Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Cadono gli alberi dell'Acquasola


acquasolaalberi.jpg
Cadono gli alberi secolari al centro delle città, così come una volta le foglie. Al loro posto nascono inutili parcheggi mentre i sindaci non rappresentano più nessun interesse pubblico. Come disse Fra Cristoforo: "Verrà un giorno...".
"Caro Beppe, la vicenda del parco dell'Acquasola di Genova è arrivata all'epilogo, in verità tristissimo per chi si oppone alla costruzione di un parcheggio assurdo e per il giudizio che comporta su una città che sta dimostrando il suo totale disinteresse per i beni comuni. Sono già stati tagliati circa venti alberi, alla faccia dell' amministrazione comunale che afferma di avere una trattativa aperta con il costruttore, la Sistema Parcheggi, a cui sta proponendo altre realizzazioni, a suo dire altrettanto remunerative. Evidentemente è una trattativa finta: quando mai si è visto che una delle due parti si mette a fare un' azione di forza contraria alla trattativa stessa e l'altra parte non fa nulla se non generiche proteste verbali? E' un gioco delle parti. Inoltre, si è mai visto il proprietario di un'area che, anche se ha già firmato un contratto di concessione, non trovi la forza di chiedere di uscire dal contratto, per il motivo giustificato, anzi giustificatissimo, che il parcheggio non serve piu' alla città? Ancora, l' amministrazione comunale afferma di non avere i soldi per pagare gli oneri derivanti dal recesso dal contratto e parla di cifre stratosferiche: prima fa circolare la voce di 10 milioni di Euro, poi di 5 milioni?"Pino
Video: Grillo all'Acquasola

24 Giu 2010, 18:46 | Scrivi | Commenti (17) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Ma i contratti pubblici non sono pubblici? Non si può proprio vedere quanto è la mora per la rescissione? E se fosse dannatamente esagerata, fuori dalle pratiche di piazza, facciamola pagare ai consiglieri comunali che l'hanno votata.

Stefano De Pietro 26.06.10 22:14| 
 |
Rispondi al commento

Ma certo! Fanno benone a fare quello che intendono fare. I cittadini hanno "totale disinteresse per i beni pubblici"! Via un albero secolare ne spunterà un' altro che crescerà, da qualche altra parte. Che problema c'è? Non si demanda, forse, a chi ci rappresenta, (o non) di fare i nostri interessi?
Sibilla12

Bruna Chiesa 26.06.10 10:28| 
 |
Rispondi al commento

SE NON RICORDO MALE, BEPPE TEMPO FA HA DETTO DI AVER PAGATO UNA CIFRA (MI PARE SUI 30 MILA EURO) PROPRIO PER FERMARE LO SCEMPIO DI CUI STIAMO PARLANDO...........

MAGARI MI SBAGLIO MA MI SEMBRA SIA ANDATA COSI!

patrizia l. Commentatore certificato 25.06.10 17:44| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Berlusconi nella sua residenza in Sardegna,fece abbattere ettari di piante secolari della macchia mediterranea.E ne fece pensate un po' un deserto con cac...tus,per far piacere al suo "amico" Bush.Chissà a Bush(cespuglio)quanto gliene fregato di questo giardino delò cactus!!!

giovanna m. 25.06.10 13:13| 
 |
Rispondi al commento

Art. 9

La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica.

Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione.

allora chi va ad arrestarli? hanno giurato o no?

che vita! () Commentatore certificato 25.06.10 12:06| 
 |
Rispondi al commento

a parma succede la stessa cosa

enrico chiesa 25.06.10 11:57| 
 |
Rispondi al commento

§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§
Vogliono che restiate in casa, impauriti, senza pensare. Non vogliono cambiare perché in pochi guadagnano sulla distruzione del nostro ecosistema.

Leggi qua

www.anakedview.com/noi_vi_amiamo.html
e ribellati!

Per vedere la realtà, senza fregature, visitate il sito:

http://www.anakedview.com/

Troverete articoli di psicologia, comunicazione politica, riflessioni sulla società e molto altro...
Buona Lettura

§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§


CIAO BEPPE
NON MOLLATE,VI PREGO NON MOLLATE AD OGNI COSTO,SINDACI O NON SINDACI GLI ALBERI CE LI TIREREMO FUORI NOI!!!!!!
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 24.06.10 23:28| 
 |
Rispondi al commento

IL QUESITO

Bronzeo, non abbronzato,
ad un' asta è stato acquistato.
Ora, alloggia in un salotto
bene. Troneggia su un piedestallo,
di marmo nero levigato.
E' vestito in modo originale,
tra l'elegante ed il trasandato.
Cappello a larga tesa. Guanti.
Stivali da ciociaro.
Doppio papillon, con polsini
di marchese declassato.
Panciotto, giacca di broccato.
Più che essere, pare inventato.
Viso di cane, pelo folto,
orecchie lunghe, ripiegate.

Sta aggrappato saldamente
al bavero, con tono ritto,
altero, distaccato.
Pare l'anfitrione,
il discendente del casato.
Sgurdo accigliato. Guarda,
ma sa, di essere guardato.
E' un cane vestito?
Un uomo mal celato?
L'artista, non lo ha svelato.

Gigliola Mazzali

GIGLIOLA MAZZALI Commentatore certificato 24.06.10 23:09| 
 |
Rispondi al commento

REQUIEM ALL'EUCALIPTO

Messo a dimora durante
l'impero, sei cresciuto
pian piano, diventando austero.
Hai sfidato tempeste,
burrasche marine,
hai sopportato le ingiurie
dei temperini. Respirarti,
era vivere, empiendo i polmoni,
coi salubri aromi, dei tuoi profumi.
Armonie dolcissime,
ombra d'estate,
dalle tue fronde ampie e discrete.
La corteccia, dai delicati
sfumati colori, affascinava
artisti e pittori.
Le tue resine ci profumavano
il Santo Natale, i fiori,
parevan creste tropicali.
Un giorno, senza una ragione
evidente, han messo fine
a te, monumento vivente.
Rami, tronco son diventati
segatura e legna,
ma hai profumato la lama
e quella gente indegna.
Passando, ho provato
sgomento, un infinito dolore,
per chi non ha capito
il tuo valore. Ho raccolto
tra spolveri di segatura
rimasta e nuove auto in sosta,
le tue ultime trottole glauche
colme di semi. Dopo giorni,
serbano lo stesso profumo,
lo stesso vigore. Meraviglioso
albero, ti porto nel cuore.

Gigliola Mazzali

GIGLIOLA MAZZALI Commentatore certificato 24.06.10 22:46| 
 |
Rispondi al commento

A Lecce la poli Bortone nn ha lasciato piu' un albero!!!!
Interi viali di pini secolari ABBATTUTI x lasciare spazio ad ASFALTO e parkeggi.
Persino le antike palme del centro storico ha tagliato la megera.
CHE CAXO DI FASTIDIO LE DAVANOOOOOO

Toni Alamo 24.06.10 22:03| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Tranquilli! La rivoluzione dal basso è iniziata... ;)
http://unbeinger.wordpress.com

Unbeinger A. Commentatore certificato 24.06.10 21:48| 
 |
Rispondi al commento

sputate a vista...o perlomeno seguite il sindaco in ogni suo movimento ricordandogli i suoi doveri...chi la dura la vince! avanti 5*****

Paolo B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 24.06.10 21:46| 
 |
Rispondi al commento

"Le penali per l'annullamento del contratto sarebbero troppo onerose per il Comune".

Questa è la classica risposta-foglia di fico che gran parte dei cittadini si sentono rispondere dalle amministrazioni pubbliche come i Comuni quando si chiede loro il motivo di scempi ambientali e cementificazioni selvagge.

Come se le "penali" fossero più importanti del Bene Comune.

Il consumo di territorio è ad un livello tragico.

alberto arnoldi 24.06.10 19:47| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

Sono cresciuta all'Acquasola, ho trascorso l'infanzia e parte dell'eta' adulta oltre il ponte Monumentale.
Mi ricordo ancora il signore che affittava le biciclette ai bambini, ero una sua cliente.
Mi ricordo le papere e il pane secco che sbriciolavo perche' mangiassero.
Piu' grande, mentre frequentavo il liceo artistico, era una tappa fissa al rientro primaverile.
Mi ricordo i primi abbracci e anche il primo amore fra le panchine e gli alberi non ancora malati.
Non sono una nostalgica anche se ho avuto la fortuna di crescere in Carignano, una delle parti piu' belle e verdi di Genova.
Genova che ho lasciato anni fa, senza rammarico.
Era una citta' finita 20 anni fa.
Non ci torno nemmeno piu', tanto è sempre piu' sporca, invivibile, cara e senza servizi adeguati.
Il parco dell'Acquasola è solo uno dei tanti scempi che la classe politica cittadina ha saputo fare nel totale silenzio della cittadinanza, che l'ha votata e rivotata, noncurante e attenta solo ai privilegi di pochi.
Sinceramente, cmq, negli ultimi anni era in ogni caso mal tenuta, niente piu papere, niente biciclette, niente di niente, solo macchine parcheggiate dove prima correvano i bambini.
Che dire ? E' un altro pezzo di bella Italia che viene ingoiato dal cemento, per arricchire 4 pezzenti che nn si rendono conto che l'aria la respirano anche loro.
Questa classe politica non ha piu' nessun ritegno, nessuna etica, nessuna logica che non sia il profitto.
Pensateci quando andremo a rivotare, pensateci, ricordate nomi e facce e cancellateli dalle schede elettorali a favore di qualcuno piu' perbene e con delle idee sane e progressiste.
Questi nn si fermeranno mai, ma noi sapremo reagire attraverso il voto ?
Ogni volta tante parole, ma poi.....
Sincere condoglianze alla mia citta', con un nodo alla gola.

Cinzia Torti 24.06.10 19:38| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

Massì abbattiamo tutti gli alberi, tanto i dati 2004-2008 appena pubblicati hanno appena detto che di 30 delle città più inquinate d'Europa,17 sono italiane. La cosa positiva è che oltre a soffocare noi,soffocheranno anche loro..
http://carloruberto.blogspot.com/2010/06/soffocati-dallo-smog.html

carlo ruberto 24.06.10 19:04| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 



Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori