Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Camigliano, il Comune virtuoso commissariato


Camigliano_commissariata.jpg
I sindaci che danno il buon esempio, come quello di Camigliano, sono rimossi! Sono un cattivo esempio per i cittadini.
"Scusate l'OT ma questa è troppo grande: SINDACO PUNITO PER AVER DIFESO I DIRITTI DELLA GENTE . "Con decreto del ministero dell'Interno ieri il sindaco Vincenzo Cenname è stato rimosso dal suo incarico. L'epilogo giunge a conclusione della lunga battaglia intrapresa dal primo cittadino contro la legge 26 che, promulgata lo scorso mese di gennaio, introduce la provincializzazione della gestione integrata dei rifiuti. Per attuare la normativa e prevedere il passaggio di consegna, la Provincia aveva richiesto ai Comuni di fornire i dati relativi alla Tarsu (tassa sui rifiuti solidi urbani) e alla Tia (tariffa igiene ambientale). Sui 104 sindaci del Casertano, l'unico ad opporsi alla richiesta era stato Cenname, che aveva dichiarato: "Non posso cedere ad una legge che non tutela i cittadini e che porterà a un servizio meno efficiente con un costo più elevato". Il sindaco, ingegnere ambientale, da anni ha attuato la raccolta differenziata nel suo paese. Con grandi sforzi e senza mai aumentare la Tarsu, ha raggiunto il 65% di rifiuti differenziati. Partendo dalla consapevolezza di far bene per il suo paese il sindaco non aveva fatto dietro-front neanche quando la prefettura di Caserta lo aveva diffidato a consegnare i dati....."
Maggiori dettagli su:http://www.retecivicanapoli.org/elgg/retecivica/weblog/5011.html" E' sempre più urgente SPAZZARE VIA LA CRICCA!". Paolo P.

10 Ago 2010, 22:54 | Scrivi | Commenti (22) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Non è stato cacciato per la questione dei rifiuti, ma perchè aveva introdotto l'eco-euro. Anche se in piccolo, la moneta complementare fa sempre paura!

dario palermo 31.10.10 12:22| 
 |
Rispondi al commento

Questo argomento non è off-topic anzi chiedo direttamente a Beppe di poter invitare il Sindaco Cenname a Woodstock 5 stelle e di rendere noto alle migliaia di persone che parteciperanno o che seguiranno l'evento quanto sta accadendo. Abito anch'io in provincia di Caserta e a mala pena pochi conoscono questa situazione, come sempre giornali e tv nazionali non ne parlano. Nel nostro piccolo gli lo stiamo sostenendo ma c'è bisogno di un segnale più forte, grazie

vilma moronese 12.08.10 16:45| 
 |
Rispondi al commento



Petizione online a sostegno di Camigliano:
http://www.petizionionline.it/petizione/obiezione-di-coscienza-a-camigliano-ce/1295

Contatto per scrivere alla Presidenza della Repubblica:
https://servizi.quirinale.it/webmail/

Ivana Iovino 12.08.10 11:50| 
 |
Rispondi al commento

E' il paese del contrario. Tutto quello che è di buon senso viene punito. Se il sindato Cenname fosse stato colluso con la mafia finirebbe dritto dritto in Parlamento!

Elisabetta Bergami 11.08.10 21:23| 
 |
Rispondi al commento

VINCENZO CENNAME MINISTRO DELL'AMBIENTE SUBITO!

andrea gazzola 11.08.10 21:18| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
SINDACO VINCENZO CENNAMME,SONO ADLLA TUA PARTE,MA NON DALLA PARTE DI QUELLI CHE TI HANNO CACCIATO!!!!!!!
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 11.08.10 20:53| 
 |
Rispondi al commento

voglio dare anch'io il mio sostegno al sindaco di Camigliano; non so se si può fare altro ma spero che molti si facciano sentire (magari con raccolte firme) perchè questa è veramente una barzelletta

arturo russo 11.08.10 20:08| 
 |
Rispondi al commento

Sindaco Vincenzo, mi schiero apertamente dalla tua parte, così come tutti i cittadini onesti.
Spiace constatare come questo Paese stia precipitando nel baratro più cupo, preparato dalle istituzioni governanti.
Non mi stancherò mai di ripetere: RIVOLUZIONE !!!

Roberto Chiappa, Milano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.08.10 18:48| 
 |
Rispondi al commento

E'bravo in nostro Presidente della Repubblica(Delle banane)tra un sonnellino e l'altro qualche cosa la fa.Lui firma e rifirma anche le cose che secondo me non capisce.Caro Presidente visto che ha rimosso il sindaco coraggioso perche' non rimuone gente come Dell'utri o Cuffaro loro sono stati gia' condannati per associazione MAFIOSA hai capito Presidente MAFIOSA.Sai cosa e' la parola Mafia?Sai chi sono i Mafiosi?Per favore spigate al signor Presidente cosa vuol dire la parola MAFIA.Visto che quando si diventa vecchietti dicono che si diventi bambino se non lo capisce qli facciamo dei bei disegnini tutti colorati.Che dite lo capira' poi cosa e' la MAFIA e chi sono MAFIOSI?(io ho i miei dubbi)................

domenico ungari 11.08.10 16:37| 
 |
Rispondi al commento

Questi non vogliono il federalismo, vogliono il servilismo!
Bene ha fatto il sindaco a riberlarsi e con lui i cittadini. Questa è politica, fare ciò che è meglio per il paese.Forza Camgliano

Roberto Donati 11.08.10 09:56| 
 |
Rispondi al commento

tutto va, inesorabilmente, al contrario..che schifo!

..che tristezza...

anib rome 11.08.10 09:52| 
 |
Rispondi al commento

grande Sindaco!!
tutta la mia solidarieta'.
Quanto meno e' bene far girare la voce e creare indignazione.
Immagino che i cittadini di questo comune siano furiosi.

luigina g., londra Commentatore certificato 11.08.10 08:48| 
 |
Rispondi al commento

E mi pare logico, se non rimuovono i sindaci in odor di mafia con qualcuno se la devono prendere!!!

Uno dei tanti 11.08.10 08:28| 
 |
Rispondi al commento

La piovra (massoneria + criminalità) colpisce ancora.

è una vergogna

max hki Commentatore certificato 11.08.10 07:58| 
 |
Rispondi al commento

Indovinate un po' chi ha firmato il decreto di scioglimento del comune, sostenendo di non poterci fare nulla? Napolitanoooooooooooooo
http://carloruberto.blogspot.com/2010/08/la-politica-dei-porci.html

carlo ruberto 11.08.10 07:01| 
 |
Rispondi al commento

il vero potere sta molto piu in alto di un semplice governo o di una semplice provincia, quelli che gestiscono il vero potere (economico e quindi politico) sono le grandi banche internazionali, è a quelle che bisogna dare un bel colpo di grazia, a loro non gliene freghera mai nulla se i rifiuti in una regione verranno gestiti da una provincia anzichè da un comune o se la camorra si approprierà del mercato edilizio del nord per esempio. Cmq sia riappropriarci dei nostri diritti è un passo nella direzione giusta!

thomas centobelli 11.08.10 01:57| 
 |
Rispondi al commento

siamo alle solite,cerchi di fare le cose giuste,cerchi di fare gli interessi della gente e poi vieni punito.a me sembra una barzelletta,ma poi chi a firmato il licenziamento di questo sindaco?non so chi è , ma dovrebbe firmare anche il suo di licenziamento.
spero solo che ci siano altri sindaci come questo,almeno vedremo se licenzieranno ancora..........

Antonio Dipalo, Padova Commentatore certificato 11.08.10 01:40| 
 |
Rispondi al commento

‎"... E quindi l'appello che io faccio ai giovani è questo: di cercare di essere onesti, prima di tutto: la politica deve essere fatta con le mani pulite. Se c'è qualche scandalo. Se c'è qualcuno che da' scandalo; se c'è qualche uomo politico che approfitta della politica per fare i suoi sporchi interessi, deve essere denunciato!" Sandro Pertini

Sindaco lei ha aderito in pieno a queste parole e a questo ideale, purtroppo quello che deve essere denunciato non è lei ma quei villani che hanno osato fare una cosa del genere nei suoi confronti ma sopratutto nei confronti dei suoi concittadini. Sindaco siamo con te!

Giovanni Rauccio 11.08.10 00:12| 
 |
Rispondi al commento

‘Addio ai sacchetti di plastica’
San Francisco divisa sulla svolta ambientale

Tre anni fa San Francisco era stata la prima città americana a proibire l’uso dei sacchetti di plastica nei grandi supermercati e nei drugstore. Ora il divieto potrebbe essere esteso a tutti i venditori al dettaglio, incluse le librerie, i negozi di abbigliamento e di elettronica e i grandi magazzini. Il consigliere comunale Ross Mirkarimi, promotore della prima normativa “anti-sacchetti”, ha infatti presentato un nuovo progetto di legge che, se approvato, potrebbe far scomparire del tutto dalla città californiana le famigerate buste di polietilene.

Attualmente gli ipermercati e i drugstore della città, come Walgreens o Safeway, possono proporre solamente tre tipi di borse ai clienti: di carta riciclata, di bioplastica (ricavata in genere da amido di mais o di altri cereali) e borse riusabili di tela o di juta. Se la nuova proposta di Mirkarimi dovesse passare, questa politica sarebbe estesa a tutti gli esercizi commerciali, con poche eccezioni, previste per esempio per alcuni cibi. “Da quando la normativa anti-sacchetti è entrata in vigore nel 2007, circa 100 milioni di borse di plastica ogni anno sono state risparmiate alle discariche o agli inceneritori”, ha dichiarato Mark Westlund, portavoce del Dipartimento per l’Ambiente della città. “Ciò significa anche meno sacchetti che intasano gli scoli durante le piogge forti, sporcano le strade delle città o mettono in pericolo la fauna marina”.


continua:

http://www.ilfattoquotidiano.it/2010/08/10/addio-ai-sacchetti-di-plastica-san-francisco-divisa-sulla-svolta-ambientale/49177/

manuela bellandi Commentatore certificato 11.08.10 00:08| 
 |
Rispondi al commento

solidarietà a questo sindaco controcorrente. chissà cje riesca a vincere il ricorso!!!

marcella ross 10.08.10 23:59| 
 |
Rispondi al commento

"il Presidente della Repubblica firma il Decreto di Scioglimento del Consiglio Comunale"

NAPOLITANO mi fa sempre più vomitare.

il comune di FONDI non è stato sciolto da MARONI benchè camorristico al 90%.

io credo che questo paese abbia bisogno di una sola cosa.

ARMI.

in mano alla gente però.

davide lak (davlak) Commentatore certificato 10.08.10 23:42| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori