Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Brunetta e le auto blu


auto_blu_allo_stadio.jpg
Brunetta non conosce il numero di auto blu circolanti in Italia. Ha perciò deciso di farle contare una a una ai tecnici del ministero della Pubblica Amministrazione. L'indagine è già operativa: "Il primo passo è avere degli elementi generali di conoscenza del fenomeno. A questo scopo, si da l'avvio a un monitoraggio delle autovetture in dotazione delle pubbliche amministrazioni al fine di ottenere dei dati obiettivi di partenza in merito al loro utilizzo concreto, sulla base dei quali costruire poi soluzioni razionali e innovative atte a portare, anche nel lungo periodo, significativi risparmi di spesa per le casse pubbliche". Non è dato sapere per ora il costo del monitoraggio, che sarà certamente elevato per le 626.760 auto blu esistenti, e neppure se il conteggio sarà effettuato sul territorio avvalendosi delle auto blu del ministero della PA.

11 Mag 2010, 18:00 | Scrivi | Commenti (90) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Ho fatto una lunga ed approfondita inchiesta giornalistica, analizzando il numero reale dei mezzi che paghiamo ai politici e i costi reali! La verità dei fatti è che le auto blu dei politici ci costano circa 4 miliardi di euro all'anno. In giro sono state raccontate un sacco di balle, in primis da testate importanti come Repubblica e contribuenti.it. Se volete farvi una idea chiara su questa vicenda, vi invito a leggere il mio articolo!

http://www.nostrisoldi.it/2011/07/20/le-auto-blu/

Gianluca Proietto 22.07.11 21:54| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe ma è vero che l'8 gennaio 2011 è stato votato un decreto all'unanimità per tutti coloro che rifiutano l'auto blu hanno un rimborso spese pari a 5.000€ al mese???..spero di aver capito male....ma sti maiali di ministri cosa c...o ci fanno di tutti sti soldi che si intascano....tanto l'economia la facciamo girare noi poveri operai che nn abbiamo ne indennizzi ne privilegi....Grazie a presto

Riccardo Concettoni 03.03.11 14:34| 
 |
Rispondi al commento

Tutti hanno deprecato e variamente commentato lo scandalo delle auto blu. I confronti con gli altri paesi fanno rabbrividire, ma in Italia il brivido di indignazione ha sempre fatto parte della conservazione dei privilegi. Eppure questo meccanismo sembra inceppato. E' troppo audace proporre che chi l'auto se l'è comprata con i suoi soldi suoni il clacson per un minuto intero, a una data e a un'ora prefissata, per ricordare al governo la necessità di ridurre il numero delle auto blu almeno a quello del secondo paese al mondo, gli USA? Non è meglio una protesta civile adesso piuttosto che una rabbia crescente che prima o poi esploderà in maniera imprevista? Il gruppo facebook "clacson contro le auto blu" propone il 25 luglio a partire dalle ore 12 in punto.

Adrubale Montanari 05.06.10 19:14| 
 |
Rispondi al commento

da Repubblica.it: Un aumento costante, che sembra non conoscere sosta. E' quello che viene fatto registrare dalle auto blu della Pubblica amministrazione italiana, arrivate a toccare la cifra record di 624.330 unità, con un +2,7% negli ultimi sei mesi. Un dato che conferma un trend in crescita, anno dopo anno. Nel dicembre del 2008, le auto blu erano 607.918, contro le 574.215 dell'anno precedente.

L'Italia guida anche la poco invidiabile classifica mondiale dell'utilizzo di queste macchine: batte, tra gli altri, gli Stati Uniti e la Francia, rispettivamente al secondo e terzo posto. Le statistiche arrivano da Contribuenti.it, il sito dell'Associazione contribuenti italiani che, con il suo sportello, conduce annualmente un'analisi del parco delle auto blu.

Nella ricerca vengono conteggiate sia le auto di proprietà delle amministrazioni che quelle in leasing, in noleggio operativo e noleggio lungo termine, presso lo Stato, Regioni, Province, Comuni, municipalità, Asl, comunità montane, enti pubblici, enti pubblici non economici, società misto pubblico-private e società per azioni a totale partecipazione pubblica.

Sandro Carta 18.05.10 17:24| 
 |
Rispondi al commento

....a proposito della prossima stangata lacrime e sangue..è possibile convincere il popolo che i sacrifici debbano farli tutti decurtando del 5% in primis gli stipendi di politici e magistrati...?...ma forse qualquno s'è chiesto che il 5% di 20.000 euri non è paragonabile al 5% di uno stipendio già misero di suo!...quando prenderemo atto di essere in tanti e tutti con lo stesso problema innescheremo l'onda d'urto ....finalmente

marco amaolo 18.05.10 15:47| 
 |
Rispondi al commento

Tremonti spreme gli Statali.

Al Ministero dell'Economia le casse suonano a vuoto e le campane a morto! Tremonti prende in mano le cesoie per scacciare l’ombra della crisi senza toccare le tasse e gli interessi di banche, assicurazioni, petrolieri e palazzinari. Ad aumentare le tasse ci penseranno Regioni e Comuni! Gli interventi sugli stipendi degli statali e le pensioni, nell’ambito di una manovra che sfiorerà i 28 miliardi, sono ormai più di un’ipotesi. Per i primi si fa strada un blocco dei contratti e delle assunzioni per un anno. Per i lavoratori ciò si tradurrebbe in una busta paga più leggera in media di 80 euro. Per le pensioni, pare che delle due finestre pensionistiche ne rimarrà una sola. Questo vuol dire che chi voleva andare in pensione per aver maturato 59 anni di età e 36 di contributi dovrà attendere qualche mese in più. Ma si profila anche una stretta sulle pensioni di invalidità, con un intervento che leghi l’assegno di accompagnamento, ora corrisposto a prescindere dalle condizioni economiche, al reddito del nucleo familiare. Tra il mancato rinnovo del contratto e risparmi su assunzioni e voci integrative dello stipendio il Tesoro conta di arrivare alla cifra di 8 miliardi. E questo è solo l'aperitivo!

>>> VIENI ANCHE TU A DIRE LA TUA SU:


Per contare le auto blu Brunetta avrebbe dovuto contattare una ditta esterna che si occupa di cendimenti e statistiche con regolare gara d'appalto truccata...dopo di che le auto blu dovrebbero essere divise in quelle blu di carrozzeria , in quelle grigie bianche etc.... a questo punto un bel diagramma da pubblicare sul Sole24 Ore, cosi' abbiamo una base di partenza anche perchè ultimamente si vedono auto grigio antracite, blu schifoso .... cercachiamo di uniformare i colori e poi si sa che il blu è piu' elegante ...Brunetta facciamo prima di tutto un piano del colore da approvarsi con una proposta di legge elaborata dal tuo ministerio e approvata in commissione !1!!!!! Poi appaltino per tinteggiare òe auto e dopo possiamo veramente parlare del fenomeno delle auto blu!!!!

simone c., pino torinese Commentatore certificato 17.05.10 09:13| 
 |
Rispondi al commento

Per auto blu s'intendono anche quelle (abbondantemente piu' di due) al seguito dei ministri prestigiacomo e frattini novelli nuvolari alla mille miglia 2010 (alla faccia degli Operai dell'Asinara e degli altri in cima ai tetti ed alle gru?)

ciao beppe

giorgio montiani 14.05.10 15:20| 
 |
Rispondi al commento

"FORSE PER AUTO BLU SI IDENTIFICANO ANCHE LE AUTO DI SERVIZIO USATE DA NORMALI DIPENDENTI( COMUNE DI....PROVINCIA DI.......ETC....)E COMUNQUE AL DI LA' DELLE AUTO BLU ... TUTTI I SERVIZI,PRIVILEGI CHE NE GODONO DAI COMUNI IN NON SARANNO MAI NON DICO ELIMINATI MA NEANCHE DIMINUITI..A MENO DI UN CASINO TIPO GRECIA,ARGENTINA , ETC,.........."

Mario P., Carugate Commentatore certificato 14.05.10 09:23| 
 |
Rispondi al commento

Ce ne sono troppe non ce la faranno mai :-)

alberto consoli 13.05.10 18:10| 
 |
Rispondi al commento

I TUOI CONTI MANCANO DI UN PICCOLO PARTICOLARE: QUANTE PROVINCE
ABBIAMO?(110?) QUANTI CONSIGLI REGIONALI ABBIAMO?(20) A QUESTO AGGIUNGO
TANTE SOCIETà PUBBLICHEBANCA D'ITALIA; PRES. DELLA REPUBBL.; TUTTA LA
MAGISTRATURA COMPR. CORTE COSTIT. CASSAZIONE; A.U.S.L. CHE SONO INFINITE ECC.) CHE HANNO AUTO DI
SERVIZIO. PROVA A RIFARE UN PO' I CONTI PERCHE'FORSE TI E' RIMASTO QUALCHE
COSA NELLA CALCOLATRICE."

ETTORE USALA 13.05.10 10:39| 
 |
Rispondi al commento

INVECE DI COMINCIARE DAI TAGLI, PERCHE' ATTRAVERSO IL CODOCE FISCALE DI OGNUNO NON SI PUO' SAPER QUANTE CASE HA INTESTATE,QUANTE MACCHINE,QUALCHE BARCHETTA QUI E LA',E A MAGGIO RAGIONE SE RISULTA SENZA REDDITO CHIEDERNE SPIEGAZIONI? A UN MESE DALLA NASCITA MIO NIPOTE HA GIA' RICEVUTO IL SUO BRAVO CODICE FISCALE SENZA IL QUALE NON POTRA' NEANCHE FARE LA PIPI NEI BAGNI PUBBLICI,E ALLORA PERCHE' NON USARLO PER STANARE I FURBI PRIMA DI DARSI A TAGLI E TAGLIETTI?
LUCIANA
NAPOLI PIANURA

LUCIANA LAFRATTA 13.05.10 07:09| 
 |
Rispondi al commento

a proposito di tagli agli stipendi degli statali...sto leggendo, dal sito del Giornale, che Zapatero, in Spagna, ha annunciato una serie di misure per contenere la spesa pubblica che si sostanzierebbero, udite udite, in un taglio del 5% dello stipendio degli statali, l'abolizione del bonus bebé, ecetera, eccetera eccetera........l'articolo dice anche che il Presidente Berlusconi "esprime apprezzamento per le misure anticrisi adottate in Spagna". E qui io, un poco, mi incazzo.....possibile che con tutti i soloni che discettano di economia si arrivi sempre a toccare i lavoratori dipendenti (seppure statali)???
Come al solito, quando si parla di tagli, si parla subito di previdenza e
stipendi…… dobbiamo, prima di tutto, tagliare i rami secchi e le elargizioni
clientelari (di seguito alcuni esempi…..che, probabilmente, non verranno mai
attuati perché politicamente impopolari):
1. fare una seria politica anti evasione fiscale (non solo condoni!!) e
permettere ai “comuni” cittadini di scaricare l’IVA pagata sugli scontrini
fiscali e fatture in modo da limitare/eliminare l’attuale pratica del “nero”
di professionisti ed artigiani;
2. Revisione degli artt.114, 118, 119, 132, 133 della Costituzione finalizzata
alla soppressione delle Province;
3. Abrogazione della destinazione dell’8 per mille in favore delle
organizzazioni religiose;
4. Introduzione di una tassa sul patrimonio immobiliare di proprietà di
cittadini o Stati stranieri, escluse le Sedi Diplomatiche e le Ambasciate.
(altro che esenzione dell’ICI per gli immobili del Vaticano);
5. Riduzione ad un terzo degli attuali parlamentari ed ammende pecuniarie per
gli assenteisti (vedi la vergogna della relazione di Tremonti il 6 maggio
scorso);
6. Abolizione dei contributi ai giornali di partito e quelli costituiti in
“cooperative”;
7. tagli di almeno il 50% delle attuali 650.000 auto blu (cosi tagliamo anche
quelli che le usano per andare a trans);
8. eccetera, eccetera, eccetera……

fabrizio maltinti 12.05.10 19:31| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

A piedi, tra la gente, cosi almeno possiamo prenderli a calci nel culo sti fancazzisti !!!!!!!!!! altro che auto blu !!!!

Luigi C., Torino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 12.05.10 17:49| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

626.760 auto blù!!!
Ma dico:
perchè questa gente non si applica un lampeggiatore in bocca ed una sirena nel cu....lo e vanno ....dove devono andare???????
A fare nel.....stà a voi gente indovinare il finale !

mario ., monopoli Commentatore certificato 12.05.10 16:57| 
 |
Rispondi al commento

Come sono efficienti, da quando c'è Brunetta... ma non si vergognano? Chissà quanti soldi ci spendono e non sanno neanche quante sono? E annunciano che le conteranno? LICENZIAMOLI, come farebbe qualsiasi azienda normale.

andrea vagnoni milano, milano Commentatore certificato 12.05.10 16:42| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

Le auto blu sono come la mafia e le zanzare: non saranno mai debellate.

Donne e Motori 12.05.10 16:16| 
 |
Rispondi al commento

tanto per fare notizia...si riapre la possibilita per i milanesi di avere la galleria riscaldata...ma a che cazzo serve..e poi l'articolo di repubblica dice anche che lo pagherà tutto il comune di Milano..e i milanesi...???che si ribellino ..http://milano.repubblica.it/cronaca/2010/05/11/news/torna_l_ipotesi_riscaldamento_per_la_galleria_vittorio

ester v., buscate (mi) Commentatore certificato 12.05.10 15:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma è possibile che sparate cifre a cazzo?
parlate di 600 mila auto blu, ma vi rendete conto che questo numero non sta ne in cielo che in terra?
facciamoci 2 conti:

1500 tra politi ministri sottosegreati eccecc
in italia ci sono 8100 comuni, mettiamo una media di 20 assessori a comune stiamo a 170100 (compresi gli 8100 sindaci)
stiamo quindi gia a 171600 a questo ci voglio aggiungere ma proprio per esagerare 30000 persone che ne usufruiscono
cosi arriviamo a 200.000 mettiamo ancora per assurdo di moltiplicare il tutto per 2 e abbiamo la cifra di 400 mila

numero enorme che tiene conto che:
tutti i politici hanno l'auto blu,
tutti i sindaci ( anche quelli di un paese di 5 persone ) hanno l'auto blu
ho considerato un numero abnorme di assessori 20 per comune e tutti devono avere l'auto blu
ci hop messo altre 30 mila auto blu per persone in piu fuoir dai politici ministri sindaci assessori ecc
ho moltiplicato per 2 tutto e stiamo a 400 mila

le altre 200 mila dove sono????

vediamo se rispondete in maniera sensata

Francesco Saverio di Donato (napoletano978), Napoli Commentatore certificato 12.05.10 13:43| 
 
  • Currently 2.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

TUTTE STRONZ@TE....FUOKO DI PAGLIA....SABBIA NEGLI OKKI....PAGLIACCIATE....LE AUTO BLU CI SARANNO SEMPRE....COME CI SARA' SEMPRE TUTTO PER I POLITICI.....COMPRESI SPRECHI E CONTRO-SPRECHI.....TANTO:......E LO STRONZO PAGA....

stefano martini 12.05.10 12:42| 
 |
Rispondi al commento

SPESSO I GRUPPI DI FACEBOOK GODONO DI PIU' VISIBILITA' E CONSIDERAZIONE SUI MEDIA TRADIZIONALI, ALLORA VI INVITO A ISCRIVERVI A QUESTO GRUPPO CHE CHIEDE L'ABOLIZIONE DELLE AUTO BLU! .. IO L'HO FATTO
http://www.facebook.com/#!/group.php?gid=114021285304070

SILVESTRI MARCELLO, ROMA Commentatore certificato 12.05.10 12:30| 
 |
Rispondi al commento

Bravo Brunetta,
raccontane una al giorno che ci togli il medico di torno !

SANDRO DAMIAN 12.05.10 11:54| 
 |
Rispondi al commento

Le auto Blu non saranno eliminate, ma sostituite da auto finto-ecologiche con alimentazione ibrida "...atte a portare, anche nel lungo periodo, significativi risparmi di spesa per le casse pubbliche..."

Quindi enorme spesa iniziale e piccolo risparmio di benzina nel tempo...che situazione..........

Simo Simone 12.05.10 11:42| 
 |
Rispondi al commento

scusate un'attimo.

da wikipedia "In Italia girano attualmente 626.760 vetture a carico pubblico."
quindi Auto blu sono tutte le auto pubbliche, e non solo quelle a disposizione dei politici.

se contiamo allora tutte le auto a disposizione delle ASL, delle Poste, ecc facciamo presto a fare numeri alti.

pero' non sono tutte auto "veramente" blu quelle conteggiate.

ivan m. Commentatore certificato 12.05.10 11:35| 
 |
Rispondi al commento

Premetto che Brunetta non mi è molto simpatico, però mi auguro che possa raggiungere gli obiettivi che si è prefissato: taglio del 50% delle spese!. Non mi sembra un progetto irraggiungibile, visto che in questo campo gli sprechi sono enormi! Un po' di pulizia ci vuole! Quindi in q

Maurizio Bag, Varedo Commentatore certificato 12.05.10 10:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

DICONO CHE OCCORRE LIMITARE LE INTERCETTAZIONI TELEFONICHE ANCHE PERCHE' COSTANO. MA NON SO IN QUALE TRASMISSIONE RADIOFONICA HO SENTITO CHE IL COSTO DELLE AUTO BLU IN ITALIA SAREBBE CIRCA 10 VOLTE SUPERIORE DI QUELLO DELLE INTERCETTAZIONI.
SE E' VERA QUESTA COSA PERCHE'NON LA "MARTELLIAMO" CONTRO CHI VUOLE IMBAVAGLIARE I GIUDICI PER CONTINUARE A FARE I PORCI COMODI COME TUTTI QUESTI SEDICENTI POLITICI BECCATI COL SORCIO IN BOCCA?
L' ITALIA, PAESE DI CORROTTI, CORRUTTORI E PRIVILEGIATI E' IL PAESE CON PIU' AUTO BLU NEL MONDO...! CAZZZZZZZOOO!!!
SPERIAMO BENE..!

Alto Biondo 12.05.10 10:29| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Per carità, Brunetta è quello che è...
però se tolgono un pò di auto blu nn può che essere una cosa positiva.
Un primo passo verso la cancellazione dei privilegi.

Certo, niente a che vedere con la politica a costo zero....

Per vedere la realtà, senza fregature, visitate il sito:

http://www.anakedview.com/

Troverete articoli riguardanti la comunicazione politica, riflessioni sulla società e molto altro...

spaceboy spaceboy Commentatore certificato 12.05.10 10:20| 
 |
Rispondi al commento

Che pagliacciata! E una volta che le hanno contate che succede? Le elimina? Proprio ora che le hanno rese immuni da tutto? Bhà, Brunetta ululerà ai 4 venti che sa quante sono e che le vuole diminuire per il bene del popolo, poi ne taglierà qualcuna, giusto un paio per fare scena, e noi italiani ci berremo come vero l'ennesimo teatrino messo in scena da questa classe politica.

Danilo Sanna 12.05.10 10:06| 
 |
Rispondi al commento

SIGNOR MINISTRO, SONO TRASCORSI PIU’ DI DUE MESI MA ELLA NON SI E’ DEGNATA NEMMENO DI LEGGERMI. PRESTO LASCERO’ QUESTO GRAN PAESE DI MERDA, PERTANTO SI RISPARMI L'EVENTUALE BENEVOLO INTERVENTO.
SI VERGOGNI INSIEME A TUTTO IL GOVERNO!
http://alministroalfano.splinder.com/post/22101862/governo-berlusconi
Gentile Ministro Alfano,mi permetto di disturbarLa per chiedere un Suo benevolo intervento affinchè la questione che vado ad esporLe possa giungere all'esame dell'Ufficio del Ministero di Grazia e Giustizia cui compete la sua risoluzione.
Il motivo per cui ritengo opportuno chiamarLa in causa tramite questa lettera, trae origine dalla strafottente negligenza con cui il Governo centrale e le Istituzioni locali affrontano tale questione: infischiandosene altamente che la stessa fu portata alla loro attenzione dall'autorevolezza della Presidenza della Repubblica; da una interrogazione parlamentare presentata all'ex Ministro degli Affari Esteri Massimo D'Alema; dalla sua pubblicazione su giornali sia italiani che stranieri e, parzialmente, sul sito web della Camera dei deputati; da una istanza inoltrata nella primavera del 2008 al Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi utilizzando i recapiti di posta elettronica disponibili sul sito di Palazzo Chigi e, via Fax, allo 066783238 di Palazzo Grazioli. Tale istanza fu inoltre pubblicata su diverse testate giornalistiche online, su numerosi blog, eccetera eccetera. L’inoltro di tale istanza,come del resto tutti gli altri tentativi finalizzati a riscuotere il Governo dall'inerzia applicata da anni alla questione, sono serviti soltanto a persuadermi che la più volte annunciata "Vicinanza dello Stato a tutti i cittadini", non è altro che una delle tante ipocrisie del nostro connazionale Berlusconi, da aggiungersi a quelle già raccolte in un voluminoso libro intitolato "LE MILLE BALLE BLU". Infatti, gli unici segnali di vicinanza e di senso del dovere lanciatimi dalle migliaia di collaboratori che popolano i Palazzi...

Yves Toniout Commentatore certificato 12.05.10 09:36| 
 |
Rispondi al commento

E' possibile che non sanno già quante auto blu sono? Ogni anno questa storia poi stanno zitti sui numeri e vanno avanti!

La mia proposta...bici blu per tutti!

Parlamentari, ministri, sindaci, consigliei....tutti!

lombrica P. 12.05.10 09:32| 
 |
Rispondi al commento

Meno dipendenti pubblici, ma maggiore spesa!

Peccato che la stragrande maggioranza dei pubblici dipendenti, parliamo di quelli che campano con mille euro al mese - non certo di quelli ‘privilegiati’ impiegati al Quirinale, alla Camera, al Senato, nelle segreterie particolari di ministeri, province, regioni e quant’altro, che invece campano di 'luce', ma soprattutto di ‘stipendi riflessi’, percependo retribuzioni ben più pingue, in perfetta sintonia con onorevoli, senatori, sindaci, presidenti di provincia, regione, ecc, ecc - tutta questa maggiore spesa non l’abbiano mai vista, né percepita e non sanno neppure di cosa si parli! Fatto è che, il costo del lavoro pubblico peserà nel 2010 per l'11,2% del prodotto interno lordo, in calo dall'11,5% del 2009, ma «non ancora in linea con l'obiettivo di un ritorno ai valori registrati negli esercizi precedenti al 2008».

>>> CONTINUA SU:


Ieri, a Ballarò, la Todini ha detto che non è giusto far pensare agli Italiani che se una mela è marcia (si riferiva ad Anemone) tutto il sistema è marcio. Non vogliamo dire che è marcio? Dobbiamo dire invece "funziona così", cioè considerare normale questo genere di cose? Ogni tanto vengono a galla casi eclatanti, ma nella realtà delle piccole gare per appalti ed anche per l'affidamento dei lavori ai professionisti (quindi anche per la progettazione) è la stessa cosa. Ma nessuno dice niente, perchè "funziona così". Tutto è perfettamente legalizzato dalla consuetudine. Questo vedo io ogni giorno nel Salento, almeno. Ma credo altrove ci siano le stesse "regole". I bandi trasparenti sono un'illusione. Il decreto anticorruzione del Governo? Ah ah ah!
Ci vorrebbe un controllo sulla rete. Tutti gli enti territoriali e le pubbliche amministrazioni dovrebbero pubblicare sul loro sito i bandi delle gare, i curricula o le offerte al ribasso di tutti i candidati (a seconda dei casi) e gli esiti delle aggiudicazioni. Sarà mai fatto questo? Non credo che si esporrebbero a questo controllo reale. Che ne dite?

Sonia R. Commentatore certificato 12.05.10 08:59| 
 |
Rispondi al commento

In un Paese definito, dagli occupanti del 'Palazzo', supertecnologico e all'avanguardia, si contano le macchine blu una ad una? R I D I C O L I.

valerio tolomeo 12.05.10 08:35| 
 |
Rispondi al commento

Il quinto dice non devi rubare
e forse io l'ho rispettato
vuotando, in silenzio, le tasche già gonfie
di quelli che avevan rubato:

ma io, senza legge, rubai in nome mio,
quegli altri nel nome di Dio.
Ma io, senza legge, rubai in nome mio,
quegli altri nel nome di Dio.

ED POLITICANTI? NEL NOME DEL PARTITO???
TUTTE BALLE! HANNO RUBATO NEL NOME LORO!

GHIGLIOTTINE GHIGLIOTTINE
ALTRIMENTI NON CAMBIERA' NULLA… LA RIVOLUZIONE FRANCESE HA SISTEMATO I NOBILI.
PER QUALCHE ANNO SONO STATE FATTE RIFORME E COSE SERIE.
I FRANCESI OGGI, SARA’ PER LA STORIA CHE HANNO AVUTO… SI FANNO RISPETTARE DAI POLITICI. ED I POLITICI LAVORANO PER LA FRANCIA E PER I FRANCESI.
ORA IN ITALIA, BISOGNA SISTEMARE, AL PIU’ PRESTO, E NELLA STESSA MANIERA CHE I FRANCESI SI SONO LIBERATI DEI NOBILI: POLITICI, BANCHIERI, SINDACALISTI, DIRIGENTI PUBBLICI TIPO POGGIOLINI, ECC. ECC. NON DOBBIAMO PERDERE TEMPO.
QUANDO I NOSTRI POLITICI AFFAMANO IL POPOLO PER SALVARE LE BANCHE ED I LORO CONTI A STORMI DI UCCELLI NERI NERI - MA/ED I CITTADINI INVECE PERDONO LE LORO CASE PER SPORCHI GIOCHI DEI POLITICI E DEI BANCHIERI, E’ GIUNTA L’ORA……L’ITALIA SI DESTI.
LA STORIA CI DARA’ RAGIONE……
WW LE GHIGLIOTTINE, WW IL POPOLO FRANCESE, WW LA RIVOLUZIONE FASCISTA, WW LA RIVOLUZIONE CUBANA, WW LA RIVOLUZIONE RUSSA, WW LA RIVOLUZIONE CINESE……ECC. ECC.
messaggio cifrato nr. 666
Bisogna agire subito....questa volta bisogna agire.......le quaglie sono grasse e molte. Il problema è il portarle in Italia......La riunione è stata magistrale.....magistrale urla sotto sotto e biancheggia il mare.....Lo jacht naviga naviga sul mutuo e ......Gira sui ceppi accesi lo spiedo di quaglie e i tronchetti proveranno a scoppiettare sta il dalle ma, sull'uscio a rimirar stormi di uccelli che sono emigranti ma senza permessi.....e che profumo dalla ex cassa vr vi bl ora uni senza nessun accreditamento si muore se non si è già formalmente morti ..... fine messaggio nr. 666
W L'ITALIA LIBERA DA POLITICANTI W

PRESTA NOME, firenze Commentatore certificato 12.05.10 08:33| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Codice stradale: troppe leggi, nessun controllo!

Il ''nuovo'' codice della strada è quello che - de facto, de jure - conforma alla norma pubblici vizi e private virtù degli automobilisti di casa nostra. Quello che invece esce dal Senato ed in prima, seconda,
terza, quarta lettura da Montecitorio, è un atto legislativo che ripercorre un iter ormai tanto vecchio, quanto inutile. Tutti noi, tanto per fare un esempio attinente alle cronache quotidiane, sappiamo che rubare, pardon, 'distrarre denari pubblici' è reato! Ma allora a cosa serve un'altra legge sulla 'corruzione'? Sarebbe sufficiente applicare e soprattutto far rispettare le normative vigenti, in una sola parola "CONTROLLARE!!!", invece di appesantire codici e codicilli, invece d'intasare il traffico burocratico nelle aule giudiziarie! Comunque, ecco le principali novità, tutte da ridere, del "nuovo" codice della strada:
mettere "la freccia", per indicare l’intenzione di svoltare a destra o a sinistra, non sarà più necessario. Il ‘Servizio Assistenza Clienti’ delle maggiori case automobilistiche sta predisponendo una 'Campagna di Richiamo' per la rimozione di questo inutile optional da tutte quelle vetture che ancora lo montano;
bocciata la regola che voleva le mani poste saldamente al volante "ad ore 10:15" e contestualmente ignorato l’uso dell’auricolare quando si è alla guida, purchè una mano sia impegnata col telefonino durante le chiamate, e l’altra (la normativa, in ossequio ai ‘mancini’ e per la 'par condicio', non specifica se la destra o la sinistra) occupata a tenere la sigaretta o a dare l’ultimo colpo di rossetto;
le strisce pedonali saranno cancellate, con notevole risparmio per l’erario in termini di spesa per vernici e mano d’opera, dal momento che i pedoni - con spiccato senso civico ed istinto di auto-conservazione - hanno recepito, a proprie spese, che è molto meglio non attraversarle, quando ci sono;
i proventi delle multe...

>>> CONTINUA SU:


La Casta passa col rosso!

Non poteva andare diversamente con un ministro della funzione pubblica che pensa alle faccine che piangono e che ridono, che fa la pagella agli statali o a menate simili! Con Brunetta, il parco vetture della pubblica amministrazione è cresciuto del 3,1% passando da 607.918 a 626.760 unità. Solo tre anni fa erano 574 mila. Un numero di mezzi che ci spiazza sempre più rispetto al resto del mondo dove l' Italia batte gli Usa (ma anche Francia, Inghilterra e Germania) dieci a zero nel rapporto di macchine del Palazzo. Ma adesso con le auto blu arrivano pure gli autisti blu: autisti con la licenza di guidare fregandosene del codice stradale. Alla fine è arrivata pure una ‘legge ad autistam’: l'emendamento del senatore Cosimo Gallo (Pdl) è stato approvato: esenzione dal ritiro dei punti della patente per gli autisti di auto blu. Favorevole, in modo compatto, la maggioranza di governo (Lega compresa) e naturalmente contrarie le opposizioni, a corto di auto di servizio, come accade ogni qual volta si sta dall'altra parte e si son perse molte, tante poltrone! Insomma, si tratta di una sorta di immunità garantita ai politici, che potranno fare quello che vogliono sulla strada senza timore di punizioni per chi guida la "loro" auto. Ognuno potrà infrangere la legge senza conseguenze. I loro punti della patente sono assicurati dall'emendamento di Cosimo Gallo: "Spesso è il politico a chiedere all'autista di accelerare" In altre parole, per evitare che le colpe dei politici ricadano sugli autisti, si è data l'immunità alle auto dei politici. Adesso aspettiamo l'effetto 'domino': un medico che passa col rosso, perchè chiamato a fronteggiare un'urgenza, sarà sanzionato o no? Salvare una vita umana sarà più o meno importante che portare un politico, a sirene spiegate, a Via Gradoli?

>>> VIENI ANCHE TU A DIRE LA TUA SU:


se il ministro Brunetta volesse veramente sapere il numero delle auto blu - ma gia' lo sa bene -gli basterebbero poche ore.......ma poi che fare? quale ministro a piedi? quale sottosegretario? quale moglie? purtroppo per noi il Ministro sa che non puo' metterci mani.......e la povera e normale gente lo prendera' sempre in quel posto buioooooo

aldo abbazia 12.05.10 08:26| 
 |
Rispondi al commento

Ha ha ha ha!!! No ragazzi, noi abbiamo dei ministri che più coglioni non si può! E ce li abbiamo tutti noi in Italia... se li mettessimo tutti in fila e facessimo pagare un euro ad ogni straniero che li vuole vedere e fare loro delle domande per testare l'effettiva stupidità avremmo risolto il problema del debito pubblico in un mese!!!

Ivan R. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 12.05.10 08:24| 
 |
Rispondi al commento

Bocciate le nomine firmate Brunetta: violano il 'd.l. Brunetta'! Una svista o una somarata?

La Corte dei Conti ha bocciato due nomine a direttore generale del ministero dell’Ambiente - guidato dall’ex titolare per le Pari opportunità Stefania Prestigiacomo - per mancata tutela delle quote di genere e per mancato rispetto delle norme contenute nel cosiddetto decreto Brunetta. Ma chi ha firmato il decreto governativo con cui è stato assegnato l’incarico? Dal ministro della Pubblica amministrazione Renato Brunetta! La vicenda comincia nei mesi a cavallo tra il vecchio e il nuovo anno, quando si è giocata una partita complicata per le nomine dei nuovi direttori generali del ministero dell’Ambiente. All’inizio di febbraio la scelta di Stefania Prestigiacomo è caduta su un dirigente interno per la “Direzione generale per le valutazioni ambientali” e su una personalità esterna - proveniente dall’Ente nazionale per l’aviazione civile - per la “Direzione generale per gli affari generali ed il personale”. I due incarichi sono stati affidati con due decreti del presidente del Consiglio dei ministri. Succede però che l’Ufficio di controllo degli atti ministeriali della Corte dei conti ha trasmesso al ministero dell’Ambiente una serie di rilievi a quei due provvedimenti, fissando al 13 maggio la scadenza per «fornire i necessari chiarimenti sulle segnalate problematiche, corredati da idonea documentazione di supporto». Altrimenti «si procederà allo stato degli atti». Il che vorrebbe dire che tutti gli atti firmati finora dai duenuovi direttori generali (che si occupano di questioni tutt’altro che da poco, come la prevenzione dell’inquinamento atmosferico e da campi elettromagnetici, o l’adozione di misure per garantire l’applicazione delle norme riguardanti i prodotti fitosanitari, sostanze chimiche pericolose e pesticidi) potrebbero essere invalidati. Per quanto riguarda la prima nomina, la Corte dei conti sottolinea che...
> > > CONTUNUA SU:


In Italia gli stipendi più bassi d'Europa.

Bertolaso lascia e scappa col malloppo verso altre comode poltrone. Scajola lascia e si tiene la casa al Colosseo cercando di capire chi gliel'ha pagata e poi s'è pure permesso di ristrutturargiela, a sua insaputa. Berlusconi resta, ma... 'passa' alla ex-moglie alimenti che farebbero la fortuna di qualsiasi 'lavoratore' salariato. D'Alema si 'irrita' perchè qualcuno gli ricorda di aver avuto la casa popolare usufruendo di una corsia preferenziale che gli permise di scavalcare in graduatoria chi era prima di lui e chi ne aveva più diritto. Bossi piazza nella 'pappatoja romana' - che tanto 'schifa' - il suo degno erede, il figlio. E quelli dell'opposizione? Aspettano che arrivi... il loro turno! La politica è una delle più importanti attività del Paese. Non soffre la crisi, i suoi addetti aumentano ogni anno. I loro stipendi crescono e non temono licenziamenti. La politica è il primo settore improduttivo, ma il meglio retribuito! Intanto "la gente perbene" affonda, destinazione Grecia. Stipendi e pensioni falcidiati dall'euro, prezzi al consumo triplicati, evasione ed elusione ai massimi storici e quei pochi risparmi - messi da parte con tanti sacrifici - mangiati dalle banche!

>>> VIENI ANCHE TU A DIRE LA TUA SU LiberalVox


stiamo alle comiche finali! i nodi stanno arrivando tutti al pettine...

Li m. Commentatore certificato 12.05.10 07:39| 
 |
Rispondi al commento

Ma credo che ormai alle "puttanate" che ogni tanto spara quel povero mentecatto del brunetta non bisogna dare ascolto. Lui, il poverino, ogni tanto deve farsi sentire e cosi inventa qualcosa, ma e` solo perche` altrimenti nessuno lo "caga" e/o lo sta` a sentire. Il poverino e` talmente piccolo e insignificante che se non fa cosi corre il rischio che ci si dimentichi di lui.

Gianfranco Chiste` 12.05.10 07:25| 
 |
Rispondi al commento

AVETE PIENAMENTE RAGIONE A DIRE CHE LA PAGHERANNO CARA O CHE VERRANO PUNITI PER QUELLO CHE STANNO FACENDO....INTANTO IL CULO FA MALE A NOI...E PENSO CHE SARA' COSI ANCORA PER MOLTO...POVERA ITALIA...POVERI NOI...(sono del tutto privo di speranze)....PROMETTONO TUTTI MA NESSUNO VERAMENTE SI METTE A LAVORARE...PARLANO E PARLANO E PARLANO...MA LE PAROLE NON COSTRUISCONO UN ITALIA MIGLIORE..ABBIAMO BISOGNO DI FATTI...MA TANTO...

EMANUELE SIBIRIU 12.05.10 07:23| 
 |
Rispondi al commento

Italia che cambia,esempio mondiale d'onestà e correttezza e rispetto per i lavoratori ed immigrati,dove i politici e parlamentari e scassacazzi vari si riducono gli stipendi,che ora, a seconda delle cariche, vanno dai 1200€ a un max di 8000 x le massime cariche;vendute 500mila auto blu ai cinesi ad una media di 10.000 Euro cad. x un incasso complessivo di 50miliardi! Gli aiutisti delle autoblu si ritrovano ora molto + avantaggiati dei "normali" cassaintegrati/mobilitati/disoccupati, xkè con il pensionamento anticipato, possono comprarsi un pezzo di terra e qualche capra da allevare e sostenersi in vita sana in qualche terreno sequestrato alla mafia.
Annullati i progetti Tav e ponte sullo stretto e reinvestiti i denari x mettere in sicurezza i territori disastrati e deturpati come quelli della Calabria e Sicilia,purificati tutti i mari e spiagge dell'Italia dai rifiuti tossici,annullati i progetti nucleari ed investiti i denari in energia pulita ed ora come d'incanto,con questi nuovi progetti sono stati creati 3milioni nuovi posti di lavoro. Rallentati i tempi di produzione alimentare,ora sana con progetti di degressione puntati all'allevamento e coltivazione di prodotti biologici.
Nessuno paga + l'acqua,l'aria che respira è sana ed i nostri figli hanno l'istruzione garantita e gratuita.
I centri commerciali trasformati in centri di scambio merci equosolidali.Con la totale responsabilizzazione della popolazione si sono svuotate le carceri x far spazio a mafiosi ealtri delinquenti asociali incalliti che però saranno impiegati in campi di lavoro sociale x un'eventuale futura re-integrazione.Ma allora l'Italia è diventata una società onesta e comunista?No cazzo! era solo un altro dei miei sogni impossibili!Peccato!stavo già meglio e più sereno,meglio tornare a dormire? No!Racconterò a tutti questo mio sogno xkè credo sia possibile quando tutti si sveglieranno dal rincoglionimento autodistruttivo manovrato da chici governa, x sottometterci, per i propri porci comodi ...

Marco Londero 12.05.10 05:41| 
 |
Rispondi al commento

Nella mia ASL hanno le auto in comodato prese a nolo da una società,certo costano meno perchè non le hanno acquistate,però i noli costano ed anche parecchio,se poi si tiene conto che uno dei due direttori aziendali vive in un paese che si trova a corca 100 km dalla sede di lavoro e l'autista deve prenderlo lasciarlo a casa tutti i giorni significa che di sola benzina consuma almeno 40 euro al giorno che per una settimana fanno 40x5=200 se si aggiunge il costo della trasferta x l'autista fanno altrettanto a cui sommare inoltre il costo di comodato comodamente circa 800 euro alla settimana che moltiplicato x 50 settimane fanno uno stipendio di un precario.

IL SICILIANO 12.05.10 02:27| 
 |
Rispondi al commento

ogni tanto viene fuori questa storia di moralizzazione. in una delle volte precedenti io persi la mia auto blu, e con me la persero tutti quelli del mio ufficio che la usavano visto che non c'era altro con cui fare i servizi.
eppure il numero è sempre cresciuto, quindi qualcuno dalla mia perdita ha guadagnato un mezzo nella sua scuderia e io...sono rimasto a piedi.
non ci credevo allora e non ci credo nemmeno ora: stiamo comunque a vedere cosa riesce a fare.

valter mucci 11.05.10 23:50| 
 |
Rispondi al commento

Il brunetta da quando è ministro oltre a farsi bello in TV, vomita minacce contro assenteisti, fannulloni, ammalati della pubblica amministrazione, etc.
il che avrebbe un senso se la classe politica fosse il massimo riferimento di legalità, trasparenza, onestà, e non pensasse ad ingrassarsi di SUPERSTIPENDI, SUPERPENSIONI, SUPERPRIVILEGI tutto a carico del povero cittadino, oltre al fatto che con il malgoverno hanno fatto fallire il paese.
Vogliamo scommettere che sull'orlo del baratro i furbastri sono già all'estero a godersi il malloppo?

Francy V. 11.05.10 23:20| 
 |
Rispondi al commento

Io sono incazzato nero prchè il nano ci sta infognando con il nucleare con il suo amico d'affari Putin che è un farabbutto e nessuno dice niente, in parlamento avrebbero dovuto far volare i tavolini!Ma ci si rende conto che sta facendo danni irreparabili senza il permesso, persino nella ex Jugoslavia di Tito prima di mettere il nucleare chiesero il parere al popolo!

Ivan b., monfalcone Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.05.10 22:42| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Propongo di vendere tutte le auto blu e al loro posto di comprare circa 600.000 biciclette blu. Solo che poi mi viene il dubbio che con la tecnica collaudatissima della revisione prezzi ogni bicicletta verrebbe a costare più di un'Alfa 166 in dotazione. Meglio lasciar perdere.

Good Night 11.05.10 22:41| 
 |
Rispondi al commento

la trovata dei tornelli com'è andata a finire ?!?!?!?!?
... nessuna relazione in merito o sbaglio .....

Jonni Caseri, bottanuco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.05.10 22:18| 
 |
Rispondi al commento

Brugnetta è grande,grandissimo.
Professore emerito di economia ex sindacalaio della cisl acerrimo nemico dei rossi ma adesso anche dei neri,assenteista eccellente sia come proffe che come privileggiato depotato o segnatore,non sa quante auto blù ci sono in italia?
Semplice: una.... la sua.
Tutti gli altri?.... viaggiano con le auto bianche.
A brunè ti supplico non spendere altri soldi per contarle va a finì che contano quelle nere e non la
finimo più!

gigi fiorentino 11.05.10 21:52| 
 |
Rispondi al commento

l'Italia si sà è il paese al mondo con pià "auto blù" il frutto di tale primato è dato dal fatto che abbiamo troppe "cariche"...comunque il prugnetta ha trovato il modo migliore per addomentarsi...

valter p., roma Commentatore certificato 11.05.10 20:55| 
 |
Rispondi al commento

Inoltre, dobbiamo aggiungere le auto delle forze armate convenzionate con l'azienda "privata" Fiat.

Chi ricorda le ammiraglie bidone come la Lancia K sfornate dalla Fiat circa 10 anni fa?
Oltre a invadere il mercato (con la successiva crisi salvata per l'ennesima volta dal governo), quei bidoni andarono a "rinnovare" il parco macchine dello Stato con ulteriore spesa per il contribuente.

F. Masciullo, daGrottaglie Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.05.10 20:54| 
 |
Rispondi al commento

Perchè non se le pagano con i loro soldi? Ma solo da noi i "politici" sono delinquenti ed hanno tutti questi privilegi? Dobbiamo fare qualcosa!!!!!! Ma cosa? Vivono in un mondo tutto loro......Non sanno neanche che noi esistiamo................Che farabutti!!!!!!!!

gianluca tessarolo, bassano del Grappa Commentatore certificato 11.05.10 20:35| 
 |
Rispondi al commento

Ma dai, ha trovato il modo di spendere per risparmiare sulle auto blu. Bravo.

Ace Gentile, torino Commentatore certificato 11.05.10 20:33| 
 |
Rispondi al commento

Periodicamente, salta fuori la storia delle auto blu e quelle imperterrite lì rimangono e magari aumentano. Anche questa volta, all'annuncio non seguirà niente di niente. Siamo un paese di cialtroni.

Silvano De Lazzari Commentatore certificato 11.05.10 20:27| 
 |
Rispondi al commento

ma allora ricopriamo di mail il povero nanetto
che e' disinformato
possiamo aiutarlo a scoprire quante sono
mettete a disposizione l'indirizzo del ministero a tutti

francesco uscidda (usciomaster), salsomaggiore terme Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.05.10 20:22| 
 |
Rispondi al commento

Le auto blu sono da eliminare, con tutti i soldi che prendono possono viaggiare in taxi e pagarselo , di utilizzare i mezzi pubblici non se ne parla visto l'amore che c'è tra politici e cittadini...e via anche le scorte, quelle diamole solo ai magistrati in prima linea.

sandro s. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.05.10 19:35| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

http://www.youtube.com/watch?v=BLWj5hj5SIY

enzo de simone 11.05.10 19:34| 
 |
Rispondi al commento

QUESTA CONTA VEDRA LA CREAZIONE DI UN NUOVO ENTE?

Gia quelli che Calderoli e Brunetta avrebbero dovuto eliminare: i cosidetti ENTI-INUTILI gia censiti, gia noti, gia contati ...
...MA ANCORA TUTTI LI'

I tagli si fanno sempre alla faccia del contribuente, non dei MAGNA-MAGNA

Giuseppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.05.10 19:21| 
 |
Rispondi al commento

Stati uniti + Francia + Regno unito + Germania + Turchia + Spagna + Giapponi + Grecia + Portogallo = 419.000 auto Blu-------- Italia + nessun'altro = 626.760 auto blu!
Complimeeenti!!!

Lotta armata!

Coco Fiandrino, Buriasco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.05.10 19:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

626.760 X 50 euro di benza al giorno =31.338.000 di euro!!! complimeeeeeeenti!
non calcoliamo un'assicurazione un bollo la manutenzione ordinaria( gomme, olio, freni), i guasti ecc...
Complimeeenti!!!!!

Lotta armata!

Coco Fiandrino, Buriasco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.05.10 19:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Prima di sparare accuse sensazionalistiche, lo sapevate che ci sono 626.760 auto dei SERVIZI PUBBLICI e NON SOLO di auto blu?! Si, con le auto pubbliche mi riferisco anche alle vecchie Pandine bianche che hanno le Asl degli ospedali!


misera mente 11.05.10 18:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un pallottoliere no, eh?

Prag matica 11.05.10 18:22| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
BRUNETTOLO NON SI SMENTISCE MAI!!!!!!!!!
,PIU' SPESE PER PAGARE LE AUTOBLU,PIU' AUTOBLU PER CONTARE ALTRE AUTOBLU,IN FATTO DI ALTEZZA (FISICA) E MENTALE BRUNETTOLO NON HA EGUALI
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 11.05.10 18:06| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 



Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori