Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Omsa: che gambe (levate)!


Omsa.jpg
Anche le gambe delle gemelle Kessler se ne vanno. Omsa chiude in Italia per andare in Serbia come la Fiat Auto. In Serbia conviene, possono pagare stipendi da fame e i nuovi stabilimenti, come nel caso Fiat, sono finanziati quasi interamente dalla UE, anche grazie alle tasse degli italiani.
"Chiuso a Faenza lo stabilimento Omsa. La proprietaria Golden Lady Company ne aprirà un altro in Serbia. Licenziamento di 350 dipendenti, molte donne. A dare notizia dell'accordo con il ministro dell'Economia serbo è la Filctem-Cgil. Il gruppo, che detiene i marchi Omsa, Golden Lady, Sisi', Philipe Matignon, Filodoro, ha 7.000 dipendenti, 9 stabilimenti in Italia, 4 in Usa, 2 in Serbia, che presto saranno 3." Mr SPOCK, VG

27 Lug 2010, 18:13 | Scrivi | Commenti (58) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

POi dicono al TG delle 13 su canale 5 che secondo l'istat quest anno è aumentata l' oCCUPAZIONE!!!

stavo per lanciare la TV dal terrazzo...
non tanto per me che sono informato tramite altri canali ma per tutte quelle persone come i miei genitori e le altre generazioni che ancora è istituzione ascoltare il TG ai Pasti!

Richard Christ, Macerata Commentatore certificato 30.07.10 14:20| 
 |
Rispondi al commento

BOICOTTAGGIO
BOICOTTAGGIO
BOICOTTAGGIO
BOICOTTAGGIO
BOICOTTAGGIO
BOICOTTAGGIO

Alessandro D., Genova Commentatore certificato 28.07.10 22:43| 
 |
Rispondi al commento

ma l'Europa a che serve se non interviene su queste aziende che migrano con la scusa della crisi,o della poca serietà dei sindacati o altre scuse banali??I prodotti che vengono fatti in questi paesi, dovevano essere supertassati,cosi'a quel punto,voglio vedere se la fiat sarebbe capace di vendere le macchine ai serbi ai polacchi o ai turchi ecc..ecc..

Miki c. 28.07.10 21:29| 
 |
Rispondi al commento

BEH, NON SI COMPRANO PIU' FIAT E NEMMENO CALZE OMSA!

ELEMENTARE RAGAZZI

patrizia l. Commentatore certificato 28.07.10 18:36| 
 |
Rispondi al commento

ringraziate i sindacati!

ivan grifa 28.07.10 17:43| 
 |
Rispondi al commento

adesso le calze e le automobili (tanto per cominciare) le devono vendere agli operai serbi.

con gli stipendi d'oro che gli danno, dovranno vendergli la 500 attuale al prezzo nudo e crudo della 500 di giacosa!

noi intanto dovremo cominciare a comprare solo merci prodotte effettivamente in italia. perchè non cominciamo con il pubblicizzarle?
imprenditori ancora piantati da noi, perchè non create un bel sito dell'autentico made in italy?

gaab rius Commentatore certificato 28.07.10 17:27| 
 |
Rispondi al commento

Cicchitto:"l'industria si è messa in moto"; come no,
poi ha messo la freccia ed è partita per la Jugoslavia.....

harry haller Commentatore certificato 28.07.10 16:37| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe, quando hai pubblicato il post di woodstock 5 stelle ci sono stati tantissimi commenti, tutti erano elettrizzati "vengo anch'io", "porto la famiglia", "vengono anche i miei bis bis bis cugini con il loro cane e il gatto".
tantissime proposte: "se non viene vasco, chiama pinco pallino", "senti i pink floyd che sono molto sensibili a queste problematiche",...
sull'onda di questo fervore, perchè non fai anche il post LAVORO - DIRITTI E DOVERI- A 5 STELLE:
il giorno tot, mese tot, organizziamo un sit-in ad oltranza nelle piazze tot. bisogna difendere chi il lavoro l'ha già perso, chi lo sta perdendo, e anche quelli che ora sono sicuri e tranquilli, perchè domani può succedere anche a loro. è tutta una ruota.
(comunque penso che questo fantomatico post non avrebbe certo il successo riscosso dal tuo woodstock). un saluto.

pila scarica 28.07.10 15:33| 
 |
Rispondi al commento

GRILLO APRI UN SITO/PAGINA CON L' ELENCO DEI MARCHI CHE HAN DELOCALIZZATO.. E INVITA A NON COMPRARE!!!

Nicola R. 28.07.10 14:53| 
 |
Rispondi al commento

grazie grazie governo grazie,e non ditemi populista.!

Marina C. Commentatore certificato 28.07.10 14:53| 
 |
Rispondi al commento

Boicottiamo gli acquisti di questi marchi che delocalizzano!

Rosaria C., Desio Commentatore certificato 28.07.10 13:31| 
 |
Rispondi al commento

Fiat - ha proseguito il manager - e' un'impresa internazionale che non ha mai chiesto soldi nessuno. Non chiederemo aiuti o incentivi.

Stiamo ancora aspettando di ricevere dallo Stato meta' dei rimborsi legati agli eco-incentivi che abbiamo finanziato noi direttamente ai clienti nel 2009".

non li chiede e glieli danno? come a scaiola?


http://finanza-mercati.ilsole24ore.com/azioni/analisi-e-news/tutte-le-news/news-radiocor/news-radiocor.php?trackThisPage=trackThisPage&PNAC=nRC_28.07.2010_12.12_141119&Profile=FinanzaMercatiUser&title=Fiat:%20Marchionne,%20chiediamo%20solo%20certezze,%20si%27%20o%20no&uuid=nRC_28.07.2010_12.12_141119&DocRulesView=Libero&type=borsa&channel=M24

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 28.07.10 12:24| 
 |
Rispondi al commento

e ora che si fa??? sempre meno lavoro la forbice tra ricchi e poveri sempre più aperta e noi donne con figli sempre più stressate, donne di tutta italia uniamoci contro questi uomini contro questa classe politica e questi dirigente!!!
paola

paola de pin 28.07.10 10:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

C'é da chiedersi perché sotto questo quì le imprese
scappano in Serbia !!!!!!!
E questi invece di pensare a creare lavoro.allungano
l'età pensionabile.
Imbecilli o figli di ........???????????????

basilio grabotti 28.07.10 09:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io avverto mia moglie: non comprare + filidoro/omsa/Golden Lady!!!

Patrick D. Commentatore certificato 28.07.10 09:05| 
 |
Rispondi al commento

La crisi e non crisi dipende da situazioni oggettive (terremoti calamità, naturali, esaurimento di materie prime ecc.) ma dalla volonta di "qualcuno" che per intressi di parte ha da far credere a tutti che c'è crisi o non crisi secondo le convenienze di quel "qualcuno" ( i comunisti dierebbero convenienze di classe).

Il sistema capitalista moderno ha diviso il mondo almeno in 2 gruppi, il primo privilegiato e l'altro da sfruttare?

NO....in realtà ci sono piu 2 due sitazioni ma anche delle situazioni INTERMEDIE come appunto la Serbia ed è chiaro che le grandi multinazionali vogliono guadagnare delocalizzando la produzione nella parte INTERMEDIA perchè sanno benissimo che il mondo privilegiato è SATURO e non puo comprare più di così e che il mondo sottosvilutppato è talmente messo male (tenuto così di propsito per sfruttarne le materie prime) che non puo essere consumatore.

Ecco perchè le multinazionali delocalizzano in luoghi INTERMEDI così da aumentare i profitti giocando sul minor costo della manodopera e giocando sui potenziali acquirenti che nasceranno in queste zone intermedie.

La mossa successiva vedrete che sarà quella di portare la Serbia dentro la UE così come hanno fatto con la Romania e la Bulgaria ma non prima di aver trovato un altro posto dove delocalizzare nuovamente.

Il problema per il cittadino normale è che ora in Italia è pieno di romeni ex "morti di fame" che girano con auto di grossa cilindrata ( non si capisce come possano comprarle ) e non vorrei che un domani la fiat avrà guadagnato ma le spese per coprire i macchinoni dei romeni andranno sul contribuente italiano come sta accadendo con il disastro fatto dalla Grecia ........e poi i maccinoni dei bulgari? e finalmente fra 10 anni quelli dei serbi!!!!!!!!

E così via perchè questo non è neppure capitalismo vero e proprio ma un capitalismo taroccato dove chi tiene il banco BARA.

bruno b 28.07.10 08:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tanto per cominciare chiediamoci quanto i Serbi siano schiavi quando prendono 400 € (fonte operaia Omsa intervista TG3)che è più di certi precari italiani senza considerare il costo della vita (come minimo 1/5 che da noi) solo c'è da chiedersi come dovremmo comportarci coi serbi che vengono da noi a cercare un lavoro perchè dicono loro là non c'è. Avete mai considerato quei paesi dell' est che con i contributi europei (soldi nostri)creavano condizioni vantaggiose per le imprese che dall' Italia delocalizzavano?

Nerio Cappelli 28.07.10 00:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

unirci tutti insieme e comprare lo stabilimento?Per produrre un made in italy vero. Usare i TFR che anno in mano i sindacati o unirsi in coperative per raccogliere i fondi e coi guadagni dell' azienda rivalutare i risparmi investiti(tanto in banca non si prende niente)oppure investirli in altre aziende meritevoli che soffrono di imprenditori fugaci.una autogestione popolare che cambi i valori di commercio ed acquisto. secondo voi sogno impossibile o realizzabile?

marco.pistoni 27.07.10 23:37| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

GLI SCHIAVI SERBI: IL NOSTRO BOTTINO DI GUERRA

IN RICORDO DEL GRANDE CAMPIONE BOB FISHER, IL
DISUBBIDIENTE CHE SPUTO' SULL'IMPERO

Eh no! Ora ci si vuole negare la spartizione del bottino della guerra in Jugoslavia? Chi è morto e sta morendo di uranio impoverito? Chi è morto per la funivia caduta per l'esercitazione dell'aereo NATO per la guerra dei balcani? L'Italia si è guadagnata la sua parte di bottino!

Gli USA non attaccano mai una popolazione senza almeno un alleato e l'Italia è la loro fedelissima.
Quello che non fece una Nazione intera fece un solo uomo: Bob Fisher. Egli senza mezza termini si disgustò della vigliaccheria del suo paese contro una popolazione centinaia di volte più piccola e ancor più meno potente ma ostica nel rendergli sudditanza. Bob Fisher organizzò proprio in quel piccolo paese la replica della più spettacolare sfida mondiale del secolo e per questo non esitò a scatarrare sulla lettera di diffida del governo USA a procedere. Bob Fisher fu in seguito a questo "dannato" dall'impero vigliacco che lo fece perseguitare ovunque andasse o passasse per i suoi paesi sudditi. Ricordiamo con stima e simpatia il compianto campione mondiale di scacchi il cui suo sputo inondò l'impero di vergogna.

sandro petrini 27.07.10 23:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MENTRE I POLITICI SE LE DANNO DI SANTA RAGIONE, IO QUI A SOFFRIRE PER LE LUNGAGGINI DELLA MALAGIUSTIZIA.
CERCO CON URGENZA UN MAGISTRATO PER UN CONSIGLIO, RINGRAZIO IN ANTICIPO CHI MI RISPONDERA'
SCRIVERE A: driversky@libero.it
GRAZIE

claudio rossi 27.07.10 23:19| 
 |
Rispondi al commento

Lo dico e lo ripeto anche per i leghisti di m.che navigano su questo blog.
Il celebroleso è tra i politici più ascoltati e seguiti al nord.L'ignoranza dilaga al nord (basta vedere chi viene votato), la leganord purtroppo dilaga al nord, MOLTO spesso le tre cose coincidono.Domandarsi cosa potrebbero fare di lavoro senza la politica i parlamentari leghisti no vero?
La verità e che la lega più degli altri partiti è scesa in politica per far soldi!http://www.repubblica.it/2006/a/sezioni/economia/banche35/fioraniaipm/fioraniaipm.html
Un esempio su tutti:Umberto Bossi da Cassago Magnago, provincia di Varese. Una vita da film. Ha fatto tre feste di laurea senza essersi mai laureato. Alla prima moglie racconta di essere un dottore, si finge medico dell’ospedale Del Ponte di Varese. La storia va avanti per mesi. Quando lei scopre che è tutto inventato chiede il divorzio. Qualche anno dopo l’Umberto porta anche la madre all’università di Pavia per la consacrazione ma non la fa assistere alla cerimonia: è la solita balla, lui ormai c’è abituato. All’Università per qualche anno c’era stato. Pochi esami, parecchi guai ma anche l’incontro che aveva cambiato la sua vita: quello con la politica.La Lega lombarda, i primi assessori comunali eletti in Veneto e Lombardia.Bossi cavalca Mani pulite e l’insoddisfazione del profondo Nord. Non sarà laureato ma è scaltro l’Umberto. Lavora sull’immaginario collettivo, capisce prima di tutti che l’immigrazione sposta una marea di voti che la gente ha una paura fottuta. Poi c’è il folklore: Pontida, miss Padania, la Lega che ce l’ha duro, Roma ladrona, i comizi in canottiera. La Prima repubblica crolla, nel Paese regna la confusione, il momento è propizio. Bossi alza il tiro. Annuncia la secessione, crea il Parlamento del Nord, progetta di avanzare “città per città con le baionette” è così via...
CARI LEGHISTI INVIDIA LA MIA? NO SOLTANTO NON VOGLIO ESSERE RAPPRESENTATO DA GENTE COME VOI !

Pietro T. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 27.07.10 23:05| 
 |
Rispondi al commento

fiat, omsa, bialetti.... ricordiamoci questi marchi al momento degli acquisti

l antidemagogo Commentatore certificato 27.07.10 22:34| 
 |
Rispondi al commento

Bisognerebbe ribellarsi e scendere in piazza, ma non con le parole... Io erano anni che non comperavo Fiat e poi un giorno ho deciso di comperre italiano ed ho preso una Panda... per poi scoprire "di fabbricazione estera" Made in Polonia, altro che "io viaggio italiano". Tornerò a comperare auto tedesche.

Umberto Dazzi 27.07.10 22:07| 
 |
Rispondi al commento

Basterebbe che quelle 350 persone, licenziate occupino il loro stabilimento, non lascino uscire i macchinari e inizino a produrre per un nuovo loro marchio, io le comprerei quelle calze voi no.
Basterebbe una semplice leggina che vieti agli imprenditori di portare all'estero la fabbrica intesa come struttura fisica, la fabbrica deve essere lasciata agli operai!!!
Che se ne vadano pure all'estero se vogliono, ma le fabbriche le devono lasciare qui.
Non c'è bisogno di quel tipo di imprenditori per produrre, c'è bisogno di volontà!
Non è una questione di tasse se vanno all'estero, perché quelle aziende sono aziende in utile, non sull'orlo del fallimento, vanno all'estero perché vogliono più utile e vogliono degli schiavi e non degli esseri umani.
Non avete ancora capito, questa concezione del potere è basata sullo schiavismo, tutto dalla televisione ai giornali al lavoro alle bollette ecc... sono tutte mosse per farci diventare sempre più schiavi.
Così come accadde alcune migliaia di anni fa agli ebrei, leggetevi la genesi, cosa fecero gli egiziani per calmare gli ebrei gli raddoppiarono l'orario di lavoro.
Abbiamo bisogno anche noi di un nuovo Mosè
W Beppe Grillo il Nostro Mosè !!!!!!!


Non preoccupatevi...quando si saranno sciacquate dai coglioni tutte le aziende italiane e i dipendenti prenderanno 400 euro al mese....Ci sarà la delocalizzazione al contrario e tutte le aziende torneranno(Fiat compresa).
Noi saremo qui per aspettarli e offrire loro dei begli incentivi!

gianni f. Commentatore certificato 27.07.10 21:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

vorra' dire che potranno fregiarsi del prestigioso marchio: made in serbia

complimenti

giuseppe torquemada, bolzano Commentatore certificato 27.07.10 21:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Presto l'unica produzione MADE IN ITALY saranno le stronzate del nostro primo ministro e del baraccone mediatico che si porta dietro.
Potremo vantarci con gli altri paesi che rimarranno indietro in questo settore.
Vai con la ripresa!(per il culo...).
:(

gianni f. Commentatore certificato 27.07.10 21:30| 
 |
Rispondi al commento

MI CHIEDO SE C'E' QUALCHE IMPRENDITORE O IMPRENDITRICE LAVORATORE E NON AVIDO DI SOLDI CHE SUBENTRA NELLA FABBRICA ITALIANA .... MI CHIEDO SE NON CI SIANO MAI ALTRE STRADE ALTERNATIVE ALLA CHIUSURA...

Paola F. Commentatore certificato 27.07.10 21:01| 
 |
Rispondi al commento

BOICOTTIAMO I PRODOTTI OMSA, NON COMPRIAMOLI PIU'.

angelo fragomeni 27.07.10 20:31| 
 |
Rispondi al commento

Forse è arrivato il momento di comprare consapevolmente ed a un giusto prezzo. Ad ogni centesimo in meno pagato corrispondono guadagni altissimi per pseudo imprenditori (un tempo si chiamavano negrieri)e diritti, condizioni di lavoro e stipendi che fino a qualche tempo fa erano inaccettabili (che meraviglia la globalizzazione). Come mai al Re Magio Marchionne non è ancora stato tolto il passaporto e dati gli arresti domiciliari per procurato allarme sociale? Come mai non gli è stato ancora presentato il conto degli aiuti ricevuti in decenni? E il Governo (????) e i sindacati (????) dove sono? Ma in quale paese sto vivendo??? Ma che paese sta diventando???

Andrea Paolucci, Pontedera Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 27.07.10 20:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quando butteremo a mare questo sistema marcio di Capitalismo selvaggio,solo allora potremo parlare,discutere dell'uomo,e dei suoi diritti fondamentali.
http://www.youtube.com/watch?v=fG5HWd5nkFQ&feature=related
Ciao a tutti.

Amico Anonimo 27.07.10 19:28| 
 |
Rispondi al commento

LE GUERRE? FATELE FRA DI VOI... guarda il video
http://www.youtube.com/watch?v=d9EPisD3AwI

LE SUPPOSTE IDEOLOGICHE... guarda il video
http://www.youtube.com/watch?v=YUncPdjILFc

I FIGLI SONO DELLE DONNE... guarda il video
http://www.youtube.com/watch?v=FTulppNWgT0

LA STUPIDITA' DEL MASCHIO...guarda il video
http://www.youtube.com/watch?v=EvAE5BboUpQ

movimento politico PARTITO DELLE DONNE Commentatore certificato 27.07.10 19:11| 
 |
Rispondi al commento

Boicottare i prodotti serve solo ad accelerare la chusura degli altri 8 stabilimenti italiani.

Chi va colpito semmai è chi stabilisce le regole che permettono e favoriscono il gioco al ribasso sulla pelle dei lavoratori.

Comunque ricordo a tutti che in passato l'Italia ha pesantemente incentivato l'insediamento di aziende straniere sul nostro territorio. Qualcuno allora si è forse preoccupato da dove venivano tolti i posti di lavoro portati in Italia? Non mi pare...

Cristina M., Leifers Commentatore certificato 27.07.10 19:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi dispiace ma qui siamo troppo idealisti. Il problema e' la totale assenza di tutela, di pensioni, etc etc ai lavoratori in paesi come la Serbia, Vietnam etc etc, - da cui gli stipendi da fame o competitivi, come preferite chiamarli - non che le aziende possano spostare le proprie sedi. E' naive pensare di chiudere la barriere del libero lavoro e della libera impresa. Anche perche' se non ci va la fiat a produrre in Serbia, ci vanno i suoi concorrenti, e il risultato - il fallimento o la chiusura degli stabilimenti - comunque non cambia.

Marc Sarzi, Oxford Commentatore certificato 27.07.10 18:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CIAO BEPPE
NE AVEVO GIA' SENTITO PARLARE,ANDANDO IN VACANZA,INVITO TUTTE LE DONNE ITALIANE A NON ACQUISTARE PIU' I LORO PRODOTTI (OMSA,FILO D'ORO,GOLDEN LADY) ETC E NON ACQUISTARE PIU' MACCHINE FIAT MADE IN SERBIA
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 27.07.10 18:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

non compriamo più i loro prodotti.

Paolo R., Padova Commentatore certificato 27.07.10 18:33| 
 |
Rispondi al commento

Boicottiamoli, non compriamo piu' le loro calze!!!! avevo lanciato questa iniziativa dal mio blog, ora la ribadisco con forza!


Non c'è molto da commentare....... Mi viene sempre più lo schifo giorno dopo giorno.......

t. Giuseppe 27.07.10 18:28| 
 |
Rispondi al commento

Dall' Italia le imprese che possono se ne vanno perché sono stufe di pagare alti stipendi a causa delle alte tasse dovute alle varie P2 P3 mafia berluscones .....

Carlo Carli - Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 27.07.10 18:27| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori