Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Lavori autostradali senza fine


Milano_Genova.jpg
Le autostrade italiane hanno avuto tutte un inizio, ma nessuna ancora una fine.
"Sono rientrato dalla douce France che avrà i suoi difetti, ma avercene. Un viaggio in macchina con quasi nessun lavoro in corso, strettoie, file, code per il taglio delle sterpaglie, poi d'improvviso l'Italie con il manto autostradale che dura sei mesi e poi va di nuovo asfaltato. Com'è possibile? C'è forse un racket delle manutenzioni autostradali? E quei mezzi meccanici fermi a lato delle corsie uniche per tutto il fine settimana? Sembrano monumenti di metallo, nuovi totem usati solo in orario di ufficio." Carlo C.- Verona

8 Ago 2010, 23:25 | Scrivi | Commenti (28) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Sono 30 anni che percorro periodicamente l'autostrada Genova La Spezia, non ho mai svolto una tratta senza incontrare i lavori in corso, una deviazione di corsia, un restringimento di carreggiata, una volta costava 4500 lire, oggi 9,20€. L'autostrada di per sè non è cambiata di una virgola, da Sestri Levante in poi la radio (isoradio 103.3 informazioni sullaa viabilità)non si sente, le corsie sono strette, le piazzole rare, aree di sosta due sporche e senza wc, così chi non riesce a tenersela orina dietro le macchine, l'asfalto è tutta una pezza. Dove sono le migliorie? Ricordo anni fa al ritorno da una lunga vacanza negli USA dove le autostrade sono larghe comode servite e gratuite, ebbi enormi difficoltà a riguidare in Italia per la sensazione di pericolo delle nostre autostrade. Dovremmo rifiutarci tutti di pagare questo furto che siamo costretti a percorrere perchè l'alternativa è spesso allucinante o addirittura inesistente.

Valeria Podesta, Recco Commentatore certificato 11.08.10 14:47| 
 |
Rispondi al commento

su questo hai anche ragione, ma occhio: io in Francia ci vivo, ci viaggio molto spesso, é vero ceh la situazione é migliore, ma lo é anche perché i francesi (e non solo ...) sono educati alla guida. Gli italiani sono abituati a pascolare in qualsiasi corsia tranne quella giusta, che é SEMPRE QUELLA LIBERA PIU A DESTRA!!! invece fanno tutti i poliziotti, si mettono in mezzo ai coglioni e non si spostano più, cambiano corsia senza mettere la freccia né per uscire né per rientrare, se chiedi strada perché son oin mezzo ti insultano, ti frenano davanti .. ma se vuoi fare il poliziotto FALLO VERAMENTE!! ma con stipendio e rischi conseguenti!
Ci fosse vera educazione stradale, ci sarebbero molti meno stronzi in giro che pensano "sono a 130, il limite é 130, sto dove voglio" ...

Davide Boccardo 10.08.10 14:47| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti, io aggiungo che in Oregon/usa dove vivo, i lavori stradali li fanno di notte (specialmente le asfaltature), un mese prima di iniziare i lavori ci sono cartelloni che ti avvisano in quale "notte" avrai dei disagi, mettono un numero tel dove chiamare per avere info ed un sito web dove seguire i lavori....
devo continuare... il cittadino che "paga" i lavori e' visto come un cliente da curare.
E' tutto un altro tipo di cultura.
Max

Max Calevino 10.08.10 00:49| 
 |
Rispondi al commento

E il bello è che ci sono anche strade nelle quali, per non dar adito alla tesi delle mazzette, semplicemente sono 20 anni che non asfaltano più!!

Ma la cosa più schifosa sono le ROTONDE. Ci sono delle strade in cui STRANAMENTE, l'asfalto sembra bombardato con i mortai, giusto perché non lo riparano da un'eternità. MA ALZI GLI OCCHI E VEDI UNA ROTONDA, ma che dico, non una rotonda, ma UNA ROTONDA CON FONTANA. WOW!! MA come? Io rischio di finire per terra con dell'asfalto VERGOGNOSO, e questi buffoni (del comune) fanno una rotonda che costerà un milione di euretti?

Ma perché? PERCHE'? Com'é che non ci sono soldi per asfaltare un cavolo di strada comunale (per non parlare di ANAS e strade statali), mentre ci sono milioni per fare inutili e devastanti rotonde, anche laddove non ce ne sarebbe alcun bisogno?? Come vengono spesi i soldi pubblici? Io non lo so. Quello che so è solo che le rotonde, così come cavalcavia, parcheggi e altro, sono il luogo d'incontro dei due massimi affari possibili: il CEMENTO e l'AUTO.

Io vorrei però propriamente sapere come mai non vengono spesi soldi dove servirebbero, e la pubblica amministrazione ci piglia per il xulo spendendoli per delle opere SEMPLICEMENTE INUTILI. E' assurdo, un insulto ai cittadini-buoi, che se non si ribellano se lo meritano appieno! Ma che diavolo posso farci, visto che le autorità competenti non rispondono?

s.m. 09.08.10 23:56| 
 |
Rispondi al commento

La questione è molto semplice: gli schiacciasassi.
Se si vuole che un manto stradale duri è necessario che il fondo sia molto compatto altrimenti un suo movimento genera buchi nella parte soprastante.
Quindi bisogna lavorare parecchio con gli schiacciasassi. Inoltre, se andate in Svizzera lo potete notare, tutte le strade hanno i cordoli di cemento che contengono l'asfalto.
Le imprese italiane hanno fatto strade in tutto il mondo, ma quando lavorano qui devono pensare alle "mazzette".

Rocco Papaleo 09.08.10 23:35| 
 |
Rispondi al commento

Volevo affrontare un argomento che penso possa essere utile a qualsiasi utente. Abbiamo cellulari di nuova generazione, ma alcune volte non ci aiutano nelle emergenze. La tecnologia ha fatto passi avanti e ci sono chiamate che possono essere attivate anche solo vocalmente. Perchè quindi non creare uno strumento da usare solo per le emergenze, in costante collegamento diretto con le forze dell'ordine, da utilizzare nei caso di tentata violenza o smarrimento? Sarebbe possibile rintracciare le potenziali vittime ed andare loro in soccorso in modo tempestivo ed efficace.

lino Civolani 09.08.10 22:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

un amico che lavora in una ditta che fà derattizazione mi spiegava che è uso normale dopo la deratizzazione lasciare alcune zoccole vive per riprodursi e tenere cosi il cliente per i prossimi anni. Fatti le dovute considerazioni dei termini usati ... be ci siamo..

esposito g. Commentatore certificato 09.08.10 20:12| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
O I LAVORI GLI FACCIAMO FARE A CHI LI SA' FARE,A GENTE CHE SA' DARE IL MANTO STRADALE ED E' CORRETTA,OPPURE CI TENIAMO I NOSTRI INCOPENTI,NON CORRETTI CHE FANNO MALE IL MANTO E NE PAGHIAMO TUTTI LA NOSTRA SCELTA!!!!!!!
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 09.08.10 19:16| 
 |
Rispondi al commento

Fate una cosa, molto piccola, dite agli Italiani di essere corretti.

elia rizzuti Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.08.10 18:56| 
 |
Rispondi al commento

Ciao..vivo in Germania da 10 Anni..la prima volta che ci messi piedi era nel lontano 1990..arrivai da Napoli con il "Treno dei Poveri" ultimo binario della stazione di Monaco..Non vi racconto Lo SHOCK iniziale girando per la stazione...per farvi un esempio era come se FOSSI SALTATO NEL TEMPO DI 20 'ANNI - MI TROVAVO NEL FUTURO - La Stazione Centrale di Monaco di Baviera mi sembrava una Stazione Spaziale rispetto a quella di Napoli appena RIMODERNATA per i Mondiali del '90..Vedevo delle cose MAI viste ..questi avevano gia' i Treni Superveloci (ICE) Autostrade da Paura..strade perfette..Manti d'asfalto di 30 cm alti..e piu'!! Da allora mi si e'accesa una luce nel cervello e mi sono chiesto..ma che i Deutsch so meglio di Noi ?? E perche' ?? Poi vado in France .. e mi faccio la stessa domanda ! In England..in Spagna e me lo richiedo ?? Be sono passati 20 Anni e ancora mi chiedo come Popolo quanto Contiamo ? Ma chi siamo ? Dov'e'finita la nostra Storia ?

SARO R. CIMO' 09.08.10 16:11| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo non solo le autostrade in Italia hanno questi problemi... vedi la Pontina e tante altre strade statali

Lubiano Sarti 09.08.10 16:07| 
 |
Rispondi al commento

Salve sono stato a Parigi due mesi fà circa in automobile, ho fatto un viaggio a dir poco da re, traffico preticamente zero, nessun cantiere anzi uno prima del traforo del monte bianco ma solo perchè stanno terminando un pezzo a 4 corsie senza coda, asfalto bellissimo, rientrando in Italia lo squallore delle autostrade, strettoie cambi di carreggiata e sul più bello nei pressi di Novara uscita obbligatoria per Gravellova toce io dovevo andare verso piacenza mi sono trovato nella m....a, per arrvare a casa ho dovuto fare 200 km in più.
VAFFANCULO ANAS E TUTTO IL GOVERNO DI LADRI

silvestro c 09.08.10 16:05| 
 |
Rispondi al commento

? ladri! ladri! ladri!
vaffanculo vaffanculo vaffanculo

giovanni miceli 09.08.10 15:31| 
 |
Rispondi al commento

volete sapere la mia? ladri! ladri! ladri!
vaffanculo vaffanculo vaffanculo

giovanni miceli 09.08.10 15:23| 
 |
Rispondi al commento

ok prendo visione di quanto scritto ma perchè, anche se non dovesse essere lui in prima persona dobbiamo sempre nominare il suo nome? a me sembra che si esageri.i signori del parlare quanto frebbero meglio a dire pane al pane e vino al vino, invece si dice sempre che la colpa è sua e basta, dimenticando che ci sono molti personaggi che gli impediscono di fare qualsiasi cosa, come riforme,parola grande di grande significato, ma forse preferiscono criticare che è molto più facile che costruire. mi fermo qui però presto mi farò sentire ed allora sarò più chiaro.saluti e non siate troppo .... nel rispondere, soprattutto troppo polemici, cerchiamo di dire le cose come dobbiamo dirle. a presto

gianfranco pintus 09.08.10 14:36| 
 |
Rispondi al commento

Il punto è che i giudizi vanno formulati per comparazione perchè farlo per valori assoluti può portare lontano dalla realtà.
Il nostro errore di base è quello di voler paragonare l'Italia agli altri paesi europei e non ai paesi del NordAfrica: provate a pensare ai trasporti pubblici in quelle nazioni e vedrete che dalle nostre parti siamo messi alla grande !
Ecco, è tutta una questione di proporzioni.

Giuliano Fornari 09.08.10 14:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

il problema e' che la manutenzione delle strade e' in mano a Briatore, e questo si fa dare lavori anche inutili, ovvero rifare manti stradali anche se non serve, e magari mette asfalto che non resiste troppo a lungo.

io ho visto come la societa del gruppo autostrade che si occupa della manutenziona stradale,

ebbene questa societa' stava riasfaldando un pezzo in Polonia della Cracovia Katowice. Chiaramente c'era una commissione polacca indipendente che controllava i lavori.

vi assicuro che l'asfalto si vedeva che era migliore rispetto a quello delle nostre autostrade, ed inoltre il governo polacco richiede una garanzia di 2 anni sul manto stradale, deve resistere due anni senza manutenzione, la eventuale manutenzione e' a carico della azienda che lo ha costruito senza nessuna spesa ulteriore


viva l'italia dei FURBONI

cristian z. Commentatore certificato 09.08.10 12:54| 
 |
Rispondi al commento

Stessa impressione ricevuta da un recentissimo viaggio in Germania. Nessun lavoro manutentivo sulle autostrade "germaniche" che ostacolasse la viabilità, soprattutto in periodo vacanziero.

Michele P., Foresto Sparso Commentatore certificato 09.08.10 10:12| 
 |
Rispondi al commento

....e noi paghiamo....puntuali gli aumenti dei pedaggi !!!!!....e sti disagi sembra quasi che siano l'alibi degli aumenti. Ho chiesto tempo fà se le autostrade non potevano fare abbonamenti a chi come me le deve usare x recarsi al lavoro...mi hanno risposto di fare l'opzione premium !!!....gli ho detto di mettersela su per il .......

tina ghigliot 09.08.10 09:56| 
 |
Rispondi al commento

Il problema è che c'è proprio chi ci guadagna con un metodo molto semplice: vinco l'appalto magari mollando giù mazzette. Quando riasfalti la strada metti uno strato di asfalto più sottile per risparmiare sui costi, mettendo nell'impasto meno bitume e gli altri materiali più costosi ma più importanti. risultato: dopo pochi mesi l'asfalto si sfascia e va rifatto e io ci guadagno ancora di più. Facile no?
http://carloruberto.blogspot.com/2010/08/fantapolitica-o-realta.html

carlo ruberto 09.08.10 07:07| 
 |
Rispondi al commento

mi ricordo che quando Di Pietro stava ai lavori pubblici che oggi chiamano infrastrutture si accorse di qualcosa non quadrava nei lavori autostradali in particolar modo in quelli della SA-RC !!!
in seguito scoppiò il caso "poseidon" con De Magistris come PM !!
è sempre stata una bella fetta di torta queste
strade e autostrade!!

consideriamo anche che i lavori è normale farli d'estate, visto che hanno bisogno di bel tempo!
mi è capitato anche in Svizzera Germania e Austria
trovare lavori "estivi" e poco invernali !!
- lo scrivo per esperienza recente di lavoro !!!

.Lenintonio. .Desani. (*☭*), Roma Commentatore certificato 09.08.10 02:20| 
 |
Rispondi al commento

Precisamente tale e quale alla Salerno-ReggioCalabria oramai abbandonata a se stessa!!

Caruso Daniele, Genova Commentatore certificato 09.08.10 00:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ti chiedi perché i lavori non finiscano MAI prima dell'estate? Perché è proprio necessario mostrare ai turisti in vacanza che sulle autostrade si lavora?
Si lavora? Chissà perché nella maggior parte dei cantieri che ho visto da Bergamo alla Puglia non c'era nessuno al lavoro ma solo disagi per chi viaggia.

Giannina Andrioletti 08.08.10 23:40| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori