Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Un click contro l'inceneritore di Ravenna


russi.jpg
Cosa rimarrà della nostra civiltà? Gli inceneritori? Accanto a un sito incantevole del ravennate sta per essere costruito l'ennesimo inceneritore. Oltre alla vita distruggono anche la bellezza. Cliccate contro l'inceneritore e adottate il sito di Palazzo San Giacomo.
"A poco più di 100 metri dal sito identificato per la costruzione di un inceneritore di biomasse, sulle rovine dell'Ex-Eridania e all'interno di una area naturalistica a protezione speciale europea, sorge un importante palazzo del 1600 di una nobile famiglia ravennate (definito per sua sontuosità la Versailles dei Conti Rasponi) ed un'area archeologica con i resti di un'importante villa romana. Entro il 30 settembre gli Italiani possono esprimere un proprio parere su questo scempio che si sta per consumare.Per portare l'attenzione su questa vicenda il Clan-Destino ha inserito il Palazzo San Giacomo all'interno dell'iniziativa organizzata dal FAI - FONDO AMBIENTE ITALIANO "I luoghi del cuore". Il sito che avrà totalizzato più segnalazioni verrà adottato dal FAI, restaurato e reso fruibile al pubblico in tutto il suo splendore. Ci appelliamo al blog per divulgare questa importante iniziativa: se tutti votiamo il sito di Palazzo San Giacomo potremo salvare l'intera area." Cinzia - Clan Destino

27 Set 2010, 19:37 | Scrivi | Commenti (37) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Ben vengano gli inceneritori!
Specie se sono inceneritori per biomasse, perché hanno i seguenti vantaggi:

1)Non producono diossina in quanto le biomasse non contengono idrocarburi alogenati;

2)I nuovi inceneritori hanno sempre, per legge, sistemi di abbattimento delle polveri sottili, basati principalmente sulle tecnologie dei filtri elettrostatici e dei filtri a manica.

3)Dalla combustione delle biomasse si produce calore ed energia elettrica, che possono essere distribuiti alle varie utenze con notevoli risparmi sui costi dell'energia.

4)I sottoprodotti della combustione delle biomasse sono biodegradabili e possono essere utilizzati come fertilizzanti (quindi non devono andare in discarica).

Tino R. Commentatore certificato 26.10.10 21:27| 
 |
Rispondi al commento

LE IDEE CI SONO PER UN PAESE PULITO SENZA INQUINAMENTO E DELINQUENZA,MA SICCOME OGGI AL POTERE CI SONO PERSONAGGI CHE PENSANO SOLO AI LORO INTERESSI,NON PERMETTERANNO MAI AL CITTADINO GIUSTO E SAGGIO DI REALIZZARE OPERE CHE FANNO BENE A TUTTI. QUALCOSA DI SICURO 'RIUSCIREMO' A REALIZZARE MA POI PER IL RESTO CI FARANNO FARE LA FINE DEL GIUDICE FALCONE... QUINDI LA LOTTA CONTRO IL MALE VA AFFRONTATA NON SOLO CON I VOTI,MANIFESTAZIONI VIOLENTE O NON VIOLENTE O REFERENDOUM MA ANCHE E SOPRATUTTO CON LA PREGHIERA E CIOE' IL SANTO ROSARIO... SE NO SI PERDE SEMPRE...

nunzio de martino 15.10.10 13:58| 
 |
Rispondi al commento

Tutti parlano di rifiuti, come sistemarli e dove, possibile che l'uomo si differenzia dagli altri animali perchè sa leggere e scrivere, ma non ha il buon senso di non creare rifiuti, o almeno limitarli all'umido, possibile che la cosa più ragionevole che può fare è rompere una bottiglia di vetro per poi rifarla. Non si vuole veramente cambiare, quindi ben vengano gli inceneritori fuori casa.

giuliano marchi, brissago valtravaglia Commentatore certificato 03.10.10 13:14| 
 |
Rispondi al commento

I mezzi di informazione scrivono sempre del problema dei rifiuti, come fare a smaltirli, la raccolta differenziata si fa, come siamo bravi, ma possibile che nessuno prende una posizione più sensata di quella di rompere una bottiglia di vetro per poi rifarla? Il problema è risolvibile se chi cammina su due gambe e si differenzia dagli altri animali perchè sa leggere e scrivere, si renda cosciente che i rifiuti non deve farne, o almeno limitarne l'esistenza.

giuliano marchi, brissago valtravaglia Commentatore certificato 03.10.10 10:32| 
 |
Rispondi al commento

Allora non si vogliono inceneritori / termovalorizzatori.... Una realtà italiana che fa finta di attuare il riciclaggio, ma che in verità rimane solo sull'agenda delle buone intenzioni....Una mafia che con lo "smaltimento" fittizio (fa una buca o fa "legalizzare" una "discarica") riversa di ogni in avvallamenti a cielo aperto (di qualche giorno fa un rapporto su rifiuti RADIOATTIVI!!) e che lucra somme spropositate dalle casse dello stato.

Volendo essere provocatorio: secondo voi, i tedeschi, con tutti i rifuiti che gli mandiamo dall'Italia dovrebbero essere tutti appestati di cancro e malattie varie, no? Perchè non lo sono? Ve lo dico io:
1) Perchè fanno veramente assortimento e riciclaggio dei rifiuti.
2) Perchè tutta la roba NON riciclabile la smaltiscono sì, in inceneritori, ma questi sono dei VERI inceneritori/ termovalorizzatori, tecnologicamente avanzati a norma e conformi a tutte le leggi sulla sicurezza e sulla salvaguardia dell'ambiente che possano esistere a livello nazionale ed europeo.( Non ci mettono il cemento con la sabbia di mare come hanno fatto in certi edifici all'Aquila, tanto per fare un esempio) E da questi traggono anche il beneficio di energia a costo zero.
Tutte le altre diatribe / modelli che mirano a temporeggiare ed "invecisti" (parola coniata su questo blog) non fanno altro che portare acqua al mulino di chi in effetti NON VUOLE FARE NIENTE.
(Vedere cosa hanno fatto in Germania ed in Inghilterra nel campo EOLICO e confrontarlo a quanto è stato fatto in Sardegna, altro buon esempio di ipocrisia e di malaffare)

Vince M 30.09.10 12:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

BEPPE DEVI SCENDERE IN CAMPO PERSONALMENTE E DIRETTAMENTE, SOLO COSI' PUOI DARE LA SVOLTA.
I GRILLINI SARANNO PURE PERSONE APPOSTO...MA SE NON SCENDI TU IN PISTA SARA' TUTTO INUTILE..UN CAPO CI VUOLE..TANTI CAPI NON SI "CAPI"SCE NULLA!!!

Roger Masters 29.09.10 19:42| 
 |
Rispondi al commento

Ma come si fa a essere contrari alla costruzione di un inceneritore accampando la scusa che c'è uno stagno, un parco o addirittura, come in questo caso, un monumento da salvaguardare?! Certo, queste sono cose importanti... Ma ben più importante è la salute di tutti. GLI INCENERITORI NON DEVONO ESSERE COSTRUITI PERCHE' FANNO VENIRE I TUMORI. FANNO MORIRE LA GENTE. Rifiutare un inceneritore perché rovina un monumento o un paesaggio da qualche parte significa nascondere la vera e più importante causa per la quale questi impianti devono essere respinti. I promotori di questa iniziativa distolgono l'attenzione dell'opinione pubblica dal vero danno che gli inceneritori causano. Addirittura finiscono per fare il gioco di chi sugli inceneritori crea le proprie fortune. Vanificano gli sforzi di medici e studiosi che, carte alla mano, cercano con tanta difficoltà di far conoscere quali vere conseguenze comporta avere un inceneritore vicino casa (anche in questo blog ci sono stati interventi autorevoli in tal senso). Il risultato di iniziative come queste sarà di portare la gente a credere che per evitare situazioni come in Campania è facilmente tollerabile la vista antiestetica di un camino fumante, ma almeno le strade sono pulite! Poi, magari, dopo qualche anno vien fuori un tumore come un grappolo d'uva nell'intestino. Chissà perché?
Possibile che vi interessa di più la sorte di un palazzo del 1600 della vostra pellaccia?! Ma da che parte state?
Luca Foderini

Luca Foderini 28.09.10 22:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Premetto che io sono contro gli inceneritori, le discariche, i depuratori e quant'altro "spezzi" il ciclo della materia e dell'energia in processi che producono inquinamento ed hanno un bilancio energetico negativo.
Da qualche anno si parla di realizzazioni di centrali di produzione energia a partire dalle biomasse, le stufe domestiche e non domestiche alimentate a pellet sono già qualcosa di simile. Di contro, vari soggetti, singoli o associati, portano avanti battaglie contro la costruzione di "inceneritori di biomasse".
Ritengo opportuno fare chiarezza almeno su un aspetto in modo che non si generi un'informazione non corretta o imputabile di scarsa "onestà intellettuale": un impianto che generi energia, in qualsiasi forma (elettricità, calore, meccanica, ecc.), con bilancio energetico positivo e con ricavi economici senza contribuzioni estranee alla produzione e vendita dell'energia prodotta è da ritenersi un IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA. Un impianto ove si distrugge/smaltisce qualsiasi tipo di materiale tramite la combustione supportata da combustibile aggiuntivo e con il bilancio energetico negativo, anche nel caso ci sia un recupero, è, per definizione, un INCENERITORE.
Nel caso specifico, gli amici di Ravenna fanno bene a far valere gli aspetti storici e culturali del sito ove è prevista l’installazione di questo non meglio definito impianto, ma teniamo presente che la combustione di biomasse primarie e secondarie dà risposte essenziali alle questioni ambientali, energetiche e geo-politiche.
Ogni giorno ognuno di noi produce una certa quantità di rifiuto organico che viene smaltito con consumo di energia, costi economici, inquinamento atmosferico, idrico e del terreno. Sui metodi e sulle tecnologie per l'impiego delle biomasse a fini energetici si può dire che ci sono ancora margini di miglioramento in termini di efficenza e impatto ambientale, ma non è auspicabile che vengano smaltiti come rifiuti e ignorati come risorsa per tanto tempo ancora.

Roberto V., Recanati Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 28.09.10 19:42| 
 |
Rispondi al commento

LA DURA VERITA' 8...LA SCONQUASSATA E SINISTRATA SINISTRA ITALIANA... guarda il video…
http://www.youtube.com/watch?v=N_j0SOWAj8g
---LA DURA VERITA’ 7…UN CONSIGLIO AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO SILVIO BERLUSCONI… guarda il nuovo video…
http://www.youtube.com/watch?v=3vZ14ucqh68
---LA DURA VERITA’ 06… IL LAVORO; UN ASSASSINO SERIALE… guarda il video
http://www.youtube.com/watch?v=aIr1Wq0H7HQ
---LA DURA VERITA’ 05…IL MASCHIO… UN GRANDE BLUFF… guarda il video
http://www.youtube.com/watch?v=iUuJTOsYyAs
---LA DURA VERITA’ 04…LE SUPPOSTE IDEOLOGICHE... guarda il video
http://www.youtube.com/watch?v=YUncPdjILFc
---LA DURA VERITA’ 03…LA STUPIDITA' DEL MASCHIO...guarda il video
http://www.youtube.com/watch?v=EvAE5BboUpQ
---LA DURA VERITA’ 02…LE GUERRE? FATELE FRA DI VOI... guarda il video
http://www.youtube.com/watch?v=d9EPisD3AwI
---LA DURA VERITA’01…I FIGLI SONO DELLE DONNE... guarda il video
http://www.youtube.com/watch?v=FTulppNWgT0

movimento femminile Commentatore certificato 28.09.10 18:19| 
 |
Rispondi al commento

Basta inceneritori BISOGNA IMPARARE A RICICLARE

michela anelli 28.09.10 17:43| 
 |
Rispondi al commento

GLI INCENERITORI "SAREBBERO NECESSARI" MA DOVREBBERO ESSERE COSTRUITI CON TUTTE LE REGOLE
DELLA SICUREZZA AMBIENTALE,CON LA MANUTENZIONE
NECESSARIA CON I CONTROLLI CONTINUI E NEI LUOGHI
ADATTI, MA PURTROPPO NOI ITALIANI SIAMO UN P0CO
CIALTRONI PER CUI NON CI FIDIAMO DELLE AUTORITA'
E QUINDI SALVIAMO "PALAZZO SAN GIACOMO"

franco betti 28.09.10 17:33| 
 |
Rispondi al commento

Un Link contro l'INCENERITORE.
http://www.youtube.com/watch?v=18a1GQUZ1eU

Lovigio (na) Commentatore certificato 28.09.10 16:41| 
 |
Rispondi al commento

Scusatemi, Beppe Sabato pomeriggio a Cesena ha intervistato una imprenditrice (credo di treviso) che parlava di un nuovo sistema di riciclo dei rifiuti, hai mandato in onda anche un video. Dato che ha espresso l'invito a replicare il suo modello nelle altre regioni ed ha anche detto che sarebbe ben disposta a dare tutte le informazioni necessarie per avviare un attività simile. Sono interessato a mettermi in contatto con lei, ma non ricordo come si chiama ne lei ne la sua azienda. Puoi darmi una mano a rintracciarla?
Grazieee e... arriviamooo!!! Perchè non ci uniamo e creiamo così il controinceneritore?

Raffaele Del Prete 28.09.10 16:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

appello raccolto e girato!!!!....

giulia genito 28.09.10 16:15| 
 |
Rispondi al commento

Per quanto possa contare ho aderito ma sopratutto ho girato i link sul mio blog, non ha molte visite, non è conosciuto ma credo che nel nostro piccolo da cittadini che amano il nostro territorio e anche il nostro pianeta al di la delle bandiere, un piccolo gesto che possiamo fare è quello del passaparola... anche poche persone però quando sentiamo o vediamo qualcosa che non ci piace dobbiamo comunicare.. citando un pezzo di fabrizio moro che mi piace moltissimo:
" Comunicare, comunicare
Questa è la parola in cui confido per salvare
Una generazione anche due forse tre
Ogni uomo deve comunicare "

Forse mezzo OT nel contesto del post ma..

come ha giustamente detto Beppe (mi permetto) nel suo intervento ad Anno Zero: " sei tu il leader di te stesso! cresci!! "
il che non vuol dire che siamo super uomini o dotati di qualche super potere ma che non abbiamo bisogno di nessun superuomo (o che si ritenga tale) che ci indichi la strada ma piuttosto abbiamo bisogno del nostro io che scelga veramente quella che ritiene giusta da seguire.

Erik Franceschini 28.09.10 14:01| 
 |
Rispondi al commento

Il comune di Alessandria, amministrazione centro destra, buttato giù il ponte Cittadella, per ricostruirlo spreme le famiglie facendogli pagare le rette del nido il doppio di quanto le pagavano due mesi fa. da 200€ al mese 400€ al mese.

pezzoli luciano 28.09.10 11:23| 
 |
Rispondi al commento

complimenti vivissimi sei un mito beppe continua cosi e speriamo che quello che stai facendo porti ad un italia migliore sia per il lavoro che per l'ambiente ciao e grazie per tutto questo FORZA BEPPE GRILLO

la selva alessio 28.09.10 11:10| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, perchè non parli anche di noi che viviamo alle pendici del Vesuvio???
Che tempi viviamo se questo “stato” uccide le istituzioni, se la legge deroga ai diritti, se il potere, che dal popolo promana e per il popolo andrebbe esercitato, è soltanto forza senza consenso? O tempora o mores! Imporre con la forza della legge e della forza la fine di un territorio e della sua popolazione, stabilire per legge l’avvelenamento lento ed inesorabile di decine di migliaia di persone, scortare con mille divise i camion di ditte riconducibili in buona parte al sistema che le divise dovrebbero fronteggiare, premettere la ragione politica alla ragione e alla logica, la giustizia e il diritto derogati dalla legge.
E’ questo il paradosso con cui lo stato, questo stato, qui, a Boscoreale, a Terzigno, nei nostri paesi, sta uccidendo le sue istituzioni.
Le nostre terre erano avvelenate da mani criminali da molto prima decidesse di farlo questo stato, le ingiustizie e la morte erano imposte con la forza da molto prima che si decidesse di farlo con una legge o con un decreto, e vedere la verità ed il diritto oltraggiati dall’omertà e dalle menzogne non è stata certo una novità. La differenza è che chi, come me, credeva e crede nello Stato di Diritto, sognava e sogna di poter ricevere giustizia dallo Stato e dal Diritto.
E invece riceviamo veleni, morte, ingiustizie e perfino i lacrimogeni, come se per piangere del nostro destino e delle nostre sventure ne avessimo davvero bisogno.
Pensavamo che le nostre lacrime fossero finite, esaurite, pensavamo di aver sofferto e pianto tutto quello che un popolo poteva subire da se stesso e dalla propria sorte, ed è evidente che coltivavamo illusioni che non ci spettavano, noi sognavamo uno Stato ed un Diritto che intervenissero, finalmente, per operare le bonifiche, per sostenere lo sviluppo turistico, per ripristinare legalità e civiltà, ed era evidente che ci stavamo illudendo, ma non avremmo mai immaginato che alle esequie delle nostre sper

Maurizio Palumbo 28.09.10 10:19| 
 |
Rispondi al commento

a parma lo costruiranno accanto allo stabilimento barilla, bon appetit!

enrico chiesa 28.09.10 09:38| 
 |
Rispondi al commento

off topic:
Il Capo dello Stato, in quanto cittadino onorario di Roma, per Bossi è un porco!!!! Speriamo che si svegli e richiami chi di dovere alle sue responsabilità!!!!

Paolo C., Manfredonia Commentatore certificato 28.09.10 08:12| 
 |
Rispondi al commento

dal giornale" L'unione sarda" :

"Liscia, gassata, o comunale. A Mores, l'acqua da bere la distribuisce il Comune, gratis. Acqua che sgorga direttamente dall'acquedotto

Liscia, gassata, o comunale. A Mores, l'acqua da bere la distribuisce il Comune, gratis. Acqua che sgorga direttamente dall'acquedotto e che grazie a un impianto di trattamento e distribuzione nuovo di zecca, viene offerta agli abitanti di Mores a temperatura ambiente, refrigerata e perfino con le bollicine. L'impianto, chiamato La Fontesana, è stato inaugurato ieri nei locali ristrutturati dell'antico mercato civico."
Il Comune risparmia sulla raccolta differenziata di bottiglie di plastica ed i cittadini risparmiano sull'acquisto di acqua minerale.
Così come ci sono le bandiere blu e le bandiere arancione, diamo al Comune di Mores, ed in futuro a tutti i Comuni che adotteranno i punti del Movimento, la bandiera 5 stelle!!!!!

Paolo C., Manfredonia Commentatore certificato 28.09.10 07:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

2di2
NEGLI ULTIMI 60 ANNI ABBIAMO CONSUMATO L’EQUIVALENTE DEI PRECEDENTI 200.000 ANNI!
E SIAMO IN ACCELERAZIONE, VISTO CHE PAESI COME LA CINA,IL PAKISTAN E L’INDIA SONO IN CRESCITA
2 MILIARDI E MEZZO DI PERSONE CHE VOGLIONO IL NOSTRO STESSO SVILUPPO!
CI SERVONO ALMENO 5 PIANETI COME IL NOSTRO!
OGNI GIORNO:40 MILA ETTARI DI DISBOSCAMENTO!
OGNI GIORNO:30 MILA ETTARI DI DESERTO IN PIU’!
OGNI GIORNO CONSUMIAMO:
85 MILIONI DI BARILI DI PETROLIO con una crescita del 2,3%
OGNI GIORNO:SCARICHIAMO IN ATMOSFERA 100 MILIONI DI TONNELLATE DI CO2
OGNI GIORNO:150 SPECIE ANIMALI SI ESTINGUONO
OGNI GIORNO SIAMO 250 MILA ESSERI UMANI IN PIU
QUESTO MODELLO DI SVILUPPO PRODUCE:
OGNI GIORNO: 10 MILIARDI DI TONNELLATE DI RIFIUTI !
Ma il rifiuto è la cartina di tornasole del sistema, è la prova provata dell’errore di progettazione che sta alla base di questa concezione di sviluppo illimitato ed esponenziale.
Il problema della gestione dei rifiuti nemmeno esiterebbe in un modello ecologico di tipo circolare.
Ma quanto ci costa in termini economici, ambientali,sanitari tutto questo?
Quanto ci costa in termini culturali,questo sistema Capitalistico Selvaggio?
L'Uomo e la terra sono a rischio,e le cause sono indubbiamente in questo sistema che è mantenuto in vita da una "minoranza di persone"(leggasi classi dominanti)sulla stragrande maggioranza.
Non basta volere, ma soprattutto occorre sapere: come funziona questo sistema in cui tutti (e sottolineo tutti) siamo immersi e quindi le soluzioni che occorrerebbe trovare e mettere in atto.
P.S.
“Il sistema è opaco e la sua natura sfruttatrice e predatoria non appare evidente agli occhi degli uomini e delle donne del mondo”.
K.Marx
http://www.youtube.com/watch?v=18a1GQUZ1eU

Lovig (na) 27.09.10 23:42| 
 |
Rispondi al commento

Noi non siamo degli economisti,siamo degli osservatori,ma l’osservazione degli eventi ci impone una riflessione anche di tipo economico.
Quella che ci presentano oggi come una crisi economica è una crisi di sistema,la crisi di un modello,quello del capitalismo d’assalto,del capitalismo bulimico,divoratore di Ambiente,di Territorio,di Partecipazione e di Democrazia.
Ecco perché la crisi attuale è soprattutto crisi ambientale e crisi democratica.
L’economia convenzionale,come dice Vladimiro Giacchè,ha l’esigenza di mantenere inalterati i consumi,ecco perché è così difficile attuare politiche di buon senso di riduzione dei rifiuti,di energia,perché il diktat economico va in altra direzione:la produzione ed i consumi devono crescere,a tutti i costi!Anche a fronte del fatto che i redditi calino e la disoccupazione aumenti. L’obiettivo utopico è:abbassare i salari e aumentare i consumi. Non a torto il nostro premier si rivolge ai cittadini italiani chiamandoli testualmente “consumatori” invitando i telegiornali a non spaventarli inutilmente con dichiarazioni economiche catastrofiche.Si incentiva così l’indebitamento con il miraggio che i consumi portino la ripresa economica,si incoraggia la cementificazione del territorio e l’abusivismo edilizio,quando oramai il nostro territorio è saturo,al collasso(dal 1950 ad oggi, un’area grande quanto tutto il nord Italia è stata seppellita sotto il cemento).
Ma il Modello attuale,del capitalismo vampiro ha fallito,è un modello irrazionale di tipo lineare che tende a consumare le risorse in maniera bulimica come se queste fossero inesauribili,e non lo sono;grava sull’ecosistema in maniera oramai insostenibile ad una crescita esponenziale generando un impronta ecologica cinque volte superiore alla capacità della terra di rigenerare la risorse consumate.
(continua)

Lovigio (na) 27.09.10 23:39| 
 |
Rispondi al commento

sono un citadino italiano d'origgine del marocco,seguo la politica italiana con passione e passienza.non sono ni de destra ni de sinistra sono quello che il carattere come quello di peppe grillo .mi piace dialogare e scambiare le idiee, saperne di piu non e male per cambiare tante cose che non vano bene ni al payse ni al citadino,ho tante cose da dire,datemi una mano ,misento da solo,auguri a tutti che legono questo commento.contattandomi anche sul mio cellulare .n 3473540519.

omar fatihi 27.09.10 22:32| 
 |
Rispondi al commento

“Va cambiato l’attuale modello di sviluppo economico e di consumi, responsabile dei cambiamenti climatici e globali in atto, basato sull’uso delle fonti fossili e su un consumo senza limiti delle risorse naturali,che ha generato e genera nella Terra povertà, squilibri e guerre”.
e' un modello il nostro la cui impronta ecologica,è 5 volte superiore alla capacità della terra di rigenerare le sue risorse.
Da quì,la furbata del Cip6,che ha prodotto i mostri chiamati "Inceneritori".
Si veda il seguente Link:
http://www.youtube.com/watch?v=18a1GQUZ1eU

Lovig (na) 27.09.10 22:30| 
 |
Rispondi al commento

ma il presidente della Consob..è mai possibile che ancora la Commissione sia senza presidente...che brutta Italia...e nessuno che gridi allo scandalo!

gabriele verga 27.09.10 22:25| 
 |
Rispondi al commento

finalmenie le persone vive ci sono ! altrimenti stavo a morire a forza di sentire cazzate.ciao amici

carlo silla, roma Commentatore certificato 27.09.10 21:33| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
MISSIONE COMOPIUTA,SPERO
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 27.09.10 21:24| 
 |
Rispondi al commento

BRUTTE MERDE SENZA VERGOGNA, RITEGNO , PUDORE...

mattia t., roma Commentatore certificato 27.09.10 20:55| 
 |
Rispondi al commento

Cliccate anche contro l'inceneritore a Parma!!!!

Gian Paolo Pelosi 27.09.10 20:51| 
 |
Rispondi al commento

http://www.youtube.com/watch?v=_qqfUZ7JGPk

Stefano Francesco PIVA Commentatore certificato 27.09.10 20:02| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 



Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori