Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

La tessera del poliziotto


De_Rossi_e_la_tessera.jpg
Daniele De Rossi, centrocampista della Roma, ha dichiarato in un'intervista che, oltre alla tessera dei tifosi, ci vorrebbe anche la tessera dei poliziotti. Ha detto una cosa ovvia e condivisibile. Ha chiesto che ogni poliziotto abbia un identificativo, come avviene in molti Stati più civili del nostro. Il manganello che ti arriva, magari incidentalmente sul cranio, deve avere un nome e cognome. Il ministro degli Interni Maroni si è risentito: "De Rossi meritava molto più di una censura. Alcuni politici che hanno chiesto che non si censurasse la sua uscita avrebbero fatto bene a stare zitti". Zanna Bianca Maroni è lo stesso che azzannò il polpaccio di un poliziotto e fu condannato definitivamente a 4 mesi e 20 giorni per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale ed è amico di lunga data di Boss(ol)i che con la bandiera italiana voleva pulirsi il culo. Da che pulpito!

13 Giu 2010, 22:41 | Scrivi | Commenti (98) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Concittadini,questa legislatura è abusiva dal momento che si sono cambiate le carte in tavola con la cacciata dei finiani e il rimpiazzo di forse derivate dalle opposizioni per dire:L'ultimo comprato di turno.
Il Presidente della Repubblica*(vedi art.88 della costituzione) quale garante dell'espressioni e volontà del Popolo Italiano,in questo caso si trova recidivo.Mi domando come mai?..ha paura di spendere altri soldi?.......Più di così che abbiamo toccato il fondo non si può!,il rischio che si corre e solo quello di risalire e risollevarsi;non vi pare?.
Sino ad ora siamo solo riusciti a rimpinguare le casse di berlusconi;pensateci bene e meditate:SECONDO VOI I FIGLI NIPOTI E SUCCESSORI; PER QUANTI ANNI POSSONO VIVERE SENZA LAVORARE?...
Il risultato che a me emerge fà paura e cioè:tutte le nostre risorse economiche delle nostre famiglie sono andate a Arcore!!!!!e ora ci troviamo nella M.
In questo incubo spero provvisorio,la memoria dell'uomo produce pensieri oscuri e voglia di riscatto,e ci conduce a soluzioni dantesche con le quali facilmente si induce a metterci tutti quanti il coltello in bocca,cosa ricordata dai libri di storia;a me credetemi FA' PAURA!!!
Dal momento che non voglio mettermi il coltello in bocca invito padri,figli,nonni,nipoti con nipotini,vi invito a trovare riparo nelle mie due petizioni rivolte al presidente della repubblica.

francesco socci 04.02.11 09:07| 
 |
Rispondi al commento

sono per la visualizzazione del numero di matricola di ogni ufficiale in servizio. devo ammettere che posseggo la tessera del tifoso in un altro paese europeo e non mi sembra un problema. la uso per avere accesso al sito della mia squadra , per l'aquisto dei biglietti scegliendo i posti a sedere e per l'accesso allo stadio se ho prenotato per quella partita in uno stadio non presidiato da celerini ma bensi da addetti all'accoglienza gestito dalla squadra di casa. e' una esperienza fantastica ci porto tutta la mia famiglia ho due bambini di 5 e 7 anni. cresciete un pochino perfavore.

emiliano m. Commentatore certificato 22.12.10 15:46| 
 |
Rispondi al commento

concordo con de rossi in pieno....

max valli 27.11.10 00:24| 
 |
Rispondi al commento

La Tessera del TIfoso è semplicemente una vergogna!

Gianluca C., Campi Bisenzio (Fi) Commentatore certificato 10.11.10 10:31| 
 |
Rispondi al commento

Volevo segnalare questo.
http://www.bresciapoint.it/tecnologia/1077-energia-elettrica-pulita-infinita-gratis-a-pontoglio-uninvenzione-mondiale.html

andrea Tognoli 05.11.10 13:02| 
 |
Rispondi al commento

Non sono mai stato un fan di De Rossi. Spesso è falloso più del necessario, e le sue dichiarazioni dell'anno scorso sull'inter veramente mi rattristavano. Per non parlare delle sue amicizie...
Ma ha ragione e lo stimo per quello che ha detto mi ha sorpreso.
E come sempre quando sono d'accordo con qualche cosa, c'è un leghista che è contrario. Maroni si censuri da solo. Inizi a cambiarsi nome. Dovrebbe essere messo sotto la voce turpiloquio.
Scusate la battuta ma non riesco a ragionare coi leghisti. (detti anche razzisti, opportunisti, mafiosi, fomentatori d'odio)

Andrea P. 02.11.10 11:30| 
 |
Rispondi al commento

se si continua a difendere ostinatamente i poliziotti che delinquono indipendentemente dal reato de loro commessi il loro stato mentale gia compromesso dal lavaggio del cervello ottenuto nelle accademie e caserme non avra fine la classe politica corronpe sistematicamente le forze di repressione che gli e stato affidato dalle cosche il compito del trasporto all'ingros. di droga.
una verifica fiscale du vari gen. din GdF,CC,ecc.
serebbe un terremoto.

piero milanese 03.10.10 16:12| 
 |
Rispondi al commento

Immaginate se tutta l'energia, rabbia, entusiasmo che vengono spesi negli stadi per una partita di calcio venissero usati ANCHE per risolvere i nostri problemi politici, con quanta facilità potremmo risolverli !

Mario P. Commentatore certificato 02.10.10 00:16| 
 |
Rispondi al commento

Buon giorno,
io credo che a questo punto gli italiani siano perfettamente consapevoli che presidente del consiglio hanno.Dunque deduco che la maggior parte dgli italiani o sono totalmente incapaci di intendere e volere o ,meglio,sono dei gran furbacchioni come lui.io lo vedo nella realta di ogni giorno .Sono un piccolo ma vero giovane imprenditore e ormai dedico la maggior parter del tempo nel mio ufficio a evitare fregature di ogni genere.Dunque io proporrei che chi vota deve avere una dichiarazione dei redditi valida e non avere precedenti penali.io credo che la maggioranza avrebbe dei seri problemi a riconfermarsi .Cordiali saluti,
Matteo Bacchini

matteo bacchini 06.08.10 13:08| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
mi sembra che stiamo facendo troppo poco contro il nucleare. E' notizia di oggi che l'energia solare costa meno di quella nucleare
http://www.corriere.it/scienze_e_tecnologie/energia_e_ambiente/10_luglio_27/solare-costi-nucleare_6c3ac74a-998b-11df-882f-00144f02aabe.shtml
Bisognerebbe optare per la prima anche se costasse dieci volte di piu' solo perche' e' rinnovabile e non lascia residui radioattivi. Ma se addirittura costa meno, il problema non si pone. Bisogna impedire immediatamente al governo di continuare a prendere impegni per installare centrali nucleari. La data in cui entreranno in funzione le prime sembra lontana, ma piu' ci avviciniamo piu' saranno salati i conti da pagare per inadempienze contrattuali. Non so come, ma bisogna intervenire adesso: cerca di farti venire in mente qualche buona idea!

Aldo Andreani 28.07.10 15:56| 
 |
Rispondi al commento

Non è bossi a volere la secessione!
Certo Bossi è un pasionario ma sta alla gente perbene del sud prendere le distanze da amici e parenti, e politici dalle mafie che con il loro PIL incassano e mal distribuiscono oltre cento miliardi di euro ogni anno. Tanto quanto il Pil .

Mafie che manrtengono gran parte della popolazione nell'ignoranza e nella miseria proprio per poterla sfruttare a loro favore.

La gente perbene del sud deve ritrovare la propria identita' e si accorgera' che se non si ruberanno piu' soldi destinati alla sanita' , se non si costruiranno caseggiati in riva al mare, se non si ruberanno piu' i denari stanziati dal governo per le infrastrutture, se non si cuoceranno le pizze col legno delle bare, se si elimineranno le camorrie, le sparatorie per strada con colpi vaganti, gli ammazzamenti giornalieri e le guerre tra cosche, le filiere nell'agroalimentare, le mozzarelle alla diosssina, il latte cinese, i prodotti contraffatti dal wishky alle griffe, i finti invalidi, le case mai intonacate per non denunciare la fine lavori, i Casalesi, i clan, i racket, il pizzo ,gli schiavi che raccolgono pomodori e i titolari del lavoro al bar, bene se non succederanno piu' queste cose , forse Bossi non minaccera' piu' di staccarsi dal sud. Bossi rappresenta una zona d'Italia virtuosa dove si stanno insediando i clan calabresi e gli spacciatori di droga.

Bossi teme per questa regione e non vuole continuare a foraggiare un sud criminale.

Se non combatterete contro mafie e camorre che si stanno impossessando del 100% delle vostre belle regioni, il destino del sud sara' segnato, e non per colpa di Bossi.

Sta a voi combattere ed una volta estirpata la metastasi si potra' fargli cambiare idea. Auguri

GFPeri

gianfranco peri 03.07.10 00:18| 
 |
Rispondi al commento

Chi è in buona fede non ha nulla da temere, la tessera di riconoscimento, per qualunque individuo, è solo un pregio per gli onesti ed individua le mele bacate, per i poliziotti e per i tifosi, non sono tutti bastardi o ultras come qualcuno afferma, c'è anche gente normale, la maggior parte direi.
I recenti eventi hanno mostrato che chi detiene l'autorità molto spesso ne abusa penalizzando tutta la classe: per alcuni poliziotti che compiono gesti da galera ed espulsione immediata dal corpo di polizia (non sono solo gesti spiacevoli) vengono penalizzati tutti i poliziotti, anche chi compie il proprio dovere rischiando la vita.
Oramai in Italia non abbiamo libertà di parola, libertà di giudizio, non abbiamo nemmeno libertà di camminare da onesti cittadini per strada a fare il nostro lavoro (vedesi anche poliziotto che picchia operatore TG1).
Vorrei che chi non è degno di ricoprire il ruolo di poliziotto venisse estromesso con effetto immediato per non causare danni alla classe (reputazione) e ad altri esseri umani (fisici e mentali).
Per i poliziotti nello stadio, che ne paghino almeno una parte le squadre visto che i soldi loro li prendono dai tifosi.

L.S. 23.06.10 13:48| 
 |
Rispondi al commento

Nessuno a più riguardo di nessuno!!! Tutti lucrano dove possono, cercando di fregare (rubare) al prossimo senza pietà, per realizzare il massimo dei profitti solo per loro stessi! Anche mio fratello e sua moglie russa mi hanno fregato con biechi sotterfugi anche la parte ereditaria che mi spettava di diritto e come se non bastasse mi hanno minacciato di venire a sbudellarmi.... e anche di più: è tutto descritto nel sito web www.menghi.eu

Graziano Menghi 18.06.10 12:36| 
 |
Rispondi al commento

la Questura di Napoli mi ha ordinato la consegna del passaporto di mio figlio minore il 27.05.2010 a seguito di disconoscimento di firma apposta dal padre naturale per assenso, dopo 10 giorni dalla notifica dell'appello della sentenza x mantenimento del figlio. L'assenso non era dovuto dal padre ex art. 3a) L. 1185/67 norme sui passaporti - in quanto, non avendolo riconosciuto alla nascita, io madre ho l'esercizio esclusivo della potestà (ex art. 317 bis c.c. e per decreto del Tribunale Minori del 2004). La chiamano tutela del minore ma, mio figlio di 13 anni ed io siamo privati del diritto alla libertà di circolazione sancito dalla Costiuzione artt. 3, 16 e 120 e Convenzione di Strasburgo art. 5, trattati peggio di criminali condannati. La sua unica colpa è quella di avere un padre infame che, aiutato dall'abuso di potere della Questura di Napoli, gli ha ritirato il passaporto in modo illeggittimo, violando la Legge 1185/67 sui passaporti.Chi tutela oggi la Questura di Napoli? Non certo il minore, privato della libertà dal tentativo estorsivo del padre medico per colpire una madre colpevole di chiedere il mantenimento al Tribunale, avendo la Guardia di Finanza trovato molti interventi senza fattura, aiutato da una Questura che nei propri moduli non informa i cittadini onesti delle vigenti leggi sui passaporti (dal 1967 l'assenso per il rilascio del passaporto dei minori deve essere fornito solo da chi esercita la potestà su di essi). Il padre, ben sapendo di non avere l'esercizio della potestà sul figlio, ha disconosciuto la firma dopo 3 anni e mezzo, privandolo,con l'aiuto della Questura di Napoli,della libertà,diritto sacro ed inviolabile. A Napoli i criminali hanno il passaporto, i minori innocenti,no!La Questura chiede pareri ma non revoca l'ordine illegittimo. Cosa può e deve fare una madre onesta,sola e malata x riottenere il diritto alla libertà x il figlio minore e per sè?Perchè non ci informano sui ns diritti anzichè privarcene illeggittimamente? Aiutatemi

Daniela Rocco 17.06.10 15:26| 
 |
Rispondi al commento

Un calciatore che dice una cosa sensata!
Una mosca rara!

Gozer il Gozeriano 16.06.10 10:05| 
 |
Rispondi al commento

la questione Ultras era già vecchia 35 anni fà e da porvi un freno fra i 30 e i 35 anni fa(ancor prima della tragedia UEFA dell'Heysel).Morale della favola,è stato lasciar crescere.Contemporaneamente,ultras o manifestazioni politiche/di protesta ect,si è proseguito col solito caro vecchio sistema:botte da orbi indiscriminatamente.Prove generali a Napoli,Marzo 01 e governo di centro-sinistra,e discesa in campo a Genova 01.L'identificazione dell'agente attraverso il numero di matricola,a questo punto,è solo un piccolissimo-ma indispensabile-passo verso una normalizzazione delle forze dell'ordine in vista della questione più grossa e mai presa in considerazione:contenimento delle frange esagitate in maniera democratica.Di questo passo e in regime di polizia stile monarchia sabauda,noi il popolo finiremo con l'applaudire le cannonate sulla folla.

ANTONIO ATZENI, maserada-Tv- Commentatore certificato 16.06.10 09:57| 
 |
Rispondi al commento

proviamo a vedere il problema una volta tanto dalla parte di chi SE NE FOTTE che dei PICCHIATORI pagati dallo stato (noi)vadano a MANGANELLARE degli imbecilli per vedersi la partita AGRATISSSS.NON dovrebbe certo essere così,chi va allo stadio,se fa casino,è giusto che gli spezzino il randello sulle corna,potrebbe imparare a NON essere CRETINO ad oltranza ma purtroppo di questi coglioni,il CESSO-NAZIONE è PIENO sia di MERDA che di MERDOSIIII

emi f., voghera Commentatore certificato 16.06.10 09:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

De Rossi ha sollevato un problema notevole, quello dell'impunità delle forze dell'ordine e dell'abuso quotidiano di questi al di là di quelli che sono gli episodi del mondo del calcio. Chi non ha assistito al passaggio col rosso o l'attivazione impropria della segnalazione acustica e visiva delle auto delle forze dell'ordine? Al mancato utilizzo da parte di questi delle cinture di sicurezza prescritte comunque quando non si è in situazione di emergenza? Chi non è stato intimorito da questi con minacce sol perchè si è fatto notare con educazione uno sforamento dei loro doveri? Quanti commercianti sono taglieggiati oltre che dalla camorra anche da questi in divisa? Avete mai visto l'addestramente dei cellerini tenuti per giorni nelle caserme a fomentare odio? Li avete mai notati i cellerini vestiti tutti uguali e con capelli rasati e occhiali scuri pwerchè non si distinguano l'uno dall'altro? Bene questo dimostra com'è l'ambiente che regola le nostre forze dell'ordine, un ambiente militare carico di odio verso i civili considerati i nemici da abbattere. Nessuno ha spiegato o voluto spiegare che loro sono al servizio del cittadino e che hanno il compito di proteggerlo, di educarlo, ma non di violentarlo. Loro, come forze dell'ordine dovrebbero essere d'esempio alla società e non mettersi allo stesso livello dei delinquenti.

Vincenzo Serino 15.06.10 16:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

se tutti andassero allo stadio per vedersi la partita e non rompere i coglioni..
non ci sarebbe bisogno della tessera nè del tifoso nè del poliziotto...

matteo v 15.06.10 12:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Date un' occhiata a questo gruppo: è da tanto che la proposta gira sul web
http://www.facebook.com/home.php?sk=lf#!/group.php?gid=175015270982

sante gorini 15.06.10 08:44| 
 |
Rispondi al commento

NON C'E' GIUSTIZIA CON LA SORVEGLIANZA ELETTRONICA MENTALE DA PARTE DELLA POLIZIA
NON C'E' GIUSTIZIA CON IL CONTROLLO MENTALE ELETTRONICO CRIMINOGENO DA PARTE DELLA POLIZIA
NON C'E' GIUSTIZIA CON LA GUERRA ELETTRONICA DA PARTE DELLA POLIZIA
NON C'E' GIUSTIZIA CON GLI ABUSI DI POTERE (TORTURE, PERSECUZIONI, CRIMINI DIRETTI...... , ISTIGAZIONI A DELINQUERE CON IL MIND CONTROL) COMPIUTI CON LA TECNOLOGIA "SIGINT" DA PARTE DELLA POLIZIA
CI VOGLIONO DEI LIMITI AL POTERE DI CONTROLLO DELLA POLIZIA ALTRIMENTI NON PUO' ESISTERE CIVILTA' VERA....
BASTA AL BULLISMO CON LE ARMI ELETTROMAGNETICHE DA PARTE DEL COMMISSARIO LUIGI SILIPO DI SIDERNO(RC)

BASTA AL BULLISMO CON LE ARMI ELETTROMAGNETICHE DA PARTE DEL COMMISSARIO LUIGI SILIPO DI SIDERNO(RC) 15.06.10 06:32| 
 |
Rispondi al commento

E' incredibile che lo Stato Italiano (con i soldi di noi cittadini) debba utilizzare le forze dell'ordine negli stadi per un 'divertimento' privato, dovrebbero essere le squadre a sostenere le spese per mantenere l'ordine pubblico negli stadi!
In discoteca non mi risulta che ci siano poliziotti a tenere l'ordine, ma persone pagate dal locale. Ai concerti la security e' privata ecc... perche' invece il calcio deve essere un costo per tutta la societa'?
Oltre a sostenere i costi per l'ordine pubblico adesso il caro De Rossi propone di mettere i poliziotti sullo stesso piano degli ultras...forse non si rende conto che gli ultras sono allo stadio per 'divertirsi' (picchiando altra gente, insultando gli altri e distruggendo tutto quello che gli capita) mentre i poliziotti stanno lavorando proprio per evitare che gli ultras facciano danni mentre si 'divertono'!
Beppe mi dispiace ma dando voce a queste buffonate perdi di credibilita'...i 'bravi ragazzi' che si prendono una manganellata allo stadio senza colpa non esistono...basta evitare certe situazioni e si evitano le manganellate, la 'gente normale' che va allo stadio per divertirsi non prende la manganellata te lo posso assicurare.
Beppe purtroppo a volte l'ipocrisia imperversa su questo forum...e purtroppo succede sempre piu' di frequente.

Alex Neri 15.06.10 04:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

daniele sei veramente una persona sincera, e ti ammiro da juventino!!!! hai toccato il nervo scoperto e tutti se la sono presa con te'!!ma hai ragione,rimani sempre te' stesso e non mollare mai!!!

f., modena Commentatore certificato 14.06.10 23:33| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

perche' non fare una legge che obblighi le due squadre che giocano si accolino tutte dico tutte le spese inerenti a cio' che causano i tifosi e a tutte le spese dei poliziotti x lordine pubblico

alessandro previato 14.06.10 23:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

grazie Daniele con la tua dichiarazione ci fai capire che la speranza non morirà mai e che è ancora pieno di ragazzi per bene come te, grazie ancora da una accesissima tifosa laziale.

Liliana S. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 14.06.10 23:19| 
 |
Rispondi al commento

a proposito di 'senso di italianità', c'è rimasto giusto il calcio...mentre i 'nostri'(i loro) ministri e parlamentari della LEGA, per restare fedeli ai loro rozzi e miseri ideali, volontariamente disertano le celebrazioni per la Festa della Repubblica Italiana e continuano in maniera arrogante e folkloristica a snobbare l' inno italiano in occasioni istituzionali.
Forse che i loro lauti stipendi vengono pagati dalla Repubblica della ...SERENISSIMA?!? Puah!!!!

Che uso volevano fare del tricolore? Bene! Mi adopero io a confezionarne uno ad hoc, di pregiatissima ...carta vetrata!!! Così forse, dovranno pure rivedere il loro celebre motto: “MA CE L'AVRO' ANCORA DURO????? THAT'S THE PROBLEM!!!!

marzia.emme 14.06.10 22:52| 
 |
Rispondi al commento

Completamente d'accordo con De Rossi, basta andare in una qualsiasi manifestazione o vedere una qualsiasi partita per capire che vengono commessi abusi solo perchè protetti dall' anonimato.

Domanda retorica:

Perchè questa avversione contro un segno di riconoscimento...? Se un agente agisce secondo il proprio dovere non ha niente da temere.

Su maroni è meglio soprassedere.

l antidemagogo Commentatore certificato 14.06.10 22:43| 
 |
Rispondi al commento

De Rossi è quello che pretendeva venisse onorata la morte di suo suocero, che era morto non da eroe, ma dopo un regolamento di conti fra banditi perchè si era rifiutato di dividere il bottino di una rapina. Questa è la premessa per capire il tipo.
Ma qua si sta perdendo il senso della realtà!
Mettere sullo stesso piano ultras (da lui definiti risorsa del calcio) e la polizia è allucinante!
Chiaro che un poliziotto che sbaglia va punito ma non si può accettare che qualche episodio riprovevole autorizzi a mettere sullo stesso piano Polizia e delinquenti.
Ma chi ci va a rischiare la vita (es. Raciti) per fronteggiare le orde barbariche dei tifosi che saccheggiano ogni domenica autogrill e devono essere scortati altrimenti è guerriglia in almeno 30 partite all'anno?
Grillo, stavolta facevi meglio a startene zitto!

Marco Righi 14.06.10 22:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Inutile negarselo viviamo in un progetto di stato di polizia con propensione verso il giudice unico
tipo Far West amico e nel libro paga del grande latifondista.

Pensateci bene, siamo li' li'. Purtroppo non ci sono
Bud Spencer e Terence Hill che li prendono a cazzottoni - madonna che goduria vedere Bud che da il classico pugno in testa a Brunetta! Ministro da cartone animato. Oppure Terence che scazzotta rapidissimo Castelli - dimenticavo, a Ghedini destino il classico uno io e uno te!

Sogno, ma fateme sogna!

Comunque auguri a Daniele, a Gattuso Ringhio di tuono, al Grande Canna, a Gilardino, Chiellini, Zambrotta, Pepe, Toto', Pirlo e a tutti gli altri,

e' il 150mo dell'UNITA' D'ITALIA, un paese che nonostante l'immensa zavorra che lo trattiene a
terra riesce sempre a trovare il momento buono per volare su vette destinate ai "veri italiani",
quelli che nonostante "gli altri" ci motivano per essere orgogliosi del nostro paese.

Ragazzi del calcio, magari con un pizzico di fortuna VINCETE, fatelo per quelli come noi ai
quali la lega fa schifo, fateci sentire come Rossi
l'Inno di Mameli, che magari musicalmente non sara' un capolavoro, ma l'abbiamo nel cuore e a noi bastano le prime parole: FRATELLI D'ITALIA....
Che sono l'inizio piu' bello di qualsiasi altro inno in circolazione.

Con la sola accezione che Berlusconi e Bossi e la cricca di potere non sono certo FRATELLI D'ITALIA,
ma AMICI DEL GIAGUARO e -Dio fa che se ne accorgano! - stanno remando da un bel pezzo contro
l'Italia e gli Italiani - loro sono i virus fetenti contro i quali gli antibiotici per ora a disposizione non funzionano a dovere.

BISOGNERA' PRIMA O POI AMPUTARE!

VIVA LA NOSTRA NAZONALE! Ma lo sapete che non riesco a dire forza Italia!

Cheers my friends.

Un modesto pensiero ai miei Socceroos, sommersi dai teutonici, ma poi vi spieghero' "il perche'"

Cheers. Frank

Frank A. 14.06.10 19:11| 
 |
Rispondi al commento

segnalo su adnkronos.com
adesso
c'è quel pagliaccio di capezzone a commentare i mondiali
c'è la possibilità di mandare mail e intervenire telefonicamente

mandate :
FUORI LA POLITICA DALLA NAZIONALE

neno republic 14.06.10 17:35| 
 |
Rispondi al commento

Grande De Rossi,
io credo che abbia voluto stigmatizzare i poliziotti che spaccano i denti ai cittadini e non sai chi siano e perchè lo hanno fatto.
Episodi tipo quello dopo Roma -Inter ce ne sono a bizzeffe e sarebbe ora che il sindacato di polizia stesso si faccia portavoce di una tale richisesa, come appunto ha fatto De Rossi.
Si chiede forse tanto, sapere chi sei e che cosa vuoi da me? Quanti ragazzi sonon stati malmentati, addirittura uccisi?
I politici non voglino che se ne parli, altrimenti si rovina l'immmagine di un Italia acqua e sapone, dove i poliziotti sono felici e ci sono solo dei teppisti in giro.

Beppe Da Monaco (odio la mafia) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 14.06.10 17:04| 
 |
Rispondi al commento

Non sono d'accordo sulla tessera del poliziotto. Non è giusto equiparare i poliziotti ai tifosi. I poliziotti sono lavoratori, i tifosi onesti non hanno nulla da temere, i tifosi disonesti non devono venir difesi da nessuno.
Mi pare che i poliziotti che hanno sbagliato al G8 di Genova siano stati processati.
Ricordo anche che, durante il campionato, ogni domenica 10.000 poliziotti, stipendiati con i soldi delle nostre tasse, devono andare negli stadi a tenere a bada delle persone indegne, mentre i ladri ci svuotano gli appartamenti e gli spacciatori spacciano.
Grazie tifosi violenti, per il servizio che fate alla comunità!

Luigi Vicenza, Vicenza Commentatore certificato 14.06.10 15:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grande De Rossi!
Non capisco l'indignazione di chi fa finta o dimentica che qualche episodio legato al mondo del calcio e delle tifoserie, in Italia, ha già reso evidente l'incapacità di qualche rappresentante delle forze dell'ordine di gestire la situazione.
Esprimere ciò - come giustamente ha fatto De Rossi - non significa assolutamente mettere in discussione il ruolo e il valore di chi (carabinieri, polizia, finanzieri..ect ect..) con grande professionalità e competenza rende un servizio alla nostra nazione. Ma veramente ci sarebbe bisogno di spiegare tutto ciò? Sembra proprio di sì...e questa è una questione molto più seria di altre!!!

franco mazza 14.06.10 15:04| 
 |
Rispondi al commento

Veramente quella volta che maroni "azzanno un polizziotto ad un polpaccio" fu nella sede della lega nord di Milano quando ci fù un irruzione della polizia per cercare armi o altre cose e non trovò nulla.
però se la polizia entra nella scuola Diaz di Genova hanno ragione i "resistenti" mentre se entrano nella sede della Lega possono fare quello che vogliono..

Giampaolo S., Belluno Commentatore certificato 14.06.10 14:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non capisco perchè si debba vedere repressione anche la dove non ci sia. Sono 20 anni che vado allo stadio e non mi è mai accaduto nulla...perche vado per vedere una partita di pallone, senza ideologie politiche o varie rabbie represse. Se con la mia tessera del tifoso posso dare una mano a chi lavora per la sicurezza pubblica, sono il primo a farmi "schedare", non ho nulla da nascondere. Cosi come si parla di non vietare l'uso delle intercettazioni, è la stessa cosa. Se la tessera può aiutare la Polizia a fare il suo lavoro, ben venga. Chi è contrario a mio parere, o ci vede qualche sotterfugio politico, o ha la coscienza sporca. Sono quindi favorevole anche alla tessera dell'Agente, ma non solo allo stadio. Se un poliziotto è li per fare il suo lavoro, ha tutto il mio contributo, se ci sono mele marce anche negli organi di sicurezza, che possano essere rimossi dall'incarico. Trasparente è bello! Non è forse quello che chiediamo giornalmente con il Movimento a 5 Stelle?!

Un abbraccio

Enrico

Enrico Taddei 14.06.10 14:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il numero identificativo, dovrebbe essere ben visto anche da quei poliziotti che fanno il loro lavoro con onestà, corretezza e competenza, proprio per distiguersi dai violenti e dai prepotenti.
O no?

antonio d., carrara Commentatore certificato 14.06.10 13:34| 
 |
Rispondi al commento

Insomma! Quando si vorrà prendere atto che coloro che siedono nelle Bettole del Potere, pur se eletti da tanti poveri ingenui , se ne sono chissà come , dimenticati di essere dei dipendenti...? E che chi ha il Potere , spesso ne abusa? Se non addirittura , regolarmente, fregandosene del popolo che purtroppo lo ha eletto? Quindi, non meravigliamoci, se si comportano da zoticoni o perbenisti: ognuno mostra il meglio di sé , no? De Rossi, ha liberamente espresso la sua opinione ma forse, si è dimenticato di vivere in un paese dove di libertà se ne parla fino alla nausea ma che, di fatto , non esiste.Ciao.

Ireneo G., Fermo Commentatore certificato 14.06.10 13:25| 
 |
Rispondi al commento

luca dantona hai espresso bene le mie stesse paure. Soprattutto quando, su questo blog, sento incitare al ghigliottinamento, non sempre metaforico, di tante teste. O quando un fatto viene ribaltato, stra-tirato, e riadattato affinchè possa ben calzare entro un certo modello. "....il solo pensiero che possano un giorno governare mi fa venire i brividi..."

giordana m., bologna Commentatore certificato 14.06.10 13:04| 
 |
Rispondi al commento

PICCOLO OFF TOPIC:
ma perchè tutti i cittadini non interessati al calcio, (e siamo in tanti) devono pagar le tasse x mandar i celerini allo stadio???
Se una manifestazione sportiva non si può svolgere con la dovuta serenità, NON SI SVOLGE,
o meglio ancora si svolge con i 300/400 celerini necessari, ma il giorno seguente SI FATTURA IL SERVIZIO D'ORDINE PUBBLICO ALLE SOCIETA RESPONSABILI!!!

davide m., verona Commentatore certificato 14.06.10 11:53| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

ma perchè questi imbecilli della lega, non se ne stanno in padania, invece di venire a rompere i coglioni in italia? chiamano roma ladrona, e sono al governo con la mafia. pensa che imbecilli.

giuseppe Picchio, orvieto Commentatore certificato 14.06.10 11:51| 
 |
Rispondi al commento

sarebbe ora che certi campioni dello sport si esprimessero pubblicamente.
Risveglierebbero molte coscienze.
Ma quanti hanno questo coraggio?

Paolo R., Padova Commentatore certificato 14.06.10 11:48| 
 |
Rispondi al commento

Ho 64 anni, sono abbonato alla sampdoria dal 1970. Quest'anno le domeniche che la Samp gioca in casa, mi tocca passare dentro delle gabbie di ferro e presentare un documento.
Immancabilmente alla domenica si sentono dei botti che sembrano bombe, come cazzo fanno a passare questi pacchi bombe? E' inutile che vieni a chiedere un documento ad un anziano.
Certi tifosi prendono in giro le forze dell'ordine, certe bombe che entrano nello stadio vengono inserite da qualche " addetto allo stadio " in settimana.

bruno de ba 14.06.10 11:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

'sti cavoli. La tessera del tifoso CI VUOLE esattamente per gli stessi motivi per cui è necessario il numero d'identificazione sugli elmetti dei poliziotti (che poi non viene apposto per un motivo semplicissimo, e cioè che gli elmetti impiegati dai celerini non sono di dotazione personale come la pistola ma sono in comune, tenuti in armeria e consegnati a catena di montaggio quando l'unità esce, quindi non si può assegnare a ciascuno un numero). Gli unici a non volere la tessera del tifoso, in Italia, sono gli Ultras; e in questo, cioè nel difendere gli Ultras, i due Club principali della capitale (la Roma e la Lazio) sono maestri, forse perchè effettivamente sono in mano agli Ultras stessi.

Pierangelo Tendas, Tempio Pausania (OT) Commentatore certificato 14.06.10 11:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

grande De Rossi finalmente uno che non ha peli sulla lingua

ivan g 14.06.10 10:47| 
 |
Rispondi al commento

MODENA - Il premier del nostro paese, Silvio Berlusconi, prima di ricevre ufficialmente l'investitura di capo del governo e tutti i poteri connessi a tale alto ruolo, ha giurato Fedeltà alla Costituzione della Repubblica italiana. In questi giorni, però, e non è la prima volta, si è nuovamente sfogato manifestando la sua insofferenza verso la carta costituzionale che, a suo dire, rappresenta un intralcio al suo essere un uomo libero. Un uomo a cui piace fare un pò come "cazzo gli pare": violare le lggi penali, fiscali e tutte le altre leggi che pongono dei limiti alla sua irrefrenabile spinta alla libertà assoluta, compresa quella di frequentare puttanelle in fiore, ballerine e show girls spregiudicate. Il premier, Silvio Berlusconi, ha sempre mostrato la sua insofferenza per i fondamenti dello stato democratico, lo stato di diritto che trae le sue origini dal pensiero politico di Montesqiueu e J. J. Rousseau, secondo cui lo stato democratico, appunto, non può prescindere da un sistema di divisione dei poteri legislativo, esecutivo e giudiziario; i (CONTINUA DI SEGUITO))

Stefano Claps 14.06.10 10:34| 
 |
Rispondi al commento

quali si controllano reciprocamente al fine di impedire che uno di essi prevalga sull'altro; perchè, qualora ciò si verificasse, non ci troveremmo più in uno Stato di Diritto e Democratico, bensi in una forma diversa di Stato, ovvero, monarchia, oligarchia, stato di polizia o dittatura. Tutto questo non fa alcun effetto a Berlusconi, che è uomo di altri tempi a cui piace giocare a fare il Ducetto da strapazzo; questo vecchietto di settanta quattro anni, vuole giocare sulla pelle di un paese intero e di Noi italiani. Sono note le opinioni di Berlusconi sul Parlamento ed i giudici. Questi ultimi, a suo dire, sono il "contrario della democrazia" e hanno un obiettivo ben preciso, quello di sovvertire il voto popolare; se c'è un Dio è bene che lo fulmini al più presto, prima che l'Italia vada a gambe per aria come al tempo di Mussolini. Spero che gli italiani si accorgano per tempo chi è veramente Berlusconi, un egoista egocentrico che non ha a cuore il benessere di tutti Noi Cittadini. Nel prossimo articolo metterò a confronto le due figure, quella di Berlusconi e quella di Mussolini, la somiglianza à agghiacciante. Stefano Claps

Stefano Claps 14.06.10 10:31| 
 |
Rispondi al commento

Vi racconto cosa è accaduto una sera di alcuni anni fa nel mio paese, ho un amico poliziotto che si è incontrato con altri colleghi tornati nel paesino per le vacanze... fermatomi a parlare con questo mio amico, ho sentito che si era aperta una discussione in merito al'uso dei manganelli contro i tifosi... Uno di questi poliziotti che prestava (non so se lo fa ancora) servizio presso la celere si è esaltato durante questa descrizione "ci siamo schierati a corridio ed abbiamo fatto passare i tifosi, ogni tanto (ridendo di gusto) gli menavamo una manganellata nelle gambe". Questo mio amico poliziotto dalla stazza molto imponente gli ha menato uno schiaffo sulla nuca tale da far diventare l'altro poliziotto ancora più stupido di quanto potesse esserlo prima dicendogli queste parole "cazzone è grazie agli stronzi come te che ci si accanisce contro chi la vora in modo onesto"... l'altro offeso senza dire una parola è andato via borbottando. cosa ne deduco che fortunatamente non tutti sono "stronzi" ma sono convinto che chi si nasconde dietro un casco o un foulard debba essere sempre riconosciuto. La polizia, ma soprattutto il ministro della difesa hanno perso un'ottima occasione per avvicinarsi ai cittadini, magari dichiarndo che atti di violenza gratuita da parte della polizia non dovranno più verificarsi.

leonardo l. Commentatore certificato 14.06.10 10:31| 
 |
Rispondi al commento

Dare risalto alle dichiarazioni di De Rossi mi sembra poco coerente se non altro per i guai giudiziari che il calciatore ha in famiglia (suocero pregiudicato, ucciso in circostanze misteriose).
I pulpiti da cui viene la predica devono essere al di sopra di ogni sospetto.

M. Mazzini 14.06.10 10:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Si...ma c'e' anche da dire che mentre De Rossi e' stato massacrato dai politici ed anche da "firmafacile" Napolitano a Borriello che ha dichiarato che Roberto Saviano scredita la città di Napoli coi suoi libri sulla camorra nulla e' stato rilevato.
Alche' mi viene da pensare che Borriello e' un altro dei lecca-lecca di Berlusconi che tempo addietro ha pronunciato le stesse parole sullo stesso Savian. E poi, vorrei dire a Borriello, caro mio tu non sei piu' napoletano, vivi a Milano, hai il padrone di Arcore che ti manovra i fili come una marionetta e lo scorso anno hai rifiutato di giocare nel Napoli...ricordi? Quindi non permetterti piu' di parlare di Napoli e soprattutto di Saviano che e' l'unico ad avere il coraggio di denunciare l'esistenza di organizzazioni criminali ormai facenti parte integrante di tutto il sistema ed il tessuto sociale e finanziario dell'Italia intera, nessuna regione esclusa. E per questo da anni vive sotto scorta...Se poi si vuole negare la verità raccontata da Saviano nei suoi libri beh...allora e' proprio vero: NULLA E' MAFIA SE TUTTO E' MAFIA.
Statt' nu' poco zitto Borrie' che ti conviene, accussi' nun fai 'e figure 'e mmerda!

sesamo sesami 14.06.10 10:25| 
 |
Rispondi al commento

Ormai è chiaro che ogni cosa che avviene riuscite a interpretarla a modo vostro, se guardate bene la storia è piena di situazioni che vi possono dare ragione ... ma anche torto...ma ovviamente si racconta anche qui ciò che fa comodo... se volete un opinione il solo pensiero che possiate governare mi fa venire i brividi ... la catastrofe sarebbe totale perchè siete bravi a criticare ma poi sapete qualcuno deve anche fare!!!

luca dantone 14.06.10 09:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

DA EX POLIZIOTTO DICO SI ALLA TESSERA NOMINATIVA PER GLI AGENTI PREPOSTI ALL'ORDINE PUBBLICO, NON SOLO NEGLI STADI!

SE SO DI POTER ESSERE IDENTIFICATO, PRIMA DI BASTONARE QUALCUNO ALLA CIECA, CI PENSO 1000 VOLTE!

SI, SI, SI!

patrizia l. Commentatore certificato 14.06.10 09:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

si alla libera espressione dl proprio pensiero in forma educata.
grazie De Rossi per il tuo coraggio a parlare fuori dal gregge,sei forte,
alessandro.

alessandro mucci 14.06.10 09:35| 
 |
Rispondi al commento

@angelo vizzini..

sono contrarissimo a quello che hai scritto..
vero che molte volte i poliziotti son vittime di epiteti o cose del genere, ma alla fine se ci son le barzellette sui carabinieri, qualcosa dovrà pur significare, voglio dire che son cose che devi mettere in conto quando entri nel corpo di sicurezza dello stato!

in quanto al rapporto tra tifosi e polizia, bhè io dico che la colpa sia dei poliziotti che molte volte esagerano vermente, vuoi sapere cosa mi è successo una volta ad esempio? striscione controllato e non fatto entrare, e su questo c'era scritto "1000 km per te solo per amore". e come io dico sempre, mentre voi rompete le balle per queste sciocchezze, magari a 1 km più in la ci sono delle povere prostitute sfruttate da magnacci, o degli spacciatori, sui quali avete paura di intervenire o comunque non riuscite a fare nulla..

insomma, la polizia allo stadio tratta i tifosi organizzati, quindi chiamiamoli ultras, come dei veri e propri animali, disprezzandoli e sempre pronti al contatto alla minima cazzata...

boh, io son convinto che se la polizia o i carabinieri facessero veramente il loro lavoro, tutto questo odio non esisterebbe!

e non vi lamentate di 1300 euro, che ne conosco di firmatari che non fanno nulla da mattina a sera, se non fermare 2/3 auto a caso.. però non voglio fare di tutta l'erba un fascio.. ma non fatelo neppure voi!

le curve si stanno ripulendo come è normale che sia dai brutti soggetti, poi certo che ci son sempre i cani sciolti.. ma la stessa cosa vale per il corpo della polizia o dei carabinieri, parliamoci chiaro!

per quanto riguarda le parole di derossi, concordo... anche perchè non credo che se un poliziotto lavora bene qualcuno gli farebbe mai del male!

buona vita

Nico P. 14.06.10 09:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

QUESTA VOLTA NON SONO D'ACCORDO Nè CON TE BEPPE Nè CON DE ROSSI, PERCHè MAGARI è VERO CHE QUALCHE VOLTA LA POLIZIA ESAGERA, MA IN TV PURTROPPO SI VEDE SOLO QUANDO ESAGERA LA POLIZIA, E QUALCHE VOLTA, MA CAPITA MOLTO SPESSO, QUANDO ESAGERANO I TIFOSI.
PURTROPPO IN TV, SI METTONO IN EVIDENZA SOLO LE FASI CONCITATE DI UN INTERVENTO DELLA POLIZIA PER REPRIMERE GLI SOCNTRI, I TAFFERUGLI, PER QUESTIONI DI TEMPO DI TROPPE NOTIZIE, INVECE NON SI VEDE MAI QUANTO SUBISCE LA POLIZIA PRIMA DI INTERVENIRE, E MOLTE VOLTE NONOSTANTE SUBISCE UN MARE DI DENIGRAZIONE VERBALI E MATERIALI, NON INTERVIENE NEANCHE AGENDO CON MOLTA PROFESSIONALITà. E PER NON PARLARE DEI QUASI 1300 EURO CHE IL SOTTOSCRITTO PRENDE DOPO 7 ANNI DI SERVIZIO, DEGLI ULTIMI 2 CONTRATTI SCADUTI (2 VACANZE CONTRATTUALI IN BUSTA PAGA), E DI MOLTE COSE CHE CI COMPRIAMO PER ESSERE MEGLIO EQUIPAGGIATI; HO DETTO TUTTO!

angelo Vizzini 14.06.10 05:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cioè De Rossi è un grande... ha avuto il coraggio di dire la verità in un paese in cui appena appena apri bocca per dire qualcosa di vero ti arrestano...cioè de rossi ha avuto un coraggio pazzesco e secondo me ha fatto bene...perchè ha detto soltanto la verità!!!!

sergio como, castellammare del golfo Commentatore certificato 14.06.10 01:34| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo con De Rossi: toh, vedi, un calciatore che non ragiona con i piedi, alla faccia dei denigratori. Bravo.
E' una cosa ovvia, ma forse da noi mica tanto: è troppo comodo menare randellate protetti dall'anonimato e da un casco che impedisce di individuare le fattezze di chi, a torto o a ragione, te le suona.

Silvano De Lazzari Commentatore certificato 14.06.10 01:10| 
 |
Rispondi al commento

ESISTE UNA DIRETTIVA COMUNITARIA DA ANNI CHE PREVEDE L'OBBLIGLO DI UN NUMERO IDENTIFICATIVO PER I POLIZIOTTI E NON SOLO PER CHI FA ORDINE PUBBLICO CON I CASCHI,MA ANCHE PER CHI STA SU UN AUTO DI SERVIZIO,MA NESSUNO DICASI NESSUNO(ULTRAS COMPRESI)SI E' MAI RIVOLTO ALLA CORTE DI GIUSTIZIA EUROPEA PER FAR VALERE QUESTA DIRETTIVA NON APPLICATA VOLONTARIAMENTE.QUINDI.......

Alessandro Negroni, Roma Commentatore certificato 14.06.10 01:00| 
 |
Rispondi al commento

Vabbè, uno della celere non può andare come un impiegato col nome e cognome stampato sulla giubba... però un numero, quello si che ci vorrebbe per ricordare a chi rappresenta lo stato che non è lì a sfogare la propria rabbia come un ultrà.

andrea vagnoni milano, milano Commentatore certificato 14.06.10 00:39| 
 |
Rispondi al commento

una volta che un calciatore italiano PENSA...
beppe piagiamoci su questo intervento di derossi.

KOBA KOBA Commentatore certificato 14.06.10 00:34| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
DE ROSSI AH RAGIONE SE SI AFCESSE IN ITALIA ZANNA BIANCA MARONI SE LA POTEVA RISPARMIARE,MA COME DICI GIUSTAMENTE TU BEPPE:DA CHE PULPITO!!!!!
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 14.06.10 00:18| 
 |
Rispondi al commento

se si vive in un paese di coglioni che c'e' da meravigliarsi se c'e' un maroni mozzicatore, un bossi demente al cesso, se c'e' un topo di fogna che fa lo pseudosalvatore di svizzeri e bacia le mani ai dittatori (li vuole imitare). Che c'e' da meravigliarsi se si vive in un paese di coglioni?

Silvie S., roma Commentatore certificato 13.06.10 23:57| 
 |
Rispondi al commento

Oltre al parlamento pulito bisognerebbe pretendere anche la polizia pulita! Nel reparto anticrimine vanno a finire tutti i poliziotti condannati per (piccoli) reati di mafia (ora non ricorda il numero della legge)..vi riesce facile vedere l'assurdità della cosa???
http://carloruberto.blogspot.com/

carlo ruberto 13.06.10 23:43| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe... che dire... sono cosi' demoralizzata da come vanno le cose in questo Paese... ma con tanti problemi che abbiamo Maroni non potrebbe smetterla di commentare ogni parere (perche' di questo si tratta visto che ognuno in democrazia puo' esprimere un parere o no?!?) e iniziare a LAVORARE!!!!....... fatto sta che trovano tempo solo per discutere sulle dichiarazioni di questo e di quello e andare in tv dopo ogni grosso arresto a dire "ABBIAMO preso tizio, ABBIAMO preso caio"... MA ABBIAMO COSA?!? TU CARO MARONI ERI A CASA A GRATTARTI LA PANCIA (se non a fare qualche massaggio che ora va tanto di moda!!!) Intanto noi disoccupati restiamo tali,i criminali continuano a governare e le famiglie normali fanno la fame!!!! E' triste ma ogni giorno di piu' mi vergogno di essere italiana e questo mi fa stare male!

Raffaella Galovics 13.06.10 23:34| 
 |
Rispondi al commento

>> D'ACCORDO: E' DIFFICILE STARE DALLA PARTE DEGLI ULTRAS,MA COSA HA DETTO
>> DI MALE DE ROSSI? HA ESPRESSO UNA SUA OPINIONE SULLA TESSERA DEL TIFOSO E
>> RICORDATO CHE LA POLIZIA HA SPESSO COMMESSO GRAVI ABUSI E VIOLENZE (
>> AMPIAMENTE DOCUMENTATI ). NON HA CERTO DISPREZZATO I POLIZIOTTI CORRETTI
>> ED ONESTI!
>> DUNQUE PERCHE' TANTO SCANDALO? ADDIRITTURA RITIRARE ALCUNI ADDETTI
>> ALLA SORVEGLIANZA DELLA NAZIONALE...CON QUESTA LOGICA SE QUALCUNO PARLA
>> MALE DELLA SCUOLA ITALIANA I SUOI FIGLI CORRONO IL RISCHIO DI ESSERE
>> BOCCIATI? OPPURE PARLARE MALE DEGLI OSPEDALI COMPORTA NON VENIRE
>> SOCCORSO IN CASO DI INCIDENTE?
Guido

Guido Lucente 13.06.10 23:10| 
 |
Rispondi al commento

Da fruitore dello stadio, ho apprezzato molto quanto detto da De Rossi.
Mi sembra il minimo che in Italia - come in Usa - ci sia un numero identificativo per ciascun membro (e non è una battuta il termine "membro", anche se potrebbe sembrare) delle FdO, e che questi debbano avere i giusti requisiti per fare un mestiere tanto delicato; anche perché nella maggioranza delle volte che mi è capitato di assistere a degli scontri tra dipendenti dello stato e tifosi, i primi hanno creato ad hoc un clima che non poteva sfociare diversamente che non in violenza.
Forza Beppe, quindi. Sono con te. Come sempre.

Davide Zanardi 13.06.10 23:08| 
 |
Rispondi al commento

DE ROSSI è DE ROMA è DELLA ROMA !

DEPPIU' NON SERVE!

hasta BEPPE...

INTANTO CONTINUO LA CACCIA ALLE ZOCCOLE DI FOGNA!




Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 



Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori