Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Non è un Paese per giovani


Non è un Paese per giovani
(2:19)
Italia_addio.jpg

"Caro Beppe,
oggi ho letto una notizia che mi ha lasciato uno sconforto infinito e una rabbia indescrivibile. Ieri Norman, un ragazzo di 27 anni, si è tolto la vita lanciandosi dal terrazzo della facoltà di lettere di Palermo perchè non riusciva più a vedere il suo futuro, chiuso da un ambiente che non riesce a dare lavoro neanche ai migliori. Si era laureato con il massimo dei voti in filosofia della conoscenza e della comunicazione. Lascia una famiglia distrutta che non troverà mai pace per quello che è successo. Suo padre ha parlato di "omicidio di Stato" e ha detto il vero. Questi vecchi bastardi che hanno in mano il Paese ci stanno togliendo tutto, pure la possibilità di sognare una vita normale. Spero darai spazio a questa notizia che ovviamente non è stata neanche accennata dalle tv del regime. Forse non è molto, ma credo che almeno questo Norman lo meriti e spero possa servire ad aprire gli occhi a quanti stanno svendendo il nostro domani per soldi e mignotte." Alberto M.


Un ragazzo si è suicidato. E' stato ucciso da un Paese incapace di intendere e di volere, non in possesso delle sue facoltà. Quindi non imputabile per le sue azioni, non condannabile. Il padre di Norman Zarcone ha detto che si tratta di "omicidio di Stato". Ma chi è lo Stato? Se chiedete in giro nessuno vi dirà: "Sono io lo Stato!", magari con fierezza oppure vergognandosi, ma almeno con un'assunzione di responsabilità. Lo Stato è sempre qualcun altro e chi si fa i cazzi suoi campa cent'anni. Norman è stato ucciso da decine di milioni di italiani, è stato un omicidio di massa, di indifferenti che muovono il culo solo se sono toccati direttamente. Un corpaccione amorfo che ha come stella cometa l'istinto di sopravvivenza e come orizzonte il prossimo fine settimana. I giovani migliori se ne vanno dall'Italia, emigrano, qualche volta si suicidano come Norman o rinunciano a un progetto per il futuro. Un Paese di vecchi che divora i propri figli come Saturno, di raccomandati, di prostituti e di prostitute, del proprio corpo o della propria coscienza. Un Paese che vive sul calcolo delle probabilità, sul fatto che la morte sul lavoro, il pizzo, la malasanità, la disoccupazione riguardino sempre gli altri. L'Italia è spaccata in due, non tra Nord e Sud, tra Sinistra e Destra, ma tra giovani e vecchi. I giovani non hanno nulla perché i vecchi hanno tutto.

CONTRIBUISCI

Donazione



Woodstock cult: "Magliette ufficiali dell'evento"

Woodstock Cult

INVIA UN VIDEO

Il TG LA7 e Woodstock 5 Stelle

Video
Invia

16 Set 2010, 18:02 | Scrivi | Commenti (1097) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

NON E' UN PAESE PER GIOVANI AFFATTO!!! Sono un giovane laureato a pieni voti in ingegneria civile presso quello che negli ultimi 2 anni e' stato considerato il primo politecnico italiano ovvero il Politecnico di Torino. Mi sono laureato in tempo, velocissimo, a 24 anni e poi sono andato a lavorare all'estero firmando il contratto permanente ancora prima della discussione della tesi.
Anche se lavoro all'estero, ho deciso di sostenere l'esame di stato in modo da potermi iscrivere all'Albo degli Ingegneri per poter avere la possibilita' di lavorare anche in Italia, visto che mi paice il mio Paese!
La cosa sconcertante e che mi ha fatto riflettere e' quanto ho dovuto pagare per sostenere l'esame di stato e l'iscrizione all'albo: 635 EURO e circa SEI mesi di tempo! Il confronto con lo stato in cui mi trovo a lavorare (Norvegia) e tutti gli stati del nord Europa e' presto fatto: qui usciti dall'universita' si e' SUBITO ingegneri a tutti gli effetti e si puo' SUBITO lavorare!
635 EURO per tassa sull'esame di stato, spese al Politecnico per organizzare l'esame, tassa per validare il certificato, tassa per iscriversi all'ordine, prima quota all'ordine e marche da bollo varie.
Dopo tutto questo mi sono chiesto, ma che vantaggio da il sistema italiano degli ordini ripetto ai sistemi nordeuropei dove non esistono gli ordini? ...beh subito mi sono risposto che devono tutelare le persone da falsi laureati e che garantiscono che chi svolge unA determinatA professione abbia le carte in regola per farlo...erano proprio i giorni delle lauree false del Trota...e poi si sentono molti altri casi di finte lauree o finti professionisti che lavorano senza laurea! Il motivo di questo sta nel fatto che l'iscrizione all'albo avviene tramite autocertificazione di aver conseguito una laurea, di aver superato l'esame di stato e di avere la fedina penale pulita.
Il problema maggiore pero' e' il tempo e i soldi che un neolaureato col sogno di lavorare deve spendere prime di poter lavorare.

Michele B., Roccaforte Mondovi' Commentatore certificato 18.05.12 10:02| 
 |
Rispondi al commento

“Capire il presente del cambiamento delle dinamiche di sviluppo per realizzare il futuro della impresa”- Paolo Manzelli ,www.edscuola.it/lre.html

Invece di attendere passivamente che futuro diventi presente, ovvero pronosticare un futuro visionario che non c'e', in verita' il futuro va pensato per affrontare i rischi e le difficolta' del presente per vincere le sfide del futuro. Spesso infatti si sono realizzati progetti di sviluppo per il futuro, pronosticando che si potessero avere ricadute sulla societa e sul territorio; viceversa invece di fare progetti poco concreti e impastati di burocrazia, e' in vero piu ' importante mettersi in gioco superando con decisione un incertezze e rischi del cambiamento .
E' infatti necessario impegnarsi a fondo per risolvere le problematiche del presente per costruire un futuro che conduca ad un cambiamento condiviso delle dinamiche di sviluppo, cosi da superare la attuale difficolta' di crescita della produzione nel quadro contemporaneo della transizione tra la societa industriale e la societa della conoscenza. In particolare e' necessario capire che la attuale dirigenza politica -economica ha con ogni evidenza una concezione errata della portata delle immanenti situazioni di rischio sociale ed economico; lo dimostra il fatto che nessuno e' stato in grado di prevedere la profonda crisi strutturale e neppure la rivoluzione sociale iniziata nei paesi arabi del mediterraneo.
In risposta alla crisi si e' purtroppo sostenuta una la logica di un mercato capace di autoregolarsi, che in vero oggigiorno e' divenuta priva di senso comune nel quadro della complessita' della globalizzazione che non solo si basa su fattori economici, ma ha il suo fulcro nella evoluzione dei sistemi di informazione.
Si e ritenuto pertanto che la finanza potesse deterrente alla crisi, cosi che i capitali sono stati impegnati in rischiose situazioni di gioco di azzardo in borsa, come se le opzioni sui “futures” potessero sostenere la cre

paolo manzelli 27.02.11 08:00| 
 |
Rispondi al commento

certo che uso vuole trovare da lavorare deve anche capire di fare uno studio utile
"filosofia della conoscenza e della comunicazione"
dailà

enrico chiesa 22.09.10 15:33| 
 |
Rispondi al commento

Stefano Montanari chiede a Beppe Grillo:
"Io credo che il tuo mega-evento di Cesena potrebbe diventare il palcoscenico giusto per fare un atto di dignità, per dire a tutti i ragazzi che ti seguono che hai sbagliato, che sei stato leggero e frettoloso nel prestar fede a chi ti raccontava bugie e che ora, per onestà, vuoi riparare al guaio fatto, per quanto è possibile fare, rivelando che cosa è successo e qual è la verità. Sarebbe un recupero non da poco. Se vuoi, io sono disponibile a salire sul palco con te."
http://www.youtube.com/watch?v=pOK5OrYZr5E

Simona Bassano di Tufillo 22.09.10 13:06| 
 |
Rispondi al commento

Pazzesco.Chi ha una vita davanti,la brucia e chi di vita davanti non ne ha piu'(ma quale futuro!),rovina quella degli altri.Ho avuto fortuna ad aver trovato il posto di lavoro,appena diplomata nel 99 ho cercato subito occupazione.E i miei volevano farmi studiare all'università.Ci ho visto lungo,a quest'ora sarei laureata ma disoccupata.Nel settore privato,i vecchi sono sempre privilegiati:moltissimi rimangono al lavoro,qualcuno come consulente,altri estendono il lavoro e in pensione non ci vanno,perchè lì si annoiano o sono avidi di soldi.Chi era stanco,in pensione c'è scappato subito.Qualcuno è stato silurato dallo Stato e non riesce ad andarci,ed è arrabbiatissimo.Ma io ce l'ho a morte con quelli che rimangono per scelta:ve ne dovete andare e lasciare il vostro posto ai giovani.Non sapete usare un computer,la tecnologia è distante anni,lavorate come si lavorava negli anni 50,tutto a mano.L'età non vi aiuta ma non volete mollare e noi siamo costretti a farvi da badanti e soppportarvi,senza memoria,senza impegno,solo a spillare soldi a titolari piu' vecchi di voi.Nella mia ditta siamo 5 giovani e 25 vecchi.Ma dove vogliamo andare?Fare concorrenza ai Paesi del nord europa o peggio del resto del mondo, con gente che parla l'Inglese come fosse lingua loro??(e qui non si parla nemmeno l'Italiano...qualche volta il dialetto!)Usate a malapena un telefono,altro che Skype o internet,perdete tempo in riunioni assurde lontani km per avere il rimborso spese - altro che videoconferenza!Poi sento dire che le aziende italiane sono in crisi.Se sono tutte come la mia, tra 10anni qui sono morti quasi tutti...ed io sarò disoccupata,a carico dello Stato,in attesa che qualche altro vecchio muoia in un'altra azienda e mi lasci il posto.Per ora,mi tengo il mio bello stretto, guardo lo schifo che c'è in torno e tremo di paura per quello che sarà.E figli non ne faccio,aspetto di vedere cosa succede quando muoiono i vecchi e la ditta chiude.

silvia b. milano 21.09.10 13:50| 
 |
Rispondi al commento

Lettera scritta di mio pugno a Prima Comunicazione

Gentile Redazione, responsabili della rivista, caro inserzionista,

sono una giornalista freelance e da anni faccio una gavetta "immonda" per poter svolgere seriamente il lavoro che amo, e con il quale, in qualsiasi altro paese, si può vivere: a lavoro, segue compenso.
Vi scrivo perché a mio avviso, dovreste creare una rubrica a parte per gli annunci del tipo che incollo qui di seguito:
"Importante tv in onda da fine ottobre cerca giornalisti, videomaker e opinionisti per programma in prima serata. I selezionati parteciperanno alle dirette da protagonisti. Non è prevista retribuzione. Richiesto impegno minimo ma serio e costante."

Fate la cortesia a me e a migliaia di altri "illusi" che cercano un lavoro - e non un ingaggio per pagliacci offerto da altrettanti pagliacci, perché in quel caso ci rivolgeremmo a chi questo mestiere lo sa fare "seriamente" - di non inserire tali scempiaggini (e ve sono molte, troppe e quotidianamente) in una rubrica che si chiama " offerte di lavoro". Inventate un altro termine, di seguito alcuni suggerimenti:

1) Presa per i fondelli, 2) Non sarete mai pagati per il lavoro che fate, 3) Specchietto per le allodole, 4) Poveri fessi ...
Sono sicura che la vostra fantasia non lascerà a secco di brillanti idee né voi né i vostri "furbastri" inserzionisti.

Non se ne può più di perdere tempo a leggere queste buffonate che pubblicate regolarmente (insomma da Prima Comunicazione ci si aspetterebbe un poco di serietà ... ma a quanto pare la sciattonaggine professionale è nel nostro Bel Paese dilagante).

Ora, miei cari signori, sfido voi e tutti questi magnifici manager che fondano televisioni, aprono siti internet, creano webzine, etc, etc, ad andare al supermercato, riempire il carrello di spesa (per nutrire voi e i vostri/loro figli), andare alla cassa e dichiarare: "Beh, per questa volta non pago, poi però se le cose vanno bene, non mancherò di saldare il conto. Arrivederci e grazie

Paola Grieco 21.09.10 00:00| 
 |
Rispondi al commento

Il suicidio non è mai una soluzione e la colpa non è mai della società ma del suicida. La morte di un giovane è sempre grave, ma colpevolizzare qualcuno di colpe non sue è ancora più grave. Tutti hanno dei problemi più o meno gravi, ma sono solo pochi quelli che si rifugiano nel suicidio. La colpa è del ragazzo che non ha voluto curare o cercar di far capire il suo disagio. Io non riesco a giustificare un tale comportamento e ribadisco che un post del genere non ha senso di esistere. Se volessimo colpevolizzare qualcuno allora colpevolizziamo i genitori che non hanno saputo insegnare al figlio a lottare, gli amici che non sono stati abbastanza amici da capirne il disagio, alla televisione che ha dato dei falsi modelli, alla pubblicità, alla radio, ai libri, alla scuola, allo stato, alla società, alla religione a quella ragazza che magari l'ha mollato, etc. Insomma è sempre facile dare la colpa a qualcuno ma non sempre il vero colpevole e consapevole della propria colpevolezza.

cluadio l. 20.09.10 18:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Oggi mia figlia si è iscritta a giurisprudenza.
Ne sono orgogliosa..è caparbia, tenace, ha le idee chiare e tanti sogni; sogni che sono il riuscire per se stessa, il riuscire per gli altri (vuole occuparsi dei problemi dei minori). Io, da madre, cerco di tenere "basso" il profilo...le dico di mettere in conto anche un fallimento, sono consapevole che in un'Italia purtroppo sempre "raccomandivista" essere un'emerita figlia di "nessuno" non aiuta!
Però perchè toglierle anche i sogni?
Poi leggo di quel ragazzo che si butta dal tetto dell'università e mi chiedo: è giusto insegnarle ancora a sperare???

adele sandri, genova Commentatore certificato 20.09.10 17:58| 
 |
Rispondi al commento

Rif.via Wikipedia http://it.wikipedia.org/wiki/Gian_Battista_Vico#L.27eterogenesi_dei_fini_e_la_Provvidenza_storica
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Tipicamente Proff.
Tullio De Mauro # PierGiorgio Odifreddi
******************************************

In blogosfera No MalaIdea ev.CospicuoParere
- en passant -
ca. °perimetroDenotativo
& *indefettibileConsequenzialità:
Parole°
Asserti*.
Bye, Sergio Conegliano
p.i.elettronico/g.pubblicista
==================
ExtraText.- 1.2 In quel di v.Marenco saliente newspaper
- ieri - accanto a Bill Elmott d’apertura, v.citabb.artt.
fra cui - a complemento di uso Ipad ambito sanitario
(i.e.Niguarda Milano..letto su freePress) - Pcportatile
in ambito didattico (i.e.una classe ..sperimentale…).
2.2 Da PeninsularCronache ..peutEtre..+fruttuosaOperatività
qualor diversiVersanti interagissero qualSoci..PoliSportiva[bocciofila(?!)]…;
su altro piano lasciar che talun faccia ciò che preferisce e talaltro dica quel
che vuole fidando..pourParler..lUngImIrAntiVisiùun quelGrande..
+/-Neghittosamente studiato..
in canonico ciclo scolastico, i.e. - I dare say - GianBattista Vico.!..!…!
#@#@#@#@#@#@#@#@#@#@#@#@#@#@#@#@#@#@#@#@#@
http://www.facebook.com/...
/Sergio-Conegliano/100000482903370
http://www.youtube.com/user/sc1942
http://sites.google.com/site/tecnologiacultura/lavorifatti-docum-arch-
humour-varie
http://twitter.com/#search?q=Sergio%20Conegliano

Sergio Conegliano 20.09.10 16:38| 
 |
Rispondi al commento

Mi dispiace moltissimo per Norman.
Anch'io sono una dei tanti giovani laureati con 110/110 che non riesce a trovare che stage. E in ambiti del tutto differenti da quelli per cui ho studiato con tanta passione, ma anche fatica. La scusa è la mancanza di esperienza, ma la realtà è che nessuno vuole cacciare i soldi per assumerti, perché il laureato costa e alle aziende va bene così. Presto me ne andrò via anche io, ma mi fa rabbia che il mio Paese non abbia niente da offrire a noi giovani quando in altri paesi del mondo, come il Giappone, un buon 90% degli studenti riesce a trovare un lavoro fisso già prima di essersi laureato.

Laura D. 20.09.10 14:09| 
 |
Rispondi al commento

Non ci sono parole per una vita che se ne va e merita tutto il rispetto!!!!! Rispetto che va negato a chiunque aiuti questa banda di capoclasse (destra e sinistra) che governa alternatamente un paese mantenuto in clima di eterne elezioni, un clima che non appartiene alla cultura italiana ma mutuato dal servilismo "dovuto" per essere stati salvati dai tedeschi e dai fascisti con tonnellate di bombe che hanno distrutto case, famiglie e coscienze. Un paese che potrebbe vivere di turismo e cultura ma non glie è permesso.Un paese ricco di artisti e talenti che scopriamo solo se vanno all'estero e ci restino perchè qui poi non gli diamo niente.
Un paese dove tutti siamo liberi di dire la nostra tra le righe per sfuggire alla censura del perbenismo sociale se non vuoi finire emarginato o rimpiazzato.
Un paese che ha paesaggi e cultura da invidiare messo sotto scacco dall'ignoranza di un paese che non potendo risolvere la merda sociale che ha in casa la esporta come moda attraverso film e telefilm...Riprendiamoci l'Italia, la nostra storia, il gusto di vivere, bere un bicchier di vino alla salute del nostro amico senza finti proclami...Il debito pubblico si potrebbe ripagare in pochi anni se ci lasciassero davvero sviluppare un mercato libero in ogni settore...ci sarebbe molto da far vedere anche a chi lecca che nella libertà avrebbe da leccare di più...cosa fai oggi se a 50 anni non hai un lavoro da impiegato perchè negli anni precedenti ti hanno magari "costretto" a fare una partita IVA altrimenti non lavoravi ed oggi quel lavoro non c'è più perchè nel mentre che ti arrabatti tra cavilli fiscali per sopravvivere l'oligo-monopolio ha fagocitato il mercato anche dei piccoli spazi riempiendolo di video youtube....

Angelo Giammarresi 20.09.10 14:01| 
 |
Rispondi al commento

non avrei mai pensato di scrivere sul blog di beppe grillo. ho sempre sperato che ci fosse un'alternativa seria ad un comico, per quanto eccezionale, ma in effetti non c'e'. mi rassegno, dopo prodi, soru, e gente seria di questo calibro non si e' visto piu' nessuno. spero in vendola. anzi, non spero nemmeno in nulla... cosi non mi faccio piu' illusinioni!!
parliamo di ricerca: io ho un posto da ricercatrice in italia a tempo indeterminato, io credo davvero di averllo conquistato con il mio impegno e serieta'. pero' comprendo a pieno le lamentele sulla situazione in italia dei nullafacenti, io ci lavoro accanto ogni giorno!! e non c'e' nulla di piu' complicato che cercare di fare capiere a queste persone che stanno rubando il loro stipendio. OK. Volevo aggiungere altro. Tu beppe esalti molto le persone che vanno all'estero ' i nostri migliori giovani..in parte sono d'accordo, in parte no! voglio solo dire, e' facile andare all'estero, pubblicare alla grande su riviste importanti.. credimi beppe, conta molto il posto dove lavori, non il tuo vero valore. ora io mi chiedo, quando sta gente che ha pubblicato con grande facilita' (credetemi e' cosi'!) all'estero, volesse rientrare in italia, che cosa gli darebbe il diritto il passare davanti a persone che si sono fatte un culo molto maggiore in italia???? e' un problema non semplificabile... le scorciatoie sono dei furbi, e io ne ho conosciuti molti e non hanno tutte le qualita' che sembrano avere..

paola f 20.09.10 01:15| 
 |
Rispondi al commento

a proposito di vecchi:

A Paolo Guzzanti che nel 1979 chiede cosa farebbe se fosse lui a governare, Leonardo Sciascia risponde:

“Intanto rimanderei a casa Andreotti che riunisce in sé il peggio, nei secoli della storia d’Italia. Già vedo i libri di storia del futuro: sotto il governo dell’onorevole Andreotti, la corruzione della vita italiana raggiunse il suo massimo, mentre la vita umana valeva quanto ai tempi di Cesare Borgia”.

Perché tanto odio per Andreotti, vuole sapere il giornalista. E Sciascia spiega:

“Per il suo machiavellismo paranoico, per il cinismo che ha ereditato dalla curia romana, lo stesso cinismo rappresentato dai sonetti del Belli e dai personaggi di Alberto Sordi. La miopia verso il bene e la presbiopia verso il male”.

Da Il Maestro di Regalpietra, di Matteo Collura, p. 278

Francesco R. 19.09.10 23:55| 
 |
Rispondi al commento

domenica sera presa diretta e l'inchiesta sul pacco del nucleare da non perdere! da qui si capisce che al paese dei giovani e delle "rinnovabili" non interessa un fico secco! E' proprio un paese per vecchi!

giuseppe b 19.09.10 14:49| 
 |
Rispondi al commento

non sarà il primo e nemmeno l'ultimo moriranno ancora tanti giovani suicidandosi. Ma non frega niente a nessuno. Questo è il capitalismo signori. Eravate tutti a festeggiare quando è caduta la frontiera di Berlino. Bene dopo il gozzoviglio si deve pagare il conto; è questo e il conto da pagare patto di stabilità per la moneta debito. Ricchi sempre più ricchi e poveri sempre più poveri.
La soluzione? Non certo il nuovo guru della sinistra quello dei nei sulla faccia che si è rilevato anche lui una delusione dando dei soldi a Don Verzè il cappellano del Banana.
La soluzione si chiama "SOCIALISMO"| O lo costruirà la politica ed meglio si sbrighino o lo costruirà la storia. Ma la storia quando costruisce chiede il suo prezzo......"IL SANGUE"

giorgio s. Commentatore certificato 19.09.10 13:04| 
 |
Rispondi al commento

Cari ragazzi/e

io ho 27 anni... e dopo 8 anni fuori sede.... in primavera lascio tutto e vado in UK.

Mi sono rotto il cazzo di essere nato figlio della frisella (ovvero di nessuno) e dovermi rompere così il culo e avere un ambiente di concorrenza sleale.

Li' avrò più civiltà e più riconoscenza, e più soldi ovviamente...

Saluti

Antonio Poggi 19.09.10 12:57| 
 |
Rispondi al commento

Sono una precaria di 29 anni, sto lavorando in un call center, mi piace molto lavorare lì, ma nn so fino a quando resistere. La vita io la considero un bellissimo dono del Signore, ma per tanto tempo io sono rimasta senza lavoro.
Mi dicono che sono stata brava, a scuola, la mia prof di italiano, che ho incontrato ieri, é stata molto felice di quello che facevo lì, a scuola, dei miei risultati.
Vorrei dire, sì, magari io ho sprecato un po' di tempo dietro sogni impossibili, ma chi non lo fa?
Ho seguito diversi corsi, diversi stages, mi piaceva studiare, ad uno stage ho imparato anche cose che nn sapevo(la prima nota..).
Sogno un posto da impiegata amministrativa-contabile, intanto appena posso m'istruisco su siti che mi piacciono moltissimo.
NN sono l'unica, tanta gente lavora in call center, con la paura che rischi un giorno o l'altro di essere licenziata.
So che anche la sorella della mia prof ha lavorato lì, poi più niente.
Rischiamo di fare tutti la stessa fine, lavoriamo per un breve periodo, poi più niente.
Siamo figli di una generazione che ha sempre lavorato, che il posto ce l'aveva fisso.
Mio padre é stato sospeso dal lavoro, perché é impazzito per il troppo lavoro, si é esaurito.
Io gli voglio bene, questo solo so, che io starò sempre dalla sua parte, che io gli voglio e gli vorrò sempre bene.
E pensare che io vivo e lavoro a Rivoli, in provincia di Torino.

Ilaria Arri 19.09.10 10:11| 
 |
Rispondi al commento

ti prego leggi questo :http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=119122
è uno schifo..

Matteo Atzeni 19.09.10 00:53| 
 |
Rispondi al commento

Il celebroleso è tra i politici più ascoltati e seguiti al nord.L'ignoranza dilaga al nord (basta vedere chi viene votato spesso uno della lega), la leganord purtroppo dilaga al nord, MOLTO spesso le tre cose coincidono.Domandarsi cosa potrebbero fare di lavoro senza la politica i parlamentari leghisti no vero?
La verità e che la lega più degli altri partiti è scesa in politica per far soldi!
Un caloroso ringraziamento a questo partito lo dobbiamo fare visto che se ci avviciniamo al default e proprio e sopratutto grazie alla lega per aver detto a parole cose che mai si sono realizzate con i fatti.
Un esempio su tutti di vita virtuosa vissuta per la politica da paraculo.
Umberto Bossi da Cassago Magnago, provincia di Varese. Una vita da film. Ha fatto tre feste di laurea senza essersi mai laureato. Alla prima moglie racconta di essere un dottore, si finge medico dell’ospedale Del Ponte di Varese. La storia va avanti per mesi. Quando lei scopre che è tutto inventato chiede il divorzio. Qualche anno dopo l’Umberto porta anche la madre all’università di Pavia per la consacrazione ma non la fa assistere alla cerimonia: è la solita balla, lui ormai c’è abituato. All’Università per qualche anno c’era stato. Pochi esami, parecchi guai ma anche l’incontro che aveva cambiato la sua vita: quello con la politica.La Lega lombarda, i primi assessori comunali eletti in Veneto e Lombardia.Bossi cavalca Mani pulite e l’insoddisfazione del profondo Nord. Non sarà laureato ma è scaltro l’Umberto. Lavora sull’immaginario collettivo, capisce prima di tutti che l’immigrazione sposta una marea di voti che la gente ha una paura fottuta. Poi c’è il folklore: Pontida, miss Padania, la Lega che ce l’ha duro, Roma ladrona, i comizi in canottiera. La Prima repubblica crolla, nel Paese regna la confusione, il momento è propizio. Bossi alza il tiro. Annuncia la secessione, crea il Parlamento del Nord, progetta di avanzare “città per città con le baionette” è così via...

Pietro T. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.09.10 23:19| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, raramente scrivo commenti sul tuo blog perchè penso che tu non abbia tempo di leggerli, e invece a me interesserebbe proprio che tu non ricadessi in certi equivoci.
Quando tu dici: "L'Italia è spaccata in due, non tra Nord e Sud, tra Sinistra e Destra, ma tra giovani e vecchi. I giovani non hanno nulla perché i vecchi hanno tutto", dici una cosa inesatta e pericolosa, da qualunquista. Esistono gli imprenditori (di destra) e i dipendenti (almeno in parte di sinistra). Esiste un Nord ricco e prepotente ed un Sud povero e umiliato.
In quanto ai vecchi, non è vero che hanno tutto: hanno figli disoccupati da sostenere economicamente e psicologicamente.
Queste le mie idee esposte succintamente. Ma a che servono? Tu, come la tv, trasmetti ma non ricevi.
Mi dispiace, perchè condivido molte tue idee. Stavolta però hai preso un granchio colossale!

cataldo marino Commentatore certificato 18.09.10 18:54| 
 |
Rispondi al commento

CARISSIMO BEPPE GRILLO, MI SENTO IN DOVERE DI COMUNICARE CHE IN OCCASIONE DELLA VISITA DI BERLUSCONI A TAORMINA, UN MANIFESTO APPESO AD UNA FINESTRA SU VIA TEATRO GRECO CON L'ELENCO DEI TANTI MAGISTRATI, POLIZIOTTI, CARABINIERI UCCISI DALLA MAFIA RECANTE LA SCRITTA :"QUESTI SONO I MIEI EROI... I TUOI QUALI SONO?" E' STATO STRACCIATO DALLE FORZE DELL'ORDINE... CHE VERGOGNA!!! ...SONO DISGUSTATA. GABRIELLA GIAMMANCHERI

Gabriella Giammancheri 18.09.10 18:50| 
 |
Rispondi al commento

“I giovani non hanno nulla perché i vecchi hanno tutto”.
Questa frase Beppe è pericolosa, è il motto della guerra fra poveri.

I “vecchi di ieri” sono quelli della lotta di classe, della contestazione studentesca e reinvenzione del modo di vivere, di una serie di istanze di liberazione, di emancipazione, modernizzazione.
Un movimento che si era affermato come forza sociale per un lungo periodo, che portava con sé tutta una serie di rivendicazioni, dall’organizzazione del lavoro, ai diritti, alla politica sociale-economica, alle riforme.

Oggi il giovane non sente la necessità di impegnarsi socialmente, perché non ci sono più punti di riferimento, attorno vedono solo macerie… allora chi deve farsi carico per far sentire la loro voce?

Come coinvolgere i giovani quali portatori di legalità per costruire una società più giusta?

Come far uscire i giovani che trascinano la loro vita inutilmente, segnati dalla noia, dal senso di vuoto, dalla mancanza di interessi reali?

Nichi Anziano 18.09.10 18:06| 
 |
Rispondi al commento

lasciamo perdere gli ebeti che non hanno neanche il coraggio di mostrare la faccia nascondendosi dietro pseudonomi calcistici che tuttavia rivelano pienamente ed inequivocabilmente, personalità insignificanti, cultura inesistente e cervelli mono neuronali. Veri servi che si illudono ottusamente di cogitare splendidamente non accorgendosi che anche i pur piccoli ed elementari pensieri sono pilotati ogni minuto della sua insulsa giornata da qualcun'altro.
Tornando a noi...domanda sorge spontanea:
Che cosa aspettiamo?

SISTO Z., S. Maria La Longa (UD) Commentatore certificato 18.09.10 17:05| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Beppe Grillo è verissimo non vi è più un briciolo di moralità, della serie fate pure agli altri quello che non voglio facciate a me.
Al ragazzo di Palermo è stato rubato il futuro e purtroppo la sua capacità ed intelligenza lo ha reso sfortunatamente consapevole di questo.
Al nord-est-est per farci capire, comunque le cose non vanno meglio, pensa che persone molto preparate pluri-laureate devono sottostare al raccomandato "Verdista", mi scuso ma il richiamo sicuramente non è al famoso ed illustre musicista,
con provvedimenti che pur dovendo rispettare l'interesse pubblico non hanno spiegazione, un pò come la risposta di tuo figlio alla legge sulla finanza creativa.

irvin david 18.09.10 16:45| 
 |
Rispondi al commento

Bello il video sulla evasione di presa diretta, peccato che non hanno ricordato che se al nord l'evasione si aggira al 30% al sud raggiunge il 60%. Sono 20 anni che si parla di lotta alla evasione, i risultati??? il governo prodi l'unico che ha fatto una guerra alla evasione, ha perso una valanga di consensi. Allora come fare, a mio avviso bisogna creare modelli virtuosi, ovvero dura lotta alla evasione, promettendo in cambio una riduzione delle aliquote fiscali, e un miglioramento dei servizi. Il paese italia è pronto??? fatemi ridere, 5000 stabilizzati nella regione sicilia, che invece di assumere in base al merito, prima assume precari in base a conoscenze, poi li stabilizza. In calabria nella sanità non hanno le scritture contabili!! Secondo me con il federalismo si possono creare nelle regioni modelli virtuosi, meno evasione, meno tasse, non si puo' che partire dal nord e dal centro per poi estendere pian piano questi modelli a tutto il paese.

FABER C., RIMINI Commentatore certificato 18.09.10 16:07| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe nel complimentarmi per il tuo impegno (purtroppo unico) nel complesso tentativo di risvegliare un popolo di "Biancaneve ed un nano" devo purtroppo mio malgrado sollevare una critica ad uno dei canali sky da me + seguiti ed apprezzati:CURRENT ITALIA .
Alle ore 2.00 della notte del 18/09/10 in onda sul suddetto canale un giornalista ( del quale non ricordo il nome ) imputava alla "clausola sociale" del c.n.n.l. Attività Ferroviarie la colpa dei disguidi delle ferrovie italiane (scarsa igiene, ritardi etc).
Potrebbe il tuo Blog evidenziare che la suddetta CLAUSOLA SOCIALE (garantendo ai lavoratori di un comparto il posto di lavoro anche in caso di cambio appaltatore ) e forse uno dei pochi ed ultimi freni al dilagare di un più grave e deleterio fenomeno sociale ed economico " il precariato nel mondo del lavoro"?
Suggerirei tra l'altro al giornalista in questione di informarsi più dettagliatamente in materia di appalti e subappalti al fine di idividuare le vere cause dei diguidi da lui denunciati.
Grazie e Buon lavoro.
Luisa capitani ( lavoratore di soc.appaltatrice di trenitalia )

luisa capitani 18.09.10 15:43| 
 |
Rispondi al commento

Questo documento andato in onda il 12/09/10 su Rai 3 si chiama Presa Diretta (che tradotto vuol dire presa diretta nel c.lo da parte della lega di bossoli) il titolo di quella serata memorabile è "evasioni", consiglio di guardarlo a tutti in particolare gli affezionados leghisti che di solito quando vanno a votare si mettono le solite fette di salame negli occhi così si sentono più sicuri, ben sapendo che il salame è cosa più pregiata del cervello.

Nella trasmissione viene spiegato molto bene e nei dettagli come questo partito ha intenzione di portare il federalismo a livello nazionale, vi garantisco che è un modo innovativo per regolarizzare la pressione fiscale a livello delocalizzato, a proposito mi sfugge ancora dove sia finita quella mano leghista che nel video si vede mentre stà guidando una escort ma non si vede la targa mah valli a capire sti leghisti.
Stà di fatto comunque che nel veneto, nota regione leghista del celudurismo, hanno già il federalismo fiscale e i frutti si vedono eccome.
Buona visione a tutti leghisti compresi.

http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-478647a6-da3c-4e12-bc9b-cc85ca40a2c1.html

Pietro T. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.09.10 15:36| 
 |
Rispondi al commento

Sono uno studente di dottorato in biologia e mi trovo a Barcellona.
Ho fatto laurea triennale e specialistica a Bologna e poi mi sono trasferito.
Volevo solo comunicare che è uscita da poco la classifica delle 200 migliori università del mondo, pubblicata Thomson Reuters una delle più importanti società d'informazione e non è presente nemmeno una università italiana, per favore pubblicatelo sul sito perchè almeno qui deve essere data la notizia.
Vi mando il link:
http://www.timeshighereducation.co.uk/world-university-rankings/
Grazie

Simone Calzolari, Barcellona Commentatore certificato 18.09.10 15:24| 
 |
Rispondi al commento

visto che il bossi si agita tanto per la padania...
quale sarebbe la bandiera?
non esiste nessuna bandiera della padania semplicemente perché non esiste e non è mai esistita la padania!!!
italiani!! sveglia!!
quand'è che qualcuno avrà il coraggio di sbugiardare - pubblicamente - e in diretta, questa gentaglia???
QUANDO????

Paolo R., Padova Commentatore certificato 18.09.10 14:34| 
 |
Rispondi al commento

Giusta osservazione per tutto ma ti faccio un esempio di un ragazzo che sarei io mi sono rotto il culo per una ditta controllata dalla reggione Abruzzo "Cerella spa Gruppo Arpa" per 3 anni dei cuali il primo dirretto dalla Sinistra e gli altri due dalla Destra per entrare mio padre di 55 anni si è dovuto prostituire con i politici per farmi entrare (IO mi sono sentito un verme per quello che ha dovuto fare mio padre per me) e poi con il cambio al potere si è dovuto raccomandare a destra con l'unica gratitudine che il figlio si è sempre comportato bene per non far fare brutta figura al Padre e al Politico di turno ora il nuovo Presidente un certo Cirulli dice che devo stare fuori dai giochi perchè lui deve mettere il suo protetto.... Questa e una rutin nel Nostro Paese che nn cambierà mai. Non si guarde che dopo 3 anni tutti mi stimano e mi rispettano si guarda che io non sono più raccomandato , parliamo di Autisti di Servizio Publico Hai la responsabilità di 53 persone sulle spalle ma questo non inporta inporta solo la RACCOMANDAZIONE.
Ciao Luca Zappacosta AUTISTA DISOCCUPATO

luca zappacosta, Vasto Commentatore certificato 18.09.10 12:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vi prego di non prendervela più con il ns. Barzellettiere alias Presidente del Consiglio.

Senza un nutrito stuolo di leccac*lo che lo accompagnino, di idioti che lo votino, e di prostituti fisico/mentali che lo servano, nessun uomo solo può nulla.

Angelo M., Bari Commentatore certificato 18.09.10 11:57| 
 |
Rispondi al commento

Condivido pienamente il titolo del post... però suvvia siate onesti e ragionate da persone mature... è pura follia prendere una laurea in filosofiia al giorno d'oggi e poi pretendere di trovare lavoro.. mi spiace molto per questo ragazzo, era evidentemente una persona fragile ma ripeto questa è follia e lo sapete tutti. Purtroppo bisogna prendersi le palle in mano e rassegnarsi al fatto che nella vita fare ciò che piace nn è sempre la scelta migliore.
Speriamo che questo ragazzo abbia almeno trovato pace.

Giuseppe Altavilla 18.09.10 11:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao a tutti sono Donatella e avevo 42 anni quando ho cominciato a chiedere scusa alle generazioni dopo di me per non avergli lasciato un sogno, un futuro , una speranza di cambiamento.Da ragazza ho fatto le mie lotte come tantissimi ma poi cosa sia successo lo possiamo solo presumere ma la risposta è dentro di noi nella nostra coscenza che dipende anche dal nostro grado di cultura e apertura . Ora mi guardo intorno e ripenso alla canzone di G Paoli ( 4 amici al bar ) e vedo che niente cambia , ho paura anche solo a pensare che l'essere umano può solo rinascere dalle proprie ceneri quelle che crea , questo mi fa incazzare ma io più ancora di Voi ventenni e trentenni sono furiosa perchè vedo e non posso fare niente perchè tutto quello che sento io lo dicevo nel 1976 quando avevo solo 18 anni e la politica era già un bluff . L'unica cosa che ci salverà è essere ben informati , sapendo leggere con oggettività e senza compromessi . E scusate ma quando qualcuno vi informa state attenti e non tite " questa cosa non mi riguarda" perchè poi sarà tardi perchè mentre voi guardate il campionato di calcio altri lavorano per annientarvi , SVEGLIATEVI è GIà TARDI

dONATELLA cECCARELLI 18.09.10 11:16| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno,
volevo dire due cose circa la situazione degli insegnanti precari. Mi sembra che si stia esageratamente colpevolizzando lo Stato e l'attuale Governo e ve lo dice uno che e' abbonato al Fatto Quotidiano quindi non certo di Destra, anzi. Anni fa mi sono laureato con 110 e Lode a Veterinaria a Milano a cui e' seguito un Master a numero chiuso in Economia alla Cattolica, studiavo e lavoravo perche' di famiglia non abbiente. Adoravo insegnare e per un anno l'ho fatto nelle Scuole Superiori come primo impiego ( ero supplente ). Bene, dopo qualche mese, sebbene gratificato dal tipo di lavoro, ho realizzato che sarei stato precario per anni, senza certezze di stipendio, senza salario durante le vacanze etc etc.
Ho percio' deciso di fare altro, nella scuola non c'era futuro, gia' ai tempi c'erano precari da 10-15 anni in attesa di concorsi. Era l'anno 1992.
Sono trascorsi 18 anni e sento raccontare la stessa storia; in questo lungo periodo ( ben 18 anni ) quanta gente si e' avvicinata alla Scuola e, consapevole del precariato diffuso e dell'incerto futuro, ha fatto finta di nulla sperando nel fato invece che nelle proprie capacita'? Onestamente non mi sento di colpevolizzare totalmente lo Stato e questo Governo ( che per la Scuola ha altre colpe,vedi i soldi alle private per esempio...), nel 1992, visto l'andazzo della Scuola incluso il basso salario, ho scelto, a malincuore, di fare altro; oggi ne sono felice. Possibile che a nessuno di queste migliaia di persone che oggi fanno casino e che hanno scelto di rischiare il precariato a vita, non si sia posto le stesse domande che mi sono fatto io? Detto questo e' giusto che lo Stato assuma un certo numero di precari perche' ce n'e' bisogn, ma mettiamoci in testa che la festa e' finita. Bisogna alzare il culo ed andare all'estero, li' c'e' meritocrazia.L'Italia e' alla deriva ed io non ci credo piu'. Ho 45 anni, ora mi trasferiro' a Sidney come completamento delle mie esperienze di vita e lavorative.

Fabrizio DP 18.09.10 10:32| 
 |
Rispondi al commento

Lobby, Figliocrazia, Caste...RIVOLUZIONE!

I Ricorsi storici si ripresentino, generati dagli stessi problemi di incapacita' degli uomini di autogovernarsi, o meglio dell'incapacita' oggettiva dei "pochi" di "Governare le Masse".

A seguito di guerre o rivoluzioni, parte un reset della societa', tutti o quasi partono con le stesse possibilita' e mettono in campo le proprie capacità. Le generazioni passano e le "Incrostazioni sociali" si formano, le "Caste" rinascono e cominciano ad utoreferenziarsi.

Possiamo paragonare la nostra situzione ad un "Nuovo Medioevo", ad un "Moderno Proletariato", dove i figli fanno i lavori dei padri e ne ereditano lo stato sociale. Politici figli di politici, attori figli di attori, notai figli di notai, minatori figli di minatori, precari figli di precari.

L'istruzione pubblica, con un sapiante lavoro pluriennale, sta per essere demolita, e di fatto esistono gia' una scuola privata (scuola di prima classe finanziata dai poveri che non potranno mai usufruirne), e una scuola pubblica allo sfascio (simboleggiata dalla carta igienica che i bambini si portano da casa).I "Figli di qualcuno" trovano insegnanti usciti dalla Bocconi, i "Figli di nessuno" trovano l'insegnante unico, inevitabilmente impreparato, destinato a forgiare i nuovi "Papà Nessuno".

Sperimentazioni di Sanita' a due velocità stanno avendo un buon successo spece dove la sanita' pubblica e' considerata solo una "Vacca da mungere".

Un "Moderno Apartheid", basato sullo stato sociale, e non sono piu' sulla razza. Un nuovo "Ploretariato", piu' moderno, meno percettibile, ma ugualmente inesorabile.

Il "Vulnus" sociale e', evidenziato dalla crisi economica, una spaccatura e una distanza incolmabile fra i "Cittadini di serie A" e i "Cittadini di serie B".

I ricorsi storici ci dicono che l'inevitabile e' alle porte. Rivoluzione ORA! Pacifica, Democratica: "La Democrazia Partecipata".

Arrendetevi in pace ora...un consiglo!
Noi non ci arrenderemo MAI!

Massimiliano P., Bologna Commentatore certificato 18.09.10 09:35| 
 |
Rispondi al commento

invece di dedicare vie e piazze ad un ladro (vedasi es. Aulla), sarebbe il caso di intitolare una via a Norman, questa ulteriore vittima del lavoro (di ciò si tratta), e a tutti i lavoratori deceduti nel 2010. ogni anno tutti i capoluoghi es. inaugurano 'Via vittime del lavoro del 20xx'...per non dimenticarli, e cancellare infami che spacciano per 'statisti'

renato medini 18.09.10 07:41| 
 |
Rispondi al commento

Alla luce della replica a Giorgio Armani del Sindaco
> Moratti sul quotidiano Leggo: "Noi come pubblico dobbiamo
> essere attenti ai progetti sociali, come le biblioteche
> nelle periferie"; vi allego l'ordinanza che di fatto mette in serio pericolo la mia attività d iniziata proprio 16 anni fà con l'intento e lo scopo di apportare cultura in periferia con la vendita di soli prodotti artigianali (birre rare, d'alta qualità)
> cucina vegetariana e la divulgazione di musica underground incentivando l'etichetti indipendenti italiane.
> Spero che troviate il tempo per prendere in considerazione
> questa condizione che infama le attività, il quartiere, le periferie,i cittadini.

Ad oggi il quartiere è sotto assedio militare.

nell'ordinanza si vieta la vendita d'asporto di birre e bibite dalle ore 20, ma i carrefour in zona è consentita la vendita fino alle ore 21,30
è questa libera concorrenza? è questo libero mercato? visto che l'ordinanza colpisce alcune vie e altre no!

> http://www.petizionionline.it/petizione/comitato-per-la-deroga-a-the-moonshine-via-ravenna-n16-20139-milano/2045
>
> Cordialmente
> The Moonshine
>
> ps. anche se alla carta l'ordinanza finisce il 16 ottobre
> di fatto è stata confermata in altre zone e verrà estese
> in altre.

Moon s., milano Commentatore certificato 18.09.10 03:17| 
 |
Rispondi al commento

padani, presto vi accorgerete che il vostro capo col catetere tascabile e il suo stuolo di merda verde, si stanno facendo i soldi alla faccia vostra. Lavorate, lavorate, che loro magnano...coglioni!

Carlo B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.09.10 00:37| 
 |
Rispondi al commento

L'Italia del Nano e dei suoi merdosi votanti e mangiamerda stanno affondando questo povero paese,cosi come del resto ha contribuito anche quella merda di sinistra che ci ritroviamo,inutile servile e vecchia stravecchia fatta da facce ormai sporche che non vogliono andarsene affanculo,hanno rovinato tutto questi pseudo politicimafiosi e chi tenta di intralciarli salta in aria,quindi il povero Norman e' morto da martire,e questo deve servirci da esempio Gente,quindi piuttosto di stare sul Blog a fare solo polemiche,cercate di riflettere la prossima volta che andate a votare cercate ,o almeno provateci a cambiare DIREZIONE, visto che questa possibilita' esiste ancora......

Alessandro Leoni 17.09.10 23:51| 
 |
Rispondi al commento

Il caso di Norman mi intristisce e mi fa riflettere su alcune domande che da tempo mi pongo. Negli ultimi decenni, grazie a Dio, il livello scolastico e culturale degli italiani è cresciuto grandemente. Tuttavia, ora che in moltissimi siamo diplomati, laureati e magari con master, abbiamo veramente la pretesa che ci siano posti di lavoro adeguati per tutti ? Se la pubblicità è il "metro" della nostra società, non c'è da stare allegri: il bambino/a che mangia yogurt, in uno spot che passa in TV in questi giorni, da grande si aspetta di diventare pilota o etologa. Certo, i bambini hanno bisogno di sognare, ma poi bisogna essere realistici. Ad esempio, quanti ingegneri robotici può assorbire la società italiana ? Nessuno vuole fare l'operaio, il postino, l'impiegato,il vigile del fuoco, il magazziniere ? Perchè non ci deve essere un edicolante laureato in filosofia antica ? O una merciaia laureata in Storia dell'arte ? In questi giorni Benedetto XVI ha detto che la cultura non deve riguardare il proprio tornaconto personale, ma deve essere rivolta all'educazione ed al miglioramento del singolo uomo affinchè si prepari a vivere la propria vita in pienezza. Insomma, bisogna studiare per essere sempre migliori, non al solo fine di un posto di lavoro prestigioso e ben remunerato. Saluti.

Bruno De Marco 17.09.10 23:33| 
 |
Rispondi al commento

17 settembre, 2010
RIPORTANO le OSSA LASCIANO la CARNE chi HA COLPA RISPONDA
http://mario-wwwmarioflorecom.blogspot.com/2010/09/nassirya-una-vera-guerra-non-chiamateci.html?spref=fb

MARIO FLORE, Elmas Commentatore certificato 17.09.10 23:25| 
 |
Rispondi al commento

concetta legaiola

PREFERISCO I ROM SONO MENO SPORCHI CHE VOI!

PADANIA UN CAZZO


TUTTI A LA SCUOLA LEGAIOLA BRESCIANA CON IL TRICOLORE CON RICCA!

FASCISTI DI MERDA

Eduardo Dumas ( edu latino), milan Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.09.10 21:19| 
 |
Rispondi al commento

Incredibile!!....eppure vero com'è vero il commento.Non è un paese per giovani,purtroppo.
Vero anche il concetto dello stato(non me la sento di usare la "s" maiuscola) sono gli altri,ed è per questo che in Italia tutti parlano e parlano a patto che poi tutti torniamo nelle nostre case ad incazzarci per un rigore non dato o un goal il fuorigioco....l'Italia non è solo un paese per vecchi ma è anche un paese per rincogloniti e non me ne vogliate se ci metto tutti,me compreso.Anzi,me per primo.
Un ragazzo s'è ammazzato e non è il primo e non sarà l'ultimo.
Leggevo oggi che una coppia di ragazzi,apparente normale,per noia derubava gli anziani strappandogli le borsette davanti alla posta.Ripeto,per noia!!
Citando Gaber neanch'io non mi sento italiano.....e siamo sempre li,io non mi sento lo stato...ed avanti così...mi vergogno,e tanto.

renzo corsaro, genova Commentatore certificato 17.09.10 21:17| 
 |
Rispondi al commento

P A D A N I A L I B E R A !!!!!! specialmente dai rossi chic buonisti pacifisti!!

Concetta Sardarulo
------------------

molto meglio le B.R. che le B.V. !!!!
(anche se strumentalizzate in seguito ma mai VENDUTE COME GLI INFAMI LEGAIOLI DI MERDA)
basta che s'inizi ...sai quanti ne cadranno di
pappagallini verdi !!!
stavolta gli sbirri...ne saranno pure STRAFELICI !

la miscellanea esplosiva ...

>> IL TRICOLORE LA FALCEMARTELLO LA MEZZALUNA!!!!

preparate le tombe MERDACCE !!!


Si stringe il cuore. Il giovane Norman a Palermo e tanti altri in tutta Italia. A Trieste il genocidio conta vittime note come Riccardo Rasman e Giulio Comuzzi. Vittime note perchè le loro famiglie non si arrendono alle istituzioni assassine e gridano il loro dolore e il diritto alla verità e alla giustizia. Ma molti altri giovani scompaiono nel nulla, tragedie occultate; anziani e perfino bambini in allattamento vengono sequestrati su mandato degli psichiatri per dare materia prima alle loro sterminate orgnizzazioni para-sanitarie. Trieste dovrebbe essere commissariata da una commissione mista internazionale.
http://www.giuliocomuzzi.it
http://riccardorasman.altervista.org/

Mario Comuzzi, Trieste Commentatore certificato 17.09.10 20:34| 
 |
Rispondi al commento

Sincere condoglianze alla famiglia del povero giovane innanzitutto, ma dare la colpa allo stato che un ragazzo si suicida perchè non vede il futuro!!!!!!! allora ad un genitore che muore un figlio, al marito che muore la moglie o voceversa, al povero cristo che viene diagnosticato un tumore ecc, ci dovrebbero esserci dei suicidi di massa!!!!! diciamo si, che lo stato ormai non c'è più che i politici sono li per amministrare il loro potere e gli interessi privati, ma dire omicidio di stato per questo ad un ragazzo che non ci stava in quel momento con la testa, magari per una delusione amorosa, mi sembra spararla grossa, forse stiamo perdendo la realtà delle cose, questo è il mio modesto parere.

Stefano D. 17.09.10 20:12| 
 |
Rispondi al commento

decidera' il giudice per Sandy Cane, sindaco nero leghista.

ai dipendenti ribelli: "Ho diritto al cazziatone”

Probabilmente il sindaco ha deciso di dimostrare che è ora di finirla di chiudere un occhio, anzi due nei confronti dei dipendenti comunali, soprattutto nei piccoli comuni dove per quieto vivere tutto è permesso.

dipendenti, in genere rossi e del sud ,che sembrano dei bimbi che vanno dai genitori se la maestra li sgrida perchè hanno tirato la gommapane...
ma crescere e assumersi responsabilità???????

Concetta Sardarulo Commentatore certificato 17.09.10 20:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho 61 anni. Ho 2 figli ormai grandi, e posso capire il dolore del padre di Norman. Ritengo che la nostra generazione abbia fatto del tutto per mettere i giovani in queste condizioni. Credo però che i giovani debbano reaggire a questo classe dirigente fatta di vecchi zombi e iniziare veramente a combattere. Sono tanti e credo che se fondassero IL PARTITO DEI GIOVANI potrebbero iniziare a ridisegnare il futuro di questa nazione.

Luigi Di Ianni 17.09.10 19:58| 
 |
Rispondi al commento

Chi Ama, non Lega.

http://www.youtube.com/watch?v=piy-9UUagHw&feature=related

Neppure fa dell'Amore, un Partito.
Abbraccia.

enrico w., novara Commentatore certificato 17.09.10 19:41| 
 |
Rispondi al commento

a tutti gli antileghisti fissati che sono nell'eta' della stupidera (anni fa 13/14 anni oggi 25/30 .. causa troppo benessere ) , a quelli che si fanno condizionare da rai tre e grillo, alle pensionate rivoluzionarie che invece di pensare alla calzetta e ai nipoti pensano ad essere cittadine del mondo ......

P A D A N I A L I B E R A !!!!!! specialmente dai rossi chic buonisti pacifisti!!

Concetta Sardarulo Commentatore certificato 17.09.10 19:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Edith, Oltre la Chiesa di Stato, Corrotta.

http://www.youtube.com/watch?v=WelqDbO0T9E

Oltre la Filosofia....
Ora. L'Anima di Norman, è nelle sua Braccia.
Insieme oltre la Storia.
Nella Luce.

enrico w., novara Commentatore certificato 17.09.10 19:36| 
 |
Rispondi al commento

"I giovani non hanno nulla perché i vecchi hanno tutto".
--------------------------------------------
I vecchi alla Berlusconi hanno tutto e i giovani figli dei vecchi alla Berlusconi hanno tutto pure loro. Poi ci sono i vecchi onesti che hanno fatto un culo come un secchio per guadagnarsi uno straccio di pensione e per mettersi al pizzo una casa e due lire. Soldi che però possono destinare solo in parte per la sussistenza dei loro giovani (per la stragrandemaggiorana coglioni, viziati e somari) perchè i loro risparmi servono per sopperire al default dello stato merda italiano.

Saluti e buonaserata.


Alessio Onofri, Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.09.10 19:22| 
 |
Rispondi al commento

O.T. Fonte: Digital-Sat

Con Beppe Grillo nasce PLAY.ME, il nuovo canale tv musicale (sul DTT free)PLAY.ME è il nuovo canale televisivo musicale sul Digitale Terrestre Free e sul web.

L’editore di PLAY.ME è Giglio Group SpA in partnership con Dada.net S.p.A. già presente sul satellite con due seguitissimi canali televisivi musicali: MUSIC BOX (Sky, canale 703) e LIVE! (Sky, canale 702).

PLAY.ME verrà presentato ai media e agli addetti a i lavori con una conferenza stampa a Roma il 24 settembre, il giorno prima del debutto ufficiale del canale (25 settembre) che avverrà con la trasmissione in diretta di WOODSTOCK 5 STELLE (l’evento organizzato da Beppe Grillo in programma a Cesena il 25 e 26 settembre 2010).

Da un’idea nata e cresciuta in rete, WOODSTOCK 5 STELLE ha l’obiettivo di rivivere i sentimenti di libertà che 41 anni fa fecero di Woodstock un evento mondiale. Ma l’evento non sarà solo musica, sarà anche futuro. Per la due giorni Grillo propone infatti spazi con artisti ed esperti che si alterneranno sul palco allestito in uno dei parchi più grandi d’Italia, il Parco dell’Ippodromo, a pochi minuti a piedi dalla stazione ferroviaria di Cesena. L’evento, interamente autofinanziato da Grillo e dalla Rete, vivrà momenti di discussione sul futuro del pianeta. Per ogni stella del MoVimento 5 Stelle, è previsto l’intervento di esperti di livello internazionale: si parlerà di ambiente, acqua, sviluppo, connettività e trasporti.

Musica e futuro si alterneranno dalle ore 17.00 del 25 settembre alla notte del 26 settembre.

Tra gli artisti che saliranno sul palco Daniele Silvestri, Samuele Bersani, Fabri Fibra, Max Gazzè, Stefano Bollani, Marracash, Tre allegri ragazzi morti, Teatro degli orrori, Marta sui Tubi, Sud Sound System, Francesco Baccini, Bud Spencer

Paolo P. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.09.10 19:20| 
 |
Rispondi al commento

"Aiuto!" Michele Santoro
lancia l'appello per Annozero

Ci sono tanti modi ostacolare la riuscita di un programma televisivo indesiderato. Uno di questi è quello denunciato da Santoro: nascondere lo spot che annuncia la ripresa di Annozero. Per questo è necessario diffondere l'appello perchè la trasmissione deve andare in onda il prossimo giovedì

Daniel H. Commentatore certificato 17.09.10 19:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il Papa' è una cosa Seria.

http://www.youtube.com/watch?v=Xb7JaSbI5yU&feature=related

enrico w., novara Commentatore certificato 17.09.10 19:09| 
 |
Rispondi al commento

Cristian,24 anni,Ancona:una generazione di ragazzi con lo sguardo puntato verso la felicità ma con le ossa rotte vi chiedono:PER FAVORE,scansatevi.
Loro hanno spezzato i nostri sogni, hanno spezzato le ossa ai nostri progetti, hanno quasi distrutto il nostro avvenire come farebbe un pugile con il mio muso.
Ora la storia vorrebbe una sola cosa, l'equilibrio prevederebbe una sola cosa: noi vi scanziamo definitivamente e proviamo a riabbracciare la nostra vita, per favore.
Ci avete spolpato abbastanza, ci avete prosciugato abbastanza.
Scansatevi per favore.
Grazie per averci dato uno schifoso esempio;
grazie per averci mostrato insistentemente il lato peggiore del grande popolo italiano;
grazie, ma gli italiani sono anche molto altro.
Certe cose sono oggettive,alcune cose sono evidenti per se stesse;l'ultima fascia a destra della bandiera italiana è rossa,non c'è spazio per dibattere su questo,è così.
Allo stesso modo è oggettivo e indiscutibile che la classe politica italiana negli ultimi 40 anni ha fatto molto più marcio che bene;è oggettivo che i politici hanno curato innanzi tutto i loro interessi,hano pensato prima di tutto ad arricchirsi,a trarre vantaggi personali.
Scansatevi: la vostra dignità affoga nell'ano del compromesso ignobile, la nostra nasce dal ventre dell' onestà.

cristian ridolfi 17.09.10 19:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.bresciapoint.it/politica/950-carrocciopoli-il-riformista-grazie-a-bresciapoint-e-tempo-moderno-ricostruisce-i-fatti.html

***

Che angioletti questi leghisti.

Come sguazzano bene in politica!

cettina. .., isola Commentatore certificato 17.09.10 18:58| 
 |
Rispondi al commento

Gasparri ha detto che i 700 simboli padani della scuole vedere sono una manifestazione di folklore
Ragassuoli! La sagra è finita! Ripiegate i banchetti e cancellate i formaggini!

viviana v., Bologna Commentatore certificato 17.09.10 18:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

STAINO:

-Veltroni: "Scendo in campo"
-Sollievo in Africa

viviana v., Bologna Commentatore certificato 17.09.10 18:55| 
 |
Rispondi al commento

Claudio Croci
La scuola di Adro scelta come set del film: “Il miglio verde padano”


clicca il mio nome

viviana v., Bologna Commentatore certificato 17.09.10 18:54| 
 |
Rispondi al commento

Iaidon
Gelmini: “Nelle scuole ci sono più simboli di sx che della Lega”. Mariastella, quelli si chiamano libri.
..
Leonsimbolo
Scompiglio per i cittadini di Adro quando hanno scoperto che gli zerbini col simbolo della Lega Nord per la scuola elementare erano “Made in Naples”.
Hanno deciso di tenerli lo stesso perché nella confezione c’era un biglietto con scritto:”Pestare questo simbolo porta bene!”.
..
PapiRe
- Per via dei tagli alla spesa scolastica la materia che verrà insegnata in inglese al quinto anno sarà l’italiano.
- La scuola italiana è ormai bombardata. E questa volta Gheddafi non c’entra nulla.
- La bibbia sarà letta in classe. Per imparare la matematica invece il Vaticano sta approntando corsi di teologia del calcolo differenziale.
- Ad Adro lo zerbino d’entrata della scuola, quello dove ci si puliscono le scarpe, reca il simbolo della lega. Capita la sottile ironia?

viviana v., Bologna Commentatore certificato 17.09.10 18:53| 
 |
Rispondi al commento

Non avevo mai fatto questi calcoli ma li prendo x buoni ed estendo il conto ad altri imbrogli,sono sicuro che i 30 mila euro pro capite di debito pubblico lo possiamo risanare e forse restano anche soldi x fare qualcosa.Il problema è a chi presentare il conto ed un tale conto può essere presentato solo se c'è una compagine politica alla Komeini.Quando prese il potere Komeini,si accorse che i rappresentanti della vecchia classe dirigente avevano rubato tutto il rubabile,senza perdersi d'animo fece un proclama col quale concedeva um mese di tempo x riportare in Patria quanto rubato,se allo scadere del tempo concesso i ladri fuggitivi non si fossereo messi in regola sarebbero stati uccisi dai servizi segreti dell'Iran anche all'estero.Ebbene,noi in Italia abbiamo avuto parecchi morti iraniani,uno in particolare ucciso mentre era dal barbiere,il suo omicida fu arrestato e rilasciato dopo qualche mese dalle nostre autorità,ufficialmente riuscì a scappare mentre era in consegna dei nostri servizi.Un tale modo di fare,sembra che abbia avuto successo in quanto,credo,in parecchi x salvare la pelle riportarono indietro il frutto delle loro rapine allo stato iraniano.Certo,saranno anche rozzi gli iraniani ma hanno raggiunto lo scopo prefissosi.A casa nostra,questo non è possibile con lo strumento giudiziario di cui disponiamo.Vedi una x tutte le elucubrazioni di Scajola che preso con le mani nella marmellata,blatera che non sapeva chi gli pagava la casa se poi tutto viene difeso da Ghedini e co. si rischia pure di perdere la causa e dare sostanziosi risarcimenti.

IL SICILIANO 17.09.10 18:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L’intelligenza è quella cosa che uno cerca in tutti i modi di incrementare.
L’idiozia lo stesso.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 17.09.10 18:52| 
 |
Rispondi al commento

Bondi: “Dare soldi al cinema italiano è assistenzialismo”
E invece dare 900.000 euro alla moglie di Bossi per la scuola padana cos’è?
E pagare le multe per le quote latte non pagate da 80 allevatori padani, cos’è? Carità cristiana?

viviana v., Bologna Commentatore certificato 17.09.10 18:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.youtube.com/watch?v=O64C5BvS_ms

Sembra Fantascienza.....
Oggi, che giorno è?

enrico w., novara Commentatore certificato 17.09.10 18:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Zaia: una Bibbia per ogni studente veneto
Gliela scrivono in bergamasco?

viviana v., Bologna Commentatore certificato 17.09.10 18:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

-Avviso: a tutti gli studenti italiani-

Il governatore del Veneto Zaia regalerà una copia della Bibbia a tutti voi che studiate nella sua Regione. La Gelmini entusiasta dell'iniziativa, pensa di regalarla a tutti gli altri studenti d'Italia, insieme ad una figurina del Papa o di Padre Pio (a scelta).

Di che vi lamentate!

Avete anche l'ora di religione CATTOLICA insegnata da "maestri" scelti dalla Curia ma pagati dallo Stato italiano (cioè tutti noi).

Studia la Bibbia ragazzo e davanti a te si aprirà un radioso futuro da prete o da suora, con posto fisso a vita,stipendio garantito e benefit a non finire; e se hai il cattivo vizio di sodomizzare i bambini, no problem, il Vaticano ti protegge. Studenti, cosa volete di più dalla vita! Che Dio (quello del vaticano, si capisce) sia con voi! Andate in pace,la scuola è FINITA!

Federico Hohenstaufen 17.09.10 18:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I vertici della Rai non sanno come effondere veleno e accusano Crozza di turpiloquio. Crozza?!? E Sgarbi allora?

viviana v., Bologna Commentatore certificato 17.09.10 18:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per soddisfare il bisogno di denaro molte, la maggior parte delle persone sono disposte a rinunciare al soddisfacimento dei veri bisogni, di istruzione, di salute, di solidarietà con altri, anzi a sopraffare gli altri in una continua gara di supremazia attraverso il possesso delle merci.

Senza contare che le armi, i primi strumenti di violenza, sono esse stesse merci, prodotti industriali e di commercio, “merci oscene”.

http://www.tellusfolio.it/index.php?prec=/index.php&cmd=v&id=11619

***

Ho voluto postare questa frase, tratta dall'articolo in link, perchè l'ho ritenuta molto vicina alla realtà che stiamo vivendo.

cettina. .., isola Commentatore certificato 17.09.10 18:31| 
 |
Rispondi al commento

L'altro ieri e' stato dato il via libera, a Varese,
all'istruzione delle "ronde":
Un paio di settimane a "scuola" di magistrati e capi di forze dell'ordine per istruirli sul diritto
e le modalita' di intervento!

Avrammo come accessori solo una pettorina gialla (perche' non verde?) cellulare e una ricetrasmittente.
Non potranno intervenire e in caso di pericolo dovranno avvisare le forze dell'ordine!

Visto i trascorsi della spedizione delle "missioni di pace",
trasformate in azioni di guerra e occupazione, e dotati di armi moderne e sofisticate...
c'e' da chiedersi se anche con le "ronde padane" cambieranno le regole d'ingaggio, quando forse,
in maniera fortuita o accidentale...
un esponente delle ronde dovesse rimanere ferito o...peggio!
...si inizia sempre cosi', o no?!!

anthony* c. Commentatore certificato 17.09.10 18:29| 
 |
Rispondi al commento

Povero Kristos.
Sempre Sua, la Croce.

http://www.youtube.com/watch?v=lIjIIkFr1Os&p=99C457F1D24195E7&playnext=1&index=2

Volevano Crocifiggere il Papa.
Berlusconi, il piu' Amato....

enrico w., novara Commentatore certificato 17.09.10 18:29| 
 |
Rispondi al commento

il fatto non é una questione di giovani o vecchi,i miei genitori sono persone onorabili.purtroppo il paese é in mano a delinquenti stagionati facilitati da parassiti che si definiscono politici di professione

stefano c., trento Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.09.10 18:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dunque
Miei cari fratelli: la colpa è nostra!
E' nostra la colpa di questo suicidio.
Siamo noi i morti, noi giovani! Ci siamo suicidati nel momento in cui abbiamo pensato alla laurea, alla garanzia di un lavoro sicuro, alla voglia di vivere come nababbi con i macchinoni come quelli dei potenti. Siamo noi che ci siamo suicidati ascoltando quello che ci dicevano di fare, ascoltando la televisione!
Oggi è impossibile combattere con i classici mezzi questa cristallizzazione temporale in cui i potenti si rifugiano sempre di più, blindando il loro status con leggi ad personam. Per intenderci: più si andrà avanti e più il sistema garantista che lo stato si crea, diventa immutabile. Lo stanno creando perche loro non dimenticano la storia.Non dimenticano tutti i golpe e rivoluzioni che si sono succeduti in tutti i pESI DEL MONDO in tutta la storia. E guardate bene che questo è gravissimo perchè non c'è più ricambio nella politica in questo modo!!!! Chi ha dimenticato la storia siamo noi giovani! A tal punto che non ricordiamo nemmeno gli errori commessi o le conquiste ottenute 2 o tre governi fa! E adesso ci ritroviamo in una stallo politico di persone che creano e risolvono problemi che già esistevano e che erano già stati risolti. Così si fanno le campagne elettorali!!!
In più, questa situazione non può essere combattuta con una rivolta di massa in quanto sarebbe facilissimo per i media far scadere una cosa del genere come una moda passeggera di una generazione di giovani che, sinceramente credo, è diventata arrogante, saccente, triste, divisa nelle piccolissime nicchie e comitive blindate agli estranei.
Non uniamoci (non siamo in grado), bensi sparpagliamoci, dividiamoci definitamente dallo stato, dalla nostra cultura, e tra noi stessi. Torniamo ad uno stato brado, medioevale, uccidiamoci: solo così forse capiremo l'importanza di un govervo giusto, fatto da noi stessi, capiremo l'importanza dei nostri diritti (che devono essere rispettati) e dei doveri che abbiamo

antonio dibiase 17.09.10 18:27| 
 |
Rispondi al commento

47 IL MORTO CHE PARLA

Tremorti, quella della contabilità creativa, ha trovato le ragioni per cui il nostro pil non cresce:
1) Non abbiamo il nucleare
2) Le nostre aziende sono troppo piccole

Un mostro nel panorama degli economisti mondiali.
Sarà mica che non ci sono progetti di sviluppo la causa della nostra recessione rispetto l'Europa?
E dov'è il ministro dello sviluppo economico che dovrebbe proporre lo sviluppo?
Sarà mica perchè il governo non ha una maggioranza e non si può permettere di votare degli emandamenti sui quali cadrebbe?
O forse nello sviluppo sono contemplate leggi e leggine di pubblica inutilità che impegnano(salvo leggittimi impedimenti) governo e opposizione?
Sarà mica la macchina distorta del federalismo che sta producendo una riduzione del pil perchè le amministrazioni sono bloccate?
Saranno mica i patti di stabilità che mettono i comuni nell'impossibilità di investire e creare lavoro?
Saranno mica i tagli a scuola,ricerca e università che fanno si che i giovani lavorino all'estero?
Sarà mica l'elevato debito pubblico e l'enorme evasione che non ci fa investire?
Sarà mica l'elevato indice di corruzione che disperde i soldi pubblici nelle mani di pochi?

Ho capito è colpa del nucleare se l'Italia non cresce.

bruno pirozzi, napoli Commentatore certificato 17.09.10 18:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SE GIANFRANCO MIGLIO FOSSE VIVO E VEDREBBE COSA E' DIVENTATA LA SUA LEGA PRENDEREBBE BOSSI PER IL COLLO FINO A FARLO SOFFOCARE !!

LEGHISTI IPOCRITI !!!

CHISSA' COSA NE SARA' DEL MOVIMENTO 5 STELLE FRA 10-15 ANNI ?, GIURO CHE SE SONO ANCORA VIVA E FATE LA FINE DELLA LEGA VI PRENDO A SBERLE UNO A UNO PARTENDO DA GRILLO !!!

anna T 17.09.10 18:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Capezzone ammette la sua bisessualità.

Ammette solo quella?

cettina. .., isola Commentatore certificato 17.09.10 18:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma quanto ci costano i leghisti?

Tra evasione fiscale, quote latte, sindaci che non pagano le tasse.......

cettina. .., isola Commentatore certificato 17.09.10 18:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

domanda per distratti :

" se il popolo pone al comando, in qualità di rappresentante , un parlamentare a Bruxelles che dovrebbe vigilare sui fondi comunitari e poi lo stesso "popolo" (o quasi) pone al comando delle regioni , come rappresentanti , coloro che si li fregano tali fondi , non vi pare un po' da coglioni?

- c'è un collasso nelle regioni per questo motivo
se ne accorto pure tremorti , ma anche Vendola
che è stato COSTRETTO ad un'alleanza paradossale!

LE COSE SONO DUE :
ci capite un tantinello di economia politica
non ce capite un caxxo in economia politica

se per caso è la seconda , vi invito a riflettere
e documentarvi ...forse si potrebbero trovare anche il resto del malloppo (i famosi 98 miliardi)

come siamo caduti in basso..."my god" !!!

Lenintonio Desani, SPQR Commentatore certificato 17.09.10 18:09| 
 |
Rispondi al commento

La realta' è che ormai l'Uomo è Merce, da USAre, comprare, sfruttare, alla stregua di Vacche, asini, buoi.
Si Allevano in maniera Intensiva per Selezionarne i Campioni da cui derivare Scimmie OGM.
Chi perde, finisce nel Dissociatore Molecolare.
Non si Scappa saltando il Recinto Elettrificato.
C'è un Modo soltanto: passando Vivi da.....
Non dico da dove, ne come.
Matto sì, ma scemo no.
Tanto i Migliori, lo vedo, gia' lo Fanno.

http://www.youtube.com/watch?v=0boOWXa1574

enrico w., novara Commentatore certificato 17.09.10 18:09| 
 |
Rispondi al commento

Diretta Twitter/Corriere della Sera:
"I londinesi guardano le transenne e sembrano non capire. Solo due ragazzi chiedono: ma arriva il Papa? Sono italiani"

Federico Hohenstaufen 17.09.10 18:07| 
 |
Rispondi al commento

Se tre indizi bastano per fare una prova, figuriamoci quattro. L’estate 2010 ci restituisce una Lega Nord dall’immagine molto diversa da quella linda e pinta che si è faticosamente costruita negli ultimi dieci anni. Quattro casi, diversi fra loro, mostrano come il Carroccio ormai sia un partito come tutti gli altri, che deve fare i conti con gli effetti nefasti della seduzione del potere. Dai concorsi pubblici truccati per far vincere le proprie militanti alla parentopoli in puro stile democristiano, dall’auto blu per andare in vacanza con la fidanzata alle foto compromettenti con i boss della ’ndrangheta. Con gli uomini di Bossi che non possono neanche nascondersi dietro il logoro stereotipo degli integri padani che vengono corrotti dagli ammaliatori palazzi romani. Tutti questi casi sono capitati nel profondo Nord.
Vediamoli uno per uno, a cominciare dall’ultimo in ordine di tempo. Ieri Tommaso Labate sul Riformista ha ben spiegato la vicenda di un concorso per otto impiegati di concetto per la Provincia di Brescia. Tutto comincia a fine dicembre 2008: le candidature sono oltre settecento, ma alla prima prova, quella scritta, si presentano in 240. A fine ottobre del 2009 escono le graduatorie, che vedono 38 ammessi al passo successivo, la prova orale.


segue nel sottocommento

mario l., bari Commentatore certificato 17.09.10 18:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Berlusconi vuole sanzioni per chi usa droga. La galera? (giornalettismo)

***


Bene, forse così ci liberiamo di tutti loro!

cettina. .., isola Commentatore certificato 17.09.10 18:06| 
 |
Rispondi al commento

Ma i cinque Maghrebini sono stati incarcerati per punirli del fallimento?

Sereno Despero, Nuova Città Commentatore certificato 17.09.10 18:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Afghanistan, è morto uno dei due italiani feriti in una sparatoria

ma chi se ne frega!
l'importante è che roma sia capitale!
(che poi, scusate, fino a ieri era firenze?)


“LACRIME DI COCCODRILLO”.

La notizia del giorno:
“AFGANISTAN, MORTO UNO DEI DUE MILITARI RIMASTI FERITI”.

Nei prossimi giorni assisteremo alla solita passerella dei politici, per omaggiare il caduto.

Poi verrà celebrato in pompa magna il funerale di stato.

Ed infine, passata la festa, gabbato lù santo, per i famigliari resterà una medaglia e una pensioncina a futura memoria.

Ma che ci stiamo a fare in “AFGANISTAN”, se in otto o nove anni non siamo riusciti a cavare un ragno da un buco?

“LE MIE CONDOGLIANZE AI FAMIGLIARI”.

Paolo R. Commentatore certificato 17.09.10 18:02| 
 |
Rispondi al commento

Bossi: «Rom ladri».


L'ASINO DICE CORNUTO AL BUE!

mario l., bari Commentatore certificato 17.09.10 17:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io non m'arrabbio per lo status sociale dei Delinquenti ch' è direttamente proporzionale al Vertice raggiunto, piuttosto per il Vuoto tangibile nei Rapporti Umani.
Non ha piu' Senso nulla, come a Mathausen.
Dove un Aguzzino, si arroga il diritto di Sfasciarti il Viso, Garantito da una Divisa di Cane.
Abu Graib, in fondo, era un luogo di Ricreazione.
Quella Donna Violentata in un Bosco di Val di Susa, è l'Emblema della nostra Deriva.
Plaza de Mayo, in fondo, non dista poi Molto.
Peron o Pirlon, Pinochet o Pinocchiett, sempre ha quel Brutto Muso di Merda.

Siam nel Pozzo della Caina, dove il Diavolo si Crogiola nel Buco in cui Defeca.
ALtro che TSO per lo Scrivente, come auspica i buon Federico Bararossa.
Bara, lo ripeto.

enrico w., novara Commentatore certificato 17.09.10 17:51| 
 |
Rispondi al commento

Bossi: «Rom ladri».


BOSSI NON AMA SPECCHIARSI!

mario l., bari Commentatore certificato 17.09.10 17:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non tutti i vecchi di questo paese sono colpevoli
anzi c'è chi mi fa notare che i "vecchi" di oggi sono coloro che a venti e trent'anni volevano cambiare il mondo.

Oggi questi settantenni vivono meglio di noi hanno la pensione, hanno la casa pagata e qualcuno ha pure ancora tanta salute, ma se aspettate che parta da loro il cambiamento allora possiamo anche morire qui, loro non hanno stimoli per cui combattere, noi si.

Mi spiace per Norman, non tutti hanno la forza per combattere, ma forse i vent'enni e i trettenni di oggi dovrebbero incazzarsi e organizzarsi per il loro futuro invece di ripiegarsi su se stessi e lamentarsi.

Se avessero fatto così i ventenni del dopo guerra non avremmo mai avuto la ripresa civile che ne venne dopo e che oggi putroppo non esiste più !!



anna T 17.09.10 17:50| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
solo da te può partire una proposta rivoluzionaria: invece di fissare una età minima per entrare in Parlamento, fissiamo una età massima.
40 ANNI PER LA CAMERA E 60 ANNI PER IL SENATO

Che ne pensi ?

Giuliano Fornari 17.09.10 17:39| 
 |
Rispondi al commento


Commenta
Esclusivo
1977: Berlusconi e la pistola


Il fotografo Alberto Roveri decide di trasferire il suo archivio in formato digitale. E riscopre così i ritratti del primo servizio sul Cavaliere. Immagini inedite che raccontano l'anno in cui è nato il suo progetto mediatico. Con al fianco Dell'Utri. E un revolver sul tavolo per difendersi dai rapimenti.


http://www.italysoft.com/news/l-espresso.html


Azz un bel revolver in primo piano sulla scivania.


mario l., bari Commentatore certificato 17.09.10 17:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

AMICI, VOLETE VERAMENTE COMPIERE UN ATTO DEMOCRATICAMENTE INNOVATIVO?
VOLETE DAVVERO CAMBIARE E MIGLIORARE QUESTO NOSTRO SISTEMA?

Allora dovete darmi una mano a contrastare la Malagiustizia ... FORZA, dimostriamo che anche stando seduti davanti ad un computer possiamo fare qualcosa di molto utile!

Condividete, firmate e convincete tutti i vostri amici a firmare questa importante Petizione ... questa è l'unica arma che attualmente abbiamo a disposizione!!!

http://www.petizionionline.it/petizione/responsabilita-penale-dei-magistrati-/2057

Se avete domande o suggerimenti in merito, potete trovarmi su Facebook.

Cordialmente da Otello Martini

"IL MONDO NON E' MINACCIATO DALLA GENTE CHE FA DEL MALE, MA DALLA TROPPA GENTE CHE OSSERVA SENZA FARE NULLA!" [ALBERT EINSTEIN]

Otello Martini 17.09.10 17:38| 
 |
Rispondi al commento

Il cavaliere pistolero: spunta una magnum sulla scrivania di Berlusconi in una vecchia foto del 1977

La foto è datata 1977: in primo piano c’è un giovane ed elegante imprenditore, Silvio Berlusconi che guarda dritto in macchina.

Sullo sfondo, appoggiata in bella vista sulla scrivania, una pistola, modello 357 magnum.

Lo scatto, pubblicato dal settimanale L’Espresso nel numero in edicola da venerdì 17 settembre, è frutto del lavoro di archiviazione di Alberto Roveri, il fotografo che l’ha realizzato e che l’ha ritrovato mentre trasferiva in digitale il suo lavoro.

Il 1977, per Berlusconi è decisivo: si tratta dell’anno in cui, grazie all’allora presidente della Repubblica Giovanni Leone, diventa cavaliere del lavoro.

Non solo: l’imprenditore ha da poco finito il suo “gioiello” edilizio Milano due e si accinge a dare la scalata al Giornale di Indro Montanelli.

Il fotografo sul sito della Repubblica ricorda in ogni dettaglio l’incontro e racconta che Berlusconi “fu di una cordialità unica, ordinò di non disturbarlo e si mise in posa.

Con mio stupore, rifiutò persino una telefonata del sindaco Tognoli”, allora primo cittadino di Milano.

Una sola eccezione disturbò la seduta fotografica: Roveri racconta che ad un certo punto arrivò Marcello Dell’Utri, anche lui fotografato.

Nello scatto Berlusconi e Dell’Utri sfoderano un look pressoché identico: stessa cravatta, gemelli ai polsini, taglio di capelli molto simile.

Berlusconi del 1977, però, non si sente sicuro come oggi.

Racconta ancora il fotografo: “Dopo più di due ore mi invitò a pranzo e prima di uscire tirò fuori da un cassetto due pistole, una per sé e una per l’autista.
Di fronte alla mia sorpresa, si giustificò:
“Ha idea di quanti industriali vengono rapiti?”

http://www.blitzquotidiano.it/politica-italiana/berlusconi-pistola-magnum-foto-cavaliere-549459/

silvanetta* . Commentatore certificato 17.09.10 17:37| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe e cari Grilli,
la morte di Norman ha spaventato anche me. Mi sento molto vicina a questa terribile situazione perché, come molti di noi, sono una che è stata "trombata" ai concorsi per i posti che ritenevo di meritare: avendo lavorato onestamente ed assiduamente, avendo studiato, avendo più qualificazioni degli altri concorrenti.

"Non è un paese per giovani", dici tu, ma non è un paese per nessuno. Clienti di destra, sinistra e centro, massoneria, parentado e amicizia; non si può passare mai in queste condizioni. Non dubito che anche nel caso di Norman, qualche borsa di studio (che per lui non c'era) ci sia stata per qualcun altro soggettivamente (non oggettivamente) meritevole.

Questo sistema si ripete dovunque in Italia, in tutti i lavori (e le graduatorie ove possibile), dall'alto al basso, in tutti gli ambiti di lavoro, pubblico e privato. Si ottengono 2 risultati:
- uno soggettivo: la gente lascia e se ne va, ad altri lavori meno importanti (dove si possa entrare per caso) o ad altri paesi più importanti, mantenendo la propria salute mentale, la propria rabbia e la propria dignità (la quale tuttavia non basta da sola a pagare l'affitto); oppure resta prosternata stesa a fare da zerbino, finché quelli si convincono di avere appunto uno zerbino ossia un servo pronto a tutto (e guarda, devi dimostrarlo davvero);
- uno oggettivo: il paese resta con clienti parenti e famigli a fare tutto, dal segretario di partito al professore d'università alla dattilografa al manager all'operaio all'elettricista ecc., con le conseguenze sul livello dell'azione materiale, morale, amministrativa, ambientale che anche il mio gatto vede ed è in grado di valutare.

Non so come si possa rimediare nel tempo breve. Un modo è quello escogitato da Beppe, quando è andato all'Unione Europea a chiedere che la Germania ci annetta. Credo davvero che sia l'unica strada per risanare una specie di paese come questo.
Intanto alcuni se ne vanno, altri muoiono.
EUSTON

p. ., firenze Commentatore certificato 17.09.10 17:33| 
 |
Rispondi al commento

Londra, cinque persone fermate
"Volevano assassinare il Papa"

Questa notizia puzza MOLTO, ma MOLTO di fake e spiego i perché:
1)Si dice che i 5 arrestati (NETTURBINI) erano tenuti sotto controllo e non capisco perché le forze dell’ordine abbiano agito solo oggi. Forse perché domani ci sarà l’annunciata VERA protesta CIVILE contro il Papa organizzata dagli inglesi, e quindi con questo precedente volerne limitare la portata con provvedimenti restrittivi????

2)I cinque sospettati sono algerini e DOVREBBERO essere estremisti islamici. E che NON sarebbero persone già a conoscenza delle forze dell'ordine per precedenti reati o attentati (!!!!!!!).

3)I cinque sono attualmente in una stazione della polizia, sottoposti a interrogatorio ---> in attesa di essere incriminati <--- (!!!!!!!!)

4)Non sembra che sul luogo dell'arresto siano state rinvenute armi o esplosivi (!!!!!!)
Non sono state rinvenute neanche, volendo proprio far male assai al Papa, una dozzina di uova marce (NDR)

Il Pontefice è stato informato, ma "è calmo".
E ci credo!!!!!

Il marketing millenario del Vaticano colpisce ancora.

Notizie tratte da questo articolo di repubblica.it
(se non ci credete)
http://www.repubblica.it/esteri/2010/09/17/news/minacce_papa-7168767/?ref=HREA-1

Federico Hohenstaufen 17.09.10 17:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Comunque Bossi non ha mai avuto nè ictus, nè ischemie o problemi del genre: è solo la normale evoluzione della razza leghista.

Sereno Despero, Nuova Città Commentatore certificato 17.09.10 17:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

BERLUSCONI, PAGA IL MUTUO ANCHE A ME E TROVAMI UN BUON LAVORO.

Corruttore di merda !


Carlo Carli - Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.09.10 17:29| 
 |
Rispondi al commento

io credo solo che chi fa gesti di questo tipo forse e tutto sommato non abbia nulla da pensare nella vita.......hanno troppo ecco qul'è il vero problema

luciano rossi 17.09.10 17:20| 
 |
Rispondi al commento

cari ragazzi,
forse è meglio che, tutti coloro che avvertono una qualsiasi condizione di sconforto, a immagginare di realizzare un opzione " che non si possa rifiutare" in maniera diretta ed efficace nei confronti di qualche dinosauro tra i più visibili o anche di più.....................!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

sognate " QUESTO NON è UN PAESE PER VECCHI"


buona pellicola.........................


giovanni santeusanio 17.09.10 17:19| 
 |
Rispondi al commento

Se proprio mi dovro suicidarmi lo faro imbottito di dinamite..un esplosione con i controcazzi a montecitorio durante una riunione straordinaria dei nostro ONOREVOLI

mattia t., roma Commentatore certificato 17.09.10 17:18| 
 |
Rispondi al commento


Berlusconi nega la compravendita,intanto entra ed esce dai grandi magazzini,
ma ha offerto di tutto a Razzi dell’Idv

mario l., bari Commentatore certificato 17.09.10 17:17| 
 |
Rispondi al commento

MAZZETTA VERDE LA TRIONFERÀ
Soldi, truffe, abusi all’ombra della Lega

Lega ladrona?

I casi di malcostume e corruzione all’ombra del Carroccio si moltiplicano, tanto che un dirigente sempre abile ad annusare l’aria che tira, come il governatore del Veneto Luca Zaia, ha ammesso l’esistenza di una questione morale dentro la Lega.

“Non possiamo permetterci di essere criticati per i nostri comportamenti amministrativi”, ha dichiarato Zaia,“noi della Lega abbiamo il dovere d’essere doppiamente puliti rispetto agli altri, perché da noi i cittadini si aspettano il massimo del rigore”.

Invece proprio dal Veneto arrivano gli ultimi casi di pulizia non proprio perfetta.

Il senatore della Lega Alberto Filippi, di Vicenza, è accusato dal faccendiere Andrea Ghiotto di avere un ruolo nella maxi evasione scoperta ad Arzignano, feudo padano e distretto della concia.

Una brutta storia di tasse non pagate e di controlli aggirati: le indagini, in corso, diranno se anche a suon di mazzette.

A Verona, Gianluigi Soardi, presidente dell’azienda del trasporto pubblico cittadino Atv (ma anche sindaco leghista di Sommacampagna), si è dimesso dopo che la polizia giudiziaria è piombata nei suoi uffici e ha sequestrato documenti contabili da cui risulterebbero spese gonfiate e ingiustificate.

Camillo Gambin, storico esponente del Carroccio ad Albaredo d’Adige (Verona), è agli arresti domiciliari per una brutta storia di falsi permessi di soggiorno rilasciati in cambio di denaro.

Alessandro Costa, assessore alla sicurezza di Barbarano Vicentino, è indagato per sfruttamento della prostituzione: gestiva si-ti di annunci a luci rosse.

Nel vicino Friuli-Venezia Giulia, il presidente del consiglio regionale, Edouard Ballaman, si è dimesso dopo essere finito nel mirino della Corte dei conti per una settantina di viaggi in auto blu fatti più per piacere che per dovere. [...]

da IFQ di oggi

silvanetta* . Commentatore certificato 17.09.10 17:15| 
 |
Rispondi al commento

Bossi dice SI al decreto su Roma Capitale, praticamente una carrettata di soldi, perché " Alemanno piangeva ".

Una dichiarazione a dir poco da PIRLA.


Carlo Carli - Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.09.10 17:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Norman è stato ucciso da decine di milioni di italiani, è stato un omicidio di massa, di indifferenti che muovono il culo solo se sono toccati direttamente."
...

Si puo' tranquillamente aggiungere che anche chi e' toccato in prima persona non fa un cavolo.

Il paese e' amorfizzato e il modello sociale proposto dai governanti e' riconducibile al concetto "prima o poi la fortuna girera' dalla mia parte":
Investiamo in futuro con la stessa partecipazione, dedizione, morbosita' e speranza con la quale giochiamo al lotto, all'enalotto e il totocalcio!
Quindi da cio' si evince che, riporre le nostre aspettative di vita in mano a "terzi" e' una proiezione mentale ormai consolidata.
...d'altronde non e' forse l'Italia il paese dei cartomanti, chiromanti, veggenti e fattucchiere?

Esprimendo solidarieta' a Norman, a me piacerebbe leggere, ogni tanto, post dove la fiducia, un progetto condiviso, prefigurasse la visione di un mondo possibile, fatto di proposte e non sempre di proteste che hanno un effetto taumaturgico su persone gia' psicologicamente debilitate o sfiduciate.
La curva dell'indignazione, credo, abbia raggiunto l'apice e sia diventata rassegnazione, stagnazione...calma piatta:
C'e' bisogno d'altro...un progetto che rifletta le esigenze del popolo, dei lavoratori che si identifichino nel programma, lasciandosi alle spalle questa brodaglia di faccendieri corrotti.

Io non credo nel progetto e sforzandomi di addebitarti tutta l'onesta' possibile, non rieso a fare a meno di imputarti una certa superficialita' o magari un egocentrismo esasperato che non conduce da nessuna parte!

Sono circa sei anni che seguo il blog e di compagni di viaggio da te "proposti" per uscire fuori dal pantano ne e' piena la web-story:
Dove sono finiti tutti? Grillo la barzelleta di chi guidava contromano in autostrada la conosciamo..
facciamo si, che rimanga solo una barzelletta e cerchiamo di guidare nella direzione giusta...
perche' le multe poi, alla fine le paghiamo sempre e solo noi.

anthony* c. Commentatore certificato 17.09.10 17:13| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Vogliamo lanciare un segnale forte, chi non salda i debiti può portare suo figlio a mangiare a casa"

concetta lavacca

qualcuno avvisi codesta vacca che il suo caro sindaco del cazzo, che si preoccupa del pagamento dei buoni pasto, prima di chiedere i soldi ai genitori degli alunni, vada a saldare i debiti con l'erario, che ammontano a cifre ben più alte!

macchelavvisiamoafareastavacca?

il Mandi Commentatore certificato 17.09.10 17:11| 
 |
Rispondi al commento


DAL FATTO QUOTIDIANO.


Ci prendono in giro. Il sindaco di Adro Oscar Lancini e il ministro dell'Istruzione Mariastella Gelmini vogliono farci credere che il simbolo che tappezza il 'polo scolastico Gianfranco Miglio' sia un innocente retaggio della cultura e della storia della Lombardia. Invece è, anche legalmente, un logo del Carroccio, protetto dalla registrazione n.0000857037 del Ministero dello Sviluppo Economico (articolo di Chiara Avesani). Dall'ingresso al tetto, dai banchi ai bagni. Sui muri, sulle porte, sui posacenere, il logo della Lega nord compare in ogni angolo di una scuola della Repubblica Italiana, in evidente spregio della Costituzione. Già ventimila persone hanno sottoscritto il nostro appello perché sia rimosso e molti continuano a farlo.

mario l., bari Commentatore certificato 17.09.10 17:07| 
 |
Rispondi al commento

Brancher, le motivazioni della condanna: “Prezzolato e ricettatore”

Aldo Brancher è un “ prezzolato” e pure un “ ricettatore”, perché i soldi ottenuti dall’ex banchiere Gianpiero Fiorani erano di provenienza illecita.

Soldi che uno dei cosiddetti “ furbetti del quartierino” ha dato tra il 2001 e il 2005 all’attuale deputato del Pdl in virtù “del suo ruolo significativo all’interno del partito di appartenenza (Forza Italia, ndr)” e per le sue “ottime relazioni con esponenti di altri partiti”, cioè la Lega.

Lo scrive nelle motivazioni il giudice Annamaria Gatto del tribunale di Milano, che il 28 luglio scorso ha condannato Brancher a 2 anni di carcere e a 4 mila euro di multa.

[…]Nelle motivazioni del giudice si legge che “appare del tutto plausibile” quanto affermato da Fiorani: con Brancher c’era “una sorta di intesa” per incassare “500/600 mila euro a più riprese” per “interventi diretti ad influenzare le nomine dei candidati alle elezioni nella circoscrizione lodigiana”.

Effettivamente – ricorda la stessa Gatto - tra marzo e aprile 2001, Brancher riceve 200 mila euro e a Lodi, alle politiche del 13 maggio, viene candidato (ed eletto) Vittorio Falsitta, “gradito all’ad”.

Nelle motivazioni si parla anche di altri 200 mila euro consegnati a Brancher da Fiorani a fine marzo 2005.

Metà di quei soldi – secondo l’ex banchiere – il deputato li avrebbe dati all’attuale ministro Roberto Calderoli.

L’esponente leghista ha negato ogni addebito davanti al pm Eugenio Fusco.
Brancher invece non si è mai fatto interrogare.
Il sostituto, di fronte alla sola parola di Fiorani, ha chiesto e ottenuto dal gip l’archiviazione per Calderoli.

Da IFQ di oggi

silvanetta* . Commentatore certificato 17.09.10 17:01| 
 |
Rispondi al commento

leggo oggi sul fatto che la leganord ha brevettato il "sole delle alpi".

ok, questo dimostra la falsità, come se ce ne fosse bisogno, di un sindaco leghista.

il problema adesso è un'altro!

se la lega deve far brevettare tutti i simboli che le appartengono di natura, diventeranno loro:

il carroccio
(tipico carretto celtico trainato da asini bipedi, da non confondere con il carretto siciliano, che utilizza la moglie di bossi)

la trota
(tipico affettuoso nomignolo per il figlio del leghista, che raffigura la sua intelligenza)

i coglioni
(aggeggi a loro inutili ma sintomatici del loro carattere)

l'ipocrisia
(altra caratteristica tipica del puro leghista, dire una cosa e farne un'altra)

gli acefali
(tipica sindrome neurologica acuta insita nel dna celtico/padano)

la coca
(caratteristica sostanza che viene messa sul panettone in sostituzione dello zucchero a velo)

il verde
(colore simbolo della padania, gemellata con la libia che lo usa per la propria bandiera)

l'ignoranza
(la prima cosa che si nota in un elettore della lega, anche se cercano di nasconderla in tutti i modi)

le ampolle
(opere d'arte di murano che vengono amorevolmente trasportate a piedi da pian del re a venezia)

il po
(confine naturale tra la padania del nord e la padania del sud)

i leoni di san marco
(felini tipici della pianura padana)

il razzismo
(simpatica maniera di far notare agli altri che sono nettamente migliori dei leghisti, anche se poi li fanno lavorare in nero, forse per il colore)

ecc. ecc.

rimarranno a nostra disposizione, in quanto non minimamente accostabili con la lega nord:

i dizionari
la sintassi
le enciclopedie
la cultura
la storia d'italia
la matematica
il versamento delle tasse
il versamento dell'iva
2000 anni avanti cristo
1984 anni dopo cristo
la solidarietà
l'antirazzismo
ecc. ecc.

entrambe le liste potrebbero andare avanti, in particolare la seconda, ma i limiti del commento vietano lungaggini!


Bologna, 17 set. - (Adnkronos) - Il Tribunale civile di Bologna ha rigettato il ricorso che i grillini avevano presentato contro la terza candidatura di Vasco Errani alla presidenza della Regione Emilia Romagna. E' stata invece rinviata al prossimo 11 ottobre per un difetto di forma l'udienza per discutere un analogo ricorso dei Radicali. Deluso il consigliere regionale grillino Giovanni Favia che al termine dell'udienza, durata circa 30 minuti, ha commentato: ''In Italia chi ha gli avvocati migliori la fa franca. In Italia vince la cultura giuridica e non vince il rispetto di una legge dello Stato''.

CHARLES BUKOWSKI

HANCK BUKOW (hanck17) Commentatore certificato 17.09.10 16:55| 
 |
Rispondi al commento

COL GIUDICE DI CL UN FORMIGONI È PER SEMPRE
Radicali:

“Il magistrato che bocciò il ricorso di Grillo vicino al governatore”

[…]“Il limite del secondo mandato per i governatori delle Regioni previene un conflitto d’interessi oggettivo, palese nel caso di Roberto Formigoni”, accusa il radicale Marco Cappato, impegnato nel ricorso d’appello contro l’eleggibilità del presidente della Lombardia.

“Questo si manifesta chiaramente – afferma Cappato – nel caso del giudice che ha bocciato il ricorso in primo grado: si tratta di Alda Vanoni, in passato organica del movimento cattolico Comunione e liberazione (di cui Formigoni è un esponente di primo piano), per cui è stata fondatrice e presidente dell’associazione Famiglie per l’accoglienza”.

[…] A LUGLIO la doccia fredda: il Tribunale di Milano boccia il ricorso dei “grillini” e lascia Roberto Formigoni (Pdl) seduto comodo sulla poltrona di governatore della Lombardia.

Il Movimento 5 Stelle aveva presentato ricorso perché Formigoni è già al quarto mandato, mentre una legge nazionale impone un limite di due per i presidenti delle Regioni.

Stesso problema del governatore dell’Emilia Romagna Vasco Errani (Pd), al terzo mandato, e proprio oggi il Tribunale di Bologna valuterà il caso in seguito al ricorso presentato sempre dai “grillini” insieme ai Radicali.

Cappato precisa anche che “le norme sul conflitto d’interesse dei magistrati non danno possibilità, secondo noi, di intervenire in alcun modo”.

Ma nel caso Formigoni, “anche questo episodio, lasciando perdere quanto emerso dall’inchiesta sulla P3, è una dimostrazione palese di come il governatore sia ormai al centro di un sistema di potere ampio e diversificato che ha rapporti con tutti i poteri della Lombardia, anche con i giudici evidentemente: altra dimostrazione di quanto sarebbe positivo limitare a due i mandati, cosa per altro che la legge nazionale già impone”. […]

da IFQ di oggi


silvanetta* . Commentatore certificato 17.09.10 16:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Zaia: una Bibbia per ogni studente veneto
La Gelmini: giusto, sono le nostre radici
Il ministro dell'Istruzione: «Serve per formare cittadini
responsabili e aiuta a conoscere la nostra storia»

---------------------------------

Già la vs storia.... i chiodi e il martelLo nonchè la mente che crucifisse il nazZareno erano di origini peninsulari.

la ipocresia di ponsio pilatos che si lavo le mani prima della uccisione.

Poi il ministro zaia sicuramente farà attenzione al comandamento

"NON RUBERAI" imagino i figli di questi veneti con la biblia in mano raggionando su la merda di genitori che hanno.

LEGHISTI SIETE PIù LADRI CHE I ROM CHE PREFERISCO PERCHE QUESTI FORZE RUBANO QUALCUNO CHE HA SOLDI MA VOI FIGLI DI P......... RUBATE GENERAZIONI CHE NON SONO ANCORE NATE FACENDO CRESCERE IL DEBITO PUBBLICO A LIVELLI INCREDIBILI.

AGGGGGGGG mi viene il vomito per tanta IPOCRESIA

Eduardo Dumas ( edu latino), milan Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.09.10 16:48| 
 |
Rispondi al commento

Il 23 settembre riparte Annozero

http://3my78.blogspot.com/2010/09/il-23-settembre-riparte-annozero-e-la.html

Emiliano R., Arezzo Commentatore certificato 17.09.10 16:47| 
 |
Rispondi al commento

Molto, molto interessante, su MARCHIONNE, uomo della Philip Morris:
http://www.umanitanova.org/n-28-anno-90/marchionne-le-provocazioni-antioperaie-di-un-contrabbandiere-di-sigarette

Q.Q. 17.09.10 16:46| 
 |
Rispondi al commento

Probabilmente Santoro andrà in onda sottotitolato.
In apertura ci sarà una "berluschina" che annuncerà così :
"Va ora in onda, per imposizione di quei comunisti della magistratura, lo spazio dedicato al programma anno zero.
Si consiglia ad un pubblico adulto, e ai minori se accompagnati nella visione da un seguace del popolo della libertà"

Kasap Aia, Eridu Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.09.10 16:43| 
 |
Rispondi al commento

LItalia non è un paese per giovani perchè non ci sono abbastanza giovani nelle istituzioni è semplice.Io credo che bisognerebbe inserire delle quote fisse di under50 in tutte le istituzioni locali e in sede parlamentare bisogna che alla camera ci siano solo under50 eal senato solo over50,questo amio modo di vedere garantirebbe quello che in italia manca ovvero un continuo ricambio generazionale nelle isttuzioni euna continua e proficua mediazione tra quello che è neccessario oggi e quello che èmeglio per domani.

P.s faccio le mie piu sentite condolianze ai parenti di Norman

Simone M., Varese Commentatore certificato 17.09.10 16:34| 
 |
Rispondi al commento

lavoro....giovani....

sono 3 anni che posto evidenziando il problema...

telelavoro...terziario avanzato ....corridoio otto...nanotecnologie...robotica.....

non siamo produttori di materie prime....ma siamo molto creativi...sappiamo offrire valore aggiunto..

mi da un pò al cazzo che...in questi 3 anni alcuni mi hanno dipinto ..mafioso...commerciante..sfruttatore....terrone..inaffidabile.....

diffidenza ? prevenzione ?...bah ! non commento

ragazzi ...avete mille opportunità di lavoro...internet è IL FUTURO !!!

il lavoro in remoto ..è una realtà internazionale che offre compensi interessanti...cazzo ...ma quando lo capirete ???

anche GRILLO disse che il telelavoro E' IL FUTURO...poi si perse nel pettegolezzo quotidiano...e la vendita online di magliette e cappelli....

ragazzi...ne ho i coglioni pieni delle sceneggiate del DI PIETRO...DEL BERLUSCONI....DEL D'ALEMA....and co.

perchè non si parla di lavoro ? perchè non offrono suggerimenti ? perchè non si pianifica strategicamente il flusso con l'oriente ?

non sopporto che ad ODESSA un diplomato percepisca 3000 dollari al mese.......ed in italia un laureato si suicidi !!!!!

sfrittellate le palle ogni giorno con i vostri stupidi copia-incolla su berlusconi e non vi rendete conto della drammaticità quotidiana VISSUTA DAI NOSTRI GIOVANI !!!

mi ci sciacquo le palle con BERLUSCONI....preferisco rimanere reattivo e proporre opportunità nel terziario ....

per voi sono un coglione meridionale.....per una multinazionale sono l'amministratore delegato..

..si parli più di lavoro....e si eviti di fare le battone online tutti i giorni !....

non proponete nulla di nuovo...rigurgitate solo ciò che i quotidiani scrivono ! (bella soddisfazione del cazzo )....

gli anni più preziosi dei nostri ragazzi...stanno sfumando nella desolazione....nella rassegnazione....e noi che facciamo ?

teste di cazzo...svegliatevi... !!!

...(la vedo amara...oggi mi son fatto altri 20 nemici ...meglio così )

pippo ghaibald, casa mia Commentatore certificato 17.09.10 16:23| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

----"Il suo burqa spaventa i bimbi"
I genitori raccolgono firme---
--------------------------------------------------

In alcune sezioni della Lega vorrebbero raccogliere le firme per obbligare Ivanona Iorio a metterselo...

maurizio spina Commentatore certificato 17.09.10 16:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

avete visto il primo video a sinistra
Beppe Grillo in "Sposerò Nichi Vendola"?..

l'ha postato l'autore Andrea Cosentino stamattina alle 9

a me già il titolo pare simpatico.. ;-)

e poi anche il ragazzo che la mattina fa colazione leggendo il blog di Beppe

c'è feeling, su, inutile negarlo!.. ;-)

Paola Bassi Commentatore certificato 17.09.10 16:17| 
 |
Rispondi al commento

http://www.annozero.rai.it/dl/portali/site/news/ContentItem-92c6c996-88dd-45e1-a2b5-fc9cea3be0b7.html?refresh_ce


Cari amici, sono di nuovo costretto a chiedere il vostro aiuto. Giovedì 23 settembre alle ore 21.00 è prevista la partenza di Annozero ma la redazione è tornata al lavoro da poche ore e con grande ritardo, i contratti di Travaglio e Vauro non sono ancora stati firmati e lo spot che abbiamo preparato è fermo sul tavolo del Direttore Generale .

Tuttavia,se non ci sarà impedito di farlo, noi saremo comunque in onda giovedì prossimo e con me ci saranno come sempre Marco e Vauro.

Vi prego, come avete fatto con Rai per una Notte, di far circolare tra i vostri amici e tra le persone con cui siete in contatto questo mio messaggio avvertendoli della data d’inizio del programma.
Nelle prossime ore vi terrò puntualmente informati di quanto avviene.
Un abbraccio

Michele Santoro


Senti, sono venti anni che lo diciamo, io e Bobo. Se la modernità non ha un cuore antico diventa una strada che non porta da nessuna parte. E se la modernità diventa subalternità al potere, l’unico approdo è la via degli inginocchiatoi davanti ai padroni del vapore.

cesare beccaria Commentatore certificato 17.09.10 16:09| 
 |
Rispondi al commento

Beppe prova ora ad andare nel PD..
scommetto che ti accolgono con l'inchino...
STI' VERMI....

anib roma Commentatore certificato 17.09.10 16:08| 
 |
Rispondi al commento


Veltroni aveva detto che si trasferiva in Africa, invece ha comprato il loft per la figlia a New York.

cesare beccaria Commentatore certificato 17.09.10 16:05| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

sono d'accordo con te su tutto il post ma NON SUL FATTO che la spaccatura del paese sia tra giovani e vecchi.
Non è la prima volta che insisiti su questa "divisione" ma sono convinto non sia assolutamente in caso di fare una guerra generazionale.
Se i giovani in questo paese non hanno opportunità non è colpa dei vecchi in generale ma della classe dirigente (giovane e vecchia insieme) che ci sta fottendo il futuro!!!
Se non avrò la pensione non è perchè i miei genitori godono della pensione dopo aver versato 35 anni di contributi facendosi il culo ma perchè qualcuno ha utilizzato e sperperato i soldi che i miei genitori hanno versato all'INPS.

Forse lo scontro "generazionale" è più "attraente" come concetto (soprattutto tra i lettori di questo Blog) ma dobbiamo renderci conto che quello di cui avremmo bisogno per migliorare questo paese è il vecchio e ormai in disuso "scontro di classe"!!!

Il giovane figlio di PAPI sta sicuro che no ha nessun problema in questo "paese di vecchi" mentre il vecchio lavoratore onesto deve spesso convivere con gli stessi problemi dei suoi figli (sopratutto se non tanto vecchio da essere già in pensione).

Anche la malattia dell'egoismo e del menefreghismo è una malattia intergenerazionale; magari tutti i giovani fossero meglio dei vecchi.. almeno avremo più speranze per il nostro futuro!! Purtroppo personalmente non vedo questo grande migliorameneto nelle nuove generazioni. Pensi mgiorerebbe qualcosa se al posto (ad es) dello psiconano mettessimo Marina e al posto di Bossi la trota?!?!

fabio news 17.09.10 16:03| 
 |
Rispondi al commento

NON E' UN PAESE PER GIOVANI.

Enorme dispiacere per un ragazzo che non ha avuto la forza di continuare a lottare per una vita dignitosa.

Grandissimo dispiacere perchè "nessuno" è stato in grado di ascoltarlo,di aiutarlo,di dargli una parola di conforto!

E' QUESTO IL PROBLEMA!

Non è un problema di età,ma di comunicazione!

Gli anziani hanno da darci molto,parlo di quelli sani,possono trasmetterci la loro esperienza di vita.

I giovani hanno la vitalità e l'incoscienza tipiche dell'età.

Sarebbe un connubio fantastico,un'esplosione di vita,un interscambio continuo e fortissimo,dove gli anziani e i giovani non si sentirebbero inutili!

NON SI SENTIREBBERO INUTILI,CAPITE?

La vita è un giro per tutti,si nasce si cresce e s'invecchia,tutti coloro che hanno la fortuna di viverlo ci passeranno.

Come caxxo si fa a maltrattare un anziano?

Se tutto va bene saremo noi un domani!

Come si può voler il male di un giovane?Lo siamo stati anche noi!

Avete capito dove voglio andare a parare???

E' IL RAPPORTO TRA LE VARIE GENERAZIONI CHE FA PAURA!!!

LA SAGGEZZA DEGLI ANZIANI "NON" DEVE ESSERE IN DIRETTO RAPPORTO CON LA FORZA DEI GIOVANI!!!

Qualcuno ha capito che corteggiare entrambi è estremamente redditizio,qualcuno ha capito che con la televisione si può fare meglio che in passato.

NON DOBBIAMO CERCARE UN MONDO DA GIOVANI,DOBBIAMO CERCARE UN MONDO SENSATO!

Arrivederci e grazie.

Nando da Roma.

p.s.

NOVANTOTTOMILIARDI,98!

Inchieste,post,interrogazioni parlamentari!

Dobbiamo andare a "Chi l'ha visto(i)"???

Ci sono o no?

Si possono recuperare,o no?

Se ne può parlare,o no?

E' argomento da Blog,ono?

Stessa storia dello Studio Legale.

Si può avere una caxxo di risposta almeno???

p.s.1

Scusate il ritardo.

Nando Meliconi (in arte "l'americano"), roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.09.10 16:02| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

pizozzi... invce di pensare a roma capitale e Bossi che sono questioni fuori dalla tua portata, pensa a queste cose spicciole della tua citta':

E' morta mercoledì scorso, nel reparto di rianimazione dell'ospedale Cardarelli di Napoli, Iolanda B., l'85enne che il 29 agosto, si era fratturata un femore e, mentre veniva accompagnata da tre infermieri a fare le radiografie, è caduta dalla barella, ferendosi gravemente la testa.

sud: 65 anni di mantenimento free ed invece di essere una svizzera, siete conciati peggio di prima: colpa del tuo nemico Bossi anche questo ?

Concetta Sardarulo Commentatore certificato 17.09.10 16:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

per Concetta 15:27
***

che si augura che domani alla manifestazione ad Adro ci sia la polizia e che meni..

la polizia ha già fatto il suo exploit ieri contro i No Tav in Val di Susa

io credo che non convenga tirare troppo la corda..


http://www3.lastampa.it/torino/sezioni/cronaca/articolo/lstp/138812/

la faccia della donna

http://www.osservatoriorepressione.org/2010/09/torino-gridavo-basta-ma-i-poliziotti.html?spref=fb

Paola Bassi Commentatore certificato 17.09.10 15:59| 
 |
Rispondi al commento

Grazie mille a Beppe e a tutto lo staff del blog per il grande lavoro che stanno facendo. Devo dire però che data la vera natura del sistema monetario ed economico nel mondo le alternative proposte da Beppe sono si molto valide e giuste, ma non abbastanza da risolvere il 90% dei problemi che ci stanno portando all'autodistruzione. Bisogna iniziare a guardare il quadro nella sua totalità. Non ha assolutamente nessun senso logico continuare a mettere le "pezze" alle falle di questo sistema, quando il sistema stesso è costruito su difetti impossibili da cambiare, per esempio la continua ricerca del profitto. Dopo anni di ricerche mi sono imbattuto nel "Venus Project", il quale propone un cambiamento totale del sistema stesso in favore di una nuova forma di economia basata sulle risorse. Nei siti www.thezeitgeistmovement.com e www.thevenusproject.com potete trovare tutte le informazioni riguardanti i progetti e ciò che si può fare per mettere in pratica le idee presentate. Bisogna rendersi conto che l'illusione che stiamo vivendo è molto più grave e profonda di quanto Beppe ci abbia mostrato. Detto questo la scelta ultima spetta sempre a voi, ma prima di decidere riflettete veramente sulle cause di TUTTI i problemi del mondo. Pace a tutti.

Danilo Malatesta 17.09.10 15:59| 
 |
Rispondi al commento

Riguardo all'articolo si potrebbe dire:

"Somebody got lucky, but it was an accident"
(Bob Dylan)

A qualcuno e' andata bene, ma e' stato un incidente.

maro sowclett Commentatore certificato 17.09.10 15:59| 
 |
Rispondi al commento

Volevano uccidere il Papa, arrestati 5 islamisti
ANSA.it - ‎

..peccato che oggi è.. venerdì 17........

anib roma Commentatore certificato 17.09.10 15:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'Italia non è un paese per i giovani perchè non investe sul futuro; l'Italia non è un paese per anziani perchè se non muoiono prima di andare in pensione moriranno comunque di fame; l'Italia non è un paese per le donne perchè è il paese occidentale più maschilista in assoluto; l'Italia non è un paese per gli onesti che grazie ai furbi oggi si chiamano coglioni...
Forse l'Italia non è un paese.


Per ora i leghisti imbullonano i crocefissi. Poi passeranno a imbullonare i cristiani.
Viviana

viviana v., Bologna Commentatore certificato 17.09.10 15:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quanto accaduto a quest'uomo (ragazzo) è incredibile, da padre di un neo iscritto all'università mi si stringe il cuore. Questa società che gli ha permesso di raggiungere un traguardo tanto ambito come la laurea, con lode, non ha saputo valorizzare ciò che di piu' caro e importante possa esistere; la vita. Non sono bigotto, tutt'altro, sono sicuro che quanto stà accadendo in questo strano paese, ossia la perdita di tutti i riferimenti logici e morali, possa avere contribuito a terrorizzare questo ragazzo che colto di studi, vede e sente Politici parlare di merito mentre difatto promuovono raccomandati, mercenari o nominano il proprio figlio, diplomatosi con difficoltà, in ruoli istituzionali. Lui invece, sicuramente bravo paradossalmente laureato in Filosofia ma non inserito nel costesto indicato si è sentito svuotato di ragioni, tradito da tutti ed inutile, credendosi incapace di affrontare la vita. A Lui da cittadino dico: "hai sbagliato, non dovevi non è giusto" da padre "Ci manchi, eri tu parte della nostra Vita"; Ai genitori di questo ragazzo, "fatevi forza". Ai politici ed ai falsi predicatori che grassi di lauti stipendi in nome dell'economia negano il futuro ad intere generazioni dico "vergognatevi siete falsi ed indegni di rappresentarci; ricordateVi io ci sarò quando sarà il momento di tirarVi le monetine che ho avanzato con Craxi".

maurizio milani 17.09.10 15:27| 
 |
Rispondi al commento

Cordoglio alla famiglia del ragazzo che si è suicidato. Però ricordiamoci che viviamo nel "migliore dei mondi possibili" e che invece di lagnarci sempre su dinosauri, politici ladroni e corrotti dovremmo fare come hanno fatto i nostri genitori...ricostruire il nostro paese con impegno, lavoro, denunce, studio, studio e studio.
Mi risulta che in molte classi i più bravi siano propri i figli dei cd extracomunitari! Vuoi vedere che la prossima classe dirigente avrà nomi bengalesi, ivoriani, cinesi.

Daniele Agostino 17.09.10 15:24| 
 |
Rispondi al commento

Padre Balducci 2
Il 1° obiettivo è cambiare questo mondo, nel piccolo e nel grande, facendo scelte precise, chiederci, di fronte a ogni legge o programma che ci viene proposto, cosa significa per coloro che portano il peso dell'iniquità della ricchezza
Noi amministriamo cose che più o meno sono derivate da una organizzazione-rapina. Saperlo porta a una severa attitudine morale che poi scatta nei momenti giusti a suggerirci valutazioni conformi a verità
Siamo stati così mercificati mentalmente che non sappiamo più vedere le cose se non secondo il valore di merce. Anche Dio viene mercificato come garanzia dell'ordine economico esistente
L'occhio mercificato è l'occhio che domina, per cui ci è negata la purezza delle cose, un contatto vero con la realtà. Così la nostra vita consumistica ci fa deperire come soggetti umani
Perfino nei nostri rapporti inter-soggettivi quel che conta non è l'essere ma l'avere. Noi siamo fieri di stare con gente che ha, non con gente che è. Uno che è ma non ha, non conta più nulla per noi. Abbiamo questo vizio strutturale, una deformazione antropologica radicata che ci rende presuntuosi. Abbiamo una ripugnanza profonda per l'uomo che non ha. Questo è l’effetto della ricchezza iniqua: siamo disumanizzati. E’ perciò cerchiamo dei rapporti veri, veramente umani. Cerchiamo un rapporto con la natura non soggetta alla terribile legge che sta distruggendo tutto
Qui ci vuole una rivoluzione culturale che ci restituisca gli occhi veri: nei rapporti reciproci, nei rapporti con la natura, con le cose, nei progetti della giornata
20-30 anni fa credevamo di essere l'avanguardia nella carovana umana e si guardava gli arretrati dicendo: «Presto arriverete anche voi». Oggi non abbiamo più il coraggio di dirlo
Vorremmo finalmente ritrovare rapporti di scambio in cui la legge non sia quella della ricchezza ingiusta ma dell'amore reciproco, della solidarietà. Ormai ce lo gridano le piante, il cielo, i frutti che portano il segno della vergogna.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 17.09.10 15:23| 
 |
Rispondi al commento

3
Dobbiamo ridare concretezza a questo sogno antico ed essere molto più abili dei figli delle tenebre, che amministrano il mondo. Abilità non vuol dire astuzia, vuol dire scal¬trezza, competenza, impegno, attenzione. Dobbiamo non ritirarci lasciando il mondo in mano agli amministratori iniqui ma sottrarre il mondo dalle loro ma¬ni. E’ questo il nostro compito.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 17.09.10 15:20| 
 |
Rispondi al commento

ROMA LADRONA...PARDON CAPITALE

L'abbraccio tra alemanno e calderoli è il simbolo della nuova ipocrisia.
A Roma è stato conferito lo status di ente speciale e bossi si è giustificato dicendo di averlo approvato perchè alemanno piangeva.
Leghisti il vostro capo si arrampica sugli specchi e dopo tutto quello che predica a destra e a manca, questa è la riprova del gran pezzo di me..a quale è.
Il senatur è da tempo che criticava Roma ladrona, ma adesso che vi è approdato meglio passare alllo slogan sud sprecone e voi tutti a seguire il gran pecorone.

bruno pirozzi, napoli Commentatore certificato 17.09.10 15:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

1
Ernesto Balducci osservava che, nel Vangelo di Luca, Cristo non fa differenza tra ricchezza giusta e ingiusta. La ricchezza è intrinsecamente disonesta.
Quanti amministratori si fanno amici attraverso transazioni disoneste, quanti commercianti speculano per trarre guadagni illeciti!
Ma è troppo comodo uscire dalla cit¬tà considerandola perduta.
Se è vero che la ricchezza è iniquità, siamo tutti dentro una struttura iniqua che non abbiamo costruito, eppure ci viviamo. Oggi poi non c'è un fatto economico in un punto qualsiasi del pianeta che non abbia rapporti oggettivi con un altro fatto economico. Il nostro benessere e la fame del mondo sono tali che l'uno è perché c'è l'altro. Qualcuno dice;«Non c'è niente da fare». Molti giovani lasciano la vita sociale, cercano un modo di vivere più legato alla natura.
Non è però la via giusta, perché o ci si salva insieme o non ci si salva. Se io voglio salvarmi lasciando alla loro perdizione i corrotti, già per questo non mi salvo.
Viviamo in una società di scambi, dove la fatica di uno rifluisce in beneficio di tutti e la fatica di tutti rifluisce, come possibilità di godimento di un bene, su ciascuno.
Il denaro è un ritrovato dell'uomo sociale, dell'uomo razionale. Ma se i rapporti col denaro sono improntati alla violenza, alla prevaricazione, al dominio dell'uno sull'altro, tutti andremo male.
L'economia è perversa se da una parte crea l'ac¬cumulo di denaro e dall'altra lo sfruttamento e la povertà.
Il valore cristiano fondamentale non è difendere Dio ma liberare i poveri dallo sfruttamento.
La scelta di fondo da fare non è quella di una ricchezza pulita che non c'è. Anche i salari, gli stipendi rientrano in questo. Noi possiamo usufruire di una privilegiata spartizione del reddito se esso viene da uno sfruttamento compiuto altrove. Non c'è nessun soldo puro. Ogni soldo puzza. Ma invece di stare a demonizzare il soldo andiamo a vedere i rapporti reali che nel denaro si rispecchiano
(segue)

viviana v., Bologna Commentatore certificato 17.09.10 15:15| 
 |
Rispondi al commento

Link dell'intervista alla Zanicchi.

http://www.giornalettismo.com/archives/82179/zanicchi-detto-si-vivisezione/

vinc enzo 17.09.10 15:09| 
 |
Rispondi al commento

La zanicchi europarlamentare del pdl non sa quello che vota.
In un'intervista la Zanicchi ha detto di aver votato a favore della direttiva europea sulla vivisezione,ma non era a conoscenza del fatto che la direttiva riguardasse anche i cani e i gatti.
La zanicchi si e' giustificata dicendo che non puo' seguire i lavori di tutte le commissioni.
A questo punto anche un bimbo di nove anni puo' fare l'europarlamentare.

vinc enzo 17.09.10 15:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

il ragazzo ha sbagliato ad ammazzarsi, dandola vinta a un sistema di perbenisti beceri qual è il nostro paese.
Ma sono critico nei confronti di Norman soprattutto per un'altra cosa: come mai ha voluto solamente, a tutti costi, fare carriera in ambito universitario?? Xke non ha provato altre strade?? Intelligenza non è solo saper interpretare dei concetti e saperli collegare, ma anche sapersi adattare, essere flessibili, credere in tutto, e credere in nulla...la "carriera" universitaria non è detto che sia l'unico posto "sicuro"...xke ad esempio non ha intrapreso un percorso più puramente aziendalistico, nel privato?? Forse xke si lavora tropppo di + rispetto al pubblico??
XKe i 200 000 precari del pubblico non provano alcuni di loro anche il privato?
La verità è che la mia è una generazione di ragazzi senza coglioni, è un fatto innegabile.

Luca Gasol 17.09.10 15:02| 
 |
Rispondi al commento

IL LODO ALFANO?..... UN CONSIGLIO AL NANO.. RICORDATI CHE CHI SI LODA SI INBRODA.... E VAFFANCULO.....

aniello r., milano Commentatore certificato 17.09.10 15:01| 
 |
Rispondi al commento

AVVISI AI NAVIGATI
"La Farnesina in pressing su Tripoli. "Spiegate gli acquisti Unicredit". L'intervento di Frattini al fianco di Consob svelato dal Tesoro". Su Repubblica (p.28), il dispettoso Giovanni Pons svela l'ultima puntata dell'affaire Unicredit-Libia sul quale Esuberance Profumo si sta giocando la poltrona.

Pare che gli accordi Banana-Gheddafi prevedano che quando i libici comprano pacchetti azionari di società quotate a Piazza Affari i nostri finanzieri debbano scendere sottocoperta. E aspettare che la faccenda si risolva.

mario l., bari Commentatore certificato 17.09.10 14:56| 
 |
Rispondi al commento

N'meriggio scellerati...
La vicenda di Adro è l'esempio della nuova filosofia imperante a Pizzaland, da qualche decennio, che talvolta porta a tragici episodi come quello di Norman.
La scuola non serve! La scuola pubblica men che meno, quella privata sforna qualche avveniristico pezzo di carta a pagamento per chi se la può permettere naturalmente. Insomma, basta ungere. A cosa serve quindi sbattersi per poi prendersela a male? Poi, a volte, capita che ad un pluribocciato non si neghi una poltroncina al Pirellone e tutti a polemizzare se per una volta si concede un'opportunità ad un ragazzo con dei seri problemi. Per la cultura, tutto sommato c'è sempre Mediaset. Lo slang del Grande Fratello ci porterà in Europa meglio della Divina Commedia. Di cosa ci lamentiamo? Infatti il sindaco Lancini ha colto al volo l'opportunità fornita dalla filosofia imperante tra i mangiapizza. Perchè costruire una scuola quando è sufficiente un circolo padano/leghista? Ed eccolo creato nel suo sfavillante verdume. La Rai nel frattempo può risparmiare alla voce "maestro Manzi", i tempi, si sà, sono difficili. Il povero Alberto Manzi ha avuto problemi di morte una dozzina d'anni fa e forse ben glie ne incolse. L'analfabetismo fu un nemico difficile da battere negli anni 60 ma ebbe un buon successo.
Il leghismo, però, sarebbe un muro veramente insormontabile, oggi, per le sue possibilità. La morte, forse, lo salvo dalla probabile depressione.
Ragazzi fin troppo sensibili...date retta...diventate mangiapizza legaiol/pidiellini doc...
Ne guadagnerete in salute...

Hasta scelleratoni...

maurizio spina Commentatore certificato 17.09.10 14:54| 
 |
Rispondi al commento

"Berlusconi, PdL e maggioranze allargate"

Meno di 3 anni fa Berlusconi criticava duramente le manovre parlamentari (poi fallite) del governo Prodi ed esaltava il neonato PdL…

http://www.youtube.com/watch?v=53N50AB9bl0

edoardo a., firenze Commentatore certificato 17.09.10 14:54| 
 |
Rispondi al commento

Capisco molto bene cosa provava quel ragazzo. Lo provo anche io ogni giorno.. e mi chiedo se un giorno o l'altro farò la sua stessa scelta!! Dopo la laurea ho aperto una mia attività ma nonostante i sacrifici, non riesco ad arrivare alla fine del mese. Anche se si lavora tanto, c'è sempre qualcosa da pagare, tra tasse personali e aziendali, adempimenti che diventano obbligatori da un giorno all'altro che rendono impossibile essere tranquilli. Non posso pensare di avere una famiglia, nè di sposarmi, nè di avere una casa perchè non posso permettermela. Mando curriculum a tutti gli annunci di lavoro che io riesca a trovare, ma nonostante il titolo di studio e diversi anni di esperienza lavorativa, oltre ad attestati vari, tutto sembra immobile. Ho 30 anni e non vedo il mio futuro. Cerco di essere ottimista e andare avanti pensando che prima o poi, a forza di tentativi, qualcosa dovrà cambiare, una volta tanto in meglio. Non chiedo la luna, mi piacerebbe solo potermi permettere una famiglia tutta mia e avere delle prospettive future. Ma in un mondo dove contano solo amicizie e raccomandazioni molte porte per me resteranno chiuse per sempre. Devo ammettere che se non avessi trovato al momento giusto la ragazza che amo e che tuttora sta con me... molto probabilmente avrei anche io gettato al spugna, esattamente come il ragazzo dell'articolo.

Dani Ele 17.09.10 14:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

NANOPATOLOGIE UN BAVAGLIO ALLA RICERCA
http://www.youtube.com/watch?v=SseN6DCJ3RU&feature=PlayList&p=D6337B766F5D1760&index=0&playnext=1

NANOPATOLOGIE: OTTO MESI DOPO ... ALLA RICERCA DEL MICROSCOPIO PERDUTO!
http://www.youtube.com/watch?v=6qtm_y3oJpo

se tu che leggi hai versato un contributo per il microscopio Grillo ti ha fregato!!! perchè invece che lasciarlo a Montanari e Gatti lo ha regalato all'Università di Urbino che, in OTTO MESI, non lo ha ancora utilizzato e a sua volta l'Università lo regala TREMATE, TREMATE all'ARPA Marche !!!!
Post di Grillo: Un microscopio a servizio dell'ambiente
http://www.youtube.com/watch?v=VNXNCB5D-lY

Edi Mattioli, Pistoia Commentatore certificato 17.09.10 14:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

il sindaco di Adro inviti il gerarca La Russa,
reale ministruzzo della difesa,
all'inaugurazione del nuovo polo scolastico verde pisello......
...che ci tiene molto.
.

cimbro mancino Commentatore certificato 17.09.10 14:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ecco la verità:
http://www.youtube.com/watch?v=H6wRslJmUJ4

La verità arriva da trentacinque anni fa!!!

Un po cpme quando grullo denunciava la macchina del futuro che era già al museo di parigi...

E anche se non vi piace sentirvelo dire grullo è partecipe di questo teatrino, come tutti gli altri.

Buona cancellazione sguatteri!!!

El Pibe de Oro Commentatore certificato 17.09.10 14:12| 
 
  • Currently 2.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Previsioni del tempo. Nuvoloso. Con forti, fortissime precipitazioni in arrivo.
Allora chi ha occhi per vedere e orecchie per sentire può capire che gli ingredienti ci sono tutti per un merdaio di dimensioni epocali. sarà una svolta a livello di mani pulite ma forse più, metti una piazzale loreto. c’è un’intera generazione che è tagliata fuori, che vive dell’elemosina dei genitori. un’intera generazione pende dalle labbra di Fabri Fibra, in fondo un qualunquista, ma primo in classifica in soli due giorni. FF, non dice niente di nuovo, dice quello che tutti sanno, ma almeno lo dice, tutti sanno ma siamo circondati dal rombo del nulla mediatico fatto di nani (parlo di statura morale: minzolini vari a tutti i livelli), ballerine (mezzo pdl), puttanoni (il corpo della donna diventato merce di scambio), ed eunuchi (marrazzi e gasparroni vari, la lobby gay sotterranea che non si dichiara in cambio di un posto al caldo), preti in carriera (Italia, stato del vaticano) e mafiosi rispettabili (marcello dell’utri e i suoi eroi) . scene da fine impero. la colpa non è della classe politica, la situazione si è involuta per motivi culturali. e la cultura non si cambia con il buonismo di veltroni e fabio fazio. Si cambia cominciando a dire la verità. La verità è sempre rivoluzionaria (A. Gramsci)

gianni wall 17.09.10 14:11| 
 |
Rispondi al commento

Volevo scrivere un commento sulla frase: "Un ragazzo di 27 anni", sul quando si matura il diritto a essere definito "UOMO", a farsi una famiglia ed avere dei figli e, soprattutto, sul quando è giusto iniziare a pretendere che una persona si comporti con responsabilità. Ma oggi sono stanco: mi guardo attorno e vedo solo morti. C'è una guerra in corso che miete ogni giorno vittime colpevoli solamente di andare a lavorare, voler partorire in una struttura pubblica, studiare o più genericamente costruirsi un futuro. Se stare in Italia può essere letale, come biasimare chi scappa?


Beppe so che è fuori luogo col post ma un tuo collega sta per chiudere il suo blog per mancanza di fondi Byoblu di Messora, chiedo se puoi fare un appello persalvare il suo spazio complementare al tuo.
Spero tu mi posa ascoltare, saluti MR Grillo

Vincenzo.P 17.09.10 14:09| 
 |
Rispondi al commento

CLICK... CLICK... LA POLITICA DEGLI...

Perchè quando mi trovo di fronte un cefalo credo che si chiami Silvio e gli sparo?

Il mare ci attende speriamo che, proprio sul più bello, il fucile non si ingrippi.

INGRIPPATI.

By Gian Franco Dominijanni


Bossi vuole fare il duro ma deve cedere perché non è il padrone di niente. Oggi un favore a Berlusconi e domani un favore di Berlusconi a Bossi. L'importante è metterlo in culo agli italiani.

Carlo Carli - Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.09.10 14:04| 
 |
Rispondi al commento

http://nonleggerlo.blogspot.com/2010/09/per-qualcuno-sara-un-bellissimo-natale.html

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 17.09.10 13:58| 
 |
Rispondi al commento

...Beppppeeee qualche analisi piu approfondita verso i disoccupati possessori solo di una terza media o/e con brevi irriconosciuti inutili lavori saltuari???

Acul utopiA (cittadino qualunque), genova Commentatore certificato 17.09.10 13:58| 
 |
Rispondi al commento

Allo psiconano è andato male il ribaltone.
Forse in Italia non tutti i politici sono venduti come molte zoccole e come molti piglinculo del PDL.


Carlo Carli - Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.09.10 13:58| 
 |
Rispondi al commento

"Ora ci vuole quella del Nord". Il leader della Lega, Umberto Bossi, nel corso di una conversazione con l'ANSA, commenta così l'approvazione del decreto su 'Roma Capitale' in Consiglio dei ministri. Il Senatur scherza e si lascia andare ad una battuta: "Lo abbiamo votato solo perché il sindaco Alemanno è venuto piangendo", chiosa il ministro facendo riferimento alla presenza del sindaco di Roma a Palazzo Chigi dopo la firma del provvedimento.


Con le sue risposte LO SCEMO DEL VILLAGGIO DIMOSTRA DI ESSERE PEGGIORATO E NON DI POCO!

mario l., bari Commentatore certificato 17.09.10 13:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' un paese che "costringe " al suicidio un giovane e tiene molti impiegati che hanno uno stipendio SENZA LAVORO perchè per marchette, per interessi politici devo accontentare i service o qualche finta srl.

Aziende multinazionali tengono i loro impiegati a tempo indeterminato senza lavorare e continuano a prendere altri ragazzi a TD per menefreghismo nei confronti delle persone che sono in azienda da anni.
Una volta era stata fatta la legge sul MOBBING, ora è sparita anche quella, perchè non ti tolgono il lavoro, ti fanno sparire piano piano, facendoti sentire in colpa per chissà cosa.


Ho uno stipendio ma non ho un lavoro. Dovrò prostituirmi, chiedere la raccomandazione per poter riavere il lavoro?

Siamo arrivati a questo punto nel paese: preghiamo, noi fortunati che abbiamo ancora uno stipendio, elemosiniamo per poter dire ho uno stipendio PERCHE' LAVORO.


Il 'Sole delle Alpi' non è un'immagine della cultura locale, ma un vero e proprio marchio di partito, depositato dagli editori della Padania nel 1998 e registrato nel 2001 dall'Ufficio Italiano Brevetti e marchi. Qui il documento:

http://portcotto2.blogspot.com/2010/09/questo-simbolo-e-della-lega.html

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.09.10 13:32| 
 |
Rispondi al commento

@ Wyat Earp

"Con che cosa li combattiamo, con i forconi e con i mouse?"

no, no, no, no, no e no!

Li combattiamo con il nostro intelletto, spirito critico e le nostre scelte.

Per fare cio devi "esporti", portare avanti le tue idee!!!!!!

Dove sono le tue idee?

Sono valide?

Perche non chiedi di fare qualcosa mettendo sul tavolo qualche proposta!

"chiedi e ti sarà dato", ma tu non chiedi niente allinfuori che qualcuno ti salvi.

Pensi che un ricco benestante ti salverà? No! Se lo facesse sarebbe stupido da parte sua.

Lui protegge quello che ha! Lo faresti anche tu al posto suo. E' giusto cosi!

Sei tu che devi muoverti, per primo!

Devi almeno provarci, se non ci provi avrai perso in partenza.

O pensi che qualcuno si muoverà al posto tuo? Quindi vuoi fare il frocio con il culo degli altri?

E si, questa è la logica comune!

saluti


Dovremo convincere a passare dalla nostra parte pure quei giovani che sino ad oggi hanno frequentato la scuola dei peggiori baroni, conformandosi al vecchiume che controlla il paese.

Salvatore A., Gela Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.09.10 13:30| 
 |
Rispondi al commento

"Berlusconi, PdL e maggioranze allargate"

Meno di 3 anni fa Berlusconi criticava duramente le manovre parlamentari (poi fallite) del governo Prodi ed esaltava il neonato PdL…

http://www.youtube.com/watch?v=53N50AB9bl0

edoardo a., firenze Commentatore certificato 17.09.10 13:27| 
 |
Rispondi al commento

In rete gira parecchio questa lettera dal titolo 'incaxxato come una vipera' sulla situazione scolastica. Non so se e' stata postata, ma la riposto perche' mi sembra emblematica:

"Bene è iniziata la scuola.

Non so nemmeno da dove cominciare.

Allora mia figlia (la grande) va alle elementari.
L'anno inizia così:

La maestra di italiano che ha avuto per tre anni non c'è più.
Hanno tolto anche l'insegnante di inglese e di educazione fisica.

Adesso c'è una nuova maestra che farà italiano, inglese, educazione fisica.
Ovviamente ci ha già detto (molto onestamente) di non sapere una cippa di inglese e di educazione fisica.
La maestra di matematica (per fortuna) rimane.
Hanno eliminato le compresenze che garantivano a tutti i bambini di rimanere al passo con la classe se incontravano delle difficoltà durante l'anno.
Hanno eliminato il laboratorio di informatica, mancano dei banchi.
La carta igenica bisogna portarla da casa, le fotocopie per lo studio e per i compiti le dobbiamo fotocopiare noi genitori negli uffici.
Dovrebbero esserci dei nuovi testi che dovremmo comprare (parliamo della scuola dell'obbligo...scuola pubblica).
Non ci saranno più ne gite didattiche men che meno ludiche.

Il piccolo (materna)
Una maestra è in maternità...non è stata sostitutita.
Adesso mio figlio (il piccolo) ha una sola maestra che deve gestire 13 inserimenti, i piccoli, i medi e i grandi.
In pratica i grandi (dov'è mio figlio) saranno lasciati allo stato brado, non verranno fatte tutte le attività che dovranno preparare questi bambini per le elementari.

Poi accendo la TV e vedo quella merda della Gelmini che dice che la sua riforma sta migliorando la qualità della scuola.....

Ti giuro che se ti incrocio mentre sono in giro in macchina ti passo sopra."

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.09.10 13:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Messaggio nr. 18 del 16 settembre 2010 ore 10:30
Le quaglie uccise in ex jugoslavia sono state tante E MOLTO AFFILATE… E’ molto difficile portarle in italia… la colpa è della AVIARIA…Solo di notte si potrà fare qualche cosa La notte porta consiglio, il consiglio è di notte… ANDARE A VOTARE NON CAMBIA NULLA SE NON CAMBIA LA GENTE CHE SI VOTA… Partire da zero, bisogna partire da zero bisogna cambiare anche tutti i funzionari dei ministeri. TROPPO COINVOLTI E C’E’ QUALCHE SPERANZA DI CAMBIAMENTO CON LE GHIGLIOTTINE CHE INSTALLEREMO IN OGNI CONTRADA.

Messaggio Nr. 16 del 16 SETTEMBRE 2010 ricevuto dagli amici d’oltre Oceano da decifrare con il decifratore nr. 9
HO LA SENSAZIONE CHE LA NOSTRA ITALIETTA SIA ORMAI UNA PENTOLA A PRESSIONE...NORD EST SUPER INCAZZZATO, CAMPANIA PIENA DI IMMONDIZIE e cammorristi collusi con la politica, SICILIA...
I proventi dei loschi traffici tutti ESENTASSE SERVONO PER GLI INVESTIMENTI. I NOSTRI POLITICI NON SONO DEGLI SPROVVEDUTI, CHI LO PENSA E' STUPIDO LORO SANNO CHE LA PENTOLA A PRESSIONE SE NON HA UNA VALVOLA DI SFOGO SCOPPIA. CHI E CHE SARA’ LA PROSSIMA VALVOLA DI SFOGO….
TUTTI HANNO PAURA DI UNO SCOPPIO, LE BANCHE, LE ASSICURAZIONI, I POTERI FORTI ANCHE L’OPPOSIZIONE ANCHE SILVIO BERLUSCONI TUTTI HANNO PAURA DELLE RIVOLUZIONI… TUTTI CERCANO IN QUALCHE MANIERA UNA VALVOLA DI SFOGO, UNA VOLTA ERA IL CIRCO MASSIMO ORA CHI E CHE FARA’ DA VALVOLA DI SFOGO?
Messaggio nr. 18 del 16 SETTEMBRE 2010 ore 10:00
Le quaglie uccise in ex jugoslavia sono state tante E MOLTO AFFILATE… E’ molto difficile portarle in italia lA colpa è della RABBIA SILVESTRE Solo di notte si potrà fare qualche cosa La notte porta consiglio, il consiglio è di notte… ANDARE A VOTARE NON CAMBIA NULLA SE NON CAMBIA LA GENTE CHE SI VOTA… Partire da zero, bisogna partire da zero, bisogna cambiare anche tutti i funzionari dei ministeri. TROPPO COINVOLTI. FORSE CON LE GHIGLIOTTINE
BASTERANNO PROPRIO LE GHIGLIOTTINE
W TUTTE LE RIVOLUZIONI CHE HANNO CAMBIATO IL MONDO

PRESTA NOME, firenze Commentatore certificato 17.09.10 13:17| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe , sei sempre il solito ad aver la faccia e il coraggio di dire quale e' il probblema della disgraziata Italia, ma stavolta ti sei dimenticato di una cosa:
Anche i giovani sono colpevoli come i vecchi e forse di piu'perche' avendo le forze e considerando comodo vivere con i soldi di mamma e papa' preferiscono non ribellarsi, si lamentano alcuni , altri fanno finta di niente, ma non ribellandosi sono delle prostitute tutti.
Per riprenderti il futuro devi ribellarti e non vedo neanche la minima rivoluzione in atto, quindi per ora 'Siete tutti delle prostitute, giovani e vecchi che siate'.
p.s. Io sono scappato in lacrime dall 'Italia 19 anni fa', sono stato cacciato dalle prostitute perche' capace di intendere, di volere e di saper fare.
Un giorno forse tornero' a raccogliere le 'macerie di chi mi ha cacciato a dei prezzi stracciati'.. sto solo aspettando i cadaveri venire giu' dal fiume poi decidero' il dafarsi anche se il sole adesso splende nel Far East.
Grazie Beppe

filiberto perilli 17.09.10 13:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La terribile vicenda di Norman mi ha colpito moltissimo... Adesso lo posso dire: l'anno della laurea, per un attimo, ci avevo pensato anch'io ad un gesto del genere. Era il 1993... Non c'è purtroppo nulla di nuovo - ma il vecchio continua ad irrancidire, e questi sono i risultati. Sono certo che Norman fosse uno bravo, uno dei migliori, che aveva creduto nello studio e nell'impegno, e che proprio per questo non abbia retto lo squallore che lo circondava, lo soffocava e lo emarginava - perché quelli bravi danno fastidio, rivelano la pochezza intellettuale e morale delle teste di cazzo con "diritti" acquisiti... e quindi vanno emarginati; cancellati se possibile.
Vorrei dire che il modo in cui l'università italiana, coi suoi baroni, baroncini, vassalli e valvassini tratta i ragazzi è infame. Credo che se si avesse voglia d'indagare e di raccontare uscirebbero altri casi del genere, ed ancora più casi in cui, senza gesti estremi, ci sono dignità umiliate, carriere strozzate sul nascere,vite e talenti buttati nel cesso. Con le relative sofferenze umane e personali, e magari pure il bel gusto di sentirsi dare del bamboccione dal politico bagonghi di turno, magari pure docente universitario in aspettativa retribuita eterna.
Un abbraccio, forte e sentito, alla famiglia ed agli amici di Norman. E chi si deve vergognare, se ancora ne conserva un briciolo di facoltà, lo faccia.

Sandro Bertoni 17.09.10 13:14| 
 |
Rispondi al commento

"Il resto, ormai, non ha più importanza. Verrà il giorno in cui resteranno da soli ad inchiappettarsi e lì sarà il bello."

*****

Chi ha figli piccoli e situazioni di salute particolari, persone anziane a carico,eccetera...come dovrebbe fare a sopravvivere se tutti la pensassero come te?

-------------------------------------------------

Mi dispiace molto per tutti quelli impossibilitati a muoversi (credimi), ma cosa posso fare io da solo contro una ciurma di corrotti, compiacenti e lacchè?

Su questo blog ci indigniamo, ci infervoriamo ci incazziamo ma poi finisce là, di concreto non risolviamo proprio un bel niente.

CHI NON HA contro CHI HA, può fare poco o niente (secondo me se la spassano pure a leggere i nostri commenti, mentre loro fanno la bella vita).
Secondo te chi dorme sonni tranquilli ed ha tutto per vivere sereni pensa a noi? Io non credo! Anzi se ci possono passare addosso lo fanno pure e con un certo gusto.

Tralasciando il passato, attualmente a parte Grillo, Santoro, Travaglio ed un dozzina di magistrati ed altri giornalisti, di noi non se ne frega nessuno.

Perchè se qualcuno se ne fosse fregato, non saremmo arrivati di certo a questo punto.

Non so se hai visto Operazione Valkiria, ma ad organizzare l'attentato più celebre ad Hitler(Luglio 1944, Tana del Lupo) non furono persone comuni come me e te bensì alti ufficiali della Wehrmacht, nobili dell'aristocrazia tedesca e persino politici! E tutti quelli coinvolti sono stati giustiziati! E non dimentichiamoci delle altre dozzine di attentati o tentativi di attentati ai danni del Fuhrer.

Quindi dovrebbe passarsi una mano sulla coscienza chi ha concrete possibilità economiche, chi realmente potrebbe fare qualcosa... mica noi poveracci.

Con che cosa li combattiamo, con i forconi e con i mouse?

Non avendo niente, non posso fare niente.

E ripeto, mi dispiace moltissimo per chi rimarrà ma di questa situazione io sono l'ultimo che deve avere sensi di colpa.

Wyatt Earp

Wyatt Earp 17.09.10 13:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao a tutti,secondo il mio piu'umile pensiero,si sta facendo di tutto in questa ITALIA che i figli di coloro che sono dei ceti piu' bassi non potranno piu'studiare,cioè ci voranno come erano i nostri vecchi,senza una minima istruzione,è gia'in atto, se andiamo a controllare secondo me questo governo ha dato piu'soldi alla scuola privata che pubblica!

Domenico Orlando 17.09.10 13:01| 
 |
Rispondi al commento

Scandalo Italease: chiesti 5 anni e mezzo di carcere per l'ex ad Massimo Faenza
E' accusato di associazione per delinquere finalizzata all'appropriazione indebita

Nella requisitoria, Pellicano ha parlato di «fatti molto gravi che hanno procurato danni ingentissimi e che hanno danneggiato un'istituzione, ricadendo sulla collettività». «Questa associazione a delinquere - ha aggiunto Pellicano - aveva una struttura molto sofisticata ed è stata distruttiva dei beni patrimoniali cento volte di più di una che commette centinaia di rapine». Un'associazione che «ha tentato di distruggere le prove e aveva progetti futuri e della quale i partecipanti avevano piena consapevolezza di fare parte».

Perche' non spedire in romania anche i ladri in guanti bianchi che rubano centinaia di volte piu' dei poveri diavoli? Questo di 5 anni non si fara' nemmeno un giorno di galera..

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.09.10 13:01| 
 |
Rispondi al commento

Non riuscirò a parlare con sufficiente disprezzo di un personaggio infame come la Gelmini che con totale cinismo e spregiudicatezza sta mandando a fondo la scuola italiana, pur di mantenere i fasti e i nefasti della corte di Berlusconi, con la sofferenza di migliaia di famiglie e e quella di migliaia di insegnanti e operatori scolastici.

Ma non meno male fa un altro indegno Ministro, quel Bondi che dopo aver ammazzato a tagli tutto il mondo del teatro e della cultura, ci viene ora a dire che in Italia non si faranno mai più mostre d'arte.
Una mostra che vale 4 milioni ne ricava 6, ma a questi sciagurati manca totalmente il senso del valore di ciò che questo paese è e può dare. Siamo lo stato primo al mondo per opere d'arte e il ministro dei beni culturali BOndi ci dice che non ci sono più soldi per fare mostre e che quella di Roma per Van Gogh sarà l'ultima. Davvero non solo lo spirito imprenditoriale è morto in questo paese ma i vari settori produttivi (e l'arte e la scuola in primis) sono in mano dei suoi assassini. Tale è l'incultura di questa gentaglia che considera sviluppo solo quelle grandi opere da cui può trarre immediate mazzette, e ovviamente l'arte, la riceerca e la scuola non lo sono.

Un'altra cosa volevo dire: è tale il degrado culturale e l'appiattimento dei nostri media a una totale assenza di morale pubblica, che la RAI e persino RAI3 si permettono di offrire a tizi del calibro di Tracquadanio ruoli di opinionista. Io pensavo che un discredito totale avrebbe colpito costui negandogli qualsiasi visibilità, visto il cinismo e l'abiezione delle sue dichiarazioni, al contrario è il personaggio più richiesto dai talk show. Con disgusto dobbiamo notare che qui una volta di più non il merito o il valore o la virtù contano ma la capacità di far scena, di far parlare di sé, non importa se nel male, per cui le star del momento sono il sindaco di Adro o Stracquadanio o quel Nucara che non ha vergogna di dire che è incaricato da B di comprare onorevoli

viviana v., Bologna Commentatore certificato 17.09.10 12:56| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 18)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Banche svuotate in Veneto: in alcuni casi i Lupin erano i direttori

Ci sono anche due direttori di filiali tra i 15 arrestati dell’operazione «Pinocchio», l’autentico blitz messo a segno dai carabinieri per sgominare la banda delle rapine in banca che negli ultimi anni aveva raccolto un bottino di quasi 2 milioni di euro nel solo Nordest, mettendo a segno 12 colpi.
Evidentemente sognavano di vivere nell’agio più assoluto: lo stipendio da direttori di banca forse non era sufficiente. Uno di loro, Raoul Da Frè, era l’ex numero uno della filiale dell’Antonveneta a Susegana, in provincia di Treviso.

L’altro, Francesco Bianchi, era responsabile della Banca Intesa ad Asiago, nel Vicentino. Le informazioni passate all’organizzazione criminale sui sistemi di sicurezza e sul contenuto della cassaforte erano il viatico per arricchirsi sempre più.

http://www.wallstreetitalia.com/article.aspx?IdPage=1005620

Che strano non ne ho sentito parlare..2 milioni di euro, neanche tutti i rom in un decennio avran rubato tanto, ma quelli sono in prima pagina tutti i giorni..

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.09.10 12:50| 
 |
Rispondi al commento

la Lega vede nero. Dice il Bossi che "per Berlusconi la strada è stretta"


bOSSI LA STRADA E' BASSA!!!!

mario l., bari Commentatore certificato 17.09.10 12:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

AMICI, VOLETE VERAMENTE COMPIERE UN ATTO DEMOCRATICAMENTE INNOVATIVO?
VOLETE DAVVERO CAMBIARE E MIGLIORARE QUESTO NOSTRO SISTEMA?

Allora dovete darmi una mano a contrastare la Malagiustizia ... FORZA, dimostriamo che anche stando seduti davanti ad un computer possiamo fare qualcosa di molto utile!

Condividete, firmate e convincete tutti i vostri amici a firmare questa importante Petizione ... questa è l'unica arma che attualmente abbiamo a disposizione!!!

http://www.petizionionline.it/petizione/responsabilita-penale-dei-magistrati-/2057

Se avete domande o suggerimenti in merito, potete trovarmi su Facebook.

Cordialmente da Otello Martini

"IL MONDO NON E' MINACCIATO DALLA GENTE CHE FA DEL MALE, MA DALLA TROPPA GENTE CHE OSSERVA SENZA FARE NULLA!" [ALBERT EINSTEIN]

Otello Martini 17.09.10 12:39| 
 |
Rispondi al commento

NON E' UN PAESE PER GIOVANI

Vorrei esprimere le mie condoglianze ai cari di Norman Zarcone.

Condivido con il Padre,

è stato un OMICIDIO DI STATO,

COLPA DELLE ISTITUZIONI E DEI CITTADINI.

Cittadini perchè continuiamo a tenere la testa dentro la sabbia e fottercene dei problemi degli altri se non toccano a noi in prima persona!!!!

Siamo ormai diventati un popolo egoista, senza ideali, impegnati solo in caxxate e imbecillirsi davanti alla tv.

AFFXXXULO!!!!!!!!!!!!!

Fra Piemonte, Torino Commentatore certificato 17.09.10 12:37| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuno potrebbe spiegarmi perchè io sono in galera, mentre un esercito di preti che pratica la mia stessa professione da oltre 2000 anni può continuare impunemente ad abusare della credulità popolare?

Wanna Marchi 17.09.10 12:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

BEPPE

CHE SONO QUESTE SEMPLIFICAZIONI!

IL RAGAZZO CHE SI E' SUICIDATO ERA DEL SUD

NON SI PUO' RIDURRE TUTTO A GIOVANI CONTRO VECCHI

PERCHE' I GENITORI DI QUESTO RAGAZZO FANNO SI

PARTE DEI VECCHI MA NON DELLA CASTA E NON DEL

NORD EVIDENTEMENTE.

NON PUOI TRATTARE L'ITALIA COME SE FOSSE UGUALE

DALLE ALPI A LAMPEDUSA E PARLARE SEMPLICEMENTE DI

GIOVANI E VECCHI

NON LO ACCETTO!!!

RICORDATI SEMPRE CHE I GIOVANI DEL SUD HANNO

MENO DEI LORO COETANI DEL NORD CHE INVECE DI

SUICIDARSI ANCORA OGGI SI SCHIANTANO NEI

PARACARRI IL SABATO SERA E INVECE SAI BENISSIMO

CHE AL SUD NON C'E' FUTURO!

Carmine Crocco Donatelli (vive) Commentatore certificato 17.09.10 12:22| 
 |
Rispondi al commento

A mio avviso la vera ragione del suicidio (omicidio di Stato) deriva dalle seguenti affermazioni sul capitalismo:

>>
Oltre alla continua lotta di classe fra padroni e lavoratori per ottenere paghe più alte e migliori condizioni di lavoro, il sistema capitalista genera ulteriori drammatici problemi.

Minacce di guerra, disoccupazione, inflazione, merci e abitazioni scadenti, angoscia, solitudine e noia, sono tutti problemi che contribuiscono a comporre il quadro di una società afflitta da conflitti irrisolti in cui la qualità della vita è insoddisfacente, perennemente angustiata da un senso di frustrazione e insicurezza.

Spesso e volentieri i vari partiti della scena politica promuovono riforme.

Ma una volta entrate in vigore, queste molto spesso non sortiscono l'effetto sperato e, a un esame accurato, si rivelano esse stesse prodotti del sistema tese a far funzionare meglio il meccanismo di sfruttamento e di profitto.

Prendiamo ad esempio la Mutua: da un lato serve per rimettere in salute i lavoratori malati e rispedirli il più rapidamente possibile ai loro posti di lavoro in ufficio o in fabbrica;

dall'altro serve per mantenerli in buon ordine di marcia, affinché possano esplicare efficacemente le loro mansioni e creare profitto a chi li impiega.
<<

... non per dirvi cos'è giusto e cos'è sbagliato, anzi!

...per far riflettere più profondamente sulla situazione italiana e globale che a mio avviso non può risolversi con un semplice localismo correttivo (interventi qua e la)...

...il prospetto del Paese va considerato a partire dalle cause scatenanti, il continuo perseverare nell'errore di fondo a prescindere dal contesto macroeconomico e sociale.

cielo rosso libero

antonio rosso Commentatore certificato 17.09.10 12:22| 
 |
Rispondi al commento

I Giovani son Angelina.....
Lo Spirito.

http://www.youtube.com/watch?v=r8uRWOeeCrA&NR=1

Tornera' il Sereno, dopo la Tempesta.
Venere del Giorgione, a CastelFranco....

enrico w., novara Commentatore certificato 17.09.10 12:21| 
 |
Rispondi al commento

***************
E qui salta fuori la fascistona che non ammette contradditorio ! Sei peggio del SodANO!
Tu smettila di imbrattare il blog col copia-incolla e colla pubblicitá per Masada !
Inoltre non capisco perché te la prendi solo con me, quando Hanck ha detto molto piú di me !
Comunque, un buon faffanculo non si nega a nessuno !
VAFFANCULO !
Franchino Rusca 17*09*10 09*57
****************

QUOTO!!!

Veramente difficile negarti un buon vaffanculo, egregio franchino brusca...
Qui mi pare bene che TU a fascismo "miett' a copp'a tutt'quant'!!!".

Tafano di palude, fascista di fogna... proprio tu vieni a rivendicare un contraddittorio!

CHE FACCIA DI CULO!

Ma vai affanculo tu e i tuoi compari: la storia di de Magistris è fino troppo chiara... poi da quando se n'è uscito con la LOTTA DI CLASSE lo vorreste vedere scomparire: e certo, sentir parlare di LOTTA DI CLASSE ai fasciogrilli viene l'orticaria.
E piantala di mettermi in mezzo, fatti i cazzi tuoi, il vero FASCISTA di merda sei tu, per tua stessa ammissione, rivendicazione, comportamento e obiettivi!
Adesso mi raccomando, spara qualche merdata seguita dal solitoi "clic"... vai a cagare, sentirti appellarti al contraddittorio negato fa solo vomitare.

G Soda.no, ROMA Commentatore certificato 17.09.10 12:20| 
 
  • Currently 3.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 14)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Molti in questo blog si scagliano contro i pensionati, vi chiedo: Ma vi rendete conto dell'assurdità? Una nazione degna DEVE garantire il pane a chi ha speso la sua vita lavorando onestamente e oltretutto avendo versato contributi per 40 anni. Se un pensionato invece di versare i contributi allo Stato, li avesse utilizzati per comperarsi un negozio, oggi la sua pensione non sarebbe di 600 euro ma di 4.000 come minimo. Inoltre cari amici l'INPS proprio in virtù dei contributi versati dai lavoratori era una miniera d'oro, nonostante si accollasse anche pensioni sociali e non da reddito. Questo ente aveva costruito migliaia di case, sempre con i soldi dei lavoratori, che ne pagavano una tassa a parte e con i redditi degli affitti coprivano alla grande, l'esborso per le pensioni. Poi è cominciato l'arrembaggio da parte della politica, degli industriali che accollavano all'ente le spese della cassa integrazione, a svendere gli immobili, a chiedere prestiti per sovvenzionare i vampiri della casta fino a svuotarlo di ogni risorsa.
Criticando i vecchi pensionati si commette un doppio crimine, in cambio di una pensione decorosa ricevono il minimo per non crepare di fame e le case fatte coi loro sacrifici, sono finite a ingrassare i soliti maiali, quindi cornuti e mazzati e adesso si devono sentire in colpa per non essere morti prima di arrivare alla pensione? MA SIAMO IMPAZZITI? INVECE DI CONDANNARE GLI ASSASSINI CONDANNIAMO LE VITTIME?
SE ANCHE NOI RAGIONIAMO COSI' PERCHE' CI MERAVIGLIAMO DI COME AGISCONO LE CASTE, LE COSCHE, LE CHICCHE?

Maria Pia Caporuscio, Roma Commentatore certificato 17.09.10 12:18| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento

Governo:
Bersani:
"ha abbandonato l'economia reale e non parla di lavoro da due anni"

bravo bersani, benvenuto nel mondo reale.
certo che un leader come te che ci mette due anni a capire dove vive, lo vedo proprio bene a comandare l'opposizione.

anzi, per evitare problemi, propongo di mettere al tuo posto il tuo capetto, il comandante d'alema.

cosi perlomeno sapremo a chi dare la colpa della sicura vittoria del nano alle prossime elezioni.

l'importante è non lasciar ragionare e comandare i giovani.
si correrebbe il rischio di vincere, fare qualcosa, e soprattutto veder finalmente sparire voi.

mi obbligherete a non andare a votare.

BUONGIORNO, SPERO, SBULLONATO POPOLO!


BUONGIORNO,
MI è SPARITO UN POST PLURI-VOTATO E AMPIAMENTE COMMENTATO.
AVEVO MESSO IN EVIDENZA UN VERMICIATTOLO POLITICO IGNORANTE RACCOMANDATO E IL SUO STIPENDIO.
IL BACCALA',E MI SCUSO CON IL MERLUZZO GIGANTE, VUOLE FARSI AVANTI E DIRMI IL PERCHE' A BANNATO IL MIO SCRITTO PUR SAPENDO CHE DICEVO LA SOLA E NUDA VERITA'?

mario l., bari Commentatore certificato 17.09.10 11:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se vuoi conoscere la vera verità su questa immonda e demenziale società maschilista, antifemminista e patriarcale responsabile di tutti gli scempi e le distruzioni umane e planetarie GUARDA I VIDEO DELLA DURA VERITA’…
Le favole e le menzogne si raccontano ai bambini…chi vuole crescere guarda i video della DURA VERITA’…
---LA DURA VERITA’ 7…UN CONSIGLIO AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO SILVIO BERLUSCONI… guarda il nuovo video…
http://www.youtube.com/watch?v=3vZ14ucqh68
---LA DURA VERITA’ 06… IL LAVORO; UN ASSASSINO SERIALE… guarda il video
http://www.youtube.com/watch?v=aIr1Wq0H7HQ
---LA DURA VERITA’ 05…IL MASCHIO… UN GRANDE BLUFF… guarda il video
http://www.youtube.com/watch?v=iUuJTOsYyAs
---LA DURA VERITA’ 04…LE SUPPOSTE IDEOLOGICHE... guarda il video
http://www.youtube.com/watch?v=YUncPdjILFc
---LA DURA VERITA’ 03…LA STUPIDITA' DEL MASCHIO...guarda il video
http://www.youtube.com/watch?v=EvAE5BboUpQ
---LA DURA VERITA’ 02…LE GUERRE? FATELE FRA DI VOI... guarda il video
http://www.youtube.com/watch?v=d9EPisD3AwI
---LA DURA VERITA’01…I FIGLI SONO DELLE DONNE... guarda il video
http://www.youtube.com/watch?v=FTulppNWgT0

movimento politico PARTITO DELLE DONNE Commentatore certificato 17.09.10 11:52| 
 |
Rispondi al commento

Il ministro più veloce della storia, un certo Brancher, si è beccato due anni di gabbio ma non li sconterà grazie all'indulto di sto governo di delinquenti.

Carlo Carli - Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.09.10 11:50| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento

Quella che abbiamo iniziato è una lotta di due mondi. Ciascuno se ne può stare serenamente al suo posto, senza impazienze. Se è vero che la meta lontana e il resultato integrale non escludono gli obbiettivi vicini, è altresì vero che non avremo vinto capovolgendo solo certi fattori esteriori della situazione. Potremo parlare di un resultato solo quando, e cinquant'anni potrebbero esser insufficenti, avremo creato stati d'animo analoghi al nostro, avremo cioè soffiato un pò di modernità vivificatrice nel corpo e nell'anima del Paese, che trascina oggi la sua vita in una asfissiante atmosfera provinciale e arretrata. Senza alcun dubbio, i migliori alleati in quest'opera li avremo negli avversari più intransigenti e più decisi. Malgrado le ferite che ci potranno essere inferte da costoro, essi hanno un più giusto titolo alla nostra stima ed al rispetto nostro.

Inutile, quindi, ogni schermaglia polemica con gli avversari. Inutile ogni colloquio con un padre. Ciascuno rimanga al suo posto ben fermo. La lotta nella quale la nostra generazione s'è impegnata è lunga, perigliosa, difficilissima. La sopporteremo solo se sarà condotta fuori e lontano dal viscido terreno degli equivoci.

1925 - R.L.


Allora è bene che gl'italiani di cui sommariamente s'è discorso sian lasciati vivere come vogliono. Che trascinino sino in fondo il loro destino. Che ognun che senta di aver qualcosa in comune con loro li pigli a braccetto e proceda con loro senza indugi. Noi abbiamo altro da fare. Ci sono, di fronte a noi, i giovani della nuova generazione. Ci saranno i giovani delle generazioni venture. Ebbene, è verso di loro che dovremo polarizzare il nostro lavoro e il nostro sforzo. Solo con loro potremo celebrare quella fraternità d'opere e di vita che è stata sin qui impossibile con gli altri.

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 17.09.10 11:49| 
 |
Rispondi al commento

Lasciamo stare in pace questo povero Cristo di mio padre. Ma, ditemi: i contraddittori nostri d'ogni giorno, non sono tutti dello stesso stampo? Ne avete conosciuto uno solo capace di seguirvi con onestà in una discussione? Che abbia rinunciato a colpirvi con certi luoghi comuni, che avrebbero dovuto produrre il più sconcertante effetto?

Che abbia il gusto di certe distinzioni? Che sia capace di una sintesi critica, di un serio giudizio storico? Che non si dica orgoglioso del "Borsalino" che porta, o della "Lancia" con la quale va a spasso, e non senta il rossore per tante vergogne autenticamente nazionali? L'italiano "antico" (lo chiameremo così anche quando ha vent'anni), si sente legato al suo paese da un indeclinabile dovere di omertà: l'italiano ha sempre le mani monde, e va sempre nudo alla meta, anche d'inverno. Egli fa e strafà. Se è negli affari (ho sottomano un tipo di questo genere), agisce empiricamente, e fintanto che le cose van bene ti ride in faccia se gli additi un precetto di scienza economica. Protesta per le imposte esorbitanti che gl'impongono non in modo aperto e diretto, rovesciando dal potere quelli che gliele applicano, ma subdolamente, frodando nel modo più sfacciato il fisco.

Dubita sempre di chi ha un dubbio: vuole uomini senza perplessità.

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 17.09.10 11:47| 
 |
Rispondi al commento

Non esiste più nè destra nè sinistra, ci troviamo a dover scegliere tra gli onesti e i disonesti, tra chi paga le tasse e chi no, tra chi corrompe e chi no.L’Italia appare sempre più una pentola a pressione che funziona male e rischia di scoppiare da un momento all’altro, d’altronde la Grecia e il suo default non sono…... così distanti.Si sente forte il peso della discriminazione sessuale, il peso delle raccomandazioni e un diffuso senso d’impunità. Dilaga la stupidità, il disamore per il nostro paese e per i diritti sanciti dalla Costituzione.
Il Ministro Tremonti dichiara, sostanzialmente, che la sicurezza sul lavoro è un lusso che non ci si può più permettere, il deputato Stracquadanio elogia le compravendita di corpi, di organi sessuali femminili perlopiù per poter trovare un lavoro.
Vedo stipendi da nababbi in Parlamento e morti di fame tra la gente comune, vedo violenze e spavalderie diffondersi e penso. La Costituzione non si tocca, siamo noi cittadini a doverci sincerare che nessuno la rivoluzioni per i propri comodi. Troppe sono le leggi ad personam, un’infamia che marchia tutta la nazione.Io dico NO, dico NO ai furbi, ai ladri, ai corruttori, ai puttanieri e alle mignotte, dico NO a chi si crede intelligente ma è solo un farabutto, un verme che si pensa libellula.E’ la cittadinanza che deve far muro contro muro, sono io, sei tu.

Antonella Zecchi, Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.09.10 11:45| 
 |
Rispondi al commento

L'Italia non è un paese per vecchi, il riferimento al libro ed al fim conseguente non è puramente casuale.

cesare beccaria Commentatore certificato 17.09.10 11:45| 
 |
Rispondi al commento

E così via. Mio padre non è un uomo moderno perché... non ha l'assillo della ricerca della verità. Se un giudizio su di una situazione gli viene ammannito dal giornale preferito, che legge sempre alla sera, in quel crepuscolo di coscienza che precede il sonno, il giudizio del giornale diventa suo, e neppure Domineiddio glielo leverà più di testa. Se poi quel giudizio è calunnioso, allora piglia per oro colato la calunnia, e mette in movimento tutti i suoi rumorosissimi sdegni.

Mio padre non è un uomo moderno perché... non sa veder le cose con una certa prospettiva, non sa esercitare neppure uno zinzino di critica su quel che gli accade sotto il naso, e perché cinquanta volte al giorno ha sulle labbra il venerato nome della patria, e non vede in tutti gli altri popoli della terra che una combutta brigantesca di irreducibili nemici nostri, che ci salteranno addosso da un momento all'altro...


Perché, alla fine, non riesco a intendermi con mio padre? La risposta ora è facile: perché mio padre non è un uomo moderno. E gli italiani, anche quelli che costruiscono le autostrade, che danno le loro mirabili energie al progresso materiale del Paese, sono - psicologicamente parlando - arretrati di secoli.

Mio padre non è un uomo moderno, perché..., ad esempio, ricorda sempre le cose così, all'ingrosso. Per giudicare col rito più sommario d'un uomo, gli bastan tre o quattro particolari sulla vita del reo, e appresi sempre di quarta mano.

Quando io intervenivo a precisar date circostanze e fatti, mi diceva sempre che sofisticavo.

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 17.09.10 11:44| 
 |
Rispondi al commento

Che in nano girasse con la pistola come fosse un gangster non la sapevo. Credevo che fosse un gangster ma che girasse con la pistola, questa proprio no.
Siamo messi proprio bene.

Carlo Carli - Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.09.10 11:44| 
 |
Rispondi al commento

Signore, da chi Andremo?
Nella tua Casa, da cui t'han Estromesso?
Nella Casa Comune, ch'è una Fossa?
In un altro Cielo, un Altro Mondo?
No, io Rimango Quì, ad Aspettarti.
Oggi ho Apparecchiato anche per Te.
Ho poco, ma è Bello ConDividerlo con Te.
In quest'Isola, isolata.
Dove Tu dai Luce, Calore, Compagnia, Consolazione, Forza.
Se non ci fossi Tu, sarei gia' andato anch'io.
Da Ursula, in fondo al Mare.

Come crescon Bene , i Fiori, nel nostro Giardino!
Oggi, ritornero' a prepararti il Caffè.

enrico w., novara Commentatore certificato 17.09.10 11:44| 
 |
Rispondi al commento

E allora: che fare? È forse necessario ritrarsi in buddistica contemplazione, aspettando i raggi d'un novello sole? Niente di tutto ciò. La scoperta della vanità di certi contatti dovrebbe produrre lo stesso effetto d'una bene intesa lezione d'economia. La colpa di quell'impossibilità di stare e di andare insieme, che abbiamo or ora denunciata, non è proprio di nessuno. Le cause di essa son molteplici, e si ritrovan tutte nelle trame della nostra storia. Frettoloso processo unitario. Servaggio politico e spirituale, gravante per secoli su tutti gl'italiani. Deficenza di cultura, di probità mentale. Vita offesa nel suo libero sviluppo dal peso di un opprimente problema economico.

E tutte queste cause insieme, e mille altre, mille volte dette, han concorso a diffondere un'uggiosa grettezza e a produrre un'incapacità assoluta a crearci una vita veramente moderna.

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 17.09.10 11:43| 
 |
Rispondi al commento

Mio padre è l'Italia di oggi.

O meglio, lasciando l'astrazione, gl'italiani di oggi, parlo gli quelli che più rumorosamente calcano la scena, sono, grosso modo, dello stesso stampo di mio padre: i vecchi e i giovanissimi. E questa identità, stabilita dopo pazienti osservazioni di qualche decennio, mi denuncia con vivacissima crudezza la impossibilità materiale di certe conciliazioni, di certe intese, di certi paterecchi sussurrati dalla gente per bene e amante della pace.

Non c'è argomentazione razionale che basti; non c'è moderazione di eloquio o buona educazione che possa servire; non vi sono miracolosi machiavellismi da escogitare: chi ha pigliato posizione in un senso o nell'altro, chi è nel mio mondo o in quello di mio padre, non l'ha fatto per capriccio o solo per motivi impuri. Ha obbedito sempre a una profonda vocazione.

Dei sudicioni e degli arrivisti non mette conto d'occuparsi: non sono mai i detriti che costituiscono le realtà valide ed apprezzabili della vita.

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 17.09.10 11:42| 
 |
Rispondi al commento

Difficoltà e contrasti comunissimi, voi direte. Eterno conflitto tra due generazioni, soggiungerete. Vera l'una cosa e l'altra. Ma così dicendo, non direte tutto. Né spiegherete tutto. Il contrasto che c'è tra noi due non è di statura identica a quello che mio padre ebbe, ai suoi bei dì, con mio nonno. Il dissidio nostro di oggi differisce non solo nelle forme, il che, mutati i tempi e gli schemi della vita, sarebbe naturale, ma proprio intrinsecamente, nella sostanza più profonda. Poiché credo che per la prima volta, in Italia, si sia arrivati a un vero urto di generazioni.

Quando io parlavo per ben tre ore, con tutta la calma possibile, con incisi patetici, cercando abilmente di muovere tutte le corde del cuore del mio contraddittore, e vedevo che d'altra parte mi si opponeva una serrata barriera e un irrigidimento mentale che non avrebbe ceduto a niente, allora ho dovuto convincermi che non si trattava d'assenza di buona fede, di stima verso di me, o di difetto d'intelligenza - ché mio padre ne ha una vivacissima, naturale, che francamente gl'invidio - ma di ben altro. Noi si stava di fronte come se si provenisse da mondi diversi e lontanissimi. Come se la nostra organizzazione cerebrale fosse, nelle sue strutture più intime, desunta da razze tra loro non solo differenti, ma addirittura opposte nella loro stessa finalità biologica... Parlare di intesa tra due tipi destinati a così diversa funzione economica nella vita, sarebbe un assurdo. La conciliazione su questo terreno equivarrebbe, poi, alla colpevole rinuncia ai segni, del resto indeclinabili, delle nostre razze. Tra noi due non vi possono essere che i rapporti emotivi, caldissimi, derivanti dal sangue. Per tutto il resto, faremo bene ciascuno a navigare nella nostra orbita e a non incontrarci mai più. E non dovremo,nella disperazione della rotta desolata, più cedere ai dolci inviti che dal cuore incessantemente salgono a sollecitare un'impresa rivelatasi ormai disperata...

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 17.09.10 11:41| 
 |
Rispondi al commento

"Uno che vive nella merda, di merda qualcosa ne capisce"......

COMPAGNO CIPPUTI(15/09/2010)

DA COMUNISTA A RAZZISTA LEGHISTA, IL PASSO E' BREVE SE SI VIENE COLPITI NELL'ORGOGLIO....


IL GOVERNO DEI LECCHINI DI DESTRA E' IN DIFFICOLTA ?

SICURAMENTE, ED ECCO USCIRE I PSEUDOCOMUNISTI DE' NOI ARTRI, CHE FACENDO LEVA SULLA MEMORIA CORTA DEI CEREBROLESI ITALIANI, SI APPROFITTANO DELLA SITUAZIONE CERCANDO DI PASSARE PER IL NUOVO CHE AVANZA....

MENTRE QUESTA GENTE SOLO DUE ANNI FA' SE NE FOTTEVA DEI VALORI MARXSISTI-LENINISTI, INCULANDO I PIU' DEBOLI E METTENDO FIENO IN CASCINA PERCHE' C'AVEVANO FAMIGLIA PURE LORO.

Vergognosi !!!


IO RICORDO BENE QUANDO VENNE ELETTO PRODI, E SU QUESTO BLOG BRANCHI DI COGLIONAZZI ESULTAVANO COME MATTI E SOLO QUALCHE MESE DOPO VOLEVANO SUICIDARSI PERCHE' SI ERANO ACCORTI DI COLPO, DI ESSERE MALATI DI COGLIONAGGINE CRONICA CON LO SCAPPELLAMENTO A SINISTRA....

SBAGLIARE E' UMANO, MA SE SBAGLI SEMPRE SEI DISUMANOOOOOOOOO !!!!!!!


Capisc'a me

*Antonio Cataldi. (capisc'a me) Commentatore certificato 17.09.10 11:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao a tutti,
non ci sono parole per commentare il gesto di Norman e la solitudine che ha provato prima di uccidersi ma vorrei invece spendere due parole in merito al duro commento che segue la lettera.
Credo che in italia ci siano molti indifferendi, troppi, ma non credo che i migliori cervelli "attivisti" siano scappati all'estero.
Nessuno scappa, e chi rimane non è sicuramente un coglione!.
Inoltre credo che ci siano una miriade di uomini e donne che quotidianamente lottano per cambiare le cose.Come piccoli roditori silenziosi minano il sistema dall'interno delle loro case, dei loro uffici, cercando di non farsi sfruttare, cercando di non svalutare il prorpio lavoro e la prorpia intelligenza, discutendo con chi la pensa diversamente lasciando però il beneficio del dubbio,facendo la raccoltà differenziata anche se ormai nessuno crede che arrivi separata a destinazione.Nonostante ciò, tutti questi uomini e queste donne,pur sentendosi come una nota stonata continuano a lottare perchè pensano che se ognuno facesse soltano una delle cose che ho prima scritto forse quei vecchi che detengono qualsiasi tipo di potere capirebbero che non siamo stupidi, dal più istruito e pluri laureato al più umile e analfabeta.
Io lotto ogni giorno e non mi sento di aver lasciato solo Norman quindi vi chiedo di non lasciare solo il Norman che è in ognuno di noi.
A presto
M.C.

M.C. 17.09.10 11:38| 
 |
Rispondi al commento


Ricevo da Leo
B non è un imprenditore ma un venditore di pentole, uno che te le vende per buone anche se sono bucate. Ho avuto la fortuna di conoscere imprenditori veri, gente che spesso si è fatta da sola a suon di sacrifici e lavoro onesto. Mio padre era uno di questi, ma l'Italia era piena di esempi encomiabili in tutti i settori produttivi (per non parlare della grande professionalità delle maestranze), dico "era" in quanto questa categoria sociale è stata travolta nei primi anni 80, periodo di crisi e cambiamenti epocali....in peggio chiaramente
Corruzione dilagante, aumento insostenibile di costi e assurde gabelle, distruzione della libera concorrenza e affermazione delle cricche. Cricche che cominciarono ad operare tramite le banche. Se avevi bisogno di liquidità per andare avanti, la banca ti dava tutto, basta che facevi parte di una qualche fazione (socialista, democristiana, mafia o massoneria). Anche solo per fare l'infermiere si pagava 7-8 milioni dell'epoca al funzionario asl....
Quel periodo, caratterizzato da inflazione a doppia cifra e con un costo del denaro prossimo al 30%, ha selezionato l'imprenditoria italiana. In pratica sono andati avanti solo gli squali, cioè pseudo imprenditori senza scrupoli e senza un minimo senso etico, gente che ti squaglia la vita solo per il loro stupido profitto. Ecco allora, un vero imprenditore non costruisce con i soldi della mafia, non si iscrive alla p2 (non ne ha bisogno e soprattutto non ha tempo da perdere dietro deliranti fesserie), non vomita sottocultura (ma dire questo è poco) su un'intera popolazione tramite le sue tv, non corrompe....io ricordo gente come Adriano Olivetti, gente capace di capire che solo l'armonia di un sistema riesce ad ottenere risultati veri...Dai cafoni (come il nostro) si produce solo povertà, ricatto, abbandono, disperazione e tristezza. Ma aspetto di vedere i giovani ricostruire una società basata sul merito e la solidarietà, sarà per forza così
E molti di noi saranno con loro.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 17.09.10 11:36| 
 |
Rispondi al commento

si può sapere perchè lo stato continua a pagare pensioni d'oro anche se non sono più coperte dai contributi versati..........?
c'è una legge che lo impone.?
.

cimbro mancino Commentatore certificato 17.09.10 11:36| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo facciamo parte di una generazione di cui la società dimostra di non averne bisogno!!!

Alessandra M. 17.09.10 11:34| 
 |
Rispondi al commento

TI CORREGGO BEPPE!!DOVE POCHI VECCHI HANNO TUTTO!!!IL 50% DELLE PENSIONI EROGATE DALL'INPS,SONO AL DI SOTTO DEI 1000€,QUINDI QUESTO VUOL DIRE CHE UN 50% DI "VECCHI",SI E' FATTO TRATTARE COME FANTOZZI E FRACCHIA ELEVATI AL CUBO SENZA USARE CERVELLO ED ORA RACCOGLIE CIO' CHE HA SEMINATO!!!!!!!!D'ALTRONDE IN UN PAESE DOVE C'ERA L'IDEA DOVE LA DONNA A FARE LE FACCENDE DI CASA E GLI UOMNINI A LAVORARE,QUESTO E'IL RISULTATO STRAMERITATO!!!PER NON PARLARE DI TANTISSIMI CHE HANNO LAVORATO PER ANNI COME SCHIAVI E NON GLI SONO STATI VERSATI I CONTRIBUTI PREVIDENZIALI!!!

Alessandro Negroni, Roma Commentatore certificato 17.09.10 11:34| 
 |
Rispondi al commento

Salve l'ho scritto spesso sul blog.

Chi è in pensione non può avere diritto di voto perché non deve influenzare le scelte politiche ed economiche del paese visto che dipende dal sostegno di chi lavora!

(e abolire le pensioni attuali, 1000 euro la minima e 2000 euro la massima)

(poi proponevo anche che le regioni in mano alle mafie, sicilia calabria campania e puglia il voto dei loro cittadini valga la metà perché è l'unico modo per far uscire la mafia dal parlamento)

a volte (ritornano) Commentatore certificato 17.09.10 11:29| 
 |
Rispondi al commento

L'handicap al potere.
La vecchiaia è senz'altro un handicap.
Ma anche quando si scelgono dei giovani; se non sono asociali, paraculi, gretti e meschini...
insomma handicappati
in politica non emergono.
Anche di questo la colpa è del centrosinistra. Di coloro che non hanno distinto il buono dal cattivo, il male dal bene, il capace dall' incapace.
Berlusconi è il trionfo dell'handicap.

M. Mazzini 17.09.10 11:29| 
 |
Rispondi al commento

Colloquio ultimo

Per mio padre, io sono un uomo perduto.
Con le mie idee, egli dice, non si fará mai niente nel mondo.
Mi ha visto sempre all'opposizione: dai dodici anni in su, non gli è stato mai più possibile riacchiapparmi.
Crede che una specie di demone mi possegga, e, tratto dal suo orgoglio di genitore a sopravalutare certe mie qualità, è preso - ogniqualvolta gli parlo - da un doloroso senso di rammarico, che egli esprime con uno sconsolato significativo moto del capo, e con una sola parola: "Peccato!". Opposizione, intendiamoci bene, non solo alle sue idee politiche, ma ad ogni atteggiamento della sua vita: quel che per lui è bianco, è per me, sempre, irrimediabilmente nero. O viceversa. Nonostante tutto, io andava di tanto in tanto a parlare con mio padre. E poiché con gli anni anche la mia "arte" era progredita, non provocavo più, negli ultimi colloqui, gli scoppi violenti d'una volta, e riesciva persino a parlargli lungamente, per qualche ora, e sugli argomenti più scabrosi e più scottanti. Ma le cose rimanevano sempre al maledetto punto di prima: un punto, cioè, invariabilmente morto. Evitavo, sí, i fulmini d'una volta, ma le convinzioni del mio contraddittore rimanevan sempre le stesse. Tutto al più, nell'anima del brav'uomo si accentuava la dolorosa commozione per questo figliolo, così ostinatamente deliberato a perdersi. Perciò proprio ier l'altro ho avuto l'ultimo colloquio con mio padre.
E non ne avrò più: per rispetto di me e di lui.

RIVOLUZIONE LIBERALE


Veltroni pensa soiprattutto ai giovani, figli suoi soltanto, per il resto attacca il PD, ma non vuole fare regali a berlusconi, bastA PERDERE E non lavorare.

cesare beccaria Commentatore certificato 17.09.10 11:22| 
 |
Rispondi al commento

Uno dei principali problemi da affrontare immediatamente è la riforma del sistema universitario. Ci sono troppi corsi di laurea inutili che non danno nessuno sbocco lavorativo, che non creano una figura professionale definita.
Dopo anni di studio ci si ritrova con un pezzo di carta che risulta essere quasi un ostacolo e non un'opportunità in più. Faccio un esempio: il corso di laurea triennale in Operatore giuridico di impresa istituito in alcune Facoltà di giurisprudenza in Italia a cosa serve? Dicono che serve a creare una figura professionale capace di dare supporto legale alle aziende private, ma, secondo voi, un'azienda privata si rivolgerà mai a un laureato di questo corso di laurea se ci sono una marea di avvocati che danno maggiore fiducia e che possono assisterli legalmente?
Ci sono un sacco di" corsi di laurea truffa" istituiti solo per aumentare il numero di insegnamenti!!
La laurea conseguita dal povero ragazzo potrebbe essere uno motivi che ha fatto accrescere in lui il senso di disperazione e di sfiducia!!

Luigi Innammorato 17.09.10 11:21| 
 |
Rispondi al commento

Un ragazzo si è suicidato. E' stato ucciso da un Paese incapace di intendere e di volere,

non concordo con questa tematica
SANNO PRFETTAMENTE COSA FANNO E LO FANNO LUCIDAMENTE E PREMEDITAMENTE
siamo noi che non lo sappiamo e facciamo la figura dei pirla e ci trattano da tali

IO SONO STUFO DI SENTIRE BERLUSCONI QUI E BERLUSCONI LA'
piantatela di fare i coglioni
BERLUSCONI E UNO DI LORO
NE PIU NE MENO
GLI ABBIAMO GIA ESPERIMENTATI GIA VOLTE
1+2= 3
E QUESTO VALE ANCHE SE INVERTIAMO I PARAMETRI
2+1=3
CON LORO NON SI CAMBIA ... MAI
io non credo che il movimento dei grillini fara il rinnovamento MA ALMENO ADESSO
HANNO LE MANI E L ANIME PULITE
finche pensiamo e agiamo da imbecilli ci tratteranno sempre da imbecilli
finche non capiamo la semplicissima lezione che SIAMO NOI A DECIDERE IL FUTURO
CHE LORO NON SONO ALTRI CHE PEZZENTI CHE CI HANNO FATTO CREDERE CHE SONO DEI DEI
senza di noi non ci sarebbero stati
dei hitler
dei mussulini
dei stalin

se no si torna ai tempi bui dove
la gente CHE vedeva cosa succedeva sotto il fascismo

e....diceva S
E SOLO MUSSULINI AVESSE SAPUTO
mussulini lo sapeva benissimo
lo aveva ordinato lui stesso
HO VOI PENSATE CHE CON DELLA GENTE LIBERA NELLA MENTE E CON POSSIBILITA ECOMONICHE
AUTONOME LA GENTE LI VOTEREBBE ANCORA???
ci fanno poveri e poi si fingono difensori dei poveri ECCO IL TRUCCO

stefano b., rovato Commentatore certificato 17.09.10 11:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

un pensiero di pace per Norman, un grande, grandissimo martire della liberazione italiana.
Un monito per gli italiani a svegliarsi per non debbano più esistere casi del genere

Loris C. Commentatore certificato 17.09.10 11:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.youtube.com/watch?v=YJOqXTe2XXo

A Missis Robinson, da Venerdì.
Stimmate di S.Francesco....
Oggi di Magro: solo Riso e Frutta Profumata.
( I mercanti di Carne, si buttino nel Tritacarne).

enrico w., novara Commentatore certificato 17.09.10 11:07| 
 |
Rispondi al commento

Certo fa sempre dispiacere quando un giovane, anche di belle pretese, muore, e ancora peggio quando si suicida.
tuttavia se vogliamo essere sinceri l'omicidio non è mai un atto nobile, se mai un atto di vigliaccheria, di chi non potendo sopportare piu un peso si toglie la vita.
lo sfogo del padre e comprensibile, dato dal suo immenso dolore, ma non capisco cosa centra lo stato.
tutti i suicidi sono quindi morti di stato?
io non credo.
forse queso ragazzo aveva anche altri motivi per togliersi la vita, motivi che solo lui sapeva, e che portera kon se.
condoglianze alla famiglia.

Francesco Saverio di Donato (napoletano978), Napoli Commentatore certificato 17.09.10 11:07| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe io ti stimo tantissimo, dici tantisime belle cose, ma come ben sai alle parole poi bisogna far seguire i fatti. A quanto ho capito il Movimento 5 stelle si presenterà alle elezioni, ma se ho ben capito, tu non sarai il leader di questo movimento, cioè praticamente quando ci sarà la campagna elettorale, nei vari dibattiti non ci sarai te, ma i candidati del Movimento. Ora mi chiedo prima di tutto questa cosa mi sembra minimo assurda, che un leader del movimento poi deleghi altri a parlare per lui, perchè vista la tua abilità oratoria nei dibattiti politici te li mangi i vari veltroni, fassino e seguaci del nano. Ora a mio modesto parere devi prendere una decisione, ho ti candidi realmente andando il più spesso in tv e facendo si che tutti possano ascoltare le tue idee, visto che nei tg e in televisione, di questo movimento non si parla mai, oppure caro Beppe fa una cosa, hai tanti soldi continua a fare il comico e non ci romprere più i coglioni. Se il nano malefico sta al governo è perche tutte le forze di sinistra sono divise, bene molti di voi e te stesso dite che bisogna correre da soli, che non bisogna allerasi con nessuno, benissimo, ma i sondaggi che dicono che siamo al 51 per cento dei consensi??? Che io sappia non è cosi, e correre da soli significherebbe solo far rivencere quel nano di merda. Nella vita ci sono delle priorita, oggi la prima è quella di mandare a casa il nano e la sua banda di ladroni, e se per cacciare lui ci si deve alleare con chi non condivide appieno le tue idee, bisogna farlo, poi quando ci saremo liberati da questa persona immonda, avendo un'informazione libera e una classe dirigente nuova, si possa pensare di allearsi solo con chi condivide in toto il programma del Movimento 5 stelle. Se poi pensi che correndo da solo e prendendo anche magari un 8 per cento sarai soddisfatto del risultato, bene sappi, che a casa del nano staranno tuti festeggiando per il regalo che gli hai fatto.

Antonio Della corte 17.09.10 11:04| 
 |
Rispondi al commento

le belle e giovani donne che lavorano nella P.A. hanno ormai messo in conto che per fare carriera non devono studiare e lavorare con competenza e professionalità.
Gli uo9mini o ragazzi che lavorano nella P.A. sanno chi il loro dirigente è stato nominato dal politico e quindi comanda, dunque deve obbedirgli sempre senza pensare.
Questo triste e squallido quadro lavorativo dei giovani rispecchia l'attualita dalla quale non verrà mai un atto di protesta.

cesare beccaria Commentatore certificato 17.09.10 11:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve, quoto al 100% Silvio, Sarkozy ed il Senatur sulla questione ROM: o si comportano rettamente o se ne vadano altrove! Una "cultura" che è fondata sul furto e sullo sfruttamento dei minori non può essere definita come tale, perciò rivedano il loro modo di vivere se volgiono un posto nella società. Basta con buonismo, pietismo e falsa carità!
Sarebbe opportuno applicare le stesse regole "sarkozy" sui ROM, anche per i clandestini ed i delinquenti extracomunitari! Perchè non fare un referendum popolare su questo tema? La gente è stanca di queste minacce sociali e reclama sicurezza! Se non si frarà qualcosa c'è il rischio di una deriva razzista a causa del buonismo adottato finora!

Ivano Cattolico 17.09.10 10:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il diritto al delirio-Eduardo Galeano (sub Ita)

http://www.youtube.com/watch?v=j9W2d9Rp84Y

filippo l. Commentatore certificato 17.09.10 10:59| 
 |
Rispondi al commento

NON E' UN PAESE PER GIOVANI

Non serve più di tanto ma vorrei fare le condoglianze ai cari di Norman Zarcone.

Arrivare a compiere questi gesti è perchè sei senza alcuna speranza e ti senti solo e senza futuro.

Non so quanti di Voi ha figli che frequentano la scuola;

posso solo dirVi che sono in un Consiglio di Circolo di un complesso di scuole elementari, compreso la materna, e non si riesce a coinvolgere più di tanto i genitori nelle problematiche importanti, come i tagli degli insegnanti;

i genitori arrivano a scuola e con tutta fretta lasciano/prendono i bambini e con egoismo, non interessa loro alcunchè.

ho fatto il volantinaggio al primo giorno di scuola (13 settembre) per far presente le criticità di quest'anno (ulteriori tagli al bilancio e agli insegnanti, la materia d'inglese sarà affidata a un insegnante che ha eseguito un corso di lingua di 20 ore, meno attività didattiche, ecc.);

ebbene, quasi nessuno ha letto il volantino (una sola pagina con poche scritte) e non hanno chiesto come fare per marginare questo stato delle cose.

I Politici stanno rovinando il nostro paese ma credo che anche noi stiamo mettendo del nostro per la riuscita.

Si ha ragione il papà di Norman, è un
OMICIDIO DI STATO!!!

Francesco Torino, Torino Commentatore certificato 17.09.10 10:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Non è un Paese per giovani.....
e ci sono 3000 motivi per affermarlo !

Non è neanche un Paese per Vecchi....
e ci sono 3000 motivi per affermarlo !

La verità che il ns non è più un PAESE
è più semplicemente una cosca eletta a Stato !


edy s., milano Commentatore certificato