Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Lo Stress Test fai da te


Cali_Marco.jpg
Le banche hanno anche il senso dell'umorismo: ora si fanno l'autocertificazione. Tocchiamoci.
"Le banche italiane ed europee sono state sottoposte all'esame dello "Stress Test". L'obiettivo è stato quello di calmierare il gregge, che crede a tutto ciò che viene riferito da un giornale o da una trasmissione televisiva. A parte il fatto che il test per lo stress alle banche lo dovrebbero fare ai clienti, ti comunico che lo "Stress Test" ha visto, ovviamente, promosse tutte le banche italiane! E come poteva essere, altrimenti? Lo "Stress Test" è organizzato dalla European Central Bank (BCE) in collaborazione con le Banche Centrali dei vari Paesi europei. Da chi é composta la BCE? Dalle Banche Centrali dei vari Paesi europei stessi! E le Banche Centrali dei vari Paesi europei da chi sono composte? Dalle banche! Tipo la Banca d'Italia che è di proprietà al 45% di Intesa SanPaolo, al 30% di Unicredit e così via. In definitiva: le banche si sono giudicate loro stesse!" Marco Calì, www.sapienza-finanziaria.com

25 Lug 2010, 21:35 | Scrivi | Commenti (17) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Su questi siti troverete altre prove della diabolica macchinazione delle banche centrali per schiavizzare la razza umana


http://www.youtube.com/watch?v=USGSOViaulc
http://www.biblebelievers.org.au/slavery.htm#THE%20ROTHSCHILD
http://www.youtube.com/watch?v=_dmPchuXIXQ&feature=related

pirluigi v., guaynabo pr Commentatore certificato 27.07.10 03:33| 
 |
Rispondi al commento

Su questi siti troverete altre prove della diabolica macchinazione delle banche centrali per schiavizzare la razza umana

pirluigi v., guaynabo pr Commentatore certificato 27.07.10 03:32| 
 |
Rispondi al commento

Omicidio suicido di Massarosa, parla la sorella di Iacconi: "Era disperato per il mutuo"

26-07-2010 / Cronaca / La redazione

MASSAROSA (Lucca), 26 Luglio - ''Non ce la faceva più col mutuo'': è questa, secondo quanto racconta oggi Roberta Iacconi, la causa scatenante della strage di messa in atto dal fratello Paolo, l'uomo di 51 anni che venerdì, dopo aver ucciso a Massarosa i suoi ex datori di lavoro, si è suicidato.

''Non so cosa sia scattato in lui, ma so perché: senza lavoro e soldi, con un mutuo da pagare, era disperato - ha spiegato la sorella, nell'intervista esclusiva al quotidiano veneto "il Gazzettino" -. Per Paolo, disoccupato dal 12 giugno del 2009 la rata del mutuo, che ha sempre pagato regolarmente, era diventata insostenibile. Sborsava 3500 euro ogni 6 mesi e faceva fatica anche quando poteva contare sulla cassa integrazione, di poco meno di mille euro. Poi e' finita anche quella e lui si è ritrovato con un grosso problema''.

La sorella ha anche parlato di dilazionare il pagamento della rata. Nel mese di marzo, con la lettera della Gifas in mano, in cui si evidenziava la fine del rapporto di lavoro, è andata in banca per chiedere la sospensione del pagamento per un anno.

''E' previsto per legge - ha spiegato Roberta - ma i funzionari mi hanno detto che non potevano concedere l'agevolazione e che le rate andavano pagate regolarmente. Se ne sarebbe riparlato a settembre, quando avrebbero ripreso in mano la pratica di Paolo''.

http://www.loschermo.it/articoli/view/28156

manuela bellandi Commentatore certificato 26.07.10 16:11| 
 |
Rispondi al commento

mi chiedo:
ma se veramente viviamo in questo stato di ..cioccolata, perchè non decidiamo di bloccare la catena, come?
primo, ognuno di noi deve essere onesto con se stesso, tutti ci lamentiamo ma poi , usiamo la macchina, sprechiamo l'acqua inquiniamo spudoratamente.
secondo, il popolo unito può fare tanto ad esempio aumenta la benzina, bene per una settimana andiamo in metropolitana o pullman, senza trovare le solite scuse.
chi inizia per primo?
salutoni laura

laura parodi 26.07.10 16:02| 
 |
Rispondi al commento

Marcello Di Paolo, i 2 commentatori dopo di te ti hanno risposto...a parte il fatto che le modalità del test sarebbero da rivedere, il fatto centrale è che è tutta una questione di comunicazione! Per ora l'Italia è tenuta a galla dai risultati positivi che fanno pensare al gregge che tutto è a posto. Quando decideranno di colpire anche l'Italia faremo la fine di Grecia, Spagna, .... Argentina....mi auguro di no.

Giustina . Commentatore certificato 26.07.10 14:50| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei segnalarvi che la parte piu' divertente di questo giochino sta nella suddivisione dei portafogli in trading e immobilizzazioni (cosiddetti banking books ).
Se la banca segnala che 500 Mil di obbligazioni greche sono da considerarsi immobilizzate, cioè detenute fino a scadenza, queste non vengono stressate.
Fantastico no?
Ci sono diversi altri punti deboli ma credo che questo la dica lunga sulla serieta' di questa manfrina buona per i telegiornali delle 20.00, che ormai bevono qualunque cosa tanto non ci sono giornalisti che abbiano uno straccio di conoscenza di economia o finanza. Le eccezioni che conosco sono fuori dai canali istituzionali.

Altra cosa divertente: alcune banche hanno avuto previsioni di performance in scenari avversi superiori ai risultati del 2009.

andrea luzzi 26.07.10 13:37| 
 |
Rispondi al commento

Quando chi deve controllare è il controllore
quando chi deve verificare è, il controllato,
quando il conflitto d'interessi è presente,
allora tutto è pubbliche relazioni.

Forse le banche italiane stanno bene, forse...
ma di chi è merito?
Della loro sagacia oppure del nostro permissivismo?

Fino a che punto sopporteremo?

Loris C., Padova Commentatore certificato 26.07.10 13:10| 
 |
Rispondi al commento

Ok capisco che lo stress test possa risultare una finzione...ma allora come ti spieghi che le casse di risparmio spagnole sono uscite bocciate??? E' evidente che ci sia un palese conflitto di interessi da chi effettua lo stress test e chi partecipa all'organo giudicante ma le banche italiane sono uscite bene da questo test grazie alle ricapitalizzazioni che sono state effettuate ed alla forte stretta che hanno dato ai livelli dell'indebitamento, cioè non hanno più concesso credito a nessuno, addirittura alcune sui mutui prima casa chiedono ipoteca anche su altro immobile non oggetto della compravendita, rafforzando in questo modo il sistema delle garanzie. Quindi quanto tu dici sicuramente in parte è vero ma non sono quelli i motivi per cui si esce più o meno positivi allo stress test.

marcello di paolo 26.07.10 12:46| 
 |
Rispondi al commento

LE BANCHE DEVONO ESSERE INTELIGENTEMENTE DERUBATE DA OGNI SINGOLO CITTADINO

pirluigi v., guaynabo pr Commentatore certificato 26.07.10 02:22| 
 |
Rispondi al commento

"Il fatto è che,siamo una società guidata dagli imprenditori che significa
che i diritti umani sono subordinati al travolgente e imperativo bisogno di
profitti per gli investitori,e che le decisioni sono nelle mani di
irresponsabili tirannie private;che significa che anche se esistono
istituzioni democratiche formali,hanno un significato marginale.
Il governo infatti è "l'ombra proiettata dagli imprenditori sulla
società"così che le modifiche all'ombra,non modificano ciò che la proietta.
NOAM CHOMSKY
http://www.youtube.com/watch?v=fG5HWd5nkFQ&feature=related"

Masaniello Genoino 26.07.10 01:47| 
 |
Rispondi al commento

L’economia convenzionale, come dice Vladimiro Giacchè,ha l’esigenza di
mantenere inalterati i consumi,ecco perché è così difficile attuare politiche di buon senso di riduzione dei rifiuti,dei consumi
energetici,ecc,perché il diktat economico va in altra direzione:la produzione ed i consumi devono crescere,a tutti i costi!Anche a fronte del
fatto che i redditi calino e la disoccupazione aumenti.L’obiettivo utopico è:abbassare i salari e aumentare i consumi.Non a torto il nostro premier si
rivolge ai cittadini italiani chiamandoli testualmente “consumatori”
invitando i telegiornali a non spaventarli inutilmente con dichiarazioni
economiche catastrofiche.Si incentiva così l’indebitamento con il miraggio
che i consumi portino la ripresa economica.
Ma il Modello attuale,del capitalismo vampiro ha fallito,è un modello irrazionale di tipo lineare che tende a consumare le risorse in maniera
bulimica come se queste fossero inesauribili, e non lo sono;grava
sull’ecosistema in maniera oramai insostenibile ad una crescita
esponenziale generando un impronta ecologica cinque volte superiore alla
capacità della terra di rigenerare la risorse consumate.
NEGLI ULTIMI 60 ANNI ABBIAMO CONSUMATO L’EQUIVALENTE DEI PRECEDENTI 200.000
ANNI!
E SIAMO IN ACCELERAZIONE, VISTO CHE PAESI COME LA CINA,E L’INDIA SONO IN
CRESCITA
2 MILIARDI E MEZZO DI PERSONE CHE VOGLIONO IL NOSTRO STESSO SVILUPPO!
CI SERVONO ALMENO 5 PIANETI COME IL NOSTRO!
OGNI GIORNO:40 MILA ETTARI DI DISBOSCAMENTO!
OGNI GIORNO:30 MILA ETTARI DI DESERTO IN PIU’!
OGNI GIORNO CONSUMIAMO:85 MILIONI DI BARILI DI PETROLIO con una crescita del 2,3%
OGNI GIORNO:SCARICHIAMO IN ATMOSFERA 100 MILIONI DI TONNELLATE DI CO2
OGNI GIORNO:150 SPECIE ANIMALI SI ESTINGUONO
OGNI GIORNO SIAMO 250 MILA ESSERI UMANI IN PIU
QUESTO MODELLO DI SVILUPPO PRODUCE:
OGNI GIORNO:10 MILIARDI DI TONNELLATE DI RIFIUTI!
Ma quanto ci costa in termini economici,ambientali e sanitari tutto
questo?Quanto ci costa in termini culturali?.

Masaniello Genoino 26.07.10 01:37| 
 |
Rispondi al commento

Assoldata la certezza del "tarokkamento" degli stress test e della politica del "va' tt bene, siamo i migliori d'europa" volevo apporre una precisazione.
I membri della banca d'Italia, quelli che decidono (governatore e membri direttorio), non sono eletti dagli azionisti bensì dal ministro della repubblica su proposta del presidente del consiglio dei ministri...ogni modo in sostanza sempre dal berluska andiamo a parare.
La mia voleva solo essere una precisazione sul fatto che, se il sistema fosse veramente indipendente come prevede la legge, la banca d'italia dovrebbe essere super partes.

Simone N 26.07.10 00:48| 
 |
Rispondi al commento

Mi vien da ridere... io l'ho fatto, il test stress bancario......

una presa per il culo

Claudio M., Milano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 25.07.10 23:47| 
 |
Rispondi al commento

Stress Test? Ma avranno anche verificato cosa accade quando tanti nuovi disoccupati smetteranno di pagare i mutui e i soldi che hanno prestato agli immobiliaristi restano congelati per sempre in inutili e invendibili cattedrali del deserto?

Peter Amico 25.07.10 23:12| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
LO STRESS TEST,ANCHE PER VENDERSI ADESSO PER QUELLO CHE HANNO COMBINATO,MA PER FAVORE,BANCHE FALLITE E BASTA!!!!!!
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 25.07.10 22:54| 
 |
Rispondi al commento

Anche in Grecia andava tutto bene. Pensiamo alla gente, la sera, prima di andare a letto: tutto ok, dormite bene! La mattina si son trovati col culo per terra. Di questi risvegli ne sappiamo bene anche noi qualcosa:...non mi viene il nome ma ho uno strano sapore di latte in bocca.

miky . Commentatore certificato 25.07.10 22:49| 
 |
Rispondi al commento

Lo ripeto: Io mi meraviglio solo di chi ancora si meraviglia.--
Ma di una cosa ancora non mi capacito: "Come si fà ad essere talmente STUPIDI da pensare che ancora esistono molti stupidi."-
Ma forse ce ne sono meno di quanto loro pensano che ce ne siano ma molti di più di quanto io mi immagini.--

michele p., battipaglia Commentatore certificato 25.07.10 22:04| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori