Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Un proiettile di kalashnikov per il figlio di Ciancimino


Ciancimino_minacce.jpg
Massimo Ciancimino ha scelto il silenzio dopo le minacce di morte al figlio. Ha parlato anche troppo, ma anche se avesse parlato ancora e ancora, fatto nomi e cognomi, portato prove, non sarebbe cambiato nulla. Il popolo italiano ha mille difetti, ma non è stupido e conosce da un pezzo la verità sulle stragi di mafia (?). Solo che non gli importa nulla e se non importa agli italiani perché deve importare a Ciancimino?
"Al figlio di 5 anni di Ciancimino, hanno inviato una busta con un proiettile. Indovinate cosa stava per raccontare ai giudici e chi avrebbe tirato in ballo Ciancimino junior? Bravi, avete indovinato." antonio d., carrara

9 Ago 2010, 22:27 | Scrivi | Commenti (30) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

a volte mi vergogno di essere italiano.........va avanti solo la gente che ruba!!!!!

antonino sparacio, ortona(ch) Commentatore certificato 12.08.10 23:47| 
 |
Rispondi al commento

Non mi pare un proiettile di Kalashnikov.. 5.45x39 o 7.62x39 ... non ha affatto quella forma.

Elia Spadoni 11.08.10 15:55| 
 |
Rispondi al commento

Proporrei di fare qualcosa per far si che Ciancimino non torni indietro. Non so, una scorta civica (come per il giudice Ingroia) o qualcosa di simile. E' comprensibile la sua reazione, ma dobbiamo trovare un'idea per impedire che chi lo vuole zittire vinca (e adesso è passato in vantaggio).
TIRIAMO FUORI LE IDEE, LE PROPOSTE... E LE PALLE!

Giancarlo gv, messina NO PONTE 10.08.10 20:03| 
 |
Rispondi al commento

finchè non ci sarà Verità in questo povero e FEROCE PAESE non ci sarà Pace! Ma cosa c'entra un BAMBINO? Che colpa può avere un piccolino se il nonno è statao un mafioso? Un paese civile deve essere capace di proteggerlo e difenderlo da questa SCHIFOSA, RIVOLTANTE VIGLIACCATA! Tutta la MIA SOLIDARIETA' al figlio INNOCENTE di Massimo Ciancimino! rocLIBERACITTADINANZA

rossella rispoli 10.08.10 19:57| 
 |
Rispondi al commento

tutti noi abbiamo visto full metal jacket di stanley kubrick e casomai ci siamo chiesti perche' il sergente dei marines fosse cosi' carogna.
e' una tecnica usata dai eserciti ma conosciuta da tutti gli addetti ai lavori. portare cioe' la recluta ad avere una paura maggiore per il suo superiore che verso un eventuale nemico. il sergente deve rappresentare un terrore tale nelle reclute da oscurare la paura della battaglia o degli orrori della guerra. quindi il sergente fa di tutto per essere carogna, stronzo e nazista al massimo.
la stessa tecnica viene usata per plagiare le persone. si crea in loro il fantasma, ad es il "comunismo", lo si dipinge tremendo, orrido, da far terrore, e si propone la ricetta per esorcizzarlo, ad es il berlusconismo. qualsiasi nefandezza fara' l'esorcista, verra' nascosta dal terrore per il fantasma mentale che naturalmente viene sempre alimentato e ingigantito (potenza del controllo dei media). per questo motivo che la gente quando sa non fa niente. basta riempirgli il cervello di allucinazioni cattivissime.

francesco pace (francesco pace 51), bologna Commentatore certificato 10.08.10 19:14| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
DICI LA VERITA',TI SPARIAMO,TI AFFCCIAMO SALTARE IN ARIA,LO HANNO FATTO CON FALCONE E BORSELLINO,QUI BASTANO SOLO LE MINACCE AL FIGLIO
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 10.08.10 19:12| 
 |
Rispondi al commento

LA DURA VERITA’… IL LAVORO; UN ASSASSINO SERIALE… guarda il video
http://www.youtube.com/watch?v=aIr1Wq0H7HQ

movimento politico PARTITO DELLE DONNE Commentatore certificato 10.08.10 17:36| 
 |
Rispondi al commento

Attento a dire certe csoe; vuol dire che sai, e non parli ... cosi rischi anche tu caro Grillo; o ancora una volta fai il furbetto? alludi, dici mezze cose, perché per prendere una posizione cosi franca non hai il coraggio? o parli o taci. Alludere ti rende ridicolo, e di ridicoli ce ne sono già abbastanza in giro; non c'é bisogno di uno nuovo.

Davide Boccardo 10.08.10 14:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il ricatto mafioso è un metodo barbaro, ma quando lo si attua nei confronti di un bambino che non può difendersi è un atto di una codardia infinita.
Questa mafia nonha neanche più le palle di affrontare un adulto e si abbassa a tali nefandezze. Bisogna denunciare tutti i mafiosi e tutti quelli che si comportano come tali, e bisogna smettere di essrlo tutti noi italiani che abbiamo nel nostro dna questo modo preistorico di approfittare dell'altro. Ora se questo messaggio non vi è arrivato dritto nel cervello, beh! faremo in modo che il cervello arrivi al messaggio!!!

mik dik 10.08.10 14:18| 
 |
Rispondi al commento

Credo che l'era della mafia in tutto il mondo sta tramontando, magari molto lentamente, ma inesorabilmente. L'internet e l'aumentata consapevolezza delle persone stanno creando questo cambiamento, anche se le radici mafiose sono profonde.
L'informazione è potere!


Sembrerebbe che sul proiettile ci fosse scritto : " Mangano eroe ".
Gli inquirenti sono al lavoro per scoprire chi possano essere gli autori della scritta.

Carlo Carli - Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 10.08.10 13:47| 
 |
Rispondi al commento

Ma insomma!!!!che siano politici....capi d'azienda delinquenti...quellio che contano,ma loro mangiano...mangiano ...mangiano, intendo letteralmente...a tavola, chiunque gli si sieda vicino sono contenti!!!indipendentemente dal colore politico l'importante "che conti" e che sia nord o sud, loro mangiano, possibilmente gratis( c'è sempre qualcuno che li invita!!!!)CREDETEMI PARLO PER ESPERIENZA, poi...quello che si dice si dice, quello che succede succede, ma non vengano poi a lamentarsi, io credo che a tavola sia come a letto...si parla troppo!!! e sopratutto mangiano a spese del contribuente, se siete contenti voi che sembra che al mondo ci sia solo Berlusconi, rassegnatevi sono tutti uguali!!!Mangiano!!!!

Lolli renzo 10.08.10 13:36| 
 |
Rispondi al commento

SONO UN MAGOOOO HO INDOVINATO ANCHE IO!!! EHEHEH IO AVEVO SCOMMESSO CHE FOSSE TIRATO IN BALLO BEPPE GRILLO!!!!!! EHEHEHEH MA NON SCHERZO DICO SUL SERIO !!!!!!!

Paolo Colombo 10.08.10 13:35| 
 |
Rispondi al commento

E siamo alle solite ....
Alcuni di noi si "beano" di aver capito tutto ma poi a decidere e determinare le nostre vite sono quei tanti che non capiscono o fingono di non capire nulla, i prepotenti, i raccomandati di turno...
A noi cosa resta da fare ?
Siamo certi che tutti noi (che diciamo di capire)non ci limitiamo a dare giudizi senza poi mettere in pratica i tanti buoni propositi e le migliori intenzioni ? Sappiamo, ad esempio, rifiutare piaceri, favori, rispondere a tono agli arroganti e potenti di turno ? Sappiamo veramente dedicare tempo e risorse a chi ha bisogno, prestare attenzione a chi non ha voce, affiancare e sostenere chi è più debole ? Ho spesso notato che alle molte parole che diciamo (e scriviamo) non sempre facciamo seguire fatti concreti...
Forza Beppe !!!!!!!!!

Nicola Cacciapuoti 10.08.10 12:38| 
 |
Rispondi al commento

Ma il vecchio pifferaio quando lo vedrò impiccato? Ah. già. dimenticavo,gli itagliani non si vogliono sporcare la mani. Sono arrivata al punto di detestare i miei connazionali

maria rollo 10.08.10 10:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Si è scoperta l'acqua calda quando si afferma che le mafie abitano saldamente negli apparati dello stato e in molti ambiti della società civile;esse non sono rappresentate certo da quei scalzacani che sparacchiano per le strade facendo attentati.
Sono perfettamente daccordo che a tanta parte di italiani,pur essendo cosciente del problema,non importa nulla o nella migliore delle ipotesi è molto distratta davanti al problema del cancro mafia, che si è infiltrato e consolidato ,temo in modo irreversibile, in pezzi della società e soprattutto nelle istituzioni.
Ci sarebbe un modo per fare pulizia radicale e sarebbe quello di abolire tutte le leggi garantiste e le lungaggini processuali con le quali si vorrebbe pretestuosamente combattere il fenomeno mafioso ed adoperare quindi la mannaia senza se e senza ma,non guardando in faccia nessuno.Immagino già la levata di scudi e l'indignazione dei soliti benpensanti e garantisti di mestiere di fronte ad una tale eventualità.Ma agli italiani non importa nulla,appunto!

Beppe C. 10.08.10 10:50| 
 |
Rispondi al commento

L'unico posto dove Ciancimino e la sua famiglia sono al sicuro è la Sicilia, perchè non è la mafia a volerlo fare fuori.. è lo Stato!

Luther Blissett 10.08.10 08:14| 
 |
Rispondi al commento

..qualunque sia la verità..
i bambini non si toccano!

l'essere dis-umamo è ora che sparisce da questa
TERRA!!

anib rome 10.08.10 08:01| 
 |
Rispondi al commento

Quell'avvertimento è la controfirma della Mafia di Stato in calce alle dichiarazioni di Massimo Ciancimino!

Barbara P. 10.08.10 06:46| 
 |
Rispondi al commento

E se Massimo Ciancimino avesse parlato fino ad oggi solo per il desiderio di riscattarsi dalle ombre gettate dal padre sulla sua persona, oppure solo per sete di giustizia?
In ogni caso credo che si dovrebbero prendere i dovuti provvedimenti per proteggere questa persona e la sua famiglia.
Invece la società lo abbandona: prima l'Istituto religioso San Luigi di Bologna che non accetta il figlio a scuola, poi questo avvertimento mafioso e nessuna reazione da parte delle istituzioni.
Non c'è che dire! Stato e Chiesa ancora una volta in perfetta sintonia.

gianni terzani Commentatore certificato 10.08.10 02:26| 
 |
Rispondi al commento

C'è un qualcosa che non mi quadra.

Il signor Ciancimino non poteva non sapere che le vie della di vendetta della mafia ricordano quelle dell'infinito, eppure, ha iniziato a parlare lo stesso. Se ne arguisce, allora, che si riteneva saldamente protetto e con lui la famiglia.

Che ci sia un altro caso Spattuzza all'orizzonte, o, a questo punto, il caso Ciancimino può anche dirsi il mafioso proiettile d'avvertimento mandato ad un amico che vorrebbe scrollarsi di dosso certi amici?

La fine delle dichiarazioni del signor Ciancimino, allora, potrebbero anche indicarci che fra Mafia e Stato si è raggiunto un'intesa, per cui, la sua opera rivelatrice non è più necessaria?

E quale miglior alibi di una minaccia al figlio per far andare a vuoto il proiettile Ciancimino, in ipotesi, non (come ci è parso) contro il mondo che gli è appartenuto ma a suo sotterraneo favore?

Mi sa che dovrò sentire il signor Camilleri. :)

vitaliano g., verona Commentatore certificato 10.08.10 01:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

la mafia non guarda in faccia nessuno

giovanni miceli, jesi Commentatore certificato 10.08.10 00:46| 
 |
Rispondi al commento

Il popolo italiano ha mille difetti, ma non è stupido e conosce da un pezzo la verità sulle stragi di mafia (?). Solo che non gli importa nulla e se non importa agli italiani perché deve importare a Ciancimino?

........................

leggo che Beppe ha capito tutto!
però è strano, come tanti italiani !
è un Beppe strano!

chissà se un giorno sarà più chiaro!??

quel punto interrogativo in quel punto fà pensare!

.Lenintonio. .Desani. (*☭*), Roma Commentatore certificato 09.08.10 23:16| 
 |
Rispondi al commento

Beppe mi sa che è MASSIMO Ciancimino e non Michele....

Mario Carmine 09.08.10 23:01| 
 |
Rispondi al commento

Massimo, non Michele eheheh...

Alessio C. 09.08.10 22:58| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori