Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Sauna gratis in metropolitana


Tokyo_metropolitana.jpg
Per la prima volta sugli altopiani del Trentino in casa si scioglie il cioccolato. A Roma, nella linea B della metropolitana, si sciolgono invece i viaggiatori, rosolati alla temperatura di 50 gradi. All'uscita i sopravvissuti (i più deboli non ce la fanno) sono snelli, asciutti come delle acciughe, pronti per il lavoro. Alemanno sta pensando a una sovrattassa per la sauna in metropolitana con una pesa all'uscita. Ogni etto in meno, venti euro (gratis per i dipendenti comunali). Nei primi dieci giorni di luglio la temperatura massima in Italia è stata superiore di 1,3 gradi rispetto alla media degli ultimi trent'anni. Un ghiacciaio si è staccato dai fondali marini in Alaska e galleggia sull'Oceano Pacifico. Nelle città sono in costruzione sempre nuovi parcheggi e i prati vengono cementificati con fede immutata nel PIL. Nel frattempo una lamiera rovente in movimento occupa le nostre autostrade. Per fortuna in macchina abbiamo l'aria condizionata!

17 Lug 2010, 18:55 | Scrivi | Commenti (39) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

"Leggo solo oggi giovedì 6 giugno 2013 il commento di franco f. del
17/07/2010 , dove mi definisce "responsabile della sauna nella
metropolitana" e vuole "prendermi a calci in culo".
Bene , anche se è passato un po di tempo, al sig. franco f.voglio solo dire
due semplici cose :
1)non sono mai stato il responsabile della metropolitana e quindi tanto
meno della sauna ivi praticata , della quale è certamente ed esclusivamente
responsabile il direttore di esercizio di atac.
2)in data 31/07/2010 e cioè appena tredici giorni dopo questo commento , il
sottoscritto ha cessato il proprio rapporto di lavoro con l'amministrazione
capitolina con vera gioia e dal 1 agosto del 2010 è un felice pensionato.
Infine per la precisione il sig. franco f. non so proprio dove ha trovato
quei compensi o almeno il mio compenso; forse dall'Espresso che tempo fa
ebbe a scrivere la stessa cosa.
Bene come ho già avuto modo di rispondere a quella testata giornalistica
,ribadisco anche al sig. franco f. che il mio stipendio lordo annuo
pubblicato su internet era di euro 112.000,00 , quindi nei miei due
disgraziati anni di direttore di Alemanno ho percepito esclusivamente
224.000,00 euro lordi e non certo 396.000,00 , in pratica 4.000 euro netti
al mese per 13 mensilità.

Tanti saluti al sig.franco f. e sempre a disposizione ... a dare con lui
calci in culo ai veri ladri , malfattori e disonesti.

Alessandro D'Armini
Ingegnere dei Trasporti

ALESSANDRO D'ARMINI Commentatore certificato 06.06.13 19:57| 
 |
Rispondi al commento

Giorni fa ho scritto a METRO/ATAC.IT per reclamare della situazione della metro B a roma. Se non lo avete fatto ancora FATELO!!SCRIVETE E LAMENTATEVI!!!! più siamo a scrivere e meglio è. Vi allego la loro risposta.
Continuo però a sollecitarvi di farlo anche voi:

Egregio signor ------

rispondiamo alla Sua comunicazione, con la quale segnala il problema della climatizzazione all'interno dei treni della metropolitana linea B.

Siamo lieti di informarLa che sono in corso una serie di attività volte al miglioramento del confort dei treni della linea B.
Come primo intervento stiamo procedendo al recupero del decoro all'interno dei mezzi mediante la pulizia e la verniciatura di tutti i rivestimenti interni.
Inoltre è prevista l'introduzione degli impianti di condizionamento nel comparto passeggeri e l'inserimento di 8 nuovi treni climatizzati.

Cordiali saluti


ATAC Spa
Direzione Mercato
Gestione Reclami

carlo ede rossi 26.07.10 23:02| 
 |
Rispondi al commento

Ciao A Tutti,

faccio la proposta ai Politici del momento,
sia quelli nazionali che i tanti parassiti locali,
di andare a lavoro a Roma in metro B .tutte le mattine come facciamo noi.

I biglietti li offriamo volentieri.

Comincerei con MR. B, ed il caro sindaco..

Ciao e buon viaggio in metro Sindaco .

Leonardo

leonardo 20.07.10 10:09| 
 |
Rispondi al commento

anche l'anno scorso era così, e anche l'anno prima, anche in inverno quando entri nella metro B un odore di stalla ti accompagna finchè il tuo naso, sempre che ancora funzioni, non si assuefà alla fetenzia e non ci fai più caso, fino alla prossima risalita...
fortunatamente è una linea veloce quindi se non si devono fare più di 3-4 fermate il pericolo di svenimento non sussiste ma un periodo che la prendevo da tiburtina a colosseo ho rischiato l'attacco di panico, e per andare al lavoro!
e pensare che ci sono anche dei treni nuovi, ma sono talmente pochi che la fortuna che te ne capita uno é come un terno al lotto...
domani rinizio a prendere la metro B dopo qualche giorno di assenza, visto che me lo avete ricordato credo proprio che farò un percorso alternativo (trenino + metro A) perchè solo al pensiero mi prende un attacco di panico adesso per domani...

spero che questo thread serva davvero a qualcosa...

ciao,
simona a.

simona a. 19.07.10 16:51| 
 |
Rispondi al commento

A Milano non va molto meglio. Contando poi che l'Azienda dei Trasporti ha fatto partire l'orario estivo da luglio... Ma di gente in ferie ce n'è veramente poca. Quindi non solo sauna gratis, ma anche abbracci di sconosciuti

marco_ask 19.07.10 10:14| 
 |
Rispondi al commento

Io leggo i commenti di queste persone, Dalla New Zealand mi sono trasferito nelle Filippine/ Dintorni Manila.' be' vi dico che qui 40 celsius sono una normalita' dimenticavo gli 70/80 di umidita....ma in cambio non abbiamo metropolitane
Ma ora tra un Tifone e un'altro stiamo piu' freschi....Ciao a tutti

Gerhard Forti, Alitagtag/Batangas Commentatore certificato 19.07.10 05:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Credo che la periferia di Roma sia stata studiata per eliminare quante più persone possibile.Viverci con quasi 40 gradi non si può.Asfalto bollente,perchè i parchi sono solo in centro il resto della città è una fossa di calore.Uscendo di casa ogni mattina maledico Alemanno perchè non è piacevole camminare o trasportare pesi su marciapiedi inesistenti e pieni di buche e dopo che a 40 gradi stai per svenire, salire su un pullman pieno,strapieno perchè giustamente in estate diminuiscono le corse(per permettere alle persone di abbronzarsi al caldo rovente,ovvio)non un filo di aria condizionata,per di più i bus a Roma sembrano guidati da Schumacher...e anche qui le buche la fanno da padrone.Arrivi alla metro stravolto...e trovi pure lì 50 gradi.In estate Roma è da temere.Vergogna!

Giusy P. 18.07.10 23:06| 
 |
Rispondi al commento

Padova. Quaranta gradi nella cella:
detenuto muore di caldo al Due Palazzi
Il medico legale: decesso per cause naturali. L'assessore:
il prossimo anno regaleremo 200 ventilatori ai nostri anziani

di Marco Aldighieri

PADOVA (18 luglio) - Il caldo torrido, anche ieri, non ha lasciato scampo. Trentaquattro gradi accompagnati da un tasso di umidità del 40 per cento, hanno creato una sensazione termica vicino ai 40 gradi. Una temperatura eccessiva, forse causa anche di una morte in carcere come segnala la Cgil, che denuncia come in una cella si arriva a 40 gradi reali. Il sindacato in una nota sottolinea come l’afa di questi giorni peggiori di molto la situazione nelle carceri, rendendola insopportabile e ingestibile.

Il deceduto è un trentanovenne marocchino. É stato trovato morto dal suo compagno di cella al Due Palazzi. Una morte naturale ha detto il medico legale che si è recato al Due Palazzi assieme agli uomini della polizia scientifica e agli investigatori della squadra mobile. S.T., ex tossicodipendente, era in carcere per droga e avrebbe finito di scontare la pena nel 2014...

continua:

http://www.ilgazzettino.it/articolo.php?id=111103&sez=NORDEST

manuela bellandi Commentatore certificato 18.07.10 14:28| 
 |
Rispondi al commento

Questo è il fatto, questa la notizia, ci avviamo verso il baratro in (o quasi) incoscienza o peggio nella convinzione che questo è il migliore dei mondi possibili. Bene questo mondo, questo modello 200 anni fa neppure esisteva, prima della rivoluzione industriale non esisteva ne capitalismo, ne finanza, ne inquinamento di massa. Certo c'era schiavitù servi della gleba, nobiltà parassitaria e così via ma questo modello di sviluppo non esisteva. Tanto a sinistra quanto a destra non hanno mai messo in dubbio le basi dell’attuale sistema, a sinistra si pensava ad una dittatura del proletario che avrebbe portato ad un paradiso in terra; in pratica si sostituì i padroni con i burocrati, le società private con quelle statali, etc. peggiorando lo stato dei proletari, che comunque esistevano anche ad est, Stakanov chi pensate fosse?, in quanto vivevano sotto dittatura. In occidente si veniva invece lobotomizzato dal società consumismo. Qui basta Pasolini: 40 anni una spietata e lucida analisi di ciò che siamo - Sabaudia e la società dei consumi -, li c'è tutto da tangentopoli, al GF, dal calcio, a Berlusconi, tutto!
Mi rammarica in questo buio di fine secolo non veder nascere nuovi movimenti (che ne dica il buon Grillo che ce la mette tutta), la Beat generation nacque da un gruppo di intellettuali che si contavano su le due mani di un monco, l’illuminismo non erano poi tanti di più . Ma le loro ide cambiarono radicalmente l'economia la politica e il sentire delle persone, poi ci furono reazioni e controriforme (in prima fila il clero) ma questo è un altro discorso. Oggi questo movimento non lo vedo, i no global fin troppo naif (no logo e una buona lettura ma se quella è la summa siamo messi male) come i movimenti ambientalisti decisamente sconclusionati, come quelli economici, il microcredito è senza dubbio un primo passo, ma poi?, ma su tutto manca un collante filosofico un comune sentire una matrice intellettuale; troppo Grillo, con tutto il rispetto, poco Rousseau.

matteo de blosi Commentatore certificato 18.07.10 11:50| 
 |
Rispondi al commento

Non solo il caldo soffocante nella linea B,ma sporcizia e degrado,senza parlare di come sono ridotte esternamente le vetture...una vergogna per una città come Roma..ma nessun sindaco si è mai preoccupato del problema. Io quando vengono i miei amici stranieri sento i loro commenti e mi viene un senso di rivolta...vorrei una città pulita,ordinata,rispettosa delle regole..ma come si fà se ci dirige sono i primi ad infrangerle?

Maurizio Geremia 18.07.10 11:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questo è il fatto, questa la notizia, ci avviamo verso il baratro in piena (o quasi) incoscienza o peggio nella convinzione che questo è il migliore dei mondi possibili. Bene questo mondo, questo modello 200 anni fa neppure esisteva, prima della rivoluzione industriale non esisteva ne capitalismo, ne finanza, ne inquinamento di massa. Certo c'era schiavitù servi della gleba, nobiltà parassitaria e così via ma questo modello di sviluppo non esisteva. Tutti tanto a sinistra quanto a destra non hanno mai messo in dubbio le basi dell’attuale sistema, a sinistra si pensava ad una fantomatica dittatura del proletario che avrebbe portato ad un paradiso in terra; in pratica si è sostituito i padroni con i burocrati, le società private con quelle statali, etc. peggiorando lo stato dei proletari, che comunque esistevano anche ad est, Stakanov chi pensate fosse?, in quanto non potevano neppure lamentarsi vivendo sotto dittatura. In occidente il popolo veniva invece lobotomizzato dalla società dei consumi. Qui basta ascoltare Pasolini: 40 anni fece una spietata e lucida analisi di ciò che siamo - Sabaudia e la società dei consumi -, li c'è tutto da tangentopoli, al GF, dal calcio, a Berlusconi, tutto!
Mi rammarica in questo buio di fine secolo non veder nascere nuovi movimenti (che ne dica il buon Grillo che ce la mette tutta), la Beat generation nacque da un gruppo di intellettuali che si contavano su le due mani di un monco, l’illuminismo non erano poi tanti di più e così via. Ma le loro ide cambiarono radicalmente l'economia la politica e il sentire delle persone, poi ci furono reazioni e controriforme (in prima fila sempre il clero) ma questo è un altro discorso. Oggi questo movimento non lo vedo, i no global sono fin troppo naif (no logo e una buona lettura ma se quella è la summa siamo messi male) come i movimenti ambientalisti decisamente sconclusionati, come quelli economici, il microcredito è senza dubbio un primo passo, ma solo un primo passo… poi?, ma su tutto manca

matteo de blosi Commentatore certificato 18.07.10 11:43| 
 |
Rispondi al commento

Tokyo Seibu Shinjuku Line (西武新宿線, Seibu Shinjuku sen) ^_^

Gianluca e Kanako 18.07.10 02:09| 
 |
Rispondi al commento


Bisogna ritrovarsi con le coscienze, rileggersi, riflettersi, riprendersi il proprio tempo, cercare di rincontrarsi e di ricominciare da dove ci si era persi. E’ necessario un risveglio del pensiero. Va rianalizzato attentamente tutto, dalla secolarizzazione, alla democrazia rappresentativa, dalla globalizzazione al consumismo, dal capitalismo al liberismo e, soprattutto, bisogna cercare di capire dove stia andando il treno del progresso e della modernità che corre da oltre mezzo secolo a velocità folle. Prima che sia troppo tardi.

Masaniello Anonimo Commentatore certificato 18.07.10 00:47| 
 |
Rispondi al commento

Roma, città d'arte, città colma di storia e bellezze di ogni tipo. Venite a visitarla e immergetevi nella sua bellezza. Che poi prendiate la metro e ci sono 50°C sono dettagli di poco conto: fate finta di essere alle terme di Caracalla a fare la sauna... e alemagno che fa? E' impegnato a mandare delegati ai summit della P3!

Carlo B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.07.10 00:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Esistono forze nell'Universo che non siamo ingrado nemmeno di immaginare. Forze tali da annientare il nostro pianeta in un solo battito di ciglio.
Eppure tutto continua a procedere normalmente secondo le regole assegnate al nostro sistema solare. Qualcuno insomma, lassù, sembra ancora amarci. E noi che facciamo?
Andiamo dritti verso l'autodistruzione.
Che merdine cosmiche che siamo.

Alessio Onofri, Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.07.10 00:38| 
 |
Rispondi al commento

mi sono reso conto leggendo questo articolo che la disinformazione è di casa anche su questo blog.
preciso che non sono un "bastian contrari" ma uno che cerca di informarsi cercando di avvicinarsi il più possibile a qualcosa che sia perlomeno realistico. Bene. Calotte che si sciolgono iceberg alla deriva, alluvioni, tornado e via dicendo, sono sempre stati presenti sulla faccia della terra, solo trent'anni fa non era facile avere informazioni scientifiche che fossero comprensibili per i profani. Oggi uno si alza al mattino dopo aver visto qualche americanata tipo day after ecco che scoppia il caso. il mondo brucia. chiedete ad esempio agli scienziati che stanno carotando l'antartide, cosa sta succedendo li.

giuliano viola 18.07.10 00:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non credo che cambierà mai nulla. L'andazzo è quello di costruire e basta. Dove c'è un prato il calore del sole non viene riflesso, dove invece c'è asfalto il calore del sole viene moltiplicato a dismisura. Se ci aggiungo il calore dei motori delle auto, quello di condizionatori, quello degli impianti di riscaldamento e di tutti i mezzi che bruciano petrolio il quadro è quasi completo. Ormai i ghiacciai bisogna foderarli per rallentarne lo scioglimento. Una volta persi quelli, addio acqua potabile. La gente comune pensa per comodo che qualcuno ci penserà, e questo è l'errore perchè nessuno ci stà pensando. Boh, vado a bermi un'acqua minerale, fin tanto che ce n'è ancora.

g.n. 17.07.10 23:21| 
 |
Rispondi al commento

Stessa situazione sui treni di Trenitalia, esperienza personale sulla tratta Roma-Tivoli-Avezzano-Pescara, situazione che continua da anni ed anni con treni vecchi di 30 anni

piero giansanti 17.07.10 23:21| 
 |
Rispondi al commento

un paio di settimane fa ero a roma e ho notato che vicino all'uscita metro eur dove c'e' il lago, penso che sia il circolo dei canottieri, stanno costruendo un mega palazzo che impedira' la vista del lago dalla strada. bruttissimo. mega palazzo da una parte della strada, mega palazzo dall'altra, claustrofobia e mancanza di aria.
stanno rovinando una zona molto bella di roma.
forse per la privacy dei frequentatori del circolo che si sentivano osservati dalla strada, senza poi che nessuno pagasse il biglietto.
canaglie.

francesco pace (francesco pace 51), bologna Commentatore certificato 17.07.10 22:08| 
 |
Rispondi al commento

Ehm... mi sembra che il video sia stato registrato a Tokyo ... :D

Farid Mezaber 17.07.10 20:31| 
 |
Rispondi al commento

Il Nazifascista pluricondannato AlemaGnno non solo non ha risolto un cazzo per Roma ma al contrario ha asssunto collaboratori a peso d'oro anche il direttore tecnico dei trasporti
Antonio Lucarelli - Caposegreteria - 283.000
Andrea Mario Vattani - Direzione Relazioni Internazionali - 488.000
Luigi Di Gregorio Direzione Semplificazione - 328.000
Emilio Frezza - Direzione Innovazione - 426.000
Umberto Broccoli - Sovrintendente - 396.000
Alessandro D'Armini ( RESPONSABILE DELLA SAUNA NELLA METROPOLITANA ) - Direzione Mobilità - 396.000
Paolo Provasoli - Direzione Turismo - 396.000
Mario Defacqz - Direzione Comunicazione - 328.000
Simone Turbolente - Direzione Ufficio Stampa - 392.000
Paolo Loria direzione - Progetti Speciali - 328.000
Ivana Paniccia - Direzione Politiche Economiche - 363.000
Francesco Coccia - Direzione Recupero Periferie - 396.000
Paolo Togni - Direzione Politiche Ambientali - 396.000
Mario Mori direzione Politiche sicurezza 300.000
Laura Mangianti - Segretaria Particolare - 341.000
Sergio Gallo - Capo di Gabinetto - 664.000
Mario Redditi - Direzione Politiche Sicurezza - 364.000
Luca Barbero - Dirigente Sovrintendenza - 272.000
Maria Teresa Bellucci - Dirigente Politiche Educazione - 272.000
Giuseppe Canossi - Dirigente Risorse Umane - 272.000

ANCORA DOBBIAMO PARLARE? O PRENDELI A CALCI IN CULO?

franco f. Commentatore certificato 17.07.10 20:16| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Certo e i Comuni, stretti nelle morse del patto di stabilità (risparmiare negli enti periferici, per poter continuare a godere dei privilegi e Roma [grazie Bossi]) rinunciano agli interventi di manutenzione e di messa in sicurezza degli edifici scolastici e NON portano a termine le Piste Ciclabili.

filippo f. Commentatore certificato 17.07.10 20:12| 
 |
Rispondi al commento

Da Italiano scappato in Finlandia, qualche giorno fa ho trovato su un quotidiano questo articolo, con tanto di titolo in italiano "BASTA BERLUSCONI".
Fa spavento che gli unici a non dirlo siamo proprio noi italiani!
http://carloruberto.blogspot.com/2010/07/svezia-basta-berlusconi.html

carlo ruberto 17.07.10 19:48| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
CHE NE DIRESTI DI ROSOLARE ALEMANNO,IL NONNO BERLUSCONI (CHE SI SFALDEREBBE COME UNA STATUA DI CERA) E TUTTI QUEGLI ASSESSORI,PRESIDENTI DI PROVINCIA E REGIONE, CHE VOGLIONO LE MACCHINE ED I PARCHEGGI,LE AUTOSTRADE,FARGLI PROVARE CERTE SENZAZIONI,CERTI CALORI,COME QUESTI, GLI FAREBBE CAMBIARE IDEA CREDIMI!!!!!
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 17.07.10 19:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In fondo la canicola e' come il terremoto: non si puo' prevedere!
E in altre parole: non e' colpa di nessuno! ne' di chi chi doveva vigilare, ne' di chi doveva tutelare, ne' di chi doveva fornire un servizio.

Quindi la conclusione e' sempre la stessa: italiani arrangiatevi e in caso di problemi prendetevela nel culo!

Parliamoci chiaro: e' un paese abbandonato a se stesso dove nessuno controlla niente, nessuno e' responsabile di niente e dove tutto e' permesso.

francesco c., emigrato all'estero Commentatore certificato 17.07.10 19:20| 
 |
Rispondi al commento

e intanto pare che l'atmosfera terrestre si stia contraendo...

Stefano Jodice (hipsterical), livorno Commentatore certificato 17.07.10 19:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 



Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori