Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Il silenzio nucleare


Greenpeace_Lido_Venezia.jpg
Il fatto di avere 50 testate atomiche sotto il culo tra Aviano e Ghedi Torre, capaci di spazzare via mezza Europa, non è sufficiente ai nostri imbelli pidiellini, pidimenoellini e dintorni. E neppure la costruzione della più grande base militare europea a Vicenza. L'orgasmo nucleare dei politici ha bisogno anche di centrali nucleari francesi sparse su tutto il territorio italiano, uno dei più sismici del mondo.
"Ciao Beppe ( e collaboratori, s'intende), leggo oggi sul giornale della Carinzia Kleine Zeitung (www.kleinezeitung.at) che in Italia alcuni possibili siti per piazzare le nostre centrali atomiche future sono a Monfalcone o Chioggia. Nell'articolo a pagina 20 si segnala anche la base di Aviano come deposito di ben 50 testate atomiche. Ovvio che i nostri vicini austriaci siano ben preoccupati di ciò.Meno ovvio è che invece da noi sia calato il più assoluto silenzio su questa vicenda, favorito dalle dimissioni di Sciaboletta...e meno ovvio ancora che nessuno da noi (tranne voi) parli dell'arsenale atomico nascosto sul nostro territorio...". Massimiliano A.

19 Ago 2010, 20:05 | Scrivi | Commenti (15) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

A proposito di "sotto il culo 50 testate tra Aviano e ghedi Torre", una RETTIfica: abbiamo 50 testate ad Aviano e 40 a Ghedi.

Vincenzo Sacrabolt 03.09.10 17:24| 
 |
Rispondi al commento

" A Settembre il deposito atomico"
Avanzano i progetti delle prime centrali:
una sul Po e la seconda tra Lazio e Toscana

-tra i progetti probabili c' è Garigliano (Caserta)e Montalto di Castro.(fonte sole 24 ore di oggi 25 agosto 2010)
Si prevede anche "Una gara tra i comuni per ospitare i rifiuti radioattivi".
Entro un mese il nuovo consiglio della " Sogin" costituirà le "mappe" dei siti.
Come volevasi dimostrare, in Campania, dopo averci inondato di rifiuti adesso ci bombardano con le armi atomiche.
andate a vedere anche l' altro articolo che ho scritto sul blog.


http://www.youtube.com/watch?v=Nwrg4_lcUZwSu

video su Garigliano dove già c' è una centrale atomica costruita nel 56 (dismessa e abbandonata negli anni 60) e nascono dei veri e propri mostri

http://www.facebook.com/#!/group.php?gid=127965903881572&ref=ts

questo invece è il link per dire no alle centrali nucleare in italia su facebook

ci sono molti video sull' argomento.

Alberto Preziuso, Avellino Commentatore certificato 25.08.10 17:31| 
 |
Rispondi al commento

A due passi da Vicenza c'era fino a non molti anni fa un deposito di vari tipi di ordigni nucleari, ovviamente per essere a comoda disposizione della base americana Ederle, che ora si sta ampliando sull'ex aeroporto dal molin.
Se volete saperne di più sul grado di sicurezza, danni alla popolazione, comportamento dei politici ecc. guardate il wiki
http://it.wikipedia.org/wiki/Site_Pluto

Francesco B., Vicenza Commentatore certificato 21.08.10 21:05| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
'E BENE PER LA SALUTE DI TUTTI NOI CHE GLI AMERICANI SI VADANO A RIPRENDERE LE TEESTATE NUCLEARI DI GHEDI TORRE ED AVIANO E CHE SE LE SMONTINO A CASA LORO
AMERICANI DOVE SIETE?????
AMERICAN WHERE ARE YUO??????
OBAMA WHERE ARE YUO????????
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 21.08.10 18:08| 
 |
Rispondi al commento

Andate su Google, e cercate: vittime carbone. Troverete parecchi incidenti accaduti ultimamente, tutti molto piu' gravi di quelli da voi elencati. Ma scommetto che voi siete anche contro il carbone... contro il nucleare... contro il petrolio... contro tutto. A voi piace il solare. Anche a me piace, peccato che non sia assolutamente sufficiente.
Qual'e' la nazione che produce meno CO2 in rapporto alla popolazione? La Francia.
Meditate...

Pietro Mele 20.08.10 17:06| 
 |
Rispondi al commento

Per quanto riguarda le testate nucleari custodite sul nostro territorio c'è da precisare alcune cose; quelle stoccate a Ghedi sono a dispozione dei Tornado del 6° Stormo che sono dislocati sulla stessa base e che in caso di necessità sarebbero usate col c.d. sistema della doppia chiave in uso in ambito n.a.t.o. da circa 50 anni. Quindi non c'è niente di nuovo e di segreto su queste bombe. Sono decenni che si usa questo sistema e chi è minimamente al corrente di argomenti militari sà queste cose perchè sono notizie reperibili su qualsiasi rivista o giornale di settore.
Invece per quelle di Aviano il discorso è diverso. Quello è a tutti gli effetti territorio USA e quindi non soggetto alla nostra giurisdizione perciò loro possono portarci qualsiasi cosa.

lenin sciocchetti 20.08.10 16:47| 
 |
Rispondi al commento

Lo dico e lo ripeto anche per i leghisti di m. che navigano su questo blog ottusi da non vedere oltre il loro nasino.
Il celebroleso è tra i politici più ascoltati e seguiti al nord.L'ignoranza dilaga al nord (basta vedere chi viene votato), la leganord purtroppo dilaga al nord, MOLTO spesso le tre cose coincidono.Domandarsi cosa potrebbero fare di lavoro senza la politica i parlamentari leghisti no vero?
La verità e che la lega più degli altri partiti è scesa in politica per far soldi!http://www.repubblica.it/2006/a/sezioni/economia/banche35/fioraniaipm/fioraniaipm.html
Un esempio su tutti:Umberto Bossi da Cassago Magnago, provincia di Varese. Una vita da film. Ha fatto tre feste di laurea senza essersi mai laureato. Alla prima moglie racconta di essere un dottore, si finge medico dell’ospedale Del Ponte di Varese. La storia va avanti per mesi. Quando lei scopre che è tutto inventato chiede il divorzio. Qualche anno dopo l’Umberto porta anche la madre all’università di Pavia per la consacrazione ma non la fa assistere alla cerimonia: è la solita balla, lui ormai c’è abituato. All’Università per qualche anno c’era stato. Pochi esami, parecchi guai ma anche l’incontro che aveva cambiato la sua vita: quello con la politica.La Lega lombarda, i primi assessori comunali eletti in Veneto e Lombardia.Bossi cavalca Mani pulite e l’insoddisfazione del profondo Nord. Non sarà laureato ma è scaltro l’Umberto. Lavora sull’immaginario collettivo, capisce prima di tutti che l’immigrazione sposta una marea di voti che la gente ha una paura fottuta. Poi c’è il folklore: Pontida, miss Padania, la Lega che ce l’ha duro, Roma ladrona, i comizi in canottiera. La Prima repubblica crolla, nel Paese regna la confusione, il momento è propizio. Bossi alza il tiro. Annuncia la secessione, crea il Parlamento del Nord, progetta di avanzare “città per città con le baionette” è così via...
LEGHISTI INVIDIA LA MIA? NO SOLTANTO NON VOGLIO ESSERE RAPPRESENTATO DA GENTE COME VOI. CHIARO ?

Pietro T. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 20.08.10 14:16| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei davvero capire se il VATICANO possa far costruire centrali nucleari altamente pericolose sul suolo Italiano. MA NON FATEMI RIDERE.

E green pazzo che afferma e continua,continua. E li' che mi fa inc@zzare. Quelli che hanno affermato che per ridurre gli effetti dell'inquinamento da co2 si deve diminuire il TRAFFICO AEREO. Che geni.. hanno capito le scie..

elia rizzuti Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 20.08.10 12:28| 
 |
Rispondi al commento

L'AUSTRIA RIPUDIA L'ENERGIA NUCLEARE
-Pool Diacronico-

"Varando la legge contro la proliferazione dll'energia atomica, nel 1979
l'Austria ha rinunciato allo sfruttamento dell'energia nucleare.Ancora di
più insegito all'incidente nucleare di Cernobyl l'AUSTRIA ha iniziato ad
impegnarsi attivamente nella politica ANTINUCLEARE E persegue l'obiettivo
di un'Europa centrale senza un'energia nucleare. A livello internazionale,
l'impegno dell'Austria è volto al rafforzamento della funzione di controllo
svolta dall'agenzia internazionale pe l'Energia Atomica (AIEA) ed
all'aumento dei fondi devoluti alla ricerca energetica in campo non
nucleare in seno al programma EURATOM. Considerando irresponsabile
promuovere l'adesione all'Unione Europea di Paesi in cui vi sia la presenza
di centrali nucleari non sicure....Con 336 stazioni l'Austria dispone di
una rete capillare per la costante misurazione della radiazione
radioattiva" -In BPD, I fatti, le cifre", Servizio Stampa federale, Vienna
2000.

Austria modello per il rispetto dell'ambiente e degli animali -Vieta
l'ingresso ai Circhi con animali. L'Austria patria di von Bertalanffy,
Illich, Feyerabend e molti altri grandi; nella patria di Schrodinger Destra
Sinistra Centro Nord Sud sono aleatori di fronte il NEG-ENTROPICO.

In ricordo dei cinque teatranti di strada no-global austriaci arrestati
a Genova, nel 2001, durante la resistenza no-global."

sandro petrini 20.08.10 11:07| 
 |
Rispondi al commento

INCIDENTI NUCLEARI.

Nel 1979 ad Harrisburg (Usa) si è sfiorata la “fusione del nocciolo”, che è avvenuta invece a Chernobyl (Ucraina) il 26 aprile 1986, con decine di migliaia di tumori e leucemie nei 20 anni successivi e più di 1000 morti per tumore tra i soldati intervenuti. Ha contaminato l'acqua di 30 milioni di ucraini e irradiato 9 milioni di persone. Oggi, nelle regioni confinanti, 2/3 degli adulti e metà dei bambini sono ammalati alla tiroide, e c’è il raddoppio delle malformazioni. Nel 2002 nell’Ohio (Usa) si è sfiorato lo stesso disastro; nel 2004 a Sellafield (GB) c’è stata una fuga 160 kg di velenosissimo plutonio rivelata solo dopo 8 mesi. Dal 1995 al 2005 c’è stata una serie di incidenti gravi (con 7 morti e centinaia di contaminati gravi) nelle centrali del Giappone: tra cui uno gravissimo a TokaiMura nel 1999 (2 lavoratori morti, 3 gravemente contaminati e 119 esposti a forti dosi di radiazioni) e il più grande impianto nucleare al mondo chiuso il 16 luglio 2007 per i danni da terremoto. Incidenti analoghi, poco pubblicizzati, si sono verificati in Francia e in Yugoslavia.
Per non parlare dei recenti incidenti, insabbiati dai media, Francia (8 chili di materiale radioattivo finiti nelle falde acquifere) e in Croazia.
http://www.byoblu.com/post/2008/09/30/Le-ragioni-del-no-al-nucleare.aspx
RUSSIA ESTATE 2010!
Tra le zone colpite dagli incendi anche Celiabinsk, sugli Urali, dove ha sede il più grande centro russo di smaltimento di rifiuti nucleari.
Le autorità russe minimizzano, spiegando che nelle aree contaminate, le particelle radioattive sono presenti in profondità, mentre le fiamme degli incendi colpiscono solo la parte superficiale dei terreni.
Sarà, ma anche stavolta come nei tragici giorni di 24 anni fa, le autorità russe hanno ben poca voglia di parlare.

Luigi (na) 19.08.10 21:29| 
 |
Rispondi al commento

Anche se in tedesco mi sembra eloquente...

Siamo degni di"attenzione"anche oltre confine...

Per fortuna...

http://stop-berlusconi.at/

Saluti

Donato
--------------
Questo ľ ho postato stamattina,

é rimasto nelľ indifferenza totale...

Bravo a te Massimmigliano per il tuo post che

ovviamente condivido e grazie a chi lo ha notato

e pubblicato.

Saluti

Donato

Donato S., Vienna Commentatore certificato 19.08.10 21:02| 
 |
Rispondi al commento

Questo fa capire la forza del nostro Stato...che cala continuamente, ripetutamente e con molto garbo le sua belle braghe.
Non abbiamo dei parlamentari, ma piuttosto dei finocchi sodomiti...e ci godono anche !!!
L'unico potere è quello di dire si...ai francesi.

Davide Tramma (attila khan), Sesto San Giovanni Commentatore certificato 19.08.10 20:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho paura che nel mio nik ci sia poco da ridere.

è inutile (tutto), Roma Commentatore certificato 19.08.10 20:26| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori