Leggete e stampate l'interrogazione del MoVimento 5 Stelle su Mediapolis"> Blog di Beppe Grillo - Mediapolis: noi non ci divertiamo
Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Mediapolis: noi non ci divertiamo


Mediapolis_e_la_Olivetti.jpg
I consiglieri della Regione Piemonte del MoVimento 5 Stelle Bono e Biolè hanno presentato un'interrogazione parlamentare per lo sperpero di milioni di euro di soldi pubblici per Mediapolis (600.000m², 90.000 m² coperti, 22 attrazioni meccaniche, 5 sale cinematografiche, 3 aree gioco per bambini, un’area concerti, un lago di 12.000 m², attrazioni tecnologiche, teatro multimediale, discoteca, studi televisivi, ristoranti, centri commerciali, genericamente, un albergo con 342 stanze e quindi 7800 parcheggi e 140 posti autobus, un eliporto). Un'opera che distruggerà un luogo meraviglioso ai piedi della Serra di Ivrea. Leggete l'interrogazione e sbiancate. La Regione Piemonte e la Provincia di Torino stanno finanziando (per ora) con 5,5 milioni di euro una società di scatole cinesi il cui 71% delle quote è detenuto da Mediapolis Investment Sa Lussemburgo che a sua volta è controllata al 55,4% dalla britannica Brainspark plc. Una società con disponibilità finanziarie insufficienti per affrontare Mediapolis, il cui amministratore delegato Porcellini ha dichiarato: "Male che vada ci rivolgeremo agli istituti di credito libanesi. Lì, certamente, non hanno problemi di soldi" (La Stampa, 1/4/2009). "L’unica cosa certa è che i 600.000 mq del terreno seminativo di Albiano, che costituivano un’improduttiva proprietà della ex Olivetti, hanno conosciuto dopo la sottoscrizione dell’accordo di programma una rivalutazione abnorme: infatti nel 2007 il loro valore era di € 1.291.980,00 (il riferimento è ai valori agricoli medi Euro/Ha indicati dall’Agenzia del territorio, verosimilmente non suscettibili di rivalutazione trattandosi di terreni esondabili), mentre il presidente Villa ha parlato nelle scorse settimane di un valore di 52 milioni di euro; ragion per cui la sola sottoscrizione dell’Accordo di programma avrebbe già fruttato un profitto superiore al 4000% (dall'interrogazione)". Bono e Biolè hanno chiesto al Collegio di Vigilanza presieduto dal presidente di Regione di recedere dall'accordo.
> Leggete e stampate l'interrogazione del MoVimento 5 Stelle su Mediapolis

28 Lug 2010, 19:43 | Scrivi | Commenti (35) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

http://www.ilfattoquotidiano.it/2010/07/31/la-colata-di-mediapolis/46315/

Rino Gaetano 09.08.10 18:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Adoro Masino, ci sono nata e vissuta, adoro il Castello di Masino dove ho lavorato per anni e adoro il Canavese e tutta l'Italia ma vorrei che questo nostro Canavese fosse meta di investimenti concreti.
Non so se Mediapolis sia o meno la soluzione giusta, anzi probabilmente non lo è (lo sappiamo MA ci speriamo)....sarà un altro spreco italiano ma ci si stanca (tanto) di donare per il FAI in Istituti San Paolo per "salvare il luogo del cuore", di donare e fare del volontariato e poi ci si ritrova a casa, SENZA LAVORO, dopo anni (moltissimi anni) di "collaborazioni occasionali" ma ASSOLUTAMENTE CONTINUATIVE nelle proprietà.

Fiera di avervi votato!!!
A presto

Angel Musk 06.08.10 10:10| 
 |
Rispondi al commento

Io andrei molto cauto nel colpevolizzare gli istituti di credito per la vicenda Mediapolis. Non già perché gli istituti italiani non siano capaci di nefandezze, ma, almeno in questo caso, semplicemente non risulta che abbiano dichiarato disponibilità a finanziare il progetto (anzi, risulta esattamente il contrario) e neppure che abbiano partecipazione (o partecipazione di significato) all'esiguo capitale sociale di Mediapolis spa. Credo che quanto detto prima da Preve e poi da Grillo discenda dal fatto che gli istituti sono citati nella home page della società. Ma credo anche che siano stati messi lì come specchietti per allodole, per attrarre investitori poco avveduti. Nei fatti il loro ruolo dovrebbe essere assolutamente marginale; del resto né il titolo né la misura della partecipazione sono stati resi noti. Insomma Mediapolis non ha un picco e se avvia i lavori è verosimilmente per fare del territorio un uso speculativo persino peggiore di quello ludico commerciale.
Beppe (Ivrea)

beppe (ivrea) 02.08.10 12:54| 
 |
Rispondi al commento

tuo commento:
"Caro Beppe,
La cosa che mi sconcerta e che il FAI tutela il castello di Masino e poi ci
chiedono di andare a votare i nostri luoghi del cuore da preservare ai
mattonari recandoci in una filiale intesa San Paolo.
Dovremmo fare leva sul Fai magari votando in massa la serra di Ivrea.
Attendo comunque suggerimenti in merito.
Adoro quella vista da Masino e vorrei preservarla.

Francesco cagnetta 31.07.10 15:35| 
 |
Rispondi al commento

Esercizio di matematica:
Ivrea circa 25000 abitanti
finanziamento di 55.053.659 euro di soldi pubblici con la scusa dello sviluppo di Ivrea.
Spesa pubblica procapite: 22.021 euro !!!
Vorrei sapere ad un cittadino di Ivrea se per il proprio sviluppo, preferirebbe ricevere 22.021 euro e lasciare le cose come stanno, oppure avere il complesso edilizio....
Chi approva il finanziamento per quello che mi riguarda "è alto tradimento dello stato" nelle sue funzioni pubbliche con pena dell'ergastolo (lo stato siamo noi che paghiamo le tasse).

Roberto Pellegrini 30.07.10 11:00| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

"tre grandi parchi commerciali"-
MELIO TRE GRANDI PARCHI NATURALI insieme allo sviluppo delle AGROENERTGIE,
la terra ai giovani ed a chi non ha più prospettive di lavoro per creare delle piccole e medie aziende agricole con la realizzazione di impianti e la creazione di filiere bioenergetiche e di impianti comuni per la produzione di energia rinnovabile. La produzione e l'istallazione di attrezzature per la produzione di energia da biomasse per uno sviluppo sostenibile.
"il piano Strategico nazionale per lo sviluppo rurale, elaborato dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali,ha l'obiettivo di sostenere la competitività del settore, valorizzare l'ambiente, migliorare la qualità della vita delle zone rurali ed allargare le potenziali fonti di reddito delle aziende. Con 17,6 miliardi di euro fino al 2013, cofinanziati dall'unione Europea"
LUnione Europa incita ad investire per lo sviluppo rurale di cui tutti possono usufruire e in Italia il governo incita a distruggere la natura.

maria de canditiis 30.07.10 11:00| 
 |
Rispondi al commento

Da piccolo, quando avevo otto anni o poco più, con i miei amici andavamo in giro per i boschi, alla scoperta di stagni con le rane e i girini, funghi di ogni specie, incontravamo strani insetti, conoscevamo il muschio soffice e vedere sugli alberi, le tane delle talpe, delle volpi.

Noto che a differenza della mia infanzia, i bambini d'oggi non frequentano più quei posti. Almeno non come facevamo noi. E' difficile per tanti CAPIRE, cosa può darti una giornata in mezzo alla natura. Di conseguenza è difficle capire cosa sia meglio, un parco di divertimenti artificiale oppure un parco naturale...

Mario Amabile Commentatore certificato 29.07.10 19:38| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

liberalvox.blogspot.com — Con "Quel Culo" Belen Rodriguez può fare quello che vuole. Fini e Berlusconi, invece con le loro "Facce da Culo" stanno facendo quello che gli italiani non vogliono: stanno portando il paese allo sfascio! Continua a leggere l'articolo »


e io ho chiesto un contributo alla regione piemonte per finanziarmi un progetto per mettere una linea di produzione per collettroi solari termici, e mi hanno rimandato indietro la pratica ed il progetto, perchè mancava una firma, neanche obbligatoria !!!!!!
Forse devo anche io andare in Serbia, forse riuscirò a fare qualcosa finalmente, visto che qua si parla tanto di far restare le aziende in Piemonte, poi per cavilli burocratici ti rimandano indietro un progetto costato soldi, miei, tempo e fatica !!!!!
Che paese di merda !!!!!!!!!!
NON mi chiamo Verdini, altrimenti a quest ora altro che azienda avrei !!!

Luigi C., Torino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 29.07.10 15:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ecco, purtroppo Francesco ragiona come molti altri ragionano anche qui, in Canavese, dove dovrebbe sorgere Mediapolis. Crede nella necessità di creare nuovi posti di lavoro (che è aspettativa legittima e sacrosanta) e poi qualsiasi cosa gli va bene. E non vuole informarsi, tant’è che o non ha letto l’interrogazione o non l’ha capita. Diversamente si sarebbe reso conto dell’insostenibilità della tesi che il progetto “apporterà ricchezza al luogo dove sorgerà” e ancor più del fatto che tutta l’operazione costituisce un grande imbroglio, mirato esclusivamente a carpire finanziamenti pubblici e a rendere edificabile una vasta superficie, originariamente tutelata da forti vincoli. Non sa, per esempio, che vicino a quella zona ne esistono altre, già urbanizzate e sottoutilizzate dove il complesso avrebbe potuto sorgere da più anni, se non ci fossero stati precisi intendimenti speculativi. Non sa che i Grilli Eporediesi si sono battuti perché nell’accordo di programma con gli enti locali fosse inserita la richiesta di un piano occupazionale e la clausola di un ritorno dell’area all’originaria destinazione d’uso se l’opera non fosse stata portata a compimento. Richieste, mi sembra, che andavano nell’interesse sia di chi come noi riteneva il progetto devastante sia di coloro che si attendono posti di lavoro (sono già migliaia le domande di lavoro pervenute!). Ma regione Piemonte e provincia di Torino hanno ignorato la richiesta e sottoscritto un accordo senza la richiesta della benché minima garanzia. Che è cosa irresponsabile e sciagurata, anche, e forse ancora di più, per chi ha disperato bisogno di un posto di lavoro.
Ciao
Beppe

beppe (ivrea) 29.07.10 15:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

BEPPE

GLI UOMINI SONO DEI RINCOGLIONITI DALLA TECNOSFERA

CHE HANNO CREATO AL PUNTO CHE PREFERISCONO ANDARE

IN LUOGHI DI PLASTICA COMPLETAMENTE FALSI CHE

IMITANO I LUOGHI VERI PASSEGGIANO IN IMPROBABILI

BORGHI OUTLET RIPRODUZIONI DI VERI BORGHI DEGNE

DI CINECITTA' O DI PARCHI DEI DIVERTIMENTI SI

REGALANO FIORI DI PLASTICA, ACCAREZZANOO TETTE DI

PLASTICA E FINTE MUSCOLATURE GONFIATE DALLA

CHIMICA, SI TRASFORMANO IN AVATAR E VIVONO SI

INCONTRANO INUTILMENTE IN UN MONDO SEMPRE PIU'

LONTANO DALLA NATURA E SEMPRE PIU' SIMILE A

MATRIX.

CHI E' DENTRO LA REALTA' VERA CHE E' QUELLA

NATURALE FA BENE A PROTESTARE E COMBATTERE QUESTO

DECADIMENTO UMANO E CONTRO CHI CI SPECULA.

BASTA GUARDARE FILM COME INTO THE WILD PER CAPIRE

PERCHE' E' INUTILE TENTARE DI REINVENTARE LA NATURA.

Carmine Crocco Donatellli Commentatore certificato 29.07.10 15:24| 
 |
Rispondi al commento

Ovviamente qui si va contro tutto e tutti.
Ogni qualsi voglia cosa viene osteggiata, da nucleare ( presente in tutto il mondo ) ai centri commerciali.

Si è vero questo centro commerciale sorgera al posto di un bosco. Ma è anche vero Che apporterra ricchezza al luogo dove sorgera.
E non mi venite a dire che ci guadagnano solo colo che costruiscono questo parco perke nn e vero
Certo questi si faranno un bel po di soldi, ma anche tutta la gente che lavorera sara molta, per non parlare dell'inndotto, che certamente avra dei benefici sul tessuto economico della zona circostante,

A ben vedere poi nn mi sembra nemmeno male, ce anke un parco e cose varie, non e quindi un mostro di cemento e basta.

Poi questi centri sono anche un centro di agregazione sociale, dove la gente si incontra ecc ecc.

Ma che parliamo a fare qui siete solo bravi a dire NO NO a tutto qualsiasi cosa e NO
pure se vogliono abbattere un pao commerciale e costruiire un parco naturale voi direste No perche si perderebbero i posti di lavoro.
ridikoli

Francesco Saverio di Donato (napoletano978), Napoli Commentatore certificato 29.07.10 14:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Pregherei i due gentilissimi consiglieri di dare un'occhiata alla situazione Virtual Multi Media Park in corso Lombardia. 40 milioni di euro di investimento, due studi virtuali e tecnologia virtuale, un motion control-che non è che li trovi così per strada-, macchine di postproduzione di ultima generazione, per il ritorno di Torino all'industria del cinema e della televisione. In dieci anni sono riusciti a distruggere completamente gli studi che ora cercano di affittare per eventi... Hanno buttato via una grande opportunità per chi è giovane, per creare un'alternativa all'industria dell'auto, mettendo a capo della gestione "privata" degli studi (Lumiq) degli idioti patentati che portavano si e no tre lavori l'anno. I soliti raccomandati incapaci. Gli altri erano ricicli a cui dare stipendi da 10mila in su che non sapevano più dove mettere. Il comune ha ancora dato per la gestione, ma in realtà è pagamento debiti, un milione di euro l'anno scorso...

Vedete un pò se abbiamo ancora bisogno di ulteriori cattedrali nel deserto che servono solo a creare posti di lavoro con stipendi a 4 zeri
Rachele

Rachele Casarotto 29.07.10 12:16| 
 |
Rispondi al commento

Salve,
sono d'accordissimo con la linea generale del post. Anch'io come voi sono contrario a speculazioni edilizie che minano l'ambiente e il futuro di questo paese. Scrivo solo per puntualizzare una cosa:
"infatti nel 2007 il loro valore era di € 1.291.980,00 (il riferimento è ai valori agricoli medi Euro/Ha indicati dall’Agenzia del territorio, verosimilmente non suscettibili di rivalutazione trattandosi di terreni esondabili)"
Questa parte è completamente sbagliata. Chi ha detto questa cosa non conosce la materia estimativa. Il valore agricolo medio è un valore tabellare rilasciato dalla commissione provinciale espropri con l'unico scopo di essere utilizzato per le procedure espropriative. Ben diversi sono i valori di mercato di alcune aree (suscettibili o no ad esondazioni!). Per aver un valore verosimile di un qualsiasi terreno in una qualsiasi parte d'Italia è necessaria una stima di un tecnico iscritto al relativo albo professionale. Posso dire con certezza che l'unico metodo di stima sicuramente sbagliato (al di fuori di una procedura espropriativa) è il metodo che usa i V.A.M. Valori agricoli medi.
Arrivederci

Luca Perseno 29.07.10 11:54| 
 |
Rispondi al commento

mediapolis o mediabolis ?

Stephen Howe 29.07.10 11:16| 
 |
Rispondi al commento

Un grazie speciale a Bono e Biolè !

Michele Ripamonti 29.07.10 08:31| 
 |
Rispondi al commento

VIDE O MAR PADANO QUANT'E' BELLO

Avete pensato ai di tempi di realizzazione?
Perché, pensate che costruiranno il ponte sullo stretto? Intanto hanno intascato l'anticipo.
Perché, pensate che costruiranno mediapolis? idem.
Costruire villaggi sottomarini non è facile il mondo subacqueo ha leggi sue proprie (vedi i pozzi petroliferi BP e cinesi) non ben conosciute dalla scienza; o si pensa a salvare l'ambiente diminuendo l'inquinamento e, così, le alluvioni sempre più ABBONDANTI ed estese e frequenti o si continuano a fare progetti virtuali che mai si realizzeranno.

sandro petrini 28.07.10 23:58| 
 |
Rispondi al commento

[ 28 luglio 2010 ] Energia

Villaggi di Jaitapur contro il nucleare indiano e i suoi risarcimenti. E 4 centrali nucleari non passano l'esame ambientale

LIVORNO. In molti pensano che nelle economie emergenti il nucleare abbia una comoda strada preferenziale, senza nessuna opposizione. Se questo vale forse per la Cina non accade certamente in India dove pure il governo ha fatto del nucleare civile-militare il gonfia-muscoli del suo orgoglio nazionalistico.

The Hindu racconta la vicenda degli abitanti dei villaggi intorno all'area Jaitapur, nella regione di Konkan, che hanno rifiutato il pacchetto di risarcimenti annunciato la scorsa settimana al Legislative Council dello Stato del Maharashtra il ministro dell'energia Ajit Pawar. In una recente conferenza stampa l'ong antinucleare locale, Madban Jaitapur Mithgavane Panchkroshi Sangharsh Samiti (Samiti), ha detto che nessuno sapeva quale dei tre membri del Consiglio legislativo aveva chiesto di portare i risarcimenti in discussione in Parlamento e di non essere mai stato contattato.

Gli abitanti del villaggio di Madban, interessato dagli espropri per quella che viene presentata come la più grande centrale nucleare del mondo, dicono che fino ad oggi pochi politici si sono occupati delle loro proteste e che nessuno dei villaggi interessati aveva chiesto un aumento dei risarcimenti per gli espropri delle loro terre. "E' fuorviante dire che il Council abbia chiesto pioù soldi allo Stato - ha detto un contadino a The Hindu - Non è questo il caso. Siamo totalmente contrari al progetto e non vogliamo soldi».

http://www.greenreport.it/_new//index.php?page=default&id=6033

manuela bellandi Commentatore certificato 28.07.10 22:48| 
 |
Rispondi al commento

Lo dico e lo ripeto anche per i leghisti di m.che navigano su questo blog.
Il celebroleso è tra i politici più ascoltati e seguiti al nord.L'ignoranza dilaga al nord (basta vedere chi viene votato), la leganord purtroppo dilaga al nord, MOLTO spesso le tre cose coincidono.Domandarsi cosa potrebbero fare di lavoro senza la politica i parlamentari leghisti no vero?
La verità e che la lega più degli altri partiti è scesa in politica per far soldi!http://www.repubblica.it/2006/a/sezioni/economia/banche35/fioraniaipm/fioraniaipm.html
Un esempio su tutti:Umberto Bossi da Cassago Magnago, provincia di Varese. Una vita da film. Ha fatto tre feste di laurea senza essersi mai laureato. Alla prima moglie racconta di essere un dottore, si finge medico dell’ospedale Del Ponte di Varese. La storia va avanti per mesi. Quando lei scopre che è tutto inventato chiede il divorzio. Qualche anno dopo l’Umberto porta anche la madre all’università di Pavia per la consacrazione ma non la fa assistere alla cerimonia: è la solita balla, lui ormai c’è abituato. All’Università per qualche anno c’era stato. Pochi esami, parecchi guai ma anche l’incontro che aveva cambiato la sua vita: quello con la politica.La Lega lombarda, i primi assessori comunali eletti in Veneto e Lombardia.Bossi cavalca Mani pulite e l’insoddisfazione del profondo Nord. Non sarà laureato ma è scaltro l’Umberto. Lavora sull’immaginario collettivo, capisce prima di tutti che l’immigrazione sposta una marea di voti che la gente ha una paura fottuta. Poi c’è il folklore: Pontida, miss Padania, la Lega che ce l’ha duro, Roma ladrona, i comizi in canottiera. La Prima repubblica crolla, nel Paese regna la confusione, il momento è propizio. Bossi alza il tiro. Annuncia la secessione, crea il Parlamento del Nord, progetta di avanzare “città per città con le baionette” è così via...
CARI LEGHISTI INVIDIA LA MIA? NO SOLTANTO NON VOGLIO ESSERE RAPPRESENTATO DA GENTE COME VOI. CHIARO ?

Pietro T. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 28.07.10 22:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Pochi individui, molti fatti.
Grazie davvero.

massimiliano rupalti 28.07.10 22:41| 
 |
Rispondi al commento

Avete chiesto ad altri consiglieri di opposizione se erano interessati a firmare con voi questa interrogazione? E' scandaloso che nessun altro l'abbia firmata! Siete grandi!!!

Michele Vioni (dr.viossy), Fabbrico (RE) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 28.07.10 22:36| 
 |
Rispondi al commento

Vogliamo vedere che nella Mediapolis centra il kaimano? Sono pronto a scommetterci.

Nik Kaos 28.07.10 22:22| 
 |
Rispondi al commento

TENETE DURO: SIETEL'ULTIMO BALUARDO. SIAMO CON VOI

massimiliano m., pitigliano Commentatore certificato 28.07.10 22:13| 
 |
Rispondi al commento

Grazie grazie ancora per le informazioni.
Ora non ci prendono più per il culo.

nik mik 28.07.10 21:29| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
MI APPELLO AI PIEMONTESI,CACCIATELI CON LA FORZA,A OGNI COSTO, A COSTO DEI MANGANELLI,CACCIATELI DALLE SERRE DI IVREA, CACCIATELI!!!!!!
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 28.07.10 20:36| 
 |
Rispondi al commento

il piemonte non ha bisogno di tutto questo.
già com'è ne ha abbastanza.

massimo pagante Commentatore certificato 28.07.10 20:22| 
 |
Rispondi al commento

sempre più orgoglioso di averli votati

Alessandro I. Commentatore certificato 28.07.10 20:09| 
 |
Rispondi al commento

Ho visto che non e' stato sottoscritto da nessun altro consigliere.
Lo schifo e' proprio bipartizan.

Daniele C., Genova Commentatore certificato 28.07.10 20:04| 
 |
Rispondi al commento

PIEMONTESI , OPPONETEVI CON TUTTE LE VOSTRE FORZE A QUESTO SCEMPIO E CACCIATE COI FORCONI QUESTI LAAAAADRIIIIIII !!!!!!!

mauro d. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 28.07.10 19:54| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 



Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori