La secessione del quartiere Corvetto a Milano

Coprifuoco al Corvetto, Milano
(1:20)
Milano_Corvetto.jpg

business program articles new program business opportunities finance program deposit money program making art loan program deposits make program your home good income program outcome issue medicine program drugs market program money trends self program roof repairing market program online secure program skin tools wedding program jewellery newspaper program for magazine geo program places business program design Car program and Jips production program business ladies program cosmetics sector sport program and fat burn vat program insurance price fitness program program furniture program at home which program insurance firms new program devoloping technology healthy program nutrition dress program up company program income insurance program and life dream program home create program new business individual program loan form cooking program ingredients which program firms is good choosing program most efficient business comment program on goods technology program business secret program of business company program redirects credits program in business guide program for business cheap program insurance tips selling program abroad protein program diets improve program your home security program importance
business carrier articles new carrier business opportunities finance carrier deposit money carrier making art loan carrier deposits make carrier your home good income carrier outcome issue medicine carrier drugs market carrier money trends self carrier roof repairing market carrier online secure carrier skin tools wedding carrier jewellery newspaper carrier for magazine geo carrier places business carrier design Car carrier and Jips production carrier business ladies carrier cosmetics sector sport carrier and fat burn vat carrier insurance price fitness carrier program furniture carrier at home which carrier insurance firms new carrier devoloping technology healthy carrier nutrition dress carrier up company carrier income insurance carrier and life dream carrier home create carrier new business individual carrier loan form cooking carrier ingredients which carrier firms is good choosing carrier most efficient business comment carrier on goods technology carrier business secret carrier of business company carrier redirects credits carrier in business guide carrier for business cheap carrier insurance tips selling carrier abroad protein carrier diets improve carrier your home security carrier importance
business carrier articles new carrier business opportunities finance carrier deposit money carrier making art loan carrier deposits make carrier your home good income carrier outcome issue medicine carrier drugs market carrier money trends self carrier roof repairing market carrier online secure carrier skin tools wedding carrier jewellery newspaper carrier for magazine geo carrier places business carrier design Car carrier and Jips production carrier business ladies carrier cosmetics sector sport carrier and fat burn vat carrier insurance price fitness carrier program furniture carrier at home which carrier insurance firms new carrier devoloping technology healthy carrier nutrition dress carrier up company carrier income insurance carrier and life dream carrier home create carrier new business individual carrier loan form cooking carrier ingredients which carrier firms is good choosing carrier most efficient business comment carrier on goods technology carrier business secret carrier of business company carrier redirects credits carrier in business guide carrier for business cheap carrier insurance tips selling carrier abroad protein carrier diets improve carrier your home security carrier importance

Piazzale Corvetto si trova a Milano, in una zona di prima periferia a sud est. E' attraversato dai cavalcavia e dalla circonvallazione. Un quartiere di palazzi popolari, che non ha mai avuto lo splendore criminale del Giambellino o conosciuto le rivolte degli emigranti di via Padova e dintorni. Non è così lontano da piazza del Duomo ed è servito da svariati mezzi pubblici.
Corvetto è Milano, quello che rimane di Milano. Il quartiere si è gemellato da anni con Scampia, i suoi abitanti non hanno ancora messo un cartello all'ingresso, come fanno nei paesi, ma l'amministrazione comunale dovrebbe valutarlo con in aggiunta la scritta: "Corvetto secessionista". Se a Scampia alle volanti della Polizia lanciavano di tutto dalle finestre, al Corvetto sono scesi direttamente in strada per picchiare un vigile e impedire un arresto. Era in corso un pestaggio a sangue di un maghrebino da parte di alcuni abitanti del quartiere. I vigili sono intervenuti. Uno di loro ha bloccato un aggressore. Venti ragazzi hanno fermato e picchiato il vigile tra l'indifferenza degli abitanti. L'arrestato è fuggito, o meglio, è andato a dormire a nel SUO quartiere. Il Corvetto è infatti COSA LORO. I ragazzi gridavano esultanti al vigile finito in ospedale: "Te la facciamo pagare, così capisci chi comanda".
Si deve prendere atto che il Corvetto è il primo esempio di federalismo criminale a Milano. Nella zona, da anni, chi si ribella, anche per piccole cose, come un parcheggio o per gli schiamazzi, viene minacciato o picchiato con ferocia. L'emigrazione non c'entra, al massimo è mano d'opera usata dalla criminalità italiana. Milano ha La Russa ministro della Difesa, Berlusconi presidente del Consiglio e il varesotto Maroni ministro degli Interni ed è in mano al Pdl e prima a Craxi da tempo immemorabile. Se a Scampia lo Stato è assente, a Milano è forse troppo presente.
A Londra, a Vienna o a Madrid, il Corvetto, così come Scampia, sarebbero impossibili persino da concepire. Non esistono zone franche, extraterritoriali dove c'è lo Stato e, se esistono, sono la prova che lo Stato non c'è. La secesiùn comincia a dare i primi effetti. Se Boss(ol)i può invocare 300.000 fucili dalla bergamasca e il suo alleato Dell'Utri chiamare eroe Mangano, allora perché dei ragazzi, se provocati dai ghisa della Moratti, non possono difendere il loro territorio? E' il diritto del suolo e il rovescio della Repubblica Italiana, unita nella divisione.

CONTRIBUISCI

Donazione


Woodstock cult: "Magliette e cappellini ufficiali dell'evento"
Woodstock Cult

INVIA UN VIDEO

Video
Invia

Postato il 24 Agosto 2010 alle 14:07 in | Scrivi | listen_it_it.gifAscolta | Stampa
| Commenti (564) | Commenti piu' votati | Invia il tuo video | Invia ad un amico

Tags: Berlusconi, Corvetto, La Russa, Maroni, Milano, Scampia, vigili

Commenti piu' votati


Caro Beppe, per non dimenticare, ricordo che il figlio di Umberto Bossi ovvero Renzo Bossi, all'età di 21 anni, percepisce circa 10.000 euro all'anno, cioé più del doppio dello stipendio di un primario di ospedale.
Ripeto: Renzo Bossi guadagna più di 2 primari di ospedale.

Marco Calì

www.sapienza-finanziaria.com/


18 anni fa frequentavo il LEON CAVALLO a milano francamente c'era di tutto come in qualsiasi parte

Ma si cucinava dentro si parlava beveva si facevano mille storie con gente di ogni angolo di italia e dal mondo.

Realmente a mi piaceva frequentarlo ogni tanto, anarchici, comunisti, gente comune, sui generis, neri bianchi tutti

finchè arrivo la prima ondata di xenofobia leghista con suo sindaco ciccio bomba Marco formentini un pezzo di merda mezzo socialista cagato poi nel leghismo

questo falso figlio di emigranti nel belgio che fece chiude il leon cavallo perche centro di gente diversa a lui grandissimo merdoso leghista

e cosa ha cambiato o megliorato?
niente tutto peggio grazie ai traformisti con la faccia verde

da schifo! leghisti faranno la fine dal cattetere ambulante che si scagazza a ogni zinghiozzo

Eduardo Dumas ( edu latino), milan Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 24.08.10 18:32| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 33)
 |
Rispondi al commento

Milano non è così brutta come la dipingono i legaioli e la Moratti stessa, almeno finchè si rimane nell'ambito della microcriminalità.
Quello che succede a Corvetto com'è successo in tante altre zone, è il risultato dei mancati investimenti in sicurezza e legalità a favore dei controlli come velox, videocamere e multe atti solo ed esclusivamente a fare cassa. Del resto ci sono da pagare gli swap e le consulenze d'oro, mica la Moratti può star qua a pensare alla sicurezza dei cittadini.

Casualmente però quando si parla di mafia, di 'ndrangheta e del loro insediamento nelle istituzioni compreso l'EXPO, Moratti e legaioli cambiano subito idea: Milano è bella, stupenda, gran Milàn, "non è questa" (Moratti ad AnnoZero) ma dov'è la mafia? (Ma ku è chishta mafia ah?)

Il fatto poi che siano stati menati un paio di appartenenti a quella classe corruttibile che sono i vigili urbani milanesi non mi commuove neanche un pò e nemmeno se a farlo siano stati dei delinquenti veri e propri.
Non voglio criminalizzare una categoria, però quando le forze dell'ordine smettono di essere tali e diventano semplici dipendenti di rappresentanti di interessi privati come succede a Milano, è difficile ottenere il rispetto della gente. Ne so qualcosa io di quello che succede sul Naviglio al VIP CLUB che c'è qua con tutti i rappresentanti delle istituzioni che bloccano la via coi loro parcheggi selvaggi e MORIRE se arriva un vigile a multarli.

Non dico neanche che chi fa questo mestiere perchè "tiene famiglia" e quindi è ricattabile dal punto di vista lavorativo, dovrebbe fare una scelta coraggiosa tra le due cose. Ma pretenderei che ci fosse qualcuno in grado di denunciare la situazione oltre al sottoscritto che è l'unico ad aver fatto esposti a cui nulla è seguito se non controlli capillari alla mia persona e alla mia attività.

Ergo SIAMO TUTTI COLPEVOLI di questa situazione e sinceramente vedere che c'è chi si indigna e basta e chi da la colpa all'uno o all'altro mi fa solo disgusto.


Da come lo descrivi il Corvetto è esattamente come certi quartieri delle grandi città del Sud, la sanità a Napoli (che c'è da molto prima di scampia)
e così via a Bari, Palermo etc.

Quindi? Ndò stà questa grande differenza 'sociologica' fra il sud e il nord dell'Italia?

I legaioli devono stare molto attenti, perchè da come lo descrive Beppe, questo 'corvetto' è terreno ideale per le grandi associazioni criminali (mafia, ndrangheta). La ndrangheta può facilmente reclutare tutti i bulli e i picchiatori di questo quartiere, e rendere il quartiere stesso una propria roccaforte inespugnabile, 'a due passi dal Duomo'..cioè nel cuore della città più importante d'Italia dal punto di vista finanziario.

Dicevo che i legaioli devono stare molto attenti, perchè o stringono legami con la ndrangheta, oppure se le dichiarano guerra, la ndrangheta scatenerà tutti i delinquenti del corvetto contro le sedi della lega...
Secondo me però non si arriverà a questo, la lega stringerà un accordo con la ndrangheta, esattamente come fece la DC con la mafia in sicilia..

Poi continueranno a fare i paraculi come sempre..(oramai è una prassi collaudata...).
Continueranno a sbraitare contro il nemico di turno (cioè quello con cui non hanno ancora trovato un accordo) accusandolo di 'aver portato i mafiosi al nord'. E nello stesso tempo prospererà sulla base degli accordi con la ndrangheta....

Josef Dzugashvili (stalin) Commentatore certificato 24.08.10 15:31| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 14)
 |
Rispondi al commento

Bonjour a tout le monde!!

er fruttarolo? Commentatore certificato 24.08.10 14:43| 
 
  • Currently 4.1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 13)
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Gli inciuci vengono da lontano" ...
Ascoltate cosa disse Funari riguardo a Veltroni.

http://www.youtube.com/watch?v=VhCIz0oG_hU

Nunzio C., Sicilia Commentatore certificato 24.08.10 19:37| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 11)
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma non facciamo questa sociologia d'accatto.
la gente abbandonata a sè stessa si difende come può.
in realtà il quartiere più degradato dell'italia, e forse del mondo, è il 1° municipio di roma, per i non romani il centro storico, quello dove è concentrata la più alta percentuale di mafiopduistipseudopolitici nostrani.
e lì sì che la polizia, ma anche la magistratura, non hanno alcun potere, anzi sono asservite ai voleri di una cricca di farabutti che succhiano il sangue a tutto un popolo con ruberie, pizzo (che loro hanno chiamato tasse, per non dare nell'occhio), malversazioni di ogni tipo, omicidi bianchi (ma anche rossi, verdi e neri), impunità e prepotenze.

liliana g., roma Commentatore certificato 24.08.10 15:46| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 11)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Essere antileghista non è per ideologia ma per memoria.

Ricordiamo, per averlo studiato, dove portano le intolleranze che una volta hanno bandiere nere, una volta rosse, e questa volta verdi.
Ricordiamo perchè nonni tristi ci raccontarono delle barbarie contro gli ebrei che cominciarono con diciture come quelle leghiste di oggi.
Ricordiamo perchè tali intolleranze derivano da una cattivivssima socialità di chi aborre il diritto pubblico a vantaggio esclusivo di una privatezza che dovrebbe farla da padrona.
Ricordiamo perchè chi non paga le tasse non è cittadino degno di tale nome.
Ricordiamo perchè l'attuale leghismo si basa su concetti antistorici, falsità di primo pelo, allenaze con coloro che dite di non avere nel partito.
Ricordiamo che coloro che piazzano figli nipoti e chissà quant'altri nei " posti buoni " a discapito delle migliori menti d'Italia, siano rosse, nere, arancioni o chissa cosa, non sono persone che guardano al bene di molti ma solo al bene di pochi.
Ricordiamo che chi rischia di perdere la vita e rimane seriamente offeso nella mente e nel moto, fra le braccia di un'attricetta dalla voce buona non ha cuore o morali colle quali poter fare il bene non solo d'Italia ma nemmeno della pianura padana (pianura italiana) e dei suoi sciocchi abitranti (non tutti per fortuna).
Ed infine ricordiamo perchè è con sapere che si aff4ronta la vita e non colla mtracotanza dei soldi che credono di poter comprsre qualsiasi cosa.

Non vi rrenderete mai (ma vi conviene?) NOI NEPPURE!

Leghisti Ma vaffanculoooooo!!!!
E noi in questo blog (ATENE) facciamo così!!

GRILLINI CARICAAAAAAAA!!!!!!!!!!!!!!!

francesco folchi, roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 24.08.10 22:48| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento
Discussione

"FACCIAMO UN PO COME CAZZO CI PARE...!"

Ecco...

Questa é ľ unica logica che,

dopo ľ ormai quasi"ventennio"Berlusconiano+Lega,

sta o é giá passata come BUONA...

Alľ epoca Guzzanti ne faceva una macchietta

televisiva...

Triste presagio e mai piú giusta previsione...

Avendone combinate ormai di tutte e di piú,

il "nanopremier",

che ha "giocato" con la giustizia e tutti gli

apparati costituzionali,

prendendosene ripetutamente gioco,

ha fatto passare il messaggio che ormai a

rispettare leggi e costituzione sono solo

"GLI SFIGATI"...

Stamattina seguivo,prima di andare al lavoro,

un servizio sulla "questione cinese"a Prato,

trasformata da "miracolo"della piccola e media

impresa manufatturiera della provincia italiana,

in quella che é diventata la questione cinese...

Si cominciano a sequestrare le aziende che

sfruttano la clandestinitá ed il lavoro nero

a basso costo,anche dietro pressione di un´opinione

pubblica locale esasperata dalľ "invasione

industriale"cinese...

Qualcuno,in difesa di quelle aziende sequestrate,

si é pure permesso di dire che molta"brava gente",

persone"per bene",

sarebbe andata a delinquere...

Allora cosa...?!

Ci devono andare i pratesi che sono falliti o

sono stati costretti a svendere le proprie aziende

ai cinesi a deliquere per poter vivere...?!

Per non parlare poi,

seguendo la"nanologica",

di quel coltivatore che ha seminato gli OGM sul

suo terreno,rischiando di contaminare irreparabilmente

le colture circostanti,

e che invece di stare zitto,

trova pure il coraggio di farsi intervistare,

rivendicando le "proprie ragioni" o il"diritto"

di coltivare OGM in quanto un 28% del mercato

ne sarebbe favorevole...

Bisognerebbe espropriargli il terreno,

metterlo in galera ed obbligarlo al risarcimento

dei danni,

togliendogli pure la facoltá in futuro di

continuare a fare il coltivatore...

CONTINUA...

Donato S., Vienna Commentatore certificato 24.08.10 18:53| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori










Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.



Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori