Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Licenza di uccidere sulle strisce pedonali

  • 124


sicurezza_stradale.jpg
A Londra se ti avvicini alle strisce pedonali le macchine inchiodano. In Italia le macchine invece TI inchiodano. Per attraversare devi aspettare che siano passate le auto, calcolare il tempo necessario alla macchina che sopraggiunge per investirti e poi camminare con rapidità. Nel caso, rarissimo, che un automobilista si fermi, il pedone ringrazia come se fosse oggetto di grazia ricevuta o se avesse vinto al Totocalcio. Mai visto un vigile in prossimità delle strisce o qualcuno multato per non aver permesso il transito di un pedone. In Italia sulle strisce pedonali c'è la licenza di uccidere e molti guidatori sono potenziali assassini. Tra i peggiori, perché ammazzano per menefreghismo. Ieri a Palermo un passeggino è stato centrato in pieno sulle strisce e una bambina di 10 mesi rimasta uccisa.

11 Ago 2010, 18:49 | Scrivi | Commenti (124) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

  • 124


Tags: auto, Londra, minipost, Palermo, strisce pedonali

Commenti

 

e se invece quando stai per attraversare, chi sta arrivando è la macchina blue con la scorta etc?? mi devo fermare per forza per legge o posso proseguire? a Roma su buttano anche contro mano in centro città svincolando tra pedoni e auto. Però quando attraverso sulle strisce non ho comunque io il diritto di precedenza? premetto, non hanno la sirena e non è un'emergenza.. quella loro..

fede cen 20.05.14 09:13| 
 |
Rispondi al commento

Grillo sei esperto di incidenti d'auto vero?
Specialmente se riguardano due adulti e un bambino!

Stan Rave 08.09.10 22:36| 
 |
Rispondi al commento

Sono indignato da pedone per il menefreghismo da parte dei guidatori stressati che vedono il pedone soltanto come un ostacolo sulla propria strada, ma da Autista di Bus però vedo al contrario alcuni comportamenti azzardati da parte dei pedoni o in bici che non riescono a cogliere la velocità del mezzo pesante e con l'impossibilità di inchiodare la vettura con conseguente ribaltamento in vettura di persone con possibili danni fisici. Ma quando posso non esito a fermarmi e volentieri.

Uccelli Giuseppe 29.08.10 14:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Recentemente in Austria dal marciapiede guardavo verso il lato opposto della strada... ero davanti alle strisce me ne sono accorto perché inspiegabilmente alcuni automobilisti si erano fermati... pero !? Ho comunque attraversato la strada - anche se non avevo intenzione - per non deluderli

Gianluca T., 51010 Uzzano Commentatore certificato 18.08.10 18:16| 
 |
Rispondi al commento

Davanti alla mia abitazione ho un'attraversamento pedonale regolato da semaforo. Mi capita spesso di dover aver paura....poichè è frequente che gli automobilisti si arrabbino molto se costretti a doversi fermare...sgommando e minacciando di investirmi molto molto spesso. Ogni volta ne rimango esterrefatta di questo comportamento..perchè ha dell'incredibile...ma VERO, purtroppo.

silvana Parroccini 18.08.10 14:05| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei aggiungere un ulteriore rischio per le pochissime auto che si fermano: quello di essere tamponante dalle auto che seguono!
Infatti il fermarsi davanti alle strisce pedonali è proprio un fatto culturale assente nella stragrande maggioranza dei guidatori italiani.
Ma dove non arriva la cultura può arrivare la contravvenzione sistematica: alcuni cambiamenti nei comportamenti si acquisiscono solo mettendo mani nel portafogli delle persone!
Se fossi un vigile sarei implacabile: mi piazzerei davanti alle strisce pedonali magari in prossimità di una scuola e farei decine e decine di verbali...

marco laspertini 18.08.10 10:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sono d'accordo anche io....niente vigili sulle strisce pedonali? possibile che in italia ci vogliano gli sceriffi per far rispettare anche le regole più civili?? già che spesso devono anche essere legiferate...è già..mica può essere che il senso comune si instilli in modo naturale negli italiani.l'anno scorso in california mentre attraversavo le strisce pedonali proprio a ridosso di una curva, non solo la macchina si è fermata (in italia non c'è garanzia su questo), ma ha anche indietreggiato..per farmi passare con tranquillità....in italia ma quando maiiiiii

roberta mattioli 17.08.10 13:01| 
 |
Rispondi al commento

Io abito a Marghera (VE), un posto inquinato dalle fabbriche (anche se ormai son quasi tutte chiuse a dir la verità)dove impera la criminalità, il senso dell'inciviltà ecc. Quando vedono attraversare i pedoni li evitano a zigzag e devi stare attento calcolando la velocità delle auto perchè spesso non si fermano. Inoltre mentre negli anni 90 era una città che si stava riprendendo, con il successivo arrivo dei clandestini è ripiombata nell'inciviltà. C'è gente che passa con i semafori rossi nelle strade principali e quando gli suoni passa lo stesso e ti manda a quel paese, per non dire altro, prostituzione (e sfruttamento) ad oltranza, spaccio di tutti i tipi di droga, furti ecc. Mi sono proprio STANCATO!

Davide C 17.08.10 11:32| 
 |
Rispondi al commento

"Mai visto un vigile in prossimità delle strisce o qualcuno multato per non aver permesso il transito di un pedone."
Vien via Beppe ma tu scrivi tanto per scrivere ?? ma lo sai quanto costa mettere un vigile ad ogni passaggio pedonale ? E' la mentalità della gente che deve cambiare alle strisce mi fermo perchè è giusto così no perchè c'è il vigile...sei solo un disfattista e pessimista, che centra la licenza di uccidere ? se la testa della gente è marcia è colpa dello Stato ?! Vien viaa fai festa !
P.S: se c'era il vigile quall'auto a Palermo bocciava anche lui !

Alessandro Zanobetti 16.08.10 13:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cosa altro possiamo aspettarci da una Nazione sull'orlo del baratro, dove uno come Fabrizio Corona e' visto come un eroe e continua a guidare Bentley, Maserati, Ferrari e Harley-Davidson con la patente ritirata e il foglio rosa?
Dove sono i poliziotti e i carabinieri che nulla fanno per prevenire questa cultura del criminale della strada? A Pisa in piu'di 5 anni non ho mai visto un poliziotto della municipale fare una multa a chi parcheggiasse nelle piste ciclabili!!! Se ci sta un poliziotto che lo ha fatto, abbia la fierezza di rispondere!!! Quella bambina di 10 mesi morta pesera' per sempre sulla vostra coscienza!!

Roberto Murgia 15.08.10 01:17| 
 |
Rispondi al commento

Vivo e lavoro a Varsavia, dove mi sposto con il trasporto pubblico che funziona in modo eccellente. In questi 5 anni non ho mai visto una infrazione da parte di un automobilista polacco ed è un piacere vivere la città. Quando torno a Roma inizia il dramma...

Alessandro Baratti 14.08.10 19:54| 
 |
Rispondi al commento

concordo pienamente . ho una figlia che vive in germania e anche li c è un rispetto ammirevole x chi attraversa le strisce pedonali. vedere gli scolari che in gruppo o singolarmente passavano dal marciapiede all'attraversamento pedonale con tranquillità e naturalezza era persino commovente.

paolo benedetto 14.08.10 15:40| 
 |
Rispondi al commento

Ho una figlia di 10 mesi e stò cercando in tutti i modi di migliorare me stessa e la mia percezione del mondo per poterle trasmettere dei veri valori e il rispetto per le altre persone. Purtroppo però, in un mondo dove i 13enni si accoltellano per occhiate in tralice, è difficile. In macchina il rispetto è la prima cosa da dover insegnare, rispetto per le regole e per gli altri esseri umani che fino a prova contraria sono uguali a me e hanno i miei stessi diritti e doveri, spesso però mi vien da pensare di essere l'unica qui intorno a pensarla così, ma che razza di persona è una che ti suona se ti fermi a far passare qualcuno che deve attraversare?? Io non guido, ma quando sono in macchina con qualcuno gli chiedo di fermarsi davanti a dei pedoni è il minimo. Lo insegnerò a mia figlia, ma quando i suoi amici si comporteranno da padroni del mondo, si proclameranno i migliori come me nessuno mai, o tanto a me non succederà nulla di male lei cosa farà? E' questo che mi scoraggia, la totale mancanza di rispetto della stragrande maggioranza della gente, è questo il problema principale di ogni cosa, il nervo scoperto della cittadinanza, della politica, delle autorità... degli automobilisti e pure dei vicini!

E' il mio primo commento spero non sia troppo OT

Pamela Porfiri 14.08.10 01:19| 
 |
Rispondi al commento

Ricordo qualche tempo fa un'intervista fatta a camionisti di tutta europa, sugli stili di guida nei vari paesi, ebbene tutti erano concordi nel dire che in italia si guida talmente male con maleducazione e incapacità diffusa, e sono daccordo, mi duole dirlo, con loro anche se sono italiano.
Il bello è che tutti si sentono i migliori autisti del mondo...

nicola rindi, prato Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 12.08.10 23:59| 
 |
Rispondi al commento

auto elettriche e tutte a non più di 60 all ora..che ci vuole?

dario p. Commentatore certificato 12.08.10 23:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

io quando mi fermo,e in altri casi esterni da me ,più delle volte ho uno scooter sulla destra che sorpassa magari un 50 condotto da un ragazzino ma anche non,e nel caso di un auto sulla sinistra......di che cosa abbiamo bisogno della fretta o più civiltà?io la soluzione l'avrei meno auto più bici e più mezzi pubblici a metano..
Buonanotte a tutti buonuomini e anche al blog..

Caruso Daniele, Genova Commentatore certificato 12.08.10 22:20| 
 |
Rispondi al commento

Nel mese di aprile mia madre è stata sfiorata e investita, non in pieno, da una seconda auto che non si era fermata davanti le strisce pedonali; la prima auto si era fermata invece.
Io ho preso l'abitudine, a volte, di urlare a chi non si ferma sulle strisce, non hanno mica il coraggio di scendere e discutere.
Anche in Germania le auto prima rallentano e poi si fermano davanti le strisce pedonali, evidentemente è un paese civile

Sabina M. 12.08.10 22:06| 
 |
Rispondi al commento

A Riccione piace schivare i pedoni sulle "strissie"..... impera il mito dei Motori!!!

Poveretti!

Giovanni O. Commentatore certificato 12.08.10 19:52| 
 |
Rispondi al commento

Che dire....il solito penoso senso civico italiano. Attualmente vivo in Giappone, ed uso molto la bicicletta per gli spostamenti. Non solo si fermano assolutamente quando devi passare sulle strisce, ma anche di novelli Schumacher non se ne vedono sfrecciare per le strade, rispettano tutti rigidamente i limiti e gli incidenti sono veramente molto rari.
Purtroppo è l'italiano medio che è così, anche io in Italia alla guida ero molto aggressivo, ma se vai in un altro paese e tutti rispettano (e te le fanno anche rispettare) le regole ti viene automatico di farlo anche tu (salvo rare eccezioni). In Italia dove la maggioranza non le rispetta (a partire dai politici) , il rispettarle diventa ogni giorno sempre più faticoso. Cito un caso che mi è successo In Italia perchè ha dell'incredibile : vicino a casa c'era un parcheggio con disco orario che tornava libero alla sera per i residenti e gli spazi erano limitati. C'era una macchina con telone che occupava un posto, l'ho segnalato ai vigili che alla sera sono passati e non solo non hanno fatto nessuna multa alla macchina in questione, ma hanno anche bellamente ignorato un Suv parcheggiato sullo spazio per gli handicappati.
Come si dice, se il pesce puzza dalla testa....

Fabio P. 12.08.10 19:23| 
 |
Rispondi al commento

Sono 3 anni che non uso più l'auto perché posso farlo, lavoro a due passi e così via, peró devo ammettere che tutte le volte che attraversi sia sulle strisce che no RISCHI LA VITA. A quando una legge che dica che é tentato omicidio pasasarmi a due centimetri con un mezzo cheti può uccidere sulle strisce pedonali, e non mi butto in mezzo più che altro son loro che zigzagano e mi evitano, prendendomi come birillo in una prova di destrezza. E non é tutto mi insultano anche!!! Io da un mese a questi personaggi gli sputo sulla macchina, unitevi a me riempiamogli la macchina disputi!

Eraldo repetto 12.08.10 19:03| 
 |
Rispondi al commento

Proprio vero, chi ha girato l'Europa non può avere dubbi. Per non parlare delle file allo sportello, alla mensa o alla fermata dell'autobus...A Londra fanno la coda con la carrozzina !

Ezio Zanelli 12.08.10 18:31| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a Tutti!,

Ho letto con il solito piacere i commenti di tutti Voi e mi sono reso conto che la vertà come al solito stà nel mezzo.
In Italia ci sono persone che ancora hanno un senso civico e, pur rispettando le regole, si trovano a far i conti quotidianamente con tutte le pegggiori cose cha avete descritto: inciviltà, ignoranza, menefreghismo etc. Come qualcuno giustamente sostiene è solo una questione culturale e di mentalità, ma guai se i primi si dessero per vinti..sarebbe un disastro, ci vuole molta pazienza qui da noi, vero, ma non mollate.
Esistono città nel mondo che sono più sicure rispetto ad altre ed automobilisti più "formati" di altri. Vi dico solo che in certi paesi (per es. la Finlandia) dove internet è per legge un diritto ma se ti beccano ubriaco alla giuda la patente la saluti..PER SEMPRE, tutto chiaro?. Sono rimasto orfano di madre a nove anni per un incidente automobilistico e sò che la galera non mi restituirà mai ciò che perduto.
Auspico una rivoluzione CULTURALE e PACIFICA, fatta di forza degli ARGOMENTI e non ARMATA. CI VUOLE UN RISVEGLIO DELLE COSCIENZE SE VOGLIAM SALVARCI.

Prendiamo solo il meglio da ogni cultura, paese, religione ed impariamo a farlo nostro e per fare questo bisogna capire che ASCOLTARE il prossimo e confrontarci è determinante.

Spero che i tempi siano maturi all'evoluzione del genere umano perchè l'altrnativa è sotto gli occhi di tutti noi

Yuri Cordero 12.08.10 18:20| 
 |
Rispondi al commento

Con la dovuta cautela che è d'obbligo in questi casi mi preme però dire che spesso ho visto gente portare i passeggini con estrema disinvoltura e spesso lanciarsi nell'attraversamento pedonale senza considerare che tu si sei ancora sopra il marciapiede, ma la carrozzina (che sporge almeno un metro) occupa già la strada. Non sarà questo il caso e certamente non è una giustificazione ma posso testimoniare che di gente che si lancia all'attraversamento "brandendo" la carrozzina ne ho vista davvero tanta.

Mario Castronovo 12.08.10 18:19| 
 |
Rispondi al commento

Negli ultimi tempi ho cominciato a fermarmi in prossimità delle striscie pedonali per fare attraversare chi è in attesa: credetemi, ci si sente bene; vista la densità del traffico e l'aggressività della maggior parte di chi guida, equivale a fare una buona azione. Provateci....

max schianchi 12.08.10 18:04| 
 |
Rispondi al commento

basta ringraziare quando si passa le strisce! è un loro dovere fermarsi e basta.

marco f 12.08.10 17:46| 
 |
Rispondi al commento

e si, certa gente quando prende il volante in mano si trasforma in un vero assassino.

leggevo di una persona famosa che ha voluto passare per forza con il suo SUV su una strada interdetta al traffico con tanto di cartelli di divieto, se ne è fregato del pericolo ed finito in un burrone. lui si salvato, ma alcuni passeggeri che erano in macchina con lui sono morti, tra cui un bambino.
L'hanno condannato per omicidio colposo, ma dubito che abbia fatto un solo giorno di galera.

che schifo, ci vorrebbe l'ergastolo.

Jeremia l., anzio Commentatore certificato 12.08.10 17:30| 
 |
Rispondi al commento

In Carinzia in un paese di montagna deserto dovevo attraversare la strada quando da lontano arriva una macchina solitaria.
Attendo sul ciglio delle strisce pedonali che quella sfili via ma invece arriva vicino si ferma e mi fa passare!
Pura fantascienza in Italia dove il possesso dell'auto dovrebbe essere parificato al porto d'armi

Raoul marchesi 12.08.10 17:00| 
 |
Rispondi al commento

Siamo un popolo di cafoni
http://alministroalfano.splinder.com/post/22101862/chi-la-fa-laspetti

Yves Toniout Commentatore certificato 12.08.10 16:51| 
 |
Rispondi al commento

Questa delle strisce pedonali purtroppo è lo che prima esperimenta qualsiasi turista in italia la pochissima buona educazione che hanno sopra tutto a milano, sempre invito a tentare di attravesare le strisce pedonali in pieno centro meneghino a chiunque in corso europa.

NON SI FERMA NESSUNO! ne moto ne auto chi sia

In spagna a barcellona tu metti un piede nelle strisce e tutte due sensi di circolazione rimangono fermi finchè finisci di pasare.

In svizzera ovunque, in francia, in germania
è una attitude criminale la che si ha qui, purtroppo non è solo cattiva educazione

è menefreghismo e come sempre la polizia non controlla.

Basta vedere i parcheggi dei diversamente abili nei centri comerciali sempre occupati dal soliti furbetti di poca moralità.

Rialzati italia .... si ma prima vedete quel video che gira per tutto il mondo dalle furbate made in italy la del trafico è la prima mancanza.

Eduardo Dumas ( edu latino), milan Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 12.08.10 16:43| 
 |
Rispondi al commento


Oggi pomeriggio, ora 13.40, in pieno centro a Lugano, io e la mia compagnastiamo attraversando la strada sulle strisce pedonali e arriva a velocità sostenuta una mini cooper targata italia con una donna al volante.
Ebbene abbiamo dovuto scansare l'auto per non rimanerci sotto. La "Signora" in questione non ha nemmeno messo il piede sui freni!
Siamo beceri e ottusi in casa nostra e quando siamo all'estero ...... siamo beceri, ottusi e prepotenti!

Johnny Campana 12.08.10 15:57| 
 |
Rispondi al commento

quando guido ho dato esplicito consenso al passeggero che è in auto con me a darmi una sberla tutte le volte che non mi fermo alle strisce pedonali. Se non c'è nessuno con me, mi meno da solo...

Ferdinando A. Commentatore certificato 12.08.10 14:48| 
 |
Rispondi al commento

A Londra.....ma che film hai visto? Se non stai attento ti investono sui gradini di casa. Perliamo di educazione stradale e senso civico, e che per primi insegnamenti devono arrivare dai genitori! E non tentiamo di fare demagogia perfino su una disgrazia.

Roberto Berzuini 12.08.10 14:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Abito a Palermo, i cui cittadini non sono molto rispettosi dei pedoni come dei ciclisti .. uso poco la macchina e vado spesso a piedi .. eppure molto molto spesso gli uni attraversano in fila indiana .. diagonale .. rallentando .. DOVE capita loro .. e gli altri vanno contromano, a fari spenti .. attraversano anch'essi dove capita e spesso in linea diagonale .. non mi stupisco della mancanza di rispetto .. é reciproca. Ma sopratutto ci sono troppe strisce pedonali .. ovvero vengo e mi spiego .. (prima di essere sommerso dai commenti versus !!!!! ) .. ci sono strisce ogni 20 metri .. é materialmente impossibile pretendere che chi percorra una strada (anche a 40 Km/h) si possa fermare ogni volta che incrocia le strisce ed ogni volta che un pedone attraversa la strada .. in diagonale ed a passo "bradipo" .. é inutile che ci prendiamo in giro .. nelle città civili sopra indicate le strisce sono ogni quanti metri ? .. ed i pedoni dove attraversano ? dove gli capita o solo sulle strisce .. e pazienza se sono lontane .. fanno 50 metri in più? quando guido tento di rispettare le strisce e questo insegno ai miei figli .. ma chi insegna ai pedoni le regole del gioco? .. per il resto, nel caso in questione della povera bimba, é stata una carambola infausta .. e le strisce hanno il sapore della beffa ..

Baldassare Giambalvo (baldassare63), Palermo Commentatore certificato 12.08.10 14:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questa è una di quelle discussioni che fanno riflettere. Al di là della tristezza infinita che si può provare per la morte di quell'angioletto c'è da chiedersi perchè noi italiani siamo così irrispettosi delle regole. Senza argomentare sull'episodio riportato perchè non sappiamo come siano andate le cose, in questo come in altri casi dove solo la casualità degli eventi ha inciso (non si può affermare che tutti gli automobilisti bevano, si droghino o telefonino mentre guidano; così come non tutti i pedoni attraversano fuori dalle strisce ecc...). Per tanto perchè molti casi sventurati sono frutto del non rispetto delle regole? Perchè spesso si tenta di aggirarle furbescamente, tanto non succede niente o comunque nessuno ci beccherà? A partire dalle regole della strada a situazioni più complesse che riguardano la collettività, forse possiamo pensare che gli italiani hanno la libera interpretazione delle regole e il loro non rispetto congeniti (salvo eccezioni che credo comunque molto numerose)? Forse può essere uno spunto di riflessione in più per quanto avviene ormai senza pudore ai piani alti del nostro governo...

caterina elle 12.08.10 14:24| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo,

fosse solo Londra cosi' allora si dovrebbe parlare di eccezione. Vivo in Germania, a Dusseldorf per la precisione. Qui' le macchine si fermano alle strisce. Non solo, le persone rispettano i semafori e attraversano dove si puo'. All'inizio ero un po' disorientato, in Italia passavo col rosso se vedevo che nessuna macchina arrivava, qui' non si puo'. Se lo fai qualcuno ti grida che hai fatto qualcosa di sbagliato. Non lo fanno perche' amano le regole ed il loro rispetto, lo fanno perche' se tu passi col rosso ed un bambino ti vede poi potrebbe prendere l'esempio e, senza esperienza o accortezza, farlo nel momento sbagliato.

E' un'altra mentalita', la definirei la mentalita' del rispetto. Quello che mi piace e' che se fai qualche cosa di sbagliato te lo fanno sapere e subito. Sia ben inteso, il funzionamento della societa' non puo' essere solo questione di polizia ma anche di intervento attivo dei cittadini.

Ho un ultimo esempio che mi piace raccontare. Giro in bici perche' le piste ciclabili sono presenti in quasi ogni strada, centro o periferia che sia. Quando una macchina, ad un incrocio, si trova sulla pista ciclabile in attesa di immettersi nell'altra strada, se una bici sopraggiunge questa mette la retro per lasciarla passare. Non e' un episodio che mi e' successo, e' regola ogni giorno!!!


Semafori intelligenti al posto di AUTOVELOX :
A mio giudizio i semafori intelligenti con sensori e telecamera vanno messi nelle strade non molto trafficate , dove di solito vengono infranti i limitii di velocità e contestualmente sono a rischio i pedoni durante l'attraversamento delle zebre.

In pratica questi semafori restano sempre verdi e diventano rossi solamente in due casi:
persone che devono attraversare oppure macchine che vanno troppo veloci.
Questi semafori sono dotati di telecamera e riescono a percepire il movimento delle auto anche a 100 metri di distanza.
Nel caso in cui c'è un passaggio di autovetutre molto elevato il pedone aspetta anche uno o due minuti per avere semaforo verde , in questo modo si evitano le file , gli incidenti e si fanno rallentare le autovetture che non rispettano il limite.
Ovviamente se passi con il rosso ti becchi la multa.
Sempre secondo la mia opinione questi semafori dovrebbero sostituire gli autovelox perchè a differenza di questi ultimi sono visibili , e soprattutto insegnano a chi guida a rispettare i limiti di velocità , oltre che far attraversare i pedoni in tutta tranquillità.
La mia proposta riguarda l'educazione stradale , per me un semaforo intelligente crea una specie di legge del contrappasso dantesco.
Se vai troopo forte , invece di arrivare prima , ti devi fermare.
Non serve che pattuglie di carabinieri il sabato sera imperversino sulle strade per fare multe e togliere patenti , oppure che "bastardi" autovelox ti facciano la multa a sorpresa.
Così chi guida non impara nulla , penserà che i carabinieri sono i cattivi e che gli autovelox servano solo per prendere soldi agli automobilisti.
Con i semafori intelligenti si insegna a guardare piu spesso il contachilometi e a rallentare.
Questo significa anche meno incidenti stradali.
Se poi si vuole tarare il semaforo intelligente in modo che diventi rosso se si supera di 10 km il limite di velocità , si puo anche fare , ma il concetto non cambia.

Giampaolo S., Belluno Commentatore certificato 12.08.10 14:13| 
 |
Rispondi al commento

La faccenda è decisamente tragica: fatalità anch'io, quando avevo la figlia piccola, sono stata proprio investita da una macchina. Il passeggino è saltato in aria, con la bimba, ma, per somma fortuna, Enya è rimbalzata sul marciapiede opposto con solo un livido. Ciò nonostante devo anche dire che i pedoni attraversano senza guardare. Più volte mi è capitato di essere l'unica autista su una strada deserta ed il pedone, invece di aspettare il mio passaggio, tanto dopo la strada era libera, si è affrettato ad attraversare, facendomi inchiodare. In definitiva sia macchine che pedoni passano a casaccio, sperando nella buona fortuna! Ho visto anche ciclisti che, con strade con pista ciclabile, invece di sfruttare la pista, zigzagavano fra le auto! Insomma gli italiani sono sempre italiani!!!!!!!!!!

ileana briani 12.08.10 12:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LA DURA VERITA’… GUARDA I VIDEO…


---LA DURA VERITA’ 06… IL LAVORO; UN ASSASSINO SERIALE… guarda il video
http://www.youtube.com/watch?v=aIr1Wq0H7HQ


---LA DURA VERITA’ 05…IL MASCHIO… UN GRANDE BLUFF… guarda il video
http://www.youtube.com/watch?v=iUuJTOsYyAs


---LA DURA VERITA’ 04…LE SUPPOSTE IDEOLOGICHE... guarda il video
http://www.youtube.com/watch?v=YUncPdjILFc


---LA DURA VERITA’ 03…LA STUPIDITA' DEL MASCHIO...guarda il video
http://www.youtube.com/watch?v=EvAE5BboUpQ


---LA DURA VERITA’ 02…LE GUERRE? FATELE FRA DI VOI... guarda il video
http://www.youtube.com/watch?v=d9EPisD3AwI


---LA DURA VERITA’01…I FIGLI SONO DELLE DONNE... guarda il video
http://www.youtube.com/watch?v=FTulppNWgT0

movimento politico PARTITO DELLE DONNE Commentatore certificato 12.08.10 12:20| 
 |
Rispondi al commento

E se ti fermi per far passare i pedoni, spesso capita qualche imbecille accodato a te che suona subito il clackson. Mavaffanc...........

Mario Alberton, Chiavari Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 12.08.10 12:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

All'estero in generale le auto si fermano quando un pedone si mette in attesa sulle striscie, sono stato in un paese (uno stato isola realmente) dove addirittura anche se non eri sulle strisce le auto si fermavano quando( sempre restando sul marciapiede) vedevano che eri in attesa per attraversare.
Cmq questo è un problema generale non limitato alla precedenza sulle striscie: quando qualcno parcheggia senza averne diritto sui posti per i disabili, o in doppia se non tripla fila intralciando la circolazione, o sosta sui marciapiedi, i vigili dove sono?

nicola rindi, prato Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 12.08.10 11:42| 
 |
Rispondi al commento

i pedoni hanno sicuramente le loro responsabilita. prima di attraversare si dovrebbe tendere il braccio , un modo per avvisare il guidatore di cio che stai per fare.me l hanno insegnato in svizzera 40 anni fa.il resto lo sappiamo gia

massimo andreani 12.08.10 11:06| 
 |
Rispondi al commento

Provate a fare un giro a piedi a Messina nell'ora di punta...e vediamo poi se regge il paragone con il peggio del mondo. Tra feci di cane, auto parcheggiate agli angoli delle strade, automobilisti che passono aol rosso...il "Camel Trophy" a confronto è una passeggiata di salute.

Willie M 12.08.10 10:49| 
 |
Rispondi al commento

Assassini patentati. Specie quelli con i putanSUV.
I putanSUV sono dei camioncini con gommone da 400 Euro/cdu min., con rostri anteriori al posto dei paraurti che sembrano dire se anche ti tocco ti ammazzo, che inquinano parecchio visto gli alti consumi dovuti al peso da trascinare, che occupano lo spazio di parcheggio di 2 auto "normali".
Avete mai notato chi sta alla guida di un putanSUV? Di solito uno o una con occhialoni scuri, il telefonino pressochè perennemente attaccato all' orecchio come incollato, e l' aria sfigata da ricchi frequentatori di Billionnaire-Putannaire.
Roba da "ricchi" insomma, mica da poveracci che vanno in bicicletta o a piedi, questi, se li ammazzi, per i Putanniere è solo un piccolo incidente di percorso, e spesso non si fermano nemmeno a soccorrere i poveri cristi che hanno massacrato.

dr. Hause 12.08.10 10:30| 
 |
Rispondi al commento

pur essendo d'accordo sul discorso politico in toto, quando si parla di usi e costumi degli italiani, è meglio guardare bene: l'italiano è l'unico che se va in bicicletta pretende di andare in 2 o 3 affiancati, e se va a piedi - ad attraversare un incrocio - ci va in fila indiana, come le formiche. guido mezzi pubblici diversi, ogni giorno, e ogni giorno devo vedere persone che, quando vedono un'auto o un mezzo pubblico arrivare si buttano di corsa per "avere la loro dovuta precedenza" e poi rallentano per assaporare la vittoria; ci sono madri che spingono il passeggino in mezzo alla strada mentre sono impegnate al telefono e a fumare, ci sono località di mare dove il ristorante è da un lato della strada e i tavoli dall'altra, e se ci sono 3 o 4 camerieri x ristorante, ti voglio vedere a passare con l'auto. i vigili a volte ci sono e fanno il loro lavoro: a torino già 20 anni fa se i pedoni si mettevano in "fila indiana" invece di raggrupparsi prima di passare sulle strisce, venivano multati x intralcio al traffico. va bene la lotta al traffico e all'inquinamento, ma c'è chi ci lavora su, e gli stressati che possono viaggiare a piedi e gli sportivi del pedale possono anche rivolgere altrove i loro rancori personali. come sempre non facciamo di ogni erba un fascio.....

orso bianco 12.08.10 10:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vabbè ora... adesso vogliamo pure che in Italia la gente guidi rispettando il codice della strada, e che è fantascienza! Prima bisogna cambiare miliardi di altre situazioni e mentalità per arrivare a questo. L'Italia che funziona è solo utopia, comincio a credere che sbaglio ad essere così legato a questo paese e di dovere andare altrove...

Claudio Ruffina 12.08.10 09:59| 
 |
Rispondi al commento

dove abito io da maggio a settembre siamo fortunati perchè esiste un campeggio pieno di turisti Olandesi che scorazzanon con le loro auto e ci permettono di attraversare in sicurezza...siamo ridotti proprio male..

cittadino onesto (cittadinonesto) Commentatore certificato 12.08.10 09:46| 
 |
Rispondi al commento

Se si investe un pedone sulle striscie pedonale si deve andare in galera, la macchina deve essere paragonata ad un'arma da fuoco.
Se si infrangono i limiti di velocità, la multa deve essere calcolata in base alla ricchezza del multato, come in svizzera..
http://www.deluxeblog.it/post/10324/svizzera-multa-record-per-milionario-in-ferrari
Poi vediamo se Corona fa ancora il furbo..

Enrico Falsiroli 12.08.10 09:38| 
 |
Rispondi al commento

In Italia è gia lusso rispetto all'Egitto! Quando sono tornato dalle vacanze mi sembrava un miracolo che alcune macchine si fermavano per farti passare.. in là.. i pedoni li puntano e accelerano!

Giovanni D 12.08.10 09:28| 
 |
Rispondi al commento

La legge deve cambiare! Precedenza ai pedoni! Negli USA é cosi e se ne prendi uno sotto finisci senza una lira, alcuni hanno pure perso la casa! Chi usa la macchina deve capire che ha dei freni, che ha delle responsabilità...Io ho tre figlie e spesso nella mia città (dove nessuno si ferma mai...anzi prima rallentano e poi accelerano!) ci sono incidenti, ultimamente pure con i ciclisti perche la gente non sà come comportarsi quando vede una bici!
Chi ha un mezzo deve essere + responsabile perche non é padrone della strda!

Emma P., perugia Commentatore certificato 12.08.10 09:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

diciamocelo: siamo tutti portafogli ambulanti da cui attingere soldi, e della sicurezza stradale alle istituzioni non gliene importa nulla

spiegatemi che senso ha vedersi arrivare una multa a casa per aver fatto i 200km in autostrada, non presentarsi per dichiarare chi guidava (e poter detrarre i punti), pagare una multa doppia il mese dopo ed essere a posto con la patente vergine ... il poveraccio non se lo puo' permettere, il Corona di turno se ne fotte e strapaga multe salatissime, e continua a fare i test dei reattori Nasa sulla A1

se vi beccano sbronzi marci o senza patente NON FINITE IN GALERA ma rischiate che la vostra macchina finisca pignorata e all'asta (= soldi), cosa c'entra la macchina non si sa', e' in regola con bollo e' assicurazione e magari serve alla moglie per andare a lavorare, perche' non gli fate fare 2 giorni di galera e basta? Perche' temo sarebbe solo una spesa vero?

e' questa un modo per imporre un codice della strada? politica del terrore per il portafoglio (del barbone) e decreti salvaricchi ovunque? "EcoPass", "Controllo del rosso semaforico" "tutor" ... ovunque... ma quanto costa sta roba al comune che si lamenta tanto di essere senza soldi? Avranno fatto due conti ed e' passato sicuramente come investimento? E questo pensiero non e' preoccupante? Che sicurezza crea una telecamera? Se ho i soldi per la multa passo a 200 all'ora e ci sputo pure sopra!!

bah ... fate pena (voi: comuni e stato, non gli italiani) volete che "cacciamo i soldi" con la scusa di una sicurezza di cui non ve ne fotte un cazzo ....

Gio Dal Negro Commentatore certificato 12.08.10 09:20| 
 |
Rispondi al commento

io sono tra quelli che PRETENDE che l'auto si fermi in prossimità delle strisce. Mi è capitato di frequente di essere stato nsultato perchè, passando sulle strisce, ho dovuto far fermare o peggio ancora, evitarmi, delle auto che sopraggiungevano.

Ferdinando De Fenza 12.08.10 09:12| 
 |
Rispondi al commento

Per come la vedo io dovrebbero limitare la velocità e la potenza massima dei veicoli.
Introdurrei anche un bel crush test per impatto con i pedoni così ci leviamo dalle balle i suv.

Bisogna cominciare a chiedersi perchè movimentare 2 tonnellate e mezzo di metallo per trasportare una persano dal punto A al punto B.


E a chi dice che ci si può ammazzare anche col pandino a 50 all'ora chiedo "siete mai stati tamponati da un suv che viaggiava a 180 ?"

al lupo Commentatore certificato 12.08.10 09:09| 
 |
Rispondi al commento

sono spesso in ferie in trentino e qua le macchine si fermano.e siamo in Italia non a Londra.

Luca s 12.08.10 08:49| 
 |
Rispondi al commento

Tutto vero, ma giusto per la serie "tutto il mondo è paese" vorrei raccontarvi due mie esperienze all'estero:

- in Polonia attraversare la strada sulle strisce è quasi impossibile, devi aspettare che non passino auto. Se provi a mettere un piede sulle strisce mentre c'è un'auto all'orizzonte puoi star tranquillo che quella accelererà.
Al confronto gli italiani sono dei teneroni :)
Una volta ho visto un'auto suonare il clacson a una donna di mezza età che stava attraversando le strisce, come dire "oooh mi stai bloccando la strada"... assurdo :(

- in USA, ad Annapolis, capitale del Maryland, le auto in centro città non superano mai le 25 miglia orarie anche se il limite è di 30 miglia orarie! Per intenderci 25 miglia orarie sono circa 40Km/h! Appena la mia ombra sfiorava le strisce immediatamente si fermavano le auto in *entrambe* le direzioni!

Luca G. 12.08.10 08:36| 
 |
Rispondi al commento

Concordo su tutto, ma ancora una volta hai preso il caso sbagliato; la bambina è stata travolta in seguito ad una collisione fra due veicoli, non c'entra il mancato rispetto delle strisce pedonali.

L'esempio è sbagliato, ma ciò non toglie che il pedone sia spesso carne da macello e che spesso le strade urbane sembrino circuiti automobilistici.

Non sarà mai troppo tardi per introdurre il ritiro a vita della patente per chi se lo merita.

al lupo Commentatore certificato 12.08.10 08:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OMICIDIO VOLONTARIO!

e poi vedi come ubriachi, tossici e coglioni vari come ci pensano prima di mettersi alla guida con quella merda in corpo.

gaab rius Commentatore certificato 12.08.10 08:16| 
 |
Rispondi al commento

Testimonianza dal Canada: se accenni ad attraversare sulle strisce...l'auto che sta sopraggiungedo inchioda.(e ad una certa distanza dalle strisce)
Punto e basta.
Il resto e' aria fritta

alessandro morelli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 12.08.10 08:07| 
 |
Rispondi al commento

Mah, scusate. D'accordo le critiche agli automobilisti italiani, va bene anche generalizzare, ma avete letto bene la notizia, anche tu Beppe??
I gemellini di Palermo sono stati investiti da un auto dopo che ha avuto un incidente, da qui si capisce che fosse fuori controllo. Quindi non centra nulla se fossero o meno sulle strisce, per lo meno in questo caso. Una notizia è una notizia, e va data nel modo corretto!
Per il resto sono d'accordo che l'egoismo oramai lo notiamo tutti in particolare proprio sulle strade.

Gabriele B., Verbania Commentatore certificato 12.08.10 06:58| 
 |
Rispondi al commento

Io sono stato multato..
cmq d'accordo con la battaglia
forza e coraggio
e grazie per tutto quello che fai
ciao

andrea cerami 12.08.10 02:57| 
 |
Rispondi al commento

Ne ho viste tante purtroppo, ...
Ma incrociare un carroattrezzi dell'Autosoccorso, sorpassare su una statale con la striscia continua, insultando
contemporaneamente il "Sorpassato" a Clakson spiegato, mi mancava...
Io cerco umanamente
di rispettare il codice della strada; ogni sera al mio rientro, faccio il resoconto degli insulti
che mi sono preso e credetemi, sono piu' numerosi di quelli che si becca un arbitro allo stadio...
Di primo mattino poi, fanno malissimo!
E perche'?
Perche' col semaforo arancione rallento e mi fermo...perche'sulle striscie pedonali attendo l'attraversamento, capirai percorrendo piu' volte al giorno il lungomare vorrei vedere...
In questo caso specifico poi, il vaffa dall'automobilista alle tue spalle, lo abbozzi grazie al sorriso di chi "miracolato" attraversa...ma lo Scooter non perdona, quello sorpassa uguale ed a volte sa di mistico il pedone illeso. Ho visto persino venire alle mani due che all'ingresso dell'autostrada si contendevano l'accesso in rampa; l'uno ripartendo dopo aver preso il biglietto e l'altro accedendo col telepass...Ai voglia a prendersela con la politica; e' andando per strada che si puo' intuire benissimo che classe dirigente possiamo essere in grado di delegare alle funzioni piu' nobili della nostra Repubblica.
Io non me la sento di invecchiare in questo paese ma sono costretto purtroppo. Non cambieremo mai o se accadra', purtroppo per me, non ci saro' piu'e questo mi fa rodere il culo di brutto... Qui al Blog si trova la forza per crederci ancora; coraggio Beppe, non ci resta che essere missionari per chi verra' dopo di noi...Fra oltre 300 anni ovvio :-)
Io la ricetta per migliorare certi comportamenti su strada, non la conosco; non so piu' se reprimere o prevenire sia migliore l'una dell'altra; sono convinto pero', che questa carneficina sulle strade, e' giusto che qualcuno la prenda seriamente in considerazione ma senza aggirarla con Minchiate tipo; chiudete prima le discoteche e andate a letto presto!

Gp Cla 12.08.10 02:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Abbia pazienza Grillo, sono assai d'accordo sul fatto che in Italia la cultura del fermarsi alle strisce abbia da formarsi, ma la frase "mai visto un vigile" non la ripaga del suo impegno.
E' un po' qualunquista, inflazionata e scorretta.
Allora voglio sentirle dire "mai un carabiniere", "mai un finanziere", "mai un questurino". Non cada nella trappola che hanno creato i media: il controllo delle strade (VEDASI ARTICOLI 11 E 12 DEL CODICE) è affidato a tutti.
Con i decenni, molte (moooolte) altre Forze di Polizia hanno pian piano "preferito" dedicarsi ad argomenti più blasonati e meno spinosi, oppure più cinematografici.
Non mi faccia entrare in polemica, conosco tutte le divise e so come lavorano i vertici.
Non crei legami, Grillo, tra le vittime della strada e questa o quella divisa.
La stimo moltissimo, buon lavoro.
Luca, Firenze.

LUCA G. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 12.08.10 00:50| 
 |
Rispondi al commento

IN ITALIA COME NEGLI USA: LA VITA NON HA VALORE.
E COMUNQUE NON IMPORTA SE SI ATTRAVERSA SULLE STRISCE O FUORI: SE STAI GUIDANDO E TI TROVI UN ESSERE VIVENTE IN MEZZO ALLA STRADA FRENI E TI FERMI. E' IL MINIMO.

Ferrandina S. Commentatore certificato 12.08.10 00:17| 
 |
Rispondi al commento

Son 4 giorni che son a Londra e posso solo dire che preferisco attraversare il circuito di Monza piuttosto che attraversare la strada centrale di Victoria, che a dirsela fra noi o aspetti che i semafori siano rossi per le macchine altrimenti sei cadavere. Meglio a Ca' Onorai di Cittadella che almeno li i trattori si fermano e il contadino ti dice buongiorno.

Mauro Rossi 11.08.10 23:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tanti commenti e nessuno che pone attenzione sulla tragedia. Non riesco ad immaginare dove i genitori possano trovare la semplice voglia di respirare....
Il nostro mondo fa schifo, e l'Italia ha sempre tutti i primati negativi... Il problem non sono i politici italiani, ne di questo ne di altri problemi, il problema dell'Italia siamo noi italiani.

Il migliore fa schifo.... E questa è la cruda verità...
Gli italiani hanno esattamente ciò che meritano, ne più ne meno.

È chiaro che il mio è un discorso generalizzato, ma è evidente che è così...

Rimboccarsi le maniche per cambiare lo stato di fatto? Assolutamente ed incontrovertibilmente inutile.
Farà sicuramente bene alla propria coscienza, ma i problemi reali non si smuoveranno di un millimetro. Non qui in Italia.

Non riesco ad essere abbastanza bigotto da credere che tutto possa cambiare, perché da sempre vedo un cambiamento continuo con trend costante verso il peggioramento.
Possiamo far finta di aver trovato la soluzione, la cura alla malattia, ma far finta non ci farà guarire. Magari vivremo il tempo che ci resta con l'idea di aver fatto tutto il possibile, ma alla fine dovremo comunque arrenderci.

So di poter attirare solo critiche ed essere accusato di disfattismo, ma mi hanno rubato anche la voglia di sperare in un mondo migliore, sinceramente, un Pò invidio chi continua ad avercela.

Sperando abbiate tutti ragione ed io torto, e per tornare sulla notizia, baratterei volentieri la mia vita con quella strappata prematuramente su quelle strisce pedonali. Ed essendo un commento anonimo giuro di non aver nessun motivo per non essere sincero....

Mirko ld 11.08.10 23:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dispiace dover dire certe cose ma di fronte ad omicidi di questo genere non c'è giudizio o tribunale che tenga!E' stata strappata via la vita,ammesso che questo sia vivere,ad un piccolo innocente!Non c'è ristoro d tutto questo:mi auguro solo che i genitori,un congiunto o,comunque,qualcuno stufo di questo orrido modo di vivere o di intendere il mondo e le cose,faccia rapidissima giustizia sparando in testa al responsabile!E che cazzo,ora basta!

Mario Poillucci, Sulmona Commentatore certificato 11.08.10 23:16| 
 |
Rispondi al commento

Mi dispiace smontare un mito ma vivendo a Londra a me sembra che sia ancor peggio che in Italia, se attraversi la strada sulle strisce o no quelli non si fermano nemmeno se sentono che ti stanno schiacciando... ma c'è da dire che comunque qui di problemi ce ne sono meno perchè i servizi pubblici sono abbondanti e abbastanza regolari, quindi di pazzi in macchina ce ne sono meno.

Giacomo Mantovani 11.08.10 23:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

la guida in italia è indecente ,chiaramente a chi non usa le starde da pedone non gli frega nulla ,tipo se hai l'auto blu e la scorta,non è che si vuole parare sempre lì ma se non parte da lì la voglia di cambiare un sisterma scandalosamente omicida e legale al tempo stesso.

Panino A. 11.08.10 22:45| 
 |
Rispondi al commento

DIMENTICAVO DI DIRE!!!!
Tutto Verissimo! Pero' guai a te se attraversi
la strada NON sulle strisce pedonali o C'hai il
rosso. TI PRENDONO DI MIRA.

Elio T. 11.08.10 22:26| 
 |
Rispondi al commento

siamo talmente incivili (e idioti) che la Cassazione da' ragione all'automobilista se un pedone attraversa di corsa o senza guardare anche sulle strisce.
In altre parole se uno ammazza un pedone sulle strisce pedonali puo' sempre dire che attraversava di corsa o senza guardare: http://legale.guidaconsumatore.com/00789_pedone-di-corsa-sulle-strisce-responsabile-in-caso-di-incidente

ma se un pedone potrebbe attraversare velocemente o senza guardare non dovrebbe essere un motivo in piu' per chi sta' al volante di rallentare a passo d'uomo, fare maggiore attenzione ed essere pronto a frenare ???.... almeno sulle strisce pedonali!

francesco c., emigrato all'estero Commentatore certificato 11.08.10 22:21| 
 |
Rispondi al commento

Bisognerebbe dedicare un post a Matteoli ed ai suoi predecessori.
A Torino la Sestero si è occupata solo di fornire servizi a pagamento per il cittadino, ogni isolato di strisce blu vale oro. Hanno distrutto le gallerie di Pietro Micca per un paio di chilometri di metro.
La via del palazzo della regione piemonte è la più dissestata della città. Riesci ad imbottigliarti ovunque. Hanno sostituito le pregiate pietre di luserna di alcuni marciapiedi con nuove , di valore probabilmente minore, con la scusa del rinnovo dei marciapiedi.
Si sono concentrati sulle macchinette sforna soldi al posto della sicurezza.
I vigili si sono trasformati in esattori coi rayban.
Chi controlla il controllore?
Nessuno, in Italia, ha mai pensato ad una legge che obblighi i manutentori gas, elettrici, stradali a ripristinare le carreggiate in maniera SICURA per i veicoli dopo i lavori .

Endemia Italiota 11.08.10 22:16| 
 |
Rispondi al commento

Nn soltanto a Londra , ma dalla Svizzera,Austria
in su, cioe' in paesi "CIVILI" ed anche sulle
balearen (Spagna). L' anno scorso a Menorca,
mi ha soppreso molto con quale disciplina le auto si fermavano e se facevi cenno che passassero prima loro, non l'accettavano e dovevi passare prima tu da pedone.
"ITALIA HAI ANCORA MOLTO DA IMPARARE SEI ARRETRATA
COME I TUOI POLITICI"

Elio T. 11.08.10 22:13| 
 |
Rispondi al commento

A Londra se ti avvicini alle strisce pedonali le macchine inchiodano. In Italia le macchine invece TI inchiodano.
.........................................

Mi spiace sentirvi...ma non e' assolutamente vero! io vado spesso a Londra!

A londra esistono dei lampioni arancioni all'inizio delle strisce, e' sufficente sostare vicino ad uno di questi lampioni e le macchine si fermano!
Se poi ti eri fermto li per sbaglio e non devi attraversare, si incazzano di brutto!

Faccio notare che anche i pedoni a Londra sono diligenti e passano solo sulle sctrisce e con il verde!

Massimiliano P., Bologna Commentatore certificato 11.08.10 22:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ogni volta che qualcuno viene ucciso sulle strisce in qualsiasi blog mando un appello: come in tutti i paesi civili rialziamo la zona a strisce di 15 cm. e costringiamoci tutti a frenare anche se non c'è nessuno, costa pochissimo ed è l'unico deterrente agli scemi.


PACE E BENE

AUGUSTO

augusto g., roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.08.10 21:24| 
 |
Rispondi al commento

Ciao. Una cosa c'è da dire su queste strisce pedonali. Cosa? sembra che l'unica cosa in cui gli Italiani credono siano proprio le strisce, tanto che si sentono invulnerabli quando passono sulle strisce pedonali. Una cosa è un passaggio dove giustamente un pedone può in tutta sicurezza attraversare un'altra è gettarsi sulle strisce quando una macchina arriva. Giuro io per fortuna in macchina vado piano, ma mi è capitato che con la scusa del passaggio pedonale attraversassero facendomi inchiodare. gente che aspetta la macchina che arriva per attravesare. :)) cose da matti. Dico io, non credo che passino macchine aliene alla velocità della luce sopra ste azzo di strisce, guardare a destra e a sinistra invece di sentirsi dei supereroi perchè c'è la zebra per terra? poi si diventa pirati della strada.. Questo naturalmente parlando di situazioni normali. se uno beve 10 birre e ammazza qualcuno giusto giustiziarlo. Opinioni naturalmente.

Matteo Max 11.08.10 21:16| 
 |
Rispondi al commento


A Londra se attraversi FUORI dalle strisce ti
uccidono , non rallentano.

A Londra sulle strisce inchiodano.

In italia ti uccidono , indifferentemente

Tinazzi

tinazzi ., Albano Laziale Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.08.10 21:11| 
 |
Rispondi al commento

Arrivando dall'estero, si ha l'impressione che l'Italia sia un paese povero. Proprio le strisce non sono definite, bisogna intuirle, perché l'ultima volta che sono state pitturate deve risalire ad anni addietro. Non solo le strisce ma tutta la segnaletica é quasi invisibile. Si vede che le minicipalitá non hanno fondi sufficienti per pagare la manutenzione della segnaletica. Questa constatazione non puó essere naturalmente una giustificazione, perché chi uccide un pedone é un assassino, anche stupido. Ma il fatto incide psicologicamente alimentando il sentimento che non esiste una autoritá che organizza e vigila, e ognuno se la regola a modo suo. Nel nuovo codice pare hanno messo l'obbligatorietá del casco per i biciclettanti. All'avanguardia in Europa, perché nei paesi dove la bicicletta é il mezzo piú popolare di locomozione a nessuno é finora venuta l'idea di rendere il vasco obbligatorio. Data la crisi é uno stimolo per l'economia obbligare la gente a comprare il casco, cosí anche il ministro sará oggetto di riconoscenza da parte dei cascoproduttori.

nicolai caiazza 11.08.10 21:10| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
IL RISPETTO E' ANDATO A FARSI F.....ERE,ANCHE PER I PEDONI
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 11.08.10 20:56| 
 |
Rispondi al commento

Il mondo civile e' oltre i nostri confini! Viaggiate e apprezzatene la bellezza!E soprattutto fatene tesoro!

Non fa bisogno di andare fino a Londra, basta passare il confine lato Francia, e' sufficiente mettere un piede sull'asfalto che immediatamente si fermano e inoltre provate ad andare oltre il limite dei 50 in qualsiasi citta' francese e poi fatemi sapere cosa vi succede...Chi di noi non supera i 50 in citta'???(ripeto in citta')

Giuliano

Giuliano scarsi 11.08.10 20:52| 
 |
Rispondi al commento

Anche il fermarsi per dare la precedenza ai pedoni IN ITALIA sulle strisce costituisce un pericolo.

Avete fatto caso ai "campioni di automobilismo" che vi "dribblano", vi insultano per avergli fatto perdere il loro prezioso tempo e quindi puntano dritti a investire l'ignaro pedone ?

Un saluto
MG

Marco G. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.08.10 20:36| 
 |
Rispondi al commento

...anche a berlino si inchiodano per farti passare, prima il pedone e poi le auto, ma sulle strisce pedonali, fuori dalle zebre non si fermano e aspetti tu.

nota di colore: oggi attraversavo in bicicletta un incrocio in cui c'era un obbligo per chi arrivava dalla mia destra di continuare per 50 metri, raggiungere un rondò e ritornare indietro per svoltare nella strada da cui provenivo. Un automobilista si appresta a girare subito verso la mia strada, notare che c'è anche una bella linea continua che gli impone di andare dritto, quindi gli faccio notare (ha il finestrino abbassato), che non può e che deve passare dal rondò lì vicino. La prima risposta è stata ...e io ci passo lo stesso. Gli faccio notare che lui ci passa perché è un furbo e lui mi risponde mandandomi a fareinculo.
Vorrei rispondergli qui con il dito medio alzato. grazie.

margaretha Zelle 11.08.10 20:36| 
 |
Rispondi al commento

anche in svizzera e' cosi'. diciamo che nei paesi civilizzati i pedoni hanno la precedenza.
In Italia ovviamente no, ma in Italia succede anche che una smart si attacca dietro un cayenne in autostrada facendogli i fari a 140 km all'ora...
Alle volte viene voglia di fare una bella frenata, cosi' tanto per vedere cosa succede :)
Per guidare in Italia ci vuole un permesso speciale, la patente da imbecille!

Ronnie Ansaldo Commentatore certificato 11.08.10 20:32| 
 |
Rispondi al commento

2 gemmelli di 10 mesi investiti a Palermo, l'ennesimo incidente, l'ennesime vittime innocenti .l'ennesima famiglia distrutta.
Il conducente dell'auto briaco e illeso.....

Ennio Gioè 11.08.10 20:27| 
 |
Rispondi al commento

la velocità è dannosa quanto l'alcool,
nel nuovo codice della strada si è penalizzato giustamente l'alcool, ma sulla velocità c'è
stata clemenza. C'è una ebrezza della velocità
che rende ubriachi.

francesco zaffuto 11.08.10 20:24| 
 |
Rispondi al commento

Però, anhe a Londra, spesso, si ringrazia l'automobilista.

Marco Venturini Autieri, Londra Commentatore certificato 11.08.10 20:22| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, ti risulta che il nuovo cod della strada contempi la possibilita' per i pedoni di segnare la targa dell'automobilista che non rallenta e non si ferma alle strisce con la possibilita' di segnalarlo alla polizia e l'automobilista oltre alla multa perde 8 punti? era una proposta che avevo letto, ma poi nn so se rientra nelle nuove regole. Grazie

matteo taietti 11.08.10 20:09| 
 |
Rispondi al commento

LA DURA VERITA’… GUARDA I VIDEO…

LA DURA VERITA’… IL LAVORO; UN ASSASSINO SERIALE… guarda il video
http://www.youtube.com/watch?v=aIr1Wq0H7HQ

LA DURA VERITA’… guarda il video
http://www.youtube.com/watch?v=aIr1Wq0H7HQ

IL MASCHIO… UN GRANDE BLUFF… guarda il video
http://www.youtube.com/watch?v=iUuJTOsYyAs

I FIGLI SONO DELLE DONNE... guarda il video
http://www.youtube.com/watch?v=FTulppNWgT0

LA STUPIDITA' DEL MASCHIO...guarda il video
http://www.youtube.com/watch?v=EvAE5BboUpQ

LE GUERRE? FATELE FRA DI VOI... guarda il video
http://www.youtube.com/watch?v=d9EPisD3AwI

LE SUPPOSTE IDEOLOGICHE... guarda il video
http://www.youtube.com/watch?v=YUncPdjILFc

movimento politico PARTITO DELLE DONNE Commentatore certificato 11.08.10 19:59| 
 |
Rispondi al commento

al volante nn c'è educazione, anche io aspetto nelle strisce, ma sia donne che uomini sono presi dalla fretta che manco ti guardano, anzi sei un fastidio perchè li rallenti...


sottounacattivastell@

Franca B. Commentatore certificato 11.08.10 19:51| 
 |
Rispondi al commento

purtroppo è vero. io ormai per attraversare aspetto che siano passate tutte le auto e che non ce ne sia nessuna in vista. devo dire che pero' ultimamente ho notato che anche le biciclette , forse per paura, procedono sul marciapiede, cosi' si rischia di essere investiti non solo sulle strisce ma anche sui marciapiedi stessi. per quel che riguarda i vigili, mai vista neanche l'ombra. si appostano nelle strade con limiti di velocità risibili e attendono.... tipo ragni nella ragnatela

daniela cipriani 11.08.10 19:11| 
 |
Rispondi al commento

nella mia città gli uomini al volante si fermano all'70%.
Le donne invece NON si fermano MAI.
Hanno il complesso di inferiorità quando vedono un maschio attraversare sulle strisce pedonali?
e vogliono dunque imporsi sul maschio???
qualcuno ha una spiegazione?

Paolo R., Padova Commentatore certificato 11.08.10 19:08| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, sono una tua sostenitrice. Ma te lo sei letto il nuovo codice della strada? E' una vergogna...sei ubriaco e facendo il volontariato ti depenalizzano tutto. Ma chi fa le leggi studia ad oxford? Assurdo...E cosa diciamo dei pedoni che attraversano fuori dalle strisce pedonali? Magari perchè han fretta e non possono perdere l'autobus? Tutti sbagliano, a piedi, in auto e in bici...

roberta carrozza 11.08.10 19:08| 
 |
Rispondi al commento

solitamente lascio passare...preferisco un grazie al vaffanculo...

Mattia p 11.08.10 19:07| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 



Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori