Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Gaeta e Wounded Knee


Sui massacri di Gaeta è nata l'Italia
(16:04)
gaeta.jpg

Il 29 dicembre 1890 a Wounded Knee, come tutti sanno o potrebbero sapere, è avvenuto l'eccidio di 300 Lakota Sioux, donne e bambini, da parte dell'esercito degli Stati Uniti d'America. Trent'anni prima, nel 1860, a Gaeta, come quasi nessuno sa né è tenuto a sapere, fu compiuto un altro eccidio, in cui morirono migliaia di civili, donne e bambini, da parte dell'esercito sabaudo. Centinaia di migliaia di persone perirono nel Regno delle Due Sicilie durante e dopo la guerra di occupazione. Gaeta fu l'epilogo della guerra. Mentre il Governo degli Stati Uniti assegnò ai Lakota delle riserve, i Savoia espropriarono Gaeta che è, ancora oggi, quasi interamente territorio demaniale, dello Stato. La celebrazione dell'Unità d'Italia è una farsa se non si ricordano le sue origini. Senza la memoria del passato non può esistere un futuro per l'Italia. Cosa vuol dire essere italiano per chi non conosce neppure la propria Storia?

Intervista a Antonio Raimondi, sindaco di Gaeta, Antonio Ciano, saggista risorgimentale e Luca Ciardi, storico.

La fine di un regno (espandi | comprimi)
Antonio Raimondi, sindaco di Gaeta: "A Gaeta finisce un regno, il Regno delle Due Sicilie, più che nascere il Regno d’Italia finisce il Regno delle Due Sicilie. Già questo se mi è consentito ribalta la visione delle cose, la storia del Risorgimento è una storia raccontata soltanto da parte dei vincitori i grandi personaggi sono Garibaldi, Mazzini, Cavour e altri ancora, Vittorio Emanuele II, abbiamo in tante piazze d’Italia i corsi principali sono dedicati a questi personaggi, in particolare a Vittorio Emanuele II lo troviamo a cavallo in molte piazze e strade d’Italia.

Una foiba dimenticata (espandi | comprimi)
Antonio Ciano, saggista risorgimentale: "Un cannoneggiamento barbaro verso la città che ha causato 5 mila morti di cui 867 borboni, 41 piemontesi ma il resto erano tutti civili massacrati dalle bombe che erano rifugiate chi nelle case e chi nei camminamenti di questa fortezza, ma sono morti 4 mila gaetani. Ma soprattutto dopo l’assedio quando si è conclusa con un armistizio il 13 febbraio l’assedio ebbene lì in quella zona vicino le scuole medie c’era una piramide tronca, lì hanno fucilato 2 mila gaetani, 2 mila contadini che venivano ritenuti briganti, foiba che è stata scoperta nel 1960 quando stavano costruendo quella chiesa. Nessuno ricorda le nostre foibe, noi ricorderemo i nostri morti."

I Savoia paghino i danni (espandi | comprimi)
A. Ciano: "Abbiamo dato mandato a un legale che sta studiando come poter portare avanti questa causa nei confronti dei Savoia per questo risarcimento, un risarcimento di 220 milioni di Euro potrebbe sembrare una assurdità, non lo è per esempio negli Stati Uniti con il maxi risarcimento che gli Stati Uniti d’America hanno dovuto dare alle tribù degli indiani per esempio per fatti accaduti ben prima del 1861.

Festeggiare 150 di menzogne (espandi | comprimi)
Blog: "Da tutte queste celebrazioni per il centocinquantenario Gaeta sembra comunque esclusa?"

L. Ciardi: "Esatto, questo è gravissimo e non grave, sia se le vogliamo vedere dalla parte borbonica sia dalla parte opposta risorgimentale. Gaeta con un tratto di penna è stata cancellata, non ho capito chi è stato l’ideatore, il promulgatore però resta un fatto: possiamo dire che per il centenario dell’Unità d’Italia Gaeta ha avuto una sua vicenda importante e basta guardare i giornali del 20 febbraio del 1961, contestualmente le celebrazioni si fecero a Gaeta in una giornata e a Torino.

L. Ciardi: "Gaeta rientra nella vicenda che il passato può essere scomodo per tante persone e quindi se noi non la ricordiamo facciamo il piacere a tanta gente!"

È disponibile "Il Nucleare non è la risposta".
Acquista oggi la tua copia.


In omaggio il libro: "Tutte le battaglie di Beppe Grillo"

lasettimanabanner.jpg

13 Giu 2010, 17:04 | Scrivi | Commenti (553) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Chiedo scusa ma volevo finire dicendo che è' da notare che la questione meridionale, ovvero il divario nord sud, iniziò proprio con l'unità d'Italia e che l'emigrazione dei meridionali verso il nord è sorta proprio dopo la spoliazione delle ricchezze del sud a favore del nord.
Purtroppo questo stato di cose, dopo 150 anni, non è cambiato. Il sud resta ancora un ricettacolo di voti mentre il nord "virtuoso" continua a godere con le tasse del sud.
Per la cronaca: vivo al nord per motivi di lavoro e sinceramente vedo anche qui tanto tanto spreco.
Permettetemi un appunto sul problema di Napoli e della sua spazzatura.
Sappiano i signori del nord che la maggior parte della spazzatura che finisce in Campania è la loro e che sarebbe meglio che se la tenessero un po' anche a casa loro.
E' bello avere il proprio giardino pulito sporcando quello degli altri.
Non è la zona geografica dove si nasce a fare o meno virtuosi i cittadini è la coscienza che ci guida a farci diventare onesti cittadini.
distinti saluti.

Fabrizio Buscicchio 09.08.11 13:02| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, sono un cittadino meridionale e meridionalista convinto.
Volevo dirti che come italiano, perchè prima di tutto sono un Italiano, e poi come meridionale ho una profonda indignazione nei confronti di chi ogni giorno, con qualsiasi tipo di epifrasi, disdegna il meridione e infonde nelle menti degli italiani tante fratture e tanto odio. Quel qualcuno che, con tanta arroganza e baldanza, ripete ogni giorno a voce alta che bisogna separare i comuni virtuosi del nord da quelli del sud.
Sappiano quei signori che la conquista del Regno delle Due Sicilie servì affinchè si ripianasse il defici tra debito pubblico e pil degli ex stati del nord. Secondo le ricostruzioni di F.S. Nitti(Nord e Sud, Torino, 1900), le grandi ricchezze del regno oltre a contribuire maggiormente alla formazione dell'erario nazionale, furono destinate prevalentemente al risanamento delle finanze di regioni settentrionali come Lombardia, Piemonte e Liguria, compromesse dalla sproporzionata spesa pubblica sostenuta dal Regno di Sardegna in quegli anni. È infatti accertato che il debito pubblico piemontese crebbe nel decennio precedente al 1860 del 565%, producendo come effetto un aumento vertiginoso delle tasse (furono introdotte negli stati sardi ben 23 nuove imposte negli anni '50 dell'800), la vendita dei beni demaniali (come lo stabilimento siderurgico di Sampierdarena) e la necessità di contrarre grandi prestiti, rimettendo in questo modo le sorti dello stato sabaudo nelle mani di alcuni grandi banchieri (come i Rothschild). Al contrario nello stato borbonico il debito pubblico corrispondeva solo al 16,57% del PIL, esistevano solo 5 tasse, e ciononostante le rendite pubbliche aumentarono in quegli anni, come ci ricorda il Savarese, da 16 milioni a 30 milioni di ducati "per effetto del crescere della ricchezza generale".E' da notare che la q divario nord sud iniziò proprio con l'unità d'Italia e che l'emigrazione

Fabrizio Buscicchio 09.08.11 12:48| 
 |
Rispondi al commento

Da Piemontese cosa posso dire? Che siamo visto come dei carnefici, ed i danni i savoja devono pagarli solo a loro e non anche a noi, che di andare a combattere nel sud non ce ne fregava niente.
I cattivi nella storia siamo sempre e solo noi, ma ora è il Piemonte ed essere la loro colonia.

Marco M 22.08.10 19:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono tempi difficili quelli odierni, tante informazioni, tanti stimoli spesso contrastanti. Farsi spazio in questo mare é dura e richiede un impegno dal quale non dobbiamo sottrarci, dedicando parte del nostro tempo libero a verificare ciò che sentiamo e vediamo accedendo a fonti diversificate. In questa impresa spesso ci si sente soli e si vorrebbe avere qualcuno vicino che ti dica "é così, é andata così, fidati". Questa voce per me da ieri non c'é più; era quella dell'anziano Scrittore, premio Nobel per la letteratura, José Saramago. E' morto e questo provoca in me grande dolore e credo che sia una grande perdita per tutti noi. Chi ha voglia legga i suoi libri e capirà cosa significa libertà di pensiero (e di informazione), fantasia, amore per la natura, profondità d'animo e quant'altro di bello e di umano ci appartiene.

Alessandro Fossatelli 19.06.10 11:59| 
 |
Rispondi al commento

Fabrizio De Andre Morire Per Delle Idee
Morire per delle idee, l'idea è affascinante
per poco io morivo senza averla mai avuta,
perchè chi ce l'aveva, una folla di gente,
gridando "viva la morte" proprio addosso mi è caduta.

Mi avevano convinto e la mia musa insolente
abiurando i suoi errori, aderì alla loro fede
dicendomi peraltro in separata sede
moriamo per delle idee, va bè, ma di morte lenta, va bè
ma di morte lenta.

Approfittando di non essere fragilissimi di cuore
andiamo all'altro mondo bighellonando un poco
perchè forzando il passo succede che si muore
per delle idee che non han più corso il giorno dopo.

Ora se c'è una cosa amara, desolante
è quella di capire all'ultimo momento
che l'idea giusta era un'altra, un altro movimento
moriamo per delle idee, va bè, ma di morte lenta
ma di morte lenta.

Gli apostoli di turno che apprezzano il martirio
lo predicano spesso per novant'anni almeno.

Morire per delle idee sar� il caso di dirlo
è il loro scopo di vivere, non sanno farne a meno.

E sotto ogni bandiera li vediamo superare
il buon matusalemme nella longevit�
per conto mio si dicono in tutta intimit�
moriamo per delle idee, va bè, ma di morte lenta, va bè,
ma di morte lenta.

A chi va poi cercando verit� meno fittizie
ogni tipo di setta offre moventi originali
e la scelta è imbarazzante per le vittime novizie
morire per delle idee è molto bello ma per quali.

E il vecchio che si porta gi� i fiori sulla tomba
vedendole venire dietro il grande stendardo
pensa "speriamo bene che arrivino in ritardo"
moriamo per delle idee, va bè, ma di morte lenta, va bè,
ma di morte lenta

E voi gli sputafuoco, e voi i nuovi santi
crepate pure per primi noi vi cediamo il passo
però per gentilezza lasciate vivere gli altri
la vita è grosso modo il loro unico lusso
tanto più che la carogna è gi� abbastanza attenta
non c'è nessun bisogno di reggerle la falce
basta con le garrote in nome d

Max Stirner Commentatore certificato 19.06.10 02:26| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe. Tu vieni in Belgio e piu particolarmente a Bruxelles al parlamento Europeo. Ma tu lo sai che cose è BXL...Capitale del Europa? Capitale un' C.ZZ.! Non lo sappiamo nianche noi di chi e! Al'Nord hanno capito, hanno votato per il cambiamento ma non so se funzionera, speriamo! Noi al Sud sono sempr'i stessi e forse e meglio cosi! Abbiamo adesso i figli di quelli che hanno rubbatti per anni ma che hanno fatto anche molto bene intorno a loro. Forse per tutti avremo uno premio di origine Italiane (Abruzzo)e per questo sono fiero: un'italiano che dirigia i Belge, loro che ci hanno trattato (e anche ancora adesso) quasi come dei cani, ormai ci siamo, ma...
Sono laureato in ragioneria e ho lavorato come operai stradale fine a rompermi la schiena (33 anni) e adesso che ho uno lavoro che mi conviene, forse siamo per andare in fallita (Speriamo di no!) tutto va in Cina e Est Europa. Invece di trovare lavoro i nostri minisri si preocupano della burka dei musulmani e di sapere dove andra BXL!
Quando vivremmo serenno e faremmo belli sogni per la note. Voglio sognare della mia Italia, delle montagne del'Abruzzo.....
Ciao!
Gianluca

Branciaroni Gianluca 18.06.10 21:43| 
 |
Rispondi al commento

Dovete sapere che il SUD
è la colonna portante dell'Italia.

Lo è stato sin dall'inizio
150 anni fà
quando grazie all'oro contenuto
nel banco di NAPOLI è stato pagato il debito
delle guerre di Unificazione del PAESE.

Adesso quell'oro varrebbe
1000 Miliardi di euro!

La sua gente si è sacrificata,
è morta per l'Italia.

Secondo Civiltà Cattolica
l'unione dell'Italia
è costata al SUD
1 MILIONE di morti

I suoi emigrati
hanno reso ricca la Padania,
l'Italia.

Si sono fatti onore all'estero.

Il direttore della BASE a TERRA
del progetto Apollo (USA 1969)
era figlio di meridionali.

E anche alcuni registi famosi,
basta pensare a F. Capra
che ha cambiato il cinema americano.

Tutti gli europei amano il Sud
e la sua storia,
infatti d'estate si
riempe di Francesi, Inglesi e Tedeschi...

Solo gli italiani
del centro-nord
non amano il SUD.

Solo perchè vogliono continuare sfruttarlo
e a arricchire la mafia..
che hanno messo loro
per frenarne la crescita...


Pippo J. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.06.10 21:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nessuno a più riguardo di nessuno!!! Tutti lucrano dove possono, cercando di fregare (rubare) al prossimo senza pietà, per realizzare il massimo dei profitti solo per loro stessi! Anche mio fratello e sua moglie russa mi hanno fregato con biechi sotterfugi anche la parte ereditaria che mi spettava di diritto e, anche di più: è tutto descritto nel sito web www.menghi.eu
Saluti da Graziano Menghi da Riccione.

Graziano Menghi 18.06.10 12:13| 
 |
Rispondi al commento

.

Peppone ., Commentatore certificato 17.06.10 18:44| 
 |
Rispondi al commento

Signor Beppe Grillo!
A Trento nell'ex area industriale che un tempo ospitava la Michelin stanno progredendo i lavori di costruzione di un complesso residenziale progettato da un famoso architetto. Si dovrebbe trattare di 303 appartamenti dai 65 ai 300 metri quadrati, a questi si aggiungono 18 mila metri quadrati dedicati al terziario, 9 mila di negozi, il Museo della scienza e un centro multimediale (fonte wwww.dosstrento.net).
Quello che mi chiedo e che spero si chiedano i miei concittadini è: perchè?
c'era veramente bisogno di costruire anche li, di fronte all'Adigetto (percorso verde in zona sud della città) e per di più un quartiere di lusso? (non vale nemmeno la scusa dell'edilizia popolare)
a che pro se il mercato immobiliare è in crisi?
Avevo addirittura sentito dire (ma sono voci) che la provincia potrebbe acquistare parte dell'eventuale invenduto. Se ciò fosse vero (spero di no) mi sorgerebbe l'ulteriore domanda se la realizzazione di questi edifici sia effettivamente frutto di una gestione imprenditoriale trasparente, ed in quel caso credo che avremmo il diritto e il dovere di pretendere la massima trasparenza da chi ci governa.
Grazie di avermi dato la possibilità di parlare!

Tamara Bonvecchio 17.06.10 13:49| 
 |
Rispondi al commento

Ma la storia del calcio la conoscono bene l'Italiani.... Sveglia!

Adelmo R. Commentatore certificato 16.06.10 20:23| 
 |
Rispondi al commento

le poche cose che vengono ricordate dal POPOLINO quello che DOVREBBE contare e decidere un futuro,sono TUTTI I GOL segnati nei secoli,attimo per attimo,secondo per secondo.Se poi gli RUBANO il materasso da sotto il naso,chi se ne frega,l'importante è che la squadra assieme ai soliti PARASSITI giornalisti ecc.ecc.VINCANO UNA COPPA ma nemmeno quella che si MANGIA.PIRLAAAAAAAA è un cesso di nazione e di PIRLAAAAAAAA

emi f., voghera Commentatore certificato 16.06.10 16:09| 
 |
Rispondi al commento

il nostro dittatore continua a dare buoni esempi,per la manovra finanziaria obama tassa le fascie alte,
i nostri leccardoni le fascie piccole,nel giorno della manovra finanziaria il figliol prodigo faceva la sua manovra col megayacht da 18 milioni lungo 37 metri,sostituendo quello da 30 effettivamente un po piccolo, un offesa alle persone che stanno perdendo il lavoro e la dignità,mi domando fino a che punto sprofonderemo.

d'avino raffaele 16.06.10 09:37| 
 |
Rispondi al commento


Una Via o una Piazza dedicate alle Vittime dimenticate del "Risorgimento"

http://www.facebook.com/group.php?gid=127450787284013&ref=mf

Antonio Fricano 15.06.10 22:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho, mio malgrado, moltissimi amici i quali, appartenenti ad una cerchia politica ben nota, fanno di tutto per demolire un qualsiasi mio ragionamento mirante solo e soltanto alla ricerca della verità storica. Ogni qualvolta che ritorna l’argomento della cosiddetta unità d’Italia, mi viene da piangere per la loro ignoranza (in molti casi voluta) dei fatti storici e di tutti quegli avvenimenti nel decennio 1861-1871. L’ignoranza voluta della storia è sistematica nei giornalisti del Corriere della Sera. Giornalisti che tutto sommato dovrebbero dedicarsi ad altre attività tranne che al giornalismo. Sfogliando il blog del comico (non giornalista) Beppe Grillo trovo tutti i suoi articoletti più consoni alla verità e le persone intervistate di grande levatura morale oltre che di grande preparazione storica. Ai miei amici raccomandando di leggere il libro “Storia delle Due Sicilie” del grande De Sivo oppure più vicino ai nostri tempi “I vinti del risorgimento” e “Gli ultimi fuochi di Gaeta” di Gigi Di Fiore (esistono infinità di scritti di altrettanti scrittori validi, non collusi) . Non c’è verso di convincerli perché amano leggere le solenni bestialità del Corriere il quale lunedì 14 giugno pubblicava un articolo intitolato “I Borbone e l’avvelenamento di Ariano” firmato da Angelo Agrippa. Riporto quanto scrive: ...Un Mezzogiorno che ancora oggi i neo-borbonici continuano ad esaltare come un sud autonomo, ricco di primati positivi; tuttavia senza spiegare perché lo stesso Sud si sia arreso ai mille di Garibaldi opponendo la stessa resistenza che oppone il burro trafitto da una lama. Quello che il sig. Agrippa finge di ignorare è LA CORRUZIONE che si trascina fino ai giorni d’oggi. Il corruttore pagava alcuni generali borbonici per non opporre alcuna resistenza ben sapendo che successivamente avrebbero avuto onori e privilegi dalla nascita del nuovo Stato. Non parla delle decine di migliaia di soldati, civili, contadini, che opposero resistenza, morti e definiti dal

giovanni borlizzi 15.06.10 18:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho letto con attenzione l'articolo sulla Battaglia di Gaeta e rimango un poco sconcertato.
Da quello che ricordo,come memoria scolastica, ma anche per cio che ho riletto su Wukipedia circa tale battaglia,non riesco a conciliare le due descrizioni...contradditorie!Non mi sembra che i piemontesi siano stati così disumani,hanno assediato e costretto alla resa la città di Gaeta,in quel momento capitale di re FrancescoII.

giancarlo f., pomezia Commentatore certificato 15.06.10 18:00| 
 |
Rispondi al commento

Umberto Bossi da Cassago Magnago, provincia di Varese. Una vita da film. Ha fatto tre feste di laurea senza essersi mai laureato. Alla prima moglie racconta di essere un dottore, si finge medico dell’ospedale Del Ponte di Varese. La storia va avanti per mesi. Quando lei scopre che è tutto inventato chiede il divorzio. Qualche anno dopo l’Umberto porta anche la madre all’università di Pavia per la consacrazione ma non la fa assistere alla cerimonia: è la solita balla, lui ormai c’è abituato. All’Università per qualche anno c’era stato. Pochi esami, parecchi guai ma anche l’incontro che aveva cambiato la sua vita: quello con la politica. Gli anni ’80 scivolano via tutti d’un fiato: la Lega lombarda, la propaganda, i primi assessori comunali eletti in Veneto e Lombardia. Ma il vero show doveva ancora iniziare.Bossi cavalca Mani pulite e l’insoddisfazione del profondo Nord. Non sarà laureato ma è scaltro l’Umberto. Lavora sull’immaginario collettivo, capisce prima di tutti che l’immigrazione sposta una marea di voti che la gente ha una paura fottuta. Poi c’è il folklore: Pontida, miss Padania, la Lega che ce l’ha duro, Roma ladrona, i comizi in canottiera. La Prima repubblica crolla, nel Paese regna la confusione, il momento è propizio. Bossi alza il tiro. Annuncia la secessione, crea il Parlamento del Nord, progetta di avanzare “città per città con le baionette”. L’Umberto corre spedito in bilico sul precipizio. La magistratura potrebbe muoversi da un momento all’altro. C’è chi accusa i leghisti di eversione, razzismo, banda armata, colpo di Stato: roba da ergastolo. Bossi lo sa, ma il rischio vale la candela.BOSSI QUELLO CHE DIFENDE LA FAMIGLIA TRADIONALE ANDANDO A LETTO CON UNA SHOWGIRL FACENDOSI VENIRE UN COCCOLONE: Bossi e la showgirl (Luisa Corna) quando il senatur si è sentito male per l’eccessivo sforzo che stava facendo, gli si è alzata notevolmente la pressione provocando un inizio di emoragia che si è evoluta in un vero e proprio ictus!

Pietro T. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.06.10 16:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

più che un commento vorrei fare una domanda:
il presidentissimo ha deciso che la costituzione non gli garba in particolare vuole modificare l'art 41 che recita:

"L'iniziativa economica privata è libera.

Non può svolgersi in contrasto con l'utilità sociale o in modo da recare danno alla sicurezza, alla libertà, alla dignità umana.

La legge determina i programmi e i controlli opportuni perché l'attività economica pubblica e privata possa essere indirizzata e coordinata a fini sociali."

io non sono un costituzionalista ma mi sembra che l'articolo dica cose di buon senso. Perchè allora lo vuole cambiare?

vuole permette alle imprese di avviare attivita non socialmente utili o dannose per la sicurezza o la liberta o la dignità umane?

Io non capisco mi spieghereste cosa c'è sotto secondo voi?


luciano b. Commentatore certificato 15.06.10 15:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cari signori, la storia la scrivono i vincitori, ai perdenti nemmeno l'onore delle armi.

bruno de ba 14.06.10 17:53| 
 |
Rispondi al commento

Ogni volta che vai al supermercato e compri un prodotto S.P.A o di un multinazionale finanzi il berlusconismo, che altri non è che il neoliberismo mascherato da scemo. La vera rivoluzione, per me, passa attraverso i consumi. Smettiamocela di dare soldi ai nostri aguzzini. Dobbiamo diventare consumatori consapevoli. Fondiamo GAS, Consorsi, Gruppi d'Acquisto Consapevole. Compriamo frutta e verdura bio prodotta da piccole aziende locali e prodotti BIO, o DOP da piccole Aziende Artigianali. Questa è le vera rivoluzione. Non dare più denaro ai nostri aguzzini è l'unica via d'uscita.

roberto f., falconara marittima (an) Commentatore certificato 14.06.10 17:45| 
 |
Rispondi al commento

L'Italia è una repubblica fondata sulla nazionale...

roberto f., falconara marittima (an) Commentatore certificato 14.06.10 17:27| 
 |
Rispondi al commento

Ma a Teano Garibaldi non disse Obbedisco, lo dirà nel 1866 dopo la vittoriosa battaglia di Bezzecca al telegramma con cui gli si ingiungeva di ritirarsi perchè Cialdini si ritineva sconfitto dagli austriaci e Persano si era fatto affondare 2 navi da battaglia a Lissa, forse a causa della fronda dei suoi sottoposti vacca e Albini.

Nicola Alessandro 14.06.10 17:14| 
 |
Rispondi al commento

Zaia vuole veramente cambiare l'inno di Mamelicon Va' pensiero??? Si sussurra che Mameli fosse di origine sarda,mentre Giuseppe Verdi è del nord ecco il motivo!!! Chissà se Verdi,se fosse vivo voterebbe lega?!? Dedico questo passo della famosa poesia di Brecht ai caduti dell'eccidio di Gaeta:"Felice il popolo che non ha bisogno di eroi"!!! Dio farà giustizia di questi morti.

giovanna m. 14.06.10 16:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La buona (e coerente col Tema) SILVANETTA, posta il seguente

***********

3 anni fa i savoiardi chiedevano un risarcimento all’Italia a causa dei 54 anni di esilio.

Si sarebbero accontentati della modica cifrettina di 260 milioni di €.

170 milioni li voleva Vittorio Emanuele; 90 suo figlio Emanuele Filiberto.

Ma non è tutto: oltre agli interessi sulle somme richieste, i Savoia avrebbero voluto anche la restituzione dei beni confiscati dallo Stato al momento della nascita della Repubblica Italiana.


http://www.youtube.com/watch?v=obkNNunBKCI


http://www.repubblica.it/2007/11/sezioni/cronaca/savoia-risarcimento/savoia-risarcimento/savoia-risarcimento.html


Come andò a finire?

Ballarono sotto le stelle a spese dei contribuenti italiani che non chiesero mai conto dell’importo del cachet, mentre oggi pare si tormentino molto per quello di Santoro e Travaglio, però che stranezze!

********

Carissima, oltre che una STRANEZZA, quella Casata di Facce come il CU CU CU, dimenticano la fuga in fretta e furia, alla fine dell'ultima guerra, con GROSSI VALIGIONI stracolmi di SOLDONI e l'aver firmato DUE TRATTATI killers

Alla base di detti TRATTATI, infatti, ci fu la infelice e costosissima foruma MAGICA:

RESA SENZA CONDIZIONI

Con TRE parole, ammazzi un Paese, in termini TERRA/TERRA, o lo Colonizzi, o lo METTI in mano a personaggi del Calibro Andreotti e Cossiga, dei TANTI GENUFLESSI per il BEL PAESE, e loro ORRENDE PERFORMANCES volute da chi li mise al GUINZAGLIO

Il Popolo....?? venne e viene un po' turlupinato, in essenza

Mario Mori Commentatore certificato 14.06.10 16:28| 
 |
Rispondi al commento

http://www.inviaggiocongeniuscard.it/progetti/un-viaggio-per-non-smettere-di-studiare

Michele FilanninoGiàPresente, Barletta Commentatore certificato 14.06.10 16:01| 
 |
Rispondi al commento

Straordinario anche questo post di oggi. Però...

io penso che dobbiamo concentrarci su iniziative che portino risultati. La manifestazione di piazza per esempio non porta ad alcun risultato in Italia. Forse uno studio legale, che qualcuno ipotizza, è un'ottima soluzione. Io sono disposto a iniziative al limite della legalità pur di far tornare la legalità.

Ma informarmi per sapere ogni singola vergogna di questo paese senza che nulla cambi non fa altro che farmi impazziare!!

Dobbiamo ottenere risultati. CONCRETEZZA.

davide marchiani, Vicenza Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 14.06.10 15:59| 
 |
Rispondi al commento

Lotta senza quartiere all'evasione ed alla corruzione e forse salveremo dal tracollo lo Stato italiano.

Eccovi qualche cifra che fa riflettere.

Tasse pagate pro capite nel 2007

Nord = tasse 14.600 euro - pil procapite 28.600 euro.

Centro = tasse 13.500 euro - pil procapite 25.200 euro

Sud = tasse 7.600 euro - pil procapite 16.100 euro

I seguenti sono dati totali in miliardi di euro di tasse pagate ed impieghi in pensioni, sanità, istruzione, infrastrutture.

Nord / Tasse pagate 394,9 = Impieghi 347,1 = saldo positivo per lo Stato di 47,8 miliardi.

Centro / Tasse 182,9 = Impieghi 183,1 = saldo 0,2 miliardi.

Sud / Tasse 146,0 = Impieghi 217,3 = saldo negativo 71,3 miliardi di deficit per lo Stato.

Questi sono i dati certi che poi si è liberi di interpretare come si preferisce.

Rimango dell'opinione che di fronte ad un problema, la scelta sia proporre soluzioni e non accanirsi tra meridionalisti e nordisti, ma eiscontro che si preferisce accusare piuttosto che proporre.

Da queste cifre comunque emerge che al sud il deficit tra entrate ed uscite è stratosferico, e delle 2 o si abbassano le uscite o si aumentano le entrate, sopratutto in vista della probabile attuazione del federalismo fiscale.

Giorgio O. Commentatore certificato 14.06.10 15:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@ sereno:
************
"La differenza tra me e te e´che tu recepisci solo un certo tipo di propaganda senza neppure discuterne."
************
sereno,
questa frase - e va ricordato - viene scritta da una persona che non giudica nessuno (cosa più volte affermata e altrettante volte smentita nei fatti).

quindi, non ne vale proprio la pena rispondere ad una persona che si ritiene superiore a tutti quelli che non la pensano come lei. una persona che se ne frega solo di riepmpirsi la propria pancia e degli altri chisenefrega! una persona che usa tanti bei concetti, che in apparenza possono anche apparire "ben intenzionati", ma alla fine sono solo la "dimostrazione" pratica del loro vuoto a livello di valori, ecc...
(a parte essere probabilmente anche 'propaganda' di parte)

quindi, se ti posso dare un consiglio, caro sereno, lascia perdere! non vale la pena rispondere a certe persone/commenti.


ps: e poi mai fidarsi di chi spaccia preservativi alla fragola!

Lev Davidovič Bronštejn (lev trotsky) Commentatore certificato 14.06.10 15:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ignoranti di tutto il mondo

Globalizzatevi pure....

TOSCANA UBER ALLES!!!!

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 14.06.10 15:38| 
 |
Rispondi al commento

Cosa sono i millenni?
Una manciata di tempo.
Polvere in confronto a un unico sguardo dell'eternità.

Hermann Hesse

umberto c., alba Commentatore certificato 14.06.10 15:34| 
 |
Rispondi al commento

"La Nazione, sulla carta, esiste

Il resto (Italianita') e' un progetto mai voluto, sopratutto dal POTERE centrale a Roma, dove il DIVIDE et IMPERA e' la regola dominante, per gestire il Paese"

Quando si parla di vergogne del Nord nella persona di Garibaldi, nell´operato dei Savoia si fanno tante parole e alla fine non si dice nulla.
Se Gaeta vuole risrcimenti dai Savoia non mi tocca minimamente.
Nel momento in cui gli italiani hanno votato per la Repubblica si sono prese le distanze dai Savoia.
Distanze che mi sembra siano valide tuttora.
Rinvangare il passato e continuare a parlare di Nord e Sud non mi sembra che sia molto produttivo.
Io mi sento europea piu´che italiana e cittadina del mondo.
Il fatto che sia nata in Italia non mi fa diversa da un tedesco.
Il patriottismo, il nazionalismo dovrebbero essere concetti superati.
E´giusto conoscere la storia.
La verita´e´che tutte le guerre, pur avendo un pretesto ideologico, pur essendo combattute in nome di liberta´, democrazia etc. hanno sempre avuto motivi molto piu´terra terra.
A cominciare dai Romani che facevano della guerra la ragione della loro esistenza, a continuare con tutte le guerre coloniali e non, a finire con le guerre in Iraq e Afghanistan.
Garibaldi non era meglio o peggio degli esaltati di oggi che si fanno usare in nome di principi e ideologie.

Fulvia Broghammer 14.06.10 15:26| 
 |
Rispondi al commento

Un commentatore posta

*******
Comunque sia andata, adesso siamo una Nazione, e questo è un valore.
*******

Carissimo

La Nazione, sulla carta, esiste

Il resto (Italianita') e' un progetto mai voluto, sopratutto dal POTERE centrale a Roma, dove il DIVIDE et IMPERA e' la regola dominante, per gestire il Paese

L'Italianita', o senso civico di un Paese, la si insegna a Scuola..la si dovrebbe insegnare a Scuola e con forte enfasi sull'educare (non indottrinare) il futuro cittadino adulto

IL GLOBALISTA, naviga nella direzione contraria, e con GOLPE finanziari, sopratutto, vuole SFASCIARE ogni MEMORIA di ogni tipo di CIVILTA' esistente (vedasi episodio Grecia)

Analisti sostengono che la sola cura all'imbarbarimento della ESPERIENZA UMANA GLOBALE, esperimento che sta andando avanti con la collaborazione dell'apparato MEDIATICO GLOBALE, e' la attivazione del singolo cittadino a livello locale..ed il Beppe in questo vede molto giusto..DEMOCRAZIA ATTIVA dal BASSO in ambienti dove la DIMENSIONE UMANA sta per essere spazzata via da DOGMI dettati sopratutto dalla GRANDE FINANZA..e non verificabili a livello INDIVIDUO

Marcuse ed il suo UOMO ad UNA DIMENSIONE, tracciava una direzione ed interpretazione di un modello di sviluppo NON SOSTENIBILE

Non venne preso abbastanza sul serio...

Mario Mori Commentatore certificato 14.06.10 15:06| 
 |
Rispondi al commento

buongiorno a tutti, scrivo per dire la mia in proposito. per dire la mia opinione da meridionale e da italiano.. è verissimo che il movimento unitario italiano non è stato perfetto perchè alla fine ha scontentato un pò tutti ma dobbiamo tener presente che alla fine sempre di una guerra si è trattato, anzi di una guerra civile che ha annullato precedenti realtà statali per crearne una nuova che non è stata un granchè, tant'è vero che ancora oggi ne parliamo in maniera critica. io credo che l'italia di oggi debba fare un passo indietro in senso pacificatorio verso alcune realtà che hanno bisogno di essere riconosciute come gaeta o come il processo di federalismo territoriale. per esempio perchè con il recente ddl sul federalismo demaniale gaeta non è stata restituita ai suoi cittadini???
però consentitemi un'altra cosa: non mi va giù questa moda ignobile di tirare in ballo garibaldi per ogni cosa. nello specifico garibaldi e il suo "obbedisco" andavano riferite alla 3° guerra di indipendenza contro l'austria e a bezzecca in particolare, non a gaeta anzi lì lui non mise piede!
probabilmente garibaldi è solo il capro espiatorio e la valvola di sfogo di coloro che l'unità d'italia non la vogliono, vedi la lega, i neoborbonici e quel galantuomo di miccichè, che lo accusano ormai di ogni nefandezza...
un auspicio sarebbe quello di terminare l'opera unitaria "...facendo gli italiani" magari un pò di pace tra di noi ci farebbe solo bene!
saluti

tommaso figoli 14.06.10 15:04| 
 |
Rispondi al commento

... tu hai ragione ma ho sempre saputo che il Regno delle deue Sicilie era sotto i Borboni di Spagna e allora che Italia era o sarebbe stata? Credso almeno. Le guerre sono un eccidio dell'umanità , i Borboni avrebbero ceduto dialogando ? Se ne sarebbero andati senza sparare un colpo? Le due guerre mondiali a che sono servite. Come sta il mondo oggi????????????????????????

renato farina 14.06.10 14:21| 
 |
Rispondi al commento

X giuseppe flavio che scrive

Il paragone con le altre nazioni europee non calza per nulla.
Tu dici - a parte la Germania.
In quell'epoca tutte le nazioni europee coltivavano "l'uomo forte" nazionalista, fosse Franco, Petain o De Gaulle e qualunque fosse la loro forma di governo.
Solo la Gran Bretagna aveva una parvenza di democrazia storicamenete sentita (Magna charta, 1215))senza il nazionalismo della Francia, ma in compenso con il più forte colonialismo del mondo - e ne negava un pezzettino a noi.
Analizzare tutto ci porterebbe lontano.
Io penso che ogni nazione, ogni forma di governo, ha le sue luci e le sue ombre.
Ridurre il fascismo al male assoluto vale come ridurre il comunismo al male assoluto...Vale come riconoscere alla democrazia il bene assoluto.
Cosa che stiamo vivendo...

--------------------------------------------------

il concetto era che le altre nazioni hanno continuato (sia pure con tutti i loro difetti) il percorso democratico, percorso che e' quasi certo andra' avanti all'infinito, nessuno puo' dire di essere arrivato alla forma di stato "perfetta" e molto probabilmente non ci si arrivera' mai.
noi (e la germania) invece ad un certo punto abbiamo fatto come i gamberi, tornando indietro e creandoci danni culturali pesanti. danni di cui si puo' sentire ancora oggi il nefasto influsso.
p.s. qualunque tirannìa (e quello e' il fascismo, non possiamo solo definirlo un regime, basta vedere i danni che ha fatto ad es nei paesi del sudamerica) ha fermato il normale processo di crescita culturale e politico degli stati che ha infestato. naturalmente con tutti gli alti e bassi, crisi, errori etcetc. che ogni stato affronta naturalmente.
p.p.s. giustamente, come scrivi, aggiungerei la spagna di franco all'elenco delle nazioni europee dellì'epoca che hanno perso anni per la loro evoluzione.

francesco pace (francesco pace 51), bologna Commentatore certificato 14.06.10 14:09| 
 |
Rispondi al commento

Quando il patriottismo e´nazionalismo la storia insegna che la situazione diventa pericolosa.
Io sono nata dopo la guerra e sono stata educata in modo diverso.
Quello che conta e´l´individuo, ogni ideologia che da´risalto alla "nazione" a scapito dell´individuo (vedi le dittature comuniste o il fascismo) e´contro la liberta´.
Liberta´di sviluppare l´individualita´che cé´in ogni essere umano, il desiderio di migliorare, di lavorare.
Quando gli individui sono ridotti a numeri, a parte di un tutto, nascono le dittature.
Non e´facendo il tifo per la squadra di calcio nazionale che si partecipa allo sviluppo della societa´.


vorrei un popolo che si destasse dall'incubo perpetuo, disposto a sacrificare la propia vita per riprendere in mano le redini del nostro futuro.
Credete ancora che manifestare il dissenso con pacifiche manifestazioni possa scalfire minimaente le loro coscenze?
meditate gente meditate...

lorenzo b., roma Commentatore certificato 14.06.10 14:02| 
 |
Rispondi al commento

Il consumo di alcolici, grazie anche alle abitudini del tempo libero, come aperitivo e uscite serali, e’ piu’ diffuso nelle regioni del Nord-est (73%), in particolare in Veneto (74,9%) e in Trentino Alto-Adige (72,2%).

Isidora Sgueig, Torino Commentatore certificato 14.06.10 14:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Differenze culturali

In Olanda si vive veramente l'atmosfera patriottica in questi giorni.
L'arancione e' ovunque, bandierine birre magliette tendine manifesti riscaldano questo paese del nord.
E' non si tratta di semplice spirito sportivo, o di gloria personale, ma di puro spirito nazionalistico
loro amano il loro paese come noi non sapremo mai piu' fare
sentiti ringraziamenti alla nostra classe politica per aver ucciso qualsiasi possibilita' di provare questa sensazione di fierezza collettiva di essere italiani

sfig atto Commentatore certificato 14.06.10 13:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Pomigliano, ricatto Fiat: lavoro?
Rinuncia al diritto di sciopero
Pomigliano, ricatto Fiat: lavoro? Rinuncia al diritto di sciopero
Sanzioni in caso di malattia, riduzione dei permessi elettorali e abolizione della pausa pranzo. Attesa la decisione Fiom

http://www.unita.it/news/economia/99992/vuoi_il_lavoro_devi_rinunciare_al_diritto_di_sciopero

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 14.06.10 13:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dossier Telecom: «Vertici consapevoli»

Scrive il Gup Milanese:

«Una gravissima intromissione nella vita privata delle persone mossa da logiche partigiane nella contrapposizione tra blocchi di potere economici e finanziari, logiche che tendono a beneficiare non già l'azienda come tale ma chi in un dato momento storico ne è il proprietario di controllo».

***

Noi ce ne freghiamo delle intercettazioni.

Guardiamo ai fatti:

Gravissima violazione della Privacy
Gravi indizi di appropriazione indebita
E danni certi
e
Irreparabili agli azionisti.

RIPRENDIAMOCI LA TELECOM!!!!


Saluti

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 14.06.10 13:36| 
 |
Rispondi al commento

GRAZIE BEPPE PER L'ATTENZIONE CHE DEDICHI AL NOSTRO PAESE!!

lessico e nuvole 14.06.10 13:30| 
 |
Rispondi al commento

Bankitalia: ad aprile debito pubblico a livelli record a 1.812,7 mld
Ad aprile si e' attestato a 1.812,7 miliardi. Entrate in calo nei primi 4 mesi, -1,8%

Io continuo a non capire, se i soldi sono i nostri, perchè ce li prestano?

K.i. 14.06.10 13:26| 
 |
Rispondi al commento

Per Laura m.
Scusa Laura ma m. stà per mona ???
Umberto Bossi.Ha fatto tre feste di laurea senza essersi mai laureato. Alla prima moglie racconta di essere un dottore, si finge medico dell’ospedale Del Ponte di Varese. La storia va avanti per mesi. Quando lei scopre che è tutto inventato chiede il divorzio. Qualche anno dopo l’Umberto porta anche la madre all’università di Pavia per la consacrazione ma non la fa assistere alla cerimonia: è la solita balla, lui ormai c’è abituato. All’Università per qualche anno c’era stato. Pochi esami, parecchi guai ma anche l’incontro che aveva cambiato la sua vita: quello con la politica. Gli anni ’80 scivolano via tutti d’un fiato: la Lega lombarda, la propaganda, i primi assessori comunali eletti in Veneto e Lombardia. Ma il vero show doveva ancora iniziare.Bossi cavalca Mani pulite e l’insoddisfazione del profondo Nord. Non sarà laureato ma è scaltro l’Umberto. Lavora sull’immaginario collettivo, capisce prima di tutti che l’immigrazione sposta una marea di voti che la gente ha una paura fottuta. Poi c’è il folklore: Pontida, miss Padania, la Lega che ce l’ha duro, Roma ladrona, i comizi in canottiera. La Prima repubblica crolla, nel Paese regna la confusione, il momento è propizio. Bossi alza il tiro. Annuncia la secessione, crea il Parlamento del Nord, progetta di avanzare “città per città con le baionette”. L’Umberto corre spedito in bilico sul precipizio. La magistratura potrebbe muoversi da un momento all’altro. C’è chi accusa i leghisti di eversione, razzismo, banda armata, colpo di Stato: roba da ergastolo. Bossi lo sa, ma il rischio vale la candela.BOSSI QUELLO CHE DIFENDE LA FAMIGLIA TRADIONALE ANDANDO A LETTO CON UNA SHOWGIRL FACENDOSI VENIRE UN COCCOLONE: Bossi e la showgirl (Luisa Corna) quando il senatur si è sentito male per l’eccessivo sforzo che stava facendo, gli si è alzata notevolmente la pressione provocando un inizio di emoragia che si è evoluta in un vero e proprio ictus!

Pietro T. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 14.06.10 13:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Due giorni fa ho letto su diversi giornali tedeschi una notizia che non ha avuto seguito.
Un partito svizzero SVP ha chiesto al Baden Württemberg di abbandonare la Germania e annettersi alla Svizzera.
Il paradossale non era la proposta, ma i commenti che seguivano l´articolo.
Il 99% dei lettori era felicissimo e si dichiarava disponibile.
Altri tedeschi di altre regioni si dichiaravano pronti a prendere la residenza in Baden Württemberg qualora la cosa fosse andata in porto.
E questi NON SONO LEGHISTI.
In Svizzera l´aliquota fiscale massima e´il 5%, la lingua parlata nel Nord e´il tedesco.
In Germania le tasse sono di poco inferiori a quelle italiane e regioni come il Baden Württemberg pagano tasse al governo centrale e un "contributo di solidarieta´" per la Germania Est.
Qui la riunificazione e´stata caldeggiata dalle ditte dell´Ovest che hanno fatturato miliardi per costruire le infrastrutture inesistenti.
Ora che non c´e´piu´molto da lucrare caldeggiano una nuova "separazione".
Come ho detto altre volte il "leghismo" non e´una ideologia, ma semplice egoismo che trova mille scuse e giustificazioni in stupide rivendicazioni.
Se il governo centrale non lo capira´le conseguenze saranno gravi.
La Svizzera in quell´articolo si dichiarava disposta ad "accogliere" il Nord Italia...


Ma all'inaugurazione della scuola di Vedelago il coro che ha intonato il Va Pensiero era quello degli allevatori di bovini da latte della Padania?

Cristina M., Leifers Commentatore certificato 14.06.10 13:14| 
 |
Rispondi al commento

DEBITO PUBBLICO USA OLTRE 12,000 MILIARDI DI DOLLARI...

USA, 2010 AD

Negli USA stiamo assistendo a questo fenomeno proprio in questo momento.

L’apocalisse economica del 2008 è stata fermata solo con un mostruoso indebitamento dello stato, che ha distribuito denaro a pioggia alle banche.

Il costo è stato una enorme voragine nera di debito pubblico che è stato finanziato con una enorme quantità di titoli di debito pubblico.

Cina e Giappone sono gli stati che – storicamente – hanno acquistato massicce quantità di titoli di debito USA. Come Oreste Lavolpe, sono avversi al rischio e finora hanno piazzato i loro risparmi nel posto più sicuro possibile: nel debito dello stato della prima economia mondiale.

Come sappiamo dalle notizie riportate su IS nei mesi passati, è ormai noto che Pechino soprattutto sta avendo forti dubbi sulla capacità di Washington di ripagare il debito.

In pratica, Pechino ha iniziato a chiedersi se le finanze di Washington non diventate troppo simili a quelle dello Zimbabwe.

Il dubbio è legittimo, visto lo spropositato aumento del debito pubblico per salvare Wall Street.
http://informazionescorretta.blogspot.com/2010/02/la-grande-fuga-dal-debito-pubblico-usa.html

sandro m., san vincenzo (li) Commentatore certificato 14.06.10 13:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

BASTA CAZZO.

QUANDO SI SCENDE IN PIAZZA?

Alessio . Commentatore certificato 14.06.10 13:05| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 15)
 |
Rispondi al commento
Discussione

I savoia paghino i danni?


Perché fermarsi ai savoia, che furono dei semplici scagnozzi? Perchè fermarsi a Garibaldi, che fu un mercenario molto fedele alla corona inglese e a mazzini, che fu un terrorista sanguinario di prima grandezza, in quanto a disumanità e crudeltà, e corruttore senza pari?

Comunque sia andata, adesso siamo una Nazione, e questo è un valore. Una nazione minacciata dal globalismo, come tutte le nazioni del mondo, oltre che dal separatismo, che si insinua in questi frangenti cruciali.
Il problema è che da allora, da 150 nni fa, a comandare sono sempre gli stessi, sempre la stessa "fratellanza", per dirla con Santoro.

sancho . Commentatore certificato 14.06.10 13:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Recentemente in Padania ai piccoli Balilla viene fatto cantare il Va' pensiero al posto di Fratelli d'Italia.
Forte la reazione nel mio quartiere, in cui da due giorni campeggiano alcune decine di bandiere tricolore. Sentimento d'unità nazionale?
Macchè, ce so i mondiali.

Alessio Onofri, Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 14.06.10 13:00| 
 |
Rispondi al commento

Ecco, giusto, senza la memoria........allora perche'noi "vecchi" cadiamo nel dimenticatoio anche prima di andare in pensione?

Noi siamo "la memoria", noi siamo i "saggi", quelli da interpellare in continuazione per avere consigli e suggerimanti, sia per l'esperienza che per le specializzazioni.

Quanto potremmo essere di utilita' al nostro paese, specialmente la vecchia guardia dei tecnici specializzati, come me modestamente, quelli che hanno progettato SUEZ, le grandi raffinerie nel mondo, le grandi opere d'architettura, "le strade", i ponti, le dighe, gli impianti chimici-farmaceutici e le miriadi di fabbriche, in Italia poi dall'Indonesia, dall'Egitto, alla Colombia, all'Irlanda, al Medio Oriente, nell'Est d'Europa, apprezzati dappertutto, invidiati, corteggiati
dovunque per le nostre capacita', inventiva, fantasia e creativita' legate alla velocita' di esecuzione (la SAIPEM in Australia progetto' e costrui'un oleodotto in 6 mesi, quando le migliori ditte inglesi, americane, olandesi, avevano previsto 2 anni e un costo immenso durante la gara d'appalto), poi gli altri "vecchi", quelli nel campo amministrativo, economico e finanziario, gli immensi "artigiani",
i meccanici, i montatori, i saldatori, i toscani
delle alte strutture in metallo, pareggiati soltanto, appunto, dai pellerossa americani.

Noi vecchi, quelli che istruirono migliaia di giovani al "giusto fare".

Noi "vecchi" la Storia d'Italia la sappiamo bene
perche' insieme ai nostri padri, nonni e bisnonni "l'abbiamo fatta", i miei zii morti, feriti, invalidi perche' hanno fatto la Resistenza, quella
cosa strana per i nostri governanti, senza la quale loro "non potrebbero rubare e arricchirsi
sulle spalle degli italiani, inconsci, insulsi, ignoranti di tutto e di piu' che lo hanno consentito e lo stanno ancora consentendo.

Noi vecchi con quattro soldi di pensione, che abbiamo reso l'Italia famosa nel mondo, ora messi
da parte, "un patrimonio" unico nel mondo, non sfruttato. Un'ignominia.

Cheers

Frank A. 14.06.10 12:53| 
 |
Rispondi al commento

Dopo aver trasformato il libero mercato in monopoli privatistici mafiopartitocratici,
dopo aver socializzato liberamente le perdite, prima con le truffe borsistiche, poi con gli aiuti di stato, quale sarà la nuova ricetta per l'economia ?
Il ministro Tremonti che fino a pochi giorni fa delirava su video games con mostri da abbattere,
svelava i segreti di pulcinella in diretta televisiva e non usciva di casa se non aveva la bibbia sotto il braccio, se ne esce fuori dicendo che oggi la via " giusta " ( finalmente !) è quella dell' Economia Sociale di Mercato......


.....dammi tre parole sole cuore amore.......
dammi un bacio che non fa parlare......


Alina F., Varese Commentatore certificato 14.06.10 12:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'unico merito e intuizione (ma non i saprofiti che ci stanno adesso che ci campano ma gli idealisti fondatori)che ha avuto la lega e' stato il processo di globalizzazione (o chiamalo immigrazione fa lo stesso) che e' inesorabile e ineluttabile (si calcola che nel 2055 meta' italiani saranno di origini extranazionale)
Aprofittando di questo han fatto leva con le radici delle popolazioni locali e con l'atavica paura del nuovo; anzi l'hanno anche incentivata sapendo che ogni immigrato era un voto verde in piu'.
Ma lo sanno bene che questa lotta e' inutile, il progresso va avanti anche senza di loro, le societa' multietniche ormai sono un dato di fatto; far finta di lottare questa situazione e' solo un alibi per lucrarci sopra e sedersi alla tavola imbandita dello stato. In questo ci stanno riuscendo benissimo, sopportati da una base ignorante e xenofoba che nemmeno si rende conto di quanto succede.

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 14.06.10 12:50| 
 |
Rispondi al commento

SANITA' CUBANA...

Cuba ha lanciato un allarme
per la mancanza di controllo nella
lotta all’HIV

Radio Reloj – Cuba, mercoledì alle Nazioni Unite, ha lanciato un allarme per l’inosservanza delle mete accordate nella lotta contro l’HIV a livello mondiale, mentre l’epidemia avanza ad un ritmo impressionante.

Pedro Núñez Mosquera, rappresentante permanente di Cuba all’ONU ha esposto una situazione allarmante durante un discorso tenuto in una sessione dell’Assemblea Generale dedicata al’esecuzione di due dichiarazioni approvate dall’organismo al rispetto.

Ha anche ribadito che i livelli di nuovi contagi e di decessi causati dalla malattia sono alti, e che l’HIV continua ad essere l’infezione che causa più morti, e la principale ragione di mortalità nelle donne in età fertile. Il rappresentante permanente ha anche ricordato che il sistema sanitario dell’Isola si caratterizza per la sua universalità, gratuità e accessibilità per tutti, e che dispone di un ampio programma di prevenzione. (Traduzione Granma Int.)

http://www.granma.cu/italiano/cuba/Cuba-ha-junio.html

sandro m., san vincenzo (li) Commentatore certificato 14.06.10 12:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

onestamente sono contento che lo stiate prendendo in culo...in fondo lo meritate....

sanità :vostro legittimo diritto ..per giunta a pagamento..

quando si consumano episodi di sfacciata malasanità...quando si crepa in ospedale per un banale intervento....quando in chirurgia cuciono lasciando tamponi e ferri nella ferita....

voi dove siete?...a manifestare presso la struttura ospedaliera ?...siete li a reclamare giustizia ?

...noooo !!!

il vero ITALIANO..quello che si commuove e si accalora...lo si vede quando UNDICI DESCOLARIZZATI MILIARDARI corrono dietro la palla.....

in 40 mila allo stadio...in 15 milioni incollati alla TV....questo è il vero italiano !!!!!

...e nenche in quattro a manifestare dinanzi ad un ospedale nella cui cucine banchettano topi e scarafaggi !!!

continuate a prenderlo in culo...l'importante è che vinca l'italia vero ?

bah ! se in farmacia si vendessero flaconi di DIGNITA'...non staremmo nella merda.....

Peppino Garibaldino, Casa mia Commentatore certificato 14.06.10 12:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CUBA-UE

Comunicato stampa del Ministro degli Esteri della Repubblica di Cuba sull’incontro ministeriale di dialogo politico con l’Unione Europea
• Cuba e l’Unione Europea sostengono un dialogo politico

Il Ministro cubano degli Esteri Bruno Rodríguez Parrilla, rispondendo ad un invito, ha sostenuto nella mattinata un incontro ministeriale di dialogo politico con l’Unione Europea, a continuazione di quello iniziato nell’ottobre del 2008.

Al dialogo hanno presenziato per la parte europea l’eccellentissimo Sig. Miguel A. Moratinos, Ministro degli Esteri della Spagna, paese che detiene la presidenza semestrale dell’Unione Europea, così come per rappresentanti della Commissione Europea e della Segreteria Generale del Consiglio dell’UE.

Durante l’intercambio la presidenza e la Commissione Europea hanno manifestato l’interesse di approfondire la cooperazione con Cuba e di stabilire dei legami contrattuali tra l’Unione Europea ed il nostro paese come base per lo sviluppo delle relazioni tra entrambe le parti.

Da parte sua, il Ministro degli Esteri cubano ha ribadito la disposizione di Cuba al dialogo con l’UE, con l’attuale e le future presidenze del Consiglio su basi reciproche, con carattere incondizionato e non discriminatorio, che include anche il pieno rispetto dell’uguaglianza sovrana degli Stati, dell’ambito giuridico e dell’ordinamento istituzionale delle Parti, e la totale osservanza del principio della non ingerenza nelle questioni interne degli Stati. Ha quindi scandito la volontà cubana di negoziare le relazioni bilaterali con l’UE che includano tanto i vincoli politici quanto il commercio e la cooperazione.

Il Ministro Bruno Rodríguez Parrilla ha poi manifestato la volontà di Cuba di mantenere una relazione rispettosa che passa necessariamente per il riconoscimento ed il trattamento, da parte dell’UE, di Cuba con uguaglianza di condizioni, e ha reiterato che l’ingerentista e unilaterale ...

TERMINA SOTTO

sandro m., san vincenzo (li) Commentatore certificato 14.06.10 12:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Pur di ottenere denaro si prende a pretesto qualsiasi evento storico. Nessuno ricorda mai che senza i Savoia saremmo ancora uno stato frammentato dominato da tedeschi, francesi o chissà chi altri.
Napoli è la città più monarchica e sabauda d'Italia. Ciò spiega meglio di qualunque analisi storica quanto erano bravi i Borboni e quanto i Savoia.

Carmine Cartone 14.06.10 12:44| 
 |
Rispondi al commento

BUONGIORNO, SBULLONATO POPOLO!

chissà di che parlerà il Marco, oggi?

del nuovo sito del fatto, di berluscaz o di bavagli?

mah?

ps:
per i due o tre al quale interessa, ho fatto un nuovo post.
non parla di politica, ma di "quieto" vivere.

il Mandi Commentatore certificato 14.06.10 12:43| 
 |
Rispondi al commento

DOPO LA DECISIONE "PILOTATA" DELL'ONU...

Il Venezuela condanna la risoluzione della ONU contro l'Iran

Il Venezuela ha espresso la sua contrarietà per la risoluzione promossa dal Consiglio di Sicurezza dell'Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU) che impone nuove sanzioni politiche ed economiche all'Iran, come ha confermato un comunicato del Ministero degli Esteri.

Ignorando gli sforzi che i paesi di buona volontà hanno fatto per raggiungere insieme, a Teheran, un accordo senza precedenti nella cooperazione nucleare, il Consiglio di Sicurezza ha di nuovo aggredito la dignità dell’Iran, sottolinea la nota ministeriale.

Questa inadeguata decisione si prende pochi giorni dopo il massacro perpetrato da Israele, in acque internazionali, e questo organismo non è stato capace di condannare il paese aggressore, ponendo in evidenza la sua mancanza di legittimità etica e di rappresentatività necessarie per garantire la pace vera e la giustizia nel mondo.

Il presidente Hugo Chavez, con il popolo venezuelano, respingono categoricamente la Risoluzione approvata dal Consiglio di Sicurezza della ONU, con cui s’impongono nuove sanzioni politiche ed economiche al fraterno popolo iraniano ed al suo coraggioso governo, dice ancora la nota venezuelana.

Nel testo, Caracas reitera il suo appoggio alle legittime aspirazioni dell'Iran nell'uso dell'energia nucleare con fini pacifici e condanna questa nuova azione che ostacola la sua marcia per lo sviluppo ed il benessere della sua popolazione.

Il governo venezuelano è convinto che la forza etica del popolo e del governo iraniani, con l'appoggio solidale delle nazioni amiche come il Venezuela, vinceranno anche questa nuova imposizione, contribuendo così allo sviluppo di un mondo multipolare, di giustizia e di rispetto della sovranità, sottolinea anocra il documento.(PL/Traduzione Granma Int.).

http://www.granma.cu/italiano/nuestra-america/12jun-Venezuela.html

sandro m., san vincenzo (li) Commentatore certificato 14.06.10 12:41| 
 |
Rispondi al commento


DOPO LA CURA BP...

ONDATE DI CRUDO (PETROLIO)E SPUMA IN FLORIDA

Ondate di crudo e spuma in Florida La macchia nera di crudo bagna già la costa di varie contee a nordovest della Florida ed alcune ondate hanno raggiunto il canale Perdido Pass, nella zona confinante con l’Alabama, ha informato il Dipartimento per la Protezione Medioambientale della Florida(DEP,la sua sigla in inglese).

Una grande macchia di crudo degradato è stata intercettata a 14 chilometri a sud da Pensacola Pass ed un’altra a nove chilometri dalla contea di Escambia, a Panhandle, nell’estremo nord- occidentale della Florida, ha indicato la stessa fonte.

Il DEP ha avvertito che la maggioranza delle macchie che si registrano nel litorale della Florida sono di crudo molto degradato, in forma di fiocchi di catrame e ondate di schiuma, che possono essere color marrone, ossido o arancione (Info EFE/ Traduzione Granma Int.).

http://www.granma.cu/italiano/esteri/12jun-Florida.html

sandro m., san vincenzo (li) Commentatore certificato 14.06.10 12:39| 
 |
Rispondi al commento

Di debiti si muore, ma si può anche vivere bene.

Siccome stasera gioca l'Italia, parliamo di calcio, questo sport che per molti conta più della vita stessa.

L'Inter ha debiti consolidati per 700 milioni di euro e crediti per 61 milioni.

Il Milan ha debiti per poco meno di 3 miliardi di euro e crediti per 34 milioni.

La Roma ha debiti per 1 miliardo e 300 milioni e crediti per 2 milioni.

La Lazio ha debiti (spalmati dallo stato per i prossimi 20 anni) per 915 milioni di euro e crediti zero.

Tra tutte le altre società di serie A e B i debiti ammontano a circa 29 miliardi di euro.

Tutto questo le banche lo sanno, perchè i debiti queste società li hanno con le banche, con l'erario, con lo stato, praticamente con noi che paghiamo per farci fottere.
Ma se questi soldi li dessero allo stato non si potrebbe fare a meno della solita manovrina sfigata? Certo ma poi come fanno a continuare a prenderci per i fondelli.

Lo sport non è più sport ma truffa a scopo di lucro da decenni, d'altronde saperlo lo sappiamo ma come per tutto il resto va bene così, fa parte del gioco.

Alessandra Dagostino Commentatore certificato 14.06.10 12:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


" Chi controlla il passato controlla il futuro "

( George Orwell )


La regolamentazione delle discipline da insegnare al popolo non è attuata da menti sprovvedute.

Il "vantaggio" è il fine.

E la creazione delle idee e della realtà è il mezzo.

Alina F., Varese Commentatore certificato 14.06.10 12:26| 
 |
Rispondi al commento

Ma alla fin fine, perchè strac.ciarsi le vesti di fronte ad una sece.ssione ?

.Ognuno dei due stati che nasc.essero dalla frantum.azione , sarebbero liberi (ripeto: "liberi") di organ.izzarsi come meglio credono.

Sarebbe così terr.ibile?

Emma Klehm di Peonia Commentatore certificato 14.06.10 12:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il ministro della difesa dopo le polemiche seguite al caso di Treviso dove, davanti al governatore Zaia, l'inno d'Italia è stato preceduto dal Va' Pensiero.

"Dovremmo regolamentare la materia, come per l'esposizione del tricolore".

lavoro, bance ed assicurazioni canoni tv che fottono il popolo, spacciatori di droga, cinesi che con le loro fabbriche lager altro che danni non fanno , la pensione del capo della monnezza di palermo in pensione a 1369 euro al giorno (prende piu' del pifferaio rosso santoro, grande icona di sinistra)........ ci penseremo a babbo morto , adesso e' importante l'inno !!

Emma Klehm di Peonia Commentatore certificato 14.06.10 12:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Fiorenzo Bava Beccaris (Fossano, 17 marzo 1831 – Roma, 8 aprile 1924)
è stato un generale italiano, noto soprattutto per la feroce repressione dei moti milanesi da lui guidata nel 1898.
A questo proposito, viene ricordato nel canzoniere popolare italiano in una canzone dal titolo "Il feroce monarchico Bava".


Biografia

Dopo aver partecipato alla Guerra di Crimea e alle guerre del 1859 e del 1866 (ottenendo il 6 dicembre 1866 il Cavalierato dell'Ordine Militare d'Italia), divenne Direttore generale d'artiglieria e genio al Ministero della Guerra, e tenne il comando del VII° e del III° Corpo d'Armata.

Nel maggio 1898, in occasione dei gravi tumulti milanesi - passati alla storia come la "Protesta dello stomaco" - il governo guidato da Antonio di Rudinì proclamò lo Stato d'assedio e il generale, in qualità di Regio Commissario Straordinario, ordinò di sparare cannonate sulla folla provocando una strage, in cui furono uccisi 80 cittadini e altri 450 rimasero feriti.
In segno di riconoscimento per quella che dalla monarchia fu giudicata una brillante azione militare, Bava-Beccaris ricevette il 5 giugno 1898 dal re Umberto I la Gran Croce dell'Ordine Militare di Savoia, e il 16 giugno 1898 ottenne un seggio al Senato.
Il 29 luglio del 1900, a Monza, Umberto I venne assassinato dall'anarchico Gaetano Bresci, che dichiarò esplicitamente di aver voluto vendicare i morti del maggio 1898 e l'offesa della decorazione al criminale Bava-Beccaris, il quale definì il regicida "Un folle che meriterebbe di subire lo squartamento".
Fu collocato a riposo nel 1902. Negli ultimi anni di vita, ormai stanco ed ammalato, aderì al movimento interventista (che professava la partecipazione dell'Italia nella prima guerra mondiale).

Antonio C. Commentatore certificato 14.06.10 12:22| 
 |
Rispondi al commento

Se anche Grillo presta attenzione ad uno dei temi più cari a noi meridionalisti, quello dell'assedio di Gaeta, allora significa che qualcosa sta cambiando davvero. Non è la prioma uscita di Grillo su certi temi; spero non sia l'ultima.

La preghiera è solo una: mantenere sempre alto e civile il livello del dibattito.

Antonio Annese, Molfetta Commentatore certificato 14.06.10 12:18| 
 |
Rispondi al commento

ROMA - Debito pubblico a livelli record: ad aprile si è attestato a 1.812,790 miliardi di euro, il livello assoluto più alto mai raggiunto. Lo comunica la Banca d'Italia.... nell'aprile 2009 il debito pubblico ammontava a 1.749,28 miliardi di euro !
da
www.repubblica.it

Si, però il dato di sintesi non dice molto.
Le domande sono:
-VERSO CHI siamo indebitati?
-COME MAI il debito continua a salire?
-Sta forse lo Stato garantendo un futuro ricchissimo ad alcuni (pochi) e, come sempre, miserando a tutti gli altri ?

E poi:
-E' il governo attuale, responsabile e in grado di agire positivamente stimolando il recupero attraverso la crescita dell'economia o fa solo, come sempre, da spremilimoni?
Considerando che il "caro" (troppo caro) mr. B. si è sempre aggrappato alle cordate dei potenti di tutti i tipi per ottenerne vantaggi personali, è ovvio che NON FARA' MAI NIENTE PER IL POPOLO (che lo beffi con il nomignolo "dell'amore" o "delle libertà" poco importa), perché NON E' DAL POPOLO CHE SI ASPETTA DI INCREMENTARE LE SUE RICCHEZZE ma da chi gliene garantisce il controllo, quali che ne siano i mezzi.

rosario v. Commentatore certificato 14.06.10 12:16| 
 |
Rispondi al commento

LEGGETE QUESTA INTERVISTA ALL'EX MINISTRO LUNARDI...NON UN SOLO PENSIERO DI QUESTO EX MINISTRO VA' ALLE PERSONE "NORMALI" SI SENTONO TALMENTE INTOCCABILI CHE TE LO DICONO CHIARAMENTE DI AVERE BADATO SOLO AI PROPRI INTERESSI....NON MI MERAVIGLIA CHE QUESTA CRICCA DI BANDITI BADASSE SOLO AI CAZ.ZI SUOI..MI FA' RABBIA CHE UN INTERO POPOLO NON REAGISCE....
http://www.repubblica.it/cronaca/2010/06/14/news/inchiesta_appalti_parla_lunardi_ho_avuto_favori_che_male_c_-4819149/

paolo papillo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 14.06.10 12:14| 
 |
Rispondi al commento

Non capisco proprio la chiusura totale e senza compromessi verso una scissione dell' Italia. Ormai in Europa ci sono e sono stati esempi di scissioni democratiche e pacifiche. Al posto che azzannarci come cani idrofobi sarebbe meglio discuterne civilmente, almeno come una possibilita'. Il fatto che siamo un paese senza identità è certo e fare come le tre scimmiette non cambia la realtà. Siamo una nazione geografica ma l' italiano non esiste. E non ditemi che le differenze arricchiscono i popoli e balle del genere, basti pensare alla ex Yugoslavia o altri paesi dell' africa e compagnia bella. Le differenze arrichiscono una comunità quando c'è comunque una via comune, un progetto di società condivisivo e percorribile insieme. Se fossimo una società matura basterebbe fare un referendum e vedremo il risultato, senza tante cazzate politico religiose. Questa Italia va benone a questi cialtroni della cricca che ci prendono per il culo con temi quali l' unità del paese e cavolate varie ma che in realtà non frega niente a nessuno. Quanti conoscono la storia di questo paese? Quante ne seguono le ricorrenze e liturgie? quanti conoscono l' inno di Mameli? Quanti napoletani si sentono italiani al pari dei lombardi? e viceversa? Ci sono migliaia di morti che ci guardano, i nostri bisnonni, nonni e padri. Questa è l' italia che volevano? Per questa società italiana hanno sacrificato la propria vita? Sarebbe molto più maturo prendere atto che siamo un paese culturalmente troppo complicato e differente,economicamente squilibrato ed ingiusto ove si sperpera più di quello che si guadagna. Questo paese sta insieme sono grazie all' egoismo di una classe di persone che non accettano il cambiamento. Il federalismo della lega è una cazzata ridicola ma anche questo teatrino pseudodemocratico chiamato italia lo è.

franco castelli 14.06.10 12:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

1.812 miliardi di debito. Un record storico.
Presto ci sara' finalmente il milione di posti di lavoro promessi: Alla caritas, a dare pasti caldi ai disgraziati e come becchini per sotterrare i morti di fame.

Bravo Berlusconi. Viva il contratto con gli italiani che se lo son meritato.

Pace e Bene

Luca Popper, Milano Commentatore certificato 14.06.10 12:08| 
 |
Rispondi al commento

Cari commentatori, ognuno a modo suo ha ragione.Le ragioni sono molteplici e svariegate,ma il nostro passato manipolato già sui banchi di scuola ti porta ad assumere posizioni politiche sbagliate,oggi! Il fatto che oggi l'Italia sia divisa tra pro o contra Berlusconi, con vittoria di quest'ultimo, deriva da un fatto storico: la matà degli italiani sono rimasti legati culturalmente alla monarchie ed al fascismo. Sopraffazione e potere. Ecco perché oggi molti all'estero non si spiegano come abbiamo votato x la 2a volta Alibabà. Non l'hanno votato gli italiani ma quella parte di italiani(o loro discendenti) che nel 1946 votarono per la monarchia! Questi erano dalla parte della DC,Andreotti,Vaticano,Borghese,Gladio,Cossiga,Berlusconi,P2. Continuano a sostenere questo potere corrotto che a loro fa comodo finché L'ITALIA ROSSA NON SI RISVEGLIERA' E SI RIUNIRA'. L'esempio c'é: Niki Vendola! Fatti e non pugnette, diceva un comico!

G.Pippo 14.06.10 12:05| 
 |
Rispondi al commento

Da repubblica

Inno Mameli,
La Russa annuncia ddl per renderlo obbligatori

Ⓐrzân 14.06.10 12:05| 
 |
Rispondi al commento

Secondo me è giusto che i leghisti cantino 'Va' pensiero', ancor prima di imparare a leggere e scrivere.
Non ho capito pero' perche' hanno saltato le filastrocche e i giochi con i cubi di legno.
Devono aver introdotto il biennio, alla scuola Radio Elettra.

Pace e Bene

Luca Popper, Milano Commentatore certificato 14.06.10 11:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

GRILLO QUESTE COSE LE DICE DA TANTOOO TEMPO ADESSO CI è ARRIVATA ANCHE LA BANCA D'ITALIA.

ROMA - Debito pubblico a livelli record: ad aprile si è attestato a 1.812,790 miliardi di euro, il livello assoluto più alto mai raggiunto. Lo comunica la Banca d'Italia. Entrate in calo nei primi quattro mesi del 2010: le entrate tributarie da gennaio a aprile 2010 si sono attestate a 104,7 miliardi di euro in calo di 2 miliardi in valore assoluto e dell'1,8%.

TREMMMORTI FACCIAMO UNO SCUDO FISCALE AL BERLUSKA?
FACCIAMO UNO SCUDO FISCALE ALLA CRICCA?
FACCIAMO UNO SCUDO FISCALE A TUTTI I POLITICI?
FACCIAMO O CHIEDIAMO UN PRESTITO ALLE MAFIE VISTO CHE LE LORO ENTRATE SONO MAGGIORI DELLE NOSTRE?
TAGLIAMO I PONTI CON LA CHIESA LADRONA?
TAGLIAMO I COSTI DELLA POLITICA?
TAGLIAMO I COSTI DEI PARLAMENTARI ....CHE PARLANO PARLANO E CONCLUDONO SOLO I CAZZI LORO?
L'ITALIA TRA' NON MOLTO CROLLERA' ....NON SCAPPATE NON ANDRETE MOLTO LONTANO VI TIREREMO FUORI OVUNQUE VI NASCONDIATE!

mario ., monopoli Commentatore certificato 14.06.10 11:55| 
 |
Rispondi al commento

... eppure ho letto da qualcuno che gli indiani morirono di influenza. Non ricordo se aviaria o suina. Boh..

Pace e Bene

Luca Popper, Milano Commentatore certificato 14.06.10 11:53| 
 |
Rispondi al commento

c'é un IQ maggiore in ccm di merda che in tutti i cervelli leghisti messi insieme!

prendere per il culo la lega? Un obbligo morale!

Lev Davidovič Bronštejn (lev trotsky) Commentatore certificato 14.06.10 11:52| 
 |
Rispondi al commento

ave maria
spegni la TV come noi la spegniamo
dacci il nostro conflitto d'interessi
come noi lo rimettiamo ai nostri debitori
ave maria
dacci il pane quotidiano di miserie e ruberie
ora nell'ora della morte dei politici
cosi sia.

cesare beccaria Commentatore certificato 14.06.10 11:42| 
 |
Rispondi al commento

Inchiesta appalti, parla Lunardi "Ho avuto favori, che male c'è?"L'ex ministro delle infrastrutture coinvolto nel caso della "lista Anemone": "E' un amico. Scajola? Ha fatto delle cose non corrette, per non dire altro. Bertolaso è maggiorenne e responsabile, ne pagherà le conseguenze"
Giusto, il popolo della libertà ti voterà per il bene vostro esclusivo.
Santi siete, solo santi.

cesare beccaria Commentatore certificato 14.06.10 11:38| 
 |
Rispondi al commento

Il buco supera i 1.812 miliardi, il livello più alto mai raggiunto.
Grazie berlusconi, tu sei l'uomo del fare.

cesare beccaria Commentatore certificato 14.06.10 11:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

e mo' cosa vogliono da quel cantante di S.Remo assieme a Pupo??!!

STEFANO M., reggio emilia Commentatore certificato 14.06.10 11:36| 
 |
Rispondi al commento

perchè quello stronzetto di bossi non dichiara guerra a Roma ladrona così perde tutti i soldi che gli regalano per tenere la coda al ladrone d'italia, al secole il buffone berluscone?

cesare beccaria Commentatore certificato 14.06.10 11:27| 
 |
Rispondi al commento

Consiglio vivamente il libro:
"MALEDETTI SAVOIA" Del Boca Lorenzo editore Piemme.
Lì c'è lo "spaccato" della guerra coloniale di casa savoia (le minuscole sono intenzionali!).

alfonso baroni (rrrbr) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 14.06.10 11:25| 
 |
Rispondi al commento

aia: "HO SEMPRE AMATO IL TRICOLORE!!!! Certo non è al livello della Regina Carta Camomilla però."

Luca Gianantoni, Assisi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 14.06.10 11:21| 
 |
Rispondi al commento

Agli Italiani queste cose non interessano importante e' che quei fottuti pallonari miliardari vincano il mondiale di calcio,cosi' si mettono in berta altri milioni alla faccia nostra. Viva il Rugby molto piu' onesto e trasparente.Per ora.

gigi gobbo 14.06.10 11:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma cosa stiamo facendo...una cozzaglia di uomini stanno distruggendo per i loro loschi affari quello che di poco c'è rimasto...
Industrie chiudono
Non ci sono posti di lavoro
Difficoltà ad andare avanti
e la classe politica che fa?!?!
Il decreto intercettazzioni.....?!?!
E' giusto,,,comunque se mi date un lavoro mi faccio intercettare volentieri....
Ex lavoratore ora in cerca di prima occupazione

Calogero A., Torino Commentatore certificato 14.06.10 11:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SONDAGGIO PONTE SULLO STRETTO:

http://www.comune.villasangiovanni.rc.it/servizi_per_il_cittadino/sondaggi/

Ciao a tutti
leo

Leo Guevara (leo che), MILANO Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 14.06.10 11:02| 
 |
Rispondi al commento

Come ogni domenica pomeriggio sono in piazza a raccogliere le firme per i tre referendum indetti dall'IDV.E' una postazione bene organizzata, gazebo con i simboli del Partito, bandiera,piccoli gaget vari da dare eventualmente ai bambini, manifesti, volantini.Insomma non manca nulla.Siamo ben visibili.Ma le persone che si fermano a firmare sono poche,ieri dalle 17,30 alle 22,30 sono state raccolte una sessantina di firme.La gente appare lontana, non ne vuole sapere nulla, manca l'indignazione per quello che sta accadendo, o forse non ne sannmo nulla.Intendo la maggioranza dei passanti.Ieri sono tornata a casa un po' sconfortata.Ma di certo non cedo

maria rollo 14.06.10 10:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

BRAVO TREMORTI

Il debito pubblico in questi giorni ha raggiunto il valore massimo in assoluto da quando è stato creato, in compenso le entrate sono diminuite.
La seconda manovra è più vicina di quanto pensassimo.
A settembre o dopo i mondiali?
godetevi i mondiali, andate in vacanza perchè è l'ultima risata che ci facciamo.

bruno pirozzi, napoli Commentatore certificato 14.06.10 10:56| 
 |
Rispondi al commento

Ma questo Tremonti che ne fa di tutte pur di taglieggiare i poveri con la sua presunta manovra da 24 miliardi, quanto è riuscito a tirar fuori per la crisi dai 98 miliardi evasi dalle lotterie?
O vale sempre la regola che i compagni di spartizione non si toccano?

viviana v., Bologna Commentatore certificato 14.06.10 10:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Intanto Garibaldi, superato lo stretto di Messina ( ! ) risaliva liberamente la Calabria mentre l’esercito borbonico si disfaceva e il 7 settembre entrava in Napoli; Francesco II si rifugiava allora a Gaeta, protetta ancora da una parte del suo esercito, nonostante il "tradimento" di buona parte dell'ufficialità. Quasi l'intera potente marina borbonica si ammutinò, passando al nemico, fino al punto che lo stesso Francesco II, fece fatica a trovare una nave per fuggire da Napoli.


Praticamente l’Italia meridionale era libera, nonostante attorno a Gaeta si raccogliessero ancora forti contingenti di truppe borboniche e le
piazzeforti di Civitella del Tronto e di Messina non si fossero arrese. Era il momento di prendere decisioni definitive, che avrebbero pesato sul
destino di tutta la penisola.

MAZZINI che aveva raggiunto Garibaldi a Napoli premeva perché si evitasse il solito (cavouriano) plebiscito a favore della monarchia sabauda e
insisteva sul progetto di una "Assemblea Costituente" che decidesse del nuovo assetto da dare all’Italia (ritrattava la lettera inviato in ottobre al Re) anche se egli avvertiva chiaramente che ormai il principio monarchico aveva avuto partita vinta. Garibaldi dal canto suo, pensava di risalire con le truppe verso Nord per raggiungere Roma e di lì proclamare
l’Unità d’Italia.

Il Cavour, infine, si rendeva perfettamente conto della gravità della situazione; egli era consapevole che tra le file garibaldine i democratici ed i repubblicani erano molto forti e decisi a realizzare riforme sociali molto ardite, come l’assegnazione di terre ai combattenti meridionali e lo scorporo del latifondo anche a danno degli ordini religiosi. Temeva anche,
a ragione, che l'invasione garibaldina del Lazio, oltre a suscitare in tutta la penisola un’ondata di entusiasmo democratico e anticlericale,
avrebbe indotto l’imperatore francese a intervenire con le armi. "

Renato Curcioni (bca), Roma Commentatore certificato 14.06.10 10:34| 
 |
Rispondi al commento

Su chi ha dei dubbi sul da che parte sta questo governo deve solo rispondere alla domanda:
Falcone e Borsellino avrebbero approvato questa legge sulle intercettazioni?
Tutto il resto e' fuffa per dementi italiani teledipendenti.

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 14.06.10 10:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Belin! Volevo ricordare solo un altra cosa dimenticata dall'opinione pubblica ordinata sempre da Vittorio Emanuele II...
il Sacco di GENOVA nel aprile del 1849!!

Mattia D. 14.06.10 10:25| 
 |
Rispondi al commento

IL TEMPO PASSA E GLI OBIETTIVI SI PORTANO A TERMINE

LA GENTE PIN PIANO S'ABITUA

PRECARIZZAZIONE DEL LAVORO

AUMENTO DELL'ETA' PENSIONABILE

SFRUTTAMENTO LAVORALE

RIDUZIONE DELLO STIPENDIO

PERDITA DEI DIRITTI DEI LAVORATORI

LICENZIAMENTI PIU' SEMPLICI PER L'IMPRESA

CONTRATTI A TEMPO DETERMINATO

AUMENTO DEI PREZZI DELLE BOLLETTE

DISOCCUPAZIONE COME LEVA DI RICATO SOCIALE

LA COMPETITIVITÀ PAROLA D'ORDINE PER L'IMPOSIZIONE DELLA POVERTÀ

COMPETERE CONTRO LA CINA VUOL DIRE MANTENERE IL MARGINE DI GUADAGNO DELLE IMPRESE, RIDUCENDO IL COSTO DELLA MANO D' OPERA (CIOE' IMPOVERENDO IL LAVORATORE)

LA GENTE SI ABITUA A TUTTO PIAN PIANO, A PICCOLE DOSSE.

SINDACATI, OPPOSIZIONE, GOVERNO, CONFINDUSTRIA UNITI IN UN OBIETTIVO COMUNE!

SE NON AVETE ANCORA CAPITO COSA STA SUCCEDENDO IN EUROPA IN QUESTO MOMENTO, QUANDO VE NE ACCORGERETE ORMAI SARA' TROPPO TARDE.

C'E' ANCHE UN'ALTRO PROBLEMA (IL CLIMA E PETROLIO)

QUINDI. . .

SARA' CHE TUTTO E' GIA' SCRITTO?

LIBERTA AL POPOLO Commentatore certificato 14.06.10 10:24| 
 |
Rispondi al commento

Prima pagina de 'il giornale':
Le intercettazioni moltiplicano i reati
La mania di spiare moltiplica i reati: serve una regolata.

Questa mi mancava, e ci aggiungerei pure che le intercettazioni sono una delle cause principali della fame nel mondo, così, già che ci siamo.

http://nonleggerlo.blogspot.com/2010/06/le-intercettazioni-moltiplicano-i-reati.html

Robe da mat..la prossima sara' che l'opposizione fa perdere consensi o costa troppo, quindi va abolita.

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 14.06.10 10:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La guerra dello Zar contro la stampa

Bavaglio armato: storie di cronisti dalla Russia di Putin, dove per censurare le notizie si sceglie la violenza

La situazione dei giornalisti russi si aggrava di giorno in giorno.

La censura la fa da padrone e la repressione è feroce, talvolta spietata.

Scopo del regime di Putin è sempre lo stesso: chiudere la bocca, in un modo o nell’altro, ai giornalisti.

Mikhail Beketov, direttore di un piccolo giornale di Khimki, era stato avvertito, ma con coraggio aveva continuato a scrivere sulla corruzione dei politici locali.

“La scorsa primavera avevo chiesto le dimissioni di tutti i corrotti e pochi giorni dopo hanno fatto saltare in aria la mia auto”, racconta.

Qualche settimana dopo è stato percosso a sangue, gli sono state mozzate tre dita della mano e ha perso una gamba.

Ora è costretto sulla sedia a rotelle, ridotto praticamente ad un vegetale.

Le autorità di polizia hanno promesso di indagare, ma hanno insabbiato tutto e non hanno nemmeno ascoltato i testimoni oculari.

A un anno e mezzo di distanza non è stato arrestato nessuno.

Beketov mettendosi contro il sindaco di Khimki, Vladimir Strelchenko, aveva osato troppo.

Strelchenko era stato designato da Gromov, amico di Putin, presidente della regione di Mosca e già comandante della 40esima Divisione durante la guerra in Afghanistan.

Si tratta dello stesso Gromov che ha piazzato in tutti i posti di potere della regione veterani dell’Armata Rossa e della guerra in Afghanistan.


segue
http://antefatto.ilcannocchiale.it/glamware/blogs/blog.aspx?id_blog=96578&id_blogdoc=2498844&yy=2010&mm=06&dd=14&title=la_guerra_dello_zar_contro_la

silvanetta* . Commentatore certificato 14.06.10 10:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

loro hanno Luiz Inácio Lula da Silva e Jaime Lerner, noi ... un fantoccio di plastica da Arcore e Letizia Brichetto.
Notate le differenze:

http://www.terranauta.it/a2178/citta_ecologiche/
curitiba_capitale_ecologica_del_brasile.html

molto interessante!

Ciao a tutti
leo

Leo Guevara (leo che), MILANO Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 14.06.10 10:07| 
 |
Rispondi al commento

Storia di un giornalista de L'espresso vivo grazie a un'intercettazione. Che oggi sarebbe illegale (Lirio Abbate)

La storia di Lirio è iniziata nei primi mesi del 2007, quando lavorava ancora all'Ansa, corrispondente da Palermo. La polizia del Brancaccio - periferia sud della città- stava indagando su alcuni dei tanti traffici illegali che vi si svolgevano allora e vi si svolgono ancora. Per caso, come a volte capita, un giorno gli agenti che intercettavano le telefonate sono incappati in una conversazione che riguardava qualcosa di molto più grosso dei consueti business malavitosi del quartieri. La mafia stava progettando di ammazzare Lirio: con un agguato sotto casa sua, a Palermo. Voci sicure, dettagli operativi, toni arroganti. Il giorno dopo il giornalista è stato messo sotto scorta e, per un periodo di tempo, allontanato dalla Sicilia. La scorta c'è ancora, sempre. Anche sotto la redazione, in vacanza, ai convegni dove Abbate viene invitato a parlare.

Chi legge può intuire con quale spirito oggi Lirio abbia accolto la legge sulle intercettazioni. E quali pensieri si nascondono dietro quella semplice frase - «Ci hanno tolto un salvavita» - che non si riferisce più a lui, ma ai tanti e sconosciuti cronisti come lui che si occupano di Cosa Nostra in Sicilia, della 'Ndràngheta in Calabria, della Camorra in Campania.

Il quartiere Brancaccio, per la cronaca, è ancora oggi controllato dai boss Filippo e Giuseppe Graviano: quest'ultimo è il capomafia che disse nel 1993 al collaboratore di giustizia Gaspare Spatuzza «ci siamo messi il Paese nelle mani», riferendosi a Silvio Berlusconi che stava per entrare in politica. Oggi Berlusconi è l'uomo che ha voluto la legge che «toglie il salvavita» ai cronisti indipendenti.

http://espresso.repubblica.it/dettaglio/cosi-ci-possono-ammazzare/2128816

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 14.06.10 09:58| 
 |
Rispondi al commento

Oltre a Gaeta bisogna ricordare anche Civitella del Tronto ove la fortezza resistette eroicamente per quasi due anni e il sacrificio del comandante della piazzaforte che una volta espugnata con il tradimento fu fucilato, perchè aveva rispettato il giuramento di fedeltà al suo re Francesco II°. Il regno savoiardo non è durato nemmeno un secolo travolto dall'ignominia di un sovrano che anziche stare con il suo popolo per difenderlo abbandona la sua capitale e fugge, Vittorio Emanuele III° erede del "galantuomo" è passato alla storia come un fellone oltre che come traditore dello statuto albertino.
Rodingo Usberti

rodingo usberti 14.06.10 09:56| 
 |
Rispondi al commento

CONFIDIAMO

Nel lavoro dei magistrati e nella libera informazione prima della entrata in vigore del bavaglio.
ATTENDIAMO con pazienza il coinvolgimento di gianni letta con la cricca per la gestione degli appalti all'Aquila.
Dopodichè il cerchio si chiude e si potrà dichiarare che questo governo con la benedizione della chiesa è na vranga e mariuole.

bruno pirozzi, napoli Commentatore certificato 14.06.10 09:43| 
 |
Rispondi al commento

SOFIA :LE DONNE FANNO LA FILA PER SPOSARE BERLUSCONI.

E mica so fesse. Avranno pensato che se passa 300.000 euro al mese alla moglie...
Ah qualcuno credeva che era per la sua dirompente bellezza o per la sua falsa altezza?

bruno pirozzi, napoli Commentatore certificato 14.06.10 09:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

giusto parlare di gaeta e dell'unità d'italia, ma sarebbe ora di fare una revisione storica su "tutta" la storia d'italia, e non solo su quella più antica, sarebbe ora di iniziare a parlare in modo "obiettivo" anche sulla seconda guerra mondiale ecc. spiegare alla gente che tanti bombardamenti fatti sull'italia dai "liberatori" erano inutili dal punto di vista militare perchè radevano al suolo città di nessun in teresse strategio e militare, centinaia di migliaia di civili uccisi solo per fiaccare il morale, sarebbe ora di parlare delle "bombe giocattolo" degli inglesi (ordigni lanciati dagli aerei inglesi con le sembianze di penne, bamboline ecc. che finivano per dilaniare bambini e civili), sarebbe ora di spiegare alla gente che le violenze tra i civili tra il 43 e il 45-6 furono iniziate dai partigiani e non dai fascisti, sarebbe ora di parlare delle stragi in perfetto stile bolscevico fatte ben oltre l'aprile del 1945, migliaia di innocenti uccisi dai partigiani solo perchè sospettati di non essere antifascisti o di aver espresso dei pareri non in linea con le loro idee, sarebbe anche ora di permettere agli storici revisionisti di dire la loro su tante altre cose come ad esempio le camere a gas, ormai non basta più arrestare chi sostiene tesi scomode, non serve continuare ad imbavagliare chi ha da dire cose non in linea con la "cultura ufficiale", per troppo tempo la verità è stata tenuta nascosta ai più per interessi politici ed economici, bisognerebbe raccontare ai più che negli anni sessanta si tennero delle riunioni segrete a cui parteciparono i maggiori esponenti dei partiti dell'arco costituzionale e i maggiori storici italiani e stranieri, in cui si decise a tavolino che "era pericoloso fare una analisi obbiettiva del ventenno e della guerra,(chiedete a feltri)c'era bisogno di un mostro su cui riversare l'odio della gente e quello doveva essere il fascismo".
la menzogna ormai è una coperta troppo corta.

orlando furioso 14.06.10 09:18| 
 |
Rispondi al commento

Il ministro degli esteri Franco Frattini sposa Stella Coppi di 33 anni, 20 anni meno di lui.

Lo slogan per la nuova propaganda elettorale e' gia' pronto:

VOTA PER IL POLO DELLE LIBERTA' CHE TI LIBERI ANCHE DELL'ETA'


Si accettano scommesse sulla durata del "sacro" vincolo

sfig atto Commentatore certificato 14.06.10 09:17| 
 |
Rispondi al commento

sono convinto che la retromarcia evolutiva l'italia l'ha messsa con il ventennio fascista e che le guerre d'indipendenza siano state un momento anche luttuoso (si parla infatti di guerre) ma in un certo senso inevitabile.
ma il vero dramma per l'italia e' stato il fascismo, in confronto agli altri stati europei siamo democraticamente indietro almeno di 50 anni. mentre gli altri stati europei, a parte la germania, non si lasciavano sedurre da dittature e ignoranza, noi ci lasciavamo imbonire consenzientemente da una cultura medioevale, accettandola supinamente, che ha fermato il nostro processo di democraticizzazione. questo anche a causa del nostro passato di colonia invasa e occupata.
ogni dittatura e tirannìa ha procurato agli stati pesanti squilibri che vengono poi compensati solo dopo molto tempo. noi del fascismo ne stiamo subendo le conseguenza ancora oggi.
immaginiamo ad es quanti anni ci vorranno alla caduta del berlusconismo per riportarci a dei livelli sociali accettabili. anche se al governo andranno persone con idee chiare e sane (la speranza non e' l'ulitma a morire) una parte degli italiani rimarra' per molto tempo ancora "belrusconizzata" come ad es sta succedendo in usa con il ricambio bush-obama dove pero' i neconon teocon sono ancora li' a fare danni e a bloccare le energie positive e creative americane.
teocon, neocon e berluscones fanno a gara a fare piu' danni possibili, piu' ne fanno piu' si radicano, mettono radici. stessa cosa e' successa col fascismo.

francesco pace (francesco pace 51), bologna Commentatore certificato 14.06.10 09:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Monarchia fa rima con Massoneria, fra inciuci, manipolazioni, e porcherie varie, questi compagni di merende senza scrupoli, da tempo immemorabile, si sono appropriati del potere e lo hanno incrementato sempre più a scapito della plebaglia.
Ora scorrazzando qua e la tra i vari siti a tema, ho scoperto che il sindaco di una nota cittadina Elvetica, a vocazione turistica, nonché terza piazza finanziaria, fa parte di un gruppo massone ormai da decenni e lui lo ammette orgogliosamente senza neanche tentare di nasconderlo, dicendo, la massoneria mi ha dato tanto, forse per questo é riuscito a rimanere sindaco per così tanti anni, amministrando una cittadina dove l'ottanta per cento della sua piazza finanziaria é corrotta.
Dunque come vedete non bisogna andare molto lontano dalla nostra bella Italia per scoprire che ormai i confini non esistono più e soprattutto che non siamo i soli privilegiati ad avere i nostri cavalli di razza in politica.

Questi qua non conoscono neanche il significato della parola vergogna!

Ernest Emigrato (saluti esteri) Commentatore certificato 14.06.10 09:15| 
 |
Rispondi al commento

Brutte notizie cari Afghani!

Kabul, 14-06-2010
Gli Stati Uniti hanno scoperto in Afghanistan un tesoro di giacimenti minerari che potrebbe radicalmente cambiare l'economia afghana e il corso della guerra. I giacimenti, secondo il New York Times che cita in proposito alti funzionari del governo americano, valgono circa mille miliardi di dollari e includono vene di ferro, rame, cobalto, oro e litio.
"Sono metalli essenziali all'industria moderna e l'Afghanistan un giorno potrebbe diventare uno dei più importanti centri minerari del mondo", hanno detto le fonti che hanno chiesto di non essere identificate.
In un memorandum interno del Pentagono si afferma ad esempio che l'Afghanistan potrebbe diventare "l'Arabia Saudita del litio", un materiale indispensabile nella produzione di batterie per i lap-top e i blackberry.
La vasta scala di ricchezze minerarie afghane è stata scoperta da un piccolo team di esperti del Pentagono e da geologi americani. Il governo afghano e il presidente Hamid Karzai sono stati informati di recente, hanno indicato le fonti.
Il responsabile del Central Command, generale David Petraeus, ha conferma è l'esistenza dei giacimenti in una intervista al New York Times: "Il potenziale è enorme. Ci sono molti se, ma in ogni caso è una scoperta significativa".

http://www.rainews24.rai.it/it/news.php?newsid=141917

Ⓐrzân 14.06.10 09:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quante cose giuste leggo su questi commenti. Eppure siamo sempre qui a leggere senza che la situazione cambi, anzi!! Ha ragione da vendere Peppino Garibaldino. Non vorrei che scrivere questi nostri commenti dia un momentaneo sfogo alla nostra disperazione e scarichi l'energia che invece si dovrebbe convogliare in cose più concrete. Ci sembra di aver fatto qualcosa di utile, ma siamo solo rimasti comodamente a casa dicendo la nostra e sentendoci in pace con la coscenza. E' come avere la Fede, si spera che qulcuno cambierà le cose prima o poi. Ma qui non c'è nessuno a parte noi. Forse così facendo, facciamo solo un piacere a chi critichiamo tanto e che i fatti li fa e come e dei nostri commenti se ne sta fregando altamente.Tutto questo sparirà come gocce nell'oceano di internet. Garibaldino, dammi qualche consiglio, dove trovo una giubba come la tua?

salvatore rossi 14.06.10 09:08| 
 |
Rispondi al commento

UN PAESE ALLO SBANDO

La situazione Internazionale è grave.

Intellettuali e uomini di cultura che si rifugiano nell'anonimato.

Disoccupati incazzati neri, che si lasciano prendere la mano.
Prima o poi chiamano l'esercito.

La Polizia che usa sempre gli stessi metodi.
Ancora non hanno capito che Violenza chiama violenza.

I nostri Politici, con il Berlusca in Testa, che sanno giocare solo a Rubamazzo.
Col CiapaNò gli vedi tutte le carte in mano.

Si salva solo il Mondo dello Spettacolo

Insomma.

Una buoina giornata.

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 14.06.10 09:06| 
 |
Rispondi al commento

La strage di Gaeta, con la fucilazione di 2mila gaetani, DOPO la resa. Un altro fulgido esempio comportamentale e relativa negazione della verità e di ipocrisia della mentalità italiota che si adopera per coprire le malefatte e gli eccessi di gratuita violenza e di soprusi, per non dire della malvagità e della ferocia usate per l’usurpare e l’ appropriarsi indebitamente delle cose altrui. Un demerito – in contrasto alle innegabili eccellenze - dei più vili ed ignobili nelle sfaccettature del carattere “italico”. E che dopo si cerca pavidamente di minimizzare e di rimuovere dalle nostre coscienze e di sottacere e di celare alla vergogna pubblica nostra e a quella del mondo.
Vedasi le foibe del Friuli, vedasi le stesse spacconate classiste e razziste del fascismo (le stesse che solo dopo le “leggi” razziali italiane un certo Hitler, l’emulatore di Mussolini, perfezionò all’estremo) e per le quali – contrariamente a quanto ha fatto la Germania moderna – noi italiani abbiamo cercato con ogni mezzo di cancellare e di nascondere col nostro (falso) pudore, negando a noi stessi la verità, invece che di dichiarare pubblicamente le nostre colpe, come fanno gli altri. Un’attitudine da furbetti e da meschini del quartierino mai tramontato che si vede tuttora operante nella politica e dintorni. Tutti brava gente, naturalmente...

Vince.M 14.06.10 09:03| 
 |
Rispondi al commento

IERI RIUNIONE DI FAMIGLIA TRA COGNATI SORELLE E NIPOTI TOTALE PERSONE 10, PER DECIDERE SU DOVE ANDARE IN FERIE.. IO HO PROPOSTO LA CALABRIA MIO COGNATO LA LIGURIA.. ABBIAMO VOTATO A SCRUTINIO SEGRETO.. RISULTATI... 6 SCHEDE BIANCHE, TRE CALABRIA E UNA LIGURIA... HO DETTO A MIO COGNATO: COMANDO IO HO IL 75/% DEI CONSENSI.. CAPEZZOLO.. SICCOME SEI IL SIMBOLO DELLA STUPIDITA'... ECCO COME FA IL TUO NANO CON I SONDAGGI...

aniello r., milano Commentatore certificato 14.06.10 09:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

se ci tolgono la libertà di stampa
se vietano ai magistrati di andagare sui criminali pubblici e privati
le la TV ci fa rincretinere e ci riempe di brutte Alba Parietti
se minzolini viene premiato
se Fede fa il giornalista obbiettivo e buono
se la Chiesa fa la carità ai suoi protetti pedofili
se la sinistra non cambia
se la sinistra non manda via i suoi vecchi tromboni
se i èprivilegi restano
che Paese siamo diventati
a che cosa è servito studiare, leggere, viaggiare, interessarsi di pittura, ecc.?

cesare beccaria Commentatore certificato 14.06.10 08:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

rispondo al sig.ezzzio di milano:quello che hanno combinato i savoia ed i loro generali sono cose peggiori degli americani verso i pellerossa.Ormai dopo un secolo e mezzo sarebbe il caso di studiare meglio la storia senza coinvolgimenti emotivi ma solo criticamente. E' vero che il risorgimento e' costato al sud un milione di morti, paesi rasi al suolo con donne e bambini, le banche depredate le industrie trasportate al nord, l'inizio dell'emigrazione e dell'ulteriore depauperamento e la nascita anche della mafia ed affini...normale ripicca e poi....pero' oggi la Lega vuole ritornare di nuovo a tre stati precendenti ....credo sia una politica miope....auguri al popolo italiani anzi fratelli coltelli d'Italia......

aldo abbazia 14.06.10 08:42| 
 |
Rispondi al commento

Berlusconi ha resistito troppo, la sua fine dovrebbe essere vicina per fatti naturali
il popolo delle libertà vietate e violate cercheranno un altro duce che lo schiaffeggi, masochisti gaudenti
la sinistra potrebbe rinascere dai giovani che ancora debbono nascere, troppo tardi per me
la T%V fa schifo grazie alla politica che la governa
la crisi sarà sempre più sensibile in Italia per mancanza dei governanti che pnsano solo ai ricchi
i servi e i lacchè sono troppi come gli evasori
oposso continuare.....

cesare beccaria Commentatore certificato 14.06.10 08:36| 
 |
Rispondi al commento

>oggi , i giornalacci sinistri, ci danno dentro con la storia di Zaia

non e' tanto zaia, ma e' la sua reazione appena si e' reso conto che la poltrona stava per saltare .. "IO AMO IL TRICOLORE" .
Questo dimostra la vigliaccheria dei leghisti, pur di non pendere una poltrona sarebbero disposti a usare la propria nonna padana come letame umano.

michele serra Commentatore certificato 14.06.10 08:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

tutte le guerre hanno le loro porcate anche i bombardamenti anglo-americani causarono migliaia di morti in europa e italia,solo che da quella sciagura e' nata una europa libera e moderna mentre con i savoia nacque uno stato italiano a dir poco penoso.
ma "menomale" che adesso c'e' EMANUELE FILIBERTO lui si che ci sa fare.... haaaa

enzo rossi 14.06.10 08:34| 
 |
Rispondi al commento

Mi chiedo: se le più alte cariche dello Stato risultano morte per la giustizia e qualsiasi cosa facciano nessuno li può denunciare, come mai questi cadaveri possono invece denunciare chi ne rivela i misfatti?
Se sono morti devono riposare in pace, non possono risuscitare nemmeno quando vengono toccati, oppure si son comprati anche la morte per farsi concedere questa eccezione?

Maria Pia Caporuscio, Roma Commentatore certificato 14.06.10 08:02| 
 |
Rispondi al commento

L'ultimo editoriale di Travaglio ad Annozero

9/6/10

http://www.youtube.com/watch?v=ytkLIED11Bs&feature=digest

viviana v., Bologna Commentatore certificato 14.06.10 07:47| 
 |
Rispondi al commento

Moratinos saca de Libia al empresario suizo Göldi
El hombre de negocios estaba detenido en reprimenda por el proceso abierto en Ginebra a un hijo de Gaddafi
R. C. / M. G. | Ginebra / Madrid 14/06/2010

El ministro de Asuntos Exteriores, Miguel Ángel Moratinos y su homóloga suiza, Micheline Calmy-Rey, aterrizaron en la madrugada del domingo en Zúrich acompañando de vuelta a su casa al empresario Max Göldi, detenido en Libia.


Libia y Suiza firman el fin de la 'guerra de los visados'
'Guerra fría' entre Suiza y Libia


Los dos ministros europeos pasaron todo el domingo en Trípoli para rubricar el fin de una larga negociación que ha acabado con el calvario de dos años de Göldi , de 54 años.


il diario el pais d'oggi smentisce al nanetto buggiardo ha liberato un cazzo il svizzero.


buon giorno blog domani si parteeeeeeeeee!

Eduardo Dumas ( edu latino), milan Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 14.06.10 07:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La statua (italiana)


Mi ritrovo a:

Vedere e non guardare

parlare e non pensare

ridere e non sorridere

cantare senza alcuna melodia

desiderare e non sognare

soffrire e non piangere.....

Proprio come una statua di marmo

che le intemperie hanno battuto

e consumato

abbandonandola in un giardino solitario.

Mary C., Senigallia Commentatore certificato 14.06.10 06:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In Italia nella primavera del 1860 la situazione politica era molto fluida e lo stesso CAVOUR cominciava a pensare alla concreta possibilità di un’unificazione della penisola, visto che almeno in settori dell’opinione pubblica più evoluta la coscienza unitaria sembrava maturata. Le difficoltà erano tuttavia ancora notevoli perché la Francia non avrebbe accettato un attacco piemontese contro lo Stato Pontificio e il Regno Borbonico, quest’ultimo difeso sul piano diplomatico anche dalla Russia; l’Austria, dal canto suo, avrebbe potuto approfittare di ogni passo falso per reinserirsi nel gioco politico italiano.

il generale, per il successo della spedizione prese a stringere i rapporti con i grandi proprietari terrieri, i quali, purché nulla cambiasse nella sostanza, erano disposti ad assumere atteggiamenti liberali e favorevoli a Casa Savoia. Per loro un re valeva l'altro, purchè conservassero privilegi e proprietà (è sempre accaduto).

L’episodio più tragico fu, in proposito, quello di Bronte dove il 4 agosto Nino Bixio represse duramente una rivolta contadina con una serie di fucilazioni e arresti in massa.

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
barriera ideologica !!!!

La Russia voleva assolutamente evitare un'avanzata austriaca nei Balcani e decise di stare dalla parte serba. La stessa cosa fece la Francia e piu' tardi l'Inghilterra. (si ripresentavano le stesse condizioni del 1829 - vedi ) Ad esse si aggiunse poi anche l'Italia. Era la prima guerra mondiale, ma tutti erano persuasi che sarebbe stato un conflitto di breve durata; la realta' fu ben diversa, fu una spaventosa guerra che in tragiche e sanguinose battaglie vide la morte di oltre 10 milioni di persone. Ed alla sua conclusione imperi secolari, come quello tedesco o austro-ungarico, erano stati cancellati.

Ed anche in Russia, la guerra segno' la fine decisiva della dinastia dei ROMANOV, nell'ottobre del 1917, lo Zarismo venne spazzato via dalla rivoluzione comunista di LENIN.

yankee merdacci 14.06.10 03:45| 
 |
Rispondi al commento

Dal Post

**********
I Savoia paghino i danni

A. Ciano: "Abbiamo dato mandato a un legale che sta studiando come poter portare avanti questa causa nei confronti dei Savoia per questo risarcimento, un risarcimento di 220 milioni di Euro potrebbe sembrare una assurdità, non lo è per esempio negli Stati Uniti con il maxi risarcimento che gli Stati Uniti d’America hanno dovuto dare alle tribù degli indiani per esempio per fatti accaduti ben prima del 1861.

Tale cifra è frutto dei danni, attenzione non fatta da noi gaetani ma fatta niente popò di meno che dal Principe di Carignano cugino del Re Vittorio Emanuele II che si trovava qui a Gaeta, venne a fare una missione di perlustrazione subito dopo la caduta e il decurionato di Gaeta, il sindaco di allora aveva visto i danni materiali in particolare senza contare quelli morali ma soprattutto i materiali ed erano di un milione e 47 mila lire circa.

Il Principe di Carignano disse che effettivamente la città aveva subito tali danni che quella richiesta era assolutamente accettabile di 1 milione e 47 mila lire, abbiamo fatto tramite la Banca d’Italia una rivalutazione e arriviamo a 220 milioni di Euro odierni.

Al di là dei 220 milioni noi vorremmo una cosa di fondo: noi vorremmo che i Savoia chiedessero scusa alla città di Gaeta per il barbaro assedio che hanno compiuto tra il 1860 e il 1861 e chiedendo scusa a Gaeta chiederebbero scusa a tutto il Sud, a tutto il Meridione.

Gaeta è io credo l’emblema del Sud, non a caso ce l’hanno fatta pagare dopo demanializzando praticamente tutto, noi oggi viviamo in una città dove possiamo governare soltanto un pezzo di questa città essendo quasi tutta, almeno le cose principali di questa città, le aree principali sono demaniali.

Noi vorremmo anche questo gesto perché non dimentichiamoci, i Savoia sono stati quelli non sono dell’assedio di Gaeta ma non dimentichiamoci Consiche etc etc (SEGUE)

Mario Mori Commentatore certificato 14.06.10 02:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il Buon IL SICILIANO posta

****************
A sentire la vera storia del Risorgimento italiano c'è da rabbrividire.
I testi ufficiali parlano di eroismo di parole roboanti tipo.
"BIXIO QUI SI FA L'ITALIA O SI MUORE" ed invece è tutta una porcata vigliacca di tradimenti e di sopraffazioni.

La vera Lega separatista dovrebbe promanare dal sud:invaso,martoriato,vilipeso e consegnato alle mafie locali che si interpongono la lo stato ed i cittadini nelle amministrazioni locali x sfruttare i loro correggionali.'

Fatti tollerati,storicamente dal potere centrale,per non rimettere in discussione l'unità della Nazione frutto sopratutto di interventi della malavita locale che in questo modo divenne classe dirigente.

Ora a sentire i somari padani sul problema di Roma ladrona ed i terroni che sono da loro mantenuti, c'è da far accaponare la pelle nell'apprendere come costoro sconoscono la storia e siano tanto impreparati culturalmente (appunto ...somari.)

Sarebbe il caso di farli andare al loro destino di gente incolta e barbara.

Hanno avuto con questa vicenda dell'unità,serviti a tavola tutte le ricchezze razziate al sud con le quali è stato finanziato il processo di industrializzazione del nord ed inoltre,la possibilità di avere un mercato interno di consumo del surplus produttivo delle loro aziende con dazi ed accise sui prodotti che venivano commerciati dal sud al nord x almeno 50 anni ed hanno la sfacciataggine di sentirsi derubati,

Ma che vadano ramenghi per le langhe e le brughiere o sui monti coperti di neve x 5 mesi all'anno dove non è possibile uscire fuori x parecchi mesi dai masi e l'unico occupazione consiste nell'ingropparsi i consanguinei con il risultato che la gran parte di loro sono down,questo lo notavo 30 anni fa,in val d'aosta durante la festa di Sant'Orso meravigliato che le strade d'aosta c'erano x quella occasione tanti down.

Mario Mori Commentatore certificato 14.06.10 02:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Nella storia che insegnavano a me alle elementari ed alle medie, l'"Obbedisco" di Garibaldi era riferito al fatto che durante la seconda Guerra d'Indipendenza, il Generale al comando dei Cacciatori delle Alpi, occupata Bezzecca, intendeva proseguire e liberare anche il Veneto, ma avendo Napoleone III e Vittorio Emanuele II firmato l’armistizio con l’Austria, il Re ordinò a Garibaldi di fermare la sua avanzata e di qui il suo telegramma di risposta
“Obbedisco”

Quanto invece all’incontro di Teano la retorica patriottarda vorrebbe che il Generale dicesse: “Saluto il Re d’Italia” e che Vittorio rispondesse: “Saluto il mio migliore amico”

Ma sembra che invece il Generale si presentò con la testa bendata per via di un forte mal di denti e che la domanda del re fosse “Come state? “ ed il Generale rispose che stava proprio male!

Ma questo non farebbe bella figura nella retorica di chi ci ha ingannato dicendo dei birboni peste e corna tanto che l’aggettivo “borbonico” viene a torto ussaro come forma di arretratezza, glissando il fato che a Salerno, c’era la migliore scuola di medicina della Penisola, che la prima università pubblica era la Federico II di Napoli e che la prima ferrovia fu la Napoli Portici che a dirla con Totò non si trattava certo di “Quisquiglie e pinzillacchere”, come poi la storiografia dei vincitori, ci ha ingannevolmente mostrato.

Perché anche nel costume c’era una forma di raffinata eleganza nella corte borbonica, mentre era no rozzi montanari i sabaudi piemontesi.

Ma queste ultime cose a scuola mica ce le insegnavano ed anzi ci facevano credere che il Re Umberto I fosse “Il Re Buono”, tacendo la vicenda della strage del generale Bava Beccaris, che a Milano cannoneggiò i disgraziati che protestavano chiedendo pane e lavoro.

Marcello Marani 14.06.10 02:06| 
 |
Rispondi al commento

*****
«Vado in Libia. A far cosa? Vedrete»

Berlusconi inaugura a Sofia una statua di Garibaldi. Poi il volo per Tripoli, dove incontrerà Gheddafi.

http://www.corriere.it/politica/10_giugno_13/berlusconi-sofia-libia_70293eb4-76da-11df-9f61-00144f02aabe.shtml
*****
-----------------------------------------------

Povero Svizzero.

Prima incarcerato da Gheddafi.

Poi "liberato" da Berlusconi.

L'Elvetico non potra' certo dire di avere avuto un'anno fortunato.

50 Stelle (50-stars) Commentatore certificato 14.06.10 01:55| 
 |
Rispondi al commento

Wounded Knee

Mai far sapere al contadino quanto e' buono il formaggio con le pere

Nella COLONIA Italia, mai tradurre eventi di importanza internazionale, e non avvisare il POPOLO che non seguire la stampa internazionale, almeno quella AngloSassone, finira' con l'isolare il Paese in ogni senso

May 03, 2010 —

President Theresa Two Bulls holds a Press Conference on Monday, May 3rd, 2010 in response to the incident which took place at the Wounded Knee Massacre Site when 3 Black Hawk Helicopters attempted to land for a Peaceful meet with Oglala Sioux Tribal Members to help the Colorado National Guard be more aware of the Lakota Culture and past.

Wounded Knee 2010 Press Conference Part 1

http://www.youtube.com/watch?v=x0MSSMBwpB8

Mario Mori Commentatore certificato 14.06.10 01:44| 
 |
Rispondi al commento

http://ricominciareavivere.myblog.it/archive/2008/08/07/ti-auguro-poesia-indiana.html

Non ti auguro un dono qualsiasi.
Ti auguro soltanto quello che i più non hanno.
Ti auguro tempo, per divertirti e per ridere;
se lo impiegherai bene, potrai ricavarne qualcosa.
Ti auguro tempo, per il tuo Fare e il tuo Pensare,
non solo per te stesso, ma anche per donarlo agli altri.
Ti auguro tempo, non per affrettarti e correre,
ma tempo per essere contento.
Ti auguro tempo, non soltanto per trascorrerlo,
ti auguro tempo perché te ne resti:
tempo per stupirti e tempo per fidarti
..................................................

Questo è l'inizio di una poesia indiana.
Eppoi domandatevi come mai li hanno sterminati.

tre nette Commentatore certificato 14.06.10 01:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questo video è davvero interessante, non ne sapevo nulla completamente e comunque credo che sia giusto anche se a 150 anni di stanza pagare i danni come la stessa america ha fatto nei confronti degli indiani siux, comunque credo che sia giusto che anche i savoia debbano chiedere scusa per tutte le brutalità che hanno commesso nel corso della loro esistenza...e poi cioè a che scopo la devono nascondere gaeta, cioè perchè nei racconti della storia d'italia edita dal corriere della sera si nasconde l'esistenza dell'eccidio di gaeta???cioè non riesco a capire il motivo...li ci saranno talmente tante cose sotto che noi ne abbiamo tempo per capire perchè viene nascosta una cosa cosi tanto grave...comunque ha organizzato la messa in onda del video!

sergio como, castellammare del golfo Commentatore certificato 14.06.10 01:28| 
 |
Rispondi al commento

RIMEDI BIOLOGICI:
Avete le piante invase dagli afidi?

Avvicinatele alla tv e mandate questo filmato:

http://www.youtube.com/watch?v=q77gwS29aek&feature=related

E' meglio del piretro, gli animalacci non resisteranno un minuto di piu'.

vito. farina Commentatore certificato 14.06.10 01:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un commentatore COLONIZZATO nel linguaggio, scrive

***********
L'Italia è maestra in disinformazione.
***********

L'Italia e' un Paese, legittimo, con territorio, costituzione ed una Storia non da tutti

SPLENDORI e MISERIE..fanno un Paese, da non confondere con un Comune Commissariato

Un Paese anche UNICO..e difatti..vedasi tutti i FALSI TURSTI pronti a tutto, pu di restarsene in Italia. dopo ogni tipo di avventura nel Mondo

Chi ci libero' (gli ALLEATI), ***cor ca ca ca** ..che vollero andarsene dopo la LIBERAZIONE

Un Governo PROVVISORIO e REGOLE vennero lasciate.. osservate a tutt'oggi

L' ITALIA e' un Paese..non una corrotta redazione di GIORNALE che prende ordini da tutti..e che PUBBLICA cio' che fa comodo dalla INFORMAZIONE, che e' GLOBALE da tempo

Mai accusare PAESE e POPOLO per l'incapacita' o criminalita' dei SOVRANI allora...e degli ASPRANTI DUCETTI adesso

Il perche', dovrebbe essere ovvio

Se non lo e'..BEPPE non vi portera' mai (giustamente), la Brioche ed il Cappuccino a Letto, ogni giorno..ed individualmente

La RETE non e' una struttura creata per SODDISFARE l'industria dei CIALTRONI ed IMPOSTORI...lo potrebbe anche diventare

Ocio

Mario Mori Commentatore certificato 14.06.10 00:59| 
 |
Rispondi al commento

Aggiungo un commento ulteriore.

Le vicende dei Savoia dimostrano ancor di più, caso mai ce ne fosse d bisogno, l'INUTILITA' FOLLE DELLA VIOLENZA!

Guardiamoli i DISCENDENTI di costoro che erano padroni di tutti, che hanno mandato milioni di Italiani a morire !

Guardiamo come si guadagnano la vita, oggi, come cercano di non annoiarsi a morte, oggi che NON CONTANO PIU' NIENTE eppure sono ancora affamati di soldi (visto che di potere nisba, non se lo possono più permettere !)

Eccoli davanti agli occhi di tutti !
Pensate se veramento li stanno vedendo dall'alto i loro antenati !

Ma non ce l'ho con gli ATTUALI, che vivono come meglio possono !

Ce l'ho con i loro predecessori, che hanno fatto morire milioni di persone nelle due guerre mondiali.
Per fare cosa, poi? Chiedetelo ai leghisti se sono contenti ! Chiedetelo al sud di Italia, oggi che è quasi in mutande e comunque libero molto molto meno di quel poco che oggi è ancora il resto del Paese!

Capisco che B, ci sta consegnando tutti alle mafie e quindi tra poco il "problema meridionale" sarà risolto, perché SAREMO NOI TUTTI PARTE DEL "PROBLEMA MERIDIONALE", saremo noi tutti IL PROBLEMA, "grazie" a questi che ci "guidano"!

rosario v. Commentatore certificato 14.06.10 00:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

c'è un'imprecisione nell'articolo. La frase "oobbedisco" viene erroneamente riportata come facente parte della campagna di Garibaldi nel sud Italia. Garibaldi pronunciò invece quella frase quando con i Cacciatori delle Alpi venne richiamato quando era a pochi chilometri da Trento.
Tra l'altro con Cialdini ingaggiò battaglia in più di un occasione. Consiglio, a chi fosse interessato, la lettura della biografia di Garibaldi di Denis Mack Smith e per favore, non mescoliamo Cavour e Vittorio Emanuele con Garibaldi, sarebbe come mescolare la merda col puré....

Fabio V 14.06.10 00:50| 
 |
Rispondi al commento

...A proposito di Italiani, sono assolutamente dalla parte del "bravissimo" Daniele Luttazzi,
che difendo apertamente contro tutti coloro che lo stanno "lapidando".

Ed è una vergogna vedere, chi è già caduto in disgrazia,per motivi ben noti...,essere attaccato anche dal un "Pubblico" che è rimasto ancora ai tempi della "copia" in classe!

A costoro consiglio un aggiornamento sull'argomento leggendo:
"Cultura libera" di Lowrence Lessig (uscito
già dal 2005) altrimentiè come sparare...
alla Croce Rossa !
Maurizio Tesei

maurizio tesei, catania Commentatore certificato 14.06.10 00:49| 
 |
Rispondi al commento

Bene! S'è fatto tardi.

Grazie a Grillo

dello

Spazio

Notte a tutte e tutti

Alla prossima. Ciao

Alex Malnar Commentatore certificato 14.06.10 00:43| 
 |
Rispondi al commento

Bravo Beppe !
Finalmente si parla di Storia Storia, non di versioni finalizzate ad addormentare le coscienze e le consapevolezze della gente.

L'Italia è maestra in disinformazione.
Come mai altrimenti ancora oggi non si può sapere niente sulle stragi fasciste (di Stato) e su quelle di mafia (di Stato anch'esse) ?

Perché ci sono sempre le stesse persone o i loro succedanei che hanno così più facile tenere la gente schiava e ignorante.
E sono, costoro, disseminati in ogni partito, non so se in tutti ma in parecchi, quelli che hanno comandato realmente di sicuro !

Italiano brava gente una minch... !
Se ci si mettono ce ne é di gente violenta in giro, persone senza umanità, votata solo ad una bestialità becera e primitiva.

I primitivi non hanno bisogno di pensare.
Basta dare loro da credere, obbedire, combattere (e, il più spesso possibile, della buona cucina e partite di calcio a tutto spiano) e tra una pistolettata nel mucchio o mirata su un prete, un poliziotto o un giudice antimafia, e l'altra, si costruiscono ville di pessimo gusto, pieno di simboli religiosi, pieno di "forza Palermo" o "Viva San Genn.", e l'anima torna in pace col mondo, si ripulisce o meglio si "ricicla".

E non è questione solo di istruzione.
Chi sceglie d non vedere la verità, di non conoscere, chi sceglie di andare alle conclusioni per partito preso, chi odia chi ha nei suoi cliché come "appartenente ad una categoria da odiare" non si pone dubbi o ripensamenti.
Gli han detto di odiare e lui odia!

In fondo così è tutto più facile: come un "computer ben programmato", fa il suo compitino e si crede una persona, invece è solo una macchina per giunta poco intelligente, perché il cervello non lo usa se non per cambiare ogni tanto il motto da ripetere, come certi nostri politici che fanno venire il vomi.. a solo sentirne la voce o le battute da caserma, soprattutto quelle pronunciate davanti a persone di ben altra levatura o in consessi internazionali: ma é dalla gentaglia che sono attratti !

rosario v. Commentatore certificato 14.06.10 00:40| 
 |
Rispondi al commento

@ Sfi, gati

Per la serie "non tutti i mali vengono per nuocere"
Sta prendendo sempre piu' piede l'ipotesi che se il bimbo che ruzzolo' con la carrozzina dalla scalinata di Odessa nel film "la corazzata Potëmkin" fosse sopravissuto sarebbe divenuto come MagicLenin.

vito. farina Commentatore certificato 14.06.10 00:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il cittadino Svizzero liberato da Berlusconi ha rilasciato un intervista in cui afferma che non avrebbe mai creduto di trovarsi coinvolto in una vicenda con un dittatore e un Libico.

Luca Gianantoni, Assisi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 14.06.10 00:39| 
 |
Rispondi al commento

Sulla base di questo testo è possibile delineare alcuni aspetti fondamentali della concezione del tempo in Nietzsche. Anzitutto, la visione della porta carraia, nel momento iniziale della seconda parte del capitolo, in cui il nano scende dalle spalle di Zarathustra, è la porta dell'attimo, che congiunge la via del passato e la via del futuro, che si estendono in modo ciclico, dove il nano dà una prima interpretazione di questa porta. Egli infatti risponde: "Tutte le cose diritte mentono. Ogni verità è ricurva, il tempo stesso è un circolo". Questa prima interpretazione è giudicata da Zarathustra stesso troppo superficiale e portatrice di una generica professione di fede nella circolarità e insensatezza di tutto (nichilismo passivo). Nella seconda parte però, Zarathustra espone la sua controinterpretazione della visione della porta che aggiunge caratteri essenziali alla prima interpretazione del nano. La novità di questa controinterpretazione consiste nel fatto che Zarathustra va a fondo e tocca l'argomento decisivo che pone il punto di svolta dal nichilismo passivo al nichilismo attivo. Non solo tutto ciò che diviene deve essere già stato vissuto, ma soprattutto anche la porta stessa, l'attimo presente, deve già essere stata in passato. Si è dunque raggiunto il piano di passaggio dal nichilismo passivo al nichilismo attivo, quindi dall'eterno ritorno come pensiero paralizzante, all'eterno ritorno come liberazione dal simbolico (viene confutata in parte la prima interpretazione del nano). L'attimo è compreso nell'eterno circolo di passato e futuro. Successivamente, Zarathustra è come ridestato dall'ululato di un cane che gli permette di cambiare scena.

Gieseppe R. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 14.06.10 00:37| 
 |
Rispondi al commento

http://www.youtube.com/watch?v=voNLhO3Z120

pontelandolfo stormy six

liliana g., roma Commentatore certificato 14.06.10 00:27| 
 |
Rispondi al commento

Una volta i leghisti facevano il confronto tra i tributi pagati e i soldi che ritornavano in una regione del nord. Questo dimostrava che a Roma si rubava alla grande. Ora che si sono abituati, tagliano i fondi che vanno dallo stato alle regioni, ciò dimostra che "Roma Ladrùna" ruba più di prima! Grazie padania!

andrea vagnoni milano, milano Commentatore certificato 14.06.10 00:23| 
 |
Rispondi al commento

http://www.youtube.com/watch?v=3ZIdjCYIg14&feature=related

ogni guerra è il frutto per un' arricchimento indebito molto veloce e dei soliti Noti

penso che se oggi le guerre in europa non vengon più combattute a fior di lama è solo perchè i capitali si spostano per altre vie ma il senso non cambia in senso finanziario

alessandro a., Italia Commentatore certificato 14.06.10 00:17| 
 |
Rispondi al commento

lunedì 14 giugno, in occasione della Giornata dedicata agli 'Stranieri', Prima Pagina sarà condotta da Eric Jozsef, corrispondente del quotidiano francese "Liberation". Da martedì 15 il microfono passerà a Giovanni Sabbatucci, editorialista del "Messaggero".

Nato a Parigi nel 1966, Eric Jozsef arriva in Italia nel 1992 per lavorare all’Accademia di Francia a Roma. Da diciassette anni è corrispondente in Italia del quotidiano francese “Liberation”. Collabora fin dalla prima uscita, dieci anni fa, al quotidiano di Ginevra “Le Temps”e scrive per varie testate italiane. Nel 2001 ha pubblicato il libro “Main basse sur l’Italie, la résistible ascension de Silvio Berlusconi” (Edizioni Grasset) e nel 2008 è uscito “Les années Cavaliere, de Berlusconi à Berlusconi” (Edizioni Du Cygne). Per “Arte”, canale culturale franco-tedesco a vocazione europea, ha realizzato i documentari: “Gene(s)rations”, dedicato agli avvenimenti accaduti nel 2001 a Genova durante il G8, (al quale ha partecipato come inviato) e “Halte à la Mafia”.Dal 2002-2004 è stato presidente dell’Associazione Stampa Estera.

Giovanni Sabbatucci, professore ordinario di Storia Contemporanea alla facolta` di Lettere dell'Università "La Sapienza" di Roma è autore di volumi e saggi sulla storia d’Italia dell’Otto-Novecento: l’ultimo, “Il trasformismo come sistema. Saggio sulla storia politica dell’Italia unita”, è uscito nel maggio del 2003. In collaborazione con Andrea Giardina e Vittorio Vidotto ha scritto un Manuale di storia per le scuole medie superiori e ha curato, sempre con Vidotto, una "Storia d'Italia" in sei volumi.

Ha collaborato con "L'Espresso" e “Liberal” e ha firmato articoli sulle pagine culturali del "Corriere della Sera". Dal ‘94 è editorialista del Messaggero.

h7.30-8.30 Prima Pagina:800.050.333- primapagina@rai.it

Claudia - Ts 14.06.10 00:14| 
 |
Rispondi al commento

Pontelandolfo provincia di Benevento, il mio paese, incendiato e saccheggiato dai Savoia il 14 agosto 1861 donne violentate e morti ammazzati dall'esercito Piemontese.Tante interrogazioni parlamentari senza risposte si sono succedute nel corso dei decenni, un paese di 7500 abitanti ridotto, nel corso degli anni a soli 2500 anime. Quando i Savoia furono riammessi in Italia ho pianto di rabbia,rivogliamo indietro il maltorto e per non dimenticare da allora il 14 agosto di ogni anno celebriamo quell'eccidio.

antonio longo 13.06.10 23:57| 
 |
Rispondi al commento

Si son presi il nostro cuore sotto una coperta scura
sotto una luna morta piccola dormivamo senza paura
fu un generale di vent'anni
occhi turchini e giacca uguale
fu un generale di vent'anni
figlio d'un temporale

c'è un dollaro d'argento sul fondo del Sand Creek.

I nostri guerrieri troppo lontani sulla pista del bisonte
e quella musica distante diventò sempre più forte
chiusi gli occhi per tre volte
mi ritrovai ancora lì
chiesi a mio nonno è solo un sogno
mio nonno disse sì

a volte i pesci cantano sul fondo del Sand Creek

Sognai talmente forte che mi uscì il sangue dal naso
il lampo in un orecchio nell'altro il paradiso
le lacrime più piccole
le lacrime più grosse
quando l'albero della neve
fiorì di stelle rosse

ora i bambini dormono nel letto del Sand Creek

Quando il sole alzò la testa tra le spalle della notte
c'erano solo cani e fumo e tende capovolte
tirai una freccia in cielo
per farlo respirare
tirai una freccia al vento
per farlo sanguinare

la terza freccia cercala sul fondo del Sand Creek

Si son presi il nostro cuore sotto una coperta scura
sotto una luna morta piccola dormivamo senza paura
fu un generale di vent'anni
occhi turchini e giacca uguale
fu un generale di vent'anni
figlio d'un temporale

ora i bambini dormono sul fondo del Sand Creek

liliana g., roma Commentatore certificato 13.06.10 23:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma il Bossi a dibattiti politici in tv non ci va mai? Non guardo molto, ma non ne sento mai parlare e su blog alla sera se lo mostrano mandano in onda registrazioni di 20 anni fa quando sparava a zero sul nano e sbavava dappertutto (cosa che col tempo non credo sia migliorata più di tanto).

Giacomo Da Grini 13.06.10 23:42| 
 |
Rispondi al commento

Liberali e borbonici, settentrionali e meridionali, fascisti e antifascisti, cattolici e anticattolici, berlusconiani e antiberlusconiani: dove finisce la storia e inizia l'attualità?
Poi vuoi mettere il pesce del mar Tirreno? Molto più buono di quello adriatico!

Gianfrancesco C., Napoli - London Commentatore certificato 13.06.10 23:35| 
 |
Rispondi al commento

Dimmi come ti va (poeta)
Questo tempo è crudele si sa
Dimmi come ti va, poeta…
Dimmi come ti va

diletta sciarpetta Commentatore certificato 13.06.10 23:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Berlusconi: non ho poteri ma sono insostituibile...........
Massimo Petrini: IL cimitero è pieno di persone insostituibili!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Massimo Petrini Commentatore certificato 13.06.10 23:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

le 5 regioni autonome:

Il deficit della Valle D’Aosta risulta di appena 617 milioni di euro,

quello della Sicilia di quasi 22 miliardi,

Dunque, riepilogando: le tre regioni settentrionali costano alla collettività 4,8 miliardi, le due del sud ben 28,8 miliardi.
Un abisso, che fa riflettere. E che ribalta il responso della prima tappa.

Peonia Camuna

**********************************

dunque, la valle d'aosta ha una popolazione di 127 mila abitanti e un debito pari a 617 milioni di euro, dividendo il debito per la popolazione otteniamo un debito procapite pari a 4856 euro. dividendo il debito della sicilia (22 miliardi) per la sua popolazione (oltre 5 milioni) otteniamo un debito procapite pari a 4363 euro.

in altre parole, il debito della valle d'aosta è superiore a quello della sicilia.

questo dovrebbe bastare per qualificarti come una povera ignorante incapace di fare due conti, ma invece serve solo a dimostrare che sei solo una idiota che si limita a copiare ed incollare crrettate di merda dai siti di regime berlusconiani senza nemmeno capire quello che leggi...

Danilo De Rossi 13.06.10 23:22| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 31)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Oggi, ascoltanto un tg. (non mi ricordo quale, non ha importanza tanto son tutti uguali), viene fatta una commemorazione, di circa 30 garibaldini, non italiani (non ricordo bene di che nazionalità, polacchi, penso... ma non ha importanza...).

Gloriosamente commemorati, con monumento di garibaldi nella loro nazione. Mi son detto: "ma questo son scemi, ma pensano che siamo stupidi? Oramai, è consapevolezza storica il fatto che i MILLE erano mercenari!".

Non hanno capito che di questa "unità", oramai non se ne impippa più nessuno, ad inziare non dalla padania (invenzione politica, inconsistenza storica), ma dal profondo sud, sino agli abruzzi.

La mia città anocra oggi, è piena di ruderi, della civiltà industriale dell'età borbonica. cantieri navali, pastifici, industrie metalmeccaniche, mattonifici, ecc., ecc.,

Qualcuno ancora è convinto che l'unità d'Italia (nei modi e nelle forme in cui è stata attuata), ha fatto bene a noi meridionali? Certo che no! L'italia federale, a noi, poteva andar bene già dal 1861!!! Di sicuro, non avremmo perso quel che avevamo già: le riserve auree più cospicue d'Italia, la seconda flotta mercantile del mediterraneo, università, fabbriche (smontate come i lego e trasferite al Nord..., ecc., )

E comunque, l'Italia, è stata unita nel 1870, con la conquista dello Stato Pontificio e di Roma capitale, io lo posso dire, perché non devo prendere il permesso dal vaticano per dirlo, come fa l'ultimo degli italiani seduto sul colle orinale!

Sono comunista? Sì, è vero, ma con orgoglio borbonico...

FALKO ROSSO (red falkon), molfetta Commentatore certificato 13.06.10 23:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CREDO FERMAMENTE NEL 1 NESSUNO 100 MILA QUALCUNO, la nostra italia (che poi tutto questo senso di appartenenza non lo sento) e stata creata sulla menzongna, e ci resterà per sempre, perchè l'itallico è un commerciante senza scrupoli, dove l'unica legge è guadagnare. 0ra da una 15ina di anni si è insediata una nuova razza in italia (mi ci metto anche io) quella chiamata mi so rotto di farmi i cazzi miei, ed ecco che a questa nuova razza non sta piu bene nulla, visto che all'inizio la cosa sembrava più semplice, tipo votare uno diverso da quello che c'era a governare.
ci siamo resi conto che non basta, ma ora la domanda che mi pongo e a cui non ho trovato risposta, e la porgo a voi:
ma mio figlio come devo crescerlo da "italico" per non farlo morire subito oppure da "mi so rotto di farmi i cazzi miei" per un futuro migliore ma con una morte a breve? visto che se lo cresco da italico per i prossimi 50 60 anni non cambia nulla e se lo cresco da "mi so rotto di farmi i cazzi miei" rischia che se non inventa un cambiamento subito mi muore per incompatibilità societaria. no credete che effettivamente si debba agire e lasciare ai nostri figli un prato fiorito in cui loro poi siano capaci di mantenerlo e renderlo migliore?

sergio m., napoli Commentatore certificato 13.06.10 23:17| 
 |
Rispondi al commento

Solo un chiosa ancora

Per un Diritto cosi sottovalutato

in Italia e forse anche in Europa

IL DIRITTO ALLA PRIVACY!

Il Berluska nel solito

modo apparentemente ingenuo

afferma di volere eliminare

le Intercettazioni per difendere

la Privacy di tutti.

E qui,

care lettrici e lettori

emergono tutte le incongruenze

dell'uomo Berluska

Che come Capo dei Servizi Segreti

ha accesso a tutte le informazioni.

Ma di quale Privacy si parla allora?

Certo non della nostra.

Un uomo potente come lui

che siede sulla poltrona giusta

A quanto pare (Pare)

basta che schiocchi le dita

ai suoi dipendenti/schiavi

ed ha accesso a tutte le nostre

comunicazioni personali.

Roba da matti.

E non sarà certo

frequentando Dittatori come Gheddafi

che imparerà le regole del mondo civile.

Si guarda bene dal frequentare

Capi di Stato con una cultura

Giuridico/Liberale degna di

una Repubblica Democratica.

Che altro dire?

Nulla!

Solo la sua Privacy conta.

NON LA NOSTRA!

Alex Malnar Commentatore certificato 13.06.10 23:13| 
 |
Rispondi al commento

desani...cicerone....

sono felice quando due personalità ( eccelse) realizzano un concetto condiviso/condivisibile...

ciò lascia ben sperare.....

sia chiaro...non sono il demolitore del "fenomeno" grillo...ma ne evidenzio le carenze strategiche..

che vi piaccia o no...da cassino in giù...l'informatica è ancora una nebulosa...un elettrodomestico usato IMPROPRIAMENTE/SOTTOSTIMATO
spesso SCONOSCIUTO...lasciato in uso agli studentelli ..relegato a mero trastullo....ignari delle potenzialità/opportunità che che offre...

un movimento IMPORTANTE...non può non tenere conto di tali prculiarità....un movimento IMPORTANTE (affinchè si evolva) deve far convivere tecnologia e tradizione....informatica ed approccio tradizionale...

ragazzi...voi del nord siete mediamente avvezzi nel confrontarvi indi aggregarvi tramite INTERNET...ma se desiderate divenire una REALTA' determinante...non trascurate le peculiarità di cui sopra....

il sud va conquistato con mezzi tradizionali...con il rapporto diretto...con le classiche sezioni cittadine....con forti strette di mani...guardandosi negli occhi

sarebbe bello informatizzare la politica del sud...un click e vai....ma dove cazzo stanno sti computer?.....

sono un rompi palle !! lo so....ma se smettete di fare gli INTERNAUTI del cazzo e vi calate nella realtà....il movimento di grillo può divenire una pietra miliare del nostro tempo.....

...un altro quinquennio per recepire questi concetti ?

...leghisti...un mare stupendo...calma piatta..un brodo...32 gradi....che goduria..!
voi ? ancora con le mutande di lana ????

Peppino Garibaldino, Casa mia Commentatore certificato 13.06.10 23:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ROBO-BOND
se li conosci li eviti, se non sai cosa sono preoccupati.

Orlando M 13.06.10 23:05| 
 |
Rispondi al commento

La notte di Domenica 30 maggio, che mostra un terrificante disprezzo per la vita umana, le forze navali israeliane circondarono e imbarcati velieri per portare aiuti umanitari alla Striscia di Gaza bloccata. Sulla nave più grande, il Marmara Mavi, commando israeliani hanno aperto il fuoco sui passeggeri civili, uccidendo almeno 9 persone e ferendone altre decine. Altri sono ancora dispersi. Il bilancio delle vittime finale è ancora da determinare. Culture della Resistenza direttore Iara Lee era a bordo della nave assediata e da allora è tornato a casa in modo sicuro.

Nonostante gli sforzi approfondita del governo israeliano di confiscare tutti i filmati presi durante l'attacco, Iara Lee è stato in grado di conservare alcune delle sue registrazioni. Sopra è metraggio grezzo dai momenti precedenti e durante l'assalto del commando israeliano 'sul Marmara Mavi.

Questo video è stato fatto visualizzare all'ONU, ma i nostri giornali e giornalisti, che tanto sbraitao in questi giorni sulla libertà di stampa, col cavolo che l'hanno rimesso!

NO ALLA SUDDITANZA ITALIANA A israele

http://www.youtube.com/watch?v=vwsMJmvS0AY

dura un'ora più o meno, dalla mezzora in avanti è una fondamentale testimonianza, su quanto israele e chi per lei, vada diffondendo falsità (il vizio della bestia è riciclare se stessa).

Memmo Rome 13.06.10 23:01| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo qui le chiacchiere stanno a zero. Vengo ogni giorno ha leggere il tuo blog e ogni volta sposti in la il punto di rottura.... mi sembri come S. Paolo che predicava la fine dei tempi e la venuta nuova del Cristo imminenti ed invece eccoci ancora qua ad attendere e nel frattempo, la chiesa, da escatologica si è istituzionalizzata ed è divenuta potente Stato. Insomma il Popolo oggi chiede Lavoro! "scurdammoce o passato", che si crei lavoro!

giovanni c., crotone Commentatore certificato 13.06.10 22:52| 
 |
Rispondi al commento

berlusconi pezzo di mmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmeeerdaa

emilio salis, verona Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 13.06.10 22:46| 
 |
Rispondi al commento

Rientro dei Savoia in Italia

*****

Legge Costituzionale 23 ottobre 2002, n.1

Cessazione degli effetti dei commi primo e secondo della XIII disposizione
transitoria e finale della Costituzione.

(Gazzetta Ufficiale 26 ottobre 2002, n. 252)

la Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica, con la maggioranza assoluta dei rispettivi componenti hanno approvato;

Nessuna richiesta di referendum costituzionale e' stata presentata:

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Promulga

la seguente legge costituzionale:

Art. 1.

1. I commi primo e secondo della XIII disposizione transitoria e finale della Costituzione esauriscono i loro effetti a decorrere dalla data di entrata in vigore della presente legge costituzionale.

La presente legge costituzionale, munita del sigillo dello Stato, sara' inserita nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica italiana. E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge dello Stato.

Data a Roma, addi' 23 ottobre 2002

CIAMPI

BERLUSCONI Presidente del Consiglio dei Ministri

Visto il Guardasigilli: CASTELLI

silvanetta* . Commentatore certificato 13.06.10 22:45| 
 |
Rispondi al commento

La Buona Paola Bassi ( e non BOSSI ) posta

*********
Peonia Peonia..

ma a cosa aspirano davvero i leghisti, anzi i padani?

ad un'enclave autosufficiente, una specie di Svizzera? ma la Svizzera ha un'altra storia e ha anche un pacco di soldi (questo poi sarebbe un altro tema)

temo che il vostro oviettivo, specialmente con questi chiari di luna, non sia fattibile

secondo me se foste più realisti e la smetteste ad esempio di allearvi con berlusconi, e anche diceste ai vostri di fare meno sparate razziste, si potrebbe cominciare a ragionare..

Paola Bassi
*******

La Lega e' un Rebus, innanzitutto..non c'e' uno statista tra di loro, ma dei personaggi di Folclore da Baita montana a GRAPPA..(On Calderoli e lanciafiamme..simbolico il messaggio)

Come VOLUME di voti e zona dove operano (ricca..tradizionalmente e molto produttiva) sono un PRODOTTO che scatenna appetiti a GRUPPI di POTERE come la International Federalist Society (Washington DC) che ha aperto due Uffici in Europa

Analisti di AFFARI ADULTI INTERNAZIONALI, Geopolitica inclusa, vedono la Lega pilotata da questi Think Tank..che sono gruppi di POTERE, appunto, con PIANI Chiavi in Mano per la gestione di ogni tipo di Paese..a detti GRUPPI, come in Teatro, servono PUPI e non Uomini di Stato..se con GROSSI difetti fisici..meglio..si puo' sempre far leva sul SENTIMENTALE..

Brevissima descrizione dello Stato del Paese e razionale dell'esistenza della Lega e suoi PORTA BORSE e PIFFERAI anche in Rete

Mario Mori Commentatore certificato 13.06.10 22:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questi leghisti di M.... predicano anche a favore delle radici cristiane, nulla da dire in proposito anzi molto favorevole, ma poi si dimenticano che l'osservanza delle leggi cristiane è la conseguenza dell'averle almeno lette una volta nella vita, ma voi pur di fare spot pubblicitari (non a caso il vostro maestro ha la tessera P2 1816) tutto va bene tanto l'italiotta ignorante del nord beve tutto quello che dite stronzate comprese. Ora caro zaia visto che nelle sue interviste non dice nulla, non si espone mai, e non credo sia un atto di furbizia mediatica, lei non dice nulla perchè non ha nulla di suo da dire, le ricordo che i valori cristiani bisogna almeno conoscerli per citarli? infatti non a caso lei parla di valori ma non dice mai quali sono se non le ovvietà quelle poche cazzate che conosce per sentito dire!
Signor zaia la smetta di parlare di valori cristiani essere rappresentato da uno come lei mi fa venire il vomito, così come tutta la sua banda bassotti, vedi bossi, maroni, speroni, tutti quelli che finiscono coglioni, cota, castelli, il puffo, ecc ecc. voi tutti siete dei sepolcri imbiancati razza di vipere disgraziati, nessuno dico nessuno vi eviterà il fulmine che a poco sarà anche per voi sopratutto per voi ingannatori del popolo di Dio !
PS:zaia si ricordi che tra le leggi di Dio c'è anche quella del rispetto dell'ambiente quindi no a centrali nucleari e tantomeno a termovalorizzatori o inceneritori!

Pietro T. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 13.06.10 22:44| 
 |
Rispondi al commento

Una serata di tarda primavera, ultimi giorni di maggio. In Europa guardavamo MILAN-LIVERPOOL, finale di Champions League. Mentre Inzaghi dominava la partita di Atene segnando una doppietta, di là dall'Atlantico qualcuno riapriva, di fronte a milioni di telespettatori, una delle pagine più nere della storia degli Stati Uniti. Merito del canale via cavo HBO, e non poteva esserci momento più adatto. Dopo l'11 Settembre e la guerra in Iraq, una parte di società americana è tornata a interrogarsi sulle origini, sul passato, sulle verità che stanno dietro i miti fondativi. E' una reazione salutare: solo prendendo di petto la propria storia l'America può rispondere all'angosciante domanda: “Perché ci odiano?” e capire come stabilire un nuovo rapporto col mondo, dopo i guasti, le colpe, le aggressioni ad altri paesi, l'indifferenza nei confronti degli sconvolgimenti climatici, insomma tutte le cose che ci irritano quando vediamo George W. Bush e la sua insipida moglie Laura, in teoria un modello per le donne del pianeta, con quei tailleur dai colori improponibili (lilla, rosa, pervinca!) che li vedi e ti s'infiamma lo stomaco, datemi un Maalox per favore.
(..)
Seppellite il mio cuore a Wounded Knee raccontava le storie dei Navajos, dei Cheyenne, degli Apache, dei Nasi Forati, dei Paiute, dei Sioux Lakota e di tante altre tribù. Raccontava di una grande invasione, di massacri, di epidemie, della distruzione di un ecosistema (quello della prateria), di inganni e sotterfugi, di violazioni di trattati. Raccontava di capi guerrieri come Nuvola Rossa, Cochise, Cavallo Pazzo, Toro Seduto. Raccontava la fine di un mondo.

Paola Bassi Commentatore certificato 13.06.10 22:43| 
 |
Rispondi al commento

Poi c'è tutto il capitolo

del Diritto all'Informazione

e qui

si fa buio pesto!

Non è ammissibile che

il Berluska si tiene

tutte e sei le reti TV

che ne sposta 2 o 3 sul

digitale terrestre.

Che addirittura

INVADE ANCHE LA RETE!!!!!

Eccheccazzo!

Datti un limite Berluska!

Forse che noi andiamo in TV???

NO! NON C'ANDIAMO IN TV!

Se pure Emilio Fido t'ha dato

IL FANTE DI PICCHE!!

E T'HA DETTO CHE LUI NON

CI STA AD ESSERE L'UNICO GIORNALISTA

CHE TI LECCA I PIEDI

L'HA DETTO FEDE!

Cosi caro Berluska prima sbilanciarti

a dichiarare alla stampa che Fede è

l'unico che ti è rimasto fedele.

TI DEVI DOCUMENTARE

DEVI SENTIRE ANCHE FEDE!

E poi ci riconoscerai

il Diritto ad essere

informati

PURE NOI!

Altrimenti caro Berluska

VAI AFFANCULO!!!!

Alex Malnar Commentatore certificato 13.06.10 22:38| 
 |
Rispondi al commento

C'è una cosa che mi fa dubitare di tutto quello scritto sopra: "obbedisco" Garibaldi l'ha detto a Bezzecca, 1866, non a Teano

gianpaolo cordioli 13.06.10 22:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

non per incensare gli americani, per carità, però, loro ci hanno messo molto meno ad accettare la vera storia di wounded knee, dopo qualche anno di mistificazioni cinematografiche sulla "gloriosa" epopea del west.
noi stiamo qui dopo due secoli e ancora ci dividiamo in fazioni, guelfi vs ghibellini, orazi vs curiazi e via andando a ritroso nel tempo

liliana g., roma Commentatore certificato 13.06.10 22:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Signore e signori permettetemi di ricordare una frase pronunciata da Massimo d'Azèlio: "L'Italia è fatta, ora bisogna fare gli italiani".
Ragion vorrebbe che prima si riconosca, si accorpi e cresca un popolo e quindi che da esso nasca una nazione. Ma da queste parole si evince che per l'Italia il discorso è stato l'opposto.
Era un mondo in profondo mutamento; già nel 1789 ( se non ricordo male ), Rivoluzione Francese a parte, James Watt aveva introdotto il sistema di sfruttamento della forza vapore, e quindi la nascita del treno in grado di superare qualunque potenzialità animale nel trasporto merci e persone, oltre allo sviluppo della meccanizzazione industriale. Gli stati italiani non avrebbero potuto sicuramente avere vita facile nel far passare le merci per la penisola rispettando diveri dazi, diverse economie, diverse leggi diverse politiche per poter rimanere al passo con le altre potenze europee.
Purtroppo sono sempre i più deboli che pagano il prezzo più alto.

Giuseppe L. Commentatore certificato 13.06.10 22:26| 
 |
Rispondi al commento

Prendercela con i savoia (non meritano la maiuscola)
può essere questione di un impulso, del disprezzo verso quei parassiti e strumentalizzatori ottocenteschi , ma , risarcimenti o no, ora bisogna vivere affrontando il Presente (senza per questo dimenticare la nostra Storia...).Abbiamo da affrontare gli attuali NEMICI INTERNI :devo anche dire di chi si tratta? Spero di no.

Ireneo G., Fermo Commentatore certificato 13.06.10 22:23| 
 |
Rispondi al commento

Vogliamo parlare della visita

del Berluska a Gheddafi?

Vogliamo parlarne?

E parliamone allora!

Quel Berluska è un pazzo!

Se continua così si metterà

contro tutto il Mondo Occidentale

E per che cosa poi?

Per che cosa?

Ve lo dico io.

Per una Fiction del cazzo

Una B-Fiction in piena regola!

Però prodotta da Merdaset!

Ti fai nemici USA-GB

e poi chi lo paga il conto?

Quelli c'hanno LA CIA!!!

SANNO TUTTO!!!!

Il Furbone,

Vorrebbe farlo pagare A NOI

il conto

come quella volta

delle Escorts.

Roba da Matti.

Alex Malnar Commentatore certificato 13.06.10 22:21| 
 |
Rispondi al commento

DEDICO QUESTO SITO A TUTTI I NAPOLETANI E A CHI COMPRENDE LA LINGUA.
ASCOLTATE!!!!!!!!

http://www.youtube.com/watch?v=RjYZtxMhMHs

mario ., monopoli Commentatore certificato 13.06.10 22:19| 
 |
Rispondi al commento

continua.............
Un secondo motivo molto più “ leggero “ per guardare il servizio è che, all’ interno dello stesso, ad un certo punto inquadrano testa d’ asfalto………senza l’ asfalto! Si avete capito molto bene, la sua cozza e’ proprio pelata, tanto pelata che quasi brilla! E udite, udite proprio mentre stanno sfumando la sua immagine compare miracolosamente un asfalto molto “ mediatico “ che va a posizionarsi sulla piazza desolatamente vuota !!!!!!
A parte il gossip della testa pelata, io direi che e’ necessario far girare il servizio su qualsiasi blog, su facebook e qualsiasi altro mezzo per contrastare l’ ondata di lodi che ci verranno propinate nei prossimi giorni. Qui, però, vi chiedo aiuto, in quanto le mie “non capacità” informatiche non mi permettono di trasferire il servizio dal sito della TV Svizzera ai blog. In sostanza non ne sono capace, se qualcuno di voi lo può e vuole fare vi segnalo il sito della RSI : http://la1.rsi.ch/it/home/networks/la1/informazione.html
In questo momento l’ edizione del TG delle 20.00 non è ancora disponibile, lo sarà a breve.
Una volta entrati nel sito cliccate su informazione e quindi su telegiornale.
Grazie a chi accoglierà il mio appello.
Manu

Emanuela Ebbene 13.06.10 22:14| 
 |
Rispondi al commento

in questi politici di oggi...passione politica c'è nè ben poca...ma hanno un enorme passione per i soldi....li mortacci loro

purpus nero, brindisi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 13.06.10 22:14| 
 |
Rispondi al commento

A PROPOSITO DI RISARCIMENTO DANNI....GUARDATE UN PO' QUI

http://www.youtube.com/watch?v=9fHcVQ8jmyQ&feature=fvw

mario ., monopoli Commentatore certificato 13.06.10 22:11| 
 |
Rispondi al commento


Napolitano:per risollevarsi dalla crisi
servono un grande sforzo e sacrifici.
Cominciate voi politici del cavolo e anche lei morfeo cominci a fare dei sforzi, non intendo quelli che di solito fà in bagno, ma intendo quelli veri, cominci a togliersi qualche zero dallo stipendio, anzi cominci a lavorare gratis che sarebbe ora e assieme a lei comincino pure i vermi che sono in parlamento.
Poi visto che ad un buon esempio ne deve seguire un'altro cominciate a togliere tutte le pensioni dei parlamentari con EFFETTO RETROATTIVO basterà e si avanzera per i poveri, oltre che per risollevarci dalla crisi. Scomettiamo ?
Pietro T.

CHE TI ASPETTI DA UNO CHE TRUFFAVA LO STATO CON RIMBORSI AEREI NON DOVUTI.
DORMI MORFEO DORMI.

al casula, cagliari Commentatore certificato 13.06.10 22:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Umberto Bossi da Cassago Magnago, provincia di Varese. Una vita da film. Ha fatto tre feste di laurea senza essersi mai laureato. Alla prima moglie racconta di essere un dottore, si finge medico dell’ospedale Del Ponte di Varese. La storia va avanti per mesi. Quando lei scopre che è tutto inventato chiede il divorzio. Qualche anno dopo l’Umberto porta anche la madre all’università di Pavia per la consacrazione ma non la fa assistere alla cerimonia: è la solita balla, lui ormai c’è abituato. All’Università per qualche anno c’era stato. Pochi esami, parecchi guai ma anche l’incontro che aveva cambiato la sua vita: quello con la politica. Gli anni ’80 scivolano via tutti d’un fiato: la Lega lombarda, la propaganda, i primi assessori comunali eletti in Veneto e Lombardia. Ma il vero show doveva ancora iniziare.Bossi cavalca Mani pulite e l’insoddisfazione del profondo Nord. Non sarà laureato ma è scaltro l’Umberto. Lavora sull’immaginario collettivo, capisce prima di tutti che l’immigrazione sposta una marea di voti che la gente ha una paura fottuta. Poi c’è il folklore: Pontida, miss Padania, la Lega che ce l’ha duro, Roma ladrona, i comizi in canottiera. La Prima repubblica crolla, nel Paese regna la confusione, il momento è propizio. Bossi alza il tiro. Annuncia la secessione, crea il Parlamento del Nord, progetta di avanzare “città per città con le baionette”. L’Umberto corre spedito in bilico sul precipizio. La magistratura potrebbe muoversi da un momento all’altro. C’è chi accusa i leghisti di eversione, razzismo, banda armata, colpo di Stato: roba da ergastolo. Bossi lo sa, ma il rischio vale la candela.BOSSI QUELLO CHE DIFENDE LA FAMIGLIA TRADIONALE ANDANDO A LETTO CON UNA SHOWGIRL FACENDOSI VENIRE UN COCCOLONE: Bossi e la showgirl (Luisa Corna) quando il senatur si è sentito male per l’eccessivo sforzo che stava facendo, gli si è alzata notevolmente la pressione provocando un inizio di emoragia che si è evoluta in un vero e proprio ictus!

Pietro T. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 13.06.10 22:08| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 22)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Al Tg delle 20.00 della Televisione della Svizzera Italiana , questa sera, e’ andato in onda un servizio molto interessante soprattutto per lo sviluppo che l’ argomento avrà nei prossimi giorni in Italia. Il nano malefico, oggi, si e’ recato in Libia a trovare il suo degno compare Gheddafi. L’ aspetto più rilevante della faccenda è che, oggi, il terrorista, posto a controllo dei terroristi, ha rilasciato l’ ingegnere Svizzero Goldy che deteneva illegalmente da circa due anni, quale vendetta nei confronti delle autorità ginevrine, ree di aver condannato il figlio di tanto padre per aver picchiato due domestici in un hotel della città di Ginevra nel Luglio del 2008. Bene oggi si e’ verificato quello che, da qualche giorno, già avevo sospettato: il ducetto si e’ offerto come “ salvatore “ dello svizzero per avere in cambio la possibilità di poter far conoscere al mondo intero le sue abili qualità diplomatiche, in cambio il terrorista ha potuto fare un ultimo affronto alla Svizzera.
Io non ho grande dimestichezza con la politica ma, credetemi, chi ha l’ abitudine e la possibilità di guardare il Tg svizzero, la questione l’ aveva già inquadrata molto bene almeno da ieri.
continua................

Emanuela Ebbene 13.06.10 22:06| 
 |
Rispondi al commento

legaioliiii!!!! ma qualcuno ve l'ha spiegato il significato delle parole dell'inno di mameli?
tradotto in prosa l'orribile (su questo siamo d'accordo) verso che tanto vi dà fastidio, il senso è questo: "dio creò la vittoria schiava di roma" cioè roma, come metafora dell'intero paese italico, è destinata a vincere.
quindi non si parla di schiavitù di uomini, non si parla di roma città capitale, che a quei tempi ancora era torino, mi pare.

liliana g., roma Commentatore certificato 13.06.10 22:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Napolitano:per risollevarsi dalla crisi
servono un grande sforzo e sacrifici.
Cominciate voi politici del cavolo e anche lei morfeo cominci a fare dei sforzi, non intendo quelli che di solito fà in bagno, ma intendo quelli veri, cominci a togliersi qualche zero dallo stipendio, anzi cominci a lavorare gratis che sarebbe ora e assieme a lei comincino pure i vermi che sono in parlamento.
Poi visto che ad un buon esempio ne deve seguire un'altro cominciate a togliere tutte le pensioni dei parlamentari con EFFETTO RETROATTIVO basterà e si avanzera per i poveri, oltre che per risollevarci dalla crisi. Scomettiamo ?

Pietro T. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 13.06.10 22:02| 
 |
Rispondi al commento

Siamo l'Italia e noi italiani abbiamo estremo bisogno di educazione civica e di storia poichè quel che definiscono Risorgimento è tutto da riscrivere così come la grande guerra,l'avvento del fascismo,la strategia della tensione,tangentopoli,mani pulite...siamo ignoranti perchè non andiamo a caccia di altre informazioni che non siano provenienti dalle solite fonti in un paese parzialmente libero...

ANTONIO ATZENI, maserada-Tv- Commentatore certificato 13.06.10 22:02| 
 |
Rispondi al commento

GGRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRHH!!!!!!!!

il fatto (quotidiano), Roma Commentatore certificato 13.06.10 22:02| 
 |
Rispondi al commento

Però i cittadini e gli amministratori di Gaeta dovrebbero vergognarsi non poco. Hanno dedicato strade e piazze principali ai loro massacratori(cavour,garibaldi,vittorio emanuele)dedicato caserme a cialdini,ossari ai garibaldini dediche storiche a vari personaggi risorgimentali (mazzini,pio IX) e non c'è una sola strada,dedica o ricordo verso i Borbone. A cominciare da Ferdinando II che fece di Gaeta capitale del regno per alcuni mesi e l' abbelli di vari monumenti (Chiesa S. Francesco),a Francesco II che qui perse il regno sotto i bombardamenti vili dei Savoia.C'è solo un vicoletto cieco dedicato a Maria Sofia.Troppo poco.Gli uomini di cultura e gli amministratori facciano qualcosa in più e non solo lamenti verso gli altri.

ago bello 13.06.10 22:02| 
 |
Rispondi al commento

Sto Berluska che si dice tanto

LIberale sta massacrando i Cittadini

un vero Despota.

Ha ragione Tocqueville

non ci sono Madonne! (in cielo si, chiedo scusa)

Il despota vuole tutti i diritti

per sè

Mentre i Cittadini non ne sono degni.

Eccheccazzo di LIberale è????

Lui il diritto all'indecenza.

I Cittadini con il solo diritto

all'indecenza.

Insomma,

E' un argomento troppo importante, questo

Una questione di Principio.

Alex Malnar Commentatore certificato 13.06.10 21:59| 
 |
Rispondi al commento

Bossi mette a tacere Calderoli.

“Ma che Rai privata!
Berlusconi ha tre reti, sarebbe un suicidio definitivo della democrazia.”

*****

Democrazia come no, quella secondo B e il suo socio bossi.

Quante reti della tv pubblica vuole il senatur?

silvanetta* . Commentatore certificato 13.06.10 21:58| 
 |
Rispondi al commento

ecco bene, adesso mettiamoci a litigare quelli del sud contro quelli del nord, che il problema dell'italia è che al sud rubano e non lavorano, evadono e c'hanno la mafia, mentre al nord non si ruba, non ci si fa raccomandare, non si evade, e i politici sono dei seri professionisti senza nessun legame con le mafie.

ecco, scanniamoci fra di noi, mentre loro se la ridono

Fabrizio Castellana, SP Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 13.06.10 21:52| 
 |
Rispondi al commento

ogni volta che bisogna aspettare secoli per avere giustizia significa che stiamo nell'ingiustizia, se si prova a dire la verità su fatti storici anche non recenti ma che fino ad oggi sono stati tenuti segreti significa solo che l'ingiustizia sta finendo..

Vincenzo Russo, Terni Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 13.06.10 21:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


COME DISSE IL POETA:

LA STORIA SIAMO NOI, NESSUNO SI SENTA ESCLUSO.....

Caro Grillo & C, fermo restando che, se anche solo la metà dei fatti denunciati relativi al nostro risorgimento, fossero veri, sarebbe una cosa veramente gravissima però, mi domando; per quale motivo, avvenimenti storici di tale importanza nonché lontananza, debbano essere resi “pubblici” ed affrontati proprio in questo particolare momento in cui, vista l’attuale situazione, “l’opinione pubblica” avrebbe invece bisogno di concentrarsi, solo ed esclusivamente, su quello che sta accadendo proprio nei giorni NOSTRI?!


io sono convinto che, occuparsi di tanti argomenti, per quanto importanti, contemporaneamente, per forza di cose, crei confusione facendo perdere la dovuta concentrazione sugl’avvenimenti di maggior importanza, se non altro, proprio in termini di vicinanza storica!

Ps: continuando in questo modo andrà a finire che, anche noi, dovremo aspettare 150 anni prima che, qualcuno, si occupi dell’enormi ingiustizie che stanno accadendo, proprio nei giorni nostri?!



ezzio s., milano Commentatore certificato 13.06.10 21:44| 
 
  • Currently 4.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 25)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sullo Stato LIberale

Oggi ho sentito Marco

a Radio Radicale

che mi ha illuminato

su un Diritto dell'Individuo

che mi era sfuggito, ossia:

"Il Diritto ad essere ignorati"

Tipico degli Stati LIberali

Ora è solo da vedere se il nostro

livello di Civiltà Giuridica sia al passo

scommetto che non lo sapevate

di avere sto Diritto vero?

Non è una metafora,

sono rimasto davvero colpito

Ho imparato qualcosa.

E allora,

Io non posso che ribadire:

GRANDE MARCOOOO!!!!!!

GRAZIE DI ESISTEREEEEEEE!!!!!!

ps: su questo Blog uno cerca
di passare inosservato.
Ma so tremendi, non ti
lasciano scrivere in pace,
Manco morto!

Alex Malnar Commentatore certificato 13.06.10 21:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Purtroppo la Rivoluzione Mazziniana e Garibaldina che vedeva nell'Unità d'Italia la possibilità di far riconoscere i diritti dei ceti medi(dei diseredati un pò meno) venne cavalcata dai Sabaudi che non smentirono il loro spirito reazionario. Lo Statuto Albertino servì, involontatriamente, come specchietto per le allodole. Garibaldi fu costretto a rititrarsi dalla vita politica e Mazzini (condannato a morte) morì in Italia sotto falso nome. L'immotivata ferocia dell'esercito sabaudo con dei "poveracci" quali erano ormai i soldati borboni non trova giustificazione (gli ufficiali che in forza del giuramento prestato al loro RE furono portati nel forte di Fenestrelle e lì fatti perire come nei campi di sterminio tedeschi. Io mi vergogno per questo e per il fatto che la Provincia di Torino ha come simbolo detto forte lager. Peraltro poi, se andiamo a vedere in tutto il Risorgimento gli eserciti sabaudi beccarono solo legnate, non mi viene in mente una sola guerra veramente vinta.(Ovviamente non bisogna tener conto del 15 -18 in cui combatterono e morirono molti più "meridionali" che altri.

Mario da Asmara 13.06.10 21:37| 
 |
Rispondi al commento

Peonia lo vedi come sei?

mi raccontava un trasportatore rumeno (che m'ha portato un mobile) che:

1 - nella sua ditta di trasporti e facchinaggi su 30 operai, 25 saranno stranieri (dell'est ma anche sudamericani)

2 - che in Romania ti giri e senti parlare italiano, perché sempre i proprietari delle famose fabbichètte trasferiscono le aziende lì perchè la mano d'opera è meno cara

e che i rumeni onesti ora stanno in Romania perchè trovano lavoro, e magari qualche delinquente invece viene qui

domanda: perché tutto cio?..

Paola Bassi Commentatore certificato 13.06.10 21:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

che popolo di coglioni, gli italiani!

continuano a parlare di festeggiamenti sì o festeggiamenti nò, per ricordar a chi non gliene frega niente un'unione che un partito messo al potere dagli stessi vuole "legalmente" eliminare.

invece di ricordar i morti, invano, per questa virtuale unione, spendendo soldi per manifestazioni che diserteranno i più, sarebbe forse meglio dare gli stessi soldi alla ricerca contro il cancro od altre malattie, così da aiutare i vivi, che invece che il problema di ricordare il passato, hanno da affrontare il futuro, per niente promettente.

il Mandi Commentatore certificato 13.06.10 21:34| 
 |
Rispondi al commento

ricchezza e opportunita' che tanto piace a sinistra


I Carabinieri della Stazione di Assemini hanno arrestato due romeni, Alin Dutescu, di 21 anni, e Costel Matei, di 19, con l'accusa di danneggiamento aggravato e incendio. I due sono stati sorpresi nelle prime ore del mattino all'interno dell'isola ecologica del Comune di Assemini dove avevano appena appiccato il fuoco ad alcuni materassi

Bloccati dai militari i due non hanno spiegato le ragioni del loro gesto. Per entrare nell'isola ecologica Dutescu e Matei hanno divelto la rete di recinzione e poi hanno rovistato tra il materiale accatastato. Probabilmente delusi per non aver trovato qualcosa di loro interesse, hanno dato fuoco ai materassi. Il fumo ha però attirato l'attenzione dei militari di pattuglia che hanno sorpreso i due romeni in flagranza di reato. Dutescu e Matei saranno processati domani con rito direttissim

Peonia Camuna Commentatore certificato 13.06.10 21:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' ora di dire basta. L'idealista Goffredo Mameli scrive che "l'Italia è schiava di Roma", Schiava di Roma un corno... Io canto "o mia patria si bella e perduta " Perduta a causa di un Sud sprecone e non italiano...
Ministro Zaia non si preoccupi, al nord sappiamo distinguere chi vuole fare bene e chi vuole solo sfruttare...
Peonia Camuna
-------------------------------------------------

Ma te ghe propi rasùn.
Esempi di "Roma ladrona", ex sindaco leghista gestisce case d'appuntamento:
http://tribunatreviso.gelocal.it/dettaglio/giro-di-squillo-a-treviso-indagato-ex-sindaco-di-silea/2062691
Lega Ladrona finanzia l'MPA siciliano di Lombardo:
http://www.youtube.com/watch?v=cgimrK44zLs
Riguardo il finanziamento del comune di Roma:
http://www.partitodemocraticoveneto.org/public/materiali/lega_ladrona_man.pdf
Niente abolizione delle province care alla Lega (17 miliardi di euro all'anno che si risparmierebbero ndr), nella “manovra” probabili tasse sulle autostrade:
http://www.dirittodicritica.com/2010/05/30/niente-abolizione-delle-provincie-care-alla-lega-nella-manovra-tasse-sulle-autostrade/

son finiti i caratteri sennò sto qua fino a domani...

Paolo Cicerone, ★★★★★ Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 13.06.10 21:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

la casata è quella dei Borbone di Napoli, i suoi sostenitori sono i borboni.. va bene cosi?

Vincenzo Russo, Terni Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 13.06.10 21:25| 
 |
Rispondi al commento

3 anni fa i savoiardi chiedevano un risarcimento all’Italia a causa dei 54 anni di esilio.

Si sarebbero accontentati della modica cifrettina di 260 milioni di €.

170 milioni li voleva Vittorio Emanuele; 90 suo figlio Emanuele Filiberto.

Ma non è tutto: oltre agli interessi sulle somme richieste, i Savoia avrebbero voluto anche la restituzione dei beni confiscati dallo Stato al momento della nascita della Repubblica Italiana.


http://www.youtube.com/watch?v=obkNNunBKCI


http://www.repubblica.it/2007/11/sezioni/cronaca/savoia-risarcimento/savoia-risarcimento/savoia-risarcimento.html


come andò a finire?

Ballarono sotto le stelle a spese dei contribuenti italiani che non chiesero mai conto dell’importo del cachet, mentre oggi pare si tormentino molto per quello di Santoro e Travaglio, però che stranezze!

silvanetta* . Commentatore certificato 13.06.10 21:25| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 9)
 |
Rispondi al commento
Discussione

dichiarazione del NANO

"Non ho poteri ma sono insostituibile"


AHAHAHAHAHAHAHAHAH

IMBECILLE I CIMITERI SONO PIENI DI INSOSTITUIBILI SPERIAMO CHE IL TUO TURNO ARRIVI PRESTO

silvestro c 13.06.10 21:19| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 18)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Peonia Peonia..

ma a cosa aspirano davvero i leghisti, anzi i padani?

ad un'enclave autosufficiente, una specie di Svizzera? ma la Svizzera ha un'altra storia e ha anche un pacco di soldi (questo poi sarebbe un altro tema)

temo che il vostro oviettivo, specialmente con questi chiari di luna, non sia fattibile

secondo me se foste più realisti e la smetteste ad esempio di allearvi con berlusconi, e anche diceste ai vostri di fare meno sparate razziste, si potrebbe cominciare a ragionare..


Paola Bassi Commentatore certificato 13.06.10 21:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LEGHISTI !!!

ormai si è capito...il federalismo al quale ambite ..non lo avrete mai...contentini...qualche imposta decentrata....ma non più di tanto....

berlusconi vi ha fatto culo e fessa ( licenza poetica)...vi tiene in caldo....in umido !!!

ordunque...LEGHISTI...calmiamoci...cerchiamo di volerci bene...siamo italiani !!

scendo un attimo per un tuffo ed una nuotata....
che meraviglia....che goduria...

e pensare che a bergamo ho rischiato di beccarmi i reumatismi anche al pisello (che clima!!)

Peppino Garibaldino, Casa mia Commentatore certificato 13.06.10 21:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ovvero: i fondi generosamente elargiti dallo Stato centrale sono usati per arricchire il territorio o finiscono nel nulla?

«Il livello della spesa pubblica delle tre Regioni a statuto speciale del nord è eccessivo, ma i risultati che ottengono sono spesso eccellenti». Qualche esempio: la Giustizia civile di Bolzano è la più efficiente d’Italia e ogni anno contende il primato a Torino. I livelli scolastici del Friuli o del Trentino sono ottimi, ben sopra gli standard europei. Insomma, molto spesso c’è un ritorno sul territorio, a beneficio, diretto o indiretto, del cittadino, confermato dai dati sulla ricchezza personale. Le tre Regioni del Nord registrano redditi pro capite di circa 23 mila euro, oltre la media della Ue. E sperperano poco.

Il sociologo torinese ha esaminato le voci che riguardano sanità, scuola, giustizia civile e sistema carcerario, che rappresentano il 75 per cento della spesa complessiva. Nelle tre Regioni settentrionali il tasso medio di spreco è molto basso, inferiore al 15 per cento.
Nel Mezzogiorno è un’altra storia. Il livello di spesa di Sicilia e Sardegna è accompagnato da un pessimo utilizzo delle risorse finanziari. In queste due regioni il tasso di spreco è superiore al 50 per cento. Dunque, i servizi pubblici costano molto e rendono poco, meno della metà di quanto dovrebbero. I redditi pro capite crollano sotto i 14mila euro.
Se si considera l’evasione fiscale, il contesto diventa ancora più fosco. Ricolfi definisce l’intensità dell’evasione (contributiva e fiscale) come il rapporto tra gettito evaso e gettito proveniente da redditi occultabili (praticamente tutti eccetto le pensioni e gli stipendi pubblici). Seguendo questo criterio il Friuli-Venezia Giulia è la regione più virtuosa con un’intensità di evasione pari al 24,7%, seguita dal Trentino-Alto Adige con il 26,2% e la Valle d’Aosta con il 27,6%. Poi si apre una voragine: la Sardegna è al 51,3%, la Sicilia al 63,4%.

Peonia Camuna Commentatore certificato 13.06.10 21:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"La celebrazione dell'Unità d'Italia è una farsa se non si ricordano le sue origini. Senza la memoria del passato non può esistere un futuro per l'Italia. Cosa vuol dire essere italiano per chi non conosce neppure la propria Storia?"

infatti, senza ricordare a tutti, tappe ed episodi rimasti ad oggi sconosciuti ai più, è solo una farsa!

gennaro esposito 13.06.10 21:08| 
 |
Rispondi al commento

le 5 regioni autonome:

Il deficit della Valle D’Aosta risulta di appena 617 milioni di euro,

quello della Sicilia di quasi 22 miliardi,

la Sardegna segna 7 miliardi, le altre due regioni si limitano a rossi di due miliardi ciascuna.

Dunque, riepilogando: le tre regioni settentrionali costano alla collettività 4,8 miliardi, le due del sud ben 28,8 miliardi.
Un abisso, che fa riflettere. E che ribalta il responso della prima tappa.

La Sardegna da sola genera un deficit che è una volta e mezzo quello delle tre regioni del Nord, la Sicilia addirittura quattro volte e mezzo. E non è finita qui.

Peonia Camuna Commentatore certificato 13.06.10 21:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LA CINA E' VICINA

alla fiat di pomigliano con le deroghe su turni 24h, statuto dei lavoratori, diritto allo sciopero.

gennaro esposito 13.06.10 21:05| 
 |
Rispondi al commento

Dalla missione in Libia tornerà TRONFIO e sarà un TRIONFO!
"Gli affideranno Goedli", il cittadino elvetico trattenuto dalle autorità libiche e......
quando lo esibirà si prenderà tutto il Merito del rilascio, grazie alla sua AMICIZIA con Gheddafi.
E sarà usato e sfruttato come un suo personale successo politico:

-UN TRIONFO!...internazionale.

L'altra volta ha "baciato la mano di Gheddafi"...

http://italianspot.files.wordpress.com/2010/03/berlusconi-gheddafi-bacia-mani.jpg

e adesso... ha portato SGARBI in Bulgaria!

http://4.bp.blogspot.com/_hH1Pqs4gwWw/SZAp_fHEMbI/AAAAAAAAADI/PXZP8H0IDbg/s320

Però in Bulgaria ...
Un cartello con la scritta

"Garibaldi ha unito l'Italia, Berlusconi l'ha distrutta. Vergogna",

è comparso accanto a una bandiera Pdl prima della cerimonia per l'inaugurazione di una statua all'eroe dei due mondi, in Bulgaria.

maria . Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 13.06.10 21:05| 
 |
Rispondi al commento

- i 50 mila euro per un articolo su una testata straniera, risultati ?
- 350 mila firme per parlamento pulito..i risultati ?
- oltre un milione di firme per un referendum non annullabile...NATO NULLO...risultati ?
- le varie SCAMPAGNATE (VDAY )..risultati ?
......
in puglia tra mille difficoltà abbiamo sostenuto VENDOLA...ed abbiamo SMERDATO il PDL.....
in puglia abbiamo BANDITO la privatizzazione dell'acqua...ad ogni costo
il puglia siamo i primi in europa per l'eolico..
in puglia PER RAGGIUNGERE TALI TRAGUARDI SIAMO SCESI IN STRADA !!! non siamo stati al coputer digitando e copiaincollando minchiate da mane a sera !! in puglia non avevamo tempo per LAGNARCI 23 ore al giorno su INTERNET !!!!
ragazzi...i risultati si conseguono uscendo da casa....SCOPIAZZARE dai giornali online...o piagnucolale come vecchie baldracche in disarmo....è INUTILE
Peppino Garibaldino
-------------------------------------------------

Per carità, niente da dire sulle affermazioni finali, solo mettendosi in gioco si può avere una minima possibilità di cambiare le cose; quello che però non capisco è perchè lo dica uno che non fa altro che pigiare tasti, non c'è post di Beppe che non veda minimo un paio di tuoi commenti, non è che ti stai prendendo meriti non tuoi?

E guarda caso poi sempre commenti critici e volutamente denigratori nei confronti di chi le cose le fa, o almeno ci prova. Certo lontani dalle segreterie di partito è tutto più difficile, perchè chi ha fatto i V-day e le leggi popolari l'ha fatto da SEMPLICE CITTADINO e non da lacchè di partito; per quello è tutto più difficile per noi, perchè la casta sa che le nostre proposte NON SONO TRATTABILI, diversamente da Vendola che qualcosa ha dovuto cedere:
http://www.youtube.com/watch?v=ZRzk55UOx0M
http://www.youtube.com/watch?v=18KuGe9pQhI

Nel snocciolare i grandi successi di Vendola tra l'altro ti dimentichi che uno degli appoggi determinanti gliel'ha dato proprio questo blog. Avrebbbe vinto comunque? Forse...

Paolo Cicerone, ★★★★★ Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 13.06.10 21:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

.. che poi ho un altro ricordo associato a Gaeta (quand'ero piccola andavo in vacanza coi miei a Formia) e cioè quello di carcere militare, ove soggiornò anche il nazista Kappler
(fu poi trasferito al Celio a Roma, e guarda te la combinazione, riuscì a scappare)

Gaeta l'ho rivista l'anno scorso e di sera m'è parsa proprio bella, col castello in alto, le barche dei pescatori, i localetti sul porto e pizza napoletana regolamentare
molto più carina di Formia, trafficata e più disordinata, con un tocco di vagatamente camorristica cementificazione (ma magari era solo una mia impressione)
ecco mi disturbava solo la sagoma di una nave Usa in lontananza..

Auguri Sindaco!

http://rete.comuni-italiani.it/foto/2009/78265

Paola Bassi Commentatore certificato 13.06.10 21:04| 
 |
Rispondi al commento

Và Pensiero al posto dell'Inno di Mameli per Zaia: è polemica

SX e DX.. si stracciano le vesti...devono aver un sacoc di tempo da buttar via

La bandiera italiana è il simbolo della più grande ingiustizia finanziaria,

Chi vuole l'unità finanziaria tradisce tutti i lavoratosi del nord.

Demenziale chiedere ancora che le regioni del nord mantengano quelle del sud.

E' ora di dire basta. L'idealista Goffredo Mameli scrive che "l'Italia è schiava di Roma", Schiava di Roma un corno... Io canto "o mia patria si bella e perduta " Perduta a causa di un Sud sprecone e non italiano...

Ministro Zaia non si preoccupi, al nord sappiamo distinguere chi vuole fare bene e chi vuole solo sfruttare...

Peonia Camuna Commentatore certificato 13.06.10 21:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LE POPOLAZIONI DEL NORD CHIEDERANNO RISARCIMENTO A:
FRANCIA
AUSTRIA
SPAGNA

POI TUTTE INSIEME ALLE ALTRE A:
GERMANIA PER: LONGOBARDI-VISI,OSTRO-GOTI
ANGLOSASSONI
TURCHI-MONGOLI (UNNI)
ECC...

MAVAFFANCULO VA...!

alessandro a., Italia Commentatore certificato 13.06.10 21:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'Inno di Mameli ' sacro, "Non si tocca!"
(Pero' Va Pensiero e' piu' bello)

Walter C. Commentatore certificato 13.06.10 20:58| 
 |
Rispondi al commento

E' il Sud Italia che dovrebbe chiedere la secessione, ma siccome il Sud ha sempre avuto il senso dello Stato chiede che sia finalmente detta la verità sul passato di questa nazione, il Sud venne conquistato perchè era uno Stato libero ricco e pacifico, ai piemontesi facevano gola le sue ricchezze, poi hanno solo fatto propaganda e detto menzogne, nella realtà i partigiani vennero chiamati briganti e massacrati in maniera brutale, le campagne si spopolarono con l'emigrazione verso le Americhe, le fabbriche vennero smantellate e trasferite dalla Campania e dalla Calabria al piemente e alla liguria, poi con il massacro della prima guerra mondiale si mise a tacere ogni orrore del periodo strico precedente..
Dire la verità, Oggi, è il solo modo per fare giustizia a tutti quei nostri antenati morti, il sud non ha bisogno di mettersi camice verdi e inventarsi carrocci quando Federico II era l'Imperatore del Regno di Napoli e di Sicilia, noi il senso dello Stato c'è lo abbiamo sempre avuto perchè eravamo già uno Stato quando il resto d'Italia erano tanti piccoli borghi in lotta tra loro, se l'Italia è unita è perchè NOI DEL SUD SIAMO UNITI, saremo potuti essere un paese ricco e felice nel cuore del Mediterraneo, forse poteva realizzarsi il sogno di Gioberti e fare un regno unito senza prevaricare nessuno, è invece l'Italia è nata nel modo peggiore:
col sangue dei soldati borbonici morti in battaglia e nei campi di concentramento come Terrasini in Piemonte;
con le stragi di contadini come a Bronte in Sicilia;
con la menzogna della storiografia sabauda che ancora si spaccia nelle scuole, e dando potere alla mafia da quando Cialdini si accordò con la camorra di Torre e' Crescienzo.

Ma OGGI nel 2010 questa Repubblica quella nata con la Costituzione del 1948 sul sangue di TUTTI gli Italiani, riesce ad essere migliore dell'infelice regno d'italia?

Vincenzo Russo, Terni Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 13.06.10 20:57| 
 |
Rispondi al commento

Sbaglio o oggi c'è un massiccio intervento di anti-grillini pro-berlusconiani nel blog?

cettina d., isola Commentatore certificato 13.06.10 20:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

stemperiamo :

rosi bindi :

- dottore...non vado di corpo !!!

- perchè di faccia si ???????

Peppino Garibaldino, Casa mia Commentatore certificato 13.06.10 20:52| 
 |
Rispondi al commento

'sera blog

secondo me sapere come sono andate davvero le cose, anche se si parla di tanti anni fa, fa sempre bene..

dubito personalmente che da quegli essere inutili che sono i Savoia di oggi il comune riesca ada ottenere un euro, anzi sono così bravi che magari girano la frittata e passano loro per eroi e chiedono ai gaetani un risarcimento..

in ogni caso la questione mi pare un po' datata, visto che davanti a Gaeta galleggiano da anni LE NAVI AMERICANE..

http://roma.corriere.it/roma/notizie/cronaca/09_novembre_24/latina_base_Usa_morosa-1602055604197.shtml

Paola Bassi Commentatore certificato 13.06.10 20:45| 
 |
Rispondi al commento

bella intervista.
ottimo servizio.

Paolo R., Padova Commentatore certificato 13.06.10 20:42| 
 |
Rispondi al commento

QUESTA stampa merita di essere imbavagliata dieci volte di piu' da quanto fa schifo

Sono VENTI ANNI che sui giornali non si parla piu' di politica, se non per dire che tizio e' indagato, caio e' piduista , eccetera

se le prime pagine dei giornali sono regolarmente stracolme di intercettazioni e di atti giudiziari, dove e' finita la politica?

La verita' e' che un politico di opposizione che parli di politica non ha spazio nemmeno sui giornali dell'opposizione

Un politico del PD che dicesse cose intelligenti non verrebbe nemmeno messo in un rettangolo vicino ai necrologi
non serve a nulla per un politico dire cose intelligenti. Tanto, non finirai mai sui giornali di opposizione, perche' sono occupati dall'ultima inchiestucola irrilevante

Forse nel PD c'e' qualcuno che ha delle idee
Magari c'e' qualcuno che ha una visione.
Ma non ce la fara' mai.
Vendola stesso, non dimentichiamolo, e' finito sul palcoscenico solo quando e' stato sfiorato dalle inchieste

Chi pensa che che Berlusconi sara' beneficiato dalla legge-Sbavaglio sbaglia di grosso. E non perche' "si sveglieranno le coscienze", ma perche' adesso per riempire le pagine di politica bisognera' parlare proprio di politica. Inevitabilmente, se diminuisce lo spazio dato alla cronaca giudiziaria, dovra' aumentare quello della politica.

Ed e' proprio quello che spero: se saranno costretti a parlare di politica, dovranno parlare di politica

-
In un mondo ove i giornali ricominciano a parlare di politica, non credo che Berlusconi &co abbiano molta vita.
Cosi' come non credo che abbiano molta vita i grigi del PD. E non ce l'ha neanche Montezemolo.

-
www.wolfstep.cc

Flavio BlueOyster, Parma Commentatore certificato 13.06.10 20:32| 
 |
Rispondi al commento

Lo Stato Astratto

è uno specchietto

per allodole.

A Fronte di Istituzioni Perfette

Abbiamo Illibertà per le persone

Istituzioni vs. Persone

Senza Verità non c'è Libertà

Senza Libertà non c'è Uguaglianza

senza Uguglianza non c'è Giustizia.

Saluti


Alex Malnar Commentatore certificato 13.06.10 20:31| 
 |
Rispondi al commento

Non capisco tutta questa retorica sull'unita' del nostro paese. Ok, le invasioni dei barbari del nord, hanno distrutto il sud, mio dio! Ma suvvia! Basta rimugunare su ste menate!La mafia e la Lega vogliono il federalismo (o peggio), chissa' un po' perche'...forse per fare del sud una Singapore del Mediterraneo? eh? Poi con i ragionamenti stile "una volta avevamo questo, nel 1300 avevamo quello" dovremmo tornare a chiedere tutti i pezzi dell'Impero Romano...Altro che citta' stato,uno stato che da centrale passa a federale fa la fine della ex-Jugoslavia...e sinceramente io non voglio sceriffi locali come negli USA, ma gente che non abbia agganci locali.

Marcello Graziano 13.06.10 20:26| 
 |
Rispondi al commento

Ottimo spunto

**********
La celebrazione dell'Unità d'Italia è una farsa se non si ricordano le sue origini.

Senza la memoria del passato non può esistere un futuro per l'Italia.

Cosa vuol dire essere italiano per chi non conosce neppure la propria Storia?

*********

A chi interessava ESASPERARE il NORD ed il SUD, creando una vera CULTURA e SLOGANS appropriati, non va certo dato alcun merito, per come il Paese e' ridotto oggi

ROMA (del DIVIDE et IMPERA..da millenni) e' la creatrice della BUFALA Nord e Sud..e non perche' non esista un Nord od un Sud, ma perche' alla CAPUT MUNDI ferocemente interessa che ESISTA..e' un GROSSO AFFARE ed il modo piu' semplice (e patetico), per controllare il Paese

E per chi controlla ROMA (intendo la gestione del Paese)..sta andando a gonfie vele da lungo tempo

A meno che ci si illuda che ROMA funziona costituzionalmente, e per soddisfare gli interessi, e servirli, del POPOLO intero Italiano

Roma ha permesso al Paese, di diventare una COLONIA del GRANDE POTERE..il bel Paese, per loro

Che fare...?

Nonne e Nonni della Resistenza, fecero abbastanza

Ma non chi indosso' le loro GESTA, le fece proprie e non e' il caso di invocare l'On Napolitano (Guinzaglio col Migliorismo e Comunista UTILE)..e tantomeno un circa 85% della CASTA che sappiamo cosa NON fa per il Paese

Sono ORRENDI ANDREOTTIANI e COSSIGHIANI, esseri umani, i due in primis, ma non solo

Mario Mori Commentatore certificato 13.06.10 20:25| 
 |
Rispondi al commento

Il giro di regali della «cricca»
vale un milione di euro
«Matteoli chiese a Balducci di nominare commissari incompetenti»

http://www.corriere.it/cronache/10_giugno_13/giro-regali-cricca_01740eae-76c1-11df-9f61-00144f02aabe.shtml

cettina d., isola Commentatore certificato 13.06.10 20:24| 
 |
Rispondi al commento

MA QUESTA GENTE, LE TASSE LE PAGA ??

UN CONTROLLINO NON SI POTREBBE FARE ??


Brutta avventura per l'ex gieffina Veronica Ciardi, la romana conosciuta per il suo carattere irascibile e per il tenero ed ambiguo rapporto instaurato durante il reality con Sarah Nile.

Sembra, infatti, che la ragazza abbia smarrito un trolley e si sia disperata per averlo perso.

Non ha tutti i torti: dentro la valigia c'erano ben 25.000 euro.

Non si sanno i dettagli precisi, ma ‘Panorama' racconta che la Ciardi, che aveva in programma una serata a Follonica nel locale ‘Baluba', si è presentata al gestore distrutta e in lacrime, proprio a causa del trolley sparito: dentro c'erano i soldi ricevuti a Milano Marittima, probabilmente frutto di altre ospitate.

giovanni m., Speranza Commentatore certificato 13.06.10 20:20| 
 |
Rispondi al commento

DAI GRILLO , ORGANIZZA QUESTA WOOODSTOCK del movimento a 5 stelle,
SAREMMO IN TANTI, TANTISSIMI CONTRO QUESTI ARRAFFONI SFASCIA STATO COMUNISTBERLUSCONIANI.

LI SEPPELLIREMO CON UNA COLOSSALE SCORREGGIA.

al casula, cagliari Commentatore certificato 13.06.10 20:20| 
 |
Rispondi al commento

- Il federalismo in sanita' e' gia' una realta'. Avviene ad esempio per i pazienti diabetici, in Piemonte e Toscana la palestra e' gratis. Inoltre si puo' essere sicuri che in caso di crisi il proprio figlio riceva la sua dose di insulina a scuola. I malati laziali pagano invece di tasca loro prestazioni altrove fornite dal Sistema Sanitario Nazionale. La fotografia regionale e' stata scattata dalla societa' italiana di Diabetologia (Sid).

giovanni m., Speranza Commentatore certificato 13.06.10 20:16| 
 |
Rispondi al commento

A 50 STELLE

Beh, 50 stelle, questa constatazione fatta da te mi fa veramente ridere, ma non di piacere. È grottesca!
Cosa ho fatto “tra le 22 e le 23e44” sono affari miei, non abbiamo raggiunto una tale confidenza, mista ad un vago senso di malcelato fastidio. Il tuo.
Con il mio “17e44” volevo significare che a quell’ora per te non era mezzanotte: ora che di solito qui in Italya si potrebbe anche andare a dormire e che forse, avvisatoti, ti potevi leggere anche la mia risposta-commento delle 19e44. Tutto qui, semplice, lapalissiano.
Per il resto sono ancora fatti miei. Certamente non hai dimostrato di possedere una grande affabilità.

Plinio Il VECCHIO Commentatore certificato 13.06.10 20:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe, personalmente concordo con quasi tutto quel che dici. Ma questa campagna contro l'Unità io non la capisco proprio. Parlo di campagna CONTRO, perché va benissimo accertare i fatti storici, e diffondere la conoscenza dei misfatti della guerra risorgimentale, ma non va assolutamente bene drammatizzare più di quanto sia necessario eventi, come quelli dell'assedio di Gaeta, che sono e restano episodi di guerra.

Tanto per cominciare, l'assedio si prolungò solo ed esclusivamente per colpa del Re delle Due Sicilie, Franceschiello, che rifiutò ogni proposta di resa, anche presentata per mezzo dei francesi.

In secondo luogo, furono attuati vari cessate il fuoco, di comune accordo, per consentire il salvataggio dei soldati borbonici feriti.

Inoltre, furono le navi piemontesi a evacuare dalla città di Gaeta i soldati borbonici feriti.

I civili furono messi in parte in salvo da alcune navi francesi e quando Cialdini vide i rifugiati inviò il generale Menabrea a Gaeta per offrire la resa, ovviamente respinta. Nel frattempo Franceschiello aveva pure il tempo per festeggiare il suo compleanno, con tanto di parata militare.

La resa fu firmata solo a febbraio, quando Franceschiello capì che quella era una battaglia persa in cui ci stava rimettendo solo la popolazione civile, stremata pure dal tifo: gli ufficiali borbonici mandati a parlamentare attesero ben DUE giorni ancora prima di firmare quella fottuta resa.
Infine, il Piemonte concesse all'esercito borbonico l'onore delle armi.

Sempre per la cronaca, i borbonici avevano a disposizione più del doppio dei cannoni, rispetto ai piemontesi, e quindi avevano ammassato a Gaeta enormi quantità di esplosivo il quale, quando ovviamente veniva colpito dalle navi piemontesi, esplodeva facendo parecchi morti tra i civili (i depositi erano tra le case).

La morte dei civili è vergognosa, ma paragonare questo a wounded knee, ce ne corre troppo!
A Gaeta, Beppe, è morto l'ultimo rimasuglio feudale e clericale delle Due Sicilie.

Davide Centulio 13.06.10 20:10| 
 |
Rispondi al commento

http://stazionemir.wordpress.com/2010/06/13/senza-parole/

Questo è quanto recita un cartello apparso lungo Corso Vittorio Emanuele, L’Aquila. Se fosse vero, sarebbe un fatto gravissimo. Ma sarebbe in buona compagnia.

==========================

Incredibile!

cettina d., isola Commentatore certificato 13.06.10 20:08| 
 |
Rispondi al commento

W le città stato , ognuna con la propria moneta e abbasso lo stato centralista.

Giampaolo S., Belluno Commentatore certificato 13.06.10 20:05| 
 |
Rispondi al commento

Dici: "Non c'è odio in queste interviste", e i morti
senza giustizia di Gaeta cosa dovrebbero ispirare? Ho visto Poletoni e Terroni prendersela l'un altro per molto meno. Ma prendiamola pure per buona, andandiamo a considerare l'attuale momento storico: Abbiamo in parlamento un partito secessionista, che chiede da tempo è sta ottenendo la decentralizzazione dello stato, accusando una parte di esso (il centroSud) di di rubare o di vivere alle spalle dell'altra parte (il Nord), di fatto la riforma non divide l'italia nella carta, ma lo fa nella sostanza slegando i destini economici delle due parti. La parte più ricca non dovrà più aiutare la parte più povera, che quindi dovrà cavarsela da se. Questo cosa comporterrà? che la parte più povera
diventerà sempre più povera e che le mafie la governeranno, o in una più iprobabile ipotesi, che attravesso un immane sacrificio e scatto di orgoglio, il sud si risollevi, ma allora sarà il sud stesso a non voler più far parte di quello stato che lo ha abbandonato. Ripeto, la seconda ipotesi e la più iprobabile, in pratica ci stanno mettendo in mano alle mafie è lo sanno, probabilmente perché ne fanno essi stessi parte (Berlusconi governa la parte mafiosa, e la Lega il nord). In tutto questo, Grillo cosa fa? Se ne esce con una serie di articoli che invece di puntare sull'unità, dice ai meridionali che l'unione d'Italia è stata una grade truffa nei loro riguardi, (cosa che tra l'altro già sappiamo benissimo) quello che mi chiedo io, a che pro? Così fa il loro gioco.

Davide S 13.06.10 20:05| 
 |
Rispondi al commento

A me pare una strumentalizzazione.

Alla fine battono cassa e alludono al fatto che parte del territorio è demanio pubblico e che quindi sarebbe bene tornasse al comune.... Per farne cosa??.. Edilizia selvaggia?
Per me dietro questo revanscismo gaetiese nobilitato da ragioni storiche ci sono interessi molto meno elevati.

Hard Rock 13.06.10 19:56| 
 |
Rispondi al commento

l'opposizione(?) sta a berlosco come i savoia stavano al mussolone.........

tornando a oggi..(conseguenza di ieri e l'altro
ieri.....
vista la situazione nel nostro paese,
vista la situaz. europea in generale (trattato di
lisbona ecc.)
visto che siamo in troppi e.. tutto quello che c'è nel mondo..(NWO)
vista che anche la galassia che ci ospita, secondo
chi ne sa, pare sia poco tranquilla...
qualcuno, anche tu Beppe sa:
QUANTO MANCA?

anib rome 13.06.10 19:50| 
 |
Rispondi al commento

...GLI ORSI DELLA LUNA SIETE VOI ITAGLIANI !!

VI STANNO VAMPIRIZZANDO E VOI BEATI ! NIIENTE GABBIE FISICHE MA GABBIE DI MEDIA DI MERDA !!

ROBERT LANGDON 13.06.10 19:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

quando Berlusconi ci chiama coglioni non c’è da offendersi, perché dice la verità. Infatti, dopo tanti anni, continuiamo a tenercelo sul groppone. E il primo a meravigliarsene è lui stesso.
Camilleri, bravo e giovanile come sempre.

cesare beccaria Commentatore certificato 13.06.10 19:42| 
 |
Rispondi al commento

La woodstock del movimento a 5 stelle si svolgera a Roma? la proposta interessante suggerisce il il parco della Caffarella all'acquedotto romano dalle parti della tuscolana e la data suggerita da alcuni membri del blog si puo indirizzare ai momenti magici della rivolazione francese a me e forse anche a voi tanto cara il 14 Luglio 2010.

gaeta carinucci roberto, roberto Commentatore certificato 13.06.10 19:37| 
 |
Rispondi al commento

Son appena rientrato da un viaggio a roma e apprendo che hanno sabato manifestato.
Complimenti, non ci ne siamo nemmeno accorti.

Se non ci fosse la tv...............

giovanni m., Speranza Commentatore certificato 13.06.10 19:32|