Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

La Grecia dimenticata


Grecia_estate_2010.jpg
Nel video della BBC, crollo del turismo in Grecia del 30%. Il turismo greco vale il 20% del bilancio dello Stato.

"E' meglio un Tremorti in casa che la Grecia all'uscio". La Grecia è scomparsa dai media per paura del contagio. Di fronte al possibile default ci vuole ottimismo e panzane in libertà.
"In Grecia la situazione è difficilissima e rischia di diventare esplosiva. I negozi stanno chiudendo, le entrate fiscali sono in calo e la disoccupazione in certi casi raggiunge un incredibile 70%. Le draconiane misure di austerità hanno ridotto la spesa pubblica del 10%. Il potere d’acquisto è in diminuzione, il consumo è in picchiata e il numero dei fallimenti e dei disoccupati è in aumento. Il sindacato greco GSEE ritiene che il tasso di disoccupazione raggiungerà per il 2011 il 20%, come nel 1960, quando centinaia di migliaia di greci furono costretti ad emigrare. Quanto alla BCE, essa si compiace delle misure prese dal governo greco per il contenimento del deficit........no comment...... (da un articolo pubblicato sulla rivista tedesca Der Spiegel)." Alina F., Varese

23 Ago 2010, 20:07 | Scrivi | Commenti (19) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

dimenticata password, e non trovo un bottone per recuperarlo. Cosa fare?

Marie-Jeanne d., Roma Commentatore certificato 19.03.11 01:26| 
 |
Rispondi al commento

Si , la Grecia sta affondando e anche altri paesi europei potrebbero seguirla a ruota come le tessere di un domino(Portogallo ,Spagna e altri paesi dell'est) sono in difficoltà...
Ma è meglio parlare dell'unghia incarnita di un calciatore o della nuova fidanzata di quel VIP ecc...

Quanto durerà ancora l'EURO ??
Se le cose si mettessero davvero male sicuramente paesi come la Francia e la Germania non pagherebbero anche per gli altri , potrebbero mettere fuori dall'EURO le nazioni peggiori oppure ritornare alle vecchie monete nazionali (l'Euro fu creato per contrastare lo strapotere del Dollaro come valuta di scambio e oggi l'economia americana è più annacquata dell'acqua del rubinetto) e allora noi cosa facciamo torniamo alla Lira che non varrà neanche più un centesimo della vecchia lira...

Gianluca Cuc, Seriate Commentatore certificato 29.08.10 00:56| 
 |
Rispondi al commento

La tanto decantata ripresa propagandata dal Governo dov'è?.....c'è stata? ma chi l'ha vista?...
L'aziende probabilmente hanno venduto stock di sovraproduzione, grazie anche al cross euro dollaro degli ultimi 3 mesi..euro in calo e quindi più esportazioni.
Ripulendo i magazzini e mettendo l'operai in cassa integrazione, probabilmente questo mix ha costituito la cosi detta ripresa....
Ora L'america torna in discesa...-27% del mercato immobiliare, ciò vuol dire che alle banche usa li rimangano in collo tutti gli immobili pignorati...ehhhh

roby f., Livorno Commentatore certificato 24.08.10 20:04| 
 |
Rispondi al commento

Sono le stesse istituzioni finanziarie a dirci cosa sta succedendo: c'è ripresa senza occupazione.
Quando la recessione si è temporaneamente arrestata, le grandi aziende hanno raddoppiato la produzione con la rimanente forza lavoro, intensificando lo sfruttamento (più produzione per singolo lavoratore) e hanno diminuito i costi facendo ricadere sulla classe operaia una più ampia parte dell'assicurazione sanitaria e delle indennità pensionistiche, con l'acquiescenza dei ricchi funzionari sindacali. Ne è risultato che mentre le entrate sono diminuite, i profitti sono aumentati e i bilanci migliorati (Financial Times, 10 Agosto 2010).
Per esempio Exxon-Mobile ha avuto una crescita di profitti superiore al 100% nel 2010
Ecco dov'è la ripresa, è chiaro che c'è ma è per chi c'è che deve essere ben chiaro.
I paesi più ricchi d'Europa sono quelli nei quali hanno sede i vertici delle corporations del turbocapitalismo. Lì è ,per ora, più grossa la carota del bastone perchè le democrazie funzionano meglio per il comune cittadino rispetto a paesi come la Grecia o l'Italia.
Se la sveglia non suonerà a sud non suonerà di certo al nord di questo delirio che è l'Europa.
Buona giornata.

Alina F., Varese Commentatore certificato 24.08.10 11:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non so se le persone se ne accorgeranno se dovesse mai arrivare una crisi economica e morale come in Grecia; l'italiano è abituato ad affidare i problemi, perchè dice che non lo riguardano, a terze persone.


La compressione della cosiddetta ''spesa pubblica'', pretesa dalla BCE e dal Gotha del capitalismo mondiale, lungi dall'essere una operazione di 'risanamento' è una operazione di definitivo affossamento dell'economia greca. Uso il verbo essere al presente, e non dico 'è stata', per non dare l'impressione di voler dire 'si è rivelata', come se non fosse stato prevedibile il suo esito.. Infatti questo esito (che ancora continuerà, fino a che la Grecia non sarà diventata un paese povero) era stato ampiamente previsto: basta farsi un giro in rete in vari siti marxisti, ad esempio prendere 'resistenze.org', e vedere che scrivevano a Maggio.
Naturalmente adesso occorre mistificare tutto (e infatti sulla Grecia è calato il silenzio dei media..)

Veniamo all'Italia. La situazione dell'Italia è un pò meno grave, ma è dello stesso tipo.
Ad esempio E' FACILE PREVEDERE CHE, le misure prese dal Governo Banana, che sono molto simili a quelle greche(seppure un pò meno draconiane) produrranno GLI STESSI EFFETTI.. (seppure un pò più attenuati..)

La disoccupazione non arriverà al 70%, ma arriverà al 40%, i negozi non chiuderanno in massa ma ...quasi. E così via.
Insomma prendete quello che succede in grecia e dividetelo per 2. Questa è una buona previsione del nostro futuro prossimo.

Josef Dzugashvili (stalin) Commentatore certificato 24.08.10 02:11| 
 |
Rispondi al commento

La Grecia è allo sbando totale, sono stato in vacanza in Grecia la gente è disperata, sta perdendo tutto , non ha piu nulla , la benzina costa € 1,580 al litro, i prezzi sono aumentati del 30% , gli stipendi diminuiti del 20%,
un kg di frutta o verdura non la trovi meno di € 2,50.
Quello che si respira in Grecia è un'aria surreale, il turismo è diminuito anche perchè i prezzi sono lievitati , Hotel, ristoranti, divertimenti... tutto è raddoppiato.
Non so se la Grecia arriverà a fine anno, la gente è disperata ogni giorno rivolte, manifestazioni, insomma un casino....
Come al solito chi paga il conto sono la povera gente, la Grecia è stata usata come al solito dai paesi ricchi, Germania, Francia, Inghilterra... è sapete come? Hanno per anni venduto armi.. si armi.. la Grecia si è indebitata per comprare armi.. per difendersi dai Turchi..questa è la preoccupazione dei governanti Greci e la felicità di altre nazioni .
Spero che il popolo Greco ne esca fuori al piu presto...

franco f. Commentatore certificato 24.08.10 01:31| 
 |
Rispondi al commento

W Panagulis--Zi Zi Zi Alekos Zi Zi Zi---

Alekos P. 24.08.10 01:26| 
 |
Rispondi al commento

se DAVVERO vi interessa capire la truffa monetaria a cui tutta EUROPA è stata immolata dovete fare un sacrificio.
VE LO CHIEDO!

cliccate qui:

http://www.sentistoria.org/index.php?option=com_content&view=article&id=47&Itemid=67&lang=it

poi cliccate su Un manicomio criminale a piede libero di Paolo Barnard, e pazientate 1 ora e 20...appizzando BENE le RECCHIE.

dice cose VERE che non sentirete mai da nessun altro, nemmeno qui su questo blog.
un MUST.

davide lak (davlak) Commentatore certificato 23.08.10 21:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La Grecia ha una grande opportunità: ridiventare un paese PRECAPITALISTA, dove non conterà l'aumento del PIL, non conterà la cilindrata della propria auto, non conterà l'investimento in bot, in bond, in put, in etf o in short.
Conterà la felicità di vivere in una terra ed in un mare meravigliosi, fra gente che ha insegnato al mondo a "generare plusvalore" dal proprio cervello e dal proprio cuore.
Forza Grecia! Come migliaia di anni fa, noi italiani seguiremo (a breve) il vostro esempio!!!

Gianluca L., Rieti Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 23.08.10 21:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CIAO BEPPE
GRECIA IN PICCHIATA E L'ITALIA PURE,E FORSE ANCORA PIU' IN VELOCITA',MA VIETATO PARLARNE IN TV!!!!!!!!.
SONO OTTISTA LA CATASTROFE CI SARA',CON IL NONNO PSICONANO BERLUSCONI,TREMORTI E POI TUTTI PARTITI A PAGARCI IL CONTO!!!!!!!!!
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 23.08.10 21:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori