Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

La vita con il mutuo


Associazione_Zombie.jpg
Per vivere ormai bisogna accendere un mutuo.
"Vivo a Roma e ho 36 anni. Ho passato gli ultimi tre anni a ridurre i consumi per far quadrare i conti, spengo la luce ogni volta che posso, bevo solo acqua del rubinetto, non butto via nulla, il giornale non lo compro più. Da una parte lo stipendio appena sopra i 1000 euro lordi, e sono fortunato ad averlo, dall'altra i costi che aumentano di due euro, cinque, dieci su tutto senza che tu te ne accorga. E' una battaglia giornaliera per evitare di andare in rosso, per non perdere l'appartamento in affitto, per nutrirti. Questo mese, dopo anni, posso dire di averla persa questa battaglia. Per vivere dovrò fare un mutuo e se non riuscirò a pagarlo prima di morire ci rimetterà la banca." Massimiliano L.

30 Lug 2010, 19:14 | Scrivi | Commenti (38) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

salute a tutti. desidero sapere se qualcuno conosce una banca o una finanziaria x ottenere un prestito da 120.000 euro.io sono un autonomo.ciao ed grazie mille.

daniele.minelli 13.10.10 10:18| 
 |
Rispondi al commento

Il mutuo non te lo daranno mai; il mutuo si fa solo per un acquisto immobiliare.

Puoi chiedere un fido, quello magari piccolino te lo danno, ma avrai da pagare dei tassi di interesse mostruosi quindi lascia perdere.

Leggo tante lamentele, tante recriminazioni .. ma quanti di coloro i quali sono in difficoltà comprano vestiti di marca, cambiano cellulare regolarmente .. e molte altre cose simili per apparire diversi da cio' che sono? sono certo che sono tanti.
Io ho la fortuna di non avere problemi ecoonomici, e mi rendo conto della fortuna che ho; ho un mutuo importante, ma ho l'immensa fortuna (e merito) di poterlo pagare con il mio lavoro da dipendente. Ma mia moglie all'inizio non aveva una lira, la sua festa era la domenica andare dal pasticcere a comprarsi qualche pasticcino da godersi in un giardino al fresco, capirai il lusso.
Ma non si é mai lamentata delle istituzioni, del apese, del governo. Ha lavorato, ha fatto l'mipossibile per tirarsi fuori di li, per migliorare. Ed oggi abbiamo due grossi stipendi, una casa, un mutuo certo ma ci siamo costruiti da soli. E non importa se il paese non va come dovrebbe e potrebbe; non importa se i politici mangiano, non importa se molte cose fanno effettivamente schifo e vergogna. Cominciamo a prendere un foglio bianco, scrivere tutte le nostre spese, e veder cosa possiamo eliminare; avrete grosse sorprese ... ci sono cosi tante cose da tagliare!
Coraggio, ma anche forza e olio di gomito! investiamo in noi stessi, sfondiamoci pe rlavorare bene, essere seri, volenterosi e non amebe lasciate li a far polvere.

Davide Boccardo 05.08.10 11:15| 
 |
Rispondi al commento

Il concetto di casa popolare serve solo a "ghettizare" e far impastare tonnelate di cemento....Bisogna riprendersi il "diritto alla Casa..."finora alcune regioni hanno promosso l'autocasa..ma sono solo timidi tentavi...di uscire da una logica perversa del "mercato immobiliare".
In tuti questi anni il mercato è stato "drogato" da speculazioni di ogni tipo...frazionamenti, riduzioni superfici lordo ecc...e le città hanno occupato spazi di verde, facendo perdere quel rapporto tra l'uomo e l'ambiante....
Era necessario, riqualificare le abitazioni,(anche per ragioni di sicurezza strutturale, ababttimento barriere architettoniche, ecocompatibili)e contstualemnte renderle più a misura d'uomo, previlegiando gli spazii verdi e non considerandoli un optional.
Invece assistiamo allargamento abitavivo becero che mangia fette di territorio, mantenendo un aspetto architettonico da "pollaio".
Ma del resto i polli son polli e tale riamngano.

roby f., Livorno Commentatore certificato 02.08.10 11:35| 
 |
Rispondi al commento

Solidarietà, molti di noi stanno come te.

paolo soragna 01.08.10 15:36| 
 |
Rispondi al commento

ecco una soluzione potrebbe essere questa: i poveretti operai dovrebbero avere una casa popolare in base al reddito! fino ad un certo reddito hai il diritto alla casa popolare,oltre ti attacchi e ti devi comprare casa facendo mutuo!

la cosa mi sembra molto sensata!ipotesi!:da 1000 a 3000 euro mensili hai il diritto alla casa popolare(affitto in base al reddito) da 3500 euro in poi il diritto alla casa lo hai solo con il mutuo!

facendo cosi tutti potremmo spendere il restante denaro con beni di seconda e terza necessità e così facendo,allora si che l'economia riprenderebbe il normale giro...se ho un affitto di 200 euro al mese posso spendere i restanti in tutt'altro tipo macchina nuova vestiti ecc...

sarebbe una gran cosa!!

nicola paggiaro 01.08.10 13:42| 
 |
Rispondi al commento

A Roma ci sono dipendenti del Ministero degli Esteri che sono in missione all'estero mentre hanno case popolari vuote che usano soltanto per le "VACANZE ROMANE". Vergognoso, quando ci sono persone che barattano la vita con un muto.

Beppe, ti avevo inviato tempo fa una email su questa questione.

Alessandro Cosimetti, Roma Commentatore certificato 01.08.10 12:38| 
 |
Rispondi al commento

Il popolo va ubriacato, vivo in una città di provincia reditto medio procapite lordo 21000 euro, stasera però si farà la notte Bianca...non so chi pagherà gli straordinari alle forze dell'ordine, e roba varia.
L'importante è che la gente giri come tanti zombie..poi domattina si sveglieranno belli rintontiti...così non penseranno ad altre cose....così è la vita...
E' vero nessuno ti obbliga a fare il mutuo....ma di contro bisognerebbe rispettare uno degli articoli fondamentali della Costituzione e cioè il diritto alla casa.....(ma in italia è un opitional, ambedue!)così che scopri che vieni preso per il collo da chi affitta, (visto che ormai nessuno si occupa di questo problema)la legge sulle locazioni che si sono succedute sono un fisco totale....ma i parlamentari hanno altro da fare..come fare ad esempio i separati in casa (vedi fini e silvio)queste purtroppo sono le priorità di questo paese del c.....
Almeno negli stati uniti ti puoi prendere una bel Caravan e abitarci e nessuno ti rompe i corbelli...(provate a farlo qui per vedere cosa succede)quindi l'alternativa è un mutuo....sperando di non acquistare un cesso di casa (e ce ne sono).
Non facciamoci prendere in giro le case si possono fare e a prezzi accettabili con tutte le innovazioni tecnologiche...soltanto nel mezzo c'è i soliti ingordi che ruotano attorno al settore e ci "magnano"....
-cemento e + legno....soltanto che siamo in italia...."dove tutti possono arricchirsi tranne che i poveri".
Qualcuno a menzionato le lottizzazioni...da agricolo a edificativo, fatte con sommo scopo...ehhh mi vien da ridere, questa è una pratica diffusa in tutto il territorio nazionale...e i terreni talvolta sono pure intestati a qualche persona giuridica....ehhh...vi lascio indovinare quale tipo....

roby f., Livorno Commentatore certificato 31.07.10 20:13| 
 |
Rispondi al commento

Ma su cosa lo fai il mutuo se sei in affitto ?
Non te lo fanno.
Massimo massimo ti fanno un prestito personale da ultrausura.
Non devi permettere a te stesso di farti una roba del genere.
E' il momento buono : fatti venire un'altra idea, è obbligatorio :)
Ciao

Alina F., Varese Commentatore certificato 31.07.10 19:10| 
 |
Rispondi al commento

Ti capisco perchè anche noi siamo così da una vita.

Franca B. Commentatore certificato 31.07.10 17:33| 
 |
Rispondi al commento

non capisco questa lettera!? la vita è questa si nasce con i debiti e si muore con i debiti! se la casa la paghi in 20 anni;finito il mutuo ne devi fere un altro per mettere a posto i disagi che il tempo ha provocato al tetto,cappotto,balconi ecc...

quindi: io ho il mutuo 740 al mese per 20 anni! un reddito di 2000 euro(in 2 XD) al mese netti(tolte spese vive come benzina mangiare per il lavoro ecc...)a quello ci aggiungiamo spese primarie,secondarie,eventuali imprevisti,mi rimangono 300/400 euri al mese da mettere da parte per:assicurazione/bollo auto e tagliandi...

a fine anno riesco a mettere via 2000 euri quindi signifaca che metto via 120/130 euro al mese,sono felice e contento! perchè ho capito che ricco non divento! più di quello che prendo di stipendio non arriverò e tanto non c'è soluzione alla cosa!? anche qui sul movimento non ci sono soluzioni a questo specifico problema!!

grillo ed il movimento parlano di case a 5 stelle! COSTO 300000 euro,con un risparmio di 40% sulle bollette XD mi viene da ridere! dove li trovo 300000 euro? e poi! la mia casa lo pagata 130000! sapete per assivare a 300000 quanta energia,metano devo consumare!? beh a conti fatto se vivo fono a 100 anni (ne ho 31) non arrivo neanche a 200000 tra casa e bollette!

quindi ripeto vivete indebitati ma contenti! tanto non rimane altro! noi siamo le formiche operaie e loro muoiono lavorando!!

ps:se mi smentite con soluzioni vere sarò ancora più felice ^_^!!

movimento a 5 stelle per la vita!!
buona vita! cik24

nicola paggiaro 31.07.10 16:20| 
 |
Rispondi al commento

“Le istituzioni finanziarie devono fare la loro parte nella distribuzione più equa degli oneri fiscali, almeno temporaneamente, per il periodo necessario a far riprendere quota all’economia e a stabilizzare la situazione finanziaria. La tassa imposta alle banche è necessaria, giusta ed efficace ed è utile agli interessi del paese e delle persone in condizioni particolarmente difficili”.

http://www.stampalibera.com/wp-content/uploads/2010/07/viktororban.jpg

A pronunciare queste eretiche parole è il Primo Ministro ungherese Viktor Orban, leader del partito Fidesz, il “rinnegato” che giovedì scorso ha osato far approvare dal Parlamento magiaro una legge che impone alle banche ungheresi, alle compagnie assicurative e ad altri istituti finanziari una folle tassa sugli attivi (dello 0,45% per le banche e del 5,2% per le compagnie assicurative), destinata a durare per almeno tre anni a partire dalla fine del 2009. Il provvedimento, stando alle dichiarazioni di Orban, dovrebbe servire a contenere il deficit ungherese entro il 3,8% del PIL. Tristemente, la legislazione è stata pure approvata con una maggioranza che, se non stessimo parlando dell’Ungheria, potremmo definire bulgara: 301 voti favorevoli contro 12 contrari.

meditate...meditate...e divulgate!

Magic Lenin (☭), Roma Commentatore certificato 31.07.10 16:19| 
 |
Rispondi al commento

Bersani ci ha provato a fare una legge per frenarle: disattesa come se niente fosse, forse se fosse stata accompagnata da pesanti sanzioni avrebbe potuto avere qualche efficacia, ma non è consigliabile per nessuno opporsi al potere delle banche, negli USA ci hanno provato Kennedy (ordine esecutivo 11110) nel XX secolo e Lincoln (emissione dei Green Backs) nel secolo XIX, neanche loro hanno avuto fortuna.
Certo un privato deve evitare accuratamente di pagare il denaro, non è semplice perchè,ad esempio,se compri un automobile il concessionario tiene di più a farti avere il mutuo bancario che a venderti l'auto. Una volta gli interessi sulle rate per l'acquisto dell'abitazione li trattavi con il costruttore che ti faceva le cambiali, adesso le banche non vogliono cambiali ti vendono loro il denaro.
Un privato, se non per investimenti sicuramente produttivi, deve evitare accuratamente di spendere più di quanto dispone, altrimenti cade in un'anella che tirarsi la zappa sui piedi è roba da ridere.

telocaccio giovanni 31.07.10 15:28| 
 |
Rispondi al commento

Tutti a lamentarsi del mutuo...
Ma perchè l'avete fatto?
Per avere una casa? Bene, se non abbiamo i soldi (e mi ci metto anch'io in mezzo) non la compriamo.
Se la voglio comprare, e non ho il papi dietro, non c'è altra soluzione. O vado in affitto e non mi lagno.
Poi ieri usciva l'iPhone nuovo, da 700€, e c'era gente ad ammazzarsi per comprarlo: e non tutti se lo potevano permettere. Io penso che la gente debba tornare coi piedi per terra, capire il necessario e molto altro prima.

Davide Rei 31.07.10 15:27| 
 |
Rispondi al commento

Ho deciso di essere un UOMO LIBERO cerco persone in campagna a fare il contadino per autosufficienza alimentare e condivisione di beni , aspetto proposte serie. Per informazione leggere La Rivoluzione Del Filo Di Paglia , Fukuoka
Pace in Terra a tutti gli Uomini di Buona Volontà.
Buon Prosieguo.

salvino roma (com) Commentatore certificato 31.07.10 14:18| 
 |
Rispondi al commento

Io forse non dirò nulla di nuovo, però diciamo così come vorrei dirvela io non l'ho mai sentita dire: "C'è la crisi OK!" - ci hanno detto che parte da lontano, che viene dall'America, i derivati, i mutui la bolla immobiliare, ovvero LE BANCHE! Credo che in questo siano stati sinceri, una cerchia di persone nascoste dietro qualche multinazionale, ha creato l'ultima frontiera della speculazione per indebitare tutti e guadagnarci sia nell'economia reale che in quella virtuale!
Ora non si è sentito mai che la crisi che poi diventa congiuntura è stata creata da una massa di precari scapocchioni che non hanno fatto il proprio dovere, ma è difficile pensare pure che sia stata creata da dei professori che non hanno insegnato a dovere a far di conto ai loro alunni o a qualche postale che ha messo pochi timbri; scusate i troppi esempi ma è per rendere il senso del globale!
La crisi l'hanno "inventata" LE BANCHE!
Ora vorrei riflettere sulle misure anticrisi:
Il primo provvedimento anticrisi è stato
aiutiamo!?! chi? LE BANCHE!
Il secondo provvedimento anticrisi come tappiamo i buchi, dove troviamo i soldi? Sempre al solito posto nelle tasche degli impiegati, dove sappiamo già cosa entra e cosa esce, nelle tasche di chi sicuramente della grande speculazione non ci ha guadagnato, anzi se poco poco aveva dei risparmi investiti ci ha anche rimesso, sia chiaro sempre grazie alle BANCHE!
-Pinocchio affamato si fa sbucciare le pere da Geppetto, mangia le pere, ma non contento mangia anche le bucce e il torsolo e infine sputa i semini in faccia a Geppetto.-

Massimiliano L. però un'altro 31.07.10 14:08| 
 |
Rispondi al commento

In democrazia occorre il bilanciamento sociale ed economico, una democrazia che non trova un equilibrio di questo tipo, non è tale.
Oggi viviamo una contraddizione unica nella storia e cioè per certi versi, possiamo dire che la nostra e una "socialdemocraziannaquata" e per altri versi potremmo dire che questa e una "democraziacapitalista" che però tende a non voler rischiare il "capitale", ma preferisce investire quello degli altri....o cercare perenni sussidi e contributi statali.....
Tuttavia in questo "teatrino" chi ci guadagna sono i soliti noti, pochi, che detengono il 90% del malloppo.....al di la di chi governa questi incassano sempre e comunque........
Se non viene fuori una classe poltica seria, saremo sempre nel "bottino"....

roby f., Livorno Commentatore certificato 31.07.10 11:35| 
 |
Rispondi al commento

finisco di pagare l mutuo a dicembre 2010, e conto i giorni, dopo cinque anni di cinghia tirata anche per i miei bimbi piccoli, maledico colui che mi ha convito a fare il mutuo, agente della banca. E' una truffa legalizzata. anch'io donna manager mi sono trovata senza lavoro per mancato rinnovo del contratto a tempo determinato, causa gravidanza; come sarà gennaio 2011??

paola de pin 31.07.10 11:16| 
 |
Rispondi al commento

HO UN MUTUO DA 500€. SONO DISOCCUPATA.IL BELLO E' CHE MI SONO LICENZIATA DA 1000€ AL MESE. MOTIVO DEL LICENZIAMENTO? O MANGIAVO LA MINESTRA ("CEDERE ALLE AVANCE DI QUALCUNO") O SALTAVO LA FINESTRA. HO SALTATO LA FINESTRA. PREFERISCO SBATTERE LA TESTA AL MURO, CHE METTERE LA TESTA DA QUALCHE ALTRA PARTE...BLAH.HO TANTE COSE DA REALIZZARE. TANTI PROGETTI. UNIVERSITA'. EQUITAZIONE. AUTOCAD. TANTI CORSI. AVREI POTUTO FARE E DARE TANTO. BEL SISTEMA HANNO INVENTATO PER CREARE UNA POPOLAZIONE DI ZOMBIE. CI VORREBBE UN V-DAY IN CUI TUTTI DECIDONO DI STRAPPARE I CONTRATTI E NON PAGARE PIU' IL MUTUO. QUANDO ARRIVANO GLI UFFICIALI...SI RISPONDE AL FUOCO. BARRICATE.

SARA GALLI 31.07.10 09:38| 
 |
Rispondi al commento

avete le idee molto confuse, se non studiate morirete come degli idioti.
"Se non pago il mutuo la banca.." la banca ha un'ipoteca e garanzie, se non pagate si prende la casa. I soldi che vi ha prestato inoltre nemmeno li possedeva, sono stati creati col meccanismo della riserva frazionaria, un pirla come me che non ha debiti ha versato 10.000 euro e con quelli la banca ha l'autorita' di crearne e prestarne 90.000
Questo denaro ovviamente non e' nemmeno cartamoneta, e' un numero immesso in un computer , l'unica cosa reale in questa transazione e' la vostra casa ora proprieta' della banca.
Ma mettiamo il caso che si riesca a danneggiarle , a farle fallire, ad arrestare la circolazione del denaro. In 3 (tre) giorni le riserve di cibo nei supermercati si esaurirebbero e si scatenerebbe il caos, ci sarebbe una migrazione dei cittadini affamati verso le campagne e i contadini risponderebbero giustamente a fucilate, la protezione civile potrebbe intervenire per un periodo di tempo limitato, nell'arco di 20 (venti) giorni l'80 ,90% della popolazione morirebbe di stenti. Ci sarebbe cosi' una riduzione demografica e si ritornerebbe ad un'economia di autosufficienza (e' gia' successo ciclicamente in passato) nelle campagne, le citta' cadrebbero in rovina.

L'unica soluzione e' invertire il processo gradualmente , ci sono due vie d'uscita , la prima riguarda i governi, un accordo mondiale transnazionale che semplicemente abolisca il denaro e si concentri sulla gestione delle risorse (limitate) disponibili , questo dovra' prima o poi essere fatto ma per ora non ci sono le condizioni geopolitiche. La seconda soluzione riguarda tutti noi ed e' la decrescita teorizzata da Georgescu-Roegen (un economista romeno) e che in italia ha il massimo esponente in Maurizio Pallante ma anche Beppe Grillo.
Prendetevi 30 minuti della vostra vita per studiare questo documento con attenzione

http://bit.ly/9aNvb0


Saluti

giuseppe torquemada, bolzano Commentatore certificato 31.07.10 09:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vivo ad Alessandria da dieci anni, mi sono straferito dal profondo sud, dove lavoravo a nero da dieci anni e percepivo uno stipendio da terzo mondo (400€ al mese) lavoravo 8 ore al giorno per sei giorni alla settimana, e sotto minaccia di licenziamento ho facevo anche le pulizie...ma ero tranquillo e felice...pesavo 80 kg...mi accontentavo del panino con la birra, mangiato in riva al mare....oggi sono un dipendente statale con uno stipendio netto di 1200 €...con due quinti di stipendio da 200 € l'uno x 10 anni, un prestito in banca per 8 anni da 180 € (fatti per sopravvivere e per spese mediche).....sono ingrassato fino a 130 kg....lavoro solo per pagare prestiti, bollette e tasse inique....sono depresso....siamo arrivati al caffè...amarissimo per noi....i figli fortunatamente non ne abbiamo avuti....perchè non so proprio come li avrei potuti mantenere.....

Massimo maiorano 31.07.10 08:15| 
 |
Rispondi al commento

io,mio marito,3 figli...e ci tengono compagnia il mutuo della casa, quello dell'auto e quello dell'apparecchio x i denti.....chissà xkè il direttore di banca mi saluta sempre....

daisy bortolussi 31.07.10 02:22| 
 |
Rispondi al commento

Qualche mese fà ho aperto gli occhi.
Dopo un mutuo in banca per la casa e vari prestiti a destra e a manca per "ca**ate" mi sono fermato e ho capito che ero un povero idiota.
Mai più il mio tempo e i miei soldi andranno a far mangiare la macchina dei ladribanchieri!!!!
Mi ritengo fortunato, ho un lavoro, un'attività tutta mia, ma la vita è dura... sopratutto se vuoi stare dentro al sistema di oggi.
Aprite gli occhi anche voi...

Davide B. 31.07.10 01:45| 
 |
Rispondi al commento

Peccato per chi sta in queste condizioni.

Ma permettetemi una osservazione. Chi vi ha messo in queste condizioni siete voi stessi. Ed il brutto è che continuate a perseverare nell'errore.

Quando si parla di socialismo siete tutti contro, anche se non sapete cosa sia. Allora ben vi sta!

E' il liberismo che vi ha portato fino a quì e continuate a votare per questo modello scellerato di società. Allora di che vi lamentate?

Non esiste un capitalismo buono ed uno cattivo. Prima lo capirete, meglio è per voi e per noi tutti.

E non basta accorgersene quando l'acqua arriva alla gola, bisogna pensare prima. Perche non ci avete pensato?

Vedete non desidero il male a nessuno. Dico soltanto che l'onestà ed il buon senso non basta. Bisogna avere le idee chiare ed interessarsi di politica ed economia poiche ne va della nostra vita!

Invece, parlando con la gente in giro sembra che siano tutti apolitici ed antiideologici, ma il bello è che si lamentano tutti.

Forse sperano in qualche santo o che qualcun'altro metta il culo al posto loro.

No, no, no! Non funziona così! Se volete fare i froci, bisogna metterci il culo proprio, altrimenti.... Behhh... altrimenti prendi quello che passa in convento e non lamentarti!

cielo rosso libero

TONY T 30.07.10 22:51| 
 |
Rispondi al commento

PRIMA DI MORIRE UNA BANCA TI DEVI IN...........ARE!
Parola di nostro Signore che ci creo liberi a sua immagine e somiglianza.

pirluigi v., guaynabo pr Commentatore certificato 30.07.10 22:38| 
 |
Rispondi al commento

Basterebbe, mettersi d'accordo e saltare per due mesi consecutivi il pagamento della rata dei mutui,e salterebbe tutto il sistema di prestiti.
Finché coloro non pagano sono in pochi il sistema si regge, ma se fossero la maggior parte? cosa succederebbe?
Io grazie a dio i miei mutui li ho finiti tranne quello della casa 300€ mese, ma capisco, perché fino a maggio ne ho avuto uno che mi portava via più di un terzo del mio stipendio.
Fino a qualche anno fa ero molto ottimista sul futuro e mi son fatto dare dei prestiti per ristrutturare casa, ma oggi non lo rifarei più.
Se non l'hai ancora fatto il prestito non farlo, chiedi i pacchi sussitenza alla croce rossa vai a mangiare alla caritas, è molto più dignitoso, che fare un prestito.
Dobbiamo riprenderci la dignità di essere poveri, ci hanno cresciuti con l'idea che un ricco è più dignitoso di un povero, sono solo palle, che la povertà deve essere nascosta, e così ci fottono, se siamo poveri siamo poveri, e se lo ammettiamo senza vergognarcene siamo finalmente liberi.
La dignità è questione di cultura, di fantasia, di visione reale delle cose, invece ci hanno ingabbiati in stereotipi, e sono questi stereotipi che ci fanno sentire costantemente male, perchè ledono la nostra dignità di esseri umani.
Povero è bello, vivere con poco è bello, perchè con poco noi ce la facciamo sempre a sopravvivere, ma loro no.


CIAO BEPPE
MUTODIPENDEZA,SAPPIAMO CHI RINGRAZIARE NONNO PSICONANO E TREMORTI!!!!!!!!
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 30.07.10 21:45| 
 |
Rispondi al commento

dannazione Massimo avrei voglia di augurarti vittoria ,purtroppo per te sarebbe una catastrofe ma anche una bella inculata per loro,in ogni caso un in boca al lupo ,che schiattino sti strozzini .

panino A. 30.07.10 21:45| 
 |
Rispondi al commento

le banche non ci rimettono mai
hai la mia solidarietà, nn sono messo meglio

Claudio M., Milano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 30.07.10 21:36| 
 |
Rispondi al commento

Ma sai che non me ne ero accorto? Ma vaaaaaaaaaaa, benvenuto nel club dei nuovi poveri, precari, senza futuro, sfruttati e con debiti all'infinito.
Io ho comprato casa a Milano, per mia scelta non ho pagato più nulla, mi sono stufato di tirare la cinghia, che se la venissero a prendere al più presto, mi fanno solo un favore.
In fondo, non mi chiamo mica Scajola, che le case me le regalano, no?

angelo fragomeni 30.07.10 20:28| 
 |
Rispondi al commento

Capisco in pieno su tutta la mia pelle ciò che dice Massimiliano, io ne ho 35, e per tenermi il lavoro che mi ero creato ed in cui credevo, sono cascato in una serie di raggiri, una causa con una banca (vinta), le prime finanziarie che dovevano servire a ripartire, poi le disgrazie, adesso il mutuo ce l'ho sì, mutuo per riconsolidamento debiti.....fine pena 2021. Quanto resisterò per ora sono ancora vivo,anche se una vita non ce l'ho più, sono dovuto tornare da i miei, faccio tre lavori, e praticamente sono fuori dal mondo ogni giorno. Se ci penso sò che la linea che ci divide da un punto di non ritorno è sottilissima quasi impercettibile, perciò mi sforzo di non pensarci. Ma questo grande ingranaggio che come me probabilmente ha schiacciato e stà schiacciando tante persone, questo sistema...non sò, non sò neanche come esprimermi. Vorrei che non fosse mai accaduto niente di ciò che mi è accaduto, vorrei non aver avuto tutto quell'idealismo di far bene e lavorare con la mia testa e le mie mani, ma è successo sono qui e indietro non ci si torna.

Nicola Simonetti 30.07.10 19:46| 
 |
Rispondi al commento

Io me ne sono accorto.....e il conto lo terrò aperto lo stretto necessario,vale a dire fino alla fine del mutuo. Poi stop!

Paolo Tragni 30.07.10 19:45| 
 |
Rispondi al commento

ci rimetterà la banca?
ormai lavoriamo tutti per loro, le banche, e nemmeno ce ne siamo ancora accorti.

gaab rius Commentatore certificato 30.07.10 19:24| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori