Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Disabili agli arresti domiciliari


Odessa_Michele.jpg
"Michele Odessa è un disabile che oggi è agli arresti domiciliari per colpa di altri, segregato in casa senza nessuna possibilità di uscire perchè una scala glielo impedisce e il montascale che c'è non è più adeguato al suo peso, Michele chiede di potere tornare al lavoro e di curarsi come si deve, noi l'abbiamo intervistato, spero che voi lo vogliate ascoltare, è una vicenda triste, e come questa chissà quante ce ne sono in questo paese. La sanità è il tumore principale della nostra Italietta, la maggior parte dei fondi vanno propio a finire nelle casse della sanità ma di fatto vengono spartiti molto prima di arrivare dove dovrebbero, di fatto persone come Michele rimangono nel silenzio delle loro case, condannati a una vita priva VITA, non so quante altre anime come lui sono violentate dall'indifferenza, so solo che è un obbligo morale per tutti ascoltarli e cercare di fare il massimo per aiutarli." Nickilnero

20 Lug 2010, 19:33 | Scrivi | Commenti (21) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

E' una cosa assurda, come è possibile una cosa del genere..

Alessandro 18.04.12 23:37| 
 |
Rispondi al commento

Abito in un condominio aler nel quale vi sono 8 famiglie, quattro persone sono anziane disabili e tre di loro sono prigioniere in casa da tre anni perchè non esiste ascensore e sebbene la richiesta per il montascale sia stata inoltrata nel maggio 2009 ed accettata, nulla è stato fatto e nessuno sa dire quando e se qualcosa si farà.
Mi occupo dei miei genitori disabili per 24 ore al giorno, ho chiesto aiuto al mio comune, all'auser, croce bianca, ecc. ma al di là delle parole non ho avuto altro.
Mia sorella ha un marito tetraplegico e non può darmi il cambio, mio fratello è disabile e fa quello che può nel limite delle sue possibilità, non c'è aiuto per chi ha davvero bisogno, si spendono solo tante chiacchiere in bei discorsi, ma nulla di più.
Mio padre si sta lasciando morire perchè ogni giorno, davanti alla finestra attende invano che inizino i lavori per il montascale, ed ogni giorno mia madre spera di morire per liberarsi dalla sofferenza.
Ho chiesto aiuto ai servizi sociali, per risposta mi hanno tolto il sussudio di 125 euro al mese perchè l'isee è di 5.420 euro annui.
ho venduto la macchina per far fronte alle spese delle ambulanze quando mio padre sta male ed il rientro dal pronto soccorso fino a casa si paga.
A volte penso come sia possibile che solo quando si compiono gesti estremi tutti si mobilitano...tardi, ma quando chiedi aiuto non ti ascolta nessuno.
Da tanto tempo conduco battaglie contro muri di gomma, con la continua richiesta di ridar dignità a chi ne ha diritto, ma non sembra interessi a nessuno e quando mia madre mi chiede che senso ha continuare a vivere nell'idifferenza altrui, non so più cosa rispondere.
Una ragione, mi serve una valida ragione, perchè ormai non riesco più a trovarne una.

lidia lazzari 14.09.10 16:16| 
 |
Rispondi al commento

L'ASL E ME:x me e la mia famiglia,attualmente,io,mia madre,2 cagnoni,è cominciato tutto con la mia invalidita':disabile x artrite reumatoide,invasiva,violenta,inarrestabile..il mio lavoro al canile municipale era gia' finito x ragioni di interesse,non dei cani,ma dei gestori,esseri abbietti.sono una così detta categoria protetta,chiedevo solo un lavoro atto alle mie condizioni di salute..non me ne hanno dato nessuno,me la son cavata con salti mortali,sacrifici inauditi,lavori neri e pesanti che mi hanno fatto peggiorare ulteriormente,persi anche quelli,non ci son piu' soldi x pagarci..resta la pensione della mamma,invalida al 100%,bisognosa di tutto cui han pensato bene di abbassare pure la pensione causa "iva in debito"un ex-lavoro statale!!miseria,morale e materiale.dopo lotte a non finire,son riuscita ad ottenere x lei un vero pezzo di antiquariato stile torquemada,x farle fare i 12 gradini che la separano dal piano terra..tanto REVISIONATA ED UTILE,da non far scendere i freni...!!poteva rimanere schiacciata come un hamburgher,la suddetta gran macchina pesava piu' di 100kg.invece ci ho rimesso solo la funzonalita'della mano dx gia' compromessa dal mio morbo,rotolando dai gradini nel tentativo di trattenerla..mia madre non ha piu' fatto quei 12gradini che la separavano dalla possibilita'di vedere la luce del sole da fuori,colpita da ictus,li ha fatti solo in barella..ora è a casa,gravissima,morira' nel suo letto,almeno,non dove doveva persino pisciare a comando e l'han mandata via con costipazione intestinale grave..oltre alla perdita di mia madre,perdero' la sua pensione e la relativa possibilita' di un solo pezzo di pane,la mia famiglia di cani,me stessa.siamo soli al mondo,non solo non avremo tetto,ma nemmeno un pezzo di pane.ringrazio i ns.politici,la speculazione asl coi dirigenti delle ditte di ausilii scelti da un AMMINISTRATIVO X BANDO AL MINOR PREZZO..l'ispettorato del lavoro,che ha insabbiato la mia causa al canile x un poliziotto corrotto.v.caput

angelo biffoni, bologna Commentatore certificato 24.07.10 01:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

caro michele hai tutta la mia solidarietà ho un fratello con insufficienza intellettiva e viviamo nella totole indifferenza totale a nessuno importa di come vive lui e di tutta la vita che non posso vivere io per dedicarmi a lui. soli e sempre soli questa è la cosa che mi fa stare più male . ma quale chiesa quale solididarietà quale stato, il nulla. forza michele

giovanna costa 23.07.10 20:45| 
 |
Rispondi al commento

In boccca al lupo per Michele.
Un pò ti capisco.
Io ho la mamma che è sulla sedia a rotelle e vorrei portarla a fare un giro a Roma, la mia città.

Ebbene...avete mai provato a prendere i mezzi pubblici?
Un bus su 5, forse, è attrezzato. Ma quando passerà?
Sì, sulla metro può salire, sicuro!
Ma quando deve scendere?? Protovate a cercare un'ascensore!
E sui marciapiedi? ...

Va bene, andiamo in auto. Cerchiamo un parcheggio attrezzato...sempre che qualcuno non ci si infili abusivamente occupandoti il posto.

Che dire poi, della piscina?
"Mi dispiace, non siamo attrezzati per i disabili"
o "non possiamo assumerci responsabilità di un'evenntuale caduta accidentale in acqua".

Anche questi sono arresti domiciliari!

Jennifer Mariani 23.07.10 09:54| 
 |
Rispondi al commento

la cosa che mi fa più schifo è...la beatificazione di questo stato di cose da parte di farisei come il card. Bertone e don Verzè. invece di occuparsi di queste realtà (me ne occupo indirettamente per lavoro), loro sono a fornicare col potere.

renato medini 22.07.10 20:00| 
 |
Rispondi al commento

So cosa vuol dire!
I miei genitori abitavano al quarto piano ma con un ascensore che non funzionava quasi mai e quando mia mamma si è ammalata finendo su una sedia a rotelle doveva rimanere in casa perchè non entrava nell'ascensore, quando la portavo fuori dovevo trovare qualcuno che la prendesse in braccio e io aspettavo giù con la sedia a rotelle, giusto per rivedere nei suoi occhi ancora un pò di quella luce che tanto amavo... L'ho presa tante volte in braccio anch'io, non mi lamento di quello, anzi, lo rifarei mille volte, ma mia mamma era piccola e minuta, si poteva fare, non è giusto però che chi ha già un dolore, una sofferenza così grande deppa essere penalizzato per l'indifferenza e....diciamolo va, per la cattiveria di alcune persone, politici e non! In bocca al lupo a tutti quelli che si trovano in queste condizioni disumane!!!!

Raffaella L., Pavia Commentatore certificato 21.07.10 15:41| 
 |
Rispondi al commento

mi vergogno di questo stato di escort e di ruffiani....se fosse possibile me lo caricherei io in spalla il mio amico meno fortunato....ma non sono così bravo spero solo che leggendomi mi perdoni per la mia pochezza e perchè sono poco forte fisicamente per riuscire a sostenerlo..mi dispiace....di potergli dare solo la mia solidarietà morale .....

Adelio Lombardo, Venezia Mestre Commentatore certificato 21.07.10 14:00| 
 |
Rispondi al commento

E vogliamo parlare di quel "meraviglioso" progetto di "Mobilità Gratuita" che molti Comuni (compresi sicuramente quello di Parma, di Fornovo Taro, Alseno)(www.mggitalia.com, ma anche Gruppo Unica S.p.a.)stanno sponsorizzando, per "dirottare" donazioni effettuate da Aziende serie (come quella dove lavoro) che intendono fare del bene ma che, in buona fede, pensando di devolvere somme al proprio Comune, in realtà firmano dei contratti che andranno principalmente ad arricchire le casse di queste S.p.a.???
E ricordo che le S.p.a. hanno scopo di lucro, devono produrre reddito, hanno soci ed amministratori che, normalmente, percepiscono compensi e quant'altro!!!!!!!
(vedere http://www.luigiboschi.it/?q=node/23603)

marina bertolotti 21.07.10 13:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non ci sono parole. Si costringono le persone, ancora parzialmente autosufficienti, di stare a casa per forza. Se ci unissimo tutti assieme si potrebbero raccogliere soldi per risolvere questi problemi che le istituzioni ignorano perchè gli fa comodo. Con l'aiuto di Beppe, secondo me in pochissimo tempo, potremmo raccogliere quel che serve per Michele.

Sabina M 21.07.10 10:05| 
 |
Rispondi al commento

Questa storia mi mette una tristezza infinita.
Agli arresti domiciliari senza aver commesso nessuno reato.....e i porci e i fuorilegge ci governano prendendo come stipendio mensile l'importo che occorrerebbe a Michele per montare il montascale...siamo all'apoteosi dello schifo.

Avevamo già intervistato Michele un anno fa
http://www.youtube.com/watch?v=waGBQXziAH4

FORZA MICHELE!!!!

serena s., Casalecchio di reno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 20.07.10 22:25| 
 |
Rispondi al commento

Comprendo molto bene il tuo disagio.......Siamo agli arresti domiciliari senza aver compiuto alcun reato ( anche io sto lottando per motivi molto simili ai tuoi). Auguri

Gennaro Giugliano, Napoli Commentatore certificato 20.07.10 22:15| 
 |
Rispondi al commento

Intercettazioni: i radicali intercettano la Commissione Giustizia
Caliendo, coinvolto dallo scandalo P3, si difende.

http://www.youtube.com/watch?v=1U0Gqd29Btg

Di fronte al diniego opposto dal Gruppo del PDL alla trasmissione nel circuito interno della Camera, della riunione di oggi pomeriggio della Commissione Giustizia con all’ordine del giorno il DDL Alfano sulle intercettazioni, Rita Bernardini ha effettuato un’intercettazione della stessa con il suo iPod.

Francesco D., Bologna Commentatore certificato 20.07.10 20:43| 
 |
Rispondi al commento

grazie Nicki...per tutto quello che fai.

Tinazzi

tinazzi ., Albano Laziale Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 20.07.10 20:42| 
 |
Rispondi al commento

§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§

Tagliare i servizi, eliminare i diritti, tornare indietro di 100 anni, ecco lo scopo del Capitalismo del 21° secolo...

Non farti fregare: Liberiamoci dei Liberisti!

Leggi qui:

http://www.anakedview.com/liberiamoci_dei_liberisti.html

Per vedere la realtà, senza fregature
visitate il sito:

http://www.anakedview.com/

...e poi ne riparliamo...

§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§

aNakedView.com La realtà senza fregature, revolvers Commentatore certificato 20.07.10 20:40| 
 |
Rispondi al commento

Senza parole. sono solo per gente sensibile ai grandi gesti. Chi ha avuto esperienza nella famiglia avere un disabile e anche 2 come me. Per avere un aiuto ti tolgono dalle mani ciò che potresti avere per loro. Morto mio padre mio fratello invalido all'80% gli hanno pignorato la casa. faccio i complimenti per avere ricevuto dall'assistente sociale del comune un accertamento domiciliare. Manco fossi un terrorista. Lavoro e sono per prossimo alla ??? pensione??? Resistere.

dario conti 20.07.10 20:38| 
 |
Rispondi al commento

La legge 13/89 prevede che i Comuni diano un contributo per la costruzione dell'ascensore per i disabili. E se un disabile non ha soldi? Resta a marcire a casa fino alla fine. Mentre i politici si pappano i soldi della comunità e se li spendono in puttane, droga e vizi vari. Vergognatevi. Prima o poi capiterà anche a voi.

Impeto 1 Commentatore certificato 20.07.10 20:04| 
 |
Rispondi al commento

Nel mio paese è stato necessario montare delle rampe nella scuola pubblica per un bambino disabile; malgrado le proteste di alcune madri è stato possibile aiutare un disabile con i pochi mezzio di cui dispone Abbadia. Spero che questo messaggio di solidarietà a Michele sia di conforto e funga da incoraggiamento.

Michele Piatti, Abbadia Lariana Commentatore certificato 20.07.10 19:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 



Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori