statunitense. E’ come se i cinesi stessero finanziando la crescita americana. Qualcuno può credere davvero che questo processo possa andare avanti per sempre?
Un aspetto solitamente trascurato riguarda la disoccupazione, cioè su chi paga davvero la crisi. Negli USA, il numero di lavoratori senza lavoro è molto più alto di quanto riportano le statistiche ufficiali che non considerano gli scoraggiati: se includessimo questi, stimiamo un tasso di disoccupazione attorno al 15%.
Salvare il sistema finanziario è certo importante, ma le vere cause della crisi rimarranno irrisolte: Wall Street andrà meglio, le banche torneranno a far profitti, ma il lavoro no e l’economia della tipica famiglia americana si riassesterà con grande lentezza. Il sistema finanziario riuscirà dunque a sopravvivere (fino alla prossima crisi finanziaria) mentre i costi ricadranno sui lavoratori e sui contribuenti. Per le famiglie dell’Europa mediterranea? Sperate che l’euro tenga! Per ora, obtorto collo (facendo pagare alla Grecia interessi sugli aiuti finanziari molto elevati), la Germania lo farà. Si ripeterà però quando anziché alla Grecia, toccherà ad un altro (grande) Paese?
Mauro Gallegati: La globalizzazione spaventa molti e incoraggia altri. Quali sono le vostre idee per il futuro della globalizzazione?
Greenwald/Stiglitz: La paura che un cinese ti ruberà il lavoro è diffusa quanto irrazionale. Questo perché le economie sono diverse nelle loro strutture. L’agricoltura assorbiva la maggior parte dell’occupazione americana nel 1850; ora ne occupa meno del 2%. La manifattura è stata importante per oltre un secolo, ma ora negli USA ci sono più occupati legati allo sport che operai. Lavorano le macchine.
La globalizzazione finirà perché si va verso una società post-industriale in cui dominano i servizi, spesso non esportabili (se vi si rompe l’auto in Italia, non andrete a farla riparare in Bulgaria perché lì costa meno). E non è arduo ipotizzare che educazione e sanità saranno i settori guida del futuro: qui si può guardare con ottimismo agli USA, e meno a Cina, Giappone e Germania, le cui economie sono ancora pesantemente legate all’industria. E’ ormai ora che un Paese come l’Italia si attrezzi per sfruttare in pieno il patrimonio di arte, tradizione e cultura, capace di muovere milioni di turisti. Attenzione però; i tre Paesi sopra citati stanno investendo molto in ricerca e si preparano al salto. Salto non indolore, ma necessario perché senza ricerca non ci sarà futuro.

25 Apr 2010, 19:42 | Scrivi | Commenti (430) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Perchè il video è stato oscurato? Appare una schermata che ne impedisce la visualizzazione.

Antonio Maggio, Genova Commentatore certificato 10.03.13 08:37| 
 |
Rispondi al commento

I giorni che verranno
Vorrei capire
Vorrei vedere qualche verità in una società che Imperia sulle menzogne.
Chi ha causato la crisi?
Le banche, i movimenti azionari, speculatori senza scrupoli?
Se li conosciamo,per quale malsano motivo non la pagano loro?
Con quale criterio governi,di tutto il mondo la fanno pagare ai loro cittadini?
E noi cittadini per quale motivo non ci ribelliamo da queste ingiustizie?
Bè forse dovremmo riguardare il sistema economico, se basta quattro sciacalli per metterlo in ginocchio,oppure si può pensare che chi abbiamo eletto come nostri lidar sono così coinvolti in queste finanze virtuali, che non hanno il coraggio di fare il loro dovere cioè la tutela dei loro cittadini.
A questo punto tocca a noi “a noi tutti”ribellarci al sistema, azzerarlo e ricostruirlo con criteri adatti agli uomini,ai noi cittadini.
E per fare questo non servono bandiere, ideologie,lidar illuminati, carismatici,basta la consapevolezza di noi tutti che siamo noi e non loro a decidere, le società dei giorni che verranno, e non ci saranno sufficienti manganelli,o gas lacrimogeni per fermare giustizia e verità.
Noi siamo il 25 Aprile,1°maggio, noi siamo i morti bianchi che non avremmo mai tombe o loculi dove giacere,e non saremmo neanche memorie di un passato, ma ben sì la strada dove cammineranno i nostri figli se saremmo capaci di trasmettergli un po’ di dignità, giustizia e consapevolezza di chi siamo, e non ciò che vogliono farci diventare “un scellerato numero di un PIL in bocca a qualche economista cittadino di virtuali paradisi fiscali.
Noi ci siamo

Davide 1 Vignati Commentatore certificato 01.05.10 21:04| 
 |
Rispondi al commento

Ieri mattina (30.Aprile 2010) a prima pagina di Radio 3 alle 8, 20 circa è intervenuto il Dott. Prisco Piscitelli medico, epidiemologico specialistico della Prevenzione e Sanità Pubblica del Direttivo provinciale tumori di Lecce e ricercatore presso l'Istituto scientifico-biomedico di Brindisi denunciando la mancanza di informazione scientifica sulla sicurezza del nucleare.

>

Con l'invito a tutti di diffondere ....

gianfranco cunsolo 01.05.10 11:29| 
 |
Rispondi al commento

turismo religioso, se lo conosci lo eviti.

In effetti l’adorazione dei feticci nelle religioni primitive (animismo e feticismo) era oltremodo diffusa; ma certi residui di credulità popolare, sovente legati anche alla magia, trovano tuttora una loro continuità in una serie di manifestazione che culminano, per l’appunto, nell’adorazione di una reliquia, nella credenza nel miracolo, nell’infatuazione mistica per figure portatrici di una qualche forma di sacralità (un santo o un mistico).

Tuttavia, finora abbiamo parlato di “corposi dubbi” sull’autenticità di una figura umana e di un oggetto della venerazione umana.

(...) Ci concediamo una certezza assoluta: l’ingente lucro che un fenomeno come l’ostensione della Sindone assicurerà alla Chiesa, alle organizzazioni collaterali, e probabilmente anche a molti devoti che orbitano nel circuito mediatico e commerciale di questa grande manifestazione collettiva.

Per le prossime settimane si stimano due milioni di presenze in Torino per assistere all’ostensione. E, come se non bastasse, ai soldi lucrati alla credulità popolare nell’anno del signore 2010, vanno aggiunti anche quelli nostri personali, quelli di noi tutti che ci troviamo a finanziare questa credulità per quello che, con tutta probabilità, è: un gigantesco, incommensurabile bluff.

La Provincia di Torino ha già deliberato l’erogazione di 750.000 euro, mentre il Comune ne stanzierà un milione. Certamente anche la Regione farà la sua parte. Solo l’altro ieri gli enti locali hanno protestato animatamente contro i tagli ai loro bilanci da parte del governo centrale. Ma se questo è il modo di utilizzare i fondi pubblici, allora fa bene il Governo a tenersi ben stretti i soldi; otto per mille a parte, forse c’è la possibilità che vengano impiegati molto meglio, specialmente in un periodo di profonda crisi come questo.

http://www.cronachelaiche.it

roberto ferrero 01.05.10 09:10| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
in merito alla tua idea/proposta di Woodstok ecco alcuni suggerimenti:
Napoli - Bagnoli area ex Italsider.
vantaggi. Clima favorevole, spazi ampissimi, a ridosso mare, logistica semplice, facilmente raggiungibile.
Lo spazio è grande
Napoli è una città molto ospitale per questo tipo di evento
Location favorevole per accogliere centinaia di migliaia di persone.
Necessità di permessi, credo Comune di Napoli

seconda proposta
Litoraneo Licola (Napoli)
SPiagge enormi e pineta enorme
Logistica da trasferire
Trasporto pubblico scarso
"Nelle vicinanze silos interrati per missili americani"
Clima ottimo, ospitalità ottima, sicura presenza di comunità africane

La terza mi verrà....

Grazie Maurizio Torti

Maurizio Torti 30.04.10 17:25| 
 |
Rispondi al commento

L'Italia non è la Grecia: noi stiamo con un piede nell'Euro e l'altro nella fossa!

Il governo greco, non essendo più in grado di far fronte al proprio debito, ha chiesto l'aiuto della comunità internazionale, sotto forma di prestito. Dopo molte incertezze, i Paesi europei hanno deciso di concedere questo aiuto, in cambio dell'impegno di Atene a drastiche misure per risanare il proprio bilancio. Su questa condizione insiste in particolare la Germania, Paese a cui toccherà il maggiore impegno finanziario. Nelle ultime ore però c'è un forte nervosismo per le dichiarazioni di molti politici tedeschi, dubbiosi sull'opportunità di salvare davvero la Grecia. Le dichiarazioni si spiegano in larga parte con il fatto che tra 15 giorni ci sarà nel Land della Renania un importantissimo voto amministrativo: quei politici cercano di compiacere l'elettore medio, attaccato alla tradizione del rigore e spesso nostalgico del vecchio marco. Proprio leggendo queste dichiarazioni ne vengono in mente altre del tutto analoghe di 13-14 anni fa, quando l'Italia era impegnata nel difficile sforzo per entrare con i primi nel club dell'euro, e sui media tedeschi abbondavano lo scetticismo o anche l'irrisione aperta verso la capacità del nostro Paese, super-indebitato, di prendere e soprattutto mantenere impegni di disciplina finanziaria. Ma per fortuna, noi stiamo decisamente meglio della Grecia: non solo perché non abbiamo truccato i conti, ma anche perché quei conti, seppur segnati dalla crisi e appesantiti da vecchi e nuovi errori, riescono in qualche modo a tenere. Tengono per il fatto che il governo Tremonti - proseguendo lungo il solco tracciato da 'Prodi & Compagni' - ha dimezzato gli stipendi e le pensioni dei lavoratori a reddito fisso, bloccando in aggiunta i rinnovi contrattuali e gli adeguamenti pensionistici, ha lasciato che i prezzi al consumo raddoppiassero senza mettere in campo nessuna forma di controllo, ha favorito il rientro di capitali sporchi...
CONTINUA SU:


La Germania, anche grazie al pieno senso di responsabilità, ha una grande consapevolezza civica che va oltre la plutocrazia degli altri paesi moderni, la forza dell'economia è nelle mani del popolo. Da anni hanno fatto una scommessa, quella di aumentare la produttività e lo sforzo laborioso agli stessi costi, solo per risollevare il paese. La sua economia è diventata competitiva, le merci hanno prezzi concorrenziali, con una verve da supremazia del terzo reich però agisce con le strategie nobili e moderne della democrazia e dell'economia. Al contrario della Grecia, che ha tutta l'aria di un uomo sulla mezza età, un pò fannullone e anche poco mascalzone, a cui non si possono insegnare dei valori come la responsabilità e l'amore per la propria nazione inteso come un nazionalismo per bene, ma che si comporta più da immigrato dal quale non si può pretendere di più. Insomma la Grecia non sa più identificarsi in niente, dall'era ellenistica, sembra rimasta solo un topos storiografico.

Ludovico A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 28.04.10 05:53| 
 |
Rispondi al commento

Mah, che post strano, veramente la Cina è in pieno boom economico da un decennio, adesso ci manca che ci superano, le nostre città cadono a pezzi le loro sembrano quasi il set di un film in certi posti, la Germania è la superproduttrice, il magazzino d'europa, invidiata per la sua potenza economica grazie alla produttività delle industrie che fanno concorrenza ed export::: wiki:
"Per quanto riguarda l'economia, la Germania è una delle nazioni più sviluppate del mondo. Terza per volume di scambi in dollari[1] e prodotto interno lordo, è la quinta per potere d'acquisto[2] e la prima d'Europa."

Certo, il giochino dell'economia, si sa, la ricchezza dipende tutta dall'asse produttività propria-fuga di capitali per manodopera estera. E l'Italia, la nonna d'europa sta affondando, perchè oltre al turismo, non abbiamo risorse energetiche, petrolio, solo niente...
IL DENARO E' COME L'ACQUA, SE VA A FINIRE IN UN ALTRO PAESE, PRIMA O POI SI RIMANE AL SECCO. E NON SI PUO' RIPORTARE IN PATRIA, A MENO CHE NON ESPORTIAMO, OPPURE RIPORTIAMO LE INDUSTRIE A CASA, PAGANDO I SALARI AGLI ITALIANI. CONFINDUSTRIA? DATEVI AL BIANCOPULITO.

Ludovico A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 28.04.10 05:23| 
 |
Rispondi al commento

Concordo appieno con il commento di sancho quando dice: "E' da un pezzo che siamo nella società pot-industriale, sia nell'accezione defunita dalla perdita del primato dell'industria rispetto al terziario e sia in quella che considera il mutamento nelle relazioni sociali e di potere, passato totalmente nelle mani di un'oligarchia di grandi finanzieri"

Parole sante!! E aggiungo che un caro amico bancario che svolge una funzione importante nel campo degli investimenti per le grande aziende, nel 2002 mi disse: " Le banche prevedono il crack finanziario per il 2007" ...e non ci è andato molto distante.

Questo per dire che la crisi era una morte annunciata, era in previsione...ma forse non si poteva..o non si voleva evitarla.

Lorenza

Lorenza Lornia 27.04.10 18:59| 
 |
Rispondi al commento

Interessante (che non vuol dire indiscutibile)

http://www.ilsussidiario.net/News/Economia-e-Finanza/2010/4/27/FINANZA-Frau-Merkel-affossa-Grecia-ed-Europa-per-vincere-le-elezioni/3/82238/

antonella g. Commentatore certificato 27.04.10 17:08| 
 |
Rispondi al commento

La Merkel tiene duro: il governo greco deve stringere ancora la cinghia prima di ottenere aiuti europei.
Il guaio é che in Grecia l'evasione fiscale é altissima...finché la situazione regge, i salariati e i pensionati sopportano (obtorto collo) un fisco da rapina e diseguale, ma quando intervengono tagli alle tredicesime, innalzamento rapido dell'età pensionabile, insomma quando peggiora la situazione di chi ha già la sensazione di subire un'ingiustizia, il sistema si sfalda, la gente scende in piazza, iniziano i disordini e gli scontri.
In Italia le tasse, fino all'ultima lira, le pagano solo i lavoratori senza secondo lavoro nero ed i pensionati; tutti gli altri hanno la possibilità di evadere, in piccola o in grande parte.
Se ci fosse un governo degno di tale nome prenderebbe SUBITO dei provvedimenti fiscali che dessero almeno la sensazione di voler distribuire il peso della crisi su tutti e non sui soliti fessi.
L'alternativa é un inevitabile scontro sociale.

antonella g. Commentatore certificato 27.04.10 16:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tutto giusto quello che ho letto. In casa propria però le regole non si rispettano.
In Emilia-Romagna il principio dell'uno conta uno non è stato rispettato dal movimento 5 stelle nella persona di favia e collaboratori.
Il principio delle preferenze, in Emilia-Romagna, non è stato rispettato dal movimento 5 stelle nella persona di Favia e collaboratori.
Qui si fa la morale agli altri, si intervistano persone che dicono delle cose giustissime e poi in casa propria ci si comporta come neanche il peggior partito.
Questo commento non è pertinente? Può darsi, ma anche Catone il censore diceva sempre "Cartago delenda est" (Cartagine deve essere distrutta) quando in Senato faceva i suoi discorsi, qualsiasi fosse l'argomento in discussione.
Ognuno ha il Catone che si merita!
Vittorio Ballestrazzi (consigliere comunale di Modena)

Vittorio B., Modena Commentatore certificato 27.04.10 16:07| 
 |
Rispondi al commento

Non sarò Stiglitz, ma sti cazzi, l'evasione fiscale possibile che non ha nessuna responsabilità sullo stato economico del paese italia? Come mai nessuno ne parla, si interessa, interviene nonostante le notizie recenti che denunciano che il 50% degli italioti guadagna meno di 15000 euro. GdF che cazzo stai facendo oltre a scoprire merce taroccata?

giancarlo s., Taranto Commentatore certificato 27.04.10 14:15| 
 |
Rispondi al commento

povera GRECIA!!! anzi poveri Cittadini Greci!!! indebitatasi fino all'osso, oltre che per la CORRUZIONE, funzionale a reggere il SISTEMA PERVERSO (!!!!!!), anche per comprare ARMI prodotte in GERMANIA con speculazioni della GOLDMAN SACHS.....ma quanto "comanda" questa banca "disonesta" con le sua potente azione lobbistica anche in Europa?? agisce anche sui vertici tedeschi?? opera per provocare il definitivo DEFAULT dell'UE??????? si può cominciare a parlare di "terrorismo bancario"?? la destabilizzazioni di Istituzioni importanti, come la vogliamo chiamare se no? Scusate per le troppe sciocchezze dette così come le ho pensate ed in tutta fretta. E quanta influenza ha la GOLDMAN SACHS nella politichetta italiota????? Staccherà anche a noi i... flussi di CDS?? Grazie. rocLIBERACITTADINANZA

rossella rispoli 27.04.10 13:37| 
 |
Rispondi al commento

Non si può affermare che si uscirà dalla crisi investendo in ricerca e che i settori trainanti saranno educazione e sanità. Perchè i servizi si pagano solo se si produce reddito nel settore primario (agricolo, manifattura, energia,ecc.) oppure entrano capitali dall'estero( turismo, vendita di beni e servizi all'estero). Di per se invece educazione e sanità sono solo un costo se non accompagnati da produzioni di beni essenziali. L'occidente ha potuto progredire nell'800 e 900 trasformando la sua economia dal primario al terziario solo perchè ha continuato a sfruttare con il colonialismo e il post-colonialismo(leggi multinazionali) i beni primari prodotti dal terzo mondo.

Pasquale Zuppala 27.04.10 12:56| 
 |
Rispondi al commento

BERLUSCONI PROCLAMA: "Nucleare in tre anni"! Ma se poi al governo dovesse andare la sinistra cosa ne sarà delle centrali?

Il nucleare tornerà in Italia entro tre anni, ma prima bisognerà convincere gli italiani - "terrorizzati" da una nuova Cernobyl - della sicurezza dei nuovi impianti, magari anche con degli spot da trasmettere sulle reti Rai. Silvio Berlusconi rilancia il progetto nucleare italiano e lo fa al termine di una due giorni trascorsa assieme al premier russo Vladimir Putin, "l'amico Vladimir".

> > > VIENI ANCHE TU A DIRE LA TUA SU:


SPESE PUBBLICHE : riescono a farla franca perchè non ci sono controlli e confronti ma sono un FURTO e le opere realizzate non durano come il Colosseo!
La ricerca italiana é un BLUFF !
Serve solo per sperperare altri soldoni in CNR, Università etc.
Facciano scontare alle aziende i soldi investiti in ricerca per, poi, tassare i vantaggi delle ricerche.. se realizzate !
Tutti i soldoni investititi fino ad oggi cosa hanno prodotto?
Hanno controllato i costi degli >Enti pubblici ?
La crisi verrà perchè noi abbiamo troppi mantenuti!
Ricordo che alla FIAT facevano fare carriere veloci anche ai figli dei Partigiani! Per quali meriti!
Sono serviti solo per aumentare i costi di produzione e spostare il lavoro all'estero!
Non piangiamo sugli errori!
Fanno i monumenti e contributi ai Partigiani che hanno resistito 19 mesi!
E a noi che resistiamo da 65 anni fanno solo la festa?
Ing Prof Traldi
già Capo del Collaudo Generale della RIV Fiat di Pinerolo.

francesco traldi 26.04.10 23:11| 
 |
Rispondi al commento

Non riesco ad individuare il momento storico in cui è stata rimossa la coscenza civile in questo paese, ne tanto meno il libero arbitrio. Tutto, secondo me abilmente modificato dalla scatola magica che vive in ogni casa ( TV ) che a questo punto governa di fatto anche le menti, facendo di noi un popolo di gregari e lecca....
Perchè tutto ciò ci è sfuggito di mano, eppure basterebbe guardarsi indietro.
Grazie di avermi concesso questo spazio e complimenti per l'ottimo lavoro.
P.S. Io credo che un bello spunto sia sui film di ZEITGEIST reperibili gratuitamente sulla rete.
In bocca al lupo.

Davide leone 26.04.10 22:38| 
 |
Rispondi al commento

Visione della crisi e valutazione completamente e goffamete errata. Come al solito il grande guro del momento fa il mea culpa per il capitalismo "troppo sfrenato" ma che però alla fin fine dice:..di chi è la colpa...non lo sapete ??? E'del debito pubblico ,ovvio no?!!!
Ma pure qui' venite a rompere i coglioni col debito pubblico? Scusa per nascondere le ruberie e intrallazzi vari del sistema stramarcio politico-bancario (soldi a noi debiti a voi)....Non esista il debito pubblico, esiste il magna magna del debito pubblico... CI AVETE ROTTO LE PALLE CON LA SCUSA COPRI LADRI DENOMINATA DEBITO PUBBLICO. ANDATE A FARVI FOTTERE VOI E IL VOSTRO DEBITO PUBBLICO...

kkk kkk Commentatore certificato 26.04.10 22:31| 
 |
Rispondi al commento

FORSE E' BENE ILLUMINARE


Finchè ci saranno ricchezze( e cioè materie prime che la terra ci dona o che sono lì da sfruttare)non succederà nulla di diverso da quello che è successo negli ultimi 600 anni circa.
Capisco che questo concetto vi scombini tutte le previsioni speranzose di default, crisi totali o quant'altro vi aggradi.
Anzi, con nuove scoperte scientifiche è probabile che si trovino soluzioni nuove ad antichi problemi, e se anche così non fosse ci sono sempre parecchi stati sottosviluppati da sfruttare, come è accaduto negli ultimi..... ... . .
Proviamo a fare un passo avanti?
Riusciamo a dimenticare prospettive catastrofiche?
Oppure l'idea è talmente affascinante da non riuscire a farne a meno?
Se dico berlusconismo, vi viene in mente qualcosa?
Saluti

sandro c., altrove Commentatore certificato 26.04.10 22:10| 
 |
Rispondi al commento

Avete visto report ieri sera, se non vi consiglio di vederlo tramite il sito della rai.
E i politici si chiedono ancora perchè la gente non va a votare, hanno concesso una marea di privilegi a chi lavora nella pubblica amministrazione, presidenti che hanno decine di incarichi, dirigenti a go-go nelle varie pubbliche amministrazioni, dipendenti che non vengono licenziati spesso neppure se vengono beccati a rubare oppure a fare false malattie, mentre poi per risparmiare si utilizzano lavoratori precari pagari 1/3 dei lavoratori normali e senza nessuna tutela.

FABER C., RIMINI Commentatore certificato 26.04.10 20:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nel corso dei secoli nel mondo ci sono state decine e decine di crisi...ma sono sempre finite e l'economia ha ricominciato a dare i suoi frutti. Non capisco tutto questo catastrofismo... Bisogna essere meno pessimisti e le cose si sistemeranno da sole.

Michela D., Udine Commentatore certificato 26.04.10 19:51| 
 |
Rispondi al commento

Oggi il nostro (?) Psicopapi, in occasione di un incontro con quel comunistonemangiabambini di Putin, ha dichiarato che 3 anni inizieranno i lavori per le centrali nucleari in Italia.

Premettendo che mi piacerebbe vivere in un paese dove per chiarire i dubbi e le perplessità ci siano dei sistemi di informazione che, come dice il termine stesso, abbiano l’obiettivo di sviscerare un argomento, devo constatare il grado di considerazione del popolo italico che rasenta lo zero.

Sull’argomento nucleare, non vedo informazione e ho la mia idea sul perchè.
Vedo la prevaricazione “menefreghistica” di una scelta, che giusta o sbagliata che fosse, è stata una scelta del popolo italiano quando si andò a votare il referendum.

Testa d’asfalto, non ha finito di stupirmi e per far “capire” agli italiani la giustezza della scelta ha dichiarato “faremo degli spot con la rai” http://www.ilsussidiario.net/News/Politica/2010/4/26/Nucleare-Berlusconi-centrale-in-Italia-entro-3-anni/82236/

Eureka! Ecco di cosa ha bisogno l’elettore italiano! Macché dibattiti e contradditori, l’informazione (o meglio il convincimento) deve avvenire per mezzo dell’invenzione del millennio! Ma certo, già mi vedo un Mastrota in versione Piero Angela che illustra le strabilianti e favolose proprietà delle centrali atomiche!
Tutto condito in salsa di spot Mulino Bianco con famiglie felici e sorridenti…

Mi sento schifato…

Più lobotomia per tutti

Daniele R., Erba (Co) Commentatore certificato 26.04.10 18:01| 
 |
Rispondi al commento

Tonio Dell'Olio

Ieri era è il 25 aprile che mi hanno insegnato chiamare Festa della
Liberazione.
Dagli egoismi di pochi che schiacciano i bisogni, i diritti, i sogni di molti.
Di tutti gli altri. Dalle paure dello straniero e del diverso a cui muovere guerra. Ieri col triangolo nero per gli ‘asociali’, verde per i criminali, rosa per gli omosessuali, blu per gli immigrati (lavoratori forzati stranieri), viola per i testimoni di Geova, rosso per gli oppositori politici, giallo per gli ebrei. Oggi tutti senza triangolo. Liberati solo da quello?
25 aprile per ricordare a tutte e tutti quanto sia importante scrollare dal dorso dell’attualità ogni forma di discriminazione e di persecuzione.
Liberazione dalle politiche di facciata che dicono senza fare o che fanno quel che
vogliono senza nemmeno dirlo. Liberazione dalla miseria e dall’indifferenza. Dai
privilegi che calpestano l’uguaglianza. Dai fascismi e non solo dal fascismo. Dal
potere quando è strapotere e prepotenza. Dalla violenza.
25 aprile come festa nelle strade perché la guerra è finita e come impegno perché finisca per sempre.
Per tutti.
Baciamo la terra di questo 25 aprile.

http://www.peacelink.it/mosaico/a/31631.html

viviana v., Bologna Commentatore certificato 26.04.10 17:46| 
 |
Rispondi al commento

Questo mondo mi senbra un mare di merda disseminato di tante isolette felici.
Ma il livello del mare sale ogni anno sempre di più e le isolette pian piano sommerse, un pò per volta.
La crisi economica è stata architettata ad arte; abbiamo gli strumenti per difenderci?
Proviamo a boicottare tutti coloro che ci strozzano:
le banche, , ESSO-Shell, Nestlè, Fiat, Fini Compressori, benetton, omsa, etc etc e tutti quei lestofanti che trasferiscono le imprese altrove.
Ognuno a casa sua faccia la sua parte, siamo in tanti e loro in fondo vogliono da noi una cosa sola:
I NOSTRI SOLDI.
Potremmo anche non dargliene

K.S. Von Stauffenberg 26.04.10 17:43| 
 |
Rispondi al commento

oggi ho letto su televideo che la germania si oppone agli aiuti per la grecia se questa non si rimette in riga,bravi tedeschi insegnate a questi quattro cialtroni come si addirizza 1 economia ,FORZA GERMANIAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

silvio augliese 26.04.10 16:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Westervelle: «Atene vuole gli aiuti? Prima faccia i compiti a casa». Il capo della Farnesina: «Problema di tutti» ... forse che dopo la Grecia... qualcosa che ci riguarda ? ... e dopo la Germania a chi tocca salvarci ?

b t 26.04.10 16:44| 
 |
Rispondi al commento

PISCIA SULLA BISCIA! BOYCOTT MEDIASET NOW!

Lev Davidovič Bronštejn (lev trotsky) Commentatore certificato 26.04.10 16:16| 
 |
Rispondi al commento

Con tutto il rispetto del premio Nobel, credo che abbia deto una grande boiata!

Un paese non puo´reggersi solo sui servizzi. Un esempio di questo e´stata l´UK. L´UK ha creato un economia molto vicino a quello che dice questo signore e ora ne sta pagando un prezzo alto.

Inoltre investire su ricerca e sviluppo senza produrre beni che senso ha?.. Che mi ricerco e sviluppo se non produco tecnologia? Ricerco e sviluppo come chiamare velocemente un Taxi?

La forza di un paese risiede nella sua capacita´di innovazione, tecnologia e sociale. Nella sua capacita´di cambiare.

Onestamente caro premio Nobel il suo pensiero e´quello che porta al declino le civilta´.

La strada e´il cambiamento, una rivoluzione tecnologica, basata su nuovi concetti di sviluppo, energetico, di trasporto etc.
Nuova concezione dei veicoli, e della loro sistemi di locomozione, di costruzione tecnologiche, e di basso impatto.

Cose nuove innovative e prodotte qui, in modo che anche sapientoni come lei deve mandare persone a copiare ed imparare. Solo cosi un paese conquista posizioni, e´preso come esempio etc.

Andrea Mo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 26.04.10 15:59| 
 |
Rispondi al commento

Ma tu senti che razza di "guru" americani.... La ricchezza in un paese la crea la PRODUZIONE di un bene TANGIBILE e commercializzabile/consumabile che prima non esisteva (creare un bene=creare ricchezza). Una economia di soli servizi non è concepibile. Ecco perchè i cinesi tengono per le palle l'economia americana: i cinesi producono e gli amerciani smistano e consumano (i cinesi infatti comprano il debito pubblico amerciano).
Una economia nazionali di soli servizi ha in se una costante emorragia di capitali.

Ecco un link ad un mio articolo che Beppe ha pubblicato nella sua mailing il 14/02/2010

www.grillitiberini.it/tabid/770/ItemID/196/ModuleID/1008/Default.aspx

Stefano T., PG Commentatore certificato 26.04.10 15:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il più onesto dei leghisti s'è inculato il padre, scopato la madre e venduto moglie e figli ad una carovana di schiavisti magrebini per trenta denari, il tutto ovviamente in nero senza scontrino ne tanto meno fattura.

Il Santo Commentatore certificato 26.04.10 14:41| 
 |
Rispondi al commento

secondo i sinistri rossi buonisti chic , il popolo è ignorante quando non vota comunista, non vede santoro lerner dandini e non vuole le moschee

Giulia Verde Commentatore certificato 26.04.10 14:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non dimentichiamo Chernobyl, che 20 anni fa successe il casino: le teste di cazzo al governo non ne parlano perchè sono a favore del nucleare e meriterebbero un bel cancro alla tiroide

Tiziana S., Milano Commentatore certificato 26.04.10 14:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

i legaioli meriterebbero un bel muro tipo quello di berlino tutto intorno alla "padania" e andrebbero lasciati crepare lì dentro a forza di polenta

Tiziana S., Milano Commentatore certificato 26.04.10 14:27| 
 |
Rispondi al commento

Questa Europa, sembra fare di tutto contro i suoi stessi cittadini: quando -bontà sua- li lascia votare e votano contro, ne ignora il voto... se qualcuno difende i propri caratteri nazionali viene mazziato dai burocrati di Bruxelles... i prodotti di **** che vengono da altri Paesi (Cina in primis) entrano impunemente in totale dispregio delle regole vigenti per i produttori Europei che, in più, vengono ammazzati dalle tasse necessarie a mantenere burocrazie inutili ed un'immigrazione che non è soluzione dei nostri problemi eccetera.


In conclusione: non stupitevi del risultato elettorale della Rosenkranz!... Austria, l’erede di Heider "stravince"

Giulia Verde Commentatore certificato 26.04.10 14:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il problema N°1 è la nostra passività sociale!

lucio . Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 26.04.10 14:07| 
 |
Rispondi al commento

SIOR SINDACO HO UN PROBLEMA: UNA MANO...

Federalismo consiste nel trasferire la centralizzazione dello stato alla centralizzazione regionale e comunale.

Il popolo quindi verrà sottomesso non più al potere partitico-economico nazionale ma al potere partitico-economico locale.

Tutti, o quasi, avranno dei padrini di riferimento più vicini... Parla più piano e nessuno sentirà, - il nostro amore lo viviamo io e te, - nessuno sa la verità, - neppure il cielo che ci guarda da lassù...

Baciamo le mani lavate.

LAVA L'ALTRA???

By Gian Franco Dominijanni


La ricerca? Si qualche zolla ancora incontaminata per gli orti della Resistenza.

La clonazione? Gli OGM? La vivisezione? le fantasie sulle staminali? La zootecnogenetica?....Intanto si riduce il terreno agricolo e arriveranno a imboccarci la loro merda che ci fertilizza (ci fa ammalare) per immetterci produttivi nella loro catena consumistica -anche farmacologica-ospedaliera. Nella metà degli settanta molti giovani erano disposti a riabilitare i vecchi casali, cascine etc.. abbandonati dai contadini per il lavoro nelle industrie, ma gli fu sparato picche dal Centro, Destra e Sinistra e Cattolici; per il governo era più produttivo se si fossero drogati oppure internati all'ospedale psichiatrico con una buona dose di altre droghe e elettroshock. SI FACCIAMO RICERCA DI QUALCHE ZOLLA DI TERRA ANCORA INCONTAMINATA ALMENO PER FARNE MUSEO.

sandro petrini 26.04.10 13:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Curiosa questa Comunità Europea!
Non fa nulla per correggere i meccanismi finanziari distorti, accetta le merci cinesi come ogni specie di delocalizzazione, mortifica i diritti del lavoro, sostiene i paradisi fiscali, piega il potere solo per gli squali del mercato, impone un neoliberismo che schiaccia la popolazione aumentando la miseria..
reintroduce persino, in una noticina, la pena di morte per quei popoli che scendono in piazza contro governi corrotti..
e poi si lamenta che politici come quelli della Grecia o dell'Italia mandino in crisi le loro nazioni e le secca di doverli aiutare
E' peggio che pretendere la botte piena con la moglie ubriaca.
Ma nessuno riesce a fare due più due a Bruxelles?

viviana v., Bologna Commentatore certificato 26.04.10 13:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quantooooooo mancaaaaaa?!?!?!?!?!?

luca a., roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 26.04.10 13:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Traballa anche il settore alimentare: 40 posti a rischio alla modenese Fini (tortellini) e 50 in mobilità alla Sacconi di Ardea (salumi)

***

Cazzo! Siamo alla frutta...

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 26.04.10 13:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Il N. Y. Times non è anti-cattolico
sugli scandali Vaticano reticente"

***

Questi Americani non apprezzano abbastanza il valore del pentimento.
Ti vogliono far fare anche la penitenza a tutti i costi.

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 26.04.10 13:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mosca ha infatti adottato due gioielli aquilani da restaurare: Palazzo Ardinghelli e la Chiesa di San Gregorio Magno.

***

Sono un Bambino fortunato perchè la mia Mamma mi vuole bene.

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 26.04.10 13:01| 
 |
Rispondi al commento

Scalfari e il sogno della bella politica.

***

Quella dove facevano ancora finta di dargli retta.

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 26.04.10 12:57| 
 |
Rispondi al commento

Il leader Pd: il governo non durerà altri tre anni. "L'opposizione deve essere pronta se ci sarà uno scivolamento".

***

Stà già col culo per terra e non se n'è ancora reso conto.

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 26.04.10 12:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bersani: "Così riforme impossibili
Berlusconi vuole solo le elezioni"

***

Regaliamo una coperta a Bersani.
Cosi parla un pò con quella.

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 26.04.10 12:51| 
 |
Rispondi al commento

Fini in testa c'ha sempre meno capelli.
Tutto li.

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 26.04.10 12:48| 
 |
Rispondi al commento

Preparatevi ai sacrifici per uscire dall'Euro.

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 26.04.10 12:46| 
 |
Rispondi al commento

ATTENTI AI FINI

Quello che il Presidente della Camera ha in testa lo si è capito da tempo e le troppe coincidenze di questa fase lasciano credere il peggio...

L’operazione non sarà facile, tuttavia se si realizzasse sarebbe un vero guaio per l’Italia che finirebbe nelle maglie stritolatrici dei peggiori poteri dominanti,
quelli che da sempre sono abituati a far pagare allo Stato i loro disastri imprenditoriali e a gestire i loro interessi a danno della collettività.

http://conflittiestrategie.splinder.com/post/22625144/ATTENTI+AI+FINI%E2%80%A6a+cura+di+G.

Flavio BlueOyster, Parma Commentatore certificato 26.04.10 12:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Aiuti alla Grecia, Frattini preoccupato:
«La rigidità della Germania è pericolosa»
Westervelle: «Atene vuole gli aiuti? Prima faccia i compiti a casa». Il capo della Farnesina: «Problema di tutti»

***

Tutti gli altri,noi, ovviamente.

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 26.04.10 12:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CARO BEPPE, HAI ROTTO IL CAZZO! TU, E QUESTI ECONOMISTI CHE, EVIDENTEMENTE IN MALAFEDE, NON PARLANO DEL VERO PROBLEMA, DELLA MADRE E PURE DEL PADRE DI TUTTI I PROBLEMI: LA SOVRANITA' MONETARIA REGALATA DAGLI STATI AI BANCHIERI.
IL DEBITO PUBBLICO E'FIGLIO E GLI INTERESSI SULLO STESSO "FIGLIASTRI" DELLA SOVRANITA' MONETARIA "PRIVATA". TU CHE L'HAI "ACCENNATO" NEI TUOI SPETTACOLI, NON PUOI IGNORARE CHE L'UNICA "SPERANZA DI FUTURO" STA NEL RIAPPROPRIARCI DELLA "NOSTRA" MONETA, CHE E' CREDITO E NON DEBITO!
E L'UNICO MODO PER FARLO E' INFORMARE LA GENTE SU COME FUNZIONA VERAMENTE L'EMISSIONE MONETARIA, COS'E' IL SIGNORAGGIO, LA RISERVA FRAZIONARIA, LA POLITICA "CAMERIERA" DEI BANCHIERI, L'UNIONE EUROPEA SOLO "MERCATO" E PURE PRIVATO...
I POLITICI MARIONETTE NELLE MANI DEI PLUTOCRATI PARLANO DI NIENTE E TU E TRAVAGLIO GLI ANDATE DIETRO "SPARLANDO" DI CONSEGUENZA!
E'PERICOLO MA FONDAMENTALE "COINVOLGERE" IL POPOLO, IGNORANTE E TELE-DEFICIENTE, PER INFORMARLO SULLE CAUSE VERE DELLE "CRISI". TU "LO PUOI", BEPPE!

enzo raffaele 26.04.10 12:36| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento
Discussione

quando fini dichiara che lui rappresenta la destra moderna ha pienamente ragione.
berlusconi non è destra è regime padronale, è dittatura culturale ed avidità venale, tra fini e berlusconi esiste la stessa differenza tra un dittatore sudamericano tipo pinochet ed un Sarkpzi

cesare beccaria Commentatore certificato 26.04.10 12:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dobbiamo credere a tutto ciò che ci dicono questi " scienziati "?
Non necessariamente.

La scienza è potere.
E non è la scienza che ha conquistato il capitale ma è il capitale che ha conquistato la scienza.
E' la "cattura" della scienza.
Lo scienziato, lautamente pagato dalle grandi centrali del potere, acquista l'obbligo di non dire nulla che vada contro gli interessi del potere.
E' in un enorme conflitto di interessi.
Se va contro perde istaneamente i fondi a lui destinati.
( Prof. Emilio Del Giudice )
--------------------------------------------------
Non voglio pensare a cosa succeda agli economisti !


Studenti vs nobel ovvero...come non rispondere alle domande.
http://www.stampalibera.com/?p=11705

Alina F., Varese Commentatore certificato 26.04.10 12:28| 
 |
Rispondi al commento

Voglio ricordare a tutti voi che quando parlate di mussolini state parlando di un CRIMINALE DI GUERRA !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Il Santo Commentatore certificato 26.04.10 12:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@Bann4tus Sum

Te e quelli della tua specie: fascio-leghisti-berlusconiani raccontate la Storia CONTANDO I MORTI, vai nei convegli di FN o Casapound dall'"alto profilo storico" e il racconto storico, che di fatto ha come fine la propaganda dell'anticomunismo(ECCHECCè ne diciate ancora non esiste alternativa più temuta da banchieri e alta borghesia), si incentra sulla CONTA dei MORTI "Vedete, anche loro sono stati dei criminali, quindi noi non siamo la feccia dell'umanità"

Benedetto Croce, noto filosofo e storico "MARXISTA", per voi, disse che la Storia non va raccontata sommando i fatti, altrimenti sarebbe come svolgere un lavoro di cronaca, bensì prestar attenzione anche alle motivazioni degli uomini in ogni epoca!

in conclusione: ipotizzando un forte squilibrio nella "conta dei morti" peserebbe più una decina di morti uccisi per sostenere un totalitarismo che un migliaio a sostegno della libertà!

Roob Zarathustra, Caput Mundi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 26.04.10 12:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per non dimenticare...

http://www.youtube.com/watch?v=rvAJ_u3Q0Hw

Annunaki, Nibiru Commentatore certificato 26.04.10 12:22| 
 |
Rispondi al commento


ASCOLTATE QUALCOSA DI SINISTRA, con umile permesso da parte di Grillo...Nichi Vendola:

http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-1e091d8d-e639-4bf8-84a0-99499bbac053-ctcf.html?p=0

Janek N., Gallarate Commentatore certificato 26.04.10 12:17| 
 |
Rispondi al commento

MESSAGGIO A TUTTI I PRETI PEDOFILI ITALIANI:

TREMONTI COMPIRA' SETTE ANNI QUESTO AUTUNNO

RIPETO

TREMONTI HA ANCORA SEI ANNI E MEZZO

Marzio Preda 26.04.10 12:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quando nella mente sgorga un pensiero fresco è un peccato farlo ristagnare la dentro e non farlo circolare liberamente. Ed anche se l'O.T. la fa da padrone, forse renderlo pubblico non è così errato.
Pertanto, fregandomene dell'economia e della crisi che ci attanaglia le interiora,(fintanto, però, che una puzzetta e "l'atto grande"non ci liberano da tali malinconie), fottendomene di fini e berlusconi che si ciarlano di fronte al pubblico catodico e alla lucidamente inutile cara fagna che, per quanto comunichi in italiano corretto e senza "ndinghete e ndonghete", e che comunque non potrà mai ripulire i suoi passati che la portarono al posto che scalda..e per non parlare dei vacanzieri del pd meno l che scambiarono gli scranni parlamentari per zone ricreative ove giocar a battaglia navale coll'avversario, per poi poter dire.. "gl'affondai tutte le navi a quei malnati!!", insomma manadando a FANCULO tutti i temi suscritti. Vorrei ricordare a tutti che oggi il sole splende alto e che un sorriso non costa nulla. Gli odori(leggasi profumi)primaverili sono alla portata delle narici di ognuno e possono realmente lenire malinconie non nostre(non è così per tutti..purtroppo)ma che tramite tubi catodici marci e stantii vorrebbero far divenire nostre..fanculo..mi ripeto..a loro e quanto scassano il ca22o...
Mi sono ritrovato più d'un giorno a solleticare i profumi dei fiori che di questi tempi si possono odorare..udite bene..GRATIS!
Ho sorriso a coloro che vollero scambiare con me parole e ho cercato di arrabbiarmi meno.
Mi piace il colore delle cose quando riesco ad appropriarmene con uno sguardo intenso che va oltre le occhiatine di sfuggita che non ci fanno mai gustare le cose che si parano di fronte a noi.
Mi sono gustato anche la passeggiata di ieri che si concluse di fronte a dei vigili per ravvisare alla loro attenzione un gruppetto(leggasi branco) di giovinastri(leggasi cozzaloni)che infastidivano pesantemente degli extracomunitari, cioè degli esseri umani come noi. ;)

francesco folchi, roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 26.04.10 12:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

§e non vi §iete mai chie§ti §e avete questo problema §ignifica che ce l'avete:

Internet dipendenza wikipedia

Fase relazionale-comunicativa [modifica]

Nella seconda fase il soggetto scopre e utilizza chat, MUD e altri giochi di ruolo online

Rischi:

* Incontri al buio pericolosi
* isolamento sociale e dipendenza
* dipendenza da sesso virtuale (CyberSex Addiction(s))
* Perdita dei contatti reali
* Sentimenti di onnipotenza.

In questa seconda fase si manifestano le cosiddette net-dipendenze, per le quali le persone maggiormente a rischio sono quelle con difficoltà comunicative-relazionali. In questi casi la dipendenza costituisce un comportamento di evitamento attraverso cui il soggetto si rifugia nella rete per sfuggire alle sue problematiche esistenziali.


Poi L'ONNIPOTENZA qui parla chiaro!

gati sfi 26.04.10 12:00| 
 |
Rispondi al commento

Sembrano tutti impauriti del fallimento ( default economico della Grecia)....... Io mi auguro che fallisca in beve tempo... Vuol dire che avremo anche noi come nazioni speranza di salvarci andando a fare la stessa fine economica. Questo comporterà prendere tutti i politici che sono attualmente nelle istituzioni e buttarli in un mega autocompattatore aspettando di raccogliere le loro carogne morte a distanza di 24 h nelle varie discariche ( che hanno loro stessi creato,avallato e consentito su tutto il territorio nazionale)..... Quindi sperate tutti in questo fallimento greco,perchè i prossimi saremo Noi !!!!


gatto ci cova

gati sfi 26.04.10 11:57| 
 |
Rispondi al commento

Ciao grillo, scusa se vado fuori argomento, ma volevo fare una cosiderazione sul fatto del Suv che truffolo ha regalato a La Russa.
Giuda tradì Gesù per trenta denari e poi s'impiccò. Questo Suv, di fabbricazione russa, del costo pari a una Panda, per conto mio è stato
uno smacco per La Russa, che invece d'impiccarsi
per essersi venduto al nano più ricco d'Italia, ha
preferito devolvere la somma del Suv in beneficenza. Molto meglio se si fosse impiccato.
Almeno Giuda, dopo aver reso i trenta denari ai farisei, lo fece. La Russa impiccati per aver tradito Fini. Noi siamo pronti a fornirti la corda.
Il genovese

Giuseppe Diana 26.04.10 11:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

questa frustrazione di base da buttare sugli economisti mi sembra ipocrisia pura. alla fine il loro lavoro non è migliorare la nostra situazione ma analizzare le condizioni in cui ci troviamo e proporre soluzioni. è vero esistono diverse dottrine economiche che ogni paese decide di seguire a seconda della maggioranza al governo o da caratteristiche culturali e storiche legate al paese in questione. obbiettivamente chi capisce un po di politica economica e non per letto o sentito dire capisce benissimo che la distribuzione della proprieta dei mezzi di produzione è pura teoria e oltremodo superata. svegliamoci perfavore il comunismo non esiste e non è mai esistito e nemmeno marx aveva una minima idea in cosa consistesse questo "procedere della storia per l'annullamento delle disuguaglianze". è ora di essere un po' realisti e accettare la nostra condizione. non esiste alternativa al sistema di produzione capitalistico, l'unica nostra possibilita' è sottometterlo a seconda della necessità. globalizzazione dal volto umano non dice niente? già il fatto di poter usare internet come mezzo di comunicazione globale è frutto del capitalismo.se il futuro è la ricerca perchè il nostro paese non investe in quella? ovviamente è improbabile che l'intera quota di lavoratori possa essere assorbita nel turistico ma questo non comporta che dobbiamo escludere a priori di investire nel settore. per beni culturali siamo uno dei primi paesi al mondo. è paradossale che per attività turistica siamo al di sotto della cina. chi c'è mai stato là?? inoltre il settore finanziario non è direttamente collegato alla questione dell'occupazione. la bolla speculativa è nata proprio per i redditi sovraccaricati delle famiglie. c'è da contare anche il fatto dell'irresponsabilità negli acquisti delle famiglie americane. ma comunque politiche che incentivino il consumo hanno sempre avuto un ruolo portante nel riavviare l'economia in periodi di crisi, vedi la risposta alla crisi del '29 in america.

giulia bondesan 26.04.10 11:40| 
 |
Rispondi al commento

@@ AnSia NewSSS:Il ..Copyright cancellato @@

1)Quante volte noi di Ansia abbiamo scritto che senza la vera passione che emoziona e che rinnova la speranza...tutto finisce in merda?
10,100,1000 volte?
#
Ieri sera,da Fazio,Vendola ci ha rubato il concetto.
Fregandosene -giustamente- del Copyright,ha anche lui evidenziato che...
"Se l'offerta politica non é più capace di suscitare emozioni,passioni e speranze dal berluskazzionismo non risorgeremo mai".
#
Cavolo,questo Vendola finirà che lo nominerò inviato "specialissimo" alla pari del Cardinal Mendoza.
#@#

2)E' confermato dalla natura,la "proprietà privata" é un gran furto.
#
Una tortorina "rossiccia" ha scelto il mio balcone come...casa di campagna.
Detta tortorina ha creato,in un vaso di fiori,il suo nuovo nido e li ha covato.Ora sta tranquillamente accudendo i suoi due piccoli.
#
La tortorina "rossa",occupando quel vaso senza chidermi l'autorizzazione,mi ha ricordato che la "proprietà privata" é un gran furto.
(((( W la tortorina e i suoi due piccoli ))))
Cam.(L'inviato,direttore e "spazzacessi" di AnSia NewSSS)

P.s.
Signor tenente ho saputo che "Putin" é sceso in Italia...
Secondo Lei Putin "visiterà" solo la camera in cui il suo letto é finito o andrà anche a "far visita" al presidente della Camera dei deputati?

Camillo Sesmoulin Commentatore certificato 26.04.10 11:36| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |
Rispondi al commento

Come sono patetici i troll che ridono della giornata di ieri e oggi.
Il cocciuto revisionismo sul fascismo e il tentativo di sminuire l'importanza della resistenza, comportera' il ripetersi del primo e poi della seconda.
Allora, rideranno meno. Molto meno. Storia docet.

Pace e Bene

Luca Popper, Milano Commentatore certificato 26.04.10 11:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

>>>> I DUE COMMENTI SOTTO sono lo specchio della paranoia totale che regna negli italioti
essi non sanno un cazzo, esi hanno perso il filo della ragione, essi sono bestie da macello
pronte al sacrificio finale ...del resto come avrebbero potuto eleggere e mantenere due cantanti
falliti , uno fattosi "ricco" con fondi neri , l'altro un buffoncello nullafacente commerciante di frutta e falso medico!!!


1.
sereno, ti capisco , eccome se ti capisco: deve essere dura per voi sinistri rossi buonisti°°°
doversi rimboccare le maniche e sporcarle per sopravvivere, specie per voi ..sigh.. acculturati.
quasi quasi e' meglio il suicidio, oppure continuare a fumare e sognare la rivoluzione davanti ad un monitor

Vittoria Green

>>> sopra scrive "sinistri rossi buonisti" , sotto scrive "massacrato e ucciso" !!!!
>>> SI EVIDENZIA DA SE CHE PER TALI BESTIE IMMONDE NON VALE MANCO LA PENA DI >>> UN MINIMO DI DEMOCRAZIA!!!

2.
Evidentemente il loro concetto di Democrazia si è fermato a quello che si coniuga con la dittatura del proletariato: con quelle idee hanno massacrato e ucciso°°° tutti quelli che non la pensavano come loro. Ma il tempo dei gulag e dai carri armati è finito, perciò gli sono rimaste le uova e la frutta: non vi fanno un pò pena?

Vittoria Green


Dopo il bavaglio a informazione.Dopo basta parlare in luoghi publici . Dopo basta pensare . Dopo baste solo obbedire. = DITTATURA

V L. Commentatore certificato 26.04.10 11:28| 
 |
Rispondi al commento

Per chi è ancora ignorante allo stato puro come molti del nord, consiglio di ascoltarsi Travaglio, http://www.youtube.com/watch?v=F_VS9ivWhJY quello che ne esce su Bossi non è molto edificante, pensare che è stato già graziato dal punto di vista della salute, e pensare a tutti i rincoglioniti che votano lega sarebbe da fucilarli almeno ve li pagaste questi burattini privi di pensiero proprio!

Pietro T. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 26.04.10 11:16| 
 |
Rispondi al commento

25 aprile

In piazza c’erano bandiere di Rifondazione, del Pd, palestinesi, della Rete Antifascista, della Cgil e dell’Unione atei agnostici razionalisti.

in pratica tutti dei gran lavoratori, amanti del nullafacere, deviati sessuali, fumatori di mariuana, buonisti coi soldi degli altri, acculturati scaldando le panche coi soldi di mamma'.
=========================

certo che a luoghi comuni non scherzi, tu?
ti consiglio un bel documentario, se ce la fai guardalo è fatto molto bene e ti spiega un po' di cose

http://losfidante.marenectaris.net/

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 26.04.10 11:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Solstizio di Nassirya

“Buon giorno
o mia dolce amata,
fresca e scintillante
rugiada.
Sfiorandoti
le mie mani
sono bagnate
ma, ber non ti posso
ed intatta la mia sete
resta”.
Quando il solo sprofonda nell’alba
dentro il suo tramonto,
non è andato
via.
Quando il sole sprofonda nell’alba
dentro il suo tramonto,
ero a Nassirya.
Amore lo sai,
quell’ultimo bacio
non lo scorderò mai.
Amore lo sai,
i nostri raggi di stelle
non li lascerò mai.
Devi vivere,
vivi Vita
per me.
Quando il solo sprofonda nell’alba
dentro il suo tramonto,
non è andato via.
E’ il solstizio
di Nassirya,
per la Pace
la vita mia.
“quel mazzolin di fiori,
sciuriddu i tuttu l’annu,
o… bella ciao”.

Autore: Salvatore Azzaro da Giarratana poeta e cantautore impegnato contro la mafia


Una domenica 25 aprile vista da un italiano residente all'estero:
- Berlusconi parla di liberta' in televisione...
- Il Papa parla della difesa dei bambini alla
Tv....
- La Signora Polverini prima va nella Curva dei tifosi della Lazio a fare il saluto romano (per qualche voto in piu') e poi si presenta in una Piazza piena di gente dell'estrema Sinistra. Meravigliandosi se arriva qualche ortaggio ed uova poco fresche...

Mah! Mi sa che c'e' qualcosa che non va nel Belpaese, sembra il mondo al contrario.....io resto all'estero altri 30 anni, buon divertimento a tutti voi che restate.......


michele d., Como 26.04.10 10:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Certamente nella sinistra l'antiberlusconismo ha sostituito l'antifascismo. Abbiamo visto addirittura Bersani pronto a baciarsi con Fini in proiezione anti Silvio.

Vittoria Green Commentatore certificato 26.04.10 10:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cettina, ho letto questa notizia su chatta, ne sai qualcosa ?

Palermo:devastato l'albero di falcone

Un'azione criminale è stata compiuta nella notte tra sabato e domenica contro l'«albero di Falcone», la grande magnolia davanti alla sua casa a Palermo. L'albero è diventato con gli anni un luogo simbolo delle manifestazioni contro la mafia. «Ieri, qualcuno ha rimosso dall'albero di via Notarbartolo i messaggi e le fotografie dedicati a Giovanni Falcone e all'impegno civile per la lotta alla mafia.

Erano numerosi biglietti, disegni e fotografie che si trovavano sull'albero di magnolia cresciuto di fronte all'abitazione di mio fratello. Un albero che in questi diciotto anni è diventato il simbolo della rinascita della società palermitana e dell'impegno per la legalità», spiega Maria Falcone, sorella del magistrato ucciso dalla mafia il 23 maggio del 1992 . E’ scomparso anche il lenzuolo con la scritta «Le vostre idee camminano sulle nostre gambe».

>>>>>>>>>>>>>>>>>>
regione in mano alla crema dei nostri REGNANTI!
MAFIA-LEGA-PDL !!!!


http://www.worldannouncement.net presenta numerosi annunci lavorativi in molte categorie, offre servizi ai candidati ed alle aziende e presenta anche un utile elenco dei corsi di formazione in tutta Italia e altre categorie di annunci immobili servizi,personali,dove si puo comprare e vendere di tutto

maurizio scarpi 26.04.10 10:22| 
 |
Rispondi al commento

ogni anno la solita storia:

Nessuno in italia festeggia il 25 aprile, la resistenza ci fu certo ma non c'è stata nessuna liberazione, è inconfutabile! il presidente della repubblica parla sempre di riconciliazione ecc ecc, sempre più ridicoli tutti questi distinguo.

a volte (ritornano) Commentatore certificato 26.04.10 10:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Allora confermi che sia il capitalista che il lavoratore proletario sono entrambi ladri. E va beh, anche tu hai diritto alla tua opinione.

50 Stelle (50-stars)
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Se partissimo dalle origini non potremmo giungere a questa assurda conclusione. Il capitale non
si crea dal nulla. Il capitale ha la sua origine da due fattori: le risorse della terra (agricole o minerarie)la forza lavoro. Prendiamo per esempio i cercatori d'oro negli States al tempo del farwest, essi trovarono il capitale nelle viscere della terra (a disposizione di tutti, molte volte rubandola ai nativi)
poi con la propria tenacia e fatica estrassero il minerale per ricavare un guadagno.

Altro esempio è la classe sociale sotto le monarchie in cui a duca, conti, baroni vari venivano assegnate vari pezzi di terra coltivata o incolta. Da questi due esempi si nota origini del tutto differenti che mettono in risalto la nascita del capitale come appropriazione di beni comuni, sia per motivi avventurieri sia per motivi di assegnazione dall'alto.

Le grandi estensioni di colture , le grandi fabbriche industriali furono le dirette conseguenze di questo dato di fatto. Alle masse non restava che vendere il proprio lavoro, la propria forza lavoro, la propria sapienza dell'arte del lavoro. Ladri non lo sono nessuno. Si potrebbe parlare di sfruttamento da parte
del proprietario (lo schiavismo dei confederati ne è una prova classica) o si potrebbe parlare di
lavoratori imboscati nullafacenti nell'ambito di campi agricoli o industrie.

Oggi, nel terzo millennio, con un mercato globale in cui sono presenti stati di una cultura economica totalmente diversa potrebbe essere necessario ABBANDONARE IL CONCETTO di sfruttamento
e del nullafacente. Dovremmo fare un passo gli uni verso gli altri. Meno profitto , più dignità e uno sforzo comune , altrimenti si verrebbe a creare una totale discrepanza con tali paesi.
Come del resto sta accadendo!


Saranno anche nobel per l'economia, ma secondo me c'è un errore:
Dicono che la crisi è un problema di sovraindebitamento dell'America, che i cinesi mantengono il benessere degli americani. Praticamente importano molto di più rispetto a quello che esportano, quindi si prala di prodotti reali, tangibili.
Poi dice che per uscira dalla crisi bisogna puintare sui servizi, e la bilancia commercilae dova va a finire?
E' comunque una cosa vergognosa che una nazione come l'Italia sia superata dal punto di vista turistico da nazioni come la Spagna, mi sembra che la nostra posizione come flussi turistici sia quinta o sesta. Siamo preceduti dall'America, la Francia, Spagna....

Roby De Zan 26.04.10 10:13| 
 |
Rispondi al commento

il fatto quotidiano, sta diventando sempre più la fotocopia di sinistra del "giornale", cominciano a giudicare e non ad informare, ad educare e non a far riflettere.

a volte (ritornano) Commentatore certificato 26.04.10 10:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bene.... dopo 4 anni tirati tra stage e co co pro part-time (alternati agli studi universitari).... sono ufficialmente senza lavoro perchè l'azienda (nota multinazionale crucca), a scadenza del mio contratto a progetto (e dopo che mi avevano assicurato a parole il rinnovo per un altro anno...), mi ritiene "non più utile".
E tutto questo... un mese dopo il conseguimento della laurea....!
E poi.... c'è chi dice che "i giovani d'oggi non hanno voglia di far niente".

Beh.. io di ricominciare da capo con gli stage non retribuiti non ho per niente voglia,
visto che a 24 anni sento anche il bisogno di andarmene a vivere per i fatti miei... ma come si fa?!

Spero tanto che in futuro gli attuali 50/60enni si ritroveranno senza avere le pensioni!!!

Così impareranno a NON votare più certa gente e NON si lamenteranno più dei "giovani d'oggi"!!!

Un gran V-A-F-F-A-N-C-U-L-O a chi sfrutta i giovani.

Feby Feby 26.04.10 10:01| 
 |
Rispondi al commento

Caro Stigliz,
La paura che un cinese "ruberà" il lavoro a italiani, francesi,inglesi è assolutamente razionale e concreta e si sta verificando.

Si chiama globalizzazione: perchè dare un lavoro a un operaio italiano a 800 euro/mese quando si può utilzzare un polacco a 400 euro/mese o ad un cinese a 100euro/mese?

E' il principo dei vasi comunicanti. E non riguarda solo operai e produzione di beni di consumo, ma anche ingegneria, (come il SW commissionato in India ad esempio) o call senter, ecc.

La concorrenza andrebbe accettata solo a parità di condizioni di lavoro, che vuole dire salario, mutua, ferie, diritti sindacali ecc.
Sennò è una concorrenza tra lavoratori e schiavi, allora vincono gli schiavi perchè troppi datori di lavoro preferiscono gli schiavi che costano meno e li puoi trattare come ti pare e quando hanno finito il lavoro devono solo scomparire.

bettina rossini 26.04.10 10:00| 
 |
Rispondi al commento

l'EUROPA NON ha VOLUTO VIGILARE sulla GRECIA!!!!! Strano che dimessosi il governo di DESTRA, che aveva CREATO lo SCONQUASSO e lucrato sull'ENTRATA in EUROPA, proprio ora che c'è la SINISTRA la MANDANO alla CATASTROFE!!!!! E le BANCHE TEDESCHE così LAUTAMENTE AIUTATE senza BATTER CIGLIO!!! Ma che ECONOMIA è mai QUESTA????? Quella della GOLDMAN SACHS!!!!! GRAZIE, NOoooooooooooo!!! Aiutate la GRECIA e CACCIATE i CATTIVI MERCANTI dal TEMPIO!!!!! Non solo le BANCHE, ma prima i CITTADINI!!!!! Che l'EUROPA dei CITTADINI BATTA un COLPO!!!!! Specialmente dopo tanti SACRIFICI fatti per ENTRARVI, non solo LOBBISTI!!!! Non solo MAFIOSI!!!! rocLIBERACITTADINANZA

p.s. vado di fretta scusate gli errori!!!
ACQUA! ACQUA! ACQUA!!! Non potevamo FESTEGGIARE meglio la LIBERAZIONE!!!! LIBERI dai MERCANTI dell'ACQUA!!! Una VALNGA di FIRME dei Cittadini li SOMMERGERA'!!!!!!! Scusate gli errori, ma devo scaaaaaappare

rossella rispoli 26.04.10 09:44| 
 |
Rispondi al commento

Meglio essere brutti, sporchi (come i tuoi piatti) e fascisti che come te!

Marco F.
°°°°°°°°°°°°°°

hai leggermente ROTTO IL CAZZO!! Pezzo di una merda fascio-leghista!!!

QUEI LAVORI A CUI ALLUDI dovrebbero farlo le TROIE VERE CHE SONO le cortigiane di un coglione kapò che sta stuprando il PAESE!

CARFAGNA
GELMINI
BRAMBILLA
MUSSOLINI ALESSANDRA

credo che siano molto MENO COMPETENTI DI VIVIANA & CETTINA !!

credo che RUBINO molto di più agli italiani , compreso ad un coglione come te !


si potrebbe bannare questi deficienti fascisti?
e ripulire un po' il blog da questa marmaglia

viviana v., Bologna

Scrivere ma che noia ma che barba è da deficienti fascisti?

Non crede, mia dolce signora, che certi epiteti si possano risparmiare?

Ma chi si crede di essere?
Oltretutto essendo una donna la ritengo molto volgare e cafona.
Lei con i suoi copincolla ha fatto perdere centinaia di bloggers in questo blog.

E non si dimentichi cettina che è la classica cigliegina sulla torta........

Cordialmente

Luca . Commentatore certificato 26.04.10 09:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Trattativa. Ha un nome lo 007 indicato da Ciancimino.

di Silvia Cordella - 23 aprile 2010
Potrebbe avere presto un nome e un cognome uno degli 007 che Massimo Ciancimino avrebbe visto più volte in compagnia del “signor Franco”. Il misterioso agente dei servizi segreti che secondo il figlio di don Vito avrebbe avuto un ruolo nella famosa trattativa tra la mafia e lo Stato.

Le indagini della Dia di Roma e della Procura di Palermo circa l'identificazione del soggetto in questione sarebbero infatti a buon punto e a breve potrebbe esserci la svolta.
Gli accertamenti degli investigatori erano iniziati qualche tempo fa, quando Ciancimino Jr. aveva identificato quello che lui stesso chiamava il “Capitano” tra le foto che gli erano state mostrate dai magistrati di Caltanissetta e Palermo. E ritraenti un uomo di circa 40 anni che avrebbe accompagnato il signor Franco agli appuntamenti con il padre tra il 2000 e il 2002.
Il figlio dell'ex sindaco di Palermo dice di ricordarne bene il volto, perché lo avrebbe rivisto più volte negli anni successivi: sia nella sua casa di Palermo, in via Torrearsa, che, nel maggio scorso, in quella di Bologna. In entrambe le occasioni lo 007 lo avrebbe invitato a non rendere più alcuna dichiarazione all'autorità giudiziaria e non è escluso, secondo lo stesso Ciancimino, che sia lui l'autore dell'intimidazione subita nei mesi scorsi per mezzo di una lettera con cinque proiettili. Cinque come il numero di catalogazione della foto del personaggio misterioso nell'album dei magistrati.
Del “Capitano” Ciancimino Jr. ha parlato anche nel suo libro “Don Vito”, scritto a quattro mani con il giornalista Francesco La Licata e che sarà presentato domani, a Corleone, da ANTIMAFIADuemila e Corleone Dialogos.
Lunedì il testimone tornerà in procura a Palermo per essere sentito sull'argomento.

http://www.antimafiaduemila.com/content/view/27685/78/

cettina d., isola Commentatore certificato 26.04.10 09:40| 
 |
Rispondi al commento

"Un anno dopo. Le Ecoballe di Bertolaso.

"di Pietro Orsatti - 24 aprile 2010
A quasi un anno di distanza da quando è stato realizzato, riproponiamo questo reportage. La ragione è evidente. La situazione nella “terra dei fuochi” non è cambiata una virgola.

.................

"La terra dei fuochi è in piena attività. Un vulcano in eruzione. Ribolle di puzza, liquami, immondizia e fiamme. L’emergenza rifiuti in Campania, e in particolare nella provincia di Caserta feudo dei Casalesi, è scomparsa e risolta solo nei Tg nazionali e nei proclami dei commissari e degli accondiscendenti emissari di governo. Non serve leggere rapporti, perizie e lanci di agenzia per accorgersene. Non serve fare anticamera dall’assessore di turno e meno che mai chiedere “permesso” alle forze dell’ordine. Basta andarci, nella terra dei fuochi, per scoprire questo ennesimo, raccapricciante e pericolosissimo inganno messo in piedi dal Titanic mediatico che fa capo all’attuale maggioranza di governo e in particolare al premier e al suo braccio armato Bertolaso. Basta salire in auto e fare una manciata di chilometri dall’uscita della Domiziana cercando di dimenticare cosa si rischi a prendersela con gli affari dei Casalesi.

Continua su:

http://www.antimafiaduemila.com/content/view/27700/48/

cettina d., isola Commentatore certificato 26.04.10 09:37| 
 |
Rispondi al commento

Per Viviana V. e per Cettina D.

Ora vi saluto perchè vado a lavorare (non come voi che siete sempre davanti al PC).
Continuiama la litigata stasera (che lo so che sarete ancora davanti al computer)

Ciao

Marco F. Commentatore certificato 26.04.10 09:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"gli altri ce lo hanno sfilato di sotto il culo.."

***

A voi sembrerà paradossale.
Ma gli stessi strumenti sono a nostra disposizione.
I numeri sono dalla nostra. Le risorse forse no.
Ma i numeri si.
E non parlo solo di Democrazia On Line.
Parlo di Public Company, su cui concordo certamente.
Manca consapevolezza della propria forza.
Forze capaci di muoversi controcorrente.
Capaci di creare una corrente.
E di finirla con la beneficenza senza un progetto.
Di prendersi quote di potere reale.
Quelle che non abbiamo mai avuto.
Dal mio punto di vista abbiamo davanti un'occasione unica e forse irripetibile.
Senza rimetterci un solo euro.
Anzi...
Io la vedo cosi.
E ripeto: con gli stessi strumenti.

Una Buona giornata

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 26.04.10 09:21| 
 |
Rispondi al commento

Il pericolo ventilato di una nuova crisi della Borsa, anche peggiore di questa, che ha messo in ginocchio tutto il mondo, ha una valenza terribile e improduttiva. Persistono, infatti, tutte le incontrollate irregolarità speculative che rendono prossime altre bolle finanziarie e altre crisi economiche, che un mondo di poveri già stroncato dalla miseria e della disoccupazione non povrebbero proprio sopportare, pena l’estinzione di parte dell’umanità o flussi di migranti incontrollabili e devastanti
Se tutti i ministri delle Finanze si accordassero per regolare finalmente la Borsa e normalizzare i flussi di investimento speculativo, si inizierebbe, forse, una svolta significativa dell’economia reale. Invece nessuno si muove, e l'UE resta dominata dal forte cinismo di un sistema bancario irresponsabile, senza traccia di autoemendamento
Le grandi Banche hanno approfittato della crisi per ricevere forti regalie pubbliche, dunque sulla miseria dei poveri c’è chi ci ha pesantemente guadagnato, così non vediamo alcuna traccia di correzione delle pericolose storture finanziarie che hanno danneggiato il mondo
Non solo tutto resta dominato da un mercato artificiale altamente speculativo, ma le perversioni del sistema restano come una bomba atomica innescata con tutta la sua pericolosità intatta. Tutto sommato per quasi tutte le Banche la crisi è stata una ulteriore opportunità di guadagno
E la ripresa della dx in Europa è un segnale allarmante che si andrà sempre peggio
Ultimi, per provvedimenti economici, sociali, finanziari e bancari, l’Italia è a ruota della Grecia in un fallimento prossimo annunciato, di cui né i ministri del Pdl né i somari ministri leghisti sembrano occuparsi, mentre l’opposizione farfuglia parole senza senso e addirittura promette aiuti e tavoli di condivisione
Marciamo verso la morte nel buio più totale parlando di niente, mentre le iene fanno piccoli mercati e si preoccupano solo di piccoli e grandi poteri locali, ignari della tempesta che si avvicina

viviana v., Bologna Commentatore certificato 26.04.10 09:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

QUOTES BY MALCOLM X

"A man who stands for nothing will fall for anything."

"We are nonviolent with people who are nonviolent with us."

"Don't be in a hurry to condemn because he doesn't do what you do or think as you think or as fast. There was a time when you didn't know what you know today."
"My alma mater was books, a good library... I could spend the rest of my life reading, just satisfying my curiosity."
"Stumbling is not falling."
"There is no better than adversity. Every defeat, every heartbreak, every loss, contains its own seed, its own lesson on how to improve your performance next time.""They put your mind right in a bag, and take it wherever they want."
"We didn't land on Plymouth Rock, Plymouth Rock landed on us."
"Concerning nonviolence, it is criminal to teach a man not to defend himself when he is the constant victim of brutal attacks."

Janek N., Gallarate Commentatore certificato 26.04.10 08:55| 
 |
Rispondi al commento

al Ministro Gelmini consiglio di leggere il lungimirante Quintino Sella che propugnava la ricerca che e' la base della crescita di un paese...e siamo nlell'ultimo 8oo!!!!invece i nostri soloni del nulla che fanno?? fanno espatriare i nostri cervelli ,il nostro CAPITALE umano...poveri scemi...abbiamo spostato le nostre industrie all'est e ci siamo consegnati come fesso per un tozzo di pane immediato, coglioniiiii di capitani di industria che se tornassero i Borghi, Pirelli ecc. ucciderebbe i figli e nipoti.....ma che speranza hanno i nostri figli se stiamo consegnando il nostro futuro a Cina,. India e Stati uniti che se ne fottono, che ci mangiano....povero Churchill, aivoglia ad invitare a non abbassare la guardia verso i cinesi
che stanno invadendo l'Italia e le nostre aziende che fanno? importano montagne di cianfrusaglie cinesi.... ma che cosa vogliamo????siamo acefali fino in fondo...

aldo abbazia 26.04.10 08:53| 
 |
Rispondi al commento

Non riesco a capire perchè nessuno parli della cosa più logica e semplice in fatto di delocalizzione della produzione:
i prodotti, per essere immessi nel mercato italiano, devono essere prodotti con le stesse regole/diritti per i lavoratori e per l'ambiente presenti sul territorio italiano.

antonio


Occorre che tutti quanti tiriamo fuori una nuova idea di società e tracciamo un percorso per farla avanzare. E' un compito che richiede solo la chiarezza politica che si acquisisce con la discussione e il confronto. Ma c’è chi ha già sperimentato su piccola scala e la sua esperienza può servire
Il 1° punto è il sistema organizzativo: stabilire come attivare un processo di elaborazione diffuso capace di giungere a una sintesi condivisa:
fare piccoli gruppi di studio, aggregazioni di poche persone che individuano i nodi, li affrontano, ipotizzano soluzioni applicabili a piccola, media e grande scala. Ci piacerebbe che ne sorgessero centinaia, addirittura migliaia, trasversali e diffusi su tutto il territorio, piccoli gruppi che si prendono il tempo che serve, per ritrovarsi due o tre volte al mese e discutere una traccia condivisa a livello nazionale, una sorta di sciame che lo stesso mese si concentra sullo stesso tema. Il tutto dotandosi di strumenti informatici per mettere le conclusioni dell'uno a confronto con quelle degli altri affinché emergano assonanze, differenze, divergenze. E più avanti realizzare degli incontri regionali, addirittura nazionali, per dirimere i punti più controversi, formulare una piattaforma comune e mettere a punto delle strategie di transizione

Scrivete a gruppidistudio@cnms.it
dite il comune e la provincia
A partire da questo censimento, ricontatteremo ogni persona per valutare la possibilità di formazione dei gruppi e stabilire, tutti insieme, come proseguire il cammino. Partecipiamo dal basso.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 26.04.10 08:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Francesco Gesualdi, analista italiano dei no global, considera la crisi economica, sociale e ambientale di fronte all’obiettivo di una società più giusta capace di garantire il benvivere a tutti, nel rispetto dei limiti del pianeta
“E' ormai certo che per ripristinare l'equilibrio ambientale bisogna regolare produzione e consumi, ma finché il motore dell'economia rimane il mercato, l'arresto della crescita può comportare seri contraccolpi sociali. Fra gli oppositori della riduzione troviamo anche il sindacato e i partiti di sx, preoccupati per i posti di lavoro e il buon funzionamento dell'economia pubblica. Segno che questione ambientale e questione sociale sono due temi indissolubili
Alex Langer diceva: «La conversione ecologica potrà affermarsi solo se apparirà socialmente desiderabile». L'unico modo per convincere è dimostrare che è possibile coniugare sobrietà con piena occupazione e sicurezze per tutti.
Occorrono proposte di riorganizzazione economica e strategie di attuazione
Ma esse richiedono un capovolgimento culturale nel nostro modo di concepire il rapporto con la natura, i diritti, il lavoro, la tecnologia, il mercato, la comunità, il benessere. Richiedono una revisione profonda del nostro modo di organizzare il tempo, le città, la produzione, la soddisfazione dei bisogni, i rapporti sociali, l'economia privata e l'economia pubblica. Il ripensamento dell'intera architettura economica e sociale
Non bastano politici o economisti. Abbiamo già visto i danni che hanno fatto
Occorre un’altra visione del mondo, una prospettiva del benvivere inteso come soddisfazione di tutte le dimensioni umane, nella complessità dei bisogni, dei limiti del pianeta e dei diritti delle generazioni future
La delega agli economisti è pericolosa e finora è stata l'antitesi della democrazia. La democrazia esiste quando le decisioni portanti sono prese da tutti. Ma niente influenza la nostra vita più dell'economia e niente è posto fuori dal nostro controllo quanto il mercato

viviana v., Bologna Commentatore certificato 26.04.10 08:43| 
 |
Rispondi al commento

Quel vergognoso commercio di Predappio.

L’opinione pubblica deve sapere, in occasione della Festa della Liberazione, che a Predappio è fiorente da anni il commercio, alla luce del sole, di materiali di vario genere che esaltano la figura di Mussolini e il regime fascista.

Sulla via principale del paese si possono acquistare busti ed effigi del duce di ogni foggia e colore, una ricchissima selezione di magliette con slogan del ventennio e ammirare divise originali della milizia fascista e bandiere, anch’esse originali, della Repubblica Sociale Italiana.

Non mancano neppure i prodotti per bambini quali felpe e tovagliette con motti truculenti, naturalmente per la gioia e l’orgoglio dei genitori.

http://temi.repubblica.it/micromega-online/quel-vergognoso-commercio-di-predappio/

===============================


Chi, se non chi non conosce la storia, può essere nostalgico di uno dei più brutti periodi del nostro passato?

cettina d., isola Commentatore certificato 26.04.10 08:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Adesso ne sono certo.
Il nostro futuro è l'Islam."

Io ho sempre pensato che quello fosse il passato.
Come donna puoi cancellare il mio nome da coloro che pensano all´Islam.
Come persona intelligente pure.
Come persona colta pure.
Come persona che crede nei valori per cui i nostri antenati hanno combattuto pure.
Vai a farti un giretto la´e sperimenta il livello di vita.
Penso che sarai spiacevolmente sorpreso.
Migliorare quello che abbiamo non significa buttare tuuto.
Significa fare un´analisi obiettiva di quello che abbiamo, scartando quello che non va, ma CONSERVANDO quello che c´e´di buono.
E´sbagliatissimo vedere la realta´in toto come buona o cattiva, si rischia di ripetere la storia, cadendo dalla padella nella brace.
Il nostro futuro NON e´fortunatamente l´Islam.
Noi, io ne sono convinta, avremo un futuro migliore, anche se molti non condivideranno il mio significato di "meglio".
Meno denaro, ma piu´umanita´, meno TV ma piu´amici, meno video giochi, ma piu´corse all´aria aperta, meno capi firmati, ma piu prodotti fatti in casa.
Sara´una bella riscoperta per molti la soddisfazione di scoprire la creativita´.
La necessita´aguzza l´ingegno ed e´anche piu´gratificante.


E’ ormai ora che un Paese come l’Italia si attrezzi per sfruttare in pieno il patrimonio di arte, tradizione e cultura, capace di muovere milioni di turisti. Inoltre ricerca e difesa dell'ambiente, scuola ed università, turismo ecocompatibile e civiltà, giustizia e libertà. Il nostro concetto di paradiso terrestre con governanti illuminati ed onesti come Gesù.
Sognare è bello.

cesare beccaria Commentatore certificato 26.04.10 08:32| 
 |
Rispondi al commento

Non sarà certo Malta la Papista, l'Embriolatra, a salvare le sorti della Chiesa Maligna. Non si può chiamare "Cristianesimo" il fervore fanatico di una nazione che pretende di imporre a viva forza la santità della prostituzione nuziale. Quella minuscola isola, che è stata definita "baluardo" dal Re di Babilonia, non è che un maculato nido di fornicatori e di vipere infette.

Il cataro 26.04.10 08:30| 
 |
Rispondi al commento

è ripreso il battage xenofobo e razzista del fascioleghista Bannatus alias Vera alias Vittoria alias Viva Mao

ricordo che basta che 5 persone clicchino 'commento inopportuno' per ogliere visibilità a questa fogna che sta infamando il blog agli occhi del mondo

ricordo che si tratta di un demente che vive in una soffitta, non lavora, vive a carico della famiglia, non fa nulla tutto il giorno salvo sputare merda sui blog e molestare la gente
Bannarlo è un provvedimento salutare come vaccinarsi contro i virus malefici

viviana v., Bologna Commentatore certificato 26.04.10 08:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un post come al solito parzialmente vero e parzialmente falso.
I servizi non sostituiranno mai la produzione e quando l´ultimo prodotto prendera´la via della Cina con quali capitali gli italiani che non producono nulla, neppure il cibo che consumano, potra´pagare i servizi?
Prendendo il denaro a credito dai cinesi?
Questo e´quanto ha fatto l´America che e´bancarotta.
Forse ci salvera´il prezzo del petrolio.
Quando il trasporto delle merci dalla Cina superera´di gran lunga il costo del prodotto, si capira´che e´piu´economico produrre in loco.
C´e´sempre un principio e una fine per fortuna.

Fulvia P. Broghammer Commentatore certificato 26.04.10 08:20| 
 |
Rispondi al commento

Pilates

1.Berlusconi:"Costruiamo insieme uno Stato moderno e scriviamo una nuova pagina della storia democratica.Il nostro obbiettivo è rinnovare la seconda parte della Costituzione del 1948, dopo 65 anni la nostra missione è ora di andare oltre quel compromesso del padri costituenti e costruire l'Italia del futuro".

2.Berlusconi:"Fini permettendo, costruirò uno stato dove potrò continuare a fare quel cazzo che mi pare, prenderò possesso del Quirinale in modo di essere immune alla legge per il resto dei miei giorni, scrivendo una nuova pagina della storia piduista. Il mio obbiettivo è quello di mettere il bavaglio all'informazione, mettere fine alle intercettazioni per salvare il culo a me e a tutti quelli della mia cricca, snaturare l'ordine democratico di questo paese dove io deciderò tutto e il Parlamento sarà mio schiavo, continuare ad avere profitti milionari grazie alle mie tv e alle mie aziende, ospitare troie nelle mie residenze pubbliche e private senza rendere conto a nessuno. Dopo 65 anni, la mia missione è mandare all'aria quanto fatto dai padri costituenti per dare democrazia e libertà a questo paese dopo vent'anni di dittatura fascista. Grazie a un'opposizione inesistente, il gioco è ancora più facile." (Aldo Benassi)


clicca il mio nome

viviana v., Bologna Commentatore certificato 26.04.10 08:17| 
 |
Rispondi al commento

Prendiamone atto: il fascismo sta risorgendo in Italia
Le caratteristiche ci sono tutte:

-isolazionismo internazionale
-patti con governi antidemocratici (Putin, Gheddafi, Erdogan, emirati arabi)
-separazione dalle nazioni più evolute
-crescita del gap tra ricchi e poveri
-altissimo deficit di bilancio
-favori all'alta borghesia e ai ladri di Stato
-aumento della spesa bellica
-xenofobia
-razzismo
-odio per le istituzione democratiche e loro progressivo smantellamento a coninciare dal Parlamento
-nullificazione del voto popolare mediante mercificazione, coartazione, clientelismo politico, vendita di posti di lavoro o brogli
-cambio del sistema di voto in senso antidemcoratico (vedi riforma di Calderoli)
-totalitarismo
-intimidazioni mediatiche o giudiziarie
-epurazioni
-uso distorto della polizia
-torture e morti nelle carceri che restano impunite
-censura all'informazione
-pesante propaganda falsificante attraverso i media
-uso demagogico delle piazze
-distruzione sistematica dei diritti civili
-fagocitamente dei sindacati, due dei quali sono già di fatto diventati due corporazioni collaborative del Govenro al modo fascista (i fischi alla Polverini erano del tutto meritati)
-attacco alle protezioni del lavoro, vedi sistematico attacco all'art. 18, la precarizzazione avanzante, la disoccupazione in aumento, il lavoro nero di fatto indisturbato, la libera delocalizzione, l'abbandono di interi settori produttivi che di fatto sarebbero controllati dal ministro delle Finanze...
-populismo ai massimi livelli
-distruzione della scuola, devitalizzata per essere organo di propaganda fascista con repressione ideologica interna
-demonizzazione dello spirito critico
-distruzione del dissenso
-patti sporchi col Vaticano
-tendenza ad assemblare ogni partito nel partito unico
Se a questo ci aggiungiamo la debolezza delle opposizioni, ci manca giusto un Aventino (o una sporca bicamerale come già fasteggiano D'Alema e Napolitano) per consegnare il paese al fascismo
abbiamo tutto

viviana v., Bologna Commentatore certificato 26.04.10 08:11| 
 |
Rispondi al commento

grazie a quella accozzaglia buonista e sorra stiamo regalando 2000 anni di storia ai barbari!!

Il centro culturale diventerà una moschea. Questa la convinzione della Lega Nord, dopo l’inaugurazione della struttura di via Pino. Il Carroccio si infuria e dichiara di voler tornare in piazza, dopo le dichiarazioni del portavoce della comunità islamica, Sawat El Sisi, che non ha esluso la possibilità di pregare all’interno del centro. “E’ una presa in giro- ha commentato il leghista Nicola Molteni – se non rispetteranno le regole chiederemo l’immediata chiusura della moschea, se si rivelasse tale. Chiederemo controlli e pretenderemo la chiusura immediata in caso di violazioni delle regole”. Dalla comunità islamica le rassicurazioni del portavoce: “Dobbiamo realizzare i nostri programmi per la città – ha dichiarato El Sisi - Non siamo chiusi, ma aperti a tutti i cittadini.

Duro anche l’assessore leghista Maurizio Faverio: “Ci stanno prendendo in giro, faranno ciò che vogliono. I cittadini segnalino qualsiasi problema.


Nel frattempo è tornato in libertà Fathy Sherif el Meshad. L’egiziano detenuto a Guantanamo perché accusato di essere un terrorista di Al Quaeda. Domani l’incontro con lo zio, residente a Como, per definire il suo rientro in Italia e molto probabilmente il suo ritorno a Como

Vittoria Green Commentatore certificato 26.04.10 07:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

fini : . Il federalismo, ad esempio, non sia bandiera della Lega ma strumento per cambiare il Paese a cominciare dal Mezzogiorno".

ciumbia!! son 20 anni che i leghisti la menano su con sta storia, stai a vedere che adesso e' idea del fini..

Vittoria Green Commentatore certificato 26.04.10 07:52| 
 |
Rispondi al commento

Bannate ‘Viva mao’!!!
il fascistello idiota che ha avuto la faccia di scrivere che i partigiani morti sono stati "300" “di UNA cellula partigiana”, uno che, nella marea nera montante in Italia, considera “obsoleto” festeggiare la Resistenza, che parteggia per la Repubblica di Salò, che adora il nazismo, che incensa Berlusconi!
Uno che, davanti ai 15.000 caduti per la Resistenza, ha avuto la faccia di scrivere: “Dovremmo essere ancora qui a celebrare 300 e rotte vittime (??!!), fra dissidenti politici, delinquenti comuni e “qualche ebreo” (??!!), per l'azione irresponsabile, a guerra ormai finita (guerra finita??!!), di una cellula partigiana, che hanno fatto per dimostrare che c'erano anche loro?”

Gli italiani deportati nei lager furono 23.826, e metà di essi furono uccisi
Questo imbecille ha la faccia di dire che “i repubblichini si comportarono con onore” quando il periodo che va dal 4 ottobre 43 al 30 aprile 45 fu un continuo susseguirsi di stragi a opera di nazisti e di repubblichini che davano loro manforte. Nei massacri, i fascisti repubblichini fecero da guida, da informatori, da torturatori e da uccisori, consegnando gli italiani alla furia nazista. E si ha pure il coraggio di dire che l’unica vittima del fascismo fu Matteotti e che tutto quel che il fascismo fece fu di mandare qualcunio in villeggiatura!! Ma studiate la storia prima di parlare!
Il somaro fascista parla con supponenza di “qualche ebreo” quando gli ebrei deportati dall’Italia furono 8.556. Solo gli ebrei romani che furono deportati dai nazisti con la collaborazione dei fascisti furono 1023, e ne sopravvissero solo 16, ma questi non erano vittime, si immagina!
Il fetente ha la faccia di dire che sarebbe bastato che i partigiani si consegnassero ai tedeschi per avere un’Italia felice, quando le vittime civili dei nazifascisti furono 10.000!
E quando questa iena dice le sue porcherie, c’è subito Bannatus che gli dà ragione, in quanto è lo stessa idiota somaro!
Ma bannate la iena nazista!

viviana v., Bologna Commentatore certificato 26.04.10 07:50| 
 |
Rispondi al commento

OCCUPARE

RESISTERE

PRODURRE

CHARLES BUKOWSKI

HANCK BUKOW (hanck17) Commentatore certificato 26.04.10 07:12| 
 |
Rispondi al commento

Analisi incompleta, in quanto l'evoluzione edilizia avuta negli anni, dai '60 in poi, ha permesso di vendere da noi i miniappartamenti per appartamenti; confrontiamo superfici e costi e noteremo infatti tale evoluzione, costi uguali o maggiori e superfici ridotte!
Le famiglie hanno finito con il dover prendere miniappartamenti al costo degli appartamenti ed in USA "case di cartone per reggie"!
Questo ha comportato un indebitamento maggiore per un'utilità minore delle famiglie, per cui le famiglie non è che non potevano pagare, avrebbero potuto pagare se esistesse la vera regolamentazione del mercato, invece siccome loro sono la parte debole del mercato, hanno risposto ad un desiderio primario, quello di avere una casa, indebitandosi anche per il fumo che gli altri gli hanno finanziato!
E' un pò come i contributi che vengono dati in certi settori e che non rimangono all'utilizzatore finale ma vengono incamerati nei passaggi intermedi, perchè la vera legge di mercato è che il pesce più grosso mangia quello piccolo!

Giorgio Zanutta 26.04.10 07:12| 
 |
Rispondi al commento

Certi punti della Constituzione Italiana è stata pressa per fare la Carta Fundamentale dall'Uomo nelle Nazioni Unite.

Adesso esce un plurigiudicato meneghino a dire che va cambiata.

Io Direi BASTAAAAAAAAAAAAAAAAA con questo FASCISTA! non vi sentite pressi per il sedere?

Un governo con un schifani? con un dell'utri? con il figlio idiota di bossi?

questi vogliono mettere le mani sulla constituzione?

Eduardo Dumas ( edu latino), milan Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 26.04.10 07:08| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

ok i segnali, ok tutto ecc..
Ma qui bisogna cominciare a difendersi, non dobbiamo rimanere, per quello che possiamo impotenti e subire l'inelluttabile violenza dei mercati.

Occorre fare un po' come Fini.
Solo o quasi, senza microfono ma in piedi, non stando seduto, reagendo al palese tentativo del nano di metterlo alla gogna senza dargli difese, con la sua reazione ha messo un po' in crisi il semi-folle perchè TUTTI lo abbiamo VISTO.

Se stava seduto a subire, come il tanghero si aspettava che accadesse durante il suo sproloqio dal palco, oggi Fini sarebbe politicamente finito e fuori dal partito ecc...

Invece tutto il mondo lo ha visto !
E b. pure !
E b. ha fatto una figura di me.. di cui un po' per volta (forse) si renderà conto.
Di sicuro, il suo "partito dell'amore" ha ancora una volta mostrato (una parte di quello che é) il suo vero volto.
e la gente tutta se lo ricorderà, sopratutto il popolo di destra perchè nessuno accetterà di vedere umiliato il fondatore del partito che ha modernizzato la destra in italia, soprattutto da parte di un personaggio così squallido e volgare!

Ecco, anche la gente comune, quella che difficilmente può o sa difendersi, deve iniziare a farlo !
Chi ci dirà come, è da vedere !
Ma una "via" ci vuole e bisogna tracciarla prima che le banche la "traccino" per noi verso il nostro (non il loro) baratro !

rosario v. Commentatore certificato 26.04.10 07:00| 
 |
Rispondi al commento

insieme al problema dei capitali in mano a pochi che hanno il potere di spostare le masse per indurci a fare la guerra tra poveri invece che a loro.c'è un altro grosso problema quello della tecnologia che sta facendo passi da gigante . e se non sarà accessibile a tutti aumenterà ulteriormente il divario tra ricchi e poveri.e quando saremo super controllati dalla tecnologia e non saremo in grado di entrare nel programma come nel film matrix per cambiarlo . rimpiageremo di non avere usato il voto nel modo giusto quando potevamo ancora farlo.

claudio casalinis (stilofe.56), ferrara Commentatore certificato 26.04.10 06:47| 
 |
Rispondi al commento

Alleluja, alleluja, finalmente si è scoperto come uscire dalla crisi e come far fronte al futuro. sia lodato Gesù Cristo. Amen. cari signori, oggi, abbiamo assistito al miracolo della crisi. da domani tutti i capi di stato si adopereranno affinchè i loro cittadini vengano a fare le ferie in italia, paese turistico più caro al mondo, dove le sue opere d'arte stanno andando in rovina perché non ci sono soldi per restauri e conservazione. venite signori venite nel paese più bello del mondo ad ammirare le nostre città, dove l'inciviltà e giunta ormai al suo apice, e dove l'immondizia sembra essere una scultura di raffaello. venite cari fratelli ad investire nel nostro paese, avete da pagare solo una tassa in più; il pizzo.
bene cari fratelli, la messa è finita, andate in pace, Amen

ivano meli, amantea Commentatore certificato 26.04.10 06:31| 
 |
Rispondi al commento

palombelli grillo travaglio santoro dipietro vendola grazie per quello che state facendo per l'italia.

claudio casalinis (stilofe.56), ferrara Commentatore certificato 26.04.10 06:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A volte è difficile essere obbiettivi,gia la statistica ci dice come sara',il nostro futuro,la statistica è matematica ,e sbaglia di poco o per niente , il vaticano nel 2007 aveva gia invertito tutti i suoi capitali in oro,guarda quanto e' salito di valore questo metallo in 3 anni,probabilmente i preti hanno dei consulenti molto bravi,se ascoltavano Beppe,si sarebbero risparmiati le parcelle.
Adesso si parla tanto di cina ,Beppe sono 10 anni e piu che ci parli di cina,ma sono ,quasi 30 anni che tutti si sono trasferiti a produrre in oriente ,tutti non solo l'Italia ma tutti i paesi del mondo e questo cosa significa,che piano piano il nostro sistema è destinato a crollare,e la cina gia da 2 anni ha le banche piu' potenti del mondo,e questo agli americani non piace ,e cosa fanno...GUERRE,solo che adesso ,non solo le fanno a questo fantasma di Bin Laden che ha rotto i maroni e che nessuno ha mai visto,ma fa guerre economiche facendole pagare a tutto il mondo,o guerre come l'ultima pandemia,che tutto il mondo ha comprato il vaccino,e adesso lo buttano via che è scaduto.Una crisi totale,adesso non fa comodo a nessuno,troppi sono gli interessi,di quei pochi che stanno in alto,ma la storia ci insegna che ci impoveriranno piano piano,fino a quando i cinesi ci invaderanno,come gia fanno da anni,(in california sono il 50% della popolazione,ma sono gia americani da 2 generazioni).E qui arriviamo al vero problema;perche'per il nostro paese sarà piu dura:caro Beppe tu hai 5 figli,io ho piu' di 40 anni e non ho 1 figlio,e cosi sono messi molti italiani da piu' di 2 generazioni,vai per le strade e vedi camminare solo persone anziane,vai per le strade di qualsiasi altro paese e vedi bambini correre per le strade come quando eravamo bambini noi,nessuno ha mai fatto una politica per la famiglia ,in scandinavia ,se una donna ha un figlio prende lo stesso stipendio ma lavora mezza giornata,se ne ha due la mantiene lo stato,non serve a volte tanto ingegno ma basta copiare gli altri.

Massimiliano Peres 26.04.10 04:36| 
 |
Rispondi al commento

@@@ Alex


noi occidente...non inteso geograficamente, ma culturalmente.

Il consumismo attuale (colonna portante dell'occidente) è sintomo inequivocabile della mancanza di percezione del futuro.

Le religioni e i governi ci hanno fatto il gioco delle tre carte...mentre gli uni lo promettevano extra-terreno, gli altri ce lo hanno sfilato di sotto il culo...

^_^

Io queste cose le ho sempre subite, ho cominciato a capirle da quando mi sono affacciata qui.

Noi qui tentiamo di riparare questo enorme danno perpetuato nei secoli sui nostri cervelli, qualcosa di modesto e semplice, inventarci un futuro su misura per l'uomo che vorremmo diventare...insieme alla moltitudine che nel mondo si sta muovendo, anche grazie alla rete.

"L'uomo non è del tutto colpevole, poiché non ha cominciato la storia; né del tutto innocente, poiché la continua."

"La rivolta consiste nell'amare un uomo che non esiste ancora."

Albert Camus


EUROBOTTO 2010-2011

*******************

IL PROSSIMO FILM IN MONDOVISIONE

IN TUTTE LE CASE, NON PERDERLO

PUFFFFF E L'EURO SI SGONFIA...

URGERA' NAZIONALIZZAZIONE BANCHE

E DEFINIZIONE NUOVA MONETA

LA DELIRA

NASCERA' UN NUOVO MOVIMENTO, IL DELIRAZIONISTA

E DARANNO CORPO AL NUOVO..

IL DEZISMO

.

Marco Folli, Bologna Commentatore certificato 26.04.10 02:35| 
 |
Rispondi al commento

http://www.youtube.com/watch?v=sxBeX144ntg
In questo link,potete conoscere P.Ricca in azione.
Per chi non lo conoscesse.
VIVA PIERO RICCA.

informazione dal basso 26.04.10 02:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

e questo sarebbe il parere sulla crisi de "il guru dei guru di Wall Street"?
è di una banalità e irrilevanza rimarchevole.
la prossima volta risparmiatevi il viaggio in USA, è sufficiente fermarsi a fare due chiacchiere con il giornalaio o il postino di zona.

quanto poi al suggerimento di trasformare il nostro povero paese in una disneyland per turismo di massa e/o di elite, è davvero umiliante. Ci siamo già riusciti con venezia ed abbiamo pure venduto il meglio della toscana e dell'umbria, e di quel poco che si salva delle nostre coste e delle isole.

quando tutti i nostri vigneti e le nostre spiaggie saranno in mano ai depardieu e ai cloneey, sai che bella festa!

ci vestiamo tutti da arlecchino e pulcinella e puliamo il sedere ai vip di mezzo mondo, che tanto ci siamo già abituati a farlo con quelli di casa nostra.

non avrei voluto leggere queste cazzate su questo sito.

cordialmente vostro

roberto ferrero 26.04.10 02:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

BUONA NOTTE AL BLOG
BUONA NOTTE AGLI ESSERI CHE FREQUENTANO QUESTO BLOG
BUONA NOTTE A TUTTI QUELLI CHE SOGNANO UN ITALIA MIGLIORE
BUONA NOTTE A TUTTI COLORO CHE ODIANO L'INDIFERENZA,E GLI INDIFFERENTI
BUONA NOTTE A COLORO CHE HANNO IL CUORE ROTTO DA TUTTI I CASINI DI QUESTO MONDO
BUONA NOTTE...........

luigi(napoli) 26.04.10 01:50| 
 |
Rispondi al commento

Forza Grillo saremo sempre con Te ma servirebbe ancora una televisione come Current di Al Gore.....comunque..se mai riuscissi plebiscitarlemte a rinvenire...poveri i giornalisti che tutto qaauesto tempo non hanno parlatro di Te..

Comunque.. grazie Grillo per lo sfogo che ci permetti....sempre che non sia a vantaggio sei soloti criminali!!

Camillo B. Commentatore certificato 26.04.10 01:46| 
 |
Rispondi al commento

Costituzione italiana :


articolo 140:

Lo stato Italiano NON PUO' INDEBITARSI PER NESSUN MOTIVO.
I debiti alla data attuale, 25 aprile 2010, sono azzerati e chi è creditore, non potrà più esigerli.

nicola rindi, prato Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 26.04.10 01:44| 
 |
Rispondi al commento

L'ibera padania !

s c 26.04.10 01:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Della serie ci stanno prendendo da anni per il culopo!!!!!

Ratzinger fai schifo...Berlusconi sei un migliRDARIO CHE NON RIESCI A CAVARTELA GIURIDICAMENTE E DEVI STARE IN POLITICA.. fINI IN RITARNO IL pd INESISTENTE...COGLIONI SE NON PEGGIO CHIO VOTA pd SENZA NESSUN NESSO DI CAUSALITà!!!
Vuol dire che cazzo dice il PD , il PD è come Raqtzinger razzola per sopravvivere e basta!!!

Camillo B. Commentatore certificato 26.04.10 01:23| 
 |
Rispondi al commento

Della serie ci stanno prendendo da anni per il culopo!!!!!

Ratzinger fai schifo...Berlusconi sei un migliRDARIO CHE NON RIESCI A CAVARTELA GIURIDICAMENTE E DEVI STARE IN POLITICA.. fINI IN RITARNO IL pd INESISTENTE...COGLIONI SE NON PEGGIO CHIO VOTA pd SENZA NESSUN NESSO DI CAUSALITà!!!

Camillo B. Commentatore certificato 26.04.10 01:21| 
 |
Rispondi al commento

DUNQUE....

***************

possono raccontarmi quello che vogliono ma il problema sta in POCHI punti

1- IL VALORE DELLA MONETA E PROPIETA'

Chi lo stabilisce ?
Chi stabilisce che RMB cinese debba valere 10 volte meno dell'euro ?
Chi ha stabilito che l'euro deve valere 10 volte in piu di RMB Cinese ?


DI CHI E' LA MONETA ?
Se la moneta e nostra, perchè ce la prestano ?


******************************************


2- IL DEBITO

UN DEBITO E' ESGIBILE O INSEGIBILE ?

Per natura un debito è inesigibile e dipende da quanto sei in debito e quantè il debito e come lo saldi.. SE LAVORI FORSE LO SALDI

Ma come si fa se non lavori e se il debito AUMENTA, prossimo al fallimento d'impresa o default di stato ?

Vendi quello che hai, isole, terre, tassi quello che puoi tassare, dove vuoi tassare.

Se non tassi crei scenari di disperazione stile Andria

Come li recuperi gli interessi sul debito fatto e i soldi del debito e quegli degli interessi da dove li prendiamo ?

Ci facciamo un condono come poveri cristi con capitali a zero per farli rientrare e da dove ?

Chi fa, ha fatto debiti lo sapeva ?

Si, secondo mè sapeva che poteva anche non onorare nulla o a condizione inverse tirava nel tempo ad onorare un debito, forse esigibile

***********************************

QUINDI ?

DEVONO ABBASSARE LA MASSA MONETARIA

CHE E' FUORI, ENORME,

CHE NON HA CONTROVALORE ED E' SOLO NUMERICA

IL CHE VUOL DIRE IMPOVERIRE

UN SISTEMA VISSUTO SULL'INESITENZA, SUL NULLA,

SUL DEBITO, INESIGIBILE,

E CHI PUO' SCAPPA DOVE OGNI COSA COSTA MENO.

PER VENDERE POI A CHI AVRA' NULLA O MENO DI NULLA.

A POCHI, POCHISSIMI.

LA VEDO DURA ED E' SOLO L'INIZIO DI UN

CAMBIAMENTO RADICALE

FINAZIARIAMENTE FUORI CONTROLLO

IN CUI SI TAGLIERA DI TUTTO

DALLE PENSIONI, ALLA SANITA' A CHISSA COSA,

COSE GIA' FATTE MA IL DEBITO E' SEMPRE INESIGIBILE

GRAZIE AGLI INTERESSI DI UN SISTEMA A DEBITO

E' IL SISTEMA CHE E' BACATO E FUORI CONTROLLO

LA MASSA MONETARIA.. STA FACENDO PUFF

.

Marco Folli, Bologna Commentatore certificato 26.04.10 01:18| 
 |
Rispondi al commento

Adesso ne sono certo.
Il nostro futuro è l'Islam.

E poche balle!

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 26.04.10 01:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Chimica oceani cambia a ritmo "senza precedenti"

giovedì 22 aprile 2010 21:47
WASHINGTON (Reuters) - Le emissioni di anidride carbonica che contribuiscono al riscaldamento globale stanno anche rendendo più acide le acque oceaniche alla velocità più alta mai registrata in centinaia di migliaia di anni: lo ha annunciato oggi il Consiglio Nazionale delle Ricerche statunitense.

"La chimica dell'oceano sta cambiando a un ritmo e a una grandezza senza precedenti a causa delle emissioni antropiche di biossido di carbonio", ha detto il Consiglio. "Il tasso di cambiamento supera qualsiasi altro noto almeno nel corso delle passate centinaia di migliaia di anni".

NdR 26.04.10 00:54| 
 |
Rispondi al commento

...E' ORA DI FINIRLA,... BASTA CON TUTTI STI TIRAQUI'TIRALA'!!... E ADESSO SI TROMBA!!!!!!( E LEI CULO A 90°....) SIIIIIIIIIIII !!!!!!!!

roberto scuro (uccello scalciante) Commentatore certificato 26.04.10 00:49| 
 |
Rispondi al commento

Buona notte a tutti :)

Liliana A. Commentatore certificato 26.04.10 00:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Oggi e' il 25 aprile, come sempre accade da qualche anno si torna a parlare o straparlare di memoria condivisa, di superare le vecchie divisioni, di caduti tutti uguali, chi scrive e' figlio di un partigiano medaglia d'oro al valor militare, che non ha mai fatto del reducismo o della retorica partigiana nel seguito della sua vita.
Edmondo Cirielli presidente della prov. di salerno nonche' maresciallo dei carabinieri ,nonche' diciamo per usare un vecchio e obsoleto termine " un fascista" ci dice oggi che l'italia fu liberata dagli alleati e che la guerriglia partigiana non ha avuto alcuna parte nella vittoria militare alleata.
Come militare di carriera dovrebbe perlomeno sapere che molti elementi di eccellenza dell'esercito italiano furono i fondatori e i comandanti delle piu' importanti colonne partigiane, ufficiali degli alpini come il Mauri per es. nel cuneese, che l'esercito al quale appartiene fu protagonista di eroici esempi di "resistenza" come a cefalonia, che l'alternativa era all'epoca tra l'arruolamento nell'esercito di salo' o la deportazione nei campi di lavoro in germania o appunto la lotta partigiana e quindi il solo fatto di disertare e anzi di militare dall'altra parte implico' che migliaia di possibili soldati repubblichini furono invece partigiani e con la loro guerriglia oltre a sabotare strade,ferrovie ecc. tennero impegnati altrettante migliaia di militari dell'asse in operazioni di rastrellamento e antiguerriglia, fu in poche parole salvata la faccia e la dignita' del paese da questi combattenti che appartenevano a vari brigate, oltre ai comunisti c'erano i garibaldini, giustizia e liberta' ecc.
chi se non nostalgici fascisti irredenti possono tornare su questi argomenti e poi a quale scopo? sono pero' tanto meschini da non avere il coraggio di dire apertamente quello che pensano, ovvero che vorrebbero che la guerra mussolini e hitler l'avessero vinta e che il 25 aprile non esistesse, adesso che hanno il loro piccolo duce rialzano la testa....

ciao a tutti 26.04.10 00:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Zaia paragona i partigiani ai vietcong se mi è consentito mi sembra molto più appropriato paragonare Zaia a un generale delle SS.

Luca Gianantoni, Assisi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 26.04.10 00:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

(((((((LA TROTA NON AZZECCA NEMMENO LE DATE. E' LA MERITOCRAZIA BELLEZZA!)))))))

VIGNETTA DA PIEGARSI IN DUE

LEGGI TUTTO QUI E FAI CIRCOLARE IN WEB:

http://www.francarame.it/node/1272

VIVA IL 25 APRILE!


GRAZIE BEPPE!


.


rai 3.. bertolino blob.... : che trasmissione del casso !!!

ma c'e qualcuno che dovrebbe ridere ? ma dove li han presi questi ? magari li pagano pure..

solo sinistri, contestatori, giovani rivoluzionari con pugno alzato, rossi e buonisti possono ridere per le cretinate che dicono!!!

Vittoria Green Commentatore certificato 26.04.10 00:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...ed io che pensavo che i servizi fossero un peso da eliminare.

F. Masciullo, daGrottaglie Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 26.04.10 00:07| 
 |
Rispondi al commento

Post abbastanza "fair" e che non si espone a previsioni.
L'espansione del sistema finanziario mondiale si basa sulla catena di S.Antonio.
Da uno contro dieci erano fino al 2007 e ora saranno uno a due o a tre.
Bisognerebbe intervistare Magnoni numero uno Italiano di Leman Brother Europa che ora sta con i Giapponesi di Nomura.
E' uno che il Crack l'ha vissuto in prima persona e conosce bene come girano le cose. Da 35 anni.
O magari anche il nostro Draghi. Che viene da Goldman Sachs come molti altri.

Il futuro.
Fino a quando continuano i flussi migratori dall'Africa possiamo stare abbastanza tranquilli.
E quando finiranno, per la realizzata messa a "consumo" di tutto quel Continente, allora sarà l'inizio del conto alla rovescia per la saturazione mondiale di tutti i mercati.
Ossia crescita zero con Popolazione in aumento e le banche a stampare carta per comprare beni sempre più cari.
Perchè anche l'inflazione è una bella risorsa in certi casi.
Sarà necessario però inventarsi nuovi beni di prima necessità, nuovi bisogni.
E convincere gli Africani e che non possono farne a meno.
Il resto sono solo Fonti di Energia da Presidiare.
Il tutto da ottenere con le buone maniere o magari anche con le cattive.
Quà si farà di necessità virtù.

Buona Notte

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 26.04.10 00:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Oggi Fini dalla Annunziata ha detto
"Chi parla di elezioni anticipate è un irresponsabile"

poi si è sentita una frase detta piuttosto sottovoce "con quello che sta succedendo in Grecia"..

chissà quando ci diranno a chiaere lettere che ci dobbiamo preoccupare, anziché lanciare manciate d'ottimismo a destra e a sinistra..


Paola Bassi Commentatore certificato 25.04.10 23:42| 
 |
Rispondi al commento

Riguardo a Piero Ricca, al quale molto democraticamente, strattonandolo, hanno levato il megafono, bisogna capirli: loro festeggiano la Liberazione con la repressione!


cettina d., isola Commentatore certificato 25.04.10 23:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La società post-industriale?

E' da un pezzo che siamo nella società pot-industriale, sia nell'accezione defunita dalla perdita del primato dell'industria rispetto al terziario e sia in quella che considera il mutamento nelle relazioni sociali e di potere, passato totalmente nelle mani di un'oligarchia di grandi finanzieri.
E' da un pezzo che siamo nella società post-industriale ed anche post-moderna, dove il nichilismo, nella società, ha superato persino i maestri del nichilismo, e dove anche il pensiero debole ha preso prepotentemente il posto del pensiero forte.
Anche la crisi non è che è piovuta da qualche pianeta lontano: si capiva benissimo che il sistema del debito era come una specie di palloncino che si gonfiava sempre di più, ed è bastato che qualcuno ci andasse vicino con un piccolo spillo per farlo scoppiare.
La Grecia?
La Grecia è solo l'antipastino del banchetto finale.

sancho . Commentatore certificato 25.04.10 23:34| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 11)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Spero abbiate passato un buon 25 aprile.
Il mio è stato ottimo: alla mattina a raccogliere firme con il "Movimento 5 Stelle" a Rivoli per preservare l'acqua pubblica. Nel pomeriggio alla festa dei primi 100 giorni del Presidio No Tav di Rivoli/Villarbasse.
E per la prima volta in vita mia ho esposto il tricolore alla finestra, accanto alla bandiera No Tav.
Sarà düra!

ale giustetti 25.04.10 23:32| 
 |
Rispondi al commento

Crisi, la Grecia chiede gli aiuti all'Ue. Tremonti: "Se brucia la casa del vicino, giusto aiutarlo"

secondo me non è generosità di cuore..ma strizza

http://notizie.tiscali.it/articoli/economia/10/04/23/grecia-si-aiuti-ue.html

Paola Bassi Commentatore certificato 25.04.10 23:26| 
 |
Rispondi al commento

Il capitalismo, che accentra le ricchezze in poche mani ha portato a tutto questo.

Le guerre si fanno, da sempre, per andare a depredare altri territori, quando la ricchezza del proprio paese è già accentrata in quelle poche mani.

Il male del secolo è il capitalismo specie se basato sul nulla.

Abolendo le borse, che trasferiscono capitali inesistente da una tasca all'altra, si potrebbe ristabilire un certo equilibrio.

Buona notte, buontemponi.

cettina d., isola Commentatore certificato 25.04.10 23:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

10, 100, 1000, PIERO RICCA.

il fatto (quotidiano), Roma Commentatore certificato 25.04.10 23:17| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 40)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Con la delocalizzazione all'estero il nord a continuato a produrre per la gioia di pochi imprenditori e perdendo potere d'acquisto x i molti ex impiegati.

A centro poco producevamo e poco produciamo.

Al sud invece sia i produttori che i loro impiegati stanno alla camera del gas.

il fatto (quotidiano), Roma Commentatore certificato 25.04.10 23:08| 
 |
Rispondi al commento

ma il prof, Gallegati ha intervistato Greenwald e Stiglitz insieme?
forse sono un po' tarda io, ma le risposte (o forse la loro traduzione) non mi è molto chiara..

- a parte la necessità di sviluppare il turismo (e fin qui c'ero arrivata pure io)
- e il fatto che si va verso una de-industrializzazione e una crescita dei servizi (vera che non si può mandare l'auto a riparare in Bulgaria perché lì costa meno, ma tante cose si continuerà a produrle in Bulgaria o comunque all'estero, finché non ci saranno chiare norme che impediscano o almeno limitino la DELOCALIZZAZIONE..

ma questa ipotesi, con i chiari di luna di questo governo e con questa opposizione soft, è solo un bel sogno

Paola Bassi Commentatore certificato 25.04.10 23:06| 
 
  • Currently 4.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento
Discussione


IL CANCRO DEL CAPITALISMO FINANZIARIO USA

In Cina hanno investito fantamiliardi sopratutto americani ,poi europei e paesi asiatici ; una volta nelle colonie si esportava capitale e tecnologia ; anni fà si è trasferito in cina il known how dell'occidente e da qui' un cambio di filosofia TOTALE : sono i cinesi che finanziano la propria crescita , comprando titoli di stato sopratutto americani , oltre mille miliardi di dollari.
..............
Se è chiaro questo dettagglio DEVASTANTE .....possiamo proseguire.

Si è innescata una situazione DI CATENA O RICATTO RECIPROCO....

PERCHE'? perchè gli americani ed europei hanno trasferito la loro tecnologia perchè come garanzia sanno che possono sequestrare i titoli cinesi , titoli di stato che hanno FINANZIATO IL DEBITO PUBLICO.

E OLTRE questo c'è un ulteriore deterrente , LA POTENZA MILITARE DISPIEGATA USA .....che rinforza la catena ed è posizionata in zone di controllo strategico ( Irak , Alphaghistan ) .

I massicci acquisti , continui di titoli di stato americani da parte dei cinesi , spingono in basso il costo del denaro americano ed il costo dell'indebitamento delle famiglie statunitensi è basso e continua ad essere agevolato.

Questo è il sistema DI DISTRUZIONE TOTALE .....perchè basta un cedimento in una delle due pedine ad incastro USA-CINA che salta tutto....

Gli Usa sono i garanti dei titoli cinesi e della stabilità della loro valuta e prendono per le palle anche l'europa....

Ma i cinesi stanno cominciando a diversificare le riserve e a comprare Euro . Non solo ,si sta aprendo il loro mercato interno....la loro gente migliora il tenore di vita e le le materie prime mancano....riparte la crescita dei prezzi...delle materie prime...

L'attacco alla Grecia è un attacco tipo 11 settembre...finanziario da parte delle banche della city inglesi e statunitensi....

E' un attacco all'europa....CHE PARTE DA LONTANO...

CHI E' il GRANDE SATANA ?

Tinazzi

tinazzi ., Albano Laziale Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 25.04.10 23:04| 
 |
Rispondi al commento

Questi geni lo sanno che se mi si rompe l'auto in
Italia la ripara il meccanico cinese o pakistano?
Perché le nostre industrie vanno là e i loro lavoratori vengono qua. Lì sono tanti e ce n'è per tutti di immigrati da sfruttare in Europa.
Ma il risultato non potrà che essere non l'evoluzione ma la distruzione della nostra società e sempre sulla pelle delle fasce più deboli cioè dei lavoratori dipendenti e degli autonomi per finta (quelli con la partita iva sennò non lavorano).
Come ho detto in passato magari è meglio così, perché una società di coglioni del genere è giusto che si estingua per selezione naturale.

E poi di che macchina da riparare si va cianciando. Il meccanico deve avere qualcuno che gliela porta la macchina. Quanti ne resteranno in grado di permettersi una macchina in futuro?
Se non si produce qualcosa di concreto le macchine non te le compri. Questi due dicono che la Germania e la Cina sono a rischio perché sono industriali .. Ma ci vorrà qualcuno che produca qualcosa o no? ma questi sono ubriachi.
E i tedeschi che non son coglioni come noi l'agricoltura e l'industria preferiscono farsele loro e non importare tutto dall'estero perché quando hai abbandonato la terra e il know how tecnologico poi vengono gli altri a comandare a casa tua. E come società/cultura sei morto. Ma siccome in italia si pensa sempre come individui singoli e mai come gruppo sembra che di questo non importi nulla nessuno.

Think Again 25.04.10 22:59| 
 |
Rispondi al commento

Gli imprenditori italiani DINI-ZINGONE?

La storia di Zingonia, il ghetto che muore di sete.

http://s-traccia.blogspot.com/2010/03/la-storia-di-zingonia-il-ghetto-che.html

Janek N., Gallarate Commentatore certificato 25.04.10 22:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Praticamente siamo in "società" con i maoisti, però
a capo abbiamo un nano che si fà li cazzi propri e uno spastico leghista che c'ha la capa nel federalismo fiscale per non fare pagare manco il minimo di tasse ai ladroni del nord !

In mezzo a questo ci sguazza la mafia e criminalità
varie che si tengono a galla con traffici illeciti,
magari con gli stessi "maoisti" su citati !!!

MA DOVE CAZZO ANNAMO COSì COME STAMO MESSI !!???


Dini-Zingone.
C’era una volta Linda Davis, ventitré anni. “C’era una volta”, perché adesso non c’è più: è morta il 22 dicembre 2009 in uno degli sbriciolati appartamenti del complesso Athena, intossicata dal monossido di carbonio prodotto dal braciere che utilizzava per scaldarsi in quelle stanze gelate, senza riscaldamento per i debiti accumulati negli anni.
A2A, come un macigno durante una frana, è inesorabilmente passata sopra tutto: a Linda, alle difficili condizioni economiche delle famiglie di Zingonia, alla problematica situazione dell’area stessa, a coloro che, al grido di “ACQUA! ACQUA!”, invocavano i propri diritti seduti in mezzo ad una strada. Ed eccola qui, la vera faccia della privatizzazione dell’acqua, il vero disastroso marciume malamente nascosto dietro l’Articolo 15 del Decreto Ronchi: l’esclusione sociale. Verranno infatti attaccati gli ultimi, i più deboli, i più fragili, coloro che non potranno permetterselo, coloro che verranno addirittura colpevolizzati poiché poveri.

Janek N., Gallarate Commentatore certificato 25.04.10 22:52| 
 |
Rispondi al commento

Famiglia Dini Zingone!
L'acqua, da simbolo di vita è diventata ricatto, strumento di disuguaglianza sociale sul quale agire indiscriminatamente e Zingonia, dal canto suo, un laido contenitore di problemi da estirpare.
C’era una volta Renzo Zingone , c’era una volta Linda Davis e c’è, ancora, Zingonia, città fantasma abitata da “problemi” e non da “persone”, senz'acqua da mesi ma annegata nell'ipocrisia di una classe politica xenofoba e accentratrice, capacissima, come s'è già visto, di camminare sopra i diritti senza crearsi troppi scrupoli di coscienza.

Janek N., Gallarate Commentatore certificato 25.04.10 22:50| 
 |
Rispondi al commento

Ho Sbattuto la porta e serrato le Fineste, per non lasciarti Entrare, ma...

Ancora questa notte sei uscita dalla Corrente Angelica, rinchiusa al tuo Passare.
Ancora i tuoi Occhi mi han Sorriso.
Ancora le tue Labbra mi han Scaldato.
Ancora il tuo Cuore mi ha Custodito.
Ancora il tuo Volto ha Pianto.
Ed hai acceso il Sole, nel nostro letto in Fiore.
Stamane, un' Orchidea a Rammentarti.
No, non è stato un Sogno.
Spirito Amato con Dolcezza.
La Vertigine dell'Infinito , sola a Sostenerci.
Rondinella d'Oriente, scivolata sul Vento caldo del Sud.

Un Seme nuovo di Dolcezza, hai posto al nido di una Bimba,
al mio Paese.
L'Anno che verra', sara' di Primavera.
Sakura, or è Pregnante di carnose e rosee fioriture.
L'Aroma inebria l'Anima.
Il Profumo delle Vergini......

Intanto il Mondo Annega nel suo fetore nuvoloso, zuppo di Male.
Quel male che pesa i macigni del mio dorso, fiacca l'incedere
dei miei passi, deforma le nocche delle mie mani, vuote.
Poichè Tu l'hai levato, ponendolo in Te, crocefissa.
Ed io, ne Ficcavo incessantemente i Chiodi e Spine.
Ma Tu, non dimentica, m'hai cercato per Donarmi
un Delicato, intimo, Abbraccio di Leggerezza.
Modesta e Innamorata, hai rivestito la mia Notte, oltre
la Speranza.
Sublime, la Bellezza hai oscurato.
La Superbia, grida dagli escrementi dei Cani che abusavano delle Cagne padane.
La Cattiveria, in essi s'è immolata.
Ma in essi, il significato di Amore, si perde nei loro Latrati, nella nebbia grigia,verde.

Serafina, ti Amo, oltre la mia Incoerenza trasparente, Colorandola.
Mai avrei dovuto: Tornare a scriverlo sui Muri.....
Sera, Fina.

gaspare pirandello (cangatto), palermo Commentatore certificato 25.04.10 22:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Al termine dell'ultima riunione, tenutasi tra i cinque sindaci dell'area ed i rappresentanti di ALER, Regione e Provincia di Bergamo con lo scopo di avviare un tavolo congiunto di riqualificazione, Ettore Pirovano (presidente leghista della provincia, ndr) ha dichiarato entusiasta: “Zingonia è un ghetto e va abbattuto”.
Il castello di carte è crollato, miseramente, insieme a tutta quella laida rete d'ipocrisia imbastita unicamente per mantenere silenziosa l'opinione pubblica. Il fallimento dell'accordo di rientro era già noto a chi ha obbligato i condomini alla stipula del contratto, si sapeva benissimo che non sarebbe mai potuto essere rispettato e noi, con la nostra incredulità di fronte ad una cecità cosi palese, non siamo stati altro che ingenui.
Le bollette non pagate non sono state altro che un sapiente pretesto, i debiti insoluti unicamente un tentativo per tranquillizzare l'opinione pubblica. Il taglio dell'acqua agirà come un vero e proprio cuneo su Zingonia: le famiglie se ne andranno, gli edifici fatiscenti verranno abbattuti, l'area sarà annegata di cemento, si potrà edificare, ciascun metro quadrato verrà rivalutato tanto oro quanto pesa, dei pusher e delle puttane non resterà traccia ed il bergamasco medio approverà tutto ciò con solenni cenni del capo perché, d'altronde, non pagando le bollette se la sono proprio andata a cercare.
Siamo praticamente in piena campagna elettorale, non dimentichiamocelo: concetti come Ordine, Pulizia e Lotta al Degrado, in questi tempi di crisi ed incertezza, non sono altro che la miglior fabbrica di voti esistente (doloroso deja-vu, ndr).
L'acqua, da simbolo di vita è diventata ricatto, strumento di disuguaglianza sociale sul quale agire indiscriminatamente e Zingonia, dal canto suo, un laido contenitore di problemi da estirpare.

Janek N., Gallarate Commentatore certificato 25.04.10 22:48| 
 |
Rispondi al commento

Che bello, che bello
non il futuro dopo la crisi
ma il futuro della crisi !

Alina F., Varese Commentatore certificato 25.04.10 22:47| 
 |
Rispondi al commento

C’era una volta Renzo Zingone , c’era una volta Linda Davis e c’è, ancora, Zingonia, solcata da tutte quelle cicatrici che ricordano, irrimediabilmente spesso, ciò che di peggio caratteristico c’è in Italia: speculazione, assenza d’integrazione, mancanza di pianificazione, sviluppo industriale incontrollato. Sopra tutto ciò, come una soffocante coltre di nebbia, ecco a voi l’Indifferenza a far da padrona: il sentimento odioso del Cittadino Bene che non sa vedere oltre una bolletta non pagata.

L'Aggiornamento.
(ovvero di come in realtà il Natale non renda più buono nessuno).
Ci risiamo. Dopo la consueta pausa festiva, che oltre a riempire gli stomaci si preoccupa talvolta anche di pulire le coscienze, facendo opportunamente rimanere i problemi lontani dall'albero e dal vischio, la “Questione Zingonia” ha ricominciato, cocciuta, a bussare contro la porta.
25 Gennaio 2010: ad oggi, il comprensorio Athena 3 è, di nuovo, senz'acqua e presto la medesima sorte toccherà ad altri due condomini (Anna 1 ed Anna 2). Il programma di rientro del debito non ha funzionato e, se mi è concessa dell'amara ironia, permettetemi di esclamare un sarcastico “ma pensa!”.
Sono ben centoventicinque, infatti, gli euro di rata mensile che si era stabilito dovesse versare ciascuna famiglia abitante i sopracitati complessi: cifra sicuramente non irrisoria per la stragrande maggioranza degli abitanti di Zingonia, costretti alla miseria dal bassissimo reddito, dalla disoccupazione, dalla clandestinità e perlopiù vincolati al monoreddito famigliare.

Janek N., Gallarate Commentatore certificato 25.04.10 22:44| 
 |
Rispondi al commento

25 aprile, Berlusconi in tv
"Ora una nuova pagina"
SI,se magari e' un po' ruvida ci puliremo Ben bene il tondino.

Franco T. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 25.04.10 22:44| 
 |
Rispondi al commento

C’era una volta Renzo Zingone, noto ed influente banchiere romano che un bel giorno, cavalcando un sogno di evidente megalomania, decise di costruire una città che portasse il suo nome: Zingonia. I notevoli capitali necessari per la costruzione della sopracitata città modello derivavano tutti dalle molteplici attività economiche del suo fondatore: in quanto presidente del Gruppo Zeta, poteva infatti disporre liberamente dei quattrini derivanti dalla Zingone Strutture (ZS), Zingone Iniziative Fondiarie (ZIF) e dalla Banca Generale di Credito, nate e cresciute durante gli anni ’50 e ’60.
Il sogno di una città autonoma e razionale, tuttavia, morì nella metà degli anni Settanta, quando il signor Zingone si tolse improvvisamente di scena per continuare le sue attività imprenditoriali in Costa Rica e Guatemala, investendo i massicci capitali del Gruppo Zeta nell’ agribusinnes e nell’allevamento, accaparrandosi successivamente il monopolio del riso in Costa Rica e Nicaragua (dove ne acquisì l’impresa demaniale) e creando la Corporaciòn Megasuper, seconda catena di supermercati in Costa Rica. (Una piccola nota di colore: la signora Donatella Pasquali Zingone, vedova di Zingone, moglie in seconde nozze del senatore Lamberto Dini e presidentessa del Gruppo Zeta dal 1981, nel 2007 è stata condannata a Roma a due anni e quattro mesi di reclusione per bancarotta fraudolenta mediante falso in bilancio a conclusione del processo sulla vicenda del Gruppo Zeta).

Janek N., Gallarate Commentatore certificato 25.04.10 22:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bilderberg: aumentare le tasse, tagliare servizi negli Stati Uniti e in Europa

http://www.NoWorldSystem.com (non essendo possibile inserire l'articolo nel suo intero, qui lo leggete nel suo intero, è in inglese e per tradurlo basta portarlo su google traduzioni)

April 14, 2010 14 aprile 2010

Il Gruppo Bilderberg si riunirà a Sitges Spagna il 03-06 giugno negli sforzi per promuovere la loro agenda di un nuovo sistema economico mondiale, si mettono d'accordo per prolungare la recessione fino al 2011 .

Il Bilderberg discuterà i piani per livellare il mondo in modo che le norme europee e americane di vita scenderà e diventare, anche con i paesi terzo mondo, così siamo tutti poveri insieme sotto la loro dittatura mondiale di governo.

Bilderberg Jim Tucker watcher discute le sue informazioni privilegiate sui gruppi di ordine del giorno corrente, che intendono mettere a tutti "gli europei e gli americani di maggiori imposte sul reddito pay because il loro piano al livello del terzo mondo in modo che i paesi del mondo piuttosto che vivere la norma europea ed americana della vita scende fino a quando siamo tutti poveri insieme sotto il loro governo mondiale. "afferma Jim Tucker. "Hanno manipolato la depressione in tutto il mondo e ora loro lo sfruttano per loro motivi egoistici, che prevedono di prolungare la recessione, almeno fino al 2011 per i propri scopi, e ora abbiamo Bernanke (membro del Bilderberg) raccontando un gruppo di imprenditori privati in Texas 'sembra sempre più facile metterli fuori fino al giorno che non si può rimandare più', ha detto che 'dobbiamo aumentare le tasse ed i servizi di taglio.'

Memmo P., Rome Commentatore certificato 25.04.10 22:38| 
 |
Rispondi al commento

Report, niente pensioni, grazie a DINI?
Ma questa merda, di DINI, infilatasi nella sinistra, per massacrare la vecchiaia degli italiani, umiliandone la carriera con stipendi infami ed indegni, LO SAPEVATE CHE CON LA MOGLIE POSSIEDE META COSTARICA?
Era imputata per la vicenda del fallimento della societa' "Sidema srl"
La moglie di Lamberto Dini condannata a 2 anni e 4 mesi
Donatella Pasquali Zingone giudicata per il reato di bancarotta fraudolenta
Roma, 3 dic. – Donatella Pasquali Zingone, moglie del senatore ed ex presidente del Consiglio Lamberto Dini, è stata condannata per bancarotta fraudolenta a due anni e quattro mesi di reclusione e all’interdizione dalla gestione di cariche societarie per dieci anni.
Entrambe le condanne, però, non saranno scontate dalla Zingone poiché quella al carcere è stata condonata per effetto dell’indulto, mentre la seconda pena è stata sospesa condizionalmente. Pena identica, anch’essa condonata, per Italo Mari, un ex collaboratore di Zingone accusato di bancarotta preferenziale, reato per il quale la moglie di Dini è stata invece assolta, così come lo stesso Mari. La decisione, inflitta dalla decima sezione penale del tribunale di Roma (presidente Luigi Fiasconaro), riguarda il fallimento della società “Sidema”, coinvolta nel marzo 2002 in un crack da 40 miliardi delle vecchie lire.
Il pm Paolo Auriemma, in sede di requisitoria, nel luglio scorso, aveva chiesto la condanna a 4 anni per “Lady Dini”, che ha sempre respinto le accuse dicendosi estranea ad ogni contestazione.
La società fallita "Sidema srl" era la capofila del comparto italiano del Gruppo Zeta, la holding con testa in Costarica e braccia nel nostro Paese di cui la signora Zingone è sempre stata indicata come amministratrice di fatto. Il processo si fonda sul dissesto della srl e sulla gestione di alcuni terreni tra Riano Flaminio e Castelnuovo di Porto, a nord della Capitale. Una tentata speculazione edilizia non andata a buon fine ha fatto saltare l'azienda...

Janek N., Gallarate Commentatore certificato 25.04.10 22:37| 
 |
Rispondi al commento

rai 3 inps al sud.. vien da piangere... si ringraziano sinistra e sindacati degli anni passati che hanno chiuso gli occhi

Vittoria Green Commentatore certificato 25.04.10 22:18| 
 |
Rispondi al commento

La teoria di Stiglitz sulla crisi cos'ha di diverso
da quella di berlusconi, che vuole rilanciare l'occupazione
con le veline, le escort, i gondolieri e l'inventiva italica (che se non ci riesci so cazzi tuoi)?
Solita strizzatina agli Usa?!
Eh, si...un parlare...parlare, concentrando e veicolando il pensiero, la "premessa" della teoria al pensiero del grande fratello USA!
...coperto e allineato, ma intanto i lavoratori fra una crisi e l'altra se la prendono nel culo!

...non sei manco l'unghia di Vendola...panzone orbo all'occhio sinistro!!

Anthony, C. 25.04.10 22:13| 
 |
Rispondi al commento

rai 3 pensioni...

sembrava una cosa seria ma invece... si tratta del solito elevare a salvatori della patria gli immigrati!!

figuriamoci se da rai 3 poteva uscire un discorso serio!!

Vittoria Green Commentatore certificato 25.04.10 22:11| 
 |
Rispondi al commento

ma l'istituzione della pensione l'hanno fatta i borboni ?

Vittoria Green Commentatore certificato 25.04.10 22:09| 
 |
Rispondi al commento

il prossimo inno sinistro prima delle elezioni


E non va più a mesi ♫
e nemmeno a settimane
la va a pochi giorni ♫
la va a pochi giorni
e non va più a mesi
e nemmeno a settimane ♫
la va a pochi giorni
e poi dopo andiamo a cà

Vittoria Green Commentatore certificato 25.04.10 22:05| 
 |
Rispondi al commento

chi e' che ha fatto la riforma delle pensioni che stanno discutendo ora su rai 3?

berlusconi ? la lega ?

Vittoria Green Commentatore certificato 25.04.10 22:03| 
 |
Rispondi al commento

*****
L'Ires-Cgil ha calcolato che in Italia esistono 49 forme contrattuali diverse, la gran parte delle quali rendono non solo piu' flessibile il rapporto di lavoro, ma lo precarizzano, incidendo tra l'altro sulla capacita' contributiva di un sempre maggior numero di lavoratori. Salari bassi e lavoro precario, a tempo parziale e dal futuro incerto, influiscono sulla capacita' dei giovani a metter su famiglia, AD avere dei figli, contribuendo cosi' all'invecchiamento della popolazione. Il 70% dei lavoratori sotto i 35 anni ha uno stipendio medio di meno di 1000 euro al mese.

segue...
MagicLenin RedArmy
*****
------------------------------------------------

GRAZIE SINDACATI!

Questo il risultato di oltre 30anni di vaccate socialiste.

50 Stelle (50-stars) Commentatore certificato 25.04.10 21:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LA GABANELLI ORA SU RAITRE...

sembra che si sia messa d'accordo con Beppe o
è il Beppe che l'ha seguita....

A cosa serve la spesa sociale? Il welfare e' solo uno dei tanti costi del bilancio dello Stato? E le pensioni, davvero si sta spendendo troppo e i conti sono fuori controllo?

Uno dei motivi certi di preoccupazione per la spesa pensionistica e' l'invecchiamento della popolazione e l'aumento della vita media dei cittadini nei paesi sviluppati. E' il dato di fatto da cui partono alcuni, per affermare che l'unica soluzione possibile e' diminuire le pensioni e dire ai cittadini che ognuno si arrangi da se', magari affidandosi a fondi, banche e assicurazioni che investono la pensione nei mercati azionari.
Ma e' davvero cosi'?

Abbiamo cercato di capire cosa c'e' di vero in questa impostazione, se davvero i conti non tornano, se l'invecchiamento e' la principale causa di preoccupazione per chi fa i conti della previdenza. Nel corso della nostra inchiesta e' emerso pero' che a parte l'invecchiamento, che e' una realta', soprattutto ci sono meno giovani che lavorano e contribuiscono alle casse previdenziali. Poi c'e' un'altra causa, meno visibile ma altrettanto grave: parliamo di quello che gli economisti chiamano il ''lavoro cattivo'', quel lavoro precario e atipico che produce pochi versamenti contributivi ? oltre che basse retribuzioni.

L'Ires-Cgil ha calcolato che in Italia esistono 49 forme contrattuali diverse, la gran parte delle quali rendono non solo piu' flessibile il rapporto di lavoro, ma lo precarizzano, incidendo tra l'altro sulla capacita' contributiva di un sempre maggior numero di lavoratori. Salari bassi e lavoro precario, a tempo parziale e dal futuro incerto, influiscono sulla capacita' dei giovani a metter su famiglia, AD avere dei figli, contribuendo cosi' all'invecchiamento della popolazione. Il 70% dei lavoratori sotto i 35 anni ha uno stipendio medio di meno di 1000 euro al mese.

segue...


Piadina, non padania!

Marco F. Commentatore certificato 25.04.10 21:40| 
 |
Rispondi al commento

«Se le grandi masse fossero così trasparenti, così compatte fin nei singoli atomi come sostiene la propaganda dello Stato, basterebbero tanti poliziotti quanti sono i cani che servono ad un pastore per le sue greggi. Ma le cose stanno diversamente, poiché tra il grigio delle pecore si celano i lupi, vale a dire quegli esseri che non hanno dimenticato che cos’è la libertà. E non soltanto questi lupi sono forti in se stessi, c’è anche il rischio che, un brutto giorno, essi trasmettano le loro qualità alla massa e che il gregge si trasformi in un branco. È questo l’incubo dei potenti»Ernst Jünger

ligamio m. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 25.04.10 21:35| 
 |
Rispondi al commento

Ahh!
Tutti a vedre il posticipo.
Non è piu' la rivoluzione di una volta.

Finosera Serafino, Pino Commentatore certificato 25.04.10 21:33| 
 |
Rispondi al commento

Da "zerbin Fazio" un motivo per pagare il canone!
Altro che...Stiglitz o stoglazz!!!

Anthony, C. 25.04.10 21:20| 
 |
Rispondi al commento

“SI’ TORNA A BALLARE”

Segnatevi questa data perché è iniziato il secondo tempo della crisi economica globale.

Ormai la prima fase della crisi economica globale può definirsi finita, le banche e le grandi istituzioni economiche mondiali possono definirsi salve e si sono salvate trasferendo sul debito pubblico le loro perdite, ora si dovrà decidere chi deve pagare per gli errori delle grandi istituzioni finanziarie del mercato libero a prescindere.

Chi paga lo sappiamo già i soliti coglioni che non ne hanno colpa, la ricetta la conosciamo già è quella Greca, lacrime e sangue per tutti i lavoratori e le piccole-medie imprese, la disoccupazione raggiungerà livelli mai visti, i disordini saranno all’ordine del giorno e una piccola cerchia d’oligarchi diventerà sempre più grassa, con il pericolo che scoppi.

La speculazione globale dopo avere fagocitato la Grecia, andrà a caccia d’altre prede con i conti pubblici in dissesto, costringendoli a condizioni capestro come fanno gli stozzini, senza ammazzare del tutto le loro vittime ma mantenendole giusto in vita perché continuino a pagare i loro debiti.

E nel marasma generale evasori, corrotti e lazzaroni ci sguazzeranno ridisegnando il potere economico del malaffare.

LA TREGUA ECONOMICA È FINITA, SI’ TORNA A BALLARE.

Paolo R. Commentatore certificato 25.04.10 21:04| 
 |
Rispondi al commento

straordinario Nicki Vendola a "Che tempo che fa"

chapeau.

davide lak (davlak) Commentatore certificato 25.04.10 21:04| 
 |
Rispondi al commento

DEBITO PUBBLICO: ITALIA LA PEGGIORE IN UE NEL 2009

--------------------------------------------------------------------------------

L'Italia si conferma prima in Europa per debito pubblico: nel 2009, secondo i dati Eurostat diffusi oggi, si e' attestato al 115,8% del Pil contro una media dell'Eurozona pari al 78,7% e dell'Ue a 27 del 73,6%. Al secondo peggior posto per rapporto debito/Pil c'e' la Grecia con il 115,1%). Sotto quota 100 i piu' virtuosi tra cui il Belgio (96,7%), l'Ungheria (78,3%), la Francia (77,6%), il Portogallo (76,8%) e la Germania (73,2%). -

22 aprile 2010

Debito pubblico, Tremonti: "L'Italia meglio degli Usa"
Le tabelle del Fondo Monetario Internazionale «ci vedono messi sul debito pubblico insieme, a fianco della Germania e molto meglio di tanti altri grandi paesi, Stati Uniti compresi» è quanto ha detto il ministro dell'Economia Giulio Tremonti a margine del lavori del Fondo Monetario Internazionale precisando che «questo è oggettivamente un merito del governo Berlusconi».


Questo bamboccio, il santo protettore degli evasori continua a raccontare frottole.

Sante. Marafini.. Commentatore certificato 25.04.10 21:03| 
 |
Rispondi al commento

Finche' gli imprenditori preferiranno assumere extracomunitari a 600 euro al mese, questo paese non avra' speranze.

Sfruttare il patrimonio artistico o investire sulla ricerca per uscire dalla crisi sono solo seghe mentali.

∫fi gåti 25.04.10 21:03| 
 |
Rispondi al commento

Se passa queSta iniziativa , LE BANCHE SALTANO!

SVEGLIATEVI E NON FATE FINTA DI NULLA COME FANNO I POLITICI!!!!!!!!!!!

Tanti parlano, parlano, parlano e poi non fanno nulla.

Qui c'é qualcosa di molto concreto.

Se passa questa iniziativa le banche saltano, eccome se saltano! Votate questo commento in modo da dargli più visibilità possibile.

FERMIAMO I GUADAGNI DELLE BANCHE !
C'é documento PDF nel quale trovi tutte le informazioni.


Il link é http://sapienzaforex.altervista.org//Fermiamo_i_guadagni_delle_banche.pdf

In facebook il gruppo aumenta sempre più

Facebook il gruppo "Fermiamo i guadagni delle banche" al seguente link
http://www.facebook.com/?ref=home#!/group.php?gid=118886434794937&v=info&ref=ts

Giustina . Commentatore certificato 25.04.10 21:00| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 11)
 |
Rispondi al commento

L'Italia forse può avere un futuro con le riforme, nella ricerca, nei servizi, nel rinnovamento, nella monarchia, nell'anarchia, nella repubblica presidenziale... mille futuri, mille possibilità... MA E' SICURO CHE OGNI FUTURO D'ITALIA, SE NE AVRA' UNO, DOVRA'
PASSARE PER UN NUOV E MOLTO PIU' NUTRITO PIAZZALE
LORETO !!!

Quentin Brindisino 25.04.10 21:00| 
 |
Rispondi al commento

Mamma mia che catastrofismo cosmico “a buon fine”….oramai il mondo è pieno di questi personaggi che, essendo riconosciuti come grandi esperti di economia mondiale” se ne vanno in giro a dir cose….. le cause della crisi, secondo loro, non sarebbe dovuta a gli innumerevoli milioni di posti di lavoro che, con l’apertura delle frontiere?! si stanno trasferendo lentamente ma, inesorabilmente da, i paesi Europei, “noi compresi” in altre zone del pianeta dove, ad attenderli a bocca aperta, ci sono i nuovi aspiranti schiavi che s’accontentano di 4 $oldi…del resto, anche in America, nell’1800, la maggior parte dei posti di lavoro era nell’agricoltura..dopo però ad un certo punto basta….noi in Italia, per esempio, potremmo sostituire la vecchie ed obsolete occupazioni, puntando sul turismo e sulle svariate opere d’arte che abbiamo qui da noi….geniale!! con la speranza che, nel frattempo, tutte le altre nazioni in crisi abbiano ovviato anche loro al problema e abbiano i $oldini per venire a fare le vacanze in Italia ammirando la nostra arte…. È proprio vero caro Grillo, la bocca è un bello strumento!

ps: qualcuno dirà: gli hanno dato il premio nobel...se è per questo, l'hanno dato anche a Obama!

andrea panparana (bella panpa), roma Commentatore certificato 25.04.10 20:57| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 15)
 |
Rispondi al commento

Io penso che il progetto per l'italia, redatto da alcuni poteri occulti EUROPEI, sia quello di farla diventare un paese da terzo mondo: ecco perchè tutti i presidenti europei lasciano fare a Berlusconi quello che vuole. L'ultimo che gli ha detto qualcosa era Schulz nel 2003, nella famosa scena del Kapo. Ma erano altri tempi ragazzi! Mentre ora Berlusconi è pappa e ciccia con i peggiori personaggi terzo mondisti terroristi del momento. E nessuno gli dice nulla! Con questa gente al governo non si va da nessuna parte. Il divario fra ricchi e poveri aumenta sempre di più estinguendo la fascia media, come un paese terzomondista. E mi sorge il dubbio che Berlusconi voglia modificare i poteri del presidente della repubblica e del premier per lasciare in EREDITA' al prossimo che verrà un potere più grosso, perchè il programma per questa nazione, è già scritto: serve solo reclutare dei politici per attuarlo!!! Gli economisti che parlano qui non tengono conto di questa cosa!

Massimo Baldo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 25.04.10 20:54| 
 |
Rispondi al commento

Ora che basti solo investire sulla cultura e il turismo, e che la nostra socetà baserà l'economia sui servizzi non credo possa portare molto miglioramento visto che sono settori già sfruttati.
Personalmente chiuderei le frontiere alla Cina e
vorrei veder riaprire le fabbriche e le manifatture che hanno fatto lavorare tanti italiani che adesso sono a spasso.
Ma forse un pugno di persone nel mondo preferisce arricchirsi con i cinesi, a scapito di tutti gli altri.

Fabio C. Commentatore certificato 25.04.10 20:50| 
 |
Rispondi al commento

Beppe a quando il prossimo v-day?
Non era previsto per maggio sull'acqua pubblica?
Si fara' o no?

vincenzo d. 25.04.10 20:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'EGOISMO DELL'UOMO CHE NON COMPRENDE IL DOLORE E LA SOFFERENZA DELL'ALTRO CI RIPORTERA' MOLTO INDIETRO NEL TEMPO.

UOMO SBRANERA' ALTRO UOMO.....

RITORNEREMO DEGLI ESSERI CHE A PARAGONE DI QUELLI DELLE CAVERNE AVRANNO IN PIU' LA TECNOLOGIA......

LA TECNOLOGIA DEL CAZZO, CHE HA SOLI SCOPI DI AUTODISTRUGGERCI E NON SARA' MAI UNA TECNOLOGIA PER FINI SOCIALI ED UMANITARI.

GLI STATI USERANNO LA TECNOLOGIA PER SOLI FINI DI DISTRUZIONE.... APPUNTO.... COME DICEVO PRIMA, LA TECNOLOGIA DEL CAZZO!!

DA QUANDO ESISTE IL PC, AI RICCHI NINDUSTRIE ED AZIENDE, INTERESSA SOLO FAR FRUTTARE IL CAPITALE IN BANCA...... E MAGARI STROZZANDO LA GENTE.

IL MONDO CI HA MESSO GIA' IL CAPPIO AL COLLO E NON CE NE SIAMO ANCORA RESI CONTO.......

RIPETO!!

IL MONDO CI HA MESSO GIA' IL CAPPIO AL COLLO E NON CE NE SIAMO ANCORA RESI CONTO.......


ALLORA QUALE LIBERISMO, QUALE CAPITALISMO DEL CAZZO, QUALE DEMOCRAZIA........

SE HAI LE PEZZE AL CULO NESSUNO TI DEGNERA' DI UNO SGUARDO...... FARAI SOLO PENA!!!

A ME INVECE FA PENA CHI NON SI CHIEDE PERCHE' QUELL'UOMO, SUO SIMILE, E' RIDOTTO CON LE PEZZE AL CULO......

PREPARATEVI......

VI CAPITERA' DI ESSERE SENZA UN SOLDO IN TASCA E SE CHIEDERETE AIUTO ANCHE A VOSTRO FRATELLO QUELLO VI MANDERA' A FANCULOOOOOOOO.

DITEMO VOI CHE MONDO DI MERDA CHE DI PIU' MERDA PUO' ASPETTARCI...... FORSE MEGLIO LA FINE DEL MONDO IL 2012 COSI' A FANCULO CI ANDREMO TUTTI!

OHHHH, CHE BELLO!! MI SONO SFOGATO ANCHE OGGI!!!

ED ORA CIAO E VAFFANCULO MONDO DI MERDA!

Daniele G. 25.04.10 20:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

******************
Greenwald/Stiglitz:

La manifattura è stata importante per oltre un secolo, ma ora negli USA ci sono più occupati legati allo sport che operai. Lavorano le macchine.

...Attenzione però; i tre Paesi sopra citati stanno investendo molto in ricerca e si preparano al salto. Salto non indolore, ma necessario perché senza ricerca non ci sarà futuro....
******************

Gajardo... ah ah ah... guarda che t'ha scoperto 'sta cima!

E allora? Che proponi? Tutti a fare ricerca? Tutti a lucidare i sanpietrini? Tutti a traghettare turisti nella grotta azzurra?

Dico dico... ma ti venisse in mente per caso di redistribuire non tanto il capitale, che come possiamo vedere è carta straccia, basta una cordata di paesi canaglia che ti mette al governo ceffi addestrati alla liquidazione e il gioco è fatto, sei carne da macello, tu e le tue bellezze archeologiche artistiche... redistribuire, dicevo, non tanto il capitale quanto la PROPRIETA' dei mezzi di produzione, visto che alla costruzione della macchina, che a sua volta concorrerà alla costruzione di altra macchina che libererà l'uomo dalla schiavitù del lavoro, contribuiscono in quasi totalità i lavoratori, tutti, dai ricercatori agli operai.

Senza la riappropriazione dei mezzi di produzione non se ne verrà mai fuori.

Questo è pacifico, ma è troppo comunista, nevvé???.

P.S. Per la sòra Polverini sarebbe bene precisare che nessun fascista può pretendere di presentarsi in piazza in nome di una riconciliazione a parole.
Prima i fatti, e cioé l'abiura totale non solo del fascismo come fatto storico ma anche come contenuti.
Contenuti i quali lei e i suoi compari si guardano bene dallo sputarci sopra, non a caso li usano come strumenti di governo ancora oggi e contano di proseguire su questa linea.

Infatti non lo faranno mai, quindi... affanculo nelle loro tane!!!

Giorgio Sodano Commentatore certificato 25.04.10 20:44| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 25)
 |
Rispondi al commento
Discussione

REPORT RAI 3

A cosa serve la spesa sociale?

Il welfare è solo uno dei tanti costi del bilancio dello Stato?

E le pensioni, davvero si sta spendendo troppo e i conti sono fuori controllo?

Uno dei motivi certi di preoccupazione per la spesa pensionistica è l’invecchiamento della popolazione e l’aumento della vita media dei cittadini nei paesi sviluppati.

È il dato di fatto da cui partono alcuni, per affermare che l’unica soluzione possibile è diminuire le pensioni e dire ai cittadini che ognuno si arrangi da sé, magari affidandosi a fondi, banche e assicurazioni che investono la pensione nei mercati azionari.

Ma è davvero così?

[…]Nel corso della nostra inchiesta è emerso anche che quella che viene definita “anomalia Italia”, ovvero che in Italia si spende troppo rispetto agli altri paesi europei per le pensioni, non risponde al vero.

Nella pratica le differenze di dati e i criteri di calcolo confrontati con quelli degli altri paesi europei, dimostrano che la spesa italiana è in linea e persino sotto la media europea.

Così come un altro dato che ci viene sottoposto continuamente che dipinge l’Italia come un paese di invalidi: l’Italia spende al di sotto della media europea e a livello di Portogallo e Grecia.

Un viaggio nel mondo del popolo dell’Inps e dell’Inpdap per cercare di capire cosa aspetterà a chi andrà in pensione tra 20, 25 anni.

Perché a preoccupare non sono i conti, ma la destrutturazione del mercato del lavoro.

I giovani non devono prendersela con chi è in pensione oggi ma con il loro “lavoro cattivo”.
E’ lì che bisogna agire.

silvanetta* . Commentatore certificato 25.04.10 20:32| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
L'IDEA STOGRITZ, L'AVEVO GIA' LETTA NEL LIBRO CHE TU CI CONSIGLIASSI DI LEGGERE (LA FINE DEL LAVORO,CREDO),MA L'UNICA PROSPETTIVA CHE VEDO PER NOI E' SICURAMENTE CULTURA E TELELAVORO,PERCHE'??????,MI CHIEDERAI, TUTTO CHIUDE,LE AZIENDE CHIUDONO, GLI OPERAI SI SUICIDANO, I POSTI LAVORO NON SONO PIU' RECUPERABILI,ANZI SPARISCONO........SE VOGLIAMO PIU' RICERATORI (TRA CUI UNO DI QUESTI CHE VUOLE TORNARE A FARE IL RICERCATORE FORESTALE E LAUREARSI A PADOVA) DATECI IL TELELAVORO,ED IL POSTO FISSO,NON PULIRE IL CU...O AI VECCHI,C......O!!!!!!!!!!!!
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 25.04.10 20:29| 
 |
Rispondi al commento

oggi a cagliari manifestazione in piccolo in piazza carmine FESTA DI LIBERAZIONE
auguriamoci un nuovo 25 APRILE
hasta a tutti i compagni

*fly* ,, ca Commentatore certificato 25.04.10 20:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Al nord producono fuori Italia,

Ma gli occupati del nord non erano poi molti.

il fatto (quotidiano), Roma Commentatore certificato 25.04.10 20:23| 
 |
Rispondi al commento

Quindi? che dobbiamo fare? tiriamo i remi in barca e aspettiamo che ci prosciughino fino all'ultimo centesimo ? Me se sale la disoccupazione forse vuol dire che ancora molte aziende chiuderanno?
Anche un bambino dell'asilo capirebbe che se spalmi la ricchezza sulla parte di popolazione meno abbiente l'economia riparte!
Un ricco che cazzo consuma? Oramai ha tutto, il suo denaro lo usa solo più a fare altro denaro, in borsa, investimenti immobiliari,e quant'altro!
Un povero se avesse dei soldi, si aggiusta la casa, si mette i pannelli solari, cambia l'auto e ne prende una che consuma meno, o a gas, cambia il televisore, mette elettrodomestici tripla AAA, fa studiare il figlio quante cose farebbe un povero! Santo Dio l'economia ripartirebbe alla grande! Ma la nostra classe politica non capisce un cazzo di niente! Il nano di merda si preoccupa di cambiare la costituzione, mi sa che è che si preoccupi dei cittadini che prima o poi gli cambieranno i connotati a lui e alla sua schiera di leccaculo! C'è nè per tutti anche per le teste dormienti del pd!

fulgy f., torino Commentatore certificato 25.04.10 20:22| 
 |
Rispondi al commento

25 aprile 2010 VORREI un mondo d'amore fatto di Pace, Libertà e Lavoro.

1) Democrazia significa Sovranità del popolo.

2) La VERA Politica è la scienza di saper amministrare il bene pubblico messo a disposizione PERilBENEdiTUTTI.

3) Per il popolo Sardo chiediamo AUTODETERMINAZIONE.

4) Libertà significa rispetto dei diritti FONDAMENTALI di cui ogni cittadino del mondo deve avere.

MARIO FLORE, Elmas Commentatore certificato 25.04.10 20:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

“MAMME PADANE, CHE SCHIFO”

La vicenda di Adro è l’episodio che ha fatto tracimare i liquami della fogna leghista, ma i liquami scorrevano già tumultuosi se ne sentiva i nausebondi odori, se ne vedevano i ripugnanti colori ma per codardia e indifferenza, più spesso per complicità, si faceva finta di nulla.

Il triste spettacolo dato dalle “MAMME PADANE” di Adro è un punto di non ritorno, è la dimostrazione che la politica da curva dello stadio, da bar dello grappino, è stata sdoganata, ed è la politica peggiore perché priva di qualunque ideale se non quello “DEI DANÈ” (soldi) dell’egoismo elevata a valore sociale che porta automaticamente alla distruzione della coesione sociale.

Dopo avere visto queste pasciute signore abbondantemente inceronate, vomitare odio e disprezzo verso i compagni di giochi dei loro figli, mi sono sentito ribollire il sangue, mai e poi mai mi sarei aspettato che dei bambini venissero usati per fare della lotta politica, persino nel codice non scritto della Mafia ci sono delle forme di rispetto verso i bambini.

Paolo R. Commentatore certificato 25.04.10 20:18| 
 |
Rispondi al commento

benissinmo, un altro guru del cazzo .... ma quale servizi, ma quale industrie ..... se nn si redistribuisce il capitale totale e nn il reddito tra qualche anno mangerete la moneta metallica e quella cartacea per finire con i bancomat .... FUCK CAPITALIST

emiliano spagagna () Commentatore certificato 25.04.10 20:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma infatti...che fine ha fatto benetazzo?!...

william v., rovereto (TN) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 25.04.10 20:07| 
 |
Rispondi al commento

Ma non era materia di Benetazzo

esposito g. Commentatore certificato 25.04.10 19:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Da non perdere la vera lite Berlusconi Fini...

http://www.youtube.com/watch?v=4YHVmBPOjDU

Gennaro Luise 25.04.10 19:47| 
 |
Rispondi al commento

Investire sulla cultura? Ma questi rozzi cavernicoli conoscono solo l'odore del denaro

maria rollo 25.04.10 19:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

buonasera

Flavio BlueOyster, Parma Commentatore certificato 25.04.10 19:45| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori