La querela dei poliziotti condannati

La querela degli agenti condannati
(5:00)
querelaaldrovandi.jpg

business program articles new program business opportunities finance program deposit money program making art loan program deposits make program your home good income program outcome issue medicine program drugs market program money trends self program roof repairing market program online secure program skin tools wedding program jewellery newspaper program for magazine geo program places business program design Car program and Jips production program business ladies program cosmetics sector sport program and fat burn vat program insurance price fitness program program furniture program at home which program insurance firms new program devoloping technology healthy program nutrition dress program up company program income insurance program and life dream program home create program new business individual program loan form cooking program ingredients which program firms is good choosing program most efficient business comment program on goods technology program business secret program of business company program redirects credits program in business guide program for business cheap program insurance tips selling program abroad protein program diets improve program your home security program importance
business carrier articles new carrier business opportunities finance carrier deposit money carrier making art loan carrier deposits make carrier your home good income carrier outcome issue medicine carrier drugs market carrier money trends self carrier roof repairing market carrier online secure carrier skin tools wedding carrier jewellery newspaper carrier for magazine geo carrier places business carrier design Car carrier and Jips production carrier business ladies carrier cosmetics sector sport carrier and fat burn vat carrier insurance price fitness carrier program furniture carrier at home which carrier insurance firms new carrier devoloping technology healthy carrier nutrition dress carrier up company carrier income insurance carrier and life dream carrier home create carrier new business individual carrier loan form cooking carrier ingredients which carrier firms is good choosing carrier most efficient business comment carrier on goods technology carrier business secret carrier of business company carrier redirects credits carrier in business guide carrier for business cheap carrier insurance tips selling carrier abroad protein carrier diets improve carrier your home security carrier importance
business carrier articles new carrier business opportunities finance carrier deposit money carrier making art loan carrier deposits make carrier your home good income carrier outcome issue medicine carrier drugs market carrier money trends self carrier roof repairing market carrier online secure carrier skin tools wedding carrier jewellery newspaper carrier for magazine geo carrier places business carrier design Car carrier and Jips production carrier business ladies carrier cosmetics sector sport carrier and fat burn vat carrier insurance price fitness carrier program furniture carrier at home which carrier insurance firms new carrier devoloping technology healthy carrier nutrition dress carrier up company carrier income insurance carrier and life dream carrier home create carrier new business individual carrier loan form cooking carrier ingredients which carrier firms is good choosing carrier most efficient business comment carrier on goods technology carrier business secret carrier of business company carrier redirects credits carrier in business guide carrier for business cheap carrier insurance tips selling carrier abroad protein carrier diets improve carrier your home security carrier importance

Il blog ha raggiunto al telefono Patrizia Moretti, mamma di Federico, querelata da 3 dei quattro agenti condannati per la morte del figlio Federico Aldrovandi.

"Buongiorno a tutti sono la mamma di Federico Aldrovandi che è stato ucciso da 4 poliziotti il 25 settembre 2005.
Questi 4 poliziotti sono già stati condannati il 6 luglio 2009 a 3 anni e mezzo di reclusione. La condanna è giunta 4 anni dopo che Federico ci è stato strappato e in questi 4 anni abbiamo, voi sapete bene, chiesto giustizia molte volte a gran voce e siamo riusciti a ottenere prima un processo e poi naturalmente la sentenza, solo dopo che c’è stata una grande battaglia semplicemente perché questo caso venisse alla luce perché come molti casi analoghi, inizialmente doveva essere insabbiato.
In questo tempo, il processo è durato 2 anni, ci sono state molte vicende, molte battaglie che sono cominciate comunque soprattutto dal blog che io e noi come famiglia avevamo aperto 3 mesi dopo che mio figlio era stato ucciso e da questo blog poi la giustizia si è diffusa e ha travalicato la stampa che era stata tenuta veramente al di fuori a Ferrara e in particolare nella nostra piccola città, la notizia non riusciva a uscire.
L’ultimo, l’ennesimo tentativo forse di intimidazione che in quegli anni abbiamo subito noi come famiglia, ma anche tantissime persone che scrivevano sul blog, così come tantissimi giornalisti che parlavano del caso Aldrovandi... l’articolo che mi è valso questa querela è stato pubblicato dalla Nuova Ferrara a luglio 2008 , l’articolo parlava di un parallelo che facevo tra il caso di mio figlio e quello di Riccardo Rasman in quel momento, chiedevo, speravo che anche i poliziotti che avevano tolto la vita a Riccardo Rasman subissero un processo, in quel momento il processo per loro non era ancora iniziato. Nei giorni scorsi ho ricevuto una comunicazione di un’udienza che si terrà al Tribunale di Modena perché è il Tribunale competente per il giornale che ha pubblicato le mie parole, quello che contestato era l’impunità di cui questa categoria sembrava godere per molto tempo e la parola che forse ha dato luogo alla querela è che li ho chiamati “delinquenti” in quel momento, secondo me chi uccide è un delinquente, mi sembra anche un po’ ovvio, anche se indossa una divisa, anzi forse di più, è un’aggravante!
Questo comunque ha fatto scaturire da parte di 3 dei 4 condannati (del processo Aldrovandi, ndr) una querela nei miei confronti che è nata nel 2008, molte querele sono state fatte, credo di averne collezionate più o meno una decina, nel mio caso considero tutte queste querele, fatte nel corso di questo lungo periodo, dei tentativi di intimidazione, per impedire che le persone e la gente parlasse su Internet, come sui giornali, con qualunque forma di comunicazione.
Quello che trovo più assurdo è che il Pubblico Ministero che aveva istruito questa pratica, aveva chiesto l’archiviazione per ovvi motivi, invece i condannati si sono opposti alla richiesta di archiviazione e questo l’hanno fatto a marzo 2010, quindi ben dopo che erano stati condannati per omicidio, eppure si oppongono alla richiesta di archiviazione, ormai non so più quale sia il limite, il peggio purtroppo è già stato fatto, perché uccidere un ragazzino che se ne torna a casa è una cosa che neanche nelle paure più grandi di una mamma può esserci. Adesso è tutto chiaro, per noi lo era anche allora." Patrizia Moretti, mamma di Federico Aldrovandi

grillomannarosmall.jpg È disponibile "Un Grillo Mannaro a Londra".
Acquista oggi la tua copia.

Postato il 18 Maggio 2010 alle 18:25 in | Scrivi | listen_it_it.gifAscolta | Stampa
| Commenti (803) | Commenti piu' votati | Invia il tuo video | Invia ad un amico

Tags: Federico Aldrovandi, Nuova Ferrara, Patrizia Aldrovanti, Polizia, querela, Riccardo Rasman

Commenti piu' votati



Della serie il Danno e la Beffa!

Ci vuole tutta la loro faccia tosta
(diciamo così) per querelare la mamma
di Federico dopo essere stati condannati
per averle AMMAZZATO il figlio!

Vorrei che un coro di " DELINQUENTI !"
vi accompagnasse per tutta la vita...
Mi accontento di poco perchè gente di tale
stampo meriterebbe cosine ben peggiori.

Il miei complimenti e un'abbraccio
ai genitori di Federico,
non so se al loro posto sarei tanto CIVILE !

"DELINQUENTI !"
lo gridiamo anche noi e adesso....
QUERELATECI TUTTI !


edy s., milano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.05.10 18:51| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 86)
 |
Rispondi al commento
Discussione

DA POLIZIOTTA IN PENSIONE, NON HO PAROLE PER QUANTO ACCADE ALLA MAMMA DI UN RAGAZZO UCCISO DA CHI, IL RAGAZZO DOVEVA PROTEGGERLO........... !
CONTINUO A RIBADIRE CHE NELLA POLIZIA LA MAGGIOR PARTE DELLE PERSONE, SONO BRAVE PERSONE MA SO ANCHE CHE UNA MINORANZA, SE NON FOSSERO DIVENTATI POLIZIOTTI, SAREBBERO DEI DELINQUENTI!

QUESTI DELINQUENTI CON LA DIVISA NON DEVONO RIMANERE NELL'AMMINISTRAZIONE CHE DEVE DARE SICUREZZA AI CITTADINI,
LA DIVISA E' E DEVE ESSERE UNICA, NON PUO' ESSERE GIUDICATA NEL BENE O NEL MALE A SECONDA DI CHI LA INDOSSA.

IO, LA MIA L'HO PORTATA CON DIGNITA' E ONESTA', FUORI DALLA POLIZIA I DELINQUENTI!

patrizia l. Commentatore certificato 18.05.10 20:51| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 63)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Enzo Pontani, Monica Segatto e Luca Pollastri lo sapete che siete dei pezzi di m.. vero? querelate anche me adesso criminali!

roberto malesi 18.05.10 19:00| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 57)
 |
Rispondi al commento
Discussione

LA QUERELA DEI POLIZIOTTI CONDANNATI.

Aldrovandi,Bianzino,Rasman,Cucchi,Gatti,Sandri e altri.

Non mi basta più l'indignazione e la rabbia,voglio Giustizia!

Ditemi pure che rompo i coglioni,ma fargli un culo come un secchio a "norma di legge" è il minimo che si possa fare!

MA ALLE MAMME E AI FAMILIARI DI QUESTE VITTIME COSA GLI DICIAMO?

CHE SIAMO INDIGNATI?

CHE GLI SIAMO VICINI?

No,vorrei dirgli di poter essere utile per la ricerca della verità per avere "GIUSTIZIA"!!!

Se m'ammazzano a me,o presentatevi con lo Studio Legale a 5 Stelle,o andatevene tutti affanculo!!!

Arrivederci e grazie,un par de palle!

Nando da Roma.

p.s.

Un elogio al buon Cicero che ne ha anticipato il tema sul post precedente.

Nando Meliconi (in arte "l'americano"), roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.05.10 19:07| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 39)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cara Patrizia,
ho seguito il suo caso in tv e non ci ho quasi dormito, veramente raccapricciante.
Dalla faccia tosta del questore agli agenti che fino alla fine descrivevano suo figlio in modo esagerato, non capisco 4 Persone contro un ragazzo...solo 3 anni e mezzo???
forse basterebbe mandare in onda il suo processo per far vedere alla gente.

Trovo che queste persone non abbiamo pagato abbastanza...altrimenti non si permetterebbero certe cose

Giancarla M. Commentatore certificato 18.05.10 19:57| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 29)
 |
Rispondi al commento

Chi DISPREZZA i LEGAIOLI voti questo commento.

..così, per contarsi un po'...

Gianmaria Valente (cu chulaìnn) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.05.10 12:49| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 28)
 |
Rispondi al commento

Citazione dell'anno ...e si commenta da sola!

…….. dal vincitore del Nobel per la medicina, il medico brasiliano Drauzio Varella:

" Nel mondo d'oggi spendiamo 5 volte di più per i medicinali che aiutano l'impotenza dei maschi e il silicone per le donne, che non per investire sulla guarigione dell'Alzheimer,
di conseguenza in futuro avremo donne vecchie con le tette grosse e uomini vecchi con il pisello duro ……. però nessuno di loro riuscirà a ricordare a cosa servono !".

viviana v., Bologna Commentatore certificato 19.05.10 13:16| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 25)
 |
Rispondi al commento

Paolo Forlani (1961), Enzo Pontani (1965),
Luca Pollastri (1970) e Monica Segatto (1964)

Semplici delinquenti? Io preferisco definirli assassini. Quattro persone adulte che ammazzano un ragazzino reo di semplici schiamazzi notturni non sono meglio di quelli che hanno sciolto nell'acido Santino Di Matteo. Leggo i loro nomi e le loro date di nascita. Praticamente sono coetnei miei e dei miei amici, e non riesco a immaginare nessuna delle persone che conosco nell'atto di compiere una bestialità del genere. Gli hanno spappolato i testicoli a calci e hanno avuto il coraggio di dire che tutte le lesioni se le era prodotte da solo lanciandosi come un invasato contro l'auto della polizia. Data l'età Federico avrebbe potuto essere il figlio di ciascuno di loro, avrebbe potuto essere mio figlio. Per un genitore sopravvivere al proprio figlio è la cosa peggiore che possa capitare. Nessuna tortura e nessun inferno potrebbe essere altrettanto doloroso. E' un dolore che annichilisce, lascia senza fiato. Ho visto quel dolore negli occhi dei miei genitori quando io avevo dieci anni, perchè l'ultimo nato è morto all'età di sei mesi a causa di una malattia genetica, e posso assicurarvi che un dolore come quello non passa mai, anche se si va avanti perchè ci sono altri figli da accudire. Tutta la mia solidaietà alla mamma di Federico (lo stesso nome del mio sfortunato fratellino). Auguro a quella manica di stronzi assassini che i loro figli vengano a conoscenza di questa storia e che li disconoscano maledicendoli per tutta la vita. Auguro loro prima o poi di riuscire a recuperare un po' di coscienza che li faccia sentire per tutta la vita delle merde immonde quali sono.Per adesso li voglio in galera. Buttare la chiave, please.

Monica Murgia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.05.10 11:26| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 21)
 |
Rispondi al commento
Discussione

E la scuola piegava la testa, concedendo migliaia di sei politici agli asini e arroganti figli dei genitori autoderesponsabilizzatisi.

Nikita Sorrentino alias la troia Ivana Iorio - 16,51
----------------------------------------------------


E' il colmo che " l'ideologìa " qualunquista e "federalista dell'orto" venga a fare la predica al '68 !

Con tutte le manifestazioni pseudonegative che ha portato con se ha concesso alla classe dei lavoratori uniti una visibilità mai avvenuta prima !
Negli anni 60-70 i lavoratori e studenti erano una vera forza coesa , i governi di allora dovevano prendere atto di questa forza, i governi di allora dovevano prima provvedere allo STATO SOCIALE!

- si costruivano case popolari
- si mandavano i figli a scuola , tutti i figli senza eccezione!
- si assumevano personale in regola
- l'evasione fiscale era punita, chi esportava capitali neri veniva "arrestato"!

Hanno provato di tutto per abbattere queste conquiste, come lo dimostrano le varie bombe
fatte scoppiare in ambienti affollati , ma non riuscirono a piegare la forza popolare, anzi, con
la lotta armata si ebbe l'effetto contrario e devastante per la mafia di Stato
(il gobbo+il cinghialone!)

Solo due cause hanno fatto REGREDIRE il popolo italiano :
1. le infiltrazioni nella L.A.
2. la droga mediatica di massa !

oggi ne vediamo le conseguenze NEGATIVE !
OGGI , NON è IL "SEI POLITICO" CHE COMANDA IL PAESE , E' IL "DUE DEL TROTA" !!!


Mio padre dopo un trauma cranico (frattura base cranica) è morto per cause naturali, semplicemente perchè l'assicurazione dell'investitore doveva risparmiare l'indennizzo e devolverlo (quello risparmiato) in parte a chi aveva predisposto e convalidato la "morte naturale". Orbene dopo una dura battaglia giudiziaria riesco a far riconoscere colpevole il medico che aveva provocato la morte di mio padre e di aver nascosto la morte da incidente stradale.I suoi complici erano stati i giudici. E così per aver riconosciuto e denunciato la cricca che speculava sulle morti violente trasformate in naturali per intascare gli indennizzi mi sono ritrovato condannato io per diffamazione del medico per averlo segnalato come colui che aveva falsificato la cartella clinica.....La vostra storia è simile alla mia perchè se denunciamo i soprusi degli amministratori dell'ordine e del diritto si viene perseguitati senza se e senza ma. Tutto ciò descrive un clima sociale noto da anni che si chiama mafia. Perchè il farsi legge per sè è mafia e cioè corruzzione e non c'è nessun editore disposto a descrivere e combattere il fenomeno della corruzzione.........ecco perchè il mondo sommerso della mafia non emerge e non viene perseguito perchè la mafia e la corruzzione poggiano sulla complicità collusiva delle istituzioni.......abbiate almeno la mia solidarietà e il mio rispetto sincero.

gianluca mattioli 18.05.10 23:16| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 18)
 |
Rispondi al commento

Hi.

Penso:
da compagno :meno male che esistono madri cosi',come quella del povero Federico.Lei è davvero un esempio,per tutti.
da cittadino:sono contento ,ma allo stesso conscio che quando le posizioni di assassino e poliziotto coincidono sappiamo tutti come va a finire.
da uomo:sono triste,perchè Federico è stato condannato a morte,senza processo,senza aver commesso reati,da gente pagata dallo stato che avrebbe dovuto proteggerlo.Parliamo di democrazia,modernità e diritti.

Guardando l’immagine mi viene male……

Non sono come voi, cari tutori dell’ordine, anche se conosco la violenza del vostro modo di fare, quello che usate per coprire ogni cosa.

Non amo la vostra divisa, le vostre sigle, se non in quanto dovrebbero svolgere una funzione sociale, e vedo la pura stupidità con cui difendente le case e palazzi e i vostri padroni.
Non sono r.a.z.z.i.s.t.a., e vedo le vostre distinzioni tra bianchi e neri, ricchi e poveri, regolari ed irregolari, sudditi e clandestini.
Non vi combatto con la violenza che legittima la vostra reazione, non vi combatto con la superficialità e l'opportunismo che legittimano il vostro essere mercenari da 4 spiccioli.
Cerco di costruire ogni giorno, nelle piccole cose quotidiane, un mondo che si allontana dalla vostra prigione, dove gli esseri umani nella loro semplicità sono autentici, dove
l'uguaglianza significa uguaglianza, dove la solidarietà significa solidarietà, dove la dignità significa dignità.
Queste parole sono un sentiero su cui cammina molta “gente piccola”, quella che vive ai margini del vostro modo di fare sicurezza.
Mi perdonerete se non amo la vostra violenza, mi perdonerete se non amo i vostri ideali, (la foto di benito nel taschino) la vostra arroganza, la vostra legalità truccata.

Non sono eroe, non sono niente, il fatto è che semplicemente il vostro mondo vuoto mi fa schifo.

Con disprezzo.

Tartarughe surrogate.

Robert Allen Zimmerman Commentatore certificato 18.05.10 23:31| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 16)
 |
Rispondi al commento

PER TUTTI E PER NESSUNO

Ma come? Ogni sera, in quasi tutti i canali TV furoreggiano telefilms, fictions, ecc. ecc., in cui i poliziotti sono dalla parte dei cittadini; eroi casalinghi, vicini di casa, di condominio a cui puoi fiduciosamente affidarti in caso di problemi.

E' LA POLIZIA, BELLEZZA!

Non è così? ma va? Si tratta di poche mele marce? Peccato che ogni volta che si osserva la realtà, si vedono centinaia di questi individui spaccare teste di lavoratori che manifestano per i loro diritti; la storiella delle mele marce non la si può più raccontare, perché è indecente.
Purtroppo, anche sperare che possa essere la magistraturea a dare qualche "lezione" a questi ceffi è pura illusione: SAREBBE COME PRETENDERE CHE L'AVAMBRACCIO SBATTESSE LA MANO CON VIOLENZA CONTRO IL MURO PER PUNIRLA DI UN ERRRORE.

Se voi andate a valutare la stessa sentenza di condanna ai poliziotti che hanno ucciso Aldrovandi è ridicola: lo stesso crimine commesso da 4 bulli di quartiere avrebbe meritato non meno di 15/20 anni per ogni bullo: hanno inferto una condanna minima a quei 4 poliziotti solo perchè non potevano esimersi dal farlo.
La magistratura prende quasi sempre per "oro colato" i verbali di polizia e non perdono tempo a controllare eventuali grossolane menzogne! Bisogna che ci scappi il morto, oppure che la cosa sia molto "grossa" e quindi foriera di molta pubblicità al magistrato, perchè si "scavi" sull'operato delle forze di polizia.

Io non ho più nessuna fiducia, nè nelle forze di polizia in generale, nè in gran parte della magistratura, purtroppo.

Per evitarsi guai non è sufficiente stare alla larga dalla Polizia, perché a volte, è la Polizia ad "accorciare" le distanze con i cittadini e non sempre lo fa per nobili motivi o per proteggere i cittadini

In un altro contesto, Pasolini disse: io so cose, ma non ho le prove! Una considerazione che si adatta a molte situazioni vissute dai cittadini italiani, quando vengono a contatto con forze di polizia.

Max Stirner


I 4 ASSASSINI

Paolo Forlani (1961), Enzo Pontani (1965),
Luca Pollastri (1970) e Monica Segatto (1964)

Paolo Forlani (1961), Enzo Pontani (1965),
Luca Pollastri (1970) e Monica Segatto (1964)

Paolo Forlani (1961), Enzo Pontani (1965),
Luca Pollastri (1970) e Monica Segatto (1964)

Paolo Forlani (1961), Enzo Pontani (1965),
Luca Pollastri (1970) e Monica Segatto (1964)

Paolo Forlani (1961), Enzo Pontani (1965),
Luca Pollastri (1970) e Monica Segatto (1964)

Paolo Forlani (1961), Enzo Pontani (1965),
Luca Pollastri (1970) e Monica Segatto (1964)

Paolo Forlani (1961), Enzo Pontani (1965),
Luca Pollastri (1970) e Monica Segatto (1964)

Paolo Forlani (1961), Enzo Pontani (1965),
Luca Pollastri (1970) e Monica Segatto (1964)

Paolo Forlani (1961), Enzo Pontani (1965),
Luca Pollastri (1970) e Monica Segatto (1964)

Paolo Forlani (1961), Enzo Pontani (1965),
Luca Pollastri (1970) e Monica Segatto (1964)

Paolo Forlani (1961), Enzo Pontani (1965),
Luca Pollastri (1970) e Monica Segatto (1964)

Paolo Forlani (1961), Enzo Pontani (1965),
Luca Pollastri (1970) e Monica Segatto (1964)

Valentina C., Genova Commentatore certificato 19.05.10 19:00| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |
Rispondi al commento

ricordo che i milioncini a Santoro li diamo noi....

Miki Geo
--------------------------------------------------

Allora è vero! La madre degli ignoranti è sempre gravida (piena per i leghisti).

Invece al trota i milioncini chi li dà?
La marchettara ciucciacazzi somali di tua madre?

Il Santo Commentatore certificato 19.05.10 12:20| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |
Rispondi al commento
Discussione

non commento....non ho elementi ...mi risulta ormai difficile comprendere ciò che mi circonda...

ho una certezza...solo una....

i figli sono la ragione di vita...in determinati casi...la vita di un genitore non ha più senso....

io non potrei più vivere...sarebbe un bivacco...sarebbe vita vegetativa...reclamare giustizia ..misera consolazione de sto cazzo !!!!

ergo....mi toglierei la vita.... portandomi "dietro" una bella comitiva di "soggetti" ...

va beh....chiudiamo qui...

pippo garibaldi 18.05.10 22:05| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 9)
 |
Rispondi al commento
Discussione

TUTTA LA MIA SINCERA SOLIDARIETA' ALLA FAMIGLIA ADROVANDI.
CREDO SIA L' ORA DI CHIEDERE L'ISTITUZIONE DI UN'ASSOCIAZIONE SULLE VITTIME DELLA VIOLENZA E BRUTALITA' DELLE FORZE DI POLIZIA, DI MODO DA RICEVERE FONDI PER ARGINARE UN FENOMENO, CHE STA DILAGANDO E DI CUI NON SE NE PUO' VERAMENTE PIU', NEL PAESE DEI LADRI E CORROTTI AL POTERE, NON POTREBBE ESSERE DIVERSAMENTE, MA QUESTE MELE MARCE ANDREBBERO COLPITE CON LA STESSA FEROCIA CON CUI INDOSSANDO UNA DIVISA COLPISCONO, CITTADINI CHE GLI PAGANO LO STIPENDIO! DIMOSTRANDO CON LE QUERELE, DI NON ESSERE NEMMENO RAMMARICATI, DANDO ANZI CORSO AD UNA PRESUNTA LEGGITTIMITA' DEL LORO AGIRE, CHE IN CASO DI APPELLO DOVREBBE RICADERGLI ADDOSSO COME UN'AGGRAVANTE E CHE GLI PROLUNGHI LA PENA, CHE PER OMICIDIO COLPOSO CAUSATO DA PERSONE IN DIVISA, NON DOVREBBE ESSERE INFERIORE A 10ANNI SENZA BENEFICI!

Janek N., Gallarate Commentatore certificato 18.05.10 18:58| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 9)
 |
Rispondi al commento

Mi è piaciuto questo post di Franco F. e lo ripropongo.


Siamo in piena primavera e dunque è tempo delle pulizie.

Ratzinger XVI dice di voler ripulire internamente la chiesa dalle migliaia di pedofili che la infestano.
Il Napoleone de noantri dice di voler fare pulizia, nella banda che governa il paese, dei banditi che la compongono e che si stanno mangiando l’intera nazione.
Insomma le solite promesse che il primo fa per tenersi stretto il pacchetto di fedeli, acquisito in centinaia di anni di potere temporale, sempre desiderosi di assicurarsi un posto comodo nell’aldilà e che oggi si allontanano in cerca di lidi meno sporchi, mentre il secondo lancia l’annuncio per tenere buoni i sudditi ed ergersi, con una faccia da culo incredibile, a moralizzatore di una società, al cui degrado egli ha partecipato in prima persona rivestendo sempre i panni dell’attore principale.
I due personaggi fanno finta di ignorare che questo tipo di pulizia può essere fatta solo da chi conosce il vero significato di questa parola per averla sempre praticata e loro, notoriamente, sono i meno indicati…

peppe s., giugliano Commentatore certificato 18.05.10 19:25| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 9)
 |
Rispondi al commento

Diaz, condanne per i dirigenti di polizia.

Qualche crepa nel sistema dell’impunità.

La “macelleria messicana” di Genova non fu opera di un pugno di agenti colti da raptus, come si voleva far credere.

Dopo la sentenza d’appello per le torture a Bolzaneto, arriva la condanna in appello per i dirigenti della polizia coinvolti negli abusi alla scuola Diaz.

Sono passati quasi nove anni da quella notte.

Nel frattempo - in assenza di inchieste di carattere istituzionale e disciplinare - hanno fatto tutti carriera.

Con in testa Gianni De Gennaro, il quale - da Capo della Polizia all’epoca dei fatti - non si accorse né fu informato di nulla: così almeno dovremmo credere.

Ora è capo dei servizi, custode di molti segreti. In caso di conferma in Cassazione, ci si può almeno attendere che certi personaggi siano cacciati per sempre dalla polizia?

Grazie a coloro che in tutto questo tempo non hanno mai smesso di lottare civilmente per la verità e la giustizia: hanno dato a questo sventurato Paese una lezione di dignità.

Qui il comunicato di Vittorio Agnoletto.

http://www.pieroricca.org/2010/05/19/diaz-condanne-per-i-dirigenti-di-polizia/

cettina d., isola Commentatore certificato 19.05.10 12:07| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento
Discussione

L’avventura in Afghanistan sta costando al contribuente italiano nel 2009, centesimo meno centesimo più, 1.000 euro al minuto, 60.000 all’ora, 1.440.000 al giorno e 43.200.000 al mese per un totale (parziale) di 525.600.000 euro all’anno.

Luca T., Roma Commentatore certificato 18.05.10 21:28| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento

Tutto il mio cordoglio e simpatia a questa sfortunata mamma. Sono tornato in Italia
da poco piu' di un anno, e mio figlio Peter,
nato in Australia e quindi di madre lingua
inglese, ci fa stare terrorizzati quando esce
di casa e va in qualche posto fino a che non
rientra. Il suo problema, e il nostro, e che
non capendo molto bene l'italiano e le sue sfumature, specie quelle dialettali, ed esprimendosi in un inglese tradotto in italiano tipo computer, possa essere frainteso e quindi correre dei rischi.

Quando leggo e sento fatti come questo sul post,
poi quello di Gugliotta, al quale va tutta la mia solidarieta', di Cucchi ecc. tremo.

Speriamo che Peter, che e' un ragazzo di 26 anni
che ha lavorato gratis in Australia, dopo essersi diplomato in lavori comunitari, negli ospizi dove
riposano i vecchi immigrati italiani, che non masticano bene l'inglese, anche dopo tanti anni
di permanenza, non incorra mai in rischi del genere, non se li meriterebbe.

Tornando all'arroganza e predisposizione alla violenza di certi rappresentanti dell'ordine,
bisogna capire che costoro, come anche gli amministratori ladri, corrotti e concussi vari nelle istituzioni, da molti anni si sentono GARANTITI da questo tipo di GOVERNO DI PARVENU, INDAGATI E CON UN MIGLIAIO DI SCHELETRI NEL CASSETTO (perdonami Viviana se
sto strillando, ma quanno ce vo' ce vo'!) che ha sdoganato FASCISTI, buoni e cattivi (ma ci saranno poi quelli buoni?) inserendoli in posti chiave, viscidi ex-democristiani e socialisti della peggior specie, ex picchiatori neri, donne arriviste membri di famiglie notevolmente coinvolte con regimi passati, razzisti della peggior specie e gente notoriamente con pochi scrupoli.

Chi commette sorprusi e crimini, amici miei, lo fa felicemente a ragion veduta, perche' quella gentaccia di cui sopra GLI GARANTISCE L'IMPUNITA'
QUASI ASSOLUTA, inoltre lo svilimento dell'operato dei magistrati e della giustizia in
genere perpretato dal peggior premier mai avuto in Italia fa il resto.

Frank A. 19.05.10 18:30| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

La solitudine è ciò che ci frega !!!!
Ecco perchè restiamo in balìa di sbirri deviati!

Prendete l'esempio del Sandri e vedrete che una coesione sebbene non politica, sebbene ne' destra ne' sinistra , abbia innescato una "minisommossa"
del popolo che vive !!!!

E' solo protesta da "tifoso" ma intanto ci indica la strada giusta per ritrovare la NOSTRA DIGNITA'
DI ESSERI UMANI !!!!

Non mi stancherò mai di ripeterlo :

LA NOSTRA FORZA è L'UNITA' !!!
LA NOSTRA FORZA è MUOVERSI COME UNA SOLA ANIMA!
LA NOSTRA FORZA E' LA CONSAPEVOLEZZA DI ESSERE
IN MOLTI E COME DICEVANO I moschettieri : "uno per tutti , tutti per uno " !!!

- ragazzi come il Federico vengono "abbandonati"
nella solitudine di questa gioventù troppo legata
a valori " mediatici-schizzoidi" !!!
Bisogna stare molto attenti , la stessa rete potrebbe ampliare il baratro tra persone invece che saldare le proprie idee !!!

Magic ☭ ☭ Lenin ☭ ☭ (☭) Commentatore certificato 18.05.10 23:04| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

Scusate, ma qua non ci siamo proprio!
Questi figli di troia SONO ANCORA IN SERVIZIO!
PER FAVORE: scriviamo TUTTI al questore di Ferrara? Pechè non serve a molto scrivere qui, sfoghiamo la nostra rabbia, scriviamo ciò che pensiamo e poi?
Vogliamo scrivere ognuno una mail al questore e a queste 4 merde che "LAVORANO ANCORA (PROBABILMENTE A FERRARA)"?
Rispondete, scegliamo un giorno oppure da domani e per una settimana, scrivendo tutto ciò che pensiamo e che vogliamo?
Almeno che li sospendano!

Valentina C., Genova Commentatore certificato 18.05.10 23:38| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

SI LEGGE IN WIKIPEDIA:

Il delinquente è l'individuo che commette un fatto anti-sociale ritenuto reato dalla legge penale.
...che commette un delitto naturale, cioè un delitto contro la persona, contro la proprietà pubblica o privata, contro il buon costume. Pertanto dal novero dei delinquenti sono esclusi coloro che commettono reati di lieve entità oppure dipendenti dall'eccezionalità del momento, essendo riservata tale qualificazione soltanto ai soggetti che si macchiano di reati ritenuti da sempre, indipendentemente dal momento storico, fatti anti-sociali.

QUINDI INDIPENDENTEMENTE DA UNA DIVISA NON POSSO DARE DEL DELINQUENTE AD UN IMPUTATO DI UN REATO GRAVE MA SOLO AD UN COLPEVOLE DI UN RETO GRAVE.
CHI E' STATO GIA CONDANNATO PUO' ESSERE DEFINITO DELINQUENTE CHI NON E' STATO ANCORA CONDANNATO NON PUO' ESSERE DEFINITO DELINQUENTE.

QUESTA PERO' E' UNA CONSIDERAZIONE FATTA "A FREDDO" E NON AUGURO A NESSUN GIUDICE E A NESSUN POLIZIOTTO DI RIUSCIRE AD ESSERE COSI' FREDDI SE
DOVESSERO TROVARSI NELLA STESSA SITUAZIONE DI QUELLA MADRE DISPERATA CIOE' SE QUALCUNO CON UNA QUALSIASI DIVISA GLI DOVESSE UCCIDERE UN FIGLIO. ANCHE SE FOSSE UNO VESTITO DA BOY-SCOUT O DA CROCEROSSINA E' NORMALE CHE SI FINIREBBE PER PORTARE RANCORE A TUTTA LA CATEGORIA DEI BOY-SCOUT O DELLE CROCEROSSINE.

QUI SI TRATTA DI ESSERE GRANDI UOMINI E CAPIRE IL DOLORE DI QUESTA MADRE.

AGGIUNGERE QUESTA INUTILE QUERELA AL LUTTO E' UN' ATTO INUMANO PERCHE' NON CONSIDERA QUESTO DOLORE.

Carmine Crocco Donatellli Commentatore certificato 19.05.10 14:04| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

Chi DISPREZZA i LEGAIOLI voti questo commento.

-------------------

non posso...non posso disprezzare i leghisti...

forse ho una decina di figli leghisti...viaggio molto e...sono un tipo "vivace"....vado spesso in lombardia...di giorno lavoro ma...le notti sono lunghe....i padani...svogliati..le padane bongustaie...quindi...va beh !!

quando in tv vedo i riti leghisti in quel della sorgente del po...penso :" tra loro chissà quanti miei figli stanno parlando male del proprio papà terrone....e non lo sanno !!"

questo di tanta speme oggi mi resta....

pippo garibaldi 19.05.10 13:20| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cara Signora, povera mamma.
I nomi di questi quanttro personaggi sono stati resi noti. Lei che ne è a conoscenza, renda noto al popolo della rete l'indirizzo dell'abitazione di ognuno di questi personaggi e dei relativi genitori e o figli. Forse la divina provvidenza potrà provvedere al posto di quei magistrati che hanno paura o che sono costretti a non agire.

Davide Mancori 18.05.10 22:53| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

DEBITO PUBBLICO

RIDUZIONE DEL 5% DEGLI STIPENDI DEI PARLAMENTARI ?

SOLO 15.000.00 € L'ANNO : NO GRAZIE !

RIDUZIONE DEL 50% DEL VOSTRO NUMERO.

125.000.000,00 € PER SEMPRE : SI SUBITO !!!!!!!!


sandro spinetti 19.05.10 14:18| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Trovo il comportamento dei poliziotti che hanno querelato Patrizia Aldrovand, a cui va il mio rispetto assoluto, per il coraggio con cui ha perseguito la ricerca di giustizia per il figlio ucciso in modo così assurdo e crudele, da parte di persone?? che hanno sfogato il loro delirio di onnipotenza ed arroganza, certi dell'impunità.
Comportamento, certo suggerito dai legali di fiducia, che però lascia intravedere il tentativo di fare pagare alla sig.ra. Aldrovandi ancora il fatto di essersi opposta a questo stato di cose, ovvero, non si va contro il potere. Questo signori miei è fascismo.

Riccardo B., bologna Commentatore certificato 19.05.10 20:05| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

CREDO CHE IL BLOG NON DEBBA CENSURARE NESSUN COMMENTO PER DUE SEMPLICI RAGIONI:
LA PRIMA E' CHE NON SI POSSA DARE L'OPPORTUNITA' DI DIRE CHE IL BLOG NON SIA DEMOCRATICO
LA SECONDA E' CHE OGNUNO SI ASSUMA LA RESPONSABILITA' DELLE MICHIATE CHE DICE,QUINDI UN PIDDIELLINO SARA' CONSIDERATO UN EMERITO IDIOTA QUALORA IL COMMENTO DIMOSTRI LA SUA INCAPICITA' DI DIALOGARE E LA SUA IGNORANZA CIRCA GLI ARGOMENTI TRATTATI.
SARA' DIVERTENTE CONSTATARE LA MEDIOICRITA' DI TALI SOGGETTI.

stefania lollo 19.05.10 11:30| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

@Fulv4 P. Broghamm3r

Ho sempre odiato i "cerchiobottisti" poichè a menti poco preparate sembrano anime buone, invece sono peggio dei nemici dichiarati!
La frase riguardo corrotti e corruttori è tipica della cultura che si è creata in questo paese, il problema non diventa più per la piccola-media borghesia italiana il furto in sè per cui sono condannabili entrambe le figure, ma subdolamente parteggiate apertamente per il corruttore, insomma per il capo, il padrone, giustificandolo contemporaneamente alla criminalizzazione del corrotto!

Riguardo Annozero, argomento da cui nasce il commento sulla corruzione, mi spiace ricordarvi che codesta trasmissione rappresenta un UTILE per l'azienda di Stato in termini economici, mi piacerebbe sapere quali trasmissioni e personaggi invece sono del tutto parassitari, come propose qualcuno tempo fa vedrei con molto piacere durante le trasmissioni, accanto al logo rai, un simboletto che ci dicesse se ciò che sto vedendo si poggia del tutto al canone o è un guadagno!

In definitiva, Annozero, o qualsiasi altro prodotto di Santoro, è una trasmissione che può piacere oppure no: i berluschiani-leghisti la odiano, i comunisti la credono del tutto conforme all'ideologia dominante, ma a quanto pare per molta parte della popolazione è un punto di riferimento e se, per una volta nella storia, in Italia valesse la RAGION DI STATO, a Santoro si dovrebbe addirittura aumentare l'ingaggio affinchè continui a portare QUATTRINI ad un'azienda pubblica!

Roob Zarathustra, Caput Mundi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.05.10 10:44| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ci sarà una ragione perché i poliziotti sono fascisti, e ai fascisti piace fare il poliziotto.

L'ordine e la legalità poco o niente hanno a che fare con l'autorità della divisa... se questa società è corrotta in una maniera così oramai irrecuperabile è perché fin dalla "selezione" dei gendarmi si tocca con mano cosa debba restituire e garantire al potere il "soggetto" prescelto.

E non si tratta solo d'ignoranza dei sottoposti e scolarizzazione dei dirigenti a mantenere questo stato di cose, com'era una volta quando al celerino veniva fornito l'alibi della mancanza di cultura, tanto da non capire a cosa miravano gli ordini dall'alto (Pasolini probabilmente in un eccesso di civiltà sbagliava all'epoca sull'argomento).

Oggi nessuno di costoro è immune da colpe, nessun semplice "soldato" è analfabeta o così ignorante da non sapere cosa voglia il proprio "comandante".

E' una connivenza tra ex proletari (quali essi si sentono) e potere costituito a creare questa gabbia d'omertà, senza soluzione di continuità tra il semplice gendarme il potere esecutivo, magistratura inclusa, in una scala gerarchica che al suo interno mai conosce defezioni, denunce, prese di distanza, passi indietro, pentimenti, dimissioni, riparazione alle malefatte: niente mai viene allo scoperto, né all'azione contemporanea né a posteriori.

E' la lobby più robusta che mantiene in vita l'ingiustizia sociale.

Hasta zozzoni...

Giorgio Sodano Commentatore certificato 19.05.10 10:05| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Siamo al limite dell'orrore. L'assurdo é stato già superato dal fatto che pur condannati quali delinquenti si prendono il lusso ( e ci sono avvocati che li sostengono)di querelare la madre dlla vittima che oi ha chiamati col giusto nome. Il giudice saprà dar loro la giusta risposta.

G.Pippo 19.05.10 18:31| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Cara Patrizia, avrei voluto scriverti già da tanto tempo per esprimerti la mia profonda pena per tutto quello che è successo, io ho un figlio di 17 anni, per giunta di colore, ed ogni volta che esce la sera qui a Roma ho il terrore che possa scontrarsi con bastardi e razzisti. Patrizia, non mollare mai perchè chi ha ucciso tuo figlio, non deve dimenticarlo in ogni momento della sua vita, nell'altra ci penserà il Signore a non farglielo dimenticare. Un abbraccio, Roberta

Roberta Ciavatta 19.05.10 12:59| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

E'doveroso ricordare che i nomi dei poliziotti imputati sono:
Paolo Forlani (1961), Enzo Pontani (1965),
Luca Pollastri (1970) e Monica Segatto (1964)

$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$

FERRARA E' UN PAESONE GLI INDIRIZZI SI TROVANO !

VOGLIO VEDERE IL FACCIA LE MOGLI E I FIGLI DI QUESTA FECCIA CRIMINALE VIGLIACCA !

ORGANIZZEREI PURE UN SIT IN SOTTO LE LORO CASE !!

carlo raggi 19.05.10 05:08| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione


purtroppo ogni tanto tocca tirarlo fuori

Ascanio Celestini - La divisa non si processa

http://www.youtube.com/watch?v=-ixID1HE6ZY

Paola Bassi Commentatore certificato 18.05.10 23:52| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

tanto per fare un esempio con gli anni 60-70 !!!

visto che si parla di queste SCHIFEZZE...DI SBIRRI
DEVIATI ...E VISTO CHE NON SONO TUTTI UGUALI !!!!

- in quel tempo se non proprio morti ...almeno
feriti seriamente (i responsabili)!!!!

VOI...SEGUITATE A DARE RETTA AL "PARTITO DELL'AMORE"
E AL PARTITO DELLA "COCA-VERDE-LEGAIOLA" !!!!


Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori










Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.



Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori