Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Fregatura ad alta velocità


Ferrovie_ritardi.jpg
L'Alta Velocità è obbligatoria e costa tre volte tanto.
"Chi scrive è un figlio di ferroviere, che da una vita usa e conosce i treni, sperimentandone pregi e difetti. Vorrei segnalare un caso emblematico, solo uno dei tanti, che la recente politica dell’alta velocità (frecce rosse, argento od altro, che spesso sono solo vecchio materiale rotabile con nuova denominazione) sta causando. Da Brescia a Milano Centrale, il costo di un interregionale è di € 5.55; prezzo onesto, se fosse semplice trovare un interregionale. Dopo le 8:27 del mattino infatti, a parte un paio di convogli che, prima di 9:30, partono per Lambrate e Greco Pirelli, è tutto un susseguirsi di treni cosiddetti ad alta velocità. Il primo interregionale disponibile per centrale è a 12:49. Apparentemente nulla di male, se non fosse che l’alta velocità, su una novantina di km, fa risparmiare ben poco tempo, ma il costo del biglietto triplica: 16.50 €. Non è difficile immaginare che su molte altre tratte i viaggiatori si trovino costretti, in certe fasce orarie, a spendere il triplo per un servizio dubbio e che non hanno scelto. Non mi pare certo un buon modo per disincentivare l’uso dell’auto a favore del mezzo pubblico. Una fregatura dunque, presentata come un miglioramento della qualità, a scapito del cittadino comune. Continuiamo a impegnarci per riveder le stelle, perché ovunque giriamo lo sguardo, ne vediamo un sempre più disperato bisogno". Davide S. - Brescia

21 Set 2010, 19:22 | Scrivi | Commenti (58) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

mi sono accorto che mi ero perso questo post e avrei voluto vederlo, dico avrei perchè è stato cancellato, vorrei sapere il perchè faceva danno a qualcuno, ma di cos'hanno paura? W luttazzi, W Grillo, W Travaglio, W Santoro, W Ricca

emanuele diadema Commentatore certificato 06.10.10 13:01| 
 |
Rispondi al commento

quadno mettono qualcosa che finisce per city o per star o per qualceh colore vuo dire che hanno in mente di fregarvi.

Chi vuol fregare la gente ha bisogno di chiamare le cose diversamente da quello che sono per ingenerare confusione nal popolo.

la verità sono


locale
accelerato
diretto
direttissimo
rapido

tutto il resto è merda inglesizzata da quei milioni di studiosi di un marketing del caxxo che ci vorrebbe far dimenticare pure la nostra lingua madre.

viva italia 24.09.10 20:56| 
 |
Rispondi al commento

perché il video è stato rimosso?

Valerio Guagnelli Scanzani (vagus), Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 23.09.10 11:55| 
 |
Rispondi al commento

Semplice riflessione: se i furbi non pagano le tasse, i treni ad alta velocità con quali soldi li fanno? Probabilmente con i soldi di quelli che per pagare le tasse lavorando onestamente, non possono permettersi di prendere un treno ad alta velocità! Una delle tante contraddizioni ed il problema è sempre quello... Italiani!!!!

Maurizio De Sangro 23.09.10 11:20| 
 |
Rispondi al commento

PERIODO: fine anni "70 - inizio anni "80.
DIPENDENTI F.S.: 200.000
DIPENDENTI P.T.: 200.000
RAPPORTO DEBITO/PIL: intorno al 65%(come la Germania)
COSTO DEL SERVIZIO: accettabilmente basso rispetto al reddito medio
QUALITA' DEL SERVIZIO: medio- basso, ma accessibile a tutti

PERIODO: 2010.
DIPENDENTI TRENITALIA: 90.000, in diminuizione.
DIPENDENTI P.T.: circa 85.000 (molti precari)
RAPPORTO DEBITO/PIL: intorno al 118%
COSTO DEL SERVIZIO: alto, rispetto al reddito medio
QUALITA' DEL SERVIZIO: Basso.

Che altro aggiungere? Le cifre parlano da sole.
Potrei parlare dell'evoluzione dei compensi dei managers, ma forse è meglio non rigirare il coltello nella piaga.
Posso solo dire che l'italia è diventato un paese veramente schifoso.

Luigi D., Ancona Commentatore certificato 23.09.10 09:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Periodo: fine anni "70 inizio anni"80
Dipendenti Ferrovie dello stato: 200.000
Dipendenti Delle Poste pubbliche: 200.000
Rapporto debito/pil: intorno al 65%(come la germania)
Prezzi dei servizi: molto bassi.

Periodo: 2010.
Dipendenti trenitalia: circa 90.000 in diminuizione.
Dipendenti poste: circa 85.000. di cui molti precari.
Rapporto debito/pil 118%.
Prezzi dei servizi: molto alti

Che altro aggiungere, che le cifre da sole non dicono già?
Forse potrei parlare dell'evoluzione dei compensi dei managers di poste e ferrovie, ma è meglio non girare il coltello nella piaga.
LItalia, che paese!!!

Luigi D., Ancona Commentatore certificato 23.09.10 09:32| 
 |
Rispondi al commento

Toh guarda! volevo parlarne proprio io oggi mentre mi mangiavo il fegato dalla rabbia in quel FecciagRossa!
ore 12.00 Roma, direzione Napoli. Unici treni veloci sono gli AV. Niente intercity, niente eurostar per le due ore centrali per chi fa ritorno nell'una o l'altra direzione.
E' stato l'apice di continue prese in giro:
1) il biglietto costa 44€ in seconda per 1:10 di viaggio. Con l'auto, mi costa circa 25-30 euro fare roma napoli in 1:45. Assurdo no?
2) il binario dell'AV è diverso da quello della normale circolazione ferroviaria. Allora perché gli straaffollatissimi treni regionali (10,50€)e sono stati tagliati del 70% e anche IC e ES sono stati drasticamente tagliati?? Per la tratta Napoli-Roma ce ne sono ben 3 fra le 5 e le 6, dopodiché il primo regionale low cost sta alle 12.36, fino a poco tempo fa ce n'erano ogni due ore (8:36, 10:36) e non li ho MAI visti viaggiare vuoti!

Ma dove vogliamo arrivare? chi deve pagare le grandi opere dell'alta velocità? i poveri cittadini costretti a questi ABUSI di potere per ciò che riguarda un servizio di PUBBLICA UTILITA', e chi è COSTRETTO a pagare tutti sti soldi lo fa solamente per esigenze di lavoro, non certo per svago! io per 44€ voglio anche una pompa e invece non ti danno un bel nulla, nemmeno un giornale.

FAnno cassa sulla nostra pelle, così come le autostrade: mi spiegate cosa sono le autostrade il cui costo del pedaggio aumenta spropositatamente anno per anno? per me, sono assicurazioni sulla vita stipulate da benetton & co., per cui se i mercati scendono i caselli salgono e le spese di manutenzione sono una costante. Così come le assicurazioni auto/moto, davvero insostenibili e basate sullo stesso meccanismo.

Vivre libre ou mourir! a noi sta frase fa solo sorridere

Claudio C. 23.09.10 01:50| 
 |
Rispondi al commento

Parlando di servizi... un tempo le buste venivo timbrate con la data di arrivo: adesso non più.
Perché?
Semplice, così non si può misurare le prestazioni; una lettera da Venezia a Treviso ci può mettere venti giorni ma non si può protestare perché non è dimostrabile.

Federico Munerotto (mune), Martellago VE Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 23.09.10 01:31| 
 |
Rispondi al commento

mi ricorda, come sistema, la Posta: oramai l'affrancatura "normale" non esiste piu. Esiste solo la posta prioritaria, ad un costo maggiorato. Qualcuno se n'è accorto? Ma le tariffe "non" sono aumentate: è solo venuto a mancare il servizio! E' sicuramente per il nostro bene, di utenti. Come per le ferrovie!

Roberto A., Massa Martana Commentatore certificato 22.09.10 22:54| 
 |
Rispondi al commento

Ho vent'anni e ho fatto un solo anno di economia... la prima cosa che ci hanno insegnato è che è fondamentale per il benessere collettivo non privatizzare i monopoli naturali... le ferrovie sono un monopolio naturale, eppure sono privatizzate... le telecomunicazioni ora come ora sono un monopolio naturale... eppure sono privatizzate... l'energia è un monopolio naturale, per lo meno a livello territoriale... privatizzato pure quello... poi si capisce perché i servizi fanno cagare...

Luca Torchiana (torky), Cardano al Campo (VA) Commentatore certificato 22.09.10 21:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

tutte queste querelle per non dire pippe che ci propinano quotidianamente( impunità di merdasconi e casa di montecarlo) servono proprio a distogliere l'attenzione dal continuo e progressivo meccanismo di distruggere la vita delle persone normali che debbono sudarsi il pane quotidiano fra mille difficoltà ed ostacoli che questo governo frappone fra una vita normale e la disperazione

emi_cori 22.09.10 20:44| 
 |
Rispondi al commento

In Terra di Lavoro la sorpresa è stata servita all'inizio di questo mese. Visto che i passeggeri delle Frecce sul tratto Caserta - Roma erano meno di 5 hanno pensato bene di azzerare tutti i treni. In particolare il Roma - Caserta via Frosinone - Cassino delle 13.15 (che solo due anni fa era Roma - Napoli), affollatissimo, è stato cancellato di colpo senza fornire nè spiegazioni nè sostituzione. Il risultato è lampante: i pendolari che abitano sul versante interno della provincia di Caserta aumentano il tempo di percorrenza anche più del 100% e dalle circa tre ore di media che servivano prima si passa alle sei - otto ore. Dato che in ogni caso devono svolgere 36 ore settimanali di lavoro si viene costretti ad utilizzare l'auto su di un tratto stradale già congestionato (Casilina o l'autostrada svincoli tra Capua e Cassino con destinazione Roma). Ogni contestazione è stata stroncata con minacce camorristiche.

Giuseppe Galletta 22.09.10 20:18| 
 |
Rispondi al commento

Ciao,
sono un pendolare che tutti igiorni va a lavorare a Torino, partendo da Asti. In media una tratta di 50 minuti. Ogni giorno vedo treni sporchi, in ritardo e vecchi... Su una tratta di 50 minuti a volte ci sono titardi di mezz'ora quando va bene... Entro più tardi in ufficio, esco più tardi alla sera e arrivo all'ora beata a casa!!!
La cosa che però mi sconvolge è la rassegnazione degli Italiani, un popolo ormai assuefatto da queste situazioni!!! Mi inc...o con i capitreno, ma poveracci non sanno dare risposta. Scrivo alle ferrovie dell Stato (poi lo Stato chi è???) ma mi rispondono quando capita, "siamo spiacenti"!!!
Meno male che cambio lavoro e non devo più viaggiare. Altrimenti sarei finito in galera per aver picchiato qualcuno.
Ciao.

Giuseppe Dente 22.09.10 19:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ricetta per un disastro. Scava una trincea di metrò profonda 15 metri nella stessa zona dove il fiume Seveso normalmente esonda 2-3 volte ogni anno. Collega la fossa in un punto qualsiasi con una stazione metropolitana già funzionante e piena di gente. Attendi il mese di settembre che notoriamente porta temporali e piogge. Tutto qui.
Ecco come si crea l'emergenza che permette di fare commissari speciali, decidere appalti senza gare... Oppure evitare risarcimenti per lavori in ritardo come successo con la Fenice di Venezia e in molti altri casi di cui non sapremo mai nulla. E' nei momenti critici che volano gli avvoltoi

Peter Amico 22.09.10 17:51| 
 |
Rispondi al commento

“L'Amante Maldestra e la città di Milano”

The Monshine pub è attivo dal 30 aprile 1994 nella zona denominata "Area Corvetto", precisamente al civico 16 di via Ravenna.
E' frequentato soprattutto da ragazzi e giovani di Milano e Provincia, nonchè da residenti del quartiere e lavoratori in cerca di un luogo rilassante dopo il fine turno serale.  
Aprivamo giornalmente "the Moonshine", attaccando alle ore serali (ed ora ci tocca chiudere alle 24:00) è evidente come dal punto di vista meramente economico sia un disastro insostenibile. Ora apriamo alle 19:00 ma non si può certo credere che il cliente non ceni a casa sua prima di recarsi da noi,in fondo le tisane si bevon generalmente a stomaco pieno, possiam pretendere che il cliente non vada a teatro o al cinema, o scappi in tutta fretta dal ristorante per tentar di trovarci ancora aperti?!
 
La gestione di tutti questi anni trascorsi ci ha fatto conoscere bene la situazione di quest'area _dichiarano i gestori_ e mai come ora dopo l'intervento di questa Ordinanza del nostro attuale Sindaco ci si sente partecipi del problema legato alla situazione di degrado del quartiere, ma non perchè coinvolti attivamente ad una sua salvaguardia a favore del vivere civile con indicazioni e consigli dalle istituzioni, come per le leggi sul consumo di alcolici legate alla maggiore età o quelle inerenti la guida in stato d'ebrezza,no! ci si sente semplicemente coinvolti nella condanna, colpevolizzati in quella condanna delle realtà violente come corresponsabili, o favoreggiatori di un terreno fertile su cui dice l’Ordinanza, l'illegalità cresce nella mancanza di decoro che la contraddistingue. Basta leggere bene l'Ordinanza....per coglierne questa valenza, ma noi ci rifiutiamo di esser imputati, noi siamo la parte lesa da questi problemi, ed ora anche da questa restrizione d’orario municipale.

Moon s., milano Commentatore certificato 22.09.10 16:36| 
 |
Rispondi al commento

Confermo che sulla tratta Firenze-Bologna adesso si pagano 24 euro per 37 minuti di tratta in 2° classe (costo 0,65 euro al minuto, circa 0,3 euro al Km).

Con l'Intercity, sulla stessa tratta, sempre in 2° classe, si pagano 10 euro per 62 minuti di tratta (costo 0,16 euro al minuto, circa 0,12 euro al Km).

Come vedete, il costo al minuto dell'IC è un quarto rispetto a quello dell'AV.
Se vogliamo vederla da un altro punto di vista, facendo 25 minuti in più sul treno si risparmiano 14 euro, equivalenti a 33 euro l'ora.

Mi dite quante persone in Italia guadagnano almeno 33 euro nette all'ora?


Non vedo niente di strano nel post.
Si dice che i treni interregionali costano un terzo dei treni AV.
Questo perchè l'altra parte la paga lo stato o le regioni, cioè chi paga le tasse.
Ora, se vi piace viaggiare lentamente ad un terzo del prezzo, su treni lerci, prego.
Ma se se vi viene in mente di salire su un treno nuovo, smettete di piangere e mettete mano al portafogli, perchè il tempo di "più figa per tutti", dopo 1850 miliardi di debiti, è finito.

stefano casula 22.09.10 15:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Qualcuno ha letto "Corruzione ad alta velocità" di Ferdinando Imposimato?
Dalle libreria è sparito ....

Apertis verbis 22.09.10 12:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se vuoi conoscere la vera verità su questa immonda e demenziale società maschilista, antifemminista e patriarcale responsabile di tutti gli scempi e le distruzioni umane e planetarie GUARDA I VIDEO DELLA DURA VERITA’…
Le favole e le menzogne si raccontano ai bambini…chi vuole crescere guarda i video della DURA VERITA’…

---LA DURA VERITA’ 7…UN CONSIGLIO AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO SILVIO BERLUSCONI… guarda il nuovo video…
http://www.youtube.com/watch?v=3vZ14ucqh68

---LA DURA VERITA’ 06… IL LAVORO; UN ASSASSINO SERIALE… guarda il video
http://www.youtube.com/watch?v=aIr1Wq0H7HQ

---LA DURA VERITA’ 05…IL MASCHIO… UN GRANDE BLUFF… guarda il video
http://www.youtube.com/watch?v=iUuJTOsYyAs

---LA DURA VERITA’ 04…LE SUPPOSTE IDEOLOGICHE... guarda il video
http://www.youtube.com/watch?v=YUncPdjILFc

---LA DURA VERITA’ 03…LA STUPIDITA' DEL MASCHIO...guarda il video
http://www.youtube.com/watch?v=EvAE5BboUpQ

---LA DURA VERITA’ 02…LE GUERRE? FATELE FRA DI VOI... guarda il video
http://www.youtube.com/watch?v=d9EPisD3AwI

---LA DURA VERITA’01…I FIGLI SONO DELLE DONNE... guarda il video
http://www.youtube.com/watch?v=FTulppNWgT0

partito delle donne in italia e nel mondo (viva le donne), bari Commentatore certificato 22.09.10 12:32| 
 |
Rispondi al commento

Stesso Problema sulla tratta Firenze Bologna, a parte un IC ogni due ore perennemente in ritardo, hanno anche liberato l'intera vecchia linea dal passaggio dell'alta velocità, ora in tunnel su altro percorso...ma come fare? premere sulle regioni per un rispristino di serivzio, visto che il trasposrto locale ora è sotto la loro responsabilità e tasca?
Ciao

Daniele Fedeli 22.09.10 12:02| 
 |
Rispondi al commento

Che le Ferrovie dello Stato, quelle del servizio pubblico, non esistano più lo si capisce dai gabinetti delle stazioni che prima erano ad uso gratuito e adesso sono invece a pagamento (con trasformazione dell'intera stazione in autentico cesso perchè si piscia e caga ovunque) e dal fatto che il trasporto regionale (non si sa fino a quando) funzioni grazie ai contratti di servizio con le Regioni.

Apertis verbis 22.09.10 11:43| 
 |
Rispondi al commento

Chi scrive è un pendolare che per motivi di lavoro percorre ogni giorno la tratta Ferrara-Padova andata e ritorno.
Nella fascia oraria di punta mattutina, ci sono solo due regionali: quello delle 7.16 (che ferma in tutte le stazioni!) e quello delle 8.29.
Al rientro va già meglio, visto che è disponibile un regionale ogni ora circa.
Peccato però che, arrivati all'altezza di Rovigo, il regionale sia costretto ad una pausa di 10-15 minuti per dare la precedenza ad una delle frecce di passaggio, per poi ripartire verso Ferrara con almeno 6-8 minuti di ritardo cronico, tutti i giorni.
La cosa fa alquanto incazzare perché, prima che iniziassero a circolare le frecce nella linea BO-VE, i regionali avevano orari e tempi di percorrenza migliori! Per quanto mi riguarda, la TAV su questa tratta è praticamente inutile e danneggia solo i pendolari che avrebbero bisogno di un potenziamento del servizio regionale, altro che frecce!

Manuel Squarcina 22.09.10 10:10| 
 |
Rispondi al commento

Non posso che concordare... il disincentivo nell'uso dei treni è epocale. come è possibile che per andare a milano da Modena in intercity costa 20 euro, stessa cifra che spendo con il mio, autonomo, partoquandomipare, senzazecche a gpl? è il disincentivo all'uso dei treni.
Adesso ci aggiungiamo che per venire a casa dalla riviera la domenica, o parti alle 10 del mattino, altrimenti sono 20 euro anche lì... andiamo bene!

luca severi, Carpi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.09.10 10:04| 
 |
Rispondi al commento

Io le stelle le vedo già......sono 5!!!
Per ora sono piccine piccine, ma si avvicinano sempre più e diventano ogni giorno più grandi, se guardi con occhi nuovi anche tu puoi vederle.

Davide Caffagnini 22.09.10 09:38| 
 |
Rispondi al commento

CRONACA


Nel mirino degli inquirenti uno stabilimento nel Foggiano impiegato nello smaltimento di fanghi di depurazione industriale
Rifiuti, traffico illecito in Puglia
in manette imprenditori
Nove persone sono state arrestate, anche in Calabria


http://www.repubblica.it/2006/06/sezioni/cronaca/traffico-rifiuti/traffico-rifiuti/traffico-rifiuti.html

Uno dei tanti 22.09.10 09:36| 
 |
Rispondi al commento

L'INCHIESTA
Rifiuti, serie di arresti in Abruzzo
In manette l'assessore alla Sanità
Provvedimenti della procura di Pescara nei confronti di Lamberto Venturoni (Pdl) e del noto imprenditore Di Zio, proprietario della De.co. Complessivamente indagate 15 persone, sono accusate di corruzione e associazione a delinquere

http://www.repubblica.it/cronaca/2010/09/22/news/rifiuti_serie_di_arresti_in_abruzzo_in_manette_l_assessore_alla_sanit-7302745/?rss

Uno dei tanti 22.09.10 09:29| 
 |
Rispondi al commento

e c'è anche un altro modo con cui viene disincentivato l'uso dei regionali e interregionali: quello utilizzato ad esempio sulla tratta firenze-roma, il cui treno rimane fermo alla stazione di Chiusi per ben 25 minuti. Infatti, mentre fino a 2-3 anni fa per andare da firenze a orvieto ci volevano poco 2 ore e poco più, ora si impiega 2 ore e 47 minuti, una durata vergognosa, più di quanto impiegherebbe un ciclista del giro d'italia!

n t 22.09.10 08:53| 
 |
Rispondi al commento

Chi come me va in treno da Milano verso le cittadine del ponente ligure ha visto abolire un po' alla volta tutti i treni regionali più comodi: gli unici che portavano direttamente a destinazione. Che me ne faccio di treni a prenotazione o veloci per Genova se poi devo scendere e aspettare a Principe un regionale senza garanzia del posto a sedere?. Non c'è alcun vantaggio nemmeno nei tempi di viaggio. Con i regionali si può inoltre partire da Rogoredo che è la stazione più comoda e veloce da raggiungere con metrò e Passante ferroviario, evitando la confusione e il dedalo di scale, tapis roulant della Stazione Centrale.

Pete Pete 22.09.10 08:42| 
 |
Rispondi al commento

in italia è piu conveniente e rapido andare in macchina ma poi ci lamentiamo degli incidenti provocati sempre piu spesso da questi neocomunitari che guidano come guidano cioè ancor peggio di noi.

bruno bassi 22.09.10 02:36| 
 |
Rispondi al commento

Sarebbe da fre piu cose possibile in moniera "telematica" ma guardacaso l'alta velocità delle linee internet è messa male come le ferrovie.

non è tanto un fato di velocità in se qunto di continue interruzioni della durata che va dal mezzo secondo a 2 o 3 minuti che impediscono il normale funzonamento della rete.

per assurdo sarebbe piu bene 4 mega stabili e con un upload decente ( 1,5 mega ) che non 20 mega che non si sa mai quando ci sono e quando no.

viva italia 22.09.10 02:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

vorrei ricordare che
l alta velocita ha anche bisogno di
un supporto particolare
SPECIALI ROTAIE COSTRUITE APPOSITAMENTE PER ALTA VELOCITA
,le tratte ad alta velocita nelle
migliori dei cai in italia
sarebbero adattate....
ma siamo certi che quando l inevitabile succedera'
DI SICURO LA COLPA SARA SEMPRE
DEI MACCHINISTI............
e non di chi ci ha speculato sopra e ci ha investito solo in pubblicita'


stefano b., rovato Commentatore certificato 22.09.10 02:07| 
 |
Rispondi al commento

oltre ai biglietti troppo costodi adesso ci sono anche le toilet da pagare. Per fare una p.. bisogna pagare la bellezza di 1 Euro!!
Ormai l'Italia è diventato il Paese dei ladri. Vengono da tutte le parti del Mondo per arricchirsi alla faccia di un popolo di addormentati. Spero solo che non riescono a mettere le mani sulla nostra acqua (...)

Caro Beppe, scrivi qualcosa sulle Toilet nelle stazioni.. dove vanno a finire tutti quei soldi che evadono il fisco?.. sai quanta gente usa i bagni nelle stazioni ogni anno?.. pensaci bene..


C'è da dire che all'estero per 90km difficilmente il biglietto costa meno di 15eur.
Eppure i mezzi pubblici vengono usati più che in Italia. Il problema non è il prezzo ma la qualità del servizio che sulle FI non migliora mai :(

Luca G. 22.09.10 00:37| 
 |
Rispondi al commento

E' vero. Prima di sto pacco dell'alta velocità, per andare ad Ancona da Torino c'era un treno molto comodo, il Torino Lecce, diretto. Adesso bisogna passare da Milano e se si è fortunati cambiare a Bologna per prendere il diretto da Milano per Lecce, oppure cambiare 2 volte, una a Milano e una a Bologna. Il tutto ovviamente a prezzo maggiorato rispetto a prima e senza significativo vantaggio. Insomma, una gigantesca presa per il culo.

Eugenio E., Torino Commentatore certificato 21.09.10 22:36| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
FANNO I SERVIZI E POI TE LI FANNO PAGARE CARI,ALLA FACCIA DI CHI CE LI HA MESSI SOLDI,E DI CHI CE LI HA FATTI METTERE,COMUNQUE CHE VERGOGNA L'ALTA VELOCITA'
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 21.09.10 21:45| 
 |
Rispondi al commento

Tutto l'orario è studiato in questo senso.

Napoli-Roma: regionale alle 6.36 che parte prima dell'arrivo della prima corsa della metropolitana (in modo che è impossibile prenderlo se usi la metro per giungere alla stazione) dopodiché sono tutti intercity, eurostar, eurostarfast, alta velocità...il regionale successivo è solo alle 12.36.

Tutto studiato per prendere soldi dai tantissimi che la mattina vanno a Roma.

Ovviamente studiato apposta.

Mario Aiello 21.09.10 21:25| 
 |
Rispondi al commento

ORAMAI CI USANO HA MODO LORO...NON GLI FREGA NA MAZZA..MICA PAGANO LORO!!!E SEMPRE IL CITTADINO CHE CI DEVE RIMETTERE. UNA SOLUZIONE CI SAREBBE...
BASTA NON PRENDERE PIU IL TRENO, LO FACCIANO TUTTI PER UNA SETTIMANA. VEDRAI COME TORNERANNO SUI SUOI PASSI STI LADRI AUTORIZZATI.
NON PRENDETE PIU IL TRENOOOOOO.
FATELO...NOI SIAMO PIU FORTI DI QUELLI CHE AMMINISTRANO LE FERROVIE...BISOGNA FARGLI SENTIRE
IL PESO SULLE SPALLE.

pietro catania 21.09.10 20:32| 
 |
Rispondi al commento

le ferrovie italiane hanno puntato tutto sull'alta velocità in quanto ottimo business per i soliti"volponi" tagliando i servizi per i pendolari poichè poco redditizi.Ricordate le vere vecchie ferrovie italiane FFSS.Non c'è alcun paragone.

mario angerame 21.09.10 20:01| 
 |
Rispondi al commento

Anch'io sono incappata in una inevitabile tariffa capestro Firenze- Ferrara, accadde lo scorso anno e non ricordo la tariffa sborsata ma ricordo che quel giorno mangiai un panino invece di andare ad una tavola calda

maria rollo 21.09.10 20:00| 
 |
Rispondi al commento

aggiungiamo un altro esempio: Torino-Roma.
Tranne un intercity con partenza alle ore 10.55 e uno alle 21.55 al prezzi di 41.50€, il resto sono solo frecciarossa al costo di 93€!

Due persone che decidono di andare a Roma un fine settimana e poi tornare, secondo voi, spenderanno più di 360€ di treno o viaggeranno in macchina?

Trenitalia è una vergogna

Alessandro I. Commentatore certificato 21.09.10 19:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori