Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

La Monsanto e il dio mercato


Fidenato_Giorgio.jpg
Il mais transgenico fuorilegge non passerà. Dacci oggi il nostro pane quotidiano e non la Monsanto. Chi sono i padrini italiani della Monsanto? Qualcuno sa rispondermi?
dal blog di Paolo Papillo. "di Silvia Nulli. TG5-sera ha intervistato Giorgio Fidenato, autore della coltivazione a mais transgenico fuorilegge in provincia di Pordenone. Questo signore, rivendica la libertà di coltivare transgenico - dando dei “nazi-comunisti” agli attivisti di Greenpeace che si sono introdotti nel campo per impedire la contaminazione delle coltivazioni vicine - omettendo di dire che il primo a violare la legge, seminando mais transgenico ("marcato" Monsanto) sui campi di sua proprietà, è stato lui. Infatti la legge italiana vieta di effettuare coltivazioni transgeniche nel territorio nazionale, se non espressamente autorizzate. Nell'intervista a TG5 rincara la dose, affermando che è il ”mercato” che chiede il transgenico: il 28% di un ipotetico campione di consumatori si sarebbe dimostrato d'accordo. Una fetta di mercato non trascurabile, quindi... Insomma, a lui e alla sua associazione non gliene frega nulla della salute pubblica - delle leggi men che meno. Quello che interessa a questa gente sono solo il "dio mercato" ed il “dio denaro”: ovvero poter disporre di consumatori (ben 18 milioni di italiani inconsapevoli, stando alle statistiche) disposti ad ingoiare OGM senza battere ciglio, di modo che i coltivatori dei prodotti transgenici possano trarre guadagni ben maggiori rispetto a quelli ottenibili con le coltivazioni tradizionali! Il tutto mentre viene compromessa l'integrità delle altre colture, in particolare quelle biologiche, con grave minaccia per la bio-diversità. Certo che, in base a un siffatto ragionamento, potrebbe anche essere conveniente legalizzare – che so io- la pedofilia... Senz'altro si troverebbe un mercato di affezionati consumatori..."

10 Ago 2010, 19:13 | Scrivi | Commenti (133) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Questa
è la prima volta che sento parlare della MONSANTO, spero di non
sentirne più, perchè se ne sento ancora vuol dire che altri MONSANTI
crescono.
L'uomo dice che crede in DIO, per uomo intendo di tutte le razze e
colori, ed ognuno ha il suo DIO col suo nome. " Ma quanti DII esistono?
" Secondo me dovrebbe essere uno solo, e dovrebbe essere come Gesù: che
poteva avere tutto, e non si è preso niente ". Ma il vero DIO sulla
terra purtroppo non è quello che dicono di amare, e che vanno a trovare
nelle loro chiese, il vero DIO è il denaro. E se un vero seguace di
CRISTO si faceva ammazzare per non rinnegarlo, i seguaci del DIO
denaro, ammazzano senza pietà per possederne di più.
I più accaniti sono gli uomini di scienza e gli uomini di chiesa, sono
al servizio e alleati degli uomini più potenti e più scaltri. E se Gesù
ritornasse sulla terra, lo riammazzerebbero ancora. Gli uomini di
scienza, i fortunati che dovrebbero indirizzare l'umanità verso un
progresso pacifico, ed altruista, col rispetto tra noi, e col rispetto
di tutto il creato. Non lo sanno che siamo solo ospiti sulla terra?
La bontà del cibo originale; come lo prendi dalla pianta, come lo
prendi dal mare, come te lo offre la grande madre che ci ospita, non
costa niente, e ce ne per tutti, ma l'uomo che si crede più
intelligente, pensa che questo patrimonio che ha trovato, appartiene
solo a Lui, e farà fare all'essere umano la fine che hanno fatto i
grossi rettili, i DINOSAURI. Poi chissà che succederà?
Perciò; ciò che offre la terra è buono, quello che inventa la scenza
bisigna prenderlo con le pinze. Ricordiamo gli INDIANI d'america
amavano e rispettavano la loro terra. Gli INDIO, gli AFRICANI, amavano
e rispettavano la terra, e con essa convivevano.
Tante religioni, tanti scienziati, non fanno bene alla terra, e non
fanno bene all'uomo stesso. Gesù ci ha lasciato un'autostrada da
seguire, di altruismo e amore per il prossimo: era un figlio dei fiori?
con amore e democrazia Vito Volpicella

Vito Volpicella, bari Commentatore certificato 13.10.10 15:14| 
 |
Rispondi al commento

La legge italiana non vieta espressamente di coltivare gli OGM, anzi, è permessa. Il mais transgenico coltivato in quel campo è approvato in europa ed è compito dei governanti italiani stabilire le procedure per la coltivazione. Se lo stato italiano non stabilisce le procedure per la coltivazione e salvaguardia dei campi vicini non è un mio problema, io come proprietario del campo sono libero di coltivare ciò che non è vietato. Questa è la mia opinione, e comunque il mais OGM è già utilizzato per alimentare il bestiame che poi viene definito BIO...
ah... la pasta che mangiamo.... E' OGM!!! varietà Creso, è l'unione di un tipo di grano messicano con uno nazionale....

Matteo Rezzonico 24.08.10 13:05| 
 |
Rispondi al commento

il DIO mercato è in mano a dei BASTARDI che hanno seviziato l'umanità con l'economia al centro di tutto già dagli anni dello sviluppo (primi 900)dei BASTARDI AMERICANI,hanno ammazzato rubato,si sono rinforzati usurpando un popolo pacifico e volto all'agricoltura ora,continuano ancora come e più di prima ad arricchirsi in nome di un DIO,il loro Dio che nient'altro è se non la RICCHEZZA materiale,l'ingozzarsi dollari,oro,monete,vite umane perchè questa TEPPAGLIA devastatrice del mondo NON sa fare altro che danni.Non sanno che arriverà anche per loro il momento della svolta dove si troveranno a PAGARE le loro porcherie MALEDETTI da Dio e dagli uomini.

emi f., voghera Commentatore certificato 20.08.10 03:19| 
 |
Rispondi al commento

scava scava potremmo scoprire che conviene solo a lui l'ogm Monsanto; non mi stupirebbe se fosse Monsanto stessa a regalargli il prodotto e a garantirgli copertura legale in caso di problemi.. e magari anche lo spottone in tv. E' un modo come un altro per sfondare il muro di resistenza presente in Italia nei confronti degli ogm. Dai oggi, dai domani... lo metti in cxxo agli italiani :-)

Fabio B. 19.08.10 19:24| 
 |
Rispondi al commento

...sarebbe stato meglio che la Monsanto fosse rimasta la produttrice di componenti elettronici che era negli anni 60 e 70. Chissà quante porchcerie in meno avremmo in giro.

SISTO Z., S. Maria La Longa (UD) Commentatore certificato 19.08.10 09:05| 
 |
Rispondi al commento

sono disgustosi, conta solo il mercato! Come si può mandare avanti l'ogm (che richiederebbe di certo controlli seri e sperimentazioni anche più spinte di quelle dei farmaci) con questi qua! Senza contare la perdita della biodiversità!
Business, solo business
vaffanculo! Siamo persone, razza di "imprenditore" dal cuore indurito!
Gli imprenditori veri hanno una certa attenzione verso questi temi...

Vittorio Nespeca 18.08.10 12:38| 
 |
Rispondi al commento

In questa società di vampiri, di disastri ambientali, dove più si conosce meno si sa e dove
le multinazionali brevettano il Creato; immagino
che, se il seme brevettato,sparisse o non darà più un risultato, l'uomo verrà fagocitato.
Gigliola

GIGLIOLA MAZZALI Commentatore certificato 17.08.10 12:22| 
 |
Rispondi al commento

In questa società di vampiri, di disastri ambientali, dove più si conosce meno si sa e dove
le multinazionali brevettano il Creto; immagino
che, se il seme brevettato,sparisce o non darà più un risultato, l'uomo verrà fagocitato.
Gigliola

GIGLIOLA MAZZALI Commentatore certificato 17.08.10 12:20| 
 |
Rispondi al commento

Le riviste scientifiche hanno solo riportato quanto pubblicato da Perelman su on-line. Vi è stato -come avevo scritto- chi era in grado di comprendere il contenuto e la diffuso fino a giudicarne il merito per ottenere quanto spetta a chi risolve le congetture di Poincaré. Se fossero stati studiosi superficiali e pregiudizievoli tutto ciò sarebbe sfuggito. Un ricercatore è tale perché tiene possibilmente conto di tutte le fonti e non solo quelle "firmate". Perelman fa scienza per passione e non per il compenso: lo scienziato non è una bestia da circo.

sandro petrini 17.08.10 12:19| 
 |
Rispondi al commento

Hai citato proprio uno tra i più strani matematici dell'ultimo secolo, che tanto per intederci, ha dichiarato di rifiutare una eventuale medaglia Fields e ha rifiutato il premio milionario dell'Istituto Clay. In ogni caso, anche se ha pubblicato il suo articolo online, riguardava un argomento fondamentale per la matematica, la dimostrazione della congettura di Poincarè, che è uno dei sette problemi del millennio. Chiaramente hanno drizzato le orecchie ad una simile notizia tutti i matematici del mondo interessati all'argomento per controllare la correttezza della dimostrazione. I riconoscimenti sono venuti successivamente, dopo che i suoi articoli hanno retto alle verifiche. Ora, la quantità enorme di studi scientifici pubblicati non può chiaramente avere la risonanza di certi importantissimi problemi scientifici, quindi gli studi necessitano di essere pubblicati sulle riviste specializzate. E qui sta il punto, perchè non è vero che "un articolo è scientifico per il contenuto e non per dov'è pubblicato", dato che esistono diversi gradi di serietà delle riviste: le più serie prima di accettare gli articoli li inviano a revisori anonimi che li controllano per verificarne la correttezza, quello che viene chiamato processo di peer review (revisione dei pari). Se l'articolo è ritenuto buono per gli standard della rivista allora viene pubblicato, altrimenti viene rifiutato e a questo punto si cercano altre riviste, diciamo più di bocca buona, con la speranza di essere pubblicati. Inutile dire che più la rivista è prestigiosa più sarà l'impatto mondiale di quell'articolo e maggiori scienziati potranno valutarne ogni singolo aspetto e trovare errori che magari sono sfuggiti ai revisori. Pubblicare su riviste scadenti già la dice lunga sulla qualità della ricerca: ci sono riviste che accettano tutto anche senza revisione. Non a caso i ricercatori sono valutati tenendo conto anche di questi fattori.

Salvatore Tarda Commentatore certificato 16.08.10 23:26| 
 |
Rispondi al commento

Un articolo è scientifico per il contenuto e non per dov'è pubblicato; la sua valutazione dipende dal grado di preparazione scientifica di chi lo legge. Tanto che Perelman ha vinto il massimo premio di matematica -pari al Nobel per gli sperimentatori- pubblicando l'articolo semplicemente su Internet.

Comunque tutto quello che ho riportato è stato tratto su riviste scientifiche internazionali.
I modelli scientifici sul DNA sono innumerevoli, ed in ogni ambito scientifico, perché sono ancora quasi completamente sconosciute le sue dinamiche tanto che se le modificazioni del DNA -OGM- in laboratorio dovessero causare danni ecologici e a persone non sapremmo attribuirgli le cause perché manca una matrice scientifica sufficiente. Seminare gli OGM significa andare alla cieca.

sandro petrini 16.08.10 22:03| 
 |
Rispondi al commento

Giusto tutto quel che dite, ma troppo tardi sono intervenuti.
Mi spiegio meglio:
il mais transgenico o no, nel momento che mette il classico pennacchio sulla cima della pianta, ha completato la fioritura e pertanto le sue spore son già volate da tempo nelle coltivazioni vicine e le ha, non posso dire contaminate, ma di certo ci si è "accoppiato".
Distruggere ora il raccolto, far casino e discutere se va bene o se non va bene, non serve ad una beata fava.................. ora.
Prima bisognava discutere ed agire.
Come sempre chiudiamo il recinto quando i buoi son già belli lontani!!!

pierluigi Dalla Vecchia 16.08.10 16:18| 
 |
Rispondi al commento

MONSANTO OUT e con lei tutte le sue sorelle
cos'è un seme?
il seme è la vita, dentro un seme c'è la vita e nessun essere può manipolare ciò che da vita...tutto questo controllo sulle sementi e manipolazioni affinchè i frutti nati dai semi non diano più frutto e si debba per forza comprare semi dai manipolatori....è contrario alla vita stessa...tutto ciò è ANTIDIO
ci stiamo autodistruggendo ed ancora cosa cerchiamo? il nostro benessere persone al di sopra di tutto....questo è l'unico problema che accomuna tutti i problemi in questo mondo....materialismo egoismo corruzione ...ecco cosa dobbiamo combattere

daniela MARTELLATO 16.08.10 15:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gli OGM che vorrebbero farci approvare per la coltivazione in Italia (per intenderci soia RR, mais BT, ecc.) sono vecchi, non mantengono le promesse, non servono all’agricoltore italiano e sono frutto di una politica agraria vecchia!

Sono vecchi perchè frutto di una tecnologia che ha 30 anni! Al momento stiamo discutendo se introdurre OGM che sono stati “creati” con tecniche ormai superate.

SONO VECCHI 1

il transgene degli attuali OGM è inserito nel genoma nucleare e, pertanto, viene espresso in ogni parte della pianta (foglie, radici, polline, ecc.)ed origina inquinamento genetico. Oggi il transgene potrebbe essere inserito nei cloroplasti (ovvero nelle parti verdi della pianta) e non originerebbe inquinamento genetico, perchè il transgene non si troverebbe nel polline.

caro mio 15.08.10 21:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe,
dacci la possibilità di agire contro queste persone.
Dacci i loro riferimenti e noi saremo lì per difendere i nostri diritti e quelli delle generazioni future.
Se 1 vale 1, noi tutti insieme siamo + di loro e lo scopriranno presto.

adriano giulietti 15.08.10 17:07| 
 |
Rispondi al commento

1) SE E' VERO CHE UNA RICERCA NON E' SUFFICIENTE A DIMOSTRARE LA DANNOSITA' DEGLI OGM E' ANCHE VERO CHE LA RICERCA IN GENERALE NON HA ANCORA DIMOSTRATO LA NON DANNOSITA'
2)A PARTE I SUICIDI, DI CUI PERSONALMENTE POSSO SOLO DISPIACERMI, IL PROBLEMA E' CHE LA MONSANTO, LA DUPONT, LA SYGENTA, LA DOW, LA CARGILL E L'ADM FANNO PAGARE LE LORO SEMENTI A PESO D'ORO E CHE EFFETTIVAMENTE I CONTADINI SI INDEBITANO PER PAGARLI. I GIGANTI DELLA BIOGENETICA CON IL LORO OLIGOPOLIO VOGLIONO CONTROLLARE IL MERCATO ALIMENTARE E IL PREZZO DEI PRODOTTI ALIMENTARI, COSI' COME FINO AD OGGI HANNO FATTO I PRODUTTORI DI PETROLIO CON L'ENERGIA. SARANNO QUESTI QUINDI I NOSTRI NUOVI PADRONI.....

katia fabiani, porto sant'elpidio Commentatore certificato 15.08.10 16:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

1) Uno studio pubblicizzato su un quotidiano non ha nessun valore scientifico. Ho fatto qualche ricerca su Google Schoolar e non si trova ancora nessuna pubblicazione al riguardo. Leggendo le dichiarazioni che si trovano online, sinceramente, non si capisce quale sia stata la procedura adottata, quindi non so che dirti, si deve fare un atto di fede, ma così non si ottiene nulla.

2) Vandana Shiva ormai dichiara in continuazione questa tesi: che i contadini indiani si suicidano a causa del cotone Bt. Tuttavia è stata smentita da un rapporto dell'International Food Policy Research Institute al riguardo.
Qui potete trovare tutti i dettagli e il rapporto.

Salvatore Tarda Commentatore certificato 14.08.10 20:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

1)UNA RICERCA RUSSA HA DIMOSTRATO CHE ALLA TERZA GENERAZIONE I TOPI CHE MANGIANO CIBI GM DIVENTANO STERILI. PUBBLICATO SU "the Voice of Russia" ricertore Alexey V.Surov.
2) Leggete Vandana Shiva "Ritorno alla terra", la fisica indiana spiega come in India i molti agricoltori che hanno cominciato a produrre alimenti Gm si sono indebitati per comprare i semi, racconta che molti di essi si sono suicidati a causa di questi debiti e racconta come le colture biodiverse siano molto più produttive delle monucolture. Racconta inoltre di come le colture GM prosciugano i terreni dei loro principi nutritivi e che per riarricchirli i contadini sono costretti a comprare costosi fertilizzanti. I terreni che producono colture biologiche e biodiverse invece contengono più materia organica, più azoto, più fosforo, più potassio e trattengono più acqua.

katia fabiani, porto sant'elpidio Commentatore certificato 14.08.10 19:16| 
 |
Rispondi al commento

Voi trattate le dinamiche dei sistemi complessi ancora sotto il vecchio obsoleto quadro fisico-chimico statico ottocentesco. Le dinamiche del DNA implicano processi di auto-organizzazione nell'ambito del microscopico e soggette a campi elettromagnetici dinamici. L'informazione che viaggia in suddetta catena è interattiva col mezzo stesso che la sostiene, ed ogni catena di DNA ha un suo, diciamo, tipico orologio relativistico ma che DIPENDE DALLE CONDIZIONI INIZIALI! UNA MODIFICAZIONE O MALATTIA INDOTTA ARTIFICIALMENTE IN LABORATORIO, SOPRATUTTO GENETICA, E' DIVERSA NEL TEMPO E NELLA MODALITA' DA UNA CHE AVVIENE SPONTANEAMENTE, IN NATURA. Il mais o altro alimento artificializzato dalla razionalità di laboratorio è divenuto diverso, in un certo senso "patologico". Noi, SCIENTIFICAMENTE, conosciamo ancora poco delle delle dinamiche del DNA, figuriamoci se lo complichiamo andandolo a modificare. E se sostenete il contrario andate a dirlo ai bio-fisico matematici. Magari ci diventate amici e andate a mangiare insieme, voi potete ordinate un bel piatto di OGM, loro, chiaramente, ben altro.

sandro petrini 14.08.10 00:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I tecnici della Monsanto conoscendo i gravi problemi causati dall’uso di diserbanti tossici quali L’ATRAZINA, il PARAQUAT e DIQUAT, svilupparono negli anni ’70 ricerche per trovare erbicidi non tossici per l’uomo e prontamente degradabili nel suolo. L’impegno venne coronato dalla messa a punto di molecole erbicide molto interessanti come ad es. il GLYFOSATE. Una molecola derivata dall’unione di un aminoacido (le sostanze costituenti le proteine) la glicina unita con un gruppo metile ad un gruppo fosfato. Questo diserbante è praticamente atossico per l’uomo e gli animali. Non è mutageno, non è cancerogeno, nell’ambiente non è mobile, si lega fortemente al terreno e viene rapidamente deattivato per assorbimento dalle particelle argillose. Al glifosate però manca la selettività, agisce senza distinzione su tutte le piante. Messo in commercio alla fine degli anni ‘70 il glifosate, ebbe subito un buon successo. La mancanza di selettività ne permetteva però il solo impiego per il diserbo totale. La messa a punto dell’ingegneria genetica consentì alla Monsanto di aprire nuove prospettive d’uso e di successo commerciale. I ricercatori hanno trovato il modo per dare al prodotto la selettività che gli mancava.Tra la flora spontanea scoprirono alcune piante dotate di geni in grado di codificare proteine che bloccano l’azione erbicida del glifosate. Si è operato il trasferimento di queste informazioni genetiche nel mais, nella soia, nel cotone, nel colza. Visto che la Monsanto ha in mano una buona fetta del mercato delle sementi ecco che con questo sistema, venne ad acquisire la possibilità di vendere insieme i semi ed anche un buon erbicida per liberare la coltivazione dalle malerbe. Indubbiamente un bel colpo dal punto di vista commerciale, un’operazione che ha messo in allarme le imprese concorrenti europee che hanno fatto di tutto per limitare le perdite, compreso il demonizzare le piante geneticamente modificate. (non mi paga la Monsanto:insegno e coltivo)

olivero giacomo 13.08.10 23:42| 
 |
Rispondi al commento

Alla monsanto non importa molto dell’Italia, se non compriamo il suo mais Bt compriamo gli insetticidi ( che sono più costosi). 10 anni fa la pianura padana era il posto con le più alte rese mondiali di mais, adesso che non possiamo piantare gli ogm le rese sono del 20%in meno degli usa, argentina e brasile.
Tutta la soia che mangiano i nostri animali è OGM, tutto il mais che importiamo è OGM.
Mangiamo prodotti fatti con OGM da oltre 10 anni e continuiamo a vivere, gioire, soffrire e morire come prima.
Viva le paste di meliga di Pamparato, viva le nocciole delle Langhe (io ne produco un bel po’ di quintali) ma ricordiamoci che non si può far vivere la gente mandandola a far la spesa ad Eataly (ridono solo il signor Farinetti e suoi soci di Slow food)
Obiettivo fondamentale dell’attività agricola è :
produrre il massimo quantitativo di beni ai minimi costi energetici, ecologici, sociali, economici (sulla terra siamo in 7 miliardi a voler mangiare).
Diffusione delle coltivazioni di piante geneticamente modificate nel mondo
Stato Superfice [milioni di ha] Coltivazioni gm
USA 50 Soia, mais, cotone, colza
Argentina 17 Soia, mais, cotone
Brasile 9,5 Soia
Canada 5,8 Colza, mais, soia
Cina 3,5 Cotone
Paraguay 1,8 Soia
India 1,4 Cotone
Sud Africa 0,5 Mais, soia, cotone
Uruguay 0,3 Soia, mais
Australia 0,3 Cotone
Messico 0,1 Cotone, soia
Romania 0,1 Soia
Spagna 0,1 Mais
Filippine 0,1 Mais
Colombia < 0,1 Cotone
Iran < 0,1 Riso
Francia < 0,1 Mais
Germania < 0,1 Mais
Honduras < 0,1 Mais
Portogallo < 0,1 Mais
Repubblica Ceca < 0,1 Mais

giacomo olivero 13.08.10 22:57| 
 |
Rispondi al commento

Sarebbe ora di finirla con queste sterili polemiche sugli OGM. In realtà tutto quello che può essere prodotto dai laboratori di biologia molecolare può avvenire in natura. Quante mutazioni avvengono naturalmente e nessuno se ne accorge e, sopratutto, nessuno se ne lamenta? I nostri esperimenti di genetica molecolare sono semplicemente altri modi che la natura escogita per aumentare la biodiversità e la capacità di adattamento all'amniente. E' ora di smetterla con questo stupido antropocentrismo che contrappone naturale e artificiale. TUTTO QUELLO CHE FACCIAMO E' NATURALE. Sono forse articiali i termitai, i nidi delle rondini o gli alveari?

alberto belardi 13.08.10 16:47| 
 |
Rispondi al commento

Ma nessuno nota la gravità del gesto di questi delinquenti sedicenti ecologisti? Mettendo da parte la questione OGM, vi rendete conto che Zaia ha approvato un reato contro la proprietà? Contro uno dei principi del nostro vivere comune? E' come se domani qualcuno incominciasse a rubare in casa vostra o a spaccare le vostre auto perchè inquinano troppo... E membri del governo approvano pure... Mi sembra che si debbano ristabilire echiarire alcuni concetti base...

Andrea Polonelli 13.08.10 10:36| 
 |
Rispondi al commento

A quando l'eliminazione dell'insulina? perché, lo saprete certamente, l'insulina viene prodotto da un batterio geneticamente modificato.

Spero che, per coerenza, chi è contrario agli ogm si batta anche per queste intollerabili produzioni salvavita.

nando castelli 13.08.10 10:09| 
 |
Rispondi al commento

Perchè tu cosa penseresti di una donna che fa figli sterili o che è essa stessa sterile? La considereresti inferiore magari degna di essere picchiata?

Salvatore Tarda Commentatore certificato 12.08.10 11:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

vi state fossilizzando sul " se facciano male oppure no", MA ...

vi pare normale che si venda una semente che fa figli una volta e produce figli ( pannocchie) da cui NON si può ricavare altre sementi ( e quindi si è costretti a comprare altre sementi dalla monsanto l'anno dopo) ????

cosa pensereste della vostra donna se vi facesse figli sterili che non avranno figli ??? ( o del vostro uomo se facesse figli sterili) ????

questo è il mais transgenico !!!

un mais che fa pannocchie che , se piantate l'anno successivo ,

MARCISCONO sottoterra SENZA produrre una nuova pianta !!!

ma vi pare normale ????

ma un briciolo di sale in zucca vi è rimasto ???

eticamente e biologicamente è un abominio !

per non parlare poi del lato economico di far diventare la monsanto l'unico dispensatore del cibo del mondo !!

se vi sembra normale tutto ciò ?!????

Antonio P. Commentatore certificato 12.08.10 10:12| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il mondo secondo Monsanto:

http://www.youtube.com/watch?v=ChLs6q8FLek&feature=related

bob rene Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 12.08.10 03:38| 
 |
Rispondi al commento

Quando si parla di OGM, il problema non è la salute, ma l'ecosistema e l'economia. Il primo in riferimento essenzialmente allo sviluppo di resistenze specifiche agli erbicidi e insetticidi generici che vengono sviluppate in erbe infestanti e parassiti a seguito di queste culture. Il secondo in riferimento alle polemiche sulla brevettabilità del patrimonio genetico, sulla sterilità del grano prodotto e sui monopoli delle sementi.

Questi sono problemi reali e concreti.

Evitiamo di passare dalla parte dei pazzi con il cappello di carta stagnola parlando subito di danni alla salute quando non si conosce qualcosa, una sequenza genetica non è a priori pericolosa e a prescindere dell'origine alla fine il grano è grano.

Il grano che mangiamo abitualmente, la varietà Creso di grano duro che mangia il 90% degli Italiani, come pensate che sia stata prodotta? Irraggiamento da raggi gamma negli anni '70, laboratori del CERN. Come è stato creato non è importante, è importante quello che è.

Può fare male? Certo. Nè più nè meno di qualsiasi nuova pianta trovata, si fanno i soliti test. Se farà male se ne impedirà la commercializzazione.

Ma rimaniamo sui problemi concreti, che ci sono e bastano per creare dubbi e discussione, e evitiamo di cadere sempre nella tentazione di far scadere il dialogo e creare paura dello sconosciuto.

Talking Head 12.08.10 00:04| 
 |
Rispondi al commento

E i celiaci aumentano a dismisura ... poveri illusi da ogm.

Leonardo C. 11.08.10 23:24| 
 |
Rispondi al commento

Fare distinzione tra un elemento chimico "naturale" e uno "artificiale" è una cosa completamente errata dal punto di vista scientifico, perchè le proprietà chimiche di un elemento non dipendono da come esso si ottiene, stessa cosa per i composti. Se consideri l'acqua questa può essere ottenuta come risultato di una miriade di reazioni chimiche, ad esempio, da una reazione esplosiva tra 2 molecole di idrogeno e una di ossigeno ma anche dalla combustione del metano. Le molecole di acqua ottenute dai due processi non hanno nessuna differenza e sono perfettamente equivalenti alle molecole di acqua contenute nella bottiglia di casa. Questo perchè gli atomi non hanno memoria, noi stessi siamo, infatti, polvere di stelle dato che i nostri atomi un tempo erano parte di stelle. L'uranio impoverito è un isotopo dell'uranio (non viene creato attraverso isotopi), precisamente uranio 238, che è contenuto nel minerale naturale da cui si estrae anche l'isotopo 235. La scienza riconosce la pericolosità dell'uranio, indipendentemente dall'isotopo, perchè questo è tossico per l'uomo, ed inoltre riconosce la pericolosità degli elementi radiottivi. Caso mai sono i vertici militari che hanno nascosto che le loro armi contenevano uranio impoverito e le hanno usate senza riguardo, neppure per gli stessi militari che ne avevano quotidianamente a che fare, non confondiamo le due cose.

Salvatore Tarda Commentatore certificato 11.08.10 19:35| 
 |
Rispondi al commento

Aggiunta voce: leggasi anche alterazione genetica oltre trapianto

sandro petrini 11.08.10 19:26| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
IL TG5 E' UN BRANCO DI VENDUTI ALLA MONSANTO E CHISSA' CHE CREPINO NEL MAGIARE OGM
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 11.08.10 19:18| 
 |
Rispondi al commento

Il mondo non è bianco o nero. Non è che le proprie idee siano giuste e quelle degli altri sbagliate.
Mi chiedo perchè bisogna avere un'idea quando non si capisce un accidente di certe cose... Quando non si sa come funziona veramente.
Dire che gli OGM fanno male è sbagliato tanto quanto dire che non fanno male: il problema è che non lo sappiamo, possiamo intuirlo, ma non lo sappiamo.
Abbiam bevuto nelle bottiglie in PVC per quanti anni, poi han scoperto qualcosina e siam passati al PET. Certo, a farle di PP saremmo più sicuri che non farebbe male, ma costa troppo, ma guarda un po'.

Torno a ripetere: non sappiamo con sicurezza se fa male o no.

Quel che sappiamo è che le mucche che alleviamo in italia mangiano mangimi che vengono dall'estero (Argentina o Brasile ad esempio) che contengono OGM. Questo è un dato di fatto.
Ora, smetterete di mangiare la carne del vostro macellaio di fiducia che vi propone la chianina della stalla a fianco? (non entro nel merito di quante chianine esistano in Italia, visto che questa carne la vendono in ogni dove, come faranno???)

Xander 7 11.08.10 19:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Anche l'uranio è presente ovunque in natura, anche nei cibi. L'uranio è presente nella scala periodica di Mendeleev, non è stato realizzato in laboratorio. L'uranio impoverito proviene da manipolazioni di laboratorio e mutato così attraverso isotopi fissili. L'uranio impoverito è stato sperimentato e già valutato sotto la soglia di nocività umana. A distanza di diversi anni persone venute a contatto con l'uranio accusano tumori, altre hanno avuto figli "OGM", cioè deformi. La medicina non riconosce tutto ciò come causa degli inconvenienti suddetti perché oggi sulle modificazioni genetiche (non "innesti" ma veri e propri trapianti, sostituzione, artificiale di geni) la scienza non ha possibilità di calcolare le dinamiche complesse di sviluppo, causa-effetto, quindi sulla sua evoluzione, e influenza sull'ambiente naturale. Chi affermava che l'uranio impoverito non era nocivo all'uomo, avrebbe dovuto verificarlo di persona. Un OGM dovrebbe sperimentarlo chi è convinto che non abbia effetti, mangiandone un piatto al giorno per almeno nove mesi.

sandro petrini 11.08.10 18:48| 
 |
Rispondi al commento

tu giogio fidenato sarai colpevole, se delle persone o degli animali avranno problemi di salute verso gli ogm ....invece tu fidenato dovresti essere ricoverato per grave malattia cerebrale ,... l'ignoranza ti sta mangiando la poca intelligenza ..........

renato luccon, azzano decimo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.08.10 18:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ad usare paroloni si supercazzoliana memoria siamo bravi tutti. Comunque il punto è che le mutazioni nel DNA avvengono in continuazione (circa una ogni milione di basi copiate) e se esse non portano la cellula a morire restano lì, ora visto che non c'è nessuno che ne controlla l'effetto, perchè dovrebbero essere sicuramente salutari: possono essere buone e possono essere cattive. Per altro la banana che noi mangiamo è sicuramente frutto di una mutazione che la porta a non avere semi. Cosa è meglio, una mutazione spontanea di cui non sappiamo nulla, e neppure ce ne preoccupiamo per altro, o una indirizzata a ottenere un particolare beneficio? Non so di cosa intendi con le varibili temporali di rigenerazione, se per favore ti spieghi meglio, ma per quanto riguarda le interazioni ti faccio presente che tutto ciò che si fa in agricoltura interagisce enormente con l'ambiente, ma lo si fa senza preoccuparsi tanto. Faccio un banalissimo esempio, quando l'agricoltore zappa la terra non si preoccupa tanto se nello zappare distrugge 10 formicai, 100 vermi, 1000 lombrichi e chi più ne ha più ne metta, lo fa e basta senza starci a pensare e si potrebbe andare avanti così con tanti esempi che all'apparenza sembrano cose "naturali", senza impatto, ma che invece naturali non sono. L'impatto degli individui OGM viene, invece, studiato molto più approfonditamente per anni ed è possibile in qualsiasi momento rimetterlo in discussione (con opportuna documentazione) cosa che invece non viene fatta con i banali esempi che ti ho proposto. Se lo dico a mio nonno (ha 85 anni e coltiva la terra da 70) che sta uccidendo i vermi mi prende per idiota. Il punto è che già lo stesso fatto che si coltiva la terra è un interferenza gravissima con altri sistemi, ma noi la abbiamo accettata come la cosa più naturale del mondo.

Salvatore Tarda Commentatore certificato 11.08.10 17:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma non avete letto il presente post? Il termine e confronto "pedofilo" viene citato da questo post.

sandro petrini 11.08.10 16:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E voi siete Scientificamente consapevoli, a conoscenza, degli effetti a lungo raggio delle mutazioni delle strutture genetiche in sistemi bio-complessi e sopratutto al di fuori dei ristretti limiti della razionalità di laboratorio che, tra l'altro, non tiene conto delle variabili temporali nella ri-GENE-razione- così come avvengono in natura? Oltre che nella complessità delle interazioni STESSE con altri sistemi naturali complessi? Oggi noi non lo sappiamo, e se io sono in malafede voi siete a maggior ragione inconsapevoli dello sviluppo di ciò che state applicando dalla Scienza Teorica.

sandro petrini 11.08.10 16:52| 
 |
Rispondi al commento

Grande Paolo Papillo !

Non mollare...MAI!

Tinazzi

tinazzi ., Albano Laziale Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.08.10 15:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Scusa Petrini ma tu credi veramente nelle cose che scrivi? Ti rendi conto che fai un paragone totalmente fuori luogo tra pedofili, persone che per loro sfortuna hanno sostanzialmente un problema, e tecniche impiegate in agricoltura e in allevamento? Parli di potenti lobbies, di multinazionali feroci, di sleale concorrenza usando tutti i luoghi comuni che esistono solo per suscitare sentimenti negativi contro gli OGM, che nulla hanno a che fare con le cose da te sostenute.
Ad esempio, gli OGM si possono studiare anche pubblicamente con finanziamenti dello Stato ai centri di ricerca, mica c'è il monopolio sulla ricerca. Tu dici che con gli OGM si abbassano i prezzi in modo da togliere la concorrenza per poi fissare un prezzo più alto, ora questa affermazione o deriva da ignoranza o è in malafede, perchè, come ho già fatto notare più volte, un chilo di pasta biologica costa 3 euro (come minimo), frutta e verdura hanno prezzi spropositati, quindi non è che quelli che fanno biologico, poverini, fanno beneficenza ma vengono vessati dalle potenti lobbies, sono lobbies loro stessi. Se questo non lo sai ti invito a controllare i prezzi dei cibi biologici su vari negozi online per renderti tu stesso conto quanto costerebbe fare quel tipo di spesa, se invece lo sai, allora, mi dispiace, ma per me non puoi che essere in malafede.

Salvatore Tarda Commentatore certificato 11.08.10 15:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...mah.. io credo che il problema sia
la DIPENDENZA dalle multinazionali
è la cosa più pericolosa...
ma che ci si potrebbe facilmente opporre...
uno Stato serio può mettere in campo
i suoi scienziati e la sua ricerca,
come in Italia in parte si fa già e lo si
potrebbe fare ancora meglio....
siamo tra i migliori al mondo....
........
peraltro negli orti oggi
non c'è NULLA
di NON TRANSGENICO...
.

cimbro mancino Commentatore certificato 11.08.10 15:40| 
 |
Rispondi al commento

Bene l'azione diretta contro questi OGM illegali. Tagliare tutto con uan falciatrice!
Che gli OGM siano o non siamo dannosi lo si capirà fra parecchie generazioni. Quindi non è vero che siano innocui, perchè non esiste la prova che siano innocui. Come per il mangime dato alle mucche che ha fatto venire fuori la mucca pazza. Non esisteva la prova che faceva male fin quando non ha fatto danni. Per motivi precauzionali è bene vietare gli OGM.
I fessi dicono che OGM è come l'innesto o l'incrocio in natura. Fessi e ignoranti: non risulta in natura che un gene di topo o pesce si innesti su un gene di vegetale o viceversa. Questi sono gli OGM. frankestein.
Gli OGM servono alle multinazionali per creare il diritto di proprietà anche sulla natura controllare il ciclo di produzione fin dalla terra.
Gli OGM non sono ecologici: il vero ecologista diminuisce il consumo.

angelo divi 11.08.10 15:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

se volete capire chi è e cosa ha in testa LEONARDO FACCO andate a leggere le sue riposte ai commenti degli utenti sul suo canale YOUTUBE

http://www.youtube.com/watch?v=r8QwMRDZKoE
http://www.youtube.com/watch?v=FJwMPhAzo6c
http://www.youtube.com/watch?v=YT4E4UKvN2I

davide lak (davlak) Commentatore certificato 11.08.10 15:23| 
 |
Rispondi al commento

Tante storie per qualche pianta geneticamente modificata...

ma lo sapete che noi e tutti gli organismi di questo mondo sono il frutto di mutazioni genetiche dovute all'evoluzione?
Meglio una pianta ogm piuttosto che tonnellate di pesticidi sulla terra.

Gli ogm sono necessari, serviranno a mantenere una popolazione di quasi 9 miliardi di persone nel 2050.

O preferite morire di fame?


Solo BoL 11.08.10 14:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Circa un anno e mezzo fa ho scritto un pezzo che prevedeva tutto quello che sarebbe accaduto, perchè e come. Chi fosse interessato può andare sul sito www.pensierivagabondi.it rubrica "parole senza deferenza" e leggere "l'insostenibile leggerezza dell'ipocrisia".
Sarei curioso e grato per un vostro commento a riguardo. Grazie
Marco Cazora (sono stato un politico della prima repubblica, ma spero questo non crei pregiudizi)

Marco Cazora 11.08.10 14:27| 
 |
Rispondi al commento

UNTORI OGM -2°
-IL CITTADINO RIDOTTO A BESTIA DA ZOOTECNIA-
Questi untori OGM sanno che diventiamo da cittadini diventiamo consumatori nelle mense degli ospedali, carceri,scuole e, magari, la Caritas etc..(pubbliche o private che siano) e non avranno difficoltà a piazzarli attraverso le potenti lobbies, sopratutto ospedaliere, serve delle multinazionali. Loro sono protetti dalle multinazionali e noi non possiamo far altro che avvertire i cittadini, prima che piazzino sul mercato i loro prodotti, da sleale e sopratutto micidiale concorrenza. Guardate, ad esempio quanto costano molto meno i cibi contenenti olio di palma rispetto agli altri e di come i ristoranti che utilizzano olio di palma raffinato siano sempre strapieni per il loro basso prezzo. I cibi OGM dapprincipio saranno moltissimo economici sbarazzando la concorrenza poi gestiranno loro, i produttori, il mercato perché non sarà più possibile il ritorno al naturale.
Il problema non è solo il fatto concreto che ci vedono come consumatori e non cittadini questi infami ci concepiscono come bestie da zootecnia, in batteria.

sandro petrini 11.08.10 14:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E intanto Piero Angela (che ritiene di poter raccontare tutte le balle che vuole in prima serata sulla TV pagata dai contribuenti, comprese quelle sugli OGM) ci gode.

E il telespettatore sprovveduto che non ha la capacità di discernimento e la conoscenza per smascherare tutte le cazzate che lui e il figlio raccontano da anni e anni sulla TV pubblica ci cascano e lo considerano un grande divulgatore.

In effetti per divulgare divulga, ma il problema è che divulga cazzate e menzogne.

Gens Giulia () Commentatore certificato 11.08.10 14:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E intanti quel coglione di Piero Angela ci gode

Gens Giulia () Commentatore certificato 11.08.10 13:54| 
 |
Rispondi al commento

GLI UNTORI OGM
Il cosiddetto "pedofilo" -termine che in realtà viene a definire chi si prende cura del minorenne, come i maestri. Vedi M.I.Josselin, "L'adolescenza", Armando ed, 1974- è mosso da un problema psicologico, un raptus, fuori dalla sua consapevolezza, che rovina a vita la vittima ma poi anche se stesso. Invece, l'untore OGM danneggia con lucidità e per proprio lucro. Io sono contrario ai linciaggi come avvenivano per gli untori di peste, ma questa persona la condannerei a mangiare solo cibi OGM; sicuramente, tale untore, con i soldi ricavati come produttore OGM si sarebbe comprato, per se stesso, i prodotti biologici.

sandro petrini 11.08.10 13:39| 
 |
Rispondi al commento

Appunto, se c'è una legge rispettiamola. Fidenato e gli altri hanno tutto il diritto di coltivare quello che vogliono, è la legge che lo ha stabilito più volte. Il principio di legalità deve essere sempre valido e non solamente quando fa comodo, non facciamo i Fini di turno per favore...

Salvatore Tarda 11.08.10 12:27| 
 |
Rispondi al commento


Da un articolo su repubblica di oggi:

“La popolazione e l’uso delle risorse stanno crescendo sulla Terra in modo esponenziale – è l’ammonimento di Hawking – così come cresce in continuazione la nostra capacità di incidere sull’ambiente, sia in termini positivi che negativi. Il problema è che il nostro codice genetico mantiene ancora immutati gli istinti egoisti e aggressivi che erano indispensabili per la sopravvivenza in passato. In queste condizioni non vedo come si potrebbe evitare il disastro nei prossimi cento anni”.

Ma che coraggio ci vuole per mettere al mondo un figlio sapendo che vivra' in un mondo che pian pianino si sta esaurendo? qualcuno mi aiuti perfavore perche' sono in crisi.

stefano t 11.08.10 12:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Purtroppo realisticamente ormai siamo invasi da prodotti OGM sulle nostre tavole, ma finché c'è una legge questa va rispettata. Ah... certo... in Italia chi dice che bisogna rispettare la legge è detto spregiativamente "giustizialista". Chi mi sa dire il contrario di questo termine?

Gianluca Gendusa, Firenze Commentatore certificato 11.08.10 12:14| 
 |
Rispondi al commento

leggo spesso nei commenti a questo post; ma già ingoiamo tanti ogm...ma che cazzzo di ragionamento è.
allora ci sono tanbte guerre una più o una meno che differenza fà...
ingoiamo tanta merd.a...ingoiamone un pò di più...
e poi basta con il ragionamento ; " nel mio orticello faccio quello che voglio..."
questa filosofia di capitalismo straccione - predone e razzista e leghista ci ha portato a questo punto..

paolo papillo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.08.10 12:08| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

sugli ogm ci sono troppe prese di posizione ideologiche. Quel tipo di mais che coltiva Giorgio Fidenato operando una disobbedienza civile è legale in tutta l'UE. La vera anomali è l'Italia con le sue leggi no-ogm che piacciono tanto a Lega,... no.global e slow-food.
Quel mais non è dannoso per la salute!Mostra tutto
49 secondi fa · Mi piaceNon mi piace più ·

Salvatore Grizzanti 11.08.10 11:24| 
 |
Rispondi al commento

VOLANTINO PLEBEO

https://docs.google.com/document/edit?id=1AQkgoCdU2z41qIJfj4cO5PlwXjbkJNwnbG50uQvvsgA#

Allora Quando, Venezia Commentatore certificato 11.08.10 11:03| 
 |
Rispondi al commento

Perché sugli OGM giri tale ignoranza continuerò a non spiegarmelo, comunque i rischi per la salute non sono MAI stati provati (dopo che si è investito, in Italia, molto più per trovare fantomatici pericoli che per sviluppare OGM). L'utilizzo di mais GM permette di ridurre il consumo di pesticidi sfruttando un anti-parassitario di origine naturale e usato in agricoltura Biologica. Di fatto il mais GM è più biologico e rispettoso dell'ambiente di quello tradizionale.
Peccato che chi si schiera per l'ambiente preferisca che questo venga contaminato per sostenere l'agricoltura intensiva piuttosto che cercare di trovare soluzioni che permettono di produrre tanto con minore impatto ambientale, e il tutto per difendere che cosa? Pensate che senza queste posizioni gli OGM li avremmo potuti sviluppare in Italia, e quindi avremmo avuto anche il beneficio economico dato dal loro utilizzo invece che solo il ritorno ambientale.
Per altro il mais è una pianta che nell'ecosistema italiano NON ESISTE! quindi smettiamola di far sparate con presunte contaminazioni, la vera contaminazione è iniziata quando l'abbiamo importato dall'america e con la pianta anche qualche milionata di geni non autoctoni... e di questi però non ci preoccupiamo vero? Bisogna pensare a un singolo gene che già esiste nel nostro ambiente (per altro in un batterio che diffonde MOLTO più del mais mi dicono) e che sicuramente mangiamo già soprattutto sui prodotti biologici che usano il batterio direttamente nei trattamenti fitosanitari...
(per altro il mais nemmeno esiste in Natura... ma questa è ancora un'altra storia vero?)

Se la gente aprisse gli occhi, se gli italiani avessero il coraggio di dare fiducia alle proprie ricerche potremmo essere avanzati anche in questo campo... purtroppo sono gli italiani a voler che le idee vengano vendute a una multinazionale castrando qualsiasi sviluppo biotecnologico locale...


Sfortunatamente poi vi sono i cosidetti guru culinari che vorrebbero un intero mondo di OGM

http://bressanini-lescienze.blogautore.espresso.repubblica.it/2010/08/03/legalita-ogm-for-dummie

ALDO PRESSI 11.08.10 09:50| 
 |
Rispondi al commento

Al di là di tutti i ragionamenti: ma ci sono delle leggi che regolano queste cose?
SI
Allora vanno rispettate. Punto. Altrimenti davvero qua ognuno si fa i fatti suoi....

Davide De Marchi 11.08.10 09:08| 
 |
Rispondi al commento

Intanto nessuno pretende che il 72% degli italiani mangi prodotti OGM, se non vuole, e non è neanche detto che questo 72% sia totalmente contrario, probabilmente è pieno di preconcetti (basati sul nulla) e non si rende conto che li consuma ogni giorno o non gli è stato spiegato che potenziali benefici possono avere. In ogni caso gli agricoltori incriminati non vogliono convertire nessuno, ma pretendono, come è loro diritto dato dalle leggi europee, di poter coltivare mais OGM per sfruttare quel 28% di mercato disponibile. Se aveste la possibilità di sfruttare un mercato di 18 milioni di persone con un prodotto permesso dalle leggi non lo usereste? Non vi incazzereste se ve lo impedissero con atti di forza giuridica?
Per quanto riguarda gli OGM che interferiscono con le colture circostanti è una mezza sciocchezza. Non è che se pianti patate il mais OGM ti può dare fastidio. Al massimo si può avere contaminazione tra campi di mais adiacenti, nell'ipotesi peggiore che fioriscano nello stesso momento, ma, nelle colture di mais, con distanze tra 50-100 metri praticamente si riesce a mantenere la contaminazione dei campi adiacenti sotto la soglia dello 0.9% (ammessa anche nell'agricoltura biologica) che non crea danni a nessuno.

Salvatore Tarda 11.08.10 02:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gli Ogm sn uguali alla Radice del Male..un po' come l'edera che quando arriva si infila dappertutto.il 72% degli italiani nn vuole OGM il problema nn e' ch ebisogna rispettare anche le "minoranze" il problema che gli OGM interferiscono con le colture circostanti!! MANDIAMOLI VERAMENTE A FANCULO SI AI POLITICI CHE LI VOGLIONO CHE I CONTADINI COME QUESTA FACCIA DI C.... No OGM!!!!!!!!!!!

matteo ravaioli (superava1982), riolo terme Commentatore certificato 11.08.10 01:51| 
 |
Rispondi al commento

A parte il fatto che coltivare erba, essendo i consumatori in continua crescita, rende molto di più... mi chiedo: se il 28% della gente vuol mangiare ogm e il restante 72% no, perchè dovrebbe prevalere la minoranza? Perchè questi pochi contadinidimerda devono prevalere sui loro colleghi onesti? Perchè l'agricoltura è andata già a puttane e ora si appresta anche ad andare a trans? Perchè in Italia ci deve essere sempre ambiguità su tutto?
Se io sono un consumatore, voglio poter scegliere cosa consumare. E se devo mangiare una cosa che per me è merda, lo voglio e lo devo sapere PRIMA, non tra venti o trent'anni quando qualcuno mi dirà che non ero fatto per mangiare certe porcherie.
Contadini!: oggi siete delle banche; ormai la soccida è tornata di moda; presto i vari Monsanto vi prenderanno per le palle... Ma per alcuni di voi questo è un ragionamento troppo difficile

mi sono rotto (licoioni) 11.08.10 01:23| 
 |
Rispondi al commento

Da dove si originano i padrini della Monsanto?
L’attuale sistema economico mondiale è basato sul sistema bancario a riserva frazionaria che consente a dei privati di creare denaro dal nulla.Il denaro creato viene dato in prestito ai privati o agli stati che si impegnano a ripagarlo.Il sistema bancario non ha il denaro che presta.Il debito cumulativo supera di varie volte il PIL del pianeta Terra.Ripagare l’interesse richiede una crescita continua dell’economia reale. L’economia reale e` un’attivita di trasformazione della materia, cioe` delle risorse primarie del pianeta,non rinnovabili(minerali)e rinnovabili,entro certi limiti(prodotti della biosfera).Tale trasformazione richiede enormi quantità di energia fossile da idrocarburi(non rinnovabile). Siccome l’interesse,cioè il debito,essendo un’astrazione,cresce esponenzialmente all’infinito mentre l’economia reale ha ovvi limiti fisici,quando questi ultimi vengono superati la “crisi” diventa irreversibile.Il meccanismo mostruoso che ho brevemente descritto, unito alla crescita esplosiva della popolazione favorita dalla disponibilità di energia(ogni anno la popolazione mondiale cresce di 80 milioni di anime)sta portando all’esaurimento delle risorse del pianeta e al disastro climatico.Il modello economico corrente si e` radicato nella mente della gente come una“religione”del mercato, della crescita,del consumo.Infatti ci definiamo “consumatori”anziche` persone o cittadini.I diritti del“consumatore”prevalgono sui diritti dell’uomo.La religione e`accettata dalla maggioranza.Si parla di“crisi”come se fosse un evento nefasto mandato da dio e non come una situazione da noi stessi collettivamente creata. Data la situazione catastrofica del pianeta,la attuale crisi è irreversibile.Raggiunti i limiti, esaurite le risorse,devastato il clima il sistema puo`solo collassare.Il collasso sara`traumatico perche`nessuno è disposto a cambiare i presupposti sui quali il sistema si basa.
A cominciare dalle banche,origine prima del male

Gabriele Dotti 11.08.10 00:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

URGENTE all'attenzione del BLOG.

sono entrato in possesso del seguente documento: una comunicazione al personale CAI-ALITALIA, che sintetizzo:

"...è stato siglato un accordo tra Alitalia e alcune testate giornalistiche nazionali.
Pertanto, a partire dal 1 agosto su tutti i voli in classe Economica, con modalità di imbarco differenti, saranno offerte le seguenti testate:
Il Giornale (voli Nazionali)
Libero (voli Internazionali)
Il Riformista (voli Intercontinentali).
Dal 1 settembre a questi quotidiani si aggiungerà anche Il Sole 24 Ore.
L’ accordo stipulato prevede la fornitura gratuita delle testate (incluso il delivering, ndr) dietro l’impegno di Alitalia a garantire su ogni volo (all’interno delle fasce orarie interessate) un determinato quantitativo di copie (...)"

mi sono spiegato?
le testate di cui sopra

il Geniale
il Riformatorio
Occupato

dal primo agosto scorso hanno l'ESCLUSIVA sui voli ALITALIA classe economica.
e dal 1° settembre si aggiunge Il buio 24 ore di RIOTTA

prendono i soldi pubblici e li spendono per avere da CAI l'esclusiva della distribuzione sui voli della compagnia.

avete capito BENE????

ORWELL col suo GRANDE FRATELLO era un DILETTANTE.

è tutto nelle mani di questa CRICCA di LADRI.
questa piovra di MAGNACCIA.
questa setta di ASSATANATI.

che MIASMI di FOGNA DI REGIME !!!

davide lak (davlak) Commentatore certificato 10.08.10 23:58| 
 |
Rispondi al commento

LEONARDO FACCO: con il mais OGM strozzatici o, se preferisci, infilatelo su per il c.

davide lak (davlak) Commentatore certificato 10.08.10 23:44| 
 |
Rispondi al commento

Tra l'altro io non ho mai visto gli attivisti di Greenpeace andare nelle stalle ad uccidere le vacche o prendere le forme di parmiggiano e le cosce di San Daniele e gettarle nel Po.

Salvatore Tarda 10.08.10 23:26| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo col signor Longino Ferro: lavoro nel settore e giro aziende agricole tutto il giorno , tutti i giorni ... sapete che il mangime che gli allevatori italiani danno alle loro bestie(bovini,suini,pollame,conigli e quant'altro)contiene OGM in quanto presente principalmente nella soja e in tutto ciò che importiamo dall' estero (Argentina,USA, ecc.) o pensate che venga tutto prodotto in Italia?! secondo voi non stiamo già mangiando alimenti contenenti OGM DA PARECCHI ANNI?!Latte,formaggi,prosciutti,salumi e tutto il resto contengono OGM PERCHè E' GIA'CONTENUTO NEL MANGIME CHE SI DA AGLI ANIMALI. Io non condanno nè giudico questo fatto ma voglio che la gente sappia tutto ciò per poi farsi una sua idea.Grazie Matteo

Matteo Frattini 10.08.10 23:13| 
 |
Rispondi al commento

Quella persona che voi definite criminale ha, invece, idee intelligenti. Guardate l'ultima puntata di Annozero dove era presente e ditemi se le sue opinioni riguardo il latte non sono condivisibili, altro che le barzellette di Zaia. Quest'uomo dovrebbe essere trattato da difensore della legalità (della quale tanto parliamo in questo forum), perchè è falsissimo ciò che si sostiene. Infatti
1)nessuno stato UE può dichiararsi OGM-free perchè vige il principio di coesistenza tra i vari tipi di agricoltura;
2)le autorizzazioni alla coltivazione e all’immissione sul mercato di OGM competono esclusivamente alle istituzioni europee, previo parere dell’EFSA, l’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare.
Un membro UE può opporsi alla coltivazione di uno specifico OGM attraverso la clausola di salvaguardia fornendo nuove prove scientifiche (documentate) di rischi per la salute e l'ambiente. L'Italia non ha fatto nessun ricorso alla UE, ma per negare l'autorizzazione all’azienda di Silvano Dalla Libera si è appellata a motivi economici in disaccordo con la normativa UE. Su queste basi il Consiglio di Stato ha dato torto al Ministero dall'Agricoltura (sentenza del 18 Gennaio 2010). A questo punto è stato fatto un decreto ministeriale, palesemente contra personam (e contro la legge UE), che recita “La richiesta di messa in coltura di ibridi di mais geneticamente modificati, contenente l’evento MON810, formulata dall’Azienda Dalla Libera Silvano con nota del 14/08/2006 è respinta”.
Dalla Libera continua la sua battaglia legale, Fidenato, forte della sentenza del Consiglio di Stato e del fatto che l'Italia non ha fatto ricorso, compie questa azione di disobbedienza civile, danneggiato anche da gente che non sa distinguere una patata da un cavolfiore.
Ditemi voi se vi sembra giusto. Sfido chiunque abbia coraggio a scriverlo su questo blog, con firma in calce, così se parlerà di giustizia sarà anche ricordato come colui che ammette l'ingiustizia quando gli fa comodo.

Salvatore Tarda 10.08.10 22:42| 
 |
Rispondi al commento

Sono FRIULANO ,....ANZI CARNICO comunque mi VERGOGNO di vedere un FRIULANO CEDERE AL DIO DENARO IN QUESTO MODO...sono stato emigrante a 15 anni appena compiuti ho lavorato sodo, e lavoro ancora oggi,..il DIO DENARO ha travolto anche il FRIULI .

Gino De Pauli 10.08.10 22:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

che cazzo! adesso che cominciavo a diventare vegetariano!!!ha!ha!

giovanni miceli, jesi Commentatore certificato 10.08.10 22:36| 
 |
Rispondi al commento

S

Gino De Pauli 10.08.10 22:21| 
 |
Rispondi al commento

Gli italiani sono anni che mandano giù merda e non vedo perchè dovrebbero dispiacersi se mandano giù una pannocchia. Anzi, sono certo che in cambio di un paio di euri la maggioranza di loro la pannocchia dal lato opposto alla bocca.
Sono senza dignità.

toni pupo 10.08.10 22:04| 
 |
Rispondi al commento

si continua a dire di tutto e di piu, poi si conferma esagerando un po e subbito dopo si dice che non era stato informato,che non sapeva,per poi continuare ad affermare qualcosa ,ma come fa un semplice cittadino a orientarsi??? ad usare il senso critico??? con tutta questa informazione dove trova il tempo a leggere,a scrivere a confrontarsi???.
Questo è il mondo dei proffesionisti per me è impossibile
saluti

ottavio perchia 10.08.10 21:57| 
 |
Rispondi al commento

Vi propongo una lettura : Masanobu Fukuoka ,
La Rivoluzione del Filo di Paglia.
Un introduzione all'agricoltura naturale.

salvino roma (com) Commentatore certificato 10.08.10 21:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Alla falce! Alla falce! Ci vuole un José Bové anche da noi!!!

http://en.wikipedia.org/wiki/Jos%C3%A9_Bov%C3%A9

Antonio B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 10.08.10 21:29| 
 |
Rispondi al commento

Io sto dalla parte degli attivisti di Greenpeace.
Purtroppo, però, il caso Monsanto non è unico e isolato.
Diciamo che coltivare OGM non è legale, oltre che ragionevolmente dannoso, ma in Italia ci sono tante altre porcate OGM legalizzate.

Roberto Chiappa, Milano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 10.08.10 21:22| 
 |
Rispondi al commento

Scusate non sono daccordo: ma sapete che TUTTA la pasta e che TUTTI i farinacei che noi compriamo nella grande distribuzione sono OGM? Quindi di importazione! Credetemi che l'agricoltore italiano che produce mais non riesce nemmeno a pagarsi le spese a fine anno! Vende un prodotto ad un prezzo imposto da altri! Altro che libero mercato!...Se il ministro dell'agricoltura boicottasse TUTTI i prodotti OGM d'importazione e obbligasse le multinazionali a commercializzare SOLO prodotti con farine di origine naturale (purtroppo con pesticidi) il problema sarebbe risolto....secondo me ovviamente...ma niente in Italia è di facile soluzione...

Longino Ferro 10.08.10 20:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MILENA GABANELLI
Qualora si verificasse un disastro, come è successo per la mucca pazza, il sangue infetto (alcuni medici avevano lanciato gli allarmi, nessuno li ha raccolti, poi si è verificato il disastro anche economico, che sappiamo) ecco qualora si verificasse un problema per la salute, per l'ambiente, per l'ecosistema, chi ne risponderebbe? Il Ministero della Sanità, Monsanto, Novartis, il parlamento europeo, lei? Chi?

http://www.youtube.com/watch?v=wEFOBfeStXs

manuela bellandi Commentatore certificato 10.08.10 20:35| 
 |
Rispondi al commento

Piantiamo COCA!!!!!!!

il fatto (quotidiano), Roma Commentatore certificato 10.08.10 20:06| 
 |
Rispondi al commento

Ferro e fuocooooooooooooo.

il fatto (quotidiano), Roma Commentatore certificato 10.08.10 20:03| 
 |
Rispondi al commento

Leggetevi tutti questi fallimenti economici ed agronomici degli Ogm della monsanto. Se poi vi chiedete xke i semi Ogm vengano ancora commercializzati la risposta è facile: i contadini sono obbligati a comprarli e costano il triplo, se non d...i più.
http://carloruberto.blogspot.com/2010/07/un-passo-dal-fallimento.html

carlo ruberto 10.08.10 19:32| 
 |
Rispondi al commento

Beh, se il 28% dei consumatori dichiara che vuole gli OGM .... significa che il restante 72% NON li vuole, me compreso.

E pertanto, in base all leggi di questo stato, vanno distrutti: io lo farei, mettendogli poi tutto in conto - questo sarebbe di esempio per tutti gli altri; lavorano per il profitto a tutti i costi ... e sanno di non rischiare niente.

Quell'uomo dovrebbe rilasciare interviste da una cella, altro che youtube.

Gianluca Sini 10.08.10 19:29| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 



Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori