Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Porno politica


Italia.jpg
Le elezioni anticipate sono un investimento per i partiti. Per ogni legislatura i partiti incassano il finanziamento pubblico, definito "rimborso elettorale" (bocciato da un referendum). In caso di interruzione la quota residua viene comunque mantenuta e va in cumulo alla legislatura successiva. Una catena di Sant'Antonio. I partiti dispongono già ora di una quota pari alla metà legislatura del governo Prodi, che cadde nel gennaio 2008, sommata a quella attuale. Quindi una legislatura e mezza per circa un miliardo di euro. Se si andrà al voto anticipato in autunno bisognerà sommare al prossimo "rimborso" un'altra metà legislatura. La crisi per i partiti è una benedizione. Più il Paese va a fondo, più incassano. Se i finanziamenti elettorali (da abolire) sono una porcata, il cumulo è pura porno politica.

6 Ago 2010, 15:39 | Scrivi | Commenti (47) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Spero di potermi rendere utile per affermare il principio costo-ricavo in politica, attraverso una legge popolare presentata attraverso Beppe G. Così il popolo è sovrano e non solo quando vota il Cavoliere e soci (che l'applicano agli altri)ma non a loro,avranno 500,0 cinquecento euro al mese. Non l'hanno capito che gli italiani sono stufi di essere gabbati da loro? Questo è peggio della mafia (colletti bianchi..)

Antonio Errico 10.08.10 18:56| 
 |
Rispondi al commento

...ma perchè non ritorniamo indietro e come alla fine del settecento in Francia, facciamo una bella rivoluzione popolare contro la "NOBILTA'" dei nostri politici. Si nobiltà politica. Ormai sono una casta. Che rivoluzione sia!!!!!! e che i politici corrotti vengano arrestati s messi su di un carro per portarli alla ghigliottina. Razza di ladroni!la gente vive con cinquecento euro di pensione e gli privatizzano l'acqua. Mettiamoli in galera e li lasciano a marcire vita natural durante. Io voterò per Grillo e se lui vuole mi candido nel mio comune o dove meglio crede.Basta subire! Italiani Svegliatevi!!!!

fava gianni 07.08.10 18:06| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://blog.libero.it/joiyce/9135574.html?utm_source=feedburner&utm_medium=feed&utm_campaign=Feed%3A+SaleDelMondo+%28Sale+del+mondo....%29

Spendi 1 euro, te ne rimborsano 4: il business delle elezioni

ma il finanziamento pubblico ai partiti non era stato abolito con il referendum?

Sì, ricordate bene. Ma abrogata la legge, trovato l’inganno. E così le normative emanate dopo la schiacciante vittoria del sì alla consultazione popolare hanno creato, si fa per dire, l’alternativa. In pratica basta riuscire a portare a casa almeno uno straccio di 1% e il gioco è fatto. Volete un esempio? Nelle ultime elezioni politiche del 2008 i partiti hanno speso 136 milioni di euro e ne incasseranno 503 sino al 2012. Un guadagno pari a circa il 270% in cinque anni, che testimonia anche un aumento esponenziale delle spese e dei «rimborsi elettorali» degli ultimi 15 anni. I partiti nella tornata elettorale del marzo ’94 hanno speso 36 milioni contro i 110 milioni delle politiche 2008. Mentre per quanto riguarda i rimborsi elettorali si è passati dai 47 milioni versati ai partiti nel 1994 ai 503 milioni del 2008. Niente male. Uno sguardo tra le sigle di partito, poi, rivela che nelle politiche del 2008 il Pdl su una spesa dichiarata di 68.912.433 ha diritto ad un rimborso di 206.518.945; il Pd per una cifra di 18.418.043 avrà 180.231.505 e l’Idv 4.451.295 ha diritto a 21.649.225. La conferma arriva da uno screening della Corte dei Conti che spiega: «Due sono state le normative che hanno fatto gonfiare il forziere statale in favore delle formazioni politiche: la legge del 2002 che ha elevato da 4 mila lire a 5 euro il contributo calcolato per ogni cittadino iscritto nelle liste elettorali per le elezioni della Camera. A questo regalo si aggiunge quello della leggina che riconosce il versamento del rimborso anche quando la legislatura si interrompe in anticipo».

alessia b. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 07.08.10 16:45| 
 |
Rispondi al commento

la pornopolitica è quella della SEGA (lega) che vuole il federalismo fiscale per dare la possibilità agli enti locali di sbizzarrirsi ancor più a fare opere pubbliche costose e disutili che quando le vedi come minimo ti incaxxi.

E poi non cpisco perché deve prevalere il desiterio di 4 stornti che ad applicare la legge itliana alla lettera dovrebbero essere tutti messi in galera.

viva italia 07.08.10 16:30| 
 |
Rispondi al commento

FINANZIAMENTO PUBBLICO - TRUFFA DI STATO
I Governi cadono, la partitocrazia ingrassa e i cittadini, contrari, pagano
http://www.radicali.it/primopiano/truffa-del-finanziamento

Francesco D., Bologna Commentatore certificato 07.08.10 15:58| 
 |
Rispondi al commento

La notizia dei rimborsi elettorali l'ho letta solo qui e nel Il Fatto Quotidiano nel quale sono riportate anche le cifre da paura che solo quelle potrebbero evitare di far mettere le mano in tasca dai politici quando affontano una finaziaria.

Siro Ciotti Commentatore certificato 07.08.10 15:47| 
 |
Rispondi al commento

AGLI ITALIANI IL GENERE PORNO PIACE ANCHE IN POLITICA !!!!!!

Gianfranco C., Fasano Commentatore certificato 07.08.10 11:56| 
 |
Rispondi al commento

…LA DURA VERITA’… GUARDA I VIDEO…


IL MASCHIO… UN GRANDE BLUFF…guarda il video
http://www.youtube.com/watch?v=iUuJTOsYyAs


I FIGLI SONO DELLE DONNE... guarda il video
http://www.youtube.com/watch?v=FTulppNWgT0


LA STUPIDITA' DEL MASCHIO...guarda il video
http://www.youtube.com/watch?v=EvAE5BboUpQ


LE GUERRE? FATELE FRA DI VOI... guarda il video
http://www.youtube.com/watch?v=d9EPisD3AwI


LE SUPPOSTE IDEOLOGICHE... guarda il video
http://www.youtube.com/watch?v=YUncPdjILFc

movimento politico PARTITO DELLE DONNE Commentatore certificato 07.08.10 11:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dopo il periodo della tirannide, nell'antica grecia Clìstene avviò il
paese verso la democrazia. La Bulè o senato era composto da membri
sorteggiati fra i cittadini. Istituì anche l'ostracismo, un provvedimento
con il quale si poteva allontanare per dieci anni dalla polis i cittadini
sospetti di voler aspirare alla tirannide.
Detto ciò non servono nuove elezioni perchè non farebbero altro che
rimescolare le carte, in quanto l'elettore non ha la possibilità di
scegliere il candidato o di candidarsi, ma gli verrebbero imposti dai
partiti i soliti personaggi già invischiati nei loro affari. Io sono per
un parlamento ed un senato composto di semplici cittadini incensurati e con
la fedina penale pulita che vengono sorteggiati e durano in carica un anno.
E' lunico modo per non dare in mano il potere a personaggi che partono già
collusi e che farebbero solo e soltanto il loro interesse e quello dei loro
amici, come è stato ampiamente dimostrato. "

Autelitano salvatore 07.08.10 10:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...e restando in tema "de schei"(soldi),degli ormai famosi e dimenticati novantottomiliardidieuro dovuti dalle concessionarie delle slot,PERCHE' NON SE NE PARLA?E SOPRATTUTTO PERCHE' IL SIG.SUPERMINISTRO DELL'ECONOMIA NON BATTE CASSA??!!

zio billy Commentatore certificato 07.08.10 10:10| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Guardate che il finanziamento pubblico ai partiti in sè è una cosa nobile perchè dà la possibilità anche ai meno abbienti di fare politica altrimenti riservata solo ai più ricchi.
Certo che le cifre che girano ora sono immorali ma non si butta il bambino assieme all acqua sporca.
Il vero problema sono i finanziamenti privati,quelli si' che andrebbero aboliti immediatamente!!!
Se la politica fosse finanziata esclusivamente con soldi pubblici sarebbe meno portata a fare gli interessi dei privati se fosse finanziata solo dai privati sarebbe immensamente più portata a fare gli interessi dei propi finanziatori.

simone ., varese Commentatore certificato 07.08.10 00:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe facci suonare disponibili per l'evento Gruppo Preogressive Rock Di Roma Un saluto.

http;//www.overfourteen.eu

Stefano Folchi 06.08.10 23:17| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe sono un cittadino sardo innamorato della sua terra ma eternamente incazzato per come i politici "sardi" violentino questa bellissima isola. abbiamo un servo di berlusconi in provincia di nome cappellacci, ma non ci siamo accorti che sto tipo di cappella non riesce a rapresentarci per nulla, vedi ultimamente la vendita della TIRRENIA ai siciliani, non riusciamo ad avere una continuita'territoria comne si deve.siamo ad agosto e se devo recarmi a ROMA per manifestare la mia rabbia, devo mettermi in fila in una lista speciale e se ce posto "in nave ( solo in ponte come i barboni)forse dopo due giorni riesco a raggiungere la meta, paghiamo il piu alto costo dell'energia di tutta l'europa, paghiamo le bombole di GPL piu care di tutti " 15KG €32,40,e questo e solo una bricciola rispetto a tutto il resto, e io che pensavo che il fatto di essere citati come insulari avesse dei privileggi, avesse dei diritti benefici?? E TOTTU FAUA grazie BEPPE A PRESTO

roberto mancosu 06.08.10 23:03| 
 |
Rispondi al commento

Dopo le elezioni prassi collaudata è quella di ringraziare gli elettori dei voti avuti, per poi subito riaffermare i programmi, ripromettere le priorità, come essere il presidente o il sindaco di tutti e via di questo passo. Sulla carta i buoni propositi sono tutti validi e tutti votabili? Certamente si… però: quando si fa richiesta di assunzione presso una qualsiasi ditta è inevitabile riempire il curriculum vitae: nome, cognome, nato, residente e giù via fino al titolo di studio e passando inevitabilmente per le precedenti esperienze lavorative. Mi chiedo: l’elettore ha sempre tenuto presente alcuni requisiti basilari necessari al candidato sindaco per aspirare a tale carica? In particolare, il minimo indispensabile non dovrebbe esser l'avere come titolo di studio una laurea? Avere come referenze un passato di consigliere comunale e incarichi direttivi presso una qualsiasi impresa, società etc.? E' chiedere troppo avere qualche referenza oppure è importante solo la ventennale militanza in questo o quel partito? E’ chiedere troppo che anche i consiglieri abbiano almeno il diploma di scuola superiore come tra l’altro richiesto per presidenti e segretari di seggio? Se alle elezioni precedenti non si è considerato questi piccoli requisiti non bisogna poi lamentarsi se il bene pubblico non trova una gestione adeguata: scegliere un asino, anche se di buona razza, non significa poter correre ad Agnano.


Che paese allo sbando..

Mary Campese, Barletta Commentatore certificato 06.08.10 21:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ci fregano anche l'anima questi partiti è ora che si dia l'esempio ai cittadini che si può essere anche onesti

SIMONE A., Parma Commentatore certificato 06.08.10 19:50| 
 |
Rispondi al commento

Ah... Il conflitto di interessi..
Mannagg...

carlo buozzo 06.08.10 19:28| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
L'UNICO COMMENTO E' CAGNONO E F....O CON I NOSTRI SOLDI PER FARSI C...I LORO CON LA POLITICA A SPESE NOSTRE!!!!!!
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 06.08.10 19:24| 
 |
Rispondi al commento

Due considerazioni che ho già sostenuto... ma credo sia opportuno riprendere. La gazzetta ufficiale ha pubblicato i rimborsi relativi al Senato e Camera e alle Regioni: eco gli indirizzi. http://www.gazzettaufficiale.it/guridb/dispatcher?service=1&datagu=2010-07-29&task=dettaglio&numgu=175&redaz=10A09328&tmstp=1281112182178; http://www.gazzettaufficiale.it/guridb/dispatcher?service=1&datagu=2010-07-29&task=dettaglio&numgu=175&redaz=10A09327&tmstp=1281112182178
http://www.gazzettaufficiale.it/guridb/dispatcher?service=1&datagu=2010-07-30&task=dettaglio&numgu=176&redaz=10A09415&tmstp=1281112255779
http://www.gazzettaufficiale.it/guridb/dispatcher?service=1&datagu=2010-07-30&task=dettaglio&numgu=176&redaz=10A09416&tmstp=1281112255779

leggendo gli allegati... c'è da inorridire. Il M5S deve solo diffonderli in modo capillare...
L'altra è un data da segnare sul calendario: il 29/10/2010. Da quel giorno i nostri eletti maturano il diritto alla pensione... e quindi anche se vanno a casa, avranno una vecchiaia serena...

rolla lorenzo 06.08.10 18:34| 
 |
Rispondi al commento

Quando nascera un movimento x chiedere indietro i soldi truffati a i cittadini?

Troia P., pompina Commentatore certificato 06.08.10 18:28| 
 |
Rispondi al commento

Eliminare tutti i finanziamenti pubblici, finanziamenti solo di privati cittadini e non superiori alle 1000 euro a cranio, solo così e con l'eliminazione del "mestiere" di politico potremmo ripulire la nostra classe dirigente.

Baliano di Ibelin, Hattin Commentatore certificato 06.08.10 18:22| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

Chi trae vantaggio dalle cose negative vuole che esse continuino ad essere negative.
Perciò contrasterà chi vuole eliminare le cose negative, perchè sta cercando di togliergli il pane di bocca.
L'elenco di lavori che traggono vantaggio dalle cose negative è lungo...

Luigi Vicenza, Vicenza Commentatore certificato 06.08.10 18:13| 
 |
Rispondi al commento

Alla gente non importa. Da una parte c'è Bersani, dall'altra Berlusconi. In mezzo tutti gli altri partitini. La politica in Italia é un palio, una festa per le tifoserie.

nonsenepuo davveropiu 06.08.10 18:10| 
 |
Rispondi al commento

Certo, lorsignori guadagnano soldi a ogni elezione.
Ma non c'è via d'uscita. Andiamo alle elezioni il prima possibile e cacciamoli tutti e casa una volta per tutte:centrodestra, centrosinistra e centrocentro!

enrico v., milano Commentatore certificato 06.08.10 17:42| 
 |
Rispondi al commento

Se andassimo ad elezioni oggi i partiti prenderebbero 3 rimborsi elettorali. Pazzesco!

Emiliano R., Arezzo Commentatore certificato 06.08.10 17:12| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Nonostante il referendum per l'abrogazione del finanziamento dei partiti dell'aprile 1993 abbia ottenuto la percentuale più alta di ogni altro referendum svoltosi in Italia, raggiungendo il 90,3 % , un vero plebiscito, rimane il referendum più platealmente disatteso.

Già nel dicembre 1993, in Parlamento viene approvata una legge che reintroduce il finanziamento chiamandolo "contributi per le spese elettorali" che viene immediatamente applicata con le elezioni del marzo '94, e nella legislatura vengono erogati 47 milioni di euro.

La legge dà nuovamente i suoi effetti ed i relativi contributi, 2 anni dopo, in occasione delle politiche dell'aprile '96.

Nel '97 viene approvata la legge che introduce la possibilità di devolvere il 4 per mille ai partiti in forma volontaria, risultati zero, a conferma dell'idiosincrasia dei Cittadini italiani per la Casta e nonostante tutto i partiti stabiliscono che vengano devoluti d'imperio, bontà loro, 82,6 milioni di euro , praticamente raddoppiando i contributi previsti dalla precedente legge.

Con la legge del 1999 si introducono i fondi per i rimborsi per le elezioni del Parlamento, per l'Europarlamento, per le regionali ed i referendum, insomma realizzano l'en plein ! portando i "rimborsi" a 197 milioni di euro.

Ma l'apice del banditismo (o dal punto di vista dei partiti "la soluzione finale" ), viene raggiunto con la legge approvata nel 2002, che trasforma i rimborsi in annuali ed abbassa il quorum dal 4% all'1% per avere diritto ai contributi, portando la cifra alla stratosferica entità di 468 milioni di euro.

Nel 2006 la ciliegina sulla torta, con una leggina i partiti, questi malandrini, stabiliscono che anche se la legislatura termina anticipatamente, il "bottino" viene ugualmente erogato per 5 anni, che porta il malloppo ricevuto dalla cricca di farabutti, dal 1994 al 2008, alla cifra di 2,25 miliardi di euro.

Giorgio O. Commentatore certificato 06.08.10 17:06| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ci sarebbe un sistema molto semplice per eliminare parte di questi problemi: riabrogare i rimborsi elettorali, o meglio i finanziamenti ai partiti di craxiana memoria. Questo il popolo italiano aveva chiesto, e così deve essere!altrimenti facciamo una crisi di governo all'anno e rimpinguiamogli ancora di più i portafogli!
http://carloruberto.blogspot.com/

carlo ruberto 06.08.10 16:47| 
 |
Rispondi al commento

hai ragione .Mi piacerebbe sentire Fini e Di Pietro cosa direbbero ai microfoni

Daniel H. Commentatore certificato 06.08.10 16:39| 
 |
Rispondi al commento

Si Ma questi Privilegi di CASTA sono alla FRUTTA a breve si VOTA e con il mov.5 stelle in 2 cifre e oltre; si CAMPIERA!!.

massimo cifelli (massimo cifelli), isernia Commentatore certificato 06.08.10 16:32| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
condivido le ragioni per cui sarebbe meglio non andare alle elezioni, ma, secondo te, esiste una qualsiasi maggioranza in grado di fare quello che dici?

Ho letto sul fatto il dibattio tra Flores e Di Pietro, credo che Criptonite non abbia tutti i torti.

Credere in una maggioranza che affronti la legge elettorale e il conflitto di interessi è utopico.

Un'altra cosa: tu e D'Alema avete la stessa opinione. Che non succeda mai più!

Fortunato B., Napoli Commentatore certificato 06.08.10 16:26| 
 |
Rispondi al commento

E sempre con gli italiani che vanno in ferie. Che grande popolo. Ma con una maiuscola mancante. Ma con un governo a se stante.! Non accusiamoci di pretesti, alla fine siamo noi il pretesto.! Ma quanto è bella la politica!

dario conti 06.08.10 16:22| 
 |
Rispondi al commento

Sì, l' avevo pensato anch'io questa storiaccia dei rimborsi.Non ne posso piu. Qualunque cosa succeda loro si salvano sempre e la prendono nel culo i cittadini

maria rollo 06.08.10 16:07| 
 |
Rispondi al commento

Ho quasi la sensazione che il governo lo facciano cadere per prendere i finanziamenti.
Non mi stupirei visto il comportamento quotidiano di lor signori.
Tra elezioni e rimborsi ogni volta che andiamo a votare per le politiche ci costa UN MILIARDO DI EURO.

A proposito notare che la manovra finanziaria appena varata inizialmente prevedeva una riduzione dei rimborsi del 50% ma alla fine è stata solamente del 10%.

E' uno schifo !!!!!!!!!!!!

Bisognerebbe ammazzarli tutti, senza se e senza ma.

Carlo Carli - Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.08.10 16:05| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Questa gentaglia va solo buttata nelle discariche aspettando che crepi definitivamente.......Altro che processi !!!!!

Gennaro Giugliano, Napoli Commentatore certificato 06.08.10 16:01| 
 |
Rispondi al commento

Repetita Iuvant! Bisogna rendere valido il "non voto".

Dalle ulime tornate elettorali il risultato é stato che circa un 52% ha votato centro destra e un 48% ha votato centro sinistra.


Ma il fatto più importante é che c'é stato un astensionismo di circa un 35%.

Su 100 persone, aventi diritto al voto, quindi 35 non hanno votato.
I risultati delle campagne elettorali si basano quindi sul voto del 65% delle persone che hanno diritto al voto.

Tenendo conto di chi non ha votato, i risultati sono appunto:
35% nessun partito.
33,80% centro destra.
31,20% centro sinistra.

Vuol dire che la maggioranza degli italiani fa parte del partito del "non voto" e non si rappresenta né con il centrodestra né con il centro sinistra.

Una legge, per essere approvata, dovrebbe avere più del 50% del consenso.
Se si tenesse conto dei non votanti non passerebbe nessuna legge. Il "non voto" dovrebbe contare, eccome se dovrebbe contare.

Solo che chi la pensa diversamente non può esprimersi. Con il 30% circa dei voti quindi uno schieramento si trova a governare, questa é la realtà.

A mio avviso questo é antidemocratico. In parlamento dovrebbero esserci su 100 sedie: 34 al centro destra, 31 al centro sinistra e 35 vuote.
Se il "non voto" fosse considerato voto a tutti gli effetti nessuna legge passerebbe.

Il vantaggio sarebbe, però, quello di dare voce a tante persone che hanno tante idee che invece in questo momento non hanno nessuna possibiltà di dire la loro.
O mangi sta minestra o salti dalla finestra....

Marco Calì

www.sapienza-finanziaria.com/

Marco Calì (http://sapienza-finanziaria.blogspot.com), Monselice (PD) Commentatore certificato 06.08.10 15:55| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

non e meglio che crepano! sti partiti!!!

giovanni miceli 06.08.10 15:50| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 



Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori