Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Capitalismo a carbone


Saline_Joniche.jpg
Una storia ordinaria di capitalismo all'italiana.
"A proposito di capitalisti senza scrupoli, Ti segnalo un episodio di cui a livello nazionale si sa ben poco. A Saline Joniche, circa 30 km da Reggio Calabria, negli anni '70 i governi illuminati dell'epoca pensarono bene di investire centinaia di miliardi di lire in un piccolo paradiso per uccelli migratori che nelle antiche saline sostavano prima di riprendere il volo per i Paesi del nord Europa o per l'Africa, costruendo un'industria chimica. Quest'industria doveva produrre bioproteine animali che risultarono subito cancerogene e furono bandite dal commercio. Intanto la fabbrica fu costruita con dilagante sperpero di danaro pubblico e per fortuna nostra non andò mai in funzione! Sempre quei governi illuminati pensarono bene di assumere un numero imprecisato di dipendenti vari che pur non avendo mai fatto un solo giorno di lavoro rimasero per anni alle dipendenze di tale opera meritoria. Così per anni il luogo divenne un ammasso di lamiere, ciminiere (il solo fumaiolo centrale è uno dei più alti d'Italia), cisterne abbandonate ma pur sempre illuminate giorno e notte! Fino all'epilogo di questi giorni, quando una società italo svizzera, la SEI, ha rilevato tutto il sito con rottami annessi per costruirci una centrale a carbone.Tutto questo con buona pace degli amministratori locali, del governo regionale e del buon governo nazionale.
Dopo gli uccelli migratori è chiaro che, qualora ce ne fosse bisogno, stanno aiutando anche noi a riprendere le emigrazioni. Dimmi Tu se questa non si chiama fortuna...". Un calabrese
Gruppo Facebook "Contro la centrale a carbone Saline Joniche"

14 Ott 2010, 22:06 | Scrivi | Commenti (26) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

http://www.melitotv.it/it/video/2314.aspx


http://oggiscienza.wordpress.com/2013/06/24/centrali-a-carbone-lo-studio-di-greenpeace/

Mario t., milano Commentatore certificato 19.08.13 18:57| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna porsi un'altra domanda:quanto dureranno le riserve di petrolio,gas,carbone?Quanto inciderà sulle riserve degli idrocarburi, lo sviluppo economico di paesi come Cina e India?
cosa accadrà se si verificherà un impennata del prezzo del Barile sulle economie occidentali?
Forse non l'avete capito,ma L'italia ha due spade di damocle sulla testa, uno è rappresentata dal debito pubblico e una dalla totale dipendenza dall'estero per l'energia.
Un dato l'80% del trasporto di merci avviene su gomma...qualsiasi aumento repentino del barile, innesca una serie d'aumenti di beni e servizi,diminuendo il potere d'acquisto delle famiglie,-reditto-meno consumi=recessione-meno tasse+debito pubblico.
Se pensano di mettere le centrali a carbone o nucleari prendano un granchio...solo per il fatto che queste sarebbero inefficaci per l'autotrasporto,il mercantile e aereo....
Il nucleare prima che sia realizzato messo a regime ..auguri...il carbone pesa va trasportato,stoccato,trattato(polverizzato)..e questo ha un costo elevato, legato all'andamento degli prodotti..quindi aumenta uno aumentano tutti...
Il risultato e' che siamo 20 anni indietro,su tutti i settori, rinnovabili, nucleari, e ricerca, infratrutture, (ferrovie)trasporto marittimo e fluviale..ecc...
Stiamo camminando sul filo del rasoio, mentre questi ostentano sicurezza e ottimismo....

roby f., Livorno Commentatore certificato 16.10.10 16:53| 
 |
Rispondi al commento

Niente carbone, ed è giusto per carità. Però anche niente nucleare. E naturalmente niente certrali termoelettriche.
Ma insomma come cazzo volete che si produca l'elettricità?
Se fosse possibile produrla (in quantità sufficiente e con continuità) con i pannelli fotovoltaici, per quale motivo allora non si fa?

Le puerili paranoie sugli 'interessi dei petrolieri' sono tutte CAZZATE. I petrolieri sono capitalisti come tutti gli altri: non è difficile per loro ridurre la produzione e spostare i capitali su altri impieghi, ad esempio proprio le centrali fotovoltaiche. I capitalisti sono semplici possessori di denaro, non sono affatto degli 'esperti' o una 'corporazione di mestieri' come nel medioevo. Non hanno alcuna competenza, per loro impiegare i capitali in questo o in quello è uguale, dipende solo dal profitto... lo spostamento di capitali non gli costa nulla.

Se c'è una cosa VACUA nel panorama politico odierno è proprio questo ambientalismo IDEOLOGICO...
Svegliatevi, lo sapevate che anche il fondatore di greenpeace è recentemente diventato un fautore della costruzione di nuove centrali nucleari?
Bene ora lo sapete..
E non ha voltato gabbana, è sempre ambientalista, ma si è reso conto di quanto era FESSO quando era giovane..

Josef Dzugashvili (stalin) Commentatore certificato 16.10.10 01:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Le regioni del profondo sud sono sempre state un laboratorio di sperpero del denaro pubblico. Ricordo che i giornali degli anni 70 parlavano della famosa piana di Goia Tauro dove erano stati spianati infiniti ettari di aranceti per far posto ad un polo siderurgico dalle ambizioni faraoniche con annesso porto di scarico e dove mi sembra che non abbia mai funzionato nulla. Quando un progetto pubblico risulta un gran fiasco, bisognerebbe prendere i politici responsabili del progetto e farli ripagare di persona per tutte le perdite subite dallo stato espropriandoli dei loro beni personali. Per forza che collezionando un'opera pubblica fallimentare dopo l'altra lo stato è sempre senza soldi. Naturalmente nessuno è mai responsabile. A quando un pò di giustizia?

g.n. 15.10.10 18:03| 
 |
Rispondi al commento

ex liquichimica di raffaele ursini

Raffaele Ursini, ragioniere entrò alle dipendenze della Liquigas nel 1949, all'età di 23 anni, ricoprendo la funzione di impiegato. A seguito di una rapida carriera, propiziata dalle fortune del suo mentore, Michelangelo Virgillito di Paternò, nel 1955 passò alla direzione generale, dove quattro anni dopo entrò nel consiglio di amministrazione e quindi divenne amministratore delegato.

In seguito rilevò il patrimonio di Virgillito e la Liquigas, ampiamente ricapitalizzata, divenne la finanziaria capogruppo di società che operano in Italia e all' estero in una pluralità di settori, secondo la formula, allora diffusa, della conglomerata. Si avvalse grandemente di crediti agevolati da parte della Cassa per il Mezzogiorno e dell'Icipu


emilio colombo (sembra lombardo)

Emilio Colombo (Potenza, 11 aprile 1920) è un politico italiano. Esponente di spicco della Democrazia Cristiana, è stato presidente del Consiglio, più volte ministro, presidente del Parlamento Europeo ed è, attualmente, senatore a vita dal 2003


si sono mangiati fuori miliardi di miliardi per creare il nulla


sud: palla al piede dell'italia!!!!

Pasquale Dini Commentatore certificato 15.10.10 16:38| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei, se mi permettete, riportare un attimo l'attenzione sulla tragedia palestinese.
Qui c'è una bellissima video-risposta di Vittorio Arrigoni a Roberto Saviano che aveva partecipato a un convegno pro-Israele

http://zeitun.ning.com/video/video/show?id=2875552:Video:8655&xgs=1&xg_source=msg_share_video

Riccardo Cascino, Roma Commentatore certificato 15.10.10 15:19| 
 |
Rispondi al commento

Dè ma non siete mai contenti.....del resto il carbone si metteva nella calza della Befana.....sono finiti i bei tempi che s'inquinava con le macchine nei centri città, si parcheggiava sugli scalini, si buttava la spazzatura per la strada...il riciclaggio...o che roba è...vi ricordate il catrame sulla spiaggia, sugli scogli, e le fogne che scolavano in mare e nei fiumi?, la benzina rossa i motorini ultra inquinanti a due tempi.....quelle belle fumate bianche...l'amianto...poi tutte quelle coperture ondulate.....Ora invece c'è la raccolta differenziata, il motore ecologico,la benzina verde,il biodiesel,il catrame non c'è più, in compenso non ci sono pesci....mah!eppure mi sembra che siamo allo stesso punto di partenza....

roby f., Livorno Commentatore certificato 15.10.10 14:59| 
 |
Rispondi al commento

ancora carbone? tutto quello che brucia inquina

giovanni miceli jesi 15.10.10 14:31| 
 |
Rispondi al commento

Sto leggendo il libro scritto dal magistrato Nicola Gratteri "Fratelli di Sangue", a Saline Joniche ci sono un sacco di interessi della 'ndrangheta, e proprio quel complesso industriale è stata una torta che si sono spartite la famiglie mafiose che dominano in quella zona.

Jacopo S. 15.10.10 13:44| 
 |
Rispondi al commento

Dovete lottare, battervi contro questa assurdita'!

L'Europa sta pensando di dismettere il carbone, la Danimarca passera' completamente alle energie alternative entro il 2050, dappertutto se si parla di costruire nuove centrali a carbone, anche negli USA, si ottengono sberleffi.

Solo l'Italia e' diventata terra di conquista per chi vuole persistere nel business del carbone, conveniente per chi lo usa, drammaticamente costoso in termini di ambiente e salute per la comunita'.

Noi a Vado Ligure (SV) siamo alle prese con lo stesso problema, vogliono potenziare una centrale a carbone costruendo due gruppi nuovi e poi magari bruciarci anche i rifiuti.
Ecco il link per informarsi e contattare l'unione dei comitati che si oppongono, fra cui noi Amici di Beppe Grillo di Savona:
http://www.savonaeponente.com/2010/05/31/banner-drammatico-per-situazione-tragica/

Dobbiamo essere tutti uniti contro il carbone!

milena d., savona Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.10.10 12:43| 
 |
Rispondi al commento

questa è purtroppo l' idea di sviluppo che hanno i politici cioè intascare tangenti e distruggere il territorio e la salute dei propri concittadini

salvatore l., caltanissetta Commentatore certificato 15.10.10 12:21| 
 |
Rispondi al commento

Berlusconi indagato dalla procura di Roma per evasione fiscale nell'inchiesta sui diritti tv

I REATI RISALGONO ALL'ANNO DELLA SCESA IN CAMPO..... ECCO PERCHÉ GLI HANNO FATTO UN INTERVENTO ALLE MANI!!! ;-D


http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2010-10-15/inchiesta-diritti-mediaset-procura-110617.shtml?uuid=AYSBMFaC

Uno dei tanti 15.10.10 12:08| 
 |
Rispondi al commento

Che bello stare in Italia: centrali a carbone , progetti per nuove centrali nucleari...invece di progredire torniamo indietro nel tempo.
Ma cosa hanno nella testa questi che ci governano...CHE CAZZO AVETE IN TESTA?!?!?!?!
VOLETE FARCI CREPARE TUTTI QUANTI?
MA PERCHè NON ANDATE A FARE IN C..O????

gabriele boscolo 15.10.10 11:51| 
 |
Rispondi al commento

ALLA CORTESE ATTENZIONE DEL SIGNOR GRILLO GIUSEPPE:
La tessera, la tessera serve?
Non parlo di tifosi e calcio ma penso all'economia.
Le aziende non lavorano più perchè i loro clienti non riescono ad avere finanziamenti dalle banche poichè SPESSO evadono il fisco.
Nel 2010 abbiamo ancora la stessa forma di pagamento di decine di secoli fa: i contanti, monete e pezzi di carta che passano da una persona ad un altra senza lasciare alcuna traccia, volano ovunque scome aerei senza una scatola nera.
Ma nel 2010 abbiamo la tecnologia, perchè non adoperarla? La soluzione di tutti i problemi è:

ELIMINARE I CONTANTI E GLI ASSEGNI E LASCIARE SOLO TESSERE NOMINALI CON CHIP MAGNETICO E PASSWORD.

Così ci pagheranno con la tessera e pagheremo con la tessera qualsiasi cosa, anche un pacchetto di mentine.
Con l'informatica e con le tessere al posto di contanti e assegni non si potrà più evadere, non serviranno gli scontrini, non dovremo fare la dichiarazione dei redditi perchè sarà tutto immagazzinato nel grande cervellone dello stato, pagando tutti le tasse inoltre si pagheranno meno tasse pro capite e finalmente le banche ritorneranno a prestare valuta, sotto forma di accredito su tessera ovviamente e l'economia si riprenderà.

BISOGNA ABOLIRE MONETE E PEZZI DI CARTA PERCHE' NON LASCIANO NESSUNA TRACCIA.

Tutti pagherebbero le tasse, anche se andassimo a Escort o Trans, risulterebbe dal pagamento con la tessera. Se un prete comprasse un film da pedofilo risulterebbe dalla tessera. Se comprassimo un'arma, risulterebbe dal pagamento con la tessera.
Se comprassimo qualsiasi cosa con una connotazione negativa, risulterebbe dal pagamento con la tessera.
Sicuramente tra gli altri vantaggi ne verrebbe fuori anche un mondo meno violento.

Carmine Crocco Donatelli (vive) Commentatore certificato 15.10.10 11:40| 
 |
Rispondi al commento

CHE BELLO!!! Tutto il mondo e'colorato!!! Il bel Danubio Blu sta diventando rosso,il mare diventa giallo,la Calabria nero Charbon,il cielo grigio
London, la mozzarella arlecchino ......e io sto diventando sempre piu'viola, nel senso che mi sto allontanado sempre piu'dalla politica dei partiti,
che sono solo partiti di testa. Sono libero,come su una astronave in mezzo ad una costellazione di stelle. Ciao politicanti!

sorcio verde 15.10.10 11:26| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno, ma che vi aspettate dai nostri politici? Avete visto quella salma di Bersani,
ieri sera ad Anno Zero? Non è stato capace di promettere niente, perchè sa che quello che
prometterebbe non lo potrebbe mantenere ....
Mi ha fatto una gran tenerezza, non hanno
niente da proporre, è meglio andare a vedere
lo spettacolo di Grillo, almeno ci aggiorniamo
sul mondo .....

Presenti Laura

laura presenti 15.10.10 10:20| 
 |
Rispondi al commento

http://www.lavoce.info/articoli/pagina1001945.html

Articolo impressionante di Tito Boeri.
Conferma tutto quello che Beppe va dicendo e scrivendo nel blog.
Simo in piena DITTATURA. I media sono già allineati.

Questa è l'intervista sul sito del Fatto Quotidiano:
http://www.ilfattoquotidiano.it/2010/10/14/disinformazione-dati-falsati-e-dimissioni-mancate-linformazione-economica-allanno-zero/71681/

Paolo R., Padova Commentatore certificato 15.10.10 10:04| 
 |
Rispondi al commento

Sul sito SFOGHIAMOCI.IT è possibile esprimersi in modo indelebile,gestire un blog personale, sfogare la propria rabbia,chattare ecc...Il punto è che tutti vanno a curiosare,ma nessuno si registra e inserisce commenti,sfoghi..potete aiutarmi? qualcuno può rompere il ghiaccio? Grazie, Marco

Marco Saporiti 15.10.10 09:40| 
 |
Rispondi al commento

di solito si cerca di diversificare la produzione di energia e solo un
pazzo scapestrato utilizza un solo tipo di fonte se può avernte più di uno.

c'è da vedere anche dove mettere queste centrali perchè se le metti vicino
alle città c'è subito qualcuno che si incaxxa per l'inguinamento e se le
metti lontano c'è subito qualcunaltro che fa l'ambientalista.

però ipocritamente voglimo tutti stare al caldo e alla luce e al pc e serve
energia.

all'ipocrisia non c'è rimedio ma si può vedre di ridurre al minimo
l'impatto dannoso sull'ambiente.

a proposito per gli amenti della falcetta e il martellino guardate cosa fanno in
cina col carbone!!!

cognome e nome 15.10.10 02:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A Cervia producono un sale integrale buonissimo, quasi gradevole anche da solo... naturalmente la qualità costa un pochino di più, quel giusto che permette una lavorazione umana degli alimenti.
Effetti collaterali:
si creano posti di lavoro, i lavoratori mettono sù famiglia e con le nuove bocche da sfamare aumenterà il consumo del sale.

andrea vagnoni milano, milano Commentatore certificato 15.10.10 01:45| 
 |
Rispondi al commento

Bel progresso una centrale a carbone, proprio una fonte di energia alternativa!
Povera Italia, è proprio vero che al peggio non c'è mai fine!

Alberto G. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 14.10.10 23:34| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
SALVATE LE SALINE JONICHE,FATE IL POSSIBILE PER SALVARLE DAL CEMENTO,SALVATELE
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 14.10.10 23:06| 
 |
Rispondi al commento

::
::
::


Libertà di pensiero!

Dagli autori di aNakedView, il primo PODCAST scaricabile gratis!

Andate su:

http://www.anakedview.com/a_naked_podcast_1_sulla_pubblicita.html


Guardate la realtà, senza fregature.

::
::
::

abitare cuore Commentatore certificato 14.10.10 22:41| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 



Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori