Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Di vaccino si può morire

  • 89


vaccino.jpg
Di vaccino si può morire.
"Sono convinto che le persone debbano essere messe al corrente dei pericoli che comportano a certe pratiche vaccinali. Io ho visto con i miei occhi ed ascoltato per due giorni il martirio raccontatomi da un padre che ha perso due figli e ha dovuto portare un fardello troppo pesante se si considera che la colpa non è ne sua, ma altri, di una sanità con troppi interessi economici a discapito della salute dei cittadini. Questa è la storia di Alberto Tremante e della sua famiglia, la tragica storia di un ragazzo che a seguito del vaccino antipolio ha subito danni irreversibili. E' la storia di un padre e di una madre che hanno subito la perdita di due figli, ma che hanno saputo lottare contro tutto e tutti per salvare la vita ad Alberto, è la storia d'amore di un padre coraggioso che tutti dovremmo prendere come esempio." Nik il nero, Bologna

8 Giu 2010, 19:30 | Scrivi | Commenti (89) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

  • 89


Tags: Alberto Tremante, commento, Nik il nero, polio, vaccini, vaccino antipolio

Commenti

 

Evidentemente voi non avete avuto l'esperienza di cosa succedeva quando non c'era il vaccino antipolio. Migliaia di bambini morti o menomati per sempre. In ogni famiglia c'era un lutto o un familiare zoppo o senza un braccio. E voi volete ritornare a quell'epoca?

GAETANO GATTI, ROSIGNANO MARITTIMO Commentatore certificato 25.11.16 23:53| 
 |
Rispondi al commento

vorrei sapere a che rischi si va incontro se non si fanno fare vaccini ai nostri figli

laura spìnozzi Commentatore certificato 18.08.15 19:54| 
 |
Rispondi al commento

Il M5S tocca la corda dell’obbligatorietà delle vaccinazioni. E la SITI reagisce piccata moooolto probabilmente dai suoi finanziatori.
Gli ho scritto una recensione su google map: pessima. Se la meritano.

“La SITI ha a cuore le vaccinazioni e sono molto felice di questo. Sono felicissimo di non essere stato un malato di polio di difterite e tetano. Ma la SITI non dà alcun contributo nel limitare le morti sul lavoro e l'avvelenamento del territorio. Tutto lo zelo che queste brave persone infondono nel prevenire le malattie infettive dell'infanzia dove va a finire quando si tratta di impedire ai bambini vaccinati di morire e restare paralizzati dopo due o tre decenni a causa di incidenti stradali e sul lavoro. Cosa interessa alla SITI se i bambini che non hanno sofferto di polio, grazie ai vaccini, tanto di cappello, diventeranno talmente miserabili da vivere solo per strofinare dite piagate sui gratta e vinci?
Niente di personale, caro Presidente SITI: la medicina è corrotta prima dal contributo economico di Big Pharma e poi dal NON-contributo economico di Big Motors, Big Alcols, Lottomatica. Comunque continuate almeno a vaccinare. Che ne direste di questa mia idea bislacca di fare qualcosina per far smettere la produzione di armi... :-) Oppure abbiate il coraggio di dire che le armi sono utili per sfoltire una popolazione diventata troppo povera e viziata. Ripeto niente di personale, ma per diventare presidenti della SITI bisogna saperla lunga e soprattutto essere straordinariamente vaccinati contro l’infezione da Bacillus Miidentificus Cumfratribus.”

Stefano Marcelli

Stefano M., Darfo Boario Terme Commentatore certificato 03.03.14 16:37| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno,
sono una neomamma da 10 mesi, ho vaccinato mio figlio ma al secondo richiamo ha avuto una possibile reazione avversa, questo è stato anche "riconosciuto" da una pediatra privata che l'ha visitato o almeno, secondo lei, il broncospasmo acuto ne è stata una conseguenza.
Ora, non so portarlo il mese prossimo a fare il richiamo.
Io non dico che i vaccini servano o meno, sicuramente qualcosa di buono l'hanno anche fatto. Dico solo che prima di farli bisognerebbe "controllare" ogni singolo bambino per verificare se sia un soggetto che possa riportare reazioni.
Non tutti siamo uguali, non si possono fare "vaccinazioni di massa", bisognerebbe considerare caso per caso e valutare se il bambino possa farle o non farle.
Magari alcuni vaccini non sono nocivi per QUEL bambino altri si e via dicendo.
Ora OK il ragionamento del "Ci sono sempre rischi - ma è comunque giusto vaccinare la popolazione sapendo che, magari, 100 bambini moriranno quando si sa che grazie al vaccino se ne salvano magari 1000 o 10000. O forse quelli salvati non contano?" ma invece di far scappare il morto non è meglio accertarsi se il bambino sia in grado di "Sostenere" il vaccino in modo da evitare tragedie??? Proviamo a dirlo a quei genitori che hanno perso un figlio solo per non aver fatto una verifica prima, oppure devo supporre che i soldi siano più importanti delle vite umane??!?! Effettivamente un esame fatto singolarmente ad ogni bimbo costerebbe troppo. GIA'!!!!

Samantha B. 20.12.13 12:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La correlazione VACCINI - AUTISMO e' stata ampiamente dimostrata in mille modi diversi e prende il nome legale di SINDROME ENCEFALOPATICA O ENCEFALOMIELITE IMMUNO-ALLERGO-TOSSICA DA VACCINAZIONE !!!

Liberi Dai Vaccini 13.08.13 15:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho letto diversi commenti, testimonianze, giudizi di dottori che si basano sulle verità dei libri che trattano l'argomento.
Più di tutto mi ha colpito quel che sottolineava il fatto che la vaccinazione antipolio Sabin, somministrata per oltre quarant'anni, è stata sostituita sol perchè la polio è dichiarata sconfitta dall'OMS.
Quante cialtronate che avete scritto!!!!
Scusate l'insolenza, ma è dovuta, perchè pochi sono a conoscenza di un fatto che la dice lunga riguardo la praticata vaccinazione Sabin, che avrebbe salvato la vita a milioni di persone.
Il giorno in cui in parlamento ( parlo degli anni 50) si votò per rendere la vaccinazione Sabin obbligatoria, ci fu una rissa tra deputati e senatori.
Una delle prime risse della storia del parlamento.
A scatenare la diatriba fu una diversa valutazione che si dava con riferimento al tipo di vaccino da adottare.
In pratica alcuni scienziati autonomi tedeschi, sostenevano di aver verificato tramite esperimenti che il vaccino Sabin era estremamente pericolo e dannoso per la salute dell'uomo, a differenza del vaccino Talk composto da virus attenuati.
Metà dei parlamentari volevano adottare il vaccino Talk, considerato efficace da molti, non pericoloso.
Conclusa la rissa, a suon di pugni, prevalsero al voto quelli che - chissà per quale strano motivo - vollero far passare il vaccino Sabin.
Negli Stati Uniti, patria di Sabin, la vaccinazione antipolio non è mai stata obbligatoria, tantomeno è stato protocollato il Sabin come vaccino antipolio : Hanno sempre usato il Talk.
Stessa cosa è stata fatta in Inghilterra, Germania, ecc......
Oggi, a distanza di quarant'anni di vaccinazione Sabin obbligatoria, il nostro parlamento a fatto non una scelta innovativa, ma retromarcia, inserendo nel protocollo delle vaccinazioni obbligatorie il vaccino Talk, bocciato quarant'anni prima.
Che figura di merda!!!!!!!!!!!!!!!!
Ecco i veri oggetti di studio sui quali possono basare le loro teorie i tuttologi del blog

Salvatore Zappia (olonese), Copertino Commentatore certificato 31.03.12 12:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono un medico specialista in malattie infettive ed esperto in vaccinazioni; ho lavorato per anni in campo vaccinale e ho praticato centinaia di vaccinazioni a centinaia di persone.
Ho recentemente tenuto un Corso sulle vaccinazioni e, stimolato anche dai discenti, ho deciso di rivedere tutta la letteratura possibile (anche su siti di antivaccinatori e su riviste di antivaccinatori) - con i limiti dettati dal fatto che ho svolto questo lavoro solo per due mesi e da solo...Cercavo di fare l'avvocato del diavolo e di trovare prove a sfavore delle vaccinazioni, perché non volevo farmi trovare impreparato e non volevo essere influenzato solo dalla mia preparazione scientifica, che poteva anche essere "di parte". Orbene, a parte casi eclatanti di errori scientifici o di cattiva fede di alcuni medici (ebbene sì, ce ne sono anche di farabutti), non ho trovato prove a carico della costante pericolosità dei vaccini. Certo, effetti collaterali ce ne sono, ma ci sono persone che muoiono anche a causa di una iniezione di penicillina o a causa della puntura di un'ape o dopo aver mangiato fragole...e dovremmo informare BENE tutte le persone che vorremmo vaccinare (cosa che - ahimè - non tutti i miei Colleghi fanno). Ma è verissimo, innegabile ed incontrastabile, che i vaccini hanno salvato, salvano e salveranno milioni di vite, sia come vita sia come qualità (i dati VERI sono a disposizione di tutti)...Vi assicuro che ho cercato di svolgere un lavoro critico, e le mie lezioni sono sempre improntate al dubbio. Quello che chiedo è di non lasciarsi prendere dalla emotività ma di affidarsi a dati redatti ed elaborati da chi lavora nel campo e non da imbonitori/farabutti tipo Wakefield (andate a vedere i danni che ha fatto questo vergognoso farabutto - e le ritrattazioni!). Lasciate a chi lavora nel campo il compito (e il dovere!!) di informarvi! Avete diritto di avere tutte le informazioni possibili...ma non le idiozie di chi apre bocca per darle fiato o vuole farsi pubblicità!

piero battaglia 19.07.10 12:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nessuno a più riguardo di nessuno!!! Tutti lucrano dove possono, cercando di fregare (rubare) al prossimo senza pietà, per realizzare il massimo dei profitti solo per loro stessi! Anche mio fratello e sua moglie russa mi hanno fregato con biechi sotterfugi anche la parte ereditaria che mi spettava di diritto e come se non bastasse mi hanno minacciato di venire a sbudellarmi.... e anche di più: è tutto descritto nel sito web www.menghi.eu

Graziano Menghi 18.06.10 12:41| 
 |
Rispondi al commento

http://www.inviaggiocongeniuscard.it/progetti/un-viaggio-per-non-smettere-di-studiare

Michele FilanninoGiàPresente, Barletta Commentatore certificato 14.06.10 16:07| 
 |
Rispondi al commento

io ho 3 bambine e ho scelto di NON vaccinarle.... la grande ha 9 anni, la seconda 4 e l'ultima 15 mesi. tutte e 3 NON hanno MAI avuto bisogno di antibiotici in quanto non si sono mai ammalate seriamente (dovesse succedere, sicuramente l'antibiotico farà il suo lavoro molto meglio di quanto lo faccia a quei bimbi che non passano l'inverno se non sono bombardati di antibiotici o cortisone!!!). Questo perchè il loro sistema immunitario è molto più forte di quello dei bambini vaccinati contro tutto, i quali hanno un sistema immunitario addormentato che non reagisce nemmeno più a una bronchite.... figuriamoci a malattie più serie..
La scelta di NON vaccinare è stata ponderata attentamente considerato anche che la figlia di amici ha subito gravi danni dal vaccino contro il morbillo (danni accertati e risarciti!!! Ma se faccio nascere un figlio sano ke poi il vaccino mi danneggia cosa me ne faccio di 30mila euro di risarcimento??). x chi ha voglia di informarsi veramente andate sul sito www.comilva.org

marzia fragili 12.06.10 10:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@ monica m. e giorgio tremante
scusate, forse più sotto non mi sono spiegato molto bene. credetemi, ho il massimo rispetto per le vostre storie, e capisco (o meglio, provo a capire, in terza persona) la vostra rabbia. sono perfettamente d'accordo con voi nel dire che le case farmaceutiche e i nostri politici costituiscono una mafia terribile.
secondo me, comunque, la verità sta nel mezzo: non tutti i vaccini sono inutili o dannosi, così come non tutti i vaccini sono buoni e giusti. io stesso ho sconsigliato a tutti i miei amici e famigliari di farsi vaccinare contro l'inflenza H1N1 (mi ringraziano ancora, dopo mesi).
penso che ogni caso vada considerato singolarmente, valutando costi, benefici ed eventuali danni. nessuno mette in dubbio che alcuni vaccini abbiano un esito negativo, infatti, come avete detto voi stessi, il ministero ha riconosciuto i vostri casi. molto probabilmente ciò che manca è una buona informazione a tutto tondo sull'argomento. purtroppo la maggior parte delle persone si informa (o meglio, non si informa affatto) seguendo le semplici indicazioni del ministero, dei giornali e delle tv (-> il gran male dell'italia).
il mio consiglio, lo ribadisco, è quello di chiedere il parere a dei buoni medici. non a uno solo, ma a molti. poi ognuno è libero di fare ciò che ritiene sia meglio per i propri figli, vaccinarli o meno, a seconda della propria coscienza e - soprattutto - della propria conoscenza. certo, quello che manca è una buona e corretta informazione. ma di questo, ahimè, in questo paese ci siamo abituati.

Tommaso M. 11.06.10 20:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non sono assolutamente un'esperta ma mi domando come sia possibile che si siano verificate NELLA STESSA FAMIGLIA le cosiddette "reazioni avverse". Due bambini addirittura morti! Non potrebbe essere che ci sia un problema genetico familiare che scatena queste reazioni quando c'è una sollecitazione di qualcosa contenuta nei vaccini?
Mio figlio ha subito tutte le vaccinazioni di legge e per fortuna è sempre stato bene.

adria mortari 11.06.10 18:51| 
 |
Rispondi al commento

Penso che i genitori debbano essere informati a 360 gradi dallo Stato sui pro e contro delle vaccinazioni e la mia opinione è che non lo fa!! Vi consiglio di leggere un libro eccezionale Le Vaccinazioni Pediatriche di Roberto Gava, un medico che opera nel Veneto e che ha avuto diverse minacce...anche di morte. Potete acquistarlo sul sito www.edizionisalus.it
Leggetelo genitori e (non) poi potrete decidere ciò che il vostro cuore vi comanda per il bene dei vostri figli ma sapendo anche ciò che non vi viene detto. La Libertà di scelta è sempre da rispettare in un caso o nell'altro.

Lucia Perfetto 10.06.10 11:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Wow! Solito post antiscientifico... Poche notizie interessanti?

Beh posso raccontare la mia storia. Ho un figlio. Ha fatto tutte le vaccinazioni. È sempre stato benissimo (e non ha neanche fatto le malattie infettive).
Quindi (secondo lo stesso ragionamento del post) le vaccinazioni sono sempre sicure e basta. Giusto?

Ovvio che no. Ci sono sempre rischi - ma è comunque giusto vaccinare la popolazione sapendo che, magari, 100 bambini moriranno quando si sa che grazie al vaccino se ne salvano magari 1000 o 10000. O forse quelli salvati non contano?

Consiglio a tutti la lettura di "Bad Science" di Ben Goldacre, medico inglese e colonnista sul Guardian. Il ha tutto un capitolo dedicato alla questione.

Marco Cecconi 10.06.10 03:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

x salvino roma
Quello che è accaduto a te, non è infatti spiegabile riferendosi solo alla tua esperienza e portandola ad esempio universale valido per tutti.
Basandosi solo su quello che hai detto ogni spiegazione è valida per la tua guarigione, può essere la propoli, la propoli congiunta con la medicina, l'assunzione di una sostanza di cui non sei consapevole, una recessione spontanea della malattia, il passaggio di un'astronave aliena oppure un miracolo. Purtroppo (o meglio per fortuna) la medicina e la scienza in generale non funzionano così. Per conoscere effettivamente l'efficacia della propoli e della medicina che usavi, bisogna testarle su opportuni gruppi di persone con la tua stessa malattia. Ad esempio prendiamo 4000 persone e prepariamo 4 gruppi, al primo somministriamo la propoli, al secondo la medicina, al terzo acqua fresca (per tenere in considerazione l'effetto placebo) e al quarto nulla (il gruppo di controllo).
In ogni gruppo ci saranno 1000 persone scelte a caso dalle 4000 che non sanno cosa viene somministrato loro (a parte il quarto gruppo di controllo). Anzi sarebbe meglio che neppure chi somministra i farmaci sappia cosa sta somministrando per evitare che le sue valutazioni siano influenzate, quello che viene chiamato test a doppio cieco (c'è anche quello a triplo cieco).
Dopo un certo periodo si controllano i gruppi e si vedono le percentuali di guarigione. E' chiaro che difficilmente si avrà il 100% delle guarigioni con le due terapie, ma quella più efficace sarà tale da avere percentuali migliori in tempi ragionevoli. E' opportuno sottolineare "tempi ragionevoli" perchè una terapia potrebbe portare elevate percentuali di guarigione ma in un tempo così lungo che cmq la malattia sarebbe già guarita spontaneamente anche senza la terapia.
Come dire: "Il raffreddore guarisce in una settimana ma noi della compagnia Y abbiamo inventato un farmaco X che fa sparire i sintomi in sette giorni!!!".
Quando la propoli sarà studiata così ne discuteremo.

Salvatore Tarda 10.06.10 00:18| 
 |
Rispondi al commento

Sono padre di tre figli, la maggiore ha sedici anni il più piccolo dieci , nessuno dei miei figli è mai stato vaccinato, a metà anni 90 a Trento avevamo costituito un gruppo di genitori che coordinati da una associazione diede vita ad un movimento straordinario,chiedevamo la liberta di decidere e già all'epoca chi era convinto di non sottoporre i propri figli alle vaccinazioni lo poteva fare.
Nel mio caso nessun antibiotico, nessuna malattia particolare, nulla, come mai ???
Oggi sarebbe interessante mettere a confronto questi 100 forse più bambini, ora ragazzi con altrettanti coetanei sottoposti alla prassi vaccinale.
A farlo dovrebbero essere le stesse autorità sanitarie e il risultato che ne uscirebbe evidenzierebbe che nei ragazzi non vaccinati non esistono casi di intolleranze alimentari, allergie, malattie della pelle e molto altro ancora.
Invece ancora oggi le autorità sanitarie promuovono la prassi vaccinale come fondamentale per la salute dei ns. figli, un esempio, l'allora ministro della salute tale De Lorenzo rese obbligatoria la vaccinazione antiepatite B , la magistratura scopri che ricevette una tangente di 600 mli. dalla casa farmaceutica che produceva il vaccino, dovette dimettersi ma la vaccinazione ancora oggi è rimasta obbligatoria.
Mi spiegate come può un bimbo, che sottoposto alla vaccinazione antiepatite B a tre, sei e dodici mesi avere un contatto di sangue ?? visto che tale malattia si trasmette attraverso il sangue, potrebbe avere scambi di siringhe, rapporti a rischio ???
Un consiglio, non vaccinate i Vs. figli e non abbiate timore di malattie che con l'accrescere delle condizioni igieniche sono velocemente scomparse.
Chi ha vaccinato i propri figli ha aperto le porte a pediatri, specialisti e tutto un indotto di criminali che si nutrono delle ns. disgrazie !!

GIANNI MARTINI 09.06.10 23:10| 
 |
Rispondi al commento

x arturo sala
Tu avrai studiato tanto ma penso che in pratica ti manca molto e non sai che ho sempre sofferto di infiammazione alle tonsille con pus e febbre a quaranta , ma nel 70 esisteva l'antibiotico supposta e la puntura con la polverina bianca , ma la malattia non guariva mai ed ero sempre più magro e debbelito. Ho provato la propoli ed è scomparso senza controindicazioni sono vegetariano e dal 1992 non conosco più i farmaci , non servono più, come me lo spieghi visto il tuo sapere da esperto?

salvino roma (com) Commentatore certificato 09.06.10 21:34| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
leggo un sacco di commenti di persone che non conoscono quello di cui si parla. I vaccini salvano molte vite e sono un' arma fondamentale della medicina. Abolire i vaccini perche' ci sono dei casi (rarissimi) di reazioni mortali a fronte di milioni di persone messe al riparo da malattie altrettanto mortali o debilitanti non e' una risposta razionale. Penso che fomentare queste teorie del complotto che tendono a screditare alcuni punti fondamentali della medicina sia un grave errore. Basterebbe consultare semplicemente la bibliografia medica liberamente disponibile sul web (PubMed-Entrez)per verificare che quello che dico e' condiviso dalla stragrande maggioranza dei medici.

arturo sala 09.06.10 20:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho due bambini (8 e 13 anni) entrambi non vaccinati e non hanno mai preso un farmaco in vita loro, sono nati in casa e oltretutto sono vegetariani!
Per il primo siamo stati citati in tribunale a Trieste, dove probabilmente nessuno di voi lo sa, sono state emesse due sentenze sull'inutilità delle vaccinazioni (anno '94 e '96).
Siamo felicissimi della scelta fatta, si ammalano molto raramente, e non sanno cosa siano otiti, bronchiti, allergie.
E' doveroso per ogni genitore informarsi seriamente al riguardo, io spesso mi collego al sito di Massimo Montinari vedi http://www.mednat.org/Universo_Bambino/centrale1.htm
mi raccomando occhietti bene aperti e fate sempre valere i vostri diritti.

Buona serata a tutti.


ilda t. Commentatore certificato 09.06.10 20:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' chiaro che la vicenda raccontata lascia il segno, e il signor Alberto e suo figlio devono avere tutto il sostegno, la comprensione e l'ammirazione che giustamente spettano loro.
Tuttavia non concordo con molte opinioni espresse qui, semplicemente perchè non mi sembrano molto razionali ma dettate dai sentimenti. Perseguendo certi ragionamenti, ad esempio, non si dovrebbe più usare l'auto (6000 morti e 300000 feriti l'anno in Italia), oppure bisognerebbe dire che l'OMS inventa il cancro per complottare contro il 22% degli italiani che fumano. Bisogna capire che non si può negare in ASSOLUTO l'efficacia delle vaccinazioni di massa (o dei farmaci)che rappresentano un passo fondamentale per la storia della medicina del '900 (assieme alla penicillina) e hanno contribuito a debellare malattie come il vaiolo e la stessa poliomielite. Inoltre i vaccini (così come le medicine e qualsiasi tipo di terapia) attraversano una serie di trial clinici che statisticamente ne accertano l'efficacia terapeutica (e anche i rischi). Questo è ciò che rende la medicina una scienza e che la distingue dalle medicine alternative come, ad esempio, l'omeopatia. Ovviamente sono consapevole del fatto che questo meccanismo possa essere corrotto in qualche sua parte per interessi economici, tanto da portare in commercio un vaccino per l'H1N1 poco testato senza neanche conoscere bene l'evolversi della fantomatica "malattia". Quando accadono queste situazioni è giusto che ci indignamo e che lottiamo affinchè in futuro non si possano più ripetere (come giustamente ha fatto e fa il signor Alberto). Se però si fa di tutta l'erba un fascio si rischia di convincere gli altri (e se stessi) che magari è meglio affidarsi ad altri rimedi (maghi, guaritori, santoni, religiosi, miracoli, pseudomedicine, etc. etc.) provocando solamente più danno. Insomma, citando Di Pietro, non si può togliere il bisturi e il filo di sutura ai medici solo perchè a volte qualche paziente muore, bisogna andare alla causa.

Salvatore Tarda 09.06.10 18:53| 
 |
Rispondi al commento

io mi sono rifiutata di far vaccinare mio figlio,nonostante i periodici richiami dell'asl,nonostante le critiche di ignoranti che ci hanno accusato di essere genitori disgraziati e incoscienti e le perplessità e i tentativi di dissuasione da parte dei parenti,proprio perchè disinformati.Mio figlio non ha avuto mai una convulsione,mai una febbre anomala,non soffre di nessuna allergia o intolleranza a cibi,non ha attacchi di asma......speriamo continui così....

sara g., modena Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.06.10 18:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vaccini, i veri serial killer del ventesimo secolo: il caso Tramante

http://www.chioggia5stelle.it/2010/06/09/vaccini-i-veri-serial-killer-del-ventesimo-secolo-il-caso-tramante/

Gilberto Boscolo, Chioggia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.06.10 17:30| 
 |
Rispondi al commento

Anche se i post in questa discussione possono essere discordanti come opinioni è stato importante e soddisfaciente verificare l'apertura di una finestra informativa nell'ambito dei vaccini, più ne sappiamo meglio è, il fatto che nessuno ne parli rende tutto troppo difficile per affrontare il problema con coscienza, io voglio avere la libertà di sciegliere liberamente e senza obbligi da parte di nessuno la mia sorte e quella dei miei figli.

nicola virzì, Bologna Commentatore certificato 09.06.10 16:42| 
 |
Rispondi al commento

Un link utile alla discussione:

http://bressanini-lescienze.blogautore.espresso.repubblica.it/2009/11/16/un-vaccino-testato/

nicola garga 09.06.10 14:28| 
 |
Rispondi al commento

sono uno studente di Medicina... volevo occuparmi di farmacologia finita la laurea... ho conosciuto persone orrende.
quando uso la parola "orrenda" si tratta di un eufemismo.
Big Pharma ha un fatturato di almeno 400 miliardi di dollari all'anno.
I governi e i vari ministri della salute sono quasi sempre delle mezze marionette.
Le commissioni come Aifa sono piene di persone pronte a prendersi mazzette.
...
parliamo anche solo dello squalene... qualsiasi paese civili dovrebbe averlo bandito... invece spesso lo rifilano in vario modo.

Riccardo P., San Lazzaro di Savena Commentatore certificato 09.06.10 14:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

i medici che denunciano la pericolosita'dei vaccini o il rischio che alcuni vaccini possano causare alcune malattie vengono allontanati dalla professione e trascinati in tribunale come il dottor Andrew Wakefield in inghilterra che denuncia il nesso tra il vaccino mmr e autismo

francesco c., emigrato all'estero Commentatore certificato 09.06.10 13:25| 
 |
Rispondi al commento

Per dirla con Battisti, quello che hanno fatto questi genitori per suo figlio Alberto, è quell' "anelito d'amore" che sostiene ancora questo mondo.
Se non ci fossero loro, saremmo perduti.

Forza Alberto!! Spero che la tua testimonianza serva a fare piena luce su questo problema troppo sottovalutato. Avvenimenti del genere non si devono considerare come dei semplici "danni collaterali".

Giovanni Tonetti 09.06.10 11:09| 
 |
Rispondi al commento

I vaccini non sono propostio ed effettuati in modo autonomo ed in base al principio dell'utilità e dell'effettiva mancanza di rischi. Prova ne siano i milioni di dosi acquistate da ogni paese europeo contro la H1N1 influenza che doveva avere una diffusione che non c'è stat. C'è stato invece un discreto guadagno della Novartis che ha stipulato un contratto con pagamento brevissimo se non ricordo male (ho letto il contratto in pdf trovato sul sito di un blogger) e per svariate decine di milioni di euro. Il principio è lo stesso anche con i vaccini ai bambini che iniziano a 2 mesi. In Italia si vaccina un bambino di 2 mesi contro l'epatite B e contro varie altre malattie che sono scomparse. E i rischi non li dicono le autorità. Senza contare che anche qualora contratte le malattie in questione sono curabili al giorno d'oggi.

DAVIDE RUINI 09.06.10 10:33| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi non è solo il vaccino a farci ammalare ma anche le otturazioni dentarie in amalgama , infatti entrambi contengono mercurio

Salvatore Garofalo 09.06.10 10:23| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti.
Lavoro nell'ambito della salute a livello internazionale con le maggiori aziende farmaceutiche mondiali e l'OMS. Quando è arrivata l'emergenza suina e la frenesia dei governi per acquistare il relativo vaccino, ho capito subito che era una bufala per fare soldi. Ho invitato tutti quelli che conoscevo a non vaccinarsi. E solo l'ennesimo episodio di sciacallaggio che continua da decenni. Ora le storie personali vanno tutte rispettate, pro o contro una pratica medica, perchè sono storie vere ed umane cariche di sofferenza e dolore. Bisogna andare oltre e sono convinto dalla mia stessa esperienza che le cose non vanno per il verso giusto. La salute non può essere un business in quanto fine, ma si può usare il business come metodo. Il settore della sanità non può essere totalmente privato o pubblico :
- standard di sicurezza e fini scientifici definiti dall'autorità pubblica
- ricerca scientifica stabilità dal pubblico in base alle necessità
- servizi, prestazioni, ricerca e prodotti forniti dal privato ma con il vincolo dello scopo e controllo pubblico di rispetto dei standard pubblici predefiniti.

Scopo e metodo devono essere distinti. Controllore e controllato distinti, obbiettivi e metodi completamente separati.

Antonio NUZZO 09.06.10 09:49| 
 |
Rispondi al commento

Voglio offrire tutta la mia solidarietà e la mia ammirazione a questa famiglia che ha dovuto soffrire e lottare così intensamente.
Sono medico e so che nella medicina vi sono incertezze, aree d'ombra, business, errori umani e della scienza, al contrario di quello che ognuno di noi vorrebbe. Nel fondo della nostra mente speriamo sempre che qualcuno o qualcosa di magico ci salvi, quando siamo malati e soffriamo.
In realtà la medicina va molto a tentativi, a volte con esiti catastrofici. Ma questo si può dire di ogni area della scienza e della tecnica (Chernobyl, Bhopal, Ethernit...). Credo che per la comunità scientifica in generale e medica in particolare sia importante valutare sempre i rischi accanto ai benefici, imparare dagli errori, essere umili e soccorrere chi è rimasto vittima, senza per questo perdere i vantaggi collettivi delle innovazioni tecniche. Nel caso della famiglia Tremante non inviterei a non vaccinare i figli (oltretutto per ogni e qualsiasi vaccino), ma inviterei a studiare un metodo per capire in anticipo quali persone possono sviluppare una reazione vaccinale e quali no. Ovviamente la famiglia in questione e le altre che hanno subito la stessa sfortuna devono essere indennizzate per il danno subito nel compiere un dovere civico (come un poliziotto che muore sul lavoro, un pompiere che rimane permanentemente sfigurato dal fuoco, un sopravvissuto a una Chernobyl...). Dovrebbero in ogni caso ricevere almeno l'aiuto materiale e sanitario adeguato a curare una persona gravemente disabile... Una società civile lo potrebbe fare.

Elisabetta Safwan 09.06.10 09:21| 
 |
Rispondi al commento

Grazie NIK, perchè con questo video sei riuscito a dar "voce" alle innumerevoli creature che, chi come Alberto, essendo portatore di trascheotomia da quando aveva quattro anni, non ha potuto nemmeno più urlare la sua disperazione nel trovarsi in queste condizioni, per avvertire altri delle atrocità conseguenti dalle reazioni avverse delle pratiche vaccinali. Molti genitori che hanno visto nascere i loro figli sani, dopo una qualche vaccinazione, si sono trovati intrappolati in questa trappola micidiale, abbandonati a se stessi da uno Stato che, per non ammettere la correlazione del danno vaccinale, ha fatto di tutto e di più solo per nasconderlo e mantenere integro, dal punto di vista economico, l'elogio a queste prassi "SPACCIATE PER PREVENZIONE" che tutto possono, tranne che prevenire alcunchè. Sei grande Nik, perchè con questo tuo servizio farai aprire gli occhi a molti genitori che si trovano ormai coinvolti in questo infernale "girone" dei loro figli già portatori di handoap, ma nel contempo, con questa informazione eviterai a molti novelli genitori di precipitare coi loro figlioli nella dolorosa assurda speculazione del mondo dell'handicap.

Giorgio Tremante 09.06.10 09:11| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
in Tajikistan quest'anno per non avere condotto negli ultimi anni le campagne vaccinali per Polio in modo accettabile hanno avuto 171 casi di paralisi flaccida acuta (molti dei casi lasciano esiti permanenti) e 12 morti. Ovviamente la maggior parte bambini.
http://www.who.int/csr/don/2010_04_29/en/index.html
Essere a favore o contrari a certi vaccini è giusto, ma per altri , i numeri parlano da soli: i vaccini servono sul serio.

Paolo D. 09.06.10 08:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Basta medicine!con queste pubblicità sui farmaci, vogliono far capire che per qualsiasi dolore, il minimo, bisogna prendere un aspirina, uno sciroppo o una supposta..se la mettessero loro!Creano paure e falsi bisogni.Lo scopo delle case farmaceutiche è solo quello di fare soldi sui poveri ingenui.Le medicine indeboliscono il corpo,che viziandosi con ste schifezze non è più capace di guarire da solo.La medicina non cura, ma fa sparire solo il sintomo(l'allarme),ma il problema rimane.Senza parlare degli effetti collaterali..la maggior parte dei problemi è causata dallo stress,infatti in queste condizioni, le normali funzioni cellulari si alterano e causano diversi problemi, tra cui anche il cancro.Può una sostanza chimica controllare questo?NO! lo stress viene sottovalutato troppo, quando è proprio questo che è alla radice delle malattie. basterebbe imparare alcuni facili esercizi di respirazione, per ritrovare uno stato normale sia fisico che psicologico, in modo naturale e gratuito senza dipendere da niente e da nessuno! non può una sostanza artificiale sostituire la naturale capacità di guarigione che tutti noi abbiamo! vi consiglio fortemente di leggere questo articolo che è veramente interessante "http://www.scuolaitsuotsuda.org/buongiorno_malattia.html". Per farvi capire che c'è una mafia anche sulle medicine, vi informo che la cura sul cancro già è stata trovata da tantissimi anni, ma è stata nascosta dai boss delle case farmaceutiche. Fu scoperto che la cura risiede nella vitamina b17 che si trova nei semi di vari tipi comuni di frutta tipo le albicocche ed è molto efficace. quelli che ne hanno parlato hanno ricevuto minacce di morte o hanno perso il lavoro..perchè?la chemioterapia fa guadagnare miliardi e miliardi a chi la vende mentre i semi sono gratis!..fate una ricerca su google scrivendo "kankropoli" giusto per farvi un idea di questa mafia.. Beppe, spero che farai un post su questi 2 argomenti che credo siano molto importanti.Grazie!

Pasquale D. Commentatore certificato 09.06.10 03:00| 
 |
Rispondi al commento

Rimango sgomento nel constatare l'acredine di certe persone che si autodefiniscono esperti in questo settore, mi riferisco a certi (pseudo) medici che si sono espressi con toni a dir poco scandalistici parlando dei danni prodotti dai vaccini. Questi signori medici che spingono assiduamente a far vaccinare tutta la popolazione, magari sono proprio quelli che fanno parte di quell'alta parte percentuale di persone che,fino a qualche tempo fa ed anche oggi, con false autocertificazioni o loschi sotterfugi, si disperano per evitare ai loro figli in toto le famigerate vaccinazioni (la percentuale dei medici in questo settore è assai alta). Premetto che il nesso causale fra vaccinazione antipolio Sabin, la morte dei miei due figli e l'invalidità del terzo (gemello monoovulare) è stata confermata dallo stesso Ministero della Sanità, con il riconoscimento ufficiale. Credo che questo basti a dimostrare la serietà del problema che sto sollevando e dimostrando da ben 38 anni. In quanto poi affermare che "la credibilità di Beppe venga messa in pericolo da questi argomenti pretestuosi", credo proprio che di pretestuoso in questo storia non vi sia assolutamente nulla. L'unica cosa che ci interessa veramente è di poter evitare ad altri, chiunque siano, di vivere il dramma che nostro malgrado noi, precedentemente all'oscuro di questi fatti, siamo stati costretti purtroppo a vivere sulla nostra pelle.
Alberto & Giorgio Tremante


La questione vaccini è complicata. Se la gente smette di vaccinarsi dalla Polio poi ci sono le epidemie e muoiono molte persone. Se invece ci sono i vaccini ci sono i casi sfortunati che muoiono per il vaccino.

Qual è la soluzione?


DUE COSE:
1. MIA FIGLIA HA QUASI 15 ANNI E HA PRESO LA POLIO CON LA I° VACCINAZIONE
2. CONOSCO PERSONALMENTE E MOLTO BENE GIORGIO TREMANTE, IL PAPA' DI ALBERTO.
detto questo, non voglio entrare in una discussione pseudo-scientifica sull'opportunità o meno delle vaccinazioni, come, purtroppo, qualcuno prima di me ha fatto....senza SAPERE
perché, vedete, il punto è questo: NON SI SA NULLA e stanno bene attenti ad evitare che se ne parli...
inoltre, una volta che il danno si è verificato (ah, scusate, si chiama REAZIONE AVVERSA), non c'è NESSUNO a darti una mano, NESSUNO ad informarti, NESSUNO a tutelarti.
Alcuni di noi si sono incontrati nel 1999, per caso, si sono conosciuti e DA SOLI si sono informati e hanno costituito un'associazione, il CONDAV, e DA SOLI siamo andati avanti, fino ad ottenere la promulgazione di una legge che tuteli maggiormente, anche se ancora troppo poco, i nostri figli e noi genitori.
Ci hanno definisto TERRORISTI, ci hanno insultato, come so che faranno alcuni di voi, dopo aver letto queste mie righe...ma ormai, ci siamo abituati...quello a cui non mi abituerò MAI è avere una figlia poliomielitica...quando la POLIO è SPARITA dall'Italia dal 1984 e l'ultimo caso era importato, non autogeno..dovevano finire le scorte:questo ci hanno detto al MINISTERO, non per strada. Prima di parlare con tanta sicumera di certi argomenti, provate a chiedervi se ne sapete qualcosa...avrei fatto lo stesso sbaglio anch'io, finché non è successo, per sua sfortuna,che mia figlia, nata sana, non lo sarà mai più.
PS: per Tommaso M. l'epidemia di polio in albania, è stata un'epidemia di polio post-vaccinica, di meno di 400 casi...e i vaccini erano italiani...ero in riunione DENTRO il MINISTERO della Sanità...ah: un'altra cosa..io ho parlato con i pediatri al convegno della loro associazione...sai in quanti non vaccinano i loro figli? io si...e se ne dovrebbero vergognare...

monica m 08.06.10 23:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un tema che già solo nelle sue applicazioni dovrebbe suscitare repulsione. Come mai i vaccini forniti sono esavalenti mentre le obbligatorie sono 4? Come mai mi fai firmare una liberatoria? Dovrei essere io, genitore, a chiedere una loro assunzione di responsabilità o no? Si potrebbe continuare ma finiamola con la vera prova che, secondo me, è guardare i corpicini dei ns pargoli ed immaginare se logicamente si meritano simili bombe di batteri/virus/conservanti già a 3 mesi... fate vobis!

Rossano B. 08.06.10 23:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

mi sono sempre domandato Con il business delle case farmaceutiche per la creazione di vaccini, perchè non riescono a trovare ancora un vaccino per l'epatite C, l'AIDS, il cancro etc.? Forse conviene di più produrre medicinali salva-vita?
http://myloveofwine.blogspot.com

maurizio peroni 08.06.10 23:03| 
 |
Rispondi al commento

Sono andato in crisi anch'io con il mio ultimo bambino. Ma la decisione è stata quella di vaccinarlo e rischiare. In Veneto in oltre non è più obbligatorio vaccinarsi. Considero il vaccino il primo atto strettamente personale a valenza sociale. Rischiando la propria vita si contribuisce alla salvaguardia di quella di tutti. Un mattone che assieme agli altri costituisce un muro. Chi decide di non vaccinare i propri figli lo fa sapendo che cresceranno assieme a tanti bambini vaccinati che gli faranno da scudo. Se veramente fossero così convinti dovrebbero metterli in asilo nido separati dai vaccinati, ma questo oltre non essere possibile sono convinto che non lo farebbe nessuno. Sono sconcertato quando leggo di famiglie che hanno dovuto lottare anni solamente per accertare che di vaccino si è trattato e non di altro, sono incazzato e triste pensando a famiglie abbandonate ai loro problemi, ma il vaccino non si tocca, è il resto a dover essere modificato. Concludo riprendendo quanto più sopra in un altro commento: la credibilità di Beppe è messa in pericolo da questi argomenti pretestuosi.


non so se avete saputo la notizia che 3 consulenti dell'OMS sono indagati per avere creato un allarme esagerato sulla H1N1 e guarda caso gli stessi personaggi erano anche consulenti di 2 grandi case farmaceutiche che producevano tale vaccino.
L'OMS dovrebbe essere più imparziale, ma il business è così grande che è difficile esserlo!
La situazione in Italia invece rasenta il ridicolo...
solo 4 vaccini sono obbligatori, ma in commercio è disponibile quasi sempre il vaccino eptavalente che viene somministrato a neonati di appena 2 o 3 mesi di vita. in realtà sarebbe meglio che venissero fatti alla fine dell'allattamento (periodo in cui il bambino è protetto dal sistema immunitario materno) ma lo stato impone che va fatto ad inizio svezzamento.
Si possono richiedere (so che esistono) i vaccini singoli ed è nostro diritto decidere come i vaccini debbano essere somministrati.
Comunque il mercurio non viene più utilizzato nei vaccini, ma viene utilizzato largamente lo Squalene che è un immunostimolante aspecifico che può far "impazzire" il nostro sistema immunitario e portare alla comparsa di patologie autoimmuni (allergie).

giovanni m. 08.06.10 22:48| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
ANCHE DI ANTIPOLIO SI PUO' MORIRE,MA BENE,MA DOVE CAVOLO CONFEZIONANO IL VACCINO,A CASA DI CANCRONESI!!!!!
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 08.06.10 21:49| 
 |
Rispondi al commento

Anche io e mia moglie, circa otto anni fa abbiamo vissuto una tragedia legata al vaccino contro l'epatite b "subito" da nostro figlio.
Si e' salvato grazie a "pesanti" cure a base di cortisone...
Quando tocchi gli interessi delle case farmaceutiche... TACCI LORO!!!

Tony Di Dietro Commentatore certificato 08.06.10 21:42| 
 |
Rispondi al commento

la modalità di vaccino contro la polio è cambiata da quando questa malattia è stata dichiarata eradicata in UE. esistono due tipi di vaccino: uno orale (con virus vivo attenuato, più protettivo, ma potenzialmente pericoloso) e uno iniettato per via parenterale (con virus ucciso, meno protettivo, ma assolutamente sicuro). ora si esegue prima il vaccino parenterale, in modo da sviluppare un'immunità iniziale e protettiva. in seguito si somministra il vaccino orale, che stimola un'immunità più solida; nel caso - rarissimo - in cui il virus orale dovesse riattivarsi, l'immunità iniziale sviluppatasi in seguito al vaccino parenterale risulterebbe protettiva. è praticamente impossibile ammalarsi di polio con questa modalità di vaccino: si parla di una probabilità su decine di milioni!
ora, viene da chiedersi perchè sia ancora obbligatorio vaccinarsi in italia, dove la malattia è ormai debellata. beh, nel 1996 ci fu un'epidemia di polio in albania; era il periodo degli sbarchi di clandestini in puglia esi temeva che l'epidemia si sarebbe diffusa anche da noi. invece, grazie all'immunità della nostra popolazione, in italia non si ammalò nessuno.

sono uno studente di medicina, sono il primo ad ammettere che dietro ai vaccini c'è un grande giro di soldi. ma prima di sparare a zero e di fare di tutta l'erba un fascio, la questione andrebbe analizzata a fondo. non si possono paragonare dei vaccini-truffa (come quello recente contro l'influenza A/H1N1) con vaccini utili alla sanità pubblica, come quello contro la polio o il morbillo.

un consiglio che mi sento di dare è quello di non fidarsi del sensazionalismo/terrorismo dei giornali, ma di chiedere sempre consiglio al vostro medico. magari chiedete a più di un medico. credo che il 99,9% dei medici vi consiglierebbe di vaccinare votro figlio/a contro la polio, mentre solo una manciata di medici consiglierebbe a tutti (come praticamente dicevano i giornali) il vaccino contro l'H1N1.

Tommaso M. 08.06.10 21:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Massimo B., purtroppo qnd si attaccano dei capisaldi della nostra vita
si pensa sempre che la si stia sparando grossa. Sono un biologo quindi
posso dire di capirne qualcosa al riguardo; esistono una serie di
vaccinazioni (come la polio) che stanno superando il rapporto
rischio-benificio,ovvero in un paese come l'italia il rischio di contrarre
la poliomielite (ormai eradicata) è molto minore che avere conseguenze in
seguito alla vaccinazione. Le vaccinazioni, come tutte le medicine, hanno
delle controindicazioni, soprattutto legate ai conservanti (tra cui il
mercurio) che studi degli ultimi anni hanno dimostrato avere potenziali
effetti dannosi per il sistema immunitario del bambino. Tant'è vero che in
molti paesi occidentali le vaccinazioni non sono più obbligatorie ma a
libera scelta dei genitori. Credo che anche in Italia esista una norma del
genere, che varia da regione a regione. E non si può non trascurare il
fatto che dietro a queste cose ci sia sempre un business incredibile (vedi
la presa in giro del vaccino anti-suina). Ciao
http://carloruberto.blogspot.com/"

carlo ruberto 08.06.10 21:16| 
 |
Rispondi al commento

questo post cade preciso preciso.
il 20 maggio è nata mia figlia,sanissima e affamata e,come tutti i bimbi d'Italia, dovrà essere obbligatoriamente vaccinata.
Memore di uno spettacolo del MITICO Beppe dove appunto affrontava il problema vaccini sono andato a farmi un giro in rete e devo dire che le notizie lette mi hanno preoccupato.
Onestamente devo ammettere che la maggior parte dei siti sono un poco faziosi nei loro articoli e anche wiki alle voci "vaccino o vaccinazione" risponde con toni differenti.
che fare? rischiare una denuncia presso il tribunale dei minori oppure rischiare la salute di mia figlia?
l'istinto direbbe: "prenditi cura della figlia" ma se dovesse ammalarsi ed avere problemi perchè nn l'abbiamo vaccinata?
non è facile ,non è facile prendere certe decisioni

il becchino 08.06.10 21:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bho non saprei, so solo che i molti paesi sottosviluppati si muore senza vaccini...quindi cosa è meglio?!?!

sara contu 08.06.10 20:39| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, e' chiaro che non ti rendi conto di quanto siano *devastanti* per la tua credibilita' queste sparate antiscientifiche.
Quando vedo che non ti fai scrupolo a dare credito a bufale colossali e pericolose come questa, che io so riconscere come tali perche' rientrano nel mio ambito di competenze e conoscenze, come posso credere a quello che dici nei settori in cui invece sono ignorante? Quando parli di economia o dai notizie su qualsiasi altra cosa? Magari hai ragione, ma magari no, e io che non lo so non posso darti nessuna fiducia, perche' te la sei giocata sparando assurdita' sulle cose che io conosco.
La credibilita' e' una cosa che una volta persa non la recuperi piu'.

Massimo B. 08.06.10 20:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grazie Beppe,

Grazie Nik

manuela bellandi Commentatore certificato 08.06.10 19:59| 
 |
Rispondi al commento

Concordo!!

E vogliamo parlare di chemio ? di Veronesi ? delle balle che ci raccontano per farci crepare piu lentamente con piu spesa ?

Le case farmaceutiche non pensano alla nostra salute! ma al nostro portafoglio!!

Davide F. Commentatore certificato 08.06.10 19:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori