Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

I beagle vivisezionati di Montichiari


Green_Hill.jpg
Che delle creature, in questo caso dei cuccioli beagle, nascano solo per essere vivisezionate è intollerabile. Chi può intervenga.
"Ieri a Montichiari (BS) c'è stata la seconda manifestazione contro Green Hill, un allevamento di cani beagle per vivisezione che contiene circa 2500 cuccioli fino a 6 mesi (in gabbia e che non hanno mai visto la luce naturale, nati esclusivamente per soffrire) e che ogni mese ne spedisce 250 ai laboratori inglesi per essere sottoposti alle peggiori pratiche da vivisettori senza scrupoli.E' ormai risaputo che la vivisezione non serve alla scienza ma solo al business che gira intorno ad essa. E' una barbarie, indegna e non da persone civili. Anche A. Einstein diceva " Vivisezione. Nessuno scopo è così alto da giustificare metodi così indegni". C'è bisogno di far sapere agli italiani cosa succede in questi allevamenti perchè è certo che la quasi totalità dei nostri concittadini, se interpellata, si dichiarerebbe nettamente contraria alla vivisezione. Un Paese migliore non può avere sul proprio terreno allevamenti di questo genere. Ti chiedo quindi una mano per informare gli italiani di tutto ciò e di darci una mano per far chiudere questo e tutti gli allevamenti per vivisezione presenti in Italia." Alessandro I.
Cliccate per informarvi: http://www.fermaregreenhill.net/wp/

23 Mag 2010, 23:19 | Scrivi | Commenti (93) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Vedo che i vivisettori sono arrivati con tutto il loro viscidume anche su questo blog,a portare il loro tentativo di disinformazione.
L'86% ed oltre degli italiani è CONTRARIO a questa AGGHIACCIANTE ed INUTILE tortura, che ai fini scientifici non apporta NESSUN beneficio, anzi è spessissimo DANNOSA in quanto miliardi di farmaci rivelatosi innoqui su animali si sono rivelati MORTALI sugli umani.

Perchè allora i vivisettori e le lobby farmaceutiche ci tengono tanto a continuare a torturare gli animali?
E' presto detto. La vivisezione viene finanziata con i soldi PUBBLICI, i nostri soldi.

Se la eliminano, per loro il business finisce.. finiscono le ville, le ferrari...

Per quei pochi che ancora non hanno le idee chiare: quando i torturatori parlano di salvare vite a bambini, non credeteci, è il loro conto in banca che vogliono salvare.
Per loro più ci ammaliamo e meglio è! Se guariamo finisce il business!

NO VIVISEZIONE!

Silvia 23.05.12 15:08| 
 |
Rispondi al commento

Mi scuso ma Einstein ha si detto "nessuno scopo e', secondo me, ecc..." solo che non parlava di vivisezione.Per favore controllate Pensieri degli anni difficili" per vedere che si riferiva alla bomba atomica e no alla vivisezione. grazie. c.

cinga 03.12.11 14:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

caro sign. beppe , ma non si puo' mandare questi signori a farli vivisezionare al posto dei cani? sarebbe una grande novita' che gioverebbe alla societa'....ci sarebbero in giro tanti imbecilli di meno. non crede? cordiali saluti

alessandro navoni 26.10.11 22:59| 
 |
Rispondi al commento

Quella citazione di Einstein è manipolata, lui non si riferiva alla vivisezione bensì alla bomba atomica.

Elisabetta Tomat 20.10.11 19:51| 
 |
Rispondi al commento

Beppe Grillo si riconferma una persona DISINFORMATA ed in CATTIVA FEDE. Einstein non ha mai detto quelle parole!!!!

Questo è il pensiero realmente elaborato dal povero Einstein: L'ideale umanitario dell'Europa appare veramente e indissolubilmente legato alla libera espressione delle proprie opinioni, in certa misura al libero arbitrio degli individui, allo sforzo verso l'obiettività di pensiero e all'incoraggiamento delle differenze in materia di idee e di gusti. Queste esigenze e questi ideali rappresentano la natura dello spirito europeo. Non si può stabilire la validità di tali valori e di tali principi con un ragionamento, in quanto si tratta di questioni fondamentali riguardanti il modo di affrontare la vita, che costituiscono degli orientamenti che possono essere affermati o negati solo dal sentimento. Io so una cosa sola, e cioè che affermo questi principi con tutta la mia anima, e che troverei intollerabile far parte di una società che li negasse sistematicamente. È giustificabile mettere da parte per un certo tempo i principi della libertà individuale, in vista del grande sforzo necessario per migliorare la struttura economica? Nessuno scopo è, secondo me, così alto da giustificare dei metodi indegni per il suo conseguimento. La violenza può avere talvolta eliminato con rapidità degli ostacoli, ma non si è mai dimostrata capace di creare alcunché.

Non serve avere una laurea per capire la differenza.

Monica Dall'Anese 10.09.11 13:59| 
 |
Rispondi al commento

sono contraria al 100% all'utilizzo degli animali per scopi scientifici. Potenziamo i metodi alternativi che ci sono già. A giugno ho preso una beagle che arriva dall'allevamento morini di reggio emilia. Si chiama Chanel, solo ora dopo tanti mesi comincia ad essere affettuosa e a non avere paura degli umani, ha quattro fratelloni che le fanno compagnia,ma chissà cosa ha passato. ciao a tutti

elisabetta del bello 27.10.10 23:41| 
 |
Rispondi al commento

VERGOGNA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

cesare di consiglio 30.09.10 12:11| 
 |
Rispondi al commento

Rispetto per tutti gli animali!! No alla vivisezione,e visto che ci siamo, anche basta con le trasmissioni televisive "telecane" che non fanno altro che sottolineare le carenze di argomentazioni importanti o meglio coprirle, oltre alla pochezza dei rapporti tra le persone usando gli stessi come surrogato. Gli animali sono animali vanno rispettati come tali. ... tutti.

Bruno P., Guidonia Montecelio Commentatore certificato 28.05.10 10:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CIAO BEPPE...CIAO RAGAZZI...IO C'ERO ALLA MARCIA DEL 22 A MONTICHIARI E DIREI CHE PIU' CHE LA COLLINA VERDE LA CHIAMEREI LA COLLINA DEGLI ORRORI...SENTO ANCORA LE URLA STRAZIANTI DEI QUEI PICCOLI E NON SMETTO DI PIANGERE...AI POCHI CHE NON HANNO ANCORA TAGLIATO LE CORDE VOCALI QUEI BASTARDI ASSASSINI...GUARDATE SU FACEBOOK LE NOSTRE FOTO E SU YOU TUBE IL FILMATO DOVE PICCHIANO UNA DI NOI....ALL'INIZIO NON VOLEVANO FARCI PASSARE LE FORZE DELL'ORDINE...LA MATTINA AVEVANO AFFISSO CARTELLI DI DIVIETO DI ACCESSO FALSI E CARTELLI DOVE PROIBIVANO DI FOTOGRAFARE...MA DOPO UN'ORA DI GRIDA HANNO DOVUTO AMMETTERE CHE I CARTELLI ERANO FALSI PERCHE' CI HANNO FATTO PASSARE ...ERAVAMO PIU' DI 1500 ...IL 10 DI GIUGNO UN'ALTRA SPEDIZIONE ALL'ASL DI MILANO... MA DOVREMMO ORGANIZZARE ANCORA UN'ALTRA MARCIA DAVANTI AI CANCELLI MA DURANTE LA SETTIMANA...PER VEDERLI IN FACCIA QUESTI ASSASSINI... ABBIAMO BISOGNO DI QUALCUNO COME TE BEPPE CHE POSSA AIUTARCI A FAR CHIUDERE QUESTO LAGER... LA MARCIA ERA PREVISTA ANCHE ALL'AEREOPORTO MA SIAMO RIUSCITI A CONVINCERLI DI NON IMBARCARE PIU' I PICCOLI...E L'ASSESSORE NON HA DATO IL PERMESSO A GREEN HILL PER AMPLIARE L'EDIFICIO...DUE PICCOLE BATTAGLIE VINTE...MA ORA VOGLIAMO LIBERARLI TUTTI TI PREGO AIUTACI....IO SONO DISPONIBILE PER QUALSIASI COSA..GRAZIE PER AVERMI ASCOLTATA...CON GRANDE STIMA MONICA MARCHESELLI

monica marcheselli (mantova), campitello -mantova Commentatore certificato 27.05.10 15:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ci sono cose che non sappiamo e cose che non capiamo ma confondere le due situazioni è indecente.
Qualche sostenitore della vivisezione mi spiega perchè se la stricnina è innocua per per l'orango mentre è mortale per un beagle?
Ma l'uomo sarà più simile a un cane oppure ad un primate??

E se conducete un esperimento su un ratto e su un topo, chiaramente daranno risultati differenti... quale test utilizziamo da sperimentare sull'uomo?

Non saremo tutto scienziati ma nemmeno, per favore, fateci passare per coglioni.

elena m. 27.05.10 00:26| 
 |
Rispondi al commento

non ho parole, mi chiedo come le persone che lavorano in posti del genere possano dormire la notte, non credo abbiano un anima... io ho le lacrime agli occhi..............

MARA MARTELLO 25.05.10 08:52| 
 |
Rispondi al commento

ATTENZIONE! IL 10 GIUGNO SI RIPETERA' LA MANIFESTAZIONE.
I vivisettori sono in netta minoranza rispetto a chi non ammette tale fallace, inutile e dannosa pratica. La vivisezione è lucro spudorato ed è ormai da oltre un secolo ufficialmente dimostrata inutile e fallace proprio da chi la applicò a migliaia di scimmie, cani, gatti, conigli etc. La vivisezione funge da esempio modello per chi volesse studiare tutte quelle attività lucrose che continuano nonostante inutili, erronee e dannose. Eppure si incontrano ancora cittadini incolti che, spaesati rispondono che la vivisezione serve o è servita ma quando gli si chiede se hanno letto qualche libro di critica alla vivisezione, chiaramente, rispondono no. Comunque li si può comprendere perché anche se la letteratura antivivisezionista è ad un certo livello di testi e articoli bisogna sottolineare che quasi tutti i libri, ad esempio quelli di Hans Ruesch (ovviamente consiglio la lettura), hanno subito restrizioni commerciali, anche se editi da grandi case editrici Garzanti, Feltrinelli, Edit. Riuniti etc/ . Tutto questo perché non potevano e non sono ancora (dopo circa quarantanni) essere confutati dai vivisettori. Questo dimostra ulteriormente quanto i vivisettori siano potenti e prepotenti perché hanno dietro il lucro, le multinazionali e gli ospedali (dove la si pratica sia sugli animali che sugli umani).

sandro petrini 24.05.10 22:12| 
 |
Rispondi al commento

A tutti coloro che parlano a vanvera dicendo che in inghilterra amano gli animali, che la vivisezione non è il termine corretto, che soprattutto è utile, consiglio la visione di questo video

http://laverabestia.org/play.php?vid=2092

Poi se riuscite a dire che anche questo video è "di parte provate a chiamare Vespa e ad organizzare una puntata di porta a porta.
Vivisettori contro animali. Ah, è vero, gli animali non posso parlare e difendersi. Sveglia gente

Alessandro I. Commentatore certificato 24.05.10 20:53| 
 |
Rispondi al commento

se vogliamo chiamarci e quindi essere un paese
civilizzato dobbiamo assolutamente terminare con
queste pratiche tribali, specie nei confronti di
esseri indifesi quali gli animali che sono obbligati
a convivere con il peggior essere vivente del
pianeta, l'uomo.

rodolfo sandri 24.05.10 16:30| 
 |
Rispondi al commento

non riesco ad accedere al link, mi dice internal server error...

Isidora Sgueig, Torino Commentatore certificato 24.05.10 15:30| 
 |
Rispondi al commento

"Vivisezione" è un termine usato a sproposito ormai. E vi assicuro che con i costi di un beagle la gente si guarda bene prima di infilargli un "tubo nutrizionale" su per il culo (ma poi, perchè dovrebbero? non sarebbe meglio in bocca?). In Inghilterra la tutela del benessere degli animali da laboratorio è CHILOMETRI avanti all'Italia, dove non serve nemmeno una qualifica pertinente per poter lavorare con gli animali.

Controllate bene le fonti, spesso e volentieri gli animalisti tout-court le sparano grosse al solo fine di muovere l'opinione pubblica verso le loro idee. Di tutti i video che ho visto in giro nessuno è relativo ad un esperimento condotto con un minimo di rigore scientifico o parvenza di replicabilità.

Informarsi, informarsi, informarsi. Ma farlo con criterio.

Andrea L. 24.05.10 15:20| 
 |
Rispondi al commento

Ceracate su questo sito http://www.lavocedeiconigli.it/lista_della_morte.htm
da una indicazione generica e orientativa per noi consumatori sui marchi che testano i prodotti su animali.
Ne scoprirete delle belle ad esempio di come i famosi marchi Iams o Eukanuba hanno utilizzato cani e gatti nei laboratori, infilando tubi nutrizionali nell'ano dell povere bestiole fino a morte accorsa.
Informatevi e diffondete.

stefano t 24.05.10 15:05| 
 |
Rispondi al commento

vorrei fornire alcune risposte relative alle discussioni precedenti dei miei 2 post ( 1 era una risposta ad un altro )

- agireedizioni sembra una casa editrice di parte e non credo abbia un impact factor, quindi direi che non fa testo.
( ripeto il paragone, vogliamo trarre le conclusioni su chi è silvio solo da quanto affermano i suoi avv ? )

- ci sono scienziati che pensano che la scimmia sia una evoluzione dell' uomo ( es: noi siamo senza peli come gli embrioni loro no, noi non abbiamo specializzazioni loro si ecc ), penso che sia giusto dargli possibilità di esporre le loro tesi, però poi vanno valutate e bisogna vedere se hanno ragione. lo stesso vale per quelli contro la vivisezione, anzi contro i test in vivo.

- la vivisezione non impedisce la sperimentazione umana ( vero ),
ma riduce il numero di umani necessari e può dare insieme a altri test delle linee guida da seguire per futuri test sull' uomo ( vorrei vedere quanti di voi fornirebbero nome, cognome e una liberatoria per i test su di se e sui propri figli )

- la frase di Einstein è giusta, ma non può essere applicata per il momento. speriamo in futuro

- i test non sono predittivi ( dipende )
in generale servirebbero cavie geneticamente più simili ( scimmie ) o animali transgenici, continuando gli studi si potrebbe capire perchè non sono predittivi e trarre nuove info utili in futuro.

- le case farmaceutiche sono le prime che vorrebbero risparmiare per questi animali, ma non possono farne a meno.


lo ripeto, nel caso non si fosse notato,
gli esseri umani che si prestano ai test sono generalmente:
- disperati senza più altre cure
- disperati che hanno bisogno di soldi
" questi " non dobbiamo tutelarli con il maggior numero e tipo di test possibili ?

...che poi l' uomo fa schifo, sfrutta la natura senza rispettarla, le condizioni delle cavie sono pessime ecc ecc. sono d' accordo.

marco t. 24.05.10 15:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Perche non si raggiunge piu´il sito?ha dato fastidio a qualcuno?

Ivo Ambrosi 24.05.10 15:00| 
 |
Rispondi al commento

Tutti italiani che in questo momento leggono e scoprono questa orribile verità,devono sapere che lo stato aiuta economicamente allevatori di animali da esperimento-cioè con i vostri soldi,quelli tolti alla scuola,alla cultura alle case popolari si finanzia questo orribile scempio!!Voi che lavorate e pagate le tasse,contribuite al macello di milioni di animali che spesso vengono allevati ed uccisi solo per aver contributi dallo stato!!!! RIBELLIAMOCI A TUTTO CIO' !!!! VERGOGNA STATO ASSASSINO!!!

vladina f. Commentatore certificato 24.05.10 14:38| 
 |
Rispondi al commento

Servisse anche a salvare vita umane, sarebbe una schifezza lo stesso, poichè si elimina un'altra vita!

Danx Comix 24.05.10 14:25| 
 |
Rispondi al commento

Io ho un beagle ma non è per questo che mi indigno.
Ho avuto altri cani e non esiste animale più dipendente dalla fiducia dell'uomo.
Il cane si completa con l'uomo e gli si dona interamente.
Allevare un cane per sottoporlo a sevizie è abominevole.La vivisezione, è comprovato, è inutile e quindi le sofferenze di questi animali, sono pura crudeltà.

mario biancacci 24.05.10 13:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La vivisezione suscita ribrezzo per la sua inutilità e la sua barbara violenza, spero che vengano chiusi tutti i laboratori che la praticano. Ci sarebbe un risparmio anche economico impressionante, gli unici a non essere contenti sarebbero quelli delle case farmaceutiche, cioè gli spacciatori di veleni travestiti da salvatori di vite.
Lo specismo, indifendibile attitudine dell'animale uomo nella sua stragrande maggioranza, consente di brutalizzare miliardi di animali non umani ogni anno. Pensate a polli, maiali, tacchini, bovini, agnelli massacrati a centinaia di migliaia dopo una breve vita in cui non hanno conosciuto altro che la segregazione e il dolore. Pensate ai pesci, silenziosi nella loro terribile morte per soffocamento; tutto ciò per rendere obesa e malaticcia una parte della popolazione umana e malnutrita e malaticcia un'altra parte. La costante è la malattia. Non abbiamo bisogno di cibarci di animali, non è necessario per la nostra sopravvivenza, bisognerebbe smetterla di perpetrare questo ignobile olocausto, non vedo alcuna differenza etica tra la carneficina di milioni di pulcini appena nati, di milioni di pulcini di 6 settimane, di centinaia di migliaia di agnelli di 60 giorni (eccetera...), e i genocidi che i vari razzismi hanno posto in essere.

massimo caruso 24.05.10 13:48| 
 |
Rispondi al commento

http://www.earthlings.com

A quell'indirizzo (ma se cercate in rete lo troverete anche altrove) c'è un documentario senza veli del trattamento che l'uomo riserva agli animali. C'è anche il capitolo vivisezione dove vengono mostrati i metodi utilizzati per la "ricerca".
È tutto senza censure percui attenzione: quel che vedrete fa sembrare Hitler un bambino dell'asilo...

Mi vergogno di appartenere alla razza umana

Paolo rossi 24.05.10 13:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

l'uomo e' come un virus, dove arriva distrugge tutto e si sposta a distruggere altrove... da matrix... BASTA! in nome di cosa l'uomo pensa di essere superiore agli animali?
Queste cose mi fanno star male... per fortuna la nostra civilta' e' in declino, moriremo tutti e la terra sara' solo per gli animali e piante!

simona s., bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 24.05.10 13:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Vera scienza ci sarà solo quando si controlleranno le forze che operano. Non si potranno mai capire le piante, gli animali o i parassiti presi ognuno per sé. Quello che vi dicevo nella prima lezione sull'ago magnetico era molto importante. Chi pensa all'ago isolato dal resto e nell'ago stesso cerca la ragione perché esso si svolge sempre al nord dirà sempre stupidaggini. Bisogna considerare tutto il pianeta Terra come un polo nord magnetico e un polo sud analogo per avere una spiegazione.
Proprio come in quel modo dobbiamo osservare tutta la terra per spiegare le caratteristiche dell'ago, proprio così dobbiamo considerare tutto l'universo per spiegare il mondo vivente delle piante. Non possiamo solo guardare le piante, gli animali e gli uomini. La vita proviene da tutto l'universo, non solo da quella che la terra ci offre. La natura è tutt'uno e le forze fluiscono da tutte le parti. Solo chi ha la mente esperta per l'operare di molteplici reciproche forze può capire la natura. Cosa fa lo scienziato oggi? Prende un preparato, lo scinde e lo studia. Lo tiene ben isolato dall'ambiente esterno e lo scruta nel microscopio.E' esattamente il contrario di quello che bisogna fare per capire il macrocosmo. non solo ci si isola in una stanza ma ci si isola dallo splendore del mondo. Nient'altro esiste che quello che si centra con la lente microscopica. Ma se noi ritroveremo la strada verso il macrocosmo, capiremo di nuovo la natura e altro ancora".
Rudolf Steiner nella sesta lezione 24.6.1924

Janek N., Gallarate Commentatore certificato 24.05.10 12:15| 
 |
Rispondi al commento

“Ammettendo che nel corso d’un migliaio d’anni abbiano vissuto circa trenta miliardi d’uomini le cui anime dovrebbero trovarsi nell’atmosfera terrestre, è da credere che ad un numero così immenso di anime, finirebbe per mancare lo spazio.” Quel libro (“Le forze ignote” di Flammarion) sarà pieno di buone intenzioni, ma è straordinariamente materiale.
Dobbiamo dunque ricercare le Anime collettive delle piante nel centro della Terra, perché la Terra stessa, come pianeta, è un organismo completo; e come i peli e i capelli fanno parte d’un organismo animale o umano, così le piante fanno parte dell’organismo della Terra Esse non sono esseri autonomi, ma parti dell’organismo terrestre; il dolore e il piacere delle piante è dolore e piacere dell'organismo terrestre.

Janek N., Gallarate Commentatore certificato 24.05.10 12:04| 
 |
Rispondi al commento

.. Seguendo il passaggio degli uccelli, ed osservando come essi migrino al principiare dell’autunno, dal Nord-Est verso Sud-Ovest, e come in primavera ritornino a migrare dal Sud-Ovest al Nord-Est verso la patria, facilmente ci domandiamo:”Chi mai dirige con tanta sapienza quelle migrazioni d’uccelli?”L’occultista, ricercando chi governa e dirige quegli stormi, trova, sul piano astrale, le Anime collettive delle singole specie. Per ogni razza animale esite un “Io” astrale, ch’è un vero 2Io” sul piano astrale, come è l’Io umano sul piano fisico: solo infinitamente più saggio! Le personalità collettive degli animali sul piano astrale, che hanno i loro singoli membri sul piano fisico, sono realmente assai più sagge delle persone umane; e tutto ciò che ammiriamo come istinti meravigliosi dei singoli animali, è una manifestazione della sapienza delle Anime di gruppo. Come diversamente ci moviamo pel mondo, quando sappiamo che ad ogni passo siamo circondati da esseri di cui vediamo le azioni! Se osserviamo il regno vegetale, troviamo che l’ ”Io” di questo regno dimora in un mondo ancor più elevato di quello in cui si trovano le Anime di Gruppo degli animali, cioè nel mondo mentale o Devachan. Questi “Io” o Anime collettive delle piante, sono ben pochi, perchè ognuno d’essi abbraccia un numero stragrande di singole piante del mondo fisico, molte specie di piante. E la dimora delle Anime collettive delle piante, è il centro della terra. Là sono riuniti tutti gli “Io” delle piante. Sarebbe molto ingenuo il chiedere se tutti questi “Io” possano poi trovar posto; nei mondi spirituali tutto si interpenetra. Chi non sa comprendere questo, arriverà a certe vedute, quali si trovano in un libro molto raccomandato anche ai teosofi, e dove si parla pure del mondo spirituale, ma in modo da porre, per esempio, la seguente questione:

Janek N., Gallarate Commentatore certificato 24.05.10 12:02| 
 |
Rispondi al commento

Con saggezza agiscono queste Anime collettive, con molta maggior saggezza di quanto noi possiamo immaginare; tutto ciò che noi vediamo fare dagli animali, è effetto delle loro Anime collettive. Queste dimorano entro la nostra atmosfera, intorno al globo terrestre, intorno a noi.....Rudolf Steiner

Janek N., Gallarate Commentatore certificato 24.05.10 11:51| 
 |
Rispondi al commento

Sappiamo già che soltanto nell'uomo possiamo trovare ciò che chiamiamo un' "Anima individuale," un'anima che dimori, per così dire, in un corpo separato. Per gli altri organismi viventi intorno a noi, l'anima e da cercare in altro modo e in altra forma. Anche gli animali hanno un'anima; ma noi la cercheremo invano qui sul piano fisico. L' Io degli animali, quello che chiamiamo un " Io collettivo " o un' "Anima di gruppo," si trova sul piano astrale; e dei gruppi interi d'animali affini, come per esempio tutte le tigri, tutti i leoni, tutti i gatti, insomma tutti i singoli gruppi di specie affini hanno una comune " Anima di gruppo, " un comune " Io collettivo. " La distanza che separa i singoli animali qui sulla terra, non ha nulla a che fare con ciò; che un leone viva in un deserto e un altro in un serraglio, non importa: tutti gli esemplari della specie appartengono allo stesso " Io, " che l'occultista può trovare sul piano astrale. Questi " Io collettivi " sono sul piano astrale delle personalità separate; e come sul piano fisico la persona umana e separata, così " l'Anima di gruppo " di un dato gruppo di animali, forma una personalità separate sul piano astrale. Come le dieci dita appartengono ad una determinata persona, così, per esempio, tutti i leoni appartengono all'anima collettiva del leone. Chi potesse venire a conoscere le singole anime collettive sul piano astrale, troverebbe che la loro caratteristica più spiccata e la saggezza, per quanto poco saggi possono sembrarci i singoli animali sulla terra. Nessuno può, dalla qualità dei singoli animali, giudicare delle qualità proprie alle Anime collettive del piano astrale. Come le dita non presentano le qualità d'un intero individuo, così un solo animale non presenta le qualità dell' Anima collettiva. Con saggezza agiscono queste Anime collettive, con molta maggior saggezza di quanto noi possiamo immaginare; tutto ciò che noi vediamo fare dagli animali, è effetto delle loro Anime collettive. Rudolf Steiner

Janek N., Gallarate Commentatore certificato 24.05.10 11:48| 
 |
Rispondi al commento

su un libro di Pietro Archiati ( equilibrio interiore - edizioni archiati verlag - costo10 euro) c'è una bella descrizione di come gli animali si pongono di fronte alla percezione della realtà...te la riporto in breve:
....di questi tre concetti fondamentali - l'allucinazione,la rappresentazione,l'immaginazione - il più comune è il secondo: quello che avviene nella coscienza ordinaria ed è alla portata di tutti.Esso è alla base del processo conoscitivo.
La nostra coscienza infatti si fa una rappresentazione di tutto ciò che percepiamo.Attraverso la percezione noi cogliamo il mondo nel suo aspetto esterno, ma subito dopo, con la rappresentazione, lo riproduciamo nella nostra interiorità.
Col pensiero escogitiamo invece i concetti delle cose, cioè il loro essere oggettivo indipendente da noi.Il concetto di albero, ad esempio, a differenza della rappresentazione che ne ho, è universalmente valido in quanto aggettivo, libero cioè da ogni particolare percezione e da ogni rappresentazione soggettiva che ognuno ne può fare. E' l'idea di albero, quale è sorta nella mente di chi l'ha creato................................
Un cane o un gatto non possono mai percepire un albero, non possono vederlo come lo vediamo noi, anche se ci sembra scontato che un anomale dotato di occhi, orecchi e naso, accolga in sè il mondo nello stesso modo nostro. Solo un essere capace di concetto è capace di una vera e propria percezione: noi percepiamo in funzione del pensare, che l'animale non ha.
L'animale, (come dice il nome stesso) ha una corporeità che viene pervasa da esperienze animiche e vive quanto l'ambiente suscita in lui. L'uomo in aggiunta possiede una dimensione dello spirito pensante, la cui prima espressione è la capacità di coscienza di sè e la conoscenza oggettiva del mondo esterno.
QUINDI NELLA SOFFERENZA ESSI SONO "LA SOFFERENZA"

Janek N., Gallarate Commentatore certificato 24.05.10 11:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Occorre impedire ,rendere inoffensivi quegli esseri malvagi che manifestano comportamenti che non appartengono al regno umano.Non c'è ricerca, o nobile causa che giustifichi la vivisezione.SONO COSE CHE GRIDANO VENDETTA,E FANNO TREMARE LE VENE AI POLSI A TUTTI QUELLI CHE APPARTENGONO AL REGNO UMANO.A disposizione per iniziative utili allo scopo

ivana battani 24.05.10 11:17| 
 |
Rispondi al commento

CONSIGLIO A TUTTI...


...coloro che NON SONO INFORMATI sulla vivisezione (e mi pare ce ne siano
tanti da quelli che dicono che la vivisezione in Inghilterra non c'è perché
è un paese civile a quelli che chiedono dove siano le leggi, le leggi ci
sono e dicono che ogni sostanza deve essere testata su animali prima di
entrare in commercio) di guardarvi questi video. Sono commentati da persone
(medici e chimici) che di vivisezione si occupano da anni.

http://www.tvanimalista.info/video/vivisezione/

In più, l'Unione Europea ha lanciato il progetto REACH (Registration,
Evaluation, Authorisation of Chemicals) che porterà a ri-testare sostanze
già testate "per la sicurezza dei cittadini": sono 30,000 sostanze.
Immaginatevi la carneficina.

http://www.agireora.org/download/petizione_reach.pdf

SCARICATE E FIRMATE TUTTI QUESTA PETIZIONE E INVIATE AI FOGLI A CHI
INDICATO IN CALCE!!!

E' L'UNICO MODO CHE ABBIAMO PER AGIRE!!!

Francesca Fugazzi 24.05.10 11:14| 
 |
Rispondi al commento

io ho 42 anni e sono diventato vegano da circa 5 mesi....questo è il mio modo per cercare di cambiare.

g b 24.05.10 11:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bravi ai 2000 che hanno manifestato a Montichiari, tutta la mia solidarietà, non condivido però queste forme di protesta pacifiche e civili.
Entrate nei laboratori della morte con la forza e spaccate tutto, prendete a calci nel culo tutti indistintamente dal primo all'ultimo e liberate quelle povere creature.

Basta con le proteste civili .... loro non lo sono!

luigi c. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 24.05.10 10:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma come si puo' nel 2010 continuare ancora a torturare povere bestiole quando e' stato dimostrato che si puo' benissimo evitarlo????? io mi sconvolgo sempre di piu'! perche' non si propone un referendum popolare e mettiamo fine a queste atrocita'??????
samantha

samantha cornetti 24.05.10 10:37| 
 |
Rispondi al commento

E' ora di finirla con questi sistemi di ricerca inuteli e crudeli! Chi fa la vivisezione non ha alcuna giustificazione scientifica: è puro massacro a fini economici.
Il confronto con "i bambini che muoiono in Africa", è improprio: chi è capace di perpretare tali violenze, troverà al bisogno, la sua giustificazione per qualunque gesto, anche contro esseri umani.
Monica

Monica Picchi 24.05.10 10:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

non ci sono parole..L'Italia è propio diventata un paese di CRIMINALI...PERMETTONO DI TUTTO PUR DI GUADAGNARE...PER FORTUNA C'E' ANCORA QUALCUNO CHE SI INDIGNA DI FRONTE A CERTE COSE...MI DISPIACE DI NON ESSERCI STATA ALLA MANIFESTAZIONE...MA ADESSO CHE SO MI TERRO' INFORMATA E NEL MIO PICCOLO VOGLIO FARE QUALCOSA ANCH'IO CONTRO QUESTO GENERE DI BARBARIE!

alessandra t. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 24.05.10 09:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

QUANDO AL LIMITE DELLA SOPPORTAZIONE DEL MARCIUME DI PRATICAMENTE OGNI SFERA DELLA SOCIETÁ CI SI DIMENTICA CHE AL PEGGIO NON C´É FINE!
ATTENZIONE C´É DI PIÚ.......MOLTO DI PIÚ!!!!
NON É ABBASTANZA INDEGNA E VERGOGNOSA UNA PRATICA SIMILE?
NO VOGLIONO AMPLIARE L´ALLEVAMENTO!!!!!!
Ma chi ci lavora in questi posti non si guarda mai allo specchio????
Se in Inghilterra fanno simili atrocitá perché mai cercano la complicita´di allevamenti stranieri ed evitano di dare il LAGER IN FRANCHISING?
E´ una parola forte? Ma in fondo li allevano soltanto?
E BASTA CON QUESTA MENTALITÁ DA SCARICABARILI OPPORTUNISTI!!!!!!
Ognuno mangia la sua fetta si chiude gli occhi e gira le spalle!

SPECULANO ANCHE SULLE TORTURE!!!!
Vomitare non basta per tutte queste porcate! Sono TROPPE!!!!
LA CLASSE POLITICA CONTINUA AD ACCUMULARE COLPE DI CUI FORSE NON PAGHERÁ LE CONSEGUENZE IN UN TRIBUNALE CON UN GIUDICE IN CARNE ED OSSA MA PAGA E PAGHERÁ!!!
Per certe persone: RISPETTO, GRATITUDINE, DIGNITÁ, UMILTÁ NON SONO NIENTE, NULLA CHE SI POSSA METTERE IN BANCA; MA per altri SONO LA VITA!!!!

Alessandro Foschi 24.05.10 09:13| 
 |
Rispondi al commento

LE LEGGI DOVE SONO ?

BISOGNA DARE PIU' EVIDENZA A QUESTO POST SUL SITO

astimelusa k. Commentatore certificato 24.05.10 09:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


www.equivita.org è una organizzazione di scienziati che dimostra che la sperimentazione animale è inutile .
MA POI GLI UOMINI NON VALGONO PIU' DEGLI ANIMALI. QUASI SEMPRE MENO .

astimelusa k. Commentatore certificato 24.05.10 08:59| 
 |
Rispondi al commento

A quanti ancora sostengono la necessità della vivisezione, non si può che rispondere facendo osservare che la sperimentazione su animali non umani genera immensi problemi dal punto di vista della comparazione con l'organismo umano (non a caso, dopo i test su animali, vengono effettuati i test clinici su esseri umani). La soluzione più ovvia sarebbe una buona indagine teorica, il test in vitro e, dopodiché, il test clinico su esseri umani. Inoltre, dare degli ignoranti agli antivivisezionisti è segno di palese stortura mentale: la vivisezione NON è SCIENZA, ma solo TORTURA in virtù del PROFITTO. (http://www.novivisezione.org/info/critica_scientifica_vivisezione.htm)

Luca Brambilla 24.05.10 07:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

il fatto che vengano allevati in questo Stato di merda la dice lunga sull'idea di legalità e di etica che vigono in questo paese marcio e corrotto.vi immaginate ad esempio,un allevamento del genere in Inghilterra?o in qualsiasi altro paese civile?la tv del nano ogni giorno con "striscia la notizia"scopre nuovi casi di maltrattamento verso gli animali,guarda caso di privati,facili da colpire e da addittare pubblicamente,ma di questa nefandezza solo Beppe dà notizia,sarà un caso?ultima considerazione,:quanto ne guadagnerebbe l'intero pianeta se una distruzione dell'essere umano avvenisse in breve tempo,ad opera ad esempio di un virus selettivo,che cancellasse solo la specie umana salvando animali e piante?secondo me,moltissimo.L'UOMO,unica specie vivente capace di malvagità assoluta e gratuita.

bella swan 24.05.10 07:40| 
 |
Rispondi al commento

siamo d'accordo sulla frase di Einstein...
siamo d' accordo che la vivisezione è una pratica terribile...
siamo d'accordo che le condizioni di vita di quelle povere cavie devono essere migliori...

però, potete postare i link di riviste con impcat factor serio in cui si dice che la sperimentazione animale non serve ?
dite che è meglio testare solo su cavie umane pagate ( = poveracci senza un soldo ) o direttamente su i nostri figli ?

marco t. 24.05.10 07:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In fondo, ma per qualcuno proprio in fondo, ogni uomo lo sa se è ancora un uomo o ha accettato di diventare una merda, al di là dei soldi.
Non si dia la colpa al destino o agli dei, però, e si accettino le proprie responsabilità, anche verso sé stessi.

andrea vagnoni milano, milano Commentatore certificato 24.05.10 03:41| 
 |
Rispondi al commento

Giusto per curiosità, quali sono queste "pratiche da vivisettori senza scrupoli" citate dall'articolo? Chiedo perché generalmente (almeno all'interno di strutture che ricevono fondi governativi) la ricerca su animali e' sottoposta all'approvazione di comitati etici piuttosto severi. Se si tratta di testare cosmetici o cose del genere allora e' decisamente una cosa di cui disapprovare. Ma se si tratta di ricerca al fine di trovare terapie ed e' regolamentata, bisogna far buon viso a cattivo gioco: non ci sono alternative, non si può certo fare sugli esseri umani. Certo i maiali sarebbero meglio dei Beagles, e i primati ancora meglio dal punto di vista dell'utilità, ma ovviamente comportano problemi etici ancora maggiori. In generale pero' il tono scandalizzato e le affermazioni perentorie e discutibili di questo post non mi trovano d'accordo. Il problema posto dalla sperimentazione sugli animali non e' così semplice, e parlarne così lo riduce al risultato delle azioni di qualche "cattivo" e ne impedisce l'approfondimento. Dire che non serve a niente poi e' una gran scemenza che può esser sostenuta solo da persone ignoranti o prevenute (una delle due posizioni in Italia mi sembra comunque la regola di questi tempi). La questione e' fino a che punto e' giustificabile. Per esempio le sofferenze patite dagli animali da macello per il solo scopo alimentare mi danno molto più fastidio di quelle di un animale su cui si sperimenta una medicina contro la leucemia infantile.

Fabio R 24.05.10 03:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il ripudio, così naturale, che prova ogni essere umano a osservare queste immagini può solo sfociare in una reazione di indignazione. Vergognatevi, voi che lavorate per individui immorali e che venite pagati per uccidere dei poveri cani. Siete immorali e queste insozze nefandezze non fanno parte di un mondo civile. Vergnogna!

Ludovico S. 24.05.10 01:46| 
 |
Rispondi al commento

io ho una beagle di 3 anni, si chiama mila e solo chi ne ha uno puo capire quanto siano dolci, buoni e affettuosi. Ti guardano con degli occhioni color nocciola che sembrano truccati con una dolcezza che non ha eguali. leggere poi certi ignoranti commenti come quello di monte clarense (che ovviamente si nasconde dietro un nick, forse perche si vergogna o forse perchè non ha le palle, direi la seconda) mi rende ancora piu consapevole e conscio che le vere bestie sono gli uomini.
vedere filmati del genere mi fanno piangere e mi rendono molto triste e impotente. pero in cuor mio so di averne salvata una a cui ho dato una casa, del cibo e tante coccole e lei mi ha ricambiato con l'affetto e un legame che non ha eguali. dall'uomo ti puoi aspettare le peggiori coltellate alla schiena, dai cani no, è questa la differenza!
@monteclarence spero ti vivisezionino, giusto perche sei nato, deficiente!

michele b., napoli Commentatore certificato 24.05.10 01:31| 
 |
Rispondi al commento

Al di là dell'assurdità al sapore di sceneggiata che ha scritto il povero Monte Clarence, condivido ciò che dice Alessandro e appoggio i commenti. La vivisezione è aberrante non solo per un motivo etico, ma anche per un motivo scientifico: è completamente inutile, anzi dannosa. E' completamente antiscientifica. Consiglio a tutti di approfondire questo tema visitando il sito di I-care, un'associazione di medici e specialisti che si occupano di promuovere una scienza seria basata sui metodi alternativi, o meglio sostitutivi alla vivisezione:http://www.icare-italia.org/

Ricordo di donare il proprio 5% specificando bene a chi lo si devolve. Indirizzarlo genericamente alla ricerca significa darlo a chi vivisezione la fa: piuttosto non devolvetelo oppure donatelo ad I-care, a coloro che lavorano davvero per un mondo migliore, scientificamente avanzato, oppure ad istituzioni che non fanno vivisezione.

Inoltre, e qui concludo, è da poco disponibile il libro "Cavie Umane nel Nuovo Millennio" che spiega, per mano di un medico rimasto anonimo, come il modus operandi delle case farmaceutiche sia completamente perverso: il test sugli animali è solo uno step in quanto tale e non in base ai risultati che porta. Comunque, il test è fatto sulle persone: malati, volontari e infine, noi, consumatori ignari: http://www.agireoraedizioni.org/catalogo/libri/libri/vivisezione/cavie-umane-nuovo-millennio/

Buon approfondimento!

Francesca Fugazzi 24.05.10 01:25| 
 |
Rispondi al commento

Vivisezione? cos'è?

se per vivisezione intendete la ricerca... Beh, dovreste informarvi prima di scrivere.

marco mastrotto 24.05.10 01:14| 
 |
Rispondi al commento

@Donato
la vivisezione è vietata, infatti questi cani prendono il volo ogni mese per i laboratori inglesi

Alessandro I. Commentatore certificato 24.05.10 01:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

trovo che sia uno schifo che al giorno d'oggi esistano ancora queste pratiche finalizzate al nulla...e non riesco a pensare a quanto soffrano queste povere bestie!mi è stato detto che la prima manifestazione ha dato qualche esito,spero ne dia anche la seconda...ma non bisogna fermarsi e l'unico modo per farli smettere è fare informazione sull'argomento,di cui sicuramente molti non sanno nulla!ringrazio per ciò beppe che ha pubblicato questo post nel suo blog,perché sicuramente servirà a far sapere a molti questo scempio ormai intollerabile!

Marzia D., san benedetto del tronto Commentatore certificato 24.05.10 00:26| 
 |
Rispondi al commento

Bravo Beppe, Brava la gente di Monichiari, chi parla di sceneggiate evidentemente non ha ben chiaro il concetto di rispetto della vita e magari non hai mai avuto un animale vicino a sè, mettere al mondo un essere vivente per poi farlo soffrire non è umano......godrei nel vedere chi fà queste cose al posto dei cani!!!

fabio P 24.05.10 00:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ragazzi,
io stó alľ estero da qualche anno,
scusate ľ ignoranza in materia,
ma io ero convinto che la vivisezione fosse stata vietata in Italia.
Sono allibito...
Secondo voi c´´é bisogno di commentare quello che Monte Clarence ha scritto?!
É meglio invece cliccare il link e andare ad informarsi un pó meglio di cosa si tratta.
Per fortuna nel nostro paese c´é ancora qualcuno che dedica il proprio tempo libero anche a queste cose e non ci sono solo teorici ed esperti politologi.
Grazie Alessandro per cercare di dare eco a questi problemi.
Ciao

Donato S., Vienna Commentatore certificato 24.05.10 00:11| 
 |
Rispondi al commento

checche' ne dica quel monte clarense che evidentemente e' un essere anche lui da vivisezione, uno inutile, fatto nascere cosi'....
trovo terribile, no, di piu', non trovo le parole per dire quello che provo per quei poveri esserini. L'essere umano fa vomitare....infatti e' da parecchio che preferisco gli animali a certa gente. Non direi nulla se praticassero la vivisezione per alcune persone, ci sarebbero dei veri bastardi crudeli in meno!!

Silvie S., roma Commentatore certificato 24.05.10 00:06| 
 |
Rispondi al commento

Complimenti per la tua acuta osservazione, ma ti faccio presente che un conto è non farli nascere proprio e un altro è farli nascere per poi torturarli e ammazzarli. Quindi scusaci tanto se continuiamo con le "sceneggiate" ma, almeno per quanto mi riguarda, è importante diffondere questo tipo di notizie per riuscire a fermare queste barbarie.

Marisa Piredda 24.05.10 00:03| 
 |
Rispondi al commento

@Monte Clarenese, meglio non farli nascere quei cani che farli nascere per torturarli. Ed inoltre quelli già nati si possono salvare, punto.

Mike V. 24.05.10 00:00| 
 |
Rispondi al commento

E' una vergogna. Una bassezza da paese incivile. Quello che, purtroppo, stiamo diventando ogni giorno di più.

Paola Varalta Commentatore certificato 24.05.10 00:00| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
SONO D'ACCORDO CON IL POST,QUESTE COSE SONO INTOLLERABILI,SOPRATUTTO PER GLI ANIMALI
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 23.05.10 23:50| 
 |
Rispondi al commento

Concordo che la vivisezione non sia una attività auspicapibile, ma nessuno ha pensato che quei beagle, comunque non verrebbero fatti nascere se non ci fosse la vivisezione? per cui come si può dire "salviamoli". Se l'azienda chiude, non uno di quei cani esisterebbe comunque. Smettiamola con queste sceneggiate.

Monte clarense 23.05.10 23:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori