Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Pecunia non olet, i partiti invece puzzano


finanziamenti_elettorali.jpg
Un referendum del '93 ha cancellato i finanziamenti elettorali. I partiti hanno trasformato i finanziamenti in contributi e i contributi in una valanga di soldi. Tre miliardi dal 1994 e UN MILIARDO DI EURO (post: Partiti a fine di lucro) nella legislatura corrente, che include anche la quota restante della legislatura 2006/2008 interrotta. Nessun partito si oppone a questo autentico scippo. Pecunia non olet, i partiti invece si!
"MA QUANTO CI COSTANO I PARTITI E COSA FANNO PER NOI. Tre miliardi di euro. Una cifra stratosferica, equivalente a quasi seimila miliardi delle vecchie lire. Sono i soldi pubblici che i partiti italiani hanno incassato in sedici anni: il tesoro nascosto della Seconda Repubblica. Una cascata di denaro prelevato dalle tasche dei cittadini e trasferito nei forzieri che sostengono la macchina politica del nostro paese. E stiamo parlando soltanto dei fondi elargiti dallo Stato a partire dal fatidico 1994, anno di svolta dopo la tempesta di Tangentopoli, segnato dall'introduzione del sistema maggioritario." mario l., bari
Ps: il MoVimento 5 Stelle ha rifiutato il contributo elettorale per le elezioni regionali di 1.700..000 euro.

24 Lug 2010, 21:26 | Scrivi | Commenti (16) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Come in tutte le vicende,non bisogna ignorare gli avversari,basta semplicemente, BATTERLI!Questo, in parte, è già avvenuto.Ecco spiegato, gli attacchi sul blog.I grandi comunicatori mediatici,non sono etici,perchè deformano le realtà a seconda della propria convenienza, che in due parole è:finanziamenti per loro.La paura di perdere denaro e quindi potere,li fa uscire allo scoperto, con critiche al M5S, che sarebbero state coerenti con i vecchi partiti!Invece,quello che avrebbero dovuto,gridare contro il vecchio sistema politico,lo gridano al M5S.Dicono che non c'è governo,NON c'è MAI STATO.Non so perchè, tante persone si fanno prendere in giro.Mah? Speriamo si sveglino!Un caro saluto agli onesti! Paolo buon.

paolo r., Pontestura (Al) Commentatore certificato 24.03.13 14:12| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe.
L'altro ieri, passeggiando per Via Cornigliano (GE), respirando "ossigeno" a pieni polmoni e pensando all'ennesima presa x il c..o sul taglio ai costi della politica previsti dalla nuova riforma apena approvata, mi è venuto in mente un sistema (non so se già esistente) per definire in maniere SEMPLICE e CHIARA lo stipendio che dovrebbero percepire i nostri dipendenti parlamentari. Tenendo a precisare che il ruolo di politico a tutti i livelli, oltre ad essere un pregio ed un onore per chi lo svolge, è anche un ruolo di estrema responsabilità (quest'ultima poco riconosciuta in queso paese) ritengo che la giusta retribuzione debba essere calcolata in proporzione a quello che MEDIAMENTE percepisce il il cittadino. Se venisse calcolato lo stipendio medio italiano (sulla base delle buste paga di TUTTI i dipendenti e delle dichiarazione dei redditi di tutti i liberi professionisti TUTTI)lo stipendio di un politico parlamentare dovrebbe, secondo me, essere 4-5-6 volte tale media (più che onorevole direi!!!). Il paese va male? il politico prende meno. Va bene? prende di più. Tale valore non dovrà mai essere modificato. Ci sarebbe tutto il vantaggio da parte della politica a fare la vera guerra all'evasione fiscale(che non fa certo l'operaio anche perchè non può, ma bensì il libero professionista / impresaio).Il politico dovrà avere obbligatoriamente la residenza nella città dove "lavora" (se vive in un'altra città c...i suoi, si paga il treno od altro a sue spese!). Niente gettoni presenze (ma presenza di cosa? deve lavorare e quindi essere presente!). Grazie. Stefano Di terlizzi

stefano Di Terlizzi, Genova Commentatore certificato 30.07.10 15:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi risulta che questa modifica di legge, fu voluta dal primo ministro d'alema, nel 1999...furono cambiate 2 parole da finazniamento pubblico a rimborso elettorale.
Questo è il centro-sinistra,inoltre-se ricordo bene-fu introdotta anche la possibilità, di ottenere il Rimborso Completo, anche nel caso in cui, la legislatura non si fosse conclusa....
Quindi il compagneros Baffino & SONS c'ha fatto un bel regalo.....il bello è che c'è gente che continua a credere nei partiti.....alla dx alla sx al centro....più ci "trapanano" e più siamo felici......624.000 auto blu....

roby f., Livorno Commentatore certificato 26.07.10 08:37| 
 |
Rispondi al commento

Più cassa di RISONANZA per queste notizie.

W il GRILLOMOVIMENTO.

il fatto (quotidiano), Roma Commentatore certificato 25.07.10 13:08| 
 |
Rispondi al commento

=========le chiacchiere del CAPOCCIONE============

Da parte sua il portavoce del Pdl Daniele Capezzone invita ''chiunque a farsi un giro con me in strada o in autobus. Gli elettori del Pdl, e non solo loro, sono stanchi delle polemiche 'alla Granata', dello stillicidio di differenziazioni, di un continuo gioco a sparare contro il proprio governo, il proprio partito, la propria maggioranza". E sottolinea: ''Sarebbe bene che l'onorevole Granata e i suoi pochi amici e sodali riflettessero su questo punto. E' venuto il tempo di far calare il sipario su questa non esaltante commedia".

A Capezzone risponde il finiano Carmelo Briguglio, vicepresidente dei deputati del Pdl: "C'è chi vorrebbe addirittura portare alla sbarra Fabio Granata , persona perbene che spero ancora sia titolo di merito per militare nel Pdl. I probiviri (ci sono?), prima di un improbabile processo a Granata dovrebbero allestire un maxi-processo a quei pezzi di classe dirigente screditata perche' protagonista di grave malcostume e che trasferisce il suo discredito al Pdl, facendo perdere consenso e fiducia al governo, come ci dicono tutti i sondaggisti".
Capezzone altro non è che un disco rotto,un registratore mal funzionante che DEVE per forza,e questa la dice lunga, difendere un partito che è una falla paurosa.
Il consenso e la fiducia potete sola averla comprando voti ricattando i candidati inciuciando a dx come a sinistra.
Ben vengano i probiviri per Granata avremo l'ennesima conferma di quali qualità ce bisogno per far parte del partito dell'amore ed il curriculum da presentare al vostro capo!

Corrompete i giudici e adesso volete convocare i PROBIVIRI?!
Si partoriscono leggi ad personam per salvare il vostro leader dai processi e volete convocare i probiviri?!
Capezoooo ritirati farai più bella figura!

mario l., bari Commentatore certificato 25.07.10 10:20| 
 |
Rispondi al commento

Ho tolto la mia iscrizione al blog di dipietro anche per questo motivo. Ne ho abbastanza di politici che "predicano bene e razzolano male",principio ipocrita diffusissimo nella cd sinistra da sempre e, soggiungo, una delle cause del suo affondamento.
--------------------------
Inoltre,pieamente daccordo col reiterato post di Marco Calì : imporre la volontà della maggioranza dei voti validi non può chiamarsi democrazia,ma dittatura oligarchica.

gianni fiorani, Brescia Commentatore certificato 25.07.10 09:36| 
 |
Rispondi al commento

Tensioni Pdl, Lupi attacca Granata:
o lasci o ti presenti ai probiviri

Botta e risposta tra il berlusconiano e il finiano: «Chi parla contro il partito si presenti agli organi di controllo»; «Ci vado, ma con me devono venirci anche Cosentino e Verdini».

lupi lupi attento che la granata può esploderti trà le palle....sè ci sono.

mario l., bari Commentatore certificato 25.07.10 09:00| 
 |
Rispondi al commento

rifiutare 1.700.000 euro e lasciarli a chi li ha già mangiati, per me è stato un errore. io li avrei presi e distribuiti in una seduta pubblica, a quelle famiglie i cui mariti hanno perso il lavoro.

giovanni leonardi 25.07.10 07:48| 
 |
Rispondi al commento

Non posso che ripostare il commento che più mi é piaciuto negli ultimi mesi. Beppe lo hai letto? Se facciamo passare sta legge non ci saranno più problemi!!!!!!!!!!!!!!!!!!!


Caro Beppe, riposto sempre lo stesso commento. Repetita Iuvant.

Dalle ulime tornate elettorali il risultato é stato che circa un 52% ha votato centro destra e un 48% ha votato centro sinistra.


Ma il fatto più importante é che c'é stato un astensionismo di circa un 35%.

Su 100 persone, aventi diritto al voto, quindi 35 non hanno votato.
I risultati delle campagne elettorali si basano quindi sul voto del 65% delle persone che hanno diritto al voto.

Tenendo conto di chi non ha votato, i risultati sono appunto:
35% nessun partito.
33,80% centro destra.
31,20% centro sinistra.

Vuol dire che la maggioranza degli italiani fa parte del partito del "non voto" e non si rappresenta né con il centrodestra né con il centro sinistra.

Una legge, per essere approvata, dovrebbe avere più del 50% del consenso.
Se si tenesse conto dei non votanti non passerebbe nessuna legge. Il "non voto" dovrebbe contare, eccome se dovrebbe contare.

Solo che chi la pensa diversamente non può esprimersi. Con il 30% circa dei voti quindi uno schieramento si trova a governare, questa é la realtà.

A mio avviso questo é antidemocratico. In parlamento dovrebbero esserci su 100 sedie: 34 al centro destra, 31 al centro sinistra e 35 vuote.
Se il "non voto" fosse considerato voto a tutti gli effetti nessuna legge passerebbe.

Il vantaggio sarebbe, però, quello di dare voce a tante persone che hanno tante idee che invece in questo momento non hanno nessuna possibiltà di dire la loro.
O mangi sta minestra o salti dalla finestra....

Marco Calì

www.sapienza-finanziaria.com/

Leopoldo Leopo Commentatore certificato 25.07.10 00:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Essere coerenti si, ma essere miopi no. Secondo me, quel milione e 700.000 euro andava preso e donato a mani con tanto di fotografi al Sindaco dell'aquila che nessuno più di lui in questo momento ne ha bisogno. Un successone!

g.n. 24.07.10 23:56| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
I PARTITI VOGLIONO LA NOSTRA MORTE E VOGLIONO CHE NON CAMBI NULLA,FACCIAMO IN MODO CHE CAMBINO LE COSE
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 24.07.10 23:39| 
 |
Rispondi al commento

la nostra rovina:

i partiti e la politica scellerata!!!!

mario l., bari Commentatore certificato 24.07.10 23:09| 
 |
Rispondi al commento

ma porca paletta!

1.700.000 euro rifiutati?

sai quanti Woodstock ci uscivano, pagati anche dai leghisti, pidiellisti, pidimenoellisti. casinisti e mastellisti?

ma porca paletta!




Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori