Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

La strage di Bologna senza ministri


Strage_di_Bologna.jpg
Ogni anno le cosiddette istituzioni si recano a Bologna per partecipare al ricordo della strage della stazione del 2 agosto del 1980. Dopo trent'anni nessun ministro sarà presente per evitare i soliti fischi. La Russa, ministro della Guerra ha detto a muso duro ai familiari delle vittime: "Cos'è successo gli altri anni? I ministri li avete fischiati. E allora avete già la risposta al perché non viene nessuno questa volta". Bersani che di fischi se ne intende ha ferocemente belato: "Un governo però non può esistere solo per gli applausi." I bolognesi sanno bene che il presidente del Consiglio di questo governo è un ex piduista, tessera 1816, e anche che il capo della P2 Licio Gelli è stato condannato a 10 anni per calunnia aggravata dalla finalità di terrorismo per aver tentato di depistare le indagini sulla strage alla stazione di Bologna. Quest'anno a Bologna l'aria sarà più pulita.

1 Ago 2010, 19:44 | Scrivi | Commenti (63) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

come parente delle vittime del treno rapido 904 strage che viene commemorata insieme a quella di Bologna per la prima volta ho sentito di avere intorno a me persone vere e non fantocci venuti a far presenza in nome di un qualcosa che loro in primis infangano,non abbiamo bisogno di frasi di circostanza,non più,non da voi

giuseppe lembo 03.08.10 09:27| 
 |
Rispondi al commento

come parente delle vittime del rapido 904,strage che non viene sempre ricordata dai media,essendo stato su quel palco mentre parlava scajola,non mi sono sentito abbandonato dalle istituzioni ma dai carnefici di quei terribili momenti

giuseppe lembo 03.08.10 09:13| 
 |
Rispondi al commento

Be', se è vero che gli assassini tornano sempre sulla scena del delitto...questa volta, come per la commemorazione di Borsellino, ce li siamo risparmati...notato il binomio?! i rappresentanti dello stato mancano alle stragi di stato!! be', almeno,volenti o nolenti, hanno lasciato riposare i morti, almeno!!Valeria Caput-silljbuck

angelo biffoni, bologna Commentatore certificato 03.08.10 00:37| 
 |
Rispondi al commento

Sono immagini di guerra, guerra contro civili innocenti, guerra che continua in maniera più subdola, seguendo le direttive del 'Piano di rinascita democratica' di Gelli.

SERENA D., Salerno Commentatore certificato 02.08.10 18:42| 
 |
Rispondi al commento

strage di bologna

da oggi c'è una vittima in più: la memoria condivisa.

si sono persi 30 anni per aver accettato l'infame opportunità di storicizzare la strage di bologna come un avvenimento che necessitasse di memoria condivisa. finalmente oggi i responsabili sono stati tenuti alla larga da questa celebrazione. se dal primo momento, come per il 25 aprile, avessero incornicaiato i responsabili delle stargi, oggi sapremmo già, come sappiamo d'altronde, che il potere fascio-mafioso-pidduista e democristiano ORDINO' ED ESEGUI' l'orrenda strage...
lo stesso potere che trascinò questo paese nell'orrenda guerra... è necessario continuare a vivere una memoria partigiana... sono troppo evidenti matrici e mani dei carnefici...
hasta

le celebrazioni devono rimanere private... fuori gli infiltrati... ora e sempre...

Bernarda Alba Commentatore certificato 02.08.10 18:34| 
 |
Rispondi al commento

Invece no Grassi M. che la sai tanto lunga.Nessuna cagnara e nessun casino questa mattina a Bologna,io c'ero dall'inizio alla fine. Però mentre sentivo il Sig. Bolognesi parlare dal palco e dire del trattamento di favore che hanno ricevuto fioravanti e la mambro, tu pensa Grassi M. che hanno scontanto 2 mesi di pena per ogni omicidio commesso, 2 mesi per ogni vita stroncata mi é salita una rabbia...e mi sono detta beh...2 mesi, se gli sparo in bocca io a fioravanti e mi danno 2 mesi ci sto. A te Grassi M. tanto sarcastico e banale, se ti uccidono il figlio e all'assassino danno 2 mesi di carcere per una vita non ti verrebbe da fare un po' di casino?

Mirka Za 02.08.10 16:55| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

un pensiero ai familiari tutti delle vittime ,che non vengano ricoradate solo nei giorni degli anniversari ,ma ogni giorno ..da 30 anni moltiplicati per 365 giorni ciascuno è un bel bagaglio di dolore e richiesta di giustizia! oltre al dolore per la perdita c'è il perchè tutto questo?? chi è stato? se chi di dovere si mettesse per un attimo nei loro panni e provare ad immaginare quello che provano forse le cose sarebbero più chiare .un appello accorato da tutti al Capo dello Stato,dopo 30 anni basta con i Segreti di Stato ! giustizia ci deve essere alla fine dopo tanto dolore!!!
perchè con l'aiuto di Beppe GRillo non organizziamo iniziatiove come mandare una lettera o cartolin a palazzo Chigi o al Quirinale con su scritto Via SEgreto di Stato? lo chiedo allo staff a voi tutti,sareste daccordo? se fossimo in tantissimi inondandogli la posta sarebbe un modo per farsi notare ...che ne dite?

aria pulita 02.08.10 16:13| 
 |
Rispondi al commento

Se c’è un chiaro coinvolgimento della P2 nel depistaggio delle indagini, e quindi mi viene facile da pensare anche nell’attentato stesso, non mi sembra affatto strano che un Governo, il cui premier era un piduista con tessera n. 1816, e tanti altri che sappiamo averne fatto parte e ancora maneggiano nella P3, non c’è da meravigliarsi che tutt’oggi si tenti di occultare il tutto!
http://carloruberto.blogspot.com/2010/08/la-svezia-racconta-le-vicende-italiane.html

Carlo Ruberto 02.08.10 15:22| 
 |
Rispondi al commento

Se non ci sono ci sarà un motivo.
Sono passati 30anni .Presidente Napolitano fai qualcosa prima del fine mandato fai sbloccare i segreti di stato su tutte le stragi se vuoi essere ricordato come presidente del popolo.O bisogna continuare a credere nella colpevolezza di organi dello stato e non solo.
E’ un paradosso Lo stato tutela i criminali non il popolo.

V L. Commentatore certificato 02.08.10 15:05| 
 |
Rispondi al commento

Basterebbe far tornare le preferenze individuali nelle elezioni politiche, poi sarebbe più chiaro per tutti che fare politica significa anche "subire" qualche fischio, e magari anche imparare dai fischi, a stare più vicini al popolo e farsi garanti dei bisogni della gente. Peccato, di solito il ministro La Russa è un tipo simpatico, forse ci ripenserà?

Riccardo Capitani, Genova Commentatore certificato 02.08.10 14:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I fascisti non vanno alla commemorazione delle loro stragi.

roby lion 02.08.10 14:30| 
 |
Rispondi al commento

…LA DURA VERITA’… GUARDA I VIDEO…

I FIGLI SONO DELLE DONNE... guarda il video
http://www.youtube.com/watch?v=FTulppNWgT0

LA STUPIDITA' DEL MASCHIO...guarda il video
http://www.youtube.com/watch?v=EvAE5BboUpQ

LE GUERRE? FATELE FRA DI VOI... guarda il video
http://www.youtube.com/watch?v=d9EPisD3AwI

LE SUPPOSTE IDEOLOGICHE... guarda il video
http://www.youtube.com/watch?v=YUncPdjILFc

movimento politico PARTITO DELLE DONNE Commentatore certificato 02.08.10 14:03| 
 |
Rispondi al commento

La vergogna continua...
http://unbeinger.wordpress.com/2010/08/02/30%c2%b0-anniversario-della-strage-di-bologna/

Unbeinger A. Commentatore certificato 02.08.10 13:56| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente si comincia a respirare..forse alla fine le acque si divideranno e dal fondo del mare di immondizia italiana ne verrà qualcosa di buono!!

vladina f. Commentatore certificato 02.08.10 13:38| 
 |
Rispondi al commento

parole sante .... sarà tutto più sincero senza politici in giro!

Monia M., Castel San Pietro Terme (BO) Commentatore certificato 02.08.10 13:26| 
 |
Rispondi al commento

..... il governo non va a bologna ... nessun ministro ..... per paura dei fischi .... ma loro non sono stati eletti dal popolo? ..... da noi vogliono solo il voto ? .... e' un loro dovere morale essere li ... anche prendere i fischi... cosi' come prendono tutto il resto ....nel bene e nel male ..... altrimenti chi non se la sente si dimetta ....e cosi' non prendera' nulla ... e poi scusate se esco un po' fuori argomento ... ma La Russa (in questo caso dal momento che ha spiegato il motivo del perche'di questa assenza) e il governo .... quando vota per far rimanere i militari in afganistan cosa direbbe se qualcuno di questi dicesse no non vado perchè etc ...... e in quella terra martoriata non sono i fischi che lanciano .... e' dovere dei militari andare li ... quindi se i nostri militari posso saltare sulle mine ... i nostri ministri posso anche prendere quanche fischio ....

cinzia lattari 02.08.10 12:13| 
 |
Rispondi al commento

Sono miracolosamente scampata, per poche ore, all'orrore di quel giorno: avevo 18 anni.
Credo sia stato detto tutto. L'unica cosa che manca è il trionfo della giustizia.
Esprimo tutta la mia solidarietà alle famiglie delle vittime e grido tutta la mia indignazione ai vergognosi assenti alla celebrazione del trentennale. Didy Pasini

Alfredina Pasini 02.08.10 12:08| 
 |
Rispondi al commento

I ministri e gli "alti rappresentanti delle istituzioni" li vedi ai funerali (come quella pagliacciata che francamente Raimondo Vianello non meritava al suo funerale) per manifestare cordoglio e sdegno: lì hanno vita facile con i sentimenti dei parenti.Maledette merXe!

Bon Fa 02.08.10 11:20| 
 |
Rispondi al commento

In quegli anni Berlinguer stipulò un accordo con i fronte di liberazione della palestina, l'Italia avrebbe concesso libero passaggio di armi nel territorio in cambio i palestinesi non avrebbero commesso attentati, i servizi segreti sarebbero stati a conoscenza delle rotte comunque.

A bologna un missile o solo esplosivo sarebbe accidentalmente esploso.


Potrebbe essere vera questa storia oppure no??

a volte (ritornano) Commentatore certificato 02.08.10 10:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho il timore che se non si sono presentati è perchè le piazze non sono i sondaggi che vengono sbandierati cosi' allegramente.

Barbara Meniconi 02.08.10 10:44| 
 |
Rispondi al commento

consiglio a tutti la lettura dell'ultimo libro di Maurizio Maggiani, "meccanica celeste", dove tra i personaggi compare Nita, sopravvissuta bambina alla strage di Bologna, e il suo personale modo di ricordare. Le esistenze intere portano tracce del proprio passato. Ripercorrere lentamente, ricordare e' fondamentale. Molto molto molto bello.

lucresia borgia 02.08.10 10:27| 
 |
Rispondi al commento

Sono un quarantenne che vive in Germania dal 1996.
Me ne andai pensando di poter tagliare i ponti con il nostro paese, ma non mi riesce possibile, come é ovvio e giusto che sia.
Ricordo quell'estate dell'80. Ricordo che sulla strada per le vacanze,era giugno, vidi ad un autogrill la copertina dell'espresso con una foto aerea del mare di Ustica cosparso di corpi.
E ricordo che una volta tornato a casa rimasi incollato alla tv a guardare le immagini che giungevano da Bologna.
Ricordo che anni dopo, durante il servizio militare nell'aeronautica, a Viterbo il comandante si diceva essere stato "parcheggiato" a dirigere quella caserma per renderlo "meno visibile", dato che in qualche modo era coinvolto con i fatti di Ustica, e che il nostro maresciallo aveva fatto parte del tentato golpe Borghese (ci mostrò pure una foto ricordo). Ricordo ancora di aver conosciuto a Rivolto quando ero ragazzino l'ufficiale pilota delle Freccie Tricolori Ivo Nutarelli, che partecipò alla missione di intercettazione la notte di Ustica e che vidi schiantarsi sul pubblico di Ramstain qualche anno più tardi.
Scusate la noiosa sequenza di ricordi, ma é solo per dire che RICORDARE SIGNIFICA ESSERE VIVI E PENSANTI, e che i morti, anche se morti, possono ancora sentirsi soli e abbandonati. Questo non deve accadere!! Ricordate che la memoria é temuta solo da chi ha qualcosa da nascondere, e la reazione di oggi di questo governo ci deve far pensare che la loro paura é più forte che mai!
Se vogliamo che il nostro paese torni, o cominci, ad essere normale dobbiamo prima di tutto coltivare la nostra coscienza attraverso l'atto di ricucire i ricordi fino a vederne la loro coesione logica in una continuità finalizzata, così saremo preparati per il futuro. L'idignazione ci darà forza!

Io oggi ricordo, e piango. (e ovviamente mi incazzo!)

Marco Casiglieri, Berlino Commentatore certificato 02.08.10 10:27| 
 |
Rispondi al commento

Che pena sto bloggetto...

Anche quest'anno a Bologna ci sarà chi ROMPERA' I COGLIONI a tutti i cittadini per un'intera giornata, rendendo inagibile e irraggiungibile buona parte del centro storico.

Che se ne vadfano affanculo tutti coloro che ripongono nella memoria e nella commemorazione le loro speranze per un fututo migliore.

Se ci fosse davvero la volontà di non ripetere certe fasi della nostra storia, anzichè commemorare le vittime, dovremmo essere qui a ricordare quale fine pessima abbiano fatto gli AUTORI della strage, che invece godono di un lieto soggiorno a nostre spese.

Alzando il culo dalla sedia si potrebbe ANDARE A PRENDERE PER LE ORECCHIE I MANDANTI NOTI DI QUESTA PSEUDO-STRAGE... ma qui siamo troppo occupati a ricordare e commemorare per aver anche il tempo di agire.

Affanculo IPOCRITI !

Censura da paura, Bologna 02.08.10 08:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve a tutti,
quella di non presentarsi potrebbe essere una soluzione da estendere anche a tutta la classe politica. Non presentatevi più, licenziatevi, andatevene, abbandonate la nave. Possibilmente a tasche vuote.

m.f. 02.08.10 07:58| 
 |
Rispondi al commento

mi sento così impotente e schifato che non so più che scrivere e cosa dire.

a bologna quel giorno e morta una parte d'italia.

sto male.

massimo pagante Commentatore certificato 02.08.10 07:26| 
 |
Rispondi al commento

Che permalosi i ns impiegati!
Qualche fischio li autorizza a non avere rispetto nianche dei morti!
Non è che sarebbero da licenziare in tronco?

Giorgio ZANUTTA, carlino Commentatore certificato 02.08.10 07:20| 
 |
Rispondi al commento

30° anniversario della Strage di Bologna.
Dato che questo è il governo della P2 e che la P2 ha interferito nelle indagini per anni creando depistaggi (ma per conto di chi?) i fischi e le proteste mi sembrano il male minore... anzi direi che è un modo per ricordargli che 85 morti e 200 feriti sono anche sulla loro coscienza!
Penso che se continuano così nei prossimi anni dovranno pensare a come uscire vivi da Bologna!

Simone Galluccio 02.08.10 07:14| 
 |
Rispondi al commento

E' una vittoria che a Bologna non vengano ministri di questo governo di cui è capo il P2 Silvio berluska.
Ci sarà senza ruffiani paraculi e fascistoni aria più pulità

sandro damian 02.08.10 06:38| 
 |
Rispondi al commento

Una bologna finalmente pulita...che meraviglia:-)

guido sebastiani 02.08.10 00:45| 
 |
Rispondi al commento

Lo dico e lo ripeto anche per i leghisti di m.che navigano su questo blog.
Il celebroleso è tra i politici più ascoltati e seguiti al nord.L'ignoranza dilaga al nord (basta vedere chi viene votato), la leganord purtroppo dilaga al nord, MOLTO spesso le tre cose coincidono.Domandarsi cosa potrebbero fare di lavoro senza la politica i parlamentari leghisti no vero?
La verità e che la lega più degli altri partiti è scesa in politica per far soldi!http://www.repubblica.it/2006/a/sezioni/economia/banche35/fioraniaipm/fioraniaipm.html
Un esempio su tutti:Umberto Bossi da Cassago Magnago, provincia di Varese. Una vita da film. Ha fatto tre feste di laurea senza essersi mai laureato. Alla prima moglie racconta di essere un dottore, si finge medico dell’ospedale Del Ponte di Varese. La storia va avanti per mesi. Quando lei scopre che è tutto inventato chiede il divorzio. Qualche anno dopo l’Umberto porta anche la madre all’università di Pavia per la consacrazione ma non la fa assistere alla cerimonia: è la solita balla, lui ormai c’è abituato. All’Università per qualche anno c’era stato. Pochi esami, parecchi guai ma anche l’incontro che aveva cambiato la sua vita: quello con la politica.La Lega lombarda, i primi assessori comunali eletti in Veneto e Lombardia.Bossi cavalca Mani pulite e l’insoddisfazione del profondo Nord. Non sarà laureato ma è scaltro l’Umberto. Lavora sull’immaginario collettivo, capisce prima di tutti che l’immigrazione sposta una marea di voti che la gente ha una paura fottuta. Poi c’è il folklore: Pontida, miss Padania, la Lega che ce l’ha duro, Roma ladrona, i comizi in canottiera. La Prima repubblica crolla, nel Paese regna la confusione, il momento è propizio. Bossi alza il tiro. Annuncia la secessione, crea il Parlamento del Nord, progetta di avanzare “città per città con le baionette” è così via...
LEGHISTI INVIDIA LA MIA? NO SOLTANTO NON VOGLIO ESSERE RAPPRESENTATO DA GENTE COME VOI. CHIARO ?
PS:SECADEILGOVERNO PRONTA LATORTA PERFESTEGGIARE

Pietro T. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 01.08.10 23:23| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

L'aria sarà più pulita e finalmente si avrà rispetto per i morti e non ci sarà la solita cagnara.

Dato però che c'è sempre gente che partecipa alle manifestazioni solo per disturbare, vedrete che si inventeranno qualcun altro da fischiare.

Grassi M. 01.08.10 22:47| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
AL DI LA' DELLE S.....E CHE DICONO I NOSTRI DIPENDENTI,ALMENO QUEST'ANNO L'ARIA DI BOLOGNA SARA' PULITA
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 01.08.10 22:33| 
 |
Rispondi al commento

Agosto, Improvviso si sente
un odore di brace.
Qualcosa che brucia nel sangue
e non ti lascia in pace,
un pugno di rabbia che ha il suono tremendo
di un vecchio boato:
qualcosa che crolla, che esplode,
quancosa che urla.
Un treno è saltato.

Agosto. Che caldo, che fumo,
che odore di brace.
Non ci vuole molto a capire
che è stata una strage,
non ci vuole molto a capire che niente,
niente è cambiato
da quel quarto piano in questura,
da quella finestra.
Un treno è saltato.
Nel 1976 Claudio Lolli scrisse questo capolavoro ricordando la strage del treno Italicus del 4 agosto 1974.

Quattro anni dopo Bologna.....

ogni commento è superflo

Agosto. Si muore di caldo
e di sudore.
Si muore ancora di guerra
non certo d'amore,
si muore di bombe, di muore di stragi
più o meno di stato,
si muore, si crolla, si esplode,
si piange, si urla.
Un treno è saltato

Pettirosso Da Combattimento, Collodi Commentatore certificato 01.08.10 22:24| 
 |
Rispondi al commento

che schifo.
E questo sarebbe il "CONSENSO" dell'attuale governo Berlusconi-Gomorra?
Ma non doveva avere l'approvazione e il consenso della maggioranza degli italiani??
_
Preparate gli elicotteri, che è meglio, va.

Paolo R., Padova Commentatore certificato 01.08.10 22:18| 
 |
Rispondi al commento

Non vogliono essere fischiati perchè hanno la coda di paglia!!
Sanno che più di mezza Italia li ha già mandati a FANCULO!! I fischi sono dei VAFFANCULO educati!!
Non li meritano!!

Andrea Barberis (andrew67), Vinovo Commentatore certificato 01.08.10 22:09| 
 |
Rispondi al commento

Il fatto che La (T)RuZZa e simili non siano presenti a Bologna è sì onorare le vittime.

riccardo malafronte 01.08.10 22:04| 
 |
Rispondi al commento

La Russa non vuole essere fischiato.
Berlusconi per non essere fischiato va sulle guglie della Madonnina.
Se stanno a caga' sotto.
E l'aria sara' piu' pulita in tutta la nazione quando non li vedremo piu'.

Silvie S., roma Commentatore certificato 01.08.10 22:03| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

io ero compagno di scuola di Giusva Fioravanti ai tempi del liceo J.F. Kennedy di monteverde.
lo conoscevo di persona.
eravamo su fronti totalmente opposti ma io SO che non sono stati nè lui nè la Mambro.
hanno ammazzato tante persone, ma non hanno fatto saltare in aria la stazione di Bologna.
però erano due comodi capi espiatori per salvare il culo dei massoni, golpisti, fascisti e vari personaggi oscuri che dominano questo cazzo di paese dal dopoguerra.
alcuni hanno persino la gobba...e vita apparentemente eterna.

davide lak (davlak) Commentatore certificato 01.08.10 22:02| 
 |
Rispondi al commento

iL dramma della strage, non consiste solo nel numero elevato di vittime, ma nella loro giovanissima età. Infatti bambini, ragazzino e giovani sono quelli che hanno pagato il prezzo più alto ai luridi fascisti.

Andate a scorrere l'elenco a questo link

http://www.stragi.it/index.php?pagina=vittime

LA RISSA, LEGGI ANCHE TE....IGNORANTE!

(che comica che sei!)

Renzo Coscia 01.08.10 21:37| 
 |
Rispondi al commento

Sono passati 30 anni. Fine del segreto di Stato!

Gli archivi dei servizi segreti devono essere accessibili.

Il segreto di Stato è una vergogna nazionale che serve a coprire l'infamia di chi per mantenere il potere fu disposto a tutto.

Nicola Nicolini Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 01.08.10 21:27| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

STRAGE di Bologna, Commemorazione delle INNOCENTI
VITTIME,
quest'anno saranno assenti i ..carnefici..

anib rome 01.08.10 21:15| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

questi bastardi.

il fatto (quotidiano), Roma Commentatore certificato 01.08.10 20:49| 
 |
Rispondi al commento

Saranno assenti le più alte DIS CARICHE dello stato!

Goffredo di Buglione Commentatore certificato 01.08.10 20:45| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

10,25 Bologna, l’orologio sta fermo a quell’ora di trenta anni fa.
Potevo esserci anch’io con la mia famiglia,
quell’anno decisi di andare in Sicilia con la mia Renault 4,
ma potevo benissimo decidere di viaggiare in treno.
Sulla mia auto non c’era l’autoradio,
seppi tutto dai giornali il giorno dopo a Licata.
Possibile, che sia accaduto ciò!?
Eppure attorno a me c’era un silenzio che mi fece paura,
ancora di più della notizia che stavo leggendo.
Possibile, che ci stiamo abituando a tutto!?
Dal ’69 di piazza Fontana all’ ’80 di Bologna
erano passati 11 anni gravidi di fatti inquietanti,
quello stillicidio quotidiano di fatti orrendi ci aveva quasi abituato a tutto,
per accorgersi del sangue non bastavano i titoli sui giornali,
pareva necessario che ci corresse addosso.
Oggi, è ancora più inquietante pensare
che siano passati 40 anni dalla strage di piazza Fontana
e trenta anni da quella di Bologna
senza una vera verità.
Ci si può accontentare di verità approssimative!?
Di ipotesi di verità!?
Mentre i nostri capelli invecchiano
e la cronaca drammatica e piena di sangue diventa stupidamente storia.

francesco zaffuto 01.08.10 20:41| 
 |
Rispondi al commento

SI RESPIRERA' "UN FRESCO PROFUMO DI LIBERTA'"

Carolina G., Bacoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 01.08.10 20:30| 
 |
Rispondi al commento

La testimonianza di Ghedini al processo per la strage di Bologna

L'onorevole Niccolò Ghedini, avvocato di Silvio Berusconi, fu ascoltato come testimone al processo per la strage di Bologna il primo febbraio del 1988. Ecco la registrazione della deposizione in cui raccontava della sua conoscenza di elementi dell'estremismo di destra padovano. In particolare tracciava la personalità di Roberto Rinani, imputato per la strage, poi assolto, e spiegava i suoi legami con Franco Giomo, finito nei guai per i rapporti col gruppo Fioravanti-Mambro
(24 settembre 2009)

http://espresso.repubblica.it/multimedia/home/11024561


chi è STATO?

Paolo B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 01.08.10 20:22| 
 |
Rispondi al commento

Ni olvido ni perdon!

Eduardo Dumas ( edu latino), milan Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 01.08.10 20:09| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 



Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori