Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Internet al posto della TV? Si può fare!


Cile_Grande_Fratello.jpg
Accendete il cervello, spegnete la televisione.
"A chi dice che la TV non é morta perche per usare Internet ci vuole cervello... E' gia sul mercato una televisione/Internet che permette di vedere contenuti video di YouTube e quant'altro. In questo modo, usando la TV e accendendo solo in parte il cervello, si può vedere qualsiasi canale YouTube con tutti i filmati. Non è poi così lontana l'ipotesi di palinsesti in Rete finanziati dalla pubblicità che paga in base agli ascolti effettivi. Il problema tecnico è la diffusione di banda larga che una soluzione del genere richiede. Commento sulla poca utilità del digitale terrestre: abito in Francia e con un modico abbonamento di 30 euro al mese ho ADSL free, telefono (chiamate illimitate in europa ai fissi e prezzi convenienti per cellulari) e TV via Internet. Domanda, con una soluzione tecnologica del genere a cosa serve il digitale terrestre? Solo per chi non fa un abbonamento ADSL! Ma a 30 euro, cioè il doppio del canone telecom, si hanno telefonate gratis dal fisso e adsl, chiunque lo farebbe... se coperto da banda larga ovviamente (non come nella maggior parte d'Italia, ndr)" roberto crippa

21 Ott 2010, 22:28 | Scrivi | Commenti (35) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

30 € ×12=360 €..ma siete ricchi o scemi?

NOCENSURA 28.04.15 12:25| 
 |
Rispondi al commento

Le due realtà possono tranquillamente coesistere.

Davide Soldani 18.02.12 23:18| 
 |
Rispondi al commento

Io ritengo che già la TV normale sia un male per la psiche e l'intelletto dell'umanità, appiattendone gli interessi culturali a quelli voluti dalla grande massa, che (a mio modesto parere) non brilla per intelligenza e cultura e bombardandola di messaggi e immagini che, probabilmente, hanno stimolato anche tanta violenza e follia.
Infatti, sono ormai anni che rifuggo dalla Televisione, mezzo di comunicazione, secondo me, fortemente antidemocratico in quanto l'utente non è completamente padrone di ciò che sceglie di vedere.
Vogliamo portare ciò anche su Internet, dove si suppone, dato che è necessario per usarlo avere anche conoscenze di logica e,quindi, capacità di analisi intellettuale e scelta?
Cosa succederà quando la grande massa, spesso vittima più degli istinti che "utente" del cervello vi si troverà di fronte?
Inoltre un piccolo commento sul Blog: perchè il proprietario del blog si arroga il diritto di poter cancellare in qualsiasi momento i post?.
Non dovrebbe essere lecito, una volta valutata la correttezza del post, lasciarlo come un documento disponibile a tutti?

Marco Orlandi 07.01.11 21:09| 
 |
Rispondi al commento

ciao,
avevo comprato il TV Lcd appena due anni fa e si vede alla grande.
Poi arriva lo switch-off che porta alcuni canali HD (vedi Mondiali di calcio, RAI HD, canale 5 HD ecc.) e il mio TV, che è digitale terrestre!, non li vede perché è HD Ready ma non ha il sintonizzatore HD!!!! Che fregatura, ogni anno ti fanno mancare qualcosa.

Adesso ho comprato un Blobbox di Telesystem e ricevo i canali HD in chiaro, registro un casino di roba (mia moglie in realtà), guardo Grillo su YouTube e ho scoperto TWWW.TV dove c'è pure il canale di Marco Travaglio oltre alla pallavolo serie B, un sacco di film e pure il canale QuiMamme (sempre per lei ;)

Praticamente è un decoder connesso, come avere un sinonizzatore in più ma universale.

ciaus,
fred

Federico Cempella 13.11.10 00:17| 
 |
Rispondi al commento

...e per chi non è coperto da adsl - fibra ottica terrestre come deve fare?Abito a Gambellara (VI) e i paesi confinanti sono tutti coperti da questa meravigliosa innovazione...la wisp c'è,ma fa pietà ed è cara...

Hisashi Mitsui 03.11.10 17:52| 
 |
Rispondi al commento

Peccato che, con televisione e telefono via Internet, anche la tua TV e soprattutto le tue telefonate diventano attaccabili dagli hacker...

Steven B., Codroipo Commentatore certificato 23.10.10 16:44| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna sapere la procedura corretta per evitare di pagare il Canone Rai avendo solo la connessione Adsl, altrimenti tutto questo discorso non serve a nulla.
Vi faccio presente che alcuni anni fà mi ero informato come fare a non pagare il canone rai e mi hanno spiegato che per assurdo chi è proprietario di uno schermo come quello monitor del pc è obbligato a pagare il canone rai.
Quindi prima di pensare di levare di mezzo i televisori e la televisione, diamo informazioni corrette per usufruire dell'ADSL e dei filmati in rete senza incorrere in sanzioni Rai anche pesanti.

Giovanni Onesti 22.10.10 19:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao a tutti,Beppe ti stimo molto.Sono felice che si parli della fine della tv,il mio prossimo passo sarà liberarmi fisicamente di questo aggeggio inutile e ingombrante,non l'accendo ormai da qualche anno.Il mio desiderio è che tutti possano usufruire della rete gratuitamente perchè può capitare che non hai un lavoro o non guadagni abbastanza da poterti permettere il "lusso" (30,00 euro al mese di canone) della linea adsl.I miei desideri si stanno via via realizzando e quindi succederà che questo mondo CAMBIERA'...il ritorno degli esseri pensanti è VICINO...Coraggio!VINCEREMO.

Nunziata S., Messina Commentatore certificato 22.10.10 19:25| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei spostare il ragionamento dal mezzo ai fruitori.
Molti anziani non conoscono le potenzialità della rete, ma molti hanno iniziato a seguire dei corsi o sono degli autodidatti. Perché il movimento non cerca di attivare qualche corso di base per internet nelle comunità locali?
Poi la conoscenza del mezzo poterà inevitabilmente a richiedere la banda larga e la tv on demand...

rolla lorenzo 22.10.10 17:58| 
 |
Rispondi al commento

ma porca...
la prenderei subito una televisione che va su internet. visto che i film li guardo in streaming sul pc e uso puntualmente youtube.
peccato che da quando mi sono trasferito in un paese a 8 km da novara, 8, non 8.000, la connessione me la sono scordata.
funziona solo la chiavetta che va ad una velocità ridicola.
e dire che lavorando pure in una società di telecomunicazioni avrei pure internet 24h gratis!!!

Stefano B., Novara Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.10.10 17:19| 
 |
Rispondi al commento

Io sono due anni che tengo un pc collegato alla tv. La soluzione finale è stato un revo collegato via cavo hdmi e connesso al modem adsl.
Mi fa da server e ho internet in tutta la casa. La sera c'è solo l'imbarazzo della scelta su quello da vedere.
L'unico costo sono i 34,5€ al mese. In questa disgraziata valle di adsl nemmeno l'ombra, anche se tutti i giorni la strada è un cantiere per posare la fibra...

tiziano binda, lecco Commentatore certificato 22.10.10 16:47| 
 |
Rispondi al commento

Il problema della banda larga è ben più difficile, sebbene gli interessi economici a non promuoverla siano tantissimi.
Comunque investire in questo può anche avere ripercussioni importanti sul lato economico, quindi insistiamo.

One energydream 22.10.10 16:37| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di TV, guardatevi questo, è micidiale: http://www.youtube.com/watch?v=TjKLIeDJBFc

S.m. 22.10.10 15:14| 
 |
Rispondi al commento

hai detto la parola magica....io vivo in Francia. Avresti potuto dire Germania,Inghilterra o qualsiasi altro paese "realmente" industrializzato, sarebbe stato lo stesso.

Purtroppo noi siamo in Italia paese "ipoteticamente" industrializzato ma realmente molto più vicino al terzo, anzi al quarto mondo.

La banda larga?? l'unica Banda Langa che abbiamo in Italia, anzi Larghissima, e quella Banda di ladri, st***zi, putt***nieri, intrallazzatori, mafiosi e bugiardi che ci governa.

mauro maniscalco 22.10.10 14:24| 
 |
Rispondi al commento

XBMC e' la soluzione che adotto da tantissimi anni sulla mia "vecchia" xbox.

Il problema e' che abbiamo la banda larga piu' stretta al mondo!!!

Marco V 22.10.10 12:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

30 EURO AL MESE NON SONO AFFATTO POCHI SE VEDIAMO LO STIPEDIO DELLA MAGGIOR PARTE DEGLI ITALIANI,TOGLI LE SPESE FISSE E NON RIMANE MOLTO.

Giancarlo Perego 22.10.10 12:28| 
 |
Rispondi al commento

in italia la rete ha problemi.

ho fatto il passagiio da pochissimo da 8 mega a 20 mega con risultati piu che deludenti.

ciò che doveva migliorare (voip e streaming) è peggiorato mentre il peer to peer è rimasto identico.

prima su 8 mega ne avevo 6,8 effettivi (85% del dichiarato) mentre ora su 20 ne ho 12 (60%)

alla fine regalo 3 o 4 euro/mese al provider per fare andare meglio ciò che non mi serve e peggio quello che volevo migliorare.

viva l'italia delle banane

bruno bassi 22.10.10 12:14| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

La TV del futuro sta già entrando "silenziosamente" nelle nostre case e nei prossimi anni rivoluzionerà completamente il settore:

http://www.dday.it/redazione/2322/Altro-che-3D-viva-le-Connected-TV.html

Manuel Squarcina 22.10.10 11:20| 
 |
Rispondi al commento

Proprio grazie al digitale terrestre, ho rischiato di perdermi i mondiali di Volley (lo schermo del mio televisore sembrava nel bel mezzo di una partita a tetris...). Avendo il PC collegato al televisore, sono riuscito a vederli grazie al fatto che veniva trasmessa (dalla Rai fra l'altro) in streaming su Internet.

Davide Maggi (dadinux), davide.maggi@gmail.com Commentatore certificato 22.10.10 11:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Accendete il cervello, spegnete la televisione: uno slogan in perfetto stile "marketing televisivo" - LOL

Andrea s 22.10.10 10:51| 
 |
Rispondi al commento

Sanno che la TV è morta e ultimamente stanno mandando alle varie trasmissioni tutti i politici che urlano di più e che, secondo me, hanno avuto indicazione di sovrastare ed interrompere, non solo di far contraddittorio.
Spegnamo la TV e accendiamo il PC: io ci sto!!!

Rita Toschi 22.10.10 09:46| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno e buon lavoro

Tre cose fondamentali vorrei farVi osservare. La prima è che il “canone RAI” è una tassa di proprietà proprio come quella dell'auto, che si deve pagare anche se la TV si tiene spenta. E' quindi ovvio cercare di non mettere sempre in mezzo l'utente ed il canone, come appunto il Sig. Santoro fa spesso, perchè non è tecnicamente né finanziariamente corretto. La seconda cosa è che la pubblicità, durante le trasmissioni in prima serata, come da listino SIPRA che è consultabile su Internet, costa di media almeno (cioè non meno) di 50.000 euro per 30 secondi. Durante le trasmissioni come REPORT, ANNOZERO, BALLARO', CHE TEMPO CHE FA - (solo per citare le più famose) ci sono almeno 10 minuti di pubblicità che fanno incassare alla RAI almeno 3.000.000 di euro a puntata. Non ci lamentiamo se poi l'economia va male, il walfare va male, il rapporto stato/cittadino e politica/società si fa sempre più divaricato, perchè se si devono “compensare”, con cifre astronomiche, i conduttori ed i partecipanti a questo tipo di trasmissioni, non credo che ci siano molte altre cose da discutere.....a parte le operazioni finanziarie “poco trasparenti” (ed uso un eufemismo) con società OFFSHORE....che dovrebbero rendere illegale in tutto il mondo per riuscire finalmente a togliere questa piaga...ma ancora troppe persone la perseverano e non solo il nostro presidente del consiglio......prossimo capo dello stato, tanto così per togliersi per sempre dai guai, dato l'immunità per senatore a vita! La terza ed ultima cosa è una considerazione: la OMSA o meglio “IL GRUPPO OMSA”, come si sa, sta licenziando i proprio dipendenti Italiani per spostare la produzione all'estero MA nel frattempo, per la settimana che va dal 10 al 17 ottobre ha speso la bellezza di oltre 5.000.000 di euro in pubblicità...forse era meglio tenere i propri dipendenti, lasciare tutto in Italia e non spendere tutti questi soldi....dato che se li spende è una certezza che li ha guadagnati..o forse no

gabriele bertelli 22.10.10 08:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

e bravo con offerte cosi' l'italiano diventa troppo intelligente e snobba l'infomazione di regime.

noooo l'italiano deve rimanere pecora.

poi tecnicamente il digitale terrestre non sarebbe poi male. nella stessa banda trasmetti 8 canali anzichè 1 in analogico. peccato che qui l'abbiano usato male o in altre parole non vogliono usarlo bene. ci vogliono canali tematici seri gratuiti e statali e non pay tv ad ogni angolo per adorare il dio pallone.

ivan m. Commentatore certificato 22.10.10 08:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Visto che beppe promuove l'open source e non la sony, mi permetto di segnalarvi questo software che trasforma il vostro computer in una tv interattiva e se non sbaglio stanno uscendo con un box da collegare ad una qualsiasi tv per avere li stessi risultati senza avere un computer. Open Source Matters!

Max D'Ambrosio 22.10.10 04:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

da alemno 15 anni uso un pc e sempre meno ho usato la televisione,ma nonostante la mia predisosizione al cambiamento e sempre alla ricerca difinestre sul mondo sono riuscito a liberarmi dalla tv solo da qualche anno perchè?la banda larga! la chiave che apre finestre e mente ma fino a quando ci impediranno (spero per poco ) di usufruire di questa ormai diffusissima tecnologia in europa (ma non in italia)ci impediranno anche di comunicare velocemnte ,per tenerci a bada,ma è inevitabile,solo una questione di tempo...

consorti marino 22.10.10 01:12| 
 |
Rispondi al commento

Cazzo! Videodrome!

Mr. Tambourine 22.10.10 00:07| 
 |
Rispondi al commento

Anche proporre a chi ha paura di Internet o non capisce cosa potrebbe farci (la maggioranza degli Italiani, purtroppo) di guardare il digitale terrestre... con il computer, come spiegato qui:

http://stop.zona-m.net/it/node/62

cioè integrandolo all'informazione su Internet, sarebbe un enorme passo avanti!

Marco Fioretti 21.10.10 23:09| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
LA TV E' VUOTA,SALVO LE POCHI PROGRAMMI CHE HANNO PER COSI' DIRE QUALCOSA,PER CUI VIVA INTERNET, VIVA LA RETE,VIVA IL BLOG
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 21.10.10 22:51| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori