Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

I suicidi di Ustica


Marcucci_Sandro.jpg
Ustica non è stato un incidente. Il magistrato Rosario Priore ne ha ricostruito le vere dinamiche in un'intervista. E i morti sono stati ben più delle ottantuno persone a bordo. I testimoni dell'esplosione a terra e in volo sono tutti scomparsi in un incidente o suicidi.
"Si parla della tragedia di Ustica, di per sè una cosa immane, per le vittime e per i famigliari, ma non degli altri morti ad essa collegati.Mi riferisco ai vari "suicidi"di persone che hanno avuto a che fare con la vicenda. Per esempio il "suicidio" del sottufficiale alla postazione radar di Poggio Ballone, che ha visto tutto, e ha testimoniato come si sono svolte le cose. Improvvisamente, senza alcun messaggio, si è "suicidato". Il fatto ancora più grave è la morte in un "incidente aereo" dell'ufficiale Marcucci di Latina, tra l'altro un carissimo amico, avvenuta nel cielo di Latina. Era di servizio non ricordo a quale radar e anche lui aveva visto tutto. La cosa fu archiviata come incidente aereo sia nell'inchiesta civile che militare. Poichè i familiari non si sono fermati, facendo fare delle indagini hanno scoperto che "l'incidente" era dovuto ad un'esplosione a bordo di un ordigno a base di fosforo. Questo l'ho visto in un bel servizio della Mafai in un programma fatto dopo aver lasciato "Chi l'ha visto?". Questi episodi sono a mia conoscenza,ma quanti altri ci sono? Il mio pensiero va oltre le ottantuno vittime.Grazie" Enrico Pietrelli

27 Giu 2010, 18:40 | Scrivi | Commenti (27) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

come vedo in questi commenti all'idiozia non c'è fine!!!! alcuni hanno tirato in ballo berlusconi(banda del bassotto che poi in effetti il berlusca è piu' alto di grillo e degli italiani vista la nostra altezza media. il fatto di ustica non verra' mai chiarito ma comunque trattasi di battaglia aerea. è vero che tra poco candiderete anche l'altro pagliaccio genovese paolo villaggio? la percentuale di persone destinate in italia alla frequentazione obbligatoria dell' igiene mentale è del 3% pari pari ai presunti votanti del movimento cinque stelle!!!!! grillo richiama stefano santini dai siti di berlusconi che oltre a fare brutte figure si è fatto scappare che lo paghi per postare!!!! per leonardo trivani: si scrive frecce e non freccie!!! lo scrivo perche' è una cosa da andarci fieri(frecce tricolori) ma non dei seguaci grillini come dimostrato dall'ignoranza e dalla mancanza culturale.

ciro basile 22.09.10 14:48| 
 |
Rispondi al commento

Desidero portarVi a conoscenza di un altro "incidente" aereo, avvenuto a Montagna Longa il 5 maggio 1972 vicino l'aeroporto Punta Raisi di Palermo, in cui perirono 115 vittime in circostanze poco chiare. Invito Beppe a tenere in considerazione questa tragedia. Grazie

Luciano La Piana 25.07.10 01:33| 
 |
Rispondi al commento

Io non so chi sia il signor Pietrelli,
certamente non mi ha chiesto se poteva far pubblicare sul blog di Grillo
il video di No nukes sul caso Marcucci e far riferimento al sito
www.strageustica.altervista.org(sorvolo su questa cosa comunque!). Questo signore scrive che Sandro
Marcucci era di Latina ed è morto nel cielo di Latina: sbagliato è morto
nel cielo di Campocecina provincia di Massa
Carrara. Secondo: questo signore fa capire che Sandro Marcucci era un
operatore radar in servizio la sera di Ustica, sbagliato Sandro Marcucci
è stato pilota militare e poi civile, per Ustica fece un'indagine con
Ciancarella dopo le due chiamate a Ciancarella di Dettori che aveva
detto "Comandante, siamo stati noi e si guardi gli orari degli
atterraggi e i missili a guida radar e a testata inerte per Ustica".Marcucci
disse a Ciancarella di avere due testimoni che avrebbero potuto
testimoniare che il Mig sarebbe partito da Pratica di Mare ed era in
volo la sera di Ustica. Il fatto di mettere a paragone le morti
di Marcucci e Dettori, dicendo che quella di Marcucci è più grave di
quella di Dettori io non lo farò mai. Questo signore fa intendere che si sono fatte indagini che hanno
accertato che Marcucci è saltato in aria per esplosione a bordo
dell'aereo di una bomba al fosforo, quando lo sanno anche i sassi che
quella della bomba al fosforo che uccide Marcucci è solo un nostro
timore, una nostra tesi che se riaprono il caso Marcucci deve indagare la
magistratura o la politica. La puntata di Chi l'ha visto del Marzo 1996
parlò del Caso marcucci, non un programma post Chi l'ha visto di certa
Mafai, la conduttrice di Chi l'ha visto storica
si chiama Donatella Raffai e non era lei a condurre quella puntata. Questo commento per informare sulle numerose imprecisioni di questo signore che non conosco. laura Picchi referente ass. antimafie Rita Atria per la riapertura del caso Marcucci e Lorenzini

laura picchi 01.07.10 15:02| 
 |
Rispondi al commento

La tragedia di Ustica - Lo scenario (II Parte)

Quella sera del 27 Giugno, però il solito Ferry (da Banja Luka a Tripoli) finisce dentro qualcosa di più grosso di lui. (Che probabilmente anche gli

Italiani ignoravano)
Il ponte aereo organizzato dagli Alleati, per aiutare Sadat, che aveva appena buttato fuori i consiglieri Sovietici dall’Egitto.
Un grosso trasferimento di forze aeree, che usano anche la dorsale Tirrenica dell'italia per raggiungere l'Egitto (Vedasi esercitazione Bright Star del Luglio 80).
Questo Bogey viene individuato intorno alle 20,18 (probabilmente da un AWACS che orbitava sopra la Toscana, a copertura del Ponte Aereo).
Gli alleati si agitano, temono forse un attacco dimostrativo ai preziosi bombardieri F-111 provenienti da Lakenheath, Inghilterra, almeno due in transito sul Tirreno proprio quella sera, e reagiscono con il loro stile, estromettendo, ad un certo punto, anche l'Aeronautica Italiana (alle 20.48) tutti i nostri aerei sono rientarti alle basi.
Anche i francesi sono in allarme. La catena radar di allarme NADGE, a cui sono collegati, mette in allarme anche loro. Da Solenzara, corsica partono mumerosi voli , fino a tarda sera (vedasi testimonianza del Generale dei carabinieri Bozzo).
Ne nasce una caccia all’uomo (aereo) di cui il nostro DC-9 ne fa le spese, cadendo alle 21.00, per una causa sconosciuta, comunque in corrispondenza a

vari passaggi ravvicinati di vari aerei che intersecano la sua rotta ad alta velocità.

L'intruso verrà poi "fermato" intorno alle 21.30 da due inseguitori (visti da testimoni sulla spiaggia di Paola, Calabria), precipitando a Timpa delle Magare sui monti della Sila, nonostante la pantomima che ne daterebbe la caduta il 18 luglio successivo. Ma questo fa parte della "masquerade", che verrà messa in atto per occultare il reale svolgimento dei fatti.

Semplice, lineare, drammatico come una tragedia greca…

Eccolo quà il Più Grande Mistero dell'Aviazione Civile...

Libero (di nome e di fatto)

Libero 01.07.10 11:02| 
 |
Rispondi al commento


La tragedia di Ustica - Lo scenario (I Parte)


La tragedia di Ustica, non è poi così difficile da capire.

Basta fare pulizia di tutte le notizie che non hanno un riscontro documentale, tipo Gheddafi, l'Uranio, i servizi israeliani, il terrorista a bordo ed

ormai anche la bomba a bordo.

Il Colonnello Gheddafi c'entra, ma non perchè ci fosse Lui in giro, come si è ventilato. C'erano però i suoi aerei.

Aerei libici che andavano e venivano tra la Libia e la Jugoslavia per fare manutenzioni.
Nulla di male fin qui, peccato che passassero sul territorio italiano, con il beneplacito delle nostre istituzioni.
L’Italia membro della NATO faceva i favori al Colonnello, per i tornaconti che se ne ricevevano.

Altri aerei pseudo-militari, ma fatti passare per civili, i C-130 Hercules libici, raggiungevano invece una destinazione più comoda: Le Officine

Aeronavali di Venezia.(Si veda il relativo processo alle O.A. degli anni successivi). Fatti i refitting tornavano a casa, con piani di volo autorizzati,

indovinate sempre su che rotta: Venezia- Bologna- Firenze-(Ambra 14) Roma- Ponza- (Ambra 13) Ustica- Palermo- Malta- Tripoli.
Gli aerei da caccia provenienti dalla Jugoslavia seguivano la stessa rotta, ma spesso, per non dare nell'occhio (Eravamo pur sempre nella Nato), questi

velivoli stavano in coda agli aerei civili.
I radar dell'epoca non distinguevano due aerei se la distanza era anche di 500- 000 metri. (segue)

Libero 01.07.10 11:00| 
 |
Rispondi al commento

"...E quando ci domanderanno che cosa stiamo facendo, tu potrai rispondere loro:
Noi ricordiamo.
Ecco dove alla lunga avremo vinto noi. E verrà il giorno in cui saremo in grado di ricordare una tal quantità di cose che potremo costruire la più grande scavatrice meccanica della storia e scavare, in tal modo, la più grande fossa di tutti i tempi, nella quale sotterrare la guerra."

(Ray Bradbury
"Fahrenheit 451")

Libero 01.07.10 10:00| 
 |
Rispondi al commento

Come vedete la pochezza dei nostri politici...emerge in ogni occasione....siamo in mani bone....basta ricordare come hanno mandato i nostri militari ha prendersi le radiazioni in Kossovo...fino all'ultimo anche i capetti delle forze armate,hanno negato il nesso tra causa ed effetto..poi alla fine e grazie ad alcuni parlamentari come franca rame hanno ottenuto il riconosciemto della causa di servizio..
Tuttavia non mi risulta che siano stati aperte indagini da parte della procura militare, nei confronti di tutti quegli stellati responsabili di aver mandato militari incontro a situazioni di pericolo contaminazione senza adeguati mezzi di sicurezza.

roby f., Livorno Commentatore certificato 29.06.10 08:27| 
 |
Rispondi al commento

"NON CI SONO SOLO I SERVIZI SEGRETI AL CORRENTE DI COME SONO ANDATE LE COSE,
MA TUTTI I POLITICI LO SANNO, LO HANNO CAPITO, MA NON POSSONO PARLARE,
PERCHÈ CI VOGLIONO PROVE CERTE, INCONFUTABILI,E NON VOGLIONO AFFRONTARE
L'INCIDENTE DIPLOMATICO ! ! ! ! ! QUINDI SI È ARRIVATI AL PUNTO CHE TUTTI
NEGANO L'EVIDENZA, SMENTISCONO PER NON FARE LA FINE DEI TESTIMONI,CHE HANNO
FATTO " SUICIDARE "COME L'UFFICIALE MARCUCCI, E IL SOTTUFFICIALE DI POGGIO
BALLONE. C'È L'OMERTÀ ANCHE TRA I POLITICI, ANCHE I POLITICI HANNO
PAURA!!!! MA È CHIARISSIMO CHE CI SONO DELLE RESPONSABILITÀ NON
CASUALI......BISOGNEREBBE TROVARE IL MOVENTE....CAPIRE COSA È SUCCESSO
NELLE SETTIMANE PRECEDENTI CHE POSSA AVER INNESCATO UNA VENDETTA DA PARTE
DI UNO STATO CHE UFFICIALMENTE SI DIMOSTRA AMICO.........POI BISOGNEREBBE
PROCESSARE TUTTI QUELLI CHE NASCONDONO LA VERITÀ PER ALTO TRADIMENTO......E
TRA I POLITICI CE NE SONO MOLTI......"

ALEX P. 28.06.10 21:11| 
 |
Rispondi al commento

Certo che la realtà è peggiore del più fantasioso film di James Bond.
Chissà quante cose sporche fanno i servizi segreti di USA, Israele, Russia, Iran, Italia. etc etc.

bruno de ba 28.06.10 17:38| 
 |
Rispondi al commento

io vivo in un piccolo paese in provincia di br,a pochi passi dal mare,da cui spicca la centrale di CERANO..E SONO NATA IN PROVINCIA DI TA,mio padre pensionato da un anno ha passato una vita nell'ILVA EX ITALSIDER..SONO MAMMA DI QUASI 2 BAMBINI,ho 29 anni,amo l'italia,la mia terra,,e mi fa rabbia pensare che nessuno dei nostri potenti abbia capito che le ricchezze non sono tutto..anche loro hanno figli e nipoti,e tutto l'oro del mondo non gli salvera' dalla sorte collettiva a cui siamo destinati..ammenochè siano in grado di andare su altri pianeti,e noi comuni mortali non ne sappiamo niente..per quanto riguarda i segreti di stato,essendo nata nell'81 non ho mai capito bene il perchè di queste stragi..so solo che delle famiglie hanno perso i loro cari..so che ci sono troppi vuoti da colmare..e so per certo che se tutto va male è perchè ormai siamo governati da delinquenti,che non si prendono neanche la briga di nascondersi o non farsi scoprire..io lavoro,pago le tasse..cio' che mi preoccupa è il futuro dei miei figli,tanto che a volte penso:ma chi c'è la fa fare a metterli al mondo,sacrificare una vita per dargli cosa?leucemie,tumori,aridita',manganellate,analfabetismo..GRAZIE PER AVERMI ASCOLTATA..FORSE IL MIO COMMENTO è POCO APPROPRIATO..IO CONTINUO A CREDERE IN DIO,MA NON NELLA CHIESA..ALTRIMENTI DAVVERO NON CI SAREBBE SENSO A QUESTA VITA..

simona chianura 28.06.10 14:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' un problema di SOVRANITA'.....LIMITATA....(e l'italia è dal '45 che ne soffre) non ci prendano per il culo, raccontandoci che due caccia volavano accanto al dc 9 per sfuggire ai RADAR.....non puoi sfuggire...però quei due caccia potevano sfuggire ai missili, lanciati dagli intercettori perchè questi avrebbero seguito la scia di calore emessa dal DC 9 e quindi colpirlo......
Il DC9 con il suo trasponder comunicava con il Radar a qualunque quota, perfino fermo in areoporto...inoltre i piloti si sarebebro accorti se fossero stati seguiti...(via ci prenda per briai...) quindi probabilmente avranno anche comunicato via radio con la torre di controllo sull'eventuale anomala presenza di aerei militari...ripeto siamo un paese a sovranità limitata...è 65 anni che è finita la guerra(l'italia firmo l'armistizio con la resa condizionata).
I Russi= Comunisti..contrariamente a quanto si pensava....Hanno lasciato i paesi della Cortina di ferro da un bel pò di tempo...(e erano considerati i cattivi)...finchè non recupereremo a pieno la nostra sovranità Nazionale ed europea...saremo sempre vittime di questi pastrocchi....basta vedere cosa accadde al Cermis....roba da gattate ne muso.....

roby f., Livorno Commentatore certificato 28.06.10 08:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Finche' non sapremo la verita' su Ustica resteremo quello che siamo: un popolo di servi.
Perche' nessun partito mette nel programma l'abolizione del segreto di stato sulle stragi come quella di Ustica?

Umberto Gostoli 28.06.10 07:27| 
 |
Rispondi al commento

In Italia ci hanno lasciato fare la costituzione, ma poi, la democrazia noi l'abbiamo conosciuta solo di nome e il DC9 di Ustica sta a rinforzare questa tesi, così come decine di altri avvenimenti italiani, così che non dobbiamo sorprenderci se la Banda del Bassotto si prende la libertà di fare ciò che fanno, hanno trovato terreno fertile.
Beppe quando dice che deve essere una rivoluzione ha ragione e deve essere una rivoluzione della ragione contro l'inganno, ma per fare ciò dobbiamo essere in molti e senza paura di rimetterci ma con la convinzione di riuscirci.

gian M. 28.06.10 01:10| 
 |
Rispondi al commento

anche i piloti che persero la vita nella tragedia delle freccie tricolori a ramstein nel 1988 videro tutto e sapevano tutto,stranamente morirono proprio loro e le freccie tricolori non avevano mai avuto incidenti mortali e non ne ebbero piu',molto strano davvero!

leonardo trevaini 27.06.10 22:29| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE,
QUANTI E QUALI TESTIMONI CI SONO DIETRO ALLA STRAGE DI USTICA, MAGARI ANCHE LIBICI,UNA COSA SOLA E CETRA I SERVIZI SEGRETI DEVIATI CI SONO DENTRO COMPLETAMENTE!!!!!!!!
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 27.06.10 22:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono quindici i testimoni assassinati dopo l'abbattimento dell'aereo, in questo modo è quasi sicuro che vicende del genere in futuro avranno ben pochi testimoni!

Renzo S., padova Commentatore certificato 27.06.10 22:05| 
 |
Rispondi al commento

E' una vergogna che un politico siffatto, abbia facolta' di essere ascoltato per poter dare versioni distorte della realta' ed offensive verso chi soffre.
Lo e' stato per il caso dei bimbi di Rignano e della morte di Cucchi, ma anche recentemente per la ricorrenza dei 30 anni della strage di Ustica.
Non ci sono parole per descrivere le banalita', il pressappochismo, l'insofferenza verso la sofferenza altrui e l'informazione distorta che sbandierava nello speciale su Ustica a Sky TG24 (mi sembra del 25 giugno).
Lo stesso Capo dello Stato il Presidente Napolitano oggi dice: "Occorre il contributo di tutte le istituzioni a un ulteriore sforzo per pervenire a una ricostruzione esauriente e veritiera di quanto accaduto, che rimuova le ambiguità e dipani le ombre e i dubbi accumulati in questi anni".
Quindi mentre il nostro Presidente chiede di fare maggiore luce al di la' di sentenze parziali dovute a prove contraffatte, tardive e veri e propri depistamenti, palesi e noti al mondo politico e non, il mitico Giovanardi attaccava giornalisti e scrittori (oltre che l'autore del film MURO DI GOMMA) dicendo che USTICA e' tutta una montatura: “Lo dicono le sentenze emesse finora” (a mia opinione e non solo, dovute appunto ad atti di depistaggio ed omerta' delle forze armate coinvolte estere e purtroppo anche Italiane, vedi dichiarazione dell’Ex Presidente Cossiga).
Se Giovanardi avesse contestato, con leciti dubbi al pari della verita’ mai venuta fuori, ma con rispetto verso le vittime, forse avrebbe avuto una posizione contraria al cuor di popolo, ma come opinione rispettosa, seppur opinabile, ammissibile. Invece quella presunzione, villana senza alcun rispetto mi ha fatto ribollire il sangue. E quelle povere persone, quei bimbi che hanno perso la vita, come puo' un politico non pensare il dolore che si possa provare per simili tragedie.sono ferite che non si chiudono mai. E se fosse stato suo figlio (non so') a trovarsi a Rignano o sul volo ITAVIA per USTICA?
VERGOGNA!

Claudio Krell 27.06.10 21:26| 
 |
Rispondi al commento

oggi pomeriggio su RAI STORIA canale 41 DTV il programma "la storia siamo noi" ha fatto una bella e particolareggiata rievocazione sui fatti e si parlava molto dettagliatamente (anche con le foto testimoniali) proprio degli strani suicidi del personale della DAT (difesa aerea territoriale) cioè quelli dei centri radar coinvolti. Consiglio vivamente di rivederlo magari su RAI EXTRA.

tiberio riva 27.06.10 21:05| 
 |
Rispondi al commento

USTICA: TRAGEDIA NEI CIELI - documentario LA7
Data:
domenica 27 giugno 2010
Ora:
21.30 - 23.00
Luogo:
La7

Ettore M., Fano Commentatore certificato 27.06.10 20:04| 
 |
Rispondi al commento

Il giudice si chiama Rosario Priore, non Roberto, e non ha mai detto che si sia trattato di un "incidente".
Lo ha sempre chiamato con il suo vero nome: atto di guerra.
Se processualmente sappiamo qualcosa di più sulla questione Ustica, lo si deve soprattutto a lui e alla sua tenacia.

Luciana Ciolfi 27.06.10 18:59| 
 |
Rispondi al commento

Un filo lega il Dc9 ai traffici nucleari italiani

http://ansa.it/web/notizie/rubriche/associata/2010/06/26/visualizza_new.html_1846644202.html

Alina F., Varese Commentatore certificato 27.06.10 18:53| 
 |
Rispondi al commento

Ustica trent’anni dopo: la verità è nelle carte: http://eftorsello.wordpress.com/2010/06/26/strage-ustica-dc9-ih870-missile-bomba-3445/

Nel caso in cui il commento risultasse duplicato, mi scuso. Ma non ho ricevuto conferma dell'inserimento.

Emilio T. 27.06.10 18:50| 
 |
Rispondi al commento

bell'intrigo,
volevo chiedere a Beppe, come mai non ci sono notizie dalla stampa sulla fuoriuscita di petrolio
nel golfo del messico? è finita? è stata chiusa?quanto petrolio è uscito? si pesca nell'atlantico?
chi ha notizie?
grazie
alessandro.

alessandro mucci 27.06.10 18:48| 
 |
Rispondi al commento

Roberto Priore????

Emilio T. 27.06.10 18:47| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori