Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Minacce alla Casa della legalità


casadellalegalita.jpg
Quando un cittadino viene minacciato, lo è l'intera collettività. La campana suona sempre per tutti.
"Nei giorni scorsi sono arrivate nuove e pesanti indimidazioni al presidente della Casa della Legalità Christian Abbondanza e ad altri attivisti che lo accompagnano quotidianamente nella sua battaglia per la Legalità e contro tutte le mafie. La Casa della Legalità raccoglie infatti testimonianze dirette e si occupa di fare segnalazioni agli organi competenti attraverso esposti documentati ed approfonditi, dando spesso una mano alle attività investigative e informando i cittadini e le autorità attraverso il sito www.casadellalegalita.org. Questa attività di denuncia ha reso questa realtà invisa a molti politici ed amministratori locali che spesso sono stati colti con le “mani nel sacco“. La Casa della Legalità non ha avuto paura di denunciare, in maniera documentata, i costumi profondamente corrotti della nostra classe politica e anche di coloro che spesso si fanno paladini ipocritamente dell’antimafia. La mafia più pericolosa infatti non è quella che uccide ma quella dei 'colletti bianchi' come amava chiamarla Paolo Borsellino." Gianluigi S.

9 Set 2010, 23:31 | Scrivi | Commenti (36) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Christian Abbondanza è un condannato ???

http://ettoremarini.com/2011/11/26/christian-abbondanza-condannato/

rimango stupito...

Stefano Botta 08.06.12 11:12| 
 |
Rispondi al commento

Sono certa che qualcuno/a prima o poi parlerà,rifer.
(agenda sotratta a Borsellino).
Intanto suggerisco, a settebre, la levata per chiedere al governo (parlamento) che venga tolto il segreto di stato.Rifer."strage di Capaci"
Poi si vedrà...Sono nuova, appena iscritta,battete un colpo ,se ci siete!!!

lidia modica 29.07.11 13:36| 
 |
Rispondi al commento

Dopo l'uccisione del Sindaco di Pollica e le minacce a Christian e i mille altri segnali di intimidazione non possiamo pensare che
questi problemi non ci riguardino: se ormai è chiaro per tutti (o quasi!) che AMBIENTE e SALUTE vanno di pari passo, altrettanto chiaro deve essere che SENZA LEGALITA' non c'è nè rispetto per l'Ambiente, nè Salute. Non è un modo di dire: le mappe del malaffare e delle malattie bene e spesso coincidono e solo avendo il coraggio di affrontare il problema delle infiltazioni malavitose nella nostra quotidianità ce la potremo fare. Fa male, ma dobbiamo aprire gli occhi proprio su ciò che ci è vicino e di cui, proprio per questo, troppo spesso non ci accorgiamo. Nessuna cancrena guarisce coprendola con un cerotto e quando c'è del marcio ci vuole il bisturi! Se non vogliamo trovarci soli alla fine anche noi NON LASCIAMO SOLO NE'CHRISTIAN NE' NESSUN ALTRO che con altrettanto coraggio si batte contro TUTTE , ma proprio TUTTE LE MAFIE.
GRAZIE CHRISTIAN, GRAZIE AGLI ALTRI RAGAZZI DELLA CASA DELLA LEGALITA', GRAZIE A TUTTI QUELLI CHE NON CHINANO IL CAPO E TI MANIFESTANO SOLIDARIETA' e GRAZIE OVVIAMENTE ANCHE A TE BEPPE!
Patrizia Gentilini

patrizia gentilini, forli Commentatore certificato 10.09.10 20:13| 
 |
Rispondi al commento

x Beppe da Monaco

No caro amico, nessuno scontro, ma soltanto uno scambio d'opinioni nell'ambito di identici principi. Questo è il sale della democrazia e dove viene meno, come palesemente accaduto nel PDL, si innescano dei meccanismi sutodistruttivi. Non è obbligatorio pensarla tuuti allo stesso modo per portare avanti battaglie comuni.

Marco T. Commentatore certificato 10.09.10 18:39| 
 |
Rispondi al commento

Vedo che stiamo a litigare tra di noi, tra gruppi che hanno lo stesso obiettivo.
Questo è proprio ciò che lo stato-mafia vuole, divide et impera, ma qui non deve nemmeno intervenire.
Ci vuole invece solidarietà, un'azione comune tra gruppi diversi in nome della legalità contro la colata di cemento, soldi sporchi che si sta abbattendo come una libecciata sulla Liguria di Levante.
Se il mio Nemico con la N grande tocca il mio nemico con la n piccola, allora quest'ultimo diventa il mio amico.
Ci vuole tanto a capirlo?
Altrimenti siamo veramente degli inguaribili individualisti e ci meritiamo il nano, il gobbo, le drine, u curtu e chi ne ha ne metta.

Beppe Da Monaco (odio la mafia) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 10.09.10 17:50| 
 |
Rispondi al commento

x Giacomo Grappiolo

Come immaginavo dalle sue parole era facile intuire che avesse avuto personalmente a che fare in maniera negativa con il Sig. Abbondanza. Io cerco di attenermi ai fatti e posso constatare che a questo link http://blogviolagenova.altervista.org/?p=322 è possibile trovare una cospicua quantità di adesioni provenienti anche da persone assolutamente rispettabili ed impegnate attivamente sul fronte della lotta alle mafie. Sarò felice se anche lei ed il movimento che rappresenta riuscirà a ribattere (o forse ci è già riuscito) in maniera assolutamente convincente alle accuse del Sig. Abbondanza. Vede, gentile amico, ognuno di noi si sente depositario di verità assolute, ma come diceva un notissimo principe del foro: "Esiste la verità e poi esistono le versioni", ovvero, se due persone assistono contemporaneamente allo stesso evento, rimarrà il fatto innegabile (la verità) che l'evento è accaduto, ma ognuno di loro fornirà la propria versione che in certi casi può addirittura risultare assolutamente discordante con quella dell'altro, entrambi nella totale convinzione di essere colui che ha visto bene difenderanno tenacemente le loro posizioni. Detto questo, quando si parla di personaggi di grande popolarità locale o nazionale ci troveremo sempre fatalmente davanti a sentimenti totalmente contrapposti e giudizi diametralmente opposti. C'è chi crede che Silvio Berlusconi sia entrato in politica per salvare il paese dal comunismo e c'è chi crede che lo abbia fatto esclusivamente per interessi personali. C'è chi crede che Beppe Grillo si stia occupando di politica per migliorare il nostro paese e c'è chi afferma che lo sta facendo soltanto per vecchi rancori personali nei confronti di tutti coloro che lo hanno messo al bando durante tutti questi anni. Come nei casi sopra citati, anche in quello del Sig. Abbondanza solo il tempo, i fatti ed il nostro buonsenso potranno stabilire se realmente si trattava di nobili principi o solamente d'interesse personale.

Marco T. Commentatore certificato 10.09.10 17:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

x Marco T.

Io invece vivo a Genova e conosco il personaggio Christian Abbondanza non soltanto grazie alle notizie che si possono reperire in rete.
Torno a ripetere che non trattasi solo di personaggio così negativo ed esecrabile ma anche, e quindi non è sufficiente relegarlo al ruolo di "scemo del villaggio" ma neppure passarlo per l'eroe civile.
Il problema dare credito e appoggio alle sue denunce, non è evidentemente nostro e della gente seria ma di gonzi e interessati.

Essendo noi persone che non hanno realmente niente da temere lo abbiamo chiamato (noi !) per affrontarlo e chiedere una condanna nell'ambito di un procedimento civile o penale.
Il sottoscritto, colpito ingiustamente da qualche accusa del Sig. Abbondanza si è comportato in questo modo.
E' giuridicamente normale che l'onere della prova (di discolpa) l'abbia chi è chiamato in causa per diffamazione non il diffamato.
Le persone diffamate non hanno nessuna accusa reale (rinvii a giudizio) da smentire per provare di essere "persone per bene", solo false accuse di Abbondanza.
Detto questo... nessuna polemica o difesa d'ufficio del Sig. Abbondanza ha senso.
Torno a ripetere che il principio del libero dissenso va difeso a priori non prescindendo però dalla (personalità !!) indegnità e irresponsabilità dei comportamenti lesivi della dignità altrui e soprattutto della verità dei fatti.

giacomo grappiolo, genova Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 10.09.10 17:16| 
 |
Rispondi al commento

Premetto che sono stata una grillina per molti anni e non lo sono più da parecchi mesi dopo le traversie delle regionali in Liguria. Sono invece sempre più una fervida sostenitrice della Casa della Legalità.Mi onoro di essere amica dei suoi componenti. Assisto ogni giorno all'impegno e all'attenzione capillare che Christian e compagni mettono nell'elaborare le loro inchieste. Il loro coraggio e la loro serietà e' comprovata quotidianamente dai reparti investigativi con i quali collaborano e lo dimostrano tutti gli attestati di solidarietà espressi in queste ore dai comitati e dalle personalità che hanno firmato il comunicato di solidarietà, tra cui anche gruppi del Movimento 5 Stelle. Rimango basita quando sento asserire da chi si considera promotore e portavoce del Movimento 5 Stelle in Liguria , che "Genova non è Corleone o Locri". Cosa smentita persino dalle Forze dell'Ordine che proprio per scongiurare il pericolo stanno creando, in Liguria, Pool appositi per arginare il fenomeno della criminalità organizzata. Determinate dichiarazioni non fanno altro che aiutare le mafie ad allargarsi sul territorio ed ad operare indisturbate Quindi ben vengano i Christian Abbondanza che invece queste realtà non hanno paura di denunciarle a voce alta, facendo nomi e cognomi!!
E non abbiano paura i rappresentanti della Casa che, (come dimostrato dagli attestati di solidarietà) non sono soli, ma al contrario ci sono migliaia di persone che, credendo ancora che possa esistere un paese "legale" libero da clientelismi e marchette varie li sostengono sempre.

Barbara Langella 10.09.10 17:08| 
 |
Rispondi al commento

Personaggio non coerente e controverso, questo Abbondanza,
comunque va a lui il merito di avere fondato e portare avanti questo portale sulla legalità nonchè essere una spina nel fianco dei "compari".
Ci vorrebbe più visibilità a livello nazionale, forse durante un anno zero prossimo venturo dedicato alla mafia, dove raccontare in dettaglio i suoi obbiettivi e le sue attuali inchieste e denunce.
Se riesce a scardinare il muro di silenzio attorno agli affari e intrecci politico-mafiosi,
beh è in serio pericolo. Altrimenti sono solo rubagalline a cui ha magari dato fastidio perchè li ha disturbati.
Spero tanto di non sbagliarmi, ma il giudizio è complessivamente positivo.
Il muro di gomma va sfondato con ogni mezzo.

Beppe Da Monaco (odio la mafia) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 10.09.10 16:53| 
 |
Rispondi al commento

La mafia e la diffamazione cosciente delle persone per bene sono una montagna di merda !

Premesso che non vivo a Genova e conosco il personaggio Christian Abbondanza soltanto grazie alle notizie che si possono reperire in rete, torno a ripetere che se trattasi effettivamente di personaggio così negativo ed esecrabile è sufficiente relegarlo al ruolo di "scemo del villaggio", non dare credito ed appoggio alle sue denunce, oppure se siamo persone che non hanno realmente niente da temere è possibile affrontarlo e chiedere una condanna nell'ambito di un procedimento civile o penale. Il sottoscritto, se si sentisse colpito ingiustamente da qualche accusa del Sig. Abbondanza si comporterebbe in questo modo. Sarebbe opportuno appurare se tutti coloro che si autoproclamano "persone per bene" possono poi realmente provare di esserlo nell'aula di un tribunale. Detto questo... nessuna polemica o difesa d'ufficio del Sig. Abbondanza. Torno a ripetere che il principio del libero dissenso va difeso a priori prescindendo dalla personalità di coloro che subiscono minacce per ciò che divulgano.

Marco T. Commentatore certificato 10.09.10 16:07| 
 |
Rispondi al commento

"Se non impariamo a lasciare da un lato i sentimenti personali per affrontare battaglie di libertà civile in favore del dissenso non riusciremo mai a staccarci dal pantano attuale."

Ecco esattamente quello che il personaggio non è mai stato in grado di fare. Quindi giova girare a lui l' appello.
La sua cifra è colpire e possibilmente abbattere, dall'alto della sua credibilità, chiunque ritenga a lui scomodo o con lui non in linea: sia pinco pallino, Don Ciotti o DallaChiesa
(querelato anche da loro !).
Questa la sua solidarietà e responsabilità alla comune lotta antimafia.

Calpestare la reputazione di chi da anni impegna tutto se stesso in battaglie di interesse comune mentendo e sapendo di mentire non è un fatto limitabile al "rancore personale".
Si vuole l'eroe pubblico e l'inquisito/patteggiato nel privato dei tribunali ?! Comportamenti non proprio da eroe civile, se è permesso.
Anche fossi solo sulla terra continuerei a urlare questo scandalo a chi vuole vedere e sapere al di là delle bugie delle mezze verità o di chi mistifica il credibile per il vero.

Genova non è Corleone o Locri, non c'è bisogno di esibizionismi e protagonismi che inventino nemici ma la volontà e serietà di aggregare le coscienze e le forze.
" La lotta alla mafia deve essere un movimento culturale e morale che coinvolga tutti..." Paolo Borsellino

La mafia e la diffamazione cosciente delle persone per bene sono una montagna di merda !


giacomo grappiolo, genova Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 10.09.10 15:52| 
 |
Rispondi al commento

Forse non è chiara una cosa. Premesso che Christian Abbondanza possa essere un personaggio indubbiamente controverso, se qualcuno si comporta come lui, qualora si ritenga che sia stata lesa dai suoi comportamenti la credibilità o la reputazione individuale o di un movimento è possibile chiedergli conto delle sue affermazioni divulgate pubblicamente nelle sedi opportune a mezzo querele o esposti alla magistratura, come per altro mi risulta che sia già stato fatto. Altra cosa è arrivare alle minacce di morte o alle aggressioni. Allo stesso modo che da queste pagine si sostengono caldamente battaglie civili al grido di "Nessuno tocchi Caino", in favore di assassini statunitensi in attesa di essere giustiziati, semplicemente in virtù del principio di civile convivenza che ci porta a pensare che nel 2010 è assurdo che in alcuni paesi ritenuti un faro per la democrazia debba esistere ancora la "vendetta di stato", allo stesso modo, la stessa solidarietà va concessa a tutti coloro che ricevono minacce di morte semplicemente perchè ritenuti dei personaggi scomodi. Ricordate che domani potrebbe toccare anche a qualcuno di noi che scriviamo su questo blog semplicemente per le idee che esprimiamo. Ritengo che se Beppe Grillo ed il Meetup di Genova hanno deciso di ospitare su queste pagine una richiesta di solidarietà per la Casa della Legalità e per i suoi affiliati lo abbiano fatto sicuramente in nome di un principio sacrosanto senza stare troppo a guardare vecchi rancori o la figura specifica del personaggio Christian Abbondanza che torno a ripetere può essere affrontato secondo le regole di un paese civile all'interno delle aule di un tribunale, ma mai con alcuna intimidazione di stampo mafioso. Se non impariamo a lasciare da un lato i sentimenti personali per affrontare battaglie di libertà civile in favore del dissenso non riusciremo mai a staccarci dal pantano attuale.

Marco T. Commentatore certificato 10.09.10 15:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Personaggio controverso questo Abbondanza.
Girando in rete si puo' leggere di tutto e di piu'

http://www.genovaweb.org/pecora/LACAROVANADILIBERAAGENOVASGOMBRA_I_RIFIUTI-Ammazzatecitutti-Forumdidiscussione_prima.htm

http://www.agi.it/genova/notizie/201007131626-cro-r010531-diffamo_assessore_a_giudizio_presidente_casa_legalita_genova

http://www.arenzanonotizie.it/?p=902

Solidarieta'alla persona,non al personaggio.

Daniele C., Genova Commentatore certificato 10.09.10 13:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

... questo dimostra che la guerra in italia non è mai finita e prima o poi si dovrà andare in trincea ... tutti ...

niamo suppo 10.09.10 13:09| 
 |
Rispondi al commento

Sarebbe interessante conoscere una vostra opinione a riguardo


http://pioltello2011.wordpress.com/2010/09/08/cosa-direbbe-beppe-grillo-a-proposito-di-pioltello-2011/

marino prandini 10.09.10 12:56| 
 |
Rispondi al commento

La Casa della Legalità sputtana Beppe Grillo e staff a Genova, leggete gli articoli:

http://www.casadellalegalita.org/index.php?option=com_content&task=view&id=8676&Itemid=26

http://www.casadellalegalita.org/index.php?option=com_content&task=view&id=8674&Itemid=26

in più il signor Christian Abbondanza oltre a essere stato in 3000 partiti ha patteggiato qualche hanno per reati inerenti alla bancarotta fraudolenta, attualmente rinviato a giudizio per diffamazione.

cristiano ., genova Commentatore certificato 10.09.10 12:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Documenti di Banca d'Italia vietati per le class action

Blindati i documenti di Banca d'Italia. Anche se dovevano servire per proporre una class action contro le banche. Il Tar del Lazio, con sentenza n. 32135 dell'8 settembre 2010, ha respinto il ricorso presentato dal Codacons che chiedeva di avere accesso ai risultati di un'indagine di Banca d'Italia con oggetto le commissioni di massimo scoperto.

http://www.ilsole24ore.com/art/norme-e-tributi/2010-09-09/documenti-banca-italia-vietati-212040.shtml?uuid=AYTC6NOC

Uno dei tanti 10.09.10 12:06| 
 |
Rispondi al commento

LA MANNAIA SUGLI STATALI!

Secondo le associazioni dei consumatori, la manovra economica peserà per oltre 500euro l'anno sui bilanci delle famiglie. Ma per gli statali il salasso sarà di circa 1.800euro: blocco degli aumenti e taglio della busta paga fino al 2013; donne in pensione a 65 anni a partire dal 2012; liquidazione pagata a rate, in due anni se la somma è compresa fra i 24 e 48mila euro, in tre anni se è oltre questa cifra! Una manovra iniqua e sbagliata che colpisce in maniera esagerata soltanto i lavoratori pubblici, ma che lascia indenne oltre il 10% delle famiglie che detiene il 45,5% della ricchezza nazionale! BASTA! Siamo stufi di pagare per tutti, di essere chiamati "fannulloni", di fare da capro espiatorio di colpe che non sono nostre e di pagare debiti per sprechi e ruberie altrui. Cambiano i governi, cambiano i ministri, ma la storia è sempre la stessa: se la prendono sempre con il pubblico impiego! Siamo stufi di essere considerati la palla al piede del Paese. Il costo del lavoro nella Pubblica Amministrazione rappresenta soltanto il 25% della spesa complessiva. Perché nessuno si domanda dove va a finire il restante 75%? Nel 2009 la spesa nella Pubblica Amministrazione - grazie alla 'Cura Brunetta' - è cresciuta del 20% e quella di comuni, province e regioni è triplicata! Sono raddoppiate le auto blu, triplicate le consulenze, i viaggi, le missioni, gli acquisti. I parlamentari si sono aumentati lo stipendio del 15%! A fronte di tutto ciò la busta paga dei colletti bianchi ha seguito a stento l’inflazione programmata, con rinnovi contrattuali prossimi alla questua! Ma nessuno si domanda il perché? E’ troppo comodo gettare la croce sui dipendenti pubblici. Ma è forse colpa di un lavoratore dello Stato a 1.200 euro al mese se c’è un dirigente ogni sette, otto impiegati? E’ colpa degli impiegati dello Stato se ad ogni cambio di ministro, di presidente di regione o di sindaco, il politico di turno si porta dietro il suo...

>>> CONTINUA SU:


Facebook blocca la petizione per abolire il Porcellum


http://www.zeusnews.com/index.php3?ar=stampa&cod=12980

Uno dei tanti 10.09.10 07:46| 
 |
Rispondi al commento

Nel nostro paese in cui lo sport nazionale da decenni è ormai quello dell'insabbiamento, fino a qualche anno fa era semplicemente impensabile venire a conoscenza dell'attività di organizzazioni come quella della Casa della Legalità. Molto spesso intorno a personaggi scomodi come Christian Abbondanza, il potere politico locale unito al proprio braccio armato facevano in modo di creare un invalicabile muro di gomma e con l'indifferente benedizione da parte delle istituzioni venivano regolarmente immolati per la ragion di stato della casta, andando ad ingrossare le fila dei Santi laici come recentemente accaduto ad Angelo Vassallo. Pertanto, è indispensabile fornire tutto il nostro appoggio a queste persone che costantemente rischiano la propria vita per rendere migliore un paese che fa di tutto per soffocare il respiro delle loro denunce. E' per questo che dobbiamo difendere ad ogni costo la rete che ci permette finalmente di stare vicini a tutti coloro che lottano per un mondo libero dalle mafie e dal malaffare e di sostituirci a quelle istituzioni molto spesso conniventi con la criminalità organizzata che, appena si sentono minacciate dall'iniziativa di un libero cittadino, girano la testa dall'altra parte in attesa del rumore degli spari. E' fondamentale trovare un modo sicuro di condividere con queste persone, con questi gruppi, quante più informazioni possibile sulle loro indagini, sulle loro battaglie fino al punto di riuscire a far passare il messaggio forte e chiaro che non è più sufficiente sopprimerne civilmente o fisicamente uno, cinque, dieci per debellare la minaccia, bensì arrivare a centinaia o migliaia di persone nel vano tentativo di fermare dossier ed informazioni che viaggiano alla velocità di diversi Kilobytes al secondo. Internet esiste non soltanto come vogliono far crederci per consultare il meteo o per trovare compagnia su Facebook. TUTTA LA SOLIDARIETA' E L'APPOGGIO NECESSARIO ALLA CASA DELLA LEGALITA' ED INFINITI RINGRAZIAMENTI DI CUORE.

Marco T. Commentatore certificato 10.09.10 03:02| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
IO VI SOSTENGO TUTTI!!!!!!!!
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 10.09.10 00:05| 
 |
Rispondi al commento

Potete trovare il comunicato integrale e la lista aggiornata delle adesioni all'indirizzo

http://blogviolagenova.altervista.org/?p=322

Per aderire inviatemi una mail a popoloviolage@gmail.com e testimoniate la vostra solidarietà a Christian e alla Casa della Legalità.

In Liguria non c'è praticamente nessuno che ci tuteli dal sistema di affari trasversale mafio-massonico-politico: le inchieste della Casa sono una boccata d'aria fresca per noi Liguri (ma non solo) e scoprono alleanze e vicinanze spesso impensabili.

'ndrangheta, camorra, mafia e spesso, troppo spesso a scapito della salute e del benessere dei cittadini.

Ad ora hanno aderito:

POPOLO VIOLA GENOVA

RESISTENZA VIOLA PIEMONTE - NO TAV

MEETUP DI BEPPE GRILLO GENOVA 20

CLAUDIO MESSORA - WWW.BYOBLU.COM (grazie dello spazio che ci hai dedicato Claudio!)

PER IL BENE COMUNE

COMITATO PER SCARPINO

ORAS - OSSERVATORIO REGIONALE ANOMALIE DEL SISTEMA

PINO MASCIARI (Grazie di cuore per aver ospitato il comunicato su www.pinomasciari.org)

MONICA RICCIONI - WWW.ILGRAFFIODIMONICA.BLOGSPOT.COM

BENNY CALASANZIO - NIPOTE DEGLI IMPRENDITORI BORSELLINO, VITTIME INNOCENTI DI MAFIA

MOVIMENTO 5 STELLE EMILIA ROMAGNA

MOVIMENTO 5 STELLE PIEMONTE

MOVIMENTO 5 STELLE PINEROLO

PATRIZIA GENTILINI

MEDICINA DEMOCRATICA

TONINO D'ANGELO - PRESIDENTE MEDICINA DEMOCRATICA

FULVIO AURORA - VICEPRESIDENTE MEDICINA DEMOCRATICA

MAURIZIO MARCHI - MEDICINA DEMOCRATICA LIVORNO

MEDICINA DEMOCRATICA NAPOLI

ASSOCIAZIONE ALTRI PERCORSI NAPOLI

PAOLO FIERRO

LINO BALZA

LUIGI MARA ed il Comitato di Redazione della rivista Medicina Democratica

ASSOCIAZIONE AMICI DEL CHIARAVAGNA

MEETUP DI BEPPEGRILLO DELLA VALPOLCEVERA

GIANLUIGI SALVADOR

ADRIANA PAGLIAI

PAOLO RABITTI

MICHELANGIOLO BOLOGNINI

GRUPPO CONSILIARE ANCONA 5 STELLE

RUGGIERO RIDOLFI - ISDE FORLI'

GIANNI MALATESTA

COMITATI RIUNITI RIFIUTI ZERO DI TREVISO E VENEZIA

BEPPE MIRSOTTI - PRESIDENTE ORDINE DEI MEDICI DI PIACENZA

e molti altri!

Grazie Beppe!

Francesco Tasso 09.09.10 23:59| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori