Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Il FAI contro Mediapolis


copertina-fai.jpg
Un messaggio dal FAI sulla colata di cemento di Mediapolis finanziata dalla Regione Piemonte.
"Sono Ilaria Borletti Buitoni, presidente del FAI, una fondazione che da trentacinque anni si occupa di tutela e di valorizzazione del paesaggio italiano e di quei beni d’arte che ci vengono affidati.Su Mediapolis c’è un progetto gigantesco che interessa un’area di circa 500.000 metri quadrati, l’area sottostante al Castello di Masino, un progetto faraonico che prevede la costruzione, presso il Comune di Albiano d'Ivrea in Canavese, di parchi di divertimento, centri commerciali, posti per fare degli spettacoli, un outlet, una specie di città artificiale.. con un impatto ambientale enorme, contro il quale il FAI si è opposto fin dall’inizio... non solo riteniamo che un bene prezioso, raro, importante come il Castello di Masino vada tutelato anche per il paesaggio intorno, ma perché un progetto di questo genere in questa zona, avrebbe grandi problemi di natura idrogeologica. C’è un rischio per le esondazioni della Dora Baltea, c’è una predominanza di terreni agricoli che lascerebbero il passo a questo gigantesco progetto. Non ci pare dai dati acquisiti che ci sia necessità di aumentare la capacità commerciale di quel territorio. Un impatto violentissimo che rovinerebbe definitivamente questa valle molto bella, incorniciata dalle Alpi. Sia il FAI che Legambiente che molte associazioni come il WWF, come Italia Nostra, come l’Associazione Pro Natura si siano alleate per opporsi, sia con il ricorso del 2008 che con quello del 2009, al Tar del Piemonte e con una campagna di sensibilizzazione. Chi sono i promotori di questo progetto non è chiaro, non esiste trasparenza sui soggetti coinvolti, si rifanno tutti a delle società con sedi in Paesi in cui non vengono rilasciati dati su chi sono i reali proprietari ... non c’è nessuna idea di qual è la capacità finanziaria del gruppo promotore... la Regione Piemonte questo progetto lo sostiene... l’appello è ai cittadini perché spingano le istituzioni a opporsi a questo progetto. Noi abbiamo due ricorsi al Tar, però credo che solo le istituzioni potranno bloccarlo, interpretando finalmente lo sviluppo come una strada possibile, non solo a svantaggio del paesaggio."

7 Ago 2010, 17:34 | Scrivi | Commenti (21) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Sarebbe un'idea perlomeno che per ogni progetto di questo tipo, per legge, la società costruttrice si impegnasse ad abbattere (e smaltire legalmente) un'area industriale dismessa pari al 30% del progetto che sono intenzionati a costruire. La legge dovrebbe prevedere che i lavori di bonifica DEBBANO partire per PRIMI e che non sia possibile ottenere l'agibilità del nuovo complesso se l'area dismessa non è stata completamente bonificata (Previa verifica e non con la presentazione delle solite carte false vedi S. Giulia a Milano).

Davide R., Varese Commentatore certificato 09.08.10 09:59| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno a tutti!
Mi ripeto ma non posso leggere certe cose....io adoro Masino e la zona circostante e se Mediapolis non è l'investimento giusto sono d'accordo a non appoggiarlo MA vedendo altri investimenti sul territorio e invece NON CI SONO.
La nuova presidente del FAI dice:
1 -> "Non ci pare dai dati acquisiti che ci sia necessità di aumentare la capacità commerciale di quel territorio." .....forse non è Mediapolis ma SERVE IL LAVORO in Canavese e non "contrattini" o volontariato per il FAI perchè la gente normale non vive con lo stipendio ogni 4/5 mesi o il volontariato nei beni del FAI.

2 -> "l’appello è ai cittadini perché spingano le istituzioni a opporsi a questo progetto" ....i cittadini devono mangiare e vivere (sarebbe meglio dire sopravvivere) e se viene proposto un progetto su un territorio dove, dai tempi della Olivetti, non è più stato investito niente secondo lei che cosa possono sperare e, di conseguenza, fare???
Appoggiare il FAI per la "3 gg per il giardino" o qualche altra manifestazione "economica" dove lavorare OCCASIONALMENTE o sperare di trovare un posto di lavoro.
3 -> "credo che solo le istituzioni potranno bloccarlo, interpretando finalmente lo sviluppo come una strada possibile, non solo a svantaggio del paesaggio" ....lo spero tanto che lo sviluppo venga interpretato, nella MIA ZONA, come una strada possibile a vantaggio del paesaggio ma facendo VIVERE DIGNITOSAMENTE la gente.

Grazie a tutti.
A presto.

Angel Musk 09.08.10 09:27| 
 |
Rispondi al commento

Ma voi e il FAI non conoscete un altro e più preoccupante progetto nel Veneto:
il MOTORCITY della pianura veronese, 4.550.000 mq di territorio agricolo devastato da un autodromo (c'è n'è proprio di bisogno)una città dei divertimenti (più grande del 50% rispetto a Gardaland, che da quell'area si trova distante solo 15 km!) e il vero affare il più grande centro commerciale d'Italia (v. sito vigasio5stelle.it). Così si costruirenno nuove strade, un nuovo casello di 26 porte a Nogarole R. sull'Autobrennero e l'attrazione di nuovo traffico inquinante per un area di 25O km

saluti Elìa Villafranca/VR

Elìa Di Giovine 09.08.10 07:48| 
 |
Rispondi al commento

Lo dico e lo ripeto anche per i leghisti di m.che navigano su questo blog.
Il celebroleso è tra i politici più ascoltati e seguiti al nord.L'ignoranza dilaga al nord (basta vedere chi viene votato), la leganord purtroppo dilaga al nord, MOLTO spesso le tre cose coincidono.Domandarsi cosa potrebbero fare di lavoro senza la politica i parlamentari leghisti no vero?
La verità e che la lega più degli altri partiti è scesa in politica per far soldi!http://www.repubblica.it/2006/a/sezioni/economia/banche35/fioraniaipm/fioraniaipm.html
Il colmo è che non si trova un leghista in grado di reggere un confronto razionale, la gente è rincoglionita hanno un partito alleato con il più grande partito mafioso, massonico esistente sulla faccia della terra, e se ne vantano, ma se gli chiedi :guarda che Bossi umberto quello che continua a predicare il celodurismo, (nonostante la sua condizione precaria) è stato condannato per la tangente enimont, nonostante ciò hanno ancora il coraggio di parlare di legalità e giustizia, per non parlare del federalismo, non hanno ancora capito come realizzarlo, sono 20anni che parlano di federalismo, parlano di giustizia, a proposito le ronde dove sono maroniiiiiiiiiiiiiiii……….maroniiiiiiiiiii le ronde dove sono……..scemo!
Bisogna essere dei perfetti idioti per mandare al governo gentaglia di questo tipo oppure bisogna essere dei paraculi come loro, cioè dei delinquenti, truffatori, io tra le due scelgo la seconda.

LEGHISTI INVIDIA LA MIA? NO SOLTANTO NON VOGLIO ESSERE RAPPRESENTATO DA GENTE COME VOI.

Pietro T. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.08.10 23:27| 
 |
Rispondi al commento

Pedemontana S.p.A. è formata da:

68% Milano Serravalle - Milano Tangenziali S.p.A.
20% Equiter S.p.A.
6% Banca Infrastrutture Innovazione Sviluppo S.p.A.
5% UBI Banca S.p.A.
1% Par. Cop. Soc. Cons. Ar. L.

Per altre informazioni guarda il sito www.nopedemontana.com

Gianclaudio B., Monza Commentatore certificato 08.08.10 20:50| 
 |
Rispondi al commento

LA DURA VERITA’… GUARDA I VIDEO…

IL MASCHIO… SOLO UN GRANDE BLUFF… guarda il video
http://www.youtube.com/watch?v=iUuJTOsYyAs

I FIGLI SONO DELLE DONNE... guarda il video
http://www.youtube.com/watch?v=FTulppNWgT0

LA STUPIDITA' DEL MASCHIO...guarda il video
http://www.youtube.com/watch?v=EvAE5BboUpQ

LE GUERRE? FATELE FRA DI VOI... guarda il video
http://www.youtube.com/watch?v=d9EPisD3AwI

LE SUPPOSTE IDEOLOGICHE... guarda il video
http://www.youtube.com/watch?v=YUncPdjILFc

movimento politico PARTITO DELLE DONNE Commentatore certificato 08.08.10 19:02| 
 |
Rispondi al commento

Su questo appello nulla da ridire.
Sull'attività del FAI di promozione diretta e indiretta ai campi da golf avremo molto da ridire.
Ma per non abusare dell'ospitalità dell'amico Beppe, ci limitiamo ad una semplice domanda.
Come fate contemporaneamente a tutelare il paesaggio e a promuovere impianti che sprecano acqua e modificano irreversibilmente il territorio nelle zone più pregiate del nostro pasese con nuovi campi da golf ?
Grazie
Andrea Atzori
GLOBAL ANTIGOLF MOVEMENT
http://www.antigolf.org

Andrea Atzori 08.08.10 17:02| 
 |
Rispondi al commento

Condividiamo sicuramente l’appello della Signora Buitoni, Presidente del Fai. Tuttavia, prima di passeggiare sottobraccio al sindaco di Monza per i vialetti del grande Parco storico, avremmo desiderato che la Signora si fosse informata sui progetti dallo stesso (sindaco) avallati. Quali? Solo un paio di esempi: progetto in ambito expo di edificazione di strutture all’interno del Parco per ca. 100.000 mq. con il pretesto di esporre esempi di biodiversità in serra. Bando “riservato”, su invito, per la ristrutturazione di parte della Villa Reale. Su 23 milioni preventivati, 19 forniti dal pubblico, ovvero noi, e 4 dal privato. Curiosamente, questo ancor misterioso privato potra’ fruire della parte nobile della Villa Reale, con annessi i preziosi giardini, per 30 anni a 30.000/eur all’anno. Il pubblico, maggior finanziatore, vi potra’ accedere solo per 36 giorni all’anno.
Spero che la Signora legga e consideri questo commento. Grazie.

alberto papero 08.08.10 15:16| 
 |
Rispondi al commento

Sono una cittadina italiana che vive in Germania da parecchi anni. Qui la protezione ambientale funziona decisamente meglio che in Italia e, in una situazione analoga a questa, penso che i cittadini tedeschi avrebbero piu' voce in capitolo per fermare un progetto simile. Beati loro.
Proprio un' anno ho fatto un giro in moto dalle parti del Castello di Masino e ho potuto ammirare la bellezza di quei luoghi che mi sono sembrati quasi incontaminati.
Mi piacerebbe fare qualcosa per fermare questo progetto, ma come?
Saluti dalla Germania!

Elena Minetti 08.08.10 11:29| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
vorrei solo, con la più profonda simpatia e cortesia, ricordarti (anche se di certo lo sai già) che le elezioni politiche, o di qualunque altro genere, non sono come Olimpiadi a cui basta partecipare, alle elezioni bisogna vincere. Qui bisogna mandare a casa questo governaccio di destra, che ne sta combinando di tutti i colori. Se ti presenti,ovviamente come tuo diritto, da solo alle prossime tornate elettorali, tu non vincerai di sicuro e nello stesso tempo danneggerai la sinistra, perchè sai bene che chi vota per il tuo movimento è gente di sinistra.
Io spero e mi auguro con tutto il cuore che tu voglia rifletterci e ritornare sulla tua decisione, unisciti a sinistra, se proprio vuoi partecipare, questa è l'unica possibilità, secondo me, di vincere per davvero.
Ti saluto con la più grande cordialità di cui sono capace.
Andrea.


Andrea De Crescenzo 08.08.10 11:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

in ogni regione ampie colate di cemento si stendono per ettari sconfinati di territorio ,una volta verde e rigoglioso ed ora brullo e inospitale.
FUORI LA MAFIA DALLO STATOOOOOOO

emi_cori 07.08.10 21:59| 
 |
Rispondi al commento

…LA DURA VERITA’… GUARDA I VIDEO…


IL MASCHIO… UN GRANDE BLUFF…guarda il video
http://www.youtube.com/watch?v=iUuJTOsYyAs


I FIGLI SONO DELLE DONNE... guarda il video
http://www.youtube.com/watch?v=FTulppNWgT0


LA STUPIDITA' DEL MASCHIO...guarda il video
http://www.youtube.com/watch?v=EvAE5BboUpQ


LE GUERRE? FATELE FRA DI VOI... guarda il video
http://www.youtube.com/watch?v=d9EPisD3AwI


LE SUPPOSTE IDEOLOGICHE... guarda il video
http://www.youtube.com/watch?v=YUncPdjILFc

movimento politico PARTITO DELLE DONNE Commentatore certificato 07.08.10 21:04| 
 |
Rispondi al commento

IO NON SO COME AIUTARVI SE NON OFFRENDOVI LA MIA SOLIDARIETA' E IL MIO INCORAGGIAMENTO.COMBATTIAMO CHI NON HA SCRUPOLI

massimiliano m., pitigliano Commentatore certificato 07.08.10 20:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non sarebbe meglio rilevare vecchi spazi commerciali e industriali in disuso o scarsamente utilizzati per trasformare cittadine esistenti in centri commerciali e di divertimento? Perché sprecare nuove aree quando tanti vecchi centri ormai pieni di negozi chiusi potrebbero tornare a vivere con riqualificazioni "a tema" delle attività commerciali e una rete di collegamento pubblica più efficace.

Peter Amico 07.08.10 20:02| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
DE IO VORREI SAPERRE CHI C'E' DIETRO LE CAVE CHE SI MANGIANO,IL PIAVE (DIFESO STRENUAMENTE DA LEGAMBIENTE VENETO) CON DIVERSI ED ALCUNI SITI NELLA MARTORIATA MARCA DELLE CAVE,FAI VA BENE MEDIAPOLIS, MA SE VIENI QUI IN MARCA DI ZONE AD DIFENDERNE,ANCHE SOPRATUTTO NATURALISTICHE NE HAI,ANCHE,E SOPRATUTTO IN PEDEMONTANA (OLTRE IL CASTELLO DI COLLALTO)FACEDO 2QUADRATO" CON LEGAMBIENTE CHE CON LE BANCHE!!!!!!!!
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 07.08.10 19:54| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuno saprebbe dirmi chi c'è dietro a Pedemontana S.p.A.? Gente, in Italia le società per azioni (di solito in quota a famiglie ricchissime) stanno mettendo le mani su tutto il nostro patrimonio ambientale che è PUBBLICO, DI TUTTI!

Felice Gabelli 07.08.10 18:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://carloruberto.blogspot.com/2010/08/francia-la-fine-del-berlusconismo-nella.html

carlo ruberto 07.08.10 18:49| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 



Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori